PDA

Visualizza versione completa : Vietare il Burqa nelle scuole



Shagrath_Infernus
12-10-2009, 16.36.32
http://http://www.corriere.it/politica/09_ottobre_12/carfagna-vietare-burqa-scuole_aecc319a-b726-11de-b239-00144f02aabc.shtml (http://www.corriere.it/politica/09_ottobre_12/carfagna-vietare-burqa-scuole_aecc319a-b726-11de-b239-00144f02aabc.shtml)

Burqa, chador e Costituzione europea (http://www.altalex.com/index.php?idstr=24&idnot=7735)

Cosa pensate riguardo questa misura?

Vi consiglio di dare un'occhiata anche al secondo link, l'ho trovato particolarmente interessante.

aries
12-10-2009, 16.39.53
Favorevole, sarebbero troppo avvantaggiate potendo nascondere appunti al suo interno :sisi:

Alborosso
12-10-2009, 16.43.41
Secondo la mia opinione da ignorante, il velo non da alcun fastidio e non è che un vestito, il burqa invece è da vietare non per una questione di religione o altro ma solo per evitare problemi di identità di chi lo indossi, (preticamente sotto quel vestito ci potrebbe essere chiunque).

Gatto_Nero
12-10-2009, 16.49.08
Velo no, burqua si.

graul
12-10-2009, 16.51.13
L'espressione Burqa viene usata dai politici e dai canali di informazione solo per simpatizzarsi l'opinione pubblica, costringendo chi legge o ascolta a pensare ai talebani e alle loro violente normative riguardanti la popolazione femminile afghana. Uno legge che vogliono vietare il burqa e pensa che magari a 'ste povere ragazze gli stiamo facendo pure un favore. Di fatto il burqa in Italia è già illegale, perlomeno indirettamente, a seguito delle leggi antiterrorismo e antimafia promulgate successivamente al terrorismo degli anni '70 e secondo le quali tutti devono essere riconoscibili e identificabili per strada e per le quali, ad esempio, è vietato anche passeggiare in passamontagna.
Ciò detto, non mi pare che l'utilizzo del burqa sia un che di diffuso nel nostro Paese. Personalmente, mai visto una donna in burqa. Chiedo smentite.

Ancora, parlare di chador o hijab e non di kufiya è l'ennesima dimostrazione che si vuole mascherare da battaglia per parità dei sessi l'ennesima demonizzazione del diverso.

Dopo questa, a mio avviso doverosa, precisazione, si parli pure dello hijab: non esistono motivazioni sensate e in buona fede che ne giustifichino il bando.

destino
12-10-2009, 16.54.21
dentro le scuole non vedo neanche il motivo per il quale indossare il chador, esattamente lo stesso motivo per cui non giustifico la presenza di qualsiasi altro oggetto che può rappresentare una qualsiasi religione.

E' un luogo pubblico e in un luogo pubblico tutti dovrebbero presentarsi lasciando da parte i loro credi intimistici

Lord_Vetinari
12-10-2009, 16.56.54
Secondo la mia opinione da ignorante, il velo non da alcun fastidio e non è che un vestito, il burqa invece è da vietare non per una questione di religione o altro ma solo per evitare problemi di identità di chi lo indossi, (preticamente sotto quel vestito ci potrebbe essere chiunque).

Come il casco integrale in moto. O una maschera da Gabibbo a carnevale. O un passamontagna durante la settimana bianca. Senza contare che un potenziale criminale/attentatore probabilmente tra Burqa e tutto quanto sopra, probabilmente non sceglierebbe il burqa per evitare di attirare troppo l'attenzione.

A parte il fatto che di Burqa per strada non ne ho mai visti (e vivo a Milano, di musulmani non ne mancano certo), provvedimenti di questo genere non fanno altro che inasprire il conflitto, spingere la gente a chudersi a riccio.


dentro le scuole non vedo neanche il motivo per il quale indossare il chador, esattamente lo stesso motivo per cui non giustifico la presenza di qualsiasi altro oggetto che può rappresentare una qualsiasi religione.

E' un luogo pubblico e in un luogo pubblico tutti dovrebbero presentarsi lasciando da parte i loro credi intimistici

Con calma. È ragoinevole dire che non ci devono essere simboli nell'stituto, non si può vietare a una persona di indossare un simbolo della propria fede, sia questo un monile, un indumento, un'acconciatura o salcazzo.

Mister X
12-10-2009, 16.59.13
La Carafagna sbaglia nel ritenere che una delle cause della sottomissione della donna nell'Islam sia imputabile al vestiario. È un errore, e onestamente non so cosa possa succedere se si vieta per legge un dogma religioso come il burqa.

Comunque io non capisco coloro che emigrano e poi si presentano con cartelli del tipo "a morte la democrazia", "libertà fottiti" in pieno centro a Londra. Se non gli sta bene il metodo di governo che il popolo sovrano ha adottato con secoli di battaglie (parlo del regno unito) possono tranquillamente rimanere nel loro paese d'origine.

graul
12-10-2009, 17.00.50
dentro le scuole non vedo neanche il motivo per il quale indossare il chador, esattamente lo stesso motivo per cui non giustifico la presenza di qualsiasi altro oggetto che può rappresentare una qualsiasi religione.

E' un luogo pubblico e in un luogo pubblico tutti dovrebbero presentarsi lasciando da parte i loro credi intimistici
Questo non sta scritto da nessuna parte. Se uno a scuola vuole indossare un crocifisso in petto dovrebbe sempre essere libero di farlo, checcé ne dicano in Francia. Se la libertà di culto di un individuo non lede una qualunque libertà dell'altro, ciascuno ha il diritto di manifestare come ritiene opportuno la propria fede.

In particolare, sei tu che non vedi il motivo di indossare un chador a scuola. Un'ampia percentuale di musulmane ritiene sia doveroso non mostrare il collo, il petto e i capelli al di fuori delle mura domestiche; per la loro fede c'è più motivo di indossare lo hijab a scuola che non a casa.

aries
12-10-2009, 17.02.48
in un luogo pubblico tutti dovrebbero presentarsi lasciando da parte i loro credi



Lo spazio pubblico è un luogo fisico ove chiunque ha il diritto di circolare. È uno spazio differente da quello ove l’accesso è riservato solo ad alcuni per ragioni di proprietà privata, o a zone di proprietà pubblica nelle quali l’accesso è vietato o sottoposto a particolari condizioni d’uso per motivi di sicurezza militare, ambientale o altro (aree militari, aree naturali protette, ecc.).

Rappresenta nelle società umane, in particolare urbane, tutti gli spazi di passaggio e d’incontro che sono ad uso di tutti, come strade, piazze, parchi, stazioni, edifici pubblici quali biblioteche, municipi o altro.
Spazio pubblico - Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Luogo_pubblico)


Lo capisci da te che hai detto l'ennesima stronzata?

Shagrath_Infernus
12-10-2009, 17.10.14
La Carafagna sbaglia nel ritenere che una delle cause della sottomissione della donna nell'Islam sia imputabile al vestiario. È un errore, e onestamente non so cosa possa succedere se si vieta per legge un dogma religioso come il burqa.


Attenzione il burqa non è un dogma religioso, è semplicemente una forzatura interpretativa del passo del corano che trovate nel secondo link


“…Oh Profeta, dì alle tue spose, alle tue figlie e alle donne dei credenti di coprirsi dei loro veli, così da essere riconosciute e non essere molestate…”.

ed in origine serviva semplicemente a distinguere le nobili signore dalle popolane, un marchio di prestigio per così dire portato con orgoglio e soltanto in seguito fu oggetto della politica integralista e della sharia. Io credo che da qui all'identificare il burqa come un precetto dell'islam ne passa.

Il presunto provvedimento a mio avviso è soltanto una trovata pubblicitaria dato che vi è già, come alcuni di voi hanno constatato una normativa che sostanzialmente vieta la copertura totale del volto.

graul
12-10-2009, 17.18.52
Attenzione il burqa non è un dogma religioso, è semplicemente una forzatura interpretativa del passo del corano che trovate nel secondo link
Una forzatura applicata quasi da nessuno se non in Afghanistan e forse in qualche villaggio ultraortodosso sperduto qua e là. Nemmeno in ArabiaSaudita è usato, figurarsi. Il velo, d'altro canto, è anche un'interpretazione del passo quotato da Shagrath, oltre che da questo:

"E di' alle credenti che abbassino gli sguardi e coprano le loro nudità e non mostrino troppo le loro parti belle eccetto ciò che di fuori appare e pongano un velo sui loro seni".

Qualcuna lo interpreta in un modo, qualcuna in altro modo. Qualche cristiano mangia la carne il venerdì, qualcun altro no. Libertà di espressione del proprio culto.

Il presunto provvedimento a mio avviso è soltanto una trovata pubblicitaria dato che vi è già, come alcuni di voi hanno constatato una normativa che sostanzialmente vieta la copertura totale del volto.
Trovata pubblicitaria e ennesimo tentativo (riuscitissimo) di aumentare la già dilagante paura del diverso.

Di0
12-10-2009, 17.22.28
Per il velo, non vedo come questo possa ragionevolmente costituire un problema: io mi metto la felpa, loro si mettono lo chador, e' un indumento come un altro, fine delle discussioni. Se voglio indossare un braccialetto, un velo sui capelli, una bandana, nei limiti del rispetto reciproco, non ci vedo assolutamente niente di strano.
Anzi, vestiari di fatture diverse e di diverse tradizioni non fanno che arricchire l'ambiente culturale di una scuola, IMHO.

Col Burqa invece l'intollerante divento io e non accetto discussioni. Se vogliono vestirsi come artificieri, andassero a giocare sui campi minati. :asd:
Scherzi a parte, il velo e' compatibile con la nostra societa' e puo' far parte della nostra cultura (lo fa gia', ad essere pignoli), il Burqua e' una forzatura inaccettabile. End of story.

graul
12-10-2009, 17.29.05
Per il velo, non vedo come questo possa ragionevolmente costituire un problema: io mi metto la felpa, loro si mettono lo chador, e' un indumento come un altro, fine delle discussioni. Se voglio indossare un braccialetto, un velo sui capelli, una bandana, nei limiti del rispetto reciproco, non ci vedo assolutamente niente di strano.
Anzi, vestiari di fatture diverse e di diverse tradizioni non fanno che arricchire l'ambiente culturale di una scuola, IMHO.
:birra:

Scherzi a parte, il velo e' compatibile con la nostra societa' e puo' far parte della nostra cultura (lo fa gia', ad essere pignoli), il Burqua e' una forzatura inaccettabile. End of story.
Ma detto questo, ancora non ho letto nessuno che abbia testimoniato di aver visto un burqa dal vivo. Magari in Italia, se possibile.

Mister X
12-10-2009, 17.30.27
cut

Grazie per la precisazione.

destino
12-10-2009, 17.30.41
Lo capisci da te che hai detto l'ennesima stronzata?

no è esattamente come succede in francia



“Nelle scuole, nei collegi e nei licei pubblici, i segni e gli abiti che manifestino ostensibilmente l’appartenenza religiosa degli alunni, sono vietati”.


l'accezione di luogo pubblico qui è da intendersi appunto riferito all'ambito scolastico, non come piazza o strada come hai inteso tu, visto che stiamo parlando dell'uso del burqa e del chador in questi luoghi.

sharkone
12-10-2009, 17.33.33
Mi sembrano i soliti provvedimenti inutili di un paese incapace di utilizzare le leggi che già ha e che usa solo quando gli fanno comodo (sta storia del volto coperto stranamente se la ricordano solo nelle manifestazioni e negli stadi).

Shagrath_Infernus
12-10-2009, 18.08.19
no è esattamente come succede in francia



l'accezione di luogo pubblico qui è da intendersi appunto riferito all'ambito scolastico, non come piazza o strada come hai inteso tu, visto che stiamo parlando dell'uso del burqa e del chador in questi luoghi.

E' chiaro che se vogliamo attenerci alla stretta definizione giuridica ( se c'è un giurista che può correggermi, gli pregherei di farlo) non è un luogo publico ("Per luogo pubblico si intende il luogo in cui tutti possono accedere liberamente" http://http://www.simone.it/newdiz/newdiz.php?action=view&id=1042&dizionario=1). ma un'istituzione ma ciò non toglie che in senso lato ed aggiungerei fisico sia un luogo pubblico così come lo è un tribunale. Non credo ci sia bisogno di una laurea per capire ciò che intendi.

boys
12-10-2009, 18.29.55
se una ragazza europea si reca da loro la costringono a coprirsi spalle e capo , quindi non ci vedo niente di male...

destino
12-10-2009, 18.31.19
se una ragazza europea si reca da loro la costringono a coprirsi spalle e capo , quindi non ci vedo niente di male...

se il resto del mondo vive nelle barbarie non è che il mondo civilizzato vi si deve adattare, questo ragionamento di andare a vedere sempre cosa succede a parti invertite non lo trovo nè corretto nè logico

graul
12-10-2009, 18.34.01
se una ragazza europea si reca da loro la costringono a coprirsi spalle e capo , quindi non ci vedo niente di male...
Ma "da loro" chi? :asd:
In musulmanolandia?

Sauron.
12-10-2009, 18.45.26
Se volessero vietare il VELO dovrebbero farlo levare anche alle suore e alle spose,se è per questo.
Quando si va in un paese straniero le donne si mettono il velo in segno di rispetto,anche da noi per entrare in chiesa fino a poco tempo fa bisognava essere coperte.
Questa norma è seplicemente razzista

destino
12-10-2009, 18.46.45
Se volessero vietare il VELO dovrebbero farlo levare anche alle suore e alle spose,se è per questo.
Quando si va in un paese straniero le donne si mettono il velo in segno di rispetto,anche da noi per entrare in chiesa fino a poco tempo fa bisognava essere coperte.
Questa norma è seplicemente razzista

e che ci stanno a fare le spose a scuola? :asd:

aries
12-10-2009, 18.48.38
in senso lato ed aggiungerei fisico sia un luogo pubblico così come lo è un tribunale. Non credo ci sia bisogno di una laurea per capire ciò che intendi.

Forse la laurea ti servirebbe, perché la mia tesi non era affatto "la scuola non è un luogo pubblico" o qualsiasi altra cosa volesse dire il tuo post.

Questo è ciò che ha detto destino.

E' un luogo pubblico e in un luogo pubblico tutti dovrebbero presentarsi lasciando da parte i loro credi intimistici

"In un luogo pubblico uno non dovrebbe mostrare i segni del proprio credo."
Ma che cazzata è? Ma perché? Dove sta scritto che nei luoghi pubblici non si possono mostrare i segni del proprio credo? Che danno o fastidio arreco agli altri? Se porto il crocifisso al collo quale fastidio posso dare? Se sento di indossarlo perché dovrei presentarmi come una persona diversa, neutra? Quali sensibilità sto urtando? Prima che mi si faccia la solita menata, no, non sono contrario al velo. Il burqa è una questione diversa, non è solo un simbolo religioso ma è un ostacolo all'attività che si deve svolgere.
È un luogo pubblico, e quindi? Esattamente come per strada o in biblioteca se ci voglio andare col crocifisso o il velo ci vado e non vedo perché questo debba infastidire destino.

Ora siam passati da "ogni religione deve avere gli stessi diritti" a "ogni religione non deve avere alcun diritto"?

Sauron.
12-10-2009, 18.49.58
e che ci stanno a fare le spose a scuola? :asd:
Non dico a scuola,ma da tutte le parti:ricordo un fatto di una donna a cui non hanno fatto mettere il "burkini" in piscina,dicendo che "spaventava i bambini".
La scuola è il primo passo,poi inizierà il peggio

gaz_berserk.
12-10-2009, 18.51.38
di veli a scuola ne ho visti tanti e non danno fastidio, ma di burqua no, non ne ho visti...
il velo non da fastidio perché copre solo i capelli, il burqua è una gabbia barbarica che non deve vedere luce almeno nell'occidente.

boys
12-10-2009, 18.57.54
se il resto del mondo vive nelle barbarie non è che il mondo civilizzato vi si deve adattare, questo ragionamento di andare a vedere sempre cosa succede a parti invertite non lo trovo nè corretto nè logico


Ma "da loro" chi? :asd:
In musulmanolandia?

destino sono daccordo con te, era solo per dire che i primi che non cercano l integrazione sono loro , a casa loro ti impongono le loro "cose" e a casa degli altri pretendono di fare lo stesso quello che vogliono

si graul intendevo li' , da loro :asd:

destino
12-10-2009, 19.03.38
Forse la laurea ti servirebbe, perché la mia tesi non era affatto "la scuola non è un luogo pubblico" o qualsiasi altra cosa volesse dire il tuo post.

Questo è ciò che ha detto destino.


"In un luogo pubblico uno non dovrebbe mostrare i segni del proprio credo."
Ma che cazzata è? Ma perché? Dove sta scritto che nei luoghi pubblici non si possono mostrare i segni del proprio credo? Che danno o fastidio arreco agli altri? Se porto il crocifisso al collo quale fastidio posso dare? Se sento di indossarlo perché dovrei presentarmi come una persona diversa, neutra? Quali sensibilità sto urtando? Prima che mi si faccia la solita menata, no, non sono contrario al velo. Il burqa è una questione diversa, non è solo un simbolo religioso ma è un ostacolo all'attività che si deve svolgere.
È un luogo pubblico, e quindi? Esattamente come per strada o in biblioteca se ci voglio andare col crocifisso o il velo ci vado e non vedo perché questo debba infastidire destino.

Ora siam passati da "ogni religione deve avere gli stessi diritti" a "ogni religione non deve avere alcun diritto"?

precisiamo cosi la smetti di attaccarti ai dettagli.
Ho detto luogo pubblico? Perfetto ho sbagliato, intendevo dire edificio pubblico come una scuola.

Quando dico che in tali edifici una persona potrebbe evitare di professare apertamente il proprio credo religioso, non dico qualcosa da matti, semplicemente mi trovo daccordo con quanto è stato fatto in francia, dove si ha un'idea di laicità diversa da quella italiana, tutta attenta al cattolicesimo e menefreghista col resto del mondo.
Sono conscio che una visione laica come quella francese non ci sarà mai, ma trovo corretto che in una scuola, se viene vietato l'uso di simboli caratterizzanti come può essere per i musulmani, allora per correttezza lo stesso deve valere per tutte le altre religioni, sia che questo sia una croce al petto in bella vista, che sia la kippah ebraica

Non è quindi solo questione di riconoscibilità dell'individuo a mio avviso

Mia moto
12-10-2009, 19.05.40
In pratica si obbligherebbe gli studenti a non indossare simboli della propria religione ma solo i non-simboli della "laica" (o atea?) religione dello stato.
Una bella opera di "sdentitariarizzazione" al servizio dell'indipendenza politica dell'italia. :)

boys
12-10-2009, 19.11.10
In pratica si obbligherebbe gli studenti a non indossare simboli della propria religione ma solo i non-simboli della "laica" (o atea?) religione dello stato.
Una bella opera di "sdentitariarizzazione" al servizio dell'indipendenza politica dell'italia. :)
loro sta cosa pero' la vogliono nei riguardi del crocefisso in classe, quello e' giusto ?

Mia moto
12-10-2009, 19.14.14
loro sta cosa pero' la vogliono nei riguardi del crocefisso in classe, quello e' giusto ?

non ho capito, loro chi?

graul
12-10-2009, 19.15.51
di veli a scuola ne ho visti tanti e non danno fastidio, ma di burqua no, non ne ho visti...
Ah, beh. Pensavo di essermeli persi. :asd:
No, perché da come ce la raccontano i media, c'è un allarme burqa impressionante. Già mi vedo la scena stile "V per vendetta", con tutta la popolazione in burqa con la maschera di GuyFawkes.

il burqua è una gabbia barbarica che non deve vedere luce almeno nell'occidente.
Ma non c'è praticamente nemmeno in Oriente, sta' tranquillo. ;) :birra:

si graul intendevo li' , da loro :asd:
E c'hai poco da ridere perché intendevi una stronzata. :|

era solo per dire che i primi che non cercano l integrazione sono loro , a casa loro ti impongono le loro "cose" e a casa degli altri pretendono di fare lo stesso quello che vogliono
Loro chi? I musulmani? Che vuol dire "casa loro"? Ci sono tantissimi musulmani italiani. Italiani più italiani di te, che sei di Centocelle, figli di italiani, i cui avi hanno fatto le guerre e magari anche l'Unità. E' casa loro che intendi con "casa loro"? Ti hanno invitato a prendere un caffé e ti hanno fatto mettere il velo prima di farti entrare? :|
Loro chi? Questa (http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/6/6c/Islam_percentage_by_country.png) è una mappa della diffusione dell'Islam nel mondo: metti una X dove sarebbe questo "da loro", per favore. Negli StatiUniti, in Marocco, in Palestina, in India, in GranBretagna? Dove sarebbe che costringono le straniere in visita a indossare il velo.
Ti facilito il compito: forse intendi i paesi a maggioranza musulmana. Qui in verde sono indicati i paesi a maggioranza musulmana:

http://www.amedeopaolucci.it/Islam/Islam%20Introduzione%20allo%20Studio/Immagini/diffusione%20dell%27islam.jpg

Ancora una volta, dove sarebbe questo "da loro"? :|
Sei stato in NuovaGuinea e hanno fatto mettere il velo a tua sorella? In Albania, in Bangladesh? Dove?

Chi sono questi "loro"? La si smetta di dividere il mondo in tutto ciò che è normale contro ciò che è diverso. In questo caso, i musulmani dai non musulmani. Ti risulta di qualche donna non musulmana che si sia recata in questo fantomatico emisfero dei musulmani e l'abbiano costretta con la forza a mettere il velo se no la prendevano a calci?

Questo è l'effetto del nostro programma di istruzione sbagliato e dei nostri programmi televisivi lobotomizzanti: non sappiamo nemmeno di chi parliamo quando si discute di religione, costumi, usi.
La religione è solo uno su un milione di miliardi di caratteristiche che formano l'individuo. Non esiste un "loro" e non esiste un "noi". Sono solo termini che ci insegnano a usare per indicare ciò che non conosciamo e ciò che ci rassicura.

boys
12-10-2009, 19.16.13
non ho capito, loro chi?

musulmani

Di0
12-10-2009, 19.17.05
Fanculo, per una volta sono anche io d'accordo coi i difensori della Religione.
Si passa da un estremo all'altro, ma personalmente portare un simbolo religioso sulla mia persona la trovo una liberta' individuale che non voglio sia alienata nel mio paese. A meno che questa non incida con altre liberta' personali, come per esempio respirare e vedere la luce del giorno :asd:, io vorro' sempre avere il diritto di esprimere le mie idee nel rispetto reciproco. Easy. Se vuoi portare il crocifisso al collo, liberissimo, io posso ritenerti un ingenuo, magari, ma se vedo qualcuno che cerca di togliertelo, faro' di tutto per impedirlo.

Supervinny
12-10-2009, 19.18.56
loro sta cosa pero' la vogliono nei riguardi del crocefisso in classe, quello e' giusto ?

A prescindere da chi sia il "loro", si è giusto. Vietare in un edificio pubblico, statale, di esporre simboli di una fede mi sembra il minimo per uno stato laico. Al contrario, ognuno può esprimere la propria fede portando sul PROPRIO corpo ciò che più lo aggrada. Ovviamente nel rispetto delle leggi.

Quindi il burqa è automaticamente vietato. Il velo non dà fastidio a nessuno, quindi chi vuole può benissimo metterselo.

Ovviamente tutto IMHO.

graul
12-10-2009, 19.19.21
Si passa da un estremo all'altro, ma personalmente portare un simbolo religioso sulla mia persona la trovo una liberta' individuale che non voglio sia alienata nel mio paese. A meno che questa non incida con altre liberta' personali, come per esempio respirare e vedere la luce del giorno :asd:, io vorro' sempre avere il diritto di esprimere le mie idee nel rispetto reciproco. Easy. Se vuoi portare il crocifisso al collo, liberissimo, io posso ritenerti un ingenuo, magari, ma se vedo qualcuno che cerca di togliertelo, faro' di tutto per impedirlo.
:birra:

boys
12-10-2009, 19.20.26
graul ovviamente da loro intendevo i paesi in cui risiedono i musulmani:asd:

mi risulta che mia cugina la scorsa primavera non e' stata fatta entrare in un museo in turchia se non si copriva spalle e capo , ecco perché lo dico;)

Supervinny
12-10-2009, 19.24.55
mi risulta che mia cugina la scorsa primavera non e' stata fatta entrare in un museo in turchia se non si copriva spalle e capo , ecco perché lo dic

come è successo in alcune chiese italiane ad alcune ragazze italiane?
(ovviamente parlo di spalle, ma la cosa è assimilabile)

boys
12-10-2009, 19.25.59
A prescindere da chi sia il "loro", si è giusto. Vietare in un edificio pubblico, statale, di esporre simboli di una fede mi sembra il minimo per uno stato laico. Al contrario, ognuno può esprimere la propria fede portando sul PROPRIO corpo ciò che più lo aggrada. Ovviamente nel rispetto delle leggi.

Quindi il burqa è automaticamente vietato. Il velo non dà fastidio a nessuno, quindi chi vuole può benissimo metterselo.

Ovviamente tutto IMHO.

ma infatti guarda che a me del crocefisso non interessa niente , pero' non devi essere tu che vieni da un altra parte a impormi di toglierlo perché se io vado in tunisia e comincio a toccargli le loro cose , se va bene finisco in carcere per 20 anni , se va bene e' ...

graul
12-10-2009, 19.26.39
graul ovviamente da loro intendevo i paesi in cui risiedono i musulmani:asd:
Quindi anche in Italia.

mi risulta che mia cugina la scorsa primavera non e' stata fatta entrare in un museo in turchia se non si copriva spalle e capo , ecco perché lo dico;)
Ah! La famosa cuggina con due "g"! :sisi:
Probabilmente, tua cuggina è entrata in una moschea, luogo di culto, per entrare nel quale avrebbero chiesto anche a te di indossare pantaloni lunghi, così come avrebbero chiesto a mia cuggina di usare un altro indumento che non fosse la minigonna per entrare a SanPietro in Vaticano.
Lo stesso diritto che questi "loro" (in questo caso, Turchi), concedono a tua cuggina di camminare in strada vestita come preferisce, è il "loro" diritto di consentire l'ingresso in visita in una moschea seguendo i criteri di decoro che grossomodo si applicano in tutti i luoghi di culto del mondo, chiese di Centocelle non escluse.

ma infatti guarda che a me del crocefisso non interessa niente , pero' non devi essere tu che vieni da un altra parte a impormi di toglierlo perché se io vado in tunisia e comincio a toccargli le loro cose , se va bene finisco in carcere per 20 anni , se va bene e' ...
In Tunisia, paese laico, dove vige la libertà di culto, convivono diverse etnie e religioni, con grosse minoranze ebraiche e cristiane (sia protestanti che cattoliche - tra l'altro, la cattedrale cattolica è bellissima), ci si può vestire come si vuole, donne comprese, e chi viene da fuori può toccare tutto ciò che può toccare nel suo paese d'origine senza finire in carcere.

Mia moto
12-10-2009, 19.28.00
graul ovviamente da loro intendevo i paesi in cui risiedono i musulmani:asd:

mi risulta che mia cugina la scorsa primavera non e' stata fatta entrare in un museo in turchia se non si copriva spalle e capo , ecco perché lo dico;)


sono due aspetti diversi.
Se a tua cugina impedivano di entrare in museo solo perché per loro era troppo scoperta, è un conto. La legge conosce anche le regole del buon costume, le quali ovviamente risentono delle diverse culture presenti in ogni stato.
Se invece a tua cugina impedivano di entrare nel museo esibendo, che so, un crocifisso al collo, allora questo non va bene. Ma non è cmq un buon motivo per fare anche noi altrettanto.

Alborosso
12-10-2009, 19.29.25
Il velo è un indumento come un altro se non fosse così dovrebbero arrestare tutte le "anziane" del sud che lo usano da secoli (mia nonna la prima), non capisco che fastidio possa dare.

Boys-rm non c'è bisogno di andare in "musulmolandia" per trovare gente bigotta, basta andare fino in Liguria e li trovi un sacco di sindaci che hanno vietato ai turisti di passeggiare in costume o abiti succinti, e non parlo di entrare in chiesa ma passeggiare per la strada.

gaz_berserk.
12-10-2009, 19.29.37
graul ovviamente da loro intendevo i paesi in cui risiedono i musulmani:asd:

mi risulta che mia cugina la scorsa primavera non e' stata fatta entrare in un museo in turchia se non si copriva spalle e capo , ecco perché lo dico;)

si vede che era una moschea...

anche in italia in alcune chiese se vuoi entrare in chiesa in bermuda e canottiera magari ti dicono che non si puo entrare per un motivo di decoro e rispetto religioso... es san pietro ecc

cosa cambia? è la stessa cosa...

Sauron.
12-10-2009, 19.33.19
Il velo è un indumento come un altro se non fosse così dovrebbero arrestare tutte le "anziane" del sud che lo usano da secoli (mia nonna la prima), non capisco che fastidio possa dare.

Boys-rm non c'è bisogno di andare in "musulmolandia" per trovare gente bigotta, basta andare fino in Liguria e li trovi un sacco di sindaci che hanno vietato ai turisti di passeggiare in costume o abiti succinti, e non parlo di entrare in chiesa ma passeggiare per la strada.
quoto

gaz_berserk.
12-10-2009, 19.35.44
Fanculo, per una volta sono anche io d'accordo coi i difensori della Religione.
Si passa da un estremo all'altro, ma personalmente portare un simbolo religioso sulla mia persona la trovo una liberta' individuale che non voglio sia alienata nel mio paese. A meno che questa non incida con altre liberta' personali, come per esempio respirare e vedere la luce del giorno :asd:, io vorro' sempre avere il diritto di esprimere le mie idee nel rispetto reciproco. Easy. Se vuoi portare il crocifisso al collo, liberissimo, io posso ritenerti un ingenuo, magari, ma se vedo qualcuno che cerca di togliertelo, faro' di tutto per impedirlo.

il burqa è un simbolo di costrizione non esiste in tutti i paesi islamici, in tutti i paesi islamici esiste il velo quello è un simbolo religioso che non mi pare offensivo per nessuno e non e neanche brutto da vedere.


Il velo è un indumento come un altro se non fosse così dovrebbero arrestare tutte le "anziane" del sud che lo usano da secoli (mia nonna la prima), non capisco che fastidio possa dare.

Boys-rm non c'è bisogno di andare in "musulmolandia" per trovare gente bigotta, basta andare fino in Liguria e li trovi un sacco di sindaci che hanno vietato ai turisti di passeggiare in costume o abiti succinti, e non parlo di entrare in chiesa ma passeggiare per la strada.

tutto il mondo è paese :teach:

boys
12-10-2009, 19.36.10
rispondo a tutti riguardo mia cuGGina

non era una moschea
non era vestita sconcia
questa cosa l hanno imposta a tutte in modi poco urbani

ma comunque che vi devo dire , quando tra 20 anni ci imporranno pure come dobbiamo metterci per cacare , ne riparliamo ;)

gaz_berserk.
12-10-2009, 19.37.52
rispondo a tutti riguardo mia cuGGina

non era una moschea
non era vestita sconcia
questa cosa l hanno imposta a tutte in modi poco urbani

ma comunque che vi devo dire , quando tra 20 anni ci imporranno pure come dobbiamo metterci per cacare , ne riparliamo ;)

sei ridicolo :asd:
comprati un fucile e uccidi tutti quelli col velo o con un vestito nordafricano :asd:

graul
12-10-2009, 19.38.13
Se invece a tua cugina impedivano di entrare nel museo esibendo, che so, un crocifisso al collo, allora questo non va bene.
Cosa che succede, ad esempio, in ArabiaSaudita, paese estremamente ortodosso, dove la polizia religiosa impedisce manifestazioni di culto diverse dall'Islam anche per strada. E' un'estremizzazione, sbagliata e dispotica, di un paese non democratico (che sta comunque facendo passi da gigante nell'emancipazione femminile, si spera presto anche in quella religiosa).

Ma non è cmq un buon motivo per fare anche noi altrettanto.
Esattamente. Se un immigrato italiano negli StatiUniti commette un omicidio in uno degli stati dove è ammessa la pena di morte, probabilmente lo condanneranno all'iniezione letale; non vuol dire che in Italia si debba fucilare ogni statunitense che venga nella penisola a uccidere.

ma comunque che vi devo dire , quando tra 20 anni ci imporranno pure come dobbiamo metterci per cacare , ne riparliamo ;)
O possiamo riparlarne tra venti minuti, quando ti sarai reso conto di quanto sei ignorante. :uiui:

Sauron.
12-10-2009, 19.41.25
[QUOTE=boys_rm;7160274
ma comunque che vi devo dire , quando tra 20 anni ci imporranno pure come dobbiamo metterci per cacare , ne riparliamo ;)[/QUOTE]
I musulmani hanno tutto il diritto di mantenere la loro identità religiosa in un paese straniero e non mi pare che cerchino di imporci alcunchè,casomai siamo noi che cerchiamo di imporgli una cultura "occidentale":per quanto mi riguarda se qualcuno si mette il velo è liberissimo di farlo e noi non dobbiamo vietarlo per "paura del diverso"

gaz_berserk.
12-10-2009, 19.43.45
O possiamo riparlarne tra venti minuti, quando ti sarai reso conto di quanto sei ignorante. :uiui:

:asd:
ma dai cazzo come se adesso boys mi paragona gli immigrati all'impero Ottomano o all'impero di Saladino :asd:

mi sa che ha guardato troppi film, o ha giocato ad Assasins Creed :asd:

graul
12-10-2009, 19.45.05
mi sa che ha guardato troppi film, o ha giocato ad Assasins Creed :asd:
O guardato troppo Italia1. :rolleyes:

boys
12-10-2009, 19.45.15
sei ridicolo :asd:
comprati un fucile e uccidi tutti quelli col velo o con un vestito nordafricano :asd:

no guarda , quelli che ammazzano per religione sono gli amici tuoi tesoro :asd:

gaz_berserk.
12-10-2009, 19.46.25
no guarda , quelli che ammazzano per religione sono gli amici tuoi tesoro :asd:

e invece i tuoi amici con latesta rasata ammazzano per razzismo o perché non gli piacciono quelli neri quelli gialli quelli froci quelli rossi ecc...
taci che fai meglio :asd:
mi sembra di parlare con il tipico camerata che spara cazzate fasciste senza pensare...

Di0
12-10-2009, 19.49.38
Vabbe', dai. Vedo che la discussione ha preso la solita splendida deriva intellettuale. :asd:

Shagrath_Infernus
12-10-2009, 19.50.13
Forse la laurea ti servirebbe, perché la mia tesi non era affatto "la scuola non è un luogo pubblico" o qualsiasi altra cosa volesse dire il tuo post.

Questo è ciò che ha detto destino.




Tu invece torna alle elmentari ed impara a leggere e capirai che io ho detto che la scuola non è un luogo pubblico in senso giuridico. Era semplicemente una precisazione, inadeguata perchè non ne so nulla ma comunque una sottigliezza.:teach:

EDIT: ma nessuno ha letto il secondo link?

EDIT2: ariella dai non fare la donna mestruata:D

boys
12-10-2009, 19.51.36
e invece i tuoi amici con latesta rasata ammazzano per razzismo o perche non gli piacciono quelli neri quelli gialli quelli froci quelli rossi ecc...
taci che fai meglio :asd:
mi sembra di parlare con il tipico camerata che spara cazzate fasciste senza pensare...

infatti le cronache sono piene di militanti di fiamma tricolore che compiono stragi :asd:

Sauron.
12-10-2009, 19.52.45
e invece i tuoi amici con latesta rasata ammazzano per razzismo o perché non gli piacciono quelli neri quelli gialli quelli froci quelli rossi ecc...
taci che fai meglio :asd:
mi sembra di parlare con il tipico camerata che spara cazzate fasciste senza pensare...
quotone gaz,hai ragione da vendere
Comunque boys di militanti di forza nuova e company che pestano gay e immigrati ce ne sono a bizzeffe

gaz_berserk.
12-10-2009, 19.54.13
infatti le cronache sono piene di militanti di fiamma tricolore che compiono stragi :asd:

i tuoi amici fascisti non picchiano gli omosessuali gridando viva i camerati? (http://iltempo.ilsole24ore.com/2009/10/12/1080362-picchiati_grido_camerati.shtml)
non picchiano i cinesi o i neri? no? non dire castronerie...
leggi le notizie dei giornali non soffermarti su tette e culi :asd:

sara_bleeckerst
12-10-2009, 19.55.25
infatti le cronache sono piene di militanti di fiamma tricolore che compiono stragi :asd:

ahahahah

infatti dovrebbero proporvi tutti per il nobel per la pace!
:sisi:

Sauron.
12-10-2009, 19.55.51
Vai a fare le ronde boys,che è meglio,mi pare che quello sia il posto per te

Mia moto
12-10-2009, 19.57.28
ma comunque che vi devo dire , quando tra 20 anni ci imporranno pure come dobbiamo metterci per cacare , ne riparliamo ;)


E' vero, sono molto fieri dei loro costumi.
Ma c'è risposta e risposta. C'è la risposta "reciproca", antiquatissima e fin troppo furba, che rimbalza la responsabilità sull'altro e di fatto rende impossibile ogni incontro. Riproposizione moderna dell'adagio "rex in regno suo imperator".
C'è poi una risposta diversa: noi abbiamo certe leggi, ma siamo disposti a mettere in gioco i nostri valori. Non a privarcene eh, ma a confrontarli con altri, e vedere se poi a giochi fatti restano i più seguiti.
Con certi limiti, tra cui la libertà religiosa, la quale non può essere privata a nessuno. (Qui sarebbe interessante fare una postilla sulla libertà religiosa, che oltre a non essere contrarietà verso il fenomeno religioso, non implica per forza neppure indifferenza verso di esso).
Il valore che risulta dal confronto viene posto per tutti, salva ogni convinzione individuale nelle materie più sensibili (es. religione) e salva la possibilità di rimettere in discussione tutto.

gaz_berserk.
12-10-2009, 19.58.32
mi sa che svastichella era amico suo :asd:

Ape_Africanizzata
12-10-2009, 19.59.00
Mamma mia quanta ipocrisia. Per quello che mi riguarda Boys ha espresso un opinione pienamente legittima. Il problema islamico e della sua portata demografica esiste eccome, e non va sottovalutato con queste generalizzazioni ( nè dall' una nè dall' altra parte )

boys
12-10-2009, 20.00.27
va be' va , e' arrivata la cavalleria :asd:

gaz_berserk.
12-10-2009, 20.01.24
va be' va , e' arrivata la cavalleria :asd:

questi sono amici tuoi di roma? :asd: (http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/cronaca/roma-aggressione/roma-aggressione/roma-aggressione.html)

Sauron.
12-10-2009, 20.01.59
Mamma mia quanta ipocrisia. Per quello che mi riguarda Boys ha espresso un opinione pienamente legittima. Il problema islamico e della sua portata demografica esiste eccome, e non va sottovalutato con queste generalizzazioni ( nè dall' una nè dall' altra parte )
Noi stiamo criticando boys per le sue idee,e siamo liberi di farlo,io ho un'idea completamente diversa dalla sua e ne stiamo creando un dibattito stile annozero-ballarò.
Se lui è un fascista sono cavoli suoi

gaz_berserk.
12-10-2009, 20.02.39
Mamma mia quanta ipocrisia. Per quello che mi riguarda Boys ha espresso un opinione pienamente legittima. Il problema islamico e della sua portata demografica esiste eccome, e non va sottovalutato con queste generalizzazioni ( nè dall' una nè dall' altra parte )

ma quale ipocrisia? io sono cresciuto in una famiglia islamica e sentire gente che parla di cose che non conosce mi fa girare le palle basta.
non è generalizzare se ti riporto notizie dov ei fascisti mostrano il loro razzismo pestando a sangue chiunque sia di unaltra etnia o paese...

Ape_Africanizzata
12-10-2009, 20.03.08
Che c'entra adesso il fascismo...

Mia moto
12-10-2009, 20.03.31
Il problema islamico e della sua portata demografica esiste eccome, e non va sottovalutato con queste generalizzazioni ( nè dall' una nè dall' altra parte )

Appunto, e chi lo nega?
Si sta però dicendo che noi abbiamo regole diverse dai paesi che vengono citati. Che non sono quelle della reciprocità, ma nemmeno impediscono di adottare per tutti (anche per gli immigrati che vengono qui) regole che si ispirano ai nostri valori.

Sauron.
12-10-2009, 20.03.53
ma quale ipocrisia? io sono cresciuto in una famiglia islamica e sentire gente che parla di cose che non conosce mi fa girare le palle basta.
e scatena la berseker rage :asd:
Comunque ape il fascismo c'entra eccome,perchè questa xenofobia è tipicamente fascista,anche se non sempre

boys
12-10-2009, 20.05.14
questi sono amici tuoi di roma? :asd: (http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/cronaca/roma-aggressione/roma-aggressione/roma-aggressione.html)

non frequento tor bella monaca :asd:

scommetto invece (mettendomi al tuo livello) che tu stimi bin laden e il mullah omar ;)

gaz_berserk.
12-10-2009, 20.06.01
Che c'entra adesso il fascismo...

perché sta continuando a fare post razzisti contro gli islamici dicendo che vi conqueisteranno e vi faranno cambiare le abitudini e le usanze :asd:
mi sembra alquanto azzardata propaganda neofascista :teach:

gaz_berserk.
12-10-2009, 20.07.01
non frequento tor bella monaca :asd:

scommetto invece (mettendomi al tuo livello) che tu stimi bin laden e il mullah omar ;)

ma che minchia centra binladen ? chi sta parlando di terrorismo ?
sei irrecuperabile :asd:
stiamo parlando di usanza e cultura cosa centra il mula omar

come se io mi metto a parlare di mussolini e di hitler :asd:

boys
12-10-2009, 20.07.12
Mamma mia quanta ipocrisia. Per quello che mi riguarda Boys ha espresso un opinione pienamente legittima. Il problema islamico e della sua portata demografica esiste eccome, e non va sottovalutato con queste generalizzazioni ( nè dall' una nè dall' altra parte )

ah finalmente uno che non e' stato punto da una tarantola:birra:

boys
12-10-2009, 20.08.49
ma che minchia centra binladen ? chi sta parlando di terrorismo ?
sei irrecuperabile :asd:

perché io la notte inseguo neri, ebrei , gay:asd:

dai che non e' difficile:asd:

gaz_berserk.
12-10-2009, 20.09.17
ah finalmente uno che non e' stato punto da una tarantola:birra:

tu hai battuto la testa da piccolo :asd:


perché io la notte inseguo neri, ebrei , gay:asd:

dai che non e' difficile:asd:

inannzitutto Binladen è morto e mulla omar pure quindi di cosa stai parlado?
erano due signori della guerra che si sono macchiati di gravi crimini cosa centra questo con il discorso del burqa?
cosa centra con il fatto che i fasci picchiano gli stranieri?? :asd:

Sauron.
12-10-2009, 20.09.22
non frequento tor bella monaca :asd:

scommetto invece (mettendomi al tuo livello) che tu stimi bin laden e il mullah omar ;)
è decisamente diverso caro,perchè mettere i mettere i militanti che tu probabilmente stimi con il capo di un'organizzazione terroristica internazionale è una dimostrazione di una genralizzazione delle tue opinioni:anche essendo io laico e stimando i musulmani non stimo per niente bin Laden.

Ape_Africanizzata
12-10-2009, 20.15.05
perché sta continuando a fare post razzisti contro gli islamici dicendo che vi conqueisteranno e vi faranno cambiare le abitudini e le usanze :asd:
mi sembra alquanto azzardata propaganda neofascista :teach:

Il che non è razzista, ma è un eventualità. Un gruppo religioso che rischia di diventare la maggioranza nei paesi europei rappresenterebbe, di fatto, il primato dell' Islam sull' europa
Come c'è anche l'eventualità della piena integrazione

boys
12-10-2009, 20.16.12
tu hai battuto la testa da piccolo :asd:



inannzitutto Binladen è morto e mulla omar pure quindi di cosa stai parlado?
erano due signori della guerra che si sono macchiati di gravi crimini cosa centra questo con il discorso del burqa?
cosa centra con il fatto che i fasci picchiano gli stranieri?? :asd:

gaz cristo santo , ma e' logico che e' un esagerazione ...
e' la stessa cosa di quando m hai detto di prendermi un fucile e ammazzare i musulmani , ho risposto ad un esagerazione con un esagerazione , capisc ?:asd:

Ape_Africanizzata
12-10-2009, 20.16.19
Appunto, e chi lo nega?
Si sta però dicendo che noi abbiamo regole diverse dai paesi che vengono citati. Che non sono quelle della reciprocità, ma nemmeno impediscono di adottare per tutti (anche per gli immigrati che vengono qui) regole che si ispirano ai nostri valori.


Senza dubbio, io mi riferivo ad una risposta di BoysRM e a chi gli ha dato addosso...quando era comprensibile cosa volesse dire, anche se lo ha detto senza peli sulla lingua

Sauron.
12-10-2009, 20.18.07
Il che non è razzista, ma è un eventualità. Un gruppo religioso che rischia di diventare la maggioranza nei paesi europei rappresenterebbe, di fatto, il primato dell' Islam sull' europa
Come c'è anche l'eventualità della piena integrazione
E allora,esiste la libertà religiosa o no?

boys
12-10-2009, 20.18.42
Senza dubbio, io mi riferivo ad una risposta di BoysRM e a chi gli ha dato addosso...quando era comprensibile cosa volesse dire, anche se lo ha detto senza peli sulla lingua

si dovrei essere piu' diplomatico alcune volte:sisi:

Sauron.
12-10-2009, 20.19.35
si dovrei essere piu' diplomatico alcune volte:sisi:
Tu dici:D?

gaz_berserk.
12-10-2009, 20.19.43
gaz cristo santo , ma e' logico che e' un esagerazione ...
e' la stessa cosa di quando m hai detto di prendermi un fucile e ammazzare i musulmani , ho risposto ad un esagerazione con un esagerazione , capisc ?:asd:

la mia esagerazione era in risposta al fatto che fra 20 tu sostieni che in italia comanderanno le usanze islamiche, ma dove lo hai sognato? :asd:

Ape_Africanizzata
12-10-2009, 20.19.45
E allora,esiste la libertà religiosa o no?

Si...ma con ciò?

blackseedboy
12-10-2009, 20.21.09
Ci sono tantissimi musulmani italiani. Italiani più italiani di te, che sei di Centocelle


sei ridicolo :asd:
comprati un fucile e uccidi tutti quelli col velo o con un vestito nordafricano :asd:


mi sa che ha guardato troppi film, o ha giocato ad Assasins Creed :asd:


O guardato troppo Italia1. :rolleyes:


e invece i tuoi amici con latesta rasata ammazzano per razzismo o perché non gli piacciono quelli neri quelli gialli quelli froci quelli rossi ecc...
taci che fai meglio :asd:
mi sembra di parlare con il tipico camerata che spara cazzate fasciste senza pensare...


Vai a fare le ronde boys,che è meglio,mi pare che quello sia il posto per te


mi sa che svastichella era amico suo :asd:

Beh, che dire, ottime argomentazioni, come al solito...

e mi tocca ripetermi all'infinito... quando si finiscono le argomentazioni (ammesso che si sia mai avuto uno straccio di argomentazione :rolleyes:) si passa agli insulti, alle risatine e, tutti assieme, si grida un bel "FASCISTA" e il discorso va bello che in vacca.

fortuna che c'è quel bel triangolino rosso in basso a sinistra dopo ogni post, stasera ne ho schiacciati un bel pò, vediamo quanto tenera è diventata la moderazione da queste parti. -_-'

Ape_Africanizzata
12-10-2009, 20.21.13
la mia esagerazione era in risposta al fatto che fra 20 tu sostieni che in italia comenderanno le usanze islamiche, ma dove lo hai sognato? :asd:

Però in francia se continuano a crescere a questo ritmo i musulmani sarannò, nel 2030, il 30-35%. Non sono ragionamenti campati per aria

gaz_berserk.
12-10-2009, 20.21.47
Il che non è razzista, ma è un eventualità. Un gruppo religioso che rischia di diventare la maggioranza nei paesi europei rappresenterebbe, di fatto, il primato dell' Islam sull' europa
Come c'è anche l'eventualità della piena integrazione

ma qualcuno vi sta costringendo a covertirvi?
vi stanno uccidendo i figli?
no
in europa il calo delle nascite e noto, invece gli islamici di figli ne fanno a bizzeffe... sopratutto quelli che vengono dal nordafrica.

io vengo da sarajevo Bosnia e di figli se ne fa uno o due al massimo.

avete una paura fottuta e infondata

gaz_berserk.
12-10-2009, 20.24.46
Beh, che dire, ottime argomentazioni, come al solito...

e mi tocca ripetermi all'infinito... quando si finiscono le argomentazioni (ammesso che si sia mai avuto uno straccio di argomentazione :rolleyes:) si passa agli insulti, alle risatine e, tutti assieme, si grida un bel "FASCISTA" e il discorso va bello che in vacca.

fortuna che c'è quel bel triangolino rosso in basso a sinistra dopo ogni post, stasera ne ho schiacciati un bel pò, vediamo quanto tenera è diventata la moderazione da queste parti. -_-'

vuoi l'apaluso?
risparmiaci la morale, potevi anche far vedere le argomentazioni anche di Boys :asd:

Sauron.
12-10-2009, 20.26.43
Si...ma con ciò?
Se i musulmani crescono in maniera esponenziale non possiamo farci nulla,non è che possiamo ucciderne per ristabilire il predominio cristiano.
è anche normale che ciò succeda,e noi poco possiamo farci

Wiz
12-10-2009, 20.28.22
Comunicazione di servizio e, vi prego, fatemela fare una sola volta.
Innanzitutto è vero...siamo più teneri e crediamo nella vostra maturità. Ciò non significa, e non mi stancherò mai di dirlo, che non leggiamo tutti i vostri report. Può succedere anche di scazzare, soprattutto in discussioni politiche e religiose in cui gli animi si accendono.
Però evitate le offese gratuite che non apportano nulla alla discussione.
Se date del fascista a tizio che risolvete? Avete contribuito in un qualche modo?
Meglio tacere e dare l'impressione di essere stupidi piuttosto che parlare e togliere ogni dubbio.
Davvero, se non avete nulla da dire in questo genere di discussioni, fate come la sottoscritta e state in quello sulle pugnette.

Grazie, potete continuare. :birra:

gaz_berserk.
12-10-2009, 20.28.23
cosa dovremmo dire dei cinesi allora?
sono 2 miliardi tra patria e mondo stanno cercando di conquistare tutti i paesi?
ma nessuno dice mai nulla perche non avete paura dlle areligione cinese.
avete timore della cultura islamica.

boys
12-10-2009, 20.29.50
Beh, che dire, ottime argomentazioni, come al solito...

e mi tocca ripetermi all'infinito... quando si finiscono le argomentazioni (ammesso che si sia mai avuto uno straccio di argomentazione :rolleyes:) si passa ali insulti, alle risatine e, tutti assieme, si grida un bel "FASCISTA" , si insulta e il discorso va bello che in vacca.

fortuna che c'è quel bel triangolino rosso in basso a sinistra dopo ogni post, stasera ne ho schiacciati un bel pò, vediamo quanto tenera è diventata la moderazione da queste parti. -_-'

black non ne vale la pena , so' bene che al contrario sarei stato bannato a vita , pero' va bene cosi' , si commentano da soli (il razzista sarei io e':asd:)
@graul non so' da quale buco provieni tu , ma io sono orgoglioso di essere ROMANO e di CENTOCELLE :)

blackseedboy
12-10-2009, 20.30.19
edit : letto il messaggio di Wiz, cancello tutto e torno volentieri in console war e nei thread ad alto tasso di pugnette (e di tette, si spera :asd:)

Wiz
12-10-2009, 20.31.24
Boys, non buttare benzina sul fuoco.
Mi pare che da quando qui ci siamo Magik, Maha ed io nessuno sia stato bannato (se non un coglione che pubblicizzava siti).
Non stiamo facendo trattamenti di favore a nessuno e non ammetto che venga detta una simile cazzata.
Gli altri si moderino, tu non fare il troll.

Sauron.
12-10-2009, 20.31.57
cosa dovremmo dire dei cinesi allora?
sono 2 miliardi tra patria e mondo stanno cercando di conquistare tutti i paesi?
ma nessuno dice mai nulla perche non avete paura dlle areligione cinese.
avete timore della cultura islamica.
Giustissimo:questo nasce dalla convinzione che l'islamico debba essere per forza terrorista.
La religione islamica è solo più rigida nei suoi comandamenti e fa paura alla gente per la convinzione di cui ho detto sopra.

vespino
12-10-2009, 20.32.55
Il velo si, ma il burqa copre il viso e non è giusta come cosa, sia per motivi di sicurezza ma oltre questo anche per una questione di integrazione delle ragazze e bambine nella nostra società. Il fatto è che la proposta nasce da un governo che certamente non pensa all'integrazione, quindi porta grandi dubbi... Ma forse è l'unica cosa intelligente , dico forse, deta dalla Carfagna.

blackseedboy
12-10-2009, 20.32.58
Boys, non buttare benzina sul fuoco.
Mi pare che da quando qui ci siamo Magik, Maha ed io nessuno sia stato bannato (se non un coglione che pubblicizzava siti).
Non stiamo facendo trattamenti di favore a nessuno e non ammetto che venga detta una simile cazzata.
Gli altri si moderino, tu non fare il troll.

avevo già editato T_T

edit: ah, boys, non boy :D

gaz_berserk.
12-10-2009, 20.33.05
non ho contestato il contenuto, ma il metodo.

puoi non essere d'accordo con boys, ma lui ha detto la sua, condivisibile o meno, e non ha insultato nessuno. la stessa cosa non può essere detta a parti invertite... poi se pensi che uno entri dentro a stò cesso thread (partito bene, finito male) alle 8.30 e abbia voglia di dire la sua dopo aver letto quelle schifezze ti sbagli di grosso, di confrontarmi con certa gente non mi passa neanche per l'anticamera del cervello.

Puoi direttamente darmi del fascista, così abbiamo risolto il problema. :sisi:

dato che ti poni con questa superiorità non ti rispondo neanche, si vede che vi da fastidio che vi si fa notare che provocate in modo insulso (boys) offendendo la mia cultura e le mie radici.

Ape_Africanizzata
12-10-2009, 20.33.29
ma qualcuno vi sta costringendo a covertirvi?
vi stanno uccidendo i figli?
no
in europa il calo delle nascite e noto, invece gli islamici di figli ne fanno a bizzeffe... sopratutto quelli che vengono dal nordafrica.

io vengo da sarajevo Bosnia e di figli se ne fa uno o due al massimo.

avete una paura fottuta e infondata

"Avete"? Stai parlando con me, non infilarmi in qualche categoria che non ho voglia di dovermi spiegare due volte, una perchè non la penso come te e un' altra perchè tu pensi abbia qualche pregiudizio di tipo religioso

A me una maggioranza islamica non da nessun problema. A patto che non applichino un sistema giuridico diverso dal nostro, incompatibile coi principi europei in alcuni punti. Nel momento in cui l'europa non riesce ad accoglierli, e quindi ad imporre loro il suo sistema giuridico, le preoccupazioni sono più che lecite, direi fondate
Bisognerebbe avere un atteggiamento di mutuo rispetto, ricordando anche quali sono i rischi derivanti dal perderlo, questo rispetto

frank10
12-10-2009, 20.33.30
infatti le cronache sono piene di militanti di fiamma tricolore che compiono stragi :asd:

Per i pochi che sono (fortunatamente, ma forse a ripensarci sono pure troppi) fanno già abbastanza, grazie :asd:

Nulla di personale eh :D

boys
12-10-2009, 20.33.45
Boys, non buttare benzina sul fuoco.
Mi pare che da quando qui ci siamo Magik, Maha ed io nessuno sia stato bannato (se non un coglione che pubblicizzava siti).
Non stiamo facendo trattamenti di favore a nessuno e non ammetto che venga detta una simile cazzata.
Gli altri si moderino, tu non fare il troll.

zzi badrona :D:birra:

Sauron.
12-10-2009, 20.34.36
Boys, non buttare benzina sul fuoco.
Mi pare che da quando qui ci siamo Magik, Maha ed io nessuno sia stato bannato (se non un coglione che pubblicizzava siti).
Non stiamo facendo trattamenti di favore a nessuno e non ammetto che venga detta una simile cazzata.
Gli altri si moderino, tu non fare il troll.
Scusa wiz

gaz_berserk.
12-10-2009, 20.39.59
"Avete"? Stai parlando con me, non infilarmi in qualche categoria che non ho voglia di dovermi spiegare due volte, una perchè non la penso come te e un' altra perchè tu pensi abbia qualche pregiudizio di tipo religioso

A me una maggioranza islamica non da nessun problema. A patto che non applichino un sistema giuridico diverso dal nostro, incompatibile coi principi europei in alcuni punti. Nel momento in cui l'europa non riesce ad accoglierli, e quindi ad imporre loro il suo sistema giuridico, le preoccupazioni sono più che lecite, direi fondate
Bisognerebbe avere un atteggiamento di mutuo rispetto, ricordando anche quali sono i rischi derivanti dal perderlo, questo rispetto

tu no forse ma molti hanno timore.
cosa credi che succederà se in europa fra 40 anni le nascite dei islamici saranno cosi tante che raggiungeranno un 40 percento in tutti i paesi europei?
nulla...
saranno talmente integrati dopo anni e anni di presenza in una cultura occidentale che l'europa diventerà come gli USA di adesso.
lo so che ci vuole tempo.

aries
12-10-2009, 22.02.30
Scusate non ho voglia di leggere tutte le cazzate scritte nel frattempo, chi posso insultare andando sul sicuro oltre ai coniugi cagacazzi?

DonAldrigo
12-10-2009, 22.18.17
se il resto del mondo vive nelle barbarie non è che il mondo civilizzato vi si deve adattare, questo ragionamento di andare a vedere sempre cosa succede a parti invertite non lo trovo nè corretto nè logico

Indossare il chador non è barbaria, è solo il frutto di una cultura diversa e non ci vedo niente di male nell'indossarlo. Per il burqua vedo invece dei problemi di praticità dunque si potrebbe ragionare se vietarlo o no.

Onim4ru
12-10-2009, 22.23.48
invece di fare ste cagate di leggi razziste basterebbe MOLTO SEMPLICEMENTE introdurre anche nelle nostre scuole, come già accade un pò ovunque nel mondo, l'uso delle divise scolastiche.
Semplice ed indolore. E si aggirano pure un sacco di problemi legati a queste sparate xenofobe.

sara_bleeckerst
12-10-2009, 22.24.52
Scusate non ho voglia di leggere tutte le cazzate scritte nel frattempo, chi posso insultare andando sul sicuro oltre ai coniugi cagacazzi?

con boys vai sempre sul sicuro.
anche con me di solito, ma non ho ancora scritto nulla qui.

Alborosso
12-10-2009, 22.30.22
Scusate non ho voglia di leggere tutte le cazzate scritte nel frattempo, chi posso insultare andando sul sicuro oltre ai coniugi cagacazzi?

Aries ti metto la colonna sonora ... :asd:

DGb9b1f-zHQ

gaz_berserk.
12-10-2009, 22.41.28
Indossare il chador non è barbaria, è solo il frutto di una cultura diversa e non ci vedo niente di male nell'indossarlo. Per il burqua vedo invece dei problemi di praticità dunque si potrebbe ragionare se vietarlo o no.

il burqua per ragioni di sicurezza pubblica potrebbe essere anche un problema,
come se uno va in giro con un passamontagna, e tutti sappiamo che è un simbolo di repressione contro la donna.
il chador no, è una cosa che si mettono che copre solo i capelli, ed esiste anche in altre culture.
-----------------------------------------------------------------------
per l' integrazione
Io conosco molti ragazzi della mia età marocchini, albanesi, egiziani o turchi che non sono assolutamente religiosi come si crede, certo hanno avuto magari un educazione ferrea, ma in Italia si sono adattati alla laicità, molti si sono integrati vanno in giro con compagnie miste di italiani e stranieri sbevazzano e mangiano pure il maiale come gli italiani. Tra qualche decennio saranno ancora più integrati.
Semmai quelli che non si integrano benissimo sono i loro genitori che magari senza fare nulla di eclatante vivono la loro vita non mangiando il maiale (non lo faccio neanche io), pregando cinque volte al giorno, (per me sarebbe inpensabile non ho tempo ne voglia) non bevono birra (impossibile per me rinunciare alla birra).
Io mi sono quasi ateizzato ma alcune cose buone della ma cultura le tengo altre le elimino.

Supervinny
12-10-2009, 22.48.14
ma infatti guarda che a me del crocefisso non interessa niente , pero' non devi essere tu che vieni da un altra parte a impormi di toglierlo perché se io vado in tunisia e comincio a toccargli le loro cose , se va bene finisco in carcere per 20 anni , se va bene e' ...

anche questa cosa del vieni da un'altra parte non l'ho mai ben capita. É ovvio che se 50 anni fa la popolazione italiana era al 99,9% (percentuale casuale) cristiana, certe problematiche non si ponevano. Ora il problema si pone. E se vengo dagli USA, dal Burkina Faso o dalla Luna è uguale. Si pone una problematica di integrazione, si esamina se la proposta avanzata è legittima o meno e si agisce di conseguenza. L'importante è avere sempre il rispetto dell'altrui cultura. E non vedo come la cultura italiana possa venire intaccata da un musulmano che chiede di poter tenere il velo. O che chiede di togliere un crocefisso da un'aula (e se non ricordo male era un musulmano italiano che l'aveva chiesto, quindi se la memoria non m'inganna non è nemmeno "venuto qua a impormi le sue robe").

DonAldrigo
12-10-2009, 23.08.29
anche questa cosa del vieni da un'altra parte non l'ho mai ben capita. É ovvio che se 50 anni fa la popolazione italiana era al 99,9% (percentuale casuale) cristiana, certe problematiche non si ponevano. Ora il problema si pone. E se vengo dagli USA, dal Burkina Faso o dalla Luna è uguale. Si pone una problematica di integrazione, si esamina se la proposta avanzata è legittima o meno e si agisce di conseguenza. L'importante è avere sempre il rispetto dell'altrui cultura. E non vedo come la cultura italiana possa venire intaccata da un musulmano che chiede di poter tenere il velo. O che chiede di togliere un crocefisso da un'aula (e se non ricordo male era un musulmano italiano che l'aveva chiesto, quindi se la memoria non m'inganna non è nemmeno "venuto qua a impormi le sue robe").

Ti ricordi male.
Si trattava di Abel Smith, un piantagrane patentato che faceva la voce grossa e scassava le scatole a tutti. Prima dell'11/09 se ne sentiva parlare spesso, poi è scomparso.

gaz_berserk.
12-10-2009, 23.10.22
Ti ricordi male.
Si trattava di Abel Smith, un piantagrane patentato che faceva la voce grossa e scassava le scatole a tutti. Prima dell'11/09 se ne sentiva parlare spesso, poi è scomparso.

allinizio è stata una campagna del Unione Atei e Agnostici Razzionalisti che nel ottobre del 2000 lanciatono la campagna Scrociffisiamo l'italia (http://www.giramondo.com/arretrati/2002/09/) che è passato in sordina (nessuno se li è inculati),Il primo clamoroso gesto che contribuisce a portare il nome di Emilio Adel Smith sulle cronache dei media, è un singolare invito lanciato al Papa nel gennaio 2001 “Vescovo di Roma! – è l’incipit - a nome di tutti i musulmani che condividono questo nostro atto doveroso, la invito ad abbandonare la religione idolatrico-politeistica cattolica che professa e a pronunciare la ‘Shahada’, testimonianza di fede del musulmano” poi nel 2002 il "presidente" dei Musulmani in italia Emilio Adel Smith (che in realtà non rappresenta nessuno (http://www.arcobaleno.net/attualita/AdelSmith.htm))ha proposto di togliere i crocifissi dalle scuole (cosa idiota, perché ti da fastidio il crocefisso è solo un simbolo nulla più) certo è un mezzo italiano mezzo egiziano a proporlo, con cittadinanza italiana, un povero fenomeno da baraccone che professa le sue strane idee a 4 gatti, ma ripeto che non rappresenta nessuno.

Ghostkonrad
12-10-2009, 23.48.33
dentro le scuole non vedo neanche il motivo per il quale indossare il chador, esattamente lo stesso motivo per cui non giustifico la presenza di qualsiasi altro oggetto che può rappresentare una qualsiasi religione.

E' un luogo pubblico e in un luogo pubblico tutti dovrebbero presentarsi lasciando da parte i loro credi intimistici

Ma manco un po', se mi consenti.
La norma francese che tu citi non è un modo per equiparare tutte le religioni. Si tratta semplicemente di un integralismo di diverso segno; è laicismo, non laicità; la legge sancisce, in sostanza, che in un luogo pubblico e gestito dallo stato l'unica manifestazione di credo ammessa è quella in linea con l'agnosticismo dello stato francese: ovvero nessuna manifestazione.
E' la stessa identica cosa che accade in Italia, cambia solo il credo di fondo: per loro l'agnosticismo, per noi il cattolicesimo.
In entrambe i casi, si tratta di una pratica lesiva della libertà personale e indegna di uno stato liberale, nel quale la manifestazione del proprio credo (politico, religioso, ecc.) fa parte escusivamente della sfera privata dell'individuo, e quindi è al di fuori dei limiti del potere che lo stato può esercitare (tanto è vero che anche il Trattato di Lisbona lo prevede).

Per assurdo, se ci limitiamo al discorso dei simboli religiosi nelle scuole e nei tribunali, la nostra legge è persino più vicina ai principi del liberalismo di quanto lo sia quella francese (pur essendone entrambe fuori, precisiamo).
Da noi il fatto che vi sia un simbolo religioso appeso in aula è segno del fatto che lo stato compie una manifestazione di credo indebita, in quanto essa dovrebbe essere riservata unicamente alla sfera individuale di ciascuno; ma almeno viene lasciata intatta la libertà dell'individuo di manifestare comunque il proprio credo. In Francia invece questa libertà viene violata.

Eowyn.
13-10-2009, 00.00.54
Mmmm. Topic che sarebbe interessante se non avessi visto che un terzo dei post è in Ignore List. Deduco che sia finita in chi le spara più grosse/parla per frasi fatte/asda senza saper parlare.


Senza aver - quindi - letto, ma solo occhiato la discussione, do la mia opinione, magari già espressa da altri, ma vabbe'.

http://jadmadi.net/blog/wp-content/uploads/2006/11/hijab1.jpg
Come già detto in un altro topic simile il burqa è patrimonio del solo Afghanistan, qui da noi al limite esiste il niqab, ma vallo a spiegare ai giornalisti :rolleyes:
Al niqab sono contraria: c'è una legge che lo vieta e - porcocazzo - nessuna norma religiosa che lo imponga (recentemente è stato vietato anche in Egitto). Ergo, che venga scelto un velo non copri-volto (chador, hijab...).
Non reputo che le scuole siano un terrreno di scontro/incontro valido: sono luoghi pubblici come altri e come tali deve valere la stessa norma (= no volto coperto).
Vuoi professare la tua fede (tanto quanto un cristiano con il crocifisso al collo o un ebreo con lo yarmulche in testa)? Per me sei liberissima di farlo, ma nel rispetto delle leggi.

Piuttosto ritengo che sia data la possibilità a chi non vuole portare neppure lo hijab di poterlo fare, ma per far ciò bisognerebbere fare un profondo lavoro di insegnamento dei diritti civili e rompere il bisogno - umano- di appartenenza che spesso nasce negli immigrati.
E questa non è cosa che si possa discutere tra di noi. Va fatta, punto.

graul
13-10-2009, 14.28.30
@graul non so' da quale buco provieni tu , ma io sono orgoglioso di essere ROMANO e di CENTOCELLE :)
Nessuno ha mai detto che ci sia di che vergognarsene, mi pare.

E non vedo come la cultura italiana possa venire intaccata da un musulmano che chiede di poter tenere il velo.
:birra:

Scusate non ho voglia di leggere tutte le cazzate scritte nel frattempo, chi posso insultare andando sul sicuro [...] ?
La Carfagna, direi.

Per il burqua vedo invece dei problemi di praticità dunque si potrebbe ragionare se vietarlo o no.
Ancora vedo problemi di chiarezza nella notizia diffusa: non esiste la pratica di indossare il burqa in Italia. Se esisterà, sarà solo perché un governo fazioso, un ministro inetta e una stampa che si diverte ad alimentare la xenofobia non avranno fatto altro che creare l'ennesima faida intorno a un fenomeno che non esiste, spingendo qualche ragazza polemica a indossarne uno per protesta.

Come già detto in un altro topic simile il burqa è patrimonio del solo Afghanistan, qui da noi al limite esiste il niqab, ma vallo a spiegare ai giornalisti :rolleyes:
Ma anche di niqab, Eo, tu ne hai visti? C'è un "allarme" niqab in Italia (premesso che è già fuorilegge, come già detto, per le leggi antimafia e antiterrorismo seguenti agli anni '70)? Si è mai vista una ragazzina andare a scuola con il burqa o il niqab? Mai vista in una scuola una ragazzina di quindici anni con una campana di stoffa che la copre da capo a piedi?

Eowyn.
13-10-2009, 20.40.41
Folle di donne in niqab, no: vedo prevalentemente hijab.
Ma donne in niqab ne ho viste (una a Gardaland :.: ).
Ci sono state anche parecchie polemiche alcuni mesi fa per una donna in niqab a cui è stato impedito l'accesso ad un museo di Venezia: successivamente alla guardia è stato chiesto di scusarsi (?).
Così come alcuni anni fa ad Azzano X (PN) il sindaco fece un casino da prima pagina perchè voleva che la legge venisse rispettata nel suo comune anche da donne che giravano in niqab.
C'è un'emergenza? No.
Ma evitiamo di fare le cose "all'italiana": di iniziare a preoccuparci solo quando c'è un'emergenza ;)

graul
14-10-2009, 03.53.11
Ma donne in niqab ne ho viste
Oh! E sei la prima qui dentro, zietta! :P
Eo ne ha viste un paio in vita sua. Io zero, gli altri zero pure loro, o tacciono per paura di essere sbranati dalla comunità burqa. :asd:
Cioé, lo capiamo da soli che è un fenomeno che non esiste? Come dire "multiamo chi si marchia a fuoco i capezzoli". Magari ci saranno anche un paio di pazzi che lo fanno, ma di qui a farne un programma politico, vuol dire che non c'hai un ca§§o da fare. :asd: Tanto più che una legge c'è già, è da trent'anni che c'è! Il burqa è compreso implicitamente nella lista di indumenti e copricapo che non è lecito portare in luoghi pubblici. A posto così.

C'è un'emergenza? No.
Ma evitiamo di fare le cose "all'italiana": di iniziare a preoccuparci solo quando c'è un'emergenza ;)
Ma preoccuparsi di che, scusa? :)
Quello che sto dicendo io non è che bisogna minimizzare un problema (già minimo, eh!); sto solo sottolineando l'evidente malafede di un governo che ritiene opportuno fare una legge apposta per una questione che non esiste, parlandone a reti unificate come se fosse una questione da risolvere con impellenza, mentre invece è solo un pecoreccio tentativo di aumentare l'intolleranza e la divisione. Su questo sarai d'accordo, o credi davvero che la Carfagna sia preoccupata per le pari opportunità della tizia che hai visto a Gardaland? :uiui:

Eowyn.
14-10-2009, 09.34.47
Sìsìsì, concordo con quello che dici, ma (e mi riferisco ad esempio al caso veneziano) c'è un ma.
La legge c'è, solo che si ha paura di farla rispettare.
Se a chiedere che sia rispettata è un sindaco leghista viene tacciato di razzismo.
Se a farlo è una guardia nel pieno delle sue funzioni viene criticata, ci si scusa con la niqabata e la si lascia entrare in un museo in cui io, cittadina italiana, non posso entrare senza aver lasciato che come minimo mi perquisiscano la borsa.

I toni usati da Carfagna & Co sono sicuramente alti e fuori luogo. Ma spero servano a mettere nero su bianco che una norma spacciata per religiosa (e che religiosa non è, ricordiamolo) non dà diritto ad infrangere una legge ;)

Ah, sono certa che una volta almeno - in vita tua - una niqabata l'hai vista. Ricordi l'Imam di Carmagnola espulso dall'Italia? La moglie - italiana convertita - comparve più volte in TV interamente ricoperta di nero (guanti inclusi). In questo caso il niqab era un puro gesto di sfida, ma anche in quel caso venne lasciato correre.

graul
14-10-2009, 14.29.42
Ah, sono certa che una volta almeno - in vita tua - una niqabata l'hai vista. Ricordi l'Imam di Carmagnola espulso dall'Italia? La moglie - italiana convertita - comparve più volte in TV interamente ricoperta di nero (guanti inclusi). In questo caso il niqab era un puro gesto di sfida, ma anche in quel caso venne lasciato correre.
Io intendevo di non aver mai visto un burqa di persona, né in Italia né in nessun altro paese in cui sono stato (anche a maggioranza islamica). E poi, come dici anche tu, andarci in giro è un discorso, scegliere di apparirci in televisione per protesta è un altro. :)
Tanto più che è quello che si rischia con la diatriba portata avanti dai media: una schiera di musulmane che magari non hanno mai indossato nemmeno il velo in vita loro, ma che, sentendo la loro religione tacciata di ledere alla sicurezza nazionale, indossi il burqa per protesta.

La legge c'è, solo che si ha paura di farla rispettare.
Questo è un altro problema. Non implica che si debba fingere di voler fare una legge apposta.

Se a chiedere che sia rispettata è un sindaco leghista viene tacciato di razzismo.
Scusa, eh, ma uno già che è leghista è tacciabile di razzismo. :asd: Non c'è bisogno che faccia alcunché, può stare anche seduto nel salotto di casa a guardare la partita, la tessera parla per lui. :asd:

I toni usati da Carfagna & Co sono sicuramente alti e fuori luogo. Ma spero servano a mettere nero su bianco che una norma spacciata per religiosa (e che religiosa non è, ricordiamolo) non dà diritto ad infrangere una legge ;)
Ma è questo il punto: chi è che la spaccia per religiosa?
Nessun Imam nel mondo ti dirà mai che è un precetto dell'Islam, tantomeno un Imam italiano. Sono gli stessi Carfagna&Co a spacciarla per tale, parlando di "religione" e di "tradizioni islamiche". Con l'aiuto dei media stanno creando una polemica per aumentare la xenofobia, quando invece la proposta di legge in questione non esiste nemmeno. Esistendo già la legge che vieti di coprirsi il volto in luoghi pubblici, la Lega ha semplicemente proposto di cancellare la postilla "senza giustificato motivo", tra cui qualcuno avrebbe potuto addurre le motivazioni di tradizioni popolari dei paesi di provenienza (le tipiche finte leggi degli ultimi governi di centrodestra, chiamasi ForzaItalia, chiamasi PdL, quelle, cioè, che fingono di inventare cose nuove quando invece le leggi già ci sono, come fecero per la legge antifumo e quella per la legittima difesa, ad esempio). Di qui a farne un caso mediatico, ce ne passa. L'obiettivo è proprio quello di far intendere alla gente che c'è, cito, "una situazione allarmante"; anche per la Gelimini "il problema del burqa esiste", parlando di scuola, lasciando intendere che gli istituti siano invasi da schiere di ragazzine scafandrate da testa a piedi. Il tutto perché, dice Carolina Lussana della Lega, serve "un bilanciamento tra tutela della libertà religiosa, che nessuno vuole mettere in discussione, e tutela della sicurezza e dell’ordine pubblico, cosa che più ci interessa".

Come vedi a far credere che la legge intervenga su una dottrina religiosa è primamente chi promuove questa legge stessa, allo scopo di lanciare un allarme Islam che non esiste.

Se lo scopo fosse quello di mantenere la sicurezza, l'ultima cosa da fare sarebbe quella di additare una religione come causa di mancanza di sicurezza nelle strade, nelle scuole e negli uffici; così si ottiene solo l'effetto contrario di creare tensioni tra due gruppi, paure nei non musulmani e risentimento nei musulmani più polemici.

FALLEN_ANGEL_664
14-10-2009, 20.32.49
dentro le scuole non vedo neanche il motivo per il quale indossare il chador, esattamente lo stesso motivo per cui non giustifico la presenza di qualsiasi altro oggetto che può rappresentare una qualsiasi religione.

E' un luogo pubblico e in un luogo pubblico tutti dovrebbero presentarsi lasciando da parte i loro credi intimistici

Io non condivido questa posizione, ne il sistema francese. Certo, se fossi francese, essendo agnostico non avrei problemi personali a vivere in quel sistema. Però, per quel che ne so, lo ritengo più tendente al laicismo che alla laicità. Ovviamente non è facile stabilire un limite chiaro alla libertà di religione e posso comprendere che, per andare sul sicuro, s'è fatto tabula rasa. Però mi sembra una posizione un pò drastica. Non trovo limitazione alle mie libertà se qualcuno sceglie di vestirsi in un modo o in un altro, se porta simboli al collo o se si taglia la barba a quadrato. Ci sono i limiti imposti dal buoncostume e le leggi antiterrorismo. Dentro i limiti stabiliti dalla legge è possibile vestirsi come pare. E, sempre a mio modo di vedere, la legge deve porre i limiti minimi a garantire la pacifica convivenza del popolo e nel popolo.

Il secondo link del thread starter l'ho trovato particolarmente interessante sopratutto quando parlava della costituzione europea. Per come la interpreto, direi che il concetto francese risulterebbe in contrasto con essa.

Eppoi, solo io non trovo così scontata l'interpretazione del versetto coranico citati? Cioè, a me non viene così automatico pensare che escluda il burka o il niqab (grazie Eo, chi se li ricorda sennò :birra: :D).

Per il solito discorso del "loro", del "ma loro lì fan così" la solita risposta: se questi fantomatici loro sbagliano "noi" non siamo autorizzati a sbagliare. Oltretutto, criticarli per poi comportarsi come loro è alquanto stupido.

Se poi vi preoccupate che un domani i "loro" diventino troppi e facciano "loro" le regole, inducete un referendum e aumentate i requisiti per cambiare la costituzione.


Io intendevo di non aver mai visto un burqa di persona, né in Italia né in nessun altro paese in cui sono stato (anche a maggioranza islamica).

Mia sorella una volta mi ha detto di aver visto la sua prima (e che io sappia unica) donna col "velo completo, quello lì!". Non so se fosse burka o niqab, poco importa. Fattostà che trovarne una è come trovare un ago in un pagliaio, per quel che riguarda la mia limitata esperienza.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Eowyn.
14-10-2009, 22.48.47
una schiera di musulmane che magari non hanno mai indossato nemmeno il velo in vita loro, ma che, sentendo la loro religione tacciata di ledere alla sicurezza nazionale, indossi il burqa per protesta.

Oh, be', ma questa è un'altra questione. Il radicalizzare le proprie tradizioni è un fenomeno comune tra gli emigrati (tutti: in ogni tempo e in ogni luogo). È una forma di autodifesa, di protezione, di "unione che fa la forza".

Per tutto il resto, sono d'accordo con te.