PDA

Visualizza versione completa : E' un piccolo passo per l'uomo...



fppiccolo
25-08-2012, 21.53.28
E' morto Neil Armstrong Il primo uomo sulla Luna - Repubblica.it (http://www.repubblica.it/persone/2012/08/25/news/e_morto_neil_armstrong_il_primo_uomo_sulla_luna-41481374/?ref=HREA-1)

-Ravenheart-
25-08-2012, 22.06.21
EuFVaOJZfco&feature=related

Purtroppo si è portato molti segreti nella tomba

Squizzo
25-08-2012, 22.51.44
raven non invaccare pure sto topic per favore

Kokiri_del_Crepuscolo
25-08-2012, 23.28.43
Sentite condoglianze ai suoi familiari e a tutti gli americani :mecry:

_Fred_
26-08-2012, 00.44.26
Quando l'ho saputo ci sono rimasto di merda. Armstrong era una di quelle persone di cui avevo sentito parlare da sempre, un uomo che ha fatto la storia dell'uomo, di quelli la cui leggenda sembrava infondergli l'immortalità. Pare incredibile che da un giorno all'altro non ci sia più.


:(

FALLEN_ANGEL_664
26-08-2012, 00.53.28
Accidenti. Se ne va un attore della storia. Il primo uomo che abbia mai toccato un corpo celeste. E pure uno dei pochi che finora l'abbia mai fatto. L'uomo che è stato scelto per tagliare un traguardo incredibile. Chissà dove lo porterà quest'ultimo passo...

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Ubar
26-08-2012, 02.45.59
Un icona del ventesimo secolo, ha portato un intera generazione a sognare il futuro, che riposi in pace

Spettro_Shepard
26-08-2012, 04.55.49
Stavo per aprire io stesso questo topic, e io che volevo incontrarlo T_T
Il PRIMO uomo a toccare un altro corpo celeste OGGI muore, R.I.P Neil.

PS. leggete qua
Armstrong abitava a Indian Hill, un sobborgo di Cincinnati. Negli anni successivi aveva fatto relativamente poche apparizioni pubbliche, preferendo una vita riservata: non ebbe un ruolo di primo piano, certamente anche per suo volere, nelle celebrazioni del 25esimo anniversario dello sbarco, e sembrava avere una relazione conflittuale con la stessa impresa che aveva compiuto. Durante un'intervista al celebre programma della CBS News 60 Seconds, messo davanti alla possibilità che le impronte degli astronauti dell'Apollo 11 rimanessero impresse sulla superficie lunare per migliaia di anni, disse: «Spero che qualcuno vada lassù uno di questi giorni e le pulisca». Un'altra sua frase celebre fu «Immagino che tutti noi vogliamo essere riconosciuti non per un breve fuoco d'artificio, ma per il bilancio del nostro lavoro quotidiano.» Si descrisse una volta, nel 2000, con l'espressione «nerdy engineer».
Da quella merda di yahoo.

Spettro_Shepard
26-08-2012, 05.14.48
EuFVaOJZfco&feature=related

Purtroppo si è portato molti segreti nella tomba
Su internet trovi tante notizie che smentiscono questi complotti del pene.

Di0
26-08-2012, 05.35.53
Era la leggenda vivente, ora -giustamente- e' leggenda e basta.
Per un ingegnere aerospaziale, era praticamente il volto ed il simbolo degli ultimi 60 anni e di quello che esplorare significhi.
R.I.P., Neil e ora see you on the dark side of the moon.

:birra:


(angolo dell'umorismo un attimo fuori luogo, ma non riesco a non pensarci, momento davvero brutto per gli Armstrong in generale :asd:)

FaBiOm1987
26-08-2012, 07.18.19
L uomo che per primo è riuscito forse a raggiungere l alto dei cieli...un saluto...

3cod3
26-08-2012, 07.37.08
Personalmente se fossi stato il primo uomo a toccare la superficie lunare sarei eiaculato in mezzo secondo dentro la tuta. :D
Il suo nome non se lo scorderà mai nessuno, RIP :birra:

M@TTE
26-08-2012, 08.13.55
Leggenda, nient'altro da dire.

Spettro_Shepard
26-08-2012, 08.38.46
Personalmente se fossi stato il primo uomo a toccare la superficie lunare sarei eiaculato in mezzo secondo dentro la tuta. :D
Il suo nome non se lo scorderà mai nessuno, RIP :birra:

Seguito da orgasmi multipli :asd:

Dezz1911
26-08-2012, 10.23.55
Ma insomma, non lo considero una leggenda, comunque, rip.

Simgiov
26-08-2012, 11.17.32
Leggendario. RIP.

Spettro_Shepard
26-08-2012, 11.18.02
Ma insomma, non lo considero una leggenda, comunque, rip.

Perchè no? Rimane comunque il primo uomo ad aver camminato su un'altro corpo celeste :sisi:

blackseedboy
26-08-2012, 12.16.14
brutto periodo per gli armstrong :P

boys
26-08-2012, 14.27.03
Il Jazz non sarà ma più lo stesso, RIP :birra:

karuga
26-08-2012, 16.11.14
Va bene ragazzi, le battute le abbiamo fatte, un po' di contegno ora.
Cazzo stiamo parlando di Neil Armstrong non di G.W. Bush.
Che ci freghi o no quel signore ha fatto davvero la storia.

Ubar
26-08-2012, 16.31.19
Va bene ragazzi, le battute le abbiamo fatte, un po' di contegno ora.
Cazzo stiamo parlando di Neil Armstrong non di G.W. Bush.
Che ci freghi o no quel signore ha fatto davvero la storia.

nulla da aggiungere :birra:

Asterix_75
26-08-2012, 21.47.56
«Pensate a Neil Armstrong e fategli un occhiolino» | Il Post (http://www.ilpost.it/2012/08/25/pensate-a-neil-armstrong-e-fategli-un-occhiolino/)


Il comunicato con cui i familiari di Neil Armstrong hanno annunciato la sua morte si concludono con una richiesta su come ricordarlo:

"Per quelli che chiedono che cosa possono fare per onorare Neil, abbiamo una semplice richiesta. Onorate il suo esempio di servizio, di risultati e di modestia, e la prossima volta che uscite fuori in una notte chiara e vedete la luna che vi sorride, pensate a Neil Armstrong e fategli un occhiolino."

"For those who may ask what they can do to honor Neil, we have a simple request. Honor his example of service, accomplishment and modesty, and the next time you walk outside on a clear night and see the moon smiling down at you, think of Neil Armstrong and give him a wink."

RIP ;)

Dezz1911
26-08-2012, 22.12.45
Ma io non vedo nulla di leggendario nell'essere il primo uomo a essere sbarcato sulla Luna. Fondamentalmente leggendari sono gli uomini che gli hanno permesso di farlo. Ci sarebbero potuti essere centinaia di altri astronauti pronti a farlo.

FALLEN_ANGEL_664
26-08-2012, 22.49.32
Sì, Dezz, quello che dici è condivisibile e giusto. Per quanto Neil fosse un uomo molto capace, non era un "super-uomo" e non è arrivato sulla Luna da solo (e questo penso lui lo sapesse bene). E' però l'uomo che ha tagliato il traguardo, un pò come lo scalatore che arriva in cima all'Everest mentre gli altri presidiano gli accampamenti o il calciatore che segna il goal decisivo di una partita. Da soli di certo non avrebbero raggiunto quel risultato. Fattostà che per quanto il suo contributo sia contenuto, è un simbolo che riassume tutti gli sforzi fatti anche da tutto il suo team, dalla NASA, degli USA e del mondo. Ha fatto il "piccolo passo" che determina il successo della missione, giocando la parte che era stata affidata assieme a tutta la sua squadra. Qualcun altro ci sarebbe riuscito comunque? Probabilmente sì, per quanto non sia stata certo una passeggiata. A quel punto però ci sarebbe il nome di qualcun altro nella storia e Neil sarebbe tra quelli che avrebbero potuto compiere quel passo. Non si vuole innalzare l'uomo attribuendogli la vittoria. Si vuole innalzare il simbolo della vittoria, che è Neil Amstrong mentre muove i primi passi sulla Luna quale membro della sua squadra scelto per tagliare il traguardo.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Spettro_Shepard
26-08-2012, 23.03.39
«Pensate a Neil Armstrong e fategli un occhiolino» | Il Post (http://www.ilpost.it/2012/08/25/pensate-a-neil-armstrong-e-fategli-un-occhiolino/)



RIP ;)

Lo vado a fare :sisi:

edit:fatto =D

Di0
27-08-2012, 05.42.16
Ma io non vedo nulla di leggendario nell'essere il primo uomo a essere sbarcato sulla Luna. Fondamentalmente leggendari sono gli uomini che gli hanno permesso di farlo. Ci sarebbero potuti essere centinaia di altri astronauti pronti a farlo.
Nemmeno lui.
Infatti commento' con "un piccolo passo per l'uomo", un grande passo per l'umanita'. Non scese dalla scaletta dicendo "UUOOOOO! I'M NUMBER ONNNNE!!1!!1!!".
Anzi, negli anni a seguire ha SEMPRE ribadito che lui e' stato fortunato ad essere il numero uno, ma potrebbe essere stato uno qualsiasi dei suoi colleghi e i meriti vanno condivisi, soprattutto con i tecnici rimasti a terra che hanno reso possibili il programma apollo. E' stata una delle figure piu' umili e riservate del secolo, nonostante tutto.
Anche per questo e' un grande.
Ed e' stato il primo, da qualsiasi punto di vista lo si voglia vedere.

C'e' un bel film, su un episodio diverso ma simile, riguardo il primo uomo a rompere il muro del suono, Chuck Yeager. Ed il secondo, che ha fatto la stessa cosa 23 ore dopo, prendendo gli stessi rischi, usando le stesse capacita' tecniche, con le stesse abilita'. Ma non se lo ricorda nessuno. Che ci vuoi fare? Cosi' funziona la storia, alle volte, ma Neil Armostrong ha lasciato un marchio indelebile nei raggiungimenti della razza umana, e da questo punto di vista e' stato uno delle persone piu' importanti della storia. Certo, senza Von Braun e centinaia d'altre persone anonime sarebbe ancora nel giardino di casa a giocare a baseball col padre, ma cosi' e', se vi pare. :birra:

Zeo
27-08-2012, 10.10.30
Una :birra: al più grande rappresentante della civiltà umana.

karuga
27-08-2012, 10.18.49
Quotone a fallen e dio:birra:

Di0
27-08-2012, 16.03.58
«Pensate a Neil Armstrong e fategli un occhiolino» | Il Post (http://www.ilpost.it/2012/08/25/pensate-a-neil-armstrong-e-fategli-un-occhiolino/)



RIP ;)

Parole stupende.
Pero' vorrei che l'avessimo onorato da vivo cercando di mandare un uomo su quel cazzo di pianeta rosso, anziche' limitarci a mandare ford fiesta con una telecamera sul cruscotto.
I nostri genitori potevano almeno sognare la luna e l'esplorazione spaziale, noi - se ci va bene - di fare andare le macchine radiocomandate.
Per carita', 'zzi loro, tanto io l'astronauta non l'avrei fatto in caso e nell'altro, ma lo ribadisco: la scienza e' sopravvalutata al giorno d'oggi. Cosi' come l'intelligenza umana, che invece lo e' sempre stata. Meno male che ci sono stati picchi come il programma Apollo, che almeno mi fanno dubitare delle mie stesse critiche e dei miei stessi preconcetti misantropi.

Zeo
27-08-2012, 16.30.28
Parole stupende.
Pero' vorrei che l'avessimo onorato da vivo cercando di mandare un uomo su quel cazzo di pianeta rosso, anziche' limitarci a mandare ford fiesta con una telecamera sul cruscotto.
I nostri genitori potevano almeno sognare la luna e l'esplorazione spaziale, noi - se ci va bene - di fare andare le macchine radiocomandate.
Per carita', 'zzi loro, tanto io l'astronauta non l'avrei fatto in caso e nell'altro, ma lo ribadisco: la scienza e' sopravvalutata al giorno d'oggi. Cosi' come l'intelligenza umana, che invece lo e' sempre stata. Meno male che ci sono stati picchi come il programma Apollo, che almeno mi fanno dubitare delle mie stesse critiche e dei miei stessi preconcetti misantropi.

E' già stato arduo andare sulla Luna che sta a 400.000 km di distanza dalla Terra(cifra media), figuriamoci su Marte che è distante 56 milioni di km (cifra minima). Ci andranno prima o poi, il progetto sbarco su Marte è già avviato da tempo, ma dubito che adesso sia una cosa fattibile senza rischiare troppo. Secondo me tra una decina d'anni forse ci riusciranno (stima molto ottimistica), tra 20 anni molto più probabili.

drecas
27-08-2012, 16.55.05
E' già stato arduo andare sulla Luna che sta a 400.000 km di distanza dalla Terra(cifra media), figuriamoci su Marte che è distante 56 milioni di km (cifra minima). Ci andranno prima o poi, il progetto sbarco su Marte è già avviato da tempo, ma dubito che adesso sia una cosa fattibile senza rischiare troppo. Secondo me tra una decina d'anni forse ci riusciranno (stima molto ottimistica), tra 20 anni molto più probabili.

Il problema principale dello sbarco su marte è che con la propulsione dei giorni nostri gli astronauti dovrebbero stare più di un anno in volo con tutti i rischi che ne conseguono.
E' stato fatto anche un esperimento a riguardo Mars-500 - Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Mars-500)

Zeo
27-08-2012, 17.14.30
Il problema principale dello sbarco su marte è che con la propulsione dei giorni nostri gli astronauti dovrebbero stare più di un anno in volo con tutti i rischi che ne conseguono.
E' stato fatto anche un esperimento a riguardo Mars-500 - Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Mars-500)

Esatto, ci vogliono 6 mesi per l'andata e altrettanti per il ritorno. Ma cmq non è che sia impossibile, è semplicemente molto azzardato, oggi le percentuali di successo sono veramente basse.

Vegeta1485
27-08-2012, 20.59.44
Spero che la scomparse di questo pezzo di storia ci spinga a "crearne" un'altro al più presto.

karuga
28-08-2012, 12.54.03
Esatto, ci vogliono 6 mesi per l'andata e altrettanti per il ritorno. Ma cmq non è che sia impossibile, è semplicemente molto azzardato, oggi le percentuali di successo sono veramente basse.

Le stesse che avevano gli equipaggi degli Apollo se andiamo a vedere...

FALLEN_ANGEL_664
28-08-2012, 13.11.32
Se non sbaglio per l'Apollo 11 le probabilità di successo erano circa del 50% (ma secondo alcuni più basse). E tutto il programma spaziale, per quanto ben preparato, era una vera e propria corsa. Alquanto sul filo del rasoio...

Oggi come oggi direi sia meglio cercare di raggiungere il risultato correndo rischi minori.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

drecas
28-08-2012, 13.25.59
Se non sbaglio per l'Apollo 11 le probabilità di successo erano circa del 50% (ma secondo alcuni più basse). E tutto il programma spaziale, per quanto ben preparato, era una vera e propria corsa. Alquanto sul filo del rasoio...

Oggi come oggi direi sia meglio cercare di raggiungere il risultato correndo rischi minori.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

quoto
quello degli USA fu un azzardo per anticipare un eventuale sbarco sovietico... ora invece le cose si fanno con più calma e sicurezza

DonAldrigo
28-08-2012, 14.15.49
quoto
quello degli USA fu un azzardo per anticipare un eventuale sbarco sovietico... ora invece le cose si fanno con più calma e sicurezza

Diciamo anche che non si fanno proprio.

Senza la rivalità politica tra usa e urss forse sulla luna non ci saremmo mai arrivati. Le missioni spaziali costano tanto e per smuovere tanti soldi servono motivazioni forti. La sola ricerca scientifica spesso non è una motivazione sufficiente. Mi stanno sul cazzo i cinesi, ma spero che arrivino sulla luna e se la scoattino da morire, in modo da scatenare una nuova corsa con gli americani.

Non sapevo dell'umiltà di Armstrong, applausi.

Zeo
28-08-2012, 14.25.13
Le stesse che avevano gli equipaggi degli Apollo se andiamo a vedere...

Vero, ma come dice drecas, ora non hanno il pepe in culo. :D

Se hanno l'opportunità di ottimizzare la percentuale di rischio è meglio che la sfruttano. D'altronde già "oggi" ci sono i mezzi per raggiungere tale obbiettivo (quest'anno dovrebbe esserci il primo lancio di Kliper, veicolo in fase avanzata di progettazione in grado di andare con equipaggio anche su altre orbite come la Luna e oltre, nato dalla collaborazione ESA/ASR), ma azzardare una missione come quella sulla Luna non mi sembra il caso, e non a caso si tengono larghi con le date di possibili viaggi umani su altri pianeti. Tieni presente che con la Luna hanno anche avuto il vantaggio di fare un test di viaggio con equipaggio facendoli solo orbitare attorno senza scendere e testare la loro reazione nel viaggiare per diversi giorni. Con Marte è difficile che mandano in viaggio un equipaggio per un anno solo per farli orbitare attorno a Marte e farli tornare indietro. A questo punto li fanno atterrare con tutte le incertezze.

karuga
28-08-2012, 17.13.19
Vero, ma come dice drecas, ora non hanno il pepe in culo. :D

Se hanno l'opportunità di ottimizzare la percentuale di rischio è meglio che la sfruttano. D'altronde già "oggi" ci sono i mezzi per raggiungere tale obbiettivo (quest'anno dovrebbe esserci il primo lancio di Kliper, veicolo in fase avanzata di progettazione in grado di andare con equipaggio anche su altre orbite come la Luna e oltre, nato dalla collaborazione ESA/ASR), ma azzardare una missione come quella sulla Luna non mi sembra il caso, e non a caso si tengono larghi con le date di possibili viaggi umani su altri pianeti. Tieni presente che con la Luna hanno anche avuto il vantaggio di fare un test di viaggio con equipaggio facendoli solo orbitare attorno senza scendere e testare la loro reazione nel viaggiare per diversi giorni. Con Marte è difficile che mandano in viaggio un equipaggio per un anno solo per farli orbitare attorno a Marte e farli tornare indietro. A questo punto li fanno atterrare con tutte le incertezze.

A ma sicuramente è da idioti andare alla cieca. Insomma quella era una gara e gli astronauti erano dei veri e propri pionieri. Al gioro d'oggi trovo anche io assurdo mandare su Marte qualcuno senza le dovute precauzioni.

karuga
28-08-2012, 17.31.45
Datemi del pazzo comunque io sul braccio ho questo
http://s15.postimage.org/yivnsjwzf/20120828_172425.jpg

Alborosso
28-08-2012, 17.39.36
Datemi del pazzo comunque io sul braccio ho questo
http://s15.postimage.org/yivnsjwzf/20120828_172425.jpg

L'Aquila della Lazio ?? ..... :asd:

karuga
28-08-2012, 17.50.16
Ahahahahahah! Proprio quella :asd: