PDA

Visualizza versione completa : Shutter Island



FiLoX
08-02-2010, 20.06.07
IMDB (http://www.imdb.com/title/tt1130884/)

Uscita italiana: 5 Marzo 2010.


http://www.mannythemovieguy.com/images/shutter_island_martin_scorsese_leonardo_dicaprio_m ovie_news_movie_reviews.jpg

ZwwXhy9TyL0


Drama is set in 1954, U.S. Marshal Teddy Daniels is investigating the disappearance of a murderess who escaped from a hospital for the criminally insane and is presumed to be hiding on the remote Shutter Island.

Insomma, DiCaprio in un ruolo dark e a contatto con criminali fuori di testa. A me è venuto in mente il carcere di Arkham, mi sbaglio? Queste storie comunque mi gasano un casino e parliamo di pezzi da novanta. Scorsese, Ferretti e Ben Kingsley, senza dimenticare Ruffalo e Von Sydow. Vedremo, prima di arrivare in sala sarà presentato al festival di Berlino.

Blasor
17-02-2010, 01.08.35
Questo non me lo perdo e poi darà il colpo di grazia alla mia allergia per Di Caprio, finalmente.

grifis
12-03-2010, 19.52.10
Ma quanto è bello questo film? Un montaggio pieno di errori ma una trama a dir poco spettacolare.

FiLoX
12-03-2010, 19.53.27
Appena riesco vado a vederlo, il trailer ormai lo so a memoria.

MaGiKLauDe
12-03-2010, 20.49.16
Non avevo letto il tuo post, ma in un paio di frangenti pesca a piene mani da Arkham.

Superboy_87
12-03-2010, 21.20.00
vabbe si sa ke gli americani nel montaggio fanno cagare... voglio solo dire che devono venire in italia se vogliono fare dei montaggi di qualità un mio amico mi racconta delle cose assurde visto che lavora nel mondo... e menomale che hanno miliardi di dollari da investire ma poche risorse degne di nota nel campo...

Cjastron67
12-03-2010, 21.27.34
La trama è molto interessante ma il film non mi ha convinto completamente.
Non riesce a coinvolgere a pieno almeno io ho avuto questa sensazione.
Gli attori sono ovviamente stratosferici, ma Di Caprio ha quel viso da eterno ragazzino che lo rende inadeguato per certi ruoli.
In generale un buon film ma senza infamia nè lode.
Si lascia guardare ma manca il coinvolgimento emotivo, quello che quando esci dal cinema dopo la visione dici: "cazzo che film!".

Akubo
13-03-2010, 12.31.29
Nel mia immodesta opinione questo film è un capolavoro senza se e senza ma.
Grandissimo Scorsere che confezione una gemma che trasuda di anni 50 da ogni poro: scelte registiche, musiche (:hail:), fotografia.

aries
13-03-2010, 12.34.40
ci capisci di cinema come di giochini :D
(sulle musiche però quoto)

Akubo
13-03-2010, 13.35.55
ci capisci di cinema come di giochini :D
(sulle musiche però quoto)

sentiamo, cosa non ti è piaciuto? -_-'

edit: ah ora ricordo su fb, non ti è piaciuto il "solito" trick di trama... ok, espediente già usato. Ma qua in maniera magistrale, come mai prima d'ora. Solo Memento gli sta vicino. Lo spettatore, che può fiutare qualche indizio prima che i nodi si sciolgano, è disorientato e si interroga comunque fino all'ultima scena, fino all'ultima frase. Film da 8 pieno.

Dr_Gonzo
13-03-2010, 13.55.08
sentiamo, cosa non ti è piaciuto? -_-'


Akubo non cadere in banali provocazioni. Ci prova sempre. :asd:

aries
13-03-2010, 14.06.42
ho preconizzato il finale a funker a fine primo tempo :asd: disorientatissimo °o°

Akubo
13-03-2010, 14.20.55
ho preconizzato il finale a funker a fine primo tempo :asd: disorientatissimo °o°

guarda che l'abbiamo fatto tutti -_-'
il film è disseminato di hint messi lì apposta.
non è che per questo il film diventi scontato.....

aries
13-03-2010, 15.41.39
guarda che l'abbiamo fatto tutti -_-'

appunto.
la vagli subito come ipotesi perché è già stata usata e approfondita da molti, e quando si verifica non ti disorienta per nessun motivo, anzi infastidisce perché è il solito cheat visto e stravisto che sfrutta un meccanismo di scorrettezza nei confronti dello spettatore, che poteva essere simpatico nei primi esperimenti, ma che ora fa solo irritare. Lui s'è messo le mani in faccia, io pure, ora spiegami perché dovremmo star qui a menarcela che è una genialata perché prevedendo che tutti l'avrebbero capito ha messo lì un bicchiere evanescente per pararsi il culo.

lovely5555
13-03-2010, 15.58.51
E' un OMAGGIO al cinema americano, c'è scritto a fuoco "Detour".
Ma santiddio vi siete messi le mani in faccia quando Uma Thurman ha ucciso Bill dopo quattro ore di film?

aries
13-03-2010, 16.04.10
Noooooo spoiler!!! °o°

MaGiKLauDe
13-03-2010, 16.08.27
appunto.
la vagli subito come ipotesi perché è già stata usata e approfondita da molti, e quando si verifica non ti disorienta per nessun motivo, anzi infastidisce perché è il solito cheat visto e stravisto che sfrutta un meccanismo di scorrettezza nei confronti dello spettatore, che poteva essere simpatico nei primi esperimenti, ma che ora fa solo irritare. Lui s'è messo le mani in faccia, io pure, ora spiegami perché dovremmo star qui a menarcela che è una genialata perché prevedendo che tutti l'avrebbero capito ha messo lì un bicchiere evanescente per pararsi il culo.

La forza è una sceneggiatura di marmo. A mente fredda non trovi una sbavatura, un'incongruenza, un dettaglio. Ti sfavi sul bicchiere, perchè non sai se ha scazzato il montaggio come al solito, o significa qualcosa.
Ma il nome della sceneggiatrice subito dopo quello di Scorsese nei titoli di testa non è lì per caso.

aries
13-03-2010, 16.13.50
Ci mancherebbe soltanto che un film che non tenta di dire nulla di nuovo né di offrire alcuno spunto di riflessione peculiare non avesse almeno una sceneggiatura priva di buchi.
Oh badate mica è un film brutto, per carità. Solo è robetta.

stan
14-03-2010, 00.44.32
Secondo me il punto di forza del film non è affatto la trama, è buona per carità ma non è niente di nuovo, credo invece che stia nella capacità di coinvolgere, per me ha avuto una valenza molto forte.

p.s. ma chi è che fa le locandine? Lì Di Caprio sembra un incrocio tra un rapper nero e Val Kilmer...

Kiara
14-03-2010, 02.28.15
Alura. Sì vabbè, noir, thriller, psicobombo? A me è garbato. E' garbata ogni inquadratura studiata, ogni effetto di suspense creato, che si svincola dal cadere nello squallido effetto da horror movie trapiantato in altro genere. Mi è garbata la fotografia, mi è garbata quell'atmosfera da guerra atomica in America, mi è garbata parecchio l'attenzione a certi dettagli che creano di fatti il personaggio (anche la cravatta oscena in sé) o certi luoghi che creano la tua mappa mentale quasi fosse un gioco di strategia (il padiglione A, il padiglione B, quello C e il faro). Non ho sentito alcuna malvagità patinata e kitsch nello stacco tra l'onirico e il non onirico (il "reale" non lo azzardo) o nei vari flashback. Poi vabbè, a tenere una classifica dei film del buon Martin, magari non lo metterei ai primi posti, ma chissene, mi son divertita.

Prima parte meglio della seconda. Scene jurassicparkiane con matti al posto di dinosauri. Parte con il trauma dell'olocausto per poi deviare su un trauma personale ed estraneo al primo. Un buon modo per dare un calcio in kiulo alla retorica. E se il finale puoi pure prevederlo, annusarlo, azzeccarlo, stica, è uno di quei film in cui ti diverti nel mezzo, nei colpi di scena, nella schizofrenia degli stacchi e dei personaggi.

aries
14-03-2010, 03.16.36
Insomma ti è garbato l'ammiccamento continuo al baubau nonostante la pretesa di non utilizzarlo per non apparire scadenti, la suddivisione in livelli che manco Resident Evil che già sai che nulla avverrà di importante fino all'ultimo, un riferimento all'olocausto, sìsì benpensiamo quanto vuoi, fondamentalmente gratuito.
A ciascuno il suo, a me è garbata la colonna sonora e la seduta di sbieco stracomoda nonostante la prima fila, di motivi per apprezzare un film di tangente ce ne sono un mucchio, ma l'isola sciatta rimane robetta.

Wiz
14-03-2010, 09.25.08
Allora. Io mi accodo ad aries.
Sapeva di già visto. E, a tratti, l'ho pure trovato pesante.

Però ho una domanda visto che ha creato un dibattito ieri sera.
Alla fine Di Caprio dice (cito a memoria, potrebbero esserci imperfezioni):
Mi domando se sia meglio vivere da mostro o morire da uomo perbene.
Io l'avevo interpretato così:
Lui ricorda tutto e questo gli risulta insopportabile. Perciò si fa lobotomizzare azzerando così la sua memoria e "uccidendo" il mostro che aveva ucciso moglie e, secondo la sua proprietà traslativa, i figli. Con la lobotomia il mostro cesserebbe di esistere, dal momento che non avrebbe più coscienza di sè. L'uomo per bene compie il sacrificio.
La persona con cui l'ho visto l'ha interpretato così:
Lui, facendosi lobotomizzare, in realtà sceglie di vivere da mostro.

Mi sono fatta troppe pippe mentali?
Voi come l'avevate interpretato?

Kiara
14-03-2010, 10.34.59
Insomma ti è garbato l'ammiccamento continuo al baubau nonostante la pretesa di non utilizzarlo per non apparire scadenti, la suddivisione in livelli che manco Resident Evil che già sai che nulla avverrà di importante fino all'ultimo,



come Raimi no? :sisi:



un riferimento all'olocausto, sìsì benpensiamo quanto vuoi, fondamentalmente gratuito.
A ciascuno il suo, a me è garbata la colonna sonora e la seduta di sbieco stracomoda nonostante la prima fila, di motivi per apprezzare un film di tangente ce ne sono un mucchio, ma l'isola sciatta rimane robetta.

Gratuito o non gratuito, si presenta come solito pappone strappalacrime che "NON puoi NON condividere, antisemita di merda" che poi sfankiula in merito ad una vicenda privata e personale che è solo tangente alla moria degli ebrei. Non ho letto particolare zelo nel voler invitare alle lacrime, mentre più di ogni altro quello di ricreare uno spazio di azione, banale finché vuoi, ma percorribile dallo spettatore. L'isola è vecchia roba, la prigione/manicomio pure, la trama psicotica anche, sì, ma il film si assapora come un gamebook, o, se volete, come un libro di genere in cui la costruzione della trama sai si avvicenderà in un certo modo e differisce da altri libri solo per i diversi nomi dati ai personaggi. Sinceramente, non credo che Scorsese puntasse all'originalità ma anzi, all'opposto tentasse un flashback nelle classiche trame e forme del fare cinema thriller. Poi ripeto, Scorsese fa di meglio, lo sappiamo, ma era un po' che non passavo due ore al cinema senza neanche accorgermene.

grifis
14-03-2010, 11.40.14
Allora. Io mi accodo ad aries.
Sapeva di già visto. E, a tratti, l'ho pure trovato pesante.

Però ho una domanda visto che ha creato un dibattito ieri sera.
Alla fine Di Caprio dice (cito a memoria, potrebbero esserci imperfezioni):
Mi domando se sia meglio vivere da mostro o morire da uomo perbene.
Io l'avevo interpretato così:
Lui ricorda tutto e questo gli risulta insopportabile. Perciò si fa lobotomizzare azzerando così la sua memoria e "uccidendo" il mostro che aveva ucciso moglie e, secondo la sua proprietà traslativa, i figli. Con la lobotomia il mostro cesserebbe di esistere, dal momento che non avrebbe più coscienza di sè. L'uomo per bene compie il sacrificio.
La persona con cui l'ho visto l'ha interpretato così:
Lui, facendosi lobotomizzare, in realtà sceglie di vivere da mostro.

Mi sono fatta troppe pippe mentali?
Voi come l'avevate interpretato?

Per quanto mi riguarda è assolutamente la prima che hai detto, anche perché in tutta sincerità la seconda non ha molto senso.:tsk:

Akubo
14-03-2010, 12.57.24
La prima assolutamente.

aries
14-03-2010, 13.03.25
cut

Racchiudi sotto genere una serie di caratteristiche di per sé neutrali e la bolla le fa diventare automaticamente positive quando utilizzate in chiave (per te) citazionistica, troppo semplice. È un film che vorrebbe costruire ma che non porta avanti nulla per paura di sembrare ridicolo, non va di baubau ma lo suggerisce, non va di lacrimoni ma li suggerisce, magari quelle due scene le si potevano dedicare alla moglie che un minimo andava approfondita. E allora vada di cheat per prendere per il culo il pubblico senza nemmeno riuscirci più, e allora vada di filmetto del Gran Scorsese il cui unico merito è non farti pesare la sua durata, a suo modo gentile e cordiale, scusate per il disturbo, fate come se non ci fossi.

Akubo
14-03-2010, 13.08.49
OT- aries ti piacque Memento?

aries
14-03-2010, 13.10.51
Sì, non è uno dei miei film preferiti ma m'era piaciuto all'epoca. Ma lì il giochino era più approfondito, giustificato e meno telefonato.

Kiara
14-03-2010, 15.58.11
Racchiudi sotto genere una serie di caratteristiche di per sé neutrali e la bolla le fa diventare automaticamente positive quando utilizzate in chiave (per te) citazionistica, troppo semplice. È un film che vorrebbe costruire ma che non porta avanti nulla per paura di sembrare ridicolo, non va di baubau ma lo suggerisce, non va di lacrimoni ma li suggerisce, magari quelle due scene le si potevano dedicare alla moglie che un minimo andava approfondita. E allora vada di cheat per prendere per il culo il pubblico senza nemmeno riuscirci più, e allora vada di filmetto del Gran Scorsese il cui unico merito è non farti pesare la sua durata, a suo modo gentile e cordiale, scusate per il disturbo, fate come se non ci fossi.

Il problema ariella è che mi sei intransigente. Non prendi atto del fatto che io non sia qui né altrove per celebrare entusiasticamente Scorsese e film in questione. Mai stata grande fan di Scorsese, Gangs of New York mi annoiò a dire il vero, e io a lui ci volevo bene più per After Hours che per Taxi Driver. Ti sto dicendo all'invero che Shutter Island è un buon film, non è il suo massimo ma è un buon film, e tra quelli visti ultimamente al cinema è probabilmente quello che ho pagato con più piacere. Che io ti dica che mi son divertita perché sui titoli di coda abbiamo fatto tutti un flash mob in pigiama tirandoci il popcorn o abbia trovato cinquanta euro sulla poltrona della sala è uguale, avrai sempre da ridire qualcosa per amore di farlo, ma ti apprezziamo comunque nonostante faccine di merda tipo questa -> =D

Comunque: ti dirò non è il citazionismo di genere che Scorsese rincorreva. Come hai detto tu stesso, è suggerito ma non si compie del tutto, se lo fosse stato non è nel ridicolo che sarebbe caduto ma nel camp, nel parodico, nel kitsch benevolente infine. Scorsese non lo farebbe, forse neanche sarebbe in grado di farlo. E' indubbio che ci siano dei vuoti di trama ma siamo tutti a conoscenza della minacciata libera autorialità su un testo e quelli che sono gli obblighi di distribuzione. Confido sempre nei director's cut prima di spalare merda ex abrupto. Quelli che tu dici essere mancati approfondimenti per me son stati indizi aperti, non tutti certo ma molti. E' pur sempre un film di manistream, e nel gestire i vari pubblici va di lusso. Quindi sì ariella, a me è piaciuto. Che il baubau non spuntasse mai dai cespugli o dalle rocce alle loro spalle non è stato un gran problema, non era sulla mia eventuale paura che volevo concentrarmi quanto sulla logica della trama. E poi mi son sollazzata nei pdv ad angolo, dal basso, dall'alto, dalle semi soggettive e dall'instabilità nel saltare da uno all'altro. Suka ariella, tivvìbbì ma suka.

Nightwing
15-03-2010, 17.24.17
andatevelo a vedere è veramento un grand bell film bravo di caprio nella recitazione nel ruolo che gli a dato scorzese
bello bello sto shutter island molto misterioso come film perche non devi mai perdere una scena quindi occhio allo schermo ciao

Di0
15-03-2010, 19.06.00
,,,,,,, . .

stan
15-03-2010, 19.11.46
aggiungo:

s h é

Eowyn.
15-03-2010, 22.07.31
Nonchè, A B D C S B S H C

Armando
16-03-2010, 11.46.08
A me è piaciuto molto.Intenso soprattutto nella colonna sonora.

Lo reputo un pochino sotto The Departed,ma son gusti personali,io lo preferisco quando dirige gangster movie.Poi li c'era Nicholson che mi fece venire già dopo 10 minuti di film. :asd:

Alex64
17-03-2010, 23.31.14
Aries è il Perfect Cell del cinema.
Nasconditi.

Comunque qualche nota stonata c'è. Tutto troppo preciso nell'investigazione nonostante i magheggi.

La cosa del bicchiere pensavo fosse stata una mia svista!

Rispetto a The Departed però un cifro sotto, per me.

sara_bleeckerst
18-03-2010, 07.48.45
il che non è incoraggiante, considerando che per me the departed non è sto granché (e a quanto pare sono l'unica a pensarlo :mumble: )

grifis
18-03-2010, 11.45.03
In realtà siamo in due, e secondo me è decisamente il contrario, shutter island è spanne sopra a the departed.

funker
18-03-2010, 13.17.04
Bastava solo che tutto non girasse intorno a quel twist, e sarebbe stato un gran film.

aries
18-03-2010, 14.12.47
Aries è il Perfect Cell del cinema.
Nasconditi.

Ma levati di culo :asd:

DIAZE
20-03-2010, 18.26.21
Visto oggi, di una noia assoluta mi sono giusto risvegliato dal torpore alla fine, negli ultimi 15 minuti.
Per me si può perdere tranquillamente.

Di0
22-03-2010, 04.31.45
Magari commentero' meglio tra qualche giorno, ma a caldo mi viene da dire:
Filmone.
Magari non capolavoro del millennio, niente di rivoluzionario, potrei essere d'accordo con voi, ma filmone per certo.
Fotografia stupenda, grandi musiche, ottime interpretazioni e sceneggiatura solida. Mi e' piaciuto tanto tanto e, comunque, riesce nello straniare e nel comunicare sconforto allo spettatore, cosa importante per la riuscita di un film del genere.
Indeciso tra 4 stelle e 5, probabilmente andro' sulle 4, per ora. Ma promosso a pieni voti, non uno dei migliori Scorsese, ma un film solido e meritevole di visione... e revisione tra qualche tempo.
In generale, l'inzio e' fantastico, la fine e' ben fatta, si perde un po' durante la meta', mi viene da dire, se devo portare una critica.

Eowyn.
22-03-2010, 09.29.35
La trama è molto interessante ma il film non mi ha convinto completamente.
Non riesce a coinvolgere a pieno almeno io ho avuto questa sensazione.
Gli attori sono ovviamente stratosferici, ma Di Caprio ha quel viso da eterno ragazzino che lo rende inadeguato per certi ruoli.
In generale un buon film ma senza infamia nè lode.
Si lascia guardare ma manca il coinvolgimento emotivo, quello che quando esci dal cinema dopo la visione dici: "cazzo che film!".
Mi accodo a questo commento. Non mi ha presa (a parte lo schifo provato per i ratti...) :( Mario è addirittura riuscito ad addormentarsi sul finale...

DIAZE
22-03-2010, 11.16.32
E meno male che Mario c'è...pensavo di esser stato l'unico!

:asd:

Dr_Gonzo
22-03-2010, 12.07.14
Ero convinto mi avrebbe fatto cagare. E infatti mi è piaciuto assai. :asd:
Non voglio ripetere cose già dette e ribadite. So solo che mi sono seduto sulla poltrona e Marti non mi ha mollato più. Atmosfere, musiche, fotografia e regia di grande livello. Ok, lo sappiamo tutti come va a finire dopo cinque minuti, però il modo in cui è raccontato mi ha appassionato comunque. E in certi punti mi sembrava di rivivere certe atmosfere hitchcockiane e kubrickiane che ho gradito non poco.
E quando gliela danno sta benedetta statuetta a Di Caprio?

grifis
22-03-2010, 12.25.54
Mi sento un coglione, a quanto pare solo io non c'ho capito un cazzo di come andava a finire.:asd:

The El-Dox
24-03-2010, 14.10.15
finalmente un film con la F maiuscola, ancor più visto che detesto Scorsese...
Bello, Bello, Bello, coinvolgente. Concordo con le stesse impressioni del Gonzo.

Morfeo81
29-03-2010, 00.26.50
Ci mancherebbe soltanto che un film che non tenta di dire nulla di nuovo né di offrire alcuno spunto di riflessione peculiare non avesse almeno una sceneggiatura priva di buchi.
Oh badate mica è un film brutto, per carità. Solo è robetta.

Tu valuti troppo l'innovazione come colonna portante della qualità. Non è sempre così. Nemmeno The Departed era nulla di nuovo, anzi era addirittura un remake, ma ad oggi non toglie il fatto che le scelte di regia, la recitazione e tutto il resto ne facciano un classico assoluto, proprio per come è stato proposto da Scorsese.

Di sicuro non è il genere in cui da il meglio di sè, questo mi sembra scontato.

aries
29-03-2010, 00.30.32
No guarda ti assicuro che hai preso la persona sbagliata, non sono un fautore dell'innovazione a tutti i costi, anzi. Ma un film che vorrebbe stupire e che non ci riesce fallisce nel suo intento.

Akubo
29-03-2010, 00.32.20
No guarda ti assicuro che hai preso la persona sbagliata, non sono un fautore dell'innovazione a tutti i costi, anzi. Ma un film che vorrebbe stupire e che non ci riesce fallisce nel suo intento.

Secondo me il film non voleva stupire, bensì confondere, disorientare. E lo fa.

Morfeo81
29-03-2010, 00.36.42
La cosa del bicchiere pensavo fosse stata una mia svista!

Rispetto a The Departed però un cifro sotto, per me.

E' la stessa cosa che ho pensato io, ed il motivo (non c'è niente da fare) è di natura culturale. Scorsese rende troppo più nei film che descrivono epoche, sotto-culture, storie di borgata e via dicendo. In lui ho sempre visto una sorta di neorealismo incredibilmente "asciutto", descrittivo, quasi indifferente. Una specie di cronaca nera in cui nemmeno il disgusto per quel che avviene sia enfatizzato più di tanto, e lo si nota sia in Quei bravi ragazzi che (in tono ancora più allucinante) in The Departed.

Shutter Island non è il suo genere, semplicemente perchè il thriller psicologico di pasta già conosciuta poco si confà a questa sua descrittività fredda, gelida, da osservatore indifferente. E' troppo emotivo, proprio come tipologia.

Morfeo81
29-03-2010, 00.41.29
Secondo me il film non voleva stupire, bensì confondere, disorientare. E lo fa.

Ovviamente concordo. Comunque per onor del vero, va ribadita ancora una volta la spiccata tendenza di Scorsese ad indirizzarsi verso la chiave descrittiva e cruda del mondo criminale, argomenti in cui ha sempre o quasi lasciato il segno.

L'unica eccezione è Fuori Orario: lì ha sperimentato ancora di più, e il risultato è stato unico.

Alex64
29-03-2010, 01.08.32
comunque io credo di essere stato l'unico gonzo a non aver fiutato niente per un bel pezzo.

Dr_Gonzo
29-03-2010, 01.15.05
comunque io credo di essere stato l'unico gonzo a non aver fiutato niente per un bel pezzo.

Ci terrei a precisare che di Gonzo ce n'è uno solo. :asd:

zappeo
08-06-2010, 01.55.49
riesumare un thread per dire che ariella non capisce un cazzo non ha prezzo :asd:

visto ora in inglese, come mi ha appena detto qualcuno in chat è pointless postare in un thread dopo mesi dopo che è già stato detto tutto, ma aries e il suo cuore cinematografico ibernato tanti anni fa dopo la visione del primo oav dei cavalieri dello zodiaco meritavano un piccolo up.
quoto in buona parte kiara e il dottorgonzo, questo film è un regalo (da me) apprezzatissimo, è come quando chiedi la rombo di tuono per il compleanno, i tuoi ti portano il pacco tutto bello infiocchettato, e sai già che c'è la rombo di tuono dentro, ma comunque l'atto di scartare quel pacco è uno dei momenti più belli della tua vita :sisi:

altri film e altri registi invece, tipo uno a caso, gilliam, sono come quando ti regalano il nintendo sicstifour.
ma queste due ore le ho passate comodo e soddisfatto per ogni singolo minuto.

uizz
08-06-2010, 20.34.09
Visto anch'io da poco...gran film :) (dis)turbante...non capisco come abbiano fatto alcuni ad addormentarsi (allora se guardavate Toro Scatenato?)...io l'ho visto in tarda serata e dopo non riuscivo quasi a chiudere occhio...

alcoolwarriors
30-06-2010, 12.07.30
riesumare un thread per dire che ariella non capisce un cazzo non ha prezzo :asd:

quoto questo e tutto il resto! :)

(leggero spoiler da qui in giù)
secondo me è uno splendido prodotto, e il fatto che il finale sia abbastanza scontato non lo rovina affatto anche perchè dopo la metà del film non ci si chiede più se sia o meno malato, ma piuttosto se riuscirà ad accorgersene, come reagirà e quale sarà la sua scelta...

aries
30-06-2010, 12.11.46
ahahaha non avevo letto zappeo
ridicolo

funker
30-06-2010, 13.28.03
C'è crisi Aries, ci si accontenta anche dei film mediocri (alcune cose positive, anzi belle, le ha bisogna ammetterlo) e prevedibili. "Mica vero, non avrei mai pensato che sarebbe finita così", no, tu speravi che non finisse così. È diverso.

:asd:

lovely5555
30-06-2010, 13.28.14
Aries, stampati quello che hai scritto su Fuoco cammina con me.
Puoi presentarlo come curriculum al palinsesto di Canale 5.

EDIT,
e portati Funker al colloquio.

funker
30-06-2010, 13.34.10
Non mischiamo le carte in tavola per favore, Fire walks with me nel contesto di cui stiamo parlando è come un jolly nel mazzo da briscola.

aries
30-06-2010, 14.29.46
Jkl, è che io ho visto anche il film oltre al nome del regista :sisi:

lovely5555
30-06-2010, 14.41.27
Prova anche Super+, non si sa mai.

Rodolfo_orc
30-06-2010, 14.43.21
Allora. Io mi accodo ad aries.
Sapeva di già visto. E, a tratti, l'ho pure trovato pesante.

Però ho una domanda visto che ha creato un dibattito ieri sera.
Alla fine Di Caprio dice (cito a memoria, potrebbero esserci imperfezioni):
Mi domando se sia meglio vivere da mostro o morire da uomo perbene.
Io l'avevo interpretato così:
Lui ricorda tutto e questo gli risulta insopportabile. Perciò si fa lobotomizzare azzerando così la sua memoria e "uccidendo" il mostro che aveva ucciso moglie e, secondo la sua proprietà traslativa, i figli. Con la lobotomia il mostro cesserebbe di esistere, dal momento che non avrebbe più coscienza di sè. L'uomo per bene compie il sacrificio.
La persona con cui l'ho visto l'ha interpretato così:
Lui, facendosi lobotomizzare, in realtà sceglie di vivere da mostro.

Mi sono fatta troppe pippe mentali?
Voi come l'avevate interpretato?
secondo me invece:
lui intende dire che facendosi lobotomizzare non accetta la versione dei fatti datagli da dottore & friends ma rimane convinto di essere vittima di un esperimento, e secondo me anche il fatto che Chuck lo chiami "Teddy" favorisce quest'ipotesi, anche per me la seconda non ha senso perchè essere scemi non vuol dire essere mostri.
L'unica cosa che mi ha fatto arrabbiare è l'aver scoperto l'esistenza di un libro solo appena dopo la fine del film

FiLoX
06-04-2011, 12.47.49
Mi sento un coglione, a quanto pare solo io non c'ho capito un cazzo di come andava a finire.:asd:
Secondo me qualcosa si intuisce, ma da lì a capire TUTTA la faccenda ne passa eccome.
Non ripeterò commenti precedenti, mi limito a dire che a me è piaciuto veramente tanto. E che devo smetterla di scrivere [in apertura di topic] frasi del tipo "lo vedo appena possibile", oppure "aspetto con impazienza", oppure "evvai, domani me lo guardo" perchè passa sempre almeno un anno :asd:

PatoDark
06-04-2011, 13.02.52
E' nella mia top 3 del 2010, sicuro..

Il blu ray rende?

jaack
06-04-2011, 16.57.50
mi è piaciuto assai. non privo di difetti, ma gran bel thriller

tra le cose più belle:
- l'ambientazione, sia interni che esterni
- la scena iniziale, dall'arrivo col ferryboat fino all'arrivo all'asilo psichiatrico
- la colonna sonora. finalmente qualcuno si decide ad usare un musicista sconosciuto e dalle potenzialità cinematografiche immense come Giacinto Scelsi

:hail:

Dr_Gonzo
06-04-2011, 18.29.20
sconosciuto e dalle potenzialità cinematografiche immense come Giacinto Scelsi

Nulla da dire. Han scelto bene. :sisi:












:asd:

jaack
06-04-2011, 21.16.22
:asd:

pessimo :nono:

lpbkg_KRWAc

:teach: