PDA

Visualizza versione completa : Berlusconi bestemmiatore



gaz_berserk.
02-10-2010, 12.25.16
YouTube - Berlusconi bestemmia in una barzelletta su Rosy Bindi (http://www.youtube.com/watch?v=654gzZuw-zc&feature=player_embedded)

non so se avete visto il video :asd:

che ne pensate?

Mach 1
02-10-2010, 12.39.31
misogino, cafone, ipocrita, puttaniere, intrallazzatore e arraffone: sempre più convinto che lui per questo paese sia l'uomo del destino.

Andreas
02-10-2010, 12.39.31
Che la barzelletta è old. :)

Akubo
02-10-2010, 12.48.40
misogino, cafone, ipocrita, puttaniere, intrallazzatore e arraffone: sempre più convinto che lui per questo paese sia l'uomo del destino.

Non avrei saputo parlare meglio.

Daniel_san
02-10-2010, 13.00.33
misogino, cafone, ipocrita, puttaniere, intrallazzatore e arraffone: sempre più convinto che lui per questo paese sia l'uomo del destino.

http://www.glogster.com/media/1/2/87/53/2875372.jpg

:sisi:

Ape_Africanizzata
02-10-2010, 13.03.24
Battuta meravigliosa e raccontata benissimo. E chiunque dica che è una barzelletta sessista è un bigotto, e niente altro.
Fa ridere come in questo paese si può essere allo stesso tempo liberali & intolleranti a corrente alternata

Cjastron67
02-10-2010, 13.09.58
La barzelletta è proprio carina altro che balle :asd:

kenciro36
02-10-2010, 13.26.54
grande battuta :asd:

ma sopratutto grandi i moralizzatori.

Continuate così che il paese ha bisogno di voi.

Elrond.
02-10-2010, 13.58.00
In teoria sarei anche d'accordo con Ape. In pratica trovo le battute sull'aspetto fisico di una donna (o di un uomo, per quanto mi concerne) davvero poco eleganti. Inoltre non è la prima volta a proposito della Bindi: un'altra volta, lo ricorderete, gliene ha detta una in faccia (be', erano in collegamento video).
Fra le battute sulla Bindi e le ministre-soubrette, non si può liquidare il tutto con 'è una bella battuta' (ché poi non mi pare proprio 'sto grande esempio di comicità). E' la battuta propria di una matrice culturale del cazzo, oltre che personalmente offensiva. Che dire... buon per voi se vi piace.

Ape_Africanizzata
02-10-2010, 14.08.36
Elrond, che Berlusconi abbia cattivo gusto direi che ci sta, che la battuta sia sessista, così come avrebbe dovuto esserlo la battuta "siete più bella che intelligente", secondo me è esagerato.
Sono due battute - semplicemente - di cattivo gusto, la seconda molto più dell'altra anche perchè detta in una veste pubblica

In generale mi da molto fastidio che i primi a strumentalizzare l'accaduto accusandolo di sessismo siano stati i giornalisti di Repubblica che, non contenti di avergli regalato una impennata nei consensi con la storia di noemi letizia e delle dieci domande ( dio mio!), evidentemente non hanno perso il vizietto di fare battaglie civili per grandi stronzate

Onim4ru
02-10-2010, 14.16.32
Nessuna questione morale. Solo di stile.

Lufia
02-10-2010, 14.17.25
Che la barzelletta è old. :)

Infatti.
A quelli che la giudicano una bella battuta: ma davvero non l'avevate mai sentita prima?
Personalmente non mi scandalizzo per l'"orco", vengo dall'alto vicentino e certi intercalari sono all'ordine del giorno (o del minuto :P).
Non capisco due cose: l'accanimento contro Rosy Bindi e la risata repentina del pubblico presente.

graul
02-10-2010, 14.18.08
Beh, fa parte del modo di fare politica ridicolizzando l'avversario.
Va dalla barzelletta semi innocente alla campagna diffamatoria. Preso come episodio isolato può anche far sorridere, ma calato nel nostro contesto fa grande tristezza.

Ape_Africanizzata
02-10-2010, 14.21.53
Lufia, ti giuro che non l'avevo mai sentita prima :D
Detta da un sardo non renderebbe

Mach 1
02-10-2010, 14.33.30
come dicevo è l'uomo del destino per questo paese. Non c'è più morale. Non c'è più senso della misura. Nulla più è motivo di scandalo o di biasimo.
Ormai se una persona si scandalizza perchè "la massima carica di governo nonchè rappresentante di questo paese" è l'antitesi di se stesso, perchè prima fa il difensore dei valori della famiglia, poi divorzia e abortisce, poi bacia la mano del papa e poi si prende la comunione e infine racconta barzellette sessiste con bestemmie, allora quella persona diventa lui il bigotto. Siamo rappresentati da una macchietta e alla gente sta bene. Siamo rappresentati da uno il cui mestiere è fare promesse e non mantenerle, sbandierare valori di cui non è portatore, e alla gente sta bene. Dopodichè la gente scende in piazza perchè il paese va a puttane. le persone ceh hanno permesso a questo sistema di proliferare fino a diventare una metastasi si meritano questo sistema e si meritano di essere prese a manganellate ogni volta che aprono bocca per lamentarsene. E ora tutti a la sai l'ultima che Silvio ci spiega come mai in una gara di corsa sulla neve un Ebreo viene battuto da un negro.

Daniel_san
02-10-2010, 14.46.35
Quella battuta è vecchia come il cucco! :sisi:

Akubo
02-10-2010, 14.48.37
Mach, è deciso, ti eleggo a mio portavoce ufficiale.

Lord_Vetinari
02-10-2010, 14.49.26
Come ho già detto di la, oltre che grezzo è sfigato, per una volta che non dice boiate da un microfono c'è il telefonino con telecamera.

Quello che non capisco è cosa deve fare quest'uomo perché certa gente dica "ha sbagliato". Rubare no, corrompere nemmeno, manco bestemmiare, trombare gente legalmente non trombabile, usare volgarità assortite, pisciare regolarmente fuori dalla tazza e dire falsità. Onestamente a parte l'omicidio non mi viene in mente più nulla da inserire nella lista.

M_Armani
02-10-2010, 14.49.58
Elrond, che Berlusconi abbia cattivo gusto direi che ci sta, che la battuta sia sessista, così come avrebbe dovuto esserlo la battuta "siete più bella che intelligente", secondo me è esagerato.
Sono due battute - semplicemente - di cattivo gusto, la seconda molto più dell'altra anche perchè detta in una veste pubblica

In generale mi da molto fastidio che i primi a strumentalizzare l'accaduto accusandolo di sessismo siano stati i giornalisti di Repubblica che, non contenti di avergli regalato una impennata nei consensi con la storia di noemi letizia e delle dieci domande ( dio mio!), evidentemente non hanno perso il vizietto di fare battaglie civili per grandi stronzate

mi stupisco che persone dedite al pragmatismo e all'obiettività non capiscano che l'ultimo giornale semi indipendente in qualche modo deve vendere qualche copia e sopravvivere e il modo più facile per vendere copie è bersagliare un presidente del consiglio che è solo un feticcio identitario. Cioè certe tecniche sono ovvie e comprensibili per IL GOVERNO e per QUATTRO QUOTIDIANI che fanno pure finta di fare indagini serie....ma quando lo fa qualcun altro in modo esplicito allora uuuuuuuuuu....uuuuu scandaloooo

E morale la fava. Io non guadagno miliardi, non sono un prete, non mi faccio eleggere raccontando a uno che mi piace la gnocca e all'altro che mi piace la famiglia, non ho stretto patti con la chiesa, con la lega, con Fini, non ho permesso a gentaglia di arricchirsi con gli appalti e non rido perchè non sono rilassato ma perchè trovo l'apprezzamento italico per le battute di questo genere una roba da vanzina.
E' ovvio che la bestemmia sia un pretesto. Me lo devi venire a dire tu?
Ma io ancora mi chiedo come cazzo giustificare robe del genere perchè repubblica fa la finta morale e la sinistra non esiste.
MA CHI CAZZO SE NE FREGA DI REPUBBLICA E DELLA SINISTRA.
Le giustificazioni universali di chi deve andare contro a chi va contro.
E magari lo chiama destra liberale o obiettività.

stan
02-10-2010, 14.50.45
come dicevo è l'uomo del destino per questo paese. Non c'è più morale. Non c'è più senso della misura. Nulla più è motivo di scandalo o di biasimo.
Ormai se una persona si scandalizza perchè "la massima carica di governo nonchè rappresentante di questo paese" è l'antitesi di se stesso, perchè prima fa il difensore dei valori della famiglia, poi divorzia e abortisce, poi bacia la mano del papa e poi si prende la comunione e infine racconta barzellette sessiste con bestemmie, allora quella persona diventa lui il bigotto. Siamo rappresentati da una macchietta e alla gente sta bene. Siamo rappresentati da uno il cui mestiere è fare promesse e non mantenerle, sbandierare valori di cui non è portatore, e alla gente sta bene. Dopodichè la gente scende in piazza perchè il paese va a puttane. le persone ceh hanno permesso a questo sistema di proliferare fino a diventare una metastasi si meritano questo sistema e si meritano di essere prese a manganellate ogni volta che aprono bocca per lamentarsene. E ora tutti a la sai l'ultima che Silvio ci spiega come mai in una gara di corsa sulla neve un Ebreo viene battuto da un negro.

Ecco.

Ape_Africanizzata
02-10-2010, 15.19.27
come dicevo è l'uomo del destino per questo paese. Non c'è più morale. Non c'è più senso della misura. Nulla più è motivo di scandalo o di biasimo.
Ormai se una persona si scandalizza perchè "la massima carica di governo nonchè rappresentante di questo paese" è l'antitesi di se stesso, perchè prima fa il difensore dei valori della famiglia, poi divorzia e abortisce, poi bacia la mano del papa e poi si prende la comunione e infine racconta barzellette sessiste con bestemmie, allora quella persona diventa lui il bigotto. Siamo rappresentati da una macchietta e alla gente sta bene. Siamo rappresentati da uno il cui mestiere è fare promesse e non mantenerle, sbandierare valori di cui non è portatore, e alla gente sta bene. Dopodichè la gente scende in piazza perchè il paese va a puttane. le persone ceh hanno permesso a questo sistema di proliferare fino a diventare una metastasi si meritano questo sistema e si meritano di essere prese a manganellate ogni volta che aprono bocca per lamentarsene. E ora tutti a la sai l'ultima che Silvio ci spiega come mai in una gara di corsa sulla neve un Ebreo viene battuto da un negro.


Il problema è: la barzelletta non è sessista e la bestemmia è stata detta in un contesto "privato". Ma in ogni caso non è decisamente una cosa per cui scandalizzarsi, la morale dell' italiano medio è quella ed è così da molto prima dell' esistenza di berlusconi. Tra le tante cose di cui scandalizzarsi fatte da Berlusconi questa sarà al millesimo posto
E comunque sì, dire che quella barzelletta è sessista è bigottismo puro

Nisroch
02-10-2010, 15.24.34
Non c'è più morale. Non c'è più senso della misura. Nulla più è motivo di scandalo o di biasimo.
...e queste sono solo le buone notizie!:roll3:

Giggio93
02-10-2010, 15.25.47
Ma vi pare un giustificativo che la battuta sia divertente ? :asd:

cazzo ma siete veramente il ridicolo fatto a persona.
Quella battuta la facevo io con modalità diverse negli spogliatoi alle medie, ed era divertente, ovvio, ma non la utilizzavo per prendere per il culo qualcuno, e non mi sono mai fatto portavoce dei valori della cristianità.
Ma sopratutto, io non sono il presidente, sono un ragazzino, e certe cose posso permettermele.
Quell'uomo un giorno bacia l'anello vescovile puntando la sua campagna elettorale sui valori della famiglia, ed il giorno dopo bestemmia per battuta.
E non è un discorso moralista eh, non sto a fare il pippone perchè è una battuta di "basso stile",o perchè ha utilizzato un battuta normale per insultare la Bindi, e addirittura non me ne frega della bestemmia, perchè che Silvio Berlusconi sia un cabarettista senza stile ci sta, così come ci sta che sia un cialtrone che salta di palo in frasca ad esigenza.
Ma voi come cazzo fate a giustificarlo?
Ma dico, neanche di fronte alle ovvietà più assolute.

"E' una bella battuta"

aplo
02-10-2010, 15.28.15
La Barzelletta fa ridere, anche se è vecchia quanto il Berlusca.
Ma la frase "lei è sempre piu bella che intelligente" non è una battuta è un offesa in chiaro, per quanto aritcolata, battuta un paio di coglioni.
Tanto è vero che anche Vespa che ha i calippi in freezer, fatti a immagine e somiglianza di silvio, si è subito stizzito come l'ha sentita.

Cya

Ape_Africanizzata
02-10-2010, 15.30.16
mi stupisco che persone dedite al pragmatismo e all'obiettività non capiscano che l'ultimo giornale semi indipendente in qualche modo deve vendere qualche copia e sopravvivere e il modo più facile per vendere copie è bersagliare un presidente del consiglio che è solo un feticcio identitario. Cioè certe tecniche sono ovvie e comprensibili per IL GOVERNO e per QUATTRO QUOTIDIANI che fanno pure finta di fare indagini serie....ma quando lo fa qualcun altro in modo esplicito allora uuuuuuuuuu....uuuuu scandaloooo

1) Non è semi-indipendente, è il giornale di de Benedetti. Berlusconi sta a Paperone così come CdB sta a Rockerduck. E' normale che trovino ogni mezzo per sputtanare Berlusconi ma quanto questo va oltre i suoi demeriti oggettivi allora lo sputtanamento si ritorce contro. Esempio? Le dieci domande sulla presunta relazione amorosa tra B e noemi letizia :(

2) I giornali del presidente del governo fanno quello di mestiere. Se un giornale che dice di essere liberale attacca il presidente del consiglio su un piano moralistico e lo fa in maniera pretestuosa e funzionale alla miglior vendibilità, perdonabi, sarà una strategia coerente in termini di marketing, ma l'informazione e la qualità del dibattito politico pubblico ne risentono ulteriormente


E morale la fava. Io non guadagno miliardi, non sono un prete, non mi faccio eleggere raccontando a uno che mi piace la gnocca e all'altro che mi piace la famiglia, non ho stretto patti con la chiesa, con la lega, con Fini, non ho permesso a gentaglia di arricchirsi con gli appalti e non rido perchè non sono rilassato ma perchè trovo l'apprezzamento italico per le battute di questo genere una roba da vanzina.
E' ovvio che la bestemmia sia un pretesto. Me lo devi venire a dire tu?
Ma io ancora mi chiedo come cazzo giustificare robe del genere perchè repubblica fa la finta morale e la sinistra non esiste.
MA CHI CAZZO SE NE FREGA DI REPUBBLICA E DELLA SINISTRA.
Le giustificazioni universali di chi deve andare contro a chi va contro.
E magari lo chiama destra liberale o obiettività.

Non lo giustifico, ma c'è sempre un modo nelle cose. Una cosa è dire che è cattivo gusto, una cosa è dire che la battuta è sessista: chissà che magari non ne esca fuori qualche altra ridicola campagna politica come quella del "io sono una donna non a disposizione del premier": bisognerebbe concentrare gli sforzi su altro, io del gossip su berlusconi mi sono francamente rotto i coglioni

Onim4ru
02-10-2010, 15.34.10
dopo il presidente operaio, ora anche il presidente oste :metal:

*Lorenzo*
02-10-2010, 15.39.17
Ok, lo ammetto. E' la prima volta che rido ad una barzelletta di B. Sarà olderrima, ma non l'avevo mai sentita. E mi ha fatto ridere.

Pessimo gusto? Battuta sessita? Magari questa fosse la cosa peggiore detta o fatta da B.


Quello che non capisco è cosa deve fare quest'uomo perché certa gente dica "ha sbagliato". Rubare no, corrompere nemmeno, manco bestemmiare, trombare gente legalmente non trombabile, usare volgarità assortite, pisciare regolarmente fuori dalla tazza e dire falsità. Onestamente a parte l'omicidio non mi viene in mente più nulla da inserire nella lista.

Ecco, questo.
Davvero, deve ammazzare qualcuno di suo pugno perché gli italiani capiscano che elemento hanno messo al potere?
E mentre lui lo mette in culo a tutti, cosa fanno gli italiani? Non lo votano più e lui se ne torna a casa scornato, come succederebbe in un qualsiasi altro stato? No, la migliore cosa che sanno fare è starnazzare indignati per qualche sua barzelletta da osteria... :rolleyes:

Ape_Africanizzata
02-10-2010, 15.42.04
Ma vi pare un giustificativo che la battuta sia divertente ? :asd:

cazzo ma siete veramente il ridicolo fatto a persona.
Quella battuta la facevo io con modalità diverse negli spogliatoi alle medie, ed era divertente, ovvio, ma non la utilizzavo per prendere per il culo qualcuno, e non mi sono mai fatto portavoce dei valori della cristianità.
Ma sopratutto, io non sono il presidente, sono un ragazzino, e certe cose posso permettermele.
Quell'uomo un giorno bacia l'anello vescovile puntando la sua campagna elettorale sui valori della famiglia, ed il giorno dopo bestemmia per battuta.
E non è un discorso moralista eh, non sto a fare il pippone perchè è una battuta di "basso stile",o perchè ha utilizzato un battuta normale per insultare la Bindia, e addirittura non me ne frega della bestemmia, perchè che Silvio Berlusconi sia un cabarettista senza stile ci sta, così come ci sta che sia un cialtrone che salta di palo in frasca ad esigenza.
Ma voi come cazzo fate a giustificarlo?
Ma dico, neanche di fronte alle ovvietà più assolute.

"E' una bella battuta"

Vorrei farti notare che mentre ci si scandalizza per queste stronzate, che attengono al carattere di una persona, nello stesso giorno ha detto che l' ANM è una associazione a delinquere. Ma ammetto che una battuta su Rosi Bindi sia sessista e pericolosa per la democrazia

Ape_Africanizzata
02-10-2010, 15.45.26
Molto semplicemente, scandalizzarsi per una battuta di Berlusconi è come contestare a Stalin di essere poco socievole e un po' paranoico. Sono critiche completamente fuori bersaglio, secondo me.

Kewell18
02-10-2010, 16.02.30
Ma vi pare un giustificativo che la battuta sia divertente ? :asd:

cazzo ma siete veramente il ridicolo fatto a persona.
Quella battuta la facevo io con modalità diverse negli spogliatoi alle medie, ed era divertente, ovvio, ma non la utilizzavo per prendere per il culo qualcuno, e non mi sono mai fatto portavoce dei valori della cristianità.
Ma sopratutto, io non sono il presidente, sono un ragazzino, e certe cose posso permettermele.
Quell'uomo un giorno bacia l'anello vescovile puntando la sua campagna elettorale sui valori della famiglia, ed il giorno dopo bestemmia per battuta.
E non è un discorso moralista eh, non sto a fare il pippone perchè è una battuta di "basso stile",o perchè ha utilizzato un battuta normale per insultare la Bindia, e addirittura non me ne frega della bestemmia, perchè che Silvio Berlusconi sia un cabarettista senza stile ci sta, così come ci sta che sia un cialtrone che salta di palo in frasca ad esigenza.
Ma voi come cazzo fate a giustificarlo?
Ma dico, neanche di fronte alle ovvietà più assolute.

"E' una bella battuta"

Standing ovation...

Gigggi, hai tutta la mia stima. Mia sorella è del 94, se vuoi te la presento...:asd:

A me non frega niente se la barzelletta sia di poco gusto o stupenda. Rimane una persona pubblica che deve mantenere un certo decoro.

Come dice Lord, mi chiedo quante e cosa debba ancora fare perchè la gente inizi a rendersi conto che persona è. Neanche con un omicidio in diretta tv basterebbe.

In questi giorni tra l'altro quel mafioso maledetto ne ha sparate molto più grosso di una bestemia:

"Ho convinto io gli Stati Uniti a stanziare 700 miliardi di dollari per salvare le banche. Sono stato io a fermare il conflitto tra Russia e Georgia". L'inceneritore di Acerra funziona benissimo. E la scuola? Risanata"

Cmq dalle prime dichiarazioni almeno i vescovi (che fino a un mese fa andavano a cena con lui da vespa) gli hanno dato addosso...era ora cazzo...capisco che non lo critichino se tromba una minorenne (:asd:), almeno adesso si lamentano dopo aver permesso ad una persona divorziata e frequentatrice di puttane di farsi bandiera del cattolicesimo...(vedi family day)

aplo
02-10-2010, 16.04.33
Adesso vediamo se sti 4 stronzi che gestiscono le trasmissioni continueranno a invitare il bestemmiatore, visto che fino ad oggi chi bestemmiava veniva bandito dalla TV per ANNI.
Tra le altre cose, non potrà concorrere al prossimo Grande Fratello :asd:

Cya

Mach 1
02-10-2010, 16.18.37
Il problema è: la barzelletta non è sessista e la bestemmia è stata detta in un contesto "privato". Ma in ogni caso non è decisamente una cosa per cui scandalizzarsi, la morale dell' italiano medio è quella ed è così da molto prima dell' esistenza di berlusconi. Tra le tante cose di cui scandalizzarsi fatte da Berlusconi questa sarà al millesimo posto
E comunque sì, dire che quella barzelletta è sessista è bigottismo puro

il problema non è la barzelletta, che può anche far ridere e di certo non mi scandalizza, il problema è la barzelletta in funzione del ruolo che colui che l'ha raccontata ricopre. Ma secondo te uno che PIGLIA PER IL CULO PERSINO IL PAPA, che prima gli bacia la mano e poi tira bestemmie, che prima si percuote il petto per i valori della famiglia e poi, sposato di seconde nozze, si fa beccare in giro con puttane e puttanelle senza un minimo di pudore ( comportamenti che ribadisco non mi scandalizzano in quanto tali ma mi scandalizzano in funzione del ruolo che il protagonista di tali comportamenti ricopre ) quanti problemi si fa a pigliare per il culo un elettore? E tu uno così lo vuoi a capo del tuo paese, a rappresentarti e a fare i tuoi interessi? Che la classe politica di questo paese sia una classe parassitaria l'abbiamo capito tutti. Ma che almeno lo facciano "con la consapevolezza di ciò che stanno facendo" e che quindi provino vergogna una volta scoperti. Qui abbiamo uno che ti prende per il culo, te lo dice in faccia e ne fa pure motivo di vanto.
è chiaro il nodo della situazione?

*Lorenzo*
02-10-2010, 16.44.05
Sia chiaro, io ho apprezzato la battuta presa come tale, e basta.

Che l'abbia detta il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, ormai, detta papale papale, non mi stupisce/scandalizza più per niente.

Mi scandalizza immensamente di piu il fatto che E' ANCORA LI AL SUO POSTO!

MaGiKLauDe
02-10-2010, 18.47.31
Il problema è: la barzelletta non è sessista e la bestemmia è stata detta in un contesto "privato". Ma in ogni caso non è decisamente una cosa per cui scandalizzarsi, la morale dell' italiano medio è quella ed è così da molto prima dell' esistenza di berlusconi. Tra le tante cose di cui scandalizzarsi fatte da Berlusconi questa sarà al millesimo posto
E comunque sì, dire che quella barzelletta è sessista è bigottismo puro
Per curiosità, mi citi qualcuna delle altre 999?
Perchè per non essere un berlusconiano hai un repertorio di giustificazioni per tutte le uscite che tu definisci marginali decisamente abbondante, mentre sulle questioni importanti rimbomba il tuo silenzio.

Ape_Africanizzata
02-10-2010, 19.00.45
Le prime che mi vengono in mente
1) Aver definito oggi l' anm una associazione a delinquere
2) l' aver abolito il falso in bilancio
3) la legge sulle rogatorie internazionali
4) la meravigliosa gestione del g8, prima , durante e dopo il suo svolgimento
5) la gestione del g8 alla maddalena e poi all' aquila
6) la gestione del terremoto all' aquila
7) l'aver imposto cappellacci in sardegna
8) l'aver permesso la candidatura di una escort
9) l' aver dato del kapò a martin shulz
10) il lodo alfano
11) il processo breve
12) le critiche a napolitano
13) le critiche alla corte costituzionale
14) le balle spaziali sulla gestione dei rifiuti
15) il ponte sullo stretto
16) La promozione della tav
17) I rapporti con "gli amici degli amici" del sud italia
18) I suoi rapporti con il padre di noemi letizia e con gli amici del padre di noemi letizia
19) L' incitamento all' evasione fiscale
20) Il decreto salva-eluana

Bastano?
Però immagino che una barzelletta detta in privato a 6 persone abbia un impatto sulla nostra democrazia molto maggiore di queste cose che ho elencato.
Se poi vogliamo mettere al centro della politica italiana il gossip facciamolo, ma a questo punto meglio leggersi una bella copia di Chi

The El-Dox
02-10-2010, 19.16.36
Non avrei saputo parlare meglio.

mi accodo. prima o poi salteremo bene in aria tutti.

MaGiKLauDe
02-10-2010, 19.21.01
Eppure tu stesso non hai potuto fare a meno di accusare l'utenza dell'OS di scarsa coerenza.
Mentre la barzelletta è una satira volgare e greve su un parlamentare (caso Luttazzi), si conclude con una bestemmia (valori cattolici inseriti nel programma elettorale) pronunciata a L'Aquila (dove di tempo per cazzeggiare ce n'è mentre la città è ancora interamente ridotta a macerie).
Il fatto che sia un corrotto, corruttore, evasore, colluso, mafioso e quant altro non vedo perchè dovrebbe risparmiargli critiche per l'ennesima cazzata. Se no ha ragione Mach, ormai ha fatto di tutto e per contestarlo dobbiamo aspettare che si scopi il cadavere di babbo natale da lui ucciso.

Kewell18
02-10-2010, 19.23.04
Le prime che mi vengono in mente
1) Aver definito oggi l' anm una associazione a delinquere
2) l' aver abolito il falso in bilancio
3) la legge sulle rogatorie internazionali
4) la meravigliosa gestione del g8, prima , durante e dopo il suo svolgimento
5) la gestione del g8 alla maddalena e poi all' aquila
6) la gestione del terremoto all' aquila
7) l'aver imposto cappellacci in sardegna
8) l'aver permesso la candidatura di una escort
9) l' aver dato del kapò a martin shulz
10) il lodo alfano
11) il processo breve
12) le critiche a napolitano
13) le critiche alla corte costituzionale
14) le balle spaziali sulla gestione dei rifiuti
15) il ponte sullo stretto
16) La promozione della tav
17) I rapporti con "gli amici degli amici" del sud italia
18) I suoi rapporti con il padre di noemi letizia e con gli amici del padre di noemi letizia
19) L' incitamento all' evasione fiscale
20) Il decreto salva-eluana


Non che abbia capito/seguito il discorso tra te e Magik, cmq, continuo l'elenco

21) aver rubato la casa ad una orfana
22) l'aver corrotto giudici, avvocati, guardie di finanza, presta nomi, magistrati, politici (Craxi su tutti), ecc...
23) il far parte di una setta massonica o come la vogliamo chiamare (anch'essa dedita alla corruzione)
24) le relazioni con le stragi dei primi anni 90
25) l'aver dato dell'abbronzato al primo presidente usa di colore
26) l'aver fatto le corna ad un meeting internazionale
27) "8) l'aver permesso la candidatura di una escort" una? mi sa un pò di più
28) le 64 società off-shore, tanto per essere sicuro di non pagare troppo le tasse
29) l'aver edificato con soldi della mafia un'intera città su terreni agricoli
30) l'aver distrutto la televisione pubblica
31) l'aver monipolato l'opinione pubblica
32) permettere ad alfonso signorini di esprimere idee in pubblico
33) l'aver definito "eroe" un mafioso
34) l'aver attaccato gente che denuncia la mafia come Saviano
35) la legge sulle intercetazioni

Sono sicuro che ce ne sono molte altre. Se qualcuno vuole continuare l'elenco.

Ape_Africanizzata
02-10-2010, 19.29.18
Eppure tu stesso non hai potuto fare a meno di accusare l'utenza dell'OS di scarsa coerenza.
Mentre la barzelletta è una satira volgare e greve su un parlamentare (caso Luttazzi), si conclude con una bestemmia (valori cattolici inseriti nel programma elettorale) pronunciata a L'Aquila (dove di tempo per cazzeggiare ce n'è mentre la città è ancora interamente ridotta a macerie).
Il fatto che sia un corrotto, corruttore, evasore, colluso, mafioso e quant altro non vedo perchè dovrebbe risparmiargli critiche per l'ennesima cazzata. Se no ha ragione Mach, ormai ha fatto di tutto e per contestarlo dobbiamo aspettare che si scopi il cadavere di un bimbo da lui ucciso.

Non ho capito cosa sia il caso Luttazzi
Comunque, non dico che non lo si possa criticare. Dico che fare una alzata di scudi per una cosa detta in privato, in veste privata ( per quanto possa essere privata la veste di un primo ministro ) e a telecamere spente, è eccessivo/fuori bersaglio
E la cosa peggiore è che su quelle che, nell' operato di Berlusconi, sono facezie, ci si è costruita sopra una campagna mediatica che, nell'intento dei creatori, doveva portare a far cadere il governo. L' avevo detto sul caso noemi letizia e lo ribadisco anche in questo: ma non è meglio fare campagna elettorale permanente e opposizione sulle cose importanti per il paese? O devo ancora rischiare che gente come Franceschini utilizzi , come cavallo di battaglia del PD alle europee, la frase "vorreste che Berlusconi fosse il padre dei vostri figli?"
Boh, è questo il problema del Berlusconismo: Berlusconi suscista emozioni talmente forti da travolgere qualsiasi discorso pubblico. Nell' ultimo anno abbiamo parlato più delle donne che ha provato a scopare che di tutte le altre cose oggettivamente più gravi che ha fatto o tentato di fare

Elendil_1
02-10-2010, 20.12.32
E la cosa peggiore è che su quelle che, nell' operato di Berlusconi, sono facezie, ci si è costruita sopra una campagna mediatica che, nell'intento dei creatori, doveva portare a far cadere il governo. L' avevo detto sul caso noemi letizia e lo ribadisco anche in questo: ma non è meglio fare campagna elettorale permanente e opposizione sulle cose importanti per il paese?

Beh, però è interessante che due post fa tu abbia elencato il caso noemi letizia tra le 20 cose gravi fatte da Berlusconi e per le quali si dovrebbe far levata di scudi piuttosto che per la barzelletta ed ora dici che è una facezia.
Insomma, va bene criticarlo purché sia su qualcos'altro?

DIAZE
02-10-2010, 20.13.47
mi accodo. prima o poi salteremo bene in aria tutti.

E siamo in tre! :asd:

Ape_Africanizzata
02-10-2010, 20.24.08
Beh, però è interessante che due post fa tu abbia elencato il caso noemi letizia tra le 20 cose gravi fatte da Berlusconi e per le quali si dovrebbe far levata di scudi piuttosto che per la barzelletta ed ora dici che è una facezia.
Insomma, va bene criticarlo purché sia su qualcos'altro?

Elendil sei di una tendenziosità che a volte mi fa ribrezzo.
E' una stronzata il fatto che si sia montato un polverone sulla notizia - mai confermata - che Berlusconi si sia fatto una minorenne, suffragata dalle prove inconfutabili (:roll3: ) che sia andato alla sua festa dei 18 anni.
E' una cosa grave che lo zio di quella minorenne fosse probabilmente un uomo del clan Bidognetti, che a quello che so è molto attivo nella zona di Casoria.
Ed è ancora più grave che repubblica abbia dato più peso al fatto che Berlusconi andava con le minorenni, senza poterlo dimostrare perchè probabilmente non è vero, piuttosto che incentrarsi esclusivamente sui rapporti tra Berlusconi e il padre di Noemi. Eppure nelle prime pagine di Repubblica non si parlava del clan Bidognetti ma del cuore spezzato di Gino ( o Ciro? boh) Flaminio...
E tutto questo l' ho scritto prima...

Naeblis
02-10-2010, 20.47.52
Adesso vediamo se sti 4 stronzi che gestiscono le trasmissioni continueranno a invitare il bestemmiatore, visto che fino ad oggi chi bestemmiava veniva bandito dalla TV per ANNI.
Tra le altre cose, non potrà concorrere al prossimo Grande Fratello :asd:

Cya

Si, che lo invitano, fino a che fa "Audience", ho visto soggetti peggiori invitati, da quelli che si facevano promotori del "1, 100, 1000 Nassiria", ai vignettisti che denigravano il papa, all'arbitro Moreno. Non sarà una bestemmia a far cambiare le cose.

Piuttosto ho sentito parlare da alcuni del caso Noemi, non mi addentro perchè non centra niente con il topic, ma un'osservazione va fatta. E' stata sostenuta una campagna anti Silvio da repubblica basata sulle dichiarazioni di una donna, la quale era andata invitata da soggetto terzo ad una festa, e li ha conosciuto casualmente Berlusconi, e casualmente ci è andata a letto, e sempre casualmente aveva 3 microfoni e 1 telecamera che hanno ripreso tutto. Ok Berlusconi è quello che è, ma non venitemi a parlare di moralità quando tutto questo è stato fatto evidentemente per mettergliela nel sedere. E Fini che piange perché il giornale gli fa la campagna contro...bha!

Infine concordo con APE, si punta il dito verso il problema sbagliato. Non sono le sue battute il problema. Anzi il vero problema è che si fa di ogni cazzata una questione di stato. Non è possibile che ogni scoreggia che fa Silvio si alzino gli scudi, si gridi al complotto antidemocratico, alla dittatura...ecc. Basta! Cosi facendo se domani Berlusconi si incoronasse re d'Italia la gente no non ci farebbe nemmeno caso, sono 10 anni che sento dire ste cose, ormai non ci si fa piu caso.

Avessero fatto la legge sul confilitto di interessi, avessero puntato sul suo falso in bilancio invece di fare casino ogni 2x3 forse qualcuno ad ascoltare l'opposizione ci sarebbe rimasto.

Giggio93
02-10-2010, 20.53.49
Ma tanto è una logica ben precisa quella del Berluscones.
Si basa sul concetto del "c'è di peggio"
"si ha fatto questo ma ha fatto di peggio"

oppure "si lui è al capone ma anche gli altri sono criminali".

E' atroce, inconcepibile, per lo meno non spacciatevi per uber partes, ditelo che siete dei berlusconiani convinti, se ritenete che non sia un motivo di vergogna sbandieratelo ai quattro venti e finitela con questa farsa.
Trovate SEMPRE una scusante, quando non andate ad accusare la stampa "comunista" o i politicanti di sinistra andate a scalare sulle sue colpe personali "eh ma ha fatto di peggio quindi questo non vale".
Sto cazzo non vale, solo perchè Silvio Berlusconi ha toccato il fondo del decoro umano e dei principi alla base della politica ciò non vuol dire che le ulteriori merdate debbano essere ignorate sulla base di tali giustificativi insulsi.

Perché non vi basta che sia un uomo che si batte il petto in difesa dei valori cristiani e poi vada a zoccole e bestemmi per scherzo, non vi basta che siano anni che cerca di evitare i processi con leggi ad personam.

Questo uomo è una macchietta della politica internazionale, che vorrebbe far credere di essere la grande mente dietro la politica economica di Obama, o chissà quale rispettato membro della gerarchia politica mondiale.
Un prestigiatore, che in un altro paese sarebbe stato arrestato 100 e 100 volte, anzi, non sarebbe MAI arrivato alla politica.
E sto cazzo che si fa una questione di stato per ogni cosa che fa, perchè la vera questione di stato è che lui è ancora QUI.
E quindi perdonate questi poveri cristi che si sorprendono se uomini da cabaret si comportano da politici, creando continuamente episodi discutibili, e scusate lo scetticismo nei confronti di un uomo che da anni fugge dalla giustizia.
Ma cosa serve perchè ammettiate che questo cosiddetto politico sia il fondo della fogna della politica italiana, e probabilmente il principale intasatore di essa.
Lo devono beccare mentre si incula le galline perché lo critichiate?
Ditemi voi.

Ape_Africanizzata
02-10-2010, 21.08.49
Giggio ma di che cosa stai parlando? Mi stai dando del berlusconiano? Facile così eh? :D

edit: comunque ditemelo quali devono essere le posizioni ufficiali
"Forza silvio alè alè" Vs "Berlusconi è Satana?"

The El-Dox
02-10-2010, 21.16.53
devo dire non sono tanto scandalizzato dalla saracca tirata dal nano pelato, quanto un certo Monsignor Fisichella che afferma come la bestemmia deve essere contestualizzata. Consiglio una lettura sul Blitz (http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/bestemmia-berlusconi-fisichella-contestualizza-573712/). Ora qualcuno mi spieghi come caXXo la si contestualizza...

djdavis
02-10-2010, 21.17.23
Berlusconiani convinti?? Ma vai a dirlo a quegli animali che lo hanno votato, non a noi!!:asd:

Ape_Africanizzata
02-10-2010, 21.20.18
devo dire non sono tanto scandalizzato dalla saracca tirata dal nano pelato, quanto un certo Monsignor Fisichella che afferma come la bestemmia deve essere contestualizzata. Consiglio una lettura sul Blitz (http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/bestemmia-berlusconi-fisichella-contestualizza-573712/). Ora qualcuno mi spieghi come caXXo la si contestualizza...


Infatti Fisichella è assolutamente inescusabile
Il suo discorso andrebbe bene se fosse un uomo qualunque, ma da clericale mette in imbarazzo chiunque lo ascolti

Elrond.
02-10-2010, 21.21.44
Tanto per puntualizzare, non si tratta di una cosa detta in privato, dal momento che Berlusconi si trovava in quel luogo e in quel momento nelle vesti di Presidente del Consiglio e in tali vesti parlava ad estranei. Non è come dare del kapò a Schulz in una seduta del Parlamento Europeo, ma non è neppure il privato della propria vita domestica: è il nostro Presidente del Consiglio che in questa veste pubblica va in giro a fare il figo, raccontando storielle di dubbio gusto.
Da un lato però concordo con Ape, sulla scarsa rilevanza dell'episodio in sé, rispetto alle altre cose e rispetto allo stesso atteggiamento macchiettistico del nostro Premier nel suo complesso.

Ape_Africanizzata
02-10-2010, 21.28.47
Si , avevo anche scritto che le vesti private del presidente del consiglio non sono quelle di un uomo comune. Se l'avessi scritto come hai fatto tu sarei stato meno fraintendibile :birra:

Lord_Vetinari
02-10-2010, 21.30.31
devo dire non sono tanto scandalizzato dalla saracca tirata dal nano pelato, quanto un certo Monsignor Fisichella che afferma come la bestemmia deve essere contestualizzata. Consiglio una lettura sul Blitz (http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/bestemmia-berlusconi-fisichella-contestualizza-573712/). Ora qualcuno mi spieghi come caXXo la si contestualizza...

Se basta contestualizzare, domani metto il porcodrillo come fa a tutta birra in piazza. Più contestualizzato di così...

The El-Dox
02-10-2010, 21.33.52
Se basta contestualizzare, domani metto il porcodrillo come fa a tutta birra in piazza. Più contestualizzato di così...

anche se ci sono altri prelati e famiglie con bambini? non mi pare una brutta idea... :asd:

Elendil_1
02-10-2010, 21.58.39
Elendil sei di una tendenziosità che a volte mi fa ribrezzo.
E' una stronzata il fatto che si sia montato un polverone sulla notizia - mai confermata - che Berlusconi si sia fatto una minorenne, suffragata dalle prove inconfutabili (:roll3: ) che sia andato alla sua festa dei 18 anni.
E' una cosa grave che lo zio di quella minorenne fosse probabilmente un uomo del clan Bidognetti, che a quello che so è molto attivo nella zona di Casoria.
Ed è ancora più grave che repubblica abbia dato più peso al fatto che Berlusconi andava con le minorenni, senza poterlo dimostrare perchè probabilmente non è vero, piuttosto che incentrarsi esclusivamente sui rapporti tra Berlusconi e il padre di Noemi. Eppure nelle prime pagine di Repubblica non si parlava del clan Bidognetti ma del cuore spezzato di Gino ( o Ciro? boh) Flaminio...
E tutto questo l' ho scritto prima...

In realtà sono gravi entrambe le cose, ed entrambe sono non confermate (tu stesso dici "probabilmente"). Anzi, direi che il fatto che Berlusconi frequentasse uomini d'onore non è una novità, mentre il fatto che, parrebbe, si intrettenga con minorenni lo era. Ma va bene, non bisognava parlarne perché c'erano altre 125 cose più gravi, cose delle quali repubblica, giornale di merda, aveva parlato, mentre "il giornale" no, ma "il giornale" va bene così perché fa il suo mestiere, come dici tu in questo stesso thread.

Ape_Africanizzata
02-10-2010, 22.03.56
Io da repubblica mi aspetto molto di più che dal giornale, ed è giustissimo che sia così. Ed è giustissimo che se si parla al 99% di coglionate, cioè le inesistenti frequentazioni amorose di B. con Noemi Letizia ( perchè della vita sessuale di berlusconi oramai sappiamo tutto), anzichè di cose serie, cioè dei rapporti con il poco raccomandabile padre della ragazza, io possa risentirmi e ritenerlo un giornale che detta una linea politica completamente sbagliata e che crea solamente gossip inutile

edit: magari mi sbaglio ad aspettarmi chissachè da repubblica

bejita
02-10-2010, 23.55.10
Io da repubblica mi aspetto molto di più che dal giornale, ed è giustissimo che sia così.

perchè?



edit: magari mi sbaglio ad aspettarmi chissachè da repubblica

infatti

Dr_Gonzo
03-10-2010, 00.10.53
Non capisco tutto sto sgomento. Berlusconi in questo caso ha mostrato una forte dose di autoironia. Non è da tutti insultarsi da soli. :asd:

vespino
03-10-2010, 04.58.50
Criticare una cosa simile non è perbenismo o moralità. Semplicemente è una cosa schifosa attaccare sempre una donna per l'aspetto invece che per le qualità politiche.... è una persona sessista. Punto e basta. E il fatto che agli italiani piaccia fa capire che in generale noi italiani adoriamo quel modo di fare.. ( ovviamente non la parte che non lo vota)

frisufrizzo
03-10-2010, 07.15.08
-.- a me quello che preoccupa di più è alla fine del video quando dice ''e che nessuno tradisca eh?''
prima mi piaceva silvio e sapete perchè?perchè non ero INFORMATO.perché non sapevo delle sue malefatte.
ora mi sono informato (grazie internet) e ho capito che genere di persona è
comunque a me no frega se la bestemmia era in privato.fatto sta che l'ha detta.
e ripeto la cosa che mi preoccupa di più è alla fine del video quando dice ''e che nessuno tradisca eh?''

Elrond.
03-10-2010, 08.51.01
e ripeto la cosa che mi preoccupa di più è alla fine del video quando dice ''e che nessuno tradisca eh?''
Quella è l'unica cosa comica che ha detto, almeno :asd:

graul
03-10-2010, 13.40.25
Ma perché non era quella la battuta? :|

diox
04-10-2010, 17.04.49
YouTube - Berlusconi bestemmia in una barzelletta su Rosy Bindi (http://www.youtube.com/watch?v=654gzZuw-zc&feature=player_embedded)

non so se avete visto il video :asd:

che ne pensate?

E' un dilettante allo sbaraglio, non mi ha offeso minimamente. :asd:

Però non si rende contro di essere un presidente del consiglio? -_-'

:asd:

MaGiKLauDe
04-10-2010, 17.11.14
Ma perché non era quella la battuta? :|

Sapeva benissimo chi di loro avrebbe messo il video su youtube prima che il gallo avesse cantato tre volte.

graul
05-10-2010, 02.49.33
Esatto. Vedi che era quella la battuta? :sisi:































:asd:

Harcoregamer
05-10-2010, 08.59.04
La barzelletta era simpatica e nulla di più,ogni pretesto per dare a Berlusconi,su alcuni giornali,è sempre buono.
Piuttosto io sono indignato da di pietro e dalla sua performanse in parlamento...

LucaTFSI
05-10-2010, 10.32.17
La barzelletta era simpatica e nulla di più,ogni pretesto per dare a Berlusconi,su alcuni giornali,è sempre buono.
Piuttosto io sono indignato da di pietro e dalla sua performanse in parlamento...

Ce l'han tutti con lui :sisi:

aplo
05-10-2010, 13.09.07
Non capisco come si faccia ad essere indignati per Dipietro in un parlamento dove il presidente del consiglio è Silvio Berlusconi, mistero.

Cya

graul
05-10-2010, 14.33.16
Adesso ho capito il senso del topic: è una gara a chi la spara più grossa! :roll3:
Ditelo prima, però. :|

Onim4ru
05-10-2010, 15.55.02
La barzelletta era simpatica e nulla di più,ogni pretesto per dare a Berlusconi,su alcuni giornali,è sempre buono.
Piuttosto io sono indignato da di pietro e dalla sua performanse in parlamento...

ma sarà mica mica vieni da (H)arcore :asd:

Harcoregamer
05-10-2010, 16.50.40
Sono appena uscito da un forum di sinistroidi,spero di non dover fare lo stesso qua... :)

funker
05-10-2010, 17.03.49
Non dovrai fare lo stesso, a meno che alla domanda "Perché voti Berlusconi?" tu mi sappia dare una risposta. Sono anni che lo chiedo e mai nessuno che mi dia una ragione razionale, qualcosa che non sia il solito "Altrimenti chi dovrei votare?". Io non ti chiedo perché non voti gli altri, ma perché voti lui.

Risolta questa domanda, penso sarai accolto come un eroe anche nei lidi più sinistroidi del pianeta.

Giggio93
05-10-2010, 20.05.20
Di Dipietro si può tranquillamente criticare la mancanza di "eleganza" e la mancanza di un programma serio che non sia contro berlusconi e l'ingiustizia.
Però questo non è un paese normale, non vigono parametri normali e non si possono chiedere soluzioni normali.
Prima di tornare a far politica seriamente bisogna cacciare berlusconi, e se per farlo serve un Dipietro, ben venga.
Perchè il discorso di Dipietro altro non era che la sentenza di un giudice difronte all'imputato, ed è sicuramente sconveniente per certi versi, ma non si può far finta che questo sia un paese normale.
Perchè in America i senatori si licenziano per aver pagato in nero le colf, qui se sei un colluso con la mafia ti fanno presidente del consiglio.
Perciò si, Dipietro oltre all'anti berlusconismo non ha nulla da dire, ma ora come ora l'anti berlusconismo è la prima cosa necessaria.

Elrond.
05-10-2010, 20.35.40
Non chiamiamo in causa l'America: anche loro hanno le loro (grosse) magagne, e non mi sembra certo un Paese dotato di una gran bella classe politica negli ultimi decenni. A dire il vero, non capirò mai perché gli USA saltino spesso fuori come modello da contrapporre alle degenerazioni politiche dell'Italia. Coraggio, non è più il tempo dei Founding Fathers.

BattleByzan53
05-10-2010, 21.01.36
Di Dipietro si può tranquillamente criticare la mancanza di "eleganza" e la mancanza di un programma serio che non sia contro berlusconi e l'ingiustizia.
Però questo non è un paese normale, non vigono parametri normali e non si possono chiedere soluzioni normali.
Prima di tornare a far politica seriamente bisogna cacciare berlusconi, e se per farlo serve un Dipietro, ben venga.
Perchè il discorso di Dipietro altro non era che la sentenza di un giudice difronte all'imputato, ed è sicuramente sconveniente per certi versi, ma non si può far finta che questo sia un paese normale.
Perchè in America i senatori si licenziano per aver pagato in nero le colf, qui se sei un colluso con la mafia ti fanno presidente del consiglio.
Perciò si, Dipietro oltre all'anti berlusconismo non ha nulla da dire, ma ora come ora l'anti berlusconismo è la prima cosa necessaria.
la politica italiana si basa su di un sistema clientelare da oltre un secolo.facendo un ragionamento molto qualunquista,ogni essere umano presente a montecitorio et simila sta li perchè ha fatto un favore ad un altro e difficilmente oggi si trovano politici delle alte sfere non concussi con qualche associazione malavitosa(noi campani ridiamo quando esce in tv bocchino,sapendo un pò da dove viene) e che pure di pietro,persona da me estremamente stimata,in qualche modo ha fatto qualche "intrallazzo".sempre facendo ragionamenti qualunquisti,non basterebbe cacciare lo spauracchio di turno(in questo caso spauracchino) dato che il suo posto verrebbe preso da un altro esemplare di homus corruptus,bisognerebbe estirpare quella specie di mosche merdaiole (che dopo tutto sono sempre dei nostri dipendenti) che vivono a Roma ma sono certo che questo è una pura e semplice utopia

Cjastron67
05-10-2010, 21.18.44
Sono appena uscito da un forum di sinistroidi,spero di non dover fare lo stesso qua... :)

Ahi ahi, mi sa che ti conviene scappare anche da qui ;)

Lord_Vetinari
05-10-2010, 21.28.03
D'altro canto, se il destino sta nel nome, uno che si sceglie "Harcoregamer", una specie di crasi tra hardcore e Arcore, chi volete che voti? :asd:

Ape_Africanizzata
05-10-2010, 21.29.21
Non chiamiamo in causa l'America: anche loro hanno le loro (grosse) magagne, e non mi sembra certo un Paese dotato di una gran bella classe politica negli ultimi decenni. A dire il vero, non capirò mai perché gli USA saltino spesso fuori come modello da contrapporre alle degenerazioni politiche dell'Italia. Coraggio, non è più il tempo dei Founding Fathers.

Meno male che lo hai scritto tu, se l' avessi fatto io mi avrebbero dato del berlusconiano :(
Parliamo un attimo del conflitto di interessi di Bush ( padre e figlio ) e Cheney? In confronto quello Berlusconiano è quasi una ragazzata

Ape_Africanizzata
05-10-2010, 21.38.29
la politica italiana si basa su di un sistema clientelare da oltre un secolo.facendo un ragionamento molto qualunquista,ogni essere umano presente a montecitorio et simila sta li perchè ha fatto un favore ad un altro e difficilmente oggi si trovano politici delle alte sfere non concussi con qualche associazione malavitosa(noi campani ridiamo quando esce in tv bocchino,sapendo un pò da dove viene) e che pure di pietro,persona da me estremamente stimata,in qualche modo ha fatto qualche "intrallazzo".sempre facendo ragionamenti qualunquisti,non basterebbe cacciare lo spauracchio di turno(in questo caso spauracchino) dato che il suo posto verrebbe preso da un altro esemplare di homus corruptus,bisognerebbe estirpare quella specie di mosche merdaiole (che dopo tutto sono sempre dei nostri dipendenti) che vivono a Roma ma sono certo che questo è una pura e semplice utopia

Sono d'accordo, anche se scomparsa di una figura carismatica come Berlusconi può portare ad una evoluzione quanto ad una involuzione della situazione politica
Time will tell

aplo
05-10-2010, 22.02.57
Sono appena uscito da un forum di sinistroidi,spero di non dover fare lo stesso qua... :)

Se in Italia c'è una Destra di Merda e una Sinistra allo sbando, non è colpa dei Forum e di chi li frequenta ma di quella massa di "personaggi" che prima li votano "destra e sinistra attuali" e poi quando ci parli di politica, sono tutti incazzati neri.
Cercassero di essere un minimo piu coerenti questo paese avrebbe un altro volto, non una faccia che difficilmente si distingue da un culo :)

Cya

graul
06-10-2010, 01.16.43
A dire il vero, non capirò mai perché gli USA saltino spesso fuori come modello da contrapporre alle degenerazioni politiche dell'Italia. Coraggio, non è più il tempo dei Founding Fathers.

Meno male che lo hai scritto tu, se l' avessi fatto io mi avrebbero dato del berlusconiano :(
Parliamo un attimo del conflitto di interessi di Bush ( padre e figlio ) e Cheney? In confronto quello Berlusconiano è quasi una ragazzata
Perfettamente d'accordo, ben inteso.
Nonostante non stimi un granché gli StatiUniti a livello politico, il punto di riferimento che possono darci è duplice, a mio avviso.
In primo luogo, l'elettore si indigna facilmente. Molto più facilmente dell'eletore italiano, almeno.
Diciamo che l'americano medio vuole essere preso per il culo, ma vuole che sia fatto bene. Nel momento in cui un giornalista, uno showman, un comico pone una domanda al politico di turno, però, l'elettore si aspetta che il politico risponda, argomenti, si giustifichi.
Questo è un valore aggiunto che il popolo italiano non ha.

Secondo poi, il grosso vantaggio della classe dirigente statunitense è che si rinnova rapidamente. Non esiste il politico di professione, non ai nostri livelli, comunque. Nel nostro Parlamento c'è gente che sta incollata alla poltrona da quindici o vent'anni e che comunque proviene da una carriera politica anche trentennale. Questo negli States non c'è per niente o quasi.

Sono un paio di cose che invidio agli US, poi magari chi ci vive mi può smentire.

MaGiKLauDe
06-10-2010, 09.20.06
Meno male che lo hai scritto tu, se l' avessi fatto io mi avrebbero dato del berlusconiano :(
Parliamo un attimo del conflitto di interessi di Bush ( padre e figlio ) e Cheney? In confronto quello Berlusconiano è quasi una ragazzata

No, via, anche il loro sistema consente conflitti di interessi, anche tragici (e non che il loro sminuisca il nostro, è vero che c'è di mezzo una guerra, ma è comunque circoscritto e non esteso come all'intera società civile, culturale, economica, etc.), ma basta una sola menzogna accertata per distruggere una carriera politica. Mi pare vincano comunque loro :asd:

Ape_Africanizzata
06-10-2010, 10.24.58
Ma si, alla fine son comunque meglio di noi. Solo che non sono un paese di specchiata moralità, questo intendevo :birra:
A proposito mi son ricordato che il conflitto di interessi di Bush figlio riguardava anche l'aver falsato un elezione utilizzando come giudice del conteggio delle schede in Florida suo cuggino Jeb Bush: una vergogna insomma :D

MaGiKLauDe
06-10-2010, 10.31.07
Ma si, alla fine son comunque meglio di noi. Solo che non sono un paese di specchiata moralità, questo intendevo :birra:
A proposito mi son ricordato che il conflitto di interessi di Bush figlio riguardava anche l'aver falsato un elezione utilizzando come giudice del conteggio delle schede in Florida suo cuggino Jeb Bush: una vergogna insomma :D

Il punto è che essere peggio di noi è proprio complicato.
Per esempio, le loro elezioni truccate ancora si ricordano, sui brogli dell'aprile 2006 da noi invece non si alza più un sospiro, non fosse per il dvd di Deaglio ormai sarebbero un ricordo estirpato.

Kewell18
06-10-2010, 10.45.14
Io non sono un gran simpatizzante americano, ed è altrettanto vero che qualche politico non proprio illuminato lo hanno avuto anche loro recentemente.
Fatto sta però che se si scoprisse che certe depotate stanno dove sono perchè l'hanno data via, non credo proprio manterrebbero il loro ruolo. L'opinione pubblica chiederebbe le loro teste.
Clinton si è dovuto scusare in diretta di fronte alla nazione per aver fatto una cosa assolutamente non illegale come tradire la moglie, da noi nonostante tutti sanno che il premier va a puttane (in un paese dove è illegale) non solo il premier non viene sfiduciato e almeno multato, ma non chiede neanche scusa, anzi se ne vanta "tutti lo sanno che io non sono un santo, e il mondo è pieno di belle donne" o qualcosa del genere.
In USA se si scoprisse che alcuni politici hanno rapporti con il crimine organizzato, giornalisti ed elettorato chiederebbero all'istante di avere delle risposte. Da noi silenzio assoluto.
Tanto per fare degli esempi.
Nonostante abbiamo i loro problemi, sono anni luce davanti a noi. Ma è una differenza che è sempre esistita tra un governo anglosassone/nordico e un governo latino.

Nisroch
06-10-2010, 11.16.44
dcSwPs5GLPs
:metal:

Cjastron67
06-10-2010, 11.48.17
Che Rosy Bindi sia persona degna o meno io non lo posso sapere ma che sia un cesso è un dato di fatto e quindi la barzelletta ci sta tutta.
Sù, basta con questo moralismo becero mancate totalmente di senso ironico.
Se quella barzelletta l'avesse raccontata Daniele Luttazzi avreste detto che si trattava di un grande momento di satira.
Il Berlusca è continuamente bersagliato di insulti ben peggiori e tra l'altro in contesti che nulla hanno a che vedere con l'ironia anche in queste "pagine".

Harcoregamer
06-10-2010, 12.07.37
La mia era una battuta ironica,chiaramente eh! :asd:
Il punto è nell'esprimere il proprio punto di vista e "rispettare" chi la pensa diversamente.
Io credo in Berlusconi per quello che ha fatto in materia di immigrazione,emergenze di l'aquila e napoli e lo ammiro molto come persona/imprenditore.

Harcoregamer
06-10-2010, 12.09.10
dcSwPs5GLPs
:metal:

Berlusconi non è basso io l'ho visto dal vivo,la margherita mi sà che dovrebbe pensare di più alle stelle :roll3:

Onim4ru
06-10-2010, 12.14.31
Daniele Luttazzi non è il PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI ITALIANO. Il Signor B. dovrebbe ricordare più spesso che comportamenti da osteria non si addicono a chi ha una carica come la sua.

Nessun moralismo. Non vi ci fate gli sciacqui con 'ste parole per favore. Ma un minimo di stile e di contegno da una persona che dovrebbe rappresentare l'Italia in europa e nel mondo lo pretendo. Facciamo la figura degli idioti all over the world e poi ci lamentiamo..

Ghostkonrad
06-10-2010, 12.44.17
Il punto è che essere peggio di noi è proprio complicato.
Per esempio, le loro elezioni truccate ancora si ricordano, sui brogli dell'aprile 2006 da noi invece non si alza più un sospiro, non fosse per il dvd di Deaglio ormai sarebbero un ricordo estirpato.

In sincerità, mi sa che i trucchi alle loro elezioni ce li ricordiamo solo noi europei e il signor Moore, non mi sembra che negli USA ci sia stato un vero dibattito in merito.



Clinton si è dovuto scusare in diretta di fronte alla nazione per aver fatto una cosa assolutamente non illegale come tradire la moglie, da noi nonostante tutti sanno che il premier va a puttane (in un paese dove è illegale) non solo il premier non viene sfiduciato e almeno multato, ma non chiede neanche scusa, anzi se ne vanta "tutti lo sanno che io non sono un santo, e il mondo è pieno di belle donne" o qualcosa del genere.
In USA se si scoprisse che alcuni politici hanno rapporti con il crimine organizzato, giornalisti ed elettorato chiederebbero all'istante di avere delle risposte. Da noi silenzio assoluto.
Tanto per fare degli esempi.
Nonostante abbiamo i loro problemi, sono anni luce davanti a noi. Ma è una differenza che è sempre esistita tra un governo anglosassone/nordico e un governo latino.

Mah, io non direi che la faccenda di Clinton sia un esempio da seguire; non si concepisce che un presidente rischi il posto per un pompino mentre il suo successore non lo rischia per aver invaso un paese sovrano con il pretesto di "armi di distruzione di massa" che non esistevano.
I politici americani ben difficilmente hanno rapporti col crimine organizzato, ma il conflitto di interessi di Dick Cheney (la sua compagnia ha fatto soldoni a palate grazie all'Iraq) è una cosa che farebbe impallidire Berlusconi; non si parla di cacciare qualche giornalista "scomodo" dalle reti nazionali, si parla di invadere un paese straniero e mettere a repentaglio la vita di propri connazionali (e non) per trarre profitti.
Che questo paese non stia bene (almeno per le persone che non sono ben inserite nel sistema di illegalità e nepotismo che la gente in gran parte accetta) è un dato di fatto, ma dire che altrove è il paradiso è del tutto fuorviante.

Cjastron67
06-10-2010, 13.00.57
Daniele Luttazzi non è il PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI ITALIANO. Il Signor B. dovrebbe ricordare più spesso che comportamenti da osteria non si addicono a chi ha una carica come la sua.

Nessun moralismo. Non vi ci fate gli sciacqui con 'ste parole per favore. Ma un minimo di stile e di contegno da una persona che dovrebbe rappresentare l'Italia in europa e nel mondo lo pretendo. Facciamo la figura degli idioti all over the world e poi ci lamentiamo..

Ma dai per favore, rieccoci con quel moralismo inutile.
Il problema è che Berlusconi NON è un politico, il che dovrebbe andare a suo vantaggio visto la bassa opinione che si ha dei politici al giorno d'oggi.
Manca totalmente di stile su questo sono d'accordo, però non facciamone un caso per ogni cosa che fa o dice.
Per quelli che osannano tanto l'America ricordiamoci che Clinton personaggio stimatissimo, con tutto il suo farplay (si scrive così?) ecc. si faceva fare i pompini sotto la scrivania e se nn fosse stato beccato col cazzo che avrebbe rinunciato a farlo ancora alla faccia della sua presunta moralità.
Ma tant'è..noi abbiamo Berlusca e per fortuna vostra direi visto che avete in casa il capro espiatorio di tutti i mali del mondo. Altrimenti a chi o cosa vi attaccavate?

Onim4ru
06-10-2010, 13.10.00
moralismo
[mo-ra-lì-ʃmo]
s.m.
1 Tendenza a considerare e giudicare cose e persone da un punto di vista esclusivamente morale, con eccessiva intransigenza e spesso con una buona dose di ipocrisia


Pretendere che il presidente del consiglio dei ministri, che dovrebbe rappresentare il mio paese, si comporti in maniera consona alla sua carica tu lo trovi "moralista" ? Io lo trovo NORMALE.

Ape_Africanizzata
06-10-2010, 13.20.29
Il punto è che essere peggio di noi è proprio complicato.
Per esempio, le loro elezioni truccate ancora si ricordano, sui brogli dell'aprile 2006 da noi invece non si alza più un sospiro, non fosse per il dvd di Deaglio ormai sarebbero un ricordo estirpato.

Non posso che essere d'accordo. Siamo un paese assurdo: un sistema legale di tipo sudamericano o da paese in via di sviluppo e malgrado tutto questo siamo ancora la settima economia mondiale per PIL. Mistero °o°

Cjastron67
06-10-2010, 13.20.34
Pretendere che il presidente del consiglio dei ministri, che dovrebbe rappresentare il mio paese, si comporti in maniera consona alla sua carica tu lo trovi "moralista" ? Io lo trovo NORMALE.

Se non è moralismo è mancanza totale di ironia.
Cazzo, ogni tanto sembra di parlare con i dei vecchi

Wiz
06-10-2010, 13.27.12
Se vabbè, su quest'ultima affermazione alzo le mani e mi arrendo.
Mancanza di ironia trovare fuori luogo una barzelletta del cazzo che neppure pippo franco.

Ape_Africanizzata
06-10-2010, 13.31.36
Onimaru, però devi considerare una cosa. Per quanto possa averti dato fastidio ( e ci sta tutto, ci mancherebbe) quella battuta era detta a telecamere spente, in un momento possiamo dire "più privato" rispetto ad un comizio o a un discorso alla nazione.
Per dire, non è come se avesse detto quella barzelletta di fronte alla Confindustria: è una caduta di stile senza dubbio, ma nella stessa giornata ha detto cose oggettivamente più gravi, tipo la battuta sugli ebrei ( di cui non me ne frega una cippa, essendo io per la libertà d'espressione di ogni tipo di umorismo ) e l'aver attaccato l'ANM


La mia era una battuta ironica,chiaramente eh!
Il punto è nell'esprimere il proprio punto di vista e "rispettare" chi la pensa diversamente.
Io credo in Berlusconi per quello che ha fatto in materia di immigrazione,emergenze di l'aquila e napoli e lo ammiro molto come persona/imprenditore.

Sulle emergenza rifiuti di Napoli non mi esprimo, potrebbe essere anche aprezzabile per aver fatto evolvere la situazione da merda a meno peggio di prima.
Però l' emergenza dell' aquila è stata gestita malissimo: il centrostorico è ancora completamente distrutto è il piano C.A.S.E. è un qualcosa di assolutamente non-necessario.
Per quanto riguarda l' immigrazione, nè Berlusconi nè la Lega hanno fatto o vogliono fare niente: vogliono dire di averla fermata ma vogliono che il flusso di immigrati regolari e non non si fermi perchè hanno bisogno di manodopera a basso costo, senza badare al fatto che chi lavora si integri o meno.
Se ti riferisci ai respingimenti, sappi che contribuiscono a circa il 10% dell' immigrazione irregolare totale, quindi la politica del "stiamo fermando l' invasione" è uno specchietto per le allodole
Quanto al fatto che lo stimi come persona/imprenditore...beh, hai gusti un po' demmerda :D

Onim4ru
06-10-2010, 13.33.34
Se non è moralismo è mancanza totale di ironia.
Cazzo, ogni tanto sembra di parlare con i dei vecchi

Evito di dire con chi mi sembra di parlare .. :asd:

Quello di riuscire a scindere i luoghi/situazioni ed adattare il proprio comportamento in base a questo non significa non avere ironia. Significa solo avere un certo grado di maturità.

Non credo che qualcuno di voi vada a fare un colloquio di lavoro in pigiama per poi ruttare in faccia al responsabile del personale. Sarebbe stupido e sconveniente.
Questo non significa che chi va a fare un colloquio di lavoro in giacca e cravatta sfoggiando un italiano forbito manchi di senso dell'umorismo. Semplicemente ha capito che in alcune situazioni occorre comportarsi in un certo modo.

L'uomo Berlusconi è libero di fare tutte le battute che gli pare e su chi gli pare.
L'uomo politico Berlusconi dovrebbe cercare di contenersi.

Questa è solo la BASE dei processi complessi di interazione sociale.

Cjastron67
06-10-2010, 13.37.19
A te la barzelletta non è piaciuta, a me sì e allora?
Rimane pure sul tuo piedistallo da dove osservi la becera plebaglia che ti sta sotto.
Mi ricorda quel film di Fantozzi dove ad un certo punto dichiara con grande coraggio che "la corazzata ecc. ecc" è una cagata pazzesca e giù a vedere Giovannona coscialunga, e la polizia si incazza!! Ahahahah!
Ecco, esistono due mondi, questo e quello.
Forse neccessiti di una flebo di umiltà ed autoironia (o un clistere se preferisci).
Senza rancore eh:)

Onim4ru
06-10-2010, 13.43.19
Se vabbè, su quest'ultima affermazione alzo le mani e mi arrendo.
Mancanza di ironia trovare fuori luogo una barzelletta del cazzo che neppure pippo franco.

Quoto Wiz e mi dileguo.
Spero solo che quel 67 di fianco al nick non sia la tua data di nascita.
Perchè in quel caso si che ci sarebbe da preoccuparsi :)

Cjastron67
06-10-2010, 13.46.54
Quoto Wiz e mi dileguo.
Spero solo che quel 67 di fianco al nick non sia la tua data di nascita.
Perchè in quel caso si che ci sarebbe da preoccuparsi :)

No, è la mia età.
Preoccupati di altre cose che è meglio.
Ciao :)

Wiz
06-10-2010, 13.47.57
Cjastron il punto non è se la barzelletta fa o meno ridere, ma chi l'ha raccontata e in che contesto (che va bene, non era il famoso comizio a confindustria, ma porca zozza sei in mezzo a una caterva di persone, sei il presidente del consiglio e sai che sei sotto l'occhio di tutti... e tu che fai? Racconti una barzelletta del cavolo manco fossi in casa tua in pantofole?)
Il punto è che ormai a B. si perdona tutto, pure Fisichella se n'è venuto fuori che la bestemmia va contestualizzata. Ma che scherziamo??? Rappresenti la chiesa e te ne vieni fuori con una cazzata di questo tipo? Sono anni che non frequento una chiesa e non sono neppure una buona credente, ma non mi risulta che abbiano cambiato il comandamento "Non nominare il nome di dio invano".
Che poi altre alte sfere della chiesa abbiano criticato la posizione di Fisichella è un altro paio di maniche, ma mi sembra che ormai B. possa concedersi qualunque cosa, perché B. è fatto così, è un simpatico umorista.
Giusto nello stato libero di bananas.

Aggiungo una cosa: ho sempre trovato ridicole le persone che, non avendo altro, attaccano gli avversari sul piano personale. Quante volte B. s'è permesso di insultare la Bindi? (con l'insulto più banale che neppure un bambino delle elementari, "sei brutta"?)
Io solo questo dico, è il nostro rappresentante politico. Fa le corna nelle foto ufficiali, offende tutto il popolo tedesco nel parlamento europeo, va a mignotte e non ha neppure la finta decenza di scusarsi alla Clinton (che può sembrare una cazzata ma sarebbe un atto di umiltà, un piegare la testa e non sentirsi onnipotente), si fa leggi su leggi ad personam, parla delle donne manco fossero pezzi di carne e tutti a ridere.
Io sono davvero basita e sconcertata.

Elrond.
06-10-2010, 13.48.12
Ribadisco che ci sono tutta una serie di miti e falsi miti sugli Stati Uniti d'America, e certe risposte ne sono la prova.
Il caso Clinton in primis. Come ha accennato Ghostkonrad, il caso Clinton non è un esempio da seguire: è proprio il punto di vista sull'episodio che dev'essere ribaltato. Non ha tanto importanza il fatto che Clinton si sia dovuto scusare davanti alla nazione per aver tradito (inoltre la questione era piuttosto che avesse mentito, non tradito! - sebbene la componente sessuale abbia senz'altro convogliato l'interesse e il malanimo della nazione); potrei anche dire che in Italia abbiamo avuto il caso Marrazzo, che si è dimesso. Comunque, dicevo, il punto di vista che adotterei sul Sexgate non è tanto: "uh, quanto sono bravi questi americani, ché Clinton si è dovuto scusare per un pompino" (o per uno spergiuro); bensì: "quanto sono coglioni questi americani che hanno passato anni a parlare di una macchia di sperma anziché delle politiche di Clinton". In questo, come si vede, ci stiamo americanizzando anche noi :asd:

Poi, seriamente, noi avremo anche Berlusconi e la sua azienda, ma i Gabinetti USA sembrano delle S.p.A. :asd:
Inoltre mi riesce difficile ponderare il presunto ricambio della classe politica americana mentre stiamo ancora vivendo gli effetti del ventennio della dinastia Bush, con intervalli di una presidenza democratica che ha praticamente proseguito la politica repubblicana in molte materie.

E i nostri rapporti col crimine organizzato, come ha detto Ghostkonrad, sono ampiamente controbilanciati dalla questione irachena.

Onim4ru
06-10-2010, 13.55.05
Cjastron il punto non è se la barzelletta fa o meno ridere, ma chi l'ha raccontata e in che contesto (che va bene, non era il famoso comizio a confindustria, ma porca zozza sei in mezzo a una caterva di persone, sei il presidente del consiglio e sai che sei sotto l'occhio di tutti... e tu che fai? Racconti una barzelletta del cavolo manco fossi in casa tua in pantofole?)
Il punto è che ormai a B. si perdona tutto, pure Fisichella se n'è venuto fuori che la bestemmia va contestualizzata. Ma che scherziamo??? Rappresenti la chiesa e te ne vieni fuori con una cazzata di questo tipo? Sono anni che non frequento una chiesa e non sono neppure una buona credente, ma non mi risulta che abbiano cambiato il comandamento "Non nominare il nome di dio invano".
Che poi altre alte sfere della chiesa abbiano criticato la posizione di Fisichella è un altro paio di maniche, ma mi sembra che ormai B. possa concedersi qualunque cosa, perché B. è fatto così, è un simpatico umorista.
Giusto nello stato libero di bananas.

Aggiungo una cosa: ho sempre trovato ridicole le persone che, non avendo altro, attaccano gli avversari sul piano personale. Quante volte B. s'è permesso di insultare la Bindi? (con l'insulto più banale che neppure un bambino delle elementari, "sei brutta"?)
Io solo questo dico, è il nostro rappresentante politico. Fa le corne nelle foto, offende tutto il popolo tedesco nel parlamento europeo, va a mignotte e non ha neppure la finta decenza di scusarsi alla Clinton, si fa leggi su leggi ad personam, parla delle donne manco fossero pezzi di carne e tutti a ridere.
Io sono davvero basita e sconcertata.

il fatto è che se c'hai 40 anni suonati 'ste cose si dovrebbero capire senza che qualcuno stia li a fartelo notare. Secondo me la cosa più preoccupante è proprio questa. E se penso che buona parte dell'elettorato di Signor B. è rappresentato da gente come questa non posso fare altro che rabbrividire.

Ape_Africanizzata
06-10-2010, 14.04.51
Non è una questione di elettorato o altro Onimaru: per me si sta facendo una questione di stato sul fatto che Berlusconi abbia detto una battuta con bestemmia ( che è già diversa alla bestemmia ) di fronte a 6 persone e, a quanto sapesse lui, a telecamere spente.
L' avesse fatto qualunque altro politico avrei detto la stessa identica

Kewell18
06-10-2010, 14.17.05
Cjastron il punto non è se la barzelletta fa o meno ridere, ma chi l'ha raccontata e in che contesto (che va bene, non era il famoso comizio a confindustria, ma porca zozza sei in mezzo a una caterva di persone, sei il presidente del consiglio e sai che sei sotto l'occhio di tutti... e tu che fai? Racconti una barzelletta del cavolo manco fossi in casa tua in pantofole?)
Il punto è che ormai a B. si perdona tutto, pure Fisichella se n'è venuto fuori che la bestemmia va contestualizzata. Ma che scherziamo??? Rappresenti la chiesa e te ne vieni fuori con una cazzata di questo tipo? Sono anni che non frequento una chiesa e non sono neppure una buona credente, ma non mi risulta che abbiano cambiato il comandamento "Non nominare il nome di dio invano".
Che poi altre alte sfere della chiesa abbiano criticato la posizione di Fisichella è un altro paio di maniche, ma mi sembra che ormai B. possa concedersi qualunque cosa, perché B. è fatto così, è un simpatico umorista.
Giusto nello stato libero di bananas.

Aggiungo una cosa: ho sempre trovato ridicole le persone che, non avendo altro, attaccano gli avversari sul piano personale. Quante volte B. s'è permesso di insultare la Bindi? (con l'insulto più banale che neppure un bambino delle elementari, "sei brutta"?)
Io solo questo dico, è il nostro rappresentante politico. Fa le corna nelle foto ufficiali, offende tutto il popolo tedesco nel parlamento europeo, va a mignotte e non ha neppure la finta decenza di scusarsi alla Clinton (che può sembrare una cazzata ma sarebbe un atto di umiltà, un piegare la testa e non sentirsi onnipotente), si fa leggi su leggi ad personam, parla delle donne manco fossero pezzi di carne e tutti a ridere.
Io sono davvero basita e sconcertata.

Quotone...

Per il discorso USA. Mi sembra che stiamo cadendo nel ridicolo. Cioè fatemi capire bene, siccome Cheney ha fatto di peggio, allora ci possiamo sentire "fortunati" ad avere Berlusconi, che non è così male...Pazzesco...
Si si, prego, tenetevi Berlusconi allora...

X Arcoregamer: io non sono un "sinistroide" come dici tu :asd:...Però dire che si stima Berlusca come imprenditore è una frase molto forte. Sarai capace anche io a fare l'imprenditore con i fondi della mafia ad inizio carriera (e non solo immagino), le 65 aziende off-shore per evadere le tasse, la corruzione di giudizi per beccarmi la Mondadori, la tangente a Craxi per le televisioni...Troppo facile così, con le "cheats" siamo capaci tutti a vincere.

Ghostkonrad
06-10-2010, 14.23.26
Per il discorso USA. Mi sembra che stiamo cadendo nel ridicolo. Cioè fatemi capire bene, siccome Cheney ha fatto di peggio, allora ci possiamo sentire "fortunati" ad avere Berlusconi, che non è così male...Pazzesco...
Si si, prego, tenetevi Berlusconi allora...

Vorrei proprio sapere dove avrei scritto una cosa del genere.
Devo dire che mi sono proprio spaccato i maroni a giustificarmi per cose che non ho nemmeno scritto.

Onim4ru
06-10-2010, 14.25.00
Non è una questione di elettorato o altro Onimaru: per me si sta facendo una questione di stato sul fatto che Berlusconi abbia detto una battuta con bestemmia ( che è già diversa alla bestemmia ) di fronte a 6 persone e, a quanto sapesse lui, a telecamere spente.
L' avesse fatto qualunque altro politico avrei detto la stessa identica

Nessuna questione di stato, almeno per quanto mi riguarda. E' solo una delle tante, troppe cadute di stile di un primo ministro che forse dovrebbe stare da qualche altra parte. :)

In quanto elettore e cittadino italiano penso di avere come minimo in diritto di far notare se trovo "sconveniente" qualche atteggiamento del presidente del consiglio.

L'unica cosa che forse mi stupisce un pochino è che queste sue sparate non solo non riescono a minare la sua credibilità, ma lo rendono quasi più "figo" agli occhi dei suoi elettori. Ed è forse questo l'aspetto che mi preoccupa maggiormente a dire il vero.

Ape_Africanizzata
06-10-2010, 14.25.17
Kewell, si sta semplicemente dicendo che non è il massimo prendere esempio dagli Stati Uniti, dato che in casa propria sono strapieni di merda. Germania, Inghilterra, Svezia sono esempi più calzanti

Sul discorso Berlusconi non sono minimamente d'accordo: è pieno di criminali, lui è per distacco il più bravo di tutti. Lo si può odiare ma non si può negare che nel bene e nel male abbia delle qualità stratosferiche ( a cui ci aggiungo quella di essere un grandissimo attore)

MaGiKLauDe
06-10-2010, 14.25.35
In sincerità, mi sa che i trucchi alle loro elezioni ce li ricordiamo solo noi europei e il signor Moore, non mi sembra che negli USA ci sia stato un vero dibattito in merito.




Mah, io non direi che la faccenda di Clinton sia un esempio da seguire; non si concepisce che un presidente rischi il posto per un pompino mentre il suo successore non lo rischia per aver invaso un paese sovrano con il pretesto di "armi di distruzione di massa" che non esistevano.
I politici americani ben difficilmente hanno rapporti col crimine organizzato, ma il conflitto di interessi di Dick Cheney (la sua compagnia ha fatto soldoni a palate grazie all'Iraq) è una cosa che farebbe impallidire Berlusconi; non si parla di cacciare qualche giornalista "scomodo" dalle reti nazionali, si parla di invadere un paese straniero e mettere a repentaglio la vita di propri connazionali (e non) per trarre profitti.
Che questo paese non stia bene (almeno per le persone che non sono ben inserite nel sistema di illegalità e nepotismo che la gente in gran parte accetta) è un dato di fatto, ma dire che altrove è il paradiso è del tutto fuorviante.

Sulle schede truccate in Florida non saprei, dovrebbe parlarcene Di0.
Sul secondo punto però non sono d'accordo: gli americano hanno preteso scuse da Clinton per aver mentito. Il pompino ha attirato morbosità, ma che il presidente si faccia un sacco di donne, in fondo, non frega a nessuno, sua vita privata, e da Kennedy non è che siano mancati i donnaioli.
La questione verteva sulla menzogna su un argomento alla portata di tutti: difficile accorgersi di una balla su ricette di macroeconomia, ma quando è stato chiaro a tutti che Clinton mentiva è stato messo con le spalle al muro. Succederebbe (ahahah, il condizionale :asd:) in Italia?
L'abisso tra noi e loro non sta tanto nella classe politica (sì, anche, perchè per un Cheney e un Bush noi possiamo controbattere con Presidenti del Consiglio, Ministri, amministratori regionali, provinciali, comunali, dirigenti pubblici, uscieri e portaborse), quanto nel senso civico. E lì non c'è partita.

Elrond.
06-10-2010, 14.26.37
Che Rosy Bindi sia persona degna o meno io non lo posso sapere ma che sia un cesso è un dato di fatto e quindi la barzelletta ci sta tutta.
Sù, basta con questo moralismo becero mancate totalmente di senso ironico.
Se quella barzelletta l'avesse raccontata Daniele Luttazzi avreste detto che si trattava di un grande momento di satira.
Il Berlusca è continuamente bersagliato di insulti ben peggiori e tra l'altro in contesti che nulla hanno a che vedere con l'ironia anche in queste "pagine".
A me proprio non fa ridere. Se l'avesse detta Luttazzi avrebbe fatto ridere ancor meno. Visto che l'unica componente umoristica del caso è data dal fatto che sia un Premier a raccontare una stronzata simile, facendo anche una mossa col corpo per simulare lo spavento.
E no, non è mancanza d'ironia: è invece proprio perché io ce l'ho un senso dell'umorismo ;)

Ape_Africanizzata
06-10-2010, 14.35.50
Secondo me quella di Berlusconi è la classica barzelletta stile la sai l' ultima: fa ridere perchè è ben raccontata e non perchè sia un grande esempio di ironia

Elrond.
06-10-2010, 14.39.26
JDGZaQBmp14&feature=player_embedded

Kewell18
06-10-2010, 14.50.59
Sulle schede truccate in Florida non saprei, dovrebbe parlarcene Di0.
Sul secondo punto però non sono d'accordo: gli americano hanno preteso scuse da Clinton per aver mentito. Il pompino ha attirato morbosità, ma che il presidente si faccia un sacco di donne, in fondo, non frega a nessuno, sua vita privata, e da Kennedy non è che siano mancati i donnaioli.
La questione verteva sulla menzogna su un argomento alla portata di tutti: difficile accorgersi di una balla su ricette di macroeconomia, ma quando è stato chiaro a tutti che Clinton mentiva è stato messo con le spalle al muro. Succederebbe (ahahah, il condizionale :asd:) in Italia?
L'abisso tra noi e loro non sta tanto nella classe politica (sì, anche, perchè per un Cheney e un Bush noi possiamo controbattere con Presidenti del Consiglio, Ministri, amministratori regionali, provinciali, comunali, dirigenti pubblici, uscieri e portaborse), quanto nel senso civico. E lì non c'è partita.

Quoto.

X Elrond. Il fatto che tu ricordi Clinton solo per il pompino non è certo dovuto al fatto che si è voluto parlare solo di quello per nascondere il resto. Anche perchè se non ti ricordi più, gli anni di clinton sono coincisi con un buona crescita economica, quindi niente crisi di cui discutere. Ed eccetto guerra in Jugoslavia, ha sempre cercato di mantenere una linea "pacifista".
Poi se vuoi considerarli coglioni perchè hanno passato anni a parlare solo di quello fai pure. Anche se io non credo che abbiano fatto solo quello per anni.

Poi secondo me per quanto riguarda una persona pubblica di così alto livello è giustissimo tenere in considerazione anche tutti gli aspetti privati, perchè è quella persona che devo scegliere o no per guidare il mio paese, allora io voglio sapere oltre al suo programma elottorale, se questo si scopa minorenni, tradisce la moglie, uccide gatti nel tempo libero, ecc... Anche questi elementi contribuiscono a formare il mio giudizio...

Elrond.
06-10-2010, 15.02.06
X Elrond. Il fatto che tu ricordi Clinton solo per il pompino non è certo dovuto al fatto che si è voluto parlare solo di quello per nascondere il resto. Anche perchè se non ti ricordi più, gli anni di clinton sono coincisi con un buona crescita economica, quindi niente crisi di cui discutere. Ed eccetto guerra in Jugoslavia, ha sempre cercato di mantenere una linea "pacifista".
Poi se vuoi considerarli coglioni perchè hanno passato anni a parlare solo di quello fai pure. Anche se io non credo che abbiano fatto solo quello per anni.
Mi sembri un po' confuso: ho detto quello di cui hanno straparlato loro, non quello che ricordo io. Se lamento il fatto che abbiano parlato solo (prevalentemente) di quello, vuol dire semmai che ho in mente ben altro. Questa dialettica da quattro soldi riservala a qualcun altro ;)
Inoltre non sono sicuro tu abbia davanti la dimensione del problema: è come dire che quest'estate si sia parlato più dei Tulliani che di Cosentino o della P3. Questo non significa che di Cosentino e della P3 non si sia parlato affatto o che non si possa parlare dei Tulliani, bensì che l'attenzione dei media e dell'opinione pubblica viene solitamente monopolizzata da fatti meno rilevanti di altri. La qual cosa è anche successa in America all'epoca dei pompini della Lewinsky. Se tu non ne hai contezza, non è problema mio.

funker
06-10-2010, 15.18.33
Il punto è nell'esprimere il proprio punto di vista e "rispettare" chi la pensa diversamente.
Io credo in Berlusconi per quello che ha fatto in materia di immigrazione,emergenze di l'aquila e napoli e lo ammiro molto come persona/imprenditore.
Ok, tu la "pensi", poi ci sono i fatti. I fatti dicono che:

1. Immigrazione: premesso che il problema è universale e ben lungi dall'essere risolto, sappi che gli accordi tra Roma e Tripoli hanno portato alla morte di centinaia di migranti nel Sahara, poiché dalla Libia vengono costantemente rispediti nel deserto verso il Niger. Non accompagnati bada bene, ma lasciati al loro destino. Che non è più l'Italia o un paese a cui chiedere asilo (diritto umanitario che non diamo più), ma la morte. Chiaro, è ovvio che la colpa in primis sia dello stato libico. Ma chi è che fa accordi con Gheddaffi, invece di combatterne la cruenta e sanguinaria tirannia?

2. Emergenze de L'Aquila e Napoli, ci sono tanti, troppi filmati, dossier e reportage che analizzano bene la situazione. Non c'è stata ad oggi alcuna risoluzione, c'è stato qualcosa sì, un minimo di supporto, ma il tutto ci è stato riproposto dalle telecamere come un vero e proprio miracolo. La gente ha osannato Berlusconi prima ancora di ascoltare le testimonianze di chi a L'Aquila e Napoli ci vive. Come se non bastasse, pochi giorni dopo il terremoto scoppiava il caso di sciacallaggio edilizio, di appalti tra signorotti e protezione civile.

3. Questo imprenditore che tanto ammiri è legato direttamente alla mafia grazie al suo braccio destro Marcello Dell'Utri. Sono fatti, non sono opinioni. Se ammiri lui, ammiri un colluso con la mafia. L'imprenditoria è altra faccenda, lo vogliamo capire?



Secondo me quella di Berlusconi è la classica barzelletta stile la sai l' ultima: fa ridere perchè è ben raccontata e non perchè sia un grande esempio di ironia
Ti dirò, se Berlusconi fosse un esponente della laicità non ci sarebbero problemi. Non avrei riso della sua battuta, ma non mi avrebbe fatto incazzare e non l'avrei nemmeno presa in considerazione. A me bestemmiare non disturba, anzi, ne dico a bizzeffe. Ma ne pago le conseguenze, vengo ripreso da chi mi sta intorno e tacciato di maleducazione.

E per rispondere a quel coglione di Fisichella, il miglior contesto per una bestemmia è lo sfogo. Non una barzelletta idiota uscita dalla bocca del maggiore esponente di un partito dichiaratamente cattolico.

Kewell18
06-10-2010, 15.21.44
Mi sembri un po' confuso: ho detto quello di cui hanno straparlato loro, non quello che ricordo io. Se lamento il fatto che abbiano parlato solo (prevalentemente) di quello, vuol dire semmai che ho in mente ben altro. Questa dialettica da quattro soldi riservala a qualcun altro ;)
Inoltre non sono sicuro tu abbia davanti la dimensione del problema: è come dire che quest'estate si sia parlato più dei Tulliani che di Cosentino o della P3. Questo non significa che di Cosentino e della P3 non si sia parlato affatto o che non si possa parlare dei Tulliani, bensì che l'attenzione dei media e dell'opinione pubblica viene solitamente monopolizzata da fatti meno rilevanti di altri. La qual cosa è anche successa in America all'epoca dei pompini della Lewinsky. Se tu non ne hai contezza, non è problema mio.

Stai paragonando due cose che non centrano assolutamente niente. Si è parlato più della casa a Montecarlo perchè la maggior parte delle fonti di informazione in italia (o perlomeno quelle più popolari come i telegiornali) sono in mano alla persona che più di ogni altra cosa in questi mesi era interessata a spalare merda su Fini. Allora ovvio che si parla di questo e si evita di parlare della condanna di Dell'Utri (amico di chi controlla i tg), di cosentino (altro amico di chi controlla i tg), ecc...Non perchè si vuole parlare di fatti meno rilevati, ma perchè si vuole parlare male di chi è contro il capo, ed evitare di parlare male di chi è amico del capo. Questo succede però in un paese come l'Italia dove parte dell'informazione non è libera.
Ed in USA la situazione non è affatto in questo modo. Oppure tu pensi che in USA qualcuno abbia voluto focalizzare sulla storia del pompino per nascondere altro. Chi scusa? Clinton stesso? Non ci ha fatto certo una bella figura. I repubblicani (cioè l'opposizione)? Perchè coprire qualcosa di negativo dei rivali?
Per coprire che cosa? La crisi economica che non c'è stata? Una guerra scandalosa come quella in Iraq basata sulle menzogne che non c'è stata?
Poi chiaro che anche Clinton ha avuto i suoi problemi come la mancata riforma del sistema sanitario o il mancato intervento in Ruanda. Ma onestamente faccio fatica a trovare un presidente o primo ministro che abbia fatto tutto giusto ed abbia accontentato tutti.
Se in America si fossero trovati nella stessa situazione sono sicuro che avrebbero parlato di più del Cosentino di turno (che sotto amministrazione Clinton non c'è stato) che dei pompini del capo...

Harcoregamer
06-10-2010, 15.33.57
Ok, tu la "pensi", poi ci sono i fatti. I fatti dicono che:

1. Immigrazione: premesso che il problema è universale e ben lungi dall'essere risolto, sappi che gli accordi tra Roma e Tripoli hanno portato alla morte di centinaia di migranti nel Sahara, poiché dalla Libia vengono costantemente rispediti nel deserto verso il Niger. Non accompagnati bada bene, ma lasciati al loro destino. Che non è più l'Italia o un paese a cui chiedere asilo (diritto umanitario che non diamo più), ma la morte. Chiaro, è ovvio che la colpa in primis sia dello stato libico. Ma chi è che fa accordi con Gheddaffi, invece di combatterne la cruenta e sanguinaria tirannia?

2. Emergenze de L'Aquila e Napoli, ci sono tanti, troppi filmati, dossier e reportage che analizzano bene la situazione. Non c'è stata ad oggi alcuna risoluzione, c'è stato qualcosa sì, un minimo di supporto, ma il tutto ci è stato riproposto dalle telecamere come un vero e proprio miracolo. La gente ha osannato Berlusconi prima ancora di ascoltare le testimonianze di chi a L'Aquila e Napoli ci vive. Come se non bastasse, pochi giorni dopo il terremoto scoppiava il caso di sciacallaggio edilizio, di appalti tra signorotti e protezione civile.

3. Questo imprenditore che tanto ammiri è legato direttamente alla mafia grazie al suo braccio destro Marcello Dell'Utri. Sono fatti, non sono opinioni. Se ammiri lui, ammiri un colluso con la mafia. L'imprenditoria è altra faccenda, lo vogliamo capire?



Ti dirò, se Berlusconi fosse un esponente della laicità non ci sarebbero problemi. Non avrei riso della sua battuta, ma non mi avrebbe fatto incazzare e non l'avrei nemmeno presa in considerazione. A me bestemmiare non disturba, anzi, ne dico a bizzeffe. Ma ne pago le conseguenze, vengo ripreso da chi mi sta intorno e tacciato di maleducazione.

E per rispondere a quel coglione di Fisichella, il miglior contesto per una bestemmia è lo sfogo. Non una barzelletta idiota uscita dalla bocca del maggiore esponente di un partito dichiaratamente cattolico.



1) A noi interessano i problemi ITALIANI,non quelli degli africani,con tutto il rispetto...Lampedusa non è più diventata meta di tanti disperati ed anche la mentalità della sinistra buonista,per fortuna è un lontano ricordo.

2) A l'Aquila ha vinto il centro destra alle recenti elezioni,segnale che la politica li si è fatta sentire ed ha dato una suo aiuto alla popolazione.
A Napoli la situazione è in lento miglioramento al momento,ma in Campania è stata risolta,dato che sono di li posso testimoniarlo.

3) Queste barzellette interessano a te e a Travaglio,io guardo I FATTI,questo governo sta combattendo la mafia come nessun altro ha mai fatto prima: 8 mafiosi arrestati al giorno + milioni di euro confiscati alle organizzazioni criminali.

Elrond.
06-10-2010, 15.49.35
...
Io mi sono limitato a constatare che il dibattito politico è sovente sostituito dall'attenzione per il pettegolezzo, e questo avviene sia in America che in Italia. Se si tratti di complotti o di stupidità umana lo rimetto al tuo giudizio.
Poi di storture durante la presidenza Clinton ce ne sono state tante, eh, non solo la mancata riforma del sistema sanitario. Solo che Clinton era un piacione esattamente come il nostro Cavaliere. Inoltre chi avrebbe dovuto parlarne? La conservatrice Fox News, più che soddisfatta della circostanza che Clinton stesse portando avanti politiche repubblicane in materia ambientale, sanitaria e giudiziaria?

funker
06-10-2010, 15.59.53
1. Come dicevo il problema è universale e ben lungi dall'essere risolto. La soluzione non è rispedire una parte dei migranti indietro, mandandoli a morire in qualche luogo, ma creare accordi interni all'UE e stabilire una politica estera di aiuto umanitario e di supporto per evitare che le persone fuggano dai loro paesi d'origine. Sono d'accordo anch'io che sia ingiusto scaricare il problema solo su alcuni stati europei (come Italia e Francia), come sta accadendo adesso, e voglio sperare tu sia consapevole che l'immigrazione è solo l'effetto di un problema più grande che, prima o poi, dovremo deciderci (tutta l'UE, non parlo solo dell'Italia) ad affrontare.

2. Non posso farti un riassunto di tutto ciò che ho letto e visto nell'ultimo anno, sarebbe chiedermi troppo. Ma ti basti fare qualche ricerca sul popolo delle carriole, sullo stato attuale del centro storico e delle aree suburbane, o sull'assurdo trattamento riservato agli sfollati del post-terremoto. A Napoli e dintorni il problema c'è e rimane, c'è sempre stato e non dico sia colpa di Berlusconi e cricca, ma da qui a parlare di problema risolto (come egli ha più volte ribadito) ne passa.

3. Che il governo stia combattendo la mafia come mai prima d'ora è una stronzata colossale. È una lotta che non può essere misurata in base al numero di boss arrestati, ma in quanto a potere politico ed economico effettivamente tolto alle organizzazioni. Cosa difficilmente attuabile, se nel governo ci sono collusi con la mafia e giornalmente i magistrati vengono oppressi e delegittimati dal potere politico. Bisogna agire ai vertici, alle radici. Molti dei giganteschi passi avanti effettuati da Falcone, Borsellino & Co. sono stati letteralmente annullati dai provvedimenti presi negli ultimi 15 anni dal governo di centro destra (e, forse, sarebbe stata la stessa cosa con al potere il centro sinistra, non a caso mi stanno tutti abbondantemente sulle palle).

Onim4ru
06-10-2010, 16.03.57
La lotta alla mafia potrebbe anche avere un senso..

Secondo voi come fa un boss mafioso ad ottenere maggiore potere... togliendosi dalle palle i boss avversari... :asd:

Giggio93
06-10-2010, 16.14.24
la politica italiana si basa su di un sistema clientelare da oltre un secolo.facendo un ragionamento molto qualunquista,ogni essere umano presente a montecitorio et simila sta li perchè ha fatto un favore ad un altro e difficilmente oggi si trovano politici delle alte sfere non concussi con qualche associazione malavitosa(noi campani ridiamo quando esce in tv bocchino,sapendo un pò da dove viene) e che pure di pietro,persona da me estremamente stimata,in qualche modo ha fatto qualche "intrallazzo".sempre facendo ragionamenti qualunquisti,non basterebbe cacciare lo spauracchio di turno(in questo caso spauracchino) dato che il suo posto verrebbe preso da un altro esemplare di homus corruptus,bisognerebbe estirpare quella specie di mosche merdaiole (che dopo tutto sono sempre dei nostri dipendenti) che vivono a Roma ma sono certo che questo è una pura e semplice utopia


Ma che la politica italiana sia la grande riunione del clientelismo estremo, dell'imbroglio e della corruzione è cosa assolutamente chiarissima, Manzoni nei promessi sposi dava già un quadro perfetto dell'italia, valido ancora oggi.
E benché sicuramente berlusconi sia un sintomo di una mentalità corrotta e di un modello politico marcio alla base non lo si può considerare solamente un risultato di una causa, ma per molti versi è causa anche egli di questo modello.
Un modello che lui ha ampiamente contribuito a consolidare, fondato sull'assoluto controllo dei media, sul piegare la politica all'esigenza personale, in modo notevolmente più vistoso di quanto non facesse la DC.
Ma anche il collaborare con partiti di ascendenze manifestamente fasciste , quando Tambroni venne eletto col supporto diretto del MSI dopo 4 mesi è stato costretto alle dimissioni e l'MSI fini per lungo tempo fuori dal panorama politico italiano.
Oggi non v'è alcuna remora a lavorare con gente che dichiara chiare ascendenze fasciste, e anzi, le inneggia.
Perciò io non credo che alla scomparsa di Berlusconi conseguirebbe solamente il rimpiazzo con qualcuno di simile, perchè Berlusconi non è simile a nessun altro politico.
Con questo non dico che la caduta di Berlusconi spazzerebbe via la corruzione in italia, ma di certo al corruzione in italia e la mala politica non verranno spazzate via fintanto che lui sarà operativo.



Non chiamiamo in causa l'America: anche loro hanno le loro (grosse) magagne, e non mi sembra certo un Paese dotato di una gran bella classe politica negli ultimi decenni. A dire il vero, non capirò mai perché gli USA saltino spesso fuori come modello da contrapporre alle degenerazioni politiche dell'Italia. Coraggio, non è più il tempo dei Founding Fathers.

Gli usa ovviamente non sono un modello assoluto, l'ho citato tanto per citare un paese estero, perchè se è anche vero che il lobbismo è la più grande piaga d'america, e che sotto il governo Bush di roba brutta ne abbiamo vista è anche vero che in America accertata la colpa il politico è finito.
E sicuramente come è già stato detto la classe politica americana non è attaccata alle poltrone come quella italiana, ma anzi vi è abbastanza ricambio.
E chiariamo, non sto portando l'america come modello assoluto.
Ma di certo una volta "beccato" il politico non la passa liscia come in italia, Clinton non tanto perchè beccato con l'uccello fuori dalle brache ma beccato a mentire si è dovuto ritirare, Nixon col watergate si è dimesso, ma già nelle elezioni contro Kennedy quando si venne a sapere dei soldi prestati da Howard Hughes al fratello i suoi consensi durante la campagna elettorale precipitarono.
E per altro persino Kennedy, un presidente ingiustamente idealizzato, quando venne meno alle promesse sui diritti civili venne aspramente criticato dai vari movimenti.
O anche Agnew che si dimise per evasione fiscale.
Anche Cheney ha rischiato di subire l'impeachment qualche anno fa, poi non è accaduto perchè non c'è stato consenso dei deputati, ma la mozione era stata presentata.
Ma anche andando a prendere un evento più recente, basti pensare nel 2009 al ministro che si è dimesso per non aver pagato i contributi alla cameriera


E ripeto, non volevo utilizzare l'america come un modello da seguire, ma avrei potuto prendere gran parte dei paesi europei, tanto per dire.

E poi come ha detto Magick, si loro hanno Cheney, Rumsfeld e Bush, ma non abbiamo TUTTA una classe politica :asd:

A te la barzelletta non è piaciuta, a me sì e allora?
Rimane pure sul tuo piedistallo da dove osservi la becera plebaglia che ti sta sotto.
Mi ricorda quel film di Fantozzi dove ad un certo punto dichiara con grande coraggio che "la corazzata ecc. ecc" è una cagata pazzesca e giù a vedere Giovannona coscialunga, e la polizia si incazza!! Ahahahah!
Ecco, esistono due mondi, questo e quello.
Forse neccessiti di una flebo di umiltà ed autoironia (o un clistere se preferisci).
Senza rancore eh:)

Certo che esistono due mondi, ma ciò non toglie che Giovannona coscialunga non abbia la stessa rilevanza artistica e tecnica del capolavoro di ejzenstejn.
Poi la polizia si incazza sarà più fruibile, ma ejzenstejn ed i registi nominati nel film, come Pudovkin, Griffith e gli altri sono effettivamente i padri del cinema.
Perciò si due mondi ma non necessariamente dello stesso livello.

Kewell18
06-10-2010, 16.21.39
Kewell, si sta semplicemente dicendo che non è il massimo prendere esempio dagli Stati Uniti, dato che in casa propria sono strapieni di merda. Germania, Inghilterra, Svezia sono esempi più calzanti

Sul discorso Berlusconi non sono minimamente d'accordo: è pieno di criminali, lui è per distacco il più bravo di tutti. Lo si può odiare ma non si può negare che nel bene e nel male abbia delle qualità stratosferiche ( a cui ci aggiungo quella di essere un grandissimo attore)

Ape...Non avevo visto il tuo post, lo scorgo solo adesso.
Siamo assolutamente daccordo. Il mio era un discordo USA vs Italia, e l'esempio USA lo aveva fatto qualcun'altro. Ci tenevo solo a dire che tra i due per me gli States stanno qualche gradino sopra di noi.
Ma se dovessi prendere dei buoni esempi scelgo anche io ad occhi chiusi i paesi che hai citato tu...

Per il discordo di Berlusconi non ho capito se lo dici scherzando o se invece vedi in lui davvero delle qualità.
Per me un criminale è un criminale e basta. Non ci si può vedere niente di buono.

Cjastron67
06-10-2010, 16.54.38
Certo che esistono due mondi, ma ciò non toglie che Giovannona coscialunga non abbia la stessa rilevanza artistica e tecnica del capolavoro di ejzenstejn.
Poi la polizia si incazza sarà più fruibile, ma ejzenstejn ed i registi nominati nel film, come Pudovkin, Griffith e gli altri sono effettivamente i padri del cinema.
Perciò si due mondi ma non necessariamente dello stesso livello.

Hai ragionissimo Giggio. Sono d'accordo con te.
Io ad esempio adoro un autore che non è alla "portata di tutti" come David Lynch, però mi faccio anche quattro risate grasse guardandomi Giovannona Coscialunga. Ogni tanto invece ci si arrocca in posizioni snob che ci fanno guardare gli altri dall'alto verso il basso.
Una persona veramente intelligente sa parlare e sa stare con tutti dallo scrittore all'operaio per esempio.
(lungi da me dal pensare di essere super intelligente eh :asd:)

@wiz, non condivido tutto quello che dici ma grazie per la tua risposta :)

Dr_Gonzo
06-10-2010, 17.37.10
Sul discorso Berlusconi non sono minimamente d'accordo: è pieno di criminali, lui è per distacco il più bravo di tutti. Lo si può odiare ma non si può negare che nel bene e nel male abbia delle qualità stratosferiche ( a cui ci aggiungo quella di essere un grandissimo attore)

Eri ironico? In caso contrario, provo tristezza per questa tua affermazione.

Harcoregamer
06-10-2010, 23.17.55
1. Come dicevo il problema è universale e ben lungi dall'essere risolto. La soluzione non è rispedire una parte dei migranti indietro, mandandoli a morire in qualche luogo, ma creare accordi interni all'UE e stabilire una politica estera di aiuto umanitario e di supporto per evitare che le persone fuggano dai loro paesi d'origine. Sono d'accordo anch'io che sia ingiusto scaricare il problema solo su alcuni stati europei (come Italia e Francia), come sta accadendo adesso, e voglio sperare tu sia consapevole che l'immigrazione è solo l'effetto di un problema più grande che, prima o poi, dovremo deciderci (tutta l'UE, non parlo solo dell'Italia) ad affrontare.

2. Non posso farti un riassunto di tutto ciò che ho letto e visto nell'ultimo anno, sarebbe chiedermi troppo. Ma ti basti fare qualche ricerca sul popolo delle carriole, sullo stato attuale del centro storico e delle aree suburbane, o sull'assurdo trattamento riservato agli sfollati del post-terremoto. A Napoli e dintorni il problema c'è e rimane, c'è sempre stato e non dico sia colpa di Berlusconi e cricca, ma da qui a parlare di problema risolto (come egli ha più volte ribadito) ne passa.

3. Che il governo stia combattendo la mafia come mai prima d'ora è una stronzata colossale. È una lotta che non può essere misurata in base al numero di boss arrestati, ma in quanto a potere politico ed economico effettivamente tolto alle organizzazioni. Cosa difficilmente attuabile, se nel governo ci sono collusi con la mafia e giornalmente i magistrati vengono oppressi e delegittimati dal potere politico. Bisogna agire ai vertici, alle radici. Molti dei giganteschi passi avanti effettuati da Falcone, Borsellino & Co. sono stati letteralmente annullati dai provvedimenti presi negli ultimi 15 anni dal governo di centro destra (e, forse, sarebbe stata la stessa cosa con al potere il centro sinistra, non a caso mi stanno tutti abbondantemente sulle palle).

1) Non hai capito molto bene il problema...la UE lasciala stare non è il padre eterno,anche la francia sta facendo così e sta facendo bene.

2) Sei smentito dal popolo caro mio...a L'Aquila ha vinto la destra alle scorse provinciali,come ho detto pocanzi,sono state case nuove in tempo record e nessuno può mettere in dubbio che il governo si sia mobilitato per tempo,la bacchetta magica non ce l'ha nessuno.

3) 8 mafiosi arrestati al giorno,più milioni di euro confiscati alla mafia.Il problema è che alcuni magistrati si alzano la mattina e vedono come abrogare le leggi del parlamento,ha ragione berlusconi al 101%.
Specie quando uno degli ex magistrari risponde al nome di antonio di pietro...brrrr.......

funker
07-10-2010, 00.17.50
1. L'UE sono i paesi economicamente attivi, quelli che generano denaro e di conseguenza anche povertà. Quelli che ieri andavano a colonizzare e schiavizzare popoli in giro per il mondo, a supportare gli US per combattere guerre dietro l'angolo, quelli che oggi si lamentano se i profughi di quelle stesse guerre vengono a chieder loro aiuto, quelli che guarda caso il karma domani dovranno risolvere il problema. Dovranno, non c'è scampo, non si può rimandare all'infinito. Da qualche parte si dovrà pur cominciare tipo, chessò, smettendola di illudere le masse che l'immigrazione è un fenomeno a cui si può porre rimedio agendo sugli effetti e non sulle cause.

2. Se il numero di voti ricevuti riflettesse davvero l'effettivo valore di un governo, l'ultimo ventennio ci dovrebbe aver reso migliori di come eravamo no? Migliori di Craxi e di tangentopoli, migliori delle trattative stato-mafia che hanno dato il via al trionfale ingresso della malavita nel sistema politico, dalla porta principale per giunta. Migliori, ovvero con più lavoro e meno tasse, più legalità, più sviluppo economico, più istruzione e tutela degli studenti e dei lavoratori. "Tutte cose che devono essere per forza accadute! Diamine, la maggioranza degli italiani non può aver commesso un tale errore di valutazione. La massa è critica, non stupida!" Nevvero?

3. Se sei davvero convinto che il sistema politico attuale stia combattendo ciò a cui è più intimamente legato, a questo punto anche sforzandomi non saprei come risponderti. Infatti smetterò di farlo, in ogni caso grazie per aver scambiato le tue opinioni con me.

graul
07-10-2010, 01.12.14
Minchia, che tristezza.

Ape_Africanizzata
07-10-2010, 15.33.35
Eri ironico? In caso contrario, provo tristezza per questa tua affermazione.

No non sono ironico. Se una persona è arrivata al massimo livello in qualunque cosa si sia cimentato ( dalla laurea con 110 e lode fino alla costruzione di intere città,poi il Milan, poi la pubblicità, il cinema, le televisioni, l' editoria, un partito e poi la presidenza del consiglio ) ha grandi qualità a prescindere dal fatto che sia un criminale o meno.
Nessuno negherebbe le grandi qualità di Pablo Escobar o di Provenzano: semplicemente affermare che una persona ha grandi qualità non è darne un giudizio morale.
Questo mi sembra semplicissimo: se Berlusconi non avesse avuto nessuna qualità sarebbe durato pochissimo, pur con gli aiuti della mafia che comunque sono piuttosto comuni.

Ape_Africanizzata
07-10-2010, 15.40.12
1. L'UE sono i paesi economicamente attivi, quelli che generano denaro e di conseguenza anche povertà. Quelli che ieri andavano a colonizzare e schiavizzare popoli in giro per il mondo, a supportare gli US per combattere guerre dietro l'angolo, quelli che oggi si lamentano se i profughi di quelle stesse guerre vengono a chieder loro aiuto, quelli che guarda caso il karma domani dovranno risolvere il problema. Dovranno, non c'è scampo, non si può rimandare all'infinito. Da qualche parte si dovrà pur cominciare tipo, chessò, smettendola di illudere le masse che l'immigrazione è un fenomeno a cui si può porre rimedio agendo sugli effetti e non sulle cause.

Oddio, tieni presente che per quanto l' UE e l' America abbia fatto l' africa ci mette molto del suo nel non risollevarsi. Ci sono paesi come la nigeria che sono miniere d'oro a cielo aperto e hanno ricevuto qualcosa come 350 miliardi di dollari di aiuti ( cifre veramente oltre l' astronomico) e le hanno spese tutte in armi per guerre interne o con altri stati. Penso che il problema sia dell' africa più che degli stati più avanzati ( che comunque ci mettono del loro): è l' unico continente che ancora non ha alcuna prospettiva di crescita. Cina, India, tutto il sudamerica e soprattutto il Brasile, pur essendo stati avamposti del capitalismo hanno imparato a camminare con le proprie gambe e anzi adesso stanno correndo fortissimo. Tutti tranne l' africa: perchè?




3. Se sei davvero convinto che il sistema politico attuale stia combattendo ciò a cui è più intimamente legato, a questo punto anche sforzandomi non saprei come risponderti. Infatti smetterò di farlo, in ogni caso grazie per aver scambiato le tue opinioni con me.
Io ho sempre pensato che probabilmente questo governo si stia concentrando solo su un tipo di mafia, cioè l' andrangheta calabrese. Quella siciliana è ben rappresentata in Parlamento: questo significa che se allo stato va bene scendere a patti con un tipo di mafia non è detto che gli vada bene di scendere a patti anche con un altro ( che al momento sta diventando troppo potente)

Onim4ru
07-10-2010, 16.14.55
No non sono ironico. Se una persona è arrivata al massimo livello in qualunque cosa si sia cimentato ( dalla laurea con 110 e lode fino alla costruzione di intere città,poi il Milan, poi la pubblicità, il cinema, le televisioni, l' editoria, un partito e poi la presidenza del consiglio ) ha grandi qualità a prescindere dal fatto che sia un criminale o meno.
Nessuno negherebbe le grandi qualità di Pablo Escobar o di Provenzano: semplicemente affermare che una persona ha grandi qualità non è darne un giudizio morale.
Questo mi sembra semplicissimo: se Berlusconi non avesse avuto nessuna qualità sarebbe durato pochissimo, pur con gli aiuti della mafia che comunque sono piuttosto comuni.

Ci sarebbe anche da far notare però, che far le cose nel rispetto delle leggi è in genere un pochino più complicato.

Diciamo che nel suo caso tutto si semplifica. Specialmente quando sei un p2ista. Specialmente quando hai forti supporti non solo dalla mafia ma anche dal mondo politico.
Però che nel suo campo, quello di fottere la gente, sia il primo della classe bisogna certamente rendergliene merito.

Kewell18
07-10-2010, 16.27.06
No non sono ironico. Se una persona è arrivata al massimo livello in qualunque cosa si sia cimentato ( dalla laurea con 110 e lode fino alla costruzione di intere città,poi il Milan, poi la pubblicità, il cinema, le televisioni, l' editoria, un partito e poi la presidenza del consiglio ) ha grandi qualità a prescindere dal fatto che sia un criminale o meno.
Nessuno negherebbe le grandi qualità di Pablo Escobar o di Provenzano: semplicemente affermare che una persona ha grandi qualità non è darne un giudizio morale.
Questo mi sembra semplicissimo: se Berlusconi non avesse avuto nessuna qualità sarebbe durato pochissimo, pur con gli aiuti della mafia che comunque sono piuttosto comuni.

No Ape, non puoi dirmi queste cose. è un atteggiamento sbagliato, non si può vedere qualcosa di affascinante in un criminale...non è una cosa costruttiva, per la società stessa, se tutti la pensano così è un problema.
Io onestamente non avevo mai sentito nessuno elogiare le grandi qualità di Escobar e Provenzano. Provenzano era, a detta stessa di totò riina, una grandissimo imbecille "testa di gallina", che è arrivato al top della mafia, sempre che questa sia una cosa di cui vantarsi, perchè "sparava come un angelo", ha scalato la classifica perchè da ottimo assassino avevano tutti paura di lui. Se per te essere un buon assassino è una qualità, non sò cosa dire... Che poi Provenzano alla fine dove è arrivato? Ha passato la vita a nascondersi, senza godersi le sue ricchezze o il potere ottenuto per poi finire in carcere.
Di Escobar non conosco i dettagli, non mi esprimo, fatto sta che, come per gli altri due, uno spacciatore non ne può avere di qualità, essere il top della feccia, non ti rende migliore...sempre feccia rimani...
Stesso discorso vale per Silvio...Se tu guardi 6 o 7 merde una di fianco all'altra, tu non pensi: "Quale sarà la più bella o la più brava? Fammi pensare...Ah si, sicuramente la numero 4"...Giusto? Sono tutte merde uguali, brutte e puzzolenti allo stesso modo, di cui è bene, per stare meglio, liberarsene il prima possibile sia dal corpo che dal cesso...:asd:
Così io vedo B., Cosentino, Dell'utri, Escobar, Provenzano, Mangano, ecc...tutte merde esattamente uguali...

Ape_Africanizzata
07-10-2010, 16.30.31
Ci sarebbe anche da far notare però, che far le cose nel rispetto delle leggi è in genere un pochino più complicato. Non lo metto in dubbio, ma in Italia ad un certo livello il rispetto della legge significa solo trovare una giustificazione per cui, anche se la stai infrangendo, non finisci in galera. Con questo ovviamente non voglio giustificare n e s s u n o :D


Diciamo che nel suo caso tutto si semplifica. Specialmente quando sei un p2ista. Specialmente quando hai forti supporti non solo dalla mafia ma anche dal mondo politico.
Però che nel suo campo, quello di fottere la gente, sia il primo della classe bisogna certamente rendergliene merito.

Beh c'è anche da dire che non è nato p2ista. Purtroppo Berlusconi è il self-made man della penisola, il miracolo italiano: un piccolo borghese che diventa il padrone assoluto dell' italia nell' arco di mezzo secolo. A volte mi chiedo cosa sarebbe potuto diventare Berlusconi se avesse vissuto in un paese dove la legalità era un valore assoluto

MaGiKLauDe
07-10-2010, 17.00.32
Beh c'è anche da dire che non è nato p2ista. Purtroppo Berlusconi è il self-made man della penisola, il miracolo italiano: un piccolo borghese che diventa il padrone assoluto dell' italia nell' arco di mezzo secolo. A volte mi chiedo cosa sarebbe potuto diventare Berlusconi se avesse vissuto in un paese dove la legalità era un valore assoluto

Vero, nasce riciclatore. E nonostante l'origine misteriosa del denaro che utilizza per edificare Cusago (o Milano 2? Mi pare Cusago, ma non ne sono certo) un terzo del lotto rimane invenduto, è sull'orlo del fallimento, ma arriva il salvataggio da un imprenditore piduista che compra tutto ciò rimasto invenduto.
È il trait d'union di tutte le correnti criminali del paese. Se questa è una qualità c'è da cambiare il dizionario.

EDIT: Milano 2.

Sicuramente dall’adesione alla P2 Berlusconi ottiene consistenti benefici economici. È un fratello di loggia quel Ferruccio De Lorenzo, presidente dell’Enpam (l’ente di previdenza e assistenza dei medici italiani), che gli acquista una parte di Milano 2, che rischiava di restare invenduta e di far fallire il Biscione

Qui tutto l'articolo: Il programma politico del caimano? Parte dalla tessera P2 n.1816 | Il Fatto Quotidiano (http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/09/28/il-programma-politico-del-caimanoparte-dalla-tessera-p2-n-1816/65267/)

funker
07-10-2010, 23.27.54
Oddio, tieni presente che per quanto l' UE e l' America abbia fatto l' africa ci mette molto del suo nel non risollevarsi. Ci sono paesi come la nigeria che sono miniere d'oro a cielo aperto e hanno ricevuto qualcosa come 350 miliardi di dollari di aiuti ( cifre veramente oltre l' astronomico) e le hanno spese tutte in armi per guerre interne o con altri stati. Penso che il problema sia dell' africa più che degli stati più avanzati ( che comunque ci mettono del loro): è l' unico continente che ancora non ha alcuna prospettiva di crescita. Cina, India, tutto il sudamerica e soprattutto il Brasile, pur essendo stati avamposti del capitalismo hanno imparato a camminare con le proprie gambe e anzi adesso stanno correndo fortissimo. Tutti tranne l' africa: perchè?
Non a caso si suppone il prossimo intervento "di pace" potrebbe essere destinato proprio in Africa. Ovviamente non per estirpare erbacce e mettere fine ai conflitti interni che dilaniano il paese, ma perché l'Africa è un continente ancora tutto da studiare in quanto a risorse. È ovvio che il denaro versato a scopo umanitario finisca nelle mani sbagliate, alla Nigeria poi, da sempre in una situazione ai limiti dell'assurdo, penso dietro ai finanziamenti illeciti e ai colpi di stato continui ci sia una logica alla Risìko che ancora non riesco a definire.


Io ho sempre pensato che probabilmente questo governo si stia concentrando solo su un tipo di mafia, cioè l' andrangheta calabrese. Quella siciliana è ben rappresentata in Parlamento: questo significa che se allo stato va bene scendere a patti con un tipo di mafia non è detto che gli vada bene di scendere a patti anche con un altro ( che al momento sta diventando troppo potente)
La cosa non mi rincuora affatto.

Di0
08-10-2010, 04.16.30
Si', ma siamo OT, qui non si sta parlando di berlusconi impresario edile, berlusconi mafioso o berlusconi imprenditore.
Si sta parlando di berlusconi bestemmiatore e finalmente ha trovato un ruolo per cui lo rispetto! :asd:

Onim4ru
08-10-2010, 10.29.29
Si', ma siamo OT, qui non si sta parlando di berlusconi impresario edile, berlusconi mafioso o berlusconi imprenditore.
Si sta parlando di berlusconi PAGLIACCIO e finalmente ha trovato un ruolo per cui lo rispetto! :asd:

fixed:uiui:

Ape_Africanizzata
08-10-2010, 15.27.40
Vero, nasce riciclatore. E nonostante l'origine misteriosa del denaro che utilizza per edificare Cusago (o Milano 2? Mi pare Cusago, ma non ne sono certo) un terzo del lotto rimane invenduto, è sull'orlo del fallimento, ma arriva il salvataggio da un imprenditore piduista che compra tutto ciò rimasto invenduto.
È il trait d'union di tutte le correnti criminali del paese. Se questa è una qualità c'è da cambiare il dizionario.

EDIT: Milano 2.


Qui tutto l'articolo: Il programma politico del caimano? Parte dalla tessera P2 n.1816 | Il Fatto Quotidiano (http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/09/28/il-programma-politico-del-caimanoparte-dalla-tessera-p2-n-1816/65267/)

Ruolisticamente parlando, Berlusconi è un ladro-bardo di livello 20esimo con carisma, intelligenza e saggezza intorno al 18
Questo ne fa un uomo di grandi qualità, messe al servizio della scelta sbagliata
Secondo me fin quando non si capisce questo Berlusconi non verrà mai battuto

Onim4ru
08-10-2010, 16.08.04
Ruolisticamente parlando, Berlusconi è un ladro-bardo di livello 20esimo con carisma, intelligenza e saggezza intorno al 18
Questo ne fa un uomo di grandi qualità, messe al servizio della scelta sbagliata
Secondo me fin quando non si capisce questo Berlusconi non verrà mai battuto

6 + 6 + 6 :asd:

Di0
08-10-2010, 19.02.29
Ruolisticamente parlando, Berlusconi è un ladro-bardo di livello 20esimo con carisma, intelligenza e saggezza intorno al 18
Questo ne fa un uomo di grandi qualità, messe al servizio della scelta sbagliata
Secondo me fin quando non si capisce questo Berlusconi non verrà mai battuto
Ma infatti, continuiamo a dire che e' stupido, scemo, nano e pagliaccio. Ah, e c'ha il parrucchino. E ce lo porteremo dietro fino al 2050.

wolfina85
14-10-2010, 16.11.28
Oddio, tieni presente che per quanto l' UE e l' America abbia fatto l' africa ci mette molto del suo nel non risollevarsi. Ci sono paesi come la nigeria che sono miniere d'oro a cielo aperto e hanno ricevuto qualcosa come 350 miliardi di dollari di aiuti ( cifre veramente oltre l' astronomico) e le hanno spese tutte in armi per guerre interne o con altri stati. Penso che il problema sia dell' africa più che degli stati più avanzati ( che comunque ci mettono del loro): è l' unico continente che ancora non ha alcuna prospettiva di crescita. Cina, India, tutto il sudamerica e soprattutto il Brasile, pur essendo stati avamposti del capitalismo hanno imparato a camminare con le proprie gambe e anzi adesso stanno correndo fortissimo. Tutti tranne l' africa: perchè?




Io ho sempre pensato che probabilmente questo governo si stia concentrando solo su un tipo di mafia, cioè l' andrangheta calabrese. Quella siciliana è ben rappresentata in Parlamento: questo significa che se allo stato va bene scendere a patti con un tipo di mafia non è detto che gli vada bene di scendere a patti anche con un altro ( che al momento sta diventando troppo potente)
:clap: