PDA

Visualizza versione completa : Manutenzione katane, come?



Terrore
15-08-2012, 19.05.35
:look:

volevo delle informazioni sulla manutenzione delle katane/spade giapponesi.
A parte le procedure di pulizia, so che esiste dell'olio particolare per "lucidare" le proprie spade senza rovinarle, cagata che ho letto in giro o è vera e non so dove reperirla (un sito/shop farebbe comodo)?

Grazie a chi da fiato alla bocca :asd:

Spettro_Shepard
15-08-2012, 19.23.54
Ma usare gugol? :look:

Stryder
15-08-2012, 19.25.44
Chiedi ad Hani, è un utente di questo forum e ne sa davvero tanto sull'argomento. ;)

Terrore
15-08-2012, 19.30.11
Ma usare gugol? :look:

già fatto, ma sentire opinioni soprattutto da chi li ha, schifo non fa, anzi è meglio rispetto a frasette pre-stampate che trovi facendo surf :D

Thx stry, magari lo invito a postare qua :)

Onim4ru
15-08-2012, 21.44.53
a meno che non sia una lama artigianale "damascata" non è che necessiti di particolare manutenzione. Non più di quella che faresti ad un normale coltello da cucina realizzato in un unico blocco di acciaio inox.

Ad ogni modo se la lama è una semplicissima lama in acciaio inox suppongo che basti utilizzare qualche sostanza grassa non aggressiva giusto per proteggerla.
Se invece la lama è "originale" allora la procedura è molto più lunga e complicata, visto che devono essere utilizzati degli attrezzi appositi, delle polveri di pietra a grane differenti ed un olio specifico.
Però ho come l'impressione che tu non vada in giro ad affettarci la gente, quindi dovrebbe bastare mantenere la lama leggermente oliata per evitare che sul filo e sul corpo si formi ruggine.

Di0
15-08-2012, 22.22.15
a meno che non sia una lama artigianale "damascata" non è che necessiti di particolare manutenzione. Non più di quella che faresti ad un normale coltello da cucina realizzato in un unico blocco di acciaio inox.

Ad ogni modo se la lama è una semplicissima lama in acciaio inox suppongo che basti utilizzare qualche sostanza grassa non aggressiva giusto per proteggerla.
Se invece la lama è "originale" allora la procedura è molto più lunga e complicata, visto che devono essere utilizzati degli attrezzi appositi, delle polveri di pietra a grane differenti ed un olio specifico.
Però ho come l'impressione che tu non vada in giro ad affettarci la gente, quindi dovrebbe bastare mantenere la lama leggermente oliata per evitare che sul filo e sul corpo si formi ruggine.

Non proprio.
Non so per le katane in particolare, ma credo che valgar la regola che vale per coltelli costruiti con metalli da taglio molto duri. Non e' vero che basta la manutenzione ordinaria per i coltelli inox, perche' talvolta alcune di queste lame (specie quelle ad HRC>60) NON sono inossidabili, quindi potrebbero teoricamente fare ruggine.
Per evitare, io uso questi pulitore e lubricante:
983901X BlueLube & Cleaner Product Detail (http://www.benchmade.com/products/983901X)
Prima pulisco, poi passo uno strato di lubrificante sulla lama. Rimane un po' "unta" , ma si crea una pellicola protettiva che evita la formazione di ruggine. Il pulitore e' ottimo per sgrassare, il grasso delle dita e l'umidita' sulla lama puo' creare spiacevoli macchie.
La marca che ti ho linkato, benchmade, e' molto quotata negli USA come costruttrice di coltelli (direi tra i migliori), quindi mi fido dei loro prodotti e mi trovo bene con quelli, poi non so se ci sia altro. Sicuramente ci sara', ma il concetto rimane quello: devi avere un prodotto apposito per pulire e poi passarci sopra dell'olio speciale per creare il film protettivo. Per lo stesso motivo, uso un panno "al silicone" che aiuta nel lasciare il film protettivo sulla lama, e' lo stesso panno al silicone che si usa spesso per pulire le parti piu' delicate delle armi da fuoco.
Birchwood Casey Silicone Gun and Reel Cloth: Amazon.com: Sports & Outdoors (http://www.amazon.com/Birchwood-Casey-Silicone-Reel-Cloth/dp/B0002IKAU0/ref=sr_1_2?ie=UTF8&qid=1345062280&sr=8-2&keywords=silicone+cloth)

Spero di aver aiutato. :birra:

Fate
15-08-2012, 22.38.05
Ho scritto un post e poi mi son ricordato che c'era qualche buon video.
Guarda questo e se non capisci qualcosa o vuoi migliori spiegazioni chiedi pure.
Sperando che l' acciao della tua spada sia al carbonio e non qualche pattonata cromata.
How to Clean A Japanese Sword - YouTube (http://www.youtube.com/watch?v=AWeEosSHYmY&feature=related)
La pulizia dovrebbe esser fatta ogni volta che la spada viene usata oppure ogni 3-4 mesi senza utilizzo.
Per gli oli, olio di chiodi di garofano, di lino, oli derivati dalla vaselina.
Per info sugli attrezzi usati, chiedi pure :)



edit
Le katane decenti con l'inox non c'entrano nulla.
Le lame all' inox non sono buone per l'utilizzo di una spada, si usano acciai al carbonio.

Di0
15-08-2012, 22.45.58
l
edit
Le katane decenti con l'inox non c'entrano nulla.
Le lame all' inox non sono buone per l'utilizzo di una spada, si usano acciai al carbonio.

Questo. :birra:
L'inox non e' abbastanza resistente e non conserva bene il filo manco per coltelli di un certo livello, posso immaginare su una spada che deve, teoricamente, essere usata ad impatto tutto il tempo. :asd:

Onim4ru
15-08-2012, 23.06.15
Il discorso era esattamente quello.
Non esiste la "manutenzione per la katana" esiste la manutenzione per il tipo di metallo di cui la lama è composta.
E visto che molto spesso chi acquista una katana nei negozi di armi qui da noi, acquista delle volgarissime imitazioni in semplicissimo acciaio inossidabile (e sono piuttosto comuni) che servono esclusivamente come pezzi d'arredamento, se non si specifica il tipo di lama, è un pò complicato parlare del tipo di pulizia a cui sottoporre l'arma.





Le katane decenti con l'inox non c'entrano nulla.
Le lame all' inox non sono buone per l'utilizzo di una spada, si usano acciai al carbonio.

Oggi la maggiorparte delle "katane" che trovi in giro sono realizzate in acciai inossidabili tipo il 440. Ed anche le riproduzioni delle lame realizzati con acciai al carbonio di maggiore qualità, non sono neanche lontanamente paragonabili agli acciai ottenuti con la tecnica tradizionale.
Questo semplicemente per dire che quella che oggi si chiama "katana" ha veramente poco a che spartire con le vere spade.

Di0
15-08-2012, 23.51.45
Oggi la maggiorparte delle "katane" che trovi in giro sono realizzate in acciai inossidabili tipo il 440. Ed anche le riproduzioni delle lame realizzati con acciai al carbonio di maggiore qualità, non sono neanche lontanamente paragonabili agli acciai ottenuti con la tecnica tradizionale.
Questo semplicemente per dire che quella che oggi si chiama "katana" ha veramente poco a che spartire con le vere spade.
Infatti, non hanno molto in comune, fortunatamente per la metallurgia moderna, che si ' molto evoluta dai tempi degli shogun. :asd:
In realta' "le tecniche di costruzione tradizionali" sono figlie di quei tempi e degli acciai ricchi di impurita' che, purtroppo per i giapponesi,erano gi unici da quelle parti econ cui quindi i fabbri erano costretti a lavorare. Ma qui apriremmo un dibattito infinito, cmunque si': se e' un'imitazione da salotto, non c'e' da manutenzionare nulla. Se e' una vera lama con metalli speciali, in genere vale quanto sopra.

Onim4ru
16-08-2012, 00.04.27
Infatti, non hanno molto in comune, fortunatamente per la metallurgia moderna, che si ' molto evoluta dai tempi degli shogun. :asd:
In realta' "le tecniche di costruzione tradizionali" sono figlie di quei tempi e degli acciai ricchi di impurita' che, purtroppo per i giapponesi,erano gi unici da quelle parti econ cui quindi i fabbri erano costretti a lavorare. Ma qui apriremmo un dibattito infinito, cmunque si': se e' un'imitazione da salotto, non c'e' da manutenzionare nulla. Se e' una vera lama con metalli speciali, in genere vale quanto sopra.

giusto per chiarire.. l'età d'oro della spada giapponese è il periodo kamakura (tra il 1200 ed il 1300, che è stato poi il primo shogunato) periodo in cui ci si poteva focalizzare esclusivamente sulla costruzione della spada. Nei periodi successivi a causa delle lotte interne ed altri fattori storici che non sto qui ad elencare, la qualità delle spade andò sempre via via a scendere.

La cosa che rende quelle spade cosi incredibilmente resistenti ma allo stesso tempo taglienti e flessibili era, oltre alla ovvia realizzazione in strati che tutti conoscono, nell'uso di una particolare pasta che veniva applicata in fase di tempra e che permetteva di al fabbro di portare la lama a temperature differenti nei vari punti (lama e corpo) riuscendo cosi a conferire elasticità e durezza laddove servivano. Lo hamon (quella sorta di striscia che divide il filo dal corpo) veniva fuori proprio grazie a questa tecnica.
Oggi la maggiorpare degli hamon e delle "damascature" vengono stampate direttamente sul corpo giusto per fare figo ma hanno poco a che vedere con l'acciaio ripiegato e le antiche tecniche di forgiatura.
Che io sappia qui da noi si possono giusto trovare dei coltelli da cucina professionali costruiti con tecniche simili, con prezzi che variano dai 600 ai 2000 euro.

Tra parentesi la Onimaru è una della "tenka goken" le 5 spade più famose realizzate quasi tutte nel periodo kamakura, considerate tesoro nazionale :D

Kewell18
16-08-2012, 04.31.57
Non dimenticatevi anche il cloro, per togliere le tracce di DNA, qualora la polizia dovesse bussare alla porta...:asd:

kitsunekun
16-08-2012, 15.48.15
http://i.imgur.com/jI7lY.jpg

Di0
16-08-2012, 16.37.14
giusto per chiarire.. l'età d'oro della spada giapponese è il periodo kamakura (tra il 1200 ed il 1300, che è stato poi il primo shogunato) periodo in cui ci si poteva focalizzare esclusivamente sulla costruzione della spada. Nei periodi successivi a causa delle lotte interne ed altri fattori storici che non sto qui ad elencare, la qualità delle spade andò sempre via via a scendere.

La cosa che rende quelle spade cosi incredibilmente resistenti ma allo stesso tempo taglienti e flessibili era, oltre alla ovvia realizzazione in strati che tutti conoscono, nell'uso di una particolare pasta che veniva applicata in fase di tempra e che permetteva di al fabbro di portare la lama a temperature differenti nei vari punti (lama e corpo) riuscendo cosi a conferire elasticità e durezza laddove servivano. Lo hamon (quella sorta di striscia che divide il filo dal corpo) veniva fuori proprio grazie a questa tecnica.
Oggi la maggiorpare degli hamon e delle "damascature" vengono stampate direttamente sul corpo giusto per fare figo ma hanno poco a che vedere con l'acciaio ripiegato e le antiche tecniche di forgiatura.
Che io sappia qui da noi si possono giusto trovare dei coltelli da cucina professionali costruiti con tecniche simili, con prezzi che variano dai 600 ai 2000 euro.

Tra parentesi la Onimaru è una della "tenka goken" le 5 spade più famose realizzate quasi tutte nel periodo kamakura, considerate tesoro nazionale :D

Discorso interessantissimo e che mi piacerebbe approfondire, appena ho tempo lo "spezzo" per affrontare gli argomenti. IMHO, molto IMHO, ripeto, tutte queste accortezze del procedimento di produzione non sono necessarie, forse addirittura dannose, quando si usano leghe che hanno naturalmente contenuti molto alti di C e vengono prodotte sin dall'inizio per avere alti HRC, attraverso raffreddamenti martensitici e tutto il resto. Quello secondo me e' un processo di lavorazione che creava lame eccezionali e uniche partendo da materie prima di merda. :asd: Pero', ripeto, e' un argomento fighissimo e - sporattuto- un favore personale, tu che padroneggi la lingua, riesci a trovarmi foto a tema sulle 5 katane de periodo kamakura? Sono anni che cerco ideee buone per un tatuaggio e voglio vedere cosa esce fuori da li'? :D



Non dimenticatevi anche il cloro, per togliere le tracce di DNA, qualora la polizia dovesse bussare alla porta...:asd:
Scherzi?!? Cloro?!? Uno dei materiali piu' corrosivi in natura, rovineresti il filo e la lama. Le tracce di DNA si rimuovono con l'alcohol o le attrezzature a raggi UV. :teach:

Onim4ru
16-08-2012, 17.27.30
non so che tipi di foto cerchi.. comunque se cerchi tenka goken o 天下五剣 su google immagini qualcosa viene fuori

Terrore
20-08-2012, 23.54.02
http://img37.imageshack.us/img37/2661/katanalingeriesexy5414b.jpg
Che guardi?






Chiedo scusa se rispondo con enorme ritardo, nonostante seguivo le vostre risposte con interesse e affetto :uiui:

Questa katana mi è stata regalata ed è stata presa in una mini fiera giapponese dove vendevano, appunto, queste spaduccie da esposizione... già, la mia non affetta carne e non sono un macellaio provetto come prevedeva Oni =D
La mia domanda era per l'attuale katana, ma anche per il "futuro" visto che avevo intenzione di prendere una con acciaio....da decidere (budget..), sempre da esposizione (vabbè a parte casi estremi quando entra un ladro che mostra il petto, un zak alla gamba e si sgonfia :asd:). Non iniziate a pensare male, sono un pochino ignorante in materia come avete potuto notare, ma ho la passione di queste spade e non ho intenzione di far del male :)
Risposte sparse:

le spade quelle originali (alias zak zak) hanno bisogno di una licenza d'armi o posso andare tranquillo?

@Dio: grazie per i consigli e la spiegazione, darò una guardatina ai link. sicuro che le lame classiche non sono inossidabili? mi sorge il dubbio, devo controllare.

@Fatesederescoperto: ho dato una guardata veloce al filmato, stai certo che ti chiederò dei dubbi che mi sono sorti con pochi sec di video, però prima mi traduco le frasi in inglese :D

@Oni: piemma il negozio, ti vengo a trovare :asd:


ps. farò anche le foto, sono curioso se la mia spada ha qualche nome oppure sono quei classici "senza marca" che vanno bene per sbadigliare meglio..

MarcoLaBestia
21-08-2012, 03.05.09
colla carta vetra

eomund
21-08-2012, 06.58.33
a colonia ho visto - in un grande magazzino, peraltro - una spada corta prezzata 30k euro. trentamila, avete letto bene.

Onim4ru
21-08-2012, 09.46.49
Ho come l'impressione che un collezionista di spade non vada a spendere 30k euro per acquistare una spada in un grande magazzino "ti cermania" :asd:

Angus_McGyver
21-08-2012, 14.47.53
colla e carta vetra
:sisi:

Angus McAttane

MarcoLaBestia
21-08-2012, 14.50.17
:sisi:

giusto, prova colla colla