PDA

Visualizza versione completa : [USO PRIVATISTICO] - Cerco una Banca



radoen
14-12-2012, 12.53.19
Salve a tutti,
voglio cambiare banca, ora sono con unicredit ed ho un "contoggggiovani" con cui non pago una mazza per le operazioni ONLINE e non pago una mazza se prelevo ai loro BancoBat.

Il problema è che ultimamente i loro bancoBat non funzionano mai e mi tocca andare dalla concorrenza e regalare a sti stronzi 2€.

quindi essendomi rotto gli zebedei cerco una banca che mi offra:

1) Spese di mantenimento 0 (bolli a parte ma se mi tolgono pure quelli mi va bene uguale :asd: )

2) Prelievi gratis su tutto il territorio nazionale/europeo usando un Bancomat qualsiasi (viaggio ogni tantum ed odio i contanti)

3) Servizi Online li uso sempre per fare tutto (bollette ricariche del telefono...
tutto in pratica)

4) mi diano magari anche una carta di prepagata/associazione a fake CC così posso fare acquisti online


PS non me ne frega nulla dei servizi agli sportelli odio le persone e odio parlare con le persone (oltre al fatto che non ci vado mai in banca)


Grazie per i suggerimenti

Simgiov
14-12-2012, 19.40.58
Il conto "più merda" Barclays offre un 50 prelievi annui gratuiti a sportelli non suoi in tutta l'area € se sono del circuito Cirrus Maestro. Altri non so ;)

Ghostkonrad
15-12-2012, 03.42.21
Io pure effettivamente ho un problema simile. Al momento mi faccio accreditare lo stipendio su una prepagata ma è ovvio che presto servirà un conto vero e proprio.
Comunque ci sono un bel po' di conti e zero canone, ad esempio il Conto Corrente Arancio, il Webank, e il conto Fineco, però danno interesse zero sui soldi; infatti di solito li si abbina ad un conto deposito dove i soldi possono venire parcheggiati con un certo tasso d'interesse.

The Joker
15-12-2012, 09.14.28
Io ho da un anno Conto Corrente Arancio e mi trovo molto bene. Non pago neanche l'imposta di bollo. Credo sia l'unica banca che lo fa.

Guarda pure Fineco, ma credo che la più economica resti proprio ING Direct.

fppiccolo
15-12-2012, 11.01.04
a parte qualcuno (vedi ign) che non fa pagare l'imposta di bollo, quest'ultima si paga solo se la giacenza media annua sul c/c supera i 5.000€

radoen
15-12-2012, 11.46.53
quindi vado di conto arancio?

Conto deposito? a che serve ? mi avanzano si e no 100€ogni mese

The Joker
15-12-2012, 13.43.50
a parte qualcuno (vedi ign) che non fa pagare l'imposta di bollo, quest'ultima si paga solo se la giacenza media annua sul c/c supera i 5.000€ Uhm, forse anche IGN eh... Non ricordo bene. Forse però con Conto Corrente Arancio non lo paghi neanche se hai lo stipendio accreditato...


quindi vado di conto arancio?

Conto deposito? a che serve ? mi avanzano si e no 100€ogni mese

Conto Corrente Arancio non Conto Arancio. Sono due cose totalmente diverse.

100 euro al mese? Naa....lascia stare il deposito.;)

Ghostkonrad
17-12-2012, 17.55.58
Ri-uppo il topic per chiedere quale sia la effettiva differenza tra i tre conti che ho menzionato prima (il Conto Corrente Arancio, il Webank e il Fineco).
A me sembrano uguali, onestamente. L'unica differenza che vedo è che il Fineco è più investment-friendly.
Io comunque dovrei riuscire ad accumulare un po' di giacenza, quindi a questo punto quale di questi tre mi consigliereste? E a quel punto cosa conviene, il conto deposito o un'investimento vero?

destino
17-12-2012, 18.38.29
il conto deposito conviene per prendere un minimo di rendimento diverso da zero, ma quando hai un minimo di contante da parte devi comunque pensare ad un investimento diverso.

per il discorso delle banche che hai menzionato a me sembrano tutte abbastanza equivalenti, forse un pizzico meglio ing direct visto che ora ha pure le filiali fisiche che male non fa.

Elendil_1
17-12-2012, 19.23.58
Ri-uppo il topic per chiedere quale sia la effettiva differenza tra i tre conti che ho menzionato prima (il Conto Corrente Arancio, il Webank e il Fineco).
A me sembrano uguali, onestamente. L'unica differenza che vedo è che il Fineco è più investment-friendly.
Io comunque dovrei riuscire ad accumulare un po' di giacenza, quindi a questo punto quale di questi tre mi consigliereste? E a quel punto cosa conviene, il conto deposito o un'investimento vero?

Ghost, all'ultima domands non si può rispondere in assoluto: dipende dai tuoi obiettivi e dalla tua situazione economica e familiare. il c/d è un salvadanaio che protegge il tuo capitale dall'inflazione e che ha il pregio che il denaro è disponibile in ogni momento senza rischi di perdita in conto capitale, ma se vuoi dei rendimenti "veri" sul medio o sul lungo termine devi guardare altrove. La verità è che ti serve un consulente, ma che sia una persona preparata e affidabile e non uno che pensa al modo di guadagnare 100 euro in più investendo il tuo denaro.

alla prima domanda rispondo così: oltre ai costi guarda i servizi, per esempio chiediti con tutti e tre se hai necessità di versare un assegno dove puoi andare e come devi fare.