Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3

Discussione: Diario del 21 febbraio - Che cos'è quel c£$%o vicino al mio Sonic?

  1. #1
    Editor L'avatar di pucci
    Registrato il
    16-04-2000
    Residenza
    Italia
    Messaggi
    563

    Citazioni
    0

    Predefinito Diario del 21 febbraio - Che cos'è quel c£$%o vicino al mio Sonic?

    E' un periodo veramente scarno per il mondo del videogioco PC. Da metà dicembre scorso solo poche uscite hanno rimpolpato la nostra voglia di novità. Le ultime settimane sono scorse all'insegna del recupero di "vecchi" titoli non trattati nel 2003 (vedi le recensioni di Need 4 Speed Underground, di Secret Weapons Over Normandy o Pro Evolution Soccer 3). Fortunatamente le anticipazioni sulla prossima ondata di uscite, che arriverà alla fine di marzo, hanno allietato qualche serata delle ultime due-tre settimane. Mi riferisco al demo di Unreal Tournament 2004, di Painkiller e a quello di Far Cry, le tre release maggiori seguite con trepidazione fino a notte fonda.
    Dietro le quinte qualche chicca è capitata, sebbene non ancora disponibile al pubblico. Sono rimasto per esempio sorpreso dall'interesse destato da Singles, chiamato tra amici anche XXXSims, che a più di due settimane dalla sua pubblicazione rimane l'articolo più letto dell'anno e risale velocemente la classifica di articolo più letto di tutti i tempi.
    In verità non dovrei stupirmi più di tanto, nè tantomeno scandalizzarmi, se è vero che il traino dell'uomo da sempre è il sesso (qualcuno dice che anche Internet è cresciuta grazie al sesso), anche se ammetto di aver creduto per una microfrazione di secondo che il mondo del videogioco fosse esente dal concetto tanto caro a quello del cinema: "belle donne & scene di sesso più o meno esplicite". E invece l'articolo su Singles, il video e le foto hanno chiaramente dimostrato che il videogiocatore (sia esso donna o uomo) è un essere umano come gli altri e anch'esso dunque risponde al richiamo dei sensi.
    A tal proposito rimarrà agli annali delle risate più rumorose da me fatte, la pillola di saggezza del PM Sega e buon amico Tommaso Restelli, che, vedendo il nudo maschile di Singles in home page di Multiplayer.it il giorno del lancio della campagna pubblicitaria di Sonic Heroes, ha tuonato "Che cos'è quel c£$%o vicino al mio Sonic?". Amico mio, è iniziata l'emancipazione sessuale dei nerds-videogiocatori.
    Mi sovviene allora un vecchio mod di Quake 2, mai completato nè pubblicizzato a dovere, chiamato "Sexy Quake", in cui donne e uomini nudi si affrontavano senza armi.
    Ovviamente lascio a voi la risposta della domanda "ma qual era l'obiettivo del gioco?".

    Andrea Pucci

    P.S.: Dalla prossima volta comincerò a fornire settimanalmente piccole pillole sullo sviluppo del nuovo Multiplayer.it. Novità, stato dei lavori, curiosità.
    - pucciworld

  2. #2
    Wolf Soul L'avatar di Shadrac
    Registrato il
    22-12-2002
    Residenza
    Modena
    Messaggi
    1.228

    Citazioni
    0

    Predefinito

    Vogliamo delle corpose notizie eh
    Zio Ben "DA UN GRANDE POTERE DERIVANO GRANDI RESPONSABILITA'"

  3. #3
    K. Domande? L'avatar di K4pp4
    Registrato il
    15-06-2000
    Residenza
    Bugella Civitas
    Messaggi
    584

    Citazioni
    0

    Predefinito Re: Diario del 21 febbraio - Che cos'è quel c£$%o vicino al mio Sonic?

    Originally posted by pucci

    In verità non dovrei stupirmi più di tanto, nè tantomeno scandalizzarmi, se è vero che il traino dell'uomo da sempre è il sesso (qualcuno dice che anche Internet è cresciuta grazie al sesso), anche se ammetto di aver creduto per una microfrazione di secondo che il mondo del videogioco fosse esente dal concetto tanto caro a quello del cinema: "belle donne & scene di sesso più o meno esplicite". E invece l'articolo su Singles, il video e le foto hanno chiaramente dimostrato che il videogiocatore (sia esso donna o uomo) è un essere umano come gli altri e anch'esso
    "belle donne & scene di sesso più o meno esplicite"
    Esattamente il tipo di richiamo che funziona benissimo dove il profilo culturale è basso (insieme a "calcio", "loghi e suonerie", "gossip", "auto tamarrate"). Tutto quel calderone populista che in tv si chiama 'televisione di costume'.
    Il fatto che un meccanismo del genere funzioni nello showbiz videoludico è semplicemente il chiaro segnale di quello che molti di noi hanno sempre temuto: il videogame sta raggiungendo un livello di massificazione prossimo a quello degli altri media.
    Va da se che questo non è un bene, soprattutto perchè porta con se becerismo e prodotti di scarsa qualità.
    Andrea, mi sembra di capire che tu vedi in questo una sorta di 'evoluzione' del gamer dallo stato di geek/nerd a quello di persona normale. Io la vivo come un'involuzione. In prima persona, perchè mi rendo conto di starmi imbecerendo come giocatore, per interposta persona perchè guardo i videogiocatotori delle nuove generazioni e vedo gente che si pone davanti al game con lo stesso livello di partecipazione e di entusiasmo con cui guarda la TV o legge la Gazzetta: Nullo.
    Tutto passa senza infamia, senza lode e senza seguito davanti agli occhi vitrei di persone non abituate alla partecipazione attiva che il game richiederebbe.
    Una forzatura che è una cotraddizione di termini. Perchè richiedere partecipazione a segmenti della popolazione che, per background, è abituata a forme di intrattenimento passivo, non può fare altro che passivizzare il videogame. E sarà sempre così, fino a quando la Grande Paura impedirà a qualunque azienda del settore di non assecondare il trend. L'approccio alle masse dovrebbe essere (ma questo vale per qualunque tipo di cultura) di tipo elegiaco e meritocratico: io ti propongo qualcosa, poi sta a te capire se ti piace o meno e se sei in grado o meno di fruirne. Se non sei in grado, pazienza... invece nel massmarket (e nel mass-gaming) avviene l'esatto contrario: è il prodotto, o il trend di prodotto, che si spalma sull'utenza potrenziale, tentando di tenere il livello il più basso possibile, in modo da piacere (o rimanere ugualmente indifferente) a tutti... con i risultati che conosciamo e una ripercussione negativa anche sui giocatori di livello più alto. Non so gli altri la fuori, ma io personalmente mi rendo conto che gioco e apprezzo cose che qualche anno fa non avrei nemmeno guardato, e così anche le valutazioni. Incongruenze che un tempo sarebbero state giudicate terribili, oggi sono peccati veniali. Potrei andare avanti ancora a lungo, ma spero di aver passato il concetto. Il videogame si sta rammollendo e noi con lui. La cosa è triste.
    L'Arte è arte
    E la Vita è Vita,
    Ma vivere con Arte
    E' l'Arte della Vita

    One - You lock the target
    Two - You bait the line
    Three - You slowly spread the net
    And four - You catch the man

    Front 242 - Headhunter
    E riprendere quota fino al prossimo vuoto d'aria,
    rotta su Shangri-La per distruggerla al primo colpo,
    Betty Bop sulla carlinga"

Informazioni discussione

Users Browsing this Thread

Al momento 1 utenti stanno leggendo questo topic. (0 utenti registrati e 1 ospiti)

Bookmark

Regole di scrittura

  • Non puoi aprire nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi pubblicare allegati
  • Non puoi modificare i tuoi post
  •