PDA

Visualizza versione completa : [per intenditori]strumenti per fare musica



abcdefg
24-12-2001, 23.11.00
Quale è la migliore tastiera musicale per fare musica collegabile al pc esistente sulla faccia della terra?
La migliore marca?
Mi date un sito di riferimento?
Il lettore minidisc funge anche da masterizzatore?
Rispondete in fretta che è abbastanza urgente... ;)

abcdefg
25-12-2001, 02.15.00
Ok allora io scelgo come software Yamaha XG Works 3.0 r come tastiera la Yamaha CBX-K2

Che ne pensate?

The El-DoX
25-12-2001, 13.00.00
le tastiere midi sono tutte uguali, dipende dal budget ke uno ha a disposizione e di kuello ke sostanzialmente uno vuole farci, se solo suonare o anke fare in modo ke la tastiera sia un controller per tutto il resto dello studio.
kui avrai una mezza idea delle possibilità ke ci sono.
Galassia 303 (http://www.galassia303.it/paginaMASTERKEYS.htm)

per kuello ke hai scelto direi ke la tastiera va bene (anke se nn sò kosa vuoi farci), ma per il software ho seri dubbi, nn lo konosko ma trattandosi di un sequencer, i migliori (o perlomeno i + konosciuti) rimangoono il Cubase VST Steinberg oppure il Logic della E-Magic, ke permettono anke grazie a svariati plugins di effettare, acidizzare, manipolare ecc le varie tracce sonore singolarmente.
CUBASE VST/32 (http://www.steinberg.net/products/index.phtml?action=showline&id=030101&sid=01939144)
Logic Audio (http://www.emagic.de/english/products/logic/lap.html)

[ 25 Dicembre 2001: Messaggio modificato da: The El-DoX ]

yota
25-12-2001, 15.45.00
io ti consiglio solo una master muta (tipo le yamaha)e tanti bei synth esterni e tanto outboard...magari valvolare...
per il sequencer sono concorde con Doc...cubase Vst...logic audio(a me piace meno)
Il minidisc fa da minidisc...nn da masterizzatore...de che???ci scrivi i md (o i mdata se è un multi)e puoi riscriverli all'infinito.stop.

The El-DoX
25-12-2001, 18.54.00
Originariamente postato da yota:
<STRONG>
Il minidisc fa da minidisc...nn da masterizzatore...de che???ci scrivi i md (o i mdata se è un multi)e puoi riscriverli all'infinito.stop.</STRONG>

forse vuole utilizzarlo per registrarci. sconsiglio. se vuoi fare dei promo della tua muzik il CD è sempre il ben accetto.

abcdefg
25-12-2001, 19.39.00
Per il minidisc intendevo se ho un mp3 nel pc lo posso mettere direttamente su minicd mettendo il cd nel minidisc?

yota
26-12-2001, 02.24.00
Originariamente postato da asldkuj:
<STRONG>Per il minidisc intendevo se ho un mp3 nel pc lo posso mettere direttamente su minicd mettendo il cd nel minidisc?</STRONG>

uhm...forse hai le idee un po confuse..
il minidisc va con i minidisc...nn i cd ne i minicd...
cmq i minicd puoi farli con qualinque masterizzatore.

abcdefg
26-12-2001, 15.50.00
Si questo loso,mi intendevo dire se serve per forza un masterizzatore per mettere mp3 su munucd o se lo può fare direttamente il minidisc collegato al pc,perchè se non può allora prendo un lettore mp3.

yota
26-12-2001, 20.57.00
Originariamente postato da asldkuj:
<STRONG>Si questo loso,mi intendevo dire se serve per forza un masterizzatore per mettere mp3 su munucd o se lo può fare direttamente il minidisc collegato al pc,perchè se non può allora prendo un lettore mp3.</STRONG>

giuro che sto impazzendo..
per mettere gli mp3 su un minicd è certo che ti serve un masterizzatore...se no come lo fai il cd?
per registrare su minidisc(nn minicd)ti serve un lettore/registratore,1 minidisc,1 cavo o analogico o digitale a seconda dellsa tua scheda audio..

abcdefg
26-12-2001, 22.54.00
Il lettore mp3 lo attacchi al pc e ci metti dentro le canzoni.
Un lettore minidisc può fare la stessa cosa?
(ovviamente usando il cd apposito invece della memoria come fa il lettore mp3)
O bisogna invece mettere il cd piccolino nel masterizzatore e poi copoiare sul minicd le canmzoni?
Perchè il quel caso oltre al lettore devo comprare anche il masterizzatore.
E se devo comprare anche il masterizzatore allora poittosto mi prendo il lettore mp3.

Peter Pan
31-12-2001, 00.28.00
°__° qualcuno ha un moment???

Allora... se devi usare la tastiera come master, e sai suonare, allora prendi una tastiera con i tasti pesati. Se invece la usi come controllo, è vero, sono tutte uguali, a parte determinati variabili tipo resistenza e/o affidabilità. La Yamaha ha una risposta di segnale inferiore rispèetto alle altre, ma a meno che tu non debba suonare Herbie Hancock ti interessa poco. La Roland si è impegnata maggiormente nelle tastiere master MIDI, ma il prodotto è scadente rispetto a qualche tastiera seria. Allora prenditi una tastiera seria (Korg o Roland) e attaccala via MIDI. Naturalmente la cosa principale che avete omesso è la scheda audio. Il miglior compromesso è la LIVE 1024 della Creative, costa davvero poco, ma produci musica seriamente.
Personalmente uso la KORG M-1 come master (e per i suoni ovviamente) e i mei programmi sono:

-CAKEWALK della Steinberg, ormai arrivati alla ver.9.0. Hai la possibilità di registrare traccie audio stereo. Numero di tracce audio teoricamente infinite (praticamente dipende comunque dalla scheda ^__^)... Il CUBASE l'ho sempre usato, fin da quando avevo l'ATARI, ma credetemi, il Cakewalk non ha nulla da invidiare al Cubase, è solo meno intuitivo, ma è certamente più professionale. Punto a favore, i plug-in e la gestione delle traccie audio con il Wavelab.

-WAVELAB (Steinberg), per la gestione e studio delle forme d'onda. Professionale, per utilizzarlo devi conoscere comunque la teoria delle forme d'onda, se non la conosci la puoi imparare lavorandoci. Possiede una buona fornitura di plug-in e in più ha una gestione con il Cakewalk: puoi utilizzare il Wavelab per lavorare sulle traccie audio del Cakewalk.

-VIENNA (Creative), potente ed intuitivo programma per creare Soundfont, per intenderci l'ultima evoluzione della gestione dei campioni: una volta campionati, i suoni possono essere controllati via MIDI attraverso la loro trasformazione in sound-font.

Per quello che riguarda i synth... eh eh... sono il fiero possessore tra i pochi al mondo degli emulatori della Native... Ed una volta inciso la differenza è ZERO ASSOLUTO!!!

Sul mini-disc non puoi masterizzare. Il minidisc lavora sui wave, non sugli mp3. Gli mp3 sono comunque dati. E non audio.

Per concludere un ringraziamento a zio Dox per l'orgasmo da lui procuratomi con il suo link aGalassia 303 (http://www.galassia303.it/paginaMASTERKEYS.htm).... sbavo.... arf arf

Peter Pan
31-12-2001, 00.45.00
---DIFFERENZA TRA MINIDISC e MINI-CD---

Credo sia questa la fonte del tuo dilemma, un problema che è sbagliato a porsi dalla base. Il minidisc è un sistema audio a sé stante, che non ha nulla a che fare con il CD. Il CD è ottico, l minidisc è ancora un supporto magnetico, seppur digitale. Infatti il minidisc ha la stessa architettura dei floppydisk. Disco magnetico all'interno di un involucro di plastica chiuso, eccezion fatta per una fienstrella di protezione che si apre all'interno del lettore. Il CD è un supporto plastico che racchiude microcelle (cluster) fotosensibili. I cluster, venendo chiusi e letti da uno laser offrono il codice binario (I/O) per la riproduzione digitale.
Decidere tra l'uno e l'altro supporto è facile. Dipende dagli utilizzi. In fase di recording, infatti, il minidisc è ottimo, soprattutto con gli ultimi registratori multitraccia che utilizzano il minidisc come supporto.

http://www.chitarre.com/arretrati/156feb99/artico7.gif

Ma il CD è insostituibile in post-produzione dal master alle varie copie.

In fase live, però, il CD non è utilizzato.- Infatti risentirebbe molto delle vibrazioni del palco e salterebbe. Il minidisc è più utilizzato, ma non è esente da questi problemi.

Il mini-cd invece è un normalissimo cd, solo che è di dimensioni ridotte, e immagazzina audio e dati fino a 185 MB. Perfetto per i demo e i promo, quindi. Essendo un normalissimo CD, lo si incide con un normalissimo masterizzatore e lo si legge con un comunissimo lettore cd.

The El-DoX
31-12-2001, 01.52.00
Originariamente postato da Peter Pan:
<STRONG> emulatori della Native... Ed una volta inciso la differenza è ZERO ASSOLUTO!!!
</STRONG>

acc, kui potremmo aprire una diskussione hehehe :p

yota
31-12-2001, 02.10.00
Originariamente postato da The El-DoX:
<STRONG>

acc, kui potremmo aprire una diskussione hehehe :p</STRONG>

concordo...nessun emulatore puo reggere il confronto con il suo synth...è vero che l'emulatore è più comodo ma il suono è diverso...
tanto per farti un esempio la bassline 303 del rebirth è pessima...il suono esce pulito e aperto quando nell'originale esce su una cosa bella acida e sporchissima (+ che noise è scratch)che la rende stilosissima

The El-DoX
31-12-2001, 02.13.00
Originariamente postato da yota:
<STRONG>
nell'originale esce su una cosa bella acida e sporchissima (+ che noise è scratch)che la rende stilosissima</STRONG>

e ha fatto la storia.
e una barka di soldi alla Roland.
fottuti nipponici.
skerzo.

Bubusettete
31-12-2001, 06.14.00
Perchè non mettete un po' di cosine fatte da voi su un sitarello web? Cosi' ce le potremmo scaricare e ascoltare :) Mi piacerebbe tanto ragazzuli :)
Tranquilli anche io vi darei qualcosa in cambio :p . Per la gioia di grem e di chi era al motorscio' uppero' un mp3 di me che canto Bocca di rosa ... Non capisco ancora perchè Grem non volesse salire in macchina con me :rolleyes: :o :D

Zeus
31-12-2001, 06.18.00
Originariamente postato da Bubusettete:
<STRONG>Perchè non mettete un po' di cosine fatte da voi su un sitarello web? Cosi' ce le potremmo scaricare e ascoltare :) Mi piacerebbe tanto ragazzuli :)
Tranquilli anche io vi darei qualcosa in cambio :p . Per la gioia di grem e di chi era al motorscio' uppero' un mp3 di me che canto Bocca di rosa ... Non capisco ancora perchè Grem non volesse salire in macchina con me :rolleyes: :o :D</STRONG>

Rimembro ancora quei momenti :D

Grem se mi senti (anche telepaticamente) apri l'ombrello :D

xshandonx
31-12-2001, 15.05.00
Originariamente postato da Peter Pan:
<STRONG>---DIFFERENZA TRA MINIDISC e MINI-CD---

Credo sia questa la fonte del tuo dilemma, un problema che è sbagliato a porsi dalla base. Il minidisc è un sistema audio a sé stante, che non ha nulla a che fare con il CD. Il CD è ottico, l minidisc è ancora un supporto magnetico, seppur digitale. Infatti il minidisc ha la stessa architettura dei floppydisk. Disco magnetico all'interno di un involucro di plastica chiuso, eccezion fatta per una fienstrella di protezione che si apre all'interno del lettore. Il CD è un supporto plastico che racchiude microcelle (cluster) fotosensibili. I cluster, venendo chiusi e letti da uno laser offrono il codice binario (I/O) per la riproduzione digitale.
Decidere tra l'uno e l'altro supporto è facile. Dipende dagli utilizzi. In fase di recording, infatti, il minidisc è ottimo, soprattutto con gli ultimi registratori multitraccia che utilizzano il minidisc come supporto.

Ma il CD è insostituibile in post-produzione dal master alle varie copie.

In fase live, però, il CD non è utilizzato.- Infatti risentirebbe molto delle vibrazioni del palco e salterebbe. Il minidisc è più utilizzato, ma non è esente da questi problemi.

Il mini-cd invece è un normalissimo cd, solo che è di dimensioni ridotte, e immagazzina audio e dati fino a 185 MB. Perfetto per i demo e i promo, quindi. Essendo un normalissimo CD, lo si incide con un normalissimo masterizzatore e lo si legge con un comunissimo lettore cd.</STRONG>

Tratto da: Tecnologia spiccia in pillole - Volume III :D :D :D

Bubusettete
31-12-2001, 15.12.00
Originariamente postato da Zeus_M:
<STRONG>

Rimembro ancora quei momenti :D

Grem se mi senti (anche telepaticamente) apri l'ombrello :D</STRONG>
Ops questo reply mi era sfuggito sappi zeus che ti uccidero' :) Ma un dio non muore vero???

Peter Pan
01-01-2002, 17.32.00
Originariamente postato da The El-DoX:
<STRONG>

acc, kui potremmo aprire una diskussione hehehe :p</STRONG>

Hi hi hi.... lo so lo so... ma mi sono espresso malissimo... dunque faccio chiarezza... mirror-climing e pezze a colori...

Io lavoro in un metro quadro di stanza dove ho sistemato tutto!!! Con impegno, olio di gomito e legno ho costruito la mia work-station dentro la quale ho tutto l'occorrente... tranne il cesso e la macchina del caffé (per i quali sono costretto ancora ad alzarmi, ma sto provvedendo...)

Innanzitutto... i miei giudizi li ho espressi suonando su i cd dove sono incisi i suoni originali. Ho suonato gli organi Hammond con il B-3 sui dischi di Jimmy Smith, e il Moog su Wakeman, Emerson e i Pink. Il suono è lo stesso! Dov'è la fregatura? Nel fatto che comunque qualsiasi cosa tu vada a incidere (in casa ovviamente, non disponendo nessuno di noi di sale d'incisione con miliardi di strumentazione) la incidi al massimo a 32 bit... a 144 Mhz. E riascolti il tutto con finali e diffusori che rientrano in uno standard comunque ancora lontano dalla sensibilità dell'orecchio umano. QUello che intendo dirvi è che sì, è vero. Uno strumento digitale, per emulazione che sia, NON SUONERà mai come uno analogico. Però,se doveste captare un Rhodes originale e portarlo su CD, il suono che otterreste alla fine sarà sempre e comunque uguale a quello di un suo emulatore. Non si sfugge, perchè la campionatura delgi hard-disk recording non restituirà mai, per ora, lo stesso suono che capta l'orecchio umano... e tornando alla mia work-station.... dove cavolo me lo metto un B-3 che di suo costa 40 milioni anche... considerando che il mio Native non mi è costato nulla, se non un po' di mega sull'HD. Poi grazie che se dovessi fare un live, potendo scegliere sceglierei un June originale che non un suo clone... siamo della stessa fazione ragassuoli, soolo che io sono più diplomatico... e meno pignolo ma non per scelta :(

^__^ Per quello che riguarda la proposta di Bubù... perchè non fare un lavoro a più mani in rete????? La tecnologia ce lo permette hi hi.....