PDA

Visualizza versione completa : La Prima Cosa Bella



FiLoX
06-06-2010, 19.04.06
IMDB (http://www.imdb.com/title/tt1467273/)

http://cinemascope85.files.wordpress.com/2010/01/la-prima-cosa-bella.jpg

aGBR9nMm5vY

Trama: Bruno e Valeria sono con i genitori in un importante stabilimento balneare di Livorno. Tutto sembra normale, finchè la madre Anna non viene chiamata sul palco per essere incoronata come la “mamma più bella”, generando ammirazione ed invidia. La donna si ritroverà a conciliare la sua carriera con l’educazione dei due bambini, che vivranno esperienze di ogni tipo. Secondo i figli, ormai cresciuti, il rapporto con la ingombrante figura materna ha rovinato loro l’esistenza. Sarà davvero così?

Commento personale: flashback e storia presente si uniscono morbidamente, esaltando la compattezza della vicenda e la recitazione dell’ottimo cast. Virzì ci regala una commedia incentrata su un personaggio dalle mille sfaccettature, interpretato magistralmente da Stefania Sandrelli e Micaela Ramazzotti. La prima cosa bella è un film corale nel quale non mancano momenti di riflessione e di divertimento, alternati sapientemente per dare alla storia una profondità inaspettata. Successo, di pubblico e critica, pienamente meritato.

L'unico topic su questo film era un palese esempio di viral marketing, ho dovuto e voluto sopperire. Sono sempre più sorpreso, non credevo di trovare così tante pellicole italiane interessanti quest'anno :birra:

Acheronte92
06-06-2010, 21.32.40
Miglior film italiano dell'anno (per batterlo ci vuole parecchio), nonché uno dei migliori di sempre. Magistrale, sotto tutti gli aspetti. Una delle cose veramente belle di questo film è che narra una storia fortemente drammatica con molta ironia e leggerezza, alternando magistralmente e senza alcun fastidio scene tragiche a momenti di risata.
Non appena esce in DVD me lo rivedo, credo proprio che lo promuoverò a cinque stelle nel CinemaCinema :) !

Indiependent
07-06-2010, 15.28.56
Non lo so, non vorrei uscire fuori dal coro però mi sembra esagerato usare l'aggettivo magistrale parlando de La Prima Cosa Bella, cioè sono d'accordo che spezza la monotonia desolante dei drammi/commedie famigliari all'italiana degli ultimi anni, certamente rimane nel campo del buon film avendo anche una discreta tecnica e struttura ma non riesce ad essere altro che questo, nulla di magistrale o che ricorderò piacevolmente nel tempo, un 3/5 gliel'ho dato volentieri ma certamente non più di questo.

FiLoX
07-06-2010, 15.44.51
Ma sì Indie, ti si vuol bene lo stesso anche se la vedo di più come Acheronte ;) secondo me la Sandrelli ha davvero tirato fuori tutto ed il film mi è rimasto impresso come possibile pellicola da consigliare a scatola chiusa, così come era capitato per il diverso, eppur simile Happy Family. Poi è chiaro che c'è chi è più largo negli elogi, come posso esserlo io, oppure chi, avendo anche più esperienza a livello di visioni e commenti, la vede in maniera diversa; è bello stare in un forum di cinema proprio per questo, no? :uiui:

Indiependent
07-06-2010, 15.53.00
oh bhe non assolutizzo di certo la mia posizione, le mie opinioni rimangono sempre nel campo del personale era per ampliare la discussione anche con il mio punto di vista che ribadisco non è negativo ma nemmeno così entusiasta.

lungi da me criticare a priori il cinema italiano, vi ho trovato e vi trovo tutt'ora 'prodotti' estremamente validi, e quando un film esce dalla spirale di mediocrità da italiano ne sono felice. ;)

FiLoX
07-06-2010, 16.00.33
Allora ti faccio una domanda, per curiosità. Secondo te quali sono i difetti del film? Non c'è alcun intento polemico nel mio commento, di certo non voglio convincerti della mia idea ma solo avere un'impressione più generale, considerato che ho fatto questo mio commento con un po' di ritardo dalla visione ;)

Indiependent
07-06-2010, 16.24.06
Non per forza un film per non essere considerato magistrale deve aver dei difetti, anzi talvolta proprio i difetti completano in meglio la cornice di un film davvero magistrale.

Qui i difetti ci sono, a partire dalla Ramazzotti troppo calata nella parte fino ad una storia di fondo poi non così originale ed a tratti provinciale, o forse non così interessante semplicemente. Il problema qui è che il mio giudizio non si basa su queste cose, il mio giudizio si basa (come del resto tutti i miei giudizi su altri eventuali film) sulla mia sensibilità sia da spettatore che da persona che non viene toccata dal modo in cui la vicenda viene narrata. Questo è il motivo per il quale i giudizi che le persone danno sono così eterogenei pur riferendosi al medesimo oggetto, perchè si fanno guidare dalla loro sensibilità che inevitabilmente ci rende diversi anche nel campo della razionalità. Diversi sono i giudizi tecnici, ma anche no.

Ti faccio un esempio, molti in questo forum adorano von Trier, io non sono riuscito a finire nemmeno un suo film pur avendoci provato decine e decine di volte (soprattutto Idioterne). E' una questione di sensibilità, non di intelligenza.

FiLoX
07-06-2010, 16.48.47
Ti faccio un esempio, molti in questo forum adorano von Trier, io non sono riuscito a finire nemmeno un suo film pur avendoci provato decine e decine di volte (soprattutto Idioterne). E' una questione di sensibilità, non di intelligenza.
Ma ci mancherebbe, l'intelligenza non c'entra veramente nulla in questo caso ;) non ti ha convinto la storia e lo posso tranquillamente capire, visto che non credo aggiunga un granchè al genere. Io, avendoci messo 30 minuti buoni a capire che le due vicende non erano distinte ma collegate (ebbene sì, un segugio proprio :asd:) mi sono fatto trasportare. Come dici tu è una questione di sensibilità, volevo solo capire se ci fosse qualche difetto oggettivo da te riscontrato o meno :birra:

Wiz
07-06-2010, 19.14.30
Concordo con Indie. Anche a me il film è piaciuto, ma parlare di magistrale, boh...mi pare esagerato.
E' stato un bel film, piacevole, ma che, a distanza dalla visione, non mi fa dire:
Oh sì, mi va proprio di rivederlo.
Non so, nonostante la bravura degli attori li ho sentiti lontani, la storia mi ha un po' commossa, ma sono rimasta comunque distante. Magari ero in una giornata storta io.
Sono altri i film italiani (recenti) che mi viene da reputare sopra la media.
Il divo, magistrale a livello stilistico, la presentazione della corrente andreottiana è qualcosa che mi fa sbavare ogni santa volta.
Ma se proprio vogliamo la storia e non giudicare il film per una pura questione di stile, mi ha commosso e coinvolto di più Si può fare. Forse perché non mi aspettavo niente, ma è stata davvero una bella (e agrodolce) sorpresa.

Neon88
10-06-2010, 23.23.23
Indubbiamente un bel film, ma concordo che definirlo magistrale o un capolavoro è veramente eccessivo e io non sento il bisogno di rivederlo...