PDA

Visualizza versione completa : file "cameretta1"



cecio
23-05-2000, 21.09.00
Invidio Lara Croft
invidio il marine di Quake2.
invidio i personaggi dei nostri giochi preferiti!
Loro se la cavano sempre...prima di un salto difficile o di un mostro particolarmente ostico che fanno? Salvano, e se sbagliano ricaricano!

Xchè non possiamo farlo anke noi...giuro che non salverei prima di un sorpasso azzardato a 200Km/h in curva...
ma quando sono triste e tutto va male vorrei ricaricare il mio vecchio file "cameretta1" e ricominciare da quella bella e tranquilla giornata di agosto...
cose non dette, cose dette da non dire...cose fatte ma che non dovevano essere fatte...

Non l'ho inventato io questo...non sono il tipo poetico...ma malinconico sì...e queste parole mi calzano alla perfezione...

Grem
24-05-2000, 02.42.00
Mmm... sto post l'ho già letto.
Sarà che domani ho inavvertitamente caricato il salvataggio di oggi?
http://forums.multiplayer.it/confused.gif

RAIDER
24-05-2000, 10.59.00
....io sono dell'opinione che non si devono avere rimpianti o rammarici per scelte o azioni presumibilmente sbagliate commesse nel passato, quel che è fatto è fatto, bisogna pensare al futuro, anche perchè in quel momento la decisione che abbiamo preso, ci sembrava la più giusta, reagendo col nostro istinto.......eventualmente gli errori del passato possono aiutarci a non commeterne di nuovi in futuro....ciao cecio!!!

Inizialmente scritto da Grem:
Mmm... sto post l'ho già letto.
Sarà che domani ho inavvertitamente caricato il salvataggio di oggi?
http://forums.multiplayer.it/confused.gif

Grem
24-05-2000, 14.58.00
Kakkio ho fatto un casino con i salvataggi, adesso non so se oggi è ieri o fra tre giorni! http://forums.multiplayer.it/confused.gif
Mannaggia, lo sapevo che non dovevo aprire l'agendina col tasto destro del dito...

cecio
24-05-2000, 20.42.00
Inizialmente scritto da RAIDER:
....io sono dell'opinione che non si devono avere rimpianti o rammarici per scelte o azioni presumibilmente sbagliate commesse nel passato, quel che è fatto è fatto, bisogna pensare al futuro, anche perchè in quel momento la decisione che abbiamo preso, ci sembrava la più giusta, reagendo col nostro istinto.......eventualmente gli errori del passato possono aiutarci a non commeterne di nuovi in futuro....ciao cecio!!!

il problema è che io sapevo di dover fare/dire una certa cosa...

ma non ce l'ho fatta...sapevo che sarebbe finita così...

Grem
25-05-2000, 02.18.00
Certo, lo sapevi e non hai fatto niente lo stesso. Lo so, è dura, ma oramai è fatta ed è inutile girare il coltello nella piaga.
Sapessi quante volte è capitato a me...
Eppure l'importante è non arrendersi, è avere fiducia non nel futuro, ma in te stesso! Perchè sei tu l'artefice del tuo futuro, bello o brutto che sia e se oggi ti è andata male allora vuol dire che la prossima volta, o quella successiva, o magari... non importa, ti andrà bene, anzi benissimo!
Se ti sei lasciato sfuggire qualche opportunità, perchè questo traspare dalle tue parole, prendine atto e ricordalo al momento opportuno la prossima volta. Purtroppo non possiamo caricare il salvataggio che ci riporta indietro, purtroppo il tempo scorre in una direzione sola e se commettiamo qualche errore allora ce lo dobbiamo tenere.
Invece, non trascurare il fatto di poter recuperare una situazione che sembra disperata, perchè il più delle volte con una buona presenza di spirito e con le parole giuste si riesce a ricreare qualcosa di simile a quello con cui si è partiti.
A volte con l'atteggiamento opportuno si può persino recuperare quello che credi perso.
Cheers! http://forums.multiplayer.it/smile.gif

cecio
25-05-2000, 21.44.00
sì hai ragione...

forse ho un pò esagerato...sembro così depresso?

Va beh...l'ho scritto in un giorno un pò particolare...

Succo
26-05-2000, 00.14.00
Su con la vita!

------------------
Ivan alias Succo
DiabloItalia (http://www.diabloitalia.com)
Administrator

Grem
26-05-2000, 02.04.00
Azz... ho cancellato i salvataggi della settimana prossima!
Cazzabubbola, ora dovrò ricominciare da 3 giorni fa!
http://forums.multiplayer.it/eek.gif

cecio
26-05-2000, 20.30.00
e fare invece un bel resettone e ricominciare tutto da capo?

Grem
27-05-2000, 01.05.00
violerebbe la proprietà di causalità! http://forums.multiplayer.it/eek.gif

cecio
27-05-2000, 22.50.00
cos'è GREM? hai appena studiato Wolf e Kant?

http://forums.multiplayer.it/biggrin.gif

cecio
28-05-2000, 21.08.00
a proposito Grem...sbaglio o tu sei un assiduo frequentatore anke di un altro forum italiano molto famoso simile a questo?

http://forums.multiplayer.it/biggrin.gif

Dì la verità!

Ti ho scoperto!

Grem
30-05-2000, 17.01.00
http://forums.multiplayer.it/biggrin.gif MILLE E NON PIU' MILLE!!!
E' solo un omonimo! http://forums.multiplayer.it/biggrin.gif

Revink
31-05-2000, 21.19.00
Sai , anche a me è capitato di desiderare di tornare indietro , mi capita tutt'ora . Per fare un paragone videoludico , è come quando nella base aliena di quake II il marines è arrivato alla fine di un livello , ha trovato la via d'uscita , rimane solo da fare un ultimo salto per raggiungere la piattaforma dove c'è un'uscita . Il mio marines si prepara al salto , inizia a correre e poco prima che il terreno gli manchi sotto i piedi , con tutti i muscoli tesi nello sforzo e con la sicurezza di farcela, salta. Ma mentre è in aria e sta "planando" verso la libertà , guarda di sotto e vede una moltitudine di corridoi , stanze e labirinti da cui per molto tempo aveva cercato la via di uscire . Mentre sta osservando di sotto non si accorge di aver toccato terra e , inconsapevolmente , scivola .Si ritrova di sotto e ora non ricorda più come fare ad uscire da quel labirinto di stanze e cunicoli ,inoltre non ha salvataggi precedenti, così comincia a correre all'impazzata , finendo con il ritrovarsi sempre nello stesso corridoio buio , con un crescente seso di nausea , e sempre più confuso , pensando che era stato così vicino alla meta. Questa "caduta" mi è successa due volte di seguito , qualche tempo fa , ma ne sento ancora le conseguenze. Il dolore e il rimpianto di non essere stato abbastanza forte e pronto in quel esatto momento di massima tensione sono ancora forti , ma ora ho capito una cosa : non serve continuare a correre fino ad essere sfiniti , o soffermarsi a piangere pensando al passato . Ora il mio marines ha iniziato a guardare i tunnel , le piattaforme che lo circondano con attenzione , e dentro di se si prepara con attenzione , perchè sa , o almeno spera , che un giorno ritroverà la strada e rifarà quel salto ,e questa volta , allenatosi a lungo , forse il terreno non gli sguscierà via da sotto i piedi . Quindi marines spauriti e pieni di rimpianti di tutto il mondo , non ci resta che aspettare , con speranza , di ritrovare l'uscita e di terminare la missione con un finale del tipo "la razza dei tecnodroidi è stata definitivamente sconfitta , e il nostro marines è sano e salvo , e felice".

Revink


P.s. non che la speranza mi sia venuta a mancare , ma se qualcuno avesse percaso dei salvataggi datati intorno ad inizi agosto 1999 o precedenti , mi farebbe un enorme piacere se me li inviasse!!!!

cecio
31-05-2000, 21.49.00
Inizialmente scritto da Revink:
Sai , anche a me è capitato di desiderare di tornare indietro , mi capita tutt'ora . Per fare un paragone videoludico , è come quando nella base aliena di quake II il marines è arrivato alla fine di un livello , ha trovato la via d'uscita , rimane solo da fare un ultimo salto per raggiungere la piattaforma dove c'è un'uscita . Il mio marines si prepara al salto , inizia a correre e poco prima che il terreno gli manchi sotto i piedi , con tutti i muscoli tesi nello sforzo e con la sicurezza di farcela, salta. Ma mentre è in aria e sta "planando" verso la libertà , guarda di sotto e vede una moltitudine di corridoi , stanze e labirinti da cui per molto tempo aveva cercato la via di uscire . Mentre sta osservando di sotto non si accorge di aver toccato terra e , inconsapevolmente , scivola .Si ritrova di sotto e ora non ricorda più come fare ad uscire da quel labirinto di stanze e cunicoli ,inoltre non ha salvataggi precedenti, così comincia a correre all'impazzata , finendo con il ritrovarsi sempre nello stesso corridoio buio , con un crescente seso di nausea , e sempre più confuso , pensando che era stato così vicino alla meta. Questa "caduta" mi è successa due volte di seguito , qualche tempo fa , ma ne sento ancora le conseguenze. Il dolore e il rimpianto di non essere stato abbastanza forte e pronto in quel esatto momento di massima tensione sono ancora forti , ma ora ho capito una cosa : non serve continuare a correre fino ad essere sfiniti , o soffermarsi a piangere pensando al passato . Ora il mio marines ha iniziato a guardare i tunnel , le piattaforme che lo circondano con attenzione , e dentro di se si prepara con attenzione , perchè sa , o almeno spera , che un giorno ritroverà la strada e rifarà quel salto ,e questa volta , allenatosi a lungo , forse il terreno non gli sguscierà via da sotto i piedi . Quindi marines spauriti e pieni di rimpianti di tutto il mondo , non ci resta che aspettare , con speranza , di ritrovare l'uscita e di terminare la missione con un finale del tipo "la razza dei tecnodroidi è stata definitivamente sconfitta , e il nostro marines è sano e salvo , e felice".

Revink


P.s. non che la speranza mi sia venuta a mancare , ma se qualcuno avesse percaso dei salvataggi datati intorno ad inizi agosto 1999 o precedenti , mi farebbe un enorme piacere se me li inviasse!!!!

sì è vero... http://forums.multiplayer.it/smile.gif

pucci
31-05-2000, 23.21.00
azzz, mi è sfuggito qualcosa..
siamo uomini o caporali?

Grem
01-06-2000, 00.21.00
tecnodroidi http://forums.multiplayer.it/cool.gif

QuakeMan
01-06-2000, 02.13.00
Grazie Revink, mi hai fatto capire di non essere solo...

Revink
01-06-2000, 18.53.00
Forse il problema è che non siamo tecnodroidi o soldati in fondo (e per fortuna!) quindi il rimpianto ci tocca tenerlo. In risposta a quake man , no , non non siamo soli , anch'io pensavo di esserlo , a quanto pare errare è proprio umano , ma è proprio grazie anche ai nostri errori , alle nostre insicurezze e ai nostri rimpianti che ognuno di noi è nel suo piccolo "speciale". Dal mio punto di vista preferisco di certo come amico/a una persona insicura ma simpatica e divertente piuttosto che un marine guerrafondaio e senza paure ma anche senza dei veri sentimenti!
Revink

QuakeMan
01-06-2000, 21.12.00
Senza dubbio Revink, ma secondo me, contornarsi di amici insicuri ma simpatici e bravi, rischia soltanto di far crollare su noi stessi la realtà, senza avere la volontà e la capacità di affrontarla. C'è sempre bisogno di qualcuno + forte o soltanto + sicuro, su cui potersi appoggiare e su cui poter contare quando si ha paura o si è troppo timidi...
Questo io credo, perchè se non si è forti abbastanza dentro, c'è bisogno di qualcuno, magari più in gamba, ma di sicuro meno "speciale" di noi... http://forums.multiplayer.it/wink.gif

Revink
05-06-2000, 20.02.00
Scusate se rispondo solo ora ma multiplayer non si caricava sti giorni(why???).Cmq volevo dire che non sono d'accordo del tutto con l'ultima risposta di quake man . Per prima cosa volevo specificare che con il mio precedente messaggio non ritengo di dire che l’umanità intera è stereotipatamene divisa in due parti, ossia i “duri” senza sentimenti e i complessati simpatici . Tutte le persone in genere (quelle che stanno fra il marine di Quake II e Woody Allen ) hanno le loro paure e le loro aspirazioni , e ognuno di noi coraggioso o no , è in se stesso “speciale” come persona (cogito ergo sum). Premesso questo volevo dire che avere molti amici timidi non è “insano”, è solo insieme infatti , confrontando le proprie paure con quelle degli altri che si può cercare di migliorare se stessi , non avendo una persona che non le ha mai provate e forse non le comprende o che agisce in tua vece. Una truppa di insicuri è una scurezza!!!

Revink
06-06-2000, 13.53.00
sicurezza perdonatemi!

Grem
14-06-2000, 14.52.00
Secondo me essere circondati da persone troppo simili tra loro stimola lo sviluppo di alcune caratteristiche della personalità ma ne blocca altre. L'ideale è potere contare su amicizie eterogenee, differenti in certi aspetti tra loro.
Quindi ben vengano Woody Allen e Bruce Willis tra i nostri amici, se questi sanno farci crescere in qualche misura.
http://forums.multiplayer.it/smile.gif