PDA

Visualizza versione completa : Imparare a giocare a Texas Hold'em



Tommy Paradise
06-12-2010, 15.29.45
Ciao a tutti.

Come da titolo...premetto che di tempo libero ne ho.
Online non ho trovato guide/video italiani ben fatti...

Non so proprio nulla. E non ci capisco una mazza.

Consigli da voi esperti?

Grazie.

MarcoLaBestia
06-12-2010, 15.47.13
sai almeno i punti? Io ho imparato giocandoci su facebook, qualke app c'è (ovviamente senza soldi). Ti consiglio di giocarci un po' così prima di accendere la tv su PokerItalia24, altrimenti ci capisci poco.

Sconsiglio le guide, perkè come spesso accade ti basta giocarci un poco per capire molto di più di quello ke capiresti leggendo un muro di scritte.


riguardo il gioco: è facile intuire ke il livello della tua mano è deciso dalle due carte coperte ke hai in mano, in quanto quelle sul tavolo valgono per tutti. La bellezza di questo gioco sta nell'indovinare la mano del tuo avversario in base alla sua puntata, ke più o meno dimostra "come si attaccano" le sue carte in mano a quelle sul tavolo, ke vedi. Ovviamente in tale ottica il bluff assume fattezze completamente diverse dal poker all'italiana, dove conta solo la "faccia da culo". Qui invece il bluff deve "simulare" una mano ke non si ha. È bello perkè stimola molto l'intelligenza e l'intuito, difatti è l'unico tipo di poker a cui mi piace giocare.

foglialuce
06-12-2010, 15.47.13
Un buon consiglio che ti posso dare è di giocare con 2 o 3 amici che ti insegnino, facendoti giocare e correggendoti, il gioco per bene. Altrimenti qui qualche link:
La guida al Poker Texas Hold'em (http://www.statisticbet.com/guida_poker.php)

http://www.giochicasino.org/pdf/guida.italiana.al.texasholdem.poker.pdf (questo è fatto abbastanza bene)

Altrimenti fai un po' di pratica nei siti dove si gioca senza puntare nulla, giocando con soldi virtuali:
WPTMobile :: TH2 :: Play Online (http://wptmobile.handson.com/play.php?performcheck=true)
o nei maggiori siti italiani, sono sponsorizzati in ogni dove ormai:D

Lord_Vetinari
06-12-2010, 16.00.05
A livello di regole ci vuole realmente poco, è una delle varianti del poker più semplici La lettura di un link (che ti hanno già dato) èpiù che sufficiente, da quel punto di vista. Per imparare a giocare realmente, però, devi immagazzinare strategie e imparare a interpretare quelle degli avversari, che è motlo più complicato.

Tommy Paradise
06-12-2010, 17.00.54
Grazie mille ragazzi.

Si sa mai che il poker aiuti a cuccare in certi casi :asd:

Tommy Paradise
06-12-2010, 17.28.21
Ma ci sono giochi abbastanzi belli che non vadano a soldi. :asd:

Mi hanno consigliato Everest Poker...bah.

Boe.
06-12-2010, 18.25.03
Forse sono l'unico mezzo pro del forum :D

- l'hold'em è facilissimo da imparare, le varianti sono molto poche. La più diffusa è il no limit, che è quello che vedi passare in tivvì, il più immediato da capire e da giocare
- eviterei come la peste i siti free, li di certo non impari a giocare. Un conto è il comportamento sapendo che non si rischia nulla, un altro è quello di perdere soldi od uscire da un torneo
- registrati su siti autorizzati AMS (la penso diversamente ma è saggio rispettare le regole sopratutto agli inizi) e magari i più grossi, trovi tanta gente a tutte le ore e tanti newbie con cui confrontarti
- impara a giocare in modalità torneo, ovvero quando termini le chips finisci. I tornei con rebuy ed add-on sono a vantaggio di chi è propenso a spendere
- ragiona le tue giocate, impara le statistiche, ma prima pensa a divertirti. E' un bel gioco coinvolgente perchè ci può giocare chiunque.

Se poi ti diverti e vuoi cominciare ad imparare a giocare meglio allora perdi un pò di tempo: statistiche dei tuoi avversari, posizione di gioco rispetto al bottone, out per un punto, comportamenti di chi sta al tavolo con te (reale o virtuale che sia)

Se ti registri su qualunque sito (sfrutta quello che ti da il bonus migliore) come secondo passo passa su sharkscope e blocca le statistiche del tuo nick (PM se hai bisogno).

Un ultimo consiglio: imponiti un limite nelle giocate e di spesa mensile. E' molto importante per non scivolare nel vizio e nell'azzardo e sopratutto gioca ogni piatto come se fosse la finale del campionato WPT a Las Vegas. Se hai 2/3 non giocare mai e sopratutto non cercare l'alibi del "tanto ho perso 50 centesimi".. Magari vincerai meno piatti però la soddisfazione sarà sicuramente migliore.

Ah dimenticavo: in italia gioca sempre più gente, almeno l'ottante per cento è convinta di essere un campionissimo, quindi ignora dei consigli di gioco, i soldi sono tuoi..

BYE

MarcoLaBestia
06-12-2010, 19.30.58
vabbè, parlavo di siti gratis giusto all'inizio per imparare la meccanica. Poi, per quanto mi riguarda, evito internet a prescindere e preferisco giocarci solo dal vivo. L'avversario bisogna guardarlo nelle palle degli occhi. :asd:

Tommy Paradise
06-12-2010, 21.51.32
Quando si è in 3-4 è facile dominarli (sparando a caso, anche se ho capito una marea di cose...usavano sempre la stessa strategia...:D), ma quando si è in 10, si salvi chi può.

Sono una pippa astronomica. :asd:
Buttate al cesso un botto di chips :roll3:

Ghostkonrad
06-12-2010, 22.40.02
Il Texas hold'em è facile da imparare e permette di aggiungere molto pepe al gioco, è per questo che adesso è molto popolare. Con i miei colleghi ogni tanto facciamo certi pokerini che sono davvero epici. :D
Personalmente preferisco di più il cash game rispetto al torneo, ma è perchè noi giochiamo più per stare in compagnia a divertirci che per vincere, quindi buttare fuori un giocatore a metà serata vorrebbe dire contravvenire allo scopo.
Di solito adotto la strategia "cerca di sembrare ridicolmente incompetente", molto aiutato dal fatto che in tutti i giochi che prevedono qualcosa che non sia solo ragionamento deduttivo io sono un'emerita frana.
Però con questo sistema non torno mai a casa in negativo. :nono2:
Segui i consigli di Boe, ovviamente.
E no, non aiuta a cuccare, almeno nel mio caso. Finora ho solo rimediato una che ancora ce l'ha a morte con me per averle fatto perdere un bel piatto con un tris. L'ha presa sul personale perchè è la stessa che ha mandato in mutande un mio collega (che ogni tanto gioca anche nei circoli) con un poker di nove al river; alla prima mano.

MarcoLaBestia
07-12-2010, 03.56.03
Quando si è in 3-4 è facile dominarli (sparando a caso, anche se ho capito una marea di cose...usavano sempre la stessa strategia...:D), ma quando si è in 10, si salvi chi può.
be' quando si è in tanti basta aspettare la coppia di carte buona e sparare alto per far foldare tutti quelli con le carte di merda. Se hai asso-donna e ti limiti al "call" facendo venire pure quelli con 2 5, è ovvio ke aumenta il riskio di vederteli scoppiati.

Boe.
07-12-2010, 10.21.25
.... preferisco giocarci solo dal vivo. ....
In realtà il live in italia è ancora vietato, qualcuno azzarda ma il rischio non vale la candela. Se parli del pokerino giocato tra amici in cantina è tutta un altra cosa, altro spirito. Ben lontano dal vero Hold'em..


Quando si è in 3-4 è facile dominarli (sparando a caso, anche se ho capito una marea di cose...usavano sempre la stessa strategia...:D), ma quando si è in 10, si salvi chi può.

In realtà è l'esatto opposto. Quando si è in pochi seduti ad un tavolo si cerca di più l'imprevedibilità. Quando si è tanti si ha più paura del punto altrui e si gioca - normalmente - più abbattonati e regolarmente possibile, perchè uscire per primo non piace a nessuno. Io nei tavoli da 10 vado avanti sempre facilmente perchè riesco ad essere parecchio aggressivo, quando si è in pochi, o ancora meglio all'heads up gioco molto tight. Ovviamente nelle statistiche escludo le sconfitte con gli inseguitori, ovvero quelli che arrivano fino al river senza avere nemmeno un punto e poi magari chiudono la scala a doppio incastro o il colore con cartine..


be' quando si è in tanti basta aspettare la coppia di carte buona e sparare alto per far foldare tutti quelli con le carte di merda. Se hai asso-donna e ti limiti al "call" facendo venire pure quelli con 2 5, è ovvio ke aumenta il riskio di vederteli scoppiati.
Marco, come detto sopra è l'esatto contrario. Nei tavoli grandi raccolgono più gli aggressivi che i chiusi. Rischi di foldare 20 mani e poi con QQ magari ti sveni e vai all-in ignorando magari che il vicino con 33 ha chiuso il tris al flop..


Ah giusto per:
- 1250 iscritti
- 200 tornei
- 10 tavoli (home made) e tonnellate di chips
- gestione elettronica di tornei con pc e videoproiettore
- dealer ogni tavolo
- corsi interni da dealer
- presidenza regionale federazione
- unico circolo con autorizzazione esplicita della Questura


Questi erano i numeri della mia associazione di poker ai tempi che furono..

billygoat
07-12-2010, 13.05.46
Si sa mai che il poker aiuti a cuccare in certi casi :asd:

dubito visto che generalmente è un gioco ancora prettamente maschile... certo, ci sono alcuni pezzi di topola tra le pro che te le raccomando! :asd:

per cominciare potresti registrarti su PokerStrategy.com - Online Poker School with free $50 Starting Capital (http://www.pokerstrategy.com), leggere la breve guida sui sit & go che mette a disposizione e fare il quiz che regala 40 euro da usare su alcune poker room. tra le italiane c'è sicuramente partypoker e, forse da poco, anche gioco digitale. 40 euro sono già un buon bankroll per iniziare. tra le due consiglio gioco digitale, con più giocatori e con un livello di gioco un po' più alto. partypoker secondo me è assolutamente ingiocabile, pieno di donk che inseguono il punto fino al river e ti fanno innervosire (almeno a me è successo così).
tra le poker room italiane secondo me la migliore è pokerstars che ha tornei bellissimi e sit che non ci mettono troppo per partire. non è come quando c'era pokerstars.com, lì era davvero superlativo, ma si difende benone. io con i 2 euro che mi ha regalato PS.it quando mi sono iscritto sono arrivato ad un bankroll di oltre 400 euro.
ricevi soldi in regalo (25 dollari) se ti iscrivi anche a titan poker, però non so come sia perché quando mi son registrato io non c'era questa promozione e non ho mai caricato soldi.
la migliore poker room internazionale per me resta full tilt che ha tornei di ogni tipo, promozioni ottime, sit che partono a qualunque ora del giorno e della notte e una sezione cash di tutto rispetto. purtroppo non essendo una poker room italiana la questione legislativa resta un punto di domanda.

detto questo per imparare devi giocare (a soldi, il poker gratis non è poker), studiare il più possibile (anche dai forum tipo italia poker forum) e seguire tutto ciò che dice flavio ferrari zumbini quando commenta il poker after dark su pokeritalia24. :asd:

in bocca al lupo!

hamlin83
07-12-2010, 13.46.10
vieni da me una volta a settimana con 100 euro in tasca, ti faccio diventare un campione:teach:

Tommy Paradise
07-12-2010, 14.28.15
vieni da me una volta a settimana con 100 euro in tasca, ti faccio diventare un campione:teach:
Ma sai quanti avvoltoi mi hanno fatto proposte simili?

"Te insegno mì, e va in figatomare" :roll3:



in bocca al lupo! Crepi.

Ps

Stamattina (cazzo ma è vero che è una droga) giocando, per sbaglio ho fatto 3-4 all-in di fila e mi sono portato a casa 116'000 chips :roll3:
Il bello è che fino a 2 ore fa mettevo praticamente sempre a caso.


:asd:

PPs

dubito visto che generalmente è un gioco ancora prettamente maschileSai invece quante topole fanno i torneini sconci in estate?
Sono loro a proporre premi/punizioni...godo solo al pensiero. :asd:
Per quale motivo pensi che abbia iniziato? E non scherzo. :asd:

E grazie a tutti. Soprattutto al boe.

MarcoLaBestia
07-12-2010, 20.41.39
Marco, come detto sopra è l'esatto contrario. Nei tavoli grandi raccolgono più gli aggressivi che i chiusi. Rischi di foldare 20 mani e poi con QQ magari ti sveni e vai all-in ignorando magari che il vicino con 33 ha chiuso il tris al flop..vabbè, allora foldiamo con QQ e andiamo all-in con 6-7 dello stesso colore :asd:

billygoat
08-12-2010, 01.54.46
vabbè, allora foldiamo con QQ e andiamo all-in con 6-7 dello stesso colore :asd:

in alcuni casi ha molto più senso mettere nel piatto chips con 67 suited che con QQ...

MarcoLaBestia
08-12-2010, 02.38.35
si parlava di puntata iniziale per far uscire gli altri dal tavolo.

sei un billygoatse. :D

MarcoLaBestia
17-12-2010, 01.15.01
domandone ai pro del forum: voi come vi comportate se fiutate uno slow play? Come vi organizzate per fare una puntata abbastanza convincente da non regalare una carta gratis all'avversario (potrebbe non essere in slow play) senza al contempo esporvi ad una mega sportellata?

Lo domando perkè ai sit and go se non arrivo al tavolo a 3-4 senza essere il chip leader mi buttano sempre fuori col fottuto slow play. :grr:

ilPas
17-12-2010, 09.37.26
Io ancora non ci capisco molto delle strategie di gioco e non so cosa sia uno slow play, ma tutti i giorni seguo PokerItalia24 sul digitale e man mano spero di capirci qualcosa. :D

Boe.
17-12-2010, 09.48.08
vabbè, allora foldiamo con QQ e andiamo all-in con 6-7 dello stesso colore :asd:

No io parlo di giocare tight per tanto e poi perdere la testa quando hai una coppia vestita. Bisogna sempre avere la testa sotto controllo


in alcuni casi ha molto più senso mettere nel piatto chips con 67 suited che con QQ...

Yep, diciamo che da più soddisfazioni se magari sei di controbuio e al flop ti girano un 5/8/9 eheh...


domandone ai pro del forum: voi come vi comportate se fiutate uno slow play? Come vi organizzate per fare una puntata abbastanza convincente da non regalare una carta gratis all'avversario (potrebbe non essere in slow play) senza al contempo esporvi ad una mega sportellata?

Lo domando perkè ai sit and go se non arrivo al tavolo a 3-4 senza essere il chip leader mi buttano sempre fuori col fottuto slow play. :grr:

Se chiedi ai pro non otterai risposta :asd:

Lo slow play di un avversario dipende da molti fattori:

- chips (quante ne hai tu quante ne ha lui)
- gioco live oppure on line
- avversario (ovvero capire se sa giocare, ragiona, è abitudinario.. insomma per valutare correttamente sarebbe meglio cercare di scoprire chi hai di fronte)
- il tuo punto (la domanda è: ne vale la pena svenarmi per quel punto?)
- tipo di torneo (freezout, rebuy o add-on, qualificazione, montepremi, iscritti etc etc)

Pensando ad un sit&go turbo con 10 giocatori io ho da difendere una coppia pre-flop ovviamente il flop lo faccio pagare, dipende anche dalla posizione in cui mi trovo. Solitamente se il flop non mi aiuta e vedo uno che insegue il punto non mi chiedo nemmeno se è in slow-play o meno, se rimangono 5 persone al flop ed ho troppi pochi out vado via.

Io solitamente gioco pensando molto al mio punto e ragionando sui miei out, me ne fotto degli altri perchè sopratutto on line ci sono inseguitori, bluffoni ed ignoranti e le possibilità di uscire sono sempre troppo alte per il piatto che ti stai giocando.

Io gioco pochi sit & go da pochi giocatori, salvo qualche turbo da 10 eurini per capitalizzare un pò. Preferisco giocare sui programmati con un centinaio di iscritti e un buon montepremi finale. Se è un turbo la tendenza è quella di rimanere almeno in media per la prima mezz'ora/ora di torneo (chips totali/giocatori in gara) salvo poi cercare di arrivare alla sosta con uno stack superiore alla media fino all'arrivo degli ante. Il mio stile di gioco appiccicato dovrebbe essere un tight-aggressive, perchè tanto stare troppo abbottonato o aggressivo - sopratutto on line - non serve a una mazza. Il fattore C e nerd è troppo importante.

Billy mi ha fatto scendere la lacrimuccia, il tempo migliore del poker on line è stato ai tempi di ps.com, quello si che era un gran bel portale, io non giocavo mai con italiani (all'estero on line si faceva ridere alla grande...) ma con americani o nord europei e devo dire che era decisamente più dura giocare e vincere. L'italiano medio è saccente in termini di hold'em ed ha sempre la presunzione di fare la lezione agli altri, ovviamente quando è fuori dal gioco perchè è stato buttato fuori :asd:

MarcoLaBestia
17-12-2010, 10.42.10
Se chiedi ai pro non otterai risposta :asd:

bè dalla tua deduco ke fai check a flop e turn e forse alla fine punti al river. :D

billygoat
17-12-2010, 11.03.23
Lo slow play di un avversario dipende da molti fattori:

- chips (quante ne hai tu quante ne ha lui)
- gioco live oppure on line
- avversario (ovvero capire se sa giocare, ragiona, è abitudinario.. insomma per valutare correttamente sarebbe meglio cercare di scoprire chi hai di fronte)
- il tuo punto (la domanda è: ne vale la pena svenarmi per quel punto?)
- tipo di torneo (freezout, rebuy o add-on, qualificazione, montepremi, iscritti etc etc)


a questi aggiungerei anche il fattore di quanto è grosso il proprio stack. ovvio che se l'avversario sta facendo slowplay e io ne sono sicuro è folle andare ad ingrossare il piatto... si va in modalità check/call sperando di scoppiare il mostro e guadagnare tante chips... se invece ho tante chips davanti e credo che l'avversario sia in draw allora bisogna puntare secondo me 2/3 del piatto.

insomma, marco, dovresti saperlo comunque che la risposta per qualsiasi domanda pokeristica è "dipende". :asd:
e al di là di tutto slow play never pay. a me non piace farlo perché non ho il controllo della situazione, a meno che non abbia il nuts assoluto.



Billy mi ha fatto scendere la lacrimuccia, il tempo migliore del poker on line è stato ai tempi di ps.com, quello si che era un gran bel portale, io non giocavo mai con italiani (all'estero on line si faceva ridere alla grande...) ma con americani o nord europei e devo dire che era decisamente più dura giocare e vincere. L'italiano medio è saccente in termini di hold'em ed ha sempre la presunzione di fare la lezione agli altri, ovviamente quando è fuori dal gioco perchè è stato buttato fuori :asd:

sul .com si giocava a poker anche ai microlimiti (addirittura anche con i soldi finti), sui .it spessissimo si gioca alla roulette anche a livelli più alti. ciò indubbiamente rende più facile il gioco nelle room italiane per chi sa giocare un minimo, ma inevitabilmente penalizza noi italiani su quel che riguarda la crescita di abilità (oltre ad aumentare esponenzialmente i livelli di bile quando ci scoppiano gli assi con carte che non potevano essere giocate).
io su full tilt ci gioco ancora, soprattutto cash, ma non so se durerà a lungo... probabile che nel giro di qualche mese apra il .it anche di full tilt come hanno fatto in altri paesi europei con la legislazione simile alla nostra.

MarcoLaBestia
17-12-2010, 17.19.02
il mio problema è di essere probabilmente troppo aggressivo. mi fottono sempre quando hanno la coppia in mano.....


e al di là di tutto slow play never pay. a me non piace farlo perché non ho il controllo della situazione, a meno che non abbia il nuts assoluto.bè il nuts ci vuole se no riski solo di auto-scoppiarti.

sai ke figata vedere l'avversario andare all-in dopo il tuo timido bet condito con faccia triste e dopo un quarto d'ora di falsi ripensamenti. :asd:


in ogni caso vedo ke ai casinò si organizzano tornei giornalieri con buy in nemmeno troppo esose. Ma non avevi detto ke erano vietati, boe?

billygoat
17-12-2010, 17.40.31
nei casinò no, si può anche giocare cash.

MarcoLaBestia
30-12-2010, 03.18.39
Ancora una volta fregato dallo slow play.


dealt A 9.

call pre-flop da parte di tutti.

flop 3 7 9.

lo stronzo betta il minimo. raiso il pot. lo stronzo fa call.

turn 3.

lo stronzo fa all-in. chiamo.


showdown. aveva A A.



con le mie fiches è arrivato al heads-up. è sfiga o sono stronzo io?

Boe.
30-12-2010, 10.14.05
bè dalla tua deduco ke fai check a flop e turn e forse alla fine punti al river. :D

Per niente, io il punto lo difendo con i denti, ma l'aggressività eccessiva nelle room italiane non serve perchè tanto trovi sempre il runner che ti segue e magari ti frega al river..


Ancora una volta fregato dallo slow play.
dealt A 9.
call pre-flop da parte di tutti.
flop 3 7 9.
lo stronzo betta il minimo. raiso il pot. lo stronzo fa call.
turn 3.
lo stronzo fa all-in. chiamo.
showdown. aveva A A.
con le mie fiches è arrivato al heads-up. è sfiga o sono stronzo io?

Imho l'errore è stato alla base, non hai indicato i bui e la posizione al tavolo, ma A9 quando mai si gioca? Avevi 5 coppie che ti potevano essere superiori al flop, il rilancio non ci stava anche perchè a quel punto avevi in aggiunta altri 3 out (i tris di 3/7/9) per gli avversari oltre a eventuali colori che non hai indicato. Al turn ti ha dato una ulteriore indicazione della potenza del punto, il doppio tre per quanto non apparentemente pericoloso avrebbe dovuto farti fuggire a gambe levata. Chiamata pessima la tua, in questi casi si segue solo con il monster in mano, cosa che aveva lui che ha giustamente vinto la mano giocata in maniera pessima da te! Di che ti lamenti marco...

billygoat
30-12-2010, 10.39.17
inoltre se proprio vuoi giocare A9 dopo una serie di limp preflop devi entrare rilanciando. se tu avessi rilanciato probabilmente AA (che deve morire a prescindere perché limpa gli assi, ma vabbeh) avrebbe dato segni di vita, probabilmente avrebbe tribettato, e tu avresti potuto foldare senza troppi patemi le tue carte orribili...

graul
30-12-2010, 13.26.56
La texana fa schifo. :look:

Boe.
30-12-2010, 16.54.39
che frase profonda.. Che meglio il poker all'italiana o draw? Ma per piacere.. Per spettacolarità non c'è proprio paragone.

E a me non piace nemmeno l'omaha..

Dr_Gonzo
30-12-2010, 17.44.42
Cazzo Marco, ma se quello ti va all-in, non pensi che forse abbia una mano forte? :asd:
In ogni caso non posso concepire un tavolo che limpa. :asd:

MarcoLaBestia
30-12-2010, 21.44.17
inoltre se proprio vuoi giocare A9 dopo una serie di limp preflop devi entrare rilanciando. se tu avessi rilanciato probabilmente AA (che deve morire a prescindere perché limpa gli assi, ma vabbeh) avrebbe dato segni di vita, probabilmente avrebbe tribettato, e tu avresti potuto foldare senza troppi patemi le tue carte orribili...
ma è questo il punto: non mi ha tribettato. Inoltre ho intuito che non aveva il 3... dal suo comportamento pre e post flop ci vedevo più una middle pair, così ho deciso di affidarmi al kicker.

L'all-in post turn è stato instant così ho pensato ad un back-alley mugging o cmq un bluffone.


Imho l'errore è stato alla base, non hai indicato i bui e la posizione al tavolo, ma A9 quando mai si gioca? Avevi 5 coppie che ti potevano essere superiori al flop, il rilancio non ci stava anche perchè a quel punto avevi in aggiunta altri 3 out (i tris di 3/7/9) per gli avversari oltre a eventuali colori che non hai indicato. Al turn ti ha dato una ulteriore indicazione della potenza del punto, il doppio tre per quanto non apparentemente pericoloso avrebbe dovuto farti fuggire a gambe levata. Chiamata pessima la tua, in questi casi si segue solo con il monster in mano, cosa che aveva lui che ha giustamente vinto la mano giocata in maniera pessima da te! Di che ti lamenti marco...
ero al bottone. be' dopo il mio raise al flop siamo rimasti io e lui ed ormai ero pot committed. non c'era flush draw ed ero piuttosto short. di certo c'è stato del gamble in quanto il tavolo era da 10.



personalmente credo ke lo rifarei. :D

graul
31-12-2010, 01.23.04
che frase profonda.. Che meglio il poker all'italiana o draw? Ma per piacere.. Per spettacolarità non c'è proprio paragone.

E a me non piace nemmeno l'omaha..
...e fattela una risata ogni tanto.

Boe.
31-12-2010, 09.54.27
tribettato pre post flop middle pair kicker all-in post turn instant back-alley mugging bluffone raise flop pot committed flush draw short gamble personalmente credo ke lo rifarei. :D

Io vedo un lessico molto (troppo) pokeristico ma non certo giocata da pokerista. La sola parola che ti descrive è: CHICKEN!

Da che mondo e mondo si chiama un A9 di bottone sopratutto se sei corto? Lo rifaresti e poi ti lamenti che ti sbranano al tavolo :asd:

Dai si Marcolino tutti i ragionamenti ci potrebbero anche stare ma la tua giocata è sbagliata in partenza, A9 non si gioca mai: tavolo da 10, posizione favorevole che ti permette di parlare dopo tutti gli altri, visto che hai detto che hanno chiamato tutti possibile che non ti sia venuto in mente che almeno 1 persona su 9 avesse qualcosa in più delle tue carte cagate? Dovevi foldare senza nemmeno pensarci, perchè poi - come i fatti hanno dimostrato - rischiavi di lasciare le penne in un piatto che non ti interessava minimamente.

E poi come facevi a essere pot committed se c'era stato un rilancio non importante?

Ragioniamo sulla mano:
- 10 al tavolo
- tu di bottone
- 10 entrano, ipotizziamo con un livello 50/100

piatto 1000

fold 3 7 9

tutti bussano meno il possessore di american airlines che mette 100 sul piatto

tu rilanci di 1100, lui copre, tutti gli altri fuggono a gambe levate (?)

piatto 3300, tu hai investito al momento 1200

lui ti fa un all'in e tu accetti senza pensare, avevi quanto in mano? coprivi il piatto almeno? Già se avessi avuto nemmeno 1000 chips saresti dovuto fuggire a gambe levate..

Il gaybet (ovvero la puntata minima fatta dal tuo avversario) è il segnale più grande di uno che sta pasturando per fare abboccare i pesci e tu ci sei cascato in pieno...


E poi ci si lamenta che il mondo è pieno di donk.. A9 (e non mi stancherò mai di scrivere queste due carte) non merita di spendere nemmeno parola.

Quindi la risposta alla tua prima domanda "è sfiga o sono stronzo io?", la risposta è "sei proprio un pollo!"

Non pago continui con un: "credo che lo rifarei"... Marco sbagliare è umano perseverare è diabolico. Se si vuole crescere bisogna imparare dai propri errori ed essere bravi nel riconoscerli. In qualunque manuale di poker troverai le stesse cose che ti sto ripetendo io, nessuna attenuante per la mano giocata, anzi meriteresti un analban senza lubrificazione..


...e fattela una risata ogni tanto.

Rido e tanto :D però non capisco la tua affermazione, non era una battuta o se lo era non l'ha capita nessuno..

Eowyn.
31-12-2010, 11.27.33
- registrati su siti autorizzati AMS AAMS (sono una rompicoglioni, lo so :D).

Comunque tutta 'sta storia del poker online mi sta facendo ghignare e guadagnare. Ghignare perchè vedo un sacco di gente convinta di far soldi, guadagnare sulle ricariche (delle tessere per giocare o delle postepay usate per pagare) che i pirloni continuano a fare dato che si stanno mangiando lo stipendio convinti di essere bravi giocatori e in attesa del colpaccio http://italianeowyn.interfree.it/icone/m_it/approved.gif

Boe.
31-12-2010, 11.47.17
Guarda Eo il grosso problema degli italiani è proprio quello: il vizio.

Se senti parlare un italiano medio che:

- scommette... a sentire lui vince sempre
- gioca al gratta e vinci.. a sentire lui vince sempre
- gioca a poker.. a sentire lui è il migliore al mondo e vince sempre
- a giocare a videopoker... vince sempre..

E così per cavalli, totocalcio, lotto & co.

Il problema è che non esiste un giocatore "consenziente", tutti spendono patrimoni convincendo gli altri di guadagnare un sacco di soldi quando alla fine non fanno altro che rimetterci le penne.

Per la mia esperienza personale ti posso dire che dopo un primo periodo divertentissimo alla guida della più grande associazione di poker sportivo sarda ho perso la passione quando i giocatori si travestivano da scimmie e giocavano solo per vincere. TU pensa che noi abbiamo cominciato con tornei da 25 euro ogni 3 settimane per poi finire con tornei da 100 euro ogni settimana, da 50 di mercoledi e ogni sera da 25. La gente spendeva fortune e quando magari vinceva un torneo si bullava di essere il migliore.

Pazzesco..

Ovviamente poi l'AAMS (pignola! :D ) ha sentito odore di soldi ed ha bloccato il poker live, imponendo oggi l'apertura di sale similbingo con costi esorbitanti ed antieconomici...

MarcoLaBestia
31-12-2010, 13.38.38
bah, trovo le tue risposte tanto utili quanto pompose. non mi sembra di aver mai millantato di aver battuto phil hellmuth tribettandolo dopo avergli sgamato al volo le carte.

e no, non ho mai letto un manuale. quello ke so l'ho imparato sul campo, sportellata su sportellata.

graul
31-12-2010, 17.15.59
Rido e tanto :D però non capisco la tua affermazione, non era una battuta o se lo era non l'ha capita nessuno..
Già. L'unica cosa che hanno capito tutti è che sei una pasqua d'uomo. :sisi:

Rimaniamo IT. Entravo ironicamente in discussione per non turbare gli animi dei fanboy di turno, ma a quanto pare c'è sempre chi se la prende se gli tocchi il giocattolino. :asd:
Comunque, questione di gusti, a me la texana non è mai piaciuta. Storicamente, è sempre stato il poker di chi non sa giocare a poker, venuto recentemente alla ribalta proprio per questo: prova ne è il fatto che ci giocano cani e porci e che spesso qualche cane vince pure.
Non dico che non necessiti di una buona dose di tecnica ed esperienza e che in un circuito professionistico, alla lunga, siano i più capaci a distinguersi, ma la componente fortuna è decisamente molto più alta che in altri schemi di poker draw e l'iter estremamente meno complesso, facilitando l'ingresso e spesso il successo di outsider che in un tavolo di italiana non passerebbero il primo tavolo.
Il poker a carte comunitarie piace perché è semplice e perché è spettacolare, con tutti quegli all in e i flop consecutivi, ma tecnicamente non è niente in confronto all'italiana. Sono considerazioni personali, ma direi che, con buona approssimazione, la texana abbia un rapporto tecnica/fortuna al più del settanta a trenta, mentre nell'italiana la fortuna non conta più di venti, che è comunque tanto, ma lascia meno dubbi su chi sia il migliore. :birra:

Tommy Paradise
01-01-2011, 12.18.21
Ragassi vi faccio delle domandine.
Prima di tutto voglio premettere che come gioco mi sta appassionando non poco, e pian piano vedo dei risultati...anche se sono consapevole di essere "na scartea", e che ho tanto da imparare.
Prima di tutto è verissimo come per imparare bene, si debba giocare a soldi, ma non posso. (a meno chè non sia con amici)
E qui c'è la mia prima richiesta: vorrei una poker room abbastanza decente per impratichirmi...(che abbia una grafica presentabile vi prego, Pokerstars mi fa vomitare sotto 1 milione di aspetti) che sia con soldi finti.
Lessico: è da un mese che seguo pokeritalia24, ma usano un lessico troppo tecnico: dove trovo un bel Texas Hold'em words for nubbies? :D

Grazie ancora (e scusate il ritardo, ma come ben sapete mi sono fatto un giro nell'isola di ban)

maurix555
01-01-2011, 13.33.43
Ragassi vi faccio delle domandine.
Prima di tutto voglio premettere che come gioco mi sta appassionando non poco, e pian piano vedo dei risultati...anche se sono consapevole di essere "na scartea", e che ho tanto da imparare.
Prima di tutto è verissimo come per imparare bene, si debba giocare a soldi, ma non posso. (a meno chè non sia con amici)
E qui c'è la mia prima richiesta: vorrei una poker room abbastanza decente per impratichirmi...(che abbia una grafica presentabile vi prego, Pokerstars mi fa vomitare sotto 1 milione di aspetti) che sia con soldi finti.
Lessico: è da un mese che seguo pokeritalia24, ma usano un lessico troppo tecnico: dove trovo un bel Texas Hold'em words for nubbies? :D

Grazie ancora (e scusate il ritardo, ma come ben sapete mi sono fatto un giro nell'isola di ban)

sicuramente everest poker, ormai è circa due anni che ci gioco ed è sempre pieno di gente. su everest poker puoi anche partecipare a tornei ed oltre al texas hold'em c'è anche l'omaha

Eowyn.
01-01-2011, 13.37.23
sono consapevole di essere "na scartea"

Non sapevo che fossi veneto :D

@Boe. :birra:

Tommy Paradise
01-01-2011, 13.47.23
Non sapevo che fossi veneto
Com'è che io so che sei di Pordenone e tu non sai che sono un Padovano? :asd:

Comunque proverò Everest...ne avete altri da consigliarmi?
Quest'estate mi aspettano un bel pò di nottate a strip poker, quindi devo diventare il nuovo Minieri. :D

Eowyn.
01-01-2011, 14.12.13
Forse perchè io ho scritto più volte che sono pordenonese e tu lo hai letto ... mentre se tu hai mai scritto che sei padovano a me è sfuggito? :notooth:

Boe.
01-01-2011, 15.47.03
bah, trovo le tue risposte tanto utili quanto pompose. non mi sembra di aver mai millantato di aver battuto phil hellmuth tribettandolo dopo avergli sgamato al volo le carte.

e no, non ho mai letto un manuale. quello ke so l'ho imparato sul campo, sportellata su sportellata.

Pompose? Io ho cercato semplicemente di essere esaustivo rispondendo alla tua prima domanda, non credo di avere fatto il saccente, visto che si parla per crescere e giocare meglio speravo servisse, ma cmq libero di giocare il tuo A9 e perdere i tornei, però dimmi dove giochi che un pò di soldi facili fanno sempre comodo :asd:


Già. L'unica cosa che hanno capito tutti è che sei una pasqua d'uomo. :sisi:

Rimaniamo IT. Entravo ironicamente in discussione per non turbare gli animi dei fanboy di turno, ma a quanto pare c'è sempre chi se la prende se gli tocchi il giocattolino. :asd:
Comunque, questione di gusti, a me la texana non è mai piaciuta. Storicamente, è sempre stato il poker di chi non sa giocare a poker, venuto recentemente alla ribalta proprio per questo: prova ne è il fatto che ci giocano cani e porci e che spesso qualche cane vince pure.
Non dico che non necessiti di una buona dose di tecnica ed esperienza e che in un circuito professionistico, alla lunga, siano i più capaci a distinguersi, ma la componente fortuna è decisamente molto più alta che in altri schemi di poker draw e l'iter estremamente meno complesso, facilitando l'ingresso e spesso il successo di outsider che in un tavolo di italiana non passerebbero il primo tavolo.
Il poker a carte comunitarie piace perché è semplice e perché è spettacolare, con tutti quegli all in e i flop consecutivi, ma tecnicamente non è niente in confronto all'italiana. Sono considerazioni personali, ma direi che, con buona approssimazione, la texana abbia un rapporto tecnica/fortuna al più del settanta a trenta, mentre nell'italiana la fortuna non conta più di venti, che è comunque tanto, ma lascia meno dubbi su chi sia il migliore. :birra:

1 - l'OT diciamo che non c'entra una mazza, non ci conosciamo e mi pare evitabile dare giudizi personale. Fatto stà che tu hai esordito nel topic facendo una sparata decisamente poco utile alla causa. Se era una scusa per dare contro di me allora libero di farlo, cmq questa tua seconda risposta sul draw è più utile decisamente.

L'hold'em non è il mio giocattolino, non mi hai sentito parlare tecnicamente come amano fare altri, ci si confrontava tutto qua.

Sono pienamente d'accordo sulla spettacolarità, che è uno dei motivi che sta facendo affermare rapidamente questa variante di poker. L'altra è sicuramente il sogno di ogni giocatore che è quello di sbancare un casinò e diventare milionario con due carte baciate... Così come concordo sul fatto che ci giochino cani e porci, ma questo è figlio della pubblicità e della televisione.
Imho su tutto il resto non sono d'accordo, ho giocato a draw per tanti anni e costantemente e ti assicuro che il fatto che il poker "all'italiana" sia chiamato d'azzardo calza a pennello: vince chi ha più soldi e meno rispetto per il denaro. La componente fortuna è decisamente superiore - non sono io a dirlo - perchè se nell'hold'em vince chi difende meglio il proprio punto, nel poker all'italiana vince sempre chi ha il punto più alto. Il bluff è decisamente più rischioso e folle, sopratutto quando non hai milioni di lire/euro da investire.
Tra l'altro le tue "considerazioni personali" sono decisamente errate, non sono io a dirlo ma la tecnica e le regole dei due giochi. Nel draw conta esclusivamente il proprio punteggio, avendo tutte le carte coperte non puoi fare alcuna considerazione sugli avversari se non sui comportamente psicologici, impossibili da dedurre se non live. La differenza netta con l'hold'em è che avendo ognuno 2 carte e 5 carte scoperte l'elemento aleatorio è decisamente più basso.

Se uno vuole veramente imparare a giocare a poker dovrebbe passare prima dall'omaha, poi dal razz e dal draw e poi passare al hold'em. Questo è il percorso del migliore giocatore ottenibile perchè sopratutto le prime due varianti aiutano - e non poco - l'elasticità mentale ed aiutano a creare un giocatore imprevedibile.

Poi il mondo è bello perchè è vario ed ognuno ha la libertà di preferire quello che vuole, ciò non toglie che le tue considerazioni siano palesemente errate.

E scusa se non sono simpatico, prenditela con mia mamma.


Ragassi vi faccio delle domandine

Tempo fa in libreria uscì un bellissimo e completo libro del poker, che spiegava in maniera completa ed esaustiva tutte le varianti del poker ed insegnava i primi rudimenti della statistica applicata al poker, che altro non è che uno degli elementi fondamentali per fare uscire un pokerista dalla media.

On line ti suggerirei assopoker: Strategie Poker, trucchi e strategie (http://www.assopoker.com/strategie-di-poker)

e un glossario completo su pokernews: Dizionario del Poker? Glossario e Lista dei Termini | PokerNews (http://it.pokernews.com/poker-termini/)

Su quest'ultimo io non mi soffermerei troppo, odio i tecnicismi. E' una cosa tipica degli italiani, imparare il lessico e tralasciare il gioco :asd:

graul
01-01-2011, 16.39.52
1 - l'OT diciamo che non c'entra una mazza, non ci conosciamo e mi pare evitabile dare giudizi personale. Fatto stà che tu hai esordito nel topic facendo una sparata decisamente poco utile alla causa. Se era una scusa per dare contro di me allora libero di farlo
Ma perché devo dare contro di te, scusa? :| Che mi avresti fatto?
Sono entrato in un thread sulla texana pieno di appassionati e ho scritto che mi fa schifo con aria circospetta. :D Perché devi sempre pensare che ce l'abbiano tutti con te?

Imho su tutto il resto non sono d'accordo, ho giocato a draw per tanti anni e costantemente e ti assicuro che il fatto che il poker "all'italiana" sia chiamato d'azzardo calza a pennello: vince chi ha più soldi e meno rispetto per il denaro. La componente fortuna è decisamente superiore - non sono io a dirlo - perchè se nell'hold'em vince chi difende meglio il proprio punto, nel poker all'italiana vince sempre chi ha il punto più alto. Il bluff è decisamente più rischioso e folle, sopratutto quando non hai milioni di lire/euro da investire.
Tra l'altro le tue "considerazioni personali" sono decisamente errate, non sono io a dirlo ma la tecnica e le regole dei due giochi. Nel draw conta esclusivamente il proprio punteggio, avendo tutte le carte coperte non puoi fare alcuna considerazione sugli avversari se non sui comportamente psicologici, impossibili da dedurre se non live. La differenza netta con l'hold'em è che avendo ognuno 2 carte e 5 carte scoperte l'elemento aleatorio è decisamente più basso.

Se uno vuole veramente imparare a giocare a poker dovrebbe passare prima dall'omaha, poi dal razz e dal draw e poi passare al hold'em. Questo è il percorso del migliore giocatore ottenibile perchè sopratutto le prime due varianti aiutano - e non poco - l'elasticità mentale ed aiutano a creare un giocatore imprevedibile.

Poi il mondo è bello perchè è vario ed ognuno ha la libertà di preferire quello che vuole, ciò non toglie che le tue considerazioni siano palesemente errate.
Considerazioni errate un par di ciufoli, scusami. :asd:
L'italiana è tutto un bluff, molto più della texana, e puoi vincere piatti di milioni (di lire :asd: ) senza mai vedere nemmeno una carta scoperta.
Probabilmente parlo io da fanboy, nel senso che quando giocavo io tutto questo amore per la texana non c'era, anzi, era addirittura vituperato dai giocatori professionisti delle nostre parti; era universalmente noto come il poker caciarone, da cafoni. Campanilismo? Può darsi, ma non si può negare che adesso goda di più successo solo perché i media ce lo propinano in tutte le salse e questo, più ancora che per l'indubbia spettacolarità, perché maggiormente si presta a essere ripreso e trasmesso, cosa che con il draw non si può fare, o si può fare con risultati decisamente meno scenici.
Quello che intendo per componente fortuna è che la texana, così come altri giochi a carte comunitarie, prevede delle possibilità in cui la vittoria è data completamente al caso, cosa che nel cinque carte coperte non capita praticamente mai.
A livello tenico, la texana è un gioco completamente diverso dall'italiana principalmente perché è un gioco sì di nervi come e più del draw, dove non devi farti partire l'embolo, ma è un gioco che punta molto sulla statistica. L'italiana è un gioco psicologico. Io sono un inguaribile umanista, quindi giocare a un gioco con più matematica che fantasia mi affascina meno, ma è questione di gusti. :D
C'è però da dire che l'italiana è un gioco d'azzardo, ma si azzarda sul punto che hai in mano o, meglio ancora, su quello che riesci a far credere di avere. Vince sempre il chip leader? E chi l'ha detto? Anzitutto, per diventare chip leader in un torneo serio, te lo devi guadagnare: non esistono poveri e ricchi a poker, si parte tutti con lo stesso chip count. Secondo poi, non sono infrequenti stravolgimenti di fronte al tavolo per cui chi era in mutande poco prima riesce a rientrare in corsa e a vincere poco dopo: semplicemente, la manovra è molto più legata alla capacità e ai nervi del giocatore che non alla mera sorte. E poi perdere all'inizio può essere anche una tecnica a italiana, a texana no, al più c'è lo slow play.
E' chiaro, nella texana questi stravolgimenti sono molto più frequenti, ma proprio perché è uno schema di gioco che prevede colpi di coda fortunosi che nell'italiana non ci sono.
Giocarsi in due l'all in al preflop è ridicolo ed è una variante che solo il poker a carte comunitarie prevede: due giocatori che puntano tutto o quasi solo sulla base delle due carte personali, le scoprono, si alzano in piedi e poi Dio vede: tanto vale infilare una pallottola in un tamburo da sei e spararsi sui genitali finché non schizzano gonadi sulle pareti. :|
Questo intendo io quando dico che è un gioco dove la componente fortuna conta molto di più, nel senso che la texana prevede casi in cui si gioca compleatamente al buio, confidando nelle cinque carte che seguono.
L'italiana non ha queste situazioni da roulette russa. Certo, sono probabilmente ciò che rende più spettacolare questa variante e che ne favoriscono la diffusione, ma danno troppe occasioni ai pivelli di andare avanti.
Questione di gusti, eh, ma nella texana si vedono scene in cui un pollo cade in un trabocchetto puerile, serve l'all in a uno slow player che magari è pure chip leader e che non aspettava altro che fargli inchiodare la bara con le sue stesse mani e poi si salva perché le cinque carte scoperte fanno punto di per loro, escludendo le due coperte dei contendenti, con conseguente spartizione del piatto. :| No, ma scherziamo? Cioé, quello è pollo e non solo si salva, ma magari ci guadagna pure perché altri due o tre li avevano seguiti nei raise iniziali e il piatto era considerevole? Con cinque carte che gli sono state messe lì dal croupier e che non aveva nemmeno preso in considerazione quando aveva puntato la casa, la macchina e la moglie! :asd:
Ecco, magari non sono stato chiaro nel post precedente quando parlavo di componente fortuna, ma era esattamente questo che intendevo. Riconosco che la texana, l'ho già detto, è un gioco di abilità, strategia e tattica in cui alla lunga i campioni si dintinguono, ma ciò non toglie che vincere a caso, magari dopo aver demeritato, è una cosa che all'italiana non succederà mai mentre a texana capita.
Poi, oh, magari a uno piace il brivido di poter perdere contro un niubbo dell'ultima ora. A me no. :D Voglio perdere contro uno più bravo di me, o magari bravo uguale ma con un po' di fortuna in più. Il pollo è pollo e non deve vincere. :nono2:
In un torneo di italiana, agli ultimi tavoli la differenza di tecnica tra i giocatori è minima, non capitano praticamente mai outsider. Il resto, sì, lo fa la fortuna.

E scusa se non sono simpatico, prenditela con mia mamma.
"Lascia sta' pora mamma..." [cit] :birra:

Boe.
01-01-2011, 17.18.18
Già. L'unica cosa che hanno capito tutti è che sei una pasqua d'uomo. :sisi:

[QUOTE=graul;8483659]Ma perché devo dare contro di te, scusa? :| Che mi avresti fatto?:

Questo era un complimento allora...



L'italiana è tutto un bluff, molto più della texana, e puoi vincere piatti di milioni (di lire :asd: ) senza mai vedere nemmeno una carta scoperta.

Il che toglie ogni genere di spettacolarità a chi guarda e rende campione chi sa bluffare meglio e non il giocatore più bravo..


Quello che intendo per componente fortuna è che la texana, così come altri giochi a carte comunitarie, prevede delle possibilità in cui la vittoria è data completamente al caso, cosa che nel cinque carte coperte non capita praticamente mai.
Lo stesso che ho detto io, nel draw vince "sempre" il punto più alto, raramente hai margini di bluff. Sopratutto visto che parli da inguaribile nostalgico avrai giocato come me all'italiana libera, senza tetto di puntate dove magari un folle apriva il portafoglio o metteva le chiavi della macchina. Dove starebbe la bravura in tutto ciò? Nel vecchio draw vinceva esclusivamente chi ce l'aveva più lungo stop.


L'italiana è un gioco psicologico. Io sono un inguaribile umanista, quindi giocare a un gioco con più matematica che fantasia mi affascina meno, ma è questione di gusti. :D
Ecco questa è la vera risposta, la psicologia contro la matematica, anche se in realtà la variante hold'em le ha entrambe..


C'è però da dire che l'italiana è un gioco d'azzardo, ma si azzarda sul punto che hai in mano o, meglio ancora, su quello che riesci a far credere di avere. Vince sempre il chip leader? E chi l'ha detto? Anzitutto, per diventare chip leader in un torneo serio, te lo devi guadagnare: non esistono poveri e ricchi a poker, si parte tutti con lo stesso chip count.
Qua ora parli a modalità torneo, logico che le cose siano differenti, ma il poker all'italiana non è un gioco nato da "torneo", ma mero azzardo senza limiti. E se sostieni il contrario stai bluffando :)


Giocarsi in due l'all in al preflop è ridicolo ed è una variante che solo il poker a carte comunitarie prevede: due giocatori che puntano tutto o quasi solo sulla base delle due carte personali, le scoprono, si alzano in piedi e poi Dio vede: tanto vale infilare una pallottola in un tamburo da sei e spararsi sui genitali finché non schizzano gonadi sulle pareti. :|

Si, il vero limite dell'hold'em è questo, ma alla lunga è una componente che si bilancia decisamente bene.


Questo intendo io quando dico che è un gioco dove la componente fortuna conta molto di più, nel senso che la texana prevede casi in cui si gioca compleatamente al buio, confidando nelle cinque carte che seguono. Litaliana non ha queste situazioni da roulette russa.

La fortuna è indispensabile in ogni gioco: dai dadi al risiko al monopoli allo scarabeo.. Non si chiamerebbe gioco altrimenti..


Ecco, magari non sono stato chiaro nel post precedente quando parlavo di componente fortuna, ma era esattamente questo che intendevo. Riconosco che la texana, l'ho già detto, è un gioco di abilità, strategia e tattica in cui alla lunga i campioni si dintinguono, ma ciò non toglie che vincere a caso, magari dopo aver demeritato, è una cosa che all'italiana non succederà mai mentre a texana capita.

Succede anche all'italiana, se giochi nelle poker room c'è sempre il discorso della lunghezza dell'uccello perchè nessuno pensa a vincere per la soddisfazione di battere l'avversario. Lo stesso discorso dell'inter che ha goduto per avere battuto il Mazembe..


Poi, oh, magari a uno piace il brivido di poter perdere contro un niubbo dell'ultima ora. A me no. :D Voglio perdere contro uno più bravo di me, o magari bravo uguale ma con un po' di fortuna in più. Il pollo è pollo e non deve vincere. :nono2:


Guarda i niubbi fanno brutta fine anche all'hold'em, oramai io mi ritrovo con giocatori del mio livello sapendo quando e dove trovarli. La domenica sera ad esempio il sunday night di ps alla seconda ora conta i niubbi sulle dita di una mano. Poi ovvio che ogni tanto qualche newbie vinca, ma è anche questo il bello, che magari al tavolo ti ritrovi il negreanu di turno e lo batti. Forse è un altro dei fattori dell'espansione dell'hold'em..

MarcoLaBestia
01-01-2011, 18.51.40
Pompose? Io ho cercato semplicemente di essere esaustivo rispondendo alla tua prima domanda, ......... non credo di avere fatto il saccente, visto che si parla per crescere e giocare meglio speravo servisse, ma cmq libero di giocare il tuo A9 e perdere i tornei, però dimmi dove giochi che un pò di soldi facili fanno sempre comodo :asd:

in ordine cronologico:



mano giocata in maniera pessima da te! Di che ti lamenti marco...


La sola parola che ti descrive è: CHICKEN!


e poi ti lamenti che ti sbranano al tavolo :asd:


è il segnale più grande di uno che sta pasturando per fare abboccare i pesci e tu ci sei cascato in pieno...


E poi ci si lamenta che il mondo è pieno di donk..


non merita di spendere nemmeno parola.


sei proprio un pollo!


meriteresti un analban senza lubrificazione..


Pazzesco..

e ultimo

però dimmi dove giochi che un pò di soldi facili fanno sempre comodo


devo dire ke dal tuo carattere sgorgano educazione ed eleganza. :asd:
un atteggiamento direi inglese. :asd:

se io avessi più del doppio degli anni ke ho e mi esprimessi in quel modo, di certo mi vergognerei.


ah ma no aspetta, tu sei l'unico pro di questo forum. :asd:

Di0
01-01-2011, 19.00.56
Ma solo io, da profano, trovo che la parlata di questi neoesperti del poker texas hold 'em con tavolo A9 in configurazione tre quattro in pair di fold, a confronto fa sembrare normali essere umani gli appassionati di Dungeons & Dragons? :asd:

Ghostkonrad
01-01-2011, 19.30.48
Per il capodanno mi sono fatto un bel pokerino (nel senso che per una volta ho vinto), un vero peccato che giocavamo simbolicamente a 50 cents a posta. :asd:
Io sono un giocatore molto cauto e conservativo (diciamolo, è perchè non sono bravo, ne mi ci appassiono granchè), quindi tendo a foldare parecchie mani; ho fatto giusto una sortita kamikaze a vedere l'all-in di un amico, con una bella mano di banane (i.e. nulla); bè, aveva banane anche lui, ma la carta più alta l'avevo io; culo.
Per converso, poi ho avuto una coppia d'assi servita, e mi sono ostinato a non foldarla anche quando avrei dovuto (4/5 di scala sul tavolo); fregato. Con una scala (dallo stesso di prima, aveva rilanciato di parecchio, ma speravo avesse banane di nuovo).
Molto stupido. Almeno avevo l'attenuante di stare su di fiches.

MarcoLaBestia
01-01-2011, 23.01.29
Ma solo io, da profano, trovo che la parlata di questi neoesperti del poker texas hold 'em con tavolo A9 in configurazione tre quattro in pair di fold, a confronto fa sembrare normali essere umani gli appassionati di Dungeons & Dragons? :asd:
sono d'accordo :D il pokerese come minimo suscita ilarità, ma alla fine è simpatico proprio per questo. Sono tutti concetti semplicissimi e traducibilissimi, però sarebbe un po' come tradurre computer in "computatore". :D

Tommy Paradise
01-01-2011, 23.13.24
Non mi avete ancora consigliato un buona poker room con una grafica almeno decente. :asd:

graul
02-01-2011, 01.08.49
Questo era un complimento allora...

Già. L'unica cosa che hanno capito tutti è che sei una pasqua d'uomo. :sisi:
Andiamo, Boe, adesso non dare il bambino. Vali più di così. T_T
Sai bene di essere uno degli utenti più scorbutici del forum; se sei scortese con chiunque, non ti impermalosire con chi anche piuttosto cordialmente te lo fa notare. :birra:

Il che toglie ogni genere di spettacolarità a chi guarda e rende campione chi sa bluffare meglio e non il giocatore più bravo..
Ah, beh, allora la divergenza sta qua: in che mondo i due concetti non coincidono, scusa? :| Il bluff è parte del gioco e chi bluffa bene è un gran giocatore.

Lo stesso che ho detto io, nel draw vince "sempre" il punto più alto, raramente hai margini di bluff.
Ma non è vero manco per niente, abbi bontà. :)
Posso parlare tranquillamente del mio stile di gioco per due motivi: non gioco quasi più e, comunque, non ci troveremo mai allo stesso tavolo.
Io bluffo spesso, quattro su dieci. E frequento giocatori che bluffano molto più di me e mi fanno sentire un bambino a riguardo. E a me pare evidente che l'italiana offra possibilità di bluff molto più elevate rispetto ai poker a carte comunitarie, dove comunque le statistiche ti possono remare contro.

Ecco questa è la vera risposta, la psicologia contro la matematica, anche se in realtà la variante hold'em le ha entrambe..
Sì, ma in percentuali molto diverse. Anche nell'italiana c'è statistica, ma rispetto alla texana è una componente ridicola. Viceversa per quanto riguarda la psicologia.
L'italiana è per gli attori. I grandi attori. La texana è più cinica. Per i grandi calcolatori.
Non è una critica, spiego i miei gusti.

Si, il vero limite dell'hold'em è questo, ma alla lunga è una componente che si bilancia decisamente bene.
[...]
Poi ovvio che ogni tanto qualche newbie vinca, ma è anche questo il bello, che magari al tavolo ti ritrovi il negreanu di turno e lo batti. Forse è un altro dei fattori dell'espansione dell'hold'em..
Ecco, questo non mi piace. Ma ancora una volta, gusti miei.
Ripeto, a italiana non può capitare che uno sbagli tutto, ma proprio tutto e riesca a guadagnarci per puro culo.
Questo è un aspetto della texana che non riesco a digerire. A te dà quel brivido in più. Gusti. :birra:

MarcoLaBestia
06-01-2011, 04.08.04
Dwan ha appena scucito 500.000$ a Ivey al cash game. :asd:

Ivey A 2
Dwan 6 7

community cards 3 4 5


dopo i rispettivi all-in in faccia, il commento del grande Phil allo showdown: "ah." :roll3:

billygoat
06-01-2011, 18.52.08
Dwan ha appena scucito 500.000$ a Ivey al cash game. :asd:


appena, è una cosa di eoni fa... :asd:

k9bIZEXdOhQ

Boe.
08-01-2011, 11.43.59
devo dire ke dal tuo carattere sgorgano educazione ed eleganza. :asd:
un atteggiamento direi inglese. :asd:

se io avessi più del doppio degli anni ke ho e mi esprimessi in quel modo, di certo mi vergognerei.

ah ma no aspetta, tu sei l'unico pro di questo forum. :asd:

Se provi a togliere tutti i vocaboli ordinari dallo Zingarelli e ci lasci solo le zozzerie diresti che è un vocabolario porno? Ma va a cagher, deconstestualizzare le frasi dal contesto lo fa Berlusconi per convincersi delle sue follie...

Cmq scusa hai perfettamente ragione: dovevo lodare la tua giocata corretta e di livello a noi incomprensibile. E' stata solo sfortuna la tua, lo sanno tutti che gli assi perdono sempre contro una coppia di nove... Ti rifarai al prossimo ept.. Ah già non ci hai mai partecipato...

Tommy Paradise
09-01-2011, 14.04.56
Ti rifarai al prossimo ept..

:roll3:

E intanto ieri sera su pokerstars ho distrutto 2 messicani :asd:

MarcoLaBestia
09-01-2011, 16.22.39
Cmq scusa hai perfettamente ragione: dovevo lodare la tua giocata corretta e di livello a noi incomprensibile. E' stata solo sfortuna la tua, lo sanno tutti che gli assi perdono sempre contro una coppia di nove... Ti rifarai al prossimo ept.. Ah già non ci hai mai partecipato...

non ho prescritto nulla, ho solo descritto: sei un pallone gonfiato. un pallone gonfiato pro. :asd:

Tommy Paradise
12-01-2011, 18.36.41
A parte il fatto che non mi avete ancora detto una buona poker room (con una bella grafica se possibile) :asd:

Ps
Everest fa PENA.

billygoat
12-01-2011, 19.06.44
te le abbiamo consigliate (per me pokerstars è ottima, seconda solo a full tilt a livello di chiarezza della lobby) se a te non piacciono mica devi prendertela con noi...

billygoat
19-01-2011, 18.38.19
Poker Home Games - Poker Club privati ? Poker online con gli amici (http://www.pokerstars.it/poker/home-games/)

sarebbe interessante fare un club tra di noi... che ne dite?

Boe.
19-01-2011, 19.06.28
ci sto sempre io :D

billygoat
19-01-2011, 19.20.45
sì, ma bisogna raccogliere almeno una decina di persone se no se continuiamo a fare HU io e te dopo un po' ci rompiamo anche i maroni.

con un mio amico abbiamo già creato un club per noi e ci sono strutture davvero bello... si può scegliere: buy in da 50 centesimi a 20 euro, stack da 1500 a 5000 chips, livelli da 3 a 20 minuti, ITM da winner takes all al 20% dei giocatori, normale, rebuy o shootout, 9 handed, 6 max o heads-up. rake equivalente al sit di pari buy in. e inoltre si possono scegliere tutte le varianti del poker...

per ora è solo in modalità torneo o cash con soldi finti... in futuro dovrebbe arrivare anche il cash con soldi reali.

Dr_Gonzo
19-01-2011, 19.52.57
Io ci sto. :metal:

billygoat
19-01-2011, 20.20.46
io ho creato il club del multi, poi vediamo che succede.

ID club: 112396
codice invito: + hold'em per tutti

iscrivetevi a moltitudini! :metal:

MarcoLaBestia
19-01-2011, 21.39.43
arrivo. sarebbe bello anke dal vivo :D

potrò giocare più stabilmente quando avrò finito la sessione di esami (circa metà febbraio) viaggi scemi last minute permettendo.

Boe.
20-01-2011, 10.52.48
Ma sopratutto quanto è il rake? Giusto per sapere quanto si regala.. :)

billygoat
20-01-2011, 12.27.40
inferiore a quello dei sit normali. ad esempio per un sit d 10 euro contro tutti il rake è di 1.20 euro, per l'home game di 1.08.

Tommy Paradise
21-01-2011, 18.03.36
Se giocate a soldi finti e se vi serve un uomo, ecchime. :D

Boe.
21-01-2011, 18.49.49
se giocate a finocchi finti e vi serve fintamente il mio sedere eccomi :D

No dai giocare a soldi finti non si può proprio...

Dezz1911
22-04-2011, 23.35.51
Graul ha detto una marea di minchiate, perché evidentemente non sa di cosa parla. Questo lo dico nella più totale tranquillità. :|


Ho letto quella mano tratteggiata da un utente. Beh, dalla descrizione non si capisce niente; comunque, meglio evitare i tavoli da 10, i 6-max normal a mio giudizio sono i migliori per divertirsi giocando (altra cosa è se uno vuole grindare ma non mi sembra proprio il caso :asd:). Quella serie infinita di limp mi fa pensare a un tavolo dal BI da 1 euro al massimo. Deduco che fossero le fasi iniziali del sit, ergo si folda tutto tranne le monster. Almeno ai primi 2/3 livelli. Quello che perdere chips è molto più dannoso che vincerle. Chiaramente non è l'unica strategia, ma spessissimo la più profittevole.
A9 è una mano buona da late position per aprire il gioco, perde di valore in early, da foldare se preceduti da un raise, buona per isolare un limper ma in quel caso da foldare easy, ammesso che gli stack fossero tutti più o meno integri per tutti e deep data la fase iniziale supposta.
Overlimpare non è vergognoso, altrettanto non si può dire per l'open limp. Solo, se si vuole giocare con carte facilmente dominabili, bisogna saper foldare anche una top piar (la top pair non è il nuts assoluto! :asd:).

E, ancora, ammettendo che il giocatore che aveva A9 fosse stato short, ancora peggio il limp preflop, easy fold e aspettiamo uno spot migliore per pushare.


Ora mi iscrivo al Club, sperando di suonarvele alla prima occasione. :asd:

Edit.

Ma siete solo in 3 iscritti. :roll3: