PDA

Visualizza versione completa : Nagoshi parla sul futuro di Sega



sharkone
28-02-2013, 12.23.35
Intervista abbastanza composta a Nagoshi sulle pagine di Famitsu, dice tutte cose abbastanza comprensibili. Soprattutto nel finale quando parla del non essere conservatori ecc, peccato non ci sia nessuno a chiedergli dove sian finiti i giochi:)
Sega's Nagoshi on next-gen, Relic purchase and keeping consolesrelevant | Polygon (http://www.polygon.com/2013/2/27/4035006/segas-nagoshi-on-next-gen-the-relic-purchase-and-keeping-consoles)

Toshihiro Nagoshi parla sul futuro di Sega | Sega World Italia (http://www.segaworlditalia.com/2013/02/28/toshihiro-nagoshi-parla-sul-futuro-di-sega/)

Pure questa storia del produrre localmente titoli per un determinato mercato, va bene in certi campi ma non è giusto aver escluso tutti i fan occidentali dai pochissimi titoli rimasti.

Blasor
28-02-2013, 14.03.13
Articoli interessanti su Polygon da un po' di tempo a questa parte.



When asked about what the next generation, Nagoshi sees an even more intense competition than in previous cycles, although it won't come down to hardware speed. "They'll be better-performing systems," he said, "but I think they'll start being closer and closer to each other on the inside. The Wii and Wii U are differentiating themselves on the hardware level, but the other two systems are going to wage an all-out war of services, one that'll involve the entire Sony group and the entire Microsoft group. It'll be a battle to see which group can leverage its scale to best benefit developers and gamers."
Stranamente pro-N in questa frase :asd: Lo vedessi a svilupparci sopra anziché parlare...

sharkone
28-02-2013, 14.30.09
Articoli interessanti su Polygon da un po' di tempo a questa parte.


Sì vero sta diventando un sito molto interessante come contenuti, non mi piace molto la home per ora potrebbe essere più compatta.

ps ha ragione da vendere anche sulla "war of services". Peccato però poi al di là delle parole nei fatti Sega se ne esca con Yakuza 6 con lo stesso motore del 5 e tre giochi non sviluppati internamente. Alla faccia delle idee folli dei giovani. Manco stesse parlando dell'era fine-DC.:asd:

Schubert
28-02-2013, 15.01.24
Conferma di essere concentrato solo sul mercato giapponese. Questo ha una conseguenza importante che va al di là di ciò che Sega è sempre stata. I giochi venivano fatti in Giappone ma pensando a tutto il mondo, e non parlo di distribuzione ma proprio di contenuti. Adesso internamente producono titoli, come quelli per psp, che a prescindere non susciterebbero interesse da noi nemmeno se arrivassero perché sono troppo rivolti ai loro gusti, vedi gli ultimi jrpg.

City Hunter
28-02-2013, 16.29.35
Purtroppo la dirigenza sega parla in un modo e agisce in un altro, mi da l'impressione che sega japan abbia perso i contatti con la realtà, Nagoshi non sembra far eccezione.

E' grandioso che si parli di tutelare il gaming consolaro, peccato che è proprio per colpa sua che il gaming consolaro sega è ai minimi storici (casualmente più saliva di rango meno titoli console si vedevano, e non è colpa della crisi cit.).
C'è solo yakuza (questo sarebbe il suo contributo?, 500mila copie l'anno?), non sono stati capaci neanche di vendere binary domain, che era roba sua eh, che tra l'altro in una gen come questa si vendeva da solo, probabilmente considerano anche i titoli portatili come consolari, altrimenti non si spiegano certe dichiarazioni.

I giovani dove sarebbero? Intende gente come il producer degli ultimi Shining?

Sulla questione next gen, ha ragione sulla guerra dei servizi, ma non è una buona scusa per non avere uno straccio di motore next gen (e neanche una scheda da bar next gen), cose che vanno preparate molto tempo prima della presentazione delle console, per non rischiare poi di ritrovarsi arretrati già in partenza.

Il modello dei "giochi sviluppati sul territorio" si è dimostrato più volte fallimentare, è più facile trovare quei pochi casi in cui ha funzionato.

Claris__
28-02-2013, 16.44.11
Mi sembra che la questione della chiusura a riccio e dei giochi sviluppati per il proprio pubblico e basta stia diventando il nuove mantra delle soft jap...non si sa se sia peggio questo o l'outsourcing occidentale =D

Per il resto, tante chiacchiere inutili, oltretutto fatte da lui...

Intanto inizio il corso di giapponese per poter giocare a Yakuza 6 col motore del 5 ma in 1080p e forse addiruttura l'acqua che sembra acqua =D

Mana RD
28-02-2013, 18.54.00
http://i246.photobucket.com/albums/gg114/ormonaut/vaffanculo.jpg

Daifuku
28-02-2013, 21.44.40
Mi sembra che la questione della chiusura a riccio e dei giochi sviluppati per il proprio pubblico e basta stia diventando il nuove mantra delle soft jap...

Fra le Grandi, direi solo Sega. Purtroppo.