PDA

Visualizza versione completa : i 3 licenziati in casa fiat



BESTIA_kPk
24-08-2010, 22.58.27
Notizia:
Fiat di Melfi, i 3 operai entrano ed escono - Associate - ANSA.it (http://www.ansa.it/web/notizie/collection/rubriche/associata/2010/08/23/visualizza_new.html_1790863556.html)
Fiat: appello operai a Napolitano - Top News - ANSA.it (http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2010/08/24/visualizza_new.html_1790805713.html)

Se non erro il riassuntoè:
- 3 operai in catena di montaggio ostacolano con un carrello la linea produttiva
- la fiat li licenzia
- il giudice impone il reintegro
- i 3 si presentano in fabbrica ma gli viene impedito di lavorare

Cosa ne pensate?
Al vostro posto avreste fatto come loro?
Se foste l'azienda fiat come vi sareste comportati?

Wiz
24-08-2010, 23.03.02
Non so farmi un'idea precisa perché a seconda del giornale che racconta la storia, la versione varia un po'. E mica per un paio di ciufoli: per alcuni hanno bloccato la produzione per andare a scioperare, per altri no e sono stati licenziati con banali pretesti in quanto appartenenti alla Fiom.

BESTIA_kPk
24-08-2010, 23.18.56
Non so farmi un'idea precisa perché a seconda del giornale che racconta la storia, la versione varia un po'. E mica per un paio di ciufoli: per alcuni hanno bloccato la produzione per andare a scioperare, per altri no e sono stati licenziati con banali pretesti in quanto appartenenti alla Fiom.

Vero, un po' la penso come te, ma facciamo finta che non conti il *come*.
Se i 3 avessero messo un transpallet o carrello o sarcazzo in mezzo alle palle, ci sarebbero stati molti altri in grado di spostare l'intoppo [mal che vada non hai muletti o carroponti? proprio un cazzo?].
Resta cmq impossibile sapere la vera situazione per noi.

Guardiamo da quel che ha detto il giudice in poi :teach:

Di0
27-08-2010, 21.14.15
Guardiamo da quel che ha detto il giudice in poi :teach:

Anche qui, il giudice li ha fatti riammettere al lavoro, quindi la FIAT ha sbagliato a lasciarli a casa. D'altro canto, e' pur vero che li ha lasciati a casa continuando a pagare lo stipendio, quindi in un certo senso dando ascolto alle direttive del giudice.
Non so, se e' vero che questi hanno bloccato una linea di produzione dove altra gente voleva lavorare, quindi contravvenendo a qualsiasi tipo di accordo sindacale esistente nel mondo civile, andrebbero licenziati, multati e messi in mezzo ad una strada, ma di questo si occupera - forse - il giudice in appello.
Credo poco alla teoria della FIAT che li ha incastrati perche' della FIOM: uno, ci saranno testimoni se questi hanno davvero bloccato la linea o meno. Due: cazzo gliene frega alla FIAT di tre teste di cazzo del sindacato meno seguito e piu' inutile tra i vari sindacati?
Resta il fatto che se il giudice li ha reintegrati, la FIAT pur essendo sicura della vittoria nel processo di appello (cosa che mi auguro) non ha il diritto di dare per scontato questa vittoria ribadendo "che secondo l'azienda non solo i licenziamenti dei tre operai sono legittimi ma l'udienza del 6 ottobre stabilirà che la posizione della Fiat è giusta perché vi sono stati "comportamenti di estrema gravità", con un "volontario e prolungato illegittimo blocco della produzione, e non esercizio del diritto di sciopero". Capisco, tutto vero, ma per intanto il giudice ha detto che questi lavorano come tutti gli altri e tu devi ingoiare il boccone, per quanto roda al culo.
Perche' la FIAT farrebbe qualcosa di cosi' palesemente illecito?

Viene il dubbio, e qui macchiavellicamente penso male, che la FIAT stia cercando il pretesto, che sarebbe fornito perfettamente da un'eventuale azione legale contro i dirigenti della fabbrica di melfi per questo fatto, per chiudere finalmente il tutto e fanculo. Se non si rispettano i diritti sindacali in una fabbrica, be', questa la si chiude.
Che poi e' esattamente cio' che vuole la FIAT. Oooops.