PDA

Visualizza versione completa : La creatività è infinita?



cleaned
12-10-2001, 23.52.00
La domanda è... la creatività è infinita?

Autori di film, canzoni o libri che sfornano storie originali e vincenti a raffica.. sono extraterrestri?
Sono sempre idee loro oppure una volta raggiunta la vetta hanno collaboratori che li aiutano nell'ombra?

Io non posso credere che Stephen King (ad esempio) possa sfornare un mattone di libro ogni mese e che sia tutta farina del suo sacco..
Quante idee vincenti ed originali puoi avere nell'arco di una sola vita?

Io credo che quando una firma diventa industria, quando ci sono in ballo soldi a palate e scadenze.. ci sia "l'aiutino" (se non addirittura la commissione ad altri)
dichiarato o nascosto.. come accade per un Dolce & Gabbana o un Pininfarina.. che spesso mettono solo il nome, affidando il lavoro ad un team che emula lo stile ed il gusto dei veri autori.

a voi.

DeepPurple
13-10-2001, 10.27.00
Originariamente postato da cleaned:
<STRONG>

Io credo che quando una firma diventa industria, quando ci sono in ballo soldi a palate e scadenze.. ci sia "l'aiutino" (se non addirittura la commissione ad altri)
dichiarato o nascosto.. come accade per un Dolce & Gabbana o un Pininfarina.. che spesso mettono solo il nome, affidando il lavoro ad un team che emula lo stile ed il gusto dei veri autori.

a voi.</STRONG>

Concordo pienamente ;)

Zeus
13-10-2001, 10.55.00
Originariamente postato da cleaned:
<STRONG>La domanda è... la creatività è infinita?

Autori di film, canzoni o libri che sfornano storie originali e vincenti a raffica.. sono extraterrestri?
Sono sempre idee loro oppure una volta raggiunta la vetta hanno collaboratori che li aiutano nell'ombra?

Io non posso credere che Stephen King (ad esempio) possa sfornare un mattone di libro ogni mese e che sia tutta farina del suo sacco..
Quante idee vincenti ed originali puoi avere nell'arco di una sola vita?

Io credo che quando una firma diventa industria, quando ci sono in ballo soldi a palate e scadenze.. ci sia "l'aiutino" (se non addirittura la commissione ad altri)
dichiarato o nascosto.. come accade per un Dolce & Gabbana o un Pininfarina.. che spesso mettono solo il nome, affidando il lavoro ad un team che emula lo stile ed il gusto dei veri autori.

a voi.</STRONG>

Anche io la penso più o meno come te. Certo che Stephen King sforni sforni ogni mese un libro avvincente, può anche essere vero, ma non è detto che non possa appoggiarsi a team di supporto, in fondo basta creare una "linea base" su cui si baserà il romanzo, basta seguire alcuni dictat forniti dall'autore principale, e anche uno scrittore anonimo può prendere il posto di uno più famoso quale Stephen King.

Per quanto riguarda la creazione di oggetti materiali (come ai citato tu Dolce & Gabbana, Pininfarina, ma anche molti altri) è risaputo che il supporto di persone sconosciute è spesso fondamentale per il successo di un artista nel mondo della moda, designer, ma anche in altri campi.
In fondo nel loro lavoro un aspetto fondamentale risiede nel Marketing; conoscere che cosa piace alla gente, quindi anche qui ciò che ho scritto per stephen king, basta seguire la "linea guida" dell'artista perchè nel mondo industriale di oggi si ha successo se si soddifano più persone possibili, quindi appoggiarsi ad altre persone è divenuto quasi un'obbligo se si vuole mantenere il successo che si è avuto in passato e magari aumentarlo.

cleaned
14-10-2001, 12.50.00
Originariamente postato da Zeus_M:
<STRONG>

Anche io la penso più o meno come te. Certo che Stephen King sforni sforni ogni mese un libro avvincente, può anche essere vero, ma non è detto che non possa appoggiarsi a team di supporto, in fondo basta creare una "linea base" su cui si baserà il romanzo, basta seguire alcuni dictat forniti dall'autore principale, e anche uno scrittore anonimo può prendere il posto di uno più famoso quale Stephen King.
</STRONG>

Si ma io condanno chi si fa aiutare e lo nasconde...

Zeus
14-10-2001, 12.56.00
Originariamente postato da cleaned:
<STRONG>

Si ma io condanno chi si fa aiutare e lo nasconde...</STRONG>

Pure io, ma purtroppo è diventata una pratica comune ai giorni nostri... sono pochi quelli che non si fanno aiutare...

crash5wv297
14-10-2001, 14.21.00
C'è anche da dire che,nonostate io sia un suo fan,S.King ha fatto libri anche solo mediocri...quando la quantità supera la creatività,escono cose schifose.È il caso,per es.,dei nuovi complessi musicali,il primo disco di solito è una meraviglia,mentre il successivo è una vera schifezza(ci sono casi più che lampanti nella musica rock)!! Es. pratico i Dare,il primo LP (vedi firma) è stato una meraviglia,il secondo un'autentica schifezza!!
Io,sentito il primo,e preso dall'entusiasmo, ho comperato anche il secondo....che fregatura!! :D :D