PDA

Visualizza versione completa : The Blind Side



FiLoX
12-03-2010, 19.43.24
IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0878804/)

Uscita italiana: non prevista. Motivo per il quale ho aiutato a realizzare il sottotitolo su subsfactory.it per una maggiore diffusione della pellicola.


http://static.screenweek.it/2009/9/14/The-Blind-Side-Poster-Usa_mid.jpg

5hn5-pxWM6k


Trama: Big Mike è un corpulento ragazzino di colore che vive in un quartiere disagiato di Memphis. Senza una vera famiglia che lo possa assistere la sua unica speranza per una vita migliore è l’ammissione alla Wingate Christian School, che ottiene a causa delle sue indubbie abilità atletiche. I suoi voti sono catastrofici, l’integrazione in una scuola con rare minoranze etniche è complessa e Michael non ha neanche un posto dove dormire la notte. La luce alla fine del tunnel sarà rappresentata da Leigh Anne Tuohy, madre di due studenti dello stesso istituto, che si offrirà di aiutarlo per offrirgli un futuro radioso. Basterà?

Commento personale: The Blind Side è un film che racchiude pienamente alcuni punti focali della società americana. La tipica famiglia agiata e felice con due bambini di sesso diverso, il ragazzino di colore che parte svantaggiato ed è sottovalutato dalla società, il rincorrere la speranza per un’esistenza piena di soddisfazioni quando al momento c’è poco da gioire. Persino i colpi di scena sono stereotipati e lo spettatore attento saprà in anticipo quando saranno mostrati sullo schermo momenti allegri ed altri meno allegri, dando all’intero film l’idea di un cliché già sperimentato in tutte le salse. La storia raccontata è una storia vera e la pellicola è tratta da un libro di successo che parla della vita del nostro eroe; conoscendo il finale si può quindi seguire l’evolversi della storia senza grandi preoccupazioni e si capisce la provenienza di questo senso di già visto che permane l’intera visione. Una situazione del genere potrebbe far affossare qualunque pellicola, ma le sorprese sono che Sandra Bullock dimostra di saper recitare e che la trama scorre via veloce e piacevole. Pazienza se non cambierà la storia del cinema di una virgola; se si cerca una bella storia, anche un po' buonista, questo film fa al caso vostro.

Mi stupisce che non ci sia ancora una distribuzione italiana, considerando anche l'effetto dell'Oscar dato a Sandra Bullock. So che qualcuno su questo forum l'ha già visto (JKL anyone?) e sull'onda della premiazione dell'altra sera qualcun altro lo recupererà sicuramente. Aggiungo solo che non è neanche lontanamente da 7.7 su IMDB, però... perchè no?