PDA

Visualizza versione completa : Pagina su Repubblica



Maharet
08-07-2009, 11.10.26
PAGINA SU REPUBBLICA (http://paginasurepubblica.blogspot.com/)

E' in edicola. Sono orgogliosa di avervi potuto partecipare.

http://3.bp.blogspot.com/_OOlAGY8OrHs/SlPu2-VSrZI/AAAAAAAAJSM/R5sC9CcRxMg/S1600-R/aaa.jpg

Doc Zeius
08-07-2009, 11.32.12
Sul corriere avrebbe sicuramente avuto più senso

Maharet
08-07-2009, 11.33.40
Sul corriere avrebbe sicuramente avuto più senso

Ma anche no :D
E perche' poi?

Doc Zeius
08-07-2009, 11.35.25
Ma anche no :D
E perche' poi?



Prendere posizione contro berlusconi su un giornale che è universalmente riconosciuto come di sinistra che senso ha?

Maharet
08-07-2009, 11.43.11
Ha senso forse perche' gli attacchi di berlusconi sono stati rivolti a repubblica, e non al corriere? Nella fattispecie?
In merito alle pubblicita', hai presente?

Doc Zeius
08-07-2009, 11.46.28
Ha senso forse perche' gli attacchi di berlusconi sono stati rivolti a repubblica, e non al corriere? Nella fattispecie?
In merito alle pubblicita', hai presente?




Certamente, ma chi legge repubblica, già pensa male di berlusconi, non c'è assolutamente bisogno di ribadirlo.

Mister X
08-07-2009, 11.50.59
Già oggi?? Vado a fare un giro in edicola...

Maharet
08-07-2009, 12.00.12
Certamente, ma chi legge repubblica, già pensa male di berlusconi, non c'è assolutamente bisogno di ribadirlo.

Repetita iuvant.

Per non parlar del fatto che una cosa e' che lo dica Ezio Mauro, una cosa e' un'iniziativa popolare che ha un valore molto diverso.

destino
08-07-2009, 12.50.35
2 cose da dire sul fatto.
La prima è che reputo vergognose e pericolose quelle dichiarazioni di berlusconi, quindi l'iniziativa di Repubblica è lodevole cosi come la gente che vi ha partecipato.
La seconda è che però Repubblica e l'Espresso hanno a mio avviso sinceramente rotto il cazzo con sta campagna mediatica tutta basata sui pruriti sessuali del premier

Maharet
08-07-2009, 13.07.54
Mah, veramente non e' SOLO basata sui pruriti sessuali del premier, che per altro sono assolutamente considerabili un fatto politico e non puramente gossipari, di conseguenza piuttosto importanti.
Ti basti considerare un esempio lampante che spiega quanto affermo: il DDL sulla prostituzione della Carfagna («Se la prostituzione come tale deve considerarsi fenomeno di allarme sociale, non può ammettersi un distinto trattamento fra chi la eserciti e chi se ne avvalga (il cliente)»). Berlusconi lo appoggio' fortemente, ricordi? Quello che vorrebbe introdurre pene per gli "utilizzatori finali". Il DDL, negli ultimi giorni, e' stato tuttavia improvvisamente bloccato.
Non credo che questi fatti abbiano bisogno di interpretazione.
O i voli di stato secretati. Lo sai, vero?
O la farfallina di Susanna Petruni (e di tante altre). Ed in generale la possibilita' che si scambino favori sessuali in cambio di cariche politiche o di rilievo nel mondo dell'informazione.
Ho scritto "possibilita'", bada bene, che ritengo tuttavia dovrebbe essere verificata, una volta gettata l'ombra di un tutt'altro che fumoso sospetto.
O il lodo alfano, che impedisce che venga processato.
O i problemi di governabilita' del paese che da queste storie sono risultati evidenti, per non parlare dei rapporti con l'estero.
Sono tutti fatti politici, questi, legati ANCHE ai pruriti sessuali di un premier che appare afflitto da satirismo, malattia che puo' compromettere e non di poco le sue scelte politiche. E finche' questi sospetti, che sono ben lungi alla luce dei fatti poter essere tacciati di paranoia, non potranno essere vagliati il fatto resta politico, signorsi'.

Doc Zeius
08-07-2009, 13.16.17
La seconda è che però Repubblica e l'Espresso hanno a mio avviso sinceramente rotto il cazzo con sta campagna mediatica tutta basata sui pruriti sessuali del premier




Scrivono quello che la loro utenza vuole leggere, come tutti i giornali.

Steve
08-07-2009, 13.20.17
Il problema non è cosa Berlusconi faccia nella sua vita privata e con chi vada a letto (a pagamento e non).

Il problema è la SEDE, villa certosa è diventato un luogo istituzionale coperto da segreto di stato, dove Berlusconi incontra capi di stato, vengono svolte riunioni ufficiali, etc....etc

Maharet
08-07-2009, 13.22.52
Scrivono quello che la loro utenza vuole leggere, come tutti i giornali.

Io leggo un giornale (e a dire la verita' non solo non sono una lettrice di Repubblica, sai com'e', de benedetti non e' mai stato uno dei miei riferimenti, ma di giornali ne leggo TANTI) per essere informata. Per sapere le cose. Questo e' quello che tutta l'utenza dovrebbe voler leggere. A parte quella che tiene volontariamente il prosciutto sugli occhi, e' chiaro :)
Fermo restando che un attentato alla liberta' di stampa non e' cosa che riguardi solo repubblica, ma qualsiasi testata di qualsiasi orientamento.

sara_bleeckerst
08-07-2009, 13.25.01
Scrivono quello che la loro utenza dovrebbe leggere

fixed :teach:

Doc Zeius
08-07-2009, 13.35.49
Io leggo un giornale (e a dire la verita' non solo non sono una lettrice di Repubblica, sai com'e', de benedetti non e' mai stato uno dei miei riferimenti, ma di giornali ne leggo TANTI) per essere informata. Per sapere le cose. Questo e' quello che tutta l'utenza dovrebbe voler leggere. A parte quella che tiene volontariamente il prosciutto sugli occhi, e' chiaro :)
Fermo restando che un attentato alla liberta' di stampa non e' cosa che riguardi solo repubblica, ma qualsiasi testata di qualsiasi orientamento.


Benissimo, infatti come tu stessa mi confermi, non sei cliente di repubblica, proprio perché ti interessa informarti.

Maharet
08-07-2009, 13.41.10
Benissimo, infatti come tu stessa mi confermi, non sei cliente di repubblica, proprio perché ti interessa informarti.

No, ho inteso dire che non leggo SOLO Repubblica, ma per avere un'informazione a tutto tondo leggo MOLTI quotidiani, indipendenti o meno che siano. Soprattutto indipendenti, a dire il vero.
Mai ho scritto tuttavia quello che tu intendi: ossia che Repubblica faccia disinformazione e che pertanto per informarmi debba scartarla.
Repubblica FA informazione, e quello che sta facendo negli ultimi tempi in particolare e' degno di rispetto. Resto critica nei confronti della testata come lo sono nei confronti delle altre, quelle che piu' quelle che meno, per diversi motivi, ma credo in un pluralismo dell'informazione, fermamente.
Non manipolare quello che ho scritto, pls, non ce n'e' affatto bisogno.

Doc Zeius
08-07-2009, 13.46.46
Fa poca informazione e molta propaganda, come tutti i giornali politicamente schierati.

Maharet
08-07-2009, 14.01.10
Fa poca informazione e molta propaganda, come tutti i giornali politicamente schierati.

questo e' un tuo personalissimo giudizio. opinabile, per altro.
Resta valido il senso critico del lettore, in grado di leggere l'informazione e non la propaganda.
Bisogna poi vedere quanto si confonde la propaganda con la verita' scomoda.

Doc Zeius
08-07-2009, 14.10.00
questo e' un tuo personalissimo giudizio. opinabile, per altro.
Resta valido il senso critico del lettore, in grado di leggere l'informazione e non la propaganda.
Bisogna poi vedere quanto si confonde la propaganda con la verita' scomoda.




Informazione è portare i lettori a conoscenza di un fatto, non incentrare tutto su quante ragazze si è trombato berlusconi, quanto ha pagato, per quali servizi, se è rimasto soddisfatto.

Maharet
08-07-2009, 14.12.27
Informazione è portare i lettori a conoscenza di un fatto, non incentrare tutto su quante ragazze si è trombato berlusconi, quanto ha pagato, per quali servizi, se è rimasto soddisfatto.

No, e' informazione anche quella, sorry. E di rilevanza politica, per i motivi che ho illustrato precedentemente. L'unico in assoluto a non considerarle notizie e' Minzolini, e il perche' si spiega da solo.
Ah, per inciso: "il se e' rimasto soddisfatto" e' una tua chiosa, ma non e' cosa che ho letto da alcuna parte su repubblica. Ne' sono argomenti trattati solo da repubblica, per altro, sia in italia che all'estero.

Ape_Africanizzata
08-07-2009, 14.14.32
Secondo me si potrebbe chiamare informazione di basso livello. Ma anche repubblica deve adeguarsi al livello culturale dell' Italia...

Starman860
08-07-2009, 14.18.59
Quindi Zeius la maggior parte dei giornali d'Europa son schierati a sinistra e "antiberlusconiani"? (termine che odio)
No perchè le cose che scrive Repubblica vanno paro paro (e a volte anche con interviste e approfondimenti in più) sui giornali di tutto il continente.

Maharet
08-07-2009, 14.22.20
Secondo me si potrebbe chiamare informazione di basso livello. Ma anche repubblica deve adeguarsi al livello culturale dell' Italia...

Per curiosita', definisci informazione di alto e basso livello.

Doc Zeius
08-07-2009, 14.22.46
No, e' informazione anche quella, sorry. E di rilevanza politica, per i motivi che ho illustrato precedentemente. L'unico in assoluto a non considerarle notizie e' Minzolini, e il perche' si spiega da solo.
Ah, per inciso: "il se e' rimasto soddisfatto" e' una tua chiosa, ma non e' cosa che ho letto da alcuna parte su repubblica. Ne' sono argomenti trattati solo da repubblica, per altro, sia in italia che all'estero.




E' propaganda sulla base di un'informazione vera, intorno alla quale viene costruito un mondo di gossip (che magari sarà anche in gran parte vero) senza alcuna rilevanza, ma che è quello che fa leggere il giornale alle persone.

Maharet
08-07-2009, 14.24.20
E' propaganda sulla base di un'informazione vera, intorno alla quale viene costruito un mondo di gossip (che magari sarà anche in gran parte vero) senza alcuna rilevanza, ma che è quello che fa leggere il giornale alle persone.

e questo te l'hanno detto le persone che leggono il giornale? Perche' vedi, io ti sto dicendo l'esatto contrario, di per mio.
Tu che leggi?
definisci gossip, cortesemente, e fai un esempio dello stesso in relazione agli eventi di cui stiamo parlando.

Doc Zeius
08-07-2009, 14.25.58
Quindi Zeius la maggior parte dei giornali d'Europa son schierati a sinistra e "antiberlusconiani"? (termine che odio)
No perchè le cose che scrive Repubblica vanno paro paro (e a volte anche con interviste e approfondimenti in più) sui giornali di tutto il continente.




Come ho già scritto, il fatto che il primo ministro di uno stato membro del g8 vada ufficialmente a puttane è un fatto che fa gola a tutti.

E riportarlo e discuterne è giusto e sacrosanto, così come il chiederne le dimissioni.

Quello che contesto è basare tutto su quello

Mister X
08-07-2009, 14.26.29
Una sola cosa des: questa iniziativa non è nata da La Repubblica ma è stata ideata e finanziata da cittadini comuni (magari con simpatia da parte della redazione, questo sì).

Maharet
08-07-2009, 14.27.42
E poi soggiungo e chiudo: in che modo le abitudini libidinose di berlusconi hanno a che fare con il suo invito ad andare contro l'art. 21 della Costituzione?
Perche' l'argomento del topic era questo, non la delegittimazione di Repubblica.

Elendil_1
08-07-2009, 14.27.51
zeus, ma la capacità di replicare al post di maharet che spiega perché NON è una questione senza rilevanza ce l'hai o è come dici tu per diritto divino?
Perchè finora il tuo argomento è "è irrilevante perché è irrilevante".

Doc Zeius
08-07-2009, 14.30.29
zeus, ma la capacità di replicare al post di maharet che spiega perché NON è una questione senza rilevanza ce l'hai o è come dici tu per diritto divino?
Perchè finora il tuo argomento è "è irrilevante perché è irrilevante".



Ma chi dice che è una questione senza rilevanza?


Ho scritto che è giusto parlarne e anche che sia giusto chiederne le dimissioni.

Ho solo criticato l'eccessivo fetecismo nel gossip che attornia la vicenda e la scelta di mettere un messaggio del genere (che mi sono ben guardato dal criticare) su un giornale di parte.

Ape_Africanizzata
08-07-2009, 14.40.51
Per curiosita', definisci informazione di alto e basso livello.

A me sembra che repubblica sia un giornale sempre meno trasparente e che conduca le sue battaglie su una logica di opportunità e non di moralità, tutto qui
D' altra parte il fatto che faccia parte di un gruppo posseduto dall' acerrimo nemico di Berlusconi non è una invenzione di Ghedini e soci, ma è la pura verità. Di conseguenza sono portato a credere che il tipo di informazioni date ed il timing con cui vengono pubblicate siano mosse da intenti diversi che l'eserizio del diritto di informare. E così, ai miei occhi, gli editoriali di uno come d'Avanzo perdono gran parte del loro valore, perchè so che sono mossi da un intendo ulteriore rispetto alla sola ( giustissima ) critica dal punto di vista morale per i comportamenti del premier

Maharet
08-07-2009, 15.04.03
A me sembra che repubblica sia un giornale sempre meno trasparente e che conduca le sue battaglie su una logica di opportunità e non di moralità, tutto qui
D' altra parte il fatto che faccia parte di un gruppo posseduto dall' acerrimo nemico di Berlusconi non è una invenzione di Ghedini e soci, ma è la pura verità. Di conseguenza sono portato a credere che il tipo di informazioni date ed il timing con cui vengono pubblicate siano mosse da intenti diversi che l'eserizio del diritto di informare. E così, ai miei occhi, gli editoriali di uno come d'Avanzo perdono gran parte del loro valore, perchè so che sono mossi da un intendo ulteriore rispetto alla sola ( giustissima ) critica dal punto di vista morale per i comportamenti del premier

Questo e' un discorso che immagino si possa applicare anche alla stampa estera che sta trattando la cosa, vero?
Ora, mi sfugge il senso di una cosa. In che modo "il tipo di informazioni date ed il timing con cui vengono pubblicate" se corrispondenti al vero (e riportate anche da altre testate con lo stesso timing, mi viene da citare il Corriere fra le altre per un puro discorso di target) possono essere considerate "informazioni di minor valore" perche' "mosse da intenti diversi" (quali?)?
Perche' vedi... "intendi diversi" possono essere attribuiti, se e' per questo, anche agli altri media, nel non pubblicare (mi torna minzolini in mente).
Ora, vediamo un attimo D'Avanzo.
Viene dal Corriere, e dal Corriere e' stato piu' volte difeso. Accusato piu' volte di utilizzare fonti illecite, di falsa testimonianza e di collaborazione con servizi segreti, interni e polizia, sempre prosciolto. In particolare faccio riferimento agli eventi dell'85, ma non solo.
Vorrei ricordare Cossiga, che mette d'avanzo e travaglio nel sacco chiedendosi se non sia il caso di inserirli nel libro paga del SISDE.
Tutte informazioni buttate li' che inquadrano un giornalista non propriamente individuabile fra i meno informati, piu' gossipari e asservibili che la storia italiana ricordi.
Ora, il Corriere e' notoriamente di sinistra? Se d'avanzo scrivesse le stesse cose sul corriere (per il quale ha scritto per molto tempo) sarebbe piu' o meno credibile?

Elendil_1
08-07-2009, 15.14.24
A me sembra che repubblica sia un giornale sempre meno trasparente e che conduca le sue battaglie su una logica di opportunità e non di moralità, tutto qui
D' altra parte il fatto che faccia parte di un gruppo posseduto dall' acerrimo nemico di Berlusconi non è una invenzione di Ghedini e soci, ma è la pura verità. Di conseguenza sono portato a credere che il tipo di informazioni date ed il timing con cui vengono pubblicate siano mosse da intenti diversi che l'eserizio del diritto di informare. E così, ai miei occhi, gli editoriali di uno come d'Avanzo perdono gran parte del loro valore, perchè so che sono mossi da un intendo ulteriore rispetto alla sola ( giustissima ) critica dal punto di vista morale per i comportamenti del premier

Vorrei ricordare per esempio l'inchiesta di Repubblica sull'affaire Telekom Serbia, che mise tanto tanto in difficoltà Berlusconi

Ape_Africanizzata
08-07-2009, 15.16.10
Questo e' un discorso che immagino si possa applicare anche alla stampa estera che sta trattando la cosa, vero?
Certamente. Tra l'altro io al complotto contro Berlusconi ci credo. Non perchè voglia difenderlo, ma perchè mi sembra comprensibile che faccia comodo far cadere Berlusconi, dato che il ruolo dell' Italia è fondamentale per l' europa, travalica i confini nazionali insomma. Ritengo squallido che si debba intervenire puntanto il dito sui suoi contestabili appetiti sessuali quando dovrebbe cadere per la sua assoluta incapacità di governare: ma lo squallore della strategia dei giornali è un riflesso dello squallore degli italiani che a quanto pare si indignano solo così

Ora, mi sfugge il senso di una cosa. In che modo "il tipo di informazioni date ed il timing con cui vengono pubblicate" se corrispondenti al vero (e riportate anche da altre testate con lo stesso timing, mi viene da citare il Corriere fra le altre per un puro discorso di target) possono essere considerate "informazioni di minor valore" perche' "mosse da intenti diversi" (quali?)?
Perche' vedi... "intendi diversi" possono essere attribuiti, se e' per questo, anche agli altri media, nel non pubblicare (mi torna minzolini in mente). Gli intenti diversi sono quelli di far cadere Berlusconi o di fargli perdere popolarità. Così come gli intenti diversi di Minzolini sono quelli di proteggere Berlusconi anche se dichiara che non ha pubblicato delle notizie per dovere di garanzia nei confronti di un uomo che ancora prima che premier è un cittadino e bla bla bla...nel calderone, come vedi, io ci metto tutti, senza distinzione. Infatti in Italia non so dirti un giornale che secondo me fa una buona informazione....forse La Stampa

Ora, vediamo un attimo D'Avanzo.
Viene dal Corriere, e dal Corriere e' stato piu' volte difeso. Accusato piu' volte di utilizzare fonti illecite, di falsa testimonianza e di collaborazione con servizi segreti, interni e polizia, sempre prosciolto. In particolare faccio riferimento agli eventi dell'85, ma non solo.
Vorrei ricordare Cossiga, che mette d'avanzo e travaglio nel sacco chiedendosi se non sia il caso di inserirli nel libro paga del SISDE.
Tutte informazioni buttate li' che inquadrano un giornalista non propriamente individuabile fra i meno informati, piu' gossipari e asservibili che la storia italiana ricordi.
Mai detto che lo sia.

Ora, il Corriere e' notoriamente di sinistra? Se d'avanzo scrivesse le stesse cose sul corriere (per il quale ha scritto per molto tempo) sarebbe piu' o meno credibile?

Sarebbe ugualmente poco credibile. Non è che se la Repubblica è di sinistra e va contro Berlusconi ( come se andare contro Berlusconi fosse una questione di colore politico) allora chi ci scrive non abbia credibilità.Io non la penso così...se tu pensi questo di quello che ho scritto hai già un pregiudizio ideologico nei miei confronti e continuare a discutere non avrebbe senso

Ape_Africanizzata
08-07-2009, 15.20.18
Vorrei ricordare per esempio l'inchiesta di Repubblica sull'affaire Telekom Serbia, che mise tanto tanto in difficoltà Berlusconi

Scusa, cosa centra con il discorso?

Mister X
08-07-2009, 15.38.00
Intanto c'è già un articolo: I lettori comprano una pagina su Repubblica "Chiedere di non dare pubblicità è illiberale" - Politica - Repubblica.it (http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/politica/berlusconi-divorzio-12/pagina-pubblicitaria/pagina-pubblicitaria.html)

Maharet
08-07-2009, 15.38.33
Sarebbe ugualmente poco credibile. Non è che se la Repubblica è di sinistra e va contro Berlusconi ( come se andare contro Berlusconi fosse una questione di colore politico) allora chi ci scrive non abbia credibilità.Io non la penso così...se tu pensi questo di quello che ho scritto hai già un pregiudizio ideologico nei miei confronti e continuare a discutere non avrebbe senso

No, tu hai detto che perde valore quello che scrive perche' lo fa nella cornice di una testata che fa parte di un gruppo di appartenenza ad uno degli acerrimi nemici di berlusconi. La mia domanda percio' e' legittima: se scrivesse le stesse cose per un'altra testata avrebbe lo stesso ai tuoi occhi minor valore?
Per il resto: a me sembra francamente che ci si sia focalizzati volontariamente o meno sulle notizie afferenti al rapporto di berlusca con la topa, mentre a dire il vero la stessa repubblica non e' stata parca di informazioni di altro genere a suo riguardo, notizie che pero' curiosamente vengono ignorate rispetto a quelle, in secondo piano da diverso tempo, sugli scandali sessuali. Che poi insisto: solo sessuali non sono.
Ora, se l'intento di repubblica, piu' o meno dichiarato, sia quello di contribuire alla caduta di berlusconi e se raccontare dei fatti inopinabili portandoli alla luce sia di concerto a tale intento io non vedo perche' questo debba risultare in un minor valore dei fatti appunto riportati.
Insomma, semplificando all'eccesso:
X odia Y. K no. Z lo sa. Y commette un reato. X e K lo dicono a Z. Perche' quello che dice X ha meno valore di quello che dice K?

Doc Zeius
08-07-2009, 15.46.52
Certamente. Tra l'altro io al complotto contro Berlusconi ci credo. Non perchè voglia difenderlo, ma perchè mi sembra comprensibile che faccia comodo far cadere Berlusconi, dato che il ruolo dell' Italia è fondamentale per l' europa, travalica i confini nazionali insomma. Ritengo squallido che si debba intervenire puntanto il dito sui suoi contestabili appetiti sessuali quando dovrebbe cadere per la sua assoluta incapacità di governare: ma lo squallore della strategia dei giornali è un riflesso dello squallore degli italiani che a quanto pare si indignano solo così





La penso esattamente come te

Ape_Africanizzata
08-07-2009, 15.48.07
No, tu hai detto che perde valore quello che scrive perche' lo fa nella cornice di una testata che fa parte di un gruppo di appartenenza ad uno degli acerrimi nemici di berlusconi. La mia domanda percio' e' legittima: se scrivesse le stesse cose per un'altra testata avrebbe lo stesso ai tuoi occhi minor valore? Diciamo che il fatto che Repubblica faccia capo a de benedetti rafforza la mia convinzione, ma non è l'elemento che mi fa dire che fa una informazione di minor valore su Berlusconi. Per questo dico che se fosse stato il corriere non sarebbe cambiato il mio punto di vista


Ora, se l'intento di repubblica, piu' o meno dichiarato, sia quello di contribuire alla caduta di berlusconi e se raccontare dei fatti inopinabili portandoli alla luce sia di concerto a tale intento io non vedo perche' questo debba risultare in un minor valore dei fatti appunto riportati.
Insomma, semplificando all'eccesso Già per il fatto che ci sarebbero altri argomenti più meritevoli di cui parlare per far cadere berlusconi. Avrei preferito che le 10 domande avessero riguardato, piuttosto che le sue abitudini sessuali ( che è vero, hanno un rilievo istituzionale), i suoi rapporti con la mafia

destino
08-07-2009, 15.50.46
Mah, veramente non e' SOLO basata sui pruriti sessuali del premier, che per altro sono assolutamente considerabili un fatto politico e non puramente gossipari, di conseguenza piuttosto importanti.


ti rispondo per punti




Ti basti considerare un esempio lampante che spiega quanto affermo: il DDL sulla prostituzione della Carfagna («Se la prostituzione come tale deve considerarsi fenomeno di allarme sociale, non può ammettersi un distinto trattamento fra chi la eserciti e chi se ne avvalga (il cliente)»). Berlusconi lo appoggio' fortemente, ricordi? Quello che vorrebbe introdurre pene per gli "utilizzatori finali". Il DDL, negli ultimi giorni, e' stato tuttavia improvvisamente bloccato.


su questo punto sono in disaccordo col governo e con le proposte della Carfagna, visto che io punterei ad una legalizzazione della prostituzione e al ritorno delle case chiuse con controlli sanitari specifici per tutte le prostitute.
Relativamente al discorso Berlusconi invece, se lo stesso non era a conoscenza che quella ragazza fosse una escort non vedo dove sia l'incongruenza, lui da allocco credeva di averla affascinata col suo charme e invece lei prendeva mazzette da un altro (sperando tra l'altro di riuscire ad ottenere favori politici)
Quindi da questo punto di vista lo vedo solo come gossip.
Altro discorso invece sono i dubbi sollevati dal Corriere, relativi al problema sicurezza, chi ci dice che i servizi segreti stranieri non abbiamo mai mandato in una di queste feste private una mata hari che abbia estorto segreti sensibili per la sicurezza e il benessere dell'italia?



O i voli di stato secretati. Lo sai, vero?


i voli di stato secretati è una minchiata, non serve a niente ed è un errore politico, questo però non toglie che anche li mi sembra uno scandalo da 4 soldi.
E' sicuramente una bruttissima abitudine usare i voli di stato (dove lo stesso berlusconi era presente) per portarsi a spasso altra gente come Apicella e ballerine varie, ma dal punto di vista dei soldi spesi dal contribuente una volta che il volo parte non cambia niente.
Altro discorso ovviamente se si sono usati voli di stato per accompagnare gente in sardegna senza la presenza del presidente del consiglio, ma questo non mi risulta dalle carte uscite.



O la farfallina di Susanna Petruni (e di tante altre). Ed in generale la possibilita' che si scambino favori sessuali in cambio di cariche politiche o di rilievo nel mondo dell'informazione.
Ho scritto "possibilita'", bada bene, che ritengo tuttavia dovrebbe essere verificata, una volta gettata l'ombra di un tutt'altro che fumoso sospetto.


ecco, questo a mio avviso è gossip e della peggior specie, io vorrei basarmi sui fatti, il fatto che il signor Berlusconi regali farfalline a donne di tutte le età a me sinceramente non interessa. Cosi come mi sembra assolutamente vergognoso dire che la Carfagna è la puttana del premier senza avere uno straccio di prova in mano.
Sono queste le dicerie e le cattiverie che segano le gambe in politica, se sei un minimo bella allora hai scalato le vette del successo grazie ai pompini che hai elargito in giro, a me sembra un ragionamento prettamente maschilista da cui voglio rifuggiere a meno di non avere prove schiaccianti contro.



O il lodo alfano, che impedisce che venga processato.


Il lodo Alfano è un errore, ma cosi come è stato un errore quello di abolire l'immunità parlamentare nel 1993, da li nascono tutti questi problemi. Il cittadino ha diritto di essere informato che un politico è indagato per determinati reati, cosi come lo stesso ha il diritto di rimanere nel suo posto e continuare a governare, se lo ritiene opportuno (può anche decidere per coerenza o perchè vuole fare quanto prima chiarezza di dimettersi, ma quella è una scelta sua), a maggior ragione in un sistema maggioritario come è diventato quello italiano dove viene votato nei fatti direttamente il candidato premier alle elezioni politiche



O i problemi di governabilita' del paese che da queste storie sono risultati evidenti, per non parlare dei rapporti con l'estero.


problemi di governabilità sinceramente non ne vedo, per i rapporti con l'estero sono sempre gli stessi, andiamo a guardare negli anni 70 come dipingevano l'italia i giornali tedeschi i giornali inglesi, ai tempi di Forlani e DeMita, o anche ai tempi di Craxi. Il fatto è che i giornali stranieri spesso hanno interesse a dipingere l'italia come un'italietta, la differenza tra noi e il resto del mondo è che se in italia un giornale italiano parla male dell'inghilterra, dall'altra parte arrivano le barricate in difesa del Paese, perchè esiste un orgoglio nazionale, al contrario in italia c'è chi va incontro a queste idee autolesioniste e gode nel vedere l'italia dipinta come una repubblica delle banane e un paese del terzo mondo, considerando la stampa estera come assoluta portatrice di verità, quando cosi non è per niente.

Tutto questo non prescinde però dal fatto che Berlusconi non si deve permettere di fare ostracismi nei confronti di nessun giornale e di nessun gruppo editoriale, quello è nettamente contro la legge

Maharet
08-07-2009, 15.56.16
Il lodo Alfano è un errore

tutto il resto che hai scritto e' tua opinione, che non condivido affatto alla luce dei fatti.
La tua posizione e' definibile come minimo un "po' confusa", esempio eclatante e' la definizione di "errore" del lodo alfano.
Un po' come dire che il napalm sia un buon insetticida :asd:

Maharet
08-07-2009, 16.03.25
Diciamo che il fatto che Repubblica faccia capo a de benedetti rafforza la mia convinzione, ma non è l'elemento che mi fa dire che fa una informazione di minor valore su Berlusconi. Per questo dico che se fosse stato il corriere non sarebbe cambiato il mio punto di vista

Eh si, ma e' pure l'unico elemento che finora hai riportato, pero' :D
Quindi qual e' l'elemento che devalorizza i testi di D'Avanzo in particolare?


Già per il fatto che ci sarebbero altri argomenti più meritevoli di cui parlare per far cadere berlusconi. Avrei preferito che le 10 domande avessero riguardato, piuttosto che le sue abitudini sessuali ( che è vero, hanno un rilievo istituzionale), i suoi rapporti con la mafia

Le dieci famose domande erano afferenti al tema di cui si trattava in quel momento. Non mi pare che l'argomento mafia abbia avuto scarsa considerazione, quando e' stato trattato, o che altri argomenti di importanza non siano stati portati sotto i riflettori, quali ad esempio il decreto sicurezza.
O il lodo alfano. O la faida contro la magistratura. O l'attacco alla liberta' d'informazione.
E continuo a chiedermi: perche' in un topic in cui di liberta' di informazione si tratta l'unico argomento che si riesce a trattare siano le fighe di berlusconi?
Mi sembra che piu' che si chieda a repubblicare di parlare d'altro ma si ignori che altro dica leggendo solo cio' che si vuole leggere.
Ci puo' essere una faziosita' nel riportare un'informazione, ma ci puo' essere una faziosita' anche nel leggerla.

Ape_Africanizzata
08-07-2009, 16.28.16
Eh si, ma e' pure l'unico elemento che finora hai riportato, pero' :D
Quindi qual e' l'elemento che devalorizza i testi di D'Avanzo in particolare? D' avanzo è un esempio. Al suo posto ci potrebbe essere anche Battista o Ostellino e non cambierebbe. Io la vedo così, perchè parlare delle foto di villa certosa quando ci sono cose più importanti? E non dirmi che si è dato eguale risalto all' argomento mafia o al decreto sicurezza o al lodo alfano, perchè io non ho mai visto repubblica fare una battaglia di così grande portata su un argomento del genere. C'è almeno da due mesi un articolo nelle prime pagine seguito da almeno un editoriale...per tutti gli altri esempi che ti ho riportato sopra non c'è stato nulla di altrettanto intenso. Ma il lodo alfano vale 100 volte gli scandali di villa certosa, secondo me. E allora, tra le altre cose, mi viene in mente che si sia pensato di spingere la mano sugli scandali di villa certosa per venire incontro alla morbosa curiosità dell' italiano medio, e non perchè questi fossero più importanti, per l'interesse dell' italia, del lodo alfano o della demolizione della magistratura ( cosa che infatti non sono minimamente)





continuo a chiedermi: perche' in un topic in cui di liberta' di informazione si tratta l'unico argomento che si riesce a trattare siano le fighe di berlusconi? Boh, io sono intervenuto solamente nello specifico, su repubblica. Se vuoi una mia opinione in merito è una iniziativa nobile da parte di chi l'ha promossa

Maharet
08-07-2009, 16.45.53
Beh, Al Capone e' caduto per mano del fisco :)
Se berlusconi possa cadere per un pelo di figa io non lo so, certamente e' sconcertante che resista ad uno scandalo che avrebbe visto dimettersi chiunque in qualunque parte del pianeta (democratica, pur se solamente di nome).
altrettanto certamente le implicazioni di questo scandalo, che sono appunto per me politiche e non gossipare, hanno rilevanza non indifferente.
Possono essere usate come arma per demolire l'immagine di moralita' che per tanto tempo gli ha regalato voti da occhi ciechi alle piu' serie rilevanze politiche?
Beh, lo si faccia, mi ci associo senza alcun genere di problema di coscienza o deontologia. Fintanto che, naturalmente, cio' che si dice sia basato su fatti reali della cui informazione io voglio essere recapito.
Repubblica ritiene di voler/dover/poter portare avanti una lotta che affonda le sue radici nella liberta' d'informazione e che io mi senso di sposare, pur come ho detto non essendo mai stata una sua estimatrice e certamente non basandomi esclusivamente sulla sua lettura.
Fino a quando mi si dara' dimostrazione che cio' che scrive sia generato dal complotto eversivo di cui e' accusata piuttosto che dalla reale narrazione di fatti comprovati e narrati anche da tutti gli altri io non avro' nulla da ridire.
Mi difendero' nel mio senso critico semplicemente avendo coscienza dell'aperta guerra che si e' scatenata fra berlusconi e la testata, dai motivi per cui essa e' stata generata e senza dimenticare di chi sia il gruppo. Ritenendo in ogni caso responsabili delle proprie parole i giornalisti stessi e non un indirizzo forzato che gli sia stato dato dal direttore. Convinta che altrove avrebbero scritto le stesse cose, ammesso che gliene fosse stata concessa liberta'.
Qui non si fa una questione di "gusto", qui si fa una questione di contenuti.

gaz_berserk.
08-07-2009, 19.20.36
Beh, Al Capone e' caduto per mano del fisco :)
Se berlusconi possa cadere per un pelo di figa io non lo so, certamente e' sconcertante che resista ad uno scandalo che avrebbe visto dimettersi chiunque in qualunque parte del pianeta (democratica, pur se solamente di nome).


ma la gente che lo vota non frega un cazzo di queste cose sono talmente accecati dalle sue bugie e promesse che anche se ci facessero vedere le foto di lui che i inchiappetta un asino sardo direbbero: sono gusti non bisogna entrare nella sua privacy :asd:

Elendil_1
08-07-2009, 19.53.18
Scusa, cosa centra con il discorso?

C'entra perché dimostra che quando Repubblica ha avuto una notizia o uno scandalo importante tra le mani, vi ha dedicato molto spazio a prescindere da chi fossero i protagonisti.

Ape_Africanizzata
08-07-2009, 20.33.34
C'entra perché dimostra che quando Repubblica ha avuto una notizia o uno scandalo importante tra le mani, vi ha dedicato molto spazio a prescindere da chi fossero i protagonisti.

Non mi sembra di aver mai detto il contrario

paztusipaz
09-07-2009, 01.59.04
...Ora, vediamo un attimo D'Avanzo.
Viene dal Corriere, e dal Corriere e' stato piu' volte difeso. Accusato piu' volte di utilizzare fonti illecite, di falsa testimonianza e di collaborazione con servizi segreti, interni e polizia, sempre prosciolto. In particolare faccio riferimento agli eventi dell'85, ma non solo...

Ho squagliato google. A che ti riferisci?

P.S. Ho letto l'altro topic e ne approfitto per farti gli auguri qua, così non spammo troppo :)

Elendil_1
09-07-2009, 02.29.18
Non mi sembra di aver mai detto il contrario

Hai detto che fa le sue battaglie secondo opportunità, qual era in quel caso l'opportunità?

Maharet
09-07-2009, 11.20.54
Ho squagliato google. A che ti riferisci?

P.S. Ho letto l'altro topic e ne approfitto per farti gli auguri qua, così non spammo troppo :)

La strage di Natale. Ci si e' fatto qualche giorno di carcere, vedendosi negata la provvisoria mentre si svolgeva un'inchiesta su due articoli da lui scritti.
Fu poi prosciolto.
Non e' la sola volta, per altro, nella sua carriera giornalistica ha subito diverse contestazioni, l'ultima che ricordo e' quella del 2007 quando subi' una perquisizione per gli articoli sull'inchiesta della vicenda sacca', quella in cui berlusconi era indagato per corruzione. Ci fu indagine penale, fu nuovamente prosciolto (se non erro).

P.S.: Grazie :)

Ape_Africanizzata
09-07-2009, 11.52.18
Hai detto che fa le sue battaglie secondo opportunità, qual era in quel caso l'opportunità?

Non ho detto questo, non almeno in maniera così generalista. Ho criticato il fatto che per far cadere berlusconi abbia utilizzato delle notizie che all' inizio non erano niente altro che gossip ( perchè prima del caso D' Addario di gossip si trattava, pur con alcune implicazioni politiche ) quando avrebbero potuto scegliere notizie molto più importanti.
Ancora adesso sono convinto che la scelta di repubblica sia dettata più da logiche di opportunità e di mercato che non da altro. E' appena saltata fuori una lettera scritta da non so quale mafioso a Berlusconi, in cui gli veniva chiesta una televisione in cambio della vita risparmiata di suo figlio. Questa notizia circola da due giorni, su Repubblica non ne ho trovato traccia....Eppure mi sembra una notizia che merita di stare 20 gradini più in su di puttanopoli

Maharet
09-07-2009, 12.21.29
Ehm... non hai cercato molto bene :)
micromega - micromega-online Silvio e la mafia: la lettera (http://temi.repubblica.it/micromega-online/silvio-e-la-mafia-la-lettera/)
Silvio e la mafia: la lettera | L'espresso (http://espresso.repubblica.it/dettaglio/silvio-e-la-mafia:-la-lettera/2103848&ref=hpsp)
Cosa Nostra minacciò Berlusconi Ci metta a disposizione una tv - Repubblica.it » Ricerca (http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/07/03/cosa-nostra-minaccio-berlusconi-ci-metta-disposizione.html) (3 luglio)

Ape_Africanizzata
09-07-2009, 12.26.12
Scusami, mi sono espresso male. Intendevo dire che una notizia del genere , questa sì, meriterebbe di stare in prima pagina per mesi e di suscitare un dibattito molto superiore a quello di puttanopoli, ed il fatto che non sia così mi fa pensare che si preferisca dare risalto ad altro. E non sono assolutamente d'accordo, in questo caso, perchè è una notizia che ha una portata storica.
Tra l'altro nella versione cartacea di repubblica io non l'ho ancora vista pubblicata

sara_bleeckerst
09-07-2009, 12.28.17
...:|

Maharet
09-07-2009, 12.40.35
Beh, ma per ora non c'e' mica molto da dire, eh.
C'e' una lettera che non si sa chi abbia scritto, bisogna attendere la perizia calligrafica. tutto cio' che e' relativo ad istruttoria ed indagini e' secretato. Quel che e' noto appartiene a fatti trattati gia' da tempo anche dalla stampa.
Mi aspetto che se ne parli con il dovuto risalto quando ci sara' sufficiente materiale per portare fatti concreti alla luce.
Ora, la lettera e' stata pubblicata in esclusiva da l'espresso il 7 di luglio, ossia due giorni fa. Con corredo di ricostruzioni storiche a spiegare al pubblico il quadro generale.
Ammesso e non concesso che vi siano inchieste giornalistiche in corso presso la procura di palermo non ci mettera' certo due giorni ad essere pronta.
La notizia l'avevo ben letta, infatti, e sono, semplicemente, in attesa di informazioni maggiori rispetto a "qualcuno (non si sa chi) ha scritto una lettera che dice che.).
Ritengo che la tua critica sia un filino frettolosa, sta notizia per il momento non ha alcuna portata storica di alcun genere :)

Maharet
09-07-2009, 13.08.50
Poi in ogni caso:
il corriere ne ha parlato solo con un brevissimo pezzo.
la stampa ne ha parlato con un pezzo piu' lungo.
il tempo non ne ha parlato.
il manifesto non ne ha parlato.
la sicilia ne ha parlato concisamente.

Non me fa' continua' la ricerca, che devo lavora' :D
Pero' obiettivamente: non ti sembra di avere una visione leggermente prevenuta?
Alla fine chi ne ha parlato di piu' e' stato proprio il gruppo di de benedetti, quindi forse sbagli nel tuo giudizio.
Fatto salvo il giornalismo indipendente, ovviamente. Che comunque non e' che ne abbia parlato tantissimo, eh.
E comunque sono ottimista: quando sara' il momento se ne parlera', eccome.

Elendil_1
09-07-2009, 16.25.11
Non ho detto questo, non almeno in maniera così generalista. Ho criticato il fatto che per far cadere berlusconi abbia utilizzato delle notizie che all' inizio non erano niente altro che gossip ( perchè prima del caso D' Addario di gossip si trattava, pur con alcune implicazioni politiche ) quando avrebbero potuto scegliere notizie molto più importanti.


In realtà lo hai detto:


A me sembra che repubblica sia un giornale sempre meno trasparente e che conduca le sue battaglie su una logica di opportunità e non di moralità, tutto qui

Quanto al "gossip" a me pare che la notizia di un presidente del consiglio che, secondo sua moglie, se la fa con le minorenni, sia da sola ENORME in ogni paese del mondo. A maggior ragione se i goffi tentativi di negare questo fatto risultano in contraddizioni e menzogne evidentissime. Questo anche tralasciando tutto il resto, visto che la vicenda va ben oltre questo.
La stranezza è che gli altri non se ne occupino, non che Repubblica se ne occupi.

ginkobilobav2
09-07-2009, 16.31.48
Fa poca informazione e molta propaganda, come tutti i giornali politicamente schierati.
ok prendendo gli articoli uno per uno e confrontandoli parzialmente va bene ma prendiamo una prima pagina di un paio di anni fa

la differenza qualitativa tra

"discutiamo delle possibilità energetiche"

e

"i cinesi bollono i bambini in pentola" ma ci dimentichiamo di averlo scritto per esportare le fabbriche all'estero

è facile da individuare

tenendo fermo il gioco delle parti che esiste

ma generalizzare così non è da persone dotate di apertura mentale, gli articoli del giornale non sono appelli pubblici strumentalizzati su fatti accaduti, sono speculazioni da giornaletto gossipparo us anni 50

poi se vuoi dire che sono la stessa cosa per sbolognare la questione fai pure, ma mi ricorda il comportamento illuminato della popolazione italiana che acclama il sole 24 ore quando fa generalismo pseudoeconomico e fa finta che non esista quando smaschera Tremonti :)

tra l'altro non ho visto repubblica ribadire per settimane che la stessa Destra, Andreotti, il presidente della Repubblica hanno espresso pubblicamente preoccupazione per il comportamento del premier quando ancora non sapevano come avrebbe reagito la popolazione, ma ho visto il finto bersaglio sulla pagina del giornale e le accuse di libero

e tutta questa gente che si indigna non si è mai indignata per un paese che chiamava un presidente del Consiglio MORTADELLONE dalle pagine di rotocalchi, giornali e trasmissioni TV senza mai dare peso alle mosse giuste e sbagliate

sarà che ho una visione parziale....

Ape_Africanizzata
09-07-2009, 16.44.48
Elendil di quanto tempo fa è lo scandalo telekom serbia? E secondo te quando ho detto che è sempre meno trasparente a quale periodo mi riferivo, a quando è stata fondata o rispetto agli ultimi anni? Mi sembra che si capisca benissimo dal tono del 3d che mi sto riferendo solamente ai fatti successi ultimamente. Va bene che il contradditorio è gustoso ma in questo caso non centra niente

Per quanto riguarda il caso Noemi, non è enorme se paragonato a tutto il resto che ha fatto e che sta continuando a fare. Considerando anche che personalmente credo molto poco che uno come Berlusconi decida di andare nella periferia napoletana al compleanno di una 18 solamente perchè gli tira l'uccello, e non perchè sia stato convocato lì da qualche boss locale ( magari uno della triade Setola - Bidognetti - Letizia: ma anche a questo aspetto sui giornali "istutizionali" è stato dato meno rilievo rispetto ad altre parti )

Elendil_1
09-07-2009, 17.48.54
Boh, tu stai discutendo come se Repubblica avesse lodato il Lodo Alfano :)

Ape_Africanizzata
09-07-2009, 17.55.05
Boh, tu stai discutendo come se Repubblica avesse lodato il Lodo Alfano :)

Ma non ho mai detto questo. Forse sono troppo esigente nei confronti della stampa italiana ( e la repubblica la critico anche se è uno dei giornali più salvabili, dopo la stampa), non lo so. Ma per quel che mi riguarda con una legge come il lodo alfano - se fossimo un paese con un minimo senso civico - credo che avrebbero dovuto scioperare ad oltranza

paztusipaz
11-07-2009, 01.09.44
...una notizia del genere , questa sì, meriterebbe di stare in prima pagina per mesi e di suscitare un dibattito molto superiore a quello di puttanopoli, ed il fatto che non sia così mi fa pensare che si preferisca dare risalto ad altro. E non sono assolutamente d'accordo, in questo caso, perchè è una notizia che ha una portata storica.
Tra l'altro nella versione cartacea di repubblica io non l'ho ancora vista pubblicata

Mah, veramente c'è anche scritto: "Repubblica — 03 luglio 2009 pagina 16 sezione: POLITICA INTERNA"

Casualmente (per modo di dire: i giornali li butto sempre a pacchi :asd:) ce l'ho ancora. In pratica occupa quasi tutta la pagina, ci sta un grosso riquadro pubblicitario in basso e un trafiletto laterale su una "lite D'Alema - tg1". Per il resto quoto Maharet: c'è solo mezza lettera e mancano indicazioni sia sul mittente che sul destinatario; allo stato attuale non è neanche dato sapere se tali pressioni siano giunte al destinatario (il nano). Presumibilmente sì, vedi Mangano ecc., però per ora possono essere solo illazioni. Penso anch'io che qualcuno che stia cercando di approfondire la questione ci sia, ma non è neanche detto che riuscirà a saltare fuori qualcosa di interessante e non necessariamente perché non ci sia, ma perché ora come ora neanche la magistratura possiede elementi in più, almeno stando a quanto riporta l'articolo.


Per quanto riguarda il caso Noemi, non è enorme se paragonato a tutto il resto che ha fatto e che sta continuando a fare. Considerando anche che personalmente credo molto poco che uno come Berlusconi decida di andare nella periferia napoletana al compleanno di una 18 solamente perchè gli tira l'uccello, e non perchè sia stato convocato lì da qualche boss locale ( magari uno della triade Setola - Bidognetti - Letizia: ma anche a questo aspetto sui giornali "istutizionali" è stato dato meno rilievo rispetto ad altre parti )

Al momento sono solo illazioni e scrivere su un quotidiano una cosa del genere senza elementi a sostegno non penso sia salutare; sui "guai" giudiziari del Letizia, che invece possono essere documentati, mi sembra se ne sia parlato. Anche ieri: Il "tesoretto" del padre di Noemi 24 concussioni, tutte in prescrizione - Politica - Repubblica.it (http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/politica/berlusconi-divorzio-12/tesoretto-letizia/tesoretto-letizia.html)


Ma non ho mai detto questo. Forse sono troppo esigente nei confronti della stampa italiana ( e la repubblica la critico anche se è uno dei giornali più salvabili, dopo la stampa), non lo so. Ma per quel che mi riguarda con una legge come il lodo alfano - se fossimo un paese con un minimo senso civico - credo che avrebbero dovuto scioperare ad oltranza

Sì, e così l'informazione in questo paese sarebbe rimasta in mano ai soli Minzolini, Fede, Feltri, Giordano, ecc. Toccherà comprarci il Foglio a quel punto :asd:


@ Maha: Grazie. Le vicende più recenti le conoscevo, ma di quella non avevo mai sentito parlare. Ai tempi ero uno studentello che leggeva al massimo il Manifesto T_T

DonAldrigo
11-07-2009, 01.39.44
A me sembra che repubblica sia un giornale sempre meno trasparente e che conduca le sue battaglie su una logica di opportunità e non di moralità, tutto qui
D' altra parte il fatto che faccia parte di un gruppo posseduto dall' acerrimo nemico di Berlusconi non è una invenzione di Ghedini e soci, ma è la pura verità. Di conseguenza sono portato a credere che il tipo di informazioni date ed il timing con cui vengono pubblicate siano mosse da intenti diversi che l'eserizio del diritto di informare. E così, ai miei occhi, gli editoriali di uno come d'Avanzo perdono gran parte del loro valore, perchè so che sono mossi da un intendo ulteriore rispetto alla sola ( giustissima ) critica dal punto di vista morale per i comportamenti del premier

Repubblica è semplicemente di parte tutto qui.
Il che non è un male in sé, Repubblica non è certo l'unico giornale ad avere una linea editoriale ben precisa. Il problema è quando si vuol passare per super partes quando non lo si è.

Matt
11-07-2009, 02.30.11
http://lh6.ggpht.com/_yTPj1KoGhaM/SgxUehfn2mI/AAAAAAAABFs/6-a6foTuxJE/s320/internet-censorship.png

paztusipaz
11-07-2009, 02.32.02
Non avevo ancora letto la notizia di oggi sull'interrogatorio di Ciancimino jr.