PDA

Visualizza versione completa : Un ripasso di storia



antpicc
08-01-2013, 01.35.33
Ciao a tutti.
Ho letto su Wikipedia che il Dreamcast, nel periodo estivo del 2000, non stava andando poi così male in termini di vendite. Addirittura, pare avesse sorpassato la PS2 e incrementato del 150% rispetto al periodo di lancio (che pure fu ottimo). Ora, mi domando: perché a dicembre del 2000 furono annunciati ritiro e fine dello sviluppo? Il Dreamcast poteva campare almeno fino al 2003 mantenendo quel ritmo.

Chi me lo spiega?

Dagho
08-01-2013, 01.38.29
In due frasi.
Sega non aveva più soldi. Non conta quanto vendi, contano i profitti, e Sega stava con il culo in aria.

sharkone
08-01-2013, 03.16.43
Sì purtroppo il problema di Sega sono stati i soldi. Questi ultimi anni di mercato ci hanno insegnato quanto sia durissimo resistere per un hardware house, si vendono le console in perdita e servono contanti e/o mercati di sfogo che Sega non aveva.
Per sopravvivere Sega doveva vendere molto di più o avere soldi da parte per potersi permettersi una battaglia sul lungo periodo, come ha fatto ad esempio MS con il primo Xbox.

Sul piano finanziario, due problemi importanti del DC furono i costi dell'online e la pirateria. Sull'online soprattutto in America con Sega.net c'era un buco gigantesco (lezione che oggi le hardware house e software house hanno imparato fin troppo bene:rolleyes:...).
La pirateria fu una mazzata considerevole dato che Sega guadagnava tutto sul software. Guadagnavano un dollaro per ogni DC venduto (US), e considerando gli standard odierni era anche tantissimo. Quando il DC venne aperto (senza grosse difficoltà...) fu un danno irreparabile.

antpicc
08-01-2013, 10.11.23
Quindi esisteva una "modifica" per DC analoga a quella che esisteva per PSX e PS2?

Io penso che una delle principali ragioni di successo della PSX sia stata a posteriori la possibilità di modificarla O_o

Toshihiro90
08-01-2013, 12.28.18
Io penso che una delle principali ragioni di successo della PSX sia stata a posteriori la possibilità di modificarla O_o

Vero però considera che Sony riusciva a compensare le perdite della pirateria con il gudagno ricavato dalle console vendute e dai tanti titoli originali acquistati dalle masse.

Mentre Sega già guadagnava pochissimo con la vendita del DC poi toglici anche quel minimo di introiti dei giochi venduti ed eccoti la bancarotta più classica che possa esistere dove ci sono più soldi che escono e pochi che entrano.

City Hunter
08-01-2013, 13.11.12
Il problema di Sega furono i debiti accumulati durante l'epoca Saturn.
Con una situazione economica migliore, DC e Sega sarebbero sopravvissuti come sempre, e chissà alla lunga forse poteva spuntarla su uno dei rivali.

sharkone
08-01-2013, 15.44.41
Quindi esisteva una "modifica" per DC analoga a quella che esisteva per PSX e PS2?

Io penso che una delle principali ragioni di successo della PSX sia stata a posteriori la possibilità di modificarla O_o
Su Dc bastava (basta) un semplice cd boot. Scoperta la falla Sega fece di tutto per bloccare la vendita di cd boot e quant'altro.

E' sempre difficile fare paragoni con altre case. La pirateria in alcuni mercati europei (come l'Italia o la Spagna) penso sia palese sia stato un aiuto per Sony che era una hardware house prima di tutto. Ma bisognerebbe poi considerare tutti gli altri mercati, ecc.
Per Sega che era prima di tutto una software house e che aveva tantissimi team al lavoro (solo gli Am erano una decina, poi mettiamoci i team occidentali, i giochi pubblicati, non si finisce più) fu una mazzata.

Con i conti in banca pieni di soldi sicuramente le cose sarebbero andate diversamente. Anche con la pirateria, anche con errori vari.
I bilanci della sezione vg di MS ai tempi di Xbox aiuterebbero a farsi un'idea. Per penetrare questo mercato servono tanti soldi, Sega non ne aveva. Tentò il tutto per tutto prima di diventare una semplice software house e purtroppo andò male.

Ceppone
08-01-2013, 15.49.34
Senza considerare (lo aggiungo io) il reparto marketin (esisteva!?) di Sega Japan o Europa...bastava mettere un "disponibile su Dreamcast" su tutti i cabinati di Virtua Striker 2, Sega Rally 2 ecc...insomma, ce ne sarebbe da dire e ridire.

antpicc
10-01-2013, 10.30.48
Scusate...ho letto che Sega ha accumulato debiti all'epoca del Saturn. Perché? Io so che Saturn è andata alla grande come consolle. Certo, non come la PSX ma credo sicuramente meglio di N64...

stobbArt
10-01-2013, 12.33.36
il saturn andò molto peggio del nintendo 64, vendendo meno di 10 milioni di unità contro le 32 del nintendo 64. se a questo aggiungiamo le spese di sviluppo doppie visto che la divisione americana e quella giapponese portavano avanti due progetti distinti, il risultato economico di quel periodo non fu sicuramente positivo.

sharkone
11-01-2013, 13.47.41
Scusate...ho letto che Sega ha accumulato debiti all'epoca del Saturn. Perché? Io so che Saturn è andata alla grande come consolle. Certo, non come la PSX ma credo sicuramente meglio di N64...

Il Saturn andò bene solo in Japan, dove vendeva alla grande. Nel resto del mondo fu un mezzo disastro:(.

antpicc
13-01-2013, 12.48.43
Io stavo pensando di comprarmelo. Ha una gamma di giochi più ampia del DC, a quanto ho capito.

sharkone
13-01-2013, 13.07.54
Sì è una macchina con un grande parco titoli. Interessante soprattutto sul versante japu (dove grazie al grande successo uscirono tantissimi titoli).

Mana RD
13-01-2013, 13.12.29
Sul Saturn ho già detto in abbondanza nel mio blog prima di Natale...è la console SEGA che amo di più, e più volte si è ribadito anche qui che si tratta forse di una delle console più apprezzate dai retrogamers, visto che sul parco titoli prettamente arcade è una bomba. Il Saturn ha vinto a posteriori la sua guerra.

antpicc
19-01-2013, 11.47.48
Qual è il tuo blog Manard?