PDA

Visualizza versione completa : linkare un link è illegale?



Boe.
06-05-2002, 23.08.50
Carlo Sarzana di S. Ippolito, presidente di Corte di Cassazione, esperto in diritto penale dell’informatica, (presidente aggiunto della Sezione G.I.P. presso il Tribunale di Roma, ha svolto numerosi incarichi presso il Consiglio d'Europa, autore di numerose pubblicazioni su temi giuridici, criminologici, sociologici e di diritto dell'informatica), ha diffidato l’editore di questa testata, “informando” che nella newsletter di studiocelentano.it del 22/04/02, sarebbe comparso un link ad un articolo dal titolo “Accesso abusivo ad un sistema informatico e telematico”, che riprenderebbe pagine e “perfino titoli” tratti dal suo volume “Informatica e diritto penale” (Ed. Giuffrè, 1994); nel contempo minacciava azioni legali.

L’articolo contestato è una tesi universitaria della Dott.ssa Panucci, pubblicato, in realtà, esclusivamente su altro noto sito di interesse giuridico che questa testata aveva meramente linkato.

Il sito linkato, immediatamente, ed in via cautelare, oscurava le pagine contestate.

Immediata la replica dell’Editore di StudioCelentano.it, l’Avv. Francesco Celentano, il quale si è dichiarato “non poco sorpreso come proprio Sarzana potesse essere incorso in simile gaffe. E non solo pel tenore della sua mail, quanto, v'è di più, per la circostanza che faccia riferimento ad un link”. “La pagina in oggetto,” -ha dichiarato Celentano-, “non è sulle pagine né sul server di StudioCelentano.it, ma di altro sito, come pure si evinceva dallo stesso indirizzo internet: è solo un link esterno”.

“Il magistrato, all’esito della mia email, che mi auguravo chiarificatrice, in quanto gli indicavo anche i legittimati della sua contestazione, (n.d.r.: l’editore dell’altro sito che aveva materialmente pubblicato la tesi e l’autrice della stessa tesi), inopinatamente ha replicato minacciandomi di “… una risposta più decisa che seguirà …”, consigliandomi “… per ora di studiare meglio il diritto dell’informatica …”, sino a qualificarmi “ … un individuo che continua a fare il cretino …”.

"Ha persino inoltrato – dice Celentano- ed in palese violazione delle comuni norme di diritto, della netiquette e comunque di quelle del buon senso, le mie email, a lui riservate, ad altri magistrati, e con quegli epiteti. Per errore l'ha inviata anche a me. Ed il cretino sarei io?”

Non si riesce a comprendere, invero, l’oggetto del contendere.
A meno che non voglia sul serio prendersi in considerazione la responsabilità penale dell’editore, in buona fede, del sito ospitante un link ad altro sito -nel caso di specie ad opera che si assume plagiata-. Auguriamoci di no!

Nel frattempo, la battaglia legale è appena iniziata.

fonte: studio celentano

guyverII
06-05-2002, 23.16.30
ridicolo..........

Zero 2112
07-05-2002, 00.12.43
... ma per l'amor di dio!!!! :eek:

Latin Lover in love
07-05-2002, 00.23.15
non sense........:doubt:

alexakis
07-05-2002, 01.11.36
Che cretinata :D

baffo_78
07-05-2002, 08.48.20
Ma tu guarda su cosa si debba discutere..povera Italia!!!

BlackLinX
07-05-2002, 09.00.45
Il mio sito allora è un tantinello fuori legge ... allora anzichè linkare RUBIAMO le risorse altrui e facciamo prima :D

bejita
07-05-2002, 11.33.58
la mamma dei lamma è sempre incinta :D

Terrore
07-05-2002, 11.48.38
ah santa pazienta, ne ho viste di tutti i colori ma questa proprio fa schifo x nn usare un altra parola:eek: :D

MjKak
07-05-2002, 13.22.14
mais c'est riducule!!:D