Discussione: TAVERNA dell'Orco Bevitore [OT permessi :D]

  1. #78766
    Shoeless God of War L'avatar di Darkless
    Registrato il
    22-12-2002
    Residenza
    Cremona
    Messaggi
    13.855

    Citazioni
    4

    Predefinito

    Citazione Messaggio inviato da Uriziel90 Visualizza messaggio
    Visto che la questione è rispuntata fuori, sulla base di cosa ritenete che in un mondo fantasy la distribuzione etnica debba categoricamente essere quella dell'Europa medievale?
    Perché tutte le volte leggo di queste proteste contro i personaggi neri nel fantasy e mi sfugge il senso della cosa. A meno di aperti contrasti con la fonte originale non mi è ben chiara quale sia la legge universale che decida quali siano le etnie corrette per le razze fantasy.
    Perchè la gente non nasce nera per caso. Dipende dal clima della nazione in cui nasci, o in cui sono nati i tuoi antenati. Nel mondo di the Witcher i neri ci sono eccome. E stanno a Zerrikania. Come c'erano ad esempio nel signore degli anelli e stavano in una regione ben precisa, ma come s'è già visto nel titolo ubisoft oramai se dovessero rifare un film oggi li troveremmo d'appertutto. Probabilmente Boromir stesso sarebbe nero, anzi no, lui no o si avrebbe il nero che si incattivisce e non va bene.
    Ora non risulta da nessuna parte ci sia stata una forte emigrazione zerrikaniana, anzi quelli han vinto la guerra per tenersi la loro nazione.


    E, soprattutto, perché tutti si indignano per gli elfi neri ma a nessuno frega una sega di Calanthe mora, cosa che a me ha dato invece particolarmente fastidio perché in aperto contrasto con la descrizione dei libri (così come per Foltest)? Oltretutto si parla di una differenza che poteva essere ovviata con una banale parrucca se non so volevano proprio tingere i capelli all'attrice.

    Inviato dal mio Mi 9T utilizzando Tapatalk
    Ma infatti le etnie Sapkowski le descrive, sono diverse e c'è una logica. Nelle skellige hanno i capelli rossi ad esempio, etc. etc.
    Poi se non è un tratto fortemente distintivo o con risvolti e motivi di trama, come i capelli di Geralt o gli occhi di Yen, si puo' anche soprassedere se qualcuno è castano anzichè biondo ma è tutto un altro discorso. Syrio Forell e Tyrion sono pelati nei libri di GoT, nella serie no ma alla fine sticazzi.
    Ciò detto l'aspetto di alcuni personaggi ha infastidito anche me. Ma quando vedi vere e proprie etnie stravolte senza logica ma solo per politica quello colpisce di più.
    Buona ancora che Foltest non fosse cinese, già Vilgefortz indiano m'è bastato.
    Ultima modifica di Darkless : 16-01-2020 alle ore 13.15.29
    Non è bello ciò che è bello
    Ma è bello ciò che a Darkless piace

  2. #78767
    Spettro L'avatar di Feanor83
    Registrato il
    02-06-2007
    Messaggi
    13.347

    Citazioni
    4

    Predefinito

    Citazione Messaggio inviato da Darkless Visualizza messaggio
    Perchè la gente non nasce nera per caso. Dipende dal clima della nazione in cui nasci, o in cui sono nati i tuoi antenati. Nel mondo di the Witcher i neri ci sono eccome. E stanno a Zerrikania. Come c'erano ad esempio nel signore degli anelli e stavano in una regione ben precisa, ma come s'è già visto nel titolo ubisoft oramai se dovessero rifare un film oggi li troveremmo d'appertutto. Probabilmente Boromir stesso sarebbe nero, anzi no, lui no o si avrebbe il nero che si incattivisce e non va bene.
    Ora non risulta da nessuna parte ci sia stata una forte emigrazione zerrikaniana, anzi quelli han vinto la guerra per tenersi la loro nazione.




    Ma infatti le etnie Sapkowski le descrive, sono diverse e c'è una logica. Nelle skellige hanno i capelli rossi ad esempio, etc. etc.
    Poi se non è un tratto fortemente distintivo o con risvolti e motivi di trama, come i capelli di Geralt o gli occhi di Yen, si puo' anche soprassedere se qualcuno è castano anzichè biondo ma è tutto un altro discorso. Syrio Forell e Tyrion sono pelati nei libri di GoT, nella serie no ma alla fine sticazzi.
    Ciò detto l'aspetto di alcuni personaggi ha infastidito anche me. Ma quando vedi vere e proprie etnie stravolte senza logica ma solo per politica quello colpisce di più.
    Buona ancora che Foltest non fosse cinese, già Vilgefortz indiano m'è bastato.
    No, Tyrion è strabico, leggermente gobbo e con gli occhi di colori diversi nei libri (e gli tagliano pure il naso) ma non è pelato. E' Tywin in pelatone di casa Lannister.

    Per il resto concordo.
    I detest elves. Like with a fucking passion. (MCA)

  3. #78768
    Spettro
    Registrato il
    29-10-2007
    Messaggi
    3.812

    Citazioni
    3

    Predefinito

    ricordo ancora il trauma, guardando house, quando "sono un indiano che si chiama kutner e non ci trovi niente di strano?". cazzo no O_O fino a quel punto per me era una persona e solo una persona, mai per un attimo avrei pensato la sua tinta potesse fare differenza.
    questo 10 anni fa.
    adesso siamo ben oltre il ridicolo, neri e gialli ovunque "perché sì", spesso con modalità offensive tipo heimdall, esplicitamente descritto come il dio più bianco tra i bianchi, solo perché viviamo nella cultura del vittimismo, dove più ti lamenti e più hai ragione. "eh, tu sei bianco, controlla i tuoi privilegi", sarà, ma non mi fanno sconti nei negozi, non mi danno pasti gratis ai ristoranti, non nascono posti di lavoro dal nulla apposta per la mia pelle e se approfitto di una rivolta per andare a saccheggiare i negozi di scarpe da basket le pallottole non mi rimbalzano addosso. soprattutto harvard non istituisce una consegna delle lauree solo per persone con cui faccio pendant. gente che va fiera di stare ricostruendo il mondo per cui i loro stessi familiari sono morti pur di distruggerlo.

    il fantasy non è "mettiamo le cose a cazzo di cane, tanto è fantasy", è sempre un mondo che cerca di essere verosimile, altrimenti saremmo pieni di fantasy "in questo mondo gli uomini hanno quindici braccia, respirano rane e scorreggiano automobili", di conseguenza a meno che non ci siano ragioni geosociopolitiche ben definite, in un paesino che sembra dell'europa medievale, che si comporta come nell'europa medievale, con un livello tecnologico rassimilabile all'europa medievale, mi aspetto che i suoi abitanti siano quelli dell'europa medievale. e sapete come reagivano gli abitanti dell'europa medievale alla vista di una persona più cotta? così:


  4. #78769
    Metallaro L'avatar di Uriziel90
    Registrato il
    05-05-2007
    Messaggi
    6.698

    Citazioni
    0

    Predefinito

    Citazione Messaggio inviato da falco_delle_tenebre Visualizza messaggio
    Perché questo non è un high fantasy dove "vale tutto" (e anche lì fino a un certo punto), è chiaramente un'ambientazione che riprende uno specifico periodo storico dell'europa medievale, con una logica interna da rispettare che tiene in piedi la baracca.
    Non vedo in che modo la distribuzione etnica influisca nella logica.

    Citazione Messaggio inviato da falco_delle_tenebre Visualizza messaggio
    Scoccia perché la gente di colore non viene inserita in contesti logici e con un background preciso, come possono esserlo le zerrikaniane o i tizi sugli elefanti in LOTR. I neri poppano a caso nel miscuglio senza una vera logica, perché qualcuno ha deciso che il mondo deve essere un melting pot senza criterio.
    Poi ecco, il capo delle guardie nero non mi rovina la visione, ci passo sopra e pazienza. Però sicuramente è una stonatura che sul momento incrina la sospensione d'incredulità. Subentra poi un certo astio verso gli sceneggiatori per un motivo molto semplice: queste scelte non sono dettate da una volontà di adattare a dovere l'opera o inserirvi una propria visione artistica con criterio, sono una semplice marchetta a certi stupidi movimenti di massa, che imho sarebbe meglio ignorare per fare un favore a tutti, minoranze etniche comprese.
    Mi pare che sfugga un punto principale: non è che i neri sono neri perché una divinità ha deciso così e fanno quindi parte di una specie differente che impone loro di essere neri. I neri sono neri perché la biologia del corpo umano ha risposto in maniera specifica a condizioni naturali e la geografia planetaria ha comportato uno scarso mescolamento etnico per gran parte della storia umana fino a che la tecnologia non è stata sufficientemente evoluta da superare tale limite.

    Ora, su questi presupposti, tutte le questioni sulla presunta logica sono boiate. Un conteninente di dimensioni relativamente contenute può tranquillamente ospitare sufficienti condizioni climatiche diverse da giustificare modifiche genetiche ed essere allo stesso tempo consentire un via vai di individui che portino ad un mix etnico senza arrivare ad una unificazione genetica.

    Nessuna regola impone che un elfo non possa essere nero perché i neri stanno in Africa e non a Novigrad (ad es.).

    Citazione Messaggio inviato da falco_delle_tenebre Visualizza messaggio
    PS: Calanthe ha triggerato male anche me, si perde la continuità estetica con Ciri e Pavetta, così come il collegamento con l'immagine della Leonessa.
    Di Foltest invece, non avendo significati di questo tipo, me ne frega zero che l'estetica non corrisponda, perché si tratta appunto di pura estetica. Mi ha fatto strano trovare un pg totalmente diverso caratterialmente, così come stravolta la sua storia, ma va be' non è di certo la cosa peggiore del serial.
    Beh, oddio, il Foltest dei libri sembra proprio un personaggio diverso da quello della serie.

    Citazione Messaggio inviato da Raizen Visualizza messaggio
    Ti rispondo subito.
    Non è una questione dei neri in sé.
    È una questione di politically correct di stampo americano, che come loro solito viene esasperato.
    Non è che a nessuno freghi di Calanthe mora, a me ha dato enormemente fastidio che sia Calanthe, ma anche e soprattutto Triss non rispecchino nessuna delle peculiarità delle controparti letterarie.

    Si tratta di licenze arbitrarie di sceneggiatura, condivisibili o meno, non di scelte dettate da un insensato politically correct che impone a qualsiasi sceneggiatore degli ultimi 2-3 anni di inserire con un rapporto 1:1 un nero per ogni bianco, che poi a me sta pure sulle palle dire bianco e nero...
    Ma a te dei motivi per cui vengano operati i casting in linea di massima che ti frega? È come lamentarsi dei cachet degli attori. Finché un attore fa il suo fine della questione, il perché sia stato scelto mi pare una discussione inutile.

    Citazione Messaggio inviato da Raizen Visualizza messaggio
    Perché la distribuzione di un mondo fantasy dovrebbe essere simile a quella di un continente europeo?
    Non è che dovrebbe, la questione è che solitamente un autore da automaticamente un impostazione culturale al proprio setting sulla falsariga di quello da cui prende ispirazione. Se decidi di trasporre tale opera e lo stravolgi dal punto di vista etnico, e quindi culturale, stai eliminando un aspetto dell'identità di quell'opera.
    Non è detto e non è dovuto.
    Proprio come già detto, in assenza di espliciti riferimenti l'unico motivo per cui un occidentale vuole tutti bianchi in un prodotto di ispirazione fantasy è solo perché di default un occidentale si immagina altri occidentali (immagino che valga anche per gli altri), così come di default ogni occidentale vede la propria parte del mondo come protagonista della storia e magari i cinesi o i giapponesi non sono granché d'accordo.

    Citazione Messaggio inviato da Raizen Visualizza messaggio
    Se guardo un film sulla Yakuza, su IP man o su qualsiasi cosa di orientale, voglio immergermi in un fottuto mondo di orientali e mi darebbero fastidio degli occidentali messi a caso, stessa cosa se fosse un film sull'Africa centrale, non voglio vedere scandinavi e americani messi nel mezzo per non scontentare nessuno e basta.
    Ma stiamo già parlando di opere con un setting molto più specifico.

    Citazione Messaggio inviato da Raizen Visualizza messaggio
    Sapkowski ha creato un mondo che prendeva a piene mani dall'nord est Europa, per mitologia e persino geografia, con tanti luoghi simili ad alcuni esistenti, anche per nome.
    Considerato che tutto ciò nella serie traspare poco o nulla a prescindere dai neri mi pare più una guerra contro il nulla. Se gli attori fossero stati tutti polacchi la serie non sarebbe cambiata di una virgola.


    Citazione Messaggio inviato da Darkless Visualizza messaggio
    Perchè la gente non nasce nera per caso. Dipende dal clima della nazione in cui nasci, o in cui sono nati i tuoi antenati. Nel mondo di the Witcher i neri ci sono eccome. E stanno a Zerrikania. Come c'erano ad esempio nel signore degli anelli e stavano in una regione ben precisa, ma come s'è già visto nel titolo ubisoft oramai se dovessero rifare un film oggi li troveremmo d'appertutto. Probabilmente Boromir stesso sarebbe nero, anzi no, lui no o si avrebbe il nero che si incattivisce e non va bene.
    Ora non risulta da nessuna parte ci sia stata una forte emigrazione zerrikaniana, anzi quelli han vinto la guerra per tenersi la loro nazione.
    Non mi pare che venga nemmeno mai menzionato che i neri siano solo in Zerrikania. Lì c'è una popolazione che vive in una sorta di semi isolamento che ha causato il fatto di avere elementi comuni, ma in aree con il commercio più florido come tutto il nord niente vieta che ci siano discendenti di neri.



    Citazione Messaggio inviato da Darkless Visualizza messaggio
    Ma infatti le etnie Sapkowski le descrive, sono diverse e c'è una logica. Nelle skellige hanno i capelli rossi ad esempio, etc. etc.
    Ne ricordo poche e la serie le ha ignorate tutte (Skellige compresa). Mi pare che si facciano drammi solo se ci sia un nero di mezzo.
    Per Skellige vale lo stesso discorso di Zerrikania essendo un arcipelago relativamente isolato. Per quasi tutte le altre nazioni non ricordo elementi a riguardo.

    Citazione Messaggio inviato da Darkless Visualizza messaggio
    Poi se non è un tratto fortemente distintivo o con risvolti e motivi di trama, come i capelli di Geralt o gli occhi di Yen, si puo' anche soprassedere se qualcuno è castano anzichè biondo ma è tutto un altro discorso. Syrio Forell e Tyrion sono pelati nei libri di GoT, nella serie no ma alla fine sticazzi.
    Ciò detto l'aspetto di alcuni personaggi ha infastidito anche me. Ma quando vedi vere e proprie etnie stravolte senza logica ma solo per politica quello colpisce di più.
    Buona ancora che Foltest non fosse cinese, già Vilgefortz indiano m'è bastato.
    Il problema di Vilgefortz non è l'etnia ma il fatto che il personaggio sia stato fatto da schifo.

    Citazione Messaggio inviato da MadMaxHellfire Visualizza messaggio
    spesso con modalità offensive tipo heimdall
    Il caso di Heimdall fu effettivamente una buffonata apocalittica perché è assolutamente ridicolo che una divinità nordica creata da nordici possa essere nera.

    Citazione Messaggio inviato da MadMaxHellfire Visualizza messaggio
    il fantasy non è "mettiamo le cose a cazzo di cane, tanto è fantasy", è sempre un mondo che cerca di essere verosimile, altrimenti saremmo pieni di fantasy "in questo mondo gli uomini hanno quindici braccia, respirano rane e scorreggiano automobili", di conseguenza a meno che non ci siano ragioni geosociopolitiche ben definite, in un paesino che sembra dell'europa medievale, che si comporta come nell'europa medievale, con un livello tecnologico rassimilabile all'europa medievale, mi aspetto che i suoi abitanti siano quelli dell'europa medievale.
    E ti aspetti male perché non è una regola. Basti pensare che ne La Ruota del Tempo si va esplicitamente contro ogni preconcetto etnico senza neanche dare una spiegazione perché non è dovuta. Se io creo un mondo fantasy decido io le regole e te le espongo. Non vedo il senso di creare un mondo fantasy che debba per forza ricalcare il mondo reale. Mi pare che si faccia spesso confusione tra prendere ispirazione e dover per forza copiare. Nell'Europa medievale non c'erano i lupi mannari eppure non mi pare che nessuno si sorprenda di trovarli in un'opera di ispirazione medievale.
    Ultima modifica di Uriziel90 : 16-01-2020 alle ore 15.03.43
    L'uomo è soltanto un errore di Dio? Oppure Dio è soltanto un errore dell'uomo?



  5. #78770
    Formica Elettrica L'avatar di falco_delle_tenebre
    Registrato il
    05-03-2006
    Messaggi
    1.423

    Citazioni
    0

    Predefinito

    Citazione Messaggio inviato da Uriziel90 Visualizza messaggio
    Mi pare che sfugga un punto principale: non è che i neri sono neri perché una divinità ha deciso così e fanno quindi parte di una specie differente che impone loro di essere neri. I neri sono neri perché la biologia del corpo umano ha risposto in maniera specifica a condizioni naturali e la geografia planetaria ha comportato uno scarso mescolamento etnico per gran parte della storia umana fino a che la tecnologia non è stata sufficientemente evoluta da superare tale limite.
    Non vedo come questo contesti quanto ho scritto. Se condizioni naturali, di geografia, politica e tecnologia (per il 99% della popolazione, i maghi contano molto poco e di sicuro non si mettono a sostenere migrazioni) sono quelle del nostro medioevo, con in più qualche mostro nel mezzo arrivato dritto dritto dal folklore di queste regioni, non trovo logica nel melting pot.
    Beh, oddio, il Foltest dei libri sembra proprio un personaggio diverso da quello della serie.
    E io che ho scritto scusa? E' diversissimo, ma in primis per la sua caratterizzazione, l'ostacolo in questo caso non mi pare proprio nell'estetica.

  6. #78771
    Spettro
    Registrato il
    29-10-2007
    Messaggi
    3.812

    Citazioni
    3

    Predefinito

    Citazione Messaggio inviato da Uriziel90 Visualizza messaggio
    E ti aspetti male perché non è una regola. Basti pensare che ne La Ruota del Tempo si va esplicitamente contro ogni preconcetto etnico senza neanche dare una spiegazione perché non è dovuta. Se io creo un mondo fantasy decido io le regole e te le espongo. Non vedo il senso di creare un mondo fantasy che debba per forza ricalcare il mondo reale. Mi pare che si faccia spesso confusione tra prendere ispirazione e dover per forza copiare. Nell'Europa medievale non c'erano i lupi mannari eppure non mi pare che nessuno si sorprenda di trovarli in un'opera di ispirazione medievale.
    ragioni geosociopolitiche ben definite
    ti chiami ernesto o evaristo?

  7. #78772
    Spettro L'avatar di Feanor83
    Registrato il
    02-06-2007
    Messaggi
    13.347

    Citazioni
    4

    Predefinito

    Citazione Messaggio inviato da Uriziel90 Visualizza messaggio


    Il caso di Heimdall fu effettivamente una buffonata apocalittica perché è assolutamente ridicolo che una divinità nordica creata da nordici possa essere nera.
    I Nani sono neri se vai a leggere le fonti. E Surt, il gigante che distruggerà il mondo, pure. A volta nei miti gli esseri sovrannaturali sono volutamente l'opposto di quelli reali, proprio per contrasto.


    E ti aspetti male perché non è una regola. Basti pensare che ne La Ruota del Tempo si va esplicitamente contro ogni preconcetto etnico senza neanche dare una spiegazione perché non è dovuta. Se io creo un mondo fantasy decido io le regole e te le espongo. Non vedo il senso di creare un mondo fantasy che debba per forza ricalcare il mondo reale. Mi pare che si faccia spesso confusione tra prendere ispirazione e dover per forza copiare. Nell'Europa medievale non c'erano i lupi mannari eppure non mi pare che nessuno si sorprenda di trovarli in un'opera di ispirazione medievale.
    E richiamandomi a quanto ho scritto sopra, è banalmente un problema di fonti il nostro: Sapkowski (l'unica fonte che conta per il mondo di TW) le persone di colore le ha relegate in una regione precisa. Per il resto si è immaginato un mondo culturalmente slavo, con influenze mitteluropee e poco poco nordeuropee se ci vogliamo allargare. E il suo mondo lo ha popolato di gente che assomiglia agli abitanti di quei posti.
    Nexflix, invece, ha deciso che il mondo di TW deve assomigliare agli Stati Uniti di oggi perché sì. O meglio, per fare contento il suo pubblico.

    Il fastidio che genera questa pratica non ha nulla a che vedere con le "razze" (che non esistono nel caso della specie umana) in sé. E' proprio l'atto di proiettare una cosa (l'America di oggi) su un'altra cosa (il mondo di Sapkowski) che infastidisce.
    Ultima modifica di Feanor83 : 16-01-2020 alle ore 15.44.17
    I detest elves. Like with a fucking passion. (MCA)

  8. #78773
    Shoeless God of War L'avatar di Darkless
    Registrato il
    22-12-2002
    Residenza
    Cremona
    Messaggi
    13.855

    Citazioni
    4

    Predefinito

    Citazione Messaggio inviato da Feanor83 Visualizza messaggio
    No, Tyrion è strabico, leggermente gobbo e con gli occhi di colori diversi nei libri (e gli tagliano pure il naso) ma non è pelato. E' Tywin in pelatone di casa Lannister.
    Io ricordo qualche ciuffo biondo cenere, o una tonalità diversa del biondo Lannister, ma sostanzialmente calvo o quasi.
    Non è bello ciò che è bello
    Ma è bello ciò che a Darkless piace

  9. #78774
    Metallaro L'avatar di Uriziel90
    Registrato il
    05-05-2007
    Messaggi
    6.698

    Citazioni
    0

    Predefinito

    Citazione Messaggio inviato da falco_delle_tenebre Visualizza messaggio
    Non vedo come questo contesti quanto ho scritto. Se condizioni naturali, di geografia, politica e tecnologia (per il 99% della popolazione, i maghi contano molto poco e di sicuro non si mettono a sostenere migrazioni) sono quelle del nostro medioevo, con in più qualche mostro nel mezzo arrivato dritto dritto dal folklore di queste regioni, non trovo logica nel melting pot.
    Beh, no: le condizioni naturali e geografiche non sono quelle del nostro medioevo e già solo questo consente di avere etnie diverse.
    Se ci fossero migrazioni di massa sarebbe ragionevole pensare che dopo un certo tot di tempo le differenze etniche si siano appianate. In sua assenza è invece lecito che ci siano individui (in minoranza) etnicamente diversi perché figli di gruppi contenuti che si sono spostati.


    Citazione Messaggio inviato da MadMaxHellfire Visualizza messaggio
    ti chiami ernesto o evaristo?
    Wat?

    Citazione Messaggio inviato da Feanor83 Visualizza messaggio

    E richiamandomi a quanto ho scritto sopra, è banalmente un problema di fonti il nostro: Sapkowski (l'unica fonte che conta per il mondo di TW) le persone di colore le ha relegate in una regione precisa. Per il resto si è immaginato un mondo culturalmente slavo, con influenze mitteluropee e poco poco nordeuropee se ci vogliamo allargare. E il suo mondo lo ha popolato di gente che assomiglia agli abitanti di quei posti.
    Nexflix, invece, ha deciso che il mondo di TW deve assomigliare agli Stati Uniti di oggi perché sì. O meglio, per fare contento il suo pubblico.

    Il fastidio che genera questa pratica non ha nulla a che vedere con le "razze" (che non esistono nel caso della specie umana) in sé. E' proprio l'atto di proiettare una cosa (l'America di oggi) su un'altra cosa (il mondo di Sapkowski) che infastidisce.
    Sì, ma qui si guarda il dito: la serie ha perso pressoché tutto dei legami con il folklore e questo a prescindere dal fatto che qualche comparsa sia nera. Come già detto, fossero anche stati tutti polacchi non sarebbe cambiato nulla.

    Oltretutto, si parlasse di Geralt nero sarei più che d'accordo, ma alla fine si parla di qualche comparsa che volente o nolente può essere discendente di zerrikaniani o chi per loro. Non è che in Europa, anche nel medioevo, ci fosse una uniformità etnica assoluta, soprattutto nelle zone più commerciali. Non c'erano neri ma per questioni geografiche, perché c'è il Sahara di mezzo, ma discendenti di turchi o arabi sì. Situazioni geografiche diverse portano a distribuzioni diverse.

    Citazione Messaggio inviato da Darkless Visualizza messaggio
    Io ricordo qualche ciuffo biondo cenere, o una tonalità diversa del biondo Lannister, ma sostanzialmente calvo o quasi.
    Vado a memoria, ma Tyrion mi pare avesse i capelli così biondi da essere quasi bianchi.

    Inviato dal mio Mi 9T utilizzando Tapatalk
    L'uomo è soltanto un errore di Dio? Oppure Dio è soltanto un errore dell'uomo?



  10. #78775
    Formica Elettrica L'avatar di falco_delle_tenebre
    Registrato il
    05-03-2006
    Messaggi
    1.423

    Citazioni
    0

    Predefinito

    Citazione Messaggio inviato da Uriziel90 Visualizza messaggio
    Beh, no: le condizioni naturali e geografiche non sono quelle del nostro medioevo e già solo questo consente di avere etnie diverse.
    L'hai deciso tu? Perché da quanto letto il modello d'ispirazione è chiarissimo, non sarà un caso se pure i CDP l'hanno interpretata così.

  11. #78776
    Spettro
    Registrato il
    13-03-2003
    Messaggi
    717

    Citazioni
    0

    Predefinito

    Cambiando punto di vista, abituare la società alla multi etnia anche mostrando storie in cui compaiono queste etnie, potrebbe essere un fattore positivo ben più importante della totale fedeltà ai romanzi? Per me lo è, non mi ha infastidito il casting ma più altre cose inerenti alla storia. Considerando poi che il politicamente corretto non è andato oltre e ci troviamo persone non bianche anche in ruoli negativi, come la cara Fringilla mostrata nella serie come una bastarda maga del sangue, direi che tutto il clamore da "quote nere" sia un poco esagerato.

  12. #78777
    Risolvo problemi L'avatar di -trattino
    Registrato il
    04-11-2011
    Residenza
    Shitaly
    Messaggi
    9.413

    Citazioni
    46

    Predefinito

    Citazione Messaggio inviato da PeaceMan Visualizza messaggio
    abituare la società alla multi etnia
    È proprio quello che da fastidio alla maggior parte di coloro che criticano il politicamente corretto: che un prodotto di intrattenimento (perché sono in primis i film e le serie TV più mainstream a implementarlo) si erga a educatore, presupponendo in maniera implicita di essere migliore dello spettatore zotico e criptorazzista.

    Più sceneggiatori e produttori si daranno al politicamente corretto, e più otterranno solo il risultato di esacerbare le fazioni (pro vs. contro).
    Ultima modifica di -trattino : 17-01-2020 alle ore 00.14.54

    « Frankly, I cannot conceive how any thoughtful man can really be happy. » --- H.P. Lovecraft

  13. #78778
    Spettro
    Registrato il
    13-03-2003
    Messaggi
    717

    Citazioni
    0

    Predefinito

    Ma scusa -trattino, da sempre le storie e racconti sono veicoli educativi popolari e viviamo in un paese ai piedi di salvini sotto l'influenza imperiale di trump, votati entrambi da persone che hanno bisogno come il pane di abituarsi a certe promiscuità. Anch'io vedo negativamente il politicamente corretto e vorrei davvero vivere in una società dove questo non sia necessario, gustandomi Bojack che spara a zero su queste cose. Però mio malgrado ho sentito essere più 'efficace' la D'urso sui temi lgbt rispetto film alla Milk che vengono visti da chi non ha certo bisogno di essere sensibilizzato su certe tematiche.

  14. #78779
    Spettro L'avatar di stronzolo
    Registrato il
    18-02-2012
    Messaggi
    8.246

    Citazioni
    35

    Predefinito

    Salvini non so ma parte del successo di Trump é proprio il fatto che gli americani sono ormai esasperati da sto mare di stronzi che si ergono a maestrini per insegnare a loro zotici ignoranti come si sta al mondo

  15. #78780
    Formica Elettrica L'avatar di falco_delle_tenebre
    Registrato il
    05-03-2006
    Messaggi
    1.423

    Citazioni
    0

    Predefinito

    Citazione Messaggio inviato da PeaceMan Visualizza messaggio
    Cambiando punto di vista, abituare la società alla multi etnia anche mostrando storie in cui compaiono queste etnie, potrebbe essere un fattore positivo ben più importante della totale fedeltà ai romanzi? Per me lo è, non mi ha infastidito il casting ma più altre cose inerenti alla storia. Considerando poi che il politicamente corretto non è andato oltre e ci troviamo persone non bianche anche in ruoli negativi, come la cara Fringilla mostrata nella serie come una bastarda maga del sangue, direi che tutto il clamore da "quote nere" sia un poco esagerato.
    Non trattare le etnie come minorati che poverini hanno bisogno delle quote forzate per farsi vedere per me sarebbe già un segno di rispetto. Questa cosa del multirazziale infilato a forza è una "paraculata bianca" goffa, presuntuosa e, in un certo senso, offensiva.
    Di contesti dove ha senso mostrare l'integrazione ce ne sono a bizzeffe, così come si potrebbe dare spazio ad una certa etnia andando a studiare e rappresentare il suo contesto culturale, anziché sbattere altrove attori di un certo colore senza che si portino dietro nulla di quanto dovrebbero rappresentare.

    Poi ecco, storpiare un'opera artistica, per quanto d'intrattenimento, per ergerla a educatore illuminato (seguendo logiche prettamente commerciali eh, Netflix lo fa per pura convenienza verso il suo target) è una cosa che mi fa abbastanza schifo.

Informazioni discussione

Users Browsing this Thread

Al momento 4 utenti stanno leggendo questo topic. (1 utenti registrati e 3 ospiti)

  1. Darkless

Bookmark

Regole di scrittura

  • Non puoi aprire nuove discussioni
  • Non puoi rispondere alle discussioni
  • Non puoi pubblicare allegati
  • Non puoi modificare i tuoi post
  •