PDA

Visualizza versione completa : Cucù! Abbiamo un impianto nucleare segreto



destino
25-09-2009, 12.41.17
partiamo dalla premessa, cioè dal fatto che i servizi segreti americani hanno scoperto un sito nucleare iraniano segreto sottoterra, di cui sono cosi tali le prove che oggi Obama denuncerà la cosa al G20

http://www.nytimes.com/2009/09/26/world/middleeast/26nuke.html?_r=1&hp

la notizia si è diffusa in modo cosi repentino che l'iran non ha potuto negare la cosa


L'Iran scrive una lettera a El Baradei: «Esiste un secondo impianto nucleare» - Corriere della Sera (http://www.corriere.it/esteri/09_settembre_25/iran_ammette_nucleare_impianto_uranio_01f32826-a9b5-11de-93d1-00144f02aabc.shtml)



MILANO - L'Iran ha un secondo impianto per l'arricchimento dell'uranio. Teheran lo ha comunicato all'Agenzia internazionale per l'energia atomica con una lettera, inviata giorni fa al direttore generale dell'Aiea, Mohamed El Baradei. La Repubblica islamica ammette l'esistenza di un impianto finora sconosciuto, ma senza fornire alcun dettaglio. Era già nota invece l'esistenza dell'impianto di Natanz, posto sotto il controllo quotidiano degli ispettori dell'agenzia che ha sede a Vienna. Teheran è stata sanzionata dalla comunità internazionale per non aver sospeso l'arricchimento e per non voler chiarire gli obiettivi dell'attività nucleare. Ma se la notizia del secondo impianto sarà confermata, aumenteranno i timori riguardo alla possibilità che l’Iran sia ormai vicino alla costruzione della bomba atomica. Le autorità di Teheran hanno sempre sostenuto che il programma nucleare ha fini civili e non militari, ma gli Stati Uniti e gli altri Paesi occidentali avanzano dubbi sulle reali intenzioni della Repubblica islamica.
COLLOQUI A GINEVRA - Fonti diplomatiche vicine all’Aiea riferiscono che nella lettera a El Baradei non viene indicata la località dove si trova il secondo impianto. L’agenzia, interpellata dalla Bbc, non ha né commentato né smentito la notizia, limitandosi a dire che vaglierà attentamente l'informazione. Il 1° ottobre intanto riprenderanno a Ginevra i colloqui sul dossier nucleare iraniano tra Teheran e i Paesi del gruppo del 5+1 (i cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza dell’Onu più la Germania). Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha detto chiaramente che se non ci saranno progressi verranno adottate nuove sanzioni più dure. Anche la Russia ha mostrato un atteggiamento più fermo, mentre i Paesi del G8 hanno detto di essere disponibili a portare avanti i colloqui fino alla fine dell’anno, in attesa di una risposta costruttiva da parte di Teheran. In caso contrario sarà inevitabile un inasprimento delle sanzioni.


Adesso quindi sappiamo che per anni, segretamente, l'iran ha avuto un sito nucleare dove arricchire l'uranio e dove fare esperimenti, il tutto all'insaputa dell'agenzia internazionale per l'energia atomica.

Esiste ancora qualcuno convinto che le intenzioni iraniane relativamente al nucleare sia di usarlo per scopi civili?
Come dovrebbe reagire adesso la comunità internazionale?

aries
25-09-2009, 12.59.52
http://img121.imageshack.us/img121/3662/bushk.jpg

funker
25-09-2009, 13.07.02
:asd:

radoen
25-09-2009, 13.13.17
http://img121.imageshack.us/img121/3662/bushk.jpg

ti odio :@







ho i crampi alla pancia per le risate :asd::roll3:


PS io bombarderei al tappeto, non sono contro i paesi medio-orientali ma sono contro tutti i furboni e visto che continuano hanno negato per un botto nonostante pressioni internazionali e che se ne infischiano beatamente di tutto e tutti l'unica soluzione imho è quella T_T

PPS tristezza massima :tsk:

FullMetalBlade
25-09-2009, 13.30.13
...cut...

Esiste ancora qualcuno convinto che le intenzioni iraniane relativamente al nucleare sia di usarlo per scopi civili?
Come dovrebbe reagire adesso la comunità internazionale?

Perchè, qualcuno era convinto che l'Iran stesse lavorando al nucleare per scopi civili? :| No bhè, adesso direi che la cosa è palese. E drammaticamente preoccupante. Se il progetto ha avuto esiti "positivi", potremmo trovarci davanti ad un nuovo paese armato di ordigni nucleari, e non si tratta di un paese molto propenso alla pace e guidato da un folle...sinceramente io mi inizio a preoccupare seriamente.

Comunque, non so proprio come dovrebbe comportarsi la comunità internazionale, è una situazione alquanto spinosa, non conoscendo neanche le reali possibilità belliche Iraniane sul fronte della bomba nucleare, davvero, sono cazzi, e pure amari.
Credo comunque che per ora, più di sanzionare quanto più duramente possibile l'Iran non saprei, non ci tengo a veder scoppiare un conflitto nucleare alla MGS :|

Mr.Doctor
25-09-2009, 13.44.54
banale, ma...

ZwHm3QSNODs

M_Armani
25-09-2009, 13.45.09
ma chi è mai stato convinto della bontà del governo iraniano? nemmeno gli iraniani....

si chiede solo di commisurare e misurare e urare bene le mosse visto che noi dei due blocchi siamo rimasti per 45 anni a puntarci addosso qualcosa come 300 mila testate atomiche minacciando continuamente di usarle

da noi la tv democratica all'epoca non andava verso il terrore ma verso la tranquillizzazione ma scommetto che un sacco di gente, altrove, era ben più preoccupata di Usa e Russia di quanto potremmo mai esserlo noi per l'Iran

sono i paesi vicini che possono ritenersi preoccupati e l'unico possibile obiettivo in caso di rivalsa potrebbe essere Israele, ma un uomo che si preoccupa dei giornali difficilmente si farà ricordare per aver causato l'obliterazione del proprio popolo

noi invece dovremmo toglierci dalla testa l'idea di bombardare per paura, perchè è lo stesso identico pensiero di quelli che diciamo stupidamente di voler bombardare

un bombardamento ammazza la gente, anche i contrari, un uomo civile dovrebbe solo pensare a come salvare gli uomini civili che stanno in un'altra nazione, e invece il cittadino moderno pensa solo a come giustificare i parenti poco onesti, fa finta di non vedere i difetti di partner e amici e si permette di sognare la distruzione di tutto quello che può mettere in crisi il suo angolino di mondo.....
poi si trova dall'altra parte, come è già successo, e sono cazzi perchè i parenti muoiono e l'angolino diventa un inferno

le considerazioni invece per bimbi grandi vanno bene, magari parlandone seriamente coi sovietici invece di far finta di tener su una parvenza dei vecchi blocchi che poi giustificano pure boiate infami come la Georgia

Ape_Africanizzata
25-09-2009, 13.49.26
io lascerei risolvere il tutto ad israele, così ce li leviamo entrambi dalle palle

ding
25-09-2009, 13.51.14
sono i paesi vicini che possono ritenersi preoccupati e l'unico possibile obiettivo in caso di rivalsa potrebbe essere Israele, ma un uomo che si preoccupa dei giornali difficilmente si farà ricordare per aver causato l'obliterazione del proprio popologuarda che con due conti rapidi siamo più vicini di quanto pensi, coi giusti reattori sotto al culo. probabile che quel che parte poi possa veinr fermato, ma la distanza è meno di quanto sembra, ormai.

FullMetalBlade
25-09-2009, 13.59.02
...cut...

Quoto in tutto, il bombardamento giustificato "per paura" non servirebbe a nulla, solo a fare ancora più morti. E creare ancora più terrore.

M_Armani
25-09-2009, 14.02.59
guarda che con due conti rapidi siamo più vicini di quanto pensi, coi giusti reattori sotto al culo. probabile che quel che parte poi possa veinr fermato, ma la distanza è meno di quanto sembra, ormai.

la distanza fisica è irrilevante, è una distanza culturale

spari allo sceriffo che è arrivato in città spadroneggiando e rovinandoti gli affari o spari al clown che passa di li per caso per poi farti massacrare inutilmente dal pianeta?


Al momento quel tipo vuole farsi bello e forte davanti alla nazione ma mi pare tutto tranne che uno scriteriato che vuole ammazzarsi da un giorno all'altro.
Potrebbero esserci certo sviluppi e certo è sempre possibile che qualcuno tiri qualcosa che abbiamo inventato e costruito noi occidentali per sentirci uber alles o over all poco cambia, ma è improbabile che accada tanto rapidamente da costringere il mondo ad intervenire in modalità Iraq.
Stiamo guardando solo agli altri, l'auto critica del post seconda guerra ormai è storia passata. Questo è altrettanto pericoloso.

ding
25-09-2009, 14.05.56
sìsì, non ho detto che non concordo con quanto dici eh. il preventivo non sempre - quasi mai, anzi - è la soluzione migliore e via dicendo. quel che dico è che sentirsi troppo al sicuro o fuori da certi discorsi non è salutare

radoen
25-09-2009, 14.06.19
ok che il bombardament farà più danni che altro ma come ci si dovrebbe comportare con qualcuno che se ne sbatte altamente delle autorità internazionali? Sarà che l'occidente ora ha un bel po di pregiudizi contro l'oriente mediano ma se avessero messo le carte in chiaro da subito ed esposto chiaramente la loro roadmap per garantire all'ente per l'energia atomica e all'onu l'uso civile dell'atomo non ci sarebbe tutto sto casotto ora e loro non sarebbero multati.

PS la diplomazia si usa con chi è aperto al dialogo. per il resto mi trovo daccordo per i principi esposti da M_Armani ma non credo che con certi paesi siano praticabili e qualcuno potrebbe spazientirsi prima

M_Armani
25-09-2009, 14.13.51
Se sperate di essere considerati, in futuro, degli esseri umani civili e degni del diritto alla sopravvivenza....fate lo stesso con gli altri oggi.
Sul serio, non è un pippone da fricchettoni fumati, è consapevolezza.

Un esempio.

Ci sono fior di stati canaglia che hanno l'atomica da anni e non hanno mai fornito dati a nessun ente.
L'accanimento contro il medio oriente potrebbe creare un senso di inevitabilità nelle società della zona orientale e riallontanare rock, cinema e mcdonald, riallontanare quel poco di senso di scelta che da l'illusione dello stile di vita occidentale. In più potremmo far ammazzare o deludere tutti quei cittadini che con i soli blog e manifestazioni danno qualcosa da fare e qualche nemico da combattere a parecchi governi che possono farsi pubblicità col popolo grazie ai "comunisti" locali.
Se dovesse capitare una cosa del genere saremmo davvero vicini al rischio di una guerra in cui la composizione delle fazioni potrebbe sorprenderci negativamente e in maniera definitiva.


Comunque scusatemi non intervengo più. Non ce la faccio a leggere di bombardamenti. Ci siamo già scordati i morti inutili dell'Iraq. Non reggo proprio, ogni volta muoio dentro una volta per ogni vittima e se faccio una battuta a un funerale per spezzare la tensione gente che parla di bombardamenti mi guarda male perchè sono irriverente nei confronti del trapassato.
E' talmente ridicolo che non glie la fo nemmeno più a pensarci.

Qualcuno mi banni dalle discussioni politiche o muoio.

Raziel7
25-09-2009, 14.18.00
Evidentemente se qualcosa è stato scoperto e divulgato significa che, oltre all'azione americana, si stanno mordendo la coda da soli tipo Seconda Guerra. É difficile tenere segreto un impianto nucleare e il pretesto della "lettera ritrovata" lascia il tempo che trova. Questo è un piccolo passo verso la risoluzione della situazione iraniana vs il Mondo. É chiaro che lo sviluppo del nucleare iraniano è rivolto ad armarsi di nucleare, se c'era qualche dubbio prima ora anche gli scettici hanno avuto la loro prova. Non crollerà con così poco il loro castello, però qualcosa si sta muovendo. Bene così.

M_Armani
25-09-2009, 14.20.27
Evidentemente se qualcosa è stato scoperto e divulgato significa che, oltre all'azione americana, si stanno mordendo la coda da soli tipo Seconda Guerra. É difficile tenere segreto un impianto nucleare e il pretesto della "lettera ritrovata" lascia il tempo che trova. Questo è un piccolo passo verso la risoluzione della situazione iraniana vs il Mondo. É chiaro che lo sviluppo del nucleare iraniano è rivolto ad armarsi di nucleare, se c'era qualche dubbio prima ora anche gli scettici hanno avuto la loro prova. Non crollerà con così poco il loro castello, però qualcosa si sta muovendo. Bene così.

grazie per avermi salvato la vita

radoen
25-09-2009, 14.28.04
(...)
Comunque scusatemi non intervengo più.
(...)
Qualcuno mi banni dalle discussioni politiche o muoio.

ma perchè mai? lo scambio di opinioni è costruttivo :birra:

solo che per come la vedo io continuare con le multe non porterà a nulla già solo per il fatto che hanno il petrolio in patria....li multiamo ok estraggono meno barili e li vendono a prezzo maggiorato (so che non tanto semplice eh ) e si pagano le multe contiuando a farsi i loro beneamati atomi.

servirebbe un bel tavolo dove dovrebbere sedersi assieme a chi di dovere e discutere ma non credo che nessuno abbia la voglia (iraniani in primis a ruota USA e amici belli)

ding
25-09-2009, 14.30.06
se faccio una battuta a un funerale per spezzare la tensione gente che parla di bombardamenti mi guarda male perchè sono irriverente nei confronti del trapassato.su questa te l'appoggio alla grande.

Ghostkonrad
25-09-2009, 14.30.23
A rigore, per la costruzione di armamenti nucleari si utilizza il plutonio, e non l'uranio.
Quindi non c'è di certo questa certezza matematica sulla destinazione di quegli impianti, così come riporta anche l'articolo.
Per il resto, condordo con M_Armani.

radoen
25-09-2009, 14.34.17
A rigore, per la costruzione di armamenti nucleari si utilizza il plutonio, e non l'uranio.
Quindi non c'è di certo questa certezza matematica sulla destinazione di quegli impianti, così come riporta anche l'articolo.
Per il resto, condordo con M_Armani.

ma anche no vanno bene entrambe Bomba atomica - Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Bomba_atomica)

Ghostkonrad
25-09-2009, 14.41.17
Il piombo va bene per produrre proiettili, ma anche morsetti per batteria.
L'Uranio va bene per produrre bombe atomiche, ma anche per l'utilizzo in reattori civili.
Quindi la produzione di Uranio non necessariamente implica che sia destinato ad uso militare.

Sauron.
25-09-2009, 14.44.09
http://img121.imageshack.us/img121/3662/bushk.jpg
:roll3::roll3::roll3::roll3::roll3::roll3::roll3:: roll3:

ding
25-09-2009, 14.44.37
giusto. ma non lo fai di nascosto, se non ce n'è motivo..

destino
25-09-2009, 14.50.06
le atomiche al plutonio le facevano negli anni 60, infatti i russi costruivano reattori al plutonio proprio per il doppio scopo di ottenere fertilizzante a poco costo per le loro centrali e avere materiale per le bombe.

Cmq con questo fatto credo che si siano definitivamente scoperti i giochetti sporchi degli iraniani, adesso la comunità internazionale è compatta (anche la russia che ha innumerevoli affari con gli iraniani e che fornisce loro tecnologia bellica ha tolto ogni riserva sull'uso di sanzioni dure e continuative).
Se l'iran vuole avere un minimo senso di autoconservazione, allora sarebbe il caso che svuoti il sacco e apra realmente le sue frontiere alle organizzazioni internazionali, se l'obiettivo è il nucleare civile questo può benissimo essere ottenuto con centrali gestite da enti terzi internazionali controllati in modo pedissequo, se invece si vuole soltanto avere l'atomica (e la ricerca su nuovi lanciatori intercontinentali celati da progetto aerospaziale iraniano di lanciare il primo satellite iraniano della storia lascia poco spazio a dubbi) per diventare una potenza locale che detta la politica da seguire al resto del mondo orientale, permettendosi di minacciare di annientare altre popolazioni libere con attacchi razzisti e integralisti, allora l'unica strada da percorrere è l'uso delle sanzioni prima, e in ultima ratio l'intervento militare.
Già basta il pakistan con le sue pulsioni interne ad essere fonte di preoccupazione per la minaccia nucleare, non ci serve certo un invasato come Ahmadinejad che gioca a fare il generale Jack D. Ripper

Squizzo
25-09-2009, 15.01.39
Qualcuno si rende conto di cosa vorrebbe dire, per una qualsiasi nazione, anche solo azzardarsi a pensare di lanciare un ordigno atomico verso qualcun altro, di questi tempi? anche fosse vero che gli iraniani puntono a costruirsi "la bbbomba", mica vuol dire che automaticamente si metterebbero a lanciare missili qua e la per dimostrare che sono una nazione powah. Se tutte le nazioni dotate di tali armi han continuate a fare guerra con armi convenzionali, un motivo c'è. Ed è usare la soluzione "bombardamento atomico a tappeto" come spauracchio. Persino il più fuori di testa fra i dittatorucoli da strapazzo non si azzarderebbe mai a fare una cosa simile, perchè vorrebbe dire suicidio politico + fine del proprio potere, che è l'ultima cosa che un regime vorrebbe accadesse.

destino
25-09-2009, 15.12.01
Qualcuno si rende conto di cosa vorrebbe dire, per una qualsiasi nazione, anche solo azzardarsi a pensare di lanciare un ordigno atomico verso qualcun altro, di questi tempi? anche fosse vero che gli iraniani puntono a costruirsi "la bbbomba", mica vuol dire che automaticamente si metterebbero a lanciare missili qua e la per dimostrare che sono una nazione powah. Se tutte le nazioni dotate di tali armi han continuate a fare guerra con armi convenzionali, un motivo c'è. Ed è usare la soluzione "bombardamento atomico a tappeto" come spauracchio. Persino il più fuori di testa fra i dittatorucoli da strapazzo non si azzarderebbe mai a fare una cosa simile, perchè vorrebbe dire suicidio politico + fine del proprio potere, che è l'ultima cosa che un regime vorrebbe accadesse.

infatti il rischio principale non è l'iran che lancia un'atomica a cazzo a giro per la terra, esattamente come è uno spauracchio la korea del nord che ha un'armamentario ridicolo in fin dei conti.
Il rischio nel breve e medio periodo è il panislamismo tanto sognato da quei pazzi di Ahmadinejad e del suo grande capo khamenei, con lo spauracchio del nucleare quindi un iran che impone la propria visione del mondo a tutto il resto dell'islam moderato, iniziando dalla siria fino a proseguire ai ben + laici giordania e egitto.
E' uno scenario che nessuno vuole, men che meno gli stati diretti interessati, figuriamo il mondo occidentale che si vedrebbe uno scontro di civiltà aizzato contro

Ghostkonrad
25-09-2009, 15.15.49
Certo, perchè l'Iran, ovviamente, non appena avrà possesso di arsenali nucleari comincierà subito a fare il tiro a segno con i paesi vicini, tanto per tirarsi addosso la reazione immediata di Europa, USA, Stati Uniti...
Non è un partita a Risiko, è una cosa un pò più complessa.
Se l'Iran vuole procurarsi il nucleare lo fa per avere il potere di deterrenza che esso garantisce, e in ogni caso, ci vorrebbe comunque molto tempo prima che ciò avvenga; in secondo luogo, ormai la vulgata corrente è che Ahmadinejad sia un razzista folle, mentre si sta dimostrando un politico decisamente furbo e capace di effettuare scelte diplomatiche di una certa finezza.
Chi ci garantisce che quando l'Iran avà il nucleare Amadinejad sarà ancora presidente? Sergio Romano faceva notare che l'Iran non è un paese del terzo mondo guidato da dittatori analfabeti: è un paese con una tradizione politica matura e consolidata, ben estranea ad atti di estremismo suicida come sarebbe un eventuale attacco nucleare; e faceva anche notare come l'economia del paese si trovi in uno stato disastoso e come le roboanti uscite di Ahmadinejad e le sue scelte in politica estera siano solo un modo per mascherare il fatto che il suo governo non è riuscito a far nulla per migliorare la situazione interna. Non è razzismo, ne panislamismo, è solo politica.

fppiccolo
25-09-2009, 15.37.57
ma anche no...all'iran potrebbe anche non importare di scomparire se a sua volta riuscisse a distruggere israele (il quale nuclearizzerebbe l'iran)...il problema è che si scatenerebbe una reazione a catene con conseguenze abbastanza ovvie...ed ad accendere la miccia potrebbe anche essere israele con la teoria dell'attacco preventivo...è una situazione difficile e sono cmq contrario alla nuclearizzazione totale...se porprio devi farlo distruggi gli impianti ma non la popolazione inerme

berserkdan
25-09-2009, 16.06.39
ma anche no...all'iran potrebbe anche non importare di scomparire se a sua volta riuscisse a distruggere israele (il quale nuclearizzerebbe l'iran)...il problema è che si scatenerebbe una reazione a catene con conseguenze abbastanza ovvie...ed ad accendere la miccia potrebbe anche essere israele con la teoria dell'attacco preventivo...è una situazione difficile e sono cmq contrario alla nuclearizzazione totale...se porprio devi farlo distruggi gli impianti ma non la popolazione inerme


no , sul serio, ma pensi che a parte qualche decina di pazzi che sarebbe contenta di farlo, il resto dei milioni di cittadini iraniani si farebbe nuclearizzare contento per distruggere israele?
:roll3::roll3::roll3::roll3::roll3:

Ubar
25-09-2009, 16.25.09
no , sul serio, ma pensi che a parte qualche decina di pazzi che sarebbe contenta di farlo, il resto dei milioni di cittadini iraniani si farebbe nuclearizzare contento per distruggere israele?
:roll3::roll3::roll3::roll3::roll3:

guarda che per lanciare una bomba atomica mica indicono le votazione eh :asd: Comunque sia penso che bisogna ragionare con la logica del contenimento, anche se la nazione piu pacifica al mondo, composta di bonari e saggi vecchietti che non farebbero male a una mosca, aquistasse una bomba atomica anche solo come soppramobile, sarei preoccupato. Ogni singola bomba atomica è una bomba di troppo, solo per il fatto di esistere, anche se sta ad arruginire (grazie a dio!) in un qualche bunker.

Per la risoluzione della crisi ho poca fiducia nella cominità internazionale, tanti bla bla e pochi fatti. Le possibilità che vedo sono tre: 1) Sanzioni qui, minacce la, Iran si dota dell'arma atomica e tutti a spostare ancora piu a destra la lancettà per l'orologio dell'apocalisse. 2) Instabilità politica del regime iraniano arriva al punto di rottura, elezioni democratiche o perlomeno un governo più ragionevole. 3) Azione di forza unilaterale da parte di Israele o ev. USA (anche se dubito che Obama seguirebbe i passi del suo predecessore), bombardamento dei centri di produzione e guerra convenzionale tra i due stati che finirebbe pari

Daniel_san
25-09-2009, 19.05.42
infatti il rischio principale non è l'iran che lancia un'atomica a cazzo a giro per la terra, esattamente come è uno spauracchio la korea del nord che ha un'armamentario ridicolo in fin dei conti.
Il rischio nel breve e medio periodo è il panislamismo tanto sognato da quei pazzi di Ahmadinejad e del suo grande capo khamenei, con lo spauracchio del nucleare quindi un iran che impone la propria visione del mondo a tutto il resto dell'islam moderato, iniziando dalla siria fino a proseguire ai ben + laici giordania e egitto.
E' uno scenario che nessuno vuole, men che meno gli stati diretti interessati, figuriamo il mondo occidentale che si vedrebbe uno scontro di civiltà aizzato contro

Evvai... :uiui:




:azz:

ding
26-09-2009, 02.23.28
no , sul serio, ma pensi che a parte qualche decina di pazzi che sarebbe contenta di farlo, il resto dei milioni di cittadini iraniani si farebbe nuclearizzare contento per distruggere israele?
:roll3::roll3::roll3::roll3::roll3:
ebbeh, sì, perchè sono i cittadini a decidere le strategie di guerra dei paesi, già :asd:

destino
26-09-2009, 07.57.36
il problema è che quei 10 pazzi in iran hanno le mani sul pulsantino rosso :asd:

http://images.corriere.it/Media/Foto/2009/09/26/fdg/giannelli.jpg

Zanarkander
27-09-2009, 19.44.22
http://www.mentecritica.net/wp-content/uploads/powell_bush_ahmadinejad_500.gif

peccato che è vecchia :sisi: vabbè, meglio tardi che mai :teach:

karuga
27-09-2009, 21.24.35
Ma quale nucluearizzazione [anche se ho apprezzato la clip di aliens:asd:].
Gli israeliani faranno partire una manciata di F-15, volo radente, un paio di bombe anti-bunker,Israele nega, l'Iran nega, gli USA fotografano montagne a caso scrivendoci sopra "Iranin nuke was here".

DonAldrigo
27-09-2009, 23.35.00
Penso che gli iraniani (stessa cosa per i nord coreani) vogliano la bomba per diventare inattaccabili. Pensano probabilmente che prima o poi un presidente americano gli farà fara la stessa fine di saddam, ma se si dotano della bomba nessuno sarebbe disposto ad attaccarli. In fondo saddam è stato attaccato non perchè aveva armi di distruzione di massa, ma perchè non ce le aveva. La bomba serve poi per prendere il predominio sugli altri stati islamici o perlomeno sul mondo sciita.
Comunque non credo che le sanzioni o la pressione internazionale possano dissuadere l'iran. Perchè qualsiasi cosa gli si offra non è paragonabile alla propria sopravvivenza (vedi sopra). Secondo me o si accetta che l'iran abbia armi nucleari oppure si usa la forza. Esiste però una terza via, tramare affinchè la repubblica islamica cada o perlomeno metterla sotto controllo dall'interno.

BESTIA_kPk
28-09-2009, 14.49.29
Penso che gli iraniani (stessa cosa per i nord coreani) vogliano la bomba per diventare inattaccabili. Pensano probabilmente che prima o poi un presidente americano gli farà fara la stessa fine di saddam, ma se si dotano della bomba nessuno sarebbe disposto ad attaccarli. In fondo saddam è stato attaccato non perchè aveva armi di distruzione di massa, ma perchè non ce le aveva. La bomba serve poi per prendere il predominio sugli altri stati islamici o perlomeno sul mondo sciita.

Hummm questa la vedo molto probabile.
Tra l'altro se devo preoccuparmi dell'atomica iraniana, dovrei farlo per tutte le nazioni che dispongano di ordigni atomici.

Ah, eviterei qualunque commento tipo "ma no, gli usa non lancerebbero mai un'atomica a cazzo" o simili [nuuu su hiroshima era fondamentale :japu: e poi... poi pure nagasaki -_-'].
Fidarsi a priori di chi ha in tasca una tecnologia simile, mi risulta dannatamente arduo.
Sono armi con uno scopo preciso, curiosamente stanno funzionando più per difesa/deterrente che per l'attacco, ma il succo è sempre quello.

ding
28-09-2009, 16.16.57
sì, come opzione è valida e già considerata, però boh... è il soggetto al governo che mi dà da pensare

Di0
28-09-2009, 16.30.10
Ah, eviterei qualunque commento tipo "ma no, gli usa non lancerebbero mai un'atomica a cazzo" o simili [nuuu su hiroshima era fondamentale :japu: e poi... poi pure nagasaki -_-'].
Fidarsi a priori di chi ha in tasca una tecnologia simile, mi risulta dannatamente arduo.
Sono armi con uno scopo preciso, curiosamente stanno funzionando più per difesa/deterrente che per l'attacco, ma il succo è sempre quello.

Be', dai, ad onor del vero voglio sperare che la maturita' sulla questione, da parte americana, sia notevolmente cresciuta rispetto a 50 anni fa, quando oltretutto gli effetti delle armi atomiche erano pressoche' sconosciuti pure a quelli che le avevano progettate (pensavano di ripararsi dalle radiazioni usando occhiali con filtri UV o qualcosa di molto simile). :D
Al di la' dell'utilita' o meno, dibattito che viene trascinato avanti a fasi alterne de decenni, di sicuro ora si ha una comprensione maggiore di quello che l'arma atomica e il suo uso significano. Mica per nulla, abbiamo avuto due superpotenze che si sono stuzzicate per 40 anni con migliaia di testate atomiche vicendevolmente puntate, ma senza mai arrivare davvero ad usarle (e nemmeno tanto vicini a farlo, checche' se ne dica, Crisi di Cuba compresa).

Che poi, tornando al dunque, impianto nucleare "segreto"? :asd:
Nessuno costruisce un impianto nucleare per tenerlo "segreto", tranne forse negli spy-movie dove i cattivi vogliono distruggere il mondo con la "Bombona!!1!", bello pero' che si dia questa visione attraverso i media, perche' una cosa "segreta" e' piu' minacciosa, piu' pericolosa, piu' malvagia. Ed e' sconsolante che ancora qualcuno ci creda. :D
Non mi pare che Ahmaddinejhad (perdonate lo spelling) abbia mai fatto segreto delle sue intenzioni di costruire quanti piu' impianti nucleari possibile: ora che fa? E' imbarazzato del suo lavoro? :asd:

Oh, poi magari e' solo lo stesso impianto copiato col photoshop. Controllate l'illuminazione! :asd:

destino
28-09-2009, 16.30.40
hiroshima e nagasaki erano dimostrazioni al mondo della nuova arma in possesso dagli stati uniti.
Triste ma semplicemente vero

Di0
28-09-2009, 16.33.54
hiroshima e nagasaki erano dimostrazioni al mondo della nuova arma in possesso dagli stati uniti.
Triste ma semplicemente vero
E perche' non avevano le capacita' per farne altre e non c'ero io al governo, altrimenti ci sarebbero finiti di mezzo pure Berlino, Bonn, Monaco e Tokyo. Bisogna essere equanimi nelle decisioni importanti, lo disse Re Salomone. :asd:

Ubar
28-09-2009, 16.36.26
E perche' non avevano le capacita' per farne altre e non c'ero io al governo, altrimenti ci sarebbero finiti di mezzo pure Berlino, Bonn, Monaco e Tokyo. Bisogna essere equanimi nelle decisioni importanti, lo disse Re Salomone. :asd:

no dai tralascia almeno monaco, ci abita il mio nonnino :(


Edit: :mumble: ma la germania non si era già arresa quando c'é stato il bombardamento atomico?

Di0
28-09-2009, 16.41.09
no dai tralascia almeno monaco, ci abita il mio nonnino :(


Be', scherzi a parte, Monaco e' la mia citta' preferita di sempre. Pero' no: tutto parti' dal Putsch a Monaco, mi dispiace ma il valore simbolico della citta' e' troppo elevato per farmi resistere alla tentazione di vaporizzarla, in un eventuale gioco di ruolo storico. :asd:



Edit: :mumble: ma la germania non si era già arresa quando c'é stato il bombardamento atomico?
Non ricordo la cronologia precisa, cosi' fosse mi sarei incazzato molto tanto parecchio con gli scienziati del Manahattan Project. Cazzo mi dai a fare l'arma "Fine-del-mondo" se non la posso usare a gagganella sui Nazisti Cattivi (considerando poi che il 50% di loro era tedesco, vuoi mettere la soddisfazione). :|

destino
28-09-2009, 16.46.52
giappone ---> isola
germania ---> regione centrale di uno scacchiere importante come l'europa, con vicino francia e inghilterra e polonia paesi alleati.

Non era esattamente la stessa cosa eh :asd:

Di0
28-09-2009, 16.53.23
Danni Collaterali.

Poi, come detto, gli effetti a lungo termine non li avevano ancora manco immaginati, e poi suvvia: 3 bombette atomiche da 20 kTon, non avrebbero fatto poi cosi' male. Da passerotto! Anche se io ne avrei usate 2 per citta',meglio andare sul sicuro, metti che una fa cilecca, che figura ci fai con gli abitanti della citta'.

Ubar
28-09-2009, 16.55.01
ma mosca e stalingrado no? attacco preventivo contro un comunismo nascente!

ok stronzata, nel 45 era tutt'altro che nascente :asd:

DonAldrigo
28-09-2009, 20.17.08
no dai tralascia almeno monaco, ci abita il mio nonnino :(


Edit: :mumble: ma la germania non si era già arresa quando c'é stato il bombardamento atomico?

Per quando fu pronta la prima bomba atomica la germania si era già arresa.
Usare la bomba atomica sul giappone aveva tre scopi:
1) Far finire una guerra che sarebbe altrimenti durata almeno altri due anni (il piano americano per l'invasione del giappone prevedeva due fasi, la seconda della quale aveva inizio nel 46 ma che sarebbe durata chissà quanto).
2) Vedere quali erano isuoi veri effetti.
3) Spaventare i russi, i quali se avessero voluto avrebbero potuto marciare sul resto d'europa senza che nessuno li fermasse.
Forse i primi due risultati si potevano ottenere anche senza sganciare la bomba, ma il terzo no. In effetti la corsa agli armamanti nucleari è iniziata in un primo momento proprio come risposta alla superiorità schiacciante dell'armata rossa, per poi prendere un senso ed una logica proprio.

Ghostkonrad
29-09-2009, 16.32.48
Linko la risposta di Sergio Romano sul Corsera ad una lettera che aveva come argomento l'intervento di Ahmadinejad all'ONU. Penso che sia importante per recuperare un minimo di misura nei giudizi:

Il discorso di Ahmadinejad all'assemblea dell'ONU. (http://www.corriere.it/romano/)
Da Corriere.it

Ape_Africanizzata
29-09-2009, 17.20.13
Linko la risposta di Sergio Romano sul Corsera ad una lettera che aveva come argomento l'intervento di Ahmadinejad all'ONU. Penso che sia importante per recuperare un minimo di misura nei giudizi:

Il discorso di Ahmadinejad all'assemblea dell'ONU. (http://www.corriere.it/romano/)
Da Corriere.it


Perfetto

destino
29-09-2009, 17.23.40
anche queste dichiarazioni non lasciano dubbi sulle intenzioni iraniane

Iran: programma nucleare, non si discute - Corriere della Sera (http://www.corriere.it/esteri/09_settembre_29/iran-colloqui-ginevra-programma-nucleare_127dc646-acf4-11de-a07d-00144f02aabc.shtml)

Ape_Africanizzata
29-09-2009, 17.52.57
Comunque ha ragione. Di fatto l' Iran viene privato di una sua prerogativa sulla base di cosa?

destino
29-09-2009, 17.58.19
sulla base che la comunità internazionale non vuole che l'iran possegga una bomba atomica, quindi visto che dichiarano che loro il nucleare lo useranno solo per scopi civili, non dovrebbero avere alcun problema a far visitare tutti i loro siti agli ispettori internazionali.

Ovviamente il fatto che costruiscano impianti segreti non gioca a loro favore :asd:

Ubar
29-09-2009, 18.01.13
esatto, piu o meno per lo stesso motivo non mi crea problemi che lugano sia piena di telecamere di sorveglianza 1) perchè non mi riprendono sotto la doccia (esattamente come gli ispettori non vanno a ficcare il naso in faccende al di fuori dall'argomento nucleare) e 2) perchè non ho nulla da nascondere (e poichè l'iran si oppone strenuamente al far venire gli ispettori la cosa puzza un po)

destino
29-09-2009, 18.08.57
inoltre l'iran è una dei firmatari del NPT ( Treaty on the Non-Proliferation of Nuclear Weapons)

Nuclear Non-Proliferation Treaty - Wikipedia, the free encyclopedia (http://en.wikipedia.org/wiki/Nuclear_Non-Proliferation_Treaty)

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/0/01/NPT_Participation.svg/800px-NPT_Participation.svg.png

(in verde chi ha ratificato l'accordo)



Il Trattato di non proliferazione nucleare (TNP) è un trattato internazionale sulle armi nucleari che si basa su tre principi: disarmo, non proliferazione e uso pacifico del nucleare. Il trattato proibisce agli stati firmatari "non-nucleari" (ovvero che non possiedono armi nucleari) di procurarsi tali armamenti e agli stati "nucleari" di fornir loro tecnologie nucleari belliche.
Inoltre il trasferimento di tecnologie nucleari per scopi pacifici (fortemente incoraggiato dal TNP) deve avvenire sotto il controllo della AIEA (Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica).


quindi non è che possono fare come pare e piace a loro.

D'altro canto, una loro fuoriuscita da quel trattato sarebbe la prova concreta che vogliono creare una bomba atomica

Ape_Africanizzata
29-09-2009, 18.17.49
Ok, la firma dell' NTP in effetti è un qualcosa di importante, perchè rappresenta una limitazione alla propria sovranità. In assenza di quella firma la volontà della comunità internazionale sarebbe stata una baggianata