PDA

Visualizza versione completa : Le nostre radici segare



Schubert
12-11-2009, 17.48.04
Questa discussione nasce dai discorsi che facevo ieri con Wiz e Toshi sull'OT. Molti di voi scrivono qua da tanto tempo e vi conoscete bene, io invece mi chiedevo come siete diventati segari, quando è successo, come mai avete amato i giochi SEGA.

Comincio io raccontandovi la mia storia :asd:

Ho iniziato a giocare con il Commodore 64, poi mi hanno regalato il Master System che è stata la mia prima console. All'epoca una valeva l'altra, ho poi avuto anche il NES. Il mio punto di riferimento non erano le console, ma la sala giochi.
La mia passione per i videogames è nata in sala giochi. Su console desideravo solo le conversioni di giochi arcade, tutto il resto mi interessava molto meno.
C'era un gioco in particolare sul quale avrò speso non so quanti soldi: Wonder Boy in Monster Land. Era bellissimo. Conoscevo ogni segreto, ogni posto dove trovare le monete e i sacchi nascosti. Lo volevo a tutti i costi a casa, e un giorno ci è arrivato, sul Master System. E' tuttora il mio gioco preferito in assoluto.
Poi ho avuto il Megadrive, che è stata la console Sega che ho amato di più. Non avevo tanti giochi perchè costavano tantissimo (oltre le 200.000 lire di allora), ma li ho consumati tanto ci giocavo.
Poi è stato il momento del Game Gear. Era troppo avanti. Fino al giorno prima giocavo a Mario Land sul gameboy in bianco e nero, poi è arrivato Sonic a colori. Era uguale al Master System. Gioco e console bellissimi.
A quel punto ho smesso di giocare. Completamente.
O meglio, giocavo ancora in sala giochi e al bar, ma mai a casa. In quel periodo è uscito il Saturn, e a me dei vg non poteva fregare di meno quindi non me ne sono neanche accorto.
Ho passato 4 anni senza giocare, poi ho ricominciato. Ho fatto appena in tempo a comprare il Saturn che ormai era già morto, quindi in pratica è una console che non ho quasi vissuto. E' per questo motivo che non perdo occasione per dire che vorrei i giochi del Saturn in digital delivery, perchè ricomprarlo e comprare tutti i giochi che mi interessano sarebbe troppo dispendioso.
Comunque, a quel punto ero di nuovo tornato un videogiocatore e ho comprato il Dreamcast al day one europeo. Console fantastica, avanti come nessuna prima, che mi sono goduto quasi pienamente, tranne per l'online a causa della mia connessione.
Cosa mi piaceva e mi piace dei giochi SEGA? Sono l'essenza dell'arcade, di quel modo di intendere il videogame. Immediato ma allo stesso tempo impegnativo, con uno stile ben definito e fighissimo (lontano da quello Nintendo che non mi piaceva granchè). I migliori cabinati in sala giochi erano quelli SEGA, e con le console ti arrivavano direttamente a casa.

Forse mi sono dilungato un po' -_-'

Bobbo
12-11-2009, 18.58.46
Ho comprato il Mega Drive nel 1996. I giochi SEGA li ho giocati a partire dagli anni '80 in Sala Giochi ed alcune conversioni per computer (Commodore 64 e Amiga).
Dopo il Mega Drive, ho preso il Game Gear, il Master System Converter: erano gli anni dell'inizio dell'era PlayStation e si trovava tutto a poco prezzo, tra l'altro abitavo a Milano dove c'erano decine di negozi ed era facile trovare l'usato scaricato dai poco accorti videogiocatori ubriacati dalle nuove console.
Poi ho preso il Saturn (sempre usato), il Dreamcast invece nuovo al lancio (prima console SEGA presa nuova). Solo di recente ho recuperato 32X e Mega CD (oddio, saranno passati 5-6 anni ormai).

Flip
12-11-2009, 19.08.12
A me ragalarono il NES quando avevo tipo 5 anni o giù di lì... dopodichè mio cugggino (che era un gran nerdone con "agganci" in Giappone) mi regalò il Matser System e lo preferì al NES.. soprattutto grazie ad Alex Kidd in Miracle World, che è tutt'ora uno dei giochi a cui sono più affezionato.
Poi passai al SNES e al MegaDrive. Avevo la fortuna che i genitori mi regalavano una console, e l'altra me la regalavano i nonni, perciò potevo divertirmi sia con Nintendo che con SEGA (e che divertimento!).
Anche in questo caso preferìì la console SEGA.. questa volta non per Alex Kidd (maledetta Sega che l'ha mandato in pensione) ma grazie alla nuova mascotte: Sonic!

Ricordo con terribile nostalgia le pubblicità di SEGA su Bimbumbam col pupazzo Uan (mi sembra fosse lui) che mostrava il GameGear e in studio rimanevano strabiliati perchè era a colori... ovviamente rimasi strabiliato pure io, che all'epoca avevo da poco il GameBoy. Per l'ennesima volta, dovetti pregare (cioè frignare:asd:) i nonni, e per Natale ebbi un bel GameGear. Mi sentivo davvero ganzo col GameGear perchè ce l'avevano in pochi ed era di una potenza alluncinante per l'epoca (A COLORI!!):D

Arrivata la generazione a 32 bit, entrò in campo Sony e io decisi di abbandonare Nintendo, che non aveva più nulla da dirmi (apparte Kirby che ho sempre adorato, ma Mario non lo sopporto) e mi feci prendere la PlayStation (che grazie al fantomatico cuggggino potei vedere in anteprima, subito dopo il lancio in Jap perchè lui se la fece arrivare da lì).
1 anno e mezzo dopo, però, riuscìì a farmi regalare anche il Saturn, perchè non potevo comunque stare senza SEGA. Anche se me la sono gustata meno rispetto alle precedenti, e questo mi dispiace tanto.

Il DreamCast.. nota dolente! La prima console di quella generazione fu la PS2, comprata ad inizio estate del 2002 all'uscita di Final Fantasy X. All'epoca avevo 16 anni e non avevo internet.. non avevo la più pallida idea di quale console vendesse di più o di meno e manco mi interessava. E nello stesso modo non sapevo cosa stesse succedendo a Sega..
Verso Natale (sempre del 2002) andai ad informarmi sulla console di Sega, cioè il DreamCast, che volevo comprare utilizzando i miei risparmi guadagnati nei lavoretti estivi. Credevo fosse arrivato il momento di comprarla.. ed ebbi la notizia che era fuori produzione:|
Ci rimasi malissimo, non mi poteva sembrare vero. Per me era pura fantascienza.:|
Insomma, era SEGA! Un nome che da solo simboleggiava il divertimento e il videogioco!
All'epoca non esistevano centri specializzati nella mia città e quindi non la trovai da nessuna parte.

Oggi lavoro e posso permettermi più console senza affidarmi ad altre persone.. e per questo Natale penso di comprarmi un bel DreamCast:D


Sinceramente non so dirvi cosa fosse "quella cosa" che mi legava a SEGA. E forse mai lo saprò.. era una cosa a pelle, sentivo di amare quell'azienda anche solo per il suo marchio. Ovviamente mi divertivo anche con i giochi, ma all'epoca non facevo nemmeno caso all'azienda che produceva i vari giochi. Se c'era scritto Capcom, Sega o EA per me era indifferente. .ero un bambino e non guardavo le scritte ma solo i disegni, i colori e il divertimento. Non sapevo nemmeno cosa fosse un'esclusiva, e non me lo domandavo nemmeno.
Ricordo Uan (quello di Bimbumbam, sempre lui) che diceva "Sonic è solo per le console SEGA!" e questo mi bastava=D

Non sono mai stato frequentatore di sale giochi (all'epoca giravano le voci secondo cui le sale giochi erano frequentate da brutta gente (il che, solo a pensarci, è ridicolo:roll3:)), ma ci giocavo solo d'estate al mare. 3 mesi e mezzo ininterrotti a giocare a Street Fighter e Mortal Kombat sfidando i Sanmarinesi (io andavo nella spiaggia a fianco a quella riservata ai Sanmarinesi (io abito sulla riviera romagnola, più o meno)).

Oggi sono solo "sonaro", perchè legato a brand che appartengono a Sony. E non voglio farmi scappare i giochi made in SEGA che meritano di essere comprati ad occhi chiusi. In primis: Valkyria Chronicles! E poi Yakuza, se arriva..
SEGAT_TT_TT_T

sharkone
12-11-2009, 19.49.56
Le prime scintille sono sicuramente nate nelle sale giochi. Quella più vicino a casa mia non aveva una buonissima reputazione, era frequentata da gente più grande ed io ero giusto un bambino. Non era quindi un posto raccomandabile per mia madre, un po’ come non potevo andare in curva “perché si menano” (come se uno si menasse con i propri amici :asd: ). Si sa però che i posti off limits attirano i bambini più di quelli autorizzati e per la sala fu lo stesso. Ogni volta che passavo di lì per comprarmi le figurine in una edicola che mi vergognavo solo ad entrarci perché era piena di pornazzi e frequentata solo da vecchi segaioli, non potevo che sbirciare tra le vetrate. Tra vari tavoli di biliardo e biliardino che non mi hanno mai attirato più di tanto, facevano bella mostra di sé i cabinati di quell’era dell’oro: After Burner, Outrun, Hang On, ci stava il meglio del meglio. Del resto era un periodo dove Sega diventava leader del settore con un bel distacco dagli altri, posizione che non lascerà più. Entrai in quella sala giochi solo più tardi, per gustarmela giusto poco tempo prima della sua chiusura.

La prima volta in sala giochi fu in paese. Era estate e mio padre per la prima volta ci portò a me e mia sorella per giocare al biliardino con lui. Inizialmente stavo vincendo con gran distacco e mio padre così andò ad aiutare mia sorella muovendo il suo portiere. Ancora oggi me lo ricordo, fu una tragedia. Non riusciva più ad entrare un pallone, mia sorella stava per recuperarmi e come ogni buon bambino che si rispetti, un po’ pollo e un po’ geloso del proprio padre me ne andai mandandoli a cagare. Un vecchietto che aveva il negozio di fronte alla sala (una persona veramente in gamba, rip) si accorse della mia scenata e mi regalò due gettoni, consigliandomi di non spenderli nelle giostre ma nei cabinati all’interno. Entrai così, offeso, con il broncio e alto quanto una banana, in un locale pieno di paninari dell’epoca. Era comunque come entrare nel paradiso, inutile dire che l’80% dei cabinati era tutto targato SEGA. Feci la fila per un gioco di spari, perché ovviamente era una cosa molto trasgressiva per un bambino che ce l’aveva con la sua famiglia giocare ad un gioco violento. Il gioco era niente poco di meno che Bank Panic! Ora come cambiano le cose: per fare un dispetto andai a giocare a Bank Panic, un bambino di oggi gioca a Gears o of War e sega le locuste con il consenso dei genitori anche se il gioco è vietato per la sua età. Inutile dire che fu amore a prima vista e ci spesi tutti e due i gettoni. Mio padre per riparare me ne regalò altri due. E li spesi non ricordo dove, ma sicuramente in un gioco molto più proibitivo per me, visto che li sprecai dopo 30 secondi. Forse Metal Slug o After Burner boh:asd:.

In casa l’amore per Sega iniziò quindi soprattutto per la possibilità di poter giocare i giochi della sala giochi senza spendere duemila monetine, senza dove aver paura di finire ogni volta tutti i crediti e per potermi giocare quei fantastici giochi senza cenere sulla testa, gomitate e gufi guardoni. Poi arrivarono comunque i primi amori casalinghi, uno fra tutti Alex Kidd.

Eravamo comunque bambini alla vecchia maniera, passavamo poco tempo alla tv e prendevamo un pallone per andare alla conquista del mondo, o meglio del quartiere.
Con il Mega Drive e con un certo riccio blu il legame diventò indissolubile. Si formarono le prime fazioni tra gli amichetti, ci si sfotteva allegramente ed era un piacere riunirsi la sera prima di tornare a casa a raccontarsi cosa si era giocato la sera precedente e darsi appuntamento per qualche multiplayer. Era uno spettacolo perché bambini piccolissimi riuscivano a raccontare di mondi e di avventure fantastiche in modi ben differenti e più coinvolgenti di quanto attualmente persone vecchie e pelose facciano con i giochi odierni. Il resto poi è storia…

Anyway quando si parla di cosa ci ha avvicinato a questo mondo mi torna sempre in mente il manifesto segaro "perchè segaro". Parlava di una casa che si rialzava in piedi e dello scantinato buio di un E3 dove di nascosto loro vincevano una fiera mentre noi ci tenevamo per mano.
Vedendo oggi come sono andate le cose, come quei giochi non sono arrivati o come sono arrivati (Sonic 2006) e rileggendo quelle parole, mi rendo conto come essere segaro oggi sia ancora più importante di ieri.
Per ricordare cosa significa Sega, cosa siamo e da dove arriviamo.
Per irrompere nei topic rovinando la festa di lamer e cartonati, ristabilendo le gerarchie. Per non accontentarsi della minestra riscaldata. Di cosa non è segaro e non lo sarà mai. Per essere anche quando Sega non è.

Un giorno mio padre mi disse: "la Scafatese o il Noicattaro di oggi sono il Genoa o la Lazio di ieri". Per dire come quando in serie A si andava a guardare la partita con il Genoa o la Lazio sicuri di vincere (in quel periodo eravamo più forti di loro) oggi lo si fa con queste squadre poco conosciute (con tutto rispetto per loro ovvio). Lo disse per farmi capire cosa era veramente il Catanzaro. Il ruolo del segaro è un po' lo stesso. I Bayonetta di oggi, sono i Mr Nutz di ieri.;)

Il manifesto per i più nuovi era questo:
http://multiplayer.it/forum/club-sega/264304-perch%E8-segaro.html

http://games.softpedia.com/screenshots/thumbs/Mr-Nutz--thumb.jpg


Forse mi sono dilungato un po' -_-'
Hai fatto benissimo :metal:

Bellissimo notare come nella nostra vita segara ci siano dei tratti comuni sempre presenti. La passione per l'arcade e il ricordo di qualche nome home console che hanno acceso una scintilla e hanno fatto in modo di non spegnerla anche in anni di silenzio e di tempesta.


edit: porco mondo quanto ci ho messo...:.:

Hittakara
12-11-2009, 20.04.06
Per quanto mi riguarda:

Iniziai a giocare da piccolissimo, l'età non la ricordo ma ero davvero piccolo. Inizialmente scroccavo sempre partite a casa dei miei cugini e parenti giocando con i loro home computer e ogni tanto i miei mi accompagnavano in sala giochi.
All'età di 6-7 anni ricordo che ero alla casa in campagna con i miei e li ho anche alcuni parenti. Mio zio torna dal lavoro e si mette a parlare con mia madre del regalo fatto a mio cugino per il suo compleanno: un nuovo "computer" (termine usatissimo all'epoca, almeno quà, per definire le varie console).
Io sentita la cosa andai subito a casa di mio cugino, saluto zia e sorella e entro nella sua camera, dove c'era lui, con altri amici a mezzo metro dalla TV a giocare a quello che era in assoluto la cosa più bella vista su schermo fino ad allora. La console era il Master System, il gioco Alex Kidd. L'impatto fu allucinante: abituato a giocare sempre con quegli home computer e vedendo giochi di un certo tipo solo in quei rarissimi casi in cui andavo in sala, ritrovarsi un gioco su una console e su schermo così colorato, vivace, con delle musiche di quel calibro e con così tanta varietà su schermo, fu totale. Chiaramente, io ultimo arrivato quel giorno col cavolo che ho giocato:D Mi misi a terra con gli altri e guardavo e ogni tanto mi sfogliavo il manuale di Alex Kidd incluso nella confezione o mi guardavo la scatola nell'MS i vari volantini pubblicitari, specie quelli presenti in molti giochi MS, quella specie di cataloghi con immagini di tanti giochi e periferiche che sicuramente ricorderete:D A pensarci, fui l'unico tra loro che dava importanza a queste cose. Tutto partì da quel momento, da quella prima occhiata a quel gioco. Poi quando mise After Burner apriti cielo, e chi capiva più nulla, gli home computer manco esistevano più nella mia mente. La sala giochi andarci o non andarci sembrava non avere più importanza.
Passavo non sò quanto tempo di quasi tutti i giorni della settimana a casa di mio cugino, ogni gioco che aveva lo si giocava assieme, l'estate dormivo a casa sua per più giorni solo per giocare con l'MS, si faceva tardi assieme davanti Shinobi, c si svegliava assieme davanti Alex Kidd. E col fatto che mia madre andava li praticamente 5-6 giorni su 7, la cosa chiaramente aiutava:D
La console la presi solo più avanti.
Con il Mega Drive discorso analogo. Praticamente avevo sia lo stesso cugino, che il cugino che mi abita dall'altro lato del muro che avevano la console, quindi anche quì inizialmente la console me la sono goduta da altri. In questo caso, quando non fissavo le tende dal cugino di prima, andavo dall'altro:D E anche quì la console presa di mio più avanti.
Con l'arrivo della PSX però tutto cambiò: quei pochi negozietti che fino ad allora trattavano in abbondanza Sega e Nintendo, si trasformarono o in negozi pirata visto il fenomeno Play Station e solo uno continuava a vendere originale, ma solo Sony e Nintendo poi con l'arrivo del 64.
Di Sega nulla, il vuoto assoluto se non al massimo qualche rimanenza MD, prima di sparire del tutto anche quella.
Chiaramente il Saturn mai vissuto in prima persona per questi motivi, all'epoca ero utente Play Station (ma non sonaro, non in base alla definizione che si usa dare ormai nei forum di sonari, boxari etc.), console che però, al di la della mancanza di Sega, mi ha dato tanto lo stesso. Per fortuna giochi Sega riuscivo a giocarli in altri modi, o per le edizioni PC o gli arcade in sala. E guarda il caso, proprio in quella generazione, prese piede una sala giochi proprio nel mio paese, l'unica sala seria che ricordo e che frequentavo quasi quotidianamente. Tirò avanti egregiamente fino ai primi anni del 2000 (2001-2002 max), per poi chiudere per far spazio ad altro...
Del Saturn l'unica cosa che ricordo è uno spot pubblicitario che non ricordo quasi per nulla e le discussioni che si facevano ai tempi delle medie con un ragazzo che conoscevo e che prendeva l'autobus con me per tornare a casa e al quale gli fu regalata la console.
Per il DC situazione ancor più tragica. I negozi di pirateria ormai facevano da padroni, quell'unico negozio che trattava originale e non trattava però Sega cominciava a risentire della cosa, niente spot in TV, niente gente con la console di mia conoscenza, nulla di nulla, non sapevo e non si sapeva davvero un tubo della console. L'unica cosa che vidi all'epoca a riguardo, fu una piccola immagine in una rivista che i compagni sonari e nintendari all'epoca portavano a scuola. Ma per il resto il nulla. Non ricordo manco se all'epoca sapevo che si trattasse di una console Sega... Anche quì riuscivo a giocare quel poco di Sega nei modi descritti sopra.
Il fatto poi di essere abbastanza piccolo all'epoca e senza internet, impediva praticamente di avere qualsias tipo di conoscenza a riguardo.
Solo una volta che ho messo internet (2002-2003), le cose hanno iniziato a cambiare e l'anno successivo, 2004, comprai la console con i soldi che avevo guadagnato lavorando l'estate dell'anno prima, soldi che misi da parte apposta. Da li chiaramente le cose sono cambiate: informazione, ero più grande e se volevo comprare della roba risparmiavo o lavoravo l'estate per comprare ciò che volevo senza che nessuno (genitori) mi impedissero di farlo e se volevo roba per corrispondenza potevo farlo tranquillamente senza alcun impedimento, me la sbrigavo interamente io, nessuno poteva dirmi nulla ne impedirmi di farlo.
Purtroppo me ne dispiaccio ancora oggi, di non essermi potuto godere manco gli ultimi tempi ne del Saturn, ne del DC, ma purtroppo quella era la situazione...
E per quanto ancora oggi provi certe sensazioni ed emozioni nel giocare e rigiocare certi giochi DC, sono conscio del fatto che magari, viverseli pienamente nel loro periodo vitale, sarebbe stato comunque diverso. Nonostante il fortissimo legame sia per la console, che per tutto ciò che la riguarda...

Stare in una generazione come questa, per quanto mi riguarda, significa tornare a quegli anni (post MD), con la differenza che all'epoca avevo modo di giocare roba che mi piacesse sul serio in altri modi e/o su altre console. Ora non solo non c'è Sega, ma non c'è manco tutto il resto...

stobbArt
12-11-2009, 20.16.51
Io non sono segaro, ma lo sapete, quindi non linciatemi :D (forse potevo scegliere un altro modo per iniziare ma vabbè :asd:)

la mia passione per sega però nasce dagli arcade: io vivo in un paesino sperduto ma ho la fortuna di essere figlio dei proprietari di quello che all'epoca era uno dei 2 bar del paese, ovviamente con saletta giochi annessa: non ho idea di quante ora possa aver passato su quei cabinati, ma non facevo altro che giocare alcuni capolavori sega e snk (mi sa che il nostro fornitore era legato a snk, perchè i giochi neo geo li ho praticamente provati tutti :asd:): per quanto riguarda sega i giochi che ho nel cuore di più sono sega rally e outrun...capito perchè mi piacciono i giochi di guida? :D

Intanto mi avevano regalato il master system con alex kidd precaricato in memoria...quanto c'ho giocato T_T, anche se è stato il mio unico gioco per quella meravigliosa console.

Nel frattempo, diventai più grande, i miei chiusero il bar e continuarono solo col negozio di alimentari (entrambe le cose è da suicidio) e io mi ritrovai senza console, ma con un pc nuovo: in pratica da 13 a 20 anni sono stato pcista anche se ho comprato n64 e dc, mentre la psx me la regalarono i miei zii. Fortuna che al tempo sega convertiva un sacco di giochi su pc, così ho potuto continuare il mio rapporto con l'azienda di sonic.
Le console le ho riscoperte lentamente, giocavo solo alcune cose (ocarina of time o f355 per fare 2 esempi...shenmue l'ho comprato un bel po' dopo), presi la ps2, ma il mio vero ritorno consolaro è stato shadow of the colossus. Da lì ho recuperato molti giochi dc, ho amato la saga di yakuza e ho continuato nel mio multipiattaformismo estremo e casualissimo che continua ancora oggi da possessore di tutte le 3 home console.

Purtroppo sega è in difficoltà, fa buoni giochi, altri meno, ne pubblica di buoni e di ciofeche, ma non è più quella di prima...almeno finchè non avvio outrun sulla 360 e allora vedo che in fondo sega può ancora dare tantissimo al mondo dei videogiochi, si è costruita da sola una gabbia nella quale non può essere se stessa: deve rendersene conto e tornare a farci sognare :red:

ps: in outrun sul live nel percorso B sono 27 al mondo :D

Toshihiro90
12-11-2009, 20.26.59
Allora ti spiego la mia situazione,inzialmente agli albori della mia carriera da videogiocatore (:asd:) ero arcadearo segaro (giocavo solo a quelli insieme al mio papà tra questi c'erano Virtua racing,il sempre presente outrun ed il mitico virtua fighter) poi quando ero piu' grandicello diventai picciaro-segaro (giocavo alle conversione del saturn per pc Sega rally,virtua fighter 2 e virtua cop 2),però facevo comunque delle scappatelle su console in particolare la carretta ps1 e qualche volta il N64 da degli amichetti,poi nel 2002 ci fu la scelta della console.....xbox o GC?......(notare come non presi in considerazione la ps2 :asd: ) la mia scelta ricadde sul Gc con tutti gli alti e bassi (però non me ne sono mai pentito,anzi ho recuperato anche delle perle segare come monkey ball (quello vero) ed il mai troppo lodato F-zero GX (che la gente ha voglia di dire ma di nintendo ha poco)) in questa gen invece andai sul sicuro con il wii al dayone,poi dopo un po di tempo mi stancai del wii (leggasi il famoso periodo di magra del wii dove c'era solo passatempi) e andai su ps3..e così sono diventato multipiatta e ritornato sui passi segari :D
Per dirti i primi 2 titoli che presi per la ps3 non furono resistence,genji o ridge racer,ma virtua fighter 5 e virtua tennis 3 :asd:

Riporto quì ciò che ho scritto ieri :D

Comunque ha ragione sharko gira,gira abbiamo quasi tutti le stesse radici nate con gli stessi alti e bassi,comunque con tutti i nostri racconti il 3d ha assunto un'atmosfera romantica :D

Toshihiro90
12-11-2009, 20.32.01
ps: in outrun sul live nel percorso B sono 27 al mondo :D

Sto io invece sul psn nei 15 percorsi sono 10 (prima 8) chi ha la possibilità vada a controllare il mio id è quello in firma :D

Revenge_Of_Segata
12-11-2009, 20.32.22
3 fasi:

1) Durante la mia infanzia ero solito gridare "SEGA, SEGA!" dinnanzi a qualsiasi cabinato riportante quel marchio, mi piaceva il nome ridicolo :D
All'epoca "facevo finta" di giocare con i cabinati perchè non avevo 500 lire per un gettone (ed ora 1000 lire, ladri!). Inizio a giocare seriamente nel nuovo millenio, nel 2004 ricevo la ps one e mi lamento che in gran turismo 2 non ci sono le ferrari come su OutRun 2.

2) Una lettera su "Repubblica dei Giochi" la quale esaltava la figura di SEGATA SANSHIRO, all'epoca sapevo che il Dreamcast era la console migliore mai creata anche se non sapevo che fosse SEGA... comunque, la lettera sul vendicatore segaro ha fatto partire una molla...

3) ...la quale ha attivato definitivamente il segaro in me nel novembre 2007 (grazie anche ad un'articolo su Nonciclopedia...)

Toshihiro90
12-11-2009, 20.38.38
A pensarci bene la fiammella DC a me si accese grazie a Game repubblic e a Serino (in parte devo ringraziare anche Dark con le sue mail inviate sempre a GR :D )

Andreas
12-11-2009, 20.49.46
Ho cominciato a giocare al Mega drive nel '92 e smesso nel '98, anno in cui ho comprato la ps1, nonostante in un primo periodo alternavo le 2 console...

Bobbo
12-11-2009, 20.57.06
Miseria quanto sono vecchio, vado ad iscrivermi al circolo del (mini)golf.

Hittakara
12-11-2009, 21.01.15
A pensarci bene la fiammella DC a me si accese grazie a Game repubblic e a Serino (in parte devo ringraziare anche Dark con le sue mail inviate sempre a GR :D )
Lol:D
Mai fregato nulla di perdere tempo a scrivere lettere a riviste, ma con GR e Serino è sempre stata ben altra storia.
Mi dispiace per quei casini successi dopo, vista la stima che ho sempre avuto per lui.

Hittakara
12-11-2009, 21.06.06
Miseria quanto sono vecchio, vado ad iscrivermi al circolo del (mini)golf.
Solo all'anagrafe:uiui:

Toshihiro90
12-11-2009, 21.07.52
Lol:D
Mai fregato nulla di perdere tempo a scrivere lettere a riviste, ma con GR e Serino è sempre stata ben altra storia.
Mi dispiace per quei casini successi dopo, vista la stima che ho sempre avuto per lui.

Ora Serino è andato alla spera ed ha scritto per TGM,NRU e PSM :sisi:

Si firma come Kundola però il suo stile si vede ed anche tanto :D

Jotaro77
12-11-2009, 21.14.47
Ho amato pure io Sega per Wonder Boy in Monster World..lo stò attendendo su virtual console arcade..la mia prima console è stata il Game Gear con Sonic,neanche mai presa i considerazione Nintendo,e poi sono passato al MD..nel periodo dei 18 anni uscì il Sat,ma l'ho perso quasi tutto perchè in quel periodo mi tirava altro,altro che i videogiochi..stavo pure per smettere di comprare Mega Console,ma poi decisi di continuare,e da lì appresi del DC..preso al Day one..un anno prima intanto il centro commerciale dalle mie parti liquidava il SAT con Sonic R a 99000 lire,e lo presi al volo,recuperando svariati giochi a 30000(grazie al mercatino di MC)..da lì ho vissuto tutto il periodo DC e poi,avendo nel frattempo apprezzato Zelda e Mario per N64,decisi di prendere il GC per giocarmi Zelda,mario e Sonic Heroes..il gba lo presi per Sonic Advance e il DS per Sonic Rush(oltre che Mario e luigi!)..solo il Wii non l'ho preso scatenato da Sonic,ma dopo una settimana avevo già il Secret Rings..ormai però considero Sega veramente defunta,quindi probabilmente alla prossima gen prenderò solo il successore del DS perchè mi intrippa troppo..cmq DC e SAT sono in bella mostra sotto il mio TV,pronti all'uso..

Schubert
12-11-2009, 22.01.35
In casa l’amore per Sega iniziò quindi soprattutto per la possibilità di poter giocare i giochi della sala giochi senza spendere duemila monetine, senza dove aver paura di finire ogni volta tutti i crediti e per potermi giocare quei fantastici giochi senza cenere sulla testa, gomitate e gufi guardoni. Poi arrivarono comunque i primi amori casalinghi, uno fra tutti Alex Kidd.

Bellissimo notare come nella nostra vita segara ci siano dei tratti comuni sempre presenti. La passione per l'arcade e il ricordo di qualche nome home console che hanno acceso una scintilla e hanno fatto in modo di non spegnerla anche in anni di silenzio e di tempesta.


Secondo me il segaro nasce in sala giochi, vedo che è stato così anche per voi. Quando usciva per console la conversione di un gioco che volevo a tutti i costi era fantastico.



Di Sega nulla, il vuoto assoluto se non al massimo qualche rimanenza MD, prima di sparire del tutto anche quella.
Chiaramente il Saturn mai vissuto in prima persona per questi motivi,

Io ero fortunato perchè a Reggio Emilia c'erano alcuni negozietti che vendevano solo giochi per console, si trovava di tutto, nonostante le console all'epoca fossero ancora una cosa abbastanza di nicchia. Addirittura un negozio vendeva anche i coin-op, ma senza cabinato, peccato che costassero tantissimo (700-800.000 lire).


Io non sono segaro, ma lo sapete, quindi non linciatemi :D
Io non lo sapevo, ma lo immaginavo :D


Sto io invece sul psn nei 15 percorsi sono 10 (prima 8) chi ha la possibilità vada a controllare il mio id è quello in firma :D

L'avevo già notato mentre stavo controllando la mia (misera) posizione in classifica. Sei nelle prime posizioni in tutti i percorsi!


nel periodo dei 18 anni uscì il Sat,ma l'ho perso quasi tutto perchè in quel periodo mi tirava altro,altro che i videogiochi..
Ahahah, hai fatto esattamente come me. A quell'età non me ne fregava niente dei vg, non che non mi piacessero più, infatti in sala giochi giocavo ancora, ma mi interessava altro :asd:
E visto che abbiamo circa la stessa età ci siamo persi entrambi il periodo del Saturn :asd:

Toshihiro90
12-11-2009, 22.11.27
L'avevo già notato mentre stavo controllando la mia (misera) posizione in classifica. Sei nelle prime posizioni in tutti i percorsi!



Pensa che tutti i record mi sono usciti così normalmente,dove mi sono impegnato ed anche tanto è stato nei 15 percorsi consecutivi :D

Wiizpig
13-11-2009, 00.22.32
:look:

Ho capito, mi butterete fuori dalla sezione in quanto non segaro abbastanza :(
Magari domani spiego con un po' più di particolari il mio rapporto col Megadrive :sisi:

stobbArt
13-11-2009, 01.23.59
wiz, se scappi ti...seguo :D

comunque dark la pubblicità del saturn non diceva qualcosa tipo "Sega Saturn, un altro pianeta"? Però sul tubo non c'è :(

Jotaro77
13-11-2009, 01.42.46
Vedo che io e Schubert andiamo a braccetto..ahahah!toshi,mi racconti meglio questa di Serino?io la posta di Gr la leggevo sempre,ma non mi ricordo di dark..che memoria del cavolo..a quale casino vi riferite?a quel fenomeno che scrisse dicendo che serino aveva rotto citando sempre il DC e Shenmue?da lì poi il nostro prode redattore non l'ha più nominato..

Andreas
13-11-2009, 01.44.45
My favourite game:

http://www.gamevideos.it/images/street-of-rage-2-big.jpg

Seguito da Sonic, Street Fighter II, Golden axe II, Moonwalker...non continuo perché mi viene il magone. Però SoR mi piaceva particolarmente, era il mio preferito, tant'è che ci gioco tutt'ora tramite emulatore con mio cugino (abbiamo entrambi la cartuccia originale del gioco ovviamente, quindi non è reato!)
Il fatto è che il megadrive è stata la mia prima console ed avevo 3-4 anni quando mio fratello maggiore la comprò con altered beast, quindi non è solo questione di essere fanboy, ci son cresciuto, fa parte della mia primissima infanzia. Se penso a megadrive mi vengono in mente solo bei ricordi di quel periodo della vita in cui non bisogna far niente se non giocare (nel senso ampio del termine, non solo riferito alle console). Ho fatto questa premessa perché molto probabilmente stravedo per il megadrive e i suoi giochi proprio perché a quell'epoca non potevo fare paragoni o essere critico nei confronti dei videogames come lo sono ora. Quindi, dietro a quel "velo idilliaco" forse pecco di imparzialità e non riesco ad essere oggettivo. Però ci provo lo stesso..
Purtroppo oggi quando vedo pubblicità di videogames dappertutto mi vien da ridere, per esempio modern warmerda 2, perché so che ormai la stragrande maggioranza dei videogames si rivelano sempre un fallimento o una delusione, nonostante non possa fare a meno di pensare a quando ero piccolo, cosa avrei dato per un gioco come call of duty!
Mi dispiace solo che quelli che si sono avvicinati ai videogames partendo magari dall'era xbox/ps2 ma anche ps1 non abbiano potuto conoscere l'era migliore dei videogames, quella che ti faceva sognare...perché nei giochi in 2D non era una gara di tecnica, di grafica e chi più ne ha più ne metta come lo è ora. era una gara di STILE e di puro divertimento, ed è questo che lascia il segno. Lascia il segno ma pure il sogno appunto, perché non si poteva fare a meno di pensare a giochi in 3D simili alla realtà e, praticamente, tornando indietro di 20 anni, se fosse arrivato un Andrea dal futuro a farmi provare GTA IV, probabilmente sarei andato in coma all'istante per lo stupore. Ma invece oggi è diverso, l'abituide accumulatasi da generazioni di giochi in 3D con un susseguirsi di innovazioni in termini grafici e tecnici, ma poche sul fronte del mero gameplay, ha fatto sì che GTA IV mi abbia annoiato dopo 5-6 giorni e 70 euro in meno nel portafoglio (GTA IV è solo un esempio). E' in questi momenti che il pensiero torna ai vecchi tempi con malinconia. Devo dire che praticamente la mia era di giocatore sfegatato si è fermata con la playstation 2, dopodiché ho comprato l'xbox 360 ma è stata solo un susseguirsi di delusioni assurde tranne guarda caso Virtua fighter 5, ma solo perché i picchiaduro sono un po' una categoria a parte...
Eppure la voglia di giocare c'è, ma quando compro un gioco questo finisce per stancarmi dopo pochi giorni perché mi annoia, c'è poco da fare. Caso particolare è L4D ma proprio perché fa della sua forza la semplicità e immediatezza. Vabbé, aspetterò il 2010 e l'uscita di Mafia II, unico titolo che aspetto con ansia, se questo mi deluderà allora non so come andrà a finire la mia "carriera di videogiocatore"...
Magari mi sto veramente stancando dei videogiochi...
Beh dopo questo post vi auguro buonanotte ;)

Toshihiro90
13-11-2009, 01.48.27
Beh la lettera di Dark mi sembra che risalisse al 2007/08 dove praticamente diceva le stesse cose che ha scritto nel post qui :sisi:

Serino e quasi tutta la redazione è stata licenziata in blocco dopo l'episodio della finta recensione di uncharted 1,dove si diceva che serino avesse obbligato ricciotto di scrivre la rece senza provare il gioco,comunque non si è mai saputo nulla ed ora tutto tace visto che hanno preso strade differenti :sisi:

Del DC onestamente non mi ricordo che ci fu una cosa del genere,anzi fino a poco fa continuavano a fare speciali e cose così :D

Hittakara
13-11-2009, 01.59.27
wiz, se scappi ti...seguo :D

comunque dark la pubblicità del saturn non diceva qualcosa tipo "Sega Saturn, un altro pianeta"? Però sul tubo non c'è :(
Eh non ricordo davvero:(
Mi sembra di si cmq, mi pare di ricordare sta frase.
Ricordo però per certo una pubblicità del Saturn.
Cioè ricordo meglio quella di Zenga davanti il Master System, due generazioni addietro, giusto per far capire...


Vedo che io e Schubert andiamo a braccetto..ahahah!toshi,mi racconti meglio questa di Serino?io la posta di Gr la leggevo sempre,ma non mi ricordo di dark..che memoria del cavolo..a quale casino vi riferite?a quel fenomeno che scrisse dicendo che serino aveva rotto citando sempre il DC e Shenmue?da lì poi il nostro prode redattore non l'ha più nominato..
Va bè ma mi firmavo col nome vero:D


Beh la lettera di Dark mi sembra che risalisse al 2007/08 dove praticamente diceva le stesse cose che ha scritto nel post qui :sisi:

Ma io troppe ne ho scritte a GR:D
Mi pare me ne pubblicarono 4.

Flip
13-11-2009, 02.11.50
Che bello, siamo in molti ad esserci innamorati di SEGA vedendo Alex KiddT_T
Sta bon almeno che lo metteranno come personaggio utilizzabile nel nuovo gioco di Kart, altrimenti avrei davvero iniziato ad inviare lettere minatorie:asd:

Hittakara
13-11-2009, 02.16.45
In Sega All Stars è confermato e si può già vedere da alcune immagini:)

Così come era presente in Sega Superstars Tennis :D

City Hunter
13-11-2009, 02.38.03
Ho iniziato la carriera videoludica in sala giochi tanti anni fa, mi ci portava mio padre, al tempo non tutte le sale giochi erano luoghi malfamati :D anzi...
In un paio di queste sale giochi, fornitissime tra l'altro, ha cominciato a pulsare il cuore da videogiocatore incallito.

Al tempo però non sapevo neanche cosa fosse Sega e company, ma ricordo 3 dei miei giochi preferiti di allora, Super Mario Bros (si in sala ^^ ), Snake e un gioco di guida con la visuale dall'alto di Sega (ricordo perchè aveva un cabinato stranissimo, uno di quei cabinati con volante ma in piedi, cabinato piccino e basso, tutto nero, schermo sistemato in orizzontale, e scritta SEGA a lato in grande, ancora oggi non riesco a ritrovare quel gioco, neanche su siti arcade come system16, tant'è che mi viene anche il dubbio che fosse realmente di Sega ^^ ).

Comunque fu qui che il nome Sega (e Nintendo) cominciarono a ronzarmi in testa.

Al tempo, i primi anni delle elementari, il Nintendo era il mio oggetto del desiderio, Mario bros (lo stesso della sala... qui incomincia a crearsi la filosofia del provare in sala, rigiocarlo a casa che sarà una delle basi della segarità), duck hunt e altri, si può dire che ho iniziato col NES per quanto riguarda le console, seguito poi dal master system (complice Alex Kidd :hail: ) entrambi regalati.

Ma entrambe le console durarono relativamente poco quando cominciò seriamente a far capolino il megadrive e soprattutto Sonic, un personaggio che stava cambiando le regole di quel mondo un pò troppo statico :D
Subito corsi a comprare riviste (consolemania :D ), volevo saperne di più.

per avere il megadrive feci carte false, mi misi d'accordo con mio cugino molto più grande di me (che viveva in Germania) per farmelo regalare alla prima occasione quando sarebbe tornato :D
Incredibile, quando tornò, mi regalò l'MD per davvero, un grande, solo poi scoprìì che anche lui era un fan del megadrive :D

E qui iniziò tutto, andavo in sala e trovavo Outrun, Super Hang On, G Loc ecc. tornavo a casa e su Mega Drive potevo rigiocarmi quei giochi più molti altri, e in più Sonic aveva spodestato tutti i miei eroi dei fumetti/cartoni ecc. in un nanosecondo.


Alla fine, anche se il mio primo gioco Sega da casa fu Zaxxon sull'Olivetti M24 (che ricordi, col suo bel monitor a 4 colori :D ), anche se Alex Kidd e Super Mario erano arrivati prima, il City Hunter segaro diventa realmente Segaro col Megadrive :hail:

Dopo di me, quasi tutti gli amici comprarono il megadrive, e chi non prendeva l'MD, aveva il master system o il game gear.
Era una pacchia, soprattutto le discussioni che nascevano del tipo "eh ma se prendi gli smeraldi sonic diventa super sonic, tutto giallo" che ora sembra una cavolata, ma allora era una leggenda metropolitana, nessuno aveva mai preso tutti gli smeraldi :D
Era come una grande club dove tutti avevamo la stessa passione.

E poi gli sfottò con i nintendari che sbandieravano mario ^^ e poi tutti a giocare al nuovo mario bros o al nuovo sonic dopo aver fatto console war fino a 5 minuti prima :D

Purtroppo tutto questo finì con la PSX.
Tutti i miei amici che fino al giorno prima giocavano alla grande col mega drive, si covertirono a PSX.

Per me era quasi un tradimento dopo tutti quegli anni passati con Sega e Nintendo, ma nonostante tutto, nonostante anche il negoziante di sfiducia mi consigliava PSX "perchè c'erano più giochi" (si di mer.. :asd: ), scelsi il Saturn alla faccia di tutti.

Nel frattempo in sala facevano capolino i vari Daytona, SR, Virtua Fighter ecc. Quando vidi Sega Rally sul mio televisore non ci credevo, era la next generation per davvero, si apriva un mondo nuovo anche a casa.

Purtroppo il mondo girava in maniera diversa, la gente giocava Daytona in sala ma preferiva ridge racer a casa. cominciò il successo di PSX, e saturn iniziò a sparire nell'ombra.

Contemporaneamente presi finalmente un pc nuovo, e da lì iniziò anche la mia carriera parallela da pcista, che diventò la mia piattaforma di riferimento quando su saturn iniziò a non uscire più nulla (in europa).

Poi arrivò il Dreamcast, in un misto di gioia e amarezza per come sega era finita (per me era un'umiliazione vedere Sega battuta dall'ultima arrivata, Sony, tant'è che all'inizio neanche volevo prenderlo il DC, quasi per ripicca), ma si sperava in un nuovo inizio, anche se già l'ombra di PS2 rompeva le scatole.
Purtroppo non riusciì a prenderla al lancio, e quando la presi si parlava già di Sega che abbandonava il mercato ecc.

I giochi poi non si trovavano, tanto che il grosso lo recuperai solo dopo grazie a internet.

Ma anche qui era comunque scattata la scintilla, per Sonic Adventure e Shenmue, per DOA, e per tutti i giochi che su DC allora non trovavo ma che giocavo in sala (Virtua Tennis, House 2, Virtua Striker ecc.)

Sega abbandona l'hardware, cerco la console con più giochi Sega e scelgo Xbox, console che mi farà tornare anche qualche sprazzo di pcismo e dove troverò soprattutto Halo, l'ultimo gioco che ambivo prima di chiudere col pc ^^

Più o meno è tutto, il resto lo sapete :D

P.S. Ops quanto ho scritto ^_^

Andreas
13-11-2009, 12.28.33
Bella storia City ;) . Io purtroppo al Saturn e Dreamcast non ci ho mai giocato...
Comunque sono convinto che se uscisse ora una console SEGA con la pubblicità giusta e i giochi giusti (da sala giochi & co) avrebbe il meritato successo...Certo, devono giocarsela bene, come del resto ce l'ha fatta la Wii a farsi largo tra i 2 colossi che sono Sony e Microzzoz

City Hunter
13-11-2009, 12.37.45
Grazie Andreas :D
Ma anch'io sono dell'idea che se ce l'ha fatta il wii...
Alla fine si tratta di saper fare marketing più che saper fare giochi, come Sony insegna :D

Poi in Giappone soprattutto s'è visto come è andata a finire, tutti ridotti a giocare sui portatili perchè le console da casa attuali non offrono granchè, li soprattutto ora come ora una nuova console Sega SERIA potrebbe fare successo.

Tentar non nuoce, se va male si torna a fare iron man e hulk come ora :asd: ( :( )

Jotaro77
13-11-2009, 12.57.35
Cos'é 'sta storia della finta recensione,toshi?non ne sò nulla!ti scoccia raccontarla nel dettaglio?son curioso..

sharkone
13-11-2009, 17.11.05
Lol City anche da noi era pieno di leggende metropolitane, su Sonic come per gli altri:D
Per esempio una voleva che anche in Sonic per Md si potesse volare sul deltaplano:D....poi ne giravano un po' dietro Spider Man e gli Xmen, che andava molto di moda nella mia cameretta. Con un mio amico trovammo una sorta di bug che ancora oggi non so se era proprio il gioco ad avercelo o la mia cartuccia ad essere rovinata...praticamente in uno stage saltando in un particolare punto ottenevi bonus di tutte le maniere. Passammo un intero pomeriggio a saltare per farci vite e crediti a volontà ma nonostante tutto non riuscimmo a finirlo:D...i giochi Marvel mi piacevano un sacco visto che ai tempi compravo qualsiasi fumetto quando avevo soldi in tasca. Alcuni oggi sono anche abbastanza raretti. Dopo quel bug iniziarono a girare varie storie che si potesse accedere ad altri stage tramite salti in determinati punti:D.

Purtroppo verso il 97-98 nell'era Psx quando anche dalle mie parti si rovinò quell'atmosfera particolare la leggenda in voga era un'altra...che il Saturn esistesse veramente:(. A Cz non si trovava proprio una mazza, giusto qualche gioco arrivava, ma le console dopo i primi due anni erano sparite ovunque. E' anche vero che da me i vg venivano venduti ancora tramite giocattolaio, mentre le Psx le trovavi nei vari Playstation Point (i Gs di quel periodo) ed in qualsiasi negozio di elettrodomestici...

Ogni tanto capitava che qualche ragazzino nuovo che veniva a giocare a pallone si avvicinasse chiedendomi "ma tu sei quello che ha il Saturn?":D. Era figo essere diversi dalla massa pecorona ma metteva anche un sacco di tristezza pensando ai fasti di qualche anno prima:(.

City Hunter
13-11-2009, 18.24.59
Ma LOL, anche da me passavano amici (o meglio amici di amici) e chiedevano "ma è vero che hai il saturn? com'è?"

Evidentemente c'era un passaparola generale, come ai tempi dei 16 bit, quando si vociferava di una ragazzo che aveva il neo geo wow... :D

Alla fine però tutti più o meno, anche i più snob, amici e non, scroccavano ai vari Last Bronx e Sega Rally... :rolleyes:

Purtroppo però quando ero io a scroccare dagli amici e non, era sempre la solita solfa, wipeout quando andava bene, crash bandicoot, tekken e varie cagate che ora non ricordo ecc.

Non era uno scambio alla pari :asd:

Alla fine ero sempre più convinto di aver fatto la scelta giusta, però era lo stesso una tristezza essere gli unici a godersi davvero quelle perle, relegati ad una nicchia che non volevamo.

Poi col tempo la nicchia mi è andata bene, anzi sono fiero di aver fatto parte dell'elite, tiè tiè :D

Come dice Andrew Ryan, "un uomo sceglie, uno schiavo obbedisce" "ed io ho scelto Rapt... emh Sega" :D

Andreas
13-11-2009, 18.28.53
Da me le leggende metropolitane che giravano erano sulle Fatality "segrete" di Mortal Kombat...ne giravano di tutti i colori ve lo posso assicurare ahahahah

City Hunter
13-11-2009, 18.31.09
anche da noi :D il bello è che non ne funzionava mai una :asd:

schiapcom
13-11-2009, 18.37.30
la miccia che ha dato l'imput e partita da un vecchia saletta di un Bar con i cabinati di break out e Crazy climber Gyruss ecc ecc somma anchio in sala giochi.un paio di anni fa' giusto ...li si che none ero Vetusto.
cmq giocando poi a Bank panic e Pitfall SEGA
Bank Panic e il mio arcade preferito di SEMPRE.

247
13-11-2009, 19.04.05
la mia avventura segara è cominciata giocando a golden axe su amiga...e successivamente su megadrive da mio cugino...al grandissimo beast of rage...madonna...ma il vero amore è nato quando alla sala giochi del centro commerciale vidi uno splendido gioco con cabinato giallo nero chiamato sega touring car champioship...mamma che gioco...e dopo aver provato dalla psx alla ps2 all'xbox 360 e dc non c'è gioco che tenga...stcc rimane sempre il mio mito da sala e da consolle...poi uscì il saturn e la mitica pub di manxtt superbike...splendido...però mio padre tornò con una psx...non che mi lamentassi però...poi ho visto il dc da mio cugino...ma come al solito mio padre propendeva per sony e così prese dopo anni una ps2...ora però finalmente ho preso il dc...

Hittakara
13-11-2009, 19.35.53
Ma LOL, anche da me passavano amici (o meglio amici di amici) e chiedevano "ma è vero che hai il saturn? com'è?"

Evidentemente c'era un passaparola generale, come ai tempi dei 16 bit, quando si vociferava di una ragazzo che aveva il neo geo wow... :D

Alla fine però tutti più o meno, anche i più snob, amici e non, scroccavano ai vari Last Bronx e Sega Rally... :rolleyes:

Purtroppo però quando ero io a scroccare dagli amici e non, era sempre la solita solfa, wipeout quando andava bene, crash bandicoot, tekken e varie cagate che ora non ricordo ecc.

Non era uno scambio alla pari :asd:

Alla fine ero sempre più convinto di aver fatto la scelta giusta, però era lo stesso una tristezza essere gli unici a godersi davvero quelle perle, relegati ad una nicchia che non volevamo.

Poi col tempo la nicchia mi è andata bene, anzi sono fiero di aver fatto parte dell'elite, tiè tiè :D

Come dice Andrew Ryan, "un uomo sceglie, uno schiavo obbedisce" "ed io ho scelto Rapt... emh Sega" :D
Va anche detto però che certe persone ci erano obbligatoriamente portate a scegliere psx o anche N64.
Io va bè, parlo della situazione di all'epoca quà, ma penso che in tutta Italia sarà stato pieno di paesi con situazioni analoghe. Quì Sega da dopo l'MD non esisteva, non esisteva il Saturn e tutto ciò ad esso legato e non esisteva il DC, ancor più del Saturn. Io inizialmente volevo prendere il Nintendone (dato che ero in parte cresciuto anche con Nes e Snes ed ero molto legato a Nintendo, seppur non quanto a Sega), ma la situazione a livello di giochi era ben diversa, su psx parecchia roba mi piaceva e parlo di roba third party, come MGS, FF, Soul Blade (tra i primissimi, se non il primo gioco per psx che giocai) ecc. Saghe che non a caso continuo ad adorare ancora oggi. Tra l'altro va detto che da utente psx, avevo gusti cmq diversi rispetto a quelli di tanti altri amici: per dire di picchiaduro c'era il fenomeno Tekken, io invece ho sempre preferito giocare Street Fighter Alpha, Soul Blade, Bloody Roar. Avevo amici che stavano dietro a robaccia in prima persona già da allora e mentre loro si trastullavano con metal of honor (ma quanto faceva cagare?:asd:), io per dire stavo su R-Type, che è cmq diverso.
FF e gdr ero l'unico a giocarne. Con quel ragazzo che prendeva l'autobus con me invece facevo la stessa cosa, chiedevo del Saturn dei giochi che aveva, ma anche lui da possessore della console non stava messo bene. Aveva 3-4 giochi mi pare, che gli vennero regalati con la console, ma non è riuscito mai a farsi altro e non vorrei ricordare male ma dopo un pò prese anche lui la psx perchè non sapeva dove comprarli.
E come me fecero altri dell'epoca, altri invece avevano seplicemente il pallino della psx che hanno tutti, dei masterizzabili, di gran turismo (che comunque era un bel gioco all'epoca).
Purtroppo siamo sempre li: l'ignoranza ha fatto la sua parte, ma Sega ci ha messo del suo.

Schubert
13-11-2009, 19.46.40
Purtroppo siamo sempre li: l'ignoranza ha fatto la sua parte, ma Sega ci ha messo del suo.

Sega ci ha messo del suo perchè come azienda non te la puoi prendere con gli utenti e dare la colpa all'ignoranza, perchè la gente non vive per i videogames, non è tenuta a conoscerli, sei tu che ti devi far conoscere. Se fai una console e poi non fai nemmeno in modo che la gente venga a sapere della sua esistenza non te la puoi prendere con altri.
Altrimenti fai la fine del genio incompreso.

Hittakara
13-11-2009, 19.59.27
Sega ci ha messo del suo perchè come azienda non te la puoi prendere con gli utenti e dare la colpa all'ignoranza, perchè la gente non vive per i videogames, non è tenuta a conoscerli, sei tu che ti devi far conoscere. Se fai una console e poi non fai nemmeno in modo che la gente venga a sapere della sua esistenza non te la puoi prendere con altri.
Altrimenti fai la fine del genio incompreso.
Eh lo sò, con "mersso del suo" intendevo proprio questo.
L'ignoranza ci sarebbe stata a priori perchè in realtà alla gente di giocare roba Sega non gli sarebbe importato a priori, per avere in compenso la console che avevano tutti, con i giochi discussi da tutti. Poi magari c'era chi giocava Nes o MD semplicemente perchè erano quelle le console che andavano allora.

Però Saturn e DC furono il disastro, ripeto, almeno quì, ma alla fine era una situazione comune a moltissimi posti. Se anche quel ragazzo di cui parlavo è dovuto ricorrere ad una psx perchè col Saturn che aveva giocava sempre i soliti 3-4 giochi che gli vennero dati come regalo assieme alla console...

Poi va bè, c'era la corrispondenza ecc. ma per un ragazzino di 11-12-13 anni non era semplice la cosa, non si aveva la stessa autonomia (e i mezzi) che si hanno ora, mettiamoci anche l'ostacolo rappresentato dai genitori.

Ma alla fine è lo stesso atteggiamento che Sega ha anche oggi. Accollano la colpa dei giochi che non vendono alla gente, quando o ti confezionano un gioco coi piedi o si aspettano che la gente sappia di suo inspiegabilmente dell'uscita di tot gioco.

Andreas
13-11-2009, 19.59.31
Quoto, quando il prodotto è di valore, l'insuccesso dipende dalla propaganda sbagliata, c'è poco da fare...è chiaro che evidentemente sega, nelle sue 2 ultime console, contava un po' troppo sulla fama di quelle precedenti senza accorgersi che la concorrenza si stava facendo strada alla grande...

Schubert
13-11-2009, 20.20.20
Ma alla fine è lo stesso atteggiamento che Sega ha anche oggi. Accollano la colpa dei giochi che non vendono alla gente, quando o ti confezionano un gioco coi piedi o si aspettano che la gente sappia di suo inspiegabilmente dell'uscita di tot gioco.

Si infatti, sono cambiate molte persone ma l'atteggiamento è rimasto lo stesso.

sharkone
13-11-2009, 20.27.21
Purtroppo non riuscirono a capire il nuovo mercato creato da Sony e si persero dietro inutili litigi interni facendo una serie di errori imperdonabili. L'hardware difficile da programmare era solo l'inizio della fine. Per il Dc invece l'ignoranza lì ha giocato un ruolo abbastanza determinante, come hanno annunciato Ps2 terze parti e consumatori hanno iniziato a farsi infinocchiare con proclami e comunicati. Anche lì senza dubbio ci furono degli errori, nella distribuzione in alcuni paesi e in alcune campagna pubblicitarie inutili e dispendiose (per esempio al posto di spendere soldi con la Samp, squadra di serie B, potevano fare qualche spot televisivo). Se avessero avuto i soldi necessari forse ce l'avrebbero fatta, ma tutta l'esistenza del Dc è stata segnata dalla mancanza di liquidi, anzi ancora oggi è abbastanza esemplare quello che riuscirono a fare in quella situazione.
Vedere come si è comportato il primo Xbox fa capire quanto sia proibitivo per una casa che guadagna solo sul software vendere console in perdita. Ms può permettersi di spendere e perdere quello che vuole. Grazie a questo e all'aver azzeccato l'hardware(problemi a parte) e la politica online oggi Sony è in serie difficoltà (ma è ancora tutto da vedere).
Nintendo neanche riuscì mai a capire il nuovo mercato creato da Sony, ma non perse mai cifre astronomiche e preferì giocare in difesa con il Cubo che rischiare il tutto per tutto (Shenmue, online...) continuando a produrre saghe di successo e azzeccando fenomeni di massa ben consistenti, con alle spalle al posto di Windows o i Tv, i portatili.
Per rientrare nei giochi ha inventato una via tutta sua, spendendo una sega.

sharkone
13-11-2009, 20.33.04
la miccia che ha dato l'imput e partita da un vecchia saletta di un Bar con i cabinati di break out e Crazy climber Gyruss ecc ecc somma anchio in sala giochi.un paio di anni fa' giusto ...li si che none ero Vetusto.
cmq giocando poi a Bank panic e Pitfall SEGA
Bank Panic e il mio arcade preferito di SEMPRE.

Altro arcade che meriterebbe una sua bella conversione perfect in qualche bella collection arcade:(.

Toshihiro90
13-11-2009, 20.33.37
Jota praticamente manco io sono a conoscenza della situazione nel dettaglio,comunque posso dirti che tutto è nato dalla recensione di uncharted scritta da Ricciotto dove a detta di molti c'erano commenti dove lasciava intendere di non aver provato il gioco,inizialmente (parliamo ai tempi della rece) molti commentarono la cosa come delle paranoie,poi nel bel mezzo della crisi di GR (dovuta dalla casa editrice) e uscita la verità fuori,figurati che ci furono dei veri e propri battibecchi tra Serino e Ricciotto,dopo un pò che la situazione andò avanti così,Ricciotto diede le dimissioni,poco dopo anche altri redattori e solo il mese scorso l'intero corpo redazionale (tranne i collaboratori esterni che infatti continuano a lavorare insieme ai nuovi arrivati) questo è tutto :sisi:

Toshihiro90
13-11-2009, 20.35.27
Altro arcade che meriterebbe una sua bella conversione perfect in qualche bella collection arcade:(.

Insieme a quelli mai convertiti,chi ha detto Scud race? :look:

sharkone
13-11-2009, 20.37.27
Jota praticamente manco io sono a conoscenza della situazione nel dettaglio,comunque posso dirti che tutto è nato dalla recensione di uncharted scritta da Ricciotto dove a detta di molti c'erano commenti dove lasciava intendere di non aver provato il gioco,inizialmente (parliamo ai tempi della rece) molti commentarono la cosa come delle paranoie,poi nel bel mezzo della crisi di GR (dovuta dalla casa editrice) e uscita la verità fuori,figurati che ci furono dei veri e propri battibecchi tra Serino e Ricciotto,dopo un pò che la situazione andò avanti così,Ricciotto diede le dimissioni,poco dopo anche altri redattori e solo il mese scorso l'intero corpo redazionale (tranne i collaboratori esterni che infatti continuano a lavorare insieme ai nuovi arrivati) questo è tutto :sisi:

Ma i battibecchi stavano negli articoli?:.:

Toshihiro90
13-11-2009, 20.52.26
No Shark erano sul forum di GR e partirono come frecciatine poi piano,piano venne fuori tutto :sisi:

Jotaro77
13-11-2009, 21.30.11
Fantastico..2 settimane fa ho appreso che i kappa sono stati licenziati dalla star comics,ora questo..la crisi ha fatto diverse vittime illustri,pare..cmq per tornare sui kappa,la situazoione mi pare la stessa di tanti game designer Sega:o produci roba per la massa,o sei fuori..tempi duri per noi,si prospettano..

Flip
13-11-2009, 22.20.44
Fantastico..2 settimane fa ho appreso che i kappa sono stati licenziati dalla star comics,ora questo..la crisi ha fatto diverse vittime illustri,pare..cmq per tornare sui kappa,la situazoione mi pare la stessa di tanti game designer Sega:o produci roba per la massa,o sei fuori..tempi duri per noi,si prospettano..

Nono, sono i Kappa che se ne sono andati di loro spontanea volontà, ed hanno iniziato a lavorare per la GP Publishing (Gruppo Preziosi) che ha disponibilità economiche enormi in confronti alla Star.
La Star ha passato 1 o 2 anni difficili, in cui non è riuscita a comprare i diritti di grosse serie, pappate da Panini e Planeta in primis, poi se le è fatte "rubare" pure da J-POP e Flashbook... ma la colpa non era dei Kappa, ma delle risorse economiche non all'altezza della situazione da parte di Star. Fortunatamente si sta riprendendo ed ha annunciato dei titoli davvero interessantissimi!
Tra l'altro la GP e i Kappa hanno iniziato da poco a pubblicare i primi titoli, e ce ne sono alcuni davvero interessanti (ho provato i primi 2 volumi di "Alive - Evoluzione finale" e mi sta piacendo molto e stanno pubblicando il manga di Monster Hunter). Qui trovi il sito ufficiale (http://www.gppublishing.it/).:)

Tornando al discorso degli errori di SEGA: del Saturn ricordo qualcosina a livello pubblicitario.. e infatti era conosciuto. O meglio, la gente sapeva della sua esistenza, ma a nessuno importava.
Insomma, se prima i ragazzini erano "gasati" nel vedere Uan che parlava di Sonic, ora non lo erano più... e la colpa era di SEGA. Una campagna pubblicitaria davvero pessima dai.. tra i titoli pubblicizzati mi ricordo pure del Re Leone!
Mentre la Sony tirava fuori i Wipeout, i Gran Turismo, uscivano i Final Fantasy, Soul Blade ecc..
Non c'era davvero storia. La PSX era una console da avere, indipendentemente dall'essere sonari o no, perchè c'era davvero il meglio per ogni genere esistente (stesso discorso per PS2). Ovviamente non si trattava solo di colpe da parti di SEGA ma anche dei suoi limiti: di certo non aveva le disponibilità economiche di Sony.
Sta di fatto che Nintendo (che dal punto di vista aziendale era simile a SEGA e non a Sony) ce l'ha fatta senza mai vedere un anno di perdita. Dunque le colpe di SEGA sono chiare a tutti.

Del DC non parliamone và. Dalle mie parti NESSUNO sapeva della sua esistenza. E' uscito dal mercato nello stesso modo con cui era entrato: nel silenzio più assoluto. Nessuno se ne è accorto. E non si può parlare di ignoranza dei clienti perchè all'epoca non c'erano i forum che c'erano oggi, le riviste online e quant'altro, dove potersi informare su tutto il mondo videoludico; la cosa più importante era la pubblicità televisiva.. e del DC non ne ricordo nemmeno una. Nemmeno una.
Cavolo, ricordo pure quella orrida del GC dove c'era un ragazzo in un bar e un'esplosione fuori dal locale, o qualcosa del genere..:asd:
La scritta sulla maglietta di una squadra di serie B era sinonimo degli enormi deficit mentali degli addetti al marketing SEGA-_-'

Io sono dell'idea che SEGA non doveva proprio lanciare una macchina come il DC. Era proprio un fallimento in partenza, senza possibilità di riuscita, date le risorse economiche risicate di SEGA. Risicate da errori imperdonabili e dalla crisi degli arcade (e anche questo potevano pure immaginarlo, eh)

sharkone
13-11-2009, 22.49.01
Io sono dell'idea che SEGA non doveva proprio lanciare una macchina come il DC. Era proprio un fallimento in partenza, senza possibilità di riuscita, date le risorse economiche risicate di SEGA. Risicate da errori imperdonabili e dalla crisi degli arcade (e anche questo potevano pure immaginarlo, eh)
Considerando quello che ha dato il Dc ai suoi utenti e all'industria io preferisco che sia andata così più che non averlo mai avuto.
Naka all'epoca fu chiaro di come andarono le cose, spesero tutte le loro risorse per provare un ultimo arrembaggio al mercato. Gli è andata male, poteva andargli bene ma l'alternativa era andare publisher fin da subito. Sinceramente meglio la Sega rischiosa di un tempo che quella attuale che fa quadrare i conti e non rischia più nulla.
Inoltre è verissimo che in Italia ci furono problemi di distribuzione e altro e in alcune città la gente non era a conoscenza della macchina però non era così ovunque, era pieno di persone che ne erano a conoscenza e che non la comprarono pur sapendo l'effettivo valore della macchina. E se ci fossero stati i soldi di una Ms, o se avessero raggiunto gli obiettivi prestabiliti, le cose sarebbero andate ben diversamente, in america quando vennero chiusi i rubinetti la partita era ancora aperta. Per il resto basta vedere cosa girava ai tempi su Dreamcast ed i titoli della prima ondata su Ps2.

City Hunter
13-11-2009, 22.59.35
Era la passione che trainava la Sega di un tempo, per loro non era solo un freddo business.
Hanno tentato il tutto per tutto, creando con le risorse che avevano, il meglio che potevano come console, giochi, servizi e pubblicità.

Un'altra casa si sarebbe subito rassegnata al destino di diventare un publisher come tanti...

Ora ok è andata male, e fosse andava diversamente?
Intanto ci hanno provato e ci hanno regalato una delle migliori console della storia.

Andreas
13-11-2009, 23.51.52
Ragazzi secondo me state dicendo tutti cose giustissime. Io mi auguro che sega arrivi con qualche innovazione che le consenta di avere una marcia in più rispetto alla concorrenza, come Nintendo ha portato un'innovazione con la wii e, pur avendo un'hardware inferiore rispetto alla concorrenza, con il wiimote e giochi giusti è riuscita ad accaparrarsi un'utenza FORSE (ora non so bene i dati statistici) minore come quantità rispetto alle altre, ma sicuramente PIU' AMPIA come fasce d'età!
Che ne so, magari l'introduzione di un 3D ben sfruttato? Perché no...dopotutto SEGA ha sempre stupito per la sua capacità di creare prodotti divertenti e particolari...della serie..."il ragazzo ha le capacità ma non si applica" :p

sharkone
14-11-2009, 00.45.13
..."il ragazzo ha le capacità ma non si applica" :p

Quante volte hanno raccontato ai miei genitori questa storia:D. Probabilmente segari si nasce:asd:.

Toshihiro90
14-11-2009, 01.26.32
Quante volte hanno raccontato ai miei genitori questa storia:D. Probabilmente segari si nasce:asd:.

Posso fare a meno di quotarti?
Non penso :asd:

Wolv82
14-11-2009, 01.53.51
come Nintendo ha portato un'innovazione con la wii e, pur avendo un'hardware inferiore rispetto alla concorrenza, con il wiimote e giochi giusti è riuscita ad accaparrarsi un'utenza FORSE (ora non so bene i dati statistici) minore come quantità rispetto alle altre



al momento la Wii sta in testa alle vendite con 50 milioni e passa di console vendute, tutte le altre stanno dietro e di parecchio, parlando di numeri...

Andreas
14-11-2009, 12.33.01
Quante volte hanno raccontato ai miei genitori questa storia:D. Probabilmente segari si nasce:asd:.

:asd: è vero, l'ho scritto senza neanche pensare che mi riguardava :asd:

Jotaro77
14-11-2009, 14.59.06
Non sapevo che la star fosse stata in crisi,ma ormai coi manga sono in crisi io..per quanto riguarda il DC,posso darti ragione per l'Italia,ma all'estero era conosciutissimo..3 anni fa feci provare Samba ad una mia amica,che quando vide il DC,mi disse:ma questo é un Dreamcast!e io,coi lacrimoni:ma come fai a conoscerlo?e lei:all'epoca lavoravo a Londra,e lì lo conoscevano tutti..

247
14-11-2009, 18.38.33
io personalmente non ricordo ci furono spot pubblicitari per il dc mentre ricordo lo spot televisivo di manxtt e il suo saturn...
btw alcuni piccoli punti...
-visto che si parlava di conversioni da pc...mi sono dimenticato di citare tutte le volte che ho giocato sul mio vecchissimo pc all'adorabile last bronx...madonna...
-io cmq reputo wipeout davvero un gran bel gioco...
-e ultima ma non per ultima...sono in crisi videoludica...voglio un saturn e sto quasi pensando di aver fatto male a prendere il dc che magari era meglio il saturn...(tanto dico dico...ma poi il dc va bene uguale...anzi...)

Rob_83
15-11-2009, 00.50.20
Non so se posso definirmi segaro però ho adorato il Sega Master System II ed in particolare questi 3 giochi che ancora possiedo :

http://img30.imageshack.us/img30/5061/immagine145.jpg (http://img30.imageshack.us/i/immagine145.jpg/)

più il mitico Alex Kidd incluso nella console regalatami da mio nonno =D
La canzoncina ti entrava in testa e non ne usciva più :D
Ogni tanto facevo una capatina dal mio vicino che aveva il Megadrive uscito da poco (in pratica io ricevetti il SMSII a fine ciclo vitale) per giocare a Golden Axe ed un meraviglioso gioco sparatutto a scorrimento verticale di cui purtroppo non ricordo il nome ma era meraviglioso.
Bei ricordi avrò avuto 6-7 anni forse meno T_T

danleroi
17-11-2009, 19.06.10
Io sono stato sempre un pochino traditore con Sega. L'ho sempre amata e venerata, ma negli anni mi sono spesso e volentieri allontanato da lei, tenendola comunque sempre in considerazione. Non sono un segaro, questo è chiaro, ma ho sempre amato i videogame arcade. Non per niente come molti di voi mi sono formato in sala giochi, ho avuto come prima console il Sega Master System con oltre un centinaio di giochi, tutti o quasi oggi terminati. Ho adorato il Mega Drive, ma poi sotto i consigli di un amico Nintendaro ho scoperto un altro lato del mio carattere, ed ho diviso il cuore a metà. Di facciata difendevo sempre Sega dagli sfottò degli amici pro-Nintendo, ma nel cuore la stavo progressivamente abbandonando. Ho comunque preso il Saturn all'uscita, ma poi qualcos'altro è successo.. sono caduto nella tentazione Sony con Final Fantasy VII e Tomb Raider II e da allora Sega diventò una "terza console", anche dopo il Nintendone che a quei tempi tirava fuori una perla dopo l'altra. Qualcosa non andava più con Sega, non ero ancora maturo finanziariamente per servirmi dell'import e su Saturn c'era sempre di meno, facendomela progressivamente mettere da parte, fino al semi abbandono. La delusione lanciò in me un sentimento negativo verso Sega, e quindi saltai il Dreamcast, accodandomi alle critiche spesso cattive verso la casa giapponese. Qualche tempo dopo però, complice la possibilità di giocare molti titoli aggratis (non pensate male, niente pirateria, ma conoscenze azzeccate ehehe) presi un Dreamcast nuovo di pacca, quattrocento mila lire e qualche gioco. Passa giusto un annetto, sempre come terza console e poche passioni, ma poi mi decido di scoprire quanto è bello l'import grazie a qualche negozio per corrispondenza, da cui compro tutt'ora. Poi ecco arrivare il dramma: vengo avvisato da un mio lontano cugino, convinto ancora che fossi un adepto al culto Sega, che la gloriosa casa giapponese è cotta a puntino. Cotta e pronta per essere definitivamente divorata da una Sony in perfetta forma. Il mese successivo leggo sulla rivista di videogame (alla quale questo mio cugino collaborava) la tremenda news che annunciava la fine del Dreamcast e di tutto l'impero hardware by Sega. Non nascondo i lacrimoni, perchè anche se l'avevo in parte abbandonata, in realtà ero ancora legato a doppio filo. Nei mesi successivi mi dedicai integralmente a recuperare il tempo perduto, grazie anche ai prezzi ribassati dei suoi prodotti, con la possibilità di fare un sano collezionismo. In seguito poi, con la sua graduale estinzione, mi accorsi che qualcosa veniva a mancare: gli arcade si erano estinti. Mancava anche altro, così tanto che davo ormai per scontato e che l'ingresso di Microsoft sul mercato, nonostante certe somiglianze, non avrebbe mai potuto colmare. Ero comunque un traditore, mi è bastato poco per dedicarmi alla nuova incarnazione. Sono sempre stato molto elastico in questo, anche oggi che critico mortalmente il pc gaming arrivato a invadere il mercato console, in verità nel privé poi non sono così severo e gioco a molti titoli occidentali. Sono stato un traditore come videogiocatore, ma chi non lo è mai stato in fin dei conti? Forse anzi ho fatto bene, non sono pentito, non potevo vivere solo dietro una software house. Ho assaporato di tutto, e non solo provando ma vivendo. Essere segaro non significa essere un fanboy senza cervello. Io non sono mai stato segaro, ma ovviamente con Sega lego buona parte del mio passato e talvolta non disdegno nemmeno il presente. Come ho già detto d'altre parti, a volte è anche solo la griffe a fondoscatola in grado di attirare come la calamita la mia attenzione. Manca poi lo stile passato, ma il tempo delle critiche per me si è estinto con la fine della pubertà. Oggi so bene cosa significa Sega e quanto ha fatto per il settore. Non ne faccio una bandiera, ma nemmeno dimentico. :)