PDA

Visualizza versione completa : Tom Kalinske sull'E3 1995: come abbiamo creato il nostro peggior nemico



City Hunter
12-07-2013, 01.04.31
Sul sito MCV c'è un'interessantissima intervista a Tom Kalinske ( sempre :hail: ) che scava nel passato dell'E3 1995 (molto simile a quello 2013, evidentemente se ne sono accorti in molti :asd: )
Leggetela che ha diverse chicche anche note, tra cui la creazione del primo e3, il rating system, la corsa disperata per l'upgrade del saturn, sega japan merda, il marketing segaro usato da Sony contro di noi ecc. e poi c'è una rivelazione shock:


“Sony came to us after they had been rebuffed by Nintendo,” remembers Kalinske.

“They had wanted Nintendo to use some technology that they had, and Nintendo instead chose to work with Philips. That really annoyed Sony. Olaf Olafsson [Sony Electronic Publishing President] and Micky Schulhof [President of Sony America] came to my office and said: ‘Tom, we really don’t like Nintendo. You don’t like Nintendo. We have this little studio down in Santa Monica [Imagesoft] working on video games, we don’t know what to do with it, we’d like Sega’s help in training our guys. And we think the optical disc will be the best format.’

“Well I agreed with them, I thought CDs would be the next format as well. But in those days nobody knew how to programme on optical discs. So I said, “Ok. Let’s combine our efforts. Let’s finance Imagesoft, and let’s finance this little developer called Digital Pictures, which seemed to be furthest along in knowing how to programme on optical disc.’ And they financed three titles from Digital Pictures and we did as well.

“So our relationship with Sony was very close and very tight. We together worked a lot of these things out. And Sega of America and Sony were both convinced that the next platform had to use optical discs. We had been working on this CD ROM attachment to the Genesis [Mega CD], which we knew really wasn’t adequate, but it taught us how to make games on this format.

“We had the Sony guys and our engineers in the United States come up with specs for what this next optical-based hardware system would be. And with these specs, Olafsson, Schulhof and I went to Japan, and we met with Sony’s Ken Kutaragi.

“He said it was a great idea, and as we all lose money on hardware, let's jointly market a single system – the Sega Sony hardware system – and whatever loss we make, we split that loss.”

Kalinske loved the sound of this deal. As Sega made some of the biggest games in the world, he was certain it would be Sega that would make the most money from this deal. All he needed was the Sega Board to say yes.

“Next we went to Nakayama [Sega President] and the Board at Sega, and they basically turned me down. They said: ‘That’s a stupid idea, Sony doesn’t know how to make hardware. They don’t know how to make software either. Why would we want to do this?’ That is what caused the division between Sega and Sony and caused Sony to become our competitor and launch its own hardware platform.”

La storia di Sony e Nintendo era nota e ok, ma questa :|...quindi la partnership per il mega cd era solo un test per la console sega-sony.

il resto dell'intervista qui
http://www.mcvuk.com/news/read/tale-of-two-e3s-xbox-vs-sony-vs-sega/0118482

Dagho
12-07-2013, 02.06.40
Si, avevo già sentito della possibile partnership tra Sega e Sony che si stava sviluppando prima della nascita della Ps1. La cosa divertente è che i ragazzi che poi avevano realizzato l'hardware del N64 erano andati prima da Sega per proporgli la cosa. Con il risultato che sempre Sega of Japan aveva rifiutato l'accordo.

Toshihiro90
12-07-2013, 02.16.34
Si, avevo già sentito della possibile partnership tra Sega e Sony che si stava sviluppando prima della nascita della Ps1. La cosa divertente è che i ragazzi che poi avevano realizzato l'hardware del N64 erano andati prima da Sega per proporgli la cosa. Con il risultato che sempre Sega of Japan aveva rifiutato l'accordo.
Quando lessi la questione del Nintendo 64 non ci volevo credere al fatto che si fossero lasciati scappare una cosa del genere che gli avrebbe portato massimo guadagno con il minimo sforzo.....questa della partnership poi è proprio un fulmine a ciel sereno :sisi:

Blasor
12-07-2013, 02.25.11
Ah ecco. Quindi all'epoca, a frittata fatta, si dissero "meglio far finta di niente, che se il pubblico scopre che avevano bussato pure da noi..." :asd:

In effetti pareva un po' strana l'assenza di contatto, con quell'Imagesoft piuttosto presente.

sharkone
12-07-2013, 11.58.09
Come detto nel topic di Stob mi pare avesse già in passato parlato di questa cosa citando il rapporto stretto con Imagesoft, soprattutto durante gli anni del Mega Cd. Della serie "stavamo tutto il giorno insieme ed era inevitabile sapere...".

City Hunter
12-07-2013, 13.21.03
ma qui si va oltre il semplice rapporto stretto, c'era stata proprio la proposta della console sega-sony richiesta anche a Sega Japan, non so se in passato ha parlato proprio di questo.
Poi chissà, io credo che con anche nell'eventualità della console in collaborazione, Sony sarebbe scesa in campo ugualmente la gen successiva, o magari no se le cose fossero andate incredibilmente bene alle due (anche questo molto probabile vista la nintendo di quei tempi)
Il bello è che qualsiasi scenario che Sega Japan ha bocciato in decenni ci avrebbe risparmiato questo triste destino. Sega Japan ha sempre fatto di tutto per mantenere il controllo e il potere sulla società, anche intralciando lo stesso Kalinske, e ironia della sorte è finita sotto il controllo di Sammy.