PDA

Visualizza versione completa : La crisi è finita?



Braveheart1984
05-11-2009, 16.29.15
Da quando i giornali dicono che la crisi sta per finire e che il peggio è passata, mi sono accorto che come mi sono messo a cercare lavoro ne ho trovato uno in poco tempo. L'anno scorso invece, nonostante miriadi di curriculum inviati ho ottenuto un solo mese di areoporto da cui poi sono stato ovvimametne scaricato.
Secondo voi la crisi è finita? E quanto potere hanno i media di influenzare il mercato del lavoro con le loro notizie?

stan
05-11-2009, 16.36.20
Da che mondo è mondo le informazioni influenzano tutto e parecchio, è logico.

Secondo me si potrà parlare di crisi finita (questa particolare crisi) quando non ci sarà più nessuno licenziato o messo in cassa integrazione, perchè vorrà dire che finalmente abbiamo riniziato a produrre, cioè si saranno mossi i mercati.

sara_bleeckerst
05-11-2009, 16.44.24
il fatto che tu abbia trovato lavoro non vuol dire che la crisi è finita :asd:

qualcuno assume ancora eh, sono i licenziamenti e la cassa integrazione il problema..

shottolo
05-11-2009, 16.45.54
la risposta è semplice: non è prevedibile
personalmente ritengo probabile che il fondo del barile sia già stato raggiunto... questo non vuol dire che la crisi è finita, ma che peggio non può andare :P
è un parere personale, ognuno è libero di crederla come vuole

destino
05-11-2009, 16.59.21
Da che mondo è mondo le informazioni influenzano tutto e parecchio, è logico.

Secondo me si potrà parlare di crisi finita (questa particolare crisi) quando non ci sarà più nessuno licenziato o messo in cassa integrazione, perchè vorrà dire che finalmente abbiamo riniziato a produrre, cioè si saranno mossi i mercati.

questo non è corretto, visto che pure in tempi di crescita ci sono licenziati e cassa integrati. Semmai si potrebbe dire che dal punto di vista lavorativo la crisi sarà finita quando il tasso di persone in cassa integrazione tornerà ai livelli pre-crisi.

Cmq dal punto di vista del mondo del lavoro, no, la crisi è ancora in corso, probabilmente si inizierà a vedere un netto miglioramento nel secondo trimestre 2010

stan
05-11-2009, 17.05.03
Sì, puntualizzazione doverosa.

Thor
05-11-2009, 17.14.48
A mio parere il peggio deve ancora venire

Purtroppo

Alborosso
05-11-2009, 17.20.16
A mio parere il peggio deve ancora venire

Purtroppo

Stavo per scriverlo io, a livello locale la crisi è appena iniziata, quà da noi praticamente una fabrica al giorno chiude o mette in mobilità gli operai, la situazione è sempre peggio.

aplo
05-11-2009, 17.20.16
Non è finito nulla , forse e dico forse è finito il pericolo delle banche di fallire , ora toccherà all'economia reale , quella da cui dipendono le aziende e le famiglie.
Per ora gli unici che se la son cavata ed a buon prezzo sono stati i cravattari le banche , ma la botta vera deve ancora arrivare e secondo me l'anno tremendo sarà il 2010 per l'Italia , altor che 2009.

Cya

Lord_Vetinari
05-11-2009, 17.39.24
Ma in Italia non è neanche incominciata [cit.]

Il fatto è che la crisi si svolge su due piani differenti. È iniziata nel mondo della finanza, si è traslata nel giro di quasi otto mesi nella cosiddetta economia reale; ora sta timidamente iniziando a esaurirsi nel mondo della finanza, ma come è accaduto per l'inizio, prima che l'effetto coinvolga l'economia reale deve passare ancora un sacco di tempo.
E così a naso, ho come il sospetto che il lasso di tempo sarà maggiore di quello dell'inizio, vista la "prontezza" con cui si sta affrontando la faccenda.

Squizzo
05-11-2009, 18.21.28
E quanto potere hanno i media di influenzare il mercato del lavoro con le loro notizie?
Nullo.
Poi, mi fa ridere il fatto che sembra che la crisi sia iniziata con i fallimenti delle grandi banche americane e via via tutte le altre e che questo abbia causato anche la crisi a livello industriale. La verità è che molte aziende erano in difficoltà ben da molto prima, non è che tutto a un tratto il mondo è andato in malora da un giorno all'altro e da un giorno all'altro torni tutto come prima...i fallimenti delle banche han "semplicemente" contribuito a dare la mazzata più brutale, che non s'è affatto conclusa. Ma proprio per niente. Ci saran anche settori che van bene, ma nella stragrande maggioranza dei casi si lavora alla giornata, senza sapere un emerito cazzo di quel che potrebbe succedere anche solo una settimana (o anche meno) dopo.

DonAldrigo
05-11-2009, 20.28.04
Personalmente sono molto pessimista.
Ammesso che torniamo ai livelli del pre-crisi (se ci torniamo) non risolviamo molto perchè già allora stavamo male.

MarcoLaBestia
05-11-2009, 22.17.08
crisi, non crisi... parole tanto altisonanti quanto ignoranti. Le info diffuse da giornalai e telegiornalai servono solo a prendere per il culo il popolo e manovrarlo. Tutte le imprese non se le cagano minimamente in quanto hanno ben altre fonti d'informazione, ossia indici basati su numeri reali e non sullo stato emozionale.

La situazione attuale vede un momento di stallo causato dalla "kiusura del rubinetto" da parte degli istituti di credito. In pratica le imprese, non potendo più contare sulla leva finanziaria (investimento a debito) non avendo soldi non possono fare nulla se non crescere lentamente, lentissimamente.
La banca dal canto suo se ne sbatte altamente in quanto i soldi ce li ha praticamente infiniti e quindi può tranquillamente continuare a fare affari di tipo speculativo.

la crisi è stata innescata dall'insolvenza dei mutui sub-prime made in usa, ma la levata di scudi delle banke di sicuro ha centuplicato l'effetto devastante. È come se una frana rompesse una tubatura dell'acqua e l'acquedotto centrale kiudesse i rubinetti a tutti. Si muore di sete.


Finkè gli istituti di credito non riaprono i rubinetti.. campa cavallo ke l'erba non cresce.

Steve
08-11-2009, 18.27.25
La crisi non esiste è solo la proiezione mentale del tuo io digitale :look:

In due parole: la crisi sarà finita quando saremo ritornati al punto di partenza come occupazione, crescita del Paese, potere d'acquisto, etc.
Magari per recuperare quei pochi punti % ci vorranno anni, 2-3 ragionevolmente ma è difficile fare una previsione.
Personalmente ho la sensazione che qui a Milano la gente non si stia strappando i capelli o cmq non se li stia strappando piu di prima.

BESTIA_kPk
09-11-2009, 10.03.21
A mio parere il peggio deve ancora venire

Purtroppo

Fino a fine anno sicuramente continuerà ad aumentare il numero di licenziamenti e di aziende da fallimento.
Forse ma forse da metà prossimo anno ci sarà qualche miglioramento.

E' da gennaio, dal fottuto gennaio che sento in tivì cazzate alla "il peggio è passato". Ed ho solo visto+sentito ditte chiudere e gente a casa, mentre di nuove attività non ho visto nulla.
VAFFANCULO.

Tornando al thread starter: i media non possono variare il n° di licenziamenti/assunzioni, ma possono prendere per il culo chi gli crede.
Buon per te che hai trovato un posto, dalle mie parti il trend è decisamente diverso :asd:

Gatto_Nero
09-11-2009, 10.31.15
No, la crisi non è finita. Impossibile anche pretendere che finisca in tempi così brevi una crisi di entità tanto gravi a livello mondiale. Impossibile anche però pensare che chi di dovere se ne vada in giro ammettendo questa evidenza, sarebbe come dare un ulteriore pugno in faccia a quelle poche imprese che ancora sopravvivono (o a quelle che stanno lottando x la sopravvivenza).

KAKUGO
10-11-2009, 13.32.07
dillo ai miei clienti che la crisi è finita,se ti credono giuro che ti do una percentuale :asd:

Thor
26-11-2009, 18.14.27
Ecco gli ultimi aggiornamenti sullo stato della crisi



Dubai in grave crisi, tremano le Borse
Dubai World, la holding finanziaria dello stato del Golfo, ha chiesto una moratoria di sei mesi nei pagamenti


MILANO - La grave crisi finanziaria del Dubai fa tremare le Borse che oggi sono prive del riferimento di Wall Street, chiusa per il giorno del ringraziamento. Milano alla fine cede oltre il 3% con il Ftse Mib che arretra del 3,60% e il Ftse All Share del 3,41%. Male in particolare il settore bancario (l'indice europeo del settore perde il 4,5%). Mercoledì infatti Dubai World, la holding finanziaria dello stato del Golfo, appesantita da 59 miliardi di dollari di debiti, ha fatto la richiesta di una moratoria di sei mesi nei pagamenti. Male come Milano anche le altre piazze europee con Londra, Parigi e Francoforte che alla fine hanno ceduto oltre il 3%.

ISTITUTI INDEBITATI - Secondo l'agenzia Bloomberg, gli istituti con crediti maggiori nei confronti di Dubai World sono Royal Bank of Scotland, che a Londra ha ceduto il 7,61%, Barclays (-7,07% sempre sul listino inglese), Hsbc (-4,57%) e Lloyds (-4,17%) e Credit Suisse (-4,32%) Nel frattempo Standard & Poor's ha messo sotto osservazione con implicazioni negative il rating di lungo periodo delle banche locali Emirates Bank International, National Bank of Dubai, Mashreqbank e Dubai Islamic Bank, vista la loro esposizione su Dubai World. Il governo dell'Emirato arabo ha comunicato che Dubai World e la controllata Nakheel intendono chiedere a tutti ai finanziatori una moratoria e di estendere le scadenze almeno fino al 30 maggio 2010. La holding statale sta cercando di rinegoziare un «bond islamico» da 3,52 miliardi di dollari emesso da Nakheel, l'operatore immobiliare famoso per aver realizzato le isole a forma di palma, in scadenza il 14 dicembre prossimo


Dubai in grave crisi, tremano le Borse - Corriere della Sera (http://www.corriere.it/economia/09_novembre_26/dubai-rischio-fallimento-borse-picco_7fc615f8-daa5-11de-a7cd-00144f02aabc.shtml)


non era finita prima di questa notizia e non è sicuramente una situazione migliore dopo :tsk:

Schianta
26-11-2009, 18.33.41
la crisi sta facendo solamente una spietata selezione naturale, selezione che era già iniziata molto prima ma mitigata dal flusso incoerente di credito fornito al mercato.

se un'azienda non è in grado di produrre a costi competitivi la colpa non è della crisi, ma di chi dirige l'azienda e non ha saputo pianificare per tempo innovazioni sia negli aspetti produttivi sia nei prodotti da immettere nel mercato.

l'eccellenza non è andata in crisi, anzi è + forte di prima nonostante le politiche commerciali mondiali hanno latitato e stanno tutt'ora latitando.

Sputo
26-11-2009, 21.17.46
Dalle mia parti la gente dice che la crisi deve ancora arrivare, ma che entro Febbraio la avremo pure noi.