PDA

Visualizza versione completa : Come ti militarizzo la scuola



Negion
24-09-2010, 21.27.50
ROMA (23 settebre) - Cresce la polemica su quella che è già ribattezzata la "scuola di guerra" dei ministri della Difesa e dell'Istruzione, Ignazio La Russa e Maria Stella Gelmini.

Il protocollo d'intesa «Allenati per la vita» - firmato in Lombardia, rivolto agli studenti delle scuole superiori e valido come credito formativo scolastico - è un progetto, diverso dalla cosiddetta mini-naja varata sempre da La Russa, che propone agli studenti un corso con lezioni teoriche e pratiche: primo soccorso, arrampicata, tiro con l'arco e pistola ad aria compressa, nuoto, orienteering e percorsi ginnico-militari. Tutto pensato per avvicinare gli studenti all'esercito ma anche come «efficace antidoto al fenomeno del bullismo». Un progetto che però non è piaciuto per niente all'opposizione e agli studenti.

«La scuola è il simbolo dell'emergenza democratica nella quale è finito il nostro Paese: i parlamentari del Pd presenteranno un'interrogazione parlamentare urgente al ministro Gelmini sull'accordo firmato col ministro La Russa per diffondere la "cultura militare" nelle scuole italiane», ha affermato Francesca Puglisi, responsabile Scuola della segreteria del Pd. «Dopo aver svuotato le casse scolastiche, dopo aver fatto entrare i simboli di partito in una scuola dello Stato oggi, con la diffusione e la pratica della cultura militare e dell'utilizzo delle armi a scuola, credo sia giunto il momento di dire: basta. Si sta drammaticamente realizzando ciò che Piero Calamandrei aveva prefigurato in un suo celeberrimo discorso: il ritorno di una dittatura nel nostro paese non avverrà con i carri armati per le strade ma distruggendo la scuola pubblica. Noi - ha concluso - vogliamo che i nostri ragazzi apprendano a scuola la cultura della pace, l'unica che potrà garantire a tutti un futuro».

«Una ne pensano e cento ne fanno al ministero della Difesa; ma mai la fanno da soli. Infatti, se per la mini-naja è stato coinvolto il ministro per la Gioventù, per la "scuola di guerra" il ministro La Russa ha coinvolto la collega Gelmini. Certo si tratta di una sperimentazione, ma proprio come per la mini-naja il periodo di prova durerà poco per via del solito grande numero di richieste alle quali il governo non potrà non corrispondere», ha affermato il senatore radicale Marco Perduca. «Negli ultimi anni per via dei tagli indiscriminati a scuola sono diminuite le ore di insegnamento dell'italiano, si ciancia di rendere obbligatorio l'inglese anche per l'apprendimento di altre materie, mentre le ore di scienze son ridotte all'osso, oggi invece si ritiene necessario far allenare gli studenti a dormire in ambienti ostili: probabilmente una legittima preoccupazione visto che i giovani italiani, se si continua così, si troveranno a dormire sotto i ponti, visto che non saranno competitivi sui mercati internazionali perché prodotti di una scuola che alla mens sana predilige il corpo militare. Con la Senatrice Poretti abbiamo presentato un'interrogazione per capire anche quali saranno i reali costi dell'iniziativa perché troppo spesso alle dichiarazioni di contributo volontario poi non corrispondono i conti».

«Ecco cosa significa un governo fascista», era già stato il commento di Orazio Licandro, della segreteria nazionale del Pdci-Federazione della sinistra sul protocollo «Allenati per la vita», firmato dai ministri dell'Istruzione e della Difesa. Forse La Russa e Gelmini hanno in mente i nuovi balilla o una nuova milizia nazionale? Distruggono la scuola pubblica, gettano sul lastrico gli insegnanti precari e le poche risorse disponibili le impiegano in progetti apertamente diseducativi e in contrasto aperto con la funzione riconosciuta dalla Costituzione alla scuola, fondata sui valori di pace, solidarietà e uguaglianza: l'esatto opposto dell'educazione all'aggressività e alla violenza previste dal protocollo».

Proteste anche dall'Unione degli Studenti. Secondo l'Uds il progetto di La Russa e Gelmini sarà «la base per trasformare la scuola pubblica in un collegio militare. Un percorso distinto in lezioni teoriche inserite nell'attività scolastica di "Diritto e Costituzione" e una parte pratica tra cui l'insegnamento all'arma con le pistole ad aria compressa».

FONTE: ILMESSAGGERO.IT


Allibito e molto, moolto impaurito. Sono molto curioso di leggere il protocollo d' intesa vero e proprio, ma a quanto pare sul sito del ministero dell' istruzione ancora non c'è (l' ultimo è risalente alla giornata di ieri). A voi la parola

Ape_Africanizzata
24-09-2010, 21.33.49
Eccallà, mi mancava la polemica sulla solita minchiata che, come le ronde, avrà impato 0 (ZERO) sul nostro quadro politico.
L' unica cosa ridicola di questa notizia-fuoco di paglia è che l' investimento sui giovani dovrebbe essere qualcosa di meglio che avvicinarli al mondo della protezione civile. Ma vabè

Di0
24-09-2010, 21.48.15
primo soccorso, arrampicata, tiro con l'arco e pistola ad aria compressa, nuoto, orienteering e percorsi ginnico-militari.
Si' si', vabbe', blah blah blah, ma mi avessero proposto all'epoca programmi simili, ora non saprei il congiuntivo del verbo cuocere, ma mi sarei sicuramente divertito molto di piu' a scuola. Sinceramente, piuttosto che quelle cacate delle ore di "educazione fisica", peggio di cosi' non puo' andare, benvengano attivita' secondarie divertenti e stimolanti. E a chi non e' d'accordo: Marce Forzate, zaino 30kg, per tutti!

MarcoLaBestia
24-09-2010, 23.31.40
per me è l'ennesimo passetto verso la guerra civile.


il problema non è il cosa viene fatto - io sono il primo a divertirmi a rotolarmi, fare capriole, saltare cancelli in corsa, lanciare cassini con precisione etc - il problema è il come viene fatto, ovvero con una impostazione fascisteggiante e pro-belligeranza. Un inno al bullismo degno del più becero istruttore di Camp Pendleton.

Ape_Africanizzata
24-09-2010, 23.37.06
Mah. Secondo me leggere troppo spesso la Repubblica ( meglio: i giornali italiani) fa male

Kewell18
25-09-2010, 06.57.04
lanciare cassini con precisione

Intendi "lanciare Casini con precisione?"

:roll3: deve essere veramente divertente...

Naeblis
25-09-2010, 07.02.15
per me è l'ennesimo passetto verso la guerra civile.


il problema non è il cosa viene fatto - io sono il primo a divertirmi a rotolarmi, fare capriole, saltare cancelli in corsa, lanciare cassini con precisione etc

Se la guerra civile portasse allo sterminio della classe politica....insomma cioè magari partecipo.

Io pratico scherma medioevale, giro vestito in calzamaglia con una grossa spada di ferro, e un'armatura....sono pronto!!! :asd:

Che diavolo è un "cassino"?.:look:

Differenzio
25-09-2010, 09.14.33
Cazzo era ora !! almeno adesso sti giovani debosciati saranno capaci di fabbricare una molotov da tirare addosso ai governanti fascisti altro che cavalletti e statuine :asd:

M_Armani
25-09-2010, 13.48.30
applicato ha le sue derivazioni vista la natura inevitabile di una gran parte degli insegnanti che si presenteranno per tenere questi corsi. E poi. Voto? Non voto? Obbligatorio? Facoltativo? Famo correre il ciccione per ridere un pò?

Sicuramente è uno specchietto per le allodole ma certe cose andrebbero prese comunque sul serio invece di fare i pelè pragmatici che non ne hanno mai azzeccata una in 2000 anni...ma sai...perseverare è lo strumento negazionista per eccellenza.

MarcoLaBestia
25-09-2010, 13.56.52
Che diavolo è un "cassino"?.:look:

http://sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc3/hs188.snc3/19534_479104840703_404849415703_11028387_1774721_n .jpg

quante battaglie :metal:

Elrond.
25-09-2010, 14.26.00
Difficile farsi un'idea. Da un lato non sopporto qualunque forma di corso, ricorso, stanziamento, finanziamento di attività extra-didattiche che serve solo per far mangiare pochi furbetti e che anche in presenza della migliori intenzioni non risolve i problemi di un'istituzione scolastica in crisi economica e in crisi di valori. D'altro canto, in una scuola ideale, la reputerei una buona iniziativa... se non provenisse da quei pervertiti dei nostri politici. Si vedrà.

Ape_Africanizzata
25-09-2010, 15.14.38
applicato ha le sue derivazioni vista la natura inevitabile di una gran parte degli insegnanti che si presenteranno per tenere questi corsi. E poi. Voto? Non voto? Obbligatorio? Facoltativo? Famo correre il ciccione per ridere un pò?

Sicuramente è uno specchietto per le allodole ma certe cose andrebbero prese comunque sul serio invece di fare i pelè pragmatici che non ne hanno mai azzeccata una in 2000 anni...ma sai...perseverare è lo strumento negazionista per eccellenza.

Sarà facoltativo e darà un credito formativo.
Non è questione di fare i pelè pragmatici, è che in italia questa sorta di dialettica del ritorno al fascismo non porta veramente da nessuna parte. Vuoi per le ronde, vuoi per il provvedimento che vietava ai locali di mettere i tavoli fuori - scambiato per legge anti-kebabbari!, ogni volta si è alzato un polverone di dimensioni IMMANI ed il risultato è stato che dopo un paio di mesi non gliene fotteva più un cazzo a nessuno.
Giustamente direi.

stan
25-09-2010, 15.38.39
Dai ma chi è che ha detto che è un antidoto al fenomeno del bullismo? Dio mio...

Poi io in realtà per l'educazione fisica fatta seriamente ci sto, evitando le stronzate paramilitari.

MaGiKLauDe
25-09-2010, 17.12.03
Eccallà, mi mancava la polemica sulla solita minchiata che, come le ronde, avrà impato 0 (ZERO) sul nostro quadro politico.
L' unica cosa ridicola di questa notizia-fuoco di paglia è che l' investimento sui giovani dovrebbe essere qualcosa di meglio che avvicinarli al mondo della protezione civile. Ma vabè

Eppure in tutti i topic che parlano di bazzecole spendi fiumi di parole, mentre su Cosentino pilatescamente ti astieni.

karuga
25-09-2010, 17.38.15
Non so se sia più triste sta cosa "allenati per la vita" o i poveretti che la criticano.
Non era sufficiente commentare a bassa voce "che coglionata", voi godete a ingigantire e pubblicizzare le stronzate più inutili che la gente in poltrona si inventa.
Specie poi se è un'ottima occasione per rispolverare l'esclamazione "Fascista!".

MaGiKLauDe
25-09-2010, 17.52.13
Non so se sia più triste sta cosa "allenati per la vita" o i poveretti che la criticano.
Non era sufficiente commentare a bassa voce "che coglionata", voi godete a ingigantire e pubblicizzare le stronzate più inutili che la gente in poltrona si inventa.
Specie poi se è un'ottima occasione per rispolverare l'esclamazione "Fascista!".

E certo, in mezzo a tutte le grandi riforme degli ultimi mesi ci si fossilizza su queste stronzate. Siamo degli inguaribili perdigiorno che proprio non vogliono saperne di pensare alle cose importanti che provengono dal nostro Governo, tipo chessò, le lettere da Santa Lucia, no, noi bohemienne siam così, ci piacciono le cose futili, tipo l'istruzione: che sarà mai un professore di lettere senza lavoro quando un valoroso e prode Allenatore per la vita insegnerà alle nuove generazioni come affrontare un ponte tibetano :asd:

Ape_Africanizzata
25-09-2010, 18.41.27
Eppure in tutti i topic che parlano di bazzecole spendi fiumi di parole, mentre su Cosentino pilatescamente ti astieni.

Scusa, ma cosa ci sarebbe da dire sul caso cosentino che non sia stato detto, ridetto e stradetto?

Ape_Africanizzata
25-09-2010, 18.45.51
E certo, in mezzo a tutte le grandi riforme degli ultimi mesi ci si fossilizza su queste stronzate. Siamo degli inguaribili perdigiorno che proprio non vogliono saperne di pensare alle cose importanti che provengono dal nostro Governo, tipo chessò, le lettere da Santa Lucia, no, noi bohemienne siam così, ci piacciono le cose futili, tipo l'istruzione: che sarà mai un professore di lettere senza lavoro quando un valoroso e prode Allenatore per la vita insegnerà alle nuove generazioni come affrontare un ponte tibetano :asd:

Ok, peccato che il titolo del topic lasciasse intendere tutt' altro.
Bisogna imparare a centrare il bersaglio: un conto è lamentarsi ( giustamente, come ho fatto anche io) dell' opportunità di investire in corsi come questo, che sono, lo ripeto perchè evidentemente si leggono i miei messaggi una riga si e una no, coglionate. Altro conto è gridare al fascismo e all' apocalisse per ogni legge che provenga dalla lega o dal pdl a prescindere da quale sia la sua reale utilità: è successo così per le ronde, per la legge anti-kebabbari, per il disegno di legge che condizionava l'apertura di una impresa, da parte di immigrati, alla conoscenza dell' italiano, e sta succedendo così anche per questo "progetto".

karuga
25-09-2010, 19.06.32
E certo, in mezzo a tutte le grandi riforme degli ultimi mesi ci si fossilizza su queste stronzate. Siamo degli inguaribili perdigiorno che proprio non vogliono saperne di pensare alle cose importanti che provengono dal nostro Governo, tipo chessò, le lettere da Santa Lucia, no, noi bohemienne siam così, ci piacciono le cose futili, tipo l'istruzione: che sarà mai un professore di lettere senza lavoro quando un valoroso e prode Allenatore per la vita insegnerà alle nuove generazioni come affrontare un ponte tibetano :asd:

Ok, ti ho sopravvalutato. Errore mio.
Ora devo solo capire se non sei in grado o non vuoi riconoscere le coglionate da cosa invece merita lo sforzo dei nostri neuroni.

MarcoLaBestia
25-09-2010, 23.14.24
Ok, ti ho sopravvalutato. Errore mio.
Ora devo solo capire se non sei in grado o non vuoi riconoscere le coglionate da cosa invece merita lo sforzo dei nostri neuroni.

se tu hai una gamba squarciata ke scroscia fuori sangue, cosa fai? vai a curarti o ti vai a prendere un caffè?

questi qua scelgono la seconda: con la scuola ke cade a pezzi pensano a fare la puttanata paramilitare.

capito ora il lungo e ironico post di magik?

diox
27-09-2010, 14.55.45
Ok, peccato che il titolo del topic lasciasse intendere tutt' altro.
Bisogna imparare a centrare il bersaglio: un conto è lamentarsi ( giustamente, come ho fatto anche io) dell' opportunità di investire in corsi come questo, che sono, lo ripeto perchè evidentemente si leggono i miei messaggi una riga si e una no, coglionate. Altro conto è gridare al fascismo e all' apocalisse per ogni legge che provenga dalla lega o dal pdl a prescindere da quale sia la sua reale utilità: è successo così per le ronde, per la legge anti-kebabbari, per il disegno di legge che condizionava l'apertura di una impresa, da parte di immigrati, alla conoscenza dell' italiano, e sta succedendo così anche per questo "progetto".

Ma "distruggere" la cultura e militarizzare il popolino non è forse uno dei punti focali del fascismo?

Quindi se risorse che dovrebbero essere utilizzate per produrre cervelli vengono deviate, anche in minima parte, a corsi paraassurdi, non è pur sempre di un metodo fascista che stiamo parlando?

:confused:

Ape_Africanizzata
27-09-2010, 15.21.34
Mi sembra un ragionamento un po' troppo tirato per i capelli, onestamente

diox
27-09-2010, 16.07.07
Mi sembra un ragionamento un po' troppo tirato per i capelli, onestamente

Dipende dal punto di vista da cui guardi la situazione.
Se ti limiti ad osservare questa assurda trovata, si potrebbe pensare ad una cavolata.

Ma se inquadri l'insieme di danni che stanno facendo a 360°, a me pare abbastanza sensato peroccuparsi.

Questi politici (in generale non di una sola parte) mirano ad una cultura da "grande fratello" e la cosa nell'insieme è preoccupante.

Il primo passo verso il fascismo è l'appiattimento dell'intelletto, per rendere più malleabile il popolo.
Ed in questo senso stanno facendo molto, anzi moltissimo.
Gli esempi delle scuole leghiste o di quest'altra sparata (competizione tra gli ex missini ed i leghisti?) vanno inquadrate in un disegno ben più ampio.

Io sono molto preoccupato, preoccupato dal fatto che in Italia a fare cultura ormai sia la TV e che invece di pensare a formare cervelli si pensi a queste stronzate.

Ape_Africanizzata
27-09-2010, 16.27.50
Per me parlare di fascismo è mancare il bersaglio. La gente è rincoglionita a prescindere per via di fattori culturali che sono indipendenti dal fatto che venga introdotto, all' ultimo anno, un corso facoltativo con cui si spara con una pistola ad aria compressa.
Le proposte leghiste sulle scuole leghiste sono sparate fatte per la base elettorale rincoglionita di cui sopra, pericolose nel momento stesso in cui vengono attuate. Qundo vengono fermate , come capita sempre, non c'è nessun problema. Anzi, spesso manca proprio la volontà politica, nella lega, di attuare tutte le cazzate che dice: però è necessario che le dica perchè deve mantenere la sua immagine di partito di lotta e di governo
Poi, a dirla tutta, il sistema scolastico fascista fino a quando è durato ( cioè mi sembra fino al 95) ha dato ottimi risultati

diox
27-09-2010, 16.36.40
Probabilmente hai ragione tu.
Ci si deve preoccupare delle teste di cozza in generale, poi chiamali leghisti, fascitsti o comunisti, poco importa.

Quello che conta è la sistematica distruzione di qualunque cosa faccia un minimo cultura e porti la gente ad usare la materia grigia.

Ape_Africanizzata
27-09-2010, 16.46.53
Lo so, ma questa sistematica distruzione non è secondo me "fascismo". Nel senso, il fatto che uno sia o meno indottrinato non significa che non possa essere colto: dipende da con che cosa si viene indottrinati. Si può essere indottrinati tanto con la logica della tolleranza come dogma fondamentale, tanto con quella del nazionalismo, e si può essere comunque molto acculturati.
Il problema dell' italia è che l' indottrinamento è solo verso l' approccio ultraconsumistico alla vita...in questo senso i disinvestimenti nella scuola pubblica servono al mantenimento dello status quo. Qualcuno ha pensato che il paese debba funzionare bene così, articolato in tante, piccole, piramidi di potere, ognuna delle quali corrisponde ad una casta. Secondo me è un ragionamento sbagliato ma non penso si possa fare molto per cambiare