PDA

Visualizza versione completa : [Di una grande donna] E' morta Alda Merini



Wiz
01-11-2009, 19.44.22
Tendenzialmente rifuggo topic che celebrano la vita e la morte di qualcuno.
Ma è morta una grande Donna. Sin da piccola leggevo le sue poesie, così intrise di passione e di carne e di amore vero, mica quelle cazzate che propinano su principi, donne pure e sentimenti che nobilitano e innalzano.
E' morta oggi a 78 anni. la ricordo in un'intervista, all'epoca aveva già 70 anni o giù di lì, e parlava dell'amor carnale come fosse una ragazzina.

http://ignorantidispessore.files.wordpress.com/2009/03/aldamerini1.jpg

(Sono una piccola ape furibonda.)
Mi piace cambiare di colore.
Mi piace cambiare di misura.

blake.
01-11-2009, 19.51.24
Mi dispiace per la sua morte, ma l'ho sempre seguita con sufficienza nelle sue opere.

Wiz
01-11-2009, 19.57.02
Ti posso iniziare, mio giovane Padawan :)

blake.
01-11-2009, 20.20.34
E sostituisco "con sufficienza" con "poco".

Iniziami! ^o^

Mach 1
02-11-2009, 01.36.20
l'eco della sua morte durerà forse il tempo di un capriccio, dopodichè saremo di nuovo avvolti dall'estenuante permeare del caos.
Viviamo in giorni feriti, in cui non vi è più spazio per la poesia, tempi in cui per uno strano gioco delle parti sono i poeti a vestire la maschera dei folli, a recitare il ruolo delle comparse in un teatro in cui il pubblico è salito sul palco reclamando il ruolo del protagonista, un ruolo che non è assolutamente preparato a interpretare.
l'essenza della poesia è il silenzio: è il silenzio la voce che la vita sceglie per raccontare se stessa ed è sempre il silenzio l'unico modo in cui è possibile ascoltare le sue parole. L'essenza della poesia è il silenzio ma questi nostri giorni sono troppo chiassosi per permetterle di germinare in frutti, troppo cacofonici.
Saranno dunque i petali del mio silenzio ad appassire sul freddo marmo della sua lapide, l'unico degno omaggio che è possibile portare a chi sbrogliando l'indipanabile trama del silenzio ha saputo tessere con le proprie parole le sublimi trame dell'umana umanità.

BESTIA_kPk
02-11-2009, 11.09.12
Mai sentita prima di ieri, rip.
Qualcuno che vuole sottolinearne il talento può linkare ciò che reputa degno di attenzione?

Spero nessuno scriva ->google o cazzate, non sapendone nulla sono interessato a ciò che per voi *merita*.

Wiz
02-11-2009, 11.55.29
Quando arrivo a casa faccio una cernita e ti riporto qualche poesia.
Se poi ti interessa ti indico anche alcuni libri degni di nota. Trovo per altro che la sua produzione sia molto interessante perché in gioventù è entrata e uscita da "manicomi" che le hanno dato un punto di vista decisamente interessante. Un taglio crudo e molto delicato al tempo stesso. Non so spiegarti, devi leggerla.

Toto'
02-11-2009, 12.34.01
2 giorni fa il professore ci ha fatto legge alcune delle sue poesie, parlandoci di lei.

Mi dispiace, rip.

blake.
02-11-2009, 12.47.30
l'eco della sua morte durerà forse il tempo di un capriccio, dopodichè saremo di nuovo avvolti dall'estenuante permeare del caos.
Ho pensato allo stesso modo quando ho saputo la notizia.

Wiz
02-11-2009, 12.55.35
Posto un paio di cose al volo. Per altro ero convintissima di avere sotto mano suoi libri con segnate le più belle, chissà a chi li ho prestati, mannaggia :-/

Bacio che sopporti il peso
della mia anima breve
in te il mondo del mio discorso
diventa suono e paura.
(Bacio)


Dimmi almeno
che oscura meraviglia
già ti prende di me,
che trovi bella
questa sommessa,
e umile giunchiglia
che già ti paragona
a una stella;
dimmi che me divina
e me presente
senti dentro
il tuo letto di piacere,
dimmi che un bacio
fuga dolcemente
tutte le smanie
e tutte le chimere.
(L'umile giunchiglia)


La mia poesia è alacre come il fuoco
trascorre tra le mie dita come un rosario
Non prego perché sono un poeta della sventura
che tace, a volte, le doglie di un parto dentro le ore,
sono il poeta che grida e che gioca con le sue grida,
sono il poeta che canta e non trova parole,
sono la paglia arida sopra cui batte il suono,
sono la ninnananna che fa piangere i figli,
sono la vanagloria che si lascia cadere,
il manto di metallo di una lunga preghiera
del passato cordoglio che non vede la luce.
(da La volpe e il sipario)


Pensiero,io non ho più parole.
Ma cosa sei tu in sostanza?
qualcosa che lacrima a volte,
e a volte dà luce.
Pensiero,dove hai le radici?
Nella mia anima folle
o nel mio grembo distrutto?
Sei così ardito vorace,
consumi ogni distanza;
dimmi che io mi ritorca
come ha già fatto Orfeo
guardando la sua Euridice,
e così possa perderti
nell'antro della follia.
(da La Terra Santa)

Maharet
02-11-2009, 14.03.45
Davvero, una Poetessa di indiscutibile talento. Piu' di una volta, nel mio immaginifico, l'ho pensata come una risposta femminile a Neruda, anche se i suoi versi sono sempre stati piu' densi, piu' carichi di un dolore bruciante, di un'aspra amarezza che nella voce cilena erano se non assenti mitigati da una dolce pacatezza.
Ho adorato e piu' volte riletto la sua Clinica dell'Abbandono, ma anche il celebre Vuoto d'Amore. Non he ho letto moltissimo, la sua produzione e' molto vasta e non sempre facilmente approcciabile. Ma in ogni caso entra nelle profondita' dell'anima, le stesse da cui viene generata, come una sorta di ponte comunicativo che salta completamente il filtro della razionalita' per scoprirsi disarmati, vittime della forza delle sue parole.

Contribuisco alle sue citazioni:

"Non so niente di te
e non è che mettendo
la tua carne dentro
la mia tu mi abbia detto qualcosa.
Mi hai lasciato in sospeso
come un ricovero senza dimissioni
ed è da allora che io cerco
la mia cartella clinica
in modo sconsiderato"

"Pensiero,io non ho più parole.
Ma cosa sei tu in sostanza?
qualcosa che lacrima a volte,
e a volte dà luce.
Pensiero,dove hai le radici?
Nella mia anima folle
o nel mio grembo distrutto?
Sei così ardito vorace,
consumi ogni distanza;
dimmi che io mi ritorca
come ha già fatto Orfeo
guardando la sua Euridice,
e così possa perderti
nell'antro della follia."

"Corpo, ludibrio grigio
con le tue scarlatte voglie,
fino a quando mi imprigionerai?
anima circonflessa,
circonfusa e incapace,
anima circoncisa,
che fai distesa nel corpo?"

Wiz
02-11-2009, 14.25.06
*
Ero certa che tu avresti capito ed apprezzato.

Elendil_1
02-11-2009, 19.09.16
Davvero, una Poetessa di indiscutibile talento. Piu' di una volta, nel mio immaginifico, l'ho pensata come una risposta femminile a Neruda, anche se i suoi versi sono sempre stati piu' densi, piu' carichi di un dolore bruciante, di un'aspra amarezza che nella voce cilena erano se non assenti mitigati da una dolce pacatezza.


Io l'ho scoperta da poco (un paio d'anni), ed ho fatto esattamente la tua stessa associazione mentale.

morettina
02-11-2009, 20.19.15
Il mio passato

Spesso ripeto sottovoce
che si deve vivere di ricordi solo
quando mi sono rimasti pochi giorni.
Quello che e’ passato
e’ come se non ci fosse mai stato.
Il passato e’ un laccio che
stringe la gola alla mia mente
e toglie energie per affrontare il mio presente.
Il passato e’ solo fumo
di chi non ha vissuto.
Quello che ho gia’ visto
non conta piu’ niente.
Il passato ed il futuro
non sono realta’ ma solo effimere illusioni.
Devo liberarmi del tempo
e vivere il presente giacche’ non esiste altro tempo
che questo meraviglioso istante.


grande :)

M_Armani
02-11-2009, 20.43.27
Interviste sempre apprezzate per una persona straziata e al contempo piacevole. Purtroppo sembra una condizione normale per chi affronta certe tematiche dell'esistenza mentre i "normali" vivono negando come se potesse servire a qualcosa.
In generale rifuggo la poesia e ritengo superiore la prosa. Paradossalmente il respiro del discorso per me è la più poetica delle opere umane. Ma qualche sprazzo l'ho gradito. Son rarità, come quei periodi che son scappati a quegli artisti inglesi che s'impossessarono dei nostri golfi.

Wiz
02-11-2009, 20.48.04
Tendenzialmente preferisco anch'io la prosa alla poesia, ma per una mancanza mia, per una mia scarsa attitudine e non sufficienti intelligenza e preparazione per saperla intendere al meglio. La prosa è più immediata.
Ma di contro ci sono alcune poesie che ti parlano proprio all'orecchio e quelle sono semplicemente perfette. Lei, in certe sue poesie, ha saputo essere semplicemente perfetta.

vespino
03-11-2009, 12.11.34
Ho iniziato a seguirla da qualche anno. Non è sempre di facile lettura/comprensione ma quello che posso dire è che se ne va una persona , secondo me, umile e piena di emozioni che scaturiva con le sue poesie. Grazie a tutti voi per le citazioni/poesie postate, fa sempre piacere rileggerle.

Ciao Alda *

P.s rimarrà sempre in mente ogni volta che leggerò qualcosa di suo, quel suo faccino sorridente, nonostante la sua età :)