PDA

Visualizza versione completa : oOoO -=- Creare vs Idolatrare -=- OoOo



follettomalefico
28-04-2002, 21.53.33
Vedo migliaia di persone... milioni di persone... direi anche miliardi di persone... che fanno diventare qualcosa fuori da sé un simbolo.

Esempi? Beh... aprite un topic a caso e guardate le firme di molte persone.

Fare diventare una canzone... un cantante... un attore... una attrice... un libro... uno scrittore... un film... una parte... una persona... un demone... un dio... un credo... qualunque cosa insomma... motivo della propria vita...

...non è forse paragonabile ad un parziale sacrificio della propria vita per un credo? un credo... che poi... che fondatezza ha? Un libro magari scritto per caso... una parte recitata controvoglia... un cantante magari distrutto internamente... come possiamo sapere quale è la realtà?
Eppure, idolatriamo, continuamente...

Fosse anche solo il credo -tutto italiano- domenicale delle partite...

Bella una partita giocata bene... ma perchè per uno spettacolo eccezionale devo magari rodermi il fegato perchè lo spettacolo lo sta facendo la squadra "avversaria"?

Non applaudo o non ricornosco il valore di un credo opposto, solamente ed unicamente perchè non è conforme a ciò che io ho posto a significante della mia vita?


Non so ragazzi... portare avanti titoli, marchi, nomi... per cosa?

L'unico nome che sono -sarei- orgoglioso di portare avanti è il mio.
L'unica partita per cui tiferei, è quella che sto giocando con i miei amici e compagni di squadra, qualunque sia il risultato.
L'unico marchio che mi va di portare è quello che ha per me un significato vero, creato con le mie mani... o con le mani di qualcuno di importante per me...

JEDI
28-04-2002, 21.58.30
Intento nobile, ma irrealizzabile. Te lo posso assicurare.

bejita
28-04-2002, 22.02.38
Originally posted by JEDI
Intento nobile, ma irrealizzabile. Te lo posso assicurare.

beh tutto quello che porto in questo forum è roba mia, a parte il logo di fastweb... certo se avessi i soldi per farmi una mia società di telecomunicazioni, o per farmiuna fabbrica di vestiti per autogriffarmi gli abiti sarei molto + felice... per ora mi accontento di vedere una macchina che porta il mio cognome vincere tutto quello che c'è da vincere :cool:

inglober
28-04-2002, 22.04.27
il mio unico credo è l'alcol :roll3:

bejita
28-04-2002, 22.06.41
Originally posted by inglober
il mio unico credo è l'alcol :roll3:

scusa ma la gnocca non la puoi escludere a priori :)
certo il marchio della gnocca è un po' + difficile da localizzare univocamente

follettomalefico
28-04-2002, 22.07.57
Originally posted by JEDI
Intento nobile, ma irrealizzabile. Te lo posso assicurare.

Il mio unico intento era farvi riflettere, scorgi altri intenti tu?
Se è irrealizzabile.. no nso

JEDI
28-04-2002, 22.09.22
Originally posted by bejita


beh tutto quello che porto in questo forum è roba mia, a parte il logo di fastweb... certo se avessi i soldi per farmi una mia società di telecomunicazioni, o per farmiuna fabbrica di vestiti per autogriffarmi gli abiti sarei molto + felice... per ora mi accontento di vedere una macchina che porta il mio cognome vincere tutto quello che c'è da vincere :cool:


Certo, ma credo che folletto alludesse a qualcosa di più "ampio".

JEDI
28-04-2002, 22.11.57
Originally posted by follettomalefico


Il mio unico intento era farvi riflettere, scorgi altri intenti tu?
Se è irrealizzabile.. no nso

Io ho interpretato il tuo topic come un intento al non lasciarsi condizionare. Condizionare dai miti, dai marchi, dai media, dai personaggi, etc. Io credo che questo sia molto difficile. Forse però ho inteso male quello che volevi dire. In ogni caso si riflette insieme, il forum serve ( anche ) a questo...:D

follettomalefico
28-04-2002, 22.15.44
Originally posted by JEDI


Io ho interpretato il tuo topic come un intento al non lasciarsi condizionare. Condizionare dai miti, dai marchi, dai media, dai personaggi, etc. Io credo che questo sia molto difficile. Forse però ho inteso male quello che volevi dire. In ogni caso si riflette insieme, il forum serve ( anche ) a questo...:D

Esatto.
E' questo il principio.
Ma più che non lasciarsi condizionare, è un, più forte, non lasciarsi MITIZZARE.

E soprattutto, fare!

Ma questa è solo una sintesi.

...il concetto era più ampio... ed estendibile: volendo significa anche che la creazione di un CREDO ti impedisce di vedere i lati belli del CREDO OPPOSTO... quindi... eliminare il credo, per godere due volte più...

Padre_Manson
28-04-2002, 22.20.08
Originally posted by follettomalefico
L'unico nome che sono -sarei- orgoglioso di portare avanti è il mio.
L'unica partita per cui tiferei, è quella che sto giocando con i miei amici e compagni di squadra, qualunque sia il risultato.
L'unico marchio che mi va di portare è quello che ha per me un significato vero, creato con le mie mani... o con le mani di qualcuno di importante per me...

forse troppo egoista? ma mi sa che ho colto male il senso azz

JEDI
28-04-2002, 22.24.04
E' un discorso molto complesso. L'uomo obbedisce a dei meccanismi mentali quasi inderogabili. Oggi una delle scienze ( proprio così, scienza ) più sviluppate è proprio quella che studia questi processi mentali e che è sfruttata per esempio dai pubblicitari, per vendere un prodotto. Pensiamo solo per un istante agli spot che abbiamo visto ultimamente. Se saremo onesti riconosceremo che almeno uno di essi ci ha colpito profondamente. Sottrarsi a questi condizionamenti è quasi impossibile a meno di non diventare eremiti. Subiamo codizionamenti tutti i giorni, dai più evidenti fino ai più subdoli e sottili. Lo sapeva molto bene Hitler, che tramite Goebbels ha organizzato uno dei sistemi di propaganda più potenti della storia. A questo proposito è significativa la testimonianza di un inglese, di cui non ricordo il nome, il quale si trovò, quale spia, ad assistere ad un discorso di Hitler ad uno di quei raduni oceanici. Quest'uomo, e nessuno avrebbe potuto odiare i regime nazista più di lui, riconobbe che si sentì emotivamente coinvolto da quel discorso, gasato e caricato. Ecco come si fa a demolire il credo altrui...

bejita
28-04-2002, 22.25.25
Originally posted by Padre_Manson


forse troppo egoista? ma mi sa che ho colto male il senso azz

beh alla fine che c'è di male ad esser egoisti... io preferisco esser egoista che idolatrare altre persone :)

follettomalefico
28-04-2002, 22.27.06
Originally posted by Padre_Manson


forse troppo egoista? ma mi sa che ho colto male il senso azz

Mi sa di si.

AlEiNl0vE
28-04-2002, 22.27.39
Originally posted by follettomalefico
Vedo migliaia di persone... milioni di persone... direi anche miliardi di persone... che fanno diventare qualcosa fuori da sé un simbolo.

Esempi? Beh... aprite un topic a caso e guardate le firme di molte persone.

Fare diventare una canzone... un cantante... un attore... una attrice... un libro... uno scrittore... un film... una parte... una persona... un demone... un dio... un credo... qualunque cosa insomma... motivo della propria vita...

...non è forse paragonabile ad un parziale sacrificio della propria vita per un credo? un credo... che poi... che fondatezza ha? Un libro magari scritto per caso... una parte recitata controvoglia... un cantante magari distrutto internamente... come possiamo sapere quale è la realtà?
Eppure, idolatriamo, continuamente...

Fosse anche solo il credo -tutto italiano- domenicale delle partite...

Bella una partita giocata bene... ma perchè per uno spettacolo eccezionale devo magari rodermi il fegato perchè lo spettacolo lo sta facendo la squadra "avversaria"?

Non applaudo o non ricornosco il valore di un credo opposto, solamente ed unicamente perchè non è conforme a ciò che io ho posto a significante della mia vita?


Non so ragazzi... portare avanti titoli, marchi, nomi... per cosa?

L'unico nome che sono -sarei- orgoglioso di portare avanti è il mio.
L'unica partita per cui tiferei, è quella che sto giocando con i miei amici e compagni di squadra, qualunque sia il risultato.
L'unico marchio che mi va di portare è quello che ha per me un significato vero, creato con le mie mani... o con le mani di qualcuno di importante per me...

X molti avere un mito, un simbolo, significa avere la forza di andare avanti, ad esempio qui a Napoli, x molti andare allo stadio, assistere alla partita, gioire x una vittoria, fa uscire dai problemi quotidiani....sembrerà esagerato, ma è proprio così!
:)

follettomalefico
28-04-2002, 22.29.12
Originally posted by JEDI
E' un discorso molto complesso. L'uomo obbedisce a dei meccanismi mentali quasi inderogabili. Oggi una delle scienze ( proprio così, scienza ) più sviluppate è proprio quella che studia questi processi mentali e che è sfruttata per esempio dai pubblicitari, per vendere un prodotto. Pensiamo solo per un istante agli spot che abbiamo visto ultimamente. Se saremo onesti riconosceremo che almeno uno di essi ci ha colpito profondamente. Sottrarsi a questi condizionamenti è quasi impossibile a meno di non diventare eremiti. Subiamo codizionamenti tutti i giorni, dai più evidenti fino ai più subdoli e sottili. Lo sapeva molto bene Hitler, che tramite Goebbels ha organizzato uno dei sistemi di propaganda più potenti della storia. A questo proposito è significativa la testimonianza di un inglese, di cui non ricordo il nome, il quale si trovò, quale spia, ad assistere ad un discorso di Hitler ad uno di quei raduni oceanici. Quest'uomo, e nessuno avrebbe potuto odiare i regime nazista più di lui, riconobbe che si sentì emotivamente coinvolto da quel discorso, gasato e caricato. Ecco come si fa a demolire il credo altrui...


Certo.
Ma ti assicuro che non è impossibile.
Non dico sia facile, ma ammetto che è possibile... anche perchè conosco chi riesce... azz come vorrei riuscire pure io...

E' un mio obiettivo... e mi andava di aprire una discussione sull'argomento con voi, chi interessato perlomeno.

Goeggels, l'ho studiato. Era un grande, escludendo quello che ha fatto di orribile, diciamo, meglio, "tecnicamente grande".

Ma un processo mentale automatico, è di-automatizzabile, dato che noi siamo umani, e anche razionali.

follettomalefico
28-04-2002, 22.30.17
Originally posted by H˙XĜñ


X molti avere un mito, un simbolo, significa avere la forza di andare avanti, ad esempio qui a Napoli, x molti andare allo stadio, assistere alla partita, gioire x una vittoria, fa uscire dai problemi quotidiani....sembrerà esagerato, ma è proprio così!
:)

Hai ragione... però... beh, io personalmente non mi sentirei soddisfatto, fosse anche solo il pensiero, latente, che mi perdo "metà" della vita...

JEDI
28-04-2002, 22.33.30
Originally posted by follettomalefico

Certo.
Ma ti assicuro che non è impossibile.
Non dico sia facile, ma ammetto che è possibile... anche perchè conosco chi riesce... azz come vorrei riuscire pure io...


Riuscire a non farsi condizionare significa essere LIBERI.
Ed io non posso che augurare a chiunque di essere veramente libero.

Padre_Manson
28-04-2002, 22.38.36
Io personalmente non idolatrizzo nessuno, nella mia firma appaiono i Dream Theater, non li considero affato degli dei, ma cmq li considero ottimi musicisti che sono riusciti a sfoderare al meglio qualxcosa chiamato talento, tutti lo abbiamo ma poki riescono a tirarlo fuori. Non idolatrizzo nessuno, piuttosto direi stimare o ammirare certe persone.

follettomalefico
28-04-2002, 22.49.00
Originally posted by Padre_Manson
Io personalmente non idolatrizzo nessuno, nella mia firma appaiono i Dream Theater, non li considero affato degli dei, ma cmq li considero ottimi musicisti che sono riusciti a sfoderare al meglio qualxcosa chiamato talento, tutti lo abbiamo ma poki riescono a tirarlo fuori. Non idolatrizzo nessuno, piuttosto direi stimare o ammirare certe persone.

Uhm okz.. parto dal tuo commento per uno spunto interessante ok?

Spesso succede che amando un gruppo... si ama, al più, un genere musicale...

E così, altri generi, diventano "uno schifo" solo perchè di opposto.

Che so, spesos succede fra gli amanti del metal e la disco, oppure fra il pop e il rap... o che ne so quante altre... si ODIA a priori... quello che intendo... è che quindi uno può apprezzare un certo tipo di musica... ma ciò non dovrebbe precludere l'apprezzamento di un genere magari antitetico, anche se magari non ti piace, puoi ammettere che una canzone sia bella.

Ray McCoy
28-04-2002, 22.55.30
Originally posted by JEDI
Sottrarsi a questi condizionamenti è quasi impossibile a meno di non diventare eremiti.

"We live as we dream - alone"... O meglio "We must live as we dream - alone" e quindi non soltanto soli, ma isolati... Perchè non essere isolati inevitabilmente ci annulla, perchè ci coinvolge a tal punto che non possiamo più fare a meno di nulla... Breve divagazione sul tema...

Anche se come unica risposta a Folletto, mi viene da chiedergli... E allora dovremmo sostituirci ad eventuali nostri miti?

Padre_Manson
28-04-2002, 23.01.14
Originally posted by follettomalefico


Uhm okz.. parto dal tuo commento per uno spunto interessante ok?

Spesso succede che amando un gruppo... si ama, al più, un genere musicale...

E così, altri generi, diventano "uno schifo" solo perchè di opposto.

Che so, spesos succede fra gli amanti del metal e la disco, oppure fra il pop e il rap... o che ne so quante altre... si ODIA a priori... quello che intendo... è che quindi uno può apprezzare un certo tipo di musica... ma ciò non dovrebbe precludere l'apprezzamento di un genere magari antitetico, anche se magari non ti piace, puoi ammettere che una canzone sia bella.

qui si parla di pregiudizi, e non hai tutti i torti, io sono il primo ad averne, sicuramente ci sarà qualke pezzo dance che magari mi piace, ma se mi kiedono di ascoltarlo cmq dico di no a pripori perkè so ke la probabilità che mi piaccia la cosa è troppo bassa, sono 2 cose completamente diverse.

Cmq hai ragione effettivamente accade ciò che hai detto

follettomalefico
28-04-2002, 23.10.27
Originally posted by Padre_Manson

Cmq hai ragione effettivamente accade ciò che hai detto


Se poi ci hai fatto ancora più caso...

Ci sono persone che "cercano" questi credi per cercare di farti cadere in fallo... in parte fanno così anche coloro che DEVONO fare marketing e pubblictà... in parte...

Cmq: non ti è mai successo che ti facessero ascoltare un pezzo musicale, senza dirti di chi sia e chiedendoti un giudizio?

Beh... a volte viene fatto per tentare di farti dire "bello" per avere con tutta risposta un: "già... peccato che sia di quell'autore che dici che ti fa schifo"... non dico che avvenga SEMPRE così... ma può accadere... magari anche scherzosamente...

E' anche vero quello che dici tu... anche io, per farti un esempio, cerco soprattutto libri di fantascienza perchè so che più probabilmente mi piaceranno... ma se mi propongono un libro, dicendomi, seriamente, che è bello... beh... anche fosse un romanzo rosa... un minimo di dubbio me lo faccio venire che possa essere bello... no?

fenderplay
28-04-2002, 23.11.07
Originally posted by bejita


beh alla fine che c'è di male ad esser egoisti... io preferisco esser egoista che idolatrare altre persone :)

senza contare il fatto che "...se ognuno di noi fosse egoista, non ci sarebbe bisogno di essere altruisti" ;)

follettomalefico
28-04-2002, 23.15.25
Originally posted by fenderplay


senza contare il fatto che "...se ognuno di noi fosse egoista, non ci sarebbe bisogno di essere altruisti" ;)


Beh... a dire il vero... se pensiamo al fatto che CMQ sia, l'uomo senza un'altra persona non è un uomo -per fare una citazione, anche se non ricordo di chi sia- anche l'uomo egoista ha bisogno di qualcuno... altrimenti muore... dentro...

E cmq, il concetto che esprimo io all'inizio, e che ripete credo anche Beji... e immagino anche tu... sia che cmq un egoismo "buono" porta PER FORZA a del bene verso gli altri.

Jimmy Woodman
29-04-2002, 00.04.48
Effettivamente, Folletto hai ragione.
Si tende sempre più a "selezionare" ciò che più ci aggrada, e a scartare, senza nemmeno "provare". in base a simboli/nomi etc..

Che la scusante sia solo egoismo?

Forse c'è di più... la scusante è la chiusura nelle proprie ideologie...mancanza di voler ascoltare chi ha pensieri diversi dal tuo....la "pigrizia mentale".

Ray McCoy
29-04-2002, 00.07.56
Se se, guardate, non vi leggo nemmeno, perchè state dicendo una marea di cagate!






















































:rolleyes: :D

fenderplay
29-04-2002, 17.57.14
Originally posted by follettomalefico



Beh... a dire il vero... se pensiamo al fatto che CMQ sia, l'uomo senza un'altra persona non è un uomo -per fare una citazione, anche se non ricordo di chi sia- anche l'uomo egoista ha bisogno di qualcuno... altrimenti muore... dentro...

E cmq, il concetto che esprimo io all'inizio, e che ripete credo anche Beji... e immagino anche tu... sia che cmq un egoismo "buono" porta PER FORZA a del bene verso gli altri.

sì, certo, la mia era solo una battuta (non ricordo nemmeno di chi, sinceramente^^)

follettomalefico
29-04-2002, 18.43.37
Originally posted by fenderplay


sì, certo, la mia era solo una battuta (non ricordo nemmeno di chi, sinceramente^^)

Beh a volte con delle battute si dicono cose molto sensate!!! ;)

E, per ritornare in argomento... o meglio... per proseguire il discorso che stavamo facendo...

L'egoismo naturale, quello positivo, va perfettamente d'accordo anche con l'amore.

Questa frase la dico perchè pare un controsenso... invece non lo è... ora a voi la parola...

BESTIA_kPk
29-04-2002, 21.11.16
Originally posted by follettomalefico
...
...non è forse paragonabile ad un parziale sacrificio della propria vita per un credo? un credo... che poi... che fondatezza ha? Un libro magari scritto per caso... una parte recitata controvoglia... un cantante magari distrutto internamente... come possiamo sapere quale è la realtà?...Fosse anche solo il credo -tutto italiano- domenicale delle partite...
...Non applaudo o non ricornosco il valore di un credo opposto, solamente ed unicamente perchè non è conforme a ciò che io ho posto a significante della mia vita?...
L'unico nome che sono -sarei- orgoglioso di portare avanti è il mio.
L'unica partita per cui tiferei, è quella che sto giocando con i miei amici e compagni di squadra, qualunque sia il risultato.
L'unico marchio che mi va di portare è quello che ha per me un significato vero, creato con le mie mani... o con le mani di qualcuno di importante per me...

Il fatto è che molti idolatrano ciò che portano nella firma, ma molti altri no. Bisogna vedere, chiedere ad ogni utente il perchè della firma. Molti avranno una firma importante per loro, molti altri l'han messa tanto perchè c'è. Alcuni la aggiornano ognigiorno, altri non la toccano mai. Perchè ognuno scrive certe cose nella firma? i perchè sono mmm tanti quanti sono gli iscritti al forum :)

Per gli esempi fatti da te al 1° post: bè se anche un cantante è distrutto internamente, perchè non può aver scritto una sola frase che merita d'esser ripetuta? spesso ci son canzoni che non sono per il cantante, nel senso che sono molto + vicine a certe persone... aggiungo una parentesi al discorso: anche una canzone con un testo di §§§§§ può meritarsi che la metto in sign o che la canto addirittura, bisogna vedere il perchè... c'è musica pop che è §§§§§ cantata, ma che ha un testo sbalorditivo... e ci sono canzoni metal che poi invece sono tutt'altro (e qui ci stà dentro un discorso vasto sul catalogare idee, cose, persone, canzoni... e sulle approssimazioni di tutto ciò, nonchè su quel che capisce ogni persona).

Per il parziale sacrificio della propria vita... humm, bè Foll, mentre posti qui un topic, sai che ti perdi altri siti? altri forum, altri luoghi (non conta se sono diversi per spazio o per altro), altri incontri, altri respiri, altro insomma :)
Facendo una scelta di postare qui ti limiti anche tu (seppur non come uno che ascolta SOLO 1 tipo di musica perchè altre non ne vuol sentire...).

X il credo tutto domenicale delle partite... non è solo italiano, è nazionale e varia da nazione a nazione (bè io non conto, il calcio non mi attira da anni, come anche la F1 e la boxe...)

X chi non applaude la bravura "di chi non ci garba"... bè, è un pò ottusità mentale, c'è chi ne ha poca, e chi ne ha molta. C'è anche chi non sa perdere e non sa applaudire il proprio nemico che ti ha battuto in maniera evidente


L'unico marchio che mi va di portare è quello che ha per me un significato vero, creato con le mie mani... o con le mani di qualcuno di importante per me...

Bè, lo dici tu: con le mani di qualcuno importante per te, quindi se uno reputa importante l'opera di un cantante o di uno sconosciuto, così sia (bè escludo chi reputa importante qualcosa/qualcuno senza motivo valido...)

Inoltre c'è da aggiungere che siamo in un mondo vasto e popolato da una marea di gente, può capitare spesso che altri abbian già pensato o fatto qualcosa che ti sarebbe piaciuto fare a te o con cui sei daccordo. In questo caso che fai? eviti perchè l'ha fatto qualcun'altro? io no, a meno che il qualcun'altro mi stia veramente sui §§§§§§§§ :D

Cmq il discorso è lunghetto... ci vuole troppo tempo per altri dettagli... e anche questa frase rientra nel discorso del prendere dal lavoro altrui x "idolatrarlo" oppure perchè si "fa prima" hehe

EDIT: Foll, come mai il titolo l'hai ricamato? ehehe per poter poi ritrovare il topic facilmente (mmm non credo) oppure per mettere in pratica ciò che scrivi nel topic, partendo già dal titolo? (oppure just for fun? :))

follettomalefico
29-04-2002, 22.08.10
Uhm beh... ma vedi... quella è una scelta di impiegare il tempo, scelta che determina certe cose... ma comunque una scelta che non ha pregiudizi, perlomento non marcati.

Mentre quello che intendo io, è la completa perdita della visione delle cose, solo perchè si "assume" che NON siano accettabili.


E poi... io ammetto, come ho fatto altrove, l'accettazione di concetti... quello che però dico non è l'accettazione, ma l'idolatrare, la formazione di un CREDO, che è una cosa BEN distinta dall'accettare idee altrui.

E così anche valutare importante l'opera è una cosa, valutarla COSI' importante dall'annullare ogni altra cosa, beh, questo va ben oltre.

EDIT: dimenticavo... il titolo è nato così... perchè? uhm boh... conta che è nato prima il titolo e poi il testo... ;)