PDA

Visualizza versione completa : Non si può vivere di solo Mario & Sonic



sharkone
04-12-2009, 23.20.00
As part of its latest shareholder packet, the company disclosed a net loss of ¥6.323 billion, or $71 million. That number factors in an operating loss of ¥318 million and an ordinary loss of ¥729 million on overall sales of more than ¥154.3 billion–about one and three-quarter billion US dollars.

Pachinko and Pachislot divisions saw growth and increased profit margins, but nearly everything else did not. That includes the company’s amusement divisions (the ones that include arcades), and the consumer business division–the one that bring video games home. Sega Sammy is hoping that Mario and Sonic at the Olympic Winter Games and Bayonetta will prop up consumer business.

In all, company chairman and CEO Hajime Satomi tried to remain upbeat about the company’s future:

We expect the future course of the Group’s operating environment to remain unclear. However, we will push ahead with firm resolve in the further strengthening of our revenue and profit structure. At the same time, we will steadily sow seeds for the future and strive to improve corporate value over the medium-to- long term. I would like to ask our shareholders for their continued understanding and support.

The next few fiscal cycles could become increasingly important for Sega, and for Sega Sammy Holdings.

Forse un giorno lo capiranno. Ma anche no.
Dati taroccati al rialzo da pochi giochi quando la realtà e soprattutto l'immagine ai più è ben differente.

City Hunter
05-12-2009, 00.24.24
Letto prima, non sò fino a quando vogliono continuare in queste condizioni.

Ogni anno è sempre in perdita, non ricordo nemmeno se c'è mai stato un anno in attivo dalla fusione con Sammy...

Si son ridotti al mercato delle noccioline, sono patetici quando sperano di tirare avanti con solo Bayonetta e Mario & Sonic, ma andata a casa via.

Bisogna cambiare mentalità, e investire pesantemente, abbiamo visto che come third party e publisher Sega non vale niente, ormai sono anni, i soldi li avete, rientarte prepotentemente nel mercato hardware e via.
Cavolo il Wii dovrebbe essere un buon esempio, dove non servono i fondi illimitati di sony o MS, ma solo una buona idea, fiuto del mercato e anche coraggio di non arrendersi ad un destino fatto di mediocrità.

E il settore arcade idem, ci vogliono serii investimenti, non che anche qui cercano di recuperare la situazione solo con border break, ma dai.

klaw12321
05-12-2009, 01.13.55
o morte o gloria non ci sono vie di mezzo
hanno detto miliardi di volte che non sono più la società di un tempo , ma si saranno anche accorti che con questa nuova identità sono diventati una società ridicola??
che non solo non accontentano i proprio fan, ma non riescono nemmeno a crearsene di nuovi con i risultati che leggiamo nel post di sharko...
poi il bello è che in un anno ti tirano fuori due nuovi hardware da sala giochi per svilluparci cosa ?? e sopratutto quello che ci svilupperano nell'arcade se poi tanto non verrà mai convertito a che c***o gli serve se le sale giochi sono "mezze" fallite in tutto il mondo??
ripeto o morte o gloria .

_Ali_
05-12-2009, 01.29.14
E' comunque una notizia vecchia di un mese e parla del periodo 01.04.-30.09., nel quale non ricordo titoli importanti usciti...anzi, a quest'ora non ne ricordo nemmeno uno :)

Il periodo importante per Sega nel consumer è iniziato ad ottobre con Bayonetta, poi Mario & Sonic, Aliens vs. Predator, Sega Allstars Racing, Vancouver, Sonic Collection DS. Mentre su arcade in questo periodo escono Shining Force e il nuovo Tetris.

Conoscendo Sega sicuramente faranno perdite anche lì, però speriamo in un miracolo :D

sharkone
05-12-2009, 01.42.05
Inizialmente la fusione con Sammy aveva portato i suoi frutti, per un certo periodo le cose funzionavano veramente e gli anni positivi ci son stati.
Avevano azzeccato finalmente una strategia comprando team importanti e distribuendo giochi di un certo calibro (un Football Manager ed un Condemned erano comunque diversi da un Iron Man e un Bussola d'oro, per quanto oggi ci siano i Platinum che sono il colpo migliore). Iniziavano ad arrivare i soldi e si parlava di Sega verso la classifica americana, Ea stiamo arrivando, e cose varie.
C'era la prospettiva di un futuro migliore. Tanta merda sì, ma gli annunci non mancavano. Con quei soldi finalmente si poteva costruire un futuro migliore con giochi segari.

Purtroppo però quella prospettiva non ha mai preso forma. La distribuzione più che una strategia è diventata La strategia e quella Sega che si stava riprendendo in realtà stava cambiando forma di fatto morendo internamente. I giochi interni finanziati da quei soldi non sono mai arrivati. Quelli che sono arrivati non li abbiamo visti, perchè magari SoJ e SoA fanno la guerra dei poveri o gli arcade gli fa schifo convertirli.

Quella meravigliosa Sega Sammy era un palazzo con le fondamenta di merda. Hanno sbandierato ai quattro venti risultati strapositivi che alla fine erano stracondizionati da Mario e Sonic e altri nomi leggeri. Basta guardare le dichiarazioni dell'anno scorso di SoE, parlano come da vincitori. Ma non si sono mai chiesti che senza quel gioco non sarebbero stati lì sopra? Poi certo si è fatto anche bene su altri fronti e non è stato solo M&S a fare soldi, sicuro. Però a pian piano si è svuotato il marchio. Il pubblico esterno, che non è certo attaccato ad un marchio in modo incondizionato, a pian piano si è allontanato completamente. Ci siamo stufati noi immaginatevi gli altri. La gente ormai non ha più fiducia di un marchio di fatto sinonimo non certo di qualità come un tempo.

Serve progettazione, voglia di rischiare, voglia di dire agli altri non siamo la Sega 6 in classifica. Che ha venduto 10 milioni di M&S e Iron Man. Noi siamo la Sega dei 9 di Yakuza venduto in tutto il mondo, hypato come Ubisoft comanda. Degli arcade convertiti per i nostri fan che in qualche modo i soldi li recuperi. Dei progetti interni pesanti con spese consistenti ma che ritornano nelle casse. Dei Phantasy Star sponsorizzati come sa fare SoJ. Non del marketing occidentale che ai titoli interni che dovrebbero essere il fiore all'occhiello dell'azienda non concede neanche mezza pubblicità.

Ma qui stiamo parlando di una casa che si accontenta delle briciole, che non ha rispetto per i propri giochi e non ha una programmazione seria. Mettono 4 sfigati a sponsorizzare i giochi su Facebook per due lire. Ma cazzo siamo in una generazione dove qualsiasi merda vende milioni di copie. Vogliamo svegliarci?

Un tempo si diceva fai la merda per vivere e i giochi belli per farti il nome. In modo da avere rispetto tra il pubblico. Sega però questi ultimi li sta dimenticando da troppo tempo. I giochi belli son quelli degli "altri", dei Creative, dei Platinum. Ma dovrebbero pur far conoscere agli altri il lato bello di Sega, quello che constantemente nascondono. Valkyria, Yakuza, gli arcade che hanno, i Ps...basterebbe poco per rifarsi un nome. Un paio di progetti home console, una buona pubblicità. Eppure continuano a perdersi in un bicchiere d'acqua.

Solo con i giochini non si va avanti, le merde ed i giochi random servono per sopravvivere, ma serve anche far sapere agli altri che sai fare altro. Altrimenti poi alla fine ti sgamano ed il castello crolla inesorabilmente. Cosa che sta succedendo.

Schubert
05-12-2009, 02.01.43
Sugli arcade non dipende solo da Sega, purtroppo è un mercato destinato se non a morire comunque a ridimensionarsi molto.

Come società deve per forza puntare su altro. Ora come ora fare giochi segari non so quanto sia conveniente dal punto di vista economico, senza avere una console ormai da tanti anni il pubblico interessato si è ristretto moltissimo. I giocatori dei titoli Sega di ieri oggi si sono spostati su Halo, Uncharted, Call of Duty e via dicendo. Magari se li ricordano, ma li ricordano come ricordano un titolo per Amiga e li giudicano buoni solo per un download sul live arcade da dimenticare dopo due giorni.

Bisogna essere realisti, adesso la situazione è questa. Lo avete visto come reagisce il videogiocatore medio all'annuncio di un titolone segaro come After Burner Climax. Non sanno nemmeno cosa sia. Fai 10 After Burner e fallisci davvero. Se hai una console cambia tutto, (ri)diventano i giochi simbolo, ci puoi (ri)costruire l'immagine attorno.

Quindi secondo me o fanno una nuova console - ma mi sembra utopistico - oppure purtroppo i giochi segari andranno lentamente spegnendosi e diventerà una software house come le altre. Credo che sarà inevitabile e andrà di pari passo con l'agonia delle sale giochi.

sharkone
05-12-2009, 02.13.39
Non sono d'accordo. Ai tempi di Outrun 2 dove l'hype intorno fu creato per bene il titolo ebbe un certo richiamo. Voti positivi sulle varie testate, recensioni dai toni esaltanti. Il gioco non avrà fatto i numeroni di un Burnout ma sicuramente erano rientrati nei costi, avevano avuto un ritorno di immagine importante e avevano accontentato i fan.
Non mi sembra poco.
Potrebbe essere lo stesso con After Burner, di certo più aspetti più il gioco diventa vecchio, più lo vendi in maniera ibrida più viene dimenticato in fretta.
Poi che il giocatore medio lo accolga male non deve interessarci particolarmente. Anche in tempi migliori era tipico leggere commenti simili, sulle fantastiche conversioni che duravano 3 ore. L'importante sarebbe dare comunque una scossa. In modo che qualcuno pensando a Sega possa anche riallacciarsi a questi giochi. L'arcade non deve essere il gioco da un milione di copie, non After Burner almeno.
Ma un VF? Sempre arcade si tratta. Come CaccaTekken vende possono farlo loro, e Vf comunque sponsorizzato male i suoi numeri li ha fatti. Figuriamoci sponsorizzato come si deve.

Inoltre segaro non è solo l'arcade. Internamente potrebbero fare di tutto, eppure non hanno nè la voglia nè la forza di portare avanti nulla. Si sono affidati al solo Yakuza ed ai portatili. E Yakuza i commenti li leggiamo tutti. Tutti a farsi le seghe e...non esce:).
Ma si meriterebbero una fucilata nei coglioni altrochè. Una casa come Ubisoft si sarebbe fatta un bel milione di copie così senza pensarci due volte.

E in questo periodo che escono action dalla mattina alla sera vogliamo fare uno Shinobi? Al limite si comprassero il motore di Bayo stesso.

Si potrebbe continuare per ore. Un Alex Kidd su DS? La possibilità di reinventarsi ci sono ogni giorno. Non come su una console Sega ma ci sono.
Poi anche se non rientri totalmente nella spesa hai un ritorno di immagine importante. Per i soldi poi vendi le merde.

Ma se vendi solo merde ti sgamano.

-Piccolo-
05-12-2009, 02.28.38
Gli arcade sono un discorso a parte. E' vero che la crisi c' è e c' è da anni. Ma è anche vero che la crisi è iniziata proprio quando sono calati gli investimenti. Quindi, a mio parere non c' è modo di stabilire OGGI se la crisi è dipesa dall' ascesa delle console casalinghe, dalla fine di questo tipo di intrattenimento o proprio dalla riduzione degli investimenti.

Io però ho un sospetto. Ai tempi di Out Run, Shinobi e Golden Axe, o più recentemente ai tempi di Daytona o Sega Rally, i giochi da sala (soprattutto i giochi SEGA) stavano una generazione intera avanti a quelli per console. La locuzione "arcade perfect" non era un insulto, come oggi, ma una chimera, un sogno. La gente muoveva il culo, usciva di casa e andava in sala giochi perchè quei giochi non li avrebbe potuti vedere UGUALI in casa per almeno altri 4-5 anni. E questo succedeva perchè nel '90 il Mega Drive costava 300 mila lire, mentre il System 16 costava 3 milioni di lire. Succedeva perchè nel 1997 il Saturn costava 200 mila lire, mentre il Model 3 nello stesso anno costava 5 milioni di lire. Invece nel 2000, il Dreamcast e la scheda Naomi avevano quasi lo stesso prezzo e praticamente lo stesso hardware. C' è una differenza fra sviluppare giochi su hardware che costano X (ICS) e sviluppare giochi su hardware che costano 10-15 volte X (ICS). Una differenza che può valere un salto generazionale.

Ma non solo. Il beneficio di avere investimenti maggiori non è limitato al costo dell' hardware. Avere uno o più team di sviluppatore abituati a sviluppare su hardware avveneristici significa avere a disposizione programmatori con le palle, che non li trovi fra quelli che sviluppano per console o per PC. Significa avere programmatori abituati a lavorare a livelli più elevati, con soluzioni più innovative, con tecniche all' avanguardia. Programmatori che quando si troveranno a dover fare una conversione di quel gioco da sala per console, si faranno una risata... perchè per loro sarà una passeggiata.

Quindi, il mio sospetto è: siamo davvero sicuri che il mercato arcade OGGI sarebbe morto se SEGA avesse continuato ad investire TANTI soldi nello sviluppo di hardware da sala? Se quegli stessi hardware costassero 10-15 volte più di quanto costano la PS3 o il 360? Siamo sicuri che la gente, io, voi, tutti, non muoverebbero il culo da casa e andrebbero nell' Extraball (o altra sala giochi) più vicino per veder girare un Virtua Fighter 6 che sembra vero e che non vedrai mai su PS3 o un Daytona 2 che pare un filmato in presa diretta??? Io lo dico senza problemi. Tornerei a frequentare assiduamente le sale giochi e a sbavare nella speranza di vedere quei giochi convertiti anche con una grafica peggiore, alla faccia della comodità della console casalinga.

sharkone
05-12-2009, 02.44.27
Bisogna considerare che gli investimenti non sono calati all'improvviso. Sono calati perchè non rientravano più nei costi. Non avrebbero potuto comunque continuare a fare schede costosissime di molto superiori alle console, anche perchè nessuna azienda si sarebbe potuta permettere di comprare le loro schede (buona parte dei guadagni arriva dai terzi che si affidano al tuo hardware) e le loro casse erano rosso che più rosso non si può.
Ci sono state conseguenze tangibili, basta vedere l'utenza attuale japponese psp/ds, poi che si sia potuto formare un circolo vizioso (giochi meno pesanti=non vado in sala) potrebbe anche essere ma non c'era una alternativa secondo me.

Hai ragione quando dici che i team al lavoro su hardware potenti diventano una risorsa, ma è quello che è successo con Naomi, Lindbergh e soci. Per quanto se ne dica i team arcade Sega in Japan sono tra i migliori. Sono tra gli unici ad aver passato gli ultimi anni su tecnologie e tool di sviluppo occidentali di derivazione pc, mentre gli altri perdevano tempo su Ps2. Non a caso in Japan anche la concorrenza spesso e volentieri bussa alla porta di Sega per chiedere una mano o qualche tool (quelli per la riproduzione delle espressioni facciali Sega sono all'avanguardia).
Ma vogliamo sfruttarli? Vogliamo farli lavorare?
Am2 lavora un sacco ma vogliamo portare i loro sfrutti su console? Vogliamo espandere i team?
Sega un tempo con i suoi team copriva una console. Oggi sono 4 gatti.

Questo lo chiamo perdersi in un bicchiere l'acqua. Perchè non è che si sta parlando di una merda atomica come vogliono far credere i bimbiminchia. Ma di una casa con un potenziale nucleare che si mette a lanciare i petardi il 31 dicembre.


ps: anche se ho capito il senso, non mi affiderei molto al discorso "model 3 5 milioni, naomi=dc". Perchè in quegli anni c'è stato un calo pazzesco dei prezzi della componentistica.

emiliux1981
05-12-2009, 11.13.07
Bisogna considerare che gli investimenti non sono calati all'improvviso. Sono calati perchè non rientravano più nei costi. Non avrebbero potuto comunque continuare a fare schede costosissime di molto superiori alle console, anche perchè nessuna azienda si sarebbe potuta permettere di comprare le loro schede (buona parte dei guadagni arriva dai terzi che si affidano al tuo hardware) e le loro casse erano rosso che più rosso non si può.

ho capito, ma perchè sono calati!? perchè la Sega non aveva più soldi!? se ad esempio ne '94 un cabinato come daytona USA ad esempio veniva 2 milioni di €uro, al giorno d'oggi sempre con la stessa cifra avresti potuto fare un coin-op (oviamente se non fossero spariti) che surclassava qualsiasi console nextgen e PC di ultima generazione!!!

il punto è, perchè nel '94 Sega aveva (ragionando in lire) ad esempio 40 milioni di lire ed adesso non ha più quei (ragionando in €uro) 20Mila €uro, per un cion-op all'avanguardia come un tempo!?:tsk:

cmq se i coin-op esistessero fossero superiori in tutto io in sala ci andrei!!:D

Schubert
05-12-2009, 14.04.57
Secondo me le sale giochi sarebbero in crisi a prescindere da quelle cose. Se i coin-op fossero anche avanti di due generazioni rispetto alle console penso che comunque la maggior parte delle persone non ci andrebbe più lo stesso. Sono cambiati i tempi, anche in Giappone.

City Hunter
05-12-2009, 14.22.41
Esatto, per questo Sega dovrebbe sforzarsi di investire seriamente nel mercato arcade per rinnovare le sale, e proprorre giochi che non possano essere riprodotti dalle console da casa, ma non col solito cabinato col volante o con i cabinati tradizionali, le gente si è stufata.

Negli anni 80/90, un cabinato con volante e force feedback era il massimo, bastava questo per attirare orde di giocatori nelle sale, ma ora questo non basta più, anche perchè tutti possono avere il loro bel volantino per console, a volte anche meglio di quelli dei cabinati...

Per gli altri generi alla fine ridendo e scherzando è vero quel che si diceva tempo fa, il Wii e DS hanno dato una bella botta a tutti quei cabinati che avevano dalla loro metodi di controllo non riproducibili a casa.

Le sale non si sono evolute dagli anni 90, continuano a riproporre gli stessi giochi, magari con grafica nuova (anzi ora neanche più quella), e non basta qualche cagatina giapponese per fare le foto a risollevare le sorti delle sale.
La gente si è stufata ed ha cambiato abitudini.

Per cui come le riporti in sala?
Proponendo una seria evoluzione delle sale giochi.
Se prima c'era il cabinato, ora ci sarebbe la realtà virtuale, tanto per dirne una.

Border Break non salverà un bel niente, ma anche con centinaia di capolavori in sala le cose non cambierebbero tanto facilmente, c'è bisogno di roba nuova e grandi investimenti, altrimenti è solo questione di tempo prima che il mercato arcade diventi un lontano ricordo.

City Hunter
05-12-2009, 14.40.09
Ma vogliamo sfruttarli? Vogliamo farli lavorare?
Am2 lavora un sacco ma vogliamo portare i loro sfrutti su console? Vogliamo espandere i team?
Sega un tempo con i suoi team copriva una console. Oggi sono 4 gatti.

Questo lo chiamo perdersi in un bicchiere l'acqua. Perchè non è che si sta parlando di una merda atomica come vogliono far credere i bimbiminchia. Ma di una casa con un potenziale nucleare che si mette a lanciare i petardi il 31 dicembre.


Per il mercato home, hanno sbagliato completamente l'approccio, puntando tutto sui giochi delle terze parti (o pubblicato o fatti sviluppare esternamente), cosa molto più dispendiosa in termini economici dello svilluppo interno.

Poi hanno sbagliato anche nel ridimensionare i team, come al solito la Sega moderna pensa solo all'immediato e non guarda a quello che succede nel lungo termine.
Al tempi chiudere ridimensionare i team serviva solo per chiudere l'anno con meno perdite.
Sul lungo termine ha indebolito in modo pesantissimo il settore home.

Senza contare la pessima gestione degli stessi team.

Di tutti i team che ci sono, solo due lavorano su console, il Sonic Team e il team di Nagoshi (che comunque è inutile visto che fa solo Yakuza solo in Giappone, e neanche a dire che vende miliardi di copie, rientrano a malapena dei costi di produzione...).

Gli altri team sono sprecati tra giochini portatili e giochini da sala. Non è che fanno roba seria.

Alla fine ci si ritrova con team piccini, divisi a loro volta tra home e arcade e che vengono sottosfruttati anche nelle loro mansioni.
Ma invece di buttare soldi nel gabinetto con pattume come the conduit, pensate a sistemare i team interni.


Questo solo per dire la situazione dei team interni, ma anche la situazione publisher non è delle migliori.

Per dire giochi come Alien VS Predator non nascono da chissà quali brillanti scelte di marketing, AVP lo pubblica Sega solo perchè Vivendi o quello che era non era più interessata, End of eternity idem perchè Square non era interessata e così via...
Inutile che poi vengono a sbandierarli come chissà quali mosse, molti di questi giochi sono finiti in mano a Sega per PURO CASO.

Bayonetta poi viene nominato come gioco che dovrebbe salvare il popò di Sega nel 2010 insieme a Mario & Sonic.
Anche qui, Bayo non nasce come gioco "life saver".
Hanno semplicemente visto che il gioco è hypato (NON per merito di Sega) e puntano su questo.
Scommetto che all'inizio prevedevano di vendere solo 200mila copie di Bayonetta, altro che life saver...

Il solito marketing alla carlona.

schiapcom
05-12-2009, 14.48.40
Secondo me le sale giochi sarebbero in crisi a prescindere da quelle cose. Se i coin-op fossero anche avanti di due generazioni rispetto alle console penso che comunque la maggior parte delle persone non ci andrebbe più lo stesso. Sono cambiati i tempi, anche in Giappone.

Mi sa di proprio di si' almeno credo anche io.

-Piccolo-
05-12-2009, 15.09.11
Secondo me le sale giochi sarebbero in crisi a prescindere da quelle cose. Se i coin-op fossero anche avanti di due generazioni rispetto alle console penso che comunque la maggior parte delle persone non ci andrebbe più lo stesso. Sono cambiati i tempi, anche in Giappone.
Ma il discorso non deve vertere sulla "maggior parte delle persone", perchè gli arcade non sono mai stati un target totalizzante. Anche durante l' epoca d' oro la sala giochi non era la destinazione dell' uscita serale della gente.

Ma la domanda è: se i giochi da sala fossero una generazione avanti, voi ci andreste? Non mi interessa sapere se pensate che gli altri ci andrebbero. Voi... ci andreste?

Io penso proprio di si. Eppure è dai tempi di F355 che non frequento una sala giochi.

Schubert
05-12-2009, 15.56.50
Ma il discorso non deve vertere sulla "maggior parte delle persone", perchè gli arcade non sono mai stati un target totalizzante. Anche durante l' epoca d' oro la sala giochi non era la destinazione dell' uscita serale della gente.

Ma la domanda è: se i giochi da sala fossero una generazione avanti, voi ci andreste? Non mi interessa sapere se pensate che gli altri ci andrebbero. Voi... ci andreste?

Io penso proprio di si. Eppure è dai tempi di F355 che non frequento una sala giochi.

Beh io non faccio molto testo, se ci fosse una sala giochi qua vicino a me non frequentata da gentaglia che ci va per i videopoker, io ci andrei molto volentieri.

Quest'estate sono andato qualche giorno al mare a Rimini con la mia ragazza. La prima cosa che ho fatto è stato girare le sale giochi per giocare con i cabinati Sega.
Anche l'anno scorso (2008) sono andato sempre a Rimini un giorno con lei e mentre stavamo cenando in un ristorante io continuavo a guardare il cabinato di Virtua Fighter 5 dall'altra parte della strada, non vedevo l'ora di finire di mangiare per andare a giocarci. Dopo ci sono andato e ci sono stato due ore, con lei che diceva "ma cosa ci giochi a fare che ce l'hai su Xbox?".

Noi però non facciamo testo, le sale giochi al mare in agosto erano tutte deserte, completamente vuote. Non interessano più a nessuno. Per risollevarle in occidente ci vorrebbe un miracolo.

klaw12321
05-12-2009, 16.03.11
Noi però non facciamo testo, le sale giochi al mare in agosto erano tutte deserte, completamente vuote. Non interessano più a nessuno. Per risollevarle in occidente ci vorrebbe un miracolo.

magari basterebbe non far pagare 2 euro una partita a f355 (la versione a 1 schermo) , un grosso èproblema che riscontro io è che sono diventate davvero molto molto care le sale giochi dalle mie parti e sopratutto hanno cabinati con minimo 5 anni di età (quando va bene) T_T

Toshihiro90
05-12-2009, 16.21.05
magari basterebbe non far pagare 2 euro una partita a f355 (la versione a 1 schermo) , un grosso èproblema che riscontro io è che sono diventate davvero molto molto care le sale giochi dalle mie parti e sopratutto hanno cabinati con minimo 5 anni di età (quando va bene) T_T

Cosa 2 euro per f-355 singolo schermo °o°

Nella sala (che ora ha chiuso) vicino alla mia ex-scuola superiore,c'era il cabinato con 3 schermi (ci siamo capiti quel bestione) e si pagava 50 centesimi...

City Hunter
05-12-2009, 16.25.33
2 euri anche da me, ovvio che poi le sale siano sempre vuote.
Mazza solo 50 centesimi da te...

-Piccolo-
05-12-2009, 16.26.18
Beh io non faccio molto testo, se ci fosse una sala giochi qua vicino a me non frequentata da gentaglia che ci va per i videopoker, io ci andrei molto volentieri.

Quest'estate sono andato qualche giorno al mare a Rimini con la mia ragazza. La prima cosa che ho fatto è stato girare le sale giochi per giocare con i cabinati Sega.
Anche l'anno scorso (2008) sono andato sempre a Rimini un giorno con lei e mentre stavamo cenando in un ristorante io continuavo a guardare il cabinato di Virtua Fighter 5 dall'altra parte della strada, non vedevo l'ora di finire di mangiare per andare a giocarci. Dopo ci sono andato e ci sono stato due ore, con lei che diceva "ma cosa ci giochi a fare che ce l'hai su Xbox?".

Noi però non facciamo testo, le sale giochi al mare in agosto erano tutte deserte, completamente vuote. Non interessano più a nessuno. Per risollevarle in occidente ci vorrebbe un miracolo.
Si... ma il discorso è se si avessero giochi avanti di una generazione. Con Virtua Fighter 5 non ci vado manco io. Non ci spendo un euro. Sono soldi buttati, per me.
Il punto è se un gioco non lo potrò giocare a casa per almeno altri 5 anni, per i limiti tecnici della mia console. Allora si che ci vado a spendere un euro per giocarlo.

Anzi, per me con un investimento "serio" sull' hardware e con un restyling delle sale giochi (trasformarle in un bel posto in cui passare il tempo, con una caffetteria, gente perbene, una certa musica di sottofondo e i cabinati messi con criterio), le sale giochi avrebbero le carte per diventare il business del futuro. Cioè... se abbiamo quella tristezza di sale bingo piene, non vedo il motivo per cui i videogiochi (non i videopoker) non dovrebbero avere successo. Anzi, avrebbero una marcia in più, IMHO.

sharkone
05-12-2009, 16.26.50
ho capito, ma perchè sono calati!?

Gli investimenti sono calati perchè le sale sono cambiate. In Japan Sega e Namco avevano una sala ogni quartiere, come noi abbiamo le chiese o un tempo avevamo le sedi del Partito Comunista e della Democrazia Cristiana. I Japan usciti dal lavoro si buttavano in sala e non perchè c'era il cabinato extranextgen, almeno non solo per quello. Ma era proprio uno stile di vita, come da noi era seguire i Rally o andare allo stadio. Da noi oggi i rally e gli stadi sono seguiti e pieni come allora? No. E così in japan. Semplicemente il tempo è cambiato, la gente gioca diversamente, e resistono poche sale giochi. Così come da noi si seguono le partite su SkyMerda da loro giocano sulle console portatili o vanno a fighe.
A quel punto Sega per salvare il mercato si è buttata su schede più economiche (che non vuol dire merda eh:D, semplicemente con un gap meno eclatante tra loro e le console). E questa mossa ha salvato un po' la baracca, senza Naomi sarebbero chiuse tutte quelle piccole aziende japu e Sega non avrebbe fatto così tanti giochi.

Se ci fossero giochi fighissimi voi ci andreste? Io no come non ci vado ora. Sinceramente non spendo fior di litri di benzina per andare il sabato a giocare After Burner a Milano Marittima. Non ci vado per lui, non ci andrei per Super After Burner. Senza contare quanto te le fanno pagare. Ci giochi una volta e bona piangi la conversione.
Avessi una sala giochi sotto casa come a Cz invece ci andrei comunque, così come ci vado ancora oggi quando scendo per giocare Vs.
Il mio gestore però After Burner non se lo può permettere. Non si può permettere Vf5 figuriamoci i cabinati super nextgen...

E' un mercato quasi morto, per risollevarlo i grandi investimenti non bastano perchè nessuno può permetterseli, ma devono puntare nella direzione che hanno scelto, schede belle, cabinati nuovi (rinnovare tutti quei catorci distrutti dai coglioni, bene Sega Racing). Il problema secondo me non è la tecnica, ma il gameplay.

Vedi R-tuned ed è un gioco di ventanni fa, Hummer idem, Harley idem. Giusto Border Break è qualcosa di nuovo. Serve roba che ti faccia dire andiamo in sala, roba sicuramente bella graficamente ma anche nuova fresca. Con indubbiamente anche pochi ma buoni giochi sulle schede più prestanti per un discorso di immagine e di attirare il pubblico. Nelle sale giochi che se lo possono permettere, ma nelle altre le schede più economiche sono necessarie.

E per rientrare magari inizia a convertire. Ma sembra di parlare arabo con Sega quando si parla di conversioni.
Probabilmente 200k copie di Ab fanno schifo.

Toshihiro90
05-12-2009, 16.32.18
2 euri anche da me, ovvio che poi le sale siano sempre vuote.
Mazza solo 50 centesimi da te...

Già solo 50 cent...infatti però non capisco perchè abbia chiuso.....la gente c'era poi immaginatevi,solo il fatto di stare fuori 2 istituti scolastici.......dalla sera alla mattina ha chiuso boh peccato quando uscivo dalla scuola ci andavo spesso a giocare ad F-355,puzzle bubble,time crisis 3,metal slug e virtua tennis 3,virtua striker 3,policeman 24/7..insomma lo roba buona c'era :(

sharkone
05-12-2009, 16.42.16
Da noi costa molto meno che a Bologna, probabilmente per la solita differenza di costi Nord-Sud. Giochi normali 50 centesimi, quelli figosi 1 euro. Ma ormai la sala con i giochi figosi (es proprio F355 con tre schermi) ha chiuso:(...

Tra l'altro ai tempi fottevo tutti giocando con le 200 lire:roll3: Bei tempi il liceo:roll3:

Toshihiro90
05-12-2009, 17.08.53
Da noi costa molto meno che a Bologna, probabilmente per la solita differenza di costi Nord-Sud. Giochi normali 50 centesimi, quelli figosi 1 euro. Ma ormai la sala con i giochi figosi (es proprio F355 con tre schermi) ha chiuso:(...

Tra l'altro ai tempi fottevo tutti giocando con le 200 lire:roll3: Bei tempi il liceo:roll3:

La cosa figo di quella sala era proprio il fatto che con qualsiasi cabinato giocavi il prezzo era sempre di 50 cent.....e poi sharko ti meriti un applauso con le 200 lire :roll3:

sharkone
05-12-2009, 17.15.34
Ci sta un simpatico aneddoto sulle 200 lire:D
Arrivato l'euro e stabiliti i prezzi in sala e vedendo che funzionavano al posto dei 50 cents, ne accumulai a decine:D. Un giorno li diedi in prestito ad un mio compagno di classe, un mio caro amico, perchè dovevo assentarmi per un paio di settimane. Quando tornai si era sparato tutte le 200 lire:|
In realtà le aveva messe in quelle scatoline alle casse per beneficenza, tipo al Mc Donalds:D.
Allora gli feci un calcolo preciso di quante partite mi doveva e per un mesetto giocai gratis a Vs ad ogni uscita di scuola:D. Anche perchè generalmente in quel periodo consumavo molto poco vincendo più partite di seguito e allora il debito restava. Dopo un po' smisi di fare il calcolo perchè mi dispiaceva e perchè era stato di parola pagando senza dire nulla, gli regalai anche un gioco per PC:D.

Le partite ad ogni uscita di scuola mi mancano un sacco. Eravamo un bel gruppo di amici ma una parte di noi frequentava la ragioneria e usciva 40 minuti dopo. Li aspettavamo fissi in sala...fantastico.

Toshihiro90
05-12-2009, 17.27.19
Ci sta un simpatico aneddoto sulle 200 lire:D
Arrivato l'euro e stabiliti i prezzi in sala e vedendo che funzionavano al posto dei 50 cents, ne accumulai a decine:D. Un giorno li diedi in prestito ad un mio compagno di classe, un mio caro amico, perchè dovevo assentarmi per un paio di settimane. Quando tornai si era sparato tutte le 200 lire:|
In realtà le aveva messe in quelle scatoline alle casse per beneficenza, tipo al Mc Donalds:D.
Allora gli feci un calcolo preciso di quante partite mi doveva e per un mesetto giocai gratis a Vs ad ogni uscita di scuola:D. Anche perchè generalmente in quel periodo consumavo molto poco vincendo più partite di seguito e allora il debito restava. Dopo un po' smisi di fare il calcolo perchè mi dispiaceva e perchè era stato di parola pagando senza dire nulla, gli regalai anche un gioco per PC:D.

Le partite ad ogni uscita di scuola mi mancano un sacco. Eravamo un bel gruppo di amici ma una parte di noi frequentava la ragioneria e usciva 40 minuti dopo. Li aspettavamo fissi in sala...fantastico.
ahah grande :D

Per le partite in compagnia dopo la scuola sono sempre fantastiche :D

Revenge_Of_Segata
06-12-2009, 16.49.46
Da noi c'è una sala giochi che ti fa pagare 50cent per una partita a F355 3 schermi :D

Toshihiro90
06-12-2009, 16.51.55
Da noi c'è una sala giochi che ti fa pagare 50cent per una partita a F355 3 schermi :D

E' quella che stava da me che si è trasferita sicuro :D

sharkone
06-12-2009, 23.56.59
Stavo facendo un po' una sistemata tra cartelle di vecchie sign
http://digilander.libero.it/spacconescacco/sign_99e.jpg
La riorganizzazione è una cosa, e aveva senso ricompattare un po' tutto. Ma non decimare.

Comunque devo aprire un topic a breve, ho trovato un sacco di roba old, anche un video del gio:D.

Toshihiro90
07-12-2009, 00.28.26
Grazie sharko proprio questi stemmini mi servivano :D

emiliux1981
07-12-2009, 00.32.49
l'icona della sonic team (quella con sonic) mi garberebbe averle tra le icone di windows!!:D

247
07-12-2009, 12.48.48
Quindi, il mio sospetto è: siamo davvero sicuri che il mercato arcade OGGI sarebbe morto se SEGA avesse continuato ad investire TANTI soldi nello sviluppo di hardware da sala? Se quegli stessi hardware costassero 10-15 volte più di quanto costano la PS3 o il 360? Siamo sicuri che la gente, io, voi, tutti, non muoverebbero il culo da casa e andrebbero nell' Extraball (o altra sala giochi) più vicino per veder girare un Virtua Fighter 6 che sembra vero e che non vedrai mai su PS3 o un Daytona 2 che pare un filmato in presa diretta??? Io lo dico senza problemi. Tornerei a frequentare assiduamente le sale giochi e a sbavare nella speranza di vedere quei giochi convertiti anche con una grafica peggiore, alla faccia della comodità della console casalinga. parole sante...e cmq purtroppo da noi sermpre 1 € a partita purtroppo sia 1 che 3 schermi...

sharkone
07-12-2009, 12.57.39
Grazie sharko proprio questi stemmini mi servivano :D

Prego:D
Ciapa questi:
http://spaccasharko.altervista.org/_altervista_ht/Nuova%20cartella/sega%20loghid.jpg

City Hunter
07-12-2009, 13.37.36
Questa ERA LA VERA SEGA

Toshihiro90
07-12-2009, 18.25.38
Prego:D
Ciapa questi:
http://spaccasharko.altervista.org/_altervista_ht/Nuova%20cartella/sega%20loghid.jpg
Huuuuu ancora meglio grazie,grazie :clap: :clap:


Questa ERA LA VERA SEGA

Quoto :sisi:

Toshihiro90
08-12-2009, 02.43.00
Domanda veloce,veloce perchè il logo Am2 ha il colore diverso dal solito? :D

Schubert
08-12-2009, 02.44.37
Me lo sono chiesto anch'io.

Toshihiro90
08-12-2009, 02.45.56
Uhmm a vederlo così fa un pò strano,ne brutto e ne bello, strano :asd:

sharkone
08-12-2009, 18.41.23
SEGA decided to bring Valkyria Chronicles 2 to the PSP — not the PS3 like the first game. Why?

According to producer Shuntaro Tanaka, it would take the team three years to make another PS3 game, and that's considering the fact that SEGA already has assets that can be used in the game as well as improved PS3 game development "know how".

Putting the game on the PSP was a much faster solution. Tanaka hopes to see the franchise expand on the PSP and the PS3.

Fans are hoping to see another PS3 game.



Quando si parla di avere tempo, e possibilità di programmare in santa pace.

Schubert
08-12-2009, 19.53.12
Tre anni? Ma dai, hanno già il motore pronto... Avrebbero potuto farlo benissimo in un anno su ps3. E' vero che i giapponesi sono troppo lenti comunque.

City Hunter
08-12-2009, 21.28.30
tre anni è una sparata, soprattutto quando hai gli assets belli pronti.
Se Nagoshi può tirare su un Yakuza all'anno...

Comunque altro che PSP, avrebbero dovuto portarlo anche su 360 semmai se volevano davvero espandere la serie e la base di fan, bah.

Schubert
09-12-2009, 02.02.14
Mah 360 onestamente per un genere del genere (scusa la ripetizione) non mi sembra la console adatta, considerando che in Giappone non vende. In Occidente l'interesse è scarississimo e si è visto, ma è normale, un jrpg strategico è molto di nicchia da noi.

City Hunter
09-12-2009, 13.58.51
Valkyria però non è il solito srpg di nicchia, magari pure 2d solo per appassionati.

Ha dalla sua un impianto più dinamico e più eser frendly, oltre a una grafica che lo tira fuori dal giro srpg di nicchia.

360 è una console abbastanza completa, non è più il prim obotolo, i jrpg vendono bene, Valkyria avrebbe sicuramente giovato del multipiatta.

Così invece abbiamo visto come si è ridotto, le scarse vendite hanno portato la serie ad essere ridimensionata a giochino per portatile, e i segari son pure felici, gente che al tempo spese 600 euri proprio per prendere PS3+valkyria, roba da bruciare la sede di sega japan...

Schubert
09-12-2009, 14.32.43
E' colpa di Sega secondo me, non l'ha spinto per niente, infatti all'inizio non vendeva, poi grazie al passaparola si è ripreso e alla fine per il suo genere è andato bene.
Non possono pensare di lanciare un titolo di quel tipo in novembre senza creare assolutamente hype nè pubblicizzarlo e sperare che la gente magicamente scelga di comprare quello anzichè Call of Duty 5 o Fallout 3.

Tanto per dire, qua su multiplayer l'anno scorso quando la redazione ha scelto i 40 giochi per le nomination come goty 2008 non c'era in lista Valkyria Chronicles. Uno dei titoli più belli della generazione nonchè uno dei jrpg strategici più belli di sempre non è stato preso in considerazione tra i 40 (quaranta!) migliori del 2008.
Senza creare un minimo di hype gli stessi addetti ai lavori lo ignorano. Purtroppo l'hype conta molto di più della qualità, finchè Sega pubblicizza solo le schifezze da publisher i risultati sono quelli.