PDA

Visualizza versione completa : Lo Stato Assente



kenciro36
05-10-2013, 11.24.10
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/410890/toffa-la-camorra-uccide-anche-senza-pistole.html


e le denunce fatte decadi fà.

E' sconvolgente questa regione (la Campania) ancor di più lo stato.

TheMax
05-10-2013, 11.42.53
Questo paese è senza speranza, il trattamento dei rifiuti è la sintesi perfetta del nostro modo di fare.
Tutto questo solo e soltanto per pagare di meno e sbrigarsi. Riciclaggio, trattamento dei rifiuti speciali, bonifiche, burocrazia, costi maggiori e lunghe pratiche,ma stiamo scherzando?? Sversi o bruci tutto e via.

La colpa è dello Stato ma anche dell'omertà a tutti i livelli, dalle istituzioni ai cittadini.

kenciro36
05-10-2013, 11.45.50
“Sembrava l'anticamera dell'inferno. Si immagini lei cosa significa vedere sette ettari di terreno invasi da rifiuti tossici fino a quattro metri di profondità”. Sergio Costa è comandante del Corpo forestale dello stato, e ieri a Caivano (Napoli), nel cuore della Terra dei fuochi, ha fatto una macabra scoperta: sotto i suoi occhi si sono materializzati sette ettari di rifiuti tossici, interrati fino a quattro metri di profondità. E sopra, rigogliosi crescevano i cavoli.

“I guanti protettivi si sono sciolti a contatto con gli scarti industriali”
Lo racconta a Fanpage.it con voce decisa ma ancora incredula: “Nel momento in cui l'escavatore ha tirato su dal sottosuolo un fusto, che conteneva scarti industriali, i guanti dei miei collaboratori si sono letteralmente sciolti nel tentativo di esplorare con le mani il bidone, che era danneggiato”. Era rotto, e vomitava “presumibilmente un misto tra solventi e colle di derivazione industriale altamente tossiche, dall'odore inconfondibile e molto forte”.
I collaboratori di Costa hanno accusato capogiri e nausea nonostante le mascherine protettive: la scoperta è stata inquietante ma serviranno ancora alcuni giorni per conoscere i dettagli di quanto è stato trovato. L'Arpac sta conducendo una caratterizzazione chimico-fisica dei rifiuti, utile anche a determinare l'origine degli scarti tossici, “per poterne poi seguire le tracce anche dal punto di vista investigativo”, chiarisce Costa. A un primo sguardo, pare non manchi nulla: solventi tossici e molto aggressivi, scarti industriali, scorie di fusioni di vetro e tantissimo amianto.

“Contaminata la falda che serve a irrigare la zona”
Cavoli e broccoli, dunque. Ma non solo: perché “la zona è tutta costellata di campi coltivati, per lo più orti – racconta il dirigente – Il fusto pervenuto era praticamente appoggiato alla falda acquifera, a quattro metri di profondità, con tutti i rischi che questo comporta”. Ma forse non è abbastanza chiaro, e allora Costa precisa: “La falda acquifera è quella dalla quale viene attinta l'acqua per le irrigazioni dei campi”. Poi ci sono anche i rifiuti tossici tombati probabilmente da diverso tempo, e “coperti con del terreno di riporto, di buona qualità, per la coltivazione”. Ma tant'è: le radici delle coltivazioni affondano proprio nei fusti tossici. Poco più in là, in questa immensa distesa, rifiuti più freschi e una zona “dove si stavano preparando a tombarli, siamo intervenuti poco prima”. Nei pozzi e terreni già sequestrati nelle scorse settimane, “abbiamo trovato solventi molto pericolosi, arsenico, manganese – rivela il comandante – Abbiamo stimato 200mila metri cubi di rifiuti tossici nella zona, e stiamo continuando gli scavi. Vediamo dove ci portano”.

“Ora monitoraggio di tutti i campi”
L'obiettivo, ora, è mappare i campi e i pozzi. Un lavoro di proporzioni enormi, viste le dimensioni del problema. Per questo, Costa lancia un appello “a tutte le autorità, affinché ci diano una mano. Perché da soli non si vince nessuna battaglia”.



continua su: http://www.fanpage.it/rifiuti-tossici-a-caivano-il-comandante-della-forestale-ho-visto-l-anticamera-dell-inferno/#ixzz2gq6lKIW9
http://www.fanpage.it

kenciro36
05-10-2013, 13.38.52
Morire a 26 anni, morire a 4 anni, morire un massa per il cancro, gli stessi clan che vivono respirando e mangiando quella terra. Ho scritto di questa tragedia anni ed anni addietro in questa sezione. La figura dello stakeholder, come si presenta alle aziende del nord, i vantaggi etc. Provo un disgusto totale verso la mia terra e lo stato.

MarcoLaBestia
05-10-2013, 23.35.10
LA CAMPANIA VIVE UN PROBLEMA DI SOVRAFFOLLAMENTO.


è come una favela gigante. Lo Stato non c'entra niente... se ci sono milionate di persone ammassate una sull'altra, è normale ke non si capisce più un cazzo. Per tenere il circondario di Napoli in ordine l'unico modo è la sospensione della democrazia come sotto il fascismo - soluzione ovviamente non adoperabile e quindi ce la teniamo così.

Giggio93
06-10-2013, 00.08.20
Ma queste cazzate dove le scovi?:asd:
Cioè son ragionate o come ti vengono le dici?:asd:

sharkone
06-10-2013, 00.14.31
Il sovraffolamento però nei campi non ci sta. Ci sta il delinquente che sotterra e lo stato che si gira dall'altra parte.

kenciro36
06-10-2013, 01.54.09
Io provo la mia massima stima verso Don Maurizio Patricello. Se solo lo stato si adoperasse la metà di quello fà ed ha fatto il prete in questione.


Ma giustamente noi pensiamo a queste cazzate, alla forma, al signor prefetto e non signora. lei si sentiva offesa poverina, mentre la camorra probabilmente non la offende.

hzAcfAm49Aw



Non metto alcune maiuscole non per distrazione.

MarcoLaBestia
06-10-2013, 11.27.09
Il sovraffolamento però nei campi non ci sta. Ci sta il delinquente che sotterra e lo stato che si gira dall'altra parte.
certamente.

Quei delinquenti vengono dalla macelleria sociale della periferia napoletana. Intendo dire ke il caos sociale causato dal sovraffollamento genera la malvagità e la misantropia ke contraddistingue i camorristi e i delinquentelli.


Questa è la genesi del crimine in qualsiasi società. Poi ovviamente il cancro si estende come una metastasi nel momento in cui questa gentaglia allarga il suo raggio d'azione ai territori limitrofi.

MarcoLaBestia
06-10-2013, 11.33.24
Ma queste cazzate dove le scovi?:asd:
Cioè son ragionate o come ti vengono le dici?:asd:

Giggio93, sei un inetto. :asd:

aleArt
06-10-2013, 12.38.17
In uno stato che ha permesso una discarica in un parco naturale (inviolata) e ne aveva approvata una (poi ritirata grazie ai comitati cittadini) a 500 mt da villa adriana (patrimonio unesco) sopra una falda acquifera dell acqua marcia, che ha permesso alla chimeco di inquinare liberamente e continua a dar via libera alle cementerie unicem, che non ha bonificato la zona di stacchini dove han sversato rifiuti chimici che vi aspettate? E sto parlando per esperienza diretta della sola zona guidonia-setteville-tivoli a pochi km da roma, purtroppo quello che succede a napoli succede in tutto il paese

MarcoLaBestia
06-10-2013, 13.11.53
A Napoli è molto peggio perkè quelle discarike da te citate saranno deprecabili, ma sono autorizzate e più o meno a norma. In Campania invece c'è un'orda di criminali ke prende la merda e la infila in qualsiasi orifizio del terreno... altro ke minaccia al patrimonio unesco, è una strage perpetua.

Alborosso
06-10-2013, 13.24.29
In uno stato che ha permesso una discarica in un parco naturale (inviolata) e ne aveva approvata una (poi ritirata grazie ai comitati cittadini) a 500 mt da villa adriana (patrimonio unesco) sopra una falda acquifera dell acqua marcia, che ha permesso alla chimeco di inquinare liberamente e continua a dar via libera alle cementerie unicem, che non ha bonificato la zona di stacchini dove han sversato rifiuti chimici che vi aspettate? E sto parlando per esperienza diretta della sola zona guidonia-setteville-tivoli a pochi km da roma, purtroppo quello che succede a napoli succede in tutto il paese

Il bello è che se fai notare il disastro ti danno del nimby e troglodita perchè non vuoi il progresso...

aleArt
06-10-2013, 14.36.52
Il bello è che se fai notare il disastro ti danno del nimby e troglodita perchè non vuoi il progresso...

O anche dello sfigato grillino in taluni casi:birra:

kaiser77
06-10-2013, 18.03.52
ho visto il video e ci sono rimasto veramente di merda.

quando poi ha nominato Acerra, mi è venuto un colpo.. i sughi pronti della grande distribuzione tipo conad e gruppo realco (sidis) vengono prodotti li!

a questo punto mi viene da dire che anche chi è fuori dalla campania, mangia la stessa merda (in misura minore, almeno spero) che si mangiano li!

andiamo bene..

slavic
06-10-2013, 18.39.16
Io provo la mia massima stima verso Don Maurizio Patricello. Se solo lo stato si adoperasse la metà di quello fà ed ha fatto il prete in questione.


Ma giustamente noi pensiamo a queste cazzate, alla forma, al signor prefetto e non signora. lei si sentiva offesa poverina, mentre la camorra probabilmente non la offende.

hzAcfAm49Aw



Non metto alcune maiuscole non per distrazione.

ma che cazzo di buffone quel perfettino dei mei stivali? :roll3:
si vede lontano un milio che ha le mani afondanti fino a gomiti in questa merda per la sua reazione nel precisare i nomignoli a cui sta aggrappato da mezzo secolo :tsk:
ce da prendere a calci in cullo anche tutti i resto che stavano li ziti a lasciare il vecchio di merda a smerdare cosi il parroco :|
specialmente quel carabiniere(e che era?) che stava li con una faccia "ma chi cazzo mi ha fato prendere le mazzette e adesso devo mettere la mia presenza qui dentro ad ascoltare queste cavolate"


ho visto il video e ci sono rimasto veramente di merda.

quando poi ha nominato Acerra, mi è venuto un colpo.. i sughi pronti della grande distribuzione tipo conad e gruppo realco (sidis) vengono prodotti li!

a questo punto mi viene da dire che anche chi è fuori dalla campania, mangia la stessa merda (in misura minore, almeno spero) che si mangiano li!

andiamo bene..

un grande problema è anche questo atteggiamento, sembra ce finché si ammazzano li va bene, ma se arriva a te non va piu bene, neanche una decente coerenza dentro lo stesso paese altro che fuori o d'altra parte del globo :roll3:

MarcoLaBestia
06-10-2013, 19.09.56
be' io sono disposto a fare il possibile per aiutare i napoletani, in primis per la cultura storica affine, però se non si aiutano innanzitutto da soli non c'è proprio niente da fare.


EDIT: e per aiutare intendo contribuire a risolvere il problema alla radice, non a prendermi un po' di effetti collaterali al posto loro.

kaiser77
06-10-2013, 22.22.38
un grande problema è anche questo atteggiamento, sembra ce finché si ammazzano li va bene, ma se arriva a te non va piu bene, neanche una decente coerenza dentro lo stesso paese altro che fuori o d'altra parte del globo :roll3:

scusa, qual'è l'atteggiamento che non va?

oltre a dire che dopo aver visto il video ci sono rimasto di MERDA, ho fatto notare un altro (probabile?) problema.

va bene che ho solo la terza media, ma non mi sembra di essermi espresso in malo modo

kitsunekun
06-10-2013, 23.39.33
Sì ma devono tirare fuori il nome dell'azienda che compra i pomodori da quel malavitoso, non ci si può permettere di censurare una cosa simile, è un crimine contro l'umanità...PUNTO. Ci sono rimasto davvero di merda, son senza parole e per me è abbastanza grave.

slavic
07-10-2013, 01.00.31
scusa, qual'è l'atteggiamento che non va?

oltre a dire che dopo aver visto il video ci sono rimasto di MERDA, ho fatto notare un altro (probabile?) problema.

va bene che ho solo la terza media, ma non mi sembra di essermi espresso in malo modo
hai solo specificato/sottolineato che la merda non se la mangiano solo quegli "la" ma anche "qua" quindi indignatevi di piu gente!!!!
:azz:

TheLeo
07-10-2013, 04.46.51
Sì ma devono tirare fuori il nome dell'azienda che compra i pomodori da quel malavitoso, non ci si può permettere di censurare una cosa simile, è un crimine contro l'umanità...PUNTO. Ci sono rimasto davvero di merda, son senza parole e per me è abbastanza grave.
So come ti senti, nemmeno io voglio mangiare quella merda, però il programma rischierebbe grosso a fare nomi del genere, loro fanno una denuncia sociale, ma spetterebbe alla polizia accoglierla insieme alle testimonianze e avviare un'indagine.Se quest'ultima avesse un reale riscontro tranquillo che il nome viene rivelato e la compagnia tracolla...
Alcune Iene, come la Toffa, sono cazzutissime e mettono impegno nel loro mestiere, ma il programma in sè è pur sempre molto limitato, non mi stupisce che preferisca tutelarsi...fare nomi nella tv nazionale rappresenta un'accusa grave e diffamatoria, e contro le multinazionali non te la cavi senza uno straccio di prova tranne il contadino che l'ha detto vagamente di sfuggita.

TheLeo
07-10-2013, 04.59.08
Cmq avevo già visto entrambi i video...scioccante quello della iene, l'altro mi aveva solo suscitato disprezzo per l'arroganza del prefetto.
Ma sapere a cosa si riferiva precisamente il parroco nel'udienza allo stato fà assumere un tono completamente diverso al video.
Un uomo che rivolge un disperato appello con umiltà, viene degradato e umiliato dall'arroganza di chi dovrebbe tutelare i cittadini...ma invece preferisce attaccarsi a stupide convenzioni sociali piuttosto che aprire gli occhi dinanzi alla sofferenza che c'è fuori.

Schianta
07-10-2013, 08.33.24
ho visto il video e ci sono rimasto veramente di merda.

quando poi ha nominato Acerra, mi è venuto un colpo.. i sughi pronti della grande distribuzione tipo conad e gruppo realco (sidis) vengono prodotti li!

a questo punto mi viene da dire che anche chi è fuori dalla campania, mangia la stessa merda (in misura minore, almeno spero) che si mangiano li!

andiamo bene..

Ad Acerra ci sono le industrie di trasformazione del pomodoro, la produzione viene fatta per la stragrande maggioranza fuori regione, il problema maggiore non è certo quello che arriva alla grande distribuzione (dove ogni fornitura viene sottoposta a controlli piuttosto rigidi),piuttosto quando gli ortaggi arrivano nei mercati generali o nei mercatini rionali, dove i controlli sono pressoché assenti.

Thor
07-10-2013, 11.01.26
Io rimango sempre della mia idea, finche' non ci saranno pene adeguate che vengano applicate totalmente, ci sara' sempre questa schifezza. Questi andrebbero condannati per strage o crimini contro l'umanita', da chi affida i rifiuti alla camorra a chi ne dispone l'interramento, il rogo, e soprattutto ci mette sopra le coltivazioni.
Per questa gente ci vorrebbe la pena di morte, e prima di venire assalito come al solito dai benpensanti, aggiungo un pensiero: pensate a quanta gente e' morta o e' in cura per malattie derivate da esposizione diretta o indiretta da quella merda. Negli USA ti mandano a morte per un singolo omicidio, se particolarmente efferato, questi ne hanno ammazzati a centinaia, sono da condannare al pari di un Assad qualsiasi

Elrond
07-10-2013, 11.28.59
hai solo specificato/sottolineato che la merda non se la mangiano solo quegli "la" ma anche "qua" quindi indignatevi di piu gente!!!!
:azz:
Credo che l'osservazione che non la mangino solo 'loro' là sia correlata alla constatazione che quindi possa mangiarla anche io qui.
Non aumenta l'indignazione, ma sicuramente aumenta la preoccupazione.
La preoccupazione per sé mi sembra del tutto legittima.

aplo
07-10-2013, 12.02.00
Il punto come dice Thor67 è che il segno è stato passato e da un bel pezzo, qui tocca instituire un tribunale come a Norimberga e cominciare a passare questi parassiti per le armi.
E a chi rompe i coglioni con i diritti umani dico che per appellarsi a certi diritti Umani bisogna prima esserlo, queste so bestie e non meritano altra fine.

Cya

slavic
07-10-2013, 12.25.10
Ad Acerra ci sono le industrie di trasformazione del pomodoro, la produzione viene fatta per la stragrande maggioranza fuori regione, il problema maggiore non è certo quello che arriva alla grande distribuzione (dove ogni fornitura viene sottoposta a controlli piuttosto rigidi),piuttosto quando gli ortaggi arrivano nei mercati generali o nei mercatini rionali, dove i controlli sono pressoché assenti.
il problema maggiore è che la gente butano rifiuti dove cazzo li pare...

Negli USA ti mandano a morte per un singolo omicidio, se particolarmente efferato, questi ne hanno ammazzati a centinaia, sono da condannare al pari di un Assad qualsiasi
sempre negli USA le corporazione colpevole di disastri ben peggiori di un omicidio continua a causare la morte di tanti anche dopo lo scandalo di massacro del umanità...


Credo che l'osservazione che non la mangino solo 'loro' là sia correlata alla constatazione che quindi possa mangiarla anche io qui.
Non aumenta l'indignazione, ma sicuramente aumenta la preoccupazione.
La preoccupazione per sé mi sembra del tutto legittima.
sempre la stessa cosa
come se non fosse gia abbastanza "preoccupante" che la gente "la" causa la morte di tante persone...come se una non bastasse, e come se a meno che non sia vicino a "te" non frega a nessuno

si chiama sempre ipocrisia quando metti il punto solo quando succede vicino a te :tsk:

MarcoLaBestia
07-10-2013, 13.37.01
pena di morte? poti il ramo, ricresce...

slavic
07-10-2013, 14.14.32
beh se mandi a patibolo solo il più sfigato o solo il piu colpevole sempre sbagliato è :asd:
"sempre considerato la teoria del "Punisci uno per educare tanti" una gran cagata :azz:

prendi tutti e a tutti dai la loro giusta punizione :sisi:
e la morte serve con certe merde :teach:

Thor
07-10-2013, 14.58.33
pena di morte? poti il ramo, ricresce...

tagli tutto l'albero e non ricresce piu' niente....

Thor
07-10-2013, 15.05.54
sempre negli USA le corporazione colpevole di disastri ben peggiori di un omicidio continua a causare la morte di tanti anche dopo lo scandalo di massacro del umanità...

E' vero, dovrebbero incularseli a sangue pure loro. La cosa piu' grave a mio modo di vedere non e' tanto il sotterramento di 4 ettari di campagna, quanto il fatto che sopra ci abbiano fatto le colture, dovrebbero dargli l'ergastolo per il riciclo dei rifiuti nocivi e la pena di morte per le colture.

MarcoLaBestia
07-10-2013, 15.12.35
tagli tutto l'albero e non ricresce piu' niente....

Ok, stermina tutta la popolazione

slavic
07-10-2013, 15.18.03
si tutti quelle merde marco :sisi:
sempre meglio iniziare da 0 che costruire sopra altra merda

cmq per tornare seri...
"ah tu hai chiuso sollo un occhio e non due?" vabeh dai ok...dammi la tua mano..che ti taglio sollo quella..."
:|


E' vero, dovrebbero incularseli a sangue pure loro. La cosa piu' grave a mio modo di vedere non e' tanto il sotterramento di 4 ettari di campagna, quanto il fatto che sopra ci abbiano fatto le colture, dovrebbero dargli l'ergastolo per il riciclo dei rifiuti nocivi e la pena di morte per le colture.

beh va a vedere se quegli che hanno buttato la roba tossica li sono in combutta con quelli che sono responsabili di controllare che il terreno sia buono prima di darlo per un certo uso
che forse lo hanno controllato 5 anni fa, e per burocrazia(del cazzo) quei controlli bastano per 50 anni avanti

pero si a tutti dare la loro punizione che si meritano :teach:
e se ci metti tropo tempo a decidere che punizione serve un calcio in culo anche a quegli :teach:

kitsunekun
07-10-2013, 17.05.58
Sulle confezioni cirio che abbiamo in casa c'è scritto che i pomodori arrivano da Sarno... porca troia :|

Elrond
07-10-2013, 17.18.11
si chiama sempre ipocrisia quando metti il punto solo quando succede vicino a te :tsk:
Ripeto, non è quello che succede 'vicino a me', bensì quello che succede a me. La qual cosa non si chiama ipocrisia, ma egoismo.
Un normale, normalissimo egoismo. Obiettivamente a me interessa meno del fatto che quei prodotti li mangino altri, rispetto all'eventualità che li mangi io. Come a te probabilmente interessa meno dei bambini africani che di quanti soldi hai nel portafoglio. E' normale, normalissimo.

slavic
07-10-2013, 17.50.22
a che giochi con i nomignoli come fa il prefeto per (non)dire quello che è? :asd:

kenciro36
07-10-2013, 18.54.14
Sì ma devono tirare fuori il nome dell'azienda che compra i pomodori da quel malavitoso, non ci si può permettere di censurare una cosa simile, è un crimine contro l'umanità...PUNTO. Ci sono rimasto davvero di merda, son senza parole e per me è abbastanza grave.

Esattamente, fuori i nomi altrimenti è un servizio al pubblico monco.

Ma ovviamente la privacy etc non possono essere violate. Le iene lancia la denuncia (ma Saviano oltre 4 anni fà non l'aveva già fatto?) tocca allo Stato attivarsi.

Aspetta e spera.

Brus
07-10-2013, 19.10.10
Tralasciando il fatto che vorrei vederli morire nel peggiore dei modi (contadini che vendono, mafiosi che inzeppano il terreno di merda e il prefetto con le mani in pasta), cosa si può realmente fare? Più che dirlo alle autorità, stato, tv, ecc, l'unica soluzione cosa rimane? Farsi giustizia da soli?

Ci si sente davvero dei cazzo di burattini che non possono manco togliere il filo che hanno al collo come un cappio :( Siamo qui a "sperare" che le merde velenose non capitino a noi, o che facciano effetto il più tardi possibile. Ma obama, invece che andare ad aiutare gli altri paesi guerrafondai del cazzo, non può mandar qui qualche squadra a far piazza pulita di questo tumore? Scovano i peggio terroristi, cosa ci vorrà prendere delle capre ignoranti analfabete che si nascondono nei loro bunkerini in casa?

Che tristezza

Ape_Africanizzata
07-10-2013, 19.36.50
Tralasciando il fatto che vorrei vederli morire nel peggiore dei modi (contadini che vendono, mafiosi che inzeppano il terreno di merda e il prefetto con le mani in pasta), cosa si può realmente fare? Più che dirlo alle autorità, stato, tv, ecc, l'unica soluzione cosa rimane? Farsi giustizia da soli?

Ci si sente davvero dei cazzo di burattini che non possono manco togliere il filo che hanno al collo come un cappio :( Siamo qui a "sperare" che le merde velenose non capitino a noi, o che facciano effetto il più tardi possibile. Ma obama, invece che andare ad aiutare gli altri paesi guerrafondai del cazzo, non può mandar qui qualche squadra a far piazza pulita di questo tumore? Scovano i peggio terroristi, cosa ci vorrà prendere delle capre ignoranti analfabete che si nascondono nei loro bunkerini in casa?

Che tristezza

La soluzione ha due parole due: carri armati

Brus
07-10-2013, 19.39.25
La soluzione ha due parole due: carri armati

Ma io ci metterei la firma senza nemmeno pensarci. Ci metterei pure 5000€. (e visto che li metto di tasca mia/nostra, nel prezzo, voglio anche che facciano saltare il culo ai politici dimmerda).
Raggranelliamo un po' di soldi e assoldiamo degli squadroni della morte

Jimmy Woodman
07-10-2013, 21.50.46
Ok, stermina tutta la popolazione
D_MFmN1vksU

kenciro36
07-10-2013, 23.18.14
Ci vorrebbe un colpo di stato. Bisognerebbe avere una liquidità tale da poter comprare/corrompere qualsiasi forza militare e di polizia dello stato.

Ghostkonrad
07-10-2013, 23.33.53
Andate a chiedere al napoletano medio quanto gliene frega. Avrete la risposta all'arcano.
Perchè aiutare qualcuno che non crede di avere alcun problema? E ve lo dice uno che è napoletano per metà...
E per quel che riguarda la metà napoletana della mia famiglia, vi assicuro che è formata dalle persone più bislacche e prive di giudizio che mi sia mai capitato d'incontrare.

kitsunekun
08-10-2013, 01.14.45
Andate a chiedere al napoletano medio quanto gliene frega. Avrete la risposta all'arcano.
Perchè aiutare qualcuno che non crede di avere alcun problema? E ve lo dice uno che è napoletano per metà...
E per quel che riguarda la metà napoletana della mia famiglia, vi assicuro che è formata dalle persone più bislacche e prive di giudizio che mi sia mai capitato d'incontrare.

Ma guarda che il problema non è solo dei napoletani, la merda che coltivano lì arriva in tutto il mondo, in Giappone ci sono sia i pelati cirio che i fagioli e ceci... E sulla scatola come luogo di provenienza c'è Sarno e altri posti lì vicino. Figurati in Italia, isole comprese. :asd:

MarcoLaBestia
08-10-2013, 20.10.40
veramente in Italia vendiamo all'estero quello ke produciamo e mangiamo roba importata da Spagna e altri, visto ke i prodotti fatti là costano la metà. Quindi paradossalmente, la merda se la beccano all'estero. Questo sì ke è Made in Italy. :asd:


cmq non capite veramente un benamato cazzo.

Sbandierate la violenza come soluzione alla..... violenza! Forse non sapete ke i "napoletesi" (per distinguerli dai Napoletani di valore storico, gente d'oro) si ammazzano notte e dì per il traffico di droga. Un ragazzino di 15 anni guadagna 5.000€ al mese per spacciare/sparare agli spacciatori rivali. Questa è la periferia napoletese. Sai ke gli frega di diplomarsi. Sai ke gran problema se a pranzo si mangia del pane cotto con del legno verniciato proveniente da bare sfossate... tanto nel pomeriggio lo impallinano.


Merde!!!! Ammazziamoli tutti!

Se voi aveste di fronte un napoletese di periferia di quelli cattivi, vi uscirebbe la cacarella dalle orekkie a getto, tipo idrante.


Se credete di eliminare questa gente cattiva con la violenza, siete fuori strada, a meno ke come ho detto in precedenza non ci si trovi sotto il fascismo - e anke in quel caso, ho i miei dubbi ke sarebbero colpiti davvero i malvagi, visto ke probabilmente sarebbero essi stessi a far parte delle squadracce.... ma non nego ke questo possa essere un modo per "incanalarli" e rimuovere a poco a poco la malvagità mandando i figli a scuola nel frattempo.


Il problema va eliminato riportando ordine nella vita di questa gente ke campa come nei quartieri narcos colombiani. Dobbiamo dargliela una vita, non togliergliela. Altrimenti fate come i pingoni americani ke si tappano culo, occhi e orecchie e dicono "fregancazzo a me, io devo massimizzare la mia utilità" e poi si ritrovano Los Angeles zona di guerra tra bande. Anke i criminali stanno massimizzando la loro utilità fregandosene di farvi danni, tanto non hanno nulla da perdere, visto ke tra l'altro sono abituati a vedere gli altri voltarsi di spalle.

Cmq a mio avviso per riportare ordine a Napoli bisogna innanzitutto ridurre la densità abitativa perkè così com'è ora non si capisce un cazzo e qualsiasi beneficio marginale di una politica sociale verrebbe ampiamente cannibalizzato dalla massa. come già accade.

slavic
08-10-2013, 21.37.30
porti ordine li dove vuoi salvare qualcosa
altrimenti si va di nuculare :sisi:


e cmq il mio punto era un altro. educhi un cazzo, punisci tutti quelli che se lo meritano e fine de giochetti del cazzo
e no non tutti sono colpevoli e non tutti in uguale misura, ma a tutti serve una punizione, e non cagate alla "Punisci uno per educare tanti" :|

Brus
08-10-2013, 22.11.25
veramente in Italia vendiamo all'estero quello ke produciamo e mangiamo roba importata da Spagna e altri, visto ke i prodotti fatti là costano la metà. Quindi paradossalmente, la merda se la beccano all'estero. Questo sì ke è Made in Italy. :asd:


Può andare anche nello spazio dagli alieni..il punto è che se coltivi roba tossica e te la vendi pure, sapendolo, sei un figlio di puttana, punto.



cmq non capite veramente un benamato cazzo.

Sbandierate la violenza come soluzione alla..... violenza! Forse non sapete ke i "napoletesi" (per distinguerli dai Napoletani di valore storico, gente d'oro) si ammazzano notte e dì per il traffico di droga. Un ragazzino di 15 anni guadagna 5.000€ al mese per spacciare/sparare agli spacciatori rivali. Questa è la periferia napoletese. Sai ke gli frega di diplomarsi. Sai ke gran problema se a pranzo si mangia del pane cotto con del legno verniciato proveniente da bare sfossate... tanto nel pomeriggio lo impallinano.


Merde!!!! Ammazziamoli tutti!

Tu invece hai capito tutto, vero? Vai a dir loro "guardate, vi do un posto fisso per mille euro/mese se mettete la testa a posto e smettete di trafficare"..ti impallinano senza nemmeno pensarci due volte. Anche perchè, cazzo, non è che sono io che devo venire a dirti non ammazzare la gente ma di trovarti un lavoro..non è che tutto il resto del mondo era un pullulare di criminali ed adamo è andato in giro a dir di trovare lavoro e comportarsi bene. I quartieracci, le zone malfamate, ecc esistono perchè esiste gente di merda che non gliene fotte un cazzo di vivere normalmente. Non lo fanno nemmeno per sopravvivenza, lo fanno per avidità...hanno già ville megagalattiche, immobili ecc..che cazzo continui a spacciare, imboscare rifiuti, ammazzare ecc...piuttosto vai e ti rubi il cibo, non ti accumuli milioni di euro, per di più sulla salute della gente (e dell'ambiente)



Se voi aveste di fronte un napoletese di periferia di quelli cattivi, vi uscirebbe la cacarella dalle orekkie a getto, tipo idrante.

Come ne vai fiero...e cmq mai detto il contrario.



Se credete di eliminare questa gente cattiva con la violenza, siete fuori strada, a meno ke come ho detto in precedenza non ci si trovi sotto il fascismo - e anke in quel caso, ho i miei dubbi ke sarebbero colpiti davvero i malvagi, visto ke probabilmente sarebbero essi stessi a far parte delle squadracce.... ma non nego ke questo possa essere un modo per "incanalarli" e rimuovere a poco a poco la malvagità mandando i figli a scuola nel frattempo.


Il problema va eliminato riportando ordine nella vita di questa gente ke campa come nei quartieri narcos colombiani. Dobbiamo dargliela una vita, non togliergliela. Altrimenti fate come i pingoni americani ke si tappano culo, occhi e orecchie e dicono "fregancazzo a me, io devo massimizzare la mia utilità" e poi si ritrovano Los Angeles zona di guerra tra bande. Anke i criminali stanno massimizzando la loro utilità fregandosene di farvi danni, tanto non hanno nulla da perdere, visto ke tra l'altro sono abituati a vedere gli altri voltarsi di spalle.

Cmq a mio avviso per riportare ordine a Napoli bisogna innanzitutto ridurre la densità abitativa perkè così com'è ora non si capisce un cazzo e qualsiasi beneficio marginale di una politica sociale verrebbe ampiamente cannibalizzato dalla massa. come già accade.

Non centra un cazzo la densità e quello e questo...la maggior parte sono incivili, non continuiamo a fare i perbenisti del cazzo. La stragrande maggioranza sono degli ignoranti arroganti incivili di merda. Fossero così a tokyo, sarebbero già sprofondati nell'acqua. Vogliamo parlare dei vari ponti, ospedali, strade iniziati e mai finiti perchè si son ciucciati i soldi? In quale città una persona viene ammazzata di giorno, davanti a tutti e la gente scavalca il corpo come se nulla fosse successo? Diverse persone di palermo napoli e varie che conosco, mi confermano che napoli fa schifo perchè c'è gente di merda e incivile. Si vergognano della loro città e non ci vivrebbero mai. Che cazzo di vita vuoi ridare a mafiosi che fanno strozzinaggio, omicidi e così via? Te lo vuoi portare in casa tu e provare ad educare?

BattleByzan53
09-10-2013, 00.10.42
La situazione della campania è alquanto complessa e merita un'analisi molto profonda. Partendo dal problemi dei rifiuti, in primis la nostra regione non ha i mezzi per smaltire adeguatamente una quantità enorme di monnezza, in quanto possediamo un solo inceneritore, funzionante da poco ed in costruzione per 20 anni, nessun centro di ocmpostaggio, due o tre cdr ed un'infinità di discariche non a norma, anche se aperte e gestite direttamente dallo stato. Non appena si blocca il flusso dell'immondizia verso le altre regioni l'intero sistema va in tilt e scoppia la crisi. Viene da se che su questa crisi ci mangia tutto un ecosistema, dal politico all'imprenditore e ciò rende la situazione alquanto difficile da risolvere. Per quanto concerne i rifiuti interrati, beh qui entriamo nel territorio della camorra casalese, quella secondo la quale Caserta, Napoli ed il basso Lazio fanno parte della provincia di Casal di Principe. La camorra casalese ha preso potere dopo il terremoto dell'80 infiltrandosi nelle istituzioni ed aggredendo tutti i settori della pubblica amminsitrazione, col beneplacito delle amministrazioni dell'epoca, che la sfruttarono, facendolo ancora oggi, come enorme forza per spostare voti, creare consenso, un patto di aiuto reciproco per garantire la sopravvivenza di entrambe le caste. Lo stato da 30 anni vi è alleato ed è sopreprendete quando si sente che è stato arrestato un altro latitante a pochi passi da casa sua o in pieno Agro Aversano, ovvero nell'epicentro della malavita campana...I boss non scappano, restano li, semplicemente ogni tanto si decide di compromettere uella persona che ormai è ritenuta innocua per la sopravvivenza del clan. Le istituzioni? Beh la camorra pagava e manteneva caserme di Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia, faceva regali, pagava bollette, le finanziava insomma, in modo da tenersele a bada e per stare anora pià sicura faceva infiltrare uomini delle organizzazioni all'interno delle forze dell'ordine e spesso quegli uomini hanno scalato i vertici, ricoprendo incarichi importanti e vitali.
LA camorra dei colletti bianchi è ormai metastasizzata nell'intero sistema Italia, ha potere economico dovunque dal profondo sud a Bolzano e tutto ciò sempre con il beneplacito delle amministrazioni. Per risolvere il problema occorre pulire la classe dirigente attuale, una volta spezzati i legami tra politica e camorra, quest'ultima, lentamente, perderà gli agganci economici, i vari clan si massacreranno tra di loro per mantenere il controllo di quel poco potere che resta e con l'intervento mirato delle forze dell'ordine, volto a colpire le strutture produttive della malavita, beh potremmo finalmente respirare aria pulita...si come no! E' un sogno, perchè finchè il problema verrà trattato con distacco, come se noi camapni fossimo tutti accattoni, strafottenti, come se fosse nella nostra natura essere cosi, beh buonanotte...LA cosa buffa è che praticamente tutti coloro che mangiano prodotti provenienti dalla campania, quindi sughi, pasta, formaggi, sia essi di marca che "artigianali", si stanno lentamente avvelenando, sia che essi siano meridionali rozzi e ignoranti o raffinati nordici. Questa situazione ha un qualche cosa di grottesco, per la serie non ci bastava essere uccisi culturalmente ed economicamente, oggi ormai lo si fa anche fisicamente, con un aumento dei tumori spaventoso e come sempre niente si muove, tutto resta fermo

BattleByzan53
09-10-2013, 00.14.08
Ah già, l'inciviltà arriva dove non c'è lo stato, è inutile continuare a trattare il problema come una natura intrinseca del campano...questo è il tipico comportamento di quello che fa finta di essere ragionevole...

BattleByzan53
09-10-2013, 00.30.10
PS, per la serie che siamo un popolo di omertosi o che è complesso fare ricerche nell'ambito dei rifiuti tossici interrati:asd:
http://img20.imageshack.us/img20/953/qntp.png
Vi piace quel laghetto? è vicino ad un'ansa del volturno, proprio adatto a fare pesca sportiva o a passarci una domenica mattina per farci una scampagnata:P Ma un attimo, quel laghetto fino a 20 anni fa non ci stava °o° Beh è nato come cava abusiva, poi mentre si scavava fu sfondata la falda acquifera e l'invaso cominciò a riermpirsi d'acqua infine con una piena del fiume si riempi del tutto. Cosa ce ne facciamo di un lago? Eh beh, fantasia delle fantasie ci scarichiamo dentro fusti di scarti industriali e cosa alquanto felice, anche scorie radioattive. La cosa bella è che i camion passavano di notte e di giorno e addirittura fu messo un cartello per segnalare lavori in corso:asd: furono fatte segnalazioni ma nulla, ultimamente siamo scesi in piazza, abbiamo fatto manifestazioni ma nulla di nulla di nulla.

Altro terreno con alta probabilità di presenza di rifiuti interrati, da notare la vicinanze delle case :asd: anche qui richieste di analisi ma nessuno risponde!!! Ah come sono rozzi, incivili e distaccati questi campani, lo dico io che sono 100% made in Campania :roll3:

http://img24.imageshack.us/img24/7064/so3l.png

Brus
09-10-2013, 00.46.57
Ah già, l'inciviltà arriva dove non c'è lo stato, è inutile continuare a trattare il problema come una natura intrinseca del campano...questo è il tipico comportamento di quello che fa finta di essere ragionevole...

In tutta italia c'è lo stato, solamente che al sud, come dici tu, è stato "conquistato" dalla mafia molto più che al nord. Non è questione di non aver inceneritori o che (quando li voglion fare, vengono boicottati, cmq), i rifiuti si possono smaltire portandoli da altre parti, solo che probabilmente costerà di più, e quindi si fa prima a inzuppare il sottosuolo

BattleByzan53
09-10-2013, 00.55.36
In tutta italia c'è lo stato, solamente che al sud, come dici tu, è stato "conquistato" dalla mafia molto più che al nord. Non è questione di non aver inceneritori o che (quando li voglion fare, vengono boicottati, cmq), i rifiuti si possono smaltire portandoli da altre parti, solo che probabilmente costerà di più, e quindi si fa prima a inzuppare il sottosuolo

i rifiuti campani non vengono interrati. Si interrano rifiuti industriali di imprese settentrionali o scorie radioattive dei vecchi impianti. La mafia ha conquistato il posto dove doveva andarci lo stato...LA gente non vuole gli inceneritori semplicemente perchè fa il semplice ragionamento che già siamo rovinati per colpa della merda che sta sotto terra, dobbiamo incrementar eulteriormente con quella che verrà prodotta dagli impianti? Se tutto funziona i problemi non ci sono ma visto che siamo in un contesto del genere, non oso immaginare cosa ci butterebbero dentro un inceneritore o gassificatore e parlo da favorevole a certi strumenti

Brus
09-10-2013, 10.22.54
i rifiuti campani non vengono interrati. Si interrano rifiuti industriali di imprese settentrionali o scorie radioattive dei vecchi impianti. La mafia ha conquistato il posto dove doveva andarci lo stato...LA gente non vuole gli inceneritori semplicemente perchè fa il semplice ragionamento che già siamo rovinati per colpa della merda che sta sotto terra, dobbiamo incrementar eulteriormente con quella che verrà prodotta dagli impianti? Se tutto funziona i problemi non ci sono ma visto che siamo in un contesto del genere, non oso immaginare cosa ci butterebbero dentro un inceneritore o gassificatore e parlo da favorevole a certi strumenti

Può essere che le imprese settentrionali pensano di smaltire in modo corretto quei rifiuti e invece vanno a finire in finte imprese di smaltimento? Sicuramente è così e sicuramente ci sono i figli di troia che sanno che non vengono smaltiti correttamente, ma per risparmiare lo fanno lo stesso. Se la gente continua a fare sto ragionamento, ci sarà sempre uno smaltimento ancor peggiore dei rifiuti..almeno inceneritori & co un minimo di filtri li hanno...non è certo come nasconderli sottoterra. Anche qui al nord abbiamo le discariche e gli inceneritori, non ti credere eh...di certo non siamo contenti, ma sicuramente meglio che avere rifiuti infognati nel terreno o per strada

BattleByzan53
09-10-2013, 12.05.11
sicuramente, però ti ripeto che i rifiuti interrati non sono quelli urbani. Con quelli si guadagna tramite lo smaltimento in altre regioni, fatto tramite appalti ed appaltini...i rifiuti interrati sono nel 95% dei casi scarti industriali, terre di spazzamento, scorie di varia natura, amianto e cosi via e nel 90% dei casi vengono da aziende settentrionali. Ora è probabile che le aziende non sappiano nulla come è probabile che lo sappiano, il discorso ha una problema a monte enorme, ovvero chi permette tutto ciò, dove sta? E' possibile che se in un negozio di alimentari ho una confezione di yogurt scaduta, tirano giù la saracinesca e addio mentre qui avvelenano un intero territorio e nessuno dice nulla? In questi business la politica ci mangia e gente come cosentino o bassolino sono l'esempio lampante...eppure questi due tizi sono liberi e nel secondo caso, beh è stato pure assolto... :asd:

BattleByzan53
09-10-2013, 12.07.01
http://www.ilmattino.it/MsgrNews/MED/20130926_z4_copy.jpg
ciò non significa che sia colpa del settentrionale cattivo che sfrutta il povero meridionale...E' solo perfar capirela natura dei rifiuti interrati, che ripeto non sono l'immondia giornaliera

aleArt
09-10-2013, 12.30.20
Le imprese sanno o fanno finta di non sapere dove vanno a finire quei rifiuti che fanno smaltire ad aziende che poi li interrano, avendo una ditta antincendio posso dire per esperienza personale che lo smaltimento degli estintori, polvere schiuma e co2 ha un costo di circa 2€ al kg, in giro ci sono aziende che lo fanno a 49 centesimi al kg di media fino a scendere a 29 centesimi, anche un idiota capisce che lo smaltimento non lo fanno e così funziona anche per tutti gli altri tipi di rifiuti, il problema principale è il costo e le aziende non vogliono spendere per fare lo smaltimento regolare, ora è in avvio il Sistri per la tracciabilità dei rifiuti, vediamo come verrà attuato...

FALLEN_ANGEL_664
09-10-2013, 19.51.55
Piccola parentesi: la sabbia degli estintori è un rifiuto speciale? Può essere tossica? In che modo? No perchè durante un estate ho lavorato per un paio di mesi in una ditta di sistemi antincendio e ne ho svuotati un bel pò in barili.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

aleArt
09-10-2013, 20.28.59
Nell estintore non c'è sabbia ma polvere estinguente chimica, non è tossica per l uomo (ovviamente non va ingerita) ma è un pò fastidiosa e si è un rifiuto speciale e va stoccato di conseguenza

MarcoLaBestia
09-10-2013, 21.09.01
Tu invece hai capito tutto, vero? Vai a dir loro "guardate, vi do un posto fisso per mille euro/mese se mettete la testa a posto e smettete di trafficare"..ti impallinano senza nemmeno pensarci due volte.Non penso proprio, visto ke proprio nel territorio napoletese c'è un'isola felice ke si kiama Pomigliano D'Arco, dove i NAPOLETANI vanno a lavorare come operai invece di darsi alla mala.



Anche perchè, cazzo, non è che sono io che devo venire a dirti non ammazzare la gente ma di trovarti un lavoro..non è che tutto il resto del mondo era un pullulare di criminali ed adamo è andato in giro a dir di trovare lavoro e comportarsi bene.Weber a te ti fa una pippa! Vai di muro contro muro e vediamo ki vince... azz, mi sa ke stanno già vincendo loro.


I quartieracci, le zone malfamate, ecc esistono perchè esiste gente di merda che non gliene fotte un cazzo di vivere normalmente. Non lo fanno nemmeno per sopravvivenza, lo fanno per avidità...hanno già ville megagalattiche, immobili ecc..che cazzo continui a spacciare, imboscare rifiuti, ammazzare ecc...piuttosto vai e ti rubi il cibo, non ti accumuli milioni di euro, per di più sulla salute della gente (e dell'ambiente)stai mescolando all'impazzata. Io ti sto parlando degli sfigati di Secondigliano ke si drogano all'ultimo piano delle vele (http://cdn.c.photoshelter.com/img-get/I0000vsAES3yyie0/s/750/750/RUA2006001-0004.jpg), non dei colletti bianki di Ottaviano. Carissimo, i boss coi villoni di cui parli stanno nei quartieri riccastri non nella periferia, dove la malvagità prospera.



Come ne vai fiero...e cmq mai detto il contrario.Fiero? Il senso di quello ke ho scritto è ke fate tanto gli americani stile "decolliamo e nuclearizziamo" quando invece vi caghereste nelle mutande, ma cosa dico, nelle scarpe e nei capelli al primo scontro a fuoco.




Non centra un cazzo la densità e quello e questo...la maggior parte sono incivili, non continuiamo a fare i perbenisti del cazzo. La stragrande maggioranza sono degli ignoranti arroganti incivili di merda. Fossero così a tokyo, sarebbero già sprofondati nell'acqua. Vogliamo parlare dei vari ponti, ospedali, strade iniziati e mai finiti perchè si son ciucciati i soldi? In quale città una persona viene ammazzata di giorno, davanti a tutti e la gente scavalca il corpo come se nulla fosse successo? Diverse persone di palermo napoli e varie che conosco, mi confermano che napoli fa schifo perchè c'è gente di merda e incivile. Si vergognano della loro città e non ci vivrebbero mai. Che cazzo di vita vuoi ridare a mafiosi che fanno strozzinaggio, omicidi e così via? Te lo vuoi portare in casa tu e provare ad educare?


Ke analisi profonda....... immagino ke i napoletesi malvagi si comportino così per motivi di "dna".......... vero?

Brus
09-10-2013, 22.36.34
Non penso proprio, visto ke proprio nel territorio napoletese c'è un'isola felice ke si kiama Pomigliano D'Arco, dove i NAPOLETANI vanno a lavorare come operai invece di darsi alla mala.


Ci mancherebbe solo che il 100% della popolazione fosse gentaglia...





stai mescolando all'impazzata. Io ti sto parlando degli sfigati di Secondigliano ke si drogano all'ultimo piano delle vele (http://cdn.c.photoshelter.com/img-get/I0000vsAES3yyie0/s/750/750/RUA2006001-0004.jpg), non dei colletti bianki di Ottaviano. Carissimo, i boss coi villoni di cui parli stanno nei quartieri riccastri non nella periferia, dove la malvagità prospera.


Il discorso non cambia...per me si possono sfondare di droga quanto vogliono. Potrei anche "accettare" il fatto che vendano droga...se uno è rimbambito e ci casca, fatti suoi, ma almeno non avvelena la popolazione.



Fiero? Il senso di quello ke ho scritto è ke fate tanto gli americani stile "decolliamo e nuclearizziamo" quando invece vi caghereste nelle mutande, ma cosa dico, nelle scarpe e nei capelli al primo scontro a fuoco.

Ripeto, mi cagherei sicuramente addosso. Tu invece immagino rimarresti impassibile, visto che ogni giorno partecipi, giusto? :asd:
Sai perchè mi cagherei addosso? Perchè non danno un minimo di valore alla vita e quindi ti ammazzano per delle cazzate..50€, un posteggio, una tipa.







Ke analisi profonda....... immagino ke i napoletesi malvagi si comportino così per motivi di "dna".......... vero?

No, anni di comportamenti di merda che vengono assimilati dai bambini, che crescono con certe idee in testa e che le tramandano alle generazioni future. Non credo si siano già miscelati col DNA. Non concordi con me che il sud è diverso dal nord (e con diverso intendo peggio)? (se dici no, bè, non vado neppure avanti a parlare).

MarcoLaBestia
09-10-2013, 23.25.36
Il discorso non cambia...per me si possono sfondare di droga quanto vogliono. Potrei anche "accettare" il fatto che vendano droga...se uno è rimbambito e ci casca, fatti suoi, ma almeno non avvelena la popolazione.

Ripeto, mi cagherei sicuramente addosso. Tu invece immagino rimarresti impassibile, visto che ogni giorno partecipi, giusto? :asd:
Sai perchè mi cagherei addosso? Perchè non danno un minimo di valore alla vita e quindi ti ammazzano per delle cazzate..50€, un posteggio, una tipa.bene, visto il livello dell'interlocutore... non seguiteranno altre mie risposte oltre a questa.




Non concordi con me che il sud è diverso dal nord (e con diverso intendo peggio)? (se dici no, bè, non vado neppure avanti a parlare).Signor No.


Vivo a Milano da 5 anni ed è iniziato il sesto, conosco il Nord tanto quanto conosco il Sud quindi sono forse l'unica persona di questo forum in grado di sviscerare questo paragone.


Sai qual è il risultato di 5 anni a milano? Ke il desiderio più ardente della mia vita in questo momento è quello di trasferirmi a Palermo. Questa voglia incommensurabile mi è venuta non solo per il clima ributtante (oggi alle 18 ho visto uno spiraglio di sole dopo una settimana di grigio, umidità e vapore) ma anke e soprattutto per la mentalità "computerizzata" della maggior parte di voi nordici. Per farti capire: l'altro giorno in università apre la segreteria alle ore 9:00 e non c'era un cane, ma proprio nessuno, ero l'unico. Dunque mi avvicino al bancone, saluto ed inizio ad esporre il mio problema. La risposta è: "ha preso il numero?" – ".........no, ma non c'è nessuno" – "prenda il numero e aspetti il suo turno" .... prendo il numero, ke era tipo A01... la tizia pigia il pulsane e sul monitor viene fuori A01. Dunque esclama: "salve prego mi dica!". Vi lascio immaginare la mia faccia a metà tra il -_-' e il :roll3:. E questo è il primo esempio ke mi sovviene, potrei farne a migliaia di esempi di blocco mentale tipico del nordico medio. Siete mediamente burocratici, rigidi ed inflessibili come un computer programmato in linguaggio basic. Siete abituati a viaggiare nel vostro binario e se qualcuno ve lo toglie impazzite. Vogliamo parlare dei lavori in corso? La mitica milano dove i martelli si senton sempre battere. Sono 5 anni ke in città ci sono ruspe ke sfondano e ricostruiscono strade e marciapiedi rifacendoli esattamente com'erano prima. Non mi riferisco a quelli dove c'è la metro, sono proprio lavori a cazzo per alzare il PIL. Nella mia città natale, Foggia, non viene rifatto un marciapiede o una facciata più o meno dalla seconda guerra mondiale ed ogni angolo della città ha la sua identità ben definita. A milano questo è impossibile: ci sono lavori in corso ovunque e cambia faccia praticamente ogni settimana. Milano la sua cultura l'ha venduta. A porta nuova stanno vendendo i grattacieli a 9.000€/mq (alla grande!1!1 Milano capitale!1!1) mentre la città si mangia le vite dei suoi poveracci. Lo sai ke metà dei miei coetanei nati a milano hanno il papà morto? Sto parlando del 50%. Lo sai ke parco sempione ed il castello sforzesco sono lì sani e salvi per via di uno scandalo finanziario di inizio 1900? Era in progetto il loro abbattimento per far spazio alla speculazione edilizia. Certo sarebbero stati palazzi oggi considerati storici, come quelli in Foro Buonaparte, ma il punto non è questo. Il punto è ke questa zona d'Italia è governata dalla mentalità matematica, o presunta tale. Tutti qui si affidano alla matematica, ai modelli matematici, prospettici, previsionali per compiere la super decisione razionale di stocazzo. La stessa ke compi tu quando affermi ke il problema campano va risolto con lo sterminio. Gran modello matematico del cazzo il tuo. Ti rendi conto ke qui nel nord super funzionante vi odiate tutti quanti tra di voi? È un susseguirsi di gente nervosa ke si manda a cagare. Il vostro unico metro di giudizio è quello del "quanti soldi mi farà guadagnare la cosa ke sto per fare" e fottesega se questo significa calpestare il prossimo, o semplicemente ignorarlo. Al nord i vicini di casa nemmeno si conoscono, però si odiano. Io a Foggia conosco uno ad uno gli abitanti del mio palazzo di 5 piani e conosco pure molti condomini dei palazzi intorno. Al Sud è così. A milano questa socievolezza è pura utopia. Voi vi odiate e l'unica soluzione ke sapete dare è quella di eliminare il prossimo, come hai ben dimostrato in questo topic.

È tutto questo ke mi fa preferire Palermo a Milano. A Palermo scendo a dicembre e mi faccio un tuffo a Mondello (http://www.assicuriamocibene.it/wp-content/uploads/2013/07/mondello_golfo.jpg). A milano l'unico tuffo ke posso fare è quello dall'ottavo piano per porre fine a tutte le sofferenze di vivere qui. A Palermo, come in tutto il Sud, si lavora fino dalle 9:00 alle 13.30, poi c'è la pausa fino alle 15.30-16.00 fino alle 19:30-20:00. Totale 8 ore. Nella pausa pranzo mi faccio un pranzo enorme, vado a farmi un tuffo a mondello, esco dall'acqua e mi sfondo di cannoli siciliani a prezzo stracciato, poi torno a lavoro. Un po' come fanno a Rio de Janeiro, dove però i cannoli alla ricotta non ce li hanno. A Milano devi lavorare dalle 9:00 alle 21:00 senza vederti pagate le ore di straordinario e con una pausa-panino di merda alle 12:00. Questo se si ha la "fortuna" di lavorare in ufficio, come il mio coinquilino - ke è già a lavoro quando io mi sveglio e torna a casa a pezzi quando io ho già cenato - altrimenti devi fare il muratore e non ce la fai a pagarti l'affitto di 500€ al mese per una singola in quartiere del cazzo... così devi andare a vivere a Baranzate o in qualke altro posto paludoso dimenticato da dio col nome scelto a caso. Ovviamente vivere lì significa alzarsi alle 6:00 tra le nebbie di Avalon per prendere il treno alle 7:00 per arrivare in cadorna alle 8:00 per essere in ufficio alle 9:00. E significa tornare a casa poco prima di mezzanotte in modo da addormentarsi premendo il pulsante per le 8 ore di sonno necessarie ad affrontare la giornata successiva, fotocopiata alla precedente. Se vuoi rimanere dentro milano però puoi sempre pagare un affitto basso andando a vivere in Barona o a Comasina o a Baggio.

Barona o Comasina o Baggio.

dove si spaccia droga e si sparano gli spacciatori rivali. dove i poveracci sono ammassati nei palazzoni senza futuro.
Un momento, ho la soluzione: DECOLLIAMO E NUCLEARIZZIAMO MILANO !




Se poi mi domandi se è meglio vivere nel napoletese o nel milanese, non c'è dubbio, preferisco morire psicologicamente nel milanese piuttosto ke morire fisicamente nel napoletese. Ma io questa scelta non devo farla affatto visto ke in Puglia vivo benissimo senza i problemi né dell'uno, né dell'altro. Da me si sta belli larghi e costa tutto 1€.

Brus
09-10-2013, 23.59.52
bene, visto il livello dell'interlocutore... non seguiteranno altre mie risposte oltre a questa.



Signor No.


Vivo a Milano da 5 anni ed è iniziato il sesto, conosco il Nord tanto quanto conosco il Sud quindi sono forse l'unica persona di questo forum in grado di sviscerare questo paragone.


Sai qual è il risultato di 5 anni a milano? Ke il desiderio più ardente della mia vita in questo momento è quello di trasferirmi a Palermo. Questa voglia incommensurabile mi è venuta non solo per il clima ributtante (oggi alle 18 ho visto uno spiraglio di sole dopo una settimana di grigio, umidità e vapore) ma anke e soprattutto per la mentalità "computerizzata" della maggior parte di voi nordici. Per farti capire: l'altro giorno in università apre la segreteria alle ore 9:00 e non c'era un cane, ma proprio nessuno, ero l'unico. Dunque mi avvicino al bancone, saluto ed inizio ad esporre il mio problema. La risposta è: "ha preso il numero?" – ".........no, ma non c'è nessuno" – "prenda il numero e aspetti il suo turno" .... prendo il numero, ke era tipo A01... la tizia pigia il pulsane e sul monitor viene fuori A01. Dunque esclama: "salve prego mi dica!". Vi lascio immaginare la mia faccia a metà tra il -_-' e il :roll3:. E questo è il primo esempio ke mi sovviene, potrei farne a migliaia di esempi di blocco mentale tipico del nordico medio. Siete mediamente burocratici, rigidi ed inflessibili come un computer programmato in linguaggio basic. Siete abituati a viaggiare nel vostro binario e se qualcuno ve lo toglie impazzite. Vogliamo parlare dei lavori in corso? La mitica milano dove i martelli si senton sempre battere. Sono 5 anni ke in città ci sono ruspe ke sfondano e ricostruiscono strade e marciapiedi rifacendoli esattamente com'erano prima. Non mi riferisco a quelli dove c'è la metro, sono proprio lavori a cazzo per alzare il PIL. Nella mia città natale, Foggia, non viene rifatto un marciapiede o una facciata più o meno dalla seconda guerra mondiale ed ogni angolo della città ha la sua identità ben definita. A milano questo è impossibile: ci sono lavori in corso ovunque e cambia faccia praticamente ogni settimana. Milano la sua cultura l'ha venduta. Lo sai ke a porta nuova, dove stanno vendendo i grattacieli a 9.000€/mq (alla grande!1!1 Milano capitale!1!1) un tempo c'era un arco simile a quello della pace in Sempione? Lo sai ke lo stesso parco sempione ed il castello sforzesco sono lì sani e salvi per via di uno scandalo finanziario di inizio 1900? Era in progetto il loro abbattimento per far spazio alla speculazione edilizia. Certo sarebbero stati palazzi oggi considerati storici, come quelli in Foro Buonaparte, ma il punto non è questo. Il punto è ke questa zona d'Italia è governata dalla mentalità matematica, o presunta tale. Tutti qui si affidano alla matematica, ai modelli matematici, prospettici, previsionali per compiere la super decisione razionale di stocazzo. La stessa ke compi tu quando affermi ke il problema campano va risolto con lo sterminio. Gran modello matematico del cazzo il tuo. Ti rendi conto ke qui nel nord super funzionante vi odiate tutti quanti tra di voi? È un susseguirsi di gente nervosa ke si manda a cagare. Il vostro unico metro di giudizio è quello del "quanti soldi mi farà guadagnare la cosa ke sto per fare" e fottesega se questo significa calpestare il prossimo, o semplicemente ignorarlo. Al nord i vicini di casa nemmeno si conoscono, però si odiano. Io a Foggia conosco uno ad uno gli abitanti del mio palazzo di 5 piani e conosco pure molti condomini dei palazzi intorno. Al Sud è così. A milano questa socievolezza è pura utopia. Voi vi odiate e l'unica soluzione ke sapete dare è quella di eliminare il prossimo, come hai ben dimostrato in questo topic.

È tutto questo ke mi fa preferire Palermo a Milano. A Palermo scendo a dicembre e mi faccio un tuffo a Mondello (http://www.assicuriamocibene.it/wp-content/uploads/2013/07/mondello_golfo.jpg). A milano l'unico tuffo ke posso fare è quello dall'ottavo piano per porre fine a tutte le sofferenze di vivere qui. A Palermo, come in tutto il Sud, si lavora fino dalle 9:00 alle 13.30, poi c'è la pausa fino alle 15.30-16.00 fino alle 19:30-20:00. Totale 8 ore. Nella pausa pranzo mi faccio un pranzo enorme, vado a farmi un tuffo a mondello, esco dall'acqua e mi sfondo di cannoli siciliani a prezzo stracciato, poi torno a lavoro. Un po' come fanno a Rio de Janeiro, dove però i cannoli alla ricotta non ce li hanno. A Milano devi lavorare dalle 9:00 alle 21:00 senza vederti pagate le ore di straordinario e con una pausa-panino di merda alle 12:00. Questo se si ha la "fortuna" di lavorare in ufficio, come il mio coinquilino - ke è già a lavoro quando io mi sveglio e torna a casa a pezzi quando io ho già cenato - altrimenti devi fare il muratore e non ce la fai a pagarti l'affitto di 500€ al mese per una singola in quartiere del cazzo... così devi andare a vivere a Baranzate o in qualke altro posto paludoso dimenticato da dio col nome scelto a caso. Ovviamente vivere lì significa alzarsi alle 6:00 tra le nebbie di Avalon per prendere il treno alle 7:00 per arrivare in cadorna alle 8:00 per essere in ufficio alle 9:00. E significa tornare a casa poco prima di mezzanotte in modo da addormentarsi premendo il pulsante per le 8 ore di sonno necessarie ad affrontare la giornata successiva, fotocopiata alla precedente. Se vuoi rimanere a milano però puoi sempre andare a vivere in Barona o a Comasina o a Baggio.

Barona o Comasina o Baggio.

dove si spaccia droga e si sparano gli spacciatori rivali. Un momento, ho la soluzione: DECOLLIAMO E NUCLEARIZZIAMO MILANO !




Se poi mi domandi se è meglio vivere nel napoletese o nel milanese, non c'è dubbio, preferisco vivere male nel milanese piuttosto ke morire nel napoletese. Ma io questa scelta non devo farla affatto visto ke in Puglia vivo benissimo senza i problemi né dell'uno, né dell'altro.

:roll3: no davvero, non dico un cazzo perchè hai detto di quelle sparate da dover quotare ogni singola frase, non ne ho proprio voglia. Mi raccomando tutti voi, non affidatevi ai modelli matematici, la cosa meno precisa di questo mondo..fate a cazzo e tutto andrà bene...oppure qualcuno vi manderà i soldi per sistemare i casini che fate :asd:

Dai, secondo me stai trollando ancora una volta...io parlo di rifiuti tossici, cibo radioattivo, omicidi in mezzo alla gente e tu mi vieni a fare i paragoni con una segretaria rincoglionita, alla gente che quando ti vede non ti si butta al collo salutandoti o altre minchiate che hai scritto? :roll3: Io non ci credo che parli sul serio

Giggio93
10-10-2013, 00.01.27
e poi dicono che io mi drogo pesantemente.

MarcoLaBestia
10-10-2013, 00.14.49
no, quella dei modelli matematici è un'iperbole per descrivere il vostro approccio. Vi nascondete dietro la matematica per fare semplicemente i cazzi vostri. Usate i formalismi per inculare ferocemente il prossimo.

La segretaria rincoglionita? Dev'essere rincoglionito pure il guardiano ke dopo le ore 19:00 ti fa fare il giro del pianeta per uscire dall'università perkè "dalle ore 19:00 non si può passare da questo punto" anke se sono le 19:01 e il cancello è ancora aperto, con lui davanti. O il tizio del supermercato ke alle 21:00.00 ti sbatte la porta in faccia anke se dovevi comprare solo 1 panino per cenare. Posso continuare all'infinito, rincoglioniti qui sono proprio tutti quanti.

Brus
10-10-2013, 01.03.34
no, quella dei modelli matematici è un'iperbole per descrivere il vostro approccio. Vi nascondete dietro la matematica per fare semplicemente i cazzi vostri. Usate i formalismi per inculare ferocemente il prossimo.

La segretaria rincoglionita? Dev'essere rincoglionito pure il guardiano ke dopo le ore 19:00 ti fa fare il giro del pianeta per uscire dall'università perkè "dalle ore 19:00 non si può passare da questo punto" anke se sono le 19:01 e il cancello è ancora aperto, con lui davanti. O il tizio del supermercato ke alle 21:00.00 ti sbatte la porta in faccia anke se dovevi comprare solo 1 panino per cenare. Posso continuare all'infinito, rincoglioniti qui sono proprio tutti quanti.

...e intanto sei qui :asd: Fossi stato giù, avresti avuto il tuo panino. Poi magari ti veniva il tumore, ma almeno il venditore che ti ha avvelenato, ti ha accolto con calore :asd:

Non nego che a milano ci siano gli imbecilli..sono ovunque. Sud compreso.
Inoltre non consiglio di criticare tutti subito, senza sapere il motivo per cui non possono farti passare anche se per un minuto di ritardo o del perchè serve che tu prenda il numero. Magari quel cancello è videosorvegliato e gli fanno il culo, anche solo per un minuto. Oppure c'è qualche altro motivo che noi non sappiamo. Stessa cosa per il ticket, per quello che ne sappiamo, potrebbe essere che prendendo il numero, si aggiornano delle informazioni in automatico riguardo le operazioni effettuate o chissà cos'altro...o magari era seriamente rimbambita, non si sa. Non puoi fare tutto a cazzo come viene, se no salta fuori il macello.

Ape_Africanizzata
10-10-2013, 07.50.05
...e intanto sei qui :asd: Fossi stato giù, avresti avuto il tuo panino. Poi magari ti veniva il tumore, ma almeno il venditore che ti ha avvelenato, ti ha accolto con calore :asd:

Non nego che a milano ci siano gli imbecilli..sono ovunque. Sud compreso.
Inoltre non consiglio di criticare tutti subito, senza sapere il motivo per cui non possono farti passare anche se per un minuto di ritardo o del perchè serve che tu prenda il numero. Magari quel cancello è videosorvegliato e gli fanno il culo, anche solo per un minuto. Oppure c'è qualche altro motivo che noi non sappiamo. Stessa cosa per il ticket, per quello che ne sappiamo, potrebbe essere che prendendo il numero, si aggiornano delle informazioni in automatico riguardo le operazioni effettuate o chissà cos'altro...o magari era seriamente rimbambita, non si sa. Non puoi fare tutto a cazzo come viene, se no salta fuori il macello.

Si, però Milano è proprio una città demmerda, dai. Si respira ansia sociale

Brus
10-10-2013, 08.18.13
Si, però Milano è proprio una città demmerda, dai. Si respira ansia sociale

Non so cosa intendi di preciso con ansia sociale, cmq sia, fa cagare anche a me, in generale

Ghostkonrad
10-10-2013, 09.33.11
e poi dicono che io mi drogo pesantemente.

No, mai detto questo. Sei solo troppo saccente, ma il resto è ok. :asd:

Comunque, sono l'unico a pensare che fare scelte di vita sulla base di criteri tipo "segretaria cretina", "tuffo", "socievolezza" e "cannoli" sia una cosa che ha come unico possibile esito il disastro?
Che poi LOL, Marco, dici che tutti i milanesi sono stronzi materialisti che odiano il prossimo e poi ti sorprendi pure del fatto che sono poco socievoli con te? Ma davvero? E capace che alla fine sei tu ad essere poco socievole con loro, visto come li disprezzi.
Cioè, davvero si possono usare criteri del genere? Boh....

Io qui a Parigi ho avuto due giornate di sole da quando sono arrivato, ma ringrazio ogni santa mattina di essere qui e non ancora a Roma a fare la stessa vita.

Giggio93
10-10-2013, 10.03.08
Comunque, sono l'unico a pensare che fare scelte di vita sulla base di criteri tipo "segretaria cretina", "tuffo", "socievolezza" e "cannoli" sia una cosa che ha come unico possibile esito il disastro?
Che poi LOL, Marco, dici che tutti i milanesi sono stronzi materialisti che odiano il prossimo e poi ti sorprendi pure del fatto che sono poco socievoli con te? Ma davvero? E capace che alla fine sei tu ad essere poco socievole con loro, visto come li disprezzi.
Cioè, davvero si possono usare criteri del genere? Boh....

Io qui a Parigi ho avuto due giornate di sole da quando sono arrivato, ma ringrazio ogni santa mattina di essere qui e non ancora a Roma a fare la stessa vita.

boh, per me son proprio esigenze che non riesco a considerare, sarò limitato e gretto. :asd:

Sinceramente se dovessi scegliere tra vivere a Torino o nel sud (e io nel sud ci passo almeno tre mesi l'anno) sceglierei Torino tutta la vita.

Brus
10-10-2013, 10.48.37
Che poi LOL, Marco, dici che tutti i milanesi sono stronzi materialisti che odiano il prossimo e poi ti sorprendi pure del fatto che sono poco socievoli con te? Ma davvero? E capace che alla fine sei tu ad essere poco socievole con loro, visto come li disprezzi.
Cioè, davvero si possono usare criteri del genere? Boh....

Bè, ma al sud conosce tutti quelli dei palazzi accanto e scodinzolano, quando lo vedono :asd:

Ape_Africanizzata
10-10-2013, 11.14.42
No, mai detto questo. Sei solo troppo saccente, ma il resto è ok. :asd:

Comunque, sono l'unico a pensare che fare scelte di vita sulla base di criteri tipo "segretaria cretina", "tuffo", "socievolezza" e "cannoli" sia una cosa che ha come unico possibile esito il disastro?
Che poi LOL, Marco, dici che tutti i milanesi sono stronzi materialisti che odiano il prossimo e poi ti sorprendi pure del fatto che sono poco socievoli con te? Ma davvero? E capace che alla fine sei tu ad essere poco socievole con loro, visto come li disprezzi.
Cioè, davvero si possono usare criteri del genere? Boh....

Io qui a Parigi ho avuto due giornate di sole da quando sono arrivato, ma ringrazio ogni santa mattina di essere qui e non ancora a Roma a fare la stessa vita.

e grazie al cazzo, sei a Parigi, ci credo che il clima conta relativamente poco, hai tutto il resto :D

MaarekStele
10-10-2013, 11.16.08
Bè, ma al sud conosce tutti quelli dei palazzi accanto e scodinzolano, quando lo vedono :asd:

:asd:

io non sono di milano ma sto su pure io su...
ho un vicino calabrese, e per una storia venuta fuori per colpa sua, mentre discutevamo lui se ne è uscito diverse volte con "siete fortunati che non siamo al sud, sapete...la le cose si risovono con le pistole"
socievole l'amico :sisi:

MarcoLaBestia
10-10-2013, 11.48.20
Preferenze... vi piace la città asociale così potete isolarvi e nessuno vi rompe i coglioni? ottimo. a me no. Io sono venuto a Milano per erudirmi e mi è stato insegnato tanto. Ora però a rimanere qui ho solo da perderci. Appena avrò finito leverò le tende. Lascerò agli altri l'onore di tenere alto il PIL. :asd:


In generale io penso ke il Sud debba imparare dal Nord ad attivarsi, mentre il Nord dovrebbe imparare dal Sud a rilassarsi.

Giggio93
10-10-2013, 12.02.58
Boh,a me sinceramente sembra che tu stia parlando di fantascienza.
Vita asociale? Isolamento?
Ma dove hai vissuto? :asd:
E io il nord ce l'ho presente.
Sempre che Piemonte si consideri nord, magari non sono aggiornato io.

BattleByzan53
10-10-2013, 12.14.52
Dio santo...Stiamo divagando coi discorsi questo è il paese del sole e del mare...Io non generalizzo con la parola sud, perchè i comprotamenti sono estremamente diversi da regione a regione e più si scende più si va indietro nel passato. Per quanto mi riguarda, abito in una città di 20 mila abitanti ed in un parco residenziale dove ci vivono 100 famiglie...Sinceramente conosco i miei condomini e altre persone della mia età con relativi genitori ma mi fermo alle 15 famiglie, altre le so solo di vista, ovviamente mentre altre ancora non so manco se siano vive. La mentalità dell'amicizia e dell'aiutarsi tutti sta scomparendo anche qui ed in maniera estremamante veloce, poi non so in altre regioni meridionali come sta la situazione ma per quanto m iriguarda e parlo di una piccola città, la situazione è questa.
Ciò che definite napoletese è il prodotto degli ambienti urbani degradati ed abbandonati completamente dalle istituzioni. Non vi sono scuole, caserme delle forze dell'ordine, cinema e spesso si demanda tutto alle parrocchie ed in molti casi sono proprio loro a fungere da faro, ad esempio l'associazione culturale che è nata nel Quartiere "Sanità" a Napoli, sorta intorno all'omonima Basilica, che si prende cura delle Catacombe di San Gennaro(più grandi di quelle di Roma tra l'altro...)offre servizi turistici ed inoltre fornisce supporto all'intera realtà sociale tramite attività ludiche, cineforum, ripetizioni per ragazzi che vanno a scuola e cosi via...il tutto è fatto da ragazzi strappati alla strada e formati adeguatamente. Sono nati nel buco del culo di Lucifero e grazie al giusto contributo lo stanno lentamente trasfromando in un posto migliore. Similmente accade in molte altre zone e città, dove le parrocchie si sostiuiscono ad uno stato assente, cercando di dare aiuto alla popolazione (preti pedofili, chiesa merda...:P ). Quindi, piuttosto che nuclearizzare basterebbe intervenire;)
Posto questo il resto sono cazzate frutto di luoghi comuni (risolviamo le cose con le pistole, eh beh a casa mia sotto il cuscino ho 2 m9 e ho il materasso foderato di granate...). Se vai a Parigi, in un quartiere malfamato ti levano pure le mutande di dosso oppure devo raccontare l'esperienza di un amico di famiglia che andò in vacanza a Berlino e il suo gruppo di turisti fu assaltato da 7 malviventi armati di spranghe?-_-'

Ghostkonrad
10-10-2013, 12.17.05
Ma sai che cazzo me ne frega a me del PIL. Secondo te la gente sceglie dove andare a vivere guardando la tabella del PIL su Wikipedia?
Me ne frega che la mattina devo aspettare il treno per tre minuti e non per un quarto d'ora. Me ne frega che posso camminare per strada senza acciaccare le merde dei cani. Me ne frega che quando mi è servito un certificato della scuola di dottorato mi è bastato mandare una mail al direttore che me l'ha inviato in mezz'ora. Mi frega che quando ho voluto cambiare la tastiera azerty del cazzo che mi avevano dato mi è bastato chiedere al responsabile del servizio informatico che ha preso una US dall'armadietto e me l'ha data subito. Mi frega che mi hanno dato il badge per le serrature interne 5 minuti dopo che l'avevo chiesto. Me ne frega che se mi serve una penna mi basta chiedere la chiave dell'armadio della cancelleria che è pieno di ogni cazzo di ben di dio, gratis. Me ne frega che la mia scrivania qui ha dei cazzo di cassetti, e che se mi avanza la pasta a cena posso portarmela al lavoro, metterla in uno dei frigoriferi che abbiamo nelle caffetterie e scaldarmela al microonde per pranzo. Me ne frega che nello studentato dove al momento vivo ci sono la mensa, la caffetteria, la piscina, la biblioteca, il teatro, i corsi di lingue, la banca.
Sai quindi cosa me ne importa del fatto che il caffè non è buono e che non ci sono i pomodori di San Marzano dal fruttivendolo? Ma proprio, proprio zero.

BattleByzan53
10-10-2013, 12.41.14
Documento molto interessante...Sono 20 anni che è pentito e che dichiara ste cose, si è mosso qualcosa? :asd:
eT_av9FMWbo

kenciro36
10-10-2013, 12.41.51
i rifiuti campani non vengono interrati. Si interrano rifiuti industriali di imprese settentrionali o scorie radioattive dei vecchi impianti. La mafia ha conquistato il posto dove doveva andarci lo stato...LA gente non vuole gli inceneritori semplicemente perchè fa il semplice ragionamento che già siamo rovinati per colpa della merda che sta sotto terra, dobbiamo incrementar eulteriormente con quella che verrà prodotta dagli impianti? Se tutto funziona i problemi non ci sono ma visto che siamo in un contesto del genere, non oso immaginare cosa ci butterebbero dentro un inceneritore o gassificatore e parlo da favorevole a certi strumenti

Esattamente. Non vengono interrati i rifiuti campani ma quelli delle aziende del nord che si affidano alla camorra per smaltire in maniera economica i rifiuti speciali.

L'azienda che deve smaltire a basso prezzo che se ne fotte dove vanno a finire le loro scorie? L'importante è pagare poco.

BattleByzan53
10-10-2013, 12.42.50
Dio santo...Stiamo divagando coi discorsi questo è il paese del sole e del mare...Io non generalizzo con la parola sud, perchè i comprotamenti sono estremamente diversi da regione a regione e più si scende più si va indietro nel passato. Per quanto mi riguarda, abito in una città di 20 mila abitanti ed in un parco residenziale dove ci vivono 100 famiglie...Sinceramente conosco i miei condomini e altre persone della mia età con relativi genitori ma mi fermo alle 15 famiglie, altre le so solo di vista, ovviamente mentre altre ancora non so manco se siano vive. La mentalità dell'amicizia e dell'aiutarsi tutti sta scomparendo anche qui ed in maniera estremamante veloce, poi non so in altre regioni meridionali come sta la situazione ma per quanto m iriguarda e parlo di una piccola città, la situazione è questa.
Ciò che definite napoletese è il prodotto degli ambienti urbani degradati ed abbandonati completamente dalle istituzioni. Non vi sono scuole, caserme delle forze dell'ordine, cinema e spesso si demanda tutto alle parrocchie ed in molti casi sono proprio loro a fungere da faro, ad esempio l'associazione culturale che è nata nel Quartiere "Sanità" a Napoli, sorta intorno all'omonima Basilica, che si prende cura delle Catacombe di San Gennaro(più grandi di quelle di Roma tra l'altro...)offre servizi turistici ed inoltre fornisce supporto all'intera realtà sociale tramite attività ludiche, cineforum, ripetizioni per ragazzi che vanno a scuola e cosi via...il tutto è fatto da ragazzi strappati alla strada e formati adeguatamente. Sono nati nel buco del culo di Lucifero e grazie al giusto contributo lo stanno lentamente trasfromando in un posto migliore. Similmente accade in molte altre zone e città, dove le parrocchie si sostiuiscono ad uno stato assente, cercando di dare aiuto alla popolazione (preti pedofili, chiesa merda...:P ). Quindi, piuttosto che nuclearizzare basterebbe intervenire;)
Posto questo il resto sono cazzate frutto di luoghi comuni (risolviamo le cose con le pistole, eh beh a casa mia sotto il cuscino ho 2 m9 e ho il materasso foderato di granate...). Se vai a Parigi, in un quartiere malfamato ti levano pure le mutande di dosso oppure devo raccontare l'esperienza di un amico di famiglia che andò in vacanza a Berlino e il suo gruppo di turisti fu assaltato da 7 malviventi armati di spranghe?-_-'

Mi riquoto

kenciro36
10-10-2013, 12.49.57
Ma sai che cazzo me ne frega a me del PIL. Secondo te la gente sceglie dove andare a vivere guardando la tabella del PIL su Wikipedia?
Me ne frega che la mattina devo aspettare il treno per tre minuti e non per un quarto d'ora. Me ne frega che posso camminare per strada senza acciaccare le merde dei cani. Me ne frega che quando mi è servito un certificato della scuola di dottorato mi è bastato mandare una mail al direttore che me l'ha inviato in mezz'ora. Mi frega che quando ho voluto cambiare la tastiera azerty del cazzo che mi avevano dato mi è bastato chiedere al responsabile del servizio informatico che ha preso una US dall'armadietto e me l'ha data subito. Mi frega che mi hanno dato il badge per le serrature interne 5 minuti dopo che l'avevo chiesto. Me ne frega che se mi serve una penna mi basta chiedere la chiave dell'armadio della cancelleria che è pieno di ogni cazzo di ben di dio, gratis. Me ne frega che la mia scrivania qui ha dei cazzo di cassetti, e che se mi avanza la pasta a cena posso portarmela al lavoro, metterla in uno dei frigoriferi che abbiamo nelle caffetterie e scaldarmela al microonde per pranzo. Me ne frega che nello studentato dove al momento vivo ci sono la mensa, la caffetteria, la piscina, la biblioteca, il teatro, i corsi di lingue, la banca.
Sai quindi cosa me ne importa del fatto che il caffè non è buono e che non ci sono i pomodori di San Marzano dal fruttivendolo? Ma proprio, proprio zero.

10 min di applausi.

Il termine sta per scadere, andrò via da Napoli (destinazione Dublino/Amsterdam) e a parte i familiari, non mi mancherà nulla di Napoli.

Niente, a partire dall'aria di immondizia che si respira, dalle merde di cane a terra, dalle blatte che la sera escono fuori dai tombini, dallo schifo generale della gente. Dall'ignoranza perdurante del popolo napoletano completamente sottosviluppato (non tutti sia chiaro), dalla città che si blocca per colpa delle partite di calcio, dai mezzi pubblici che non funzionano (33 minuti di tragitto per fare mergellina-pzza garibaldi con la metro più 20 minuti di attesa della metropolitana con treni dismessi degli anni 70 con coperture in eternit). Volevo aprire un centro fitness, dovevo dar conto,viste le dimensioni, di eventuali 500 euro a fine mese.

BattleByzan53
10-10-2013, 12.57.17
10 min di applausi.

Il termine sta per scadere, andrò via da Napoli (destinazione Dublino/Amsterdam) e a parte i familiari, non mi mancherà nulla di Napoli.

Niente, a partire dall'aria di immondizia che si respira, dalle merde di cane a terra, dalle blatte che la sera escono fuori dai tombini, dallo schifo generale della gente. Dall'ignoranza perdurante del popolo napoletano completamente sottosviluppato (non tutti sia chiaro), dalla città che si blocca per colpa delle partite di calcio, dai mezzi pubblici che non funzionano (33 minuti di tragitto per fare mergellina-pzza garibaldi con la metro più 20 minuti di attesa della metropolitana con treni dismessi degli anni 70 con coperture in eternit). Volevo aprire un centro fitness, dovevo dar conto,viste le dimensioni, di eventuali 500 euro a fine mese.

Ed è un'indegna fine per il popolo che in latri tempi ha prodotto cultura e arte...Il problema è sempre quello, come la metti la metti il discorso finisce sempre sulle mancate opportunità. sulle politiche sbagliate dell'italietta post unità, sulla questione infinita merdionale, sulla trasformazone di una capitale moderna in una periferia malconcia...

Giggio93
10-10-2013, 13.03.18
E poi comunque sinceramente dire che al nord non ci sono prodotti alimentari buoni fa ridere. :asd:
Sticazzi del pomodoro di san marzano, se mi posso cucinare il quadrato d'asti, e fanculo ai cannoli siciliani, mangerò paste di meliga di Mondovi.
Si campa lo stesso. :asd:
Quindi ribadisco: se vivere al Nord vuol dire dover essere costretti alla puntualità e all'efficienza ma il premio sono i servizi evidenziati da Ghost, beh, sticazzi, metto già da ora la sveglia sul comodino.

MaarekStele
10-10-2013, 13.21.03
Posto questo il resto sono cazzate frutto di luoghi comuni (risolviamo le cose con le pistole, eh beh a casa mia sotto il cuscino ho 2 m9 e ho il materasso foderato di granate...). Se vai a Parigi, in un quartiere malfamato ti levano pure le mutande di dosso oppure devo raccontare l'esperienza di un amico di famiglia che andò in vacanza a Berlino e il suo gruppo di turisti fu assaltato da 7 malviventi armati di spranghe?-_-'

io concordo su tutto, anche perchè ho fatto anni e anni su e giu per l'italia...:sisi:
la cosa che mi fa strano è che fosse prorpio un meridionale a parlare in questo modo..

Ghostkonrad
10-10-2013, 13.54.38
Ma infatti, a sentire certa gente pare che in tutto il mondo le persone passano la propria vita a deprimersi e a maledire il destino avverso perchè non possono mangiare la deliziosa cucina italiana che "è la migliore del mondo".
Cazzata. No, non lo è. Il mondo è pieno di gente che non mangia italiano e che ciò nonostante è felice e vive benissimo. E di fatto si può mangiare bene ovunque se solo si presta un po' di attenzione e ci si prende il tempo di provare ogni cosa.
Ma veramente, è uno dei discorsi più provinciali che mi sia mai capitato di sentire.



Se vai a Parigi, in un quartiere malfamato ti levano pure le mutande di dosso oppure devo raccontare l'esperienza di un amico di famiglia che andò in vacanza a Berlino e il suo gruppo di turisti fu assaltato da 7 malviventi armati di spranghe?-_-'

In città che hanno qualcosa come 10 milioni circa di abitanti, cosa ti aspetti, che la criminalità sia assente e i quartieri malfamati non esistano?
Ma di che stiamo parlando. Proprio confrontabili con città tipo Napoli o Roma che di abitanti ne hanno due milioni.
E poi, se i quartieri malfamati ti fanno paura, allora c'è una soluzione semplicissima: non ci vai, guarda un po'.
Comunque, ho delle amiche qui che tornano a casa sulla metro, all'una di notte, da sole. Provassero a farlo a Napoli o Roma arriverebbero un pezzo alla volta.
O mai, perchè la metro si ferma.

Martox29a
10-10-2013, 14.42.31
Comunque, ho delle amiche qui che tornano a casa sulla metro, all'una di notte, da sole. Provassero a farlo a Napoli o Roma arriverebbero un pezzo alla volta.
O mai, perchè la metro si ferma.
Se a Roma rimani bloccato in periferia, senza macchina e senza soldi per il taxi, tutto quello che ti resta da fare è sperare in una buona morte.:sisi:

Ape_Africanizzata
10-10-2013, 15.20.31
Ma infatti, a sentire certa gente pare che in tutto il mondo le persone passano la propria vita a deprimersi e a maledire il destino avverso perchè non possono mangiare la deliziosa cucina italiana che "è la migliore del mondo".
Cazzata. No, non lo è. Il mondo è pieno di gente che non mangia italiano e che ciò nonostante è felice e vive benissimo. E di fatto si può mangiare bene ovunque se solo si presta un po' di attenzione e ci si prende il tempo di provare ogni cosa.
Ma veramente, è uno dei discorsi più provinciali che mi sia mai capitato di sentire.





No no, io direi che lo è. La contro prova sono le file chilometriche in qualsiasi ristorante all' estero che offra cucina autenticamente italiana, non pizza finta o spaghetti bolognaise con sopra le polpette. Che la nostra cucina sia la migliore al mondo, seguita da quella cinese/francese/giapponese in ordine sparso, è un fatto abbastanza riconosciuto, dai

Thor
10-10-2013, 15.28.06
Le file chilometriche c'erano anni fa, con la crisi che c'e' adesso i ristoranti italiani all'estero chiudono i battenti e pure velocemente.

Ape_Africanizzata
10-10-2013, 15.30.26
Le file chilometriche c'erano anni fa, con la crisi che c'e' adesso i ristoranti italiani all'estero chiudono i battenti e pure velocemente.

Per quello che ho visto io in grandi città all' estero- Berlino, Londra- non è assolutamente così, anzi. I non italiani bramano la nostra cucina quanto gli zombi il cervello

Ape_Africanizzata
10-10-2013, 15.31.59
Senza citare realtà più piccole, perchè li si sconfinerebbe ancora di più nel soggettivo

Ghostkonrad
10-10-2013, 15.34.27
No no, io direi che lo è. La contro prova sono le file chilometriche in qualsiasi ristorante all' estero che offra cucina autenticamente italiana, non pizza finta o spaghetti bolognaise con sopra le polpette. Che la nostra cucina sia la migliore al mondo, seguita da quella cinese/francese/giapponese in ordine sparso, è un fatto abbastanza riconosciuto, dai

Boh, secondo me le file, anche laddove ci sono, non provano nulla. Anche a me capita di andare a mangiare etnico ma questo non vuol dire che ritenga la cucina del posto la migliore del mondo; vuol dire semplicemente che quella sera mi va di mangiarla.
E' una cosa che ha più a che fare col ristorante in se che con la cucina servita IMHO.

Ape_Africanizzata
10-10-2013, 15.38.18
Boh, secondo me le file, anche laddove ci sono, non provano nulla. Anche a me capita di andare a mangiare etnico ma questo non vuol dire che ritenga la cucina del posto la migliore del mondo; vuol dire semplicemente che quella sera mi va di mangiarla.
E' una cosa che ha più a che fare col ristorante in se che con la cucina servita IMHO.

Beh aspetta, qualcosa vorrà pur dire. Io ti parlo di quartieri dove la scelta è totale:ci sono ristoranti di ogni tipo di cucina e quelli italiani sono sempre e comunque pieni, e non per questioni di convenienza...tutt' altro. Poi il fatto che la nostra cucina sia la migliore al mondo mi sembra un fatto, come dire....scontato

Giggio93
10-10-2013, 15.47.01
Se a Roma rimani bloccato in periferia, senza macchina e senza soldi per il taxi, tutto quello che ti resta da fare è sperare in una buona morte.:sisi:

Vero.:sisi:

Giggio93
10-10-2013, 15.48.49
Boh, secondo me le file, anche laddove ci sono, non provano nulla.

Per altro se la fila fosse indice di qualcosa allora chiaramente Ali baba ad Arco avrebbe chiaramente il cibo più buono del mondo.:sisi:

Ape_Africanizzata
10-10-2013, 15.53.07
Vabè, il discorso mi sembra semplice. Perchè complicarlo inutilmente?

Ghostkonrad
10-10-2013, 15.56.10
Per altro se la fila fosse indice di qualcosa allora chiaramente Ali baba ad Arco avrebbe chiaramente il cibo più buono del mondo.:sisi:

Che poi per avere lunghe file fuori dal locale basta eliminare la possibilità di prenotare, cosa che qui alcuni fanno. :asd:
A sto punto il ristorante migliore di Parigi sarebbe tipo Chez Gladine che fa cucina basca ed è in piena periferia.



Vabè, il discorso mi sembra semplice. Perchè complicarlo inutilmente?

Sei tu che semplifichi troppo, secondo me.

Ape_Africanizzata
10-10-2013, 16.00.14
Io vedo quello che vedono i miei occhi,e credo non sia un caso che la nostra cucina sia copiatissima. A mi piacerebbe davvero che ci fossero cucine migliori della nostra, ma fino ad ora non ho trovato nessuna cucina che batta la nostra, per qualità e soprattutto per varietà

Giggio93
10-10-2013, 16.05.50
la fila,ma più in generale la domanda di un bene, è assolutamente slegato dalla qualità intrinseca del bene stesso.
Una domanda molto grande per prodotti di cucina italiana, e conseguentemente file fuori dai ristoranti Italiani, è solamente indice di un valore soggettivo e relativo, e non oggettivo della cucina.
Insomma può essere la combinazione di una posizione strategica, di un buon rapporto qualità prezzo, di un'esternalità, di un gusto al momento prevalente sul mercato, insomma, di tante cose.
E' pieno di cucine che possono rivaleggiare per qualità intrinseca con quella Italiana, basta pensare alla Francese,alla Creola, alla Vietnamita, o alla Libanese (T_T).

E visto che Ghost attualmente sta in Francia, beh, a poco da rimpiangere la cucina Italiana, e lo dico per esperienza personale: la cucina Francese vale tranquillamente quella Italiana.
Certo usano tanto burro,magari troppo per dei mediterranei, ma è il logico succedaneo dell'olio d'oliva.

Kewell18
10-10-2013, 16.13.11
Io vedo quello che vedono i miei occhi,e credo non sia un caso che la nostra cucina sia copiatissima. A mi piacerebbe davvero che ci fossero cucine migliori della nostra, ma fino ad ora non ho trovato nessuna cucina che batta la nostra, per qualità e soprattutto per varietà

Bhe. Momento, la cucina italiana e' quella piu' varia perche' e' quella che conosci meglio. La cucina giapponese per qualita' e varieta' non ha proprio nulla da invidiare rispetto a quella italiana.

Concordo con te invece che la cucina italiana sia di gran lunga, ma proprio a mani basse, la cucina piu' imitata. Basta vedere quanto ha influito in tutte le alter cucine mediterranee, da quella spagnola, a quella francese, greca, o medio-orientale. Per tutte questo cucine gli spaghetti ormai sono diventati una cosa normale.
Non parliamo poi di come gli americani l'abbiamo brandizzata. Dalla piazza alla pasta al caffe. Mai visto una catena Americana di paella o di ramen.
Infine in alcuni paesi come in Giappone, la cucina italiana e' assolutamente la piu' presente praticamente in ogni citta' (dopo la cucina locale ovviamente).

Ma perche' si parla di cibo in questo topic? :look:

Ape_Africanizzata
10-10-2013, 16.16.32
Ma per favore...Libanese al livello di quella Italiana? :D E io adoro la cucina turca, che è molto simile a quella libanese...ma non vale la cucina italiana ( cioè non toglie che potrei mangiare turco ogni santo giorno)
O francese...dai. Basterebbe, veramente, solamente dire pizza e caffè napoletani. Sono un valore aggiunto inestimabile. Senza andare ad impelegarci nella enorme varietà regionale. Siamo una cucina che combina il meglio della gastronomia mediterranea e di quella europea continentale, che si vuole di più?

Poi, ripeto che il discorso fila=qualità vale eccome. Dato che parlo di posti che sono in competizione con mille altri ristoranti etnici che hanno la stessa fascia di prezzo

Ape_Africanizzata
10-10-2013, 16.19.01
Il problema della cucina italiana all' estero è che quando la gente pensa alla pizza immagina pizza hut, poi va a Napoli, assaggia la pizza locale e muore, giustamente

MarcoLaBestia
10-10-2013, 17.22.06
Se a Roma rimani bloccato in periferia, senza macchina e senza soldi per il taxi, tutto quello che ti resta da fare è sperare in una buona morte.:sisi:
Ma va.... ti basterà socializzare dicendo ke sei un muratore sottopagato a intermittenza coi genitori morti e i fratelli drogati ke cerca di portare a casa qualke soldo per far mangiare il figlio avuto fuori dal matrimonio, e ti prenderanno per uno di loro e ti accompagneranno loro stessi dove devi arrivare.





Ma sai che cazzo me ne frega a me del PIL. Secondo te la gente sceglie dove andare a vivere guardando la tabella del PIL su Wikipedia?
Me ne frega che la mattina devo aspettare il treno per tre minuti e non per un quarto d'ora. Me ne frega che posso camminare per strada senza acciaccare le merde dei cani. Me ne frega che quando mi è servito un certificato della scuola di dottorato mi è bastato mandare una mail al direttore che me l'ha inviato in mezz'ora. Mi frega che quando ho voluto cambiare la tastiera azerty del cazzo che mi avevano dato mi è bastato chiedere al responsabile del servizio informatico che ha preso una US dall'armadietto e me l'ha data subito. Mi frega che mi hanno dato il badge per le serrature interne 5 minuti dopo che l'avevo chiesto. Me ne frega che se mi serve una penna mi basta chiedere la chiave dell'armadio della cancelleria che è pieno di ogni cazzo di ben di dio, gratis. Me ne frega che la mia scrivania qui ha dei cazzo di cassetti, e che se mi avanza la pasta a cena posso portarmela al lavoro, metterla in uno dei frigoriferi che abbiamo nelle caffetterie e scaldarmela al microonde per pranzo. Me ne frega che nello studentato dove al momento vivo ci sono la mensa, la caffetteria, la piscina, la biblioteca, il teatro, i corsi di lingue, la banca.
Sai quindi cosa me ne importa del fatto che il caffè non è buono e che non ci sono i pomodori di San Marzano dal fruttivendolo? Ma proprio, proprio zero.


Bellissimo. Dovrebbe essere così anke in Italia, con in più il cibo buono.




Torno ora dal famoso Career Day, oggi in corso presso la mia università, ke tutti si ostinano a kiamare CARRIER Day. Ebbene, mi avvicino allo stand di Accenture per domandare informazioni. In particolare kiedo se prendono application solo per Milano o per tutte le città in cui c'è Accenture. Risposta della tizia: "prendiamo per tutta Italia! Accenture c'è a Milano, Torino e Roma....... ma al momento la politica aziendale prevede di assumere solo su Milano" – io: "quindi se qualcuno volesse lavorare a Torino o Roma dovrebbe prima passare da Milano...?" – risposta: "al momento la politica aziendale prevede di assumere solo su Milano".


Ovviamente la Accenture assume a Milano come a Torino e Roma. Magari in misura maggiore a Milano, dove sono assunti cani e porci da usare come meatball, ma assume anke altrove e a mio avviso distinguendosi nel colloquio ci si può far preferire. Ora, a parte la risposta della tizia in stile Commodore64, qualcuno mi spiega per quale cazzutissimo motivo mi deve dire ste puttanate? Si sente importante? Trovate o non trovate inconcepibile una cosa del genere? Lo capite ke questo è fanatismo becero? Lo capisci Brus ke la considerazione di Milano come primeggiante in tutto è completamente fasulla?

MarcoLaBestia
10-10-2013, 17.56.38
http://3.bp.blogspot.com/-DYPnmjuiOl4/TablZY5FWaI/AAAAAAAAC8g/rla24YgbQvc/s1600/Cosciotto+di+agnello.jpg


Ma andatevene a cacare voi e la cucina francese.:asd:

Thor
10-10-2013, 18.18.24
Ma perche' si parla di cibo in questo topic? :look:

Perche' non siamo ancora arrivati alla figa, ma non manca molto:asd:

Ghostkonrad
10-10-2013, 18.30.38
Notare, comunque, come ogni volta che fanno confronti di paesi, per quel che riguarda l'Italia si finisce a parlare sempre e solo del cibo. Si fa un confronto fra nazioni, e gli stessi italiani portano come unica caratteristica positiva.... il cibo. Non il sistema d'istruzione, i servizi, il sistema accademico, l'economia, tutte quelle cazzate là... no, il cibo buono.
C'è da esserne fieri, proprio. :asd:

Ape_Africanizzata
10-10-2013, 18.36.23
Notare, comunque, come ogni volta che fanno confronti di paesi, per quel che riguarda l'Italia si finisce a parlare sempre e solo del cibo. Si fa un confronto fra nazioni, e gli stessi italiani portano come unica caratteristica positiva.... il cibo. Non il sistema d'istruzione, i servizi, il sistema accademico, l'economia, tutte quelle cazzate là... no, il cibo buono.
C'è da esserne fieri, proprio. :asd:

Beh, quello abbiamo. Bellezze naturali e artistiche, cibo eccezionale e un ottimo sistema di sanità pubblica. Ma poi, cosa c'è di male ad essere orgogliosi del nostro cibo? E' una delle attività fondamentali dell' uomo, il mangiare. Stacci tu in inghilterra dove non si trova niente che non sia junk food e i bambini bevono il latte al gusto di mars:(

BattleByzan53
10-10-2013, 18.54.09
Perché parliamo di cibo ? :asd:

Brus
10-10-2013, 20.09.48
Lo capisci Brus ke la considerazione di Milano come primeggiante in tutto è completamente fasulla?

Trovami un post dove ho detto questo...ho anche detto che mi fa cagare! :asd: Nonostante il nostro giudizio, è oggettivamente una delle città più importanti..moda, fiere, congressi e sticazzi. Sinceramente, di queste cose, mi frega proprio nulla, non sono per niente patriottico, son oggettivo. Se milano fa cacare, lo dico, non la devo difendere, non ne vedo il motivo. Se la germania o qualsivoglia altro posto ha delle cose buone, la elogio. Io abito in prov. di como e dico che mi fa cacare, anche se è strafamosa...ha i suoi posti belli, certo, ma il resto non mi dice assolutamente nulla.

Ghostkonrad
10-10-2013, 20.34.15
Beh, quello abbiamo. Bellezze naturali e artistiche, cibo eccezionale e un ottimo sistema di sanità pubblica. Ma poi, cosa c'è di male ad essere orgogliosi del nostro cibo? E' una delle attività fondamentali dell' uomo, il mangiare. Stacci tu in inghilterra dove non si trova niente che non sia junk food e i bambini bevono il latte al gusto di mars:(

Ma si, ben vengano le bellezze e tutto il resto. Però mi verrebbe da dire che un paese che si autodefinisce industrializzato e avanzato dovrebbe avere anche altro da mostrare.
A quanto pare, secondo gli stessi nativi, non abbiamo altro invece.

kenciro36
10-10-2013, 22.45.56
per favore non svacchiamo il topic ;)

MarcoLaBestia
11-10-2013, 01.51.17
Cosa staremmo svaccando? Perkè credi ke la provincia di Napoli sia una super merda? I motivi sono esattamente questi. Stiamo discutendo proprio dei problemi di Stato assente. Il motivo dello sfacelo nazionale è ke una oligarkia di coglioni ha deciso di tenere saldo il comando anke se non è minimamente in grado di governare. Dai savoia in poi l'Italia è preda di una cerkia di aristocratici drogati di mondanità il cui unico interesse è fare la bella vita. Sotto Giolitti avevano deciso ke l'economia italiana dovesse essere solo il triangolo industriale, e così è stato. Oggi hanno deciso ke l'economia italiana debba essere Milano e Roma, e così è. Credete ke il miracolo italiano degli anni 60 sia stato il non plus ultra del benessere? Vi sbagliate. Milioni di meridionali sono stati sradicati dalla loro terra per andare a riempire i posti vacanti creati ad arte in Lombardia e Piemonte. Mio nonno mi ha raccontato di esserci andato a Torino in quel periodo, e di essere scappato a gambe levate perkè non faceva per lui vivere ammassato in uno slum condividendo l'unico cesso con tutto il palazzo, per cui la mattina si facevano 40 minuti di fila per lavarsi la faccia e cagare. La cerkia aveva deciso ke lo sviluppo dovesse esserci solo lì, e così è stato.

È davvero così necessario ke in Italia tutto venga concentrato in un unico posto?

La prima cosa ke ci insegnano al corso di politica economica è ke l'anticiclicità è socialmente desiderabile. Se tutti si muovono alla stessa maniera e nella stessa direzione, si creano scompensi sia al rialzo ke al ribasso. Perkè per lavorare devo andare a Milano? E questo vale per me pugliese come per uno di Como. Perkè il comasco deve vivere nei treni pendolari in quanto il suo posto di lavoro dev'essere per forza a Milano? Leggo lo striscione leghista "Prima il nord!" in porta ticinese e mi viene voglia di sganciarci sopra l'atomica. Perkè sono sicurissimo ke tutti voi bollate quel messaggio come ridicolo, MA IL BLOCCO DI POTERE NO. La cerkia lo considera Verbo e lo applica alla lettera, da 150 anni. Credete ke la gente ricca se ne freghi qualcosa dei problemi del popolo? Immersi nel lusso e drogati di mondanità, eppure sono loro a decidere per il popolo. Ke cazzo di decisioni vi aspettate ke prendano? Innaffieranno il loro orto, ke si trova a Milano, e solo il loro.


Il problema dell'Italia è questo. Il potere è in mano ad una cerkia ke non consente l'equa distribuzione delle opportunità sul territorio nazionale.

Giggio93
11-10-2013, 03.17.03
Vabbé qui siamo arrivati alla fantasia e alla fantastoria e sopratutto alla fantaeconomia.
Ora l'attuale deindustrializzazione del sud è colpa della cerchia,mistico potere massonico.

A)Mi spiegheresti in cosa differisce il rapporto in fatto di industrializzazione e distribuzione dei fattori di produzione che hanno Lombardia e Puglia da quello che c'è tra Rodano Alpi e Bassa Normandia?
O tra California e Arizona?
O tra Baviera e Sassonia?
O tra Inghilterra e Galles?
O tra Catalogna e Aragona?








B)Vorresti quindi affermare che nel sud il reddito pro capite non crebbe di oltre il 100% durante il miracolo economico?

C)Vuoi dire che il livello di output per lavoratore del sud italia, incredibilmente più basso di quello del nord italia, non c'entra nulla?

D)Non è che sotto Giolitti si decise che il nord doveva essere il triangolo industriale, il nord ERA di fatto il triangolo industriale, mentre al nord mezzo secolo prima erano state sviluppate le infrastrutture necessarie e si erano avviati con forza processi di urbanizzazione e di abbandono della vita agricola il sud borbonico era assolutamente inadeguato a divenire un centro industriale,troppo agricolo, densità urbana insufficiente, mancanza di un substrato borghese che potesse sviluppare capacità imprenditoriale, mancanza di infrastrutture legali e giuridiche liberali per accompagnare l'industrializzazione,mezzi di produzione antiquati e così via, oltre all'essere lontano dalle linee di rifornimento principali di carbone e acciaio.
Poi si, è vero che l'occupazione del sud italia ha dato una mano, ma'occupazione non giustifica il pregresso Borbonico, estremamente sottosviluppato da un punto di vista produttivo così come non giustifica gli errori economici fatti dal sud negli ultimi 150 anni.

Brus
11-10-2013, 08.32.28
Cosa staremmo svaccando? Perkè credi ke la provincia di Napoli sia una super merda? I motivi sono esattamente questi. Stiamo discutendo proprio dei problemi di Stato assente. Il motivo dello sfacelo nazionale è ke una oligarkia di coglioni ha deciso di tenere saldo il comando anke se non è minimamente in grado di governare. Dai savoia in poi l'Italia è preda di una cerkia di aristocratici drogati di mondanità il cui unico interesse è fare la bella vita. Sotto Giolitti avevano deciso ke l'economia italiana dovesse essere solo il triangolo industriale, e così è stato. Oggi hanno deciso ke l'economia italiana debba essere Milano e Roma, e così è. Credete ke il miracolo italiano degli anni 60 sia stato il non plus ultra del benessere? Vi sbagliate. Milioni di meridionali sono stati sradicati dalla loro terra per andare a riempire i posti vacanti creati ad arte in Lombardia e Piemonte. Mio nonno mi ha raccontato di esserci andato a Torino in quel periodo, e di essere scappato a gambe levate perkè non faceva per lui vivere ammassato in uno slum condividendo l'unico cesso con tutto il palazzo, per cui la mattina si facevano 40 minuti di fila per lavarsi la faccia e cagare. La cerkia aveva deciso ke lo sviluppo dovesse esserci solo lì, e così è stato.

È davvero così necessario ke in Italia tutto venga concentrato in un unico posto?

La prima cosa ke ci insegnano al corso di politica economica è ke l'anticiclicità è socialmente desiderabile. Se tutti si muovono alla stessa maniera e nella stessa direzione, si creano scompensi sia al rialzo ke al ribasso. Perkè per lavorare devo andare a Milano? E questo vale per me pugliese come per uno di Como. Perkè il comasco deve vivere nei treni pendolari in quanto il suo posto di lavoro dev'essere per forza a Milano? Leggo lo striscione leghista "Prima il nord!" in porta ticinese e mi viene voglia di sganciarci sopra l'atomica. Perkè sono sicurissimo ke tutti voi bollate quel messaggio come ridicolo, MA IL BLOCCO DI POTERE NO. La cerkia lo considera Verbo e lo applica alla lettera, da 150 anni. Credete ke la gente ricca se ne freghi qualcosa dei problemi del popolo? Immersi nel lusso e drogati di mondanità, eppure sono loro a decidere per il popolo. Ke cazzo di decisioni vi aspettate ke prendano? Innaffieranno il loro orto, ke si trova a Milano, e solo il loro.


Il problema dell'Italia è questo. Il potere è in mano ad una cerkia ke non consente l'equa distribuzione delle opportunità sul territorio nazionale.

E' sempre colpa dello stato, ovviamente, non delle persone..la cosa più semplice da pensare per star bene con se stessi.

Il nord è diventato il "triangolo" perchè a milano si seguono degli stupidi modelli matematici, una burocrazia inutile (in parte si..ma a sto punto meglio troppa che niente) e la gente si faceva il culo lavorando (probabilmente è anceh per questo che molti sono scontrosi). Invece al sud, coi loro bei ritmi tranquilli, la calma, il "si vabbè fai così, che ci frega della burocrazia", ha portato a questi livelli. Chi non preferirebbe farsi i cazzi suoi e lavorare con calma?
Finchè la gente continuerà a pensare che la differenza è data dal fatto che lo stato ha preferito il nord, il sud non migliorerà mai. Iniziassero a essere più civili e responsabili (e qui ancora mi dirai che sono tutti responsabili e civili, vero?)

BattleByzan53
11-10-2013, 10.37.10
Il sud nel momento esatto della sua annessione al regno d'Italia viveva una situazione economica alquanto mista. La regione più avanzata, con impianti industriali( celebre quello di pietrarsa), 170 km di ferrovie, da estendere a 200 secondo i piani governativi ed uno straccio di borghesia imprenditoriale era la Campania, nello specifico la zona più industrializzata era sita tra Napoli e la provincia di terra di lavoro. In sostanza la regione era alquanto allineata con quelle settentrionali, ovviamente vi erano problemi atavici come il latifondo ed una non completa eliminazione di un sistema quasi feudale. A ciò aggiungo i problemi interni, tra cui i moti separatisti in Sicilia, che hanno dato non pochi problemi alla corona borbonica, comportando di fatto un incremento della reazionareità del governo. Ferdinando II si comportò come tutti i suoi contemporanei, facendo una costituzione per poi ritirarla, ciononostante era molto amato dalla popolazione, quantomeno lo era nei territori settentrionali del regno. Ora il resto del sud era pesantemente sottosviluppato, praticamente si viveva di agricoltura salvo pochi casi di impianti industriali in Calabria ed in Sicilia, la "terra dei zolfi", una delle ragioni per cui l'Inghilterra si interessò molto ai processi che portarono alla cacciata dei Borbone... Ora senza scendere nei soliti discorsi, la corona di Napoli, dopo le tempeste spagnole ed in parte napoleoniche, ha cercato più volte ed in maniera molto pratica di risollevare il regno dal suo stato di arretratezza, situazione simile alla Lombardia, la cui fortuna fu l'occupazione austriaca che si caricò del suo sviluppo dopo la lunga dominazione spagnola. Ciò che si recrimina al regno ditalia è la quantità di scelte sbagliate operate nel dopo unità... Partendo dall'impianto di leggi piemontesi, inadeguate ai territori del sud, passando per la totale delocalizzazione degli impianti produttivi, spostati nelle regioni settentrionali, per la totale mancanza di piani di sviluppo che non fossero meramente assistenzialistici ed arrivando alla forte commistione tra lo stato e la criminalità locale, per meglio ottenere il controllo di un territorio profondamente avverso al nuovo padrone.

BattleByzan53
11-10-2013, 10.41.00
State scendendo nei soliti discorsi meridionali ignoranti e settentrional che si spaccano la schiena, intanto 6 milioni di persone muoiono e moriranno di cancro, come se noi del territorio dessimo l'assenso a mettere merda sotto terra

Brus
11-10-2013, 11.51.09
Il sud nel momento esatto della sua annessione al regno d'Italia viveva una situazione economica alquanto mista. La regione più avanzata, con impianti industriali( celebre quello di pietrarsa), 170 km di ferrovie, da estendere a 200 secondo i piani governativi ed uno straccio di borghesia imprenditoriale era la Campania, nello specifico la zona più industrializzata era sita tra Napoli e la provincia di terra di lavoro. In sostanza la regione era alquanto allineata con quelle settentrionali, ovviamente vi erano problemi atavici come il latifondo ed una non completa eliminazione di un sistema quasi feudale. A ciò aggiungo i problemi interni, tra cui i moti separatisti in Sicilia, che hanno dato non pochi problemi alla corona borbonica, comportando di fatto un incremento della reazionareità del governo. Ferdinando II si comportò come tutti i suoi contemporanei, facendo una costituzione per poi ritirarla, ciononostante era molto amato dalla popolazione, quantomeno lo era nei territori settentrionali del regno. Ora il resto del sud era pesantemente sottosviluppato, praticamente si viveva di agricoltura salvo pochi casi di impianti industriali in Calabria ed in Sicilia, la "terra dei zolfi", una delle ragioni per cui l'Inghilterra si interessò molto ai processi che portarono alla cacciata dei Borbone... Ora senza scendere nei soliti discorsi, la corona di Napoli, dopo le tempeste spagnole ed in parte napoleoniche, ha cercato più volte ed in maniera molto pratica di risollevare il regno dal suo stato di arretratezza, situazione simile alla Lombardia, la cui fortuna fu l'occupazione austriaca che si caricò del suo sviluppo dopo la lunga dominazione spagnola. Ciò che si recrimina al regno ditalia è la quantità di scelte sbagliate operate nel dopo unità... Partendo dall'impianto di leggi piemontesi, inadeguate ai territori del sud, passando per la totale delocalizzazione degli impianti produttivi, spostati nelle regioni settentrionali, per la totale mancanza di piani di sviluppo che non fossero meramente assistenzialistici ed arrivando alla forte commistione tra lo stato e la criminalità locale, per meglio ottenere il controllo di un territorio profondamente avverso al nuovo padrone.

Ok tutto il racconto storico ecc ecc, che cmq non posso confermare o meno perchè sono una capra in storia. Ma tutto questo, cosa c'entra coi contadini che coltivano (consapevolmente) sopra campi radioattivi e vendono i prodotti? Questa è ignoranza e menefreghismo, non è storia.
Inoltre, tu e marco, dovreste trovare un punto d'incontro...tu dici che anche al sud si spaccano la schiena, marco dice che si lavora ma in modo molto più rilassato e tranquillo.

BattleByzan53
11-10-2013, 12.16.59
Per quanto concerne il punto di incontro, in marco vedo più una visione alla Benvenuti al Sud, dove la filosofia che vogliono buttare è quella del jamm ya, per la serie fare tutto con leggerezza. Mi sembra di leggere i proclami di Berlusconi sull'italia che è il paese del sole e del mare. Poi può essere che in puglia sia cosi ma qui a Capua, provincia di Caserta, Campania non è esattamente lo stesso. Tutta sta felicità non la vedo e al contempo quela voglia di leggerezza manco, visto che sonon figlio di due dipendenti statali che la schiena se la rompono e che pagano le tasse fino all'ultimo centesimo e quantomeno la maggioranza delle persone che conosco fanno lo stesso. Ci sono sicuramente evasori, cattive persone ma quello è universale, poi io non abito in una grande città come napoli, le realtà che conosco meglio sono quelle della mia provincia, dove si passa da zone tranquille come la mia città a zone scadenti, ma attenzione solo come "moralità" perchè Casal di Principe sembra una città del nord(cit.) in pulizia ed efficienza :asd: trlasciando tutto questo, beh i terreni spesso sono demaniali :asd: ma anche di proprietari che tramite grosse somme di denaro, fanno sversare la roba. La domanda è, in tutto questo chi controlla dove sta?

Brus
11-10-2013, 12.42.13
La domanda è, in tutto questo chi controlla dove sta?

Sai cosa? L'ideale non è "avere chi controlla", ma è "essere civili". Se io ho una cartaccia in mano e non c'è un cestino, anche se non c'è nessuno che mi può vedere, me la tengo in tasca o la tengo in auto. I volantini che trovo sul parabrezza, non li tolgo e li getto a terra, lo metto in auto. Sono cazzatine, uno dice "vabbè è un foglietto", ma moltiplicalo per milioni di persone. E se già si fa questo, anche se i cestini sono gratuiti, figurati il buttar via scorie, dove bisogna pure pagare.
So bene che han fatto proteste e tutto il resto, per l'inquinamento, ma ormai, persone senza morale e buon senso, si sono infilate in tutti i settori di potere...ma la colpa di chi è? Perchè probabilmente molta gente ci guadagnava, per omertà e chissà che altro. E ripeto, finchè anche i bambini cresceranno con questi esempi davanti agli occhi, per loro sarà normale comportarsi così. Ricordo il video della gente che scavalcava il cadavere come scavalcare un pezzo di carta; c'era una mamma con la bimba, a scavalcarlo...cosa imparerà secondo voi? Che è normale veder cadaveri, non le farà manco fastidio.

Riguardo la "simpatia e socievolezza"...avete mai ascoltato gli scherzi telefonici di radio deejay? Scherzi innoqui, sia chiaro...praticamente tutti i meridionali, dopo 10 secondi, partivano con offese, insulti, minacce, e compagnia bella...con i settentrionali, a parte casi rari, solitamente stavano allo scherzo anche loro

Brus
11-10-2013, 12.50.24
Riguardo la "simpatia e socievolezza"...avete mai ascoltato gli scherzi telefonici di radio deejay? Scherzi innoqui, sia chiaro...praticamente tutti i meridionali, dopo 10 secondi, partivano con offese, insulti, minacce, e compagnia bella...con i settentrionali, a parte casi rari, solitamente stavano allo scherzo anche loro

Da 1 min:
zjcOtnLe7rw

Sempre da 1 min:
pjF6ac2HCEI

Che socievolezza! Vien voglia di abbracciarli :asd:

BattleByzan53
11-10-2013, 12.51.46
Diciamo che a furia di vivere da soli, si cercano altre soluzioni e l'intera morale va a puttane. Io campano sono abituato a certi fenomeni ed una volta che li hai denunciati e nulla viene fatto, beh amen. La mentalità media del campano è fatalista ed in questo caso entra in funzione la modalità tira a campare, perchè quando vedi che le tue proteste vengono buttate nel cesso beh o scegli di andartene o di rimanere...A Pianura tutta la popolazione è scesa in piazza per protestare contro una discarica non a norma, che si voleva riaprire, con laghi di percolato a cielo aperto, con la falda acquifera totalmente inquinata...risultato? 2 anni di proteste per non farla riaprire e la bonifica lontana dall'essere fatta...
http://www.laboratoriocampano.org/wp-content/uploads/LC_discarica-Difrabi_Pianura.jpg

Simgiov
11-10-2013, 13.36.36
Ciò che servirebbe oggi è una nuova legge per il risanamento di Napoli (del 1885, la seconda legge urbanistica dell'Italia unita, non se ne infischiavano così tanto come qualcuno qua dentro dice). Ma l'urbanistica è in crisi, i Comuni non hanno neanche i soldi per pagare i dipendenti, figuriamoci per investire. Per non parlare del consumo di suolo, se non si trovano posti per fare le discariche è perchè ormai di territorio libero ce n'è poco. Ma fino a quando la gente vorrà vivere nella villetta con giardino e fino a quando il popolo crederà alle cagate del tipo "per uscire dalla crisi bisogna costruire case" saranno guai. Lo stato è assente perchè per correggere certi problemi servono misure che il popolino non vuole, Mario Monti docet.
Vuoi un lavoro che non sia lavorare la terra? Vai in una grossa città. Punto. Non ci possiamo permettere che la gente rimanga al suo posto in città medio-piccole, né dal punto di vista ambientale né da quello economico.

Giggio93
11-10-2013, 13.41.19
Mario Monti docet stocazzo. :asd:
L'unica cosa che Monti ha insegnato è come modellare l'azione economica su conoscenze economiche false e modelli sbagliati sia la via più rapida per acuire una recessione.
E non perchè lo dico io, ma perchè lo dicono Leigh,Blanchard,Krugman,Alesina,Stiglitz,Wolf,Munc hau,Pritchard, FMI,BCE, FED e così via.


E si, il Nord Italia del sud Italia nel post unificazione se ne è infischiato altamente.
Anzi, lievemente di più, c'è stato un caso vero e proprio di sfruttamento.

Certo, non giustifica il gap odierno, essendo passati 150 anni, però comunque come ho già scritto il nord nel post unificazione un po' del suo ce l'ha messo per deindustrializzare il sud.

Giggio93
11-10-2013, 13.42.50
Chiariamo una cosa Battle, io non ho detto che il sud non è industrializzato perchè brutto e cattivo, ho detto che il nord era già industrializzato, e quindi era naturalmente adatto a divenire il centro industriale.
E che poi è sempre così, l'industria e le zone produttive nel mondo non sono equamente divise, basta vedere proprio gli esempi che ho portato.
Poi una piccola nota: se è vero che in campania, sopratutto nella zona del napoletano, erano presenti delle infrastrutture di buon livello ed un certo tasso di industrie è anche vero che è un discorso vero solo per la campania.
Nelle altre zone del sud l'industrializzazione presente era merito di capitali stranieri arrivati per il basso costo della mano d'opera, come le fabbriche tessili svizzere o il settore minerario in Sicilia.

BattleByzan53
11-10-2013, 15.44.07
non a caso i movimenti neoborbonici trovano terra fertile in campania, come in passato il grosso degli scontri coi "briganti" è avvenuto proprio qui. GLi scontenti di come sono andate le cose, sono i napoletani che hanno visto la loro Capitale degradata a rango di città provinciale e la loro terra completamente privata di una realtà politica che ne continuasse il processo di modernizzazione, ripreso, in parte solo nel ventennio fascista.

BattleByzan53
11-10-2013, 15.54.14
in genere gli unici contenti di tutto furono i siciliani che storicamente non hanno mai digerito qualcuno che li governasse, stranamente il destino è stato beffardo con loro visto che se la Camorra campana è litigiosa e quindi frastagliata e complessivamente poco potente, la mafia siciliana governa l'isola col pugno di ferro.

Brus
11-10-2013, 16.02.14
Ebbasta con sto passato! :asd:

BattleByzan53
11-10-2013, 16.32.51
Ebbasta con sto passato! :asd:
Per comprendere il presente devi conoscere il passato. questo particolare i settentrionali e ovviamente i leghisti non lo considerano minimamente. Non ho mai detto che il Sud sarebbe stato meglio da solo, un processo di unificazione sarebbe stato inevitabile ed oltremodo necessario per reggere, una volta e per tutte, l'impatto delle potenze straniere. Dico semplicemente che l'intero processo è avvenuto nel peggiore dei modi, come una conquista militare con tanto di vincitori e vinti. La strada da percorrere era il federalismo che rispettasse le particolarità locali, perchè l'Italia è un groviglio meraviglioso di differenze dettate da secoli di separazione e di dominazioni che hanno lasciato segni evidenti nella popolazione locale ma la morte di Cavour impedi tutto ciò. Prevalse la piemontesizzazione e beh la storia la vediamo ancora oggi. La sola parola Questione Meridionale mi fa ridere, perchè, fondamentalmente dimostra la non volontà di risolvere un problema, visto che gli si da un nome, come se fosse sempre esistita, come una sorta di malattia, di caratteristica atavica del popolo del sud. Siamo nati ignoranti, senza amore patrio, egoisti e scansafatiche, come se un figlio che si droga non dipende, forse, dagli sbagli di chi lo ha messo a mondo, ma vabbè scendiamo in altri discorsi, apriremmo un vaso di Pandora troppo grosso. Quello che dico è che certe volte non occorre affidarsi ne a chi te la canta troppo bella(i revisionisti puri del risorgimento che ti citano, classico esempio dell'ignorante, l'illuminazione a gas a Napoli etc etc)ne del classico "risorgimentalista" che da una visione demoniaca dei Bordone e del Regno, che tra l'altro hanno potuto governare a fasi alterne per meno di 150 anni, dovendo assumersi il gravoso incarico di recuperare un pezzo d'italia sfasciato da quasi tre secoli di disordini interni, ingerenze straniere e dalla devastante dominazione spagnola, riuscendovi con sovrani illuminati come Carlo III o Ferdinando II...

Brus
11-10-2013, 16.47.21
Per comprendere il presente devi conoscere il passato. questo particolare i settentrionali e ovviamente i leghisti non lo considerano minimamente. Non ho mai detto che il Sud sarebbe stato meglio da solo, un processo di unificazione sarebbe stato inevitabile ed oltremodo necessario per reggere, una volta e per tutte, l'impatto delle potenze straniere. Dico semplicemente che l'intero processo è avvenuto nel peggiore dei modi, come una conquista militare con tanto di vincitori e vinti. La strada da percorrere era il federalismo che rispettasse le particolarità locali, perchè l'Italia è un groviglio meraviglioso di differenze dettate da secoli di separazione e di dominazioni che hanno lasciato segni evidenti nella popolazione locale ma la morte di Cavour impedi tutto ciò. Prevalse la piemontesizzazione e beh la storia la vediamo ancora oggi. La sola parola Questione Meridionale mi fa ridere, perchè, fondamentalmente dimostra la non volontà di risolvere un problema, visto che gli si da un nome, come se fosse sempre esistita, come una sorta di malattia, di caratteristica atavica del popolo del sud. Siamo nati ignoranti, senza amore patrio, egoisti e scansafatiche, come se un figlio che si droga non dipende, forse, dagli sbagli di chi lo ha messo a mondo, ma vabbè scendiamo in altri discorsi, apriremmo un vaso di Pandora troppo grosso. Quello che dico è che certe volte non occorre affidarsi ne a chi te la canta troppo bella(i revisionisti puri del risorgimento che ti citano, classico esempio dell'ignorante, l'illuminazione a gas a Napoli etc etc)ne del classico "risorgimentalista" che da una visione demoniaca dei Bordone e del Regno, che tra l'altro hanno potuto governare a fasi alterne per meno di 150 anni, dovendo assumersi il gravoso incarico di recuperare un pezzo d'italia sfasciato da quasi tre secoli di disordini interni, ingerenze straniere e dalla devastante dominazione spagnola, riuscendovi con sovrani illuminati come Carlo III o Ferdinando II...

Si, ok, sbagli del passato e blabla, son rimasti i segni blabla..mi va bene. Ma ripeto...tutto questo non c'entra nulla con la gente che OGGI interra scorie, ci coltiva sopra e vende i prodotti..capisci? E' questione di etica, di civiltà, di morale, di intelligenza. Come i rimbambiti che a napoli, per protesta della troppa spazzatura...l'hanno incendiata! Ragazzi, è inutile fare i diplomatici...al sud c'è ancora tanta, tanta ignoranza, punto. Nel video delle iene, il pentito che parlava dei rifiuti, non sapeva manco come si chiamava quello che andava a sotterrare...probabilmente pensava pure che fossero rifiuti urbani normalissimi

Giggio93
11-10-2013, 20.35.01
si, ma aperta parentesi e speziamo una lancia per Byzan, l'ignoranza civica del sud al nord fa tanto comodo.

Brus
11-10-2013, 21.30.31
Bè, insomma...forse ai disonesti (del nord)

MarcoLaBestia
11-10-2013, 23.31.01
Vedete in me la visione alla "benvenuti al sud" perkè siete prigionieri del pensiero tutto italiano ke lavoro=tristezza. Lavorare è bello. A patto di lavorare bene. Nella sede KPMG di Amsterdam - la sede mondiale - lavorano la metà della KPMG di Milano. Alla KPMG olandese tra un ufficio e l'altro hanno batterie (drums) e altri strumenti musicali così tra una pratica e l'altra si divertono a giocare alla band musicale. A milano invece è tutto un....... "lavora!Lavora!Lavoralavoralavoralavora!" .... ci manca solo la corona di spine e le frustate.:asd:

signori, quando capirete ke quantità e qualità sono due concetti totalmente distinti?


e non è in ogni caso al lavoro ke si riferiva il mio discorso su quanto si vive male a milano, bensì su come si vive quando NON SI È a lavoro. A milano quando esci da lavoro probabilmente ti stressi più di quando sei in ufficio... quasi quasi capisco quelli ke c'hanno la branda in ufficio. Al sud 1 giorno dura 1 giorno e 1 settimana dura 1 settimana. Al nord hai la sensazione ke da lunedì a venerdì sia un unico giorno e ke sabato-domenica siano le ore di riposo dopo l'intera giornata di lavoro. Al sud si lavora 8 ore e si dorme 9 ore, restano altre 7 ore a disposizione per godersi la vita. A milano si lavora 9-12 ore, 2-3 se ne vanno di commuting, 8 per dormire.... ti restano a malapena 1-2 ore in cui voglio proprio vedere se hai voglia di "massimizzarle" andando in palestra o al cinema... io mi arenerei sul divano per lo sfinimento. Bella vita... ci credo ke sono tutti incazzati!

Mio padre è makkinista delle ferrovie dello stato in pensione, ci ha lasciato la salute sui locomotori, e l'ha sempre fatto col sorriso sulle labbra perkè portava il pane a casa. Però quando non era a lavoro si godeva la vita, come è giusto ke sia. A milano un ferroviere non si gode proprio un cazzo



E' sempre colpa dello stato, ovviamente, non delle persone..la cosa più semplice da pensare per star bene con se stessi.
no, non dello Stato, ma del blocco di potere ke lo attanaglia. Ecco perkè voto M5S: non ha legami con questi zombie figli della nobiltà decaduta del passato ke ci stanno mandando in merda con la loro ignoranza.

Io ho illimitata fiducia nel popolo italiano, ke però finora è confinato al ruolo di lavoratore-spettatore.
È proprio l'ora di prendere in mano lo scettro del comando.




E signor no, io non credo ke i meridionali siano sfaticati. Il sud dell'Italia è stato florido per tremila anni e ha una cultura di tremila anni. Vuoi vedere ke giusto in quest'ultimo secolo e mezzo siamo diventati tutti brokki e la cultura del sud è diventata d'un tratto foriera di lassismo? Francamente non penso proprio, visto ke il nord Italia e mezzo nord America l'hanno costruito gli italiani del sud e (in misura minore) del nordest.

Brus
11-10-2013, 23.55.29
Vedete in me la visione alla "benvenuti al sud" perkè siete prigionieri del pensiero tutto italiano ke lavoro=tristezza. Lavorare è bello. A patto di lavorare bene. Nella sede KPMG di Amsterdam - la sede mondiale - lavorano la metà della KPMG di Milano. Alla KPMG olandese tra un ufficio e l'altro hanno batterie (drums) e altri strumenti musicali così tra una pratica e l'altra si divertono a giocare alla band musicale. A milano invece è tutto un....... "lavora!Lavora!Lavoralavoralavoralavora!" .... ci manca solo la corona di spine e le frustate.:asd:

signori, quando capirete ke quantità e qualità sono due concetti totalmente distinti?

:asd: anche in google hanno calcetti, piscina, area relax...ma si fanno un culo quadro, sai? Tu vivi nel mondo delle favole...al sud si vogliono tutti bene, nei posti di lavoro si suona la batteria e si lavora poco..davvero, o sei fatto oppure non so. Anzi, credo proprio che li saresti ancor più stressato che negli altri posti, e sai perchè? Competizione. Tutti vorrebbero quel posto di lavoro così figo..e quindi, se non lavori e ti sbatti come si deve, non ci mettono molto a trovare uno che sgobba di più. E inoltre, forse non lo sai, ma praticamente nessun posto di lavoro ha quelle cose, a meno delle aziende enormi.




E signor no, io non credo ke i meridionali siano sfaticati. Il sud dell'Italia è stato florido per tremila anni e ha una cultura di tremila anni. Vuoi vedere ke giusto in quest'ultimo secolo e mezzo siamo diventati tutti brokki e la cultura del sud è diventata d'un tratto foriera di lassismo? Francamente non penso proprio, visto ke il nord Italia e mezzo nord America l'hanno costruito gli italiani del sud e (in misura minore) del nordest.

Lo dico anche a te..trova un punto d'incontro con Byzan, perchè lui dice esattamente il contrario di quello che dici te, ossia che nel passato il sud era nella merda ancor di più.
Inoltre l'hai detto tu..hanno costruito mezzo nord italia e mezza america (modesto eh :asd:) ...l'han construito perchè se ne sono andati dal sud. Fosse stato un così bel posto, sarebbero rimasti a far sviluppare quello, non credi? E oggi, così come allora, la gente se ne va perchè è un posto senza sviluppo economico e sta andando verso l'autodistruzione

MarcoLaBestia
11-10-2013, 23.59.06
be la classe operaia è lì per lavorare, deve farla lavorare quella dirigente. Se il posto di lavoro glielo creano lontano da casa è colpa loro?

O forse l'aria del sud contiene particelle ke fanno passare la voglia di lavorare, così quando uno se ne va dal sud gli viene? :asd:



te lo sei fatto un giro all'estero? C'è Italia dappertutto.... credi sia opera dei piemontesi?

Brus
12-10-2013, 00.05.13
be la classe operaia è lì per lavorare, deve farla lavorare quella dirigente. Se il posto di lavoro glielo creano lontano da casa è colpa loro?

O forse l'aria del sud contiene particelle ke fanno passare la voglia di lavorare, così quando uno se ne va dal sud gli viene? :asd:



te lo sei fatto un giro all'estero? C'è Italia dappertutto.... credi sia opera dei piemontesi?

Se non hanno la voglia di lavorare..NON LAVORANO, li cacciano, capisci? Quindi o lavorano o non guadagnano la pagnotta. E ti ripeto..c'è italia dappertutto perchè SE NE SONO ANDATI DAL SUD. Se uno sta bene in un posto, non se ne va.

MarcoLaBestia
12-10-2013, 01.40.11
ah quindi il sud brutto e cattivo li ha messi in fuga. Vabbeh è inutile, ancora una volta parlo con un computer ke ragiona col codice binario.


01110011 01100101 00100000 01101110 01101111 01101110 00100000 01100011 00100111 11101000 00100000 01101111 01100110 01100110 01100101 01110010 01110100 01100001 00100000 01100100 01101001 00100000 01101100 01100001 01110110 01101111 01110010 01101111 00100000 01100001 01101100 00100000 01110011 01110101 01100100 00100000 11101000 00100000 01101111 01110110 01110110 01101001 01101111 00100000 01100011 01101000 01100101 00100000 01110011 01101111 01101110 01101111 00100000 01100011 01101111 01110011 01110100 01110010 01100101 01110100 01110100 01101001 00100000 01100001 01100100 00100000 01100101 01101101 01101001 01100111 01110010 01100001 01110010 01100101 00101100 00100000 01100011 01100001 01111010 01111010 01101111 !

Giggio93
12-10-2013, 09.06.46
Sempre meglio che parlare con persone che portano avanti la fantastoria.

Il sud dell'Italia è stato florido per tremila anni e ha una cultura di tremila anni. Vuoi vedere ke giusto in quest'ultimo secolo e mezzo siamo diventati tutti brokki e la cultura del sud è diventata d'un tratto foriera di lassismo? Francamente non penso proprio, visto ke il nord Italia e mezzo nord America l'hanno costruito gli italiani del sud e (in misura minore) del nordest.

Marco mi spiace dirtelo, ma devi proprio ripassare storia, porti delle lacune atroci.

Nordmar
12-10-2013, 10.09.29
Io ho illimitata fiducia nel popolo italiano, ke però finora è confinato al ruolo di lavoratore-spettatore.


E secondo me sbagli.
Di solito si ha fiducia in qualcuno perché ha fatto qualcosa.
La tua è fede, è come credere in Dio.

MarcoLaBestia
12-10-2013, 10.53.00
E secondo me sbagli.
Di solito si ha fiducia in qualcuno perché ha fatto qualcosa.
di dove sei?

FALLEN_ANGEL_664
12-10-2013, 10.55.27
01110011 01100101 00100000 01101110 01101111 01101110 00100000 01100011 00100111 11101000 00100000 01101111 01100110 01100110 01100101 01110010 01110100 01100001 00100000 01100100 01101001 00100000 01101100 01100001 01110110 01101111 01110010 01101111 00100000 01100001 01101100 00100000 01110011 01110101 01100100 00100000 11101000 00100000 01101111 01110110 01110110 01101001 01101111 00100000 01100011 01101000 01100101 00100000 01110011 01101111 01101110 01101111 00100000 01100011 01101111 01110011 01110100 01110010 01100101 01110100 01110100 01101001 00100000 01100001 01100100 00100000 01100101 01101101 01101001 01100111 01110010 01100001 01110010 01100101 00101100 00100000 01100011 01100001 01111010 01111010 01101111 !

00100000 stà per spazio? :look:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Nordmar
12-10-2013, 11.06.40
di dove sei?

Reggio Emilia.

E l'unica cosa buona della mia terra sono stati i partigiani.
Escludendo il cibo, ovviamente :asd:

Elrond
12-10-2013, 11.52.35
Reggio Emilia.

E l'unica cosa buona della mia terra sono stati i partigiani.
Escludendo il cibo, ovviamente :asd:
Non avevate i migliori asili d'Italia? :mumble:

Giggio93
12-10-2013, 13.02.07
Ma sticazzi degli asili, fanno il salame di felino. :metal:

Brus
12-10-2013, 13.18.19
ah quindi il sud brutto e cattivo li ha messi in fuga. Vabbeh è inutile, ancora una volta parlo con un computer ke ragiona col codice binario.


01110011 01100101 00100000 01101110 01101111 01101110 00100000 01100011 00100111 11101000 00100000 01101111 01100110 01100110 01100101 01110010 01110100 01100001 00100000 01100100 01101001 00100000 01101100 01100001 01110110 01101111 01110010 01101111 00100000 01100001 01101100 00100000 01110011 01110101 01100100 00100000 11101000 00100000 01101111 01110110 01110110 01101001 01101111 00100000 01100011 01101000 01100101 00100000 01110011 01101111 01101110 01101111 00100000 01100011 01101111 01110011 01110100 01110010 01100101 01110100 01110100 01101001 00100000 01100001 01100100 00100000 01100101 01101101 01101001 01100111 01110010 01100001 01110010 01100101 00101100 00100000 01100011 01100001 01111010 01111010 01101111 !

E perchè non c'è offerta di lavoro, se fino a 150 anni fa il sud era florido come dici?
Il primo passo per risolvere il problema, è vedere che esiste il problema. Se si incolpa lo stato, la storia, il passato, per non ammettere la realtà, il problema non si risolverà mai.

Brus
12-10-2013, 13.19.30
Reggio Emilia.

E l'unica cosa buona della mia terra sono state le parmigiane.


Fixed :sisi:

BattleByzan53
12-10-2013, 13.32.07
La colpa va ricercata nella storia politica se in 150 anni lo stato no ha mai fatto manovre adeguate a ripianare il distacco tra le due parti d'italia, anzi nel caso della Campania, ha preso una regione mediamente industrializzata e con un discreto sistema di infrastrutture tra strade e ferrovie e l'ha via via addormentata, delocalizzando industrie senza il benchè minimo straccio di programmazione per il futuro.
Il primo passo per siolvere il problema è massacrare la classe dirigente che continuamente porta avanti questo disegno assurdo di inefficienza che puzza di malavita. Abbattuta la malavita, potendo respirare aria pulita allora occorrerà fare politiche accurate valutando le potenzialità territoriali. In primis recuperando enormi somme di denaro col turismo che ad oggi è seriament sottosviluppato in questa parte del paese...non si dovrà avere più paura che una parte del paese danneggi l'altra, perchè ad oggi il litorale domitio in campania potrebbe veramente fare a pezzi la riviera romagnola, visto che potrebbe offrire gli stessi divertimenti con l'aggiunta di un mare decisamente più "interessante" del pantano adriatico e di un retroterra artisticamente notevole( la sola Napoli vale il prezzo del biglietto...). Sono tutti discorsi che devono partire dalla classe dirigente

kaiser77
12-10-2013, 13.53.03
Reggio Emilia.

E l'unica cosa buona della mia terra sono stati i partigiani.
Escludendo il cibo, ovviamente :asd:

ti stai dimenticando le nostre fantastiche coop, che ha forza di appalti, subappalti e mangia mangia sono tutte cadute a terra come pere mature :D

Thor
12-10-2013, 15.08.57
Ma sticazzi degli asili, fanno il salame di felino. :metal:

I salami di felino li fanno a Felino che e' in provincia di Parma:teach::asd:

A Reggio Emilia fanno i cerchi quadrati:metal: e le reggiane sono porche:nerdsaw:
Ci sono anche lati positivi, a Reggio Emilia hanno ElDox:metal:

MarcoLaBestia
12-10-2013, 19.27.50
La colpa va ricercata nella storia politica se in 150 anni lo stato no ha mai fatto manovre adeguate a ripianare il distacco tra le due parti d'italia, anzi nel caso della Campania, ha preso una regione mediamente industrializzata e con un discreto sistema di infrastrutture tra strade e ferrovie e l'ha via via addormentata, delocalizzando industrie senza il benchè minimo straccio di programmazione per il futuro.
Il primo passo per siolvere il problema è massacrare la classe dirigente che continuamente porta avanti questo disegno assurdo di inefficienza che puzza di malavita. Abbattuta la malavita, potendo respirare aria pulita allora occorrerà fare politiche accurate valutando le potenzialità territoriali. In primis recuperando enormi somme di denaro col turismo che ad oggi è seriament sottosviluppato in questa parte del paese...non si dovrà avere più paura che una parte del paese danneggi l'altra, perchè ad oggi il litorale domitio in campania potrebbe veramente fare a pezzi la riviera romagnola, visto che potrebbe offrire gli stessi divertimenti con l'aggiunta di un mare decisamente più "interessante" del pantano adriatico e di un retroterra artisticamente notevole( la sola Napoli vale il prezzo del biglietto...). Sono tutti discorsi che devono partire dalla classe dirigente

Applausi !! :clap:



Se il sud è ancora vivo è proprio GRAZIE ai meridionali ke hanno indomitamente perseverato nel viverci nonostante la persecuzione politica.

Brus
13-10-2013, 11.33.05
Ridaje con sta politica..ma va bè, tanto così vi mettete l'animo in pace

Ape_Africanizzata
13-10-2013, 12.31.58
Applausi !! :clap:



Se il sud è ancora vivo è proprio GRAZIE ai meridionali ke hanno indomitamente perseverato nel viverci nonostante la persecuzione politica.

Già. Ad esempio, è grazie ad EROI come questo che il sud è ancora vivo:


http://www.youtube.com/watch?v=1jWVyhuVHGw

Ape_Africanizzata
13-10-2013, 12.33.28
edit: il video è questo:D
http://www.youtube.com/watch?v=1jWVyhuVHGw


Mod, potete editarmi il messaggio? Io non ci riesco,non so perchè

Brus
13-10-2013, 13.38.19
edit: il video è questo:D
http://www.youtube.com/watch?v=1jWVyhuVHGw


Mod, potete editarmi il messaggio? Io non ci riesco,non so perchè

:asd:

Volevo appunto citare ste cose, ma mi era scappato di mente...i falsi invalidi, le truffe alle assicurazioni (e poi si lamentano perchè alzano i prezzi delle stesse), e così via.

slavic
13-10-2013, 13.54.19
ho una vicina di casa anziana(molto) che la vedo camminare di tanto in tanto con il bastone e si vede chiaramente che ha un problema non solo al piede ma anche tutta la parte sinistra del corpo

va in giro con una di quelle carrozzine elettriche fighe che sono molto comode per loro

la vedo entrate in posta con il macchinino, li apro la porta(perché appunto si apre solo cosi) per entrare, dentro "la parcheggia" vicino al muro e si alza in piedi con il bastone e si mette in fila ad aspettare il suo turno

l'ufficio ha solo un sportello aperto, nonostante ci sono almeno 5 idioti la dentro e si vede chiaramente che sono i tipici "poltronisti" e non "operai"

adesso quando lei si alza dalla sua "carrozzina" la gente che dovrebbe fare?

1. darli un calcio in cullo perché fingeva di essere invalida perché può camminare senza carrozzina?
2. lasciarla passare prima di tutti?
3. bruciare cmq l'officio postale?(giusto perché tutti se lo meriterebbero a prescindere :sisi)

cioè esaltarsi per un video cosi fuorviante e approssimativo :azz:

Brus
13-10-2013, 14.36.19
cioè esaltarsi per un video cosi fuorviante e approssimativo :azz:

No infatti, questi tipi di truffe non esistono:

http://tg24.sky.it/tg24/economia/2013/08/23/guardia_di_finanza_danno_erariale_truffe_sprechi.h tml

http://tg24.sky.it/tg24/cronaca/2013/04/05/napoli_falsi_invalidi_nuovi_arresti_sequestri_beni .html

Cerca cerca, che ne trovi quanti ne vuoi :asd:

slavic
13-10-2013, 14.41.47
ed infatti si vede chiaramente chi io mi riferivo alle truffe, e non ad un video del cazzo dove non si sa e si vede un cazzo di niente ...

ce almeno se volete fare il punto della situazione usate qualcosa che non sia ridicolo a dismisura e non stracciato in meno di 2 secondi...

ti devi fare anche il disegnino per capirlo o ti devo rimandare nel sistema iniziando con le elementare? :azz:

MarcoLaBestia
13-10-2013, 14.47.10
edit: il video è questo:D
http://www.youtube.com/watch?v=1jWVyhuVHGwi signori ke lo prendono in giro sono fortissimi:roll3: ahhh io a Palermo devo trasferirmi.



Mod, potete editarmi il messaggio? Io non ci riesco,non so perchè
Perkè sei guest. Ti è piaciuto fonderti con Fallen Angel?.... e mo attendi nell'ombra. :asd:

Brus
13-10-2013, 15.02.17
ed infatti si vede chiaramente chi io mi riferivo alle truffe, e non ad un video del cazzo dove non si sa e si vede un cazzo di niente ...

ce almeno se volete fare il punto della situazione usate qualcosa che non sia ridicolo a dismisura e non stracciato in meno di 2 secondi...

ti devi fare anche il disegnino per capirlo o ti devo rimandare nel sistema iniziando con le elementare? :azz:

Non è quello che ho fatto, mandadoti 2 link di skyTG? -_-' Se vuoi te ne posso mettere quanti ne vuoi..ma fai prima tu a cercare "falsi invalidi" e a guardarti tutti i servizi della gdf.

Quello che ha postato ape non sappiamo se è vero, ma i falsi invalidi li scovano proprio in questo modo..si tradiscono da soli.

MarcoLaBestia
13-10-2013, 15.06.57
Ho capito! Finalmente mi avete tolto i paraokki!

Al sud non c'è lavoro per colpa dei falsi invalidi !!!!!

slavic
13-10-2013, 15.11.09
Non è quello che ho fatto, mandadoti 2 link di skyTG? -_-' Se vuoi te ne posso mettere quanti ne vuoi..ma fai prima tu a cercare "falsi invalidi" e a guardarti tutti i servizi della gdf.

Quello che ha postato ape non sappiamo se è vero, ma i falsi invalidi li scovano proprio in questo modo..si tradiscono da soli.

http://2.bp.blogspot.com/-D3B1DKGwh_s/UjRjgUqRKaI/AAAAAAAAAJU/p_ZOhkpRV64/s1600/sarcasm.jpg
se vuoi usare come "prova" qualcosa per ingigantire qualcosa altro almeno non usare un video del tutto smontabile :roll3:
dove per di piu se non hai dei prosciutti davanti ai occhi vedi pure che li trema un puo la gamba quando sta in piedi quello :azz:

si io criticavo il prendere come esempio il video per montare qualcosa sopra ...che di una ipocrisia
e non il tuo altro...

Brus
13-10-2013, 15.29.46
Ho capito! Finalmente mi avete tolto i paraokki!

Al sud non c'è lavoro per colpa dei falsi invalidi !!!!!

Davvero io non so cosa ribattere, a queste cose -_-'



http://2.bp.blogspot.com/-D3B1DKGwh_s/UjRjgUqRKaI/AAAAAAAAAJU/p_ZOhkpRV64/s1600/sarcasm.jpg
se vuoi usare come "prova" qualcosa per ingigantire qualcosa altro almeno non usare un video del tutto smontabile :roll3:
dove per di piu se non hai dei prosciutti davanti ai occhi vedi pure che li trema un puo la gamba quando sta in piedi quello :azz:

si io criticavo il prendere come esempio il video per montare qualcosa sopra ...che di una ipocrisia
e non il tuo altro...

Ed è esattamente il sarcasmo che ha usato ape, con quel video, per ricordare però delle problematicheche esistono

slavic
13-10-2013, 15.32.28
Davvero io non so cosa ribattere, a queste cose -_-'




Ed è esattamente il sarcasmo che ha usato ape, con quel video, per ricordare però una delle problematiche non da poco che esistono

no il video e i commenti al video(tranne il mio) era per sfottere il tipo che era alzato dalla carrozzina
la smettiamo di arrampicarti sugli spechi? :asd:

Brus
13-10-2013, 15.39.00
no il video e i commenti al video(tranne il mio) era per sfottere il tipo che era alzato dalla carrozzina
la smettiamo di arrampicarti sugli spechi? :asd:

Il mio commento "Volevo appunto citare ste cose, ma mi era scappato di mente...i falsi invalidi, le truffe alle assicurazioni" era uno sfottere? Ti lascio il beneficio del dubbio perchè non sei italiano

slavic
13-10-2013, 15.53.26
:azz:
dovrebbero darti una medaglia
quella di darwin awards...

usa un cazzo di video migliore? e se non ne hai usa dal inizio un cazzo di articolo?
cazzO :asd:

MarcoLaBestia
13-10-2013, 16.04.45
Ora Brus ci dice la differenza tra i falsi invalidi e Ligresti.

Brus
13-10-2013, 16.05.04
:azz:
dovrebbero darti una medaglia
quella di darwin awards...

usa un cazzo di video migliore? e se non ne hai usa dal inizio un cazzo di articolo?
cazzO :asd:

Mi pare che è qualcun altro ad arrampicarsi sugli specchi....è partito con quello sarcastico, ape...visto che, oggettivamente, poteva essere una cosa normale, ho messo i link a video di notizie dove PARLANO di queste cose, non li mostrano. Vuoi quelli dove li mostrano? Mi devo mettere a cercarli io o ce la fai a googolare "truffa falsi invalidi"?

slavic
13-10-2013, 16.08.18
io criticavo il video è il suo sfotto a quel vecchio accompagnato dai vostri commenti subito dopo

non so tu dove vuoi andare, ma quello ce ed è scritto sopra nero su bianco

sei riuscito a trovare finalmente ad azzannare la tua coda a forza di girare intorno o ancora no brus?

Brus
13-10-2013, 16.15.48
io criticavo il video è il suo sfotto a quel vecchio accompagnato dai vostri commenti subito dopo

non so tu dove vuoi andare, ma quello ce ed è scritto sopra nero su bianco

sei riuscito a trovare finalmente ad azzannare la tua coda a forza di girare intorno o ancora no brus?

Ci ho messo 30 post a capire che intendevi i commenti su YOUTUBE...magari specifica, la prossima volta. Ora vorrei capire quali sono i nostri commenti contro il tizio del video. E' perchè ape ha detto ironicamente eroe? Boia che offesa :asd:

Brus
13-10-2013, 16.16.43
Ora Brus ci dice la differenza tra i falsi invalidi e Ligresti.

Non la so. Spiega tu, che non smetto mai d'imparare

slavic
13-10-2013, 16.23.26
Ci ho messo 30 post a capire che intendevi i commenti su YOUTUBE...magari specifica, la prossima volta. Ora vorrei capire quali sono i nostri commenti contro il tizio del video. E' perchè ape ha detto ironicamente eroe? Boia che offesa :asd:
no, continui a non capire un cazzo :roll3:

se vuoi parlare di falsi invalidi e costruirci un caso sopra linki un video cosi
ydpz1gEVohE

e non quello di ape
e leggiti il tuo primo quote al suo video no?
e questa volta metti in funzione il neurone di acqua lete con cui ti ritrovi :asd:

Brus
13-10-2013, 16.31.34
no, continui a non capire un cazzo :roll3:

se vuoi parlare di falsi invalidi e costruirci un caso sopra linki un video cosi
ydpz1gEVohE

e non quello di ape
e leggiti il tuo primo quote al suo video no?
e questa volta metti in funzione il neurone di acqua lete con cui ti ritrovi :asd:

Forse non hai capito che ho detto che HO PRESO SPUNTO dal link di ape per evidenziare un problema che esiste. Non mi interessava mettere il video di quella colta in flagrante, ma volevo far vedere quanto è grave la situazione...un caso isolato del cazzo non mi interessa. E poi, invece che parlare del problema, ti sei accanito sul fatto che "non ho iniziato la discussione con un altro video"..ti rendi conto? Sembri il prefetto che si accaniva contro il don perchè ha chiamato "signora" invece di "prefetta".

slavic
13-10-2013, 16.43.41
Forse non hai capito che ho detto che HO PRESO SPUNTO dal link di ape per evidenziare un problema che esiste. Non mi interessava mettere il video di quella colta in flagrante, ma volevo far vedere quanto è grave la situazione...un caso isolato del cazzo non mi interessa. E poi, invece che parlare del problema, ti sei accanito sul fatto che "non ho iniziato la discussione con un altro video"..ti rendi conto? Sembri il prefetto che si accaniva contro il don perchè ha chiamato "signora" invece di "prefetta".

forse tu non sai quando smetterla di fare slalom tra le tue sparate? e prenderti in faccia quel boomerang di cagata che prima hai lanciato ? :asd:

avevi il video nel tuo quote, lo usi per citare lo schifo dei falsi invalidi
te lo faccio notare e tu per una pagina intera dici invece che non hai sbagliato niente?
e continui a parlare del falsi invalidi come se prima non hai sparato una gran cagata?

non costruire un caso nazionale di invalidità su un video dove vene sfottuta una persona che forse è pure invalida
usa qualcosa altro di piu decente almeno

io ho sempre dal inizio criticato il video e i vostri commenti a quel video
sei tu che hai sparato un cazzata e poi continuato a parlare della "tua signora " arrampicandoti a piu non posso sui spechi

cosi difficile dire che si hai futtamente sparato una cazzata? -_-'
ecco per casi cosi semplici che nessuno vuole ammettere manco la piu piccola cazzata che la politica fa cagare :azz:

ha sbagliato dillo cazzo lol pensa metterla a posto, e non buttare sopra altre scorie tossiche peggiore per coprire una semplice cagata

PS: si era tutto un fottuto esempio reale per provarvi quello che non va nella gente :|

Brus
13-10-2013, 16.57.49
forse tu non sai quando smetterla di fare slalom tra le tue sparate? e prenderti in faccia quel boomerang di cagata che prima hai lanciato ? :asd:

avevi il video nel tuo quote, lo usi per citare lo schifo dei falsi invalidi
te lo faccio notare e tu per una pagina intera dici invece che non hai sbagliato niente?
e continui a parlare del falsi invalidi come se prima non hai sparato una gran cagata?

non costruire un caso nazionale di invalidità su un video dove vene sfottuta una persona che forse è pure invalida
usa qualcosa altro di piu decente almeno

io ho sempre dal inizio criticato il video e i vostri commenti a quel video
sei tu che hai sparato un cazzata e poi continuato a parlare della "tua signora " arrampicandoti a piu non posso sui spechi

cosi difficile dire che si hai futtamente sparato una cazzata? -_-'
ecco per casi cosi semplici che nessuno vuole ammettere manco la piu piccola cazzata che la politica fa cagare :azz:

ha sbagliato dillo cazzo lol pensa metterla a posto, e non buttare sopra altre scorie tossiche peggiore per coprire una semplice cagata

PS: si era tutto un fottuto esempio reale per provarvi quello che non va nella gente :|

Mi sto rompendo un po' il cazzo, sai? Inizia a comprendere bene l'italiano, poi puoi parlare


:asd:

Volevo appunto citare ste cose, ma mi era scappato di mente...i falsi invalidi, le truffe alle assicurazioni (e poi si lamentano perchè alzano i prezzi delle stesse), e così via.

Sai cosa vuol dire quello in grassetto? " 'ste cose" significa "queste cose", ossia quelle mostrate nel video, e nel video si mostra un tizio in carrozzina che però si alza. Quindi, "queste cose" fa riferimento al generico "falsi invalidi", che subito dopo ho scritto (e ho citato anche frodi assicurative, che non era mostrato nel video..ulteriore prova che non parlavo di quel video nello specifico). Dio santo, mi tocca farti l'analisi grammaticale, tra un po'.

Ma ogni santa volta, su sto forum, si finisce a parlare coi rimbambiti e poi bisogna mollare il colpo per non farsi venire una nevrosi, ma è possibile? Tenetevi la vostra merda radioattiva e cercate di non venderla, consideratevi pure eroi, altruisti, gentili, lavoratori, onesti e quel cazzo che vi pare. Credete a quello che volete, sostenete pure i vostri cazzo di mafiosi e date sempre la colpa allo stato e al nord che vi ha voluto escludere a priori, senza nessun apparente motivo. Tenetevi tutti i caproni ignoranti che non sanno manco dire "scorie radioattive" o "cadmio" quando sono loro stessi a seppellirli. Continuate a credere che al sud son tutti svegli con un cevello che lavora a pieno regime. Se siete qui al nord e lo criticate perchè fa cagare, tornatevene giù, ci guadagnamo entrambi.

slavic
13-10-2013, 17.00.37
dai qui serve quotare per preservarlo :teach:

Mi sto rompendo un po' il cazzo, sai? Inizia a comprendere bene l'italiano, poi puoi parlare



Sai cosa vuol dire quello in grassetto? " 'ste cose" significa "queste cose", ossia quelle mostrate nel video, e nel video si mostra un tizio in carrozzina che però si alza. Quindi, "queste cose" fa riferimento al generico "falsi invalidi", che subito dopo ho scritto (e ho citato anche frodi assicurative, che non era mostrato nel video..ulteriore prova che non parlavo di quel video nello specifico). Dio santo, mi tocca farti l'analisi grammaticale, tra un po'.

Ma ogni santa volta, su sto forum, si finisce a parlare coi rimbambiti e poi bisogna mollare il colpo per non farsi venire una nevrosi, ma è possibile? Tenetevi la vostra merda radioattiva e cercate di non venderla, consideratevi pure eroi, altruisti, gentili, lavoratori, onesti e quel cazzo che vi pare. Credete a quello che volete, sostenete pure i vostri cazzo di mafiosi e date sempre la colpa allo stato e al nord che vi ha voluto escludere a priori, senza nessun apparente motivo. Tenetevi tutti i caproni ignoranti che non sanno manco dire "scorie radioattive" o "cadmio" quando sono loro stessi a seppellirli. Continuate a credere che al sud son tutti svegli con un cevello che lavora a pieno regime. Se siete qui al nord e lo criticate perchè fa cagare, tornatevene giù, ci guadagnamo entrambi.
CVD :|
e :roll3:
non mi aspettavo che cadessi cosi spettacolarmente :asd:

Brus
13-10-2013, 17.17.24
dai qui serve quotare per preservarlo :teach:

CVD :|
e :roll3:
non mi aspettavo che cadessi cosi spettacolarmente :asd:

Potrei fare di meglio, ma non capiresti..già così sei al limite :)

Dimenticavo: è esattamente quello che ho scritto negli altri post, ma raggruppati qui...si vede che non avevi capito nemmeno gli altri post, a questo punto

MarcoLaBestia
13-10-2013, 20.27.13
Non la so. Spiega tu, che non smetto mai d'imparare

La faccio breve ke mi scoccio a scrivere. Il presunto - facciamo finta ke lo sia per davvero - falso invalido di quel video e Ligresti sono entrambi siciliani, ed entrambi truffatori. La prima differenza è ke il tizio del video vive ancora in Sicilia, mentre Ligresti vive a Milano da una vita. I figli sono milanesi. L'altra differenza sta nell'impatto ke hanno sulla società: il falso invalido è come una piccola cozza attaccata al gigantesco scoglio dello Stato. Drena delle risorse paragonabili ad una puzzetta, quindi più ke altro desta l'indignazione di ki si spacca il culo a lavorare, ma il suo singolo influsso malefico sulla salute del bilancio statale è impercettibile. Il secondo invece, tralasciando tangentopoli e le truffe del passato, ha fatto fare crack ad una delle più grosse società finanziarie ed assicurative italiane. Come detto dal premio Nobel all'economia Joseph Stiglitz, l'errore (leggasi: fallimento) di una impresa privata "too big to fail" non è circoscrivibile e ha ripercussioni su tutta la società come se si trattasse di un errore compiuto dal pianificatore centrale (leggasi: Stato). Ciononostante, a Milano continua ad esserci lavoro a buttare mentre in Sicilia no.

Possiamo affermare ke a posizioni invertite il falso invalido avrebbe fatto le stesse truffe del Ligresti, o ke il Ligresti avrebbe fatto il falso invalido in Sicilia se non avesse avuto l'opportunità di fare carriera a Milano? Forse sì, forse no, ma il punto non è questo. Il punto è ke le persone sono sempre le stesse a prescindere dal luogo in cui vivono. La grandezza delle opere ke compiono sulla base della loro mentalità è solo direttamente proporzionale alla grandezza delle opportunità di cui possono godere.

Pertanto, se a Milano c'è lavoro a iosa mentre in Sicilia no, ciò è da attribuire a motivazioni di matrice esclusivamente politica (leggasi: dove lo Stato decide di investire e dove no) e non a motivazioni di matrice storica o genetica.

kitsunekun
15-10-2013, 21.25.14
Up, tra due minuti c'è un secondo servizio... Italia 1, Iene.

FALLEN_ANGEL_664
15-10-2013, 22.25.53
Allora, anzitutto:

[Mod mode: ON]

Avvertimento: moderate i termini. Le offese non sono tollerabili.

[Mod mode: OFF]

Dopodichè: slavic, non è assolutamente importante se la persona in questione è realmente o no un invalido. Quel video è stato postato per portare all'attenzione i falsi invalidi perchè in esso si vede un potenziale falso invalido. Nel suo immagino sarà stato scelto sopratutto per i commenti goliardici degli altri spettatori della partita. In ogni caso non si voleva fare un processo al singolo episodio, anche perchè nessuno qui glie ne importerà minimamente di chi quell'uomo sia ne se sia realmente o no un invalido. Non si stava cercando di portare la prova di un falso invalido. Si è postato un video dai commenti (in video) simpatici in cui si vede un potenziale falso invalido. Dopodichè dimmi dove qualcuno ha detto qualcosa riguardo a quel singolo caso intendendo che quel video provi effettivamente che il tipo sia un invalido. E, per anticiparti, che ha detto Brus non prova assolutamente che lui si stesse riferendo al singolo caso al pari di come quel video non prova che quello sia un falso invalido. Le parole


Volevo appunto citare ste cose, ma mi era scappato di mente...i falsi invalidi

sono perfettamente giustificabili dalla prospettiva di chi prende quel video non per trovare un falso invalido in particolare, ma per parlare dell'argomento dei falsi invalidi. Così come il fatto che il tipo si alzi dalla sedia a rotelle rientra perfettamente nelle possibilità di molti invalidi che sono costretti all'utilizzo della sedia e riescono comunque ad alzarsi in piedi (e al contempo di chi si finge invalido).

Ora, dato che mi sembra che tu sia saltato alle conclusioni in merito ai commenti di Brus al pari di chi è saltato alle conclusioni in tribuna guardando quel tipo alzarsi in piedi, mi spieghi cosa dovremmo fare? Mi spieghi per quale motivo a Brus importerebbe minimamente di accusare quella persona di essere un falso invalido quando nemmeno sa chi egli sia? Se vuoi davvero criticare la scelta del video accusando Ape di essere stato ingiusto verso quella persona (e in ogni caso verso Brus non avresti elementi per accusarlo di una cattiva condotta), porta delle prove a sostegno della reale invalidità di quella persona. A quel punto sarai "giustificato a rimproverarlo" da una posizione di forza. Diversamente no. Perchè così come quel video non prova che quella persona sia un falso invalido, allo stesso tempo non prova che sia invalido. Quindi gli elementi a favore delle due tesi si equivalgono. Se vuoi quindi portare la tua tesi*, consiglierei di farlo in maniera più pacata; qualcosa del tipo «potevate però scegliere un video più appropriato. Un tipo può essere invalido anche se si alza in piedi». Magari poi Brus non avrà risposto subito in perfetto bon ton (e alla fine è pure sbroccato), ma la tua accelerazione di aggressività ha davvero un qualcosa di assurdo viste le sue risposte.

*anche giustamente nel suo, visto che appunto quel tipo può benissimo essere un invalido. Più che altro sarebbe un pò fuoriluogo perchè appunto l'interpretazione del perchè si è scelto quel video tende facilmente a quella descritta (ossia le battute degli spettatori dello stadio).

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

slavic
15-10-2013, 23.40.36
http://www.appuntidigitali.it/site/wp-content/uploads/missed-train-full.jpeg

Brus
16-10-2013, 00.13.29
La faccio breve ke mi scoccio a scrivere. Il presunto - facciamo finta ke lo sia per davvero - falso invalido di quel video e Ligresti sono entrambi siciliani, ed entrambi truffatori. La prima differenza è ke il tizio del video vive ancora in Sicilia, mentre Ligresti vive a Milano da una vita. I figli sono milanesi. L'altra differenza sta nell'impatto ke hanno sulla società: il falso invalido è come una piccola cozza attaccata al gigantesco scoglio dello Stato. Il secondo invece, tralasciando tangentopoli e le truffe del passato, ha fatto fare crack ad una delle più grosse società finanziarie ed assicurative italiane. Ciononostante, a Milano continua ad esserci lavoro a buttare mentre in Sicilia no.



Dunque, prima cosa...il lavoro a iosa, a Milano, lo vedi solo te :asd:
Seconda cosa: entrambi siciliani...non avvalora la tua tesi che i meridionali sono gente per bene e onesta. Certo, pure i nostri del nord rubano come delle merde, ma tu hai scelto i soggetti da analizzare.. :asd:
Terza cosa: tu preferiresti avere un disonesto, ladro, truffatore ogni tanto, oppure andare nella tana dei truffatori? Io la prima. Già se apri un negozietto del cazzo, devi pagare il pizzo. Succede già da noi (non così spesso per fortuna), figurati nella terra natia :asd:

Ripeto: non hanno tirato a indovinare, per scegliere la città più sviluppata, sono andati a logica.



Possiamo affermare ke a posizioni invertite il falso invalido avrebbe fatto le stesse truffe del Ligresti, o ke il Ligresti avrebbe fatto il falso invalido in Sicilia se non avesse avuto l'opportunità di fare carriera a Milano? Forse sì, forse no, ma il punto non è questo. Il punto è ke le persone sono sempre le stesse a prescindere dal luogo in cui vivono. La grandezza delle opere ke compiono sulla base della loro mentalità è solo direttamente proporzionale alla grandezza delle opportunità di cui possono godere.



Da quello che dici, Ligresti era già a Milano e poteva tentare di far carriera, e invece ha preferito esser disonesto. Non tutti fanno carriera a Milano, sai? Non so che percezione distorta hai di milano.

Stralci da wikipedia:
Giunse a Milano per prestare servizio militare nell'Aeronautica. Congedato decise di stabilirsi nel capoluogo lombardo e aprì uno studio di progettazione. Nel 1966 si sposò con Antonietta Susini detta Bambi, figlia del provveditore alle Opere pubbliche della Lombardia Alfio Susini. Negli anni intrecciò importanti e proficue relazioni con l'avvocato Antonino La Russa, il finanziere Michelangelo Virgillito, entrambi originari di Paternò, l'imprenditore Raffaele Ursini ed Enrico Cuccia patron di Mediobanca. L'ascesa nel campo degli affari è rapida, specialmente a cavallo dei primi anni Ottanta, nel 1978 dichiarò al fisco 30 milioni di Lire di imponibile, e nell'arco di pochi anni divenne uno degli uomini più ricchi d'Italia.

Mi pare che di opportunità ne ha avute parecchie (peraltro sfruttate), non credi? E nonostante ciò, ha preferito fare l'uomo di merda.



Pertanto, se a Milano c'è lavoro a iosa mentre in Sicilia no, ciò è da attribuire a motivazioni di matrice esclusivamente politica (leggasi: dove lo Stato decide di investire e dove no) e non a motivazioni di matrice storica o genetica.[/quote]

Ripeto: il lavoro a iosa lo vedi solo tu.
E ripeto anche: continuate a crogiolarvi nel fatto che è colpa della politica, se il sud è conciato così...in questo modo, non ne verrete mai fuori. Se già lo stato non è il massimo e poi la popolazione ci mette del suo (tanto, del suo), c'è poco da fare.

Poniti la domanda e rispondi: perchè lo stato ha deciso di non investire al sud? Senza tirare in ballo cospirazioni politiche o chissà cosa. Tu perchè decidi di non andare più in una pizzeria? O perchè ti fa cagare la pizza, o perchè costa troppo, o perchè ti ci sputano dentro, e motivazioni simili...non eviti di andarci a priori, perchè hai pescato dal cappello il foglietto con il suo nome.







[FONT=Century Gothic][Mod mode: ON]
FALLEN ANGEL 664

Boia, ti sei dovuto smazzare un sacco di post pallosi, eh :asd:

MarcoLaBestia
16-10-2013, 00.39.30
La tua visione caramellosa ed apollinea della città di Milano ha del grottesco.

Ligresti è totalmente impastato con la classe dirigente milanese, ovvero CL e co. La sua origine siciliana non c'entra. Era un esempio calzante dal momento ke avevi tirato fuori il video del palermitano falso invalido. Non mi sembra ke Formigoni sia siciliano, eppure con Ligresti è sempre stato culo e camicia. Cosa fai ti nascondi dietro il dito? Mi sbellico dalle risate quando leggo "ha deciso di fare l'uomo di merda anke se ha avuto molte opportunità".... ma ke cavolo vuol dire? Sei davvero così naive? Hai la minima idea di come si svolgevano (e si svolgono tutt'ora) gli affari nell'Italia pre e post prima repubblica?



Tornando al perkè lo Stato è assente al sud:

Ignori bellamente il concetto di potere politico. Lo Stato italiano non investe al sud perkè il sud non ha potere politico. I politici del sud sono asserviti e/o corrotti, come quelli del nord, al blocco di potere del nord. Il sud non ha un blocco di potere. Il blocco di potere del nord opta per l'investimento al nord.

In altri termini, lo Stato non investe al sud perkè a dirigerlo ci sono merde egoiste ke vogliono gli investimenti tutti per loro, al nord.

Affermare ke non si investe al sud perkè "sarebbe sprecato" denota totale ignoranza da parte tua sulle determinanti della crescita economica ed è pure offensivo.

Brus
16-10-2013, 08.09.32
Ti risponderei punto per punto, ma mi son rotto di sta discussione che non porta da nessuna parte. Ognuno rimane con le sue idee e stop, discorso chiuso

Giggio93
16-10-2013, 10.15.54
La tua visione caramellosa ed apollinea della città di Milano ha del grottesco.

Ligresti è totalmente impastato con la classe dirigente milanese, ovvero CL e co. La sua origine siciliana non c'entra. Era un esempio calzante dal momento ke avevi tirato fuori il video del palermitano falso invalido. Non mi sembra ke Formigoni sia siciliano, eppure con Ligresti è sempre stato culo e camicia. Cosa fai ti nascondi dietro il dito? Mi sbellico dalle risate quando leggo "ha deciso di fare l'uomo di merda anke se ha avuto molte opportunità".... ma ke cavolo vuol dire? Sei davvero così naive? Hai la minima idea di come si svolgevano (e si svolgono tutt'ora) gli affari nell'Italia pre e post prima repubblica?



Tornando al perkè lo Stato è assente al sud:

Ignori bellamente il concetto di potere politico. Lo Stato italiano non investe al sud perkè il sud non ha potere politico. I politici del sud sono asserviti e/o corrotti, come quelli del nord, al blocco di potere del nord. Il sud non ha un blocco di potere. Il blocco di potere del nord opta per l'investimento al nord.

In altri termini, lo Stato non investe al sud perkè a dirigerlo ci sono merde egoiste ke vogliono gli investimenti tutti per loro, al nord.

Affermare ke non si investe al sud perkè "sarebbe sprecato" denota totale ignoranza da parte tua sulle determinanti della crescita economica ed è pure offensivo.

Rinnovo il post che è stato bellamente ignorato.

A)Mi spiegheresti in cosa differisce il rapporto in fatto di industrializzazione e distribuzione dei fattori di produzione che hanno Lombardia e Puglia da quello che c'è tra Rodano Alpi e Bassa Normandia?
O tra California e Arizona?
O tra Baviera e Sassonia?
O tra Inghilterra e Galles?
O tra Catalogna e Aragona?








B)Vorresti quindi affermare che nel sud il reddito pro capite non crebbe di oltre il 100% durante il miracolo economico?

C)Vuoi dire che il livello di output per lavoratore del sud italia, incredibilmente più basso di quello del nord italia, non c'entra nulla?

D)Non è che sotto Giolitti si decise che il nord doveva essere il triangolo industriale, il nord ERA di fatto il triangolo industriale, mentre al nord mezzo secolo prima erano state sviluppate le infrastrutture necessarie e si erano avviati con forza processi di urbanizzazione e di abbandono della vita agricola il sud borbonico era assolutamente inadeguato a divenire un centro industriale,troppo agricolo, densità urbana insufficiente, mancanza di un substrato borghese che potesse sviluppare capacità imprenditoriale, mancanza di infrastrutture legali e giuridiche liberali per accompagnare l'industrializzazione,mezzi di produzione antiquati e così via, oltre all'essere lontano dalle linee di rifornimento principali di carbone e acciaio.
Poi si, è vero che l'occupazione del sud italia ha dato una mano, ma'occupazione non giustifica il pregresso Borbonico, estremamente sottosviluppato da un punto di vista produttivo così come non giustifica gli errori economici fatti dal sud negli ultimi 150 anni.


Affermare ke non si investe al sud perkè "sarebbe sprecato" denota totale ignoranza da parte tua sulle determinanti della crescita economica ed è pure offensivo.

Inoltre è divertente il fatto che tu bypassi totalmente la cassa del mezzogiorno e gli scarsi risultati ottenuti.
Quanto è stato circa? 150 miliardi di euro investiti?
Non proprio spiccioli.

Oltretutto bypassi allegramente i dati sulla competitività regionale.
Ovvero che ci sono motivi strutturali, oggettivi e quantificabili che scoraggiano l'investimento di capitale (pubblico o privato che sia) al sud.
http://4.bp.blogspot.com/-xq5hDMnw-nQ/Uhsqhg-eI9I/AAAAAAAABJk/ZT_15KTLrFg/s1600/mappa+competitivit%C3%A0+regioni+Europa.jpg







Nel sud c'è un problema culturale, non economico.
Il problema economico è figlio della questione culturale.
Se c'è totale assenza di capitale sociale e umano, l'investimento di capitale,che sia privato o pubblico, sarà ovviamente poco fruttuoso.

Guarda io son d'accordo ad investire miliardi e miliardi nel sud italia.
Però il sud si deve adattare.
Come tutti.
Quindi io ci metto centinaia di miliardi di investimento in formazione del capitale umano,miglioramento delle infrastrutture e lotta all'illegalità.
Ma poi voglio il ritorno: efficienza,puntualità, produttività, abbandono del lavoro nero,distruzione dell'evasione.
E' un trade off, se vuoi il pil pro capite di un milanese devi vivere come un milanese.
Troppo comodo avere il pil pro capite del milanese e le tempistiche e la produttività del calabrese.


http://www.blitzquotidiano.it/wp/wp/wp-content/uploads/2011/09/small_110901-133401_to010911var_0004-e1314892213256.jpg


Perchè poi si, magari lo stato non contribuirà abbastanza per far progredire il sud.
Ma anche il sud non è che contribuisca abbastanza al sostenimento della collettività.
Quindi sai, prima di pretendere che la collettività pensi a te forse dovresti contribuire alla collettività.
C'è una sottile differenza tra intervento pubblico nell'economia e assistenzialismo.
E quasi sempre il discrimine è dato dal destinatario dell'opera.
Ora io non dico che l'intervento pubblico al sud si trasformerebbe automaticamente in assistenzialismo,insomma in un investimento con moltiplicatori bassi e così via.
Però dico che perchè l'investimento renda serve la cooperazione del sud.
Io son dispostissimo a fare l'investimento, a compensare quello che perdi in illegalità con proventi legali,a migliorare anche a fondo perduto il capitale umano e i sistemi di infrastrutture, a investire dei soldi che magari non rivedrò mai più, va bene.
Però vorrei che ci fossero i presupposti culturali.
Bada te se il sud italia non mi fa diventare neoliberista e vincolista.:asd:


Hai presente il tuo post?

Sai qual è il risultato di 5 anni a milano? Ke il desiderio più ardente della mia vita in questo momento è quello di trasferirmi a Palermo. Questa voglia incommensurabile mi è venuta non solo per il clima ributtante (oggi alle 18 ho visto uno spiraglio di sole dopo una settimana di grigio, umidità e vapore) ma anke e soprattutto per la mentalità "computerizzata" della maggior parte di voi nordici. Per farti capire: l'altro giorno in università apre la segreteria alle ore 9:00 e non c'era un cane, ma proprio nessuno, ero l'unico. Dunque mi avvicino al bancone, saluto ed inizio ad esporre il mio problema. La risposta è: "ha preso il numero?" – ".........no, ma non c'è nessuno" – "prenda il numero e aspetti il suo turno" .... prendo il numero, ke era tipo A01... la tizia pigia il pulsane e sul monitor viene fuori A01. Dunque esclama: "salve prego mi dica!". Vi lascio immaginare la mia faccia a metà tra il e il . E questo è il primo esempio ke mi sovviene, potrei farne a migliaia di esempi di blocco mentale tipico del nordico medio. Siete mediamente burocratici, rigidi ed inflessibili come un computer programmato in linguaggio basic. Siete abituati a viaggiare nel vostro binario e se qualcuno ve lo toglie impazzite. Vogliamo parlare dei lavori in corso? La mitica milano dove i martelli si senton sempre battere. Sono 5 anni ke in città ci sono ruspe ke sfondano e ricostruiscono strade e marciapiedi rifacendoli esattamente com'erano prima. Non mi riferisco a quelli dove c'è la metro, sono proprio lavori a cazzo per alzare il PIL. Nella mia città natale, Foggia, non viene rifatto un marciapiede o una facciata più o meno dalla seconda guerra mondiale ed ogni angolo della città ha la sua identità ben definita. A milano questo è impossibile: ci sono lavori in corso ovunque e cambia faccia praticamente ogni settimana. Milano la sua cultura l'ha venduta. A porta nuova stanno vendendo i grattacieli a 9.000€/mq (alla grande!1!1 Milano capitale!1!1) mentre la città si mangia le vite dei suoi poveracci. Lo sai ke metà dei miei coetanei nati a milano hanno il papà morto? Sto parlando del 50%. Lo sai ke parco sempione ed il castello sforzesco sono lì sani e salvi per via di uno scandalo finanziario di inizio 1900? Era in progetto il loro abbattimento per far spazio alla speculazione edilizia. Certo sarebbero stati palazzi oggi considerati storici, come quelli in Foro Buonaparte, ma il punto non è questo. Il punto è ke questa zona d'Italia è governata dalla mentalità matematica, o presunta tale. Tutti qui si affidano alla matematica, ai modelli matematici, prospettici, previsionali per compiere la super decisione razionale di stocazzo. La stessa ke compi tu quando affermi ke il problema campano va risolto con lo sterminio. Gran modello matematico del cazzo il tuo. Ti rendi conto ke qui nel nord super funzionante vi odiate tutti quanti tra di voi? È un susseguirsi di gente nervosa ke si manda a cagare. Il vostro unico metro di giudizio è quello del "quanti soldi mi farà guadagnare la cosa ke sto per fare" e fottesega se questo significa calpestare il prossimo, o semplicemente ignorarlo. Al nord i vicini di casa nemmeno si conoscono, però si odiano. Io a Foggia conosco uno ad uno gli abitanti del mio palazzo di 5 piani e conosco pure molti condomini dei palazzi intorno. Al Sud è così. A milano questa socievolezza è pura utopia. Voi vi odiate e l'unica soluzione ke sapete dare è quella di eliminare il prossimo, come hai ben dimostrato in questo topic.

È tutto questo ke mi fa preferire Palermo a Milano. A Palermo scendo a dicembre e mi faccio un tuffo a Mondello. A milano l'unico tuffo ke posso fare è quello dall'ottavo piano per porre fine a tutte le sofferenze di vivere qui. A Palermo, come in tutto il Sud, si lavora fino dalle 9:00 alle 13.30, poi c'è la pausa fino alle 15.30-16.00 fino alle 19:30-20:00. Totale 8 ore. Nella pausa pranzo mi faccio un pranzo enorme, vado a farmi un tuffo a mondello, esco dall'acqua e mi sfondo di cannoli siciliani a prezzo stracciato, poi torno a lavoro. Un po' come fanno a Rio de Janeiro, dove però i cannoli alla ricotta non ce li hanno. A Milano devi lavorare dalle 9:00 alle 21:00 senza vederti pagate le ore di straordinario e con una pausa-panino di merda alle 12:00. Questo se si ha la "fortuna" di lavorare in ufficio, come il mio coinquilino - ke è già a lavoro quando io mi sveglio e torna a casa a pezzi quando io ho già cenato - altrimenti devi fare il muratore e non ce la fai a pagarti l'affitto di 500€ al mese per una singola in quartiere del cazzo... così devi andare a vivere a Baranzate o in qualke altro posto paludoso dimenticato da dio col nome scelto a caso. Ovviamente vivere lì significa alzarsi alle 6:00 tra le nebbie di Avalon per prendere il treno alle 7:00 per arrivare in cadorna alle 8:00 per essere in ufficio alle 9:00. E significa tornare a casa poco prima di mezzanotte in modo da addormentarsi premendo il pulsante per le 8 ore di sonno necessarie ad affrontare la giornata successiva, fotocopiata alla precedente. Se vuoi rimanere dentro milano però puoi sempre pagare un affitto basso andando a vivere in Barona o a Comasina o a Baggio.


Se tu sei disposto a rinunciare al tuffo al mondello, alla pausa pranzo di 3 ore,ad alzarti presto per andare a lavorare,ad affidarti ai modelli matematici e razionali allora io sarei prontissimo ad investire miliardi e miliardi nel sud.*
Se non sei disposto peccato, riprova tra cent'anni che magari sarai più fortunato.


*posto che come detto le tue sono palesi esagerazioni, ma diciamo che tutto sommato possiamo anche accettare un iperbole per un iperbole.

UnicoPCMaster
16-10-2013, 11.49.38
Mah, io vivo al sud ma francamente mio padre si alzava ben prima delle 6 (e visto il traffico non è/era l'unico) e non c'erano pause pranze di tre ore, solo nello studio dove lavoro si chiude dalle 13.00 alle 16.00 ma perché si tratta di orari di ufficio non certo perché ci vogliono tre ore per fare la pausa pranzo, anzi, tutti qui ci metterebbero la firma per fare orario continuato. :asd:

Kewell18
16-10-2013, 14.25.43
Pertanto, se a Milano c'è lavoro a iosa mentre in Sicilia no, ciò è da attribuire a motivazioni di matrice esclusivamente politica (leggasi: dove lo Stato decide di investire e dove no) e non a motivazioni di matrice storica o genetica.

Questa affermazione non prende assolutamente in considerazione il tessuto industriale, e come si e' formato il tessuto industriale delle PMI del nord italia. Che intendiamo perche' forse la cosa non e' chiara, non stanno solo nel Milanese.
Per non parlare poi della Cassa del Mezzogiorno, ma va bhe...Sempre colpa degli altri...

EDIT: vedo adesso il post di Giggio. E quoto...

Simgiov
16-10-2013, 17.42.02
[SEMI-OT] Ma poi questa competitività cos'è? Perchè su quella mappa Lombardia e Piemonte sono allo stesso livello di Malta. Il Veneto è merda. Veneto che sembra la regione più industrializzata d'Italia da quando è andato in crisi il sistema del "triangolo industriale" (nel censimento del 2001 il nord-est ha battuto il nord-ovest per addetti all'industria).

Questo (http://www.ilsole24ore.com/art/commenti-e-idee/2013-08-28/lombardia-batte-064234.shtml?uuid=AbxTh0QI) articolo è una lettura interessante al riguardo da fonte abbastanza seria (Sole 24 Ore), cito qualche passaggio.


Come abbia potuto la Lombardia sprofondare al 128° posto nella recente classifica delle regioni europee più competitive elaborata dalla Commissione europea, i cui risultati sono stati anticipati qualche giorno fa, è pressoché impossibile da capire. Almeno in base a dati economici inoppugnabili come quelli forniti dallo stesso ufficio europeo di statistiche.
[...]
Infatti, secondo l'Eurostat nel 2010 la Lombardia, se confrontata con analoghe realtà territoriali di pari livello di classificazione geografica (Nuts2), è chiaramente la seconda regione europea per valore aggiunto totale dopo l'Ile-de-France, la prima assoluta per valore aggiunto dell'industria, la seconda nel commercio, trasporti e turismo dopo l'Ile-de-France, la terza nella finanza e nei servizi alle imprese dopo l'Ile-de-France e la Londra "interna", nonché la terza anche nell'agricoltura dopo Andalusia e Castiglia e Leon.
[...]
Ma se nella classifica della Commissione Ue la Lombardia è preceduta da decine di inverosimili super-competitive regioni finlandesi, danesi, inglesi, svedesi e persino spagnole o portoghesi, peggio capita ad altre regioni italiane come l'Emilia-Romagna o il Veneto, che noi abbiamo sempre considerate forti ma che invece navigano in posizioni ancora più arretrate (141° e 158° posto, rispettivamente). Eppure, Veneto ed Emilia-Romagna figurano nella loro classificazione territoriale (Nuts 2) rispettivamente al settimo ed ottavo posto in Europa per valore aggiunto industriale, secondo gli stessi dati Eurostat.
[...]
Come è possibile, allora, che le nostre regioni più forti e benestanti non figurino ai primi posti nella classifica europea della competitività?
[...]
La ragione è semplice. Il concetto di competitività negli ultimi anni è stato viepiù bistrattato fino a venire completamente snaturato. Si è trasformato talora in un vago concetto di attrattività dei vari Paesi per gli investitori stranieri (che tuttavia, nonostante la nostra opprimente burocrazia e le statistiche Ue, per aprire stabilimenti preferiscono comunque la Lombardia o il Lazio alle aride tundre finlandesi o alla periferica Lisbona). In altri casi il concetto di competitività è addirittura sconfinato in una sorta di sinonimo di benessere includendo parametri a discrezione come gli ospedali o la salute, a loro volta pesati in modo discutibile. Ma allora perché non includere tra gli indicatori scelti per misurare la competitività delle nazioni o delle regioni anche il numero di pernottamenti di turisti stranieri, il numero di chiese o monumenti unici al mondo, il paesaggio, il clima, la ricchezza finanziaria netta ed immobiliare delle famiglie e l'alimentazione? Tutti indici dove l'Italia e le sue regioni primeggiano non solo in Europa ma nel mondo.

Non parliamo, poi, degli indici relativi all'innovazione tecnologica usati negli studi sulla competitività, che sono spesso fuorvianti. Così come le classificazioni degli stessi prodotti, secondo le quali, ad esempio, una sofisticata macchina automatizzata per imballaggio, uno yacht di lusso o una gigantesca ed ultramoderna nave da crociera (tipici cavalli di battaglia del made in Italy, per di più realizzati su misura per clienti esigentissimi) sarebbero prodotti "medium hi-tech", mentre un banale telefono cellulare o un lettore di cd (prodotti in serie in Asia e venduti a basso prezzo nei supermercati) sono invece beni hi-tech.
A complicare le cose per la "povera" Lombardia ci hanno poi pensato i ricercatori della Commissione europea, che hanno incluso tra i parametri considerati per misurare la competitività delle regioni anche il deficit statale, il debito pubblico e persino lo spread, nonché concetti di difficile quantificazione come la corruzione.

Insomma, la situazione è forse un po' più rosea di quanto scritto in quel rapporto sulla competitività...

[/SEMI-OT]

Giggio93
16-10-2013, 19.55.33
E' imbarazzante che quell'articolo si trovi sul sole24 ore. :asd:

In altri casi il concetto di competitività è addirittura sconfinato in una sorta di sinonimo di benessere includendo parametri a discrezione come gli ospedali o la salute,
Se uno non capisce che ospedali e sanità, al pari del sistema di istruzione, sono fondamentali per lo sviluppo del capitale umano, componente fondamentale della produttività e conseguentemente della competitività forse non dovrebbe scrivere su un giornale di economia.
Cioè non ci vuole un genio per intuire che mentre sanità e istruzione concorrono fortemente alla formazione del capitale umano il "numero di chiese" non influisce sui concetti di produttività e competitività.

Poi bello, dice che

Non parliamo, poi, degli indici relativi all'innovazione tecnologica usati negli studi sulla competitività, che sono spesso fuorvianti. Senza dire in cosa. :asd:

Ma poi la perla :roll3:

le classificazioni degli stessi prodotti, secondo le quali, ad esempio, una sofisticata macchina automatizzata per imballaggio, uno yacht di lusso o una gigantesca ed ultramoderna nave da crociera (tipici cavalli di battaglia del made in Italy, per di più realizzati su misura per clienti esigentissimi) sarebbero prodotti "medium hi-tech", mentre un banale telefono cellulare o un lettore di cd (prodotti in serie in Asia e venduti a basso prezzo nei supermercati) sono invece beni hi-tech.
E' ovvio che una nave da crociera non è un prodotto Hi tech.
Ma vorrei vedere. :roll3:
Ma poi l'autore sa cosa vuol dire Hi tech?:roll3:

E poi la perlissima, roba che se vai a dire una roba simile ad un esame di economia vieni bocciato e cacciato dalla facoltà.

A complicare le cose per la "povera" Lombardia ci hanno poi pensato i ricercatori della Commissione europea, che hanno incluso tra i parametri considerati per misurare la competitività delle regioni anche il deficit statale, il debito pubblico e persino lo spread, nonché concetti di difficile quantificazione come la corruzione.

Cioè ma l'autore non sa che deficit statale,spread e debito pubblico sono FONDAMENTALI per quel che concerne l'investimento privato aggregato, e conseguentemente per l'investimento privato nelle singole regioni?:asd:

Dio bono, poi uno si sorprende che la qualità dell'informazione è scarsa in Italia, ma se sul sole24ore, che dovrebbe essere il più autorevole quotidiano di economia italiano, scrivono persone palesemente analfabete per quel che riguarda gli aspetti anche più basilari dell'economia...:asd:
Via, quelle sugli ospedali e sullo spread sono da licenziamento.
Meno male che ormai vado solo di giornali esteri,altrimenti veramente si muore.


Comunque uscendo dalla fattispecie no, la competitività non è un concetto vago, sicuramente è più importante la produttività, ma la competitività è facilmente misurabile, ed è data da una serie di fattori standardizzati.

Giggio93
16-10-2013, 20.05.24
Insomma all'autore dell'articolo sarebbe bastato veramente fare un minimo di ricerca.
http://www3.weforum.org/docs/WEF_GlobalCompetitivenessReport_2009-10.pdf

12 pilastri per misurare la competitività.

1)sviluppo delle istituzioni.
2)sviluppo delle infrastrutture
3)stabilità macroeconomica
4)salute e educazione primaria
5)istruzione superiore e formazione
6)efficienza del mercato dei beni
7)efficienza del mercato del lavoro
8)efficienza del settore finanziario
9)livello tecnologico
10)dimensioni del mercato
11)il livello di sofisticazione del business
12)livello di innovazione



Poi possiamo dire ovviamente che la produttività è un dato estremamente più importante della competitività, certo, siamo d'accordo, ma da qui al contestare la misurabilità della competitività ce ne vuole.

FALLEN_ANGEL_664
16-10-2013, 22.10.23
A me sembra che quei parametri indichino di più la produttività che non la competitività. Si intende per caso la competitività dell'area rispetto alle altre aree? Non risulterebbe praticamente coincidente con la produttività? Cosa si intende esattamente con competitività e produttività e che differenza c'è quindi tra le due?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Giggio93
16-10-2013, 22.58.25
Son concetti estremamente legati, ed è facile confonderli, visto che poi la produttività è uno degli elementi chiavi della competitività.
Diciamo semplicemente che la competitività è la capacità di un dato agente di piazzare i propri beni e servizi su un mercato in presenza di altri agenti dal lato dell'offerta.
Quindi diciamo che è un aspetto complessivo.
Produttività invece è la relazione tra input e output, o meglio il rapporto tra le risorse necessarie immesse per la produzione di un bene o di un servizio e il quantitativo di prodotto finale.
Sono molto correlati, ma non identici.
Per dire: un calo della produttività farà calare sicuramente la competitività di un agente, poichè l'agente in questione avrà maggiori costi nella produzioni del bene o servizio e conseguentemente avrà dei costi più alti da coprire, dovendo quindi vendere un prodotto a prezzo più alto di prima.

Ma appunto non sono concetti identici.
Un esempio: nella mappa da me allegata la Spagna ha chiaramente un serio deficit di competitività, eppure ha sicuramente uno dei tassi di crescita della produttività più alti d'Europa, più di Francia,Italia o Germania per capirci.

i fattori che si analizzano in campo di competitività sono i 12 da me elencati, che appunto sono volti a facilitare l'immissione di ben e servizi all'interno di un mercato e per rendere tale emissione poco costosa,vantaggiosa ed efficiente.

La produttività invece ha alla base altri fattori (molti però sono influenzati dagli stessi fattori che influenzano la competitività).
Secondo la teoria Solowiana classica i fattori che sono fondamentali per la crescita della produttività sono Capitale umano,Capitale fisico e Tecnologia applicata.
Molti degli elementi che favoriscono la competitività favoriscono anche la produttività (per esempio il sistema scolastico ed il sistema sanitario concorrono alla formazione del capitale umano, permettendo quindi di avere lavoratori più qualificati ed in migliori condizioni fisiche, migliorando quindi il processo di produzione).

Quindi per riassumere.
La produttività influisce sulla competitività, mentre non è vero il contrario.
Molti elementi che influiscono sulla produttività influiscono sulla competitività e viceversa.
Non necessariamente produttivo vuol dire competitivo:La Spagna ha una crescita della produttività superiore a quella tedesca, ma l'indice di competitività è andato invece calando, o ancora, la Francia è globalmente più produttiva della Germania, eppure risulta molto meno competitiva.

FALLEN_ANGEL_664
16-10-2013, 23.29.51
Grazie. :birra:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

MarcoLaBestia
17-10-2013, 04.19.25
Giggio, come al solito spari un mare di cazzate.

Ti ripeto ke è meglio per te non addentrarti nelle discussioni sull'economia perkè ne esci con le ossa rotte.:asd:
Perderò tempo domani a rispondere alle cazzate ke hai scritto.


Ah, non mi sono dimenticato dell'altro topic.

MarcoLaBestia
17-10-2013, 04.29.33
La produttività influisce sulla competitività, mentre non è vero il contrario.
Molti elementi che influiscono sulla produttività influiscono sulla competitività e viceversa.
A me sembra ke queste due frasi esprimano l'una il concetto opposto dell'altra. :asd:

Giggio93
17-10-2013, 09.52.55
Vuol dire che hai problemi di comprensione del testo e lacune nell'identificazione dei soggetti.
Dire che A influisce su B e B non su A ma che C influisce sia su A che su B non forma una contraddizione logica.

E come al solito sarei interessato a sapere che cazzate avrei tirato, sto ancora aspettando la risposta nell'altro topic.

E per altro Marco se uno scrive.

Ignori bellamente il concetto di potere politico. Lo Stato italiano non investe al sud perkè il sud non ha potere politico. I politici del sud sono asserviti e/o corrotti, come quelli del nord, al blocco di potere del nord. Il sud non ha un blocco di potere. Il blocco di potere del nord opta per l'investimento al nord.

In altri termini, lo Stato non investe al sud perkè a dirigerlo ci sono merde egoiste ke vogliono gli investimenti tutti per loro, al nord.

Affermare ke non si investe al sud perkè "sarebbe sprecato" denota totale ignoranza da parte tua sulle determinanti della crescita economica ed è pure offensivo.

Il dubbio su chi ha studiato cosa, permettimi, è lecito che sorga.:)

MarcoLaBestia
17-10-2013, 16.35.24
no, sei tu ke hai beneficiato del laureificio italiano per ottenere un pezzo di carta con cui farti scudo quando spari cazzate. :asd:

Giggio93
17-10-2013, 16.58.51
Aspetto le tue argomentazioni,che come sempre latitano. :)

MarcoLaBestia
17-10-2013, 17.44.13
Iniziamo con la tua amata produttività, sulla quale ci sfondi i coglioni da settimane. Continui a rompere il cazzo sul fatto ke tutti dovrebbero lavorare di più e meglio. ​Bisogna investire in capitale umano!!!!!!!!!!!..... questa frase sembra essere la tua ragione di vita. Ma tu lo sai ke gli unici tipi di lavori per i quali è rikiesta un'alta formazione sono quelli professionali? Mi riferisco a: commercialista, avvocato, chirurgo. E non si tratta di lavori da svolgere a 500 km/h proprio perké l'alta qualità sopperisce alla minor quantità di lavoro da svolgere. In tutti gli altri lavori la formazione di capitale umano non è rikiesta. Mi riferisco a: operaio nell'industria, contadino nell'agricoltura, autista di autobus e impiegato d'azienda nel terziario. Anzi, la gente con troppo capitale umano è addirittura evitata! Pensa alle grandi imprese di consulenza ke si tengono stretti poki partner di alto livello e per la manovalanza assumono solo migliaia di neo-laureati stando alla larga da gente un minimo più esperta... perkè dovrebbero pagarla 2-3-4-5.000€ al mese invece di 1.200€ scarsi, nella migliore delle ipotesi di un neolaureato assunto col contratto. La produttività del capitale umano non è il FCS (fattore critico di successo) dell'economia nel suo complesso. La produttività si incrementa con l'uso delle makkine saturando la CP (capacità produttiva) e migliorandone la tecnologia, non facendo lavorare come cinesi le persone. Tra l'altro, per quanto tu ti possa impegnare a velocizzare il tuo lavoro (fare fotocopie più velocemente, assemblare cofani delle fiat più velocemente, portare i mattoni con la cariola più velocemente, riparare gli autobus rotti più velocemente etc) non potrai mai essere più produttivo dei cinesi, perkè... loro lavorano come cinesi. Quindi non è sulla quantità di lavoro ke si gioca la partita della competitività, bensì sulla qualità. L'hai scritto tu stesso (ecco perkè sostengo ke ti contraddici continuamente :asd:)



la Francia è globalmente più produttiva della Germania, eppure risulta molto meno competitiva.

I tedeski non sono i più produttivi d'Europa eppure vendono più di kiunque altro. Il motivo è semplice: fanno innovazione. Vendono prodotti di qualità superiore ai loro concorrenti allo stesso prezzo, se non inferiore. Questo significa essere competitivi. Non hanno bisogno di lavorare come cinesi per ridurre i costi.


La competitività non influisce sulla produttività, la produttività influisce sulla competitività... parli come un libro gioco. Fai gli scioglilingua. Sono tutte c-a-z-z-a-t-e ! Giggio, per il tuo bene, esci dal tuo matrix fatto di definizioni e modelli teorici in cui l'università pubblica ti ha rinkiuso.




La produttività ha impatto positivo sulla competitività solo se è foriera di progresso tecnologico, altrimenti non influisce un cazzo. Vedi fiat ke continua a non vendere le sue lattine anke se spreme i suoi lavoratori. L'essere competitivi a sua volta può avere impatto sulla produttività in quanto essendo competitivi vendiamo un botto, dunque abbiamo un sacco di risorse da investire in ricerca e sviluppo tecnologico.




Quindi, per cortesia, non ci rompere più i coglioni sulla produttività.

MarcoLaBestia
17-10-2013, 18.22.16
12 pilastri per misurare la competitività.

1)sviluppo delle istituzioni.
2)sviluppo delle infrastrutture
3)stabilità macroeconomica
4)salute e educazione primaria
5)istruzione superiore e formazione
6)efficienza del mercato dei beni
7)efficienza del mercato del lavoro
8)efficienza del settore finanziario
9)livello tecnologico
10)dimensioni del mercato
11)il livello di sofisticazione del business
12)livello di innovazione
A me sembra che quei parametri indichino di più la produttività che non la competitività.
A me non sembra ke Fallen Angel abbia una laurea in Economia, eppure ti ha beccato subito. :roll3:


Giggio, il mio consiglio è di prendere spunto dallo stile di vita di Fallen Angel. Dovresti nasconderti nell'ombra. :asd:

Giggio93
17-10-2013, 18.27.32
Iniziamo con la tua amata produttività, sulla quale ci sfondi i coglioni da settimane. Continui a rompere il cazzo sul fatto ke tutti dovrebbero lavorare di più e meglio. ​Bisogna investire in capitale umano!!!!!!!!!!! Ma tu lo sai ke gli unici tipi di lavori per i quali è rikiesta un'alta formazione sono quelli professionali? Mi riferisco a: commercialista, avvocato, chirurgo. E non si tratta di lavori da svolgere a 500 km/h proprio perké l'alta qualità sopperisce alla minor quantità di lavoro da svolgere. In tutti gli altri lavori la formazione di capitale umano non è rikiesta. Mi riferisco a: operaio nell'industria, contadino nell'agricoltura, autista di autobus e impiegato d'azienda nel terziario. Anzi, la gente con troppo capitale umano è addirittura evitata! Pensa alle grandi imprese ke assumono solo laureati e stanno alla larga da gente più esperta... perkè dovrebbero pagarla 3-4-5.000€ al mese invece di 1.200€ scarsi. La produttività del capitale umano non è il FCS (fattore critico di successo) dell'economia nel suo complesso. La produttività si incrementa con l'uso delle makkine saturando la CP (capacità produttiva) e migliorandone la tecnologia, non facendo lavorare come cinesi le persone. Tra l'altro, per quanto tu ti possa impegnare a velocizzare il tuo lavoro (fare fotocopie più velocemente, assemblare cofani delle fiat più velocemente, portare i mattoni con la cariola più velocemente, riparare gli autobus rotti più velocemente etc) non potrai mai essere più produttivo dei cinesi, perkè... loro lavorano come cinesi. Quindi non è sulla quantità di lavoro ke si gioca la partita della competitività, bensì sulla qualità. L'hai scritto tu stesso:



1)Anche nel campo manufatturiero la produttività del capitale umano è fondamentale, un operaio specializzato realizzerà un output superiore ad un operaio generico,ed è semplicemente un fatto comprovato.
E' il motivo per cui siamo passati alla fine dalla schiavitù al lavoro salariato, lo schiavo non è produttivo.
Il capitale umano diventa secondario solamente in economie in cui la produttività è ancora molto bassa, lì il capitale fisico diventa primario, ma in un'economia avanzata il capitale umano diventa il secondo fattore per importanza, subito dopo il progresso tecnologico.
2)L'esempio sul lavoratore specializzato non assunto per l'eccesso di specializzazione non c'entra nulla , stai ponendo una fattispecie pratica, che non inficia la mie proposizioni .
3)Parti dal presupposto che per aumentare la produttività del capitale umano si debbano aumentare le ore di lavoro,non serve far lavorare una persona 10 ore in più per aumentare l'output, sopratutto perchè quelle 10 ore in più le devi pagare in occidente, al contrario se specializzi il lavoratore in modo che nelle sue 8 ore di lavoro produca più di quanto producesse prima hai una crescita positiva della produttività.
Oltretutto i lavoratori dei paesi emergenti sono lavoratori a bassissima produttività, tant'è che i balzi principali di produttività da loro sono dovuti ad aumenti dello stock di capitale fisico, proprio per ovviare al fatto di utilizzare lavoratori non specializzati in lavori ad alta intensità.
http://3.bp.blogspot.com/-5hNZQ-g0ReE/Tn4RojZYXdI/AAAAAAAACB8/tiL8Uv5aUug/s1600/South%2BAsia%2BProductivity.jpg

Mentre invece gli stati occidentali con i livelli di produttività più alta sono (quasi sempre) quelli che maggiormente investono nel capitale umano.

http://www.basys.de/aktuelles/2010/humancapital.png
Figure: Human Capital Expenditures as % of GDP, 2006



Metti un operaio tedesco di fianco a 5 lavoratori cinesi normali, e vedi tu chi sforna più prodotto in meno tempo.



4)Non ho MAI parlato di aumentare la quantità del lavoro.








Il motivo è semplice: fanno innovazione. Vendono prodotti di qualità superiore ai loro concorrenti allo stesso prezzo, se non inferiore. Questo significa essere competitivi. Non hanno bisogno di lavorare come cinesi per ridurre i costi.


Suppongo tu stia parlando dei Tedeschi.
No, i tedeschi non fanno innovazione.

http://www.ft.com/intl/cms/s/0/4f975822-1405-11e3-9289-00144feabdc0.html


High quality global journalism requires investment. Please share this article with others using the link below, do not cut & paste the article. See our Ts&Cs and Copyright Policy for more detail. Email ftsales.support@ft.com to buy additional rights. http://www.ft.com/cms/s/0/4f975822-1405-11e3-9289-00144feabdc0.html#ixzz2hzpzntC9

Ideally, a wealthy country should stay competitive through research and development, and capital investment. Instead, total gross fixed investment has fallen steadily in Germany, from 24 per cent to less than 18 per cent of gross domestic product, since 1991. The recent OECD Economic Survey of Germany states that German investment has been persistently well below the rate of the rest of the Group of Seven leading economies since 2001 (and not just because of the bubbles of the mid-2000s in the US and UK). Even the employment mini-miracle and export boom since 2003 were not enough to induce German businesses to increase investment – and public infrastructure investment has been even more lacking.
The other way for a rich country to stay at the top of the value-added chain, and thus compete on productivity, is to invest in human capital – that is, to educate its workforce. In Canada, France, Japan, Poland, Spain, the UK and the US, the share of young workers with advanced education is at least 10 per cent higher than in Germany – in most of them, 20 per cent higher or more. Germany, moreover, is one of only two advanced economies in which the share of those aged 25-34 with higher-education qualifications is the same as, or smaller than, in preceding generations (the US is the other). Germany has failed to invest in its public university system while the private sector has maintained but not expanded the supply of its famous apprenticeships.



I tedeschi semplicemente hanno fatto questo.
http://www.marketoracle.co.uk/images/2010/Mar/3-15-10-Eurozone_labor_costs_800.jpg
Deflazione salariale.

Semplicemente hanno segato i salari, niente innovazione.
Il che addizionato ad una corsa per avere l'inflazione più bassa tra gli stati comunitari ha sostanzialmente concretizzato una forte svalutazione.

Che è un'altra via,figurarsi, in questo modo senza avere picchi di produttività si rimane competitivi, ma se mi permetti è una soluzione che aborro.




La competitività non influisce sulla produttività, la produttività influisce sulla competitività... parli come un libro gioco. Fai gli scioglilingua. Sono tutte c-a-z-z-a-t-e ! Giggio, per il tuo bene, esci dal tuo matrix fatto di definizioni e modelli teorici in cui l'università pubblica ti ha rinkiuso.


Sinceramente non capisco il punto.




La produttività ha impatto positivo sulla competitività solo se è foriera di progresso tecnologico, altrimenti non influisce un cazzo. Vedi fiat ke continua a non vendere le sue lattine anke se spreme i suoi lavoratori.


La produttività ha impatto positivo sulla competitività SEMPRE.
Oltretutto non ti è evidentemente chiaro cosa Solow intendesse per cambiamento tecnologico.

”I am using the phrase ’technical change’ as a shorthand expression for any kind of shift in the production function. Thus slowdowns, speed ups, improvements in the education of the labor force and all sorts of things will appear as ’technical change’ ”
Tecnologia non nella comune accezione, ma tecnologia come processo tecnico produttivo complessivo.
Senza dover precisare che il cambiamento tecnologico come lo intendi tu non sempre è influente, basti pensare al paradosso del computer di Solow.
(e senza dover precisare che i modelli di crescita esogeni hanno avuto dei problemini, no?)



L'essere competitivi a sua volta può avere impatto sulla produttività in quanto essendo competitivi vendiamo un botto, dunque abbiamo un sacco di risorse da investire in ricerca e sviluppo tecnologico.

Su via, mi stai paragonando un'influenza indiretta con una diretta.
Ma veramente a questo livello stiamo? Che non capiamo la definizione di tecnologia in Solow e i fattori diretti e indiretti?




Quindi, per cortesia, non ci rompere più i coglioni sulla produttività.

Studia di più, sei stato trovato gravemente insufficiente.



A me non sembra ke Fallen Angel abbia una laurea in Economia, eppure ti ha beccato subito. :roll3:


Giggio, il mio consiglio è di prendere spunto dallo stile di vita di Fallen Angel. Dovresti nasconderti nell'ombra. :asd:
Marco capisco che tu non abbia mai aperto un libro di testo di economia (si vede) e che per te l'economia sia la conta dei pomodori, ma ho spiegato a Fallen il punto, citando per altro fonti ufficiali.
Capisco che tu non abbia neanche presente cosa vogliono dire i termini da te studiati (la tecnologia:roll3:) ma per favore non rompere i coglioni.

MarcoLaBestia
17-10-2013, 18.37.15
:roll3:

Giggio93
17-10-2013, 18.39.27
Hai intenzione di elaborare o mi devo accontentare della faccina buffa?

MarcoLaBestia
17-10-2013, 19.02.18
Capitolo evasione fiscale.



Hai riportato una mappa ke sostanzialmente passa questo messaggio: il nord non evade niente, il sud evade tutto.




http://www.blitzquotidiano.it/wp/wp/wp-content/uploads/2011/09/small_110901-133401_to010911var_0004-e1314892213256.jpg


Devi sapere, caro topolino, ke quella mappa riporta l'evasione in percentuale, non in quantità assolute. Tu non sai una cosa fondamentale. Al sud ci sono tantissimi evasori totali per importi modesti (per lo più agricoltori e piccoli imprenditori), mentre al nord c'è evasione parziale compiuta da un basso numero di soggetti giuridici (leggasi: imprese) ke però evadono cifre folli grazie ai meccanismi sovranazionali di cui le organizzazioni ke travalicano i confini possono disporre (leggasi: multinazionali).

Controprove:
• Articolo del Sole 24 Ore (http://www.ilsole24ore.com/art/commenti-e-idee/2012-10-04/evasori-nord-evasione-064025.shtml?uuid=Ab57i2nG) – "Al sud più evasori, al nord più evasione"
• Articolo di Affaritaliani.it (http://www.affaritaliani.it/economia/evasione-nord-sud170812.html) – "Il nord evade di più"


Se tu, come me, sapessi dove andare a cercare sulla base delle conoscenze, troveresti fonti attendibili. Invece tu, ke non vuoi farti il mazzo ad imparare (non studiare.. IMPARARE), preferisci googlare a casaccio per dimostrare di essere un sapientino e fingerti colto. La tua mappa proviene da questo affidabilissimo sito (http://www.blitzquotidiano.it/) ke in home propone articoli di altissimo livello come questo (http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-mondo/perizoma-fa-male-irritazioni-infezioni-1695267/), questo (http://www.blitzquotidiano.it/photogallery/moglie-gli-dice-sempre-hai-pene-pubblico-e-bagni-ancora-il-letto-lui-la-uccide-1695163/) e questo (http://www.ladyblitz.it/gossip/al-bano-come-dio-anche-lui-hanno-ammazzato-figlio-poi-risorto-1519644/). :roll3:

Ma per capire ke quella mappa fosse l'ennesima cazzata bastava guardare la legenda in alto a destra... cosa cazzo vuol dire "provincia ricca" o "provincia a basso tenore di vita"? Area ricca -> evasione bassa. Area con basso tenore di vita -> evasione alta. Le scegli proprio bene le tue mappe. :asd:


Giggio, sei un cazzaro.

Giggio93
17-10-2013, 19.10.19
Noisefromamerika, il sito di Bisin,Boldrin,Zingales e company è abbastanza affidabile come fonte?
I dati sono del 2007.


Il secondo errore madornale è che l'evasione riguarderebbe tutto il paese, da Nord a Sud senza distinzione. È sufficiente consultare il sito web dell'Agenzia delle Entrate per vedere quali sono, dopo approfonditi studi, le stime dell'evasione fiscale IRAP. Estraggo dalla loro principale tabella:

Graduatoria dell'intensità dell'evasione regionale - Media 1998-2002 (base imponibile evasa / dichiarata)



Regione evaso/dichiarato
Calabria 93.89%
Sicilia 65.89%
Puglia 60.65%
Campania 60.55%
Sardegna 54.71%
Molise 54.61%
Liguria 50.29%
Basilicata 49.75%
Umbria 44.51%
Marche 33.95%
Toscana 33.67%
Abruzzo 33.11%
Piemonte 30.53%
Trentino-Alto Adige 30.17%
Valle d'Aosta 28.97%
Friuli-Venezia Giulia 28.22%
Lazio 26.05%
Veneto 22.26%
Emilia Romagna 22.05%
Lombardia 13.04%


ueste stime sono paragonabili a quelle analoghe compilate circa 10 anni fa durante il primo governo Prodi e pubblicate su Repubblica Affari & Finanza del 2 giugno 1997:

Evasione 1993 stimata per industria e commercio (reddito evaso / reddito totale):

Regione evasione/PIL privato
Basilicata 83.2%
Calabria 70.8%
Campania 64.2%
Molise 62.4%
Sardegna 57.2%
Puglia 54.4%
Sicilia 54.4%
Abruzzo 43.5%
Val D'Aosta 40.6%
Marche 35.2%
Toscana 34.0%
Umbria 29.8%
Liguria 28.3%
Lazio 27.5%
Veneto 24.1%
Friuli-Venezia Giulia 23.3%
Trentino-Alto Adige 22.9%
Emilia-Romagna 20.1%
Piemonte 19.1%
Lombardia 13.1%

Gli studi sopra elencati riguardano l'economia privata. Nel settore pubblico è presumibile che l'evasione fiscale sia molto vicina a zero per gran parte delle voci di spesa importanti come pensioni, stipendi degli statali, contributi alle imprese. In Italia la spesa pubblica corrisponde al 43% del PIL in prima approssimazione. Non conosco dati separati per regioni, ma mi aspetto che la spesa pubblica vari da valori intorno al 30% nel Nord Italia a valori intorno al 65% nel Sud Italia, sono interessato a conoscere eventuali dati se esistono. In ogni caso, indipendentemente dall'incertezza riguardo le differenze regionali sul contributo della spesa statale al PIL, quando ai dati del settore privato si aggiungano quelli del settore statale i dati disponibili mostrano chiaramente che l'evasione fiscale è:

in Lombardia, al livello dei paesi OCSE più virtuosi,
nelle altre grandi regioni padane, al livello europeo oltre le Alpi,
nel Centro Italia, significativamente più elevata della media europea,
nel Sud Italia, mostruosa e indegna di un paese civile e avanzato, e fuori da ogni parametro OCSE.
Pertanto non è vero che l’evasione è un problema che riguarda l’intero paese in modo uniforme. Inoltre, è impensabile, dati i livelli di efficienza degli apparati statali, ridurre i livelli di evasione delle regioni del Nord, già uguali o migliori di quelli europei, senza introdurre uno stato di polizia ancor più illiberale e intrusivo di quello che già esiste. Sarebbe invece realistico, oltre che doveroso, ridurre il livello di evasione nelle regioni del Centro e soprattutto nelle regioni del Sud dove lo Stato italiano è poco più di una barzelletta per quanto riguarda gli obblighi fiscali.

Secondo gli studi compiuti sotto il primo governo Prodi, le tasse evase in Campania (5.7 milioni di abitanti, dato corretto grazie ad un commento rispetto al valore dato inizialmente di 7 milioni, errato) sono più di quelle della Lombardia (9 milioni di abitanti, un reddito procapite nettamente superiore, e un minore contributo dell'economia statale). Questo implica che vessare gli artigiani ed i piccoli imprenditori del Nord, come il governo sta facendo, è economicamente ingiustificato e socialmente ingiusto. Si tratta di una scelta puramente politica, per la quale sono evidentemente funzionali le affermazioni errate e fuorvianti di Padoa Schioppa sopra ricordate. E si tratta di una scelta politica che di fatto punisce gli abitanti delle regioni che tendono a non votare la maggioranza politica al potere.

Concludendo, le affermazioni di Padoa Schioppa riportate dall'ANSA (e da diversi altri mezzi di comunicazione) contengono errori madornali, gli obiettivi dichiarati come "a portata di mano" sono implausibili e irrealistici, la descrizione della situazione italiana è superficiale e sbagliata, nonché in contraddizione con gli stessi studi governativi sull'argomento. Su queste basi ci si può solo aspettare un'azione di governo inconcludente e dannosa per i cittadini italiani.

Aggiungo due figure da uno studio dell'Agenzia delle Entrate, Stefano Pisani, Cristiano Polito, Analisi dell’evasione fondata sui dati IRAP, Anni 1998- 2002 - ISTAT, 2006 (pdf):

http://www.noisefromamerika.org/var/uploads/Image/Lusiani/evasione-irap-macroaree.png

http://www.noisefromamerika.org/var/uploads/Image/Lusiani/evasione-irap-province.png

MarcoLaBestia
17-10-2013, 19.13.34
Sono in percentuale, inetto !

L'hai letta la mia risposta? Le multinazionali con sede al nord evadono miliardi di euro sui dividendi !

Giggio93
17-10-2013, 19.16.30
E al sud l'evasione è un sentimento comune.:)
La mia prima mappa, come si può ben vedere, è assolutamente in linea con i dati istat di Noisefromamerika.
E non cambia la mia prima affermazione: al sud la maggior parte delle persone evadono le tasse.
Vogliamo cambiare l'angolazione? Benissimo, la conclusione è la stessa.
Al nord molto pochi evadono, ma evadono molto, al sud tutti evadono ma evadono meno.
Beh molto meglio! Direi che abbiamo confutato la mia prima affermazione! Ovvero che al sud c'è un problema culturale.
La mia affermazione era questa.

Perchè poi si, magari lo stato non contribuirà abbastanza per far progredire il sud.
Ma anche il sud non è che contribuisca abbastanza al sostenimento della collettività.
Quindi sai, prima di pretendere che la collettività pensi a te forse dovresti contribuire alla collettività.
C'è una sottile differenza tra intervento pubblico nell'economia e assistenzialismo.
E quasi sempre il discrimine è dato dal destinatario dell'opera.
Ora io non dico che l'intervento pubblico al sud si trasformerebbe automaticamente in assistenzialismo,insomma in un investimento con moltiplicatori bassi e così via.
Però dico che perchè l'investimento renda serve la cooperazione del sud.
Io son dispostissimo a fare l'investimento, a compensare quello che perdi in illegalità con proventi legali,a migliorare anche a fondo perduto il capitale umano e i sistemi di infrastrutture, a investire dei soldi che magari non rivedrò mai più, va bene.
Però vorrei che ci fossero i presupposti culturali.

Che non risulta confutata in alcun modo.:)
Infatti l'evasione non è chiaramente un fenomeno culturale del nord italia, perchè a dispetto della grandezza della cifra evasa è appunto un fenomeno limitato, mentre al sud è un fenomeno epidemico.

MarcoLaBestia
17-10-2013, 19.31.56
http://www.camminandoscalzi.it/wordpress/wp-content/uploads/2010/01/topo-gigio.jpg


Per curiosità, ci fai vedere una tua foto? :asd:

Giggio93
17-10-2013, 19.41.12
oh lol,che grado di maturità, una foto di topo giggio. :asd:
Ma lo sai che sei un genietto per arrivare a simili trovate?
Chiamiamo Topo Giggio un utente che si chiama Giggio?
Oh che genietto!:asd:

E per la prossima volta cosa ci proporrai?:asd:
Una pernacchia?:roll3:

018m6MgBZVA

brava Olivia!

MarcoLaBestia
17-10-2013, 19.56.16
ci fai vedere una tua foto?

Giggio93
17-10-2013, 20.11.59
ci fai vedere una tua foto?

http://i41.tinypic.com/2mw5c7d.jpg

MarcoLaBestia
17-10-2013, 20.19.42
Tagliati la barba e vai a lavorare.

Ghostkonrad
17-10-2013, 23.25.22
Ma hai studiato?

Uahahahahahahah, win! :roll3::roll3::roll3:

PS: Tagliati la barba. No, sul serio. :asd:

FALLEN_ANGEL_664
18-10-2013, 00.15.07
Ma perchè? Stà bene. O se non altro secondo me senza barba starebbe peggio. :look:

Comunque ti immaginavo più vecchio. :sisi:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

MarcoLaBestia
18-10-2013, 01.57.01
Comunque ti immaginavo più vecchio.


Carissimo, il problema di giggio non è l'età biologica.

Giggio93
18-10-2013, 01.57.58
La mia barba rimarrà lì dov'è, crescerà all'infinito fino a che le scimmie vi potranno prendere casa e gli uccelli la riempiranno di maestosi canti. :sisi:

La strada è già stata segnata.:sisi:
HnyEiXFyK10

Elrond
18-10-2013, 12.21.37
Giggio, quella barba è antisesso.
Te lo dice uno che fa la barba una volta ogni dieci giorni, ma troppo lunga è antisesso.

FALLEN_ANGEL_664
18-10-2013, 12.53.32
Sarà, anche se almeno per me non trombavo prima di avere la barba e non trombo ora che ce l'ho. Rotto per rotto... :asd:

Chiaramente Giggio tromba troppo e deve tenere la barba come deterrente. :sisi:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Giggio93
18-10-2013, 16.39.38
Giggio, quella barba è antisesso.
Te lo dice uno che fa la barba una volta ogni dieci giorni, ma troppo lunga è antisesso.

Qui a Roma la barba va, almeno nella mia generazione.:sisi:
Dovresti vedere le barbe della Sapienza, lì si che hanno la barba.:sisi:
Quando vado dai miei amici a Lettere sembra di entrare nel Patriarcato di Mosca.:asd:

Ghostkonrad
18-10-2013, 16.44.17
Qui a Roma la barba va, almeno nella mia generazione.:sisi:
Dovresti vedere le barbe della sapienza, lì si che hanno la barba.:sisi:

Lascia perdere la Sapienza, è un luogo malvagio e pieno di cazzoni. Te lo dice uno che ci è stato 5 anni (e che in teoria putroppo ci sta ancora, anche se con un piede fuori). :asd:
Con una barba come quella riesci a trombare solo se ti iscrivi a un collettivo. Almeno accorciala. :asd:

Giggio93
18-10-2013, 16.47.53
Lascia perdere la Sapienza, è un luogo malvagio e pieno di cazzoni. Te lo dice uno che ci è stato 5 anni (e che in teoria putroppo ci sta ancora, anche se con un piede fuori). :asd:
Con una barba come quella riesci a trombare solo se ti iscrivi a un collettivo. Almeno accorciala. :asd:

Mah sinceramente sul trombare si tromba sufficientemente,insomma non spesso quanto uno vorrebbe, però proprio a secco non si sta. :asd:
Oh poi probabilmente è vero, il taglio della barba forse aumenterebbe il coefficiente annuale di figa, ma vuoi mettere il dolore spirituale di aver ucciso la mia barba?:(


EDIT.

Poi ora in effetti stavo riguardando la foto e vi devo rassicurare: nella foto sembra molto più lunga di quanto non sia in realtà.:asd:

Elrond
18-10-2013, 17.02.05
Giggio nasconde nella barba i bigliettini per quando non ha Google sottomano :sisi:

Giggio93
18-10-2013, 17.03.03
Tu scherzi ma conosco gente che l'ha fatto. :roll3:

MarcoLaBestia
18-10-2013, 18.29.22
Lascia perdere la Sapienza, è un luogo malvagio e pieno di cazzoni
con la barba. :asd:

FALLEN_ANGEL_664
18-10-2013, 18.32.51
Scrotum beard!

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

BattleByzan53
18-10-2013, 20.56.10
Lettere è un covo di barbuti che si vestono alla hippie, è incredibile. Ma vestirsi da esseri umani con scarpe decenti, pantalone decente, camicia e una giacca decente è troppo elaborato?

BattleByzan53
18-10-2013, 21.00.51
› Home › TempiModerni ›
Scarso
Sufficiente
Buono
Ottimo
Eccellente
Media: 5 (1 voto)

Rifiuti irregolari nello Stir, Tufino chiude. A rischio emergenza 62 Comuni
Il sindaco del Comune napoletano fa chiudere i battenti all’impianto per uno sversamento di rifiuti speciali, non conformi agli impianti di smaltimento presenti. Il presidente della SapNa, Enrico Angelone, sporge però denuncia nei confronti del primo cittadino
stir

Il sindaco di Tufino Antonio Mascolo contro la SapNa, società provinciale che gestisce il ciclo integrato dei rifiuti. L’ennesima telenovela sulla munnezza arriva da qui, piccolo centro nel Napoletano dove è presente uno degli Stir della regione Campania, gli stabilimenti di tritovagliatura e imballaggio rifiuti. Con un’ordinanza il sindaco di Tufino fa chiudere quello presente nel suo Comune, per uno sversamento di rifiuti irregolari accertato da un blitz di vigili urbani ed Arpac nei giorni scorsi. Gli scarti in questione, infatti, non sono conformi al codice previsto degli autocompattatori. Per di più ci sarebbero problemi alla manutenzione dei biofiltri. Insomma: al primo cittadino non restava che chiudere i battenti in attesa di ulteriori indagini. Ma la decisione non sarà indenne da conseguenze, gran parte delle quali le vediamo già per strada: cumuli di rifiuti che tornano ad adornare le strade cittadine, tra Napoli e provincia. In tutto sono 62 i Comuni a rischio emergenza.

LA DENUNCIA – Enrico Angelone, amministratore unico della Sapna, non ha accolto bene la notizia: “Una decisione che è scaturita basandosi sul nulla – afferma – gli altri impianti, che si vedranno arrivare 700 tonnellate di indifferenziato, andranno in crisi in due o tre giorni”. Per tale motivo Angelone annuncia querele: “Abbiamo presentato un ricorso e una denuncia alla procura di Nola. Il sindaco Mascolo ha chiesto e ottenuto, senza problemi, che un singolo camion contenente cinque tonnellate di rifiuti venisse passato al setaccio. Il risultato ottenuto è stato il ritrovamento di un pneumatico che non doveva essere tra quell’immondizia”. Angelone afferma che l’Arpac, presente durante l’ispezione, non ha disposto alcun provvedimento in merito: “Il nostro impianto funziona nel rispetto delle norme. Ogni tre mesi la ditta sottopone i rifiuti a dei controlli campione e i verbali di conformità sono sempre regolari”.

INCONTRO IN PREFETTURA – Il sindaco Mascolo, dal canto suo, annuncia un incontro in Prefettura previsto per lunedì: “Incontrerò il prefetto per spiegare le nostre ragioni e valutare assieme la situazione”, annuncia il primo cittadino, che si dice “amareggiato” per l’iscrizione nel registro degli indagati, pur consapevole “che si tratta di un atto dovuto”.
Giusto per tornare un pò sul tema principale

frank10
18-10-2013, 23.16.54
Lettere è un covo di barbuti che si vestono alla hippie, è incredibile. Ma vestirsi da esseri umani con scarpe decenti, pantalone decente, camicia e una giacca decente è troppo elaborato?

Non faccio lettere, comunque camicia e giacca giammai :asd:.

p.s. Per tornare all'argomento principale :asd:.

MarcoLaBestia
04-11-2013, 03.08.22
Parla il pentito di mafia casalese. Divertitevi (http://www.video.mediaset.it/video/iene/interviste/416378/fubini-carmine-schiavone.html)


E continuate a votare l'establishment, mi raccomando.

BattleByzan53
05-11-2013, 23.04.29
Cade il segreto sulla deposizione del pentito dei Casalesi Carmine Schiavone, deposizione rilasciata nel remoto '97 davanti alla commissione parlamentare d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti. All'epoca parve tanto deflagrante da richiedere la segretazione. Oggi, una decisione dell'ufficio di presidenza della Camera, presa all'unanimità, ci restituisce la verità di Carmine Schiavone. Una verità detta, ormai, 16 anni fa. Dalla viva voce del pentito dei Casalesi torna la descrizione di anni impuniti e criminali: alcune cose già note, altre tutte da scandagliare. Schiavone, ad esempio, elenca i luoghi dove finivano i rifiuti tossici dalla Germania e dall'Italia del centro nord, portati con i camion nelle discariche. Dice di aver già detto tutto "all'autorità giudiziaria", di avere accompagnato sui luoghi gli investigatori. Racconta che sopra i veleni, appena ricoperti di terra, poi qualcuno ci allevava le bufale.

Il tutto in un clima descritto come di generale collaborazione per cui, secondo i ricordi di Schiavone, «la discarica autorizzata faceva scaricare là, attraverso i clan». I rifiuti partivano da fuori la Campania, racconta, inviati da altre amministrazioni e con destinazione discariche autorizzate. Finivano, invece, smaltiti nel terreni dei clan, racconta il pentito.

Ricostruzioni già note, in gran parte. Ma la forza del documento sta nell'essere così remoto e così attuale. E di svelarci la mentalità "statale" della camorra, totalmente indifferente ai destini delle persone. Perfino burocratica e banale. Così è stata devastata la Campania. Da persone così. Col registro sottobraccio.


Fra le altre cose dal documento emerge il completo controllo dei Casalesi sui subappalti per le opere stradali. Controllo che dava loro la gestione di tutti gli scavi. Per questo sarebbe stato proposto a Schiavone, si legge nella deposizione, lo smaltimento di fusti tossici fin nel 1988. Lui, a quel punto, si sarebbe accorto che "qualcuno", però, aveva già iniziato a sfruttare l'affare ma che teneva per sè i proventi. Circa 700 milioni al mese. Segue l'affermazione scioccante: «Arrivavano camion di fanghi nucleari (sic) dalla Germania. E hanno scaricato nelle discariche».


Ad un certo punto Carmine Schiavone ha un lapsus che fa innervosire il presidente Scalia che lo interroga. Spiega che, secondo lui, «mio cugino (Francesco Schiavone) , Mario Iovine e Bidognetti», già prima del '90 avrebbero fatto attività di smaltimento illegale di rifiuti, senza versare però nelle casse del clan. «Fino al '90 - sentenzia quasi sdegnato - hanno rubato . Poi hanno iniziato a versare soldi nella casse dello Stato..(...) Era un clan di Stato, mi sono confuso». Alla protesta di Scalia ("Il vostro Stato!") Schiavone non si scompone e dice: «La mafia e la camorra non potevano esistere se non era (sic) lo Stato».


Così parlava 16 anni fa l'uomo che teneva il registro sotto il braccio e si arrabbiava se qualcuno faceva la cresta mentre lui teneva la contabilità dei fusti tossici, prezzo di smaltimento 500mila lire l'uno. Veleni gettati nei campi, nelle falde acquifere ("Le bucavamo, ci passavamo attraverso, avevamo il controllo totale di tutti gli scavi"). E lui prendeva nota e faceva la somma. Cinquecentomila a noi, e voi ve ne mettete in tasca due milioni secchi a fusto.

Da registrare lo stupore nel quale procede l'interrogatorio, nel remoto '97. Domanda del presidente, che quasi non trova le parole:«Lei è in grado di fare una stima..Quante tonnellate..quanti camion..».

Preciso, l'uomo del registro risponde: «Qui si parla di milioni, non di migliaia...Si tratta di milioni e milioni di tonnellate»

Ma è la storia dei fanghi nucleari che non può restare sospesa, mostruosa, lugubre. Può dirci qualche cosa di più, chiede Scalia? «So solo che questi fanghi arrivavano in cassette di piombo da 50, un po' lunghe. Ma mica andavo a vedere l'immondizia di notte..», No, non c'era bisogno che Schiavone seguisse l'affare di notte. Ci pensava il "sistema militare" messo su per gestire il territorio ed il flusso dei rifiuti. Incensurati, con il porto d'armi, con l'auto di dotazione. Pattuglie che, all'occorrenza, potevano usare palette e divise di carabinieri, polizia, finanza. Le forze dell'ordine dei Casalesi. Con un "coordinamento un po' massonico, un po' politico".

Laura Boldrini, presidente della Camera, si è detta molto soddisfatta: «Esprimo grande soddisfazione - ha detto Boldrini - per la decisione di togliere il segreto sui contenuti dell'audizione che il collaboratore di giustizia Carmine Schiavone svolse nell'ottobre 1997 alla Commissione bicamerale di inchiesta sul ciclo dei rifiuti». «Si tratta della prima volta che la presidenza della Camera - senza che questo sia richiesto dalla magistratura - decide di rendere pubblico un documento formato da commissioni di inchiesta che in passato lo avevano classificato come segreto».

La deposizione di Schiavone del 1997, anno in cui Giorgio Napolitano era ministro dell'interno:asd:

MarcoLaBestia
06-11-2013, 00.53.24
Ke dire........ CONTINUATE A VOTARE PD E PDL

Brus
06-11-2013, 08.40.02
I rifiuti partivano da fuori la Campania, racconta, inviati da altre amministrazioni e con destinazione discariche autorizzate. Finivano, invece, smaltiti nel terreni dei clan, racconta il pentito.

Per chi evidenziava che i rifiuti venivano dal nord, con la consapevolezza che finivano nei campi

MarcoLaBestia
06-11-2013, 11.25.43
Forse a qualcuno è sfuggita l'intervista al pentito ke LE IENE sta mandando in onda a nastro (http://www.video.mediaset.it/video/iene/interviste/416378/fubini-carmine-schiavone.html)

BattleByzan53
06-11-2013, 11.52.34
nessuno se la sente di accettare: "ma te la senti di essere ammazzato qua fuori?i segreti di stato sono tanti...". Non ci vuole di certo schiavone per dire che la malavita ha bisogno dello stato per opravvivere...

kenciro36
08-11-2013, 01.25.55
nessuno se la sente di accettare: "ma te la senti di essere ammazzato qua fuori?i segreti di stato sono tanti...". Non ci vuole di certo schiavone per dire che la malavita ha bisogno dello stato per opravvivere...
Esattamente ;) Collusione totale.

Oltre al nord Italia, i rifiuti industriali arrivavano anche dall'ovest europeo.

Elrond
08-11-2013, 14.48.06
Forse a qualcuno è sfuggita l'intervista al pentito ke LE IENE sta mandando in onda a nastro (http://www.video.mediaset.it/video/iene/interviste/416378/fubini-carmine-schiavone.html)
Bellissima intervista :asd: