Pagina 1 di 28 1234567891011 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 415

Discussione: [GUIDA INSIDE] Come assemblare un PC partendo da zero

  1. #1
    "ASINTOMATICO" L'avatar di mErLoZZo
    Registrato il
    18-05-2000
    Residenza
    si, ne ho una.
    Messaggi
    42.797

    Citazioni
    0

    Predefinito [GUIDA INSIDE] Come assemblare un PC partendo da zero

    GUIDA ALLA CREAZIONE DI UN PC COMPLETO



    E' tanto che volevo buttar giù quattro righe.. questa voleva essere inizialmente una sorta di Videoguida, un "foto aiuto" per un'operazione troppo spesso sottovalutata, il corretto cablaggio del pc. Quindi l'idea iniziale era questa..ma parlando con kalel84 mi sono accorto che non avrebbe certo guastato un "preambolo" a base di assemblaggio dei pezzi e installazione di Windows e driver, così da poter aiutare in tutto - quantomeno nelle fasi principali - la persona che desideri costruirsi un pc da sola ma.... non abbia idea da dove iniziare Certo, bisogna sistemarli i millemila cavi che ci sono nel pc ma..come ci si arriva, ad avere tutto correttamente montato partendo dai pezzi? In definitiva la guida non è mai nata come "solo cablaggio"... è stata suddivisa in tre parti principali:




    1_L'ASSEMBLAGGIO DEL PC
    2_IL BIOS, INSTALLAZIONE WIN, DRIVER
    3_IL CABLAGGIO DEI CAVI




    la prima e l'ultima parte sono a cura mia, la parte 2 è stata redatta da kalel84, con alcune aggiunte/correzioni mie in fase di stesura definitiva. Ora che facciamo... iniziamo?


    1_L'ASSEMBLAGGIO DEL PC
    by mErLoZZo



    Trovatevi un bel piano di lavoro (tavolo?) sufficientemente illuminato, così da poter disporre con ordine i pezzi. Assicuratevi di avere tutti i componenti fondamentali:

    - case
    - alimentatore
    - scheda madre (da qui in poi mobo)
    - cpu con dissipatore e ventola
    - ram
    - disco fisso
    - scheda video (se non integrata)
    - unità ottiche

    Iniziamo con la scheda madre. Se avete una gommapiuma o qualcosa del genere, è perfetto; se no usate la scatola della scheda madre, o in alternativa dei giornali...comunque prendete la mobo, appoggiatela sulla scatola e preparatevi, ora dovrete installare la cpu e poi il dissipatore. Per la CPU è semplice... può entrare in un verso solo. NON PROVATE A FORZARE L'ENTRATA DELLA CPU NEL SOCKET! POTRESTE DANNEGGIARLA IRREPARABILMENTE! Consultate il manuale della mobo per capire quale sia il verso di riferimento, solitamente si trovano due tacche sui bordi di cpu e socket (per Intel 775) oppure un triangolino stampato su uno degli angoli, sugli AMD - da trattare con più cura poichè piedinati - è comunque sufficiente guardare sotto la cpu l'orientamento dei "buchi" nei piedini...

    AMD, socket AM2




    Intel, socket 775




    appoggiate la cpu sopra il socket e fatela scivolare dentro, controllate che sia entrata bene e poi chiudete il socket (se avete problemi consultate il manuale della mobo). Installare il dissipatore non è difficile, ma bisogna fare un po' d'attenzione.


    Dissipatori Intel 775

    Dopo aver controllato che i 4 piedini siano girati in direzione antioraria (ovvero CONTRARIA alla freccia) è sufficiente appoggiare il dissipatore sulla cpu, facendo corrispondere i fori sulla scheda madre ai piedini...qui conviene controllare la lunghezza del cavo della ventola e la posizione della spina CPU_FAN, così da poter girare il dissi nella direzione più comoda per non avere filo in giro senza motivo. Eravamo rimasti al dissi appoggiato sui fori... premeteli a coppie "a croce" (sceglietene due che siano di fronte, e poi gli altri due) fino a che sentite i piedini a fondo corsa sentendo magari un click... guardate la scheda madre dal dietro per controllare che i piedini siano fuoriusciti del tutto. Fatto!



    Dissipatori AMD 939/AM2


    Anche AMD è finalmente passata a un sistema d'aggancio meno pericoloso dei precedenti (in cui si faceva leva col cacciavite, a rischio di sfrisare la mobo) per cui dopo aver chiuso la levetta di blocco del socket basterà appoggiare il dissi sopra la cpu, mettere in sede la clip prima dalla parte OPPOSTA alla leva di plastica e poi dall'altra... girando la clip di circa 180° la sentirete indurirsi, e a fondo corsa il dissipatore sarà fissato. Facile



    CONTROLLATE SEMPRE BENE CHE I DISSIPATORI SIANO SALDI, UN MONTAGGIO NORMALE PERMETTE DI SOLLEVARE L'INTERO BLOCCO MOBO/DISSI/RAM/VGA, DIRETTAMENTE FACENDO PRESA SOLO SUL DISSI! (se la vga non pesa 2kg, ovviamente )


    Una nota riguardo la pasta termica... nel caso il dissipatore sia nuovo e mai montato sarà presente il pad termico preapplicato...va più che bene per utenti normali...se non ci fosse, o se vi capita di smontare il dissipatore, ricordate che LA PASTA VECCHIA VA SEMPRE TOLTA e bisogna rimetterne di nuova. Ci sono varie scuole di pensiero, usare una scheda telefonica per stenderla, lasciare che sia il dissipatore stesso a spanderla... io vi consiglio il classico e semplicissimo DITO mettete un pochino di pasta al centro dell'IHS (la placchetta metallica che copra la cpu) e spandetela con movimenti circolari verso il bordo...deve essercene uno strato piuttosto fine (meno di mezzo millimetro, diciamo) perchè la pasta deve livellare bolle di grandezza *microscopica*... un buon trucchetto è considerarla come fosse del colore in tempera...mettetene un po' al centro e colorate tutta quella dannata placchetta senza sporcare intorno ovviamente! se avete la classica pasta siliconica bianca (liquidina) questo sistema è perfetto; ultimamente in dotazione ai dissipatori danno delle paste grigie molto poco appiccicose, impossibili da stendere a dito a meno di esser masochisti, un lavoraccio anche con la scheda... un bel bozzo di pasta al centro e fate fare il lavoro sporco al dissipatore, in quel caso )
    Ultima modifica di mErLoZZo : 30-10-2010 alle ore 01.04.47

  2. #2
    "ASINTOMATICO" L'avatar di mErLoZZo
    Registrato il
    18-05-2000
    Residenza
    si, ne ho una.
    Messaggi
    42.797

    Citazioni
    0

    Predefinito 1_L'ASSEMBLAGGIO DEL PC (parte2)

    Ora che abbiamo finalmente installato la cpu, mettete le ram, dando un occhio al verso d'inserimento. se avete l'alimentatore esterno al case (o avete voglia di smontarlo un attimo) è utile fare una prova d'accensione; dovete ovviamente mettere la vga se non è integrata, e attaccare il filo dell'altoparlante. nei pressi dell'attacco dello speaker ci saranno i due pin del'accensione... generalmente serigrafati PWR o PWRSW, trovateli (guardate il manuale se serve) e cortocircuitateli... cacciavite moneta penna forchetta con quel che volete. le ventole partono, e lo speaker fa il beep? bella li, possiamo procedere al montaggio (se non attaccate lo speaker, però attaccate il monitor e vedete il boot, va bene lo stesso).



    Togliete entrambe le paratie laterali del case, non vi serviranno per un bel po' sdraiate il case con la parte "vuota" verso di voi. se l'alimentatore è già presente prendete tutto il fascio di cavi e spostatelo fuori, in modo che non vi ingombri; se l'alimentatore è a parte, in quasi tutti i case possiamo iniziare dalla scheda madre
    Prima di tutto dovete togliere la mascherina posteriore che è in dotazione al case: se non è fissata con una vite, la si toglie agilmente tirando un colpo secco impugnando un cacciavite al contrario - è godurioso! - ma occhio che non ci sia una vite! Montate subito i distanziali d'ottone ben avvitati, controllate sulla scheda madre la corrispondenza dei fori e assicuratevi di metterli tutti, generalmente sono 6, 8 o 9. OCCHIO è spesso presente un foro "aggiuntivo" su cui non va messo distanziale, lo ri riconosce facilmente perchè è diverso dagli altri, non ha metallo al centro ed è più grosso appoggiate la scheda, e infilatela nella mascherina posteriore, alzando eventuali "alette"..se presenti non spezzatele, basta alzarle col dito un attimo...quando la scheda è ben inserita (controllate da dietro che tutte le prese siano libere e allineate) iniziate a mettere le due o tre viti centrali... stringetele molto poco basta stiano in sede, mettetele tutte man mano. ora stringetele a croce, cioè, una alla volta con poca forza, mai una vite vicino all'altra. non stringete troppo, in generale quando sono ben ferme le viti basta così.

    volendo potete cercare di collegare prima i pin del case, le prese usb e l'audio frontali, prima di appoggiare la scheda madre sui distanziali...è molto più comodo, se la lunghezza dei cavetti lo permette



    NOTE UTILI SUI PIN ATX, E DELL'USB E AUDIO FRONTALI


    I pin atx (quelli del case) sono generalmente cinque: speaker, power switch, reset switch, power led, hdd led. Da due o tre anni almeno le mobo hanno serigrafie piuttosto chiare, per cui spesso non serve neanche il manuale... ecco cosa troverete:


    - Speaker (4 pin) l'unico largo...al 99,99% è ROSSO E NERO. facile
    - Power Switch (PWR - PWRSW, 2pin) spesso è BLU + colore comune
    - Reset Switch (RST - RSTSW, 2pin) spesso è ARANCIONE + colore comune


    fino a qui ok... questi potete inserirli nel verso che volete, i led invece avendo una polarità richiedono un minimo d'attenzione. Il - (MENO, la massa) è il filo del COLORE COMUNE - cioè quello comune a tutti meno lo speaker. l'altro è il + ovviamente, solitamente ROSSO per il led dell'hdd (H.D.D., HDLED) e verde per quello d'accensione (PWR, PWRLED). il power led è inoltre solitamente largo *tre* pin come attacco sulla scheda madre, con solo i due agli estremi che ci interessano; per questo quasi sempre il case offre le "spinette" separate oppure larghe appunto tre pin. in ogni caso, basta controllare se i led funzionano e nel caso invertire il verso d'inserimento.



    Le prese usb non sono nulla de che... sulla scheda madre è presente sempre un attacco A 9 pin, 4 +5; generalmente i 4 pin della prima presa vanno messi sopra, e gli altri 4 sotto nello stesso verso, lasciando libero quello "spaiato" a destra, generalmente i fili vanno (da sinistra a destra)






    Meglio comunque controllare il manuale specie se la scheda non è nuovissima, capita che i pin della fila superiore vadano invertiti, oppure che si debba lasciare 1 pin di spazio.. controllate che è meglio ovviamente se il case offre una spina tutta intera (che inoltre ha un solo verso d'inserimento) il problema non si pone.



    Anche l'audio frontale può essere di due tipi... con i pin singoli, oppure con una presa unica. Nel secondo caso ancora una volta l'inserimento della presa è intuitivo (e si può effettuare in un verso solo ) altrimenti... guardare il manuale è d'obbligo. Nelle config più diffuse cmq - e solo per dare un'indicazione di massima - i pin sono disposti spesso così:



    1 3 5 X 9


    2 4 6 8 10




    1 - nero
    2 - giallo
    3 - n/a
    4 - rosso
    5 e 6 - quasi sempre il canale R (destro), generalmente sono due fili "appaiati", spesso bianchi; sul pin 5 bisogna inserire il filo singolo, sul numero 6 il filo doppio.
    7 - (la X) pin mancante
    8 - n/a
    9 e 10 - stesso discorso dei pin 5/6, ma con il canale L (sinistro)


    nota sui pin frontali:
    una parte delle mobo rende obbligatoria, in caso di mancanza di collegamento al pannello audio frontale, la chiusura dei pin 5 + 6 e dei pin 7 + 9 con due jumper, pena l'assoluto non funzionamento dell'audio. Attenzione!

    Ultima modifica di mErLoZZo : 30-10-2007 alle ore 02.29.30

  3. #3
    "ASINTOMATICO" L'avatar di mErLoZZo
    Registrato il
    18-05-2000
    Residenza
    si, ne ho una.
    Messaggi
    42.797

    Citazioni
    0

    Predefinito 1_L'ASSEMBLAGGIO DEL PC (parte3)

    Ora abbiamo la nostra scheda madre saldamente fissata alla paratia interna... l'alimentatore è montato (e se non lo è... 4 viti e montatelo)... è arrivata l'ora di togliere il frontalino non è nulla di complicato, generalmente i frontalini sono fissati a clip - raramente con viti, fate attenzione - e basta fare leva dal basso per riuscire a toglierli...attenzione nel caso i fili di atx/usb/audio fossero solidali al frontalino stesso. Dopo averlo rimosso dovrebbe venirvi abbastanza semplice l'inserimento dell'unità ottica, dell'eventuale floppy disc, e già che ci siete montate anche il disco fisso. Se sono presenti le lamelle d'alluminio che bloccano l'accesso ai vani interni da davanti, fate semplicemente leva a mano o con un cacciavite per un po' di volte finchè salteranno via.


    La maniera più veloce credo sia quella di inserire le unità senza fissarle, reinserire il frontalino (occhio a farlo scattare bene!) per poi allineare le unità al millimetro e fissarle... usate almeno tre viti se non sono presenti slitte o meccanismi di fissaggio tool less, l'importante è fissare da entrambe le parti. usate viti autofilettanti per gli HDD (sono quelle con la punta un po' svasata, e il passo della spirale abbastanza largo) mentre per dvd e floppy dovrete usare viti non autofilettanti (quelle col passo molto più stretto)


    Uff.... siamo a buon punto
    Cosa manca? generalmente la scheda video liberate la/le feritoie sul retro del case in corrispondenza dello slot della vga (usate un cacciavite per fare leva se non si toglie, non deformate la lamiera facendo troppa forza nella maniera sbagliata) e semplicemente inserite la scheda video a fondo nel suo alloggiamento fino a non vedere praticamente più i contatti dorati. fissate la scheda con una vite (due per le schede più "padelle") et voilà, fatto.


    Avete staffe usb, firewire, cose del genere? E' il momento di metterle... basta liberare uno spazio sul retro del pc, fissarle con una vite e collegarle, generalmente hanno una spina tutta intera e difficilmente si sbaglia nel collegarle alla mobo.


    L'assemblaggio in se è quasi completato...una volta che tutti i componenti sono stati montati nel case è buona norma fare una prova d'accensione: inseriamo il connettore ATX della scheda madre - a 24 pin a parte che in prodotti un po' vecchiotti in cui è solo a 20 - inseriamo il connettore ausiliario a 12v (giallo e nero, 4 pin) e l'eventuale alimentazione della scheda grafica... e proviamo il primo boot del pc montato

    Si accende? Fa beep? A monitor compare il boot?


    PERFETTO! :-D



    Possiamo ora iniziare a mettere i cavi... il cablaggio è importante, ma generalmente consiglio di farlo come ultima cosa. Non c'è nulla di peggio di dover aprire XX fascette, dopo tutto il tempo sudato per metterle, solo perchè bisogna spostare dischi, cambiare cose, attaccare ventole o altro... cablaggio ====>> per ultimo, imho, stop



    Quindi direi di connettere il cavo IDE dalla scheda madre all'unità DVD (sono ancora rari quelli SATA), collegare il cavo ide del floppy e quello SATA che normalmente si usa al giorno d'oggi per i dischi fissi... connettiamo anche l'alimentazione, a queste tre unità, e tiriamo in piedi il case; inizia finalmente la parte software, per cui armatevi di tastiera, cd di windows XP (o Vista, magari HomeBasic se siete masochisti ) e...passo la palla a Kalel84!

  4. #4
    "ASINTOMATICO" L'avatar di mErLoZZo
    Registrato il
    18-05-2000
    Residenza
    si, ne ho una.
    Messaggi
    42.797

    Citazioni
    0

    Predefinito 2_IL BIOS, INSTALLAZIONE WIN, DRIVER (parte1)

    2_IL BIOS, INSTALLAZIONE WIN, DRIVER
    by kalel84, con qualche integrazione by mErLoZZ


    Operazioni preliminari:

    Accertatevi di avere i dischi della schede madre e video/audio (se avete queste periferiche da montare), li dovreste trovare nella scatola dei componenti.Se non ci sono e i pezzi sono nuovi contattate il rivenditore facendoveli mandare;questi non sono indispensabili se avete modo di scaricare i drivers dalla rete ma meglio averli sotto mano per ogni evenienza.
    Poi ovviamente vi serve il disco di Windows e un buon antivirus.



    Settaggio sistema con Windows XP:


    Una volta assemblato tutto sembra ora di provarlo.. tutti i cavi al loro posto? Schermo / tastiera / mouse collegati?
    Ok schiacciamo il fatidico power e vediamo. Accendendo il pc la prima volta sarà necessario entrare nel BIOS. Generalmente i tasti usati sono CANC (su tastiere inglesi DEL) o F2, potete cmq consultare il manuale della scheda madre. Al primo accesso al bios sarà il caso di controllare che vengano viste le periferiche quali dischi fissi e lettori dvd (già da qui potete accorgervi se avete dimenticato un cavo d’alimentazione, se avete collegato male qualcosa); sarebbe il caso di controllare anche qualche impostazione, del tipo:


    - configurare data e ora
    - l’impostazione PLUG AND PLAY OS andrebbe messa su YES
    - la scheda audio integrata si può disabilitare se ne avete una esterna
    - più importante è definire l’ordine di boot e qui dobbiamo fare un appunto, perchè mentre questo si rivelerà di grande importanza su schede madri vecchiotte (mettere floppy e cdrom ai primi due posti, e solo dopo l’HDD, è l’unica maniera per poter bootare appu8nto da questi supporti), al contrario su quelle recenti è un’operazione quasi inutile, poiché spessissimo all’accensione durante il POST è possibile accedere a una “lista di boot” con la pressione di un tasto, generalmente F8 sulle motherboard Asus e F12 sulle Gigabyte per esempio; questo ci rende molto facile la partenza da cdrom (per installare) o da floppy (per programmi diagnostici, ad esempio) permettendoci di impostare il disco fisso come periferica primaria (questo comporterà una “non attesa” del cdrom e del floppy e quindi un boot lievemente più veloce) .
    Inserite il cd di Windows nel DVD, salvate le impostazioni del bios ed uscite


    Se il disco fisso è vuoto partirà automaticamente l’installazione di win, altrimenti Ci verrà chiesto se si vuole avviare da cdrom, premiamo un tasto qualsiasi per rispondere di si.
    Il sistema ci metterà un po’ per caricare tutti i parametri di cui ha bisogno, al che seguiamo tutte le istruzioni che ci da (è molto semplice, bisogna solo aspettare e poi premere i tasti INVIO e poi F8) finché arriviamo alla richiesta di formattare/creare partizioni subito prima a di installare il sistema.


    E qui facciamo un altro appunto: è meglio avere un disco partizionato (partizionare un disco fa sì che il sistema creda ce ne siano due, quand’in realtà il disco fisico è comunque uno solo) suddividendolo (facciamo l'ex su 2 parti) in una parte dove vi è il sistema operativo e i programmi (se XP consiglio 20/25gb, di più SOLO se si tengono grosse cartelle sul desktop) e una parte dove metteremo i nostri files (musica,giochi, film,ecc.). Così il sistema funzionerà molto meglio, avere due partizioni porta a evidenti vantaggi quali la possibilità di formattare la partizione sistema senza andare a toccare quella dei dati, su cui terremo musica film ecc, anche i giochi questo per due motivi: occupano tanti GB e non ci starebbero su C:, e inoltre quasi sempre non è necessario reinstallarli. Attenzione, avere due partizioni non salvaguarda i dati in caso di rottura fisica del disco!


    Quindi alla richiesta di creazione delle partizioni premiamo il tasto C e definiamo la grandezza in MB dell’unità di sistema…. Se non avete particolari esigenze mettete semplicemente 20/25000 come detto. Dopo C: create pure anche la partizione secondaria spostandovi sullo “spazio non partizionato”, usate tutto lo spazio residuo; appena sarete entrati poi in Windows ricordate di formattare D: (fatelo una formattazione veloce) per poi spostare subito i Documenti (proprietà -> sposta destinazione) su D:\documenti che avrete creato…


    Tornando all’installazione avete suddiviso il disco nelle partizioni che desiderate, ora selezionate la prima, C: per procedere all’installazione.


    Ci viene chiesto di scegliere il tipo di formattazione, avremo in menù così:

    - formattazione rapida FAT32
    - formattazione rapida NTFS
    - formattazione completa FAT32
    - formattazione completa NTFS


    FAT32 e NTFS sono i due tipi di files system per il disco fisso, diciamo semplicemente che il FAT32 è il più vetusto e ad oggi è sconsigliato da mettere poiché non ci permetterebbe di avere files di dimensione superiore a 4gb sul nostro pc. NTFS invece ne permette di dimensioni fino a 160gb (per files singoli eh), oltre a svariati altri vantaggi di cui non parleremo in questa sede, quindi non c’è neanche da pensare alla scelta da operare.
    Altro punto: gli odierni dischi fissi sono preformattati, rendendo di fatto inutile la formattazione completa al primo install, quindi vale la pena eseguire la formattazione veloce, e piuttosto fare in seguito una tantum un bel test disco con tool tipo “powermax” o con l’utility del produttore,giusto per avere una sicurezza in più.
    Ultima modifica di mErLoZZo : 30-10-2007 alle ore 13.42.56

  5. #5
    "ASINTOMATICO" L'avatar di mErLoZZo
    Registrato il
    18-05-2000
    Residenza
    si, ne ho una.
    Messaggi
    42.797

    Citazioni
    0

    Predefinito 2_IL BIOS, INSTALLAZIONE WIN, DRIVER (parte2)

    Ricapitolando abbiamo scelto: formattazione rapida NTFS


    Ora armatevi di pazienza,vi aspetta una procedura
    lenta e noiosa dove farà quasi tutto il vostro amico appena montato;durante l'installazione vi verrà chiesto solo di confermare poche cose (nome, società, numero di licenza, data e ora, località, gestione della rete…) e il sistema si riavvierà un paio volte, tutto normale.
    Finito il tutto è arrivato il momento di mettere i drivers ! Che spasso! (mica tanto )
    Staccate il cavo di rete se avete una connessione LAN alla rete (tipo fastweb o tramite un router).
    Al primo avvio il SO ci sembrerà orrendo,Ecco l’ordine delle installazioni che ci toccano:


    INF driver o driver del Chipset
    Video**
    Audio
    Rete
    Eventuali driver di schede esterne


    Mi raccomando riavviate ogni volta che conclusa l’installazione un driver lo richiede (soprattutto per quelli della mobo, video e audio), a scanso di problemi… e sarebbe meglio assicurarsi di avere WindowsXP aggiornato al Service Pack 2 PRIMA dei driver! Se non era integrato nel cd di installazione, è obbligatorio metterlo prima dell’installazione dei driver… se dovete scaricarlo, installate solo i driver della lan.


    ** Se si ha una scheda ATI e si usando driver del cdrom ok, altrimenti se scaricati, installare il CCC (Catalyst Control Center, il pannello di controllo) solo DOPO aver fatto tutti i Windows Update o avere comunque installato tutti i .NET Framework (o almeno il 2.0) pena un errore a ogni avvio…


    Ci sono tutti i driver installati? Il nostro pc sta meglio! Andiamo sul desktop, clic destro, proprietà, impostazioni e mettiamo una risoluzione decente e un bello sfondo .


    E' venuto il momento di mettere l'antivirus. Tutto fatto? Ok, cavolo siete stati bravi!
    Diamo uno sguardo a start - pannello di controllo - sistema - hardware -
    gestione periferiche (o se preferite, click destro su Risorse del Computer, gestione, gestione periferiche). Se vedete dei punti esclamativi gialli accanto a qualche voce vuol dire che essa non ha i drivers installati o che comunque non funziona bene, bisogna capire cos’è il componente in questione.


    Aprite le Proprietà della periferica sconosciuta, e andate alla scheda DETTAGLI; bisogna guardare il campo ID HARDWARE, che è una riga tipo:

    PCI\VEN_10DE&DEV_0343&SUBSYS_00000000

    Quello che ci interessa sono le 4 cifre dopo VEN_ e quelle dopo DEV_

    PCI\VEN_10DE&DEV_0343&SUBSYS_00000000

    Andando su PCI Vendor and Device Lists e inserendo i valori nei campi corretti potremo scoprire produttore e tipo della periferica, potendoci fare una precisa idea di cosa manchi da installare.


    Piccola note…su alcune mobo Asus rimane una periferica sconosciuta, se si chiama tipo “ACPI ATK001” o qualcosa di molto simile bisogna installare i driver che si trovano sempre sul sito Asus, e molto poco spesso nel cdrom in dotazione.


    Potete connettervi in rete e scaricare ora "Windows Update" per aggiornare tutto il vostro SO.
    Il pc è pronto,probabilmente i drivers non sono gli ultimi usciti ma li aggiornerete in seguito (sempre disinstallando i vecchi prima di mettere i nuovi!).
    Buon divertimento.


    P.S by mErLoZZo

    Un test delle ram di una notte intera, un test al disco rigido e un lieve test per la scheda grafica sono consigliabili come ultima cosa da fare a un pc appena assemblato, tra i migliori segnaliamo:

    “Memtest86”, per le ram, gratuito;
    “Maxtor Powermax 4.23”, per HD di qualunque marca, gratuito, da cercarsi con google
    infine “3D Mark 06” per la scheda grafica, indispensabile per fornirvi un riscontro numerico – un PUNTEGGIO! – capace di dirvi se vada tutto bene col sistema nuovo.
    Ultima modifica di mErLoZZo : 30-10-2007 alle ore 00.46.07

  6. #6
    "ASINTOMATICO" L'avatar di mErLoZZo
    Registrato il
    18-05-2000
    Residenza
    si, ne ho una.
    Messaggi
    42.797

    Citazioni
    0

    Predefinito 3_IL CABLAGGIO DEI CAVI (parte1)

    3_IL CABLAGGIO DEI CAVI
    by mErLoZZo




    Il cablaggio, per quanto mi riguarda, inizia prima di installare la scheda madre nel case
    Ce li avete presenti questi?







    ecco, intrecciateli! I fili del case possono essere tanti, specie se non hanno una guaina NON si possono assolutamente lasciare liberi di vagare…. 5fili atx, spesso due usb, l’audio frontale, magari la firewire… una bella treccia non troppo tirata ci permetterà in seguito di fissare tutto con una fascetta senza troppa fatica.









    vedete come rimangono ordinati? Arrivando dal frontalino questi fili hanno spesso una lunghezza eccessiva, la cosa migliore è creare delle anse per tenerli sistemati, senza eccessi







    potete farlo anche in zone nascoste se riuscite:







    altrimenti se possibile cercate di farli passare da dietro o da sotto, a seconda di come è conformato il vostro case, ecco un esempio:









    vedrete dopo un po’ di esempi con le foto dei case completi, tranquilli, se ora state semplicemente leggendo la guida senza aver ancora montato nulla...beh tornate all'inizio e fatelo, installate tutto seguendo le istruzioni, perchè da qui in poi ci servirà un bel pc completo, e ci sarà da divertirsi
    Ultima modifica di mErLoZZo : 30-10-2007 alle ore 00.45.32

  7. #7
    "ASINTOMATICO" L'avatar di mErLoZZo
    Registrato il
    18-05-2000
    Residenza
    si, ne ho una.
    Messaggi
    42.797

    Citazioni
    0

    Predefinito 3_IL CABLAGGIO DEI CAVI (parte2)

    INIZIAMO A FARE SUL SERIO?


    quando ogni cosa è montata, bisogna ragionare un pochino per vedere quante periferiche ci sono (e quindi quante spine servono), e vedere da dove prenderle… non fatelo a caso, attaccare 3 hdd allo stesso filo dell’alimentatore (d’ora in poi lo chiameremo ramo) non è mai una buona idea, così come attaccare una vga alimentata insieme a un disco o cose del genere… nel computer medio meglio usare un ramo dell’ali per il dvd, uno per l’hdd e il floppy, e uno (se c’è ovvio usate quello specifico, senza adattatori) per la scheda video..se avete una ventola potete attaccarla in fondo ad un ramo, se ne avete svariate… dedicate un ramo tutto loro, se potete


    cosa dobbiamo cablare principalmente? I cavi ide/floppy/sata e l’alimentazione, genericamente. Sono solito partire dal cavo del cdrom, è spesso la cosa più rognosa da lasciare ordinata…ultimamente molte mobo prevedono un’unica preda IDE sul fondo sella scheda, permettendo molta poca personalizzazione nella stesura del cavo. Quando invece le cose vanno un po’ meglio, i trucchetti per i cavi ide e floppy sono principalmente due: la “fisarmonica” e la piega per il lungo









    attenzione nel piegare i cavi, fatelo con dolcezza, e lasciateli un po’ morbidi piuttosto che creare spigoli vivi.. se si esagera con la pressione non è diffcile spaccarli. Prendete magari un cavo vecchio (se l’avete, a 40 pin, sono più morbidi) e fate un po’ di pratica… una situazione ottimale di cablaggio per il cavo ide è questa:







    In ogni caso guardate nelle foto dei cablaggi completi, metà delle volte c’è molto poco da fare, ma va bene così.



    Una volta che il cavo ide è in posizione, possiamo pensare all’alimentazione. Dopo aver ragionato un po’ come vi accennavo prima a quali prese prendere, e da dove, in funzione delle vostre componenti, potete iniziare ad alimentare tutto. Usate se possibile le prese in fondo ai rami d’alimentazione, così da poter ripiegare tutti i cavi in eccesso in un bel salsicciotto. SALSICCIOTTO? Cheeeeee, vi starete chiedendo… ora vi faccio vedere, non spaventatevi; il vostro alimentatore, alla fine del cablaggio, dovrà sembrare più o meno così:









    questo è un Noisetaker 485w non modulare, cavi belli tosti, e per fortuna inguainati. Come potete vedere dopo il “trattamento” spuntano dalla salsiccia solamente i cavi della mobo, per la vga, per due dischi e il dvd. Ah, e il filo della tachimetria
    Ultima modifica di mErLoZZo : 30-10-2007 alle ore 11.53.25

  8. #8
    "ASINTOMATICO" L'avatar di mErLoZZo
    Registrato il
    18-05-2000
    Residenza
    si, ne ho una.
    Messaggi
    42.797

    Citazioni
    0

    Predefinito 3_IL CABLAGGIO DEI CAVI (parte3)

    Il primo cavo che è meglio collegare è il 24pin della scheda madre, quello grosso; specie con ali un po’ economici con i fili che sono un macello, non abbiate paura e torcete un po’ il fascio di cavi che compone l’ATX24:







    subito dopo individuate il cavo AUX12v (4pin giallo e nero) e se siete tra l’80% di quelli che ce l’hanno sistemato come in queste fotografie, ovvero in alto a sinistra guardando la scheda madre montata in verticale, potete sistemarlo così, è la maniera più sicuro di tenerlo in sede senza farlo finire nelle ventole che ha vicino:









    fate un’ansa con il cavo in eccesso, senza tirarlo troppo, e poi fascettatelo. Oooh… la prima fascetta… mi sembrava scontato, ma ve l’avevo detto che servono le fascette vero? Lo sapete cosa sono ? azz non ho una foto cmq escludete elastici, scotch, fil di ferro del pane e amenità varie…per un buon cablaggio, le fascette sono FONDANTI. Ok?

    dicevamo, fascettate quel 12v ausiliario!







    quella sarà la base della salsiccia… dopo aver attaccato i molex (quelli in fondo al ramo…) a dvd, hdd, floppy e vga, prendere tutti i cavi in eccesso in mano piegandoli secondo lunghezza, cercando di formare sta dannata salsizza… vi verrà una schifezza tipo questa:








    beh siete sulla strada giusta! Riprovate, riprovate…lasciate giù sti cavi e provate, partendo dal cavo della mobo grosso, e affiancandogli prima i rami non utilizzati cercando di tenere le spine non usate sotto il fascio di cavi… poi ripiegateci sopra tutto il resto… sarete a buon punto quando avrete un risultato del genere:








    e via di fascette! Mettetene almeno un paio sulla salsiccia, aiutatevi a stringerle con i denti (letteralmente…).. .non stringetele del tutto, ma compattate per bene quel cavolo di fascione di cavi….avete lasciato fuori tutti i molex necessari per le ventole del case? No? Questo è il momento di liberarne uno….dopo aver controllato che sia tutto ok stringete per bene le fascette, usatene anche 4/5 se necessario… ricordate di lasciare sempre un minimo di gioco ai cavi utilizzati.



    Tocca ora al cavo sata… vi propongo solo la soluzione migliore….ce l’avete un mattarello? io ho il mio pennarellone insostituibile…a cosa serve? A fare questo!








    fate prendere bene la forma al cavetto, e montate la spina sulla mobo; fate due o tre prove per capire quanti giri fargli fare, così che rimanga compatto e arrivi bene al disco fisso; dopodiché fascettatelo







    non stringete del tutto, provate a ricollegarlo…aggiustatelo di fino…e bloccate la fascetta. Ripetete N volte dove N è il numero dei dischi fissi, ricordate che potete anche fascettare due cavi paralleli tra loro. Per prese usb posteriori e amenità varie vale sempre la regola di tenere i cavi ordinati e il più possibile insieme tra loro... potrete vedere bene nella prossima sezione, quella che vi presenta...
    Ultima modifica di mErLoZZo : 30-10-2007 alle ore 11.53.59

  9. #9
    "ASINTOMATICO" L'avatar di mErLoZZo
    Registrato il
    18-05-2000
    Residenza
    si, ne ho una.
    Messaggi
    42.797

    Citazioni
    0

    Predefinito 3_IL CABLAGGIO DEI CAVI (parte4)

    QUALCHE ESEMPIO DI CABLAGGIO COMPLETO


    Mi dispiace per la bassa qualità delle foto (chi mi regala una fotocamera? ) ma dovrebbe essere sufficiente…a voi sgamare tutti i dettagli!


    #1




    qui nulla da segnalare



    #2




    anche qui abbastanza normale, nulla di particolare



    #3




    Un po' impestato questo, con 4 HDD misti, dvd, floppy, ma neanche troppo in fondo



    #4






    questo è un Centurion, P5b, 8800gts, HDD/floppy/dvd e anche il firewire frontale. Mi piace la salsiccia com’è venuta, un po’ meno la parte bassa del case…ma il cablaggio dev’essere in primis funzionale, sul MIO pc metto anche 40 fascette per avere la forma che dico io… ma basta che non intralcino i flussi d’aria, i cavi non devono essere per forza belli.
    Ultima modifica di mErLoZZo : 31-10-2007 alle ore 00.14.04

  10. #10
    "ASINTOMATICO" L'avatar di mErLoZZo
    Registrato il
    18-05-2000
    Residenza
    si, ne ho una.
    Messaggi
    42.797

    Citazioni
    0

    Predefinito 3_IL CABLAGGIO DEI CAVI (parte5)

    #5









    Semplice. Genuino. Un’assemblaggio Mulino Bianco



    #6










    Ottimo il cavo floppy, molto meno quello del DVd...ma come vi avevo accennato...



    #7










    8800gts, due HD, due DVD, e ammennicoli vari..un molex libero per la ventola della paratia..
    Ultima modifica di mErLoZZo : 31-10-2007 alle ore 00.12.16

  11. #11
    "ASINTOMATICO" L'avatar di mErLoZZo
    Registrato il
    18-05-2000
    Residenza
    si, ne ho una.
    Messaggi
    42.797

    Citazioni
    0

    Predefinito 3_IL CABLAGGIO DEI CAVI (parte6)

    #8






    qui iniziamo a divertirci! Noisetaker “mille-cavi”, tre dischi, floppy, dvd… il cablaggio purtroppo è stato eseguito “al pelo” in questo caso (mi stavano aspettando mentre lo finivo! si poteva migliorare fissando tra loro i due Sata rossi, ad esempio… e piegando un po meglio il cavo floppy…ma in generale non è male, direi.







    eccone qui sopra altri due dettagli.


    #9











    questo è un Sig.Stacker… guardate la 8800GTS come sembra piccolina li dentro! sembra quasi una x300se passiva eheheh! Tanti fili, dal case, dal ventolame vario…e una salsiccia ancora più POWWAH del solito!



    #10











    anche questo divertente… telaio centurion s534, gigabyte p35-dq6 (ma che begli heatpipes ENORMI!), q6600, 1950pro, HDD e dvd… una rottura le prese esata posteriori, dotate di cavetti corti e ben rigidi…uff, ce la si fa sempre con un po’ d prove
    Ultima modifica di mErLoZZo : 31-10-2007 alle ore 00.12.22

  12. #12
    "ASINTOMATICO" L'avatar di mErLoZZo
    Registrato il
    18-05-2000
    Residenza
    si, ne ho una.
    Messaggi
    42.797

    Citazioni
    0

    Predefinito 3_IL CABLAGGIO DEI CAVI (parte7)

    #11








    amo questo case Chieftec... ottimo rapporto qualità prezzo, e tutto lo spazio del mondo, dentro!!



    #12






    ecco qualcosa di un po' diverso...un compattissimo HP cui si era rotto l'alimentatore di misura micro, impossibile trovare un ricambio... quindi trapano per fissare un alimentatore comune, e sostituzione delle vecchie unità DVD con altre nuove, molto più corte che permettevano di chiuderlo anche, sto microcase....



    #13








    dopo quello di prima, questo non possaimo certo chiamarlo case piccolo direi

  13. #13
    "ASINTOMATICO" L'avatar di mErLoZZo
    Registrato il
    18-05-2000
    Residenza
    si, ne ho una.
    Messaggi
    42.797

    Citazioni
    0

    Predefinito 3_IL CABLAGGIO DEI CAVI (parte8)

    #14












    Niente di speciale, a parte l'alimentatore con le guaine blu... de gustibus. Mi piace molto come si son sistemati i cavettini del case (a cascata) e il cavo floppy in basso, meglio di così potrei fare solo...per il mio pc



    #15







    e chiudiamo in bellezza con un pc normalissimo...




    se l'iniziativa del fotoaiutocablaggio () vi è piaciuata, ditemelo, provvederò a postare altre foto di pc completi...
    per il resto, per critiche, consigli, correzioni, ringraziamenti, minacce, birre da offrire, domande, per darci il numero di vostra cugina o altro... postate




    con la speranza di essere stati utili, un saluto da mErLoZZo e kalel84

    (kalel84 è utente in un altro forum non è mai venuto qui, provvederò a farlo iscrivere a breve...



    la palla a voi ora!

  14. #14
    Quantum Paradigm L'avatar di Hunterfoxer
    Registrato il
    07-10-2006
    Messaggi
    39.919

    Citazioni
    0

    Predefinito

    Bellissimo Thread........complimenti......

    Una bella guida per chi vuole compiere i primi passi nel mondo dell' assemblaggio e, con la passione, l' esperienza, può diventare una vera e propria arte............

    Per questo bellissimo Thread non bastano le semplici birre, bisogna metter mano alla cantina virtuale più prestigiosa e propongo birre di lusso, ho pensato a Lutece...........

    per il numero telefonico di mia cugina (gran Gnokka)........te lo mando in PVT... ...

    intanto si brinda..........



  15. #15
    >>> G.I.T. <<< L'avatar di CavaliereOmbra
    Registrato il
    13-03-2002
    Residenza
    Diario traduttore Wii: 6500 0907 9446 3116
    Messaggi
    16.815

    Citazioni
    0

    Predefinito

    Un'ottima guida, davvero molto dettagliata. Bravo Merlozzo!
    Fondatore e Traduttore del Game Italian Translation (G.I.T.)
    git.diariotraduttore.com

    Ottima fra le traduzioni quella che ecciterà le stesse passioni nell'anima,
    e le stesse immagini alla fantasia con lo stesso effetto dell'originale
    - Ugo Foscolo
    [Diario di un traduttore]

Informazioni discussione

Users Browsing this Thread

Al momento 1 utenti stanno leggendo questo topic. (0 utenti registrati e 1 ospiti)

Bookmark

Regole di scrittura

  • Non puoi aprire nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi pubblicare allegati
  • Non puoi modificare i tuoi post
  •