PDA

Visualizza versione completa : La terra trema... un pò meno?



Boe.
06-05-2009, 09.37.00
..la protezione civile continua a classificare di 5,8 richter, ma invece tutti i siti mondiali sulle registrazioni dei terremoti l'ha classificato a 6,3 richter/magnitudo momento... in realtà la scossa, secondo il sito del sistema americano in Texas che studia la Faglia di S.Andrea, ha avuto quasi una magnitudo di 7.1 per via dell'effetto di rotazione della forza di gravità pari ad un'accelerazione di 0,69G... in sostanza questo terremoto è in assoluto il più disastroso che si sia mai registrato in Italia...
La protezione civile attraverso l'INGV l'ha declassificato per non far accollare allo stato italiano la ricostruzione del 100% di tutte le abitazioni...

E' parte di un articolo di un quotidiano di settore (turismo) che mi ha lasciato un pò basito. Non ho mai sentito questa notizia prima, ne tantomeno ho possibilità di verificare le fonti. Qualcuno sa qualcosa a riguardo?

destino
06-05-2009, 09.59.33
la precisione della magnitudo di un terremoto dipende anche dalla vicinanza della stazione che prende il dato, è normale che il dato delle stazioni sismografiche italiane sia + preciso di quello statunitense, quindi qua siamo di nuovo alla solita teoria del complotto che non ha senso di esistere

ROLF
06-05-2009, 11.40.45
Tra l'altro, 7.1 mi pare fosse quello di inizio secolo che causo 150.000 morti... direi non proprio paragonabile a quello in Abruzzo

DonAldrigo
06-05-2009, 13.22.29
Se veramente arrivava una scossa del 7.1 avremmo avuto molti molti più danni.
non è possibile che la scossa fosse di quella portata.

destino
06-05-2009, 14.21.25
Vorrei ricordare che quel numero li esce da un logaritmo, quindi piccole differenze nella classificazione corrispondono a grandissime variazioni nell'energia rilasciata dallo stesso

Per l'energia rilasciata la relazione tra ampiezza e energia dipende da un fattore esponenziale di 3/2
Quindi la differenza tra un terremoto di 5.8 e uno di 7.1 è 10^(1.3*1.5)=89.125 volte + forte a vantaggio del secondo

kakikoio
06-05-2009, 14.53.13
Vorrei ricordare anche che il Richter va mixato con la Mercalli (http://it.wikipedia.org/wiki/Scala_Mercalli). Perchè un 10 del richter del deserto del sahara farebbe zero in mercalli, poichè non ci sarebbero danni alle strutture.
Quindi in Mercalli?

destino
06-05-2009, 16.15.08
Vorrei ricordare anche che il Richter va mixato con la Mercalli (http://it.wikipedia.org/wiki/Scala_Mercalli). Perchè un 10 del richter del deserto del sahara farebbe zero in mercalli, poichè non ci sarebbero danni alle strutture.
Quindi in Mercalli?

la mercalli è una scala del cazzo che misura solo i danni riportati, danni che dipendono da fattori estranei al terremoto stesso.
Per fare un esempio questa scossa in giappone sarebbe stata considerata come una mercalli V (avvertito da molte persone, anche addormentate; caduta di oggetti), mentre all'aquila grazie alle case costruite a cazzo di cane usando il piscio di gatto al posto del cemente sarebbe stata considerata come una mercalli IX (rovina totale di alcuni edifici; molte vittime umane; crepacci nel suolo)

aplo
06-05-2009, 16.20.04
Ma , a me sembra una stupidaggine a prescindere , per il semplice fatto che la lettura non è stata fatta solo dalla protezione civile , ma anche da altri e le letture coincidevano , quindi a sto punto sono tutti implicati nelle false letture ?
Assurdo.

Cya

Di0
06-05-2009, 16.24.02
La mercalli è una scala soggettiva, la richter è oggettiva: mentre la prima si basa sulle rilevazioni degli effetti del terremoto, la seconda si basa su misurazioni fatte con strumenti, ovvero in base all'ampiezza delle oscillazioni sui sismografi.
Piuttosto, leggevo che la richter dà qualche difficoltà dovuta al fatto, come diceva destino, che non tutte le stazioni hanno la stessa posizione rispetto all'epicentro e la richter è definita come, usando una definizione di sicuro sbagliata ma che dà l'idea, "il logaritmo della massima ampiezza dell'oscillazione di un sismografo messo a 100 km dall'epicentro", per dire.
Ora, siccome non c'è alcun sismografo che sarà messo esattamente a quella distanza, esistono delle formule semi-empiriche per correggere questo bias, il che spiega perché possono esserci risultati leggermente diversi da punto a punto.
Certo, mentre potrei capire da 5.8 a 6.3, direi che da 5.8 a 7.1, mi sembra un po' esagerata come correzione, ci deve essere qualche altro fattore che mi sfugge.

kakikoio
06-05-2009, 16.25.39
la mercalli è una scala del cazzo che misura solo i danni riportati, danni che dipendono da fattori estranei al terremoto stesso.
Per fare un esempio questa scossa in giappone sarebbe stata considerata come una mercalli V (avvertito da molte persone, anche addormentate; caduta di oggetti), mentre all'aquila grazie alle case costruite a cazzo di cane usando il piscio di gatto al posto del cemente sarebbe stata considerata come una mercalli IX (rovina totale di alcuni edifici; molte vittime umane; crepacci nel suolo)

A cazzo mica tantissimo. Cmq è quello il punto se la richter segna tanto ma non viene giù un mattone, chi se lo incula il terremoto? E poi non si stava parlando di danni e ricostruzioni?

destino
06-05-2009, 16.35.08
A cazzo mica tantissimo. Cmq è quello il punto se la richter segna tanto ma non viene giù un mattone, chi se lo incula il terremoto? E poi non si stava parlando di danni e ricostruzioni?

Se tu misuri i cetrioli in chilogrammi o in piacere procurato prendendoli nell'ano, la prima è una misura oggettiva, la seconda soggettiva perchè dipende da fattori esterni al cetriolo.

ROLF
06-05-2009, 16.51.51
Se tu misuri i cetrioli in chilogrammi o in piacere procurato prendendoli nell'ano, la prima è una misura oggettiva, la seconda soggettiva perchè dipende da fattori esterni al cetriolo.

Non avrei saputo trovare metafora migliore :roll3:

kakikoio
06-05-2009, 17.01.29
Se tu misuri i cetrioli in chilogrammi o in piacere procurato prendendoli nell'ano, la prima è una misura oggettiva, la seconda soggettiva perchè dipende da fattori esterni al cetriolo.

Richter chilogrammi.
Mercalli cetrioli nell'ano.

Direi piuttosto

Richter intensità della scossa.

Mercalli intensità dei danni, che caso strano non sono solo misurabili ad occhio, ma la stima dei danni è calcolabile toh, sommando i costi dei singoli edifici distrutti o delle ripoarazioni di quelli ancora in piedi? Mi sembr ail solito batti becco tra matematici che si credono artisti e ragionieri che calcolano la spesa.

E ritorno alla domanda di prima, il topic non era sui danni e su i costi della ricostruzione?

Edit

OT posso solo dire, ma puppami sta cippa Destino.

Boe.
06-05-2009, 19.29.08
Il topic era per cercare di capire se la notizia (tra l'altro riportata da un collega de l'aquila) avesse un minimo di attendibilità o meno.

Se ora volete parlare di cetrioli fate pure :D

Fate
06-05-2009, 19.43.02
Controlla le differenze di energia prodotte in corrispondenza ai vari gradi ed avrai la risposta..


INGV - Ultimi terremoti (http://openmap.rm.ingv.it/gmaps/rec-big/en/Index.htm)

Shagrath_Infernus
06-05-2009, 20.38.47
Mercalli intensità dei danni, che caso strano non sono solo misurabili ad occhio, ma la stima dei danni è calcolabile toh, sommando i costi dei singoli edifici distrutti o delle ripoarazioni di quelli ancora in piedi? Mi sembr ail solito batti becco tra matematici che si credono artisti e ragionieri che calcolano la spesa.



L'hai detto tu stesso, se è una stima riguardante i danni, lo stesso terremoto può radere al suolo un paesino italiano e lasciare illeso un grattacielo giapponese, ad esempio. Se stimiamo i danni del paesino italiano, questi ammonteranno a miliardi, se facciamo la stessa stima in Giappone, il danno sarà di 0 euro. A prescindere dalla precisione della stima dei danni, ti sembra forse un metro di paragone oggettivo?

Detto questo, perchè se il sisma è stato più forte di quanto si è dichiarato lo stato dovrebbe accollarsi il 100% dei danni? Non è una domanda retorica, sono ignorante in materia e non so in che maniera proceda il risarcimento.

kakikoio
07-05-2009, 09.02.00
L'hai detto tu stesso, se è una stima riguardante i danni, lo stesso terremoto può radere al suolo un paesino italiano e lasciare illeso un grattacielo giapponese, ad esempio. Se stimiamo i danni del paesino italiano, questi ammonteranno a miliardi, se facciamo la stessa stima in Giappone, il danno sarà di 0 euro. A prescindere dalla precisione della stima dei danni, ti sembra forse un metro di paragone oggettivo?

Detto questo, perchè se il sisma è stato più forte di quanto si è dichiarato lo stato dovrebbe accollarsi il 100% dei danni? Non è una domanda retorica, sono ignorante in materia e non so in che maniera proceda il risarcimento.

Io non dico un cazzo, riporto, perchè non so un cazzo è diverso. Oj ma ci fate o ci siete? E' oggettiva la stima dei danni. difatti in quel caso da te citato il richter sarebbe chesso 6? Ilmercalli sarebbe 1 a tokio 9 nel paesino, perchè si sitima i danni oggettivi alle strutture persone capre e pure i cetrioli che tanto ama destino. :asd: