PDA

Visualizza versione completa : Il grandi del G8 sono pronti ad escludere l'Italia dai prossimi summit



Mister X
07-07-2009, 13.26.20
Preparations for Wednesday's G8 summit in the Italian mountain town of L'Aquila have been so chaotic there is growing pressure from other member states to have Italy expelled from the group, according to senior western officials.

In the last few weeks before the summit, and in the absence of any substantive initiatives on the agenda, the US has taken control. Washington has organised "sherpa calls" (conference calls among senior officials) in a last-ditch bid to inject purpose into the meeting.

"For another country to organise the sherpa calls is just unprecedented. It's a nuclear option," said one senior G8 member state official. "The Italians have been just awful. There have been no processes and no planning."

"The G8 is a club, and clubs have membership dues. Italy has not been paying them," said a European official involved in the summit preparations.

The behind-the-scenes grumbling has gone as far as suggestions that Italy could be pushed out of the G8 or any successor group. One possibility being floated in European capitals is that Spain, which has higher per capita national income and gives a greater percentage of GDP in aid, would take Italy's place.

The Italian foreign ministry did not reply yesterday to a request to comment on the criticisms.

"The Italian preparations for the summit have been chaotic from start to finish," said Richard Gowan, an analyst at the Centre for International Co-operation at New York University.

"The Italians were saying as long ago as January this year that they did not have a vision of the summit, and if the Obama administration had any ideas they would take instruction from the Americans."

The US-led talks led to agreement on a food security initiative a few days before the L'Aquila meeting, the overall size of which is still being negotiated. Gordon Brown has said Britain would contribute £1.1bn to the scheme, designed to support farmers in developing countries.

However, officials who have seen the rest of the draft joint statement say there is very little new in it. Critics say Italy's Berlusconi government has made up for the lack of substance by increasing the size of the guest list. Estimates of the numbers of heads of state coming to L'Aquila range from 39 to 44.

"This is a gigantic fudge," Gowan said. "The Italians have no ideas and have decided that best thing to do is to spread the agenda extremely thinly to obscure the fact that didn't really have an agenda."

Silvio Berlusconi has come in for harsh criticism for delivering only 3% of development aid promises made four years ago, and for planning cuts of more than 50% in Italy's overseas aid budget.

Meanwhile, media coverage in the run-up to the meeting has been dominated by Berlusconi's parties with young women, and then the wisdom of holding a summit in a region experiencing seismic aftershocks three months after a devastating earthquake as a gesture of solidarity with the local population.

The heavy criticism of Italy comes at a time when the future of the G8 as a forum for addressing the world's problems is very much in question. At the beginning of the year the G20 group, which included emerging economies, was seen as a possible replacement, but the G20 London summit in April convinced US officials it was too unwieldy a vehicle.

The most likely replacement for the G8 is likely to be between 13- and 16-strong, including rising powers such as China, India, Brazil, Mexico and South Africa, which currently attend meetings as the "outreach five" But any transition would be painful as countries jostle for a seat. Italy's removal is seen in a possibility but Spanish membership in its place is unlikely. The US and the emerging economies believe the existing group is too Euro-centric already, and would prefer consolidated EU representation. That is seen as unlikely. No European state wants to give up their place at the table.

Calls grow within G8 to expel Italy as summit plans descend into chaos | World news | guardian.co.uk (http://www.guardian.co.uk/world/2009/jul/06/g8-considers-expelling-italy)

Non ho parole. Cioè, la nostra immagine all'estero è scesa sotto zero, siamo considerati delle merde, incapaci addirittura di stabilire una scaletta per il G8 e quel coglione di Liguori continua a sostenere che è stata una genialata fare il G8 all'Aquila perchè così ci sono meno casini, come se fosse solo un party tra amichetti, perchè questo è il massimo che i nostri politici sono in grado di fare: baldoria.

Io mi sono rotto il cazzo di sta gente incapace. Sta rovinando un paese già in merda per i fatti suoi.
Come se votare fosse espressione della volontà popolare. Stronzate.

SIMMER2
07-07-2009, 13.34.48
...spero solo che nn arrivino i casinari a finire il quadretto, la gente dell'Aquila non se lo merita davvero...
Cavoli, avevano organizzato tanto bene il Sardegna, su una barca da crociera mi sembra...sarebbe stato certamente + idoneo come luogo...avrebbero cmq potuto fare una visita se proprio volevano nei posti terremotati no? Inoltre c'erano già carabinieri e personale specializzato che erano stati trasferiti lì, e tutti quei soldi delle trasferte e altro...non sono serviti a nulla, perchè hanno dovuto ricominciare tutto daccapo richiamare il personale e riorganizzare il tutto con l'aggiunta dell'evaquazione in caso di scosse superiori al 4,5 grado della richter perchè nn sanno se gli edifici reggono...ma questa è follia pura!!!!! Hanno avuto sta "magnifica" idea ma solo per creare altri disagi alla popolazione ancora sotto le tende...

Indiependent
07-07-2009, 13.41.52
no forse qui non si è capito che non è il luogo ad essere contestato, ma la totale disorganizzazione con cui l'Italia ha preparato l'evento, soprattutto in merito all'allestimento dell'agenda.

ora se queste indiscrezioni saranno confermate, e Dio ce ne scampi, oltre a farci fare una figure dimmerda che più dimmerda non si può verremo declassati a paese del quarto mondo (visto che nemmeno gli aiuti al terzo mondo riusciamo a dare).

Edit: Mister X ti conviene italianizzare il titolo del topic ;)

Mister X
07-07-2009, 13.50.18
Infatti. Ma l'unica cosa che traspare dai media nazionali sul G8 riguarda il sito dell'evento, e non tutto quello che ci sta dietro.

Fondamentalmente questa è la conferma definitiva al fatto che siamo un paese di merda e che l'informazione non esiste. E non è il solito comunista sinistroide a dirlo, ma tutti i più grandi paesi dell'occidente moderno.

EDIT: Fatto.

Indiependent
07-07-2009, 13.55.35
bè che i media nazionali non siano tali ormai è risaputo, però mi sembra veramente impossibile organizzare un summit senza un agenda ponderata fino ai minimi dettagli , anche troppo impossibile per questa Italietta.

Comunque staremo a vedere, se fosse così non ci sono scuse e ci meritiamo di perdere anche la sociabilità internazionale..

Raziel7
07-07-2009, 14.08.38
Quoto Indipendent, ma bisogna precisare che la disinformazione italiana sta facendo scuola nel mondo ed è un aspetto ben noto nel nostro Paese già da diverso tempo. Non mi meraviglio che con a capo Berlusconi i dettagli dell'organizzazione di eventi mondali, come appunto il G8, non venga marcata come l'iniziativa dell'evento all'interno del nostro Paese. Non dimentichiamoci che ci sono state da poco le elezioni europee e l'abilità oratrice della destra ha portato prima delle utopistiche promesse agli aquilani riguardo la ricostruzione della città, poi una grave disinformazione sui dettagli dell'evento G8 a L'Aquila. Tutto questo per acquisire maggiore credibilità. Ora, invece, ci troviamo di fronte al disprezzo di tre/quarti di mondo e non riusciamo più a risolvere i nostri problemi in "silenzio". Per giunta un disprezzo condivisibile. Ribadisco che di questo passo imploderemo prima del 2012.

Ghostkonrad
07-07-2009, 14.19.10
Ovvia la domanda: quali giornali ne parleranno (e quando)? :asd:
Vietato scommetere sui TG, è troppo facile azzeccarci.

destino
07-07-2009, 14.24.21
mi piacerebbe sentire dichiarazioni ufficiali, non voci anonime o per sentito dire come si legge da quell'articolo del guardian.
Questo Gowan inoltre chi è? Fa parte dello staff di Obama nell'organizzazione della partecipazione al summit del G8?

Ghostkonrad
07-07-2009, 14.32.55
Vabbè, alla fine stanno criticando la disorganizzazione italiana in generale.
E' una cosa congenita, sbagliato sostenere che dipenda solo da Berlusconi.
Visto poi il livello di civiltà e peso internazionale che l'Italia può vantare, ancora mi chiedo come facciano a tollerare la nostra presenza nel G8.

Pristo
07-07-2009, 15.18.26
sarebbe anche ora via l itaglia dentro la Spagna ma non certo per una questione di pil visto che si considera quello totale la Spagna sta sotto
come lo stesso pil uk è sceso parecchio mis embra addirittura sotto quello italiano

Mister X
07-07-2009, 15.35.56
come lo stesso pil uk è sceso parecchio mis embra addirittura sotto quello italiano

Mah, onestamente non (https://www.cia.gov/library/publications/the-world-factbook/fields/2001.html?countryName=Italy&countryCode=IT&regionCode=eu&#IT) mi risulta (https://www.cia.gov/library/publications/the-world-factbook/fields/2001.html?countryName=United%20Kingdom&countryCode=UK&regionCode=eu&#UK).

Di0
07-07-2009, 15.52.45
Ma se succedesse sul serio, e la qualità delle fonti non lo fa pensare, che danni reali ci sarebbero per la nostra economia, più che per la nostra immagine (già a peripatetiche)?
In ogni caso, non mi preoccuperei troppo: tempo 4-5 anni e anche gli altri paesi del G8 saranno ai piedi della Croce. :asd:
Ci sarà una guerra e quella deciderà "il nuovo G8", rivisitato e corretto, ormai questo G8 è un palazzo con le fondamenta partite e pronto a crollare alla prima spallata.

vespino
07-07-2009, 16.36.56
...spero solo che nn arrivino i casinari a finire il quadretto, la gente dell'Aquila non se lo merita davvero...
Cavoli, avevano organizzato tanto bene il Sardegna, su una barca da crociera mi sembra...sarebbe stato certamente + idoneo come luogo...avrebbero cmq potuto fare una visita se proprio volevano nei posti terremotati no? Inoltre c'erano già carabinieri e personale specializzato che erano stati trasferiti lì, e tutti quei soldi delle trasferte e altro...non sono serviti a nulla, perchè hanno dovuto ricominciare tutto daccapo richiamare il personale e riorganizzare il tutto con l'aggiunta dell'evaquazione in caso di scosse superiori al 4,5 grado della richter perchè nn sanno se gli edifici reggono...ma questa è follia pura!!!!! Hanno avuto sta "magnifica" idea ma solo per creare altri disagi alla popolazione ancora sotto le tende...

Le ditte srde e i sardi sono i per incazzati. Spese di costruzioni, palazzi, etc tutto andato a puttane. Che spreco di soldi..

Elendil_1
07-07-2009, 16.52.51
quel che vedo io è che da diversi mesi vi è un fuoco di sbarramento della stampa e della politica di paesi come USA, UK, Francia, Spagna, Germania contro il governo e la persona di Berlusconi per uno scandalo che tutto sommato è meno peggio di altri attaverso cui il premier è passato indenne.
La mia idea è che con l'elezione di Obama e il conseguente riavvicinarsi di paesi come Francia e Germania alla politica USA, e con l'oggettiva diversità tra la politica di Obama e quella di Bush, vi sia meno bisogno dell'Italia e quindi un capo del governo come Berlusconi sia mal tollerato.

Mister X
07-07-2009, 16.58.17
Non dimentichiamoci che, però, l'Italia è stato il primo (ed unico per ora) paese europeo ad aver dichiaratamente accettato dei detenuti di Guantanamo e che questo problema è molto, ma veramente molto sentito in casa USA. È una priorità sia per l'amministrazione Obama che per la nazione.

Berek
07-07-2009, 17.12.49
Come se votare fosse espressione della volontà popolare. Stronzate.

Ma magari ci facessero fuori, tanto per quello che valiamo, forse sarebbe la volta buona che ci togliamo certa gentaglia dai coglioni (ma ne dubito)...

Boe.
07-07-2009, 17.15.24
Le ditte srde e i sardi sono i per incazzati. Spese di costruzioni, palazzi, etc tutto andato a puttane. Che spreco di soldi..

Le ditte sarde hanno preso solamente le briciole, i lavori importanti se li è aggiudicati una ATI con a capo la Marcegaglia e la moglie di un dirigente della protezione civile (oplà), tra l'altro unica azienda in grado di presentare un preventivo di realizzazione. Le clausole cucite alla gara d'appalto hanno fatto si che nessuna azienda sarda avesse i requisiti per lavorare.

Il grossissimo problema è che per fare il G8 sono stati cacciati gli americani che davano enorme ricchezza all'arcipelago e dintorni. Tutte le opere sono incompiute e nonostante a settembre dovrà essere ospitato il g8 dell'ambiente (aveva più senso fare il grosso a la maddalena e quello sull'ambiente a l'aquila...) tanto rimarrà abbandonato a se stesso.

Giusto per avere un idea di quello che è successo vi invito a leggere un articolo apparso sull'espresso l'anno scorso: Scandalo Formato G8 | L'espresso (http://espresso.repubblica.it/dettaglio/Scandalo-Formato-G8/2054079)

Mister X
07-07-2009, 17.15.42
Aggiornamento: ora ne parla (altrettanto negativamente) pure il Sole 24 Ore.

VISTI DA LONTANO / Italia fuori dal G8? È polemica tra il Guardian e Frattini - Il Sole 24 ORE (http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Mondo/2009/07/visti-da-lontano-italia-fuori-g8.shtml?uuid=fc923350-6afc-11de-aff7-ab2bbde5471b&DocRulesView=Libero)

destino
07-07-2009, 17.17.47
sinceramente, a me sembra il classico articolo per creare uno scandalo che non esiste.

Ci sono dei virgolettati nella prima parte dell'articolo, dichiarazioni di non si sa bene chi (per la serie il giornalista ha i suoi informatori segreti che non può rivelare, ad essere ottimistici, io invece ci vado coi piedi di piombo e se non mi mette nome e cognome delle persone assumo che possa benissimo aver inventato tutto lui)
La seconda parte dell'articolo parla di un'analista dell'università di New York.
Ora a parte che una teleconferenza con gli sherpa di Washington c'è stata ma per altri motivi, come confermato dallo staff di Obama, e cioè per il G20 di Pittsburg, le altre sinceramente sono pure e semplici illazioni, a voler esser positivi chiamiamo queste illazioni "opinioni"

Angus_McGyver
07-07-2009, 19.57.09
Ci sarà una guerra e quella deciderà "il nuovo G8", rivisitato e corretto, ormai questo G8 è un palazzo con le fondamenta partite e pronto a crollare alla prima spallata.
Ci fu una grande battaglia di idee, e alla fine non ci furono vincitori, nè vinti, nè idee.

Angus McGirasole

tomkk
07-07-2009, 20.31.40
a beh se lo dice il guardian........

Ape_Africanizzata
07-07-2009, 20.56.14
Figuraccia prevedibile del Governo.
C'è anche da dire che non è molto significativo escludere l'Italia da un summit che ormai non conta più niente. Dove sono rappresentati paesi come Cina, India, Brasile, Turchia e continenti come l' Africa? Può una rappresentanza del 10% della popolazione mondiale prendere decisioni efficaci per problemi che coinvolgono tutto il mondo senza curarsi degli interessi della maggioranza degli esclusi?

destino
07-07-2009, 21.13.59
Figuraccia prevedibile del Governo.
C'è anche da dire che non è molto significativo escludere l'Italia da un summit che ormai non conta più niente. Dove sono rappresentati paesi come Cina, India, Brasile, Turchia e continenti come l' Africa? Può una rappresentanza del 10% della popolazione mondiale prendere decisioni efficaci per problemi che coinvolgono tutto il mondo senza curarsi degli interessi della maggioranza degli esclusi?

viene fatto da circa 2000 anni, pensa un po tu.

Ape_Africanizzata
07-07-2009, 21.20.33
viene fatto da circa 2000 anni, pensa un po tu.

Ok, al di lò dell' intervento saccente-controcorrente...qualcosa di utile da dire?

gaz_berserk.
07-07-2009, 21.26.47
Figuraccia prevedibile del Governo.
C'è anche da dire che non è molto significativo escludere l'Italia da un summit che ormai non conta più niente. Dove sono rappresentati paesi come Cina, India, Brasile, Turchia e continenti come l' Africa? Può una rappresentanza del 10% della popolazione mondiale prendere decisioni efficaci per problemi che coinvolgono tutto il mondo senza curarsi degli interessi della maggioranza degli esclusi?

:birra: :birra: :birra:


quel che vedo io è che da diversi mesi vi è un fuoco di sbarramento della stampa e della politica di paesi come USA, UK, Francia, Spagna, Germania contro il governo e la persona di Berlusconi per uno scandalo che tutto sommato è meno peggio di altri attaverso cui il premier è passato indenne.
La mia idea è che con l'elezione di Obama e il conseguente riavvicinarsi di paesi come Francia e Germania alla politica USA, e con l'oggettiva diversità tra la politica di Obama e quella di Bush, vi sia meno bisogno dell'Italia e quindi un capo del governo come Berlusconi sia mal tollerato.

prima le prove cosi inconfutabili erano state occultate qui ci sono prove foto che dovrebbero uscire a breve... e berlusca gia mette le mani avanti dicendo che sono fotomontaggi :asd:

DonAldrigo
07-07-2009, 21.27.16
Il problema dell'Italia è che non è abbastanza importante per stare nel g8. E non è certo l'unico paese che fa parte del g8 ad essere in questa situazione.
Usa, cina, russia, india ecc questi sono i grandi del mondo, non noi.
Poi le critiche all'organizazzione lasciano il tempo che trovano.

[P]erfo
07-07-2009, 21.30.39
A me pare la solita fin troppo frequente bufera che poi sparirà nel nulla. Un giorno, a malincuore forse ci chiederemo: e se Berlusconi avesse sempre avuto ragione?:asd:


Comunque dal G8 dubito usciremo mai (tra l'altro assieme agli altri ne siamo fondatori - semmai si può, come Berlusconi prevede di proporre, espandere a 12 interlocutori), considerando che siamo i primi assieme all'UK a supportare qualsiasi scelta politica statunitense (v. afghanistan/detenuti di guantanamo ecc). Mi preoccupa invece la sicurezza al vertice dati i non rosei precedenti, speriamo che l'esperienza di Genova sia servita.

Raziel7
07-07-2009, 21.36.25
Il problema dell'Italia è che non è abbastanza grande per stare nel g8. E non è certo l'unico paese che fa parte del g8 ad essere in questa situazione.
Usa, cina, russia, india ecc questi sono i grandi del mondo, non noi.
Poi le critiche all'organizazzione lasciano il tempo che trovano.
Non conosco la situazione dell'India ma includerla direttamente nei primi 8 Paesi del Mondo mi sembra eccessivo, a confronto di quelli che attualemente costituiscono il G8. Lo sviluppo della Cina e dell'India è di natura recente, troppo recente, da essere a tutti gli effetti inclusa nel G8 escludendo qualcuno degli attuali costituenti del gruppo. Non vorrei dire una castroneria ma mi sembra che la Spagna non ha mai fatto parte del gruppo, e stiamo parlando della Spagna. Quindi non mi soffermeri su questioni politico/burocratiche che non ci competono e su cui non abbiamo materiali di valutazione per discuterne. Ma wikipendia riassume meglio il tuo e il mio pensiero:


Inizialmente esistevano il G6 e, con l'ingresso del Canada, il G7, il quale è poi stato a sua volta allargato alla Russia in virtù della sua potenza militare e della sua importanza politica, grazie alle quali può influire sugli equilibri mondiali. Gli altri sette Paesi sono, nell'ordine: Stati Uniti, Giappone, Germania, Regno Unito, Francia, Italia e Canada. Durante i summit, i rappresentanti dei Paesi membri discutono di importanti questioni di politica internazionale, per definire i futuri assetti del mondo. I primi sette Paesi del gruppo sono in effetti i più ricchi, secondo le stime del PIL 2007, mentre la Russia è undicesima e nelle statistiche andrebbe sostituita dalla Cina che è seconda nel mondo. Anche la Spagna recentemente ha superato, seppur di poco, il Canada quanto a PIL.

In tempi recenti, sia la Francia sia il Regno Unito si sono espressi a favore di un allargamento del gruppo, in modo da includere cinque Paesi in via di sviluppo: Cina, India, Brasile, Messico e Sud Africa. Questi Paesi hanno partecipato agli ultimi vertici in qualità di ospiti. In tali occasioni si è usata l'espressione G8+5. Oltre a tali Paesi, Francia, Germania e Italia premono affinchè si includa l'Egitto e il G8 sia trasformato a tutti gli effetti in un G14.[1]

gaz_berserk.
07-07-2009, 21.39.55
erfo;6871489']A me pare la solita fin troppo frequente bufera che poi sparirà nel nulla. Un giorno, a malincuore forse ci chiederemo: e se Berlusconi avesse sempre avuto ragione?:asd:


HAHAHAHA dai non fare battute :asd:

Ape_Africanizzata
07-07-2009, 21.41.48
Cina e India insieme sono 2 miliardi e mezzo di persone, la Spagna 47 milioni. Basterebbe solo questo...

Deep61
07-07-2009, 21.45.33
quel che vedo io è che da diversi mesi vi è un fuoco di sbarramento della stampa e della politica di paesi come USA, UK, Francia, Spagna, Germania contro il governo e la persona di Berlusconi per uno scandalo che tutto sommato è meno peggio di altri attaverso cui il premier è passato indenne.
La mia idea è che con l'elezione di Obama e il conseguente riavvicinarsi di paesi come Francia e Germania alla politica USA, e con l'oggettiva diversità tra la politica di Obama e quella di Bush, vi sia meno bisogno dell'Italia e quindi un capo del governo come Berlusconi sia mal tollerato.

E bravo Elendil, aggiungi che inoltre alcuni paesi (Francia ,ma sopratutto Germania )mal sopportano l'amicizia Particolare tra il cavaliere e Putin , riguardo agli sconti che il Leader Italiano ottiene per il Gas prodotto in Russia per non parlare del recente accordo con Gheddafi ,dove ha ottenuto riguardi particolari sul petrolio Libico ..

Cazzo mi sembra di suonare il violino per il cavaliere :asd: ma non è così ovviamente :D




Deep

gaz_berserk.
07-07-2009, 21.51.17
Non conosco la situazione dell'India ma includerla direttamente nei primi 8 Paesi del Mondo mi sembra eccessivo, a confronto di quelli che attualemente costituiscono il G8. Lo sviluppo della Cina e dell'India è di natura recente, troppo recente, da essere a tutti gli effetti inclusa nel G8 escludendo qualcuno degli attuali costituenti del gruppo. Non vorrei dire una castroneria ma mi sembra che la Spagna non ha mai fatto parte del gruppo, e stiamo parlando della Spagna. Quindi non mi soffermeri su questioni politico/burocratiche che non ci competono e su cui non abbiamo materiali di valutazione per discuterne. Ma wikipendia riassume meglio il tuo e il mio pensiero:

producono molto di più di alcuni del g-8 le loro popolazioni sono la maggior parte degli uomini e donne sulla terra quindi non vedo perchè non dovrebbero...
l'unica cosa è la democrazia che non è sviluppata... ma anche in russia ci sono problemi di democrazia eppure si trova nel g-8

[P]erfo
07-07-2009, 21.51.54
Perché forse al G8 si presuppone la presenza anche di paesi politicamente stabili e magari democratici? :asd: (anche se capisco che con la presenza della Cina quest'ultima ha perso validità :D)

gaz_berserk.
07-07-2009, 21.54.17
erfo;6871551']Perché forse al G8 si presuppone la presenza anche di paesi politicamente stabili e magari democratici? :asd: (anche se capisco che con la presenza della Cina quest'ultima ha perso validità :D)

RUSSIA per esempio... se è democratica allora io sono mago merlino :uiui: :asd:

Ape_Africanizzata
07-07-2009, 21.58.43
erfo;6871551']Perché forse al G8 si presuppone la presenza anche di paesi politicamente stabili e magari democratici? :asd: (anche se capisco che con la presenza della Cina quest'ultima ha perso validità :D)

L' India è politicamente stabile ed è democratica. La cina non è democratica ma è politicamente stabile, così come la Russia che però fa parte del g8l' italia non è democratica nè politicamente stabile...Forse è una rappresentanza di stati che potevano contare veramente qualcosa nel 1946, non adesso

[P]erfo
07-07-2009, 22.03.27
Comunque è già stato detto che è in previsione un allargamento del summit, quindi è solo questione di tempo - ovvio che rispetto al '75 son cambiate alcune cose e di conseguenza ci si adatterà col tempo, anche vero che non puoi per rivoluzioni accadute solo in tempi recenti permettere l'ingresso alla cieca di un paese dove la gran parte della popolazione soffre la fame e vive nelle slum, senza dimenticare il diffuso terrorismo :)

Ape_Africanizzata
07-07-2009, 22.06.30
Invece devi, eccome, specialmente considerando che il g8 è un summit dove vengono ratificate decisioni che riguardano i suddetti stati non partecipanti, e che vengono prese senza il loro consenso. D' altra parte se servono risposte globali a problemi global non includere la cina o l' india o la turchia perchè non sono sufficientemente democratici, ricchi o "occidentali" non ha senso

Deep61
07-07-2009, 22.06.46
erfo;6871551']Perché forse al G8 si presuppone la presenza anche di paesi politicamente stabili e magari democratici? :asd: (anche se capisco che con la presenza della Cina quest'ultima ha perso validità :D)

Sulla carta hai ragione , sulla carta ovviamente , quando si parla di crisi come quella attuale, i paesi vanno a questi incontri in ordine sparso o quasi , diciamo che a volte gli interessi coincidono altre meno.

Se si parla poi di gas e petrolio , la comunità Europea che non è affatto una comunità, viaggia ancora di piu' in ordine sparso.

Pagare meno il gas o il petrolio, è un vantaggio che altri mal sopportano , la democrazia qui non esiste ...in questo caso esiste solo la regola del "MORS TUA VITA MEA" e la si copre con i discorsi fumogeni dell'alto senso civico , democratico etc\etc.. balle , semplici e fottuttissime balle.

Gli Usa spingono che la comunità Europea accetti la Turchia come membro permanente dell'EU ..

Doppio scopo

1 destabilizzare l'EU (perchè gli Usa tutto vogliono , fuorchè un'Europa unita e forte)
2 Basi Americane in Turchia per coprire la vecchia via della Seta , con obbiettivo ...la Cina



Deep

destino
07-07-2009, 22.17.59
E bravo Elendil, aggiungi che inoltre alcuni paesi (Francia ,ma sopratutto Germania )mal sopportano l'amicizia Particolare tra il cavaliere e Putin , riguardo agli sconti che il Leader Italiano ottiene per il Gas prodotto in Russia per non parlare del recente accordo con Gheddafi ,dove ha ottenuto riguardi particolari sul petrolio Libico ..

Cazzo mi sembra di suonare il violino per il cavaliere :asd: ma non è così ovviamente :D


Deep

l'amicizia con russia e libia al momento per l'italia sono qualcosa di imprescindibile, visto che siamo completamente dipendenti dal metano russo e libico.
L'alternativa è iniziare a costruire centrali nucleari, ma chi sbeffeggia le amicizie italiane coi dittatori pieni di petrolio sono poi gli stessi che schifano la scelta nucleare, personalmente io preferisco avere centrali nucleari nel territorio italiano piuttosto che fare i simpaticoni davanti a quella testa di cazzo di gheddafi pur di avere petrolio

gaz_berserk.
07-07-2009, 22.18.01
anche in russia gran parte della popolazione è povera
anche in russia ci sono stati grossi episodi di terrorismo...
ci sono state rivolte soffocate nel sangue
ci sono state cose loschissime contro i giornalisti

la russia è peggio della cina e dell'india messi assieme non vedo perchè la russia si la cina e india no :birra:

Raziel7
07-07-2009, 22.28.51
Cina e India insieme sono 2 miliardi e mezzo di persone, la Spagna 47 milioni. Basterebbe solo questo...
Ragionamento plausibile, perchè da quanto ho estrapolato da wikipedia sul G8 l'ultimo paese in lizza per un posto sembra essere l'Egitto che a memoria è uno dei paesi più popolati del medio oriente. Ad ogni modo stanno pensando di allargare il G8 appunto con l'inclusione di queste due realtà da te citate.


producono molto di più di alcuni del g-8 le loro popolazioni sono la maggior parte degli uomini e donne sulla terra quindi non vedo perchè non dovrebbero...
l'unica cosa è la democrazia che non è sviluppata... ma anche in russia ci sono problemi di democrazia eppure si trova nel g-8
La Russia è stata inclusa ad honorem per la sua forza militare. Mettiamoci nel calderone anche i buoni rapporti di Berlusconi con Putin ed ecco qui il risultato. Non essendo strettamente legati alla stabilità politico/democratica e ai milioni di abitanti i motivi per cui un Paese può entrare nel G8, possiamo dedurre che anche determinate simpatie influiscono (vedi Spagna). Nel caso stretto della Cina e dell'India il loro recente sviluppo e la totale instabilità democratica li ha automaticamente esclusi, per ora, da questo organo mondiale. Sono in fondo paesi troppo orientaleggianti nel pensiero, e troviamo conferma proprio dalla presa in nomina dell'Egitto che ha subito un dratisco processo di occidentalizzazione. Concludendo, il G8 è un organo mondiale, chiamiamolo così, per discutere di problemi "internazionali" con un filo fortemente occidentale. Se uniamo criteri quali possono essere il PIL, l'aspetto demografico, le simpatie e lo stato di evoluzione non è così impossibile comprendere queste importanti eclusioni.

;)

Deep61
07-07-2009, 22.40.12
l'amicizia con russia e libia al momento per l'italia sono qualcosa di imprescindibile, visto che siamo completamente dipendenti dal metano russo e libico.
L'alternativa è iniziare a costruire centrali nucleari, ma chi sbeffeggia le amicizie italiane coi dittatori pieni di petrolio sono poi gli stessi che schifano la scelta nucleare, personalmente io preferisco avere centrali nucleari nel territorio italiano piuttosto che fare i simpaticoni davanti a quella testa di cazzo di gheddafi pur di avere petrolio

Non voglio discutere adesso se sia meglio costruire le basi nucleari in Italia o meno , non è questo il punto Destino (o meglio lo è, ma il discorso viaggia su binari paralleli) qui alcuni paesi europei non sopportano le amicizie del nostro governo con Libia e Russia .

Fotte una sega a nessuno , compreso l'UK che Berlusconi sia amico o si prostri difronte al dittatore Libico.

Ma all'opposto vorrebbero sostituirsi al Cavaliere nel prostrarsi per ottenere sconti , tu ne fai una questione di orgoglio nazionalistico , ma non è così ..non digeriscono gli sconti che otteniamo punto.



Deep

gaz_berserk.
07-07-2009, 22.41.38
La Russia è stata inclusa ad honorem per la sua forza militare. Mettiamoci nel calderone anche i buoni rapporti di Berlusconi con Putin ed ecco qui il risultato. Non essendo strettamente legati alla stabilità politico/democratica e ai milioni di abitanti i motivi per cui un Paese può entrare nel G8, possiamo dedurre che anche determinate simpatie influiscono (vedi Spagna). Nel caso stretto della Cina e dell'India il loro recente sviluppo e la totale instabilità democratica li ha automaticamente esclusi, per ora, da questo organo mondiale. Sono in fondo paesi troppo orientaleggianti nel pensiero, e troviamo conferma proprio dalla presa in nomina dell'Egitto che ha subito un dratisco processo di occidentalizzazione. Concludendo, il G8 è un organo mondiale, chiamiamolo così, per discutere di problemi "internazionali" con un filo fortemente occidentale. Se uniamo criteri quali possono essere il PIL, l'aspetto demografico, le simpatie e lo stato di evoluzione non è così impossibile comprendere queste importanti eclusioni.

;)

tutto è dettato dagli interessi enormi da spartire ;)

destino
07-07-2009, 22.46.08
Non voglio discutere adesso se sia meglio costruire le basi nucleari in Italia o meno , non è questo il punto Destino (o meglio lo è, ma il discorso viaggia su binari paralleli) qui alcuni paesi europei non sopportano le amicizie del nostro governo con Libia e Russia .

Fotte una sega a nessuno , compreso l'UK che Berlusconi sia amico o si prostri difronte al dittatore Libico.

Ma all'opposto vorrebbero sostituirsi al Cavaliere nel prostrarsi per ottenere sconti , tu ne fai una questione di orgoglio nazionalistico , ma non è così ..non digeriscono gli sconti che otteniamo punto.



Deep

no, non ne faccio una questione di orgoglio nazionalistico, semplicemente trovo offensivo che un dittatore da 4 soldi venga in italia a parlare di democrazia, terrorismo e diritti delle donne quando sappiamo benissimo quello che lui fa in libia.
Purtroppo siamo costretti a sorbirci tutto chinati a 90 gradi, a leccare i piedi a gheddafi e a tentare di giustificare in qualche modo le guerre espansionistiche di putin ( altra cosa gravissima di cui sinceramente mi vergogno) per avere questo cazzo di petrolio e metano senza il quale saremmo veramente di nuovo all'età della pietra.
Quindi per ora dobbiamo stare zitti e sopportare, + in la se decideremo di attuare politiche energetiche intelligenti e diversificate come hanno fatto e stanno facendo tutti i paesi che contano, allora forse forse potremo tornare a dire che gheddafi è un dittatore del cazzo ignorante e tamarro e putin è il vero erede di stalin in russia, per adesso scodinzoliamo al loro seguito e basta

DonAldrigo
07-07-2009, 22.48.27
Il fatto è che a questi vertici si prendono (si dovrebbero prendere) le decisioni importanti, dunque ci dovrebbe essere solo chi conta davvero.
Da noi se ne parla poco (mentre si parla tanto di Cina) ma l'india è un paese la cui importanza fondamentale non può essere sottovalutata. Nè per quello che è il presente né per quello che sarà il futuro. Tanto per capirci noi andiamo verso un futuro dove i primi 4 grandi saranno Cina, usa, india e giappone detti in ordine sparso.
In ogni caso l'india è una democrazia, magari con qualche difficoltà, ma la democrazia indiana è più stabile e reale di quanto possa sembrare.
Per contro la spagna è stata una superpotenza tra 1500 ed il 1600, da allora non conta più un cazzo. Il fatto che gli spagnoli abbiano avuto un boom di paglia non li rende importanti, perchè di loro si può fare tranquillamente a meno.

Deep61
07-07-2009, 22.57.04
no, non ne faccio una questione di orgoglio nazionalistico, semplicemente trovo offensivo che un dittatore da 4 soldi venga in italia a parlare di democrazia, terrorismo e diritti delle donne quando sappiamo benissimo quello che lui fa in libia.
Purtroppo siamo costretti a sorbirci tutto chinati a 90 gradi, a leccare i piedi a gheddafi e a tentare di giustificare in qualche modo le guerre espansionistiche di putin ( altra cosa gravissima di cui sinceramente mi vergogno) per avere questo cazzo di petrolio e metano senza il quale saremmo veramente di nuovo all'età della pietra.
Quindi per ora dobbiamo stare zitti e sopportare, + in la se decideremo di attuare politiche energetiche intelligenti e diversificate come hanno fatto e stanno facendo tutti i paesi che contano, allora forse forse potremo tornare a dire che gheddafi è un dittatore del cazzo ignorante e tamarro e putin è il vero erede di stalin in russia, per adesso scodinzoliamo al loro seguito e basta

Capisco, ma è un discorso a lunga gittata , quando il nostro paese sara' meno dipendente dall'estero per le fonti energetiche , Putin e Gheddafi saranno passati a miglior vita , e in loro sostituzione potrebbero(condizionale) esserci altri Leader, con altre idee o meglio interessi ,completamente diversi da quelli attuali.
La situazione al momento non è di chiarezza reciproca , e in fondo non lo è mai stata , nessuno in Europa è immune in questo senso, nemmeno altri paesi che solo teoricamente hanno meno bisogno di noi del Metano e Petrolio.

Il fatto che Putin veleggi ancora per interposta persona e venga piu' volte contattato da Obama lo dimostra ampiamente.

Stesso discorso per Gheddafi ovvio :D




Deep

Ape_Africanizzata
07-07-2009, 23.08.31
Ragionamento plausibile, perchè da quanto ho estrapolato da wikipedia sul G8 l'ultimo paese in lizza per un posto sembra essere l'Egitto che a memoria è uno dei paesi più popolati del medio oriente. Ad ogni modo stanno pensando di allargare il G8 appunto con l'inclusione di queste due realtà da te citate.


La Russia è stata inclusa ad honorem per la sua forza militare. Mettiamoci nel calderone anche i buoni rapporti di Berlusconi con Putin ed ecco qui il risultato. Non essendo strettamente legati alla stabilità politico/democratica e ai milioni di abitanti i motivi per cui un Paese può entrare nel G8, possiamo dedurre che anche determinate simpatie influiscono (vedi Spagna). Nel caso stretto della Cina e dell'India il loro recente sviluppo e la totale instabilità democratica li ha automaticamente esclusi, per ora, da questo organo mondiale. Sono in fondo paesi troppo orientaleggianti nel pensiero, e troviamo conferma proprio dalla presa in nomina dell'Egitto che ha subito un dratisco processo di occidentalizzazione. Concludendo, il G8 è un organo mondiale, chiamiamolo così, per discutere di problemi "internazionali" con un filo fortemente occidentale. Se uniamo criteri quali possono essere il PIL, l'aspetto demografico, le simpatie e lo stato di evoluzione non è così impossibile comprendere queste importanti eclusioni.

;)


Il problema è che paesi come l' India e la Cina hanno un Pil che è superiore a quello, ad esempio, dell' Italia, ed in alcuni settori sono evolutissimi. L' unica cosa, davvero, che il g8 sembra rappresentare è un organismo antiquato, nemmeno un modello alla occidentale, ma una scacchiera ferma al periodo della guerra fredda, dove in contrapposizione al blocco atlantista c'era di mezzo la russia. Adesso questo assetto non ha più senso

Raziel7
07-07-2009, 23.11.14
Il fatto è che a questi vertici si prendono (si dovrebbero prendere) le decisioni importanti, dunque ci dovrebbe essere solo chi conta davvero.
Da noi se ne parla poco (mentre si parla tanto di Cina) ma l'india è un paese la cui importanza fondamentale non può essere sottovalutata. Nè per quello che è il presente né per quello che sarà il futuro. Tanto per capirci noi andiamo verso un futuro dove i primi 4 grandi saranno Cina, usa, india e giappone detti in ordine sparso.
E qui ti volevo. Il G8 è un organo che ha una storia di qualche decina di anni alle spalle, nato per coordinare meglio le azioni mondiali e per cercare di andare d'accordo. E' impensabile proporre 30 anni fa di includere negli 8 Paesi più importanti Cina e India per i motivi precedentemente citati. Non volevano di certo la terza guerra mondiale! La Russia è entrata in questo organo quando praticamente l'URSS è finita e la Russia ha perso gran parte della sua pericolosità che l'ha contraddistinta. Solo oggi, nel 2009, possiamo parlare di India e Cina come Paesi che possono giocarsi un posto all'interno di questo organo. Voglio proprio vedere se qualcuno ha da contestare il recente sviluppo di queste due Potenze rispetto alla storia del G8, e la loro conseguente esclusione. Poi questo è un organismo che deve essere per forza in continua evoluzione, ci sarà inevitabilmente questo importante passo per l'oriente. Se avessero avuto una maggiore stabilità socio politica già sarebbero dentro da qualche anno. Nel futuro prossimo staremo a vedere...

Il problema è che paesi come l' India e la Cina hanno un Pil che è superiore a quello, ad esempio, dell' Italia, ed in alcuni settori sono evolutissimi. L' unica cosa, davvero, che il g8 sembra rappresentare è un organismo antiquato, nemmeno un modello alla occidentale, ma una scacchiera ferma al periodo della guerra fredda, dove in contrapposizione al blocco atlantista c'era di mezzo la russia. Adesso questo assetto non ha più senso
Già risposto sopra. ;) A mio modesto parere un organismo mondiale deve anche prendersi il suo tempo prima di essere aggiornato. Non ci si può permettere di dare potere ad una nazione in crescita che poi magari si è rivelato un fuoco di paglia nel tempo. Se vogliamo cercare una delle tante risposte all'esclusione della Spagna, la troviamo sicuramente qui.

Ape_Africanizzata
07-07-2009, 23.25.57
[quote=Raziel]Già risposto sopra. ;) A mio modesto parere un organismo mondiale deve anche prendersi il suo tempo prima di essere aggiornato. Non ci si può permettere di dare potere ad una nazione in crescita che poi magari si è rivelato un fuoco di paglia nel tempo. Se vogliamo cercare una delle tante risposte all'esclusione della Spagna, la troviamo sicuramente qui.

Il potere non lo "dai" con il g8. Il potere quella nazione ce lo ha indipendentemente dal fatto che ogni anno ci sia una riunione delle 8 nazioni più industrializzate....anche senza il g8 la cina continua a crescere, a comprarsi pezzi sempre più grandi dell' africa e a ritagliarsi il ruolo da superpotenza che le spetta. Includerla nel g8 ( e come lei, anche l' India) serve a dare una sola cosa: credibilità ad una forma globale di decisione dei problemi in un epoca globalizzata. Viceversa, un organismo fatto dalle 8 nazioni più avanzate del mondo non è rappresentativo nè della forza demografica nè della maggioranza della forza economica, quindi non può prendere decisioni efficaci...tralasciando il fatto che queste decisioni verrebbero prese in maniera totalmente non rappresentativa, quindi non democratica

Giggio93
08-07-2009, 01.04.55
a beh se lo dice il guardian........

eh si, se lo dice il guardian che è il secondo giornale inglese più importante dopo il Times.:)

destino
08-07-2009, 07.19.32
eh si, se lo dice il guardian che è il secondo giornale inglese più importante dopo il Times.:)

se lo dice il guardian non citando nessun fonte ma mettendo comunque dei virgolettati la notizia rimane cmq almeno discutibile.
Una notizia la fanno i fatti e le prove che porta il giornalista, non il nome della testata.

Viceversa se un giornale da 2 lire intervistava una persona qualsiasi al seguito di Obama (per esempio) e questa rilasciava queste dichiarazioni confermate in seguito da altre fonti con nome e cognome, allora la notizia diventava un fatto di una certa rilevanza

Allo stato attuale invece è alla stregua di un pettegolezzo da strada del tipo "sai una mia amica mi ha detto che una sua amica le ha detto che quell'uomo scopa da dio", esattamente il genere di notizie che non sono ne smentibili ne confermabili da nessuno e quindi vengono etichettate come spazzatura giornalistica

edit: trasmissione di la7 di ieri, ascoltate le parole di caprarica

L'AQUILA: GREAT 8, LITTLE ITALY? (3a pt) - Omnibus – Il programma di approfondimento di LA7.it (http://www.la7.it/approfondimento/dettaglio.asp?prop=omnibus&video=28276)

che sono riassumibili nel fatto che lui è un grande fan della stampa inglese ma che in questo articolo si sta facendo l'esatto opposto di quello che solitamente fa una stampa seria, cioè presentare le fonti da cui proviene la notizia e fare un controllo incrociato sulla veridicità della stessa

[P]erfo
08-07-2009, 09.51.08
E intanto Hu Jintao se n'è andato dal vertice con la scusa dei moti a casa sua... eh... 'sti cinesi :asd:

Rimanendo in topic oggi D'alema:

D'Alema: "Non esiste alcuna possibilità di espulsione dell'Italia dal G8"
"Non esiste la possibilità, neppure tecnicamente, di espellere qualcuno dal G8, quindi non esiste questo problema. Naturalmente i paesi possono avere maggiore o minore influenza a seconda del maggiore o minore prestigio che hanno i loro governanti. Questo fa parte della realtà democratica, ma il cartellino rosso non è previsto dal regolamento". Lo ha affermato Massimo D'Alema, ospite di uno speciale realizzato da 'Radio anch'io' sul G8, a proposito dell'ipotesi avanzata dal 'Guardian' di un'esclusione dell'Italia dal vertice degli 8 Grandi

destino
08-07-2009, 10.12.22
Tornando a parlare di fatti, trovo interessantissima questa intervista a Gordon Brown

Brown: «Non possiamo sbagliare Per la ripresa serve più moralità» - Corriere della Sera (http://www.corriere.it/politica/09_luglio_08/cavalera_brown_moralita_5755e4e2-6b81-11de-af15-00144f02aabc.shtml)

in particolare



L'agenda del G8, vediamo alcuni punti. La ripresa dell'economia passa innanzitutto dalla riscoperta di principi morali, da regole di onestà, di trasparenza. E' d'accordo sui nuovi «global legal standards» che saranno le basi dell'economia globale?

«Il mercato non esiste fuori dalla società, dunque i mercati hanno bisogno di principi morali. E per mettere la morale al centro della finanza e dell'economia occorrono sia le regole, sia l'accordo sulle regole. La lezione che abbiamo imparato è che senza un chiaro e condiviso senso di responsabilità le finanze possono essere governate contro gli interessi pubblici. Affinché le banche, le istituzioni e i servizi finanziari lavorino per soddisfare gli interessi pubblici e gli interessi basilari dell'uomo, qual è il lavoro, è giusto basare l'economia su valori e norme condivisi. La proposta dei global legal standards è assolutamente cruciale. Credo che vi sia un accordo crescente sul fatto che i mercati funzionino meglio quando vi è una dimensione morale, esplicitata in regole».


cioè queste parole dette in modo cosi chiaro e netto dal premier inglese, uno di quei paesi che ha fatto dell'economia di libero mercato un vanto decennale e che ancora oggi nella City rappresenta un giro d'affari secondo solo a Wall Street è veramente segno dei tempi che stanno cambiando.

Da notare che il global legal standard è un'idea che sta portando avanti Tremonti da diversi mesi ormai

Il Riformista (http://www.ilriformista.it/stories/Economia/75058/)

Berek
08-07-2009, 11.26.43
erfo;6872438']E intanto Hu Jintao se n'è andato dal vertice con la scusa dei moti a casa sua... eh... 'sti cinesi :asd:

Eh, chiamala scusa...

Maharet
08-07-2009, 11.37.09
Oddio l'editore del riformista e' angelucci, casotto e' vicedirettore del foglio e fra i columnist c'e' costanzo :asd:
Buono a sapersi :asd:

destino
08-07-2009, 11.46.38
Oddio l'editore del riformista e' angelucci, casotto e' vicedirettore del foglio e fra i columnist c'e' costanzo :asd:
Buono a sapersi :asd:

ho capito, ma mica gliele hanno messe loro le parole in bocca a tremonti, che effettivamente parla di economia globale da cambiare con regole nuove basate su una maggiore moralità da tempo :asd:

morettina
08-07-2009, 11.49.33
bello anche l'articolo del new york times (http://www.corriere.it/politica/09_luglio_08/nyt_obama_guida_g8_81e296e6-6b91-11de-af15-00144f02aabc.shtml), tutta stampa asservita alla sinistra :teach:

[P]erfo
08-07-2009, 12.17.30
Repubblica.it (http://www.repubblica.it/interstitial/interstitial1629541.html)

e Obama smentisce e ci fa i complimenti :)

Ospitare il G8 dovrebbe essere un grande orgoglio per tutti noi italiani e non l'ennesimo pretesto per auto-affossarci.

destino
08-07-2009, 12.29.09
erfo;6873018']Repubblica.it (http://www.repubblica.it/interstitial/interstitial1629541.html)

e Obama smentisce e ci fa i complimenti :)

Ospitare il G8 dovrebbe essere un grande orgoglio per tutti noi italiani e non l'ennesimo pretesto per auto-affossarci.

le dichiarazioni di obama ovviamente valgono meno di fonti anonime del new york time e del guardian :asd:

Maharet
08-07-2009, 12.29.38
ho capito, ma mica gliele hanno messe loro le parole in bocca a tremonti, che effettivamente parla di economia globale da cambiare con regole nuove basate su una maggiore moralità da tempo :asd:

oppercarita'. Il problema di tremonti e' che di economia sarebbe meglio non parlasse. Anzi, non facesse :)
Vorrei ricordarlo quando diceva che "In Sudamerica il condono fiscale si fa dopo il golpe; in Italia prima delle elezioni; ma invertendo i fattori il prodotto non cambia: il condono fiscale è comunque una forma di prelievo fuori legge."

[P]erfo
08-07-2009, 12.41.09
le dichiarazioni di obama ovviamente valgono meno di fonti anonime del new york time e del guardian :asd:

Non voglio mettermi a difendere Berlusconi, ma l'attenzione delle riviste estere sul gossip italiano che nasce un giorno e muore quello dopo, mi "incuriosiscono". Mi sembra più una guerra tra poveri che non di fatti :asd:

Io oggi comunque sono orgoglioso che a casa mia si stia tenendo la riunione più importante del mondo e diretta e guidata da un nostro leader. Tra l'altro ospitiamo finalmente obama :japu:

destino
08-07-2009, 12.44.33
oppercarita'. Il problema di tremonti e' che di economia sarebbe meglio non parlasse. Anzi, non facesse :)
Vorrei ricordarlo quando diceva che "In Sudamerica il condono fiscale si fa dopo il golpe; in Italia prima delle elezioni; ma invertendo i fattori il prodotto non cambia: il condono fiscale è comunque una forma di prelievo fuori legge."

ma pure io non sono un fan di Tremonti e non mi sono mai piaciute le sue politiche di sanatorie per cercare di racimolare soldi e la sua finanza creativa, preferisco molto di + un Brunetta, anche se il mio preferito di tutto il panorama italiano rimane Bersani.
Però a sto giro ci ha beccato e sembra che molti stati che contano gli vogliano andare dietro, in primis stati uniti e inghilterra, questo almeno va constatato

Maharet
08-07-2009, 13.02.28
ma pure io non sono un fan di Tremonti e non mi sono mai piaciute le sue politiche di sanatorie per cercare di racimolare soldi e la sua finanza creativa, preferisco molto di + un Brunetta, anche se il mio preferito di tutto il panorama italiano rimane Bersani.
Però a sto giro ci ha beccato e sembra che molti stati che contano gli vogliano andare dietro, in primis stati uniti e inghilterra, questo almeno va constatato

Si, ma evitiamo di accostare i termini "moralita'" e "tremonti" nella stessa frase, pls :asd:

Raziel7
08-07-2009, 13.29.52
Il potere non lo "dai" con il g8. Il potere quella nazione ce lo ha indipendentemente dal fatto che ogni anno ci sia una riunione delle 8 nazioni più industrializzate....anche senza il g8 la cina continua a crescere, a comprarsi pezzi sempre più grandi dell' africa e a ritagliarsi il ruolo da superpotenza che le spetta. Includerla nel g8 ( e come lei, anche l' India) serve a dare una sola cosa: credibilità ad una forma globale di decisione dei problemi in un epoca globalizzata. Viceversa, un organismo fatto dalle 8 nazioni più avanzate del mondo non è rappresentativo nè della forza demografica nè della maggioranza della forza economica, quindi non può prendere decisioni efficaci...tralasciando il fatto che queste decisioni verrebbero prese in maniera totalmente non rappresentativa, quindi non democratica
Il potere di una nazione nei confronti del Mondo e del suo valore decisionale nelle questioni di interesse comune. Non mi sembra affatto poco. Fino a che l'evoluzione e la modernizzazione rimane un processo per lo sviluppo del Paese questo è tutto di guadagnato, ma fino a che ti escludo da questi grandi summit non sei nessuno. Non hai potere di esprimerti e di decidere al confronto delle altre nazioni. In caso di problemi mondiali il primo riferimento per intervenire viene fatto dai Paesi che formano il G8 (che poi in occasione della crisi economica 2008 il giro fu allargato, giustamente, a molte più nazioni). Comunque non so se ci siamo capiti: io non sono contro all'inclusione dell'India e della Cina all'interno di questo organo, però affermare che questo doveva avvenire chissà quanti anni prima non sono d'accordo.

tomkk
08-07-2009, 20.55.51
eh si, se lo dice il guardian che è il secondo giornale inglese più importante dopo il Times.:)

beh tenendo conto che è il giornale di riferimento del partito laburista ....un po come sentire parlar bene ,ai tempi , di bush da parte di Repubblica....

cmq direi che ti ha risposto ancor meglio destino......
:)

[P]erfo
08-07-2009, 22.18.19
Gli ha risposto meglio di tutti Obama e co. :asd:

destino
09-07-2009, 08.25.39
Bill Emmot, ex direttrore di The Economist, difende Berlusconi (http://altrimondi.gazzetta.it/2009/07/bill-emmott-un-articolo-sbagli.html)

intervista uscita su La Stampa, mi sembra sia chiaro su molti punti, sia relativamente al discorso complotto sia sull'articolo del Guardian

M@TTE
09-07-2009, 09.29.23
l'amicizia con russia e libia al momento per l'italia sono qualcosa di imprescindibile, visto che siamo completamente dipendenti dal metano russo e libico.
L'alternativa è iniziare a costruire centrali nucleari, ma chi sbeffeggia le amicizie italiane coi dittatori pieni di petrolio sono poi gli stessi che schifano la scelta nucleare, personalmente io preferisco avere centrali nucleari nel territorio italiano piuttosto che fare i simpaticoni davanti a quella testa di cazzo di gheddafi pur di avere petrolio


no, non ne faccio una questione di orgoglio nazionalistico, semplicemente trovo offensivo che un dittatore da 4 soldi venga in italia a parlare di democrazia, terrorismo e diritti delle donne quando sappiamo benissimo quello che lui fa in libia.
Purtroppo siamo costretti a sorbirci tutto chinati a 90 gradi, a leccare i piedi a gheddafi e a tentare di giustificare in qualche modo le guerre espansionistiche di putin ( altra cosa gravissima di cui sinceramente mi vergogno) per avere questo cazzo di petrolio e metano senza il quale saremmo veramente di nuovo all'età della pietra.
Quindi per ora dobbiamo stare zitti e sopportare, + in la se decideremo di attuare politiche energetiche intelligenti e diversificate come hanno fatto e stanno facendo tutti i paesi che contano, allora forse forse potremo tornare a dire che gheddafi è un dittatore del cazzo ignorante e tamarro e putin è il vero erede di stalin in russia, per adesso scodinzoliamo al loro seguito e basta

Parole Sante Dest :approved:

Elendil_1
09-07-2009, 10.00.25
Bill Emmot, ex direttrore di The Economist, difende Berlusconi (http://altrimondi.gazzetta.it/2009/07/bill-emmott-un-articolo-sbagli.html)

intervista uscita su La Stampa, mi sembra sia chiaro su molti punti, sia relativamente al discorso complotto sia sull'articolo del Guardian

Sì, ehm, peccato che NON difenda Berlusconi checché tu scriva.

[P]erfo
09-07-2009, 11.21.10
Ufficiale che il G8 diverrà G14...

MaGiKLauDe
09-07-2009, 11.32.25
Perfo, c'è l'allargamento ai 14 solo per oggi, con i paesi emergenti, per discutere di clima e fame. Introduciamo la gogna anche qui? :asd:

Raziel7
09-07-2009, 11.41.30
erfo;6876233']Ufficiale che il G8 diverrà G14...
Non è ufficiale. Solo per oggi in occasioni dei temi più importanti sono stati invitati quei paesi che dovrebbero entrare a far parte del giro. Non è la prima volta che accade ciò soprattutto quando c'è stato da parlare di inquinamento globale e di crisi economica.

MaGiKLauDe
09-07-2009, 11.46.44
In Francia calcano la mano:

Berlusconi, le bouffon de l'Europe (http://www.lexpress.fr/actualite/monde/europe/berlusconi-le-bouffon-de-l-europe_773074.html)

[P]erfo
09-07-2009, 13.22.34
Sempre G14 per un giorno è :roll3:

MarcoLaBestia
09-07-2009, 14.17.49
http://photos-e.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc1/hs192.snc1/6455_1082321177655_1215090616_30209836_7619795_n.j pg

[P]erfo
09-07-2009, 14.26.52
Ahah :roll3:

sara_bleeckerst
09-07-2009, 15.03.51
LoL.

ma poi non si capisce perché obama lo ignori così spudoratamente e poi va dicendo in giro "noooo, ma berlusconi è manna dal cielo! è un vero leader! yeah!"

Maharet
09-07-2009, 15.10.51
Ma veramente io non so voi... ma non ho mai letto da alcuna parte che obama abbia detto "grande leadership di berlusconi" :)
Dopo l'incontro con Napolitano ha detto che sui temi del G8 «il governo italiano ha dimostrato una forte leadership» e si e' poi sperticato in lodi nei confronti di Napolitano stesso.
Berlusconi non l'ha mai citato.
Giusto per precisione, non per altro :)

Elendil_1
09-07-2009, 15.18.10
Ma veramente io non so voi... ma non ho mai letto da alcuna parte che obama abbia detto "grande leadership di berlusconi" :)
Dopo l'incontro con Napolitano ha detto che sui temi del G8 «il governo italiano ha dimostrato una forte leadership» e si e' poi sperticato in lodi nei confronti di Napolitano stesso.
Berlusconi non l'ha mai citato.
Giusto per precisione, non per altro :)

Tra l'altro nelle lodi a Napolitano lo ha chiamato espressamente il leader dell'Italia decantandone espressamente integrità morale e sobrietà come qualità indispensabili per un leader politico più chiaro di così...

sara_bleeckerst
09-07-2009, 15.23.07
evidentemente il gr di virgin radio ogni tanto scazza O_o

Berek
09-07-2009, 15.24.54
Tra l'altro nelle lodi a Napolitano lo ha chiamato espressamente il leader dell'Italia decantandone espressamente integrità morale e sobrietà come qualità indispensabili per un leader politico più chiaro di così...

Beh, in tal caso allora Obama non ha ben precisi i ruoli politici italiani :asd:

Maharet
09-07-2009, 15.49.29
Beh, in tal caso allora Obama non ha ben precisi i ruoli politici italiani :asd:

O forse voleva sottolineare la necessita' di sobrieta' e moralita' per poter essere alla guida di un paese. Disconoscendo la leadership di chi queste doti non ha.
Questa, lo sottolineo, e' naturalmente solo una mia interpretazione.

Ape_Africanizzata
09-07-2009, 15.55.07
O forse voleva sottolineare la necessita' di sobrieta' e moralita' per poter essere alla guida di un paese. Disconoscendo la leadership di chi queste doti non ha.
Questa, lo sottolineo, e' naturalmente solo una mia interpretazione.ù

Già, anche secondo me è così. Ha fatto pesare sia le lodi a Napolitano che l'omessa menzione a Berlusconi...direi con classe

[P]erfo
09-07-2009, 16.32.10
16:05 Ban Ki-Moon elogia l'Italia: "Organizzazione G8 superba"
"L'organizzazione da parte italiana di questo G8 è stata superba e devo elogiare l'Italia e il premier Silvio Berlusconi per come sono stati curati tutti gli aspetti di questo g8 che giunge a pochi mesi dal tragico evento che ha colpito questa regione". Lo ha detto il Segretario generale dell'Onu Ban Ki-Moon.


:metal:

Di0
09-07-2009, 16.45.05
erfo;6877344']16:05 Ban Ki-Moon elogia l'Italia: "Organizzazione G8 superba"
"L'organizzazione da parte italiana di questo G8 è stata superba e devo elogiare l'Italia e il premier Silvio Berlusconi per come sono stati curati tutti gli aspetti di questo g8 che giunge a pochi mesi dal tragico evento che ha colpito questa regione". Lo ha detto il Segretario generale dell'Onu Ban Ki-Moon.


:metal:

Manca la seconda parte:
Ne ho scoperto molti lati positivi, da quando ha promesso di invitarmi ai prossimi party da sballo.
:asd:

Scherzi a parte, io alle critiche del Guardian credo poco: Berlusconi ha tanti difetti, troppi, una marea. Però non quello di non saper organizzare eventi di questo tipo, lui per queste cose (stare tra i grandi del mondo, sentirsi importante) ci sguazza e ci puccia il biscotto e di certo vi darà tantissima attenzione e cura, imho ovviamente.

SIMMER2
09-07-2009, 17.46.41
Scherzi a parte, io alle critiche del Guardian credo poco: Berlusconi ha tanti difetti, troppi, una marea. Però non quello di non saper organizzare eventi di questo tipo, lui per queste cose (stare tra i grandi del mondo, sentirsi importante) ci sguazza e ci puccia il biscotto e di certo vi darà tantissima attenzione e cura, imho ovviamente.

...già, coi nostri soldi e magari anche con quelli che potevano servire a tirar su case decenti e in tempi brevi, nelle zone disastrate...

Di0
09-07-2009, 17.55.19
...già, coi nostri soldi e magari anche con quelli che potevano servire a tirar su case decenti e in tempi brevi, nelle zone disastrate...

Non strumentalizziamo: siamo la nazione presidente del G8 per questo mandato, ci tocca. E abbiamo i mezzi ed il dovere di cercare di farlo al meglio. Punto.

destino
09-07-2009, 18.12.00
http://images.corriere.it/Media/Foto/2009/07/09/BER16_b1.jpg

ma in questa foto si è messo al petto un atomo di sole? :look:

Berek
09-07-2009, 19.36.31
http://images.corriere.it/Media/Foto/2009/07/09/BER16_b1.jpg

ma in questa foto si è messo al petto un atomo di sole? :look:

No è la spilla di Magic Italy...

sara_bleeckerst
09-07-2009, 22.06.27
ahahah, magic italy, ahahahah

Mister X
10-07-2009, 08.08.44
erfo;6877344']16:05 Ban Ki-Moon elogia l'Italia: "Organizzazione G8 superba"
"L'organizzazione da parte italiana di questo G8 è stata superba e devo elogiare l'Italia e il premier Silvio Berlusconi per come sono stati curati tutti gli aspetti di questo g8 che giunge a pochi mesi dal tragico evento che ha colpito questa regione". Lo ha detto il Segretario generale dell'Onu Ban Ki-Moon.



Sono contento. Veramente.

Ora però voglio sapere quanti editorialisti del guardian dovranno estrare il loro wakizashi e fare seppuku. :asd:

destino
10-07-2009, 08.21.39
i giornalisti del guardian sono + autorevoli di obama, ban ki-moon e tutti i partecipanti a questo g8 allargato :teach:, le loro fonti anonime possono confermartelo :asd:

Mister X
10-07-2009, 09.07.32
i giornalisti del guardian sono + autorevoli di obama, ban ki-moon e tutti i partecipanti a questo g8 allargato :teach:, le loro fonti anonime possono confermartelo :asd:

Non avevo dubbi al riguardo :asd:

PS: Piacevole intermezzo

http://followthemedia.altervista.org/_altervista_ht/public/show.php?filename=1247302777.jpg
http://followthemedia.altervista.org/_altervista_ht/public/show.php?filename=1247297018.jpg

Che bello il pluralismo :asd:

Raziel7
10-07-2009, 14.48.59
http://www.bellezzevenete.com/cutenews/data/upimages/LOGO_Tgcom.jpg

Non è un sito d'informazione, punto.

gaz_berserk.
10-07-2009, 15.51.09
Ma veramente io non so voi... ma non ho mai letto da alcuna parte che obama abbia detto "grande leadership di berlusconi" :)
Dopo l'incontro con Napolitano ha detto che sui temi del G8 «il governo italiano ha dimostrato una forte leadership» e si e' poi sperticato in lodi nei confronti di Napolitano stesso.
Berlusconi non l'ha mai citato.
Giusto per precisione, non per altro :)

si ma sulle reti del Berlusca dicevano che ha lodato il primo ministro...
cosa che mi sembrava improbabile pensavo che obama si era fatto una canna... infatti mi sembrava strano...
disinformation :metal:


poi notavo dichiarazioni contro l'iran mentre in cina succede di tutto e di più 150 morti e non sento nessuno che dice che la devono smetterla di soffocare le rivolte nel sangue; ho sentito solo Napolitano che diceva che ci vuole più stabilità politica... :asd:

DonAldrigo
10-07-2009, 21.31.50
...già, coi nostri soldi e magari anche con quelli che potevano servire a tirar su case decenti e in tempi brevi, nelle zone disastrate...

Il g8 lo dovevamo organizzare lo stesso e ci sarebbe costato molto comunque.
Spostarlo in abruzzo ci ha dato diversi vantaggi, tra cui tutta una serie di fondi per la ricostruzione che altrimenti col cazzo che vedevamo.

Emerald_Weapon
10-07-2009, 22.18.36
Come si possono collegare la notizia dell'accordo fra la Fiat e la Cina, e quella che la Cina stessa non è legata agli accordi sull'ambiente?

DonAldrigo
11-07-2009, 11.39.19
Oggi sul sito del corriere sono stati pubblicati questi due articoli.


all'indomani del vertice del g8 all'aquila
FT: «Berlusconi da playboy a statista»
«Ha zittito i suoi critici e ha messo in riga i suoi alleati,
i leader sono stati calorosi, nessuna scossa di terremoto»

MILANO - «Berlusconi percorre il cammino da playboy a statista»: è il titolo dell’articolo con cui il Financial Times commenta l’esito del vertice del G8 dell’Aquila. «La scommessa di Silvio Berlusconi di tenere il vertice del G8 sembra aver pagato - scrive il quotidiano finanziario britannico, che nei giorni scorsi non aveva risparmiato critiche al premier -. Da playboy flagellato dagli scandali a statista: dopo aver presieduto per tre giorni il vertice internazionale mr. Berlusconi ha zittito i suoi critici e ha messo in riga i suoi alleati, almeno per il momento. Per il 72enne premier miliardario, il vertice di tre giorni con 40 capi di governo e organizzazioni è stato un successo per tutto ciò che non è accaduto».

LEADER CALOROSI - Lo staff del Cavaliere è visibilmente «sollevato - scrive ancora FT - per il fatto che non si è materializzato nulla di ciò che si temeva alla vigilia: nessuna scossa di terremoto ha disturbato i lavori; nessun magistrato ha annunciato inchieste e nessun giornalista ha avuto il coraggio di fare domande a Berlusconi sulla sua vita privata». Anche i leader presenti all’Aquila si sono mostrati calorosi con il presidente del Consiglio: «Angela Merkel, il cancelliere tedesco abituato agli scherzi di Berlusconi - il premier una volta gli fece "cucù" da dietro un albero -, lo ha salutato con un bacio. Gordon Brown lo ha abbracciato mentre Barack Obama ha elogiato l’organizzazione». Alcuni diplomatici europei hanno comunque osservato che in alcuni casi Berlusconi non ha rispettato gli orari del programma, arrivando con «un incredibile ritardo» ad alcuni incontri e facendo irritare la "puntigliosa" Merkel.

ALLOGGI E CIBO MODESTI - Ma complessivamente, riconosce il quotidiano inglese, il vertice dell’Aquila è stato «organizzato bene». «Gli alloggi e il cibo erano modesti, ma è stata la cosa giusta», ha commentato un diplomatico. Berlusconi si è mostrato raggiante per la buona riuscita dell’appuntamento: «I risultati del summit sono estremamente positivi - ha dichiarato -. Ho ricevuto i complimenti da tutti i presenti e alcuni mi hanno detto che è stato il miglior G8 a cui abbiano mai partecipato». Il FT conclude riferendo che alcuni diplomatici sono ancora preoccupati «per un capo di governo sospettato di aver frequentato ragazze squillo, alcune delle quali provenienti dall’Europa dell’Est». Ma il quotidiano ricorda anche come Berlusconi abbia respinto ogni accusa affermando che Patrizia D’Addario, la escort che ha denunciato il presunto giro di ragazze e festini nelle residenze del premier, «è stata pagata» per sollevare lo scandalo.





IL G8 E LE ASPREZZE ITALIANE
La concretezza di un successo

Dal punto di vista dell’Italia, il G8 è stato un vero successo. Il no§stro Paese ha svolto al me§glio il suo ruolo di anfitrio§ne e le posizioni del gover§no italiano su importanti dossier hanno trovato uno spazio che pochi osservato§ri, nei commenti della vigi§lia, avevano previsto.

Prima dell’incontro, mol§ti temevano (o auspicava§no, a seconda dei punti di vista) che le vicende priva§te di Berlusconi potessero provocare qualche atto di clamorosa contestazione del primo ministro italiano da parte dell’una o l’altra delegazione. Con conse§guenze pesantissime per l’Italia. Non è accaduto. In più, le autorità italiane han§no dimostrato di sapere ge§stire con efficacia un avve§nimento complesso come il G8. Presidente della Re§pubblica e presidente del Consiglio si sono mossi in sintonia. E anche le opposi§zioni (con l’eccezione di Di Pietro) hanno mantenuto un comportamento alta§mente responsabile. Come il presidente della Repub§blica aveva richiesto. E co§me è necessario quando so§no in gioco gli interessi na§zionali. In quei frangenti, il governo non rappresenta una parte ma l’intero. Ed è bene che così sia considera§to dalle forze politiche e dai cittadini.

Anche la scelta di tenere il G8 all’Aquila si è rivelata felice. Non erano mancate le perplessità dopo la deci§sione di Berlusconi, all’in§domani del terremoto, di spostare dalla Maddalena all’Aquila la sede del verti§ce. Quelle perplessità, so§prattutto in riferimento al§le delicate questioni della sicurezza, non apparivano infondate. Ma anche su questo piano Berlusconi ha scommesso e ha vinto. Tenere il vertice nelle zone terremotate, di fronte alla città devastata dal sisma, ha dato un segno di concre§tezza, di contatto con la re§altà, ai colloqui su quei di§sastri del mondo a cui i go§vernanti dei più importan§ti Paesi dovrebbero trovare rimedi.

E’ stato scritto in questi giorni che il G8 è morto, che all’Aquila se ne sono ce§lebrati i funerali. E’ così. Il G8 non è più rappresentati§vo della reale distribuzione della ricchezza e del potere nel mondo. Tanto è vero che lo si è dovuto aprire, anche in questa occasione, alle altre grandi potenze economiche, Cina in testa. Noi italiani, al pari degli al§tri europei, non possiamo rallegrarcene. Il G8 era un luogo nel quale i Paesi eu§ropei, e fra essi anche l’Ita§lia, erano in grado di eserci§tare una vera influenza. Lo hanno dimostrato proprio il vertice dell’Aquila e il ca§so italiano. L’Italia ha avuto un ruolo centrale in questo vertice non solo dal punto di vista cerimoniale, in quanto Paese ospitante, ma anche dal punto di vi§sta sostanziale: ad esem§pio, le posizioni sostenute dal ministro dell’Economia Giulio Tremonti in materia di riforma delle regole del sistema finanziario hanno qui trovato sostegni e am§pie convergenze.

Difficilmente, ci sarà al§trettanto spazio per le posi§zioni dell’Italia o di altri Pa§esi europei nei vertici allar§gati (il G20) che, inevitabil§mente, finiranno per sosti§tuire del tutto il G8 nei prossimi anni. Più che il ri§schio c’è la certezza di un drastico indebolimento delle capacità negoziali e di una altrettanto drastica perdita di influenza dei Pa§esi europei, spesso fra loro litigiosi e divisi, in quei fu§turi consessi dominati, ol§tre che dagli Stati Uniti, dai colossi asiatici e da altre po§tenze emergenti. Per ora, gustiamoci la riuscita del vertice e la buo§na figura che l’Italia vi ha fatto. Da oggi ricomincia, con le asprezze di sempre, la solita politica italiana.

Angelo Panebianco
11 luglio 2009

Raziel7
11-07-2009, 13.42.27
Parole sagge del Corriere, soprattutto il parere personale sul G8. In sostanza sarà stato anche un successo per il Paese italiano su tutti i fronti ma è stato chiaro il guidizio del giornalista. Se le cose saranno queste, cioè con vertici mondiali allargati a più nazioni, l'Italia perderà gran parte della sua voce in capitolo e di conseguenza è come trovarsi fuori. Nonostante le dichiarazioni del Guardian si siano rivelate infondate, ecco che torniamo sempre lì seppur in forma diversa. Concludo col dire che una mossa di Berlusconi mi è piaciuta: portare il G8 a L'Aquila ha portato fondi e visibilità internazionale ad una città che ha bisogno di tutto questo. Passata questa fase di notorietà non so quanto sarà stato ricostruito, ma è stata un'ottima mossa.

destino
11-07-2009, 15.13.56
http://www.ilfoglio.it/media/img/gallerie/emissioniG8.jpg

:asd:

SIMMER2
11-07-2009, 16.32.29
Un successo molto appariscente, gridato e sbandierato ai quattro venti, mi fa piacere se, un uomo come Obama, forse e anche non solo per cortesia e dovere, lo ha ritenuto un congresso proficuo e ben organizzato, mi fa molto piacere che il mio paese, una volta tanto, abbia fatto "bella figura" questo è già un successo si, ma la sostanza? Servirà a qualcosa? ...staremo a vedere se questo G8 sarà davvero diverso dagli altri, cioè, se davvero stavolta manterranno le promesse...allora si, sarà stato denaro ben speso (compresi gli sprechi e i disagi ).
Un vecchio detto popolare apostrofa così i politici: "quando sono troppi galli a cantare, non si fa mai giorno", ma certo in qualche modo si devono cercare accordi, faranno la fine dell'ONU, altra grande istituzione semi-inutile, (secondo me) o già è così secondo voi? Io ho un sacco di dubbi a riguardo.

Ottimo il corteo dei No Global, gli fa onore.

-DonAldrigo, praticamente ti ho risposto qui sopra...là sembravano tutti ben disposti, ma poi...speriamo bene che ti devo dire?

-Dio, vista così ti do ragione, ma non credo che abbiamo tutti 'sti gran mezzi da sperperare, ma va beh...e poi pare che i soldi li trovano solo per quello che caxxo gli pare e cmq mi riferivo ai troppi sprechi fatti.

-Desti',troooppo carina:asd: