Pagina 704 di 708 PrimoPrimo ... 204604654694695696697698699700701702703704705706707708 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 10.546 fino 10.560 di 10612

Discussione: [Il Film del giorno]

  1. #10546
    Perfetto su Switch L'avatar di Master Keaton
    Registrato il
    13-05-2016
    Residenza
    Torre Del Greco (Napoli)
    Messaggi
    2.825

    PSN
    kazuy_23
    Citazioni
    5

    Predefinito







    Sto giocando: Rainbow Six Siege (online), Dragon Quest XI.
    PSN: kazuy_23
    Codice Amico Switch: SW-0346-4601-4040

  2. #10547
    E3 2015: io c'ero L'avatar di Don Giannarelli
    Registrato il
    03-10-2010
    Messaggi
    14.170

    PSN
    RASTATROK
    Citazioni
    0

    Predefinito

    Citazione Messaggio inviato da -trattino Visualizza messaggio


    DOGMAN

    All'uscita della sala un vecchietto sedicente esperto di films per fare lo sborone davanti ai suoi amici ha improvvisato una critica del nuovo lavoro di Garrone, sostenendo che il protagonista è un emerito cretino (e tante altre cose sceme che non ripeterò), perché totalmente succube del violento pugile che "spadroneggia" nel suo quartiere.

    Eppure, basterebbe chiamare le cose con il loro nome: Dogman è un film sul bullismo. Bullismo fra adulti, s'intende, e di conseguenza enormemente ingigantito (o forse no? Quanti brutti episodi sentiamo ogni giorno al TG). Ma sempre bullismo. E spesso, anzi, spessissimo le vittime dei bulli non difendono i loro carnefici anche nelle situazioni più palesi? E ancor più spesso non cercano di nascondere le violenze subite, non cercano di far finta che non siano mai accadute, tentando di convincere innanzitutto sé stessi?

    Però.
    Però poi la rabbia covata e subita esplode. E lo fa anche in Dogman. Sentivo l'altra sera il bravissimo attore protagonista, Marcello Fontana, da Fazio (non linciatemi, ogni tanto guardo il suo programma), al quale diceva che la violenza del film è soprattutto psicologica. E' vero, ma non mi si dica che la seconda metà è tutta violenza psicologica: Dogman è un film crudelissimo, che non risparmia nessuna atrocità allo spettatore e lo continua a colpire nello stomaco, anche quando uno si aspetterebbe che finalmente la violenza sia finita.

    E attorno la miseria di Roma. Il film si apre con una suggestivissima panoramica del quartiere in cui è ambientata la vicenda (ma la fotografia in generale è stupenda, quasi sempre tendente al giallognolo), che è letteralmente un villaggio western, come dicono giustamente tutti i recensori (con tanto di arbusti che fanno molto palle di rovi!). Da appassionato di fumetti, a me ha ricordato molto (ma non so naturalmente se Garrone lo conosce) anche le scene di Penthotal di Pazienza ambientate a Napoli: una Napoli sabbiosa, come questo quartiere, in mezzo al deserto. E anche un po' di Moebius, al quale Pazienza si rifaceva, naturalmente.
    E si chiude con un'immagine altrettanto eloquente e potente, che però non posso svelare, anche se mi piacerebbe molto.
    Una città che parla molto, innanzitutto con il suo non esserci.

    Un paio di anni fa la gente si strappava i capelli per quella robetta (non scriverò merdetta kitsch per evitare flame inutili) di Jeeg Robot, salutandolo come il "nuovo" cinema italiano. Un film che per certi versi aveva molto in comune con questo Dogman, nel raccontare dello squallore fisico e morale di Roma in maniera originale.
    Beh, lasciatemelo dire: spero che sia Dogman e non Jeeg Robot a fare da esempio per il futuro.
    Beh in questo caso non si può parlare di Nuovo cinema italiano™ perchè non c'è nulla di nuovo, è "solo" l'ennesima tragedia moderna della madonna, come d'altronde lo era Reality, solo che in questo caso l'aspetto grottesco è dosato squisitamente. Sarebbe potuto essere un ottimo spettacolo teatrale od un classico letterario scritto 100 anni fa.
    All'epoca di Jigrobbò le persone si strappavano i capelli giusto perchè a distanza di poche settimane erano usciti film di generi non consoni per il nostro panorama (supereroico e sportivo di corse), come se considerassero i film drammatici tutti uguali

    La relazione fra i due non è affatto banale, nella nottata della discoteca a tratti percepivo tensione quasi erotica.
    Ma secondo te perchè
    Spoiler:
    Ultima modifica di Don Giannarelli : 26-05-2018 alle ore 14.56.25

  3. #10548
    Risolvo problemi L'avatar di -trattino
    Registrato il
    04-11-2011
    Residenza
    Shitaly
    Messaggi
    9.018

    Citazioni
    44

    Predefinito

    Citazione Messaggio inviato da Don Giannarelli Visualizza messaggio
    Beh in questo caso non si può parlare di Nuovo cinema italiano™ perchè non c'è nulla di nuovo, è "solo" l'ennesima tragedia moderna della madonna, come d'altronde lo era Reality, solo che in questo caso l'aspetto grottesco è dosato squisitamente. Sarebbe potuto essere un ottimo spettacolo teatrale od un classico letterario scritto 100 anni fa.
    All'epoca di Jigrobbò le persone si strappavano i capelli giusto perchè a distanza di poche settimane erano usciti film di generi non consoni per il nostro panorama (supereroico e sportivo di corse), come se considerassero i film drammatici tutti uguali

    La relazione fra i due non è affatto banale, nella nottata della discoteca a tratti percepivo tensione quasi erotica.
    Ma secondo te perchè
    Spoiler:
    Sarà pure una risposta facile, ma per me è tutto quello che dici, assieme. Cui va aggiunta, naturalmente, la promessa dei soldi.
    E poi, cazzarola, ma con tutti i casi di tizi usciti di carcere che vanno a vendicarsi, pensi che non abbia ponderato attentamente la questione? Il poliziotto gli prometteva protezione, ma anche io ci avrei pensato su un paio di volte: in una zona degradata e isolata come quella, era tutt'altro che scontato

    A me piace comunque pensare che l'aspetto prevalente sia quello della soggezione, che chiamavo sopra proprio "bullismo". Un esempio scemo che mi è venuto in mente sono I Simpson: saranno anche spazzatura da anni, ma secondo me il rapporto fra Bart il fighetto e Milhouse lo sfigatello che lo segue sempre - e spesso lo difende, addirittura - è perfetto.

    « Frankly, I cannot conceive how any thoughtful man can really be happy. » --- H.P. Lovecraft

  4. #10549
    Codice Fiscale L'avatar di 3cod3
    Registrato il
    29-11-2008
    Residenza
    Immagisfera
    Messaggi
    50.905

    PSN
    e3CoD3
    Citazioni
    79

    Predefinito



    Akira

    Colmata una mia lacuna

    L'ultimo nemico che sarà sconfitto è la morte | Né mi offerir di dar lo scudo in dono, O quel destrier, che miei, non più tuoi sono | Perchè il mare di Evangelion è rosso? | Cos'è (veramente) un RPG?

  5. #10550
    Risolvo problemi L'avatar di -trattino
    Registrato il
    04-11-2011
    Residenza
    Shitaly
    Messaggi
    9.018

    Citazioni
    44

    Predefinito

    Citazione Messaggio inviato da 3cod3 Visualizza messaggio


    Akira

    Colmata una mia lacuna
    Messa così è una reazione piuttosto fredda
    Ti è piaciuto?

    « Frankly, I cannot conceive how any thoughtful man can really be happy. » --- H.P. Lovecraft

  6. #10551
    Codice Fiscale L'avatar di 3cod3
    Registrato il
    29-11-2008
    Residenza
    Immagisfera
    Messaggi
    50.905

    PSN
    e3CoD3
    Citazioni
    79

    Predefinito

    Citazione Messaggio inviato da -trattino Visualizza messaggio
    Messa così è una reazione piuttosto fredda
    Ti è piaciuto?
    Si, parecchio

    L'ultimo nemico che sarà sconfitto è la morte | Né mi offerir di dar lo scudo in dono, O quel destrier, che miei, non più tuoi sono | Perchè il mare di Evangelion è rosso? | Cos'è (veramente) un RPG?

  7. #10552
    Moderatore L'avatar di Rippo
    Registrato il
    26-12-2012
    Residenza
    Near Venice
    Messaggi
    10.482

    PSN
    Rippo92
    Steam
    Rippo
    Citazioni
    150

    Predefinito

    Akira con gli standard attuali mi è piaciuto però mi sembrava che mancasse qualcosa, stessa sensazione che ho avuto con Ghost in the Shell e Nausicaa della valle del vento. ANzi, più che mancare qualcosa, il ritmo era molto diverso, molto più lento.
    Se, invece, mi rivedo negli standard dell'epoca, tutti i 3 titoli citati sopra sono straordinari. Godibilissimi e di altissimo livello anche al giorno d'oggi però, appunto, secondo me il ritmo a tratti è un po' lento. Che non è per forza un male alla fine.

    Sono sempre alla ricerca di qualcosa o di qualcuno.
    Codice amico:
    SW-0675-6961-3891, PSN: Rippo92, Steam: Rippo

    Sto giocando: R6: Siege

  8. #10553
    Perfetto su Switch L'avatar di Master Keaton
    Registrato il
    13-05-2016
    Residenza
    Torre Del Greco (Napoli)
    Messaggi
    2.825

    PSN
    kazuy_23
    Citazioni
    5

    Predefinito



    Un film italiano diverso dal solito e un film sui supereroi diverso dal solito.

    Mi è piaciuto parecchio


    Sto giocando: Rainbow Six Siege (online), Dragon Quest XI.
    PSN: kazuy_23
    Codice Amico Switch: SW-0346-4601-4040

  9. #10554
    Indoril Nerevar L'avatar di BenderSnake
    Registrato il
    07-12-2006
    Residenza
    Padova
    Messaggi
    7.211

    Citazioni
    1

    Predefinito





    Ieri e oggi al cinema, che dire, mi mancava e merita ancora la visione sul grande schermo

  10. #10555
    Spettro
    Registrato il
    30-12-2010
    Messaggi
    70

    Citazioni
    0

    Predefinito

    Ma che è un cartone animato?

  11. #10556
    Risolvo problemi L'avatar di -trattino
    Registrato il
    04-11-2011
    Residenza
    Shitaly
    Messaggi
    9.018

    Citazioni
    44

    Predefinito

    THE TENANT (1976)

    Terzo e ultimo film della "trilogia d'appartamento" di Polanski, e a mio parere nettamente il più debole, nonostante in giro sia indicato come uno dei suoi lavori migliori.

    I suoi due precedenti capolavori horror (Repulsion e Rosemary's Baby) si concentravano su un unico tema, e su quello ricamavano attorno tutto il resto del film. In questo caso invece mi pare quasi che Polanski non avesse le idee ben chiare, e ci butta dentro un sacco di tematiche: dal "livello 0", quello che prende in esame il microcosmo che risponde al nome di "condominio", con tutte le sue piccole vendette e antipatie personali, a quello più ampio dell'estraneo che non si sente a casa sua (il polacco a Parigi), fino a quelli - francamente buttati un po' lì - dello sdoppiamento di personalità e del trasformismo.
    Anche la pazzia che il protagonista sviluppa mi è parsa poco convincente. Ma insomma, nei due precedenti film avevamo una donna che sviluppava, forse in seguito a un trauma infantile, una repulsione assoluta per il genere maschile, e un'altra invece che si trovava a covare tutte le paure e le ansie di una madre incinta. Non so: se nei due casi precedenti si parlava di problemi gravissimi, questa invece mi è parsa proprio la classica pazzia "da film horror". E la ripetizione - dopo che Repulsion e Rosemary's Baby invece lo schema lo variavano - della "congiura" malefica che porta alla follia il protagonista (benché in questo caso sia solo suggerita) è un po' stucchevole.
    Non aiuta che Polanski, che ha scelto per questo film di interpretare da sé il protagonista, sia un attore abbastanza mono-espressione.

    Non un film che consiglierei. L'ho guardato fino alla fine perché c'era curiosità di sapere se prima o poi avrebbe spiccato il volo, ma non mi ha minimamente avvinto quanto i due precedenti film - quelli sì grandiosi, ciascuno a suo modo.

    « Frankly, I cannot conceive how any thoughtful man can really be happy. » --- H.P. Lovecraft

  12. #10557
    Codice Fiscale L'avatar di 3cod3
    Registrato il
    29-11-2008
    Residenza
    Immagisfera
    Messaggi
    50.905

    PSN
    e3CoD3
    Citazioni
    79

    Predefinito



    Predestination

    Molto carino

    L'ultimo nemico che sarà sconfitto è la morte | Né mi offerir di dar lo scudo in dono, O quel destrier, che miei, non più tuoi sono | Perchè il mare di Evangelion è rosso? | Cos'è (veramente) un RPG?

  13. #10558
    Risolvo problemi L'avatar di -trattino
    Registrato il
    04-11-2011
    Residenza
    Shitaly
    Messaggi
    9.018

    Citazioni
    44

    Predefinito



    A TAXI DRIVER (2017)

    No, il titolo non è un'invenzione dei titolisti occidentali che volevano - con una facile citazione - fare un po' di pubblicità a questo film, ma è proprio quello della pellicola. Con una differenza importante, quell'"a".

    Nei giorni dell'orrendo massacro di Gwang-Ju (tappa fondamentale per il processo di democratizzazione della Corea - lo stesso ritratto anche in un altro terribile film sudcoreano, Peppermint Candy, che non vi consiglio di guardare se state attraversando un brutto periodo), durante il quale vennero uccise circa duecento persone dai soldati del regime militare (e ne vennero ferite in un numero incalcolabile), un tassista ingenuo e un po' cazzone scarrozza per la città un giornalista tedesco in cerca di soldi e fama facile. che vuol riprendere le violenze dell'esercito.

    Un film che riassume in sé tutto il bene e tutto il male dei classici "tratti da una storia vera" (non solo coreani, ma in generale di tutto il mondo): c'è la retorica, c'è la lacrima facile, c'è anche un po' di azione fracassona che non guasta mai, con tanto di inseguimento scavezzacollo. Ma c'è anche tanto cuore, in questo film dolceamaro che con nonchalance passa dalla commedia della prima parte - divertentissima - al dramma più efferato delle violenze di Gwang-Ju. Sicuramente è l'alchimia fra i due protagonisti, - questo tassista apparentemente e totalmente ignaro del mondo che lo circonda, e questo freddo e distaccatissimo reporter - che più di tutto rende meritevole la visione di A taxi driver; e il percorso di arricchimento e di presa di consapevolezza che entrambi attraversano nel corso della vicenda.
    Straordinaria l'interpretazione dell'istrionico Song Kang-ho - già protagonista di un'altra celebre pellicola coreana qual è Memories of murder (thriller ASSOLUTAMENTE imprescindibile) -, e bellissima anche la colonna sonora.

    Bel lavoro.
    Ultima modifica di -trattino : 15-07-2018 alle ore 01.17.47

    « Frankly, I cannot conceive how any thoughtful man can really be happy. » --- H.P. Lovecraft

  14. #10559
    Risolvo problemi L'avatar di -trattino
    Registrato il
    04-11-2011
    Residenza
    Shitaly
    Messaggi
    9.018

    Citazioni
    44

    Predefinito

    Ovviamente mai distribuito da noi, quindi se volete guardarvi questo gioiellino recuperatelo per altre vie.

    « Frankly, I cannot conceive how any thoughtful man can really be happy. » --- H.P. Lovecraft

  15. #10560
    Codice Fiscale L'avatar di 3cod3
    Registrato il
    29-11-2008
    Residenza
    Immagisfera
    Messaggi
    50.905

    PSN
    e3CoD3
    Citazioni
    79

    Predefinito



    Anomalisa

    Che palle, noiosissimo :\

    L'ultimo nemico che sarà sconfitto è la morte | Né mi offerir di dar lo scudo in dono, O quel destrier, che miei, non più tuoi sono | Perchè il mare di Evangelion è rosso? | Cos'è (veramente) un RPG?

Informazioni discussione

Users Browsing this Thread

Al momento 1 utenti stanno leggendo questo topic. (0 utenti registrati e 1 ospiti)

Bookmark

Regole di scrittura

  • Non puoi aprire nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi pubblicare allegati
  • Non puoi modificare i tuoi post
  •