Pagina 1 di 4 1234 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 59

Discussione: Me lo ricordavo meglio: ovvero i ricordi migliorano il passato?

  1. #1
    Liv. 42 L'avatar di Rh_negativo
    Registrato il
    26-03-2007
    Messaggi
    111.189

    Citazioni
    207

    Predefinito Me lo ricordavo meglio: ovvero i ricordi migliorano il passato?

    La lamentela: era meglio prima! è all'ordine del giorno in tutti i media (cinema, musica, letteratura, tv...).
    I reboot fanno tutti schifo e i primi capitoli di ogni saga erano migliori degli ultimi.
    Le meccaniche di x anni fa erano geniali a confronto, le "mode attuali" hanno rovinato tutto, hanno snaturato i concetti base.
    ....
    Ma è davvero così?

    o forse siamo noi che ricordiamo le cose migliori.

    Frogger era più divertente di Dead Cell o eravamo noi che a 8 anni ci divertivamo di più e con meno rispetto ad oggi?
    E quel level design sopraffino era davvero così geniale o la nostra mente che nel ricorda lo migliora?
    Quei checkpoint ogni morto di Papa erano una scelta più giusta? oggi è tutto troppo guidato e semplice o allora la difficoltà era un trucco per superare limiti tecnici o di longevità?



    Gli uomini sono infelici perchè ricordano il passato migliore di com'era, vedono il presente peggiore di com'è e si aspettano un futuro migliore di come sarà (cit.)


    Io quasi mi commuovo a rivedere immagini dei titoli per c64, ricordo con piacere quei giochi (o quel periodo della mia vita?), ma erano davvero così divertenti da giocare alla fine?
    Oggi ci rigiocherei per più di 5 minuti?

    Vi è capitato di rigiocare qualcosa di mooolto vecchio che avevate adorato all'epoca e pensare "ma che è sta merda?! ma davvero mi piaceva?!?" (un po' come quando rivedi la tipa con cui uscivi alle superiori e ti chiedi ma davvero frequentavo sta decerebr... ok sto divagando )


    A voi
    Ultima modifica di Rh_negativo : 17-09-2018 alle ore 20.57.09

  2. #2
    Spettro L'avatar di Kaiman76
    Registrato il
    19-11-2004
    Residenza
    Sotto ponte Sisto
    Messaggi
    22.238

    Citazioni
    3

    Predefinito

    Il n64 europeo. Mi ero accontentato della versione pal... rimesso tempo fa... si vedeva di una merda, ma di una merda.....ma di una merda...
    PC: HAF 932, i7 6700K@4.8ghz, MSI M7 Gaming, 32GB Corsair Vengeance LPX 3333 Mhz, Samsung m.2 960 EVO 500GB, Crucial M4 256GB, Raid 2x1TB Caviar Black, 2x3TB Caviar Green, Gigabyte GTX 1080Ti, Mast. BluRay LG, Creative x-fi titanium fatal1ty, Cooler Master Silent Pro 1000w.

  3. #3
    Spettro
    Registrato il
    20-04-2016
    Messaggi
    2.045

    Citazioni
    7

    Messaggio

    Come per qualsiasi cosa la risposta è dipende.
    Soprattutto dal genere e dal gioco stesso. Per esempio io trovo che il gameplay degli fps anni 90 si di gran lunga migliore rispetto quello odierno, per dirti, si! mi deverto molto di piu giocare un duke 3d o un hexen rispetto ad un cod o un battlefield attuale.
    Stessa cosa per il genere stealth, se ancora oggi mi vado a cercare mappe amatoriali di thief 1 e 2 vorra dire qualche cosa. Oppure se gioco ancora a diablo II ed ultima online qualcosa vorra pur dire...
    Purtroppo i giochi del passato talvolta danno ancora oggi uno stimolo in piu, vuoi perche sono piu difficili vuoi perche il gameplay non era pensato per essere usufruito da dormiveglia sul divano con i pop corn...

    Di contro trovo che molti giochi di oggi presentimo lati migliori rispetto al passato, senza scomodare la grafica, per esempio la narrativa e le trame spesso oggi sono piu curate, non nascono che ogni tanto una bella run su assassin's creed 2 me la faccio volentieri, oppure giochi come i souls, che offrono un gameplay ed una lore che difficilemnte si trovava in passato...

    Insomma dipende non è ne bianco ne nero...

    Quel che è certo è che alcuni generi sono rimasti al palo ed altri si sono evoluti, per esempio il genere fps è fermo ad half life 2 e a Crysis 1...

  4. #4
    Codice Fiscale L'avatar di 3cod3
    Registrato il
    29-11-2008
    Residenza
    Immagisfera
    Messaggi
    51.394

    PSN
    e3CoD3
    Citazioni
    80

    Predefinito

    Indubbiamente la giovinezza filtra e la nostalgia pure.
    Per esempio, rigiocando Crash nella trilogy, ho trovato Crash 1 migliore di Crash 3, quando invece da piccolo preferivo tantissimo Crash 3, ma ho comuqnue gicoato e compeltato al 100% entrambi con piacere.
    Un esempio contrario invece l'ho avuto con un cartone: Dragon Ball Z, che ora trovo assolutamente inguardabile, una roba brutta, ma brutta davvero, da piccolo ovviamente mi ci sfondavo

    L'ultimo nemico che sarà sconfitto è la morte | Né mi offerir di dar lo scudo in dono, O quel destrier, che miei, non più tuoi sono | La vera magia di KH | Perchè il mare di Evangelion è rosso? | Cos'è (veramente) un RPG?

  5. #5
    Il Vero Rufus L'avatar di ottoDVD
    Registrato il
    20-09-2008
    Residenza
    Raccoon City
    Messaggi
    42.000

    Citazioni
    69

    Predefinito

    Una delle critiche maggiori penso sia riguardo alla longevità, una volta i giochi duravano di più! Falso, semplicemente ci incastravamo e rimanevamo sullo stesso punto mesi, cosa che oggi non succede più grazie a guide e consigli più diretti.

  6. #6
    Spettro L'avatar di Aledeplayer
    Registrato il
    20-07-2015
    Messaggi
    7.354

    MyNintendo
    theVeth
    PSN
    Mister-Axel
    Steam
    theVeth
    Citazioni
    15

    Predefinito

    Mai capitato l'esempio portato sopra da RH, ma penso di essere perfettamente in grado di capire quando il vecchio sia meglio del nuovo e viceversa.
    Penso che vada tutto contestualizzato, titolo per titolo. Il nuovo Rayman è migliore del primo? Assolutamente sì perché hanno preso il gioco migliorandone la formula.

    Il nuovo Tomb Raider è meglio del primo? Assolutamente no, perché ha perso completamente di vista il suo concept.

    Perché signori, che lo accettiamo o meno, Tomb Raider era un puzzle-platform con elementi action. Oggi è praticamente l'opposto.

    Io non sono un tipo rigido. Se vuoi usare un brand per cambiare genere va bene, fallo. Ma non spacciarmelo per il Reboot. Dimmi che è una sorta di spin off. Non usare il nome di quel titolo per fare vendite.
    Che poi in quel caso anche il personaggio è drasticamente cambiato.

    Mi permetto di prendere TR come esempio perché recente.

    La roba del "si stava meglio quando si stava peggio" la lascio a voi vecchi.

    Inviato dal mio SM-G965F utilizzando Tapatalk

  7. #7
    Spettro L'avatar di sammy749
    Registrato il
    05-04-2011
    Messaggi
    265

    Citazioni
    0

    Predefinito

    Citazione Messaggio inviato da Rh_negativo Visualizza messaggio

    Vi è capitato di rigiocare qualcosa di mooolto vecchio che avevate adorato all'epoca e pensare "ma che è sta merda?! ma davvero mi piaceva?!?" (un po' come quando rivedi la tipa con cui uscivi alle superiori e ti chiedi ma davvero frequentavo sta decerebr... ok sto divagando )


    A voi
    Dragon ball
    Per me è diventato inguardabile.
    Ultima modifica di sammy749 : 17-09-2018 alle ore 21.31.56
    Alla ricerca della Valle incantata videoludica

  8. #8
    killzowned L'avatar di ONEZERO
    Registrato il
    07-04-2008
    Residenza
    ponte buggianese(pt)
    Messaggi
    5.093

    Citazioni
    10

    Predefinito

    Partiamo dal presupposto che alcuni titoli invecchiano peggio di altri,un ape escape con i controlli sugli analogici per movimento e retino al tempo me lo fecero quasi mollare,adesso lo giocherei con più scioltezza.
    Un monkey Island non invecchia ma il suo essere un avventura grafica lo rende bello come allora.
    Cars in plastic, are fantastic! (Cit.Borgorosso)

    Nick psn: ONEZEROita(senza la faccina eh!!)

  9. #9
    Spettro L'avatar di Ergozigoto
    Registrato il
    04-01-2003
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    10.350

    Citazioni
    11

    Predefinito

    Già detto più volte, è nella natura umana addolcire i ricordi del passato e invecchiando puntare il dito contro tutto ciò che differisce da come “dovrebbe essere” e si può applicare praticamente a tutto

    Invecchiando si prova un certo piacere nel regredire ai tempi dove la più grande responsabilità era presentarsi a casa per l’ora della merenda

    Per restare più in tema, a volte mi fa piacere rigiocare glorie del passato, cercando il più possibile di mettere da parte l’esperienza maturata e in alcuni rari casi (più nei giochi bidimensionali) sono ancora giocabili e godibili tutt’ora... MA praticamente sempre mi rendo conto di quanto sia falso il sempre verde “si stava meglio quando si stava peggio”

    Ricordo di come mi commuovevo per la ridicola sequenza finale di Ex-Ranza e dell’esaltazione al sentire SEEEEGAAAAA!

    Ho rigiocato da poco a Final Fight... praticamente si finisce spammando letteralmente un tasto senza ragionare...

    Come detto nel topic di Tomb Raider, gli enigmi erano difficili non perché elaborati ma perché non si capiva una mazza dato che le texture era impastate... oppure era semplicemente FOLLE la costruzione e non c’era nessuna abilità dietro (le steli di might and magic )

    Salti difficili per controlli fatti col culo che oggi verrebbero semplicemente considerati BUCATI!

    Nemici che ti blastano con un colpo (tra i 10.000.000 che coprono lo schermo) e ti tocca ricominciare da capo... così quando ci ritorni manco ti ricordi perché sei morto...

    Etc.

    Oggi come allora ci sono buoni giochi e giochi mediocri, giochi più facili e altri più difficili... ci sono tanti generi e ognuno ha i propri gusti.

    Quel che è peggio oggi è solo la tossicità del web, si spara merda e si prendono posizioni drastiche per il gusto di schierarsi e criticare qualcosa.

    Prima “tutti i giochi erano belli” ...e non perché lo fossero davvero.
    I'll be with you soon, my Shalafi

  10. #10
    Blast Processing L'avatar di City Hunter
    Registrato il
    15-12-2002
    Residenza
    Yokosuka
    Messaggi
    43.835

    Citazioni
    7

    Predefinito

    ultimamente però vedo tanti cadere nella trappola al contrario, ovvero di pensare che la bellezza del passato sia tutto merito della nostalgia e del fatto che da piccoli ti piace tutto quello che ti accompagna nella crescita (che è anche vero in molti casi, basta vedere chi è cresciuto tra Pokemon e Harry Potter o i poveri pampini che oggi crescono con Peppa Pig e il treno parlante, massima comprensione per entrambi ).

    Però la realtà è che il videogame si è imbastardito nella decade ps360wii, e non credo ci sia da discutere su questo, è oggettivo (non a caso è da questo punto che è esploso il retrogaming).

    Neanche a farlo apposta stò rigiocando il primo Tomb Raider in questi giorni e non c'è nostalgia che tenga, è semplicemente un videogame migliore rispetto all'ultima trilogia (vabbè diamo il beneficio del dubbio a Shadow perchè non l'ho ancora provato e sembra il meno peggio del trio).
    Si avrà la le texture con i pixel grossi come case, ma tanto cosa credete che la trilogia reboot non invecchierà graficamente tra 5-10 anni? E quando succederà cosa resterà? Dei giochi poverini secondo me.

    Poi ci sono anche tanti esempi al contrario, per dire per me FFXIII e Lightning Returns si mangiano i vecchi FF 3D senza tanti problemi (a rivedere FFVII, X o X-2 viene l'orticaria vabbè che non li sopportavo neanche a suo tempo quindi parlo senza il minimo di nostalgia).

    Alla fine dipende da tanti fattori, di sicuro non è "vecchio=melma" come dicono i "bimbiminkia" di oggi (salvo poi correre dagli indie tarocchi ma vabbè ), ne "nuovo=immondizia" come dicono gli hipster.
    Ultima modifica di City Hunter : 17-09-2018 alle ore 23.25.13
    FREE Full Reactive Eyes Entertainment | "It's SEGA"

    Hokuto Segaken | www.segaworlditalia.com

  11. #11
    «Tsundere acida» L'avatar di Helel
    Registrato il
    10-12-2013
    Residenza
    Terni
    Messaggi
    3.140

    Citazioni
    20

    Predefinito

    Io evito del tutto il problema non rigiocando mai giochi che mi hanno emozionato molto la prima volta. Per evitare di sporcarne il ricordo con un giudizio più obiettivo. Un esempio di questp è il primo Valkyria Chronicles: giocato, finito, amato, mai più toccato. L'ho fatto anche col mio libro preferito, I Tre Moschettieri. Non ho mai iniziato Vent'anni Dopo per non interferire con il ricordo che ho del primo libro.

    Ho rigiocato di recente il primo Kingdom Hearts e, mentre ai tempi piansi come una fontana al finale, mi emozionai nello scontro con Riku-Ansem a Hollow Bastion e andai in frenzy mode in prossimità dell'uscita del 2, ordinandolo mesi prima e quasi litigando con un mio amico che, con zero interesse, l'aveva avuto prima di me comprandolo a caso in un negozio mentre successe tutto questo la prima volta, dicevo, adesso ho giocato il primo con un filo di indifferenza e droppato il 2 dopo qualche ora per l'imbarazzo delle situazioni shonen di bassa lega (poi riprendo per rinfrescare in vista del 3 ovviamente).

    Ricordi storici più vecchi non ne ho. Da piccolo non avevo nes, snes o altro, ho avuto direttamente ps1 ma giocavo pochissimo perché non avevo tempo di fare un tubo a parte andare a scuola, allenarmi, studiare e dormire

    Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk
    Codice 3DS: 1220-9228-2202 | PSN: ZimoneZimone | • Finiti nel 2017: Megadimension Neptunia V II

  12. #12
    Spaaaaace! L'avatar di TheNameless
    Registrato il
    11-02-2009
    Messaggi
    8.384

    Citazioni
    14

    Predefinito

    Diciamo che in passato i giochi si vivevano diversamente e con un altro spirito ma erano altri tempi e il media era solo per pochi eletti.

  13. #13
    "Ecate, figlia mia" L'avatar di Duca Gargaros
    Registrato il
    11-10-2010
    Residenza
    Un po' qui, un po' lalà
    Messaggi
    25.075

    Citazioni
    9

    Predefinito

    Per certe cose era meglio nel passato. Ma non solo per scelte degli sviluppatori. Per esempio, non c'era internet, e quando rimanevi "bloccato" in un gioco, ci rimanevi sul serio. E diventava una sorta di ossessione, una sfida con te stesso per venirne a capo. Quando ho capito il trucco del pianoforte in SH, per esempio, dopo settimane e settimane che mi ero fuso il cervello... io quella sera avrei stappato lo spumante, se ne avessi avuto una bottiglia. E difatti ricordo quel momento come uno dei più belli della mia vita (videoludica e non).

    Purtroppo oggi alla prima difficoltà c'è YT che ti aiuta. Se non il gioco stesso, visti quanti aiuti e suggerimenti mettono... Prendiamo l'ultimo TR. Mi viene detto che gli enigmi sono anche abbastanza tosti, ma a patto che non usi "l'occhio di falco" che ti dà una mano... Eh, ma sticazzi, questi aiuti non dovrebbero proprio concepirli, sennò che sfida è? Uno che resti bloccato magari cercherà di non farne uso, ma sarà una ben misera sfida sapendo che, quando ne avrà le palle piene, potrà pigiare quel tasto e vedere gli oggetti interattivi in evidenza. Prima no, prima si cominciava a giocare con la PAURA di rimanere bloccato, in un enigma, in un labirinto, in un livello qualunque... Era davvero emozionante.

    Per il resto, le cose del passato fanno caha solo da un punto di vista grarifo e tecnico. Ma per come concepivano i giochi come sfide, era molto meglio di oggi.

  14. #14
    Spettro L'avatar di Ergozigoto
    Registrato il
    04-01-2003
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    10.350

    Citazioni
    11

    Predefinito Me lo ricordavo meglio: ovvero i ricordi migliorano il passato?

    Citazione Messaggio inviato da Duca Gargaros Visualizza messaggio
    Prendiamo l'ultimo TR. Mi viene detto che gli enigmi sono anche abbastanza tosti, ma a patto che non usi "l'occhio di falco" che ti dà una mano... Eh, ma sticazzi, questi aiuti non dovrebbero proprio concepirli, sennò che sfida è?
    Se giochi a difficile l’occhio del falco non funziona. Lì è spesso anche il giocatore... che da una parte si lamenta che i giochi non sono come una volta... poi se li gioca a normal (che oggi sappiamo tutti equivalere a “nabbo” ) con tutti gli aiuti e si lamenta se la mappa non ti guida col gps

    Tipo proprio adesso sono rimasto bloccato un’ora in una Tomba in Tomb Raider... alla fine era una stronzata, ma mi ero intestardito che doveva essere in un certo modo e non andavo avanti... esattamente come succedeva nei vecchi giochi, dove quasi sempre la soluzione era una cagata, ma ci perdevi le ore perché non avevi aiuti da una parte... e non si capiva una mazza dall’altra per le texture impastate.

    O prendiamo God of War che al livello massimo di difficoltà non ti permette di tornare indietro... in quanti di quelli che “si stava meglio quando si stava peggio” lo hanno giocato così?

    Prima no, prima si cominciava a giocare con la PAURA di rimanere bloccato, in un enigma, in un labirinto, in un livello qualunque... Era davvero emozionante.
    In linea di massima comunque su questo punto concordo, ma i VG oggi hanno un bacino molto più ampio e devono accontentare più gente possibile, quindi è normale una tendenza a livellare verso il basso la difficoltà.

    Come detto prima però spesso è il giocatore stesso che gioca con tutte le facilitazioni ed evita accuratamente i giochi più impegnativi, che non mancano... oppure tirano dritto sulla main evitando le sfide vere etc.

    Per il resto, le cose del passato fanno caha solo da un punto di vista grarifo e tecnico. Ma per come concepivano i giochi come sfide, era molto meglio di oggi.
    Non sono d’accordo, i giochi veramente difficili erano quelli che altrimenti sarebbero durati uno sputo, non è concepibile giocarsi oggi un gioco da 100 ore con le meccaniche di Ghost Goblin... lo sfanculerebbero tutti

    I giochi impegnativi ci sono anche oggi, di solito sono meno “frustranti” perché si controllano bene, a differenza del passato.

    Parlando sempre di Lara visto che va di moda... ma ci ricordiamo come si controllava? aah Ha! cick ciac cick ciac...

    I ricordi addolciscono sempre tutto.
    I'll be with you soon, my Shalafi

  15. #15
    "Ecate, figlia mia" L'avatar di Duca Gargaros
    Registrato il
    11-10-2010
    Residenza
    Un po' qui, un po' lalà
    Messaggi
    25.075

    Citazioni
    9

    Predefinito

    Citazione Messaggio inviato da Ergozigoto Visualizza messaggio
    Se giochi a difficile l’occhio del falco non funziona. Lì è spesso anche il giocatore... che da una parte si lamenta che i giochi non sono come una volta... poi se li gioca a normal (che oggi sappiamo tutti equivalere a “nabbo” ) con tutti gli aiuti e si lamenta se la mappa non ti guida col gps

    Tipo proprio adesso sono rimasto bloccato un’ora in una Tomba in Tomb Raider... alla fine era una stronzata, ma mi ero intestardito che doveva essere in un certo modo e non andavo avanti... esattamente come succedeva nei vecchi giochi, dove quasi sempre la soluzione era una cagata, ma ci perdevi le ore perché non avevi aiuti da una parte... e non si capiva una mazza dall’altra per le texture impastate.
    Ottimo.

Informazioni discussione

Users Browsing this Thread

Al momento 1 utenti stanno leggendo questo topic. (0 utenti registrati e 1 ospiti)

Bookmark

Regole di scrittura

  • Non puoi aprire nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi pubblicare allegati
  • Non puoi modificare i tuoi post
  •