PDA

Visualizza versione completa : Amicizia e Amore



giogothico
05-10-2009, 14.54.06
Come è bello incontrare un amico quando sei solo, quando sei angosciato, quando devi prendere una decisione. Già vederlo mentre ti viene incontro sorridente ti rasserena. Non ci saranno grandi effusioni, solo un abbraccio lieve, ma l'anima è spalancata. Con lui potrai essere sincero, dire tutto quello che vuoi senza timori, senza pudori, sapendo che ti capisce, che sta dalla tua parte e che, se ti serve qualcosa, lo capirà da solo. Il tuo amico non ti farà domande che non gradisci, non dirà nulla che ti possa infastidire. Potrai parlare o stare zitto, fermarti o andartene subito. Anche se siete rimasti lontano molto tempo, non ti subisserà di domande per sapere dove sei stato e cosa hai fatto. Nell'amicizia il tempo è come se non esistesse, quando vi incontrate è come se riprendeste il filo della conversazione interrotta, anche dopo vent'anni. Parlerai di ciò che ti sta a cuore e lui ti ascolterà. Non dovrai fare nessuno sforzo. L'amicizia è prima di tutto distensione, riposo.
Che differenza con l'amore, con la passione amorosa! Gli innamorati sono affascinati e ossessionati deal passato dell'altro e, anche dopo una separazione breve, vogliono sapere tutto ciò che ha fatto, ha pensato. E parlano continuamente di se stessi. Si interrogano sul mistero che fonde le loro persone in un’entità nuova. L'amicizia, invece, ci aiuta ad essere noi stessi, ci differenzia. Con l'amico parliamo solo del nostro passato di individui, del nostro futuro di individuo, non della nostra amicizia. L' amicizia è un dato, non un problema. È così già a cinque anni: l'amico del cuore è quello di cui ti fidi, a cui riveli i tuoi segreti, sicuro che non ti tradirà. L'amore invece è sempre rischio, il bambino o la bambina che ti piace può dirti di no, cambiare opinione, rifiutarti. I bambini e gli adolescenti spesso sono gelosi, perchè l'amico è un compagno della loro vita quotidiana. Gli adulti invece no. Lo sono gli innamorati perchè vogliono essere amati in modo esclusivo e soffrono quando sono separati perchè hanno assoluto bisogno del contatto col corpo amato. Mentre il tuo amico ha la sua vita, i suoi amori, altri amici che tu magari nemmeno conosci. Perchè può partire quando vuole, andare dove vuole, con chi vuole e restare lontano senza che tu ne soffra. L'importante è che ti ricordi, ti voglia bene, e ti apra le braccia quando lo chiami. L'amicizia è affetto, è amore, ma dell'amore ha solo la componente morale, spirituale.


Francesco Alberoni, Pubblico&Privato, Corriere della Sera.

Non ho alcun tipo di richiesta a riguardo, non mi aspetto alcun tipo di commento da parte di nessuno: volevo semplicemente condividerlo, mi è piaciuto davvero molto.

MaGiKLauDe
05-10-2009, 15.02.01
Alberoni, l'inutile filosofo dell'ovvio. :asd:

ROLF
05-10-2009, 15.03.02
senza contare che la seconda parte non la condivido affatto

MaGiKLauDe
05-10-2009, 15.09.10
senza contare che la seconda parte non la condivido affatto

Quell'uomo non ruberà un secondo della mia preziosa esistenza. :asd:

Berek
05-10-2009, 16.00.54
Mmmhhh...

Wiz
05-10-2009, 16.06.00
Uhm. Io 5 minuti li ho persi seppur al pari di quel cazzaro di Magik ritenga Alberoni il filosofo del nulla (scusa Magik :kiss: )
Non sono particolarmente d'accordo. Soprattutto per come definisce l'amicizia. Cristo, sembra un idillio. Io ho amici che sono tutto fuorchè distensione e riposo. E li reputo veri amici. Ma, essendo umani, se sbaglio mi scuotono, mi insultano, mi fanno domande, vogliono capire. E si offendono, a volte pure a ragione.
Le persone vanno coltivate. E' vero che certe saranno lì qualunque cosa tu faccia. E per certi tu sarai sempre lì qualunque cosa succeda. Ma non sempre va così.
E un appunto sull'amore.
Io non voglio sapere quasi nulla del passato dell'altro. Soprattutto del passato amoroso. Non mi interessa, mi infastidisce alle volte.
Io voglio sapere cosa pensa e cosa sente ora. Cosa gli piace.
Sarò strana io, anche se ho il dubbio che Alberoni abbia preso un sacco di parole a caso e le abbia messe insieme.

Ghostkonrad
05-10-2009, 16.14.44
Mah, all'inizio leggevo ogni tanto i fondi di Alberoni, poi mi sono accorto che sono sempre lo stesso moralismo trito e ritrito in zucchero filato e confetti; un'idea così manichea e semplicistica dell'amore e dell'amicizia non ce l'avevo nemmeno a 14 anni.
Preferisco di gran lunga il dilemma del porcospino.

ROLF
05-10-2009, 16.16.57
Io sono meno d'accordo sulla parte amorosa che su quella circa l'amicizia.
E' infantile in una maniera bestiale, sembrano i capricci dei bambinetti: sei solo mio gnè gnè.
Non è questione di essere ossessionati dal passato dell'altro, è questione di scoprire l'altro, esplorarlo, perdercisi. Non è che io amo perchè devo per forza ottenre qualcosa in cambio, come sembrerebbe nell'articolo. Ti amo se ricambi, se no no.
Sembra quasi che amicizia sia donazione totale e amore sia solo egoismo.
Cazzate.
Amare imho è esattamente il contrario, è il porre il bene dell'altro al di sopra di tutto, anche di se stessi.

Maharet
05-10-2009, 16.31.14
Con lui potrai essere sincero, dire tutto quello che vuoi senza timori, senza pudori, sapendo che ti capisce, che sta dalla tua parte e che, se ti serve qualcosa, lo capirà da solo.Cominciamo con le cose che non condivido. Lo capira' da solo una sega, che presunzione e' mai questa? Ad un amico, se ho bisogno di lui, glielo dico. Se mi serve qualcosa gliela chiedo. Non pretendo che abbia la palla di vetro o che passi tutta la sua esistenza proiettato sui miei fatti e sulle mie esigenze.


Il tuo amico non ti farà domande che non gradisci, non dirà nulla che ti possa infastidire.Questo non e' un amico, e' un conoscente di comodo. Un ipocrita. Uno che non ha senso annoverare fra gli amici, se non ha liberta' e capacita' di dirmi cio' che pensa, nel bene e nel male. Da un amico VOGLIO essere infastidita, se ve ne e' necessita' e motivo. O anche solo un prurito a un mignolo. Senno' che ce sta/sto a fa'?


Potrai parlare o stare zitto, fermarti o andartene subito. Anche se siete rimasti lontano molto tempo, non ti subisserà di domande per sapere dove sei stato e cosa hai fatto. Nell'amicizia il tempo è come se non esistesse, quando vi incontrate è come se riprendeste il filo della conversazione interrotta, anche dopo vent'anni. Parlerai di ciò che ti sta a cuore e lui ti ascolterà. Non dovrai fare nessuno sforzo. L'amicizia è prima di tutto distensione, riposo. Ma dove sta scritto? L'amicizia puo' essere burrascosissima, soprattutto se non manca uno degli elementi piu' importanti della stessa: il confronto. Chiudendo sull'amicizia: credo di non averne mai letto definizione piu' egositica e superficiale. In pratica per alberoni (che non ha mai avuto la mai stima) un amico e' una sorta di compagno di seghe. Un rapporto senza personalita' ne' carattere, piu' fast food di mcdonald. Grazie no, preferisco gli Amici, con tutto l'impegno e la sofferenza che ne deriva, ma anche l'affetto, la crescita e l'appoggio. Quelli veri, non quella roba da amebimorfi.

È così già a cinque anni
Quoto solo questo e chiudo, perche' il resto e' una poltiglia di luoghi comuni che davvero manco yahoo answers. A meno che non si abbiano 5 anni, l'eta' a cui l'analisi di amicizia ed amore di alberoni si e' fermata. Ed a 5 anni si puo' ancora tollerare, tutto sommato. Appena un po'.

ROLF
05-10-2009, 16.37.40
Questo non e' un amico, e' un conoscente di comodo. Un ipocrita. Uno che non ha senso annoverare fra gli amici, se non ha liberta' e capacita' di dirmi cio' che pensa, nel bene e nel male. Da un amico VOGLIO essere infastidita, se ve ne e' necessita' e motivo. O anche solo un prurito a un mignolo. Senno' che ce sta/sto a fa'?


Questa mi era sfuggita.
Quoto la Maha, un amico che ti dice solo quello che vuoi sentire non è un amico.

Una definizione molto più carina la diede una volta nonmiricordochi:
"amico è quello che ti difende anche quando hai torto e si prende pure le botte insieme a te, per poi dartene il doppio in privato per farti capire che hai sbagliato"

Kiara
05-10-2009, 16.51.10
Alberoni, l'inutile filosofo dell'ovvio. :asd:

:birra:
un po' come Crepet per la psicologia.
O per Bauman per la sociologia.

sara_bleeckerst
05-10-2009, 18.26.24
quoto maharet e quoto kiara, che quota magik :sisi:

destino
05-10-2009, 18.51.46
Alberoni, il signore assoluto del perbenismo qualunquista
Avessi un amico come quello descritto da Alberoni lo definirei + un Bondi che un amico, cazzo pare che sta descrivendo un giullare davanti al suo re, non una persona con cui confrontarsi

gaz_berserk.
05-10-2009, 19.41.39
Alberoni, il signore assoluto del perbenismo qualunquista
Avessi un amico come quello descritto da Alberoni lo definirei + un Bondi che un amico, cazzo pare che sta descrivendo un giullare davanti al suo re, non una persona con cui confrontarsi

quoto :asd:

.nageki.
05-10-2009, 20.53.42
solo una cosa: ma LOL

Sauron.
05-10-2009, 20.56.50
Che cattivi che siete:povero giocothico!!!!!

sharkone
05-10-2009, 21.08.48
Una boiata. Come tutti quei tentativi volti a generalizzare tipi di rapporti e relazioni che cambiano da persona a persona. Ci sono amici che non capiscono una sega, o in quanto amici preferiscono sia l'altro a chiedere una mano senza farsi problemi, così come ci sono partner che capiscono tutto da un gesto.
Vorrei capire questo signore che relazioni ha avuto per scrivere che con gli amici si può essere se stessi, e quindi con i partner no. Anzi azzi sua non me ne può fregar de meno:asd:.



O per Bauman per la sociologia.
Quo-to-ne:hail:

MarcoLaBestia
06-10-2009, 00.59.47
Amicizia è aiutare. stop.

zappeo
06-10-2009, 01.12.18
Io non capisco che gli fai
quando arrivi in mezzo a noi
tutti i miei amici si dileguano e vengon lì
prendon posto accanto a te
accanto ai tuoi capelli che
hanno quel profumo
è il balsamo o sei tu che emani
tutti qui ci provano
aspettano un tuo segno
e intanto sperano
che dal tuo essere amica
nasca cosa però
non si ricordano
il principio naturale che
la regola dell'amico non sbaglia mai
se sei amico di una donna
non ci combinerai mai niente
mai "non vorrai
rovinare un così bel rapporto".
Tu parli e tutti ascoltano
ridi e tutti ridono
è una gara a chi ti asseconda di più
mentre tu
giochi e un poco provochi
però mai esageri
sul più bello vai via
sola e lasci tutti così
a rodersi perché
"ha dato retta a un altro
non cagando me
però domani le offrirò da bere e poi
starò da solo con lei…"
non riescono a capire che
la regola dell'amico non sbaglia mai
se sei amico di una donna
non ci combinerai mai niente
mai "non vorrai
rovinare un così bel rapporto".
La regola dell'amico: proprio perché,
sei amico non combinerai
mai niente mai niente niente
mai "non potrei mai vederti
come fidanzato!"
Io vedo i lampi d'odio che
tutti stan lanciando a te
mentre stai entrando
mano nella mano con lui
che magari non avrà
la nostra loquacità
ma lo vedo che sa
dove metterti le mani
qui i commenti piovono
"che cazzo c'entra con lui
che stupida, io so
che la farà soffrire
invece io sarei
il tipo giusto per lei
non riescono a capire che
la regola dell'amico non sbaglia mai
se sei amico di una donna
non ci combinerai mai niente
mai "non vorrai
rovinare un così bel rapporto".
La regola dell'amico: proprio perché,
sei amico non combinerai
mai niente mai niente niente
mai "non potrei mai vederti
come fidanzato!"

MarcoLaBestia
06-10-2009, 01.32.27
:roll3:

Di0
06-10-2009, 01.36.46
Figa, grazie per avermi dato ispirazione per le dediche sulle Smemo fino al 2014! :birra:

blackseedboy
06-10-2009, 01.54.10
Che cattivi che siete:povero giocothico!!!!!

nei suoi confronti è stato scritto SOLO di peggio su questo forum :sisi:

zappeo
06-10-2009, 01.58.00
Figa, grazie per avermi dato ispirazione per le dediche sulle Smemo fino al 2014! :birra:

boia, io poi adoro quelle che nasconde fra le righe!


Come è bello incontrare un [...] angosciato, quando devi prendere una [...] spalancata. [...] Il tuo amico [...] che non gradisci, [...] anche dopo vent'anni. [...]
L'amicizia, [...] un problema. È così già a cinque anni: l'amico del cuore [...] che tu magari nemmeno conosci.
L'amicizia è affetto, è amore, ma dell'amore ha solo [...] Francesco Alberoni.

Non ho alcun tipo di richiesta a riguardo, non mi aspetto alcun tipo di [...] giogothico.

Di0
06-10-2009, 02.20.36
La spalancata. :roll3:

TrustNoOne
06-10-2009, 10.15.51
ho come il sospetto che si aspettava questi commenti

secondo me certa gente ci gode a farsi smerdare :asd:


edit: zap praticamente hai fatto i corti di rocco tanica in versione testuale :asd:

giogothico
06-10-2009, 14.55.17
Vedi trust, il punto è che voi vi fate quattro risate a commentare un articolo che ho apprezzato, solo per il fatto che piaccia a me, e che semplicemente volevo condividere, vi basta poco in fondo; io leggo solo ora tutti i reply, la discussione seria a riguardo la sto portando avanti da un'altra parte dove c'è gente che ne ha voglia e interesse, mentre vedere il tipo di commenti che girano qui, be'... Non è un caso se, a quanto mi pare d'aver capito in un annetto di frequentazione, l'OS sta cadendo sempre più in basso. Sono altre le aree del forum dove è piacevole conversare degli argomenti trattati, ma non disperate: continuerò a condividere qualunque cosa mi colpisca, a presto.

.nageki.
06-10-2009, 15.05.41
Non credo sia stato commentato negativamente perché piace a te quanto piuttosto perché si tratta di un ammasso di frasi fatte e luoghi comuni, niente altro. Sembra scritto da un adolescente che vive ancora nel mondo dei sogni e che ha un enorme bisogno di essere svegliato.

Ah giusto. Sarò anche ignorante (:asd:) ma la forma corretta é "ho come il sospetto che si aspettasse questi commenti" :)

destino
06-10-2009, 15.07.50
Non credo sia stato commentato negativamente perché piace a te quanto piuttosto perché si tratta di un ammasso di frasi fatte e luoghi comuni, niente altro. Sembra scritto da un adolescente che vive ancora nel mondo dei sogni e che ha un enorme bisogno di essere svegliato.

l'ultima frase ovviamente non si riferisce al solo Alberoni

M@TTE
06-10-2009, 15.07.55
nei suoi confronti è stato scritto SOLO di peggio su questo forum :sisi:


Vedi trust, il punto è che voi vi fate quattro risate a commentare un articolo che ho apprezzato, solo per il fatto che piaccia a me...

E a questo punto io vi chiedo: cosa ha fatto di male giogothico?

.nageki.
06-10-2009, 15.09.54
E a questo punto io vi chiedo: cosa ha fatto di male giogothico?

Niente, ha 18 anni ed é normale che viva ancora nel mondo dei Teletubbie.

@Luciano: no dai cosa dici :|

Maharet
06-10-2009, 15.11.04
Vedi trust, il punto è che voi vi fate quattro risate a commentare un articolo che ho apprezzato, solo per il fatto che piaccia a me, e che semplicemente volevo condividere, vi basta poco in fondo; io leggo solo ora tutti i reply, la discussione seria a riguardo la sto portando avanti da un'altra parte dove c'è gente che ne ha voglia e interesse, mentre vedere il tipo di commenti che girano qui, be'... Non è un caso se, a quanto mi pare d'aver capito in un annetto di frequentazione, l'OS sta cadendo sempre più in basso. Sono altre le aree del forum dove è piacevole conversare degli argomenti trattati, ma non disperate: continuerò a condividere qualunque cosa mi colpisca, a presto.

Ma veramente argomentazioni ce ne sono state eccome. Il fatto che siano state discordanti con la tua posizione e che apparentemente nessuno di coloro che ha partecipato abbia dimostrato di condividere le idee di alberoni o di stimarlo professionalmente non significa che non si siano dati spunti per una discussione seria.
Sul sempre piu' in basso... a dar retta a chi continua a proporre sto tormentone ad oggi lo troveremmo in Cina. Saranno sette anni che lo si dice, non so proprio quale possa essere il basso piu' basso ipotizzabile.
In ogni caso, dopo questa professione di snobismo posso solo rassicurarti sulla mia totale assenza di disperazione in attesa di una tua nuova condivisione.
A presto.

lovely5555
06-10-2009, 15.15.25
Beh siamo un po' più in basso del basso.
E' tornato a postare persino Trust. :/

destino
06-10-2009, 15.18.22
Niente, ha 18 anni ed é normale che viva ancora nel mondo dei Teletubbie.

@Luciano: no dai cosa dici :|

era per metterlo in evidenza un po meglio :asd:

Ghostkonrad
06-10-2009, 15.30.08
Sembra scritto da un adolescente che vive ancora nel mondo dei sogni e che ha un enorme bisogno di essere svegliato.

No sentite, ho bisogno di ribardirlo:

Il fatto che un uomo adulto possa scrivere delle siffatte banalità è addirittura imbarazzante. :|

M_Armani
06-10-2009, 15.31.27
Vedi trust, il punto è che voi vi fate quattro risate a commentare un articolo che ho apprezzato, solo per il fatto che piaccia a me, e che semplicemente volevo condividere, vi basta poco in fondo; io leggo solo ora tutti i reply, la discussione seria a riguardo la sto portando avanti da un'altra parte dove c'è gente che ne ha voglia e interesse, mentre vedere il tipo di commenti che girano qui, be'... Non è un caso se, a quanto mi pare d'aver capito in un annetto di frequentazione, l'OS sta cadendo sempre più in basso. Sono altre le aree del forum dove è piacevole conversare degli argomenti trattati, ma non disperate: continuerò a condividere qualunque cosa mi colpisca, a presto.

ciò che è assoluto e consolatorio ti sembrerà piacevole fino a un certo punto. Ti avviso per tempo. Fanne quel che vuoi.

Wiz
06-10-2009, 15.33.44
Mi accodo a quanto detto da Maha.
Hai avuto pareri pensati, seppur discordanti dai tuoi. Le discussioni non sono belle proprio per quello? Per il confronto?
Ed è vero, te ne dò atto, ci sono state anche frecciatine nei tuoi confronti. Ma, fidati, quelle ci sono dall'alba dei tempi. E detto per inciso: sono cazzi vostri.
Esulano completamente dalla discussione che ne è nata/ne può nascere.
Personalmente mi piacerebbe che le questioni private rimanessero tali, ma è utopico pensare che una persona possa postare dimenticando le proprie simpatie e antipatie. O quello che è successo.
Personalmente è ciclico il discorso dell'essere caduti in basso. Io stessa, anni e anni fa, dissi qualcosa di simile. Il forum è cambiato. Alcune persone degne di nota se ne sono andate. Altre sono arrivate.
Una cosa che vale per tutti: se non vi piace, non ve l'ha ordinato il dottore di stare qui. Se invece, per qualche strano motivo vi fa piacere, fate qualcosa voi per alzare il livello.

Berek
06-10-2009, 15.47.18
fate qualcosa voi per alzare il livello.

Cominciamo subito

bdo9oDHSuLc

ci stava bene anche qui...

blackseedboy
06-10-2009, 15.58.28
tra l'altro, spero di non essere il solo ad aver notato il fatto che Gio passa tranquillamente dal postare video metal-porno con peni e vagine a profusione al citare frasi sognatrici - fru fru di alberoni... :look:




:asd:

giogothico
06-10-2009, 16.07.28
Veramente io non ho visto per nulla spunti di discussione, sembra che siano tutti piuttosto d'accordo sul fatto che Alberoni sia un incompetente. Immagino che chiunque abbia postato qui sia (stato) un giornalista che da decenni scrive in prima pagina su uno dei giornali più importanti d'Italia, probabilmente dietro un account si nasconde un Severgnini qualunque, o magari un docente universitario, o più semplicemente un personaggio qualunque che abbia fatto qualcosa nella vita tale da rendere la propria opinione valida agli occhi miei, suoi e di tutti i lettori. Insomma, non può un Pinco Pallino qualunque permettersi di giudicare dal nulla, giusto?
Ma al di là di questo, mi basta conoscere, anche per sommi capi, la biografia di alcuni per essere piuttosto tranquillo con me stesso. Insomma, tanto per fare un nome, Blackseed ha iniziato a odiarmi perchè non mi piace pes, la dice lunga no?
Comunque sia, mi sento di rispondere a una parte di quanto Maharet scrive: ad ora nessuno con cui ne abbia parlato concorda con me. La differenza tra questo gruppo e l'altro è che qui si spara sulla Croce Rossa, dall'altra è aperto un bel dialogo.
Ah, un accenno anche a Wiz: a parte in questo intervento (che comunque costituisce il 33% della mia attività nel topic) ho tranquillamente lasciato in disparte qualunque rapporto abbia (/avuto) con gli altri utenti, quindi non è utopistico, basta dello spirito di conversazione. Senza contare che i due unici interventi quasi costruttivi sono proprio di voi due, agli altri è stato sufficiente qualche epiteto qua e là per chiudere il discorso.

Mi hai anticipato di poco, Bsb: sai che Dante conversava tranquillamente con una mezza dozzina di persone su una mezza dozzina di argomenti totalmente differenti e slegati senza batter ciglio? Ti causa tanto scompenso constatare che una persona riesca a gestire più di un argomento al mese (che poi sarà una settimana che non si posta in quel topic, ma poco importa no?)?

aries
06-10-2009, 16.11.56
Ma te non puoi essere così spdituo.

Kiara
06-10-2009, 16.16.10
No sentite, ho bisogno di ribardirlo:

Il fatto che un uomo adulto possa scrivere delle siffatte banalità è addirittura imbarazzante. :|

dillo a Moccia che ci ha fatto su un libro.:sisi:

Berek
06-10-2009, 16.16.27
Gio, tu lamenti che non ti si sia preso seriamente, il problema è che tutto parte dal come ti sei proposto in questo forum e dai tuoi precedenti interventi. Ti sei "bruciato", ma tu, invece di cercare di aggiustare il tiro cercando magari di trovare qualche spunto per farti cominciare ad apprezzare hai continuato sulla tua solita strada e questi ultimi tuoi post non fanno altro che peggiorare la situazione. Possibile che tu non te ne renda conto?

.nageki.
06-10-2009, 16.18.52
Non ho alcun tipo di richiesta a riguardo, non mi aspetto alcun tipo di commento da parte di nessuno: volevo semplicemente condividerlo, mi è piaciuto davvero molto.


Veramente io non ho visto per nulla spunti di discussione, sembra che siano tutti piuttosto d'accordo sul fatto che Alberoni sia un incompetente.

:mumble:

Di0
06-10-2009, 16.19.33
dillo a Moccia che ci ha fatto su un libro.:sisi:

Piu' che un libro, ci ha fatto i soldi, il che immediatamente mi giustifica qualsiasi tipo di sdolcinderia romantico-post-moderna si voglia malcagare. :D

ROLF
06-10-2009, 16.24.54
CUT...


A parte che anch'io ti ho risposto seriamente, in ogni caso se come dici tu volevi i pareri di giornalisti di decennale esperienza o luminari nel campo della psicologia e dei rapporti inter personali che cazzo hai postato a fare qua dentro?

Se chiedi un'opinione io te la do. Se penso, per quel che può essere il mio vissuto, che Alberoni ha scritto solo cagate non devo sentirmi libero di dirlo?

giogothico
06-10-2009, 16.27.06
E, di grazia, cosa c'è di contrastante? Maharet dice "Ma veramente argomentazioni ce ne sono state eccome. Il fatto che siano state discordanti con la tua posizione e che apparentemente nessuno di coloro che ha partecipato abbia dimostrato di condividere le idee di alberoni o di stimarlo professionalmente non significa che non si siano dati spunti per una discussione seria.", io secondo quanto scritto nel primo post ribadisco che non ce ne sono stati.


Ma te non puoi essere così spdituo.

Sembra incredibile quanto il nostro cervello sia duttile, non più tardi di due settimane fa ho scritto un intero testo senza una parola effettivamente esistente, eppure nessuno ha avuto problemi a leggerlo. Affascinante.

Ah, berek, io non mi lamento, nè tantomeno ho intenzione di rifarmi agli occhi di gente che non conosco e di cui non mi importa mostrandomi per qualcuno che non sono. Preferisco essere preso di mira per la mia personalità piuttosto che ignorato o accondisceso per la mia piattezza, anche perchè al di fuori di queste pagine non solo non ho alcun problema con chicchessia, al contrario godo del rispetto di chi mi conosce, questo conta. Il multi è un forum, ho l'impressione che qualcuno lo consideri ben al di sopra di ciò.

Wiz
06-10-2009, 16.33.13
Gio, scusa lo snobismo e la saccenza.
Il fatto che Alberoni scriva su importanti quotidiani lascia, a me, il tempo che trova.
E' un uomo di un buonismo e di una faciloneria quasi imbarazzanti. Sembra vivere in un mondo perfetto in cui uomini e donne non sono toccati dalle bassezze e dalle meschinità di tutti i giorni.
Non devi prenderla sul personale se noi, seppur meno titolati, ci permettiamo di dare un giudizio del tutto contrario. E al tempo stesso ritengo che, su argomenti del genere, i titoli valgano davvero poco. Alberoni non ha in tasca la verità assoluta circa Amore e Amicizia.
Idem io. O chiunque altro. Per questo non c'è un'opinione più importante o "più giusta" dell'altra.

Maharet
06-10-2009, 16.37.43
Veramente io non ho visto per nulla spunti di discussione, sembra che siano tutti piuttosto d'accordo sul fatto che Alberoni sia un incompetente. Immagino che chiunque abbia postato qui sia (stato) un giornalista che da decenni scrive in prima pagina su uno dei giornali più importanti d'Italia, probabilmente dietro un account si nasconde un Severgnini qualunque, o magari un docente universitario, o più semplicemente un personaggio qualunque che abbia fatto qualcosa nella vita tale da rendere la propria opinione valida agli occhi miei, suoi e di tutti i lettori. Insomma, non può un Pinco Pallino qualunque permettersi di giudicare dal nulla, giusto?

Beh, secondo il tuo ragionamento, opinabilissimo, si potrebbero trarre un paio di conclusioni.
La prima e' che se nessuno ha il diritto di giudicare sulla base di un riconoscimento professionale non pari o superiore a quello di alberoni (che francamente non vorrei avere, ma e' un fatto mio) allora cade anche il tuo diritto, di conseguenza. Giudizio negativo, o positivo che sia, sempre giudizio e'.
La seconda e' che cade il tema della discussione stessa, cosi' come postata su un forum: se si discorda, tornando al tema di partenza, non si offrono spunti di discussione. Che poi la discordanza sia stata espressa nei toni e nei modi che caratterizzano i singoli utenti con le proprie personalita', questo appare normale ed avviene ab aeterno, se me lo concedi. Ma in ogni caso discordanza genera confronto e discussione. Se volevi solo donare ai posteri l'immortal pensiero dovevi forse pubblicarlo su un tuo blog a commento chiuso.
Terza poi cosa: il tuo citato di alberoni tutt'e' tranne che "ex cathedra". si tratta di considerazioni sul rapporto amicale ed amoroso che non hanno alcuna afferenza con un analisi psicologica, sociale o che dir si voglia basata su tesi e riferimenti scientifici. Sue opinioni, dunque, valide quanto le mie. Avendo il mio bagaglio culturale, formativo, professionale personali sono abituata ad esercitare diritto di critica nei confronti di chicchessia.
Lo stesso diritto di critica che per altro ti ho visto esercitare spesso e volentieri nei confronti di personaggi pubblici sicuramente vantanti titoli piu' altisonanti di quelli che tu stesso possa aver conseguito.

In sostanza: t'ha abbruciato. A te t'ha fatto parti' lacrimuccia, a me dissociazione e contestazione.
Nun t'e' stato bene, e ti vuoi portare via la palla.
Liberissimo, ma non ce la smeniamo :)

Berek
06-10-2009, 16.42.42
Preferisco essere preso di mira per la mia personalità piuttosto che ignorato o accondisceso per la mia piattezza

Aridaje che ci cadi... perchè se uno non è come te non può essere interessante o avere uno spessore? Non è un po' presuntuoso come pensiero? Tu ti rifiuti di ragionare per sfumature: o è bianco o è nero. Alla tua età è facile farlo, ma è sbagliato. Tu continui a pigiare su sto tasto senza renderti conto (o forse non lo vuoi) che più lo fai e più la gente ti perculerà.

Che fuori dal forum ci sia gente che ti apprezza? E' normale, succede a tutti, c'è chi è più apprezzato nel forum e chi lo è più al di fuori di esso, dipende tutto dagli ambienti che frequenti, è normale che uno frequenti maggiormente posti dove viene apprezzato o è comunque benvenuto. Ma il bello è riuscire a farsi apprezzare un po' ovunque, non solo dove ci riesce più facile, o avere comunque il coraggio di frequentare ambienti anche dove non siamo le reginette di celebrità. Se tu non hai problemi a farti apprezzare nel mondo reale tra le persone che conosci perché qui fai fatica? Il multi è un forum, è vero, ma è anche uno spazio di socializzazione, né più né meno di un'associazione sportiva, un circolo tematico, la scuola, il mondo... sapersi relazionare qui dentro non richiede nulla di più che saperlo fare in qualsiasi altro luogo.

aries
06-10-2009, 16.52.59
Far sembrare lucida e condivisibile Mahareth... giò, renditi conto delle conseguenze di ciò che scrivi.

Wiz
06-10-2009, 17.14.00
Berek, un appunto.
Non credo sia sbagliato a 18 anni vedere le cose o bianche o nere.
Credo sia normale.
L'esperienza limitata (nessuno me ne voglia), il pensare (seppur inconsciamente) che tutto possa essere per sempre, il non essere stati probabilmente scottati o feriti da ciò che accade quotidianamente, aiuta a percepire il mondo in questa maniera.
E' una fase che tutti, o quasi, passano.
Ed è fantastico, a mio avviso, avere queste certezze. E' fantastico perché è tutto molto, molto, molto più semplice.
Il punto è che non è reale e spesso cozza con il mondo in cui viviamo.
Ma vabbè.

Shagrath_Infernus
06-10-2009, 17.31.18
Beh, secondo il tuo ragionamento, opinabilissimo, si potrebbero trarre un paio di conclusioni.
La prima e' che se nessuno ha il diritto di giudicare sulla base di un riconoscimento professionale non pari o superiore a quello di alberoni (che francamente non vorrei avere, ma e' un fatto mio) allora cade anche il tuo diritto, di conseguenza. Giudizio negativo, o positivo che sia, sempre giudizio e'.

Mi permetto di aggiungere che si può discordare o concordare a prescindere dall'esperienza professionale o dal titolo di studio, non credo proprio che per esporre la propria visione dell'amicizia o dell'amore serva essere laureati in psicologia oppure essere scrittori famosi oppure essere filosofi.
E non è nemmeno detto che se si scrive per una testata famosa oppure si hanno tre lauree ciò assicurare una comprensione inconstestabile degli affetti umani.

Riguardo al testo


Il tuo amico non ti farà domande che non gradisci, non dirà nulla che ti possa infastidire


Non chiamerei mai una persona del genere amico. Anzi, un amico è tale perchè mi mette davanti, come uno specchio, anche i lati negativi della mia personalità. Una persona che mi dice soltanto ciò che voglio sentire, beh vuol dire che ha bisogno dei miei appunti.



Nell'amicizia il tempo è come se non esistesse, quando vi incontrate è come se riprendeste il filo della conversazione interrotta, anche dopo vent'anni. Parlerai di ciò che ti sta a cuore e lui ti ascolterà. Non dovrai fare nessuno sforzo. L'amicizia è prima di tutto distensione, riposo.

Il tempo esiste eccome, così come esistono i diversi percorsi di vita che ognuno di noi intraprende. Questi ultimi finiscono quasi per vanificare il legame che esiste tra due persone. Certo, non vuol dire che non si abbiano più interessi in comune oppure che all'uno non importi più niente dell'altro ma credo proprio che ci sia una bella differenza tra il rapporto che avevo con i miei amici quando eravamo in classe insieme e quello che intratteniamo ora che ci troviamo quasi tutti in città differenti. Non esiste più quel cameratismo e quel particolare feeling che deriva dal condividere le stesse identiche esperienze, dal frequentare lo stesso ambiente in cui per così dire si utilizza lo stesso linguaggio particolare e banalmente non si affrontano più le grandi e piccole difficoltà insieme.


Gli innamorati sono affascinati e ossessionati deal passato dell'altro e, anche dopo una separazione breve, vogliono sapere tutto ciò che ha fatto, ha pensato. E parlano continuamente di se stessi.

Non ritengo vera nemmeno questa affermazione. Due innamorati non sono due donne di paese che si scambiano pettegolezzi. E l'ossessione che spinge a volere sapere tutto ciò che una persona ha detto e fatto durante una giornata mi sembra più patologica che fisiologica.

Detto questo, secondo me l'articolo non solo affronta il tema in maniera trita e ritrita, quasi come il tema di un ragazzino delle elementari ma soprattutto senza spessore, il contenuto è assolutamente monodimensionale, i temi trattati sono banalizzati e non problematizzati non so se si comprende ciò che voglio dire. E' più degno della copertina di un fotoromanzo che di un quotidiano.

Tutto questo imho ovviamente.
E chiedo scusa se ho scritto una trafila di banalità.

destino
06-10-2009, 17.33.07
Immagino che chiunque abbia postato qui sia (stato) un giornalista che da decenni scrive in prima pagina su uno dei giornali più importanti d'Italia, probabilmente dietro un account si nasconde un Severgnini qualunque, o magari un docente universitario, o più semplicemente un personaggio qualunque che abbia fatto qualcosa nella vita tale da rendere la propria opinione valida agli occhi miei, suoi e di tutti i lettori.


e da quando per esprimere un'opinione, peraltro su un concetto di vita generale come l'amicizia, serve scrivere su un giornale a tiratura nazionale per anni e anni?
Se uno scrive cazzate relativamente all'amicizia, chiunque è libero di criticarlo o di concordare, visto il tema trattato.
Non è che le tue idee sono migliori delle mie per il semplice motivo che Alberoni sta con te, semmai per il fatto che il tuo ragionamento logico è migliore del mio.

Qui sembra che stai facendo il bimbo di 3 anni che quando gli si fa notare una cosa, portando tra l'altro spiegazioni e non bimbiominkiaggini da 3 lire, risponde che questo ragionamento non vale perchè il papà + grande dice diversamente.

Concorderai con me che è un modo di rapportarsi con gli altri semplicemente infantile, vero?




Insomma, non può un Pinco Pallino qualunque permettersi di giudicare dal nulla, giusto?


Sbagliato.
Non stiamo parlando di fisica del neutrino, stiamo parlando di vita e in particolar modo di amicizia, qualcosa con cui tutto il genere umano viene a contatto più o meno profondamente.
Quindi non vedo perchè pincopallino non può dire la sua, che non vuol dire giuidicare, ma semplicemente concordare o discordare sul ragionamento.
Solitamente quando si discute non esiste un giudice o una giuria, esistono persone che si confrontano, giungendo magari a considerazioni condivise oppure profondamente discordanti, in base alle loro conoscenze e opinioni

sara_bleeckerst
06-10-2009, 18.36.05
personalmente non mi infastidirebbe se la gente si accanisse contro di me, se io gli do motivo per farlo.

quando scrivi una cosa su un forum è normale che la gente te la commenti, i forum esistono apposta...
fatto sta che se uno si fa una risatina o ti prende in giro o fa una battutina scema non c'è bisogno di prendersela nella maniera in cui fai tu.

perché risulti solo un ragazzino che frigna perché si è sbucciato un ginocchio.
e il vittimismo è una cosa che proprio non mi è mai andata giù.

piuttosto avresti potuto dire "siete la solita massa di coglioni, andate affanculo" con un asd alla fine, per me ne saresti uscito meglio. :asd:

Squizzo
06-10-2009, 18.47.14
Vedi trust, il punto è che voi vi fate quattro risate a commentare un articolo che ho apprezzato, solo per il fatto che piaccia a me, e che semplicemente volevo condividere, vi basta poco in fondo; io leggo solo ora tutti i reply, la discussione seria a riguardo la sto portando avanti da un'altra parte dove c'è gente che ne ha voglia e interesse, mentre vedere il tipo di commenti che girano qui, be'...
a parte l'infornata di vittimismo, come se noi tutti stessimo qui solo ad aspettare un tuo post per partire all'attacco come unico nostro divertimento...ma se la discussione seria la porti avanti da altre parti perchè qui secondo te non siamo degni di giudicare un agglomerato di banalità come quello di alberoni, perchè hai postato sta roba? oltretutto dicendo che volevi solo condividere una cosa che t'era piaciuta, quindi non lanciando tu per primo un qualsivoglia spunto di discussione. Se posti semplicemente un articolo di qualcuno, la gente esprime la propria opinione, e se ritiene il suddetto articolo una cagata fotonica non vedo perchè tu dovresti partire all'attacco dicendo che non c'è voglia di discutere seriamente. Che poi, come ti han detto Maharet e altri, che han motivato le loro parole, di spunti per avviare una discussione ne avresti lo stesso se invece di fare l'offeso perchè non la si pensa come te, rispondessi a loro secondo il tuo punto di vista.

Non è un caso se, a quanto mi pare d'aver capito in un annetto di frequentazione, l'OS sta cadendo sempre più in basso. Sono altre le aree del forum dove è piacevole conversare degli argomenti trattati, ma non disperate: continuerò a condividere qualunque cosa mi colpisca, a presto.mah, veramente a me pare che l'OS si stia nettamente riprendendo con la nuova moderazione...non usiamo sta scusa solo perchè la gente la pensa in modo diverso :)

giogothico
06-10-2009, 21.01.35
Aridaje che ci cadi... perchè se uno non è come te non può essere interessante o avere uno spessore? Non è un po' presuntuoso come pensiero? Tu ti rifiuti di ragionare per sfumature: o è bianco o è nero. Alla tua età è facile farlo, ma è sbagliato. Tu continui a pigiare su sto tasto senza renderti conto (o forse non lo vuoi) che più lo fai e più la gente ti perculerà.

Ma il bello è riuscire a farsi apprezzare un po' ovunque, non solo dove ci riesce più facile, o avere comunque il coraggio di frequentare ambienti anche dove non siamo le reginette di celebrità. Se tu non hai problemi a farti apprezzare nel mondo reale tra le persone che conosci perché qui fai fatica? Il multi è un forum, è vero, ma è anche uno spazio di socializzazione, né più né meno di un'associazione sportiva, un circolo tematico, la scuola, il mondo... sapersi relazionare qui dentro non richiede nulla di più che saperlo fare in qualsiasi altro luogo.

Mai datto che nessuno di voi sia noioso o quello che preferisci, solamente che da come scrivete a me risultate tali. Il che riguarda esclusivamente il vostro account, non ho mai tirato in ballo le vostre persone, come invece gran parte di voi fa con me pur non conoscendomi.
E non sono d'accordo che ci si debba sforzare per essere apprezzati ovunque, ma proprio per nulla. A parte il fatto che significherebbe per forza di cose cambiare atteggiamento e personalità, cosa che francamente non riesco a concepire, è il bello, il "sale" della vita trovarsi in un gruppo che non ti apprezza, come altri o per nulla. Il coraggio di cui parli lo metto in gioco ogniqualvolta posto qui dentro, perchè so che non vi vado a genio ma non voglio precludermi questo luogo solo per questo, chè chissà che non mi tornerà un giorno utile. Con la condizione che gioco il ruolo di "Bersaglio", ma come continuerò a ribadire non mi tange nè importa, anzi, chi mi legge anche in altre zone lo sa, mi diverte vedere come basti che io scriva praticamente di tutto per attirare lamer vari come utenti propositivi che mi diano immediatamente contro. Mi sorprende, continuerà a farlo. Che poi serva a qualcosa, lo escludo: sono più testardo di un mulo, e, portando l'argomento del topic come esempio, finchè coloro che considero amici rimarranno tali nelle condizioni attuali, non troppo distanti da quelle descritte nell'articolo, e non vedrò una coppia solamente vivere la relazione senza nessun problema citato sempre nell'articolo, continuerò a vederla così. Perchè, per quanto banale, scontato, ovvio e noioso che sia, per me è vero, vale. E, se non vi spiace, preferisco mantenerlo sulla base delle mie esperienze (che non conoscete), piuttosto che cambiare opinione dietro vostro suggerimento.



fatto sta che se uno si fa una risatina o ti prende in giro o fa una battutina scema non c'è bisogno di prendersela nella maniera in cui fai tu.

perché risulti solo un ragazzino che frigna perché si è sbucciato un ginocchio.
e il vittimismo è una cosa che proprio non mi è mai andata giù.

piuttosto avresti potuto dire "siete la solita massa di coglioni, andate affanculo" con un asd alla fine, per me ne saresti uscito meglio. :asd:

A me non sembra di prendermela, per il semplice motivo che se anche ogni tot mi metto qui a rispondere pazientemente alle vostre critiche, si tratta comunque di un quarto d'ora al giorno in cui sto aspettando che si liberi la doccia o che sia pronta la cena (situazioni in cui ho scritto oggi). Per me gran parte di voi (utenti, sia chiaro) rientra nella categoria "idioti", ma è decisamente troppo semplice e, quasi, codardo alzare i toni e offendere (come qualcuno fa) tanto per fare la figura di quello a cui non importa nulla di nessuno. Io ci provo sempre a spiegarmi, e se anche nessuno condivide quanto penso, trovo comunque più sensato ribadire il mio punto di vista che non mandarvi tutti a quel paese, che di utile e produttivo, oltre che educato, non ha nulla.


a parte l'infornata di vittimismo, come se noi tutti stessimo qui solo ad aspettare un tuo post per partire all'attacco come unico nostro divertimento...ma se la discussione seria la porti avanti da altre parti perchè qui secondo te non siamo degni di giudicare un agglomerato di banalità come quello di alberoni, perchè hai postato sta roba? oltretutto dicendo che volevi solo condividere una cosa che t'era piaciuta, quindi non lanciando tu per primo un qualsivoglia spunto di discussione. Se posti semplicemente un articolo di qualcuno, la gente esprime la propria opinione, e se ritiene il suddetto articolo una cagata fotonica non vedo perchè tu dovresti partire all'attacco dicendo che non c'è voglia di discutere seriamente. Che poi, come ti han detto Maharet e altri, che han motivato le loro parole, di spunti per avviare una discussione ne avresti lo stesso se invece di fare l'offeso perchè non la si pensa come te, rispondessi a loro secondo il tuo punto di vista.


In primis, probabilmente avete abbastanza tempo da buttare per essere sempre presenti quando posto senza la necessità di "aspettarmi", tanto da rispondere sempre in breve tempo e, palesemente, con gusto.
In secundis, la porto avanti altrove perchè con voi so che non potrò avere dialogo, soltanto perchè la penso in modo diametralente opposto da quasi tutti voi. Qui in pochi hanno spiegato perchè l'articolo sarebbe una cazzata, e quindi con pochi potrei dialogare. I più hanno preferito postare, forse senza leggere, perchè hanno visto il nick di chi ha creato il topic e hanno pensato di insultare un po' qualcuno che possono. Che poi, come dici anche tu, io non ho mai chiesto nè voluto una discussione a riguardo, più che altro perchè, come dicevo sopra, sarebbe difficile averne una seria vista la mia reputazione, la gente non sa prendere una persona nella sua molteplicità di pensieri e interessi, come dimostra il buon Blackseedboy che si sorprende, probabilmente con fare provocatorio, del fatto che possa parlare di "Pussy" dei Rammstein E dell'Amicizia nello stesso forum dietro lo stesso nick. Mi sembra piuttosto lampante come esempio, che ci posso fare? O meglio, la domanda è un'altra: perchè dovrei farci qualcosa? Io ne sto parlando, ci sto costruendo un dialogo, quindi se ci fosse (magari nemmeno è così) qualcuno che si perde qualcosa, di certo non sono io.


e da quando per esprimere un'opinione, peraltro su un concetto di vita generale come l'amicizia, serve scrivere su un giornale a tiratura nazionale per anni e anni?
Se uno scrive cazzate relativamente all'amicizia, chiunque è libero di criticarlo o di concordare, visto il tema trattato.
Non è che le tue idee sono migliori delle mie per il semplice motivo che Alberoni sta con te, semmai per il fatto che il tuo ragionamento logico è migliore del mio.

Sbagliato.
Non stiamo parlando di fisica del neutrino, stiamo parlando di vita e in particolar modo di amicizia, qualcosa con cui tutto il genere umano viene a contatto più o meno profondamente.
Quindi non vedo perchè pincopallino non può dire la sua, che non vuol dire giuidicare, ma semplicemente concordare o discordare sul ragionamento.
Solitamente quando si discute non esiste un giudice o una giuria, esistono persone che si confrontano, giungendo magari a considerazioni condivise oppure profondamente discordanti, in base alle loro conoscenze e opinioni


Pare che anche tu abbia frainteso, e il tuo post è perfetto come contenuti per spiegarmi: nessuno qui dentro può permettersi di giudicare la persona di Alberoni, come di nessun altro del resto. Si può essere d'accordo o meno, reputare quello che scrive intelligente o meno, ma additare l'uomo come uno sconclusionato e inutile non ha alcun senso. Se vogliamo prenderlo dal punto di vista del filosofo, per me il 98% di quelli che ho studiato, studio e studierò è dice un sacco di cazzate, ma non posso giudicare il Fichte di turno come un idiota integrale solo per quello che diceva.

FALLEN_ANGEL_664
06-10-2009, 21.42.43
Per me parla solo di un tipo di amicizia e di un tipo di amore.

Ovviamente l'amore è un sentimento più "profondo" dell'amicizia, in ogni caso su un altro livello. Ma paragonare il primo ad una rilassante tazza di camomilla ed il secondo ad un appiccicoso barattolo di miele senza cucchiaino è una forzatura dalla visione molto stretta secondo me.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Berek
06-10-2009, 21.46.34
Aò Giò, io ci ho provato ma è più forte di te, vai pure per la tua strada, io lascio :)

.nageki.
06-10-2009, 21.55.52
Bah io continuo a non capire, forse non ti capirò mai e comunque ormai non mi interessa più. Ad ogni modo: ti colleghi al forum (mentre aspetti che si liberi la doccia e blah blah giusto perché devi far vedere che tu non sei sfigato come gli altri e non sprechi più la tua vita online come facevi un tempo), condividi un articolo che ti ha colpito e lo fai nonostante tu sia convinto che questo posto sia popolato da gente idiota e noiosa con la quale é impossibile scambiare due parole. Ma chi diamine te lo fa fare? non faresti prima ad andartene da quel gruppetto di amici che secondo la tua idea di amicizia teletubby-style consiste nel darti sempre ragione con un bel sorriso stampato sulle labbra? prima etichetti mezzo forum come "idiota" e poi sostieni che comunque il semplice fatto di continuare a postare qui sopra potrebbe portare a qualcosa di buono in futuro. Ma davvero? a me invece sembra che quello a cui piace fare polemica sia soltanto tu. Apri gli occhi, soltanto un imbecille ti darà sempre e comunque ragione e fidati, non si chiamerà Amico. Ad ogni modo come dice Berek: vai per la tua strada, ma sta attento perché prima o poi ti sfracellerai contro ad un muro e farà male.

giogothico
06-10-2009, 22.15.16
Lo dici per esperienza?

.nageki.
06-10-2009, 22.19.25
Lo dici per esperienza?

Ovvio, non parlo alla cazzo. Non vado ad elencare i lati negativi dell'amore se non ho mai avuto un ragazzo, tanto per fare un esempio.

FALLEN_ANGEL_664
06-10-2009, 22.21.52
No, ma un attimo. Quella roba era sulla prima pagina di un giornale a tiratura nazionale??? :|

Cioè, pensavo fosse l'opinione riportata sul libro di qualche "filosofo" che s'era pubblicato il libro. Chi lo paga stò matto per riempire la PRIMA pagina del proprio giornale per scriverci stè cose? E' suo, per caso? Cioè, a meno che non sia un giornale "a tema" che ci fanno lì quelle considerazioni? Cioè, cioè...

Comunque gio, potrai anche aver preso a cuore il testo, ma direi che la tua reazione sia totalmente fuori luogo e deleteria per te. Come ti hanno già fatto notare, che centra il fatto che l'autore lavori per anni per un giornale per rendere le sue considerazioni esenti da critica? Stupido è chi lo stupido fà, indipendentemente se per il resto è un genio o no. Hai voluto condividere un pensiero altrui con altri; ma non siamo su un blog. Hai detto che ti aspettavi nulla; ma se è vero perchè sei rimasto deluso?
Se sei convinto del valore e della veridicità di quei concetti, allora non hai bisogno di prendertela se i porci non apprezzano le tue perle (stò solo pirlafrasando il modo di dire, non dico che noi siam porci e le tue perle). Chi non le vuole non le merita, no?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

TrustNoOne
06-10-2009, 23.38.59
lo fai nonostante tu sia convinto che questo posto sia popolato da gente idiota e noiosa con la quale é impossibile scambiare due parole. Ma chi diamine te lo fa fare?

Guarda che rapportarsi con gente che si crede inferiore da' soddisfazioni a chi non riesce a procurarsene altrove, io dovrei essere un esempio :asd:

Anche tu rispondi sempre allo stesso modo, e sei un tipo di figura parallela a quella dell'imbecille (la nostra). Si potrebbe chiedere la stessa cosa: chi te lo fa fare? Se fossi davvero su un livello differente non dovresti né leggere né rispondere. La realtà è che siete un mucchio di sfigati repressi esattamente come me, non è difficile :asd:

Come tu dici vattene a lui, io dico vattene a te, il gatto che si morde la coda.

aries mode: haha siete troppo divertenti :asd:

aries
06-10-2009, 23.49.24
sei lungi dal potermi emulare, microcefalo :asd:

Kiara
07-10-2009, 00.21.56
:mecry:
perché minchia scrivete così tanto, mi si stancano gli occhietti.

blackseedboy
07-10-2009, 00.57.53
Insomma, tanto per fare un nome, Blackseed ha iniziato a odiarmi perchè non mi piace pes, la dice lunga no?


No, ti ho preso di mira per il metodo, non per il contenuto.
Liberissimo di giocare a quello che ti pare, ti ho sempre contestato il modo con cui postavi in quel thread, l'eccessiva ripetitivà dei messaggi e la pesantezza delle tue parole.


Mi hai anticipato di poco, Bsb: sai che Dante conversava tranquillamente con una mezza dozzina di persone su una mezza dozzina di argomenti totalmente differenti e slegati senza batter ciglio? Ti causa tanto scompenso constatare che una persona riesca a gestire più di un argomento al mese (che poi sarà una settimana che non si posta in quel topic, ma poco importa no?)?

posso chiamarti Sommo Poeta, d'ora in poi ?

scherzi a parte, vuoi un intervento costruttivo, I.T. ? eccotelo.


Come è bello incontrare un amico quando sei solo, quando sei angosciato, quando devi prendere una decisione. Già vederlo mentre ti viene incontro sorridente ti rasserena. Non ci saranno grandi effusioni, solo un abbraccio lieve, ma l'anima è spalancata. Con lui potrai essere sincero, dire tutto quello che vuoi senza timori, senza pudori, sapendo che ti capisce, che sta dalla tua parte e che, se ti serve qualcosa, lo capirà da solo.

E' vero, è bello incontrare un amico. Ma non è certo (sempre) vero che lui ti possa capire a prescindere da tutto. Forse non ti giudicherà (e non è certo detto) forse ti accetterà, in ogni caso, per quello che sei, ma non per forza potrà capire il tuo punto di vista e condividerlo appieno. Non è il tuo fedele cane, è un essere umano, con la sua personalità, il suo modo di essere e pensare, non per forza omologato con quello delle persone a lui care.
E no, non è neanche detto che capirà da solo che ti serve aiuto. Se è un vero amico, non esiterà ad aiutarti quando glielo chiederai, quello sì.
Sempre che la tua richiesta sia ragionevolmente accontentabile.


Il tuo amico non ti farà domande che non gradisci, non dirà nulla che ti possa infastidire.

Un vero amico è capace di farti domande scomode, se questo servirà a farmi ragionare e riflettere. Non mi porrà certo domande scomode per il semplice gusto di farmi arrabbiare, ma per confrontarmi con lui, per conoscere il suo punto di vista e poterne quindi discutere.


Potrai parlare o stare zitto, fermarti o andartene subito. Anche se siete rimasti lontano molto tempo, non ti subisserà di domande per sapere dove sei stato e cosa hai fatto.

Certo. Se è un mio amico sa benissimo dove sono stato, e perchè sono stato lontano.


Nell'amicizia il tempo è come se non esistesse, quando vi incontrate è come se riprendeste il filo della conversazione interrotta, anche dopo vent'anni.

Ecco, l'unica parte di tutto l'articolo che condivido.

Anche se continua a sfuggirmi il motivo per cui non dovrei vedere un mio amico da 20 anni...


Parlerai di ciò che ti sta a cuore e lui ti ascolterà. Non dovrai fare nessuno sforzo. L'amicizia è prima di tutto distensione, riposo.

Un pò romanzata, ma anche questa frase è condivisibile.


Che differenza con l'amore, con la passione amorosa!

E per fortuna, direi :)


Gli innamorati sono affascinati e ossessionati deal passato dell'altro


Non è necessariamente vero, non siamo tutti uguali

e, anche dopo una separazione breve, vogliono sapere tutto ciò che ha fatto, ha pensato.
E parlano continuamente di se stessi. Si interrogano sul mistero che fonde le loro persone in un’entità nuova.

A costo di risultare sessista, penso che sia una serie di caratteristiche riconducibili più ad una donna che ad un uomo... io, in particolare, non mi ci ritrovo affatto, comunque...


L'amicizia, invece, ci aiuta ad essere noi stessi, ci differenzia.

Vero, ma in parte. A volte l'amicizia è anche fare parte di un gruppo di amici, non è solo un rapporto a due. E, come tutti i rapporti interpersonali , ha una componente individuale e una, appunto, di gruppo.


Con l'amico parliamo solo del nostro passato di individui, del nostro futuro di individuo, non della nostra amicizia.

Può anche capitare che si parli con un amico del legame che ci lega a lui. Forse, anche in questo caso, è più una caratteristica dell'universo femminile, ma non è certo improbabile che due uomini parlino del legame di amicizia che li lega.


L' amicizia è un dato, non un problema. È così già a cinque anni: l'amico del cuore è quello di cui ti fidi, a cui riveli i tuoi segreti, sicuro che non ti tradirà.

Quella sicurezza rimane tale fino a quando quel legame non viene disatteso


L'amore invece è sempre rischio, il bambino o la bambina che ti piace può dirti di no, cambiare opinione, rifiutarti.

Come sopra, può accadere che un'amicizia finisca. Evento piuttosto raro rispetto al legame amoroso, ma c'è sempre l'eventualità.


I bambini e gli adolescenti spesso sono gelosi, perchè l'amico è un compagno della loro vita quotidiana.
Gli adulti invece no. Lo sono gli innamorati perchè vogliono essere amati in modo esclusivo e soffrono quando sono separati perchè hanno assoluto bisogno del contatto col corpo amato.

Ottima romanzata, non c'è che dire... peccato che la realtà non sia sempre così :)


Mentre il tuo amico ha la sua vita, i suoi amori, altri amici che tu magari nemmeno conosci. Perchè può partire quando vuole, andare dove vuole, con chi vuole e restare lontano senza che tu ne soffra. L'importante è che ti ricordi, ti voglia bene, e ti apra le braccia quando lo chiami.

Magari non facciamo passare altri venti anni senza sentirci, questa volta


L'amicizia è affetto, è amore, ma dell'amore ha solo la componente morale, spirituale.

ehm... sì, dai, diamo ragione ad Alberoni anche su questa, altrimenti non ne usciamo :P

P.S. spero non faccia troppo wall-o-text, è bella lunga da leggere, divertiti Giò :asd:

Di0
07-10-2009, 01.06.32
Ma poi, se io dicessi tutto ad un amico, finirei per restare senza amici in 3 settimane, il tempo che si trovino a parlare di quello che faccio in giro con l'uno piuttosto che con un altro. :asd:

aries
07-10-2009, 01.11.51
Holy crap on a cracker :|
Peter prendi appunti!

blackseedboy
07-10-2009, 02.05.23
Holy crap on a cracker :|
Peter prendi appunti!

sono moderatamente soddisfatto del risultato.

potevo fare di meglio (o di peggio, si intende)

.nageki.
07-10-2009, 09.08.25
Peter é un filino fuori forma ultimamente :asd:

giogothico
07-10-2009, 15.59.20
No, ti ho preso di mira per il metodo, non per il contenuto.
Liberissimo di giocare a quello che ti pare, ti ho sempre contestato il modo con cui postavi in quel thread, l'eccessiva ripetitivà dei messaggi e la pesantezza delle tue parole.



posso chiamarti Sommo Poeta, d'ora in poi ?

scherzi a parte, vuoi un intervento costruttivo, I.T. ? eccotelo.



E' vero, è bello incontrare un amico. Ma non è certo (sempre) vero che lui ti possa capire a prescindere da tutto. Forse non ti giudicherà (e non è certo detto) forse ti accetterà, in ogni caso, per quello che sei, ma non per forza potrà capire il tuo punto di vista e condividerlo appieno. Non è il tuo fedele cane, è un essere umano, con la sua personalità, il suo modo di essere e pensare, non per forza omologato con quello delle persone a lui care.
E no, non è neanche detto che capirà da solo che ti serve aiuto. Se è un vero amico, non esiterà ad aiutarti quando glielo chiederai, quello sì.
Sempre che la tua richiesta sia ragionevolmente accontentabile.



Un vero amico è capace di farti domande scomode, se questo servirà a farmi ragionare e riflettere. Non mi porrà certo domande scomode per il semplice gusto di farmi arrabbiare, ma per confrontarmi con lui, per conoscere il suo punto di vista e poterne quindi discutere.



Certo. Se è un mio amico sa benissimo dove sono stato, e perchè sono stato lontano.



Ecco, l'unica parte di tutto l'articolo che condivido.

Anche se continua a sfuggirmi il motivo per cui non dovrei vedere un mio amico da 20 anni...



Un pò romanzata, ma anche questa frase è condivisibile.



E per fortuna, direi :)





A costo di risultare sessista, penso che sia una serie di caratteristiche riconducibili più ad una donna che ad un uomo... io, in particolare, non mi ci ritrovo affatto, comunque...



Vero, ma in parte. A volte l'amicizia è anche fare parte di un gruppo di amici, non è solo un rapporto a due. E, come tutti i rapporti interpersonali , ha una componente individuale e una, appunto, di gruppo.



Può anche capitare che si parli con un amico del legame che ci lega a lui. Forse, anche in questo caso, è più una caratteristica dell'universo femminile, ma non è certo improbabile che due uomini parlino del legame di amicizia che li lega.



Quella sicurezza rimane tale fino a quando quel legame non viene disatteso



Come sopra, può accadere che un'amicizia finisca. Evento piuttosto raro rispetto al legame amoroso, ma c'è sempre l'eventualità.



Ottima romanzata, non c'è che dire... peccato che la realtà non sia sempre così :)



Magari non facciamo passare altri venti anni senza sentirci, questa volta



ehm... sì, dai, diamo ragione ad Alberoni anche su questa, altrimenti non ne usciamo :P

P.S. spero non faccia troppo wall-o-text, è bella lunga da leggere, divertiti Giò :asd:


Vado per punti, è il mio modo di affrontare i multiquote.

-I modi e termini esagerati non erano certo i miei, tant'è vero che fu bannato Sheogorath (mi pare si chiamasse) e non io. Non penso ci sia altro da aggiungere.
-Ovviamente era un'esagerazione, quella su Dante, appropriata comunque per rendere il concetto al meglio: non è certo un difetto poter/saper affrontare gli argomenti più disparati qualora ce ne sia l'occasione.
-Non so se davvero non abbiate nessuno con cui condividere tutto avendo la certezza che, comunque sia e di qualunque cosa si tratti, sarà sempre dalla tua parte, perchè se è vero che può succedere, ne ha tutto il diritto, che non condivida il tuo parere, è comunque il suo ruolo nella tua vita quello di starti accanto nelle tue scelte. Certamente ti darà il suo parere, ti potrà anche dire che non farebbe come te, ma poi ti supporterà nella tua decisione, perchè come lui ha una personalità indipendente, così anche tu ne hai una, e nel bene e nel male è naturale che si accetti e comprenda quella dell'altro, oltre a essere pronti ad aiutare se qualcosa non va. Poi, certo, c'è chi ti chiede "Posso fare qualcosa per te?" perchè non sa cosa vorresti, ma quello non è il tuo Amico. Amico è chi sa esattamente cosa fare, si tratti anche semplicemente di un gesto di poco conto, un abbraccio o una pacca sulla spalla, una parola di conforto, una chiacchierata del più e del meno. Ma non glielo dovrai chiedere tu, non all'amico del cuore.
-Allo stesso modo, quando ti trovi in difficoltà il compito dell'amico non è certo quello di rigirare il coltello nella piaga: non continuerà a puntare su quanto potresti aver sbagliato, nè ti ripeterà che stai sbagliando e che dovresti fare diversamente. Sarebbe sbagliato, sarebbe voler condizionare, voler imporre un comportamento che sicuramente a lui sembra giusto, ma che tu forse non condividi, che mai assumeresti, che non ti rispecchia. Sicuramente ti dirà la sua, ma ti darà anche la forza di agire secondo la tua persona e, ancora più importante, la sicurezza che anche nell'errore lui c'è, è lì per consolarti e aiutarti a tirarti su. Non è un giudice.
-Non è vero, succede (a me, perlomeno) che si avverta il bisogno di un periodo di pausa, di staccare da certe situazioni, gruppi e persone. Lo si fa, non avvisa e ci si prende un periodo di pausa. Quelli che poi vogliono sapere, informarsi, esaminare quello che hai fatto e il perchè, lo fanno per interesse, devono sapere se hanno sbagliato qualcosa, o cosa possa essere successo. Considero Amico chi invece non vuole saperlo, chi mi lascia la libertà e lo spazio per decidere se, come e quando raccontare quello che provo o ho provato, e aspetta un mio passo, che mi senta pronto o a mio agio, senza pressioni o necessità di conoscenza. Ognuno ha bisogno di un suo mondo impermeabile, e chi lo vuole esplorare non è un Amico.
-Può succedere, un esempio banale riguarda più o meno una situazione in cui mi sono trovato 4 anni fa e che probabilmente affronterò l'anno prossimo: il cambio di scuola, da medie a superiori e poi all'università può portare separazione, periodi in cui non ci si vede nè sente per impegni vari e, di nuovo, necessità di relax personale e soggettivo, in cui magari non vuoi vedere nessuno. Succede, certo non sono vent'anni ma è lecito pensare che in un mese si potrebbe avere una certa difficoltà a ripristinare il rapporto esattamente com'era quando ci si vedeva tutti i giorni a tutte le ore. Collegandomi anche al punto sopra, se per un certo tempo non ci si vede con un amico qualunque si parla di quel periodo, con l'Amico no, non a fondo perlomeno. Potrai chiedere se ha fatto qualche nuova conoscenza o esperienza, ma il resto è superfluo, non interessa. Sei già abbastanza in sintonia per parlare d'attualità o del futuro o dei problemi attuali, non serve tornare indietro nel tempo, rischiando poi di perdere di vista il presente.
-Nemmeno io avrei il minimo interesse del passato di un'eventuale ragazza, come diceva probabilmente Sara è il presente, ma ancor di più il futuro, che conta. Probabilmente hai ragione, statisticamente le donne sono più curiose, ma ho visto comportamenti del genere anche in certi ragazzi, che comunque non condivido. Ma ci sono, inutile negarlo.
-Certamente le amicizie di gruppo esistono, le classiche compagnie sono il divertente dell'esistenza. Ma da un punto di vista interiore sono decisamente molto meno potenti di quella individuale, è piuttosto raro avere anche solo due Amici all'interno dello stesso gruppo (per chi ne ha più di uno, anche questo non scontato). All'interno di una compagnia non parleresti dei tuoi pensieri più profondi, di ciò che ti angoscia o esalta, della tua vita più intima e privata. Questo è riservato a poche persone, pochissime.
-Non sono d'accordo, ma non perchè sia strano o brutto o da evitare, solamente perchè è davvero difficile. Si può provare a definire e capire quale tipo di rapporto leghi due amici, ma si tratta di un argomento così confuso e astratto che è difficile organizzarlo e discuterlo a parole. Esiste, c'è, è sempre presente, lo senti, lo vedi, ne sei consapevole, eppure non lo riusciresti a descrivere. Per questo non si affronta come discorso, e se si tenta è comunque molto difficile raggiungere qualche risultato.
-Se è tuo Amico non lo farà, se lo farà non era un legame tanto profondo per essere considerato tale. Sembra semplice, quasi una scappatoia, eppure è così.
-Stesso discorso di sopra, se è Amore non finirà, se finirà non lo era come ci si era illusi. Certo, per come la vedo io. C'è che non si fa problemi a pensare di poter amare allo stesso modo diverse persone nell'arco di una vita, per me è inconcepibile. Amore è uno, il resto sta un gradino sotto.
-A me sembra piuttosto verosimile, invece. La possessività infantile è quasi proverbiale, la gelosia da innamorati altrettanto. Un rapporto più maturo non ne prevede, anzi, capisce e condivide la necessità e seguente appagamento degli spazi privati personali, da ambo le parti.
-Quella frase, quell'esperienza alla quale tu hai risposto sarcasticamente, l'ho vissuta esattamente come descritta poco tempo fa. Quasi casualmente ho risentito un'amica che, per colpa mia, avevo trascurato un po' durante agosto per via dei viaggi all'estero. Non ci pensavo molto in effetti, sapevo che nonostante non ci sentissimo al primo momento di bisogno ci saremmo stati, ed effettivamente così è stato, e quel momento è stato la conferma del fatto che il legame tra due Amici è troppo profondo perchè quisquile come spazio e tempo possano incrinarlo, va ben oltre i semplici fatti quotidiani e materiali.

Grazie Bsb, un bell'intervento, spero vorrai almeno leggerlo.

TrustNoOne
07-10-2009, 16.46.02
io a 18 anni ero stupido ma non completamente idiota

quello lo sono diventato dopo :sisi:

destino
07-10-2009, 16.58.25
posso affermare con certezza che l'idea di amico descritta da Giogothico mi fa ribrezzo

già solo questa parte



Non so se davvero non abbiate nessuno con cui condividere tutto avendo la certezza che, comunque sia e di qualunque cosa si tratti, sarà sempre dalla tua parte, perchè se è vero che può succedere, ne ha tutto il diritto, che non condivida il tuo parere, è comunque il suo ruolo nella tua vita quello di starti accanto nelle tue scelte. Certamente ti darà il suo parere, ti potrà anche dire che non farebbe come te, ma poi ti supporterà nella tua decisione, perchè come lui ha una personalità indipendente, così anche tu ne hai una, e nel bene e nel male è naturale che si accetti e comprenda quella dell'altro, oltre a essere pronti ad aiutare se qualcosa non va. Poi, certo, c'è chi ti chiede "Posso fare qualcosa per te?" perchè non sa cosa vorresti, ma quello non è il tuo Amico. Amico è chi sa esattamente cosa fare, si tratti anche semplicemente di un gesto di poco conto, un abbraccio o una pacca sulla spalla, una parola di conforto, una chiacchierata del più e del meno. Ma non glielo dovrai chiedere tu, non all'amico del cuore.


è la cosa meno realistica e + fantascientifica che abbia mai letto in vita mia.
Sembra che descrivi una società dove l'Amico ha facoltà extrasensoriali ed è in grado di leggerti nella mente, sempre perfetto, sempre buono, addirittura è una missione della sua vita stare accanto a te e supportarti, sa sempre cosa fare e sa sempre quello di cui hai bisogno.

Boh, il mondo delle bambole

lovely5555
07-10-2009, 17.15.54
Un pet. :asd:

destino
07-10-2009, 17.20.44
Un pet. :asd:

è + vicino all'idea di robot asimoviana :asd:

lovely5555
07-10-2009, 17.23.21
è + vicino all'idea di robot asimoviana :asd:

No, no.


Amico è chi sa esattamente cosa fare, si tratti anche semplicemente di un gesto di poco conto, un abbraccio o una pacca sulla spalla, una parola di conforto, una chiacchierata del più e del meno. Ma non glielo dovrai chiedere tu, non all'amico del cuore.

C'è scritto chiaramente che va anche in dismiss da solo quando si accorge che corri forte forte per lasciarlo indietro.

E' proprio un pet. :sisi:

Khorne
07-10-2009, 18.08.33
Sembra che descrivi una società dove l'Amico ha facoltà extrasensoriali ed è in grado di leggerti nella mente, sempre perfetto, sempre buono, addirittura è una missione della sua vita stare accanto a te e supportarti, sa sempre cosa fare e sa sempre quello di cui hai bisogno.


Beh, io e te il 90% del tempo posteremmo le stesse identiche cose, potremmo definirci amicici del cuore :love: :asd:

destino
07-10-2009, 18.42.59
Beh, io e te il 90% del tempo posteremmo le stesse identiche cose, potremmo definirci amicici del cuore :love: :asd:

ovvio soprattutto seguendo i canoni di giogothico :love:



Non è vero, succede (a me, perlomeno) che si avverta il bisogno di un periodo di pausa, di staccare da certe situazioni, gruppi e persone. Lo si fa, non avvisa e ci si prende un periodo di pausa. Quelli che poi vogliono sapere, informarsi, esaminare quello che hai fatto e il perchè, lo fanno per interesse, devono sapere se hanno sbagliato qualcosa, o cosa possa essere successo. Considero Amico chi invece non vuole saperlo, chi mi lascia la libertà e lo spazio per decidere se, come e quando raccontare quello che provo o ho provato, e aspetta un mio passo, che mi senta pronto o a mio agio, senza pressioni o necessità di conoscenza. Ognuno ha bisogno di un suo mondo impermeabile, e chi lo vuole esplorare non è un Amico.


Ti ho mai chiesto cosa fai durante la giornata? Mi sono mai informato su che lavoro fai e come passi la mattina in ufficio?

No.
Quindi sei il mio Amico :kiss:

Di0
07-10-2009, 18.43.49
Il vero amico e' quello che non ti chiede mai: "Hai vomitato ieri sera?" :asd:

Squizzo
07-10-2009, 18.52.24
Il vero amico e' quello che non ti chiede mai: "Hai vomitato ieri sera?" :asd:
perchè lo sa già :sisi:

Khorne
07-10-2009, 19.10.52
Il vero amico e' quello che non ti chiede mai: "Hai vomitato ieri sera?" :asd:

Generalmente è lui a ricordarmelo, in effetti, poiché io non ne ho memoria :asd:

Wiz
07-10-2009, 19.33.49
Il vero amico e' quello che non ti chiede mai: "Hai vomitato ieri sera?" :asd:

I miei amici facevano domande molto più articolate ai tempi delle mie sbronze colossali :asd:

FALLEN_ANGEL_664
07-10-2009, 20.04.44
Il vero amico e' quello che non ti chiede mai: "Hai vomitato ieri sera?" :asd:

:roll3:

Sei il mio idolo, Di0 :asd:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

frank10
07-10-2009, 20.30.19
Vado per punti, è il mio modo di affrontare i multiquote.


-Non è vero, succede (a me, perlomeno) che si avverta il bisogno di un periodo di pausa, di staccare da certe situazioni, gruppi e persone. Lo si fa, non avvisa e ci si prende un periodo di pausa.

-Certamente le amicizie di gruppo esistono, le classiche compagnie sono il divertente dell'esistenza. Ma da un punto di vista interiore sono decisamente molto meno potenti di quella individuale, è piuttosto raro avere anche solo due Amici all'interno dello stesso gruppo (per chi ne ha più di uno, anche questo non scontato). All'interno di una compagnia non parleresti dei tuoi pensieri più profondi, di ciò che ti angoscia o esalta, della tua vita più intima e privata. Questo è riservato a poche persone, pochissime.


Quoto solo questi stralcioni che per la mia esperienza posso ritenere validi.
Sul resto non ho voglia di rispondere punto per punto, ma su una cosa in particolare non sono d'accordo: quando un mio amico ritengo che sbagli non è che per dimostrargli amicizia lo sostengo, se per me sta per fare una cazzata cerco di fargli cambiare idea finchè è possibile, se non riesco cerco di sostenerlo ma dopo che la cazzata l'ha fatta, non nel farla, quello si che sarebbe condizionamento, convincerlo a fare qualcosa che si ritiene sbagliato.
Faccio notare che le affermazioni che ho quotato non c'incastrano nulla con quello che ha scritto Alberoni, il suo articolo non lo condivido particolarmente.

giogothico
07-10-2009, 22.11.33
Un amico non è una balia, ognuno deve agire in base alle sue opinioni e sbagliare perchè ha deciso lui, non fare giusto perchè qualcun altro gliel'ha consigliato. Altrimenti non si cresce mai, per questo serve la sicurezza che, nell'eventuale errore, ci sarà qualcuno che ti tira su.

Fabio
08-10-2009, 00.57.38
per questo serve la sicurezza che, nell'eventuale errore, ci sarà qualcuno che ti tira su.

Auguri.

Di0
08-10-2009, 01.49.11
Be', per un motivo o per l'altro, il vero amico non ve lo chiedera' mai.

Scherzi a parte, secondo me il vero amico e' quella persona che potete non vedere e non sentire per 5 anni, ma quando ci si trova attorno al tavolo di un Pub, si parla e ci si capisce come se fossero passati 5 giorni.
Sara' una cazzata, ma questa cosa mi succede solo con quei pochi, due o tre, amici veri che ho; a fronte delle centinaia di buoni amici con cui mi trovo bene e mi diverto regolarmente un sacco, ma manca sempre quel magico qualcosa in piu'.

Bene, posso pubblicare su un quotidiano anche io, ora?

Wiz
08-10-2009, 07.38.33
Sì, su Le ore :D

Di0
08-10-2009, 08.29.54
Uff, io puntavo al secolo decimo nono e all'inserto giovani di famiglia cristiana.
Vabbe', faro' gavetta.

frank10
08-10-2009, 09.31.29
Un amico non è una balia, ognuno deve agire in base alle sue opinioni e sbagliare perchè ha deciso lui, non fare giusto perchè qualcun altro gliel'ha consigliato. Altrimenti non si cresce mai, per questo serve la sicurezza che, nell'eventuale errore, ci sarà qualcuno che ti tira su.

Mica è obbligato a darmi ragione, se ritiene di fare come pensa può farlo, ha un cervello suo per questo. Se poi decide di fidarsi del consiglio e vede che è valido, capisce l'errore senza aver all'atto pratico sbagliato. Che poi si possa sbagliare il consiglio è ovvio, ma un confronto tra amici non è uno scontro tra posizioni da talebano, ma un dialogo in cui si può giungere a una sintesi del pensiero di entrambi, quindi ragionandoci in 2 è più difficile sbagliare.

giogothico
08-10-2009, 12.56.23
Non ho detto che l'amico deve essere d'accordo con quello che deciderai di fare, se ha un'opinione opposta avrà poi tutto il diritto di dirti "te l'avevo detto". Però è giusto che ti lasci fare, il suo avvertimento l'ha dato ma tale deve rimanere, avvertimento o consiglio, non deve trattarsi di un imperativo. Se io comunque decido di fare diversamente, affari miei in fondo, e la sua vera amicizia si dimostrerà quando, invece di dissociarsi da quanto hai fatto perchè non era d'accordo, ti rimarrà accanto a sostenerti. Sbagliando si impara, non vivendo dei consigli altrui.


Auguri.

Per me c'è :)
Più volte mi ha ribadito di non portare avanti una determinata relazione, e altrettante volte gli ho risposto che non essendoci dentro mai avrebbe potuto capire. Quando poi mi son ritrovato a cercare di riassumerla da capo a fine, mi ha ascoltato e compreso. Per questo la penso così, che poi sia fantascientifico per voi non mi sfiora minimamente.

frank10
08-10-2009, 13.08.32
Non ho detto che l'amico deve essere d'accordo con quello che deciderai di fare, se ha un'opinione opposta avrà poi tutto il diritto di dirti "te l'avevo detto". Però è giusto che ti lasci fare, il suo avvertimento l'ha dato ma tale deve rimanere, avvertimento o consiglio, non deve trattarsi di un imperativo. Se io comunque decido di fare diversamente, affari miei in fondo, e la sua vera amicizia si dimostrerà quando, invece di dissociarsi da quanto hai fatto perchè non era d'accordo, ti rimarrà accanto a sostenerti. Sbagliando si impara, non vivendo dei consigli altrui.


Che non sia un imperativo mi pare ovvio, non gli punto contro un mitra :asd:.
Io non dico che debba vivere dei consigli altrui, ma tenerli in considerazione e se riflettendo li ritiene validi, capendo che la sua idea era sbagliata, che li segua. Altrimenti diventa inutile provare a consigliare se tanto poi l'altro fa quello che vuole, perchè anche se sbaglia l'ha fatto di testa sua. Insomma l'importanza dei consigli non deve essere ridotta a 0, allo stesso modo non devono essere presi sempre come validi e attuati (non sono la verità rivelata, per capirci). Comunque a parte questo appunto, mi pare che la tua idea non sia troppo diversa dalla mia. ;)

giogothico
08-10-2009, 15.33.21
Lo immaginavo, non è poi così strana o folle, basta solo metterla in pratica :)