PDA

Visualizza versione completa : Disoccupato



winlele
16-12-2008, 14.31.25
Dopo ben 5 anni e mezzo di collaborazione,la mia esperienza lavorativa volge al termine.E' un periodo di crisi globale,benchè qualcuno faccia finta che non sia cosi e pensa ad una una percezione diffusa e sbagliata...le aziende licenziano e non assumono ed io mi ritrovo a 29 anni disoccupato e con un futuro pieno di interrogativi e zero speranze!

ding
16-12-2008, 14.53.37
benvenuto.

bejita
16-12-2008, 15.13.48
io ho avuto culo, sono rimasto disoccupato solo 15 giorni a ottobre, ora ho lavoro fino a dicembre 2009, poi si vedrà :look:

aplo
16-12-2008, 15.28.38
Fuggite sciocchi!!!

Citazione da: Gandalf prima di precipitare nell'abbisso di Moria.



Cya

Zanarkander
16-12-2008, 15.31.20
Mi aggrego anch'io al disoccupation club :teach:, ormai da 3 anni (togliendo lavori in nero, come al solito:tsk:) e se non fosse per il fatto di essere diventato VV.F. discontinuo :Dsarei già in depressione :(

winlele
16-12-2008, 16.16.32
arruolarsi a 30 anni è possibile?magari!

ding
16-12-2008, 16.18.24
no, per ora no. massimo 28 anni.

Angus_McGyver
16-12-2008, 16.20.46
Mi spiace :birra:

Zanarkander
16-12-2008, 16.21.11
arruolarsi a 30 anni è possibile?magari!
Io l'alzerei a 40 anni, proprio come nella Legione straniera :sisi:


edit: legione straniera FAQ (http://www.legionestraniera.org/faq.htm)

Faustroll
16-12-2008, 16.52.05
La domanda che mi pongo io è cosa si dovrebbe fare quando e se l'economia passa un brutto momento (che può essere più o meno lungo)? Affidarsi al mercato e sperare che risolva i suoi stessi problemi? Alla propria famiglia che ci faccia da sostegno? Allo stato tramite e ai cosiddetti "ammortizzatori sociali"?

hellspawn85
16-12-2008, 16.56.18
oggi la mia ragazza, che lavora da ben quattro anni in un negozio di vestiti famosissimo (la catena è una S.p.a ) ha ricevuto la simpatica notizia in questo altrettanto simpatico modo "noi sappiamo quanto vali, che sei una bravissima persona , un'ottima lavoratrice e che hai un mutuo sulle spalle ma ti conviene cominciare a cercare un altro posto di lavoro perchè non sappiamo se ti rinnoviamo ad agosto..." che schifo!!!

sara_bleeckerst
16-12-2008, 17.07.17
eh che schifo, è così che va, mia sorella sta aspettando pazientemente che le facciano qualcosa di diverso da un contratto a progetto da almeno 4 anni :asd:

e tutto ciò con una laurea e un master tutti a pieni voti

ma a quanto pare più titoli di studio hai meno trovi lavoro e se lo trovi fa anche cagare

Asterix_75
16-12-2008, 17.12.45
oggi la mia ragazza, che lavora da ben quattro anni in un negozio di vestiti famosissimo (la catena è una S.p.a ) ha ricevuto la simpatica notizia in questo altrettanto simpatico modo "noi sappiamo quanto vali, che sei una bravissima persona , un'ottima lavoratrice e che hai un mutuo sulle spalle ma ti conviene cominciare a cercare un altro posto di lavoro perchè non sappiamo se ti rinnoviamo ad agosto..." che schifo!!!

Sono stati corretti, 8 meso di preavviso. E' raro un preavviso simile. Spesso te lo dicono il giorno stesso dopo 6 mesi che ti dicono "tranquillo ci sono questi progetti per i prossimi X mesi da fare, di lavoro da farti fare ne abbiamo ecc...".

karuga
16-12-2008, 17.12.45
Io praticamente è un anno che cerco lavoro.
E sono uno stronzo di 22enne con un diploma...



Mi aggrego anch'io al disoccupation club :teach:, ormai da 3 anni (togliendo lavori in nero, come al solito:tsk:) e se non fosse per il fatto di essere diventato VV.F. discontinuo :Dsarei già in depressione :(

Io sono in depressione perchè voglio fare la domanda da VD:asd:

hellspawn85
16-12-2008, 17.25.11
Sono stati corretti, 8 meso di preavviso. E' raro un preavviso simile. Spesso te lo dicono il giorno stesso dopo 6 mesi che ti dicono "tranquillo ci sono questi progetti per i prossimi X mesi da fare, di lavoro da farti fare ne abbiamo ecc...".

è vero... l'ho detto anch'io che son stati relativamente corretti... ma c'è anche da dire che lei ha dato l'anima per quel posto, con tanto di telefonate a mezzanotte e vacanze annullate :tsk:

Di0
16-12-2008, 17.34.54
La domanda che mi pongo io è cosa si dovrebbe fare quando e se l'economia passa un brutto momento (che può essere più o meno lungo)? Affidarsi al mercato e sperare che risolva i suoi stessi problemi? Alla propria famiglia che ci faccia da sostegno? Allo stato tramite e ai cosiddetti "ammortizzatori sociali"?
Be', per la prima strategia non c'è in realtà nulla da fare se non aspettare, almeno al livello del "piccolo uomo". Eccetto pregare, se uno è credente.
La seconda ipotesi è quello che di fatto è più comune qua in Italia, il problema è che bisogna sperare che la crisi non sia così grave da "risalire" fino ai genitori, altrimenti si è punto e a capo.
L'ultima ipotesi, mi raccontava un mio caro amico che forse dovresti conoscere, è usata in stati più forti e organizzati in tal senso, come la Francia, ma non è né applicabile, né propria della nostra mentalità.
Da noi esistono sussidi per la disoccupazione, che non sono nemmeno proprio pochi soldi e per un discreto tempo, ma si deve aver lavorato per un anno solare negli ultimi tot anni ed essere iscritti pagando regolarmente contributi all'INPS da almeno due anni (giustamente direi...).
Il problema, anche qui, è sperare che la crisi non risalga sino allo stato stesso (stile Argentina), altrimenti lì sono cazzi amari per tutti e c'è davvero poco da fare.

capitanotylor
16-12-2008, 19.09.51
ecco un topic che ci riporta alla triste realtà, pure in famiglia ho mia sorella con contratto a termine, e fortuna che io e mio padre abbiamo posti fissi e si spera solidi nel tempo, cosi' in casa non si sente molto la pressione del lavoro che sfugge
pero' in giro si respira PAURA, nel vero senso del termine, pure il mio compare, che ha un bimbo piccolo non se la passa bene
+ di questo non posso dire, se non che do un in bocca al lupo forte a tutti quelli come voi che lottano x un lavoro o semplicemente x arrivare al fine mese

MarcoLaBestia
16-12-2008, 19.36.49
Proprio oggi parlavo con un imbiankino/muratore da 40 anni, mi ha detto ke riesce a portare a casa 3.000€ al mese, e da pensionato continuerà a lavorare in nero guadagnando 4.000€.

ha ripetuto almeno 200 volte "oggi ci sono troppi studiosi"

DonAldrigo
16-12-2008, 19.47.44
Proprio oggi parlavo con un imbiankino/muratore da 40 anni, mi ha detto ke riesce a portare a casa 3.000€ al mese, e da pensionato continuerà a lavorare in nero guadagnando 4.000€.

ha ripetuto almeno 200 volte "oggi ci sono troppi studiosi"

Infondo non sbaglia.
Effettivamente oggi ci sono un sacco di laureati che non trovano lavoro perchè le aziende italiane (quelle sopravvissute) spesso non hanno bisogno di laureati, gli va bene pure un diplomato.
Diciamo troppi laureati per troppi pochi posti.

karuga
16-12-2008, 20.03.49
Infondo non sbaglia.
Effettivamente oggi ci sono un sacco di laureati che non trovano lavoro perchè le aziende italiane (quelle sopravvissute) spesso non hanno bisogno di laureati, gli va bene pure un diplomato.
Diciamo troppi laureati per troppi pochi posti.

Una volta imparavi Il mestiere,qualcosa la sapevi fare,ora esci a scuola-università dove obiettivamente non sai lavorare.
E lo vedo molto bene io,perito chimico,ogni azienda chimica è specializzata in qualcosa,quella che produce resine difficilmente assumerà personale anche con esperienza che magari arriva dal settore farmaceutico o plastico.
Per non parlare di gente neodiplomata come me,che è 2 anni che gira e si sente solo rispondere "cerchiamo gente esperta nel settore",una volta ho sentito addirittura "Cerchiamo 18nni neodiplomati con esperienza".
A nessuno gliene frega un cazzo di insegnare il lavoro,primo perchè spesso sono contratti a tempo,secondo perchè vogliono tutti la pappa pronta.
E io? Come cazzo faccio a fare esperienza?

DonAldrigo
16-12-2008, 20.09.05
Una volta imparavi Il mestiere,qualcosa la sapevi fare,ora esci a scuola-università dove obiettivamente non sai lavorare.
E lo vedo molto bene io,perito chimico,ogni azienda chimica è specializzata in qualcosa,quella che produce resine difficilmente assumerà personale anche con esperienza che magari arriva dal settore farmaceutico o plastico.
Per non parlare di gente neodiplomata come me,che è 2 anni che gira e si sente solo rispondere "cerchiamo gente esperta nel settore",una volta ho sentito addirittura "Cerchiamo 18nni neodiplomati con esperienza".
A nessuno gliene frega un cazzo di insegnare il lavoro,primo perchè spesso sono contratti a tempo,secondo perchè vogliono tutti la pappa pronta.
E io? Come cazzo faccio a fare esperienza?

Quoto.
Leggo annunci di gente che vuole 5 anni di esperienza nel settore............ma giusto uno che ha abbandonato il lavoro per cause particolari può venire da te!
Che poi giustamente mi devono spiegare come fa un 18 neodiplomato ad avere esperienza..........
Lavorava di mattina ed ha preso il diploma alle serali? Oppure andava a scuola la mattina e lavorava.............quando?

karuga
16-12-2008, 20.13.32
Quoto.
Leggo annunci di gente che vuole 5 anni di esperienza nel settore............ma giusto uno che ha abbandonato il lavoro per cause particolari può venire da te!
Che poi giustamente mi devono spiegare come fa un 18 neodiplomato ad avere esperienza..........
Lavorava di mattina ed ha preso il diploma alle serali? Oppure andava a scuola la mattina e lavorava.............quando?

Io esterrefatto ho chiesto"Ma esperienza di stage?",la risposta mi rifiuto di presentarla.

Lord.Talismano
16-12-2008, 20.43.30
a me invece me stanno a distruggere di lavoro... faccio 10 ore al giorno.... e sto natale manco un giorno di ferie salvo le feste "comandate" penso che la mia ditta sia l'unica in italia che fa ancora 10 ore al giorno??? solo fortuna o lungimiranza della direzione?

FALLEN_ANGEL_664
16-12-2008, 22.32.57
Io sono in depressione perchè voglio fare la domanda da VD:asd:

Zitti, bastardi. Quel posto deve essere mio :shooter: :asd:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Le_Roix
17-12-2008, 01.28.19
Quoto.
Leggo annunci di gente che vuole 5 anni di esperienza nel settore............ma giusto uno che ha abbandonato il lavoro per cause particolari può venire da te!
Che poi giustamente mi devono spiegare come fa un 18 neodiplomato ad avere esperienza..........
Lavorava di mattina ed ha preso il diploma alle serali? Oppure andava a scuola la mattina e lavorava.............quando?

:tsk: :tsk: :tsk:

Quella del neodiplomato con esperienze lavorative m'ha sempre fatto ridere, e riesce a farmi ridere tutt'ora (ma non per le giuste motivazioni :tsk: )

Io ho contratto fino al 3 Febbraio, ma non dovrei avere nulla da temere, probabilmente un rinnovo di altri 6 mesi...forse...:brr:

PeppeBlackKravitz
17-12-2008, 10.13.38
io sono da 4 anni che "insegno", da precario di terza fascia(sono le graduatorie di istituto).
I primi 2 anni bene contratto fino a giugno con il pieno delle ore lavorative e dello stipendio
Gli ultimi due anni invece con 500 euro al mese l'affito dapagare la macchina etc.
Per inciso nei primi due anni non ho avuto diritto alla disoccupazione perchè deve passare un tot di tempo(sotto contratto e con in contributi versati all'inps, e mi pare giusto) per poter fare domanda.
La prima è per la disoccupazione ridotta.
Quella l'ho ottenuta sul contratto al pieno dello stipendio.
L'altra invece sulla base dei 500 euro.
Tra l'altro gli insegnanti di terza fascia spesso non sono abilitati e lavorano solo quando le graduatorie di seconda e prima e le graduatorie permanenti sono esaurite e quando ci sono ore disponibili.
Ecco con i nuovi tagli non ci sarà una mazza.

PS: ho scoperto che i presidi che "presiedono" ad esempio 4 istitui hanno un gran bello stipendio. 10000-12000 euro al mese.
E spaccano la minchia agli insegnanti agli operai, ma "BAFFANCULO VA"

ding
17-12-2008, 10.20.45
Quoto.
Leggo annunci di gente che vuole 5 anni di esperienza nel settore............ma giusto uno che ha abbandonato il lavoro per cause particolari può venire da te!
Che poi giustamente mi devono spiegare come fa un 18 neodiplomato ad avere esperienza..........
Lavorava di mattina ed ha preso il diploma alle serali? Oppure andava a scuola la mattina e lavorava.............quando?


:tsk: :tsk: :tsk:

Quella del neodiplomato con esperienze lavorative m'ha sempre fatto ridere, e riesce a farmi ridere tutt'ora (ma non per le giuste motivazioni :tsk: )
ionon os se riderci o se piangerci a riguardo. ne ho sentite non poche di 'ste richeiste RIDICOLE. "cercasi giovane diplomato\laureato con esperienza per periodo di stage".. sivabe. aspetta che ti pago anche per lavorare con te eh, aspetta. sì.
il problema è che c'è gente che ci si sottomette, sperando.

PeppeBlackKravitz
17-12-2008, 10.30.11
purtroppo il bisogno ti obbliga ad accettare cose deprimenti nella speranza di una situazione futura migliore.

karuga
17-12-2008, 11.10.38
Zitti, bastardi. Quel posto deve essere mio :shooter: :asd:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Fanculo te,fatti il concorso da 814 posti e non rompere le balle:asd:

Faustroll
17-12-2008, 11.39.09
a me invece me stanno a distruggere di lavoro... faccio 10 ore al giorno.... e sto natale manco un giorno di ferie salvo le feste "comandate" penso che la mia ditta sia l'unica in italia che fa ancora 10 ore al giorno??? solo fortuna o lungimiranza della direzione?

Il problema non è quante ore al giorno fai ma quante te ne pagano. :rolleyes:

...

In queste pagine comunque si mescolano due problemi diversi (anche se in qualche modo collegati) cioè chi ha un lavoro precario e chi è non riesce a trovare lavoro.
La flessibilità nel mondo del lavoro è, secondo i teorici liberisti (cioè praticamente tutti i nostri politici, compresi gli ex statalisti del vecchio PCI), la soluzione stessa al problema della disoccupazione. Andare avanti di contratto in contratto, magri cambiando anche lavoro o tipo di collaborazione, è stata accettato come il modello da seguire e a cui dobbiamo abituarci.

Mi chiedo solo se come paese siamo pronti anche a sostenere una crisi che porti ad un aumento notevole della disoccupazione nel caso in cui la flessibilità del mercato del lavoro non riesca a controbilanciare i posti di lavoro persi.
Come Di0 ha sottolineato non abbiamo lo stato sociale sviluppato di altri paesi (non avendo né il gettito fiscale sufficiente (troppa evasione) né l'efficienza nell'impiegare le tasse (troppi sprechi)), la nostra economia non pare particolarmente competitiva (anzi come produttività siamo in declino). Ci resta solo il nostro forte senso della famiglia.

Ghiaccio
17-12-2008, 11.43.29
Beh in tanto, puoi prenderti, per sei mesi lo stipendio al 50% con i sussidi. Non è granchè, ma sempre meglio di un calcio in culo no?

Pixel [AR]
17-12-2008, 12.09.30
Il problema non è quante ore al giorno fai ma quante te ne pagano. :rolleyes:

...

In queste pagine comunque si mescolano due problemi diversi (anche se in qualche modo collegati) cioè chi ha un lavoro precario e chi è non riesce a trovare lavoro.
La flessibilità nel mondo del lavoro è, secondo i teorici liberisti (cioè praticamente tutti i nostri politici, compresi gli ex statalisti del vecchio PCI), la soluzione stessa al problema della disoccupazione. Andare avanti di contratto in contratto, magri cambiando anche lavoro o tipo di collaborazione, è stata accettato come il modello da seguire e a cui dobbiamo abituarci.

.

E questa è una delle più grandi stronzate mai create per arricchire sempre più i già ricchi. La crisi è anche -soprattutto?- causa di questa visione del lavoro e del sacrificio sociale e generazionale. Per assurdo abbiamo la fascia di popolazione più propensa a spendere -20/35 anni- con la quantità minore di soldi e di sicurezza. Prima o poi un collasso del sistema era inevitabile...Io ho 29 anni una laurea di primo livello in economia -le lauree brevi ti aprono il mondo del lavoro, balle!- e sono qui, agente di commercio, a provvigioni a vendere automobili... Con 9 ore al giorno, svariate domeniche, tutti i sabati e mezza giornata di riposo alla settimana... E ringrazio che i primi mesi mi danno un fisso che se no con 500 euro lordi al mese non saprei prorio se starmene a casa o venire ancora al lavoro. Poi ci sono bancari che per fare sei ore per cinque giorni prendono 1600 euro netti per 14 mensilità -_-'

Faustroll
17-12-2008, 12.32.41
;6260612']E questa è una delle più grandi stronzate mai create per arricchire sempre più i già ricchi. La crisi è anche -soprattutto?- causa di questa visione del lavoro e del sacrificio sociale e generazionale. Per assurdo abbiamo la fascia di popolazione più propensa a spendere -20/35 anni- con la quantità minore di soldi e di sicurezza. Prima o poi un collasso del sistema era inevitabile...Io ho 29 anni una laurea di primo livello in economia -le lauree brevi ti aprono il mondo del lavoro, balle!- e sono qui, agente di commercio, a provvigioni a vendere automobili... Con 9 ore al giorno, svariate domeniche, tutti i sabati e mezza giornata di riposo alla settimana... E ringrazio che i primi mesi mi danno un fisso che se no con 500 euro lordi al mese non saprei prorio se starmene a casa o venire ancora al lavoro. Poi ci sono bancari che per fare sei ore per cinque giorni prendono 1600 euro netti per 14 mensilità -_-'

Si può anche concordare sul fatto che sia un sistema "ingiusto", che crei un maggior divario tra ricchi e poveri per esempio. Ma è anche un semplice adattamento ad un ciclo economico e ad un mercato oramai globale. Se si accetta un certo sistema di funzionamento se ne devono accettare le regole.

In questo senso il cambiamento di posizione di buona parte della classe politica italiana (soprattutto della sinistra) è, dal punto di vista delle esigenze della nazione, quanto di meglio si possa volere (il cosiddetto "trasformismo italiano" a volte si rivela davvero utile). Quello che molti stigmatizzano come mancanza di coerenza (per esempio difendere il capitalismo di stato in un ciclo protezionista e poi diventare liberisti quando il ciclo economico cambia) è in realtà virtù da statista, anche se ovviamente da solo non basta.

Berek
17-12-2008, 12.42.10
e tutto ciò con una laurea e un master tutti a pieni voti

ma a quanto pare più titoli di studio hai meno trovi lavoro e se lo trovi fa anche cagare

Precisamente.

La mia morosa ha una laurea e un master alla Bocconi in marketing e sono 3 anni che è in cerca di un nuovo lavoro senza riuscire a concludere. Tutte le volte o le propongono altri lavori che non hanno nulla a che vedere con le sue capacità o quando scoprono che già lavora e ha uno stipendio dignitoso le dicono che le faranno sapere e poi (come al solito) non la richiamano nemmeno per dirle che l'hanno scartata e perchè.

Lord.Talismano
17-12-2008, 12.59.57
beh cmq penso che al giorno d'oggi, un laureato se ha voglia di lavorare va anche a raccogliere i pomodori. se non ci va perchè "è troppo degradante" meglio che smetta di cercare.

ding
17-12-2008, 13.28.08
sì però ti rendi conto quanto sia ridicolo, che uno spenda anni e soldi per prepararsi per un lavoro e poi sia ridotto ad andare a rubare il lavoro a gente meno specializzata che si ritroverà senza lavoro e...

cioè, è ridicolo. punto. poi vero che se hai bisogno fai tutto, ma vaffanculo uguale. è come un laureato del MIT, per dirne una che conta poco, che si ritrova a fare il pulisci cessi in una concessionaria d'auto perchè non trova lavoro perchè cercano gente neolaureata al mit ma con esperienza, in modo da poter far fare tutto senza assistenza, ma pagandoli poco.

è la storia de "la pappa pronta e inculare gli altri più possibile"

Berek
17-12-2008, 13.45.47
E' anche colpa della società che spinge la gente ad andare all'università con la speranza di un lavoro da manager iperpagato. E' una chimera: è impossibile che tutti si possa avere lavori di alto livello, così ci si riempie di gente che aspira a fare il banchiere, il chirurgo, l'architetto senza averne l'effettivo bisogno, mentre a fare l'operaio edile, l'idraulico, il cameriere mancano sempre le persone e ci va grassa che tutto sommato a fare quei lavori ci vanno gli immigrati stranieri altrimenti molti dei servizi fondamentali ce li potremmo scordare.

E poi mi tocca vedere un ing. fisico fare il postino perchè se no non sa come tirare a campare...

Zanarkander
17-12-2008, 14.39.34
Fanculo te,fatti il concorso da 814 posti e non rompere le balle:asd:
"...ne resterà soltanto uno..." :shooter::asd:

FaBiOm1987
17-12-2008, 14.50.04
pensa io sono da un'anno in tirocinio e ne ho ancora uno sul groppone, lavoro gratis 8 ore al giorno per 6 alla settimana....e non sò se mi sarà utile in futuro data la crisi e la difficoltà di lavorare in proprio...

Di0
17-12-2008, 14.52.51
Scusa ma...Tirocini da due anni?!?
MA PD.
Ma manco ai servi della gleba proponevano certe condizioni. :|

-jonkabira-
17-12-2008, 15.00.13
pensa io sono da un'anno in tirocinio e ne ho ancora uno sul groppone, lavoro gratis 8 ore al giorno per 6 alla settimana....e non sò se mi sarà utile in futuro data la crisi e la difficoltà di lavorare in proprio...

Almeno puoi rispondere che hai esperienza (sia di lavoro , che di non vedere una lira, lo apprezzeranno molto soprattutto la seconda che ho detto ...scusa l'ironia ma è così).

Per il resto mi dispiace per WinLele...periodo di merda, paese del cazzo :tsk: ...

ding
17-12-2008, 15.00.16
magari è geometra e vuole iscriversi all'albo :asd: devi farti 3 (3? non ricordo) anni obbligatori per legge :|

Di0
17-12-2008, 15.02.45
magari è geometra e vuole iscriversi all'albo :asd: devi farti 3 (3? non ricordo) anni obbligatori per legge :|

Sì, vabbe', ma ti pagano, vero? Vero? Anche fosse una cosa simbolica, tipo che non ci copri la benzina dello scooter, ma qualcosa ti devono dare.
Cioè dai, 3 anni di lavoro non pagato è al limite dello schiavismo.

Berek
17-12-2008, 15.06.16
Scusa ma...Tirocini da due anni?!?|

Se vuoi fare l'avvocato o così o pomì...

destino
17-12-2008, 15.49.35
E' anche colpa della società che spinge la gente ad andare all'università con la speranza di un lavoro da manager iperpagato. E' una chimera: è impossibile che tutti si possa avere lavori di alto livello, così ci si riempie di gente che aspira a fare il banchiere, il chirurgo, l'architetto senza averne l'effettivo bisogno, mentre a fare l'operaio edile, l'idraulico, il cameriere mancano sempre le persone e ci va grassa che tutto sommato a fare quei lavori ci vanno gli immigrati stranieri altrimenti molti dei servizi fondamentali ce li potremmo scordare.

E poi mi tocca vedere un ing. fisico fare il postino perchè se no non sa come tirare a campare...

non è colpa della società.
E' colpa di certa politica che professa il cosiddetto "diritto allo studio" che si è trasformato in "mandiamo all'università cani e porci" trasformando l'università italiana in un diplomificio di qualità infima e quel pezzo di carta sudato in un rotolo di carta igienica.
Certa gente va all'università e ci si parcheggia quasi a vita, poi prende la laurea e pretende di avere chissà che posto di lavoro, quando nella realtà non riesce a mettere insieme manco una lista della spesa in modo corretto.

Faustroll
17-12-2008, 16.18.47
non è colpa della società.
E' colpa di certa politica che professa il cosiddetto "diritto allo studio" che si è trasformato in "mandiamo all'università cani e porci" trasformando l'università italiana in un diplomificio di qualità infima e quel pezzo di carta sudato in un rotolo di carta igienica.
Certa gente va all'università e ci si parcheggia quasi a vita, poi prende la laurea e pretende di avere chissà che posto di lavoro, quando nella realtà non riesce a mettere insieme manco una lista della spesa in modo corretto.

Destino cosa intendi per "diritto allo studio"?

Ha qualche cosa che fare con il DSU? Perché in tal caso non capisco in che modo esso abbia trasformato l'università italiana in un diplomificio, fatto entrare "cani e porci" o creato dei parcheggiati nell'università?

Berek
17-12-2008, 17.28.25
non è colpa della società.

E' colpa della società, perchè nella società ci ricadono sia quelli di cui parli tu che tutti gli altri.

Gli studenti che non hanno voglia nè di studiare nè di lavorare e che finchè possono cercano di ritardare quanto più possibile il loro ingresso nel mondo "adulto", o se vanno a lavorare pretendono di non sporcarsi le mani o di non stringere bulloni perchè è un lavoro umile (però a cambiare tubi dell'acqua sapessero quanti soldi si guadagnano).

I genitori di questi personaggi, che tanto perchè hanno i soldi permettono ai loro pargoli di scaldare una seggiola in un'aula universitaria quando magari c'è chi vorrebbe veramente essere in quel posto ma non può per N motivi.

I professori universitari, dei quali molti sono al loro posto più per motivi politici o amicizie che per reale valore e che insegnano per arrivare alla pensione e non per accrescere le conoscenze dei propri studenti.

I politici che promettono in campagna elettorale e quando c'è da fare sul serio sono solo capaci di insultare gli avversari e rimescolare quanto fatto dai loro predecessori.

I titolari d'azienda, che pretendono curriculum blasonatissimi al costo più basso possibile salvo poi assumere braccia rubate all'agricoltura solo perchè parenti o amici di famiglia.

E ce ne sarebbero ancora...

Come vedi un pezzettino di colpa ce l'abbiamo tutti, peccato che non ci si riesca mai a prenderci le proprie responsabilità, tanto vabbeh, basta buttare la colpa su qualcun'altro...

giogothico
17-12-2008, 19.05.49
Proprio oggi parlavo con un imbiankino/muratore da 40 anni, mi ha detto ke riesce a portare a casa 3.000€ al mese, e da pensionato continuerà a lavorare in nero guadagnando 4.000€.

ha ripetuto almeno 200 volte "oggi ci sono troppi studiosi"

E c'ha ragione, ragazzi. Parlandoci molto chiaramente e francamente, i fatti ci dicono che oggi come oggi un operaio con licenza elementare ma che si fa un culo immenso da una vita sta molto meglio di un ragazzo con un foglio in mano, e non vedo cosa ci sia di scandaloso.
I punti sono 3:
1. arrivare alla laurea oggi è uno scherzo, se ne sentono di tutti i colori nelle scuole e vediamo tutti i giorni uscire gente dai licei, se non dalle università, che non hanno un cazzo di conoscenza e soprattutto le palle per iniziare la carriera. Io mi vergogno di sapere che tra due anni avrò lo stesso identico titolo di certe compagne che, giuro, al liceo linguistico mi leggono die (morire, n.d.r.) DIE. Vi rendete conto? Ci credo poi che una laurea vale uno straccio.
2. dove sta scritto che chi si è impegnato (perchè ci sono anche quelli) ha più diritto di uno che si è fatto il mazzo in cantiere sin da ragazzo a stare meglio economicamente, e quindi con tutto ciò che ne consegue? Dove sta scritto che un quattordicenne che continua gli studi fino alla laurea ha più diritto di uno che lascia la scuola perchè non ha voglia di studiare e va a lavorare ad avere un lavoro fisso? Chi ha stabilito che per essere tranquilli si deve avere un pezzo di carta che dimostra la nullafacenza della sua gioventù? Quello che conta non è ciò che qualcun altro ha detto che siamo, conta quello che siamo e abbiamo fatto e che siamo in grado di fare, poche storie.
3. ma soprattutto, la cosa che più mi fa schifo è che c'è gente che reputa più degni di rispetto degli avvocati, o architetti, o sto par di balle rispetto a degli umili operai.

Questa analisi la confermano:
Precisamente.

La mia morosa ha una laurea e un master alla Bocconi in marketing e sono 3 anni che è in cerca di un nuovo lavoro senza riuscire a concludere. Tutte le volte o le propongono altri lavori che non hanno nulla a che vedere con le sue capacità o quando scoprono che già lavora e ha uno stipendio dignitoso le dicono che le faranno sapere e poi (come al solito) non la richiamano nemmeno per dirle che l'hanno scartata e perchè.


non è colpa della società.
E' colpa di certa politica che professa il cosiddetto "diritto allo studio" che si è trasformato in "mandiamo all'università cani e porci" trasformando l'università italiana in un diplomificio di qualità infima e quel pezzo di carta sudato in un rotolo di carta igienica.
Certa gente va all'università e ci si parcheggia quasi a vita, poi prende la laurea e pretende di avere chissà che posto di lavoro, quando nella realtà non riesce a mettere insieme manco una lista della spesa in modo corretto.

MarcoLaBestia
17-12-2008, 19.17.44
attenzione però, la maggior parte dei laureati vengono scartati per il voto di laurea non massimo, o almeno non superiore a 100-105.

Quaro.
17-12-2008, 19.20.43
Mi unisco al gruppo di coloroche rischiano di non avere più un lavoro (da luglio precisamente). Io ho paura per il mio futuro e ho 22 anni. Non vedo prospettiva, sbocchi di nessun tipo, possibili avanzamenti di carriera. E le aziende non hanno la minima intenzione di far crescere nessuno perchè è morta la voglia di investire sulle persone. E noi siamo bellamenti fottuti, merda.

giogothico
17-12-2008, 19.28.20
Precisamente.

La mia morosa ha una laurea e un master alla Bocconi in marketing e sono 3 anni che è in cerca di un nuovo lavoro senza riuscire a concludere. Tutte le volte o le propongono altri lavori che non hanno nulla a che vedere con le sue capacità o quando scoprono che già lavora e ha uno stipendio dignitoso le dicono che le faranno sapere e poi (come al solito) non la richiamano nemmeno per dirle che l'hanno scartata e perchè.


attenzione però, la maggior parte dei laureati vengono scartati per il voto di laurea non massimo, o almeno non superiore a 100-105.

Master alla Bocconi, mica all'Università del Pelo di Gatto.

Sharden
17-12-2008, 19.34.08
Master alla Bocconi, mica all'Università del Pelo di Gatto.

in marketing

sai che robba :)

giogothico
17-12-2008, 19.35.55
Tu ce l'hai?

Sharden
17-12-2008, 19.53.01
Tu ce l'hai?
ho di meglio per fortuna

comunque volevo solo far notare che non ci si dovrebbe stupire di eventuali colloqui andati male se ci si presenta con certi titoli di studio.
per chi ha studiato cose utili fortunatamente il lavoro c'è, ed al massimo si può sempre spendere la propria preparazione in paesi "più fortunati"

fermorestando che è lecito studiare un po' quello che si preferisce, ecco :) solo il laureato in scienze delle relazioni sociali nelle comunità asiatiche di scimmie cappuccine non mi si lamenti di non riuscire a trovare altro che lavori "umili" o non attinenti alla propria preparazione

bounty
17-12-2008, 21.43.57
Non so se è già stato proposto perchè ho letto solo la prima pagina, però per i disoccupati o per chi ha lavoro a tempo determinato (chi ce l'ha indeterminato no perchè il curriculum viene scartato) ci sono le agenzie interinali. Lo so come funzionano ma meglio che stare a casa no?

Io a Ferrara mi sono iscritto alla newsletter di informagiovani che periodicamente mi rifornisce di informazioni sui posti di lavoro.

Un lavoro così ti può dar qualcosa da fare nel breve periodo e forse un'idea su cosa fare dopo.

nell'ultima newsletter che mi è arrivata oggi ci sono circa 50 annunci
tra cui questi qui sotto, ce n'è per tutti i gusti.Ovviamente è circoscritta alla zona di Ferrara.
Non penso che chiunque voglia trovare lavoro non riesca, il problema è volerlo davvero.
Secondo me il lavoro c'è

MANUTENTORE SITI WEB
Ricercasi MANUTENTORE SITI WEB, preferibilmente precedente esperienza in analoga posizione. Buona conoscenza linguaggio HTML.
Luogo di lavoro: Ferrara
Disponibilità oraria: Full Time
SCOPO ASSUNZIONE

INGEGNERE DI PROCESSO
Il candidato ideale è in possesso di Laurea in Ingegneria Chimica o Meccanica, ha maturato un minimo di due anni di esperienza nel ruolo di Ingegnere di Processo, preferibilmente nel settore chimico.
Luogo di lavoro: Ferrara
Disponibilità oraria: Full Time
SCOPO ASSUNZIONE

TORNITORE MANUALE
Ricercasi Tornitore con esperienza su torni manuali di grosse dimensioni.
Luogo di lavoro: Ferrara
Disponibilità oraria: Full Time
SCOPO ASSUNZIONE

OPERATORE PIATTAFORMA AEREA, patente C, altezza max 42 metri
Ricercasi operatore di piattaforma con patente C con esperienze di montaggio carpenterie.
Luogo di lavoro: Ferrara
Disponibilità oraria: Full Time
SCOPO ASSUNZIONE

RESPONSABILE DI PRODUZIONE - INGEGNERE MECCANICO
Il candidato ideale è in possesso della Laurea in Ingegneria Meccanica e ha maturato una precedente esperienza in realtà metalmeccaniche, ha conoscenze di carpenteria meccanica, di saldatura, di disegno tecnico meccanico (uso AUTOCAD), di verifica della coerenza tra consuntivo e preventivo in termini di qualità, costi e tempi di consegna dell'intera commessa a lui assegnata.
Luogo di lavoro: Ferrara
Disponibilità oraria: Full Time
SCOPO ASSUNZIONE

giogothico
17-12-2008, 22.53.17
ho di meglio per fortuna

comunque volevo solo far notare che non ci si dovrebbe stupire di eventuali colloqui andati male se ci si presenta con certi titoli di studio.
per chi ha studiato cose utili fortunatamente il lavoro c'è, ed al massimo si può sempre spendere la propria preparazione in paesi "più fortunati"

fermorestando che è lecito studiare un po' quello che si preferisce, ecco :) solo il laureato in scienze delle relazioni sociali nelle comunità asiatiche di scimmie cappuccine non mi si lamenti di non riuscire a trovare altro che lavori "umili" o non attinenti alla propria preparazione

Mah, in Italia non mi viene in mente niente di meglio della Bocconi nel settore, e anzi mi pare d'aver letto che sia nella top 20 mondiale in economia/marketing. E se mi piace fare questo e ottengo dei risultati così brillanti, e ciononostante non ottengo un valido impiego, significa davvero che la teoria, la carta non valgono nulla.
NB: marketing non è proprio cienze delle relazioni sociali nelle comunità asiatiche di scimmie cappuccine...

Faustroll
18-12-2008, 00.04.40
Mah, in Italia non mi viene in mente niente di meglio della Bocconi nel settore, e anzi mi pare d'aver letto che sia nella top 20 mondiale in economia/marketing. E se mi piace fare questo e ottengo dei risultati così brillanti, e ciononostante non ottengo un valido impiego, significa davvero che la teoria, la carta non valgono nulla.

O forse che il mercato del lavoro per quel dato impiego è saturo.

giogothico
18-12-2008, 00.26.30
E allora devo rinunciare alla mia passione perchè il figlio incompetente di un tizio importante s'è comprato la laurea?

papo
18-12-2008, 00.31.41
Dopo ben 5 anni e mezzo di collaborazione,la mia esperienza lavorativa volge al termine.E' un periodo di crisi globale,benchè qualcuno faccia finta che non sia cosi e pensa ad una una percezione diffusa e sbagliata...le aziende licenziano e non assumono ed io mi ritrovo a 29 anni disoccupato e con un futuro pieno di interrogativi e zero speranze!

io ne ho 33 e sono nella tua stessa situazione...a casa dalla mattina alla sera e sto andando in depressione....vedi un po te.

FaBiOm1987
18-12-2008, 00.40.19
mi spiace vedere molta gente così in questa situazione (ho anche un amico così) mi fan ben sperare nel mio futuro:(

spero che a ognuno vada bene e si sistemi al più presto

FaBiOm1987
18-12-2008, 00.41.27
magari è geometra e vuole iscriversi all'albo :asd: devi farti 3 (3? non ricordo) anni obbligatori per legge :|

manco per le palle perito elettrotecnico ma non mi iscriverò mai all'albo dei periti:)

FaBiOm1987
18-12-2008, 00.42.45
Sì, vabbe', ma ti pagano, vero? Vero? Anche fosse una cosa simbolica, tipo che non ci copri la benzina dello scooter, ma qualcosa ti devono dare.
Cioè dai, 3 anni di lavoro non pagato è al limite dello schiavismo.

sono obbligato a farlo per 2 anni zero pagament se non un 100 per natale...aspetto sempre quel perido tra poco per la mia ricompensa:(

Di0
18-12-2008, 01.08.52
E allora devo rinunciare alla mia passione perchè il figlio incompetente di un tizio importante s'è comprato la laurea?

No, ma se non c'è lavoro per una certa categoria di persone, non è che lo possono creare apposta per te. :birra:

ding
18-12-2008, 02.22.59
no scusa eh, ma perchè 2 anni di stage se non per iscriverti all'albo? che t'han firmato un foglio senza gabole che poi t'assumono per 4 ore al giorno 5 giorni la settimana per 10000€ netti al mese per un minimo di 10 anni? no perchè altrimenti penso col cazzo che lo farei..

Berek
18-12-2008, 09.36.06
che t'han firmato un foglio senza gabole che poi t'assumono per 4 ore al giorno 5 giorni la settimana per 10000€ netti al mese per un minimo di 10 anni? no perchè altrimenti penso col cazzo che lo farei..

In Italia per lavorare e per prendere molto meno c'è gente che lo fa... non tutti hanno la fortuna di nascere con la famiglia che ti mantiene fino alla pensione. E il dramma è che ti fai il culo per 2 anni per prendere una abilitazione che è necessaria per lavorare ma che non ti garantisce comunque che lavorerai a sufficienza per portare a casa la pagnotta.

Comunque per quanto riguarda la mia morosa è vero che il marketing è un campo poco sviluppato in Italia e dove probabilmente c'è già saturazione di posizioni di lavoro, sono cose che spesso le ho detto anche io per cercare di darle una spiegazione al perchè non riesca a cambiare lavoro ma non è che anche se ti dai una spiegazione il problema si risolva.

Dopo tutto è vero che se uno vuole trovare lavoro deve andare a fare qualcosa per la quale c'è richiesta, ma non è che chiunque sia portato a fare di tutto.

La fortuna tutto sommato è che non appena uscita dal master ha trovato un lavoro dignitoso e con uno stipendio che rispetto alla media italiana è discreto, non avesse quello sarebbe tutto un altro paio di maniche...

ROLF
18-12-2008, 09.44.34
In effetti io mi lamento sempre ma noi ingegneri siamo una razza privilegiata, oggi come oggi.
Ti laurei e lavori, da subito (o quasi) e pagato. All'inizio poco, ma almeno ti pagano.
E facedo un minimo di carriera lo stipendio sale.

Faustroll
18-12-2008, 10.32.04
E allora devo rinunciare alla mia passione perchè il figlio incompetente di un tizio importante s'è comprato la laurea?

Ti ho semplicemente detto che è più probabile che se una "carta" eccellente non basta è perché in quel campo non ci sono assunzioni non essendocene bisogno invece di inventarsi chissà quale altra motivazione (di casi ce ne saranno di ogni tipo ma con che incidenza?).

Bertith
18-12-2008, 11.10.30
io fortunatamente mi posso discostare dalla massa, ho un lavoro "solido" . lasciando stare il fatto che non centra nulla con quello che ho studiato, ma alla fine per campare bisogna adattarsi, dopo un anno in cerca di un lavoro nel settore ho cambiato completamente campo e mi sono buttato nel commerciale. ovvio non sono più a casa alle 17.35 come prima, ma ogni cosa ha i suoi pregi e difetti.

papo
18-12-2008, 11.45.06
In effetti io mi lamento sempre ma noi ingegneri siamo una razza privilegiata, oggi come oggi.
Ti laurei e lavori, da subito (o quasi) e pagato. All'inizio poco, ma almeno ti pagano.
E facedo un minimo di carriera lo stipendio sale.

questo forse al nord....
al sud un ingegnere è equiparato all'operaio.

ROLF
18-12-2008, 11.46.39
questo forse al nord....
al sud un ingegnere è equiparato all'operaio.

Forse se resti al Sud. Io ho una marea di colleghi ingegneri del Sud.
Si sono smplicemente trasferiti qua.

Cocitu
18-12-2008, 11.51.40
Forse se resti al Sud. Io ho una marea di colleghi ingegneri del Sud.
Si sono smplicemente trasferiti qua.
infatti due miei cugini lavorano a Trento e dintorni.

papo
18-12-2008, 12.29.29
Forse se resti al Sud. Io ho una marea di colleghi ingegneri del Sud.
Si sono smplicemente trasferiti qua.

La fai facile:
a parte il fatto di dover abbandonare tutto (famiglia/moglie/fidanzata/figli/amici che magari per te non hanno alcun valore ma per me si)
ti trasferisci su, prendi 1000 - 1100 euro per spenderne 600 in affitto + spese di vitto. Che ti rimane??
tanto vale starsene qui, guadagnarne 800 (sempre se ci riesci) e però metterli tutti da parte.

Bertith
18-12-2008, 12.34.23
La fai facile:
a parte il fatto di dover abbandonare tutto (famiglia/moglie/fidanzata/amici che magari per voi non hanno alcun valore ma per me si)
ti trasferisci su, prendi 800 - 1000 euro per spenderne 600 in affitto e che ti rimane??
tanto vale starsene qui, guadagnarne 800 (sempre se ci riesci) e però metterli tutti da parte.

tu vuoi la botte piena e la moglie ubriaca...
non dico che sia giusto e facile, ma se non hai alternative.io ho amici che sono andati in inghilterra per lavorare...

Cocitu
18-12-2008, 12.37.08
La fai facile:
a parte il fatto di dover abbandonare tutto (famiglia/moglie/fidanzata/amici che magari per voi non hanno alcun valore ma per me si)
ti trasferisci su, prendi 800 - 1000 euro per spenderne 600 in affitto e che ti rimane??
tanto vale starsene qui, guadagnarne 800 (sempre se ci riesci) e però metterli tutti da parte.

non so bene quanto prenda mio cugino, ma se a neanche a 10 anni dalla laurea, si è potuto permettere una splendida casa di quasi 200mq in riva ad un lago sui monti attorno a trento presumo che prenda qualche € in più di 800-1000

dalle nostre parti, non c'è proprio uno straccio di posto di lavoro per uno con le sue competenze.

un'altra mia amica, ha optato per andare a lavorare in francia, visto che la sua specializzazione in campo chirurgico-veterinario, in italia le avrebbe fruttato al max un posto da borsista a 1000€ al mese con contratto a termine, invece adesso ne guadagna quasi 10000

per certe figure, se in lavoro non lo trovi dalle tue parti emigrare è il minimo, oppure ti adegui alla richiesta di professionalità della realtà in cui vivi.

papo
18-12-2008, 12.38.03
tu vuoi la botte piena e la moglie ubriaca...
non dico che sia giusto e facile, ma se non hai alternative.io ho amici che sono andati in inghilterra per lavorare...


botte piena e moglie ubriaca??
Chiedere una lavoro, diciamo nella STESSA REGIONE IN CUI ABITI è voler pretendere troppo??
Scommetto che tu non hai di questi problemi altrimenti non te ne saresti uscito con una frase del genere.

papo
18-12-2008, 12.40.54
non so bene quanto prenda mio cugino, ma se a neanche a 10 anni dalla laurea, si è potuto permettere una splendida casa di quasi 200mq in riva ad un lago sui monti attorno a trento presumo che prenda qualche € in più di 800-1000


quindi confermi quello che dico io.
Vai al nord, trovi posto ma siamo sempre li:
non è l'america come molti pensano/vogliono far credere ANZI, il più delle volte sei sfruttato uguale e devi anche far fronte ai disagi del vivere da emigrato.

Nemolo.O
18-12-2008, 12.49.28
botte piena e moglie ubriaca??
Chiedere una lavoro, diciamo nella STESSA REGIONE IN CUI ABITI è voler pretendere troppo??
Scommetto che tu non hai di questi problemi altrimenti non te ne saresti uscito con una frase del genere.

Secondo me si

papo
18-12-2008, 12.57.54
Secondo me si

Ok,
nel forum siete tutti uomini pronti alla sofferenza,ad immolarvi e sputare sangue per portare a casa la pagnotta.
Voglio vedere poi come siete poi nella real life.

karuga
18-12-2008, 13.03.12
botte piena e moglie ubriaca??
Chiedere una lavoro, diciamo nella STESSA REGIONE IN CUI ABITI è voler pretendere troppo??
Scommetto che tu non hai di questi problemi altrimenti non te ne saresti uscito con una frase del genere.

Secondo me è scandaloso invece il solo dovere cercare a più di 150km da casa un posto di lavoro.

papo
18-12-2008, 13.11.46
Secondo me è scandaloso invece il solo dovere cercare a più di 150km da casa un posto di lavoro.

Ah ecco, vedo che non sono l'unico "comodista" (secondo quanto traspare nel leggere quello che scrivono gli altri).
Fossimo in Somalia lo potrei capire ma siamo in Italia e la cosa non mi sta bene.
Che poi questa sia la realtà è un paio di maniche ma che volete far passare me per un comodista è un' assurdità allo stato puro.

Sono ingegnere elettrico (con specializzazione in automazione) e non trovo lavoro.
mi vorreste dire che la mia specializzazione è così rara da non poter trovare posto NELL' INTERA MIA REGIONE? (La sicilia per intenderci)
Smettetela per cortesia.....il Topic delle Demenzialità è un'altro.

Nemolo.O
18-12-2008, 13.19.34
Io sto facendo talmente tanti sacrifici (dal mio punto di vista, poi sicuramente ci sono persone che si danno da fare più di me) per studiare che cambiare regione per lavorare mi sembra veramente una sciocchezza.

Se per lavorare intendiamo un posto fisso che richieda almeno il 60% della nostra preparazione.

Berek
18-12-2008, 13.31.31
infatti due miei cugini lavorano a Trento e dintorni.

Eh, il trentino è un caso a parte (per certi versi vergognoso). Comunque io ho la morosa proprio di Trento e non nascondo che stia valutando di andarci a vivere... suo fratello dopo due anni di lavoro come programmatore prende più del doppio dello stipendio di un operaio con anni di esperienza sul groppone...

ROLF
18-12-2008, 13.31.54
Ok,
nel forum siete tutti uomini pronti alla sofferenza,ad immolarvi e sputare sangue per portare a casa la pagnotta.
Voglio vedere poi come siete poi nella real life.

No ma io non faccio facle nulla eh... e non so nemmeno se, nato e cresciuto al Sud, avrei la forza di trasferirmi qua al Nord.
Riportavo solo la raltà quaotidiana con cui ho a che fare, tantissimi giovani ingegneri che malvolentieri si sono dovti, per forza di cose, trasferire qua.
A prendere, come dici tu, poco più di 1000 euro con affitti stellari, vivendo spesso insieme a sconosciuti. E' uno schifo...

papo
18-12-2008, 13.39.38
Io sto facendo talmente tanti sacrifici (dal mio punto di vista, poi sicuramente ci sono persone che si danno da fare più di me) per studiare che cambiare regione per lavorare mi sembra veramente una sciocchezza.

Se per lavorare intendiamo un posto fisso che richieda almeno il 60% della nostra preparazione.

tu sei di Modena e dovresti/vorresti spostarti dove??
Apri google map, visualizza l'italia, poi guarda la Sicilia e prendi una qualsiasi regione del nord. Dimmi se è la stessa cosa di uno che già abita dalla Calabria in su e poi ne riparliamo.

funazza
18-12-2008, 13.40.13
è uno schifo, spero di morire presto, senza la laurea e senza aver mai firmato un contratto cedi-il-culo-a-qualcuno

mi basterebbe fare un paio di cd epocali e poi sparire *puff*

tanto in una 40ina di anni le cose meritevoli di essere viste e vissute te le sei viste e vissute, mica voglio vivere per lavorare, di certo non qui e adesso. magari da qualche parte in Indocina

:sisi:

Bertith
18-12-2008, 13.42.02
botte piena e moglie ubriaca??
Chiedere una lavoro, diciamo nella STESSA REGIONE IN CUI ABITI è voler pretendere troppo??
Scommetto che tu non hai di questi problemi altrimenti non te ne saresti uscito con una frase del genere.

io sono di vicenza, l'azienda è di verona ma seguo la zona commerciale fino al lazio e molise compreso, ergo mi sparo 6000 km al mese circa e sono vicino casa ( 1 ora di macchina circa) una settimana ogni 2 mesi circa. per farti un esempio fino a ieri ero a roma e la mia vita sociale si basa su 2 giorni a settimana. quindi no, non lavoro nella mia stessa regione

edit: aggiungo che ho amici che si sono laureati in ingegneria meccanica mi sembra in automazioni che sono andati a lavorare a torino.

karuga
18-12-2008, 13.45.05
CUT

La stessa cosa vale per me,perito chimico che abita a Varese,abbiamo più ditte chimiche che giornalai sia in provincia che in regione,eppure nada nel settore.
Per portare a casa i danè sarei disposto a fare km su km ma non è possibile che al giorno d'oggi si necessario tale sacrificio per guadagnare quelli che sarebbero 1000€.

destino
18-12-2008, 14.21.04
La fai facile:
a parte il fatto di dover abbandonare tutto (famiglia/moglie/fidanzata/figli/amici che magari per te non hanno alcun valore ma per me si)
ti trasferisci su, prendi 1000 - 1100 euro per spenderne 600 in affitto + spese di vitto. Che ti rimane??
tanto vale starsene qui, guadagnarne 800 (sempre se ci riesci) e però metterli tutti da parte.

io invece mi sono spostato, ho mollato tutto e adesso lavoro facendo pure qualcosa che mi interessa e piace.
L'alternativa era stare in sicilia a guardare cadere i passuluna.

papo
18-12-2008, 14.21.46
io sono di vicenza, l'azienda è di verona ma seguo la zona commerciale fino al lazio e molise compreso, ergo mi sparo 6000 km al mese circa e sono vicino casa ( 1 ora di macchina circa) una settimana ogni 2 mesi circa. per farti un esempio fino a ieri ero a roma e la mia vita sociale si basa su 2 giorni a settimana. quindi no, non lavoro nella mia stessa regione

edit: aggiungo che ho amici che si sono laureati in ingegneria meccanica mi sembra in automazioni che sono andati a lavorare a torino.

se fai il rappresentatnte è normale fare tutti questi Km.
E' diverso però andare a 2000 Km dalla tua città perchè all'interno di quel range non trovi un cazzo.

papo
18-12-2008, 14.23.58
io invece mi sono spostato, ho mollato tutto e adesso lavoro facendo pure qualcosa che mi interessa e piace.
L'alternativa era stare in sicilia a guardare cadere i passuluna.

So che prima o poi farò anche io questa fine ma che non mi si venga a dire che tutto ciò è normale oppure che mi si dica "vuoi la botte piena e la moglie ubriaca" perchè mi incazzo.

destino
18-12-2008, 14.24.47
se stai a palermo e sei ingegnere elettrico dovevi sapere fin da subito che se ti andava bene lavoravi a catania, a palermo per quell'ambito lavorativo non c'è nulla e a catania a parte qualche microimpresa è gia tutto saturo.

L'alternativa è stare a casa a guardare il tetto, per come sono io una scelta da suicidio proprio.

edit: invece è normale, perchè se ti laurei in un campo specialistico particolare, e nella tua zona non esiste industria che lavora in quel settore, sei costretto per forza di cose a cercare altrove, non ci sono cazzi.
Altrimenti ti laurei e dopo vai a coltivare pomodori.

Bertith
18-12-2008, 15.27.42
se fai il rappresentatnte è normale fare tutti questi Km.
E' diverso però andare a 2000 Km dalla tua città perchè all'interno di quel range non trovi un cazzo.

non sono un rappresentate, e se fossi un rappresentate di sicuro non andrei a prendermi un mandato a roma perchè è ingestibile logisticamente.
mi dispiace tanto per te ma in italia è una normalità che con certe lauree o ti sposti o vai a coltivare patate

Di0
18-12-2008, 16.01.15
Sono ingegnere elettrico (con specializzazione in automazione) e non trovo lavoro.
mi vorreste dire che la mia specializzazione è così rara da non poter trovare posto NELL' INTERA MIA REGIONE? (La sicilia per intenderci)
Smettetela per cortesia.....il Topic delle Demenzialità è un'altro.

Muovi il culo.
Non sei Maometto e non vedo perché la montagna dovrebbe venire da te. Questa mentalità tipicamente meridionale (scusa la generalizzazione sicuramente ingrata ed ingiusta, lo dico da persona che ha entrambi i genitori meridionali, ed entrambi hanno preso armi e bagagli e si sono spostati al nord per lavorare) che gli si debba portare il lavoro sotto casa, mi manda letteralmente in bestia.
Sì, sarebbe bello, ma non c'è. Se vuoi, fondati una industria e dai lavoro ad altri, altrimenti zitto e pedala.
Eh, ma bisogna lasciare tutto?

Sticazzi, io a 18 anni ho lasciato famiglia e amici per andare a studiare nella scuola che volevo e l'altro giorno ho ricevuto una bella offerta (manco sono ancora laureato) dagli USA. Decisamente ben pagato, a fare una cosa fighissima in un progetto stupendo, proprio nel campo che per cui ho studiato, in un posto che mi hanno praticamente ritagliato su misura in base a quello che faccio. Hanno mosso mari e monti pur di avermi.
Secondo la tua teoria, avrei dovuto rispondegli: "Scusate, molto lieto, ma perché non portate voi il Centro di Ricerca qui? E' uno scandalo che questi centri siano solo in alcuni posti in tutto il mondo, ogni regione sperduta del terzo mondo dovrebbe avere lo stesso bisogno di ingegneri iperqualificati indipendentemente dalle condizioni industriali ed econimche che si trovano al contorno!".

Invece, chissà perché, ma sono giorni che faccio salti di gioia e cammino a 10 cm da terra, ma evidentemente sarò scemo io.

Porca Miseria, ma lo sapevi, prima di iscriverti, che stavi studiando cose molto tecniche e applicabili in contesti particolari, dove c'è bisogno di tutto un backgruound industriale particolare per essere applicate (come me), un minimo di valutazione di sbocchi, prospettive e implicazioni a priori, prima di iscriverti, non l'hai fatto? Lo scopri solo ora?
Io capisco chi si lamenta della situazione in generale, che fa schifo, ma non accetto neanche che la gente caschi improvvisamente dalle nuvole e si lamenti a cose fatte, di aver studiato tecniche di irrigazione ed essere disoccupata perché è un Tuareg del Sahara.

destino
18-12-2008, 16.12.36
Porca Miseria, ma lo sapevi, prima di iscriverti, che stavi studiando cose molto tecniche e applicabili in contesti particolari, dove c'è bisogno di tutto un backgruound industriale particolare per essere applicate (come me), un minimo di valutazione di sbocchi, prospettive e implicazioni a priori, prima di iscriverti, non l'hai fatto? Lo scopri solo ora?
Io capisco chi si lamenta della situazione in generale, che fa schifo, ma non accetto neanche che la gente caschi improvvisamente dalle nuvole e si lamenti a cose fatte, di aver studiato tecniche di irrigazione ed essere disoccupata perché è un Tuareg del Sahara.

la gente si iscrive alle facoltà universitarie "perchè mi piace studiare questo", poi quando scoprono che il posto + vicino dove lavorare è a 600 km da casa è troppo tardi.
I sacrifici consistono proprio in questo, se ti piace una cosa, se hai un sogno e vuoi realizzarlo devi essere pronto a tutto, prendere armi e bagagli e partire senza pensarci 2 volte.
Altrimenti ti accontenti di quello che passa il convento, ma almeno non ti lamentare.

@di0, in bocca al lupo :birra:

Bertith
18-12-2008, 16.16.50
Muovi il culo.
Non sei Maometto e non vedo perché la montagna dovrebbe venire da te. Questa mentalità tipicamente meridionale (scusa la generalizzazione sicuramente ingrata ed ingiusta, lo dico da persona che ha entrambi i genitori meridionali, ed entrambi hanno preso armi e bagagli e si sono spostati al nord per lavorare) che gli si debba portare il lavoro sotto casa, mi manda letteralmente in bestia.
Sì, sarebbe bello, ma non c'è. Se vuoi, fondati una industria e dai lavoro ad altri, altrimenti zitto e pedala.
Eh, ma bisogna lasciare tutto?

Sticazzi, io a 18 anni ho lasciato famiglia e amici per andare a studiare nella scuola che volevo e l'altro giorno ho ricevuto una bella offerta (manco sono ancora laureato) dagli USA. Decisamente ben pagato, a fare una cosa fighissima in un progetto stupendo, proprio nel campo che per cui ho studiato, in un posto che mi hanno praticamente ritagliato su misura in base a quello che faccio. Hanno mosso mari e monti pur di avermi.
Secondo la tua teoria, avrei dovuto rispondegli: "Scusate, molto lieto, ma perché non portate voi il Centro di Ricerca qui? E' uno scandalo che questi centri siano solo in alcuni posti in tutto il mondo, ogni regione sperduta del terzo mondo dovrebbe avere lo stesso bisogno di ingegneri iperqualificati indipendentemente dalle condizioni industriali ed econimche che si trovano al contorno!".

Invece, chissà perché, ma sono giorni che faccio salti di gioia e cammino a 10 cm da terra, ma evidentemente sarò scemo io.

Porca Miseria, ma lo sapevi, prima di iscriverti, che stavi studiando cose molto tecniche e applicabili in contesti particolari, dove c'è bisogno di tutto un backgruound industriale particolare per essere applicate (come me), un minimo di valutazione di sbocchi, prospettive e implicazioni a priori, prima di iscriverti, non l'hai fatto? Lo scopri solo ora?
Io capisco chi si lamenta della situazione in generale, che fa schifo, ma non accetto neanche che la gente caschi improvvisamente dalle nuvole e si lamenti a cose fatte, di aver studiato tecniche di irrigazione ed essere disoccupata perché è un Tuareg del Sahara.

:hail: :hail: :hail:
sei il mio dio, è come se uno si mette a studiare fisica nucleare e pensa di lavorare in italia :roll3:

@di0 : auguri :birra:

Limbo89
18-12-2008, 16.21.43
Ho 16 anni, ho mollato la scuola a gennaio per problemi personali. Dopo un anno sono riuscito a trovare un lavoro abbastanza comodo e, benché poco remunerativo, sufficiente a sostenermi in parte, e a lasciarmi in parte mantenuto finché, quando sarò maggiorenne, non mi impegnerò a cercare qualcosa di più "serio".

Non mi picchino i trentenni disoccupati.

No, cazzate a parte. Ho avuto fortuna io? Ho la terza media, ho rifatto due volte la prima superiore (anzi: una e mezza) sono un disastro in tutto... e mi hanno assunto. E dovrò impegnarmi, anche se non sono portato al lavoro manuale, dovrò farmi valere. Ma l'ho trovato. Salvo inconvenienti, lo stringo in pugno.

Sono 800 euro al mese, non ridete, sarà anche una miseria (a parte che mia madre prende di meno :look:) ma può funzionare, come trampolino di lancio.

La scuola non serve a niente. Serve per la cultura, anzi, neanche per quella, purtroppo...

papo
18-12-2008, 16.38.05
Muovi il culo.
Non sei Maometto e non vedo perché la montagna dovrebbe venire da te. Questa mentalità tipicamente meridionale (scusa la generalizzazione sicuramente ingrata ed ingiusta, lo dico da persona che ha entrambi i genitori meridionali, ed entrambi hanno preso armi e bagagli e si sono spostati al nord per lavorare) che gli si debba portare il lavoro sotto casa, mi manda letteralmente in bestia.
Sì, sarebbe bello, ma non c'è. Se vuoi, fondati una industria e dai lavoro ad altri, altrimenti zitto e pedala.
Eh, ma bisogna lasciare tutto?

Sticazzi, io a 18 anni ho lasciato famiglia e amici per andare a studiare nella scuola che volevo e l'altro giorno ho ricevuto una bella offerta (manco sono ancora laureato) dagli USA. Decisamente ben pagato, a fare una cosa fighissima in un progetto stupendo, proprio nel campo che per cui ho studiato, in un posto che mi hanno praticamente ritagliato su misura in base a quello che faccio. Hanno mosso mari e monti pur di avermi.
Secondo la tua teoria, avrei dovuto rispondegli: "Scusate, molto lieto, ma perché non portate voi il Centro di Ricerca qui? E' uno scandalo che questi centri siano solo in alcuni posti in tutto il mondo, ogni regione sperduta del terzo mondo dovrebbe avere lo stesso bisogno di ingegneri iperqualificati indipendentemente dalle condizioni industriali ed econimche che si trovano al contorno!".

Invece, chissà perché, ma sono giorni che faccio salti di gioia e cammino a 10 cm da terra, ma evidentemente sarò scemo io.

Porca Miseria, ma lo sapevi, prima di iscriverti, che stavi studiando cose molto tecniche e applicabili in contesti particolari, dove c'è bisogno di tutto un backgruound industriale particolare per essere applicate (come me), un minimo di valutazione di sbocchi, prospettive e implicazioni a priori, prima di iscriverti, non l'hai fatto? Lo scopri solo ora?
Io capisco chi si lamenta della situazione in generale, che fa schifo, ma non accetto neanche che la gente caschi improvvisamente dalle nuvole e si lamenti a cose fatte, di aver studiato tecniche di irrigazione ed essere disoccupata perché è un Tuareg del Sahara.


Non hai capito un cazzo!!!!

A parte il fatto che una laurea in ingegneria elettrica non mi sembra una specializzazione tale da dover andare a finire in Giappone per poterla applicare, punto primo.
Ne la Sicilia è equiparabile al terzo mondo visto che ad esempio, nel campo del fotovoltaico, abbiamo una delle aziende piu forti d'italia.
Insomma, abitassi, RIPETO, in Guatemala e fossi laureato in tecniche alternativa per l'impiego della nitroglicerina ci potrebbe stare ma nel mio caso no.


Punto secondo:
secondo te se mi offrissero di lavorare, anche in Russia, ma ben pagato non ci andrei??
Partirei adesso stesso.

Qua si sta parlando di richieste ZERO.
Di dover partire senza che nessuno ti ha chiesto nulla!!
Proposte ZERO.
Dovrei prendere e partire così, sperando di trovare magari un lavoro da cameriere e nel frattempo cercare meglio.
Fatelo voi, io non ne sono capace.

Siete bravi a parlare qunado vi dicono di spostarsi in cambio di tanti dindini ed un progetto/carriera allettante.
Spostatevi come gli emigranti italiani che andavano in america, senza una cazzo di meta e poi ne riparliamo.

poi il tuo ragionamento è palesemente egoistico:
magari vivi da solo e non te ne fotte niente di nessuno ma considera tutti quelli che hanno moglie/fidanzate e che hanno fatto dei progetti e non possono attuarli perchè sei costretto a finire in culo al mondo per GUADAGNARE UNA MISERIA lavorando 12 ore al giorno.

La chiudo qua perchè non sapete di cosa state parlando.

Di0
18-12-2008, 16.39.10
la gente si iscrive alle facoltà universitarie "perchè mi piace studiare questo", poi quando scoprono che il posto + vicino dove lavorare è a 600 km da casa è troppo tardi.
I sacrifici consistono proprio in questo, se ti piace una cosa, se hai un sogno e vuoi realizzarlo devi essere pronto a tutto, prendere armi e bagagli e partire senza pensarci 2 volte.
Altrimenti ti accontenti di quello che passa il convento, ma almeno non ti lamentare.

@di0, in bocca al lupo :birra:

Ma poi, caspita, di nuovo capisco uno che mi dice: "Sì, ma io sono super appassionato di Filosofia, voglio studiare quello nella vita, perché è tutto ciò che mi interessa, so che sarà difficile trovare lavoro e vivrò d'espedienti, ma studiare Filosofia è l'unica cosa che mi gratificherà". Cazzo, massimo rispetto, davvero.
Ma se uno dice "voglio fare ingegneria", mi aspetto un minimo di capacità di valutazione critiche, analisi di causa-effetto... altrimenti nutro seri dubbi che uno abbia la mentalità giusta per quel lavoro, se si aspetta di sedersi in riva al fiume con fare romantico e aspettare che qualcosa passi.
L'ingegneria è quanto di più pratico esiste al mondo: studi PER lavorare, se prima di iniziare non ti chiedi "chi come dove quando e perché" è solo ed esclusivamente un problema tuo.

Per tutti quelli, invece, che si trovano licenziati, disoccupati, affossati dalla crisi improvvisa, tutta la mia più grande stima e partecipazione, si meritano ogni incoraggiamento.
Gli imprevisti, le difficoltà del momento, le aziende che fanno richieste spesso assurde (tipo 18enne con esperienza, da uscire matti!).
Ma per quelli che scoprono all'improvviso una situazione nota da almeno centocinquant'anni, sinceramente, non riesco proprio a provare empatia.


:hail: :hail: :hail:
sei il mio dio, è come se uno si mette a studiare fisica nucleare e pensa di lavorare in italia :roll3:

@di0 : auguri :birra:

Ragazzi, tenetevi gli auguri finché non è certa, la cosa è tutt'altro che ufficiale. Per ora siamo solo al livello: contatti, parole, promesse (serie da ambo le parti).
Diciamo che se saltasse, saremmo delusi di qua quanto di là, però non c'è assolutamente niente di sicuro, quindi preferirei far finta che non esiste finché non ho in mano una cosa firmata da tutti quanti (anche per evitare delusioni che mi lascerebbero davvero giù...). :)
Quando poi le cose saranno certe, sarete i primi a saperlo. :birra:

destino
18-12-2008, 16.42.05
fatti dare la licenza di uccidere!!!

ROLF
18-12-2008, 16.45.23
Ho 16 anni, ho mollato la scuola a gennaio per problemi personali. Dopo un anno sono riuscito a trovare un lavoro abbastanza comodo e, benché poco remunerativo, sufficiente a sostenermi in parte, e a lasciarmi in parte mantenuto finché, quando sarò maggiorenne, non mi impegnerò a cercare qualcosa di più "serio".

Non mi picchino i trentenni disoccupati.

No, cazzate a parte. Ho avuto fortuna io? Ho la terza media, ho rifatto due volte la prima superiore (anzi: una e mezza) sono un disastro in tutto... e mi hanno assunto. E dovrò impegnarmi, anche se non sono portato al lavoro manuale, dovrò farmi valere. Ma l'ho trovato. Salvo inconvenienti, lo stringo in pugno.

Sono 800 euro al mese, non ridete, sarà anche una miseria (a parte che mia madre prende di meno :look:) ma può funzionare, come trampolino di lancio.

La scuola non serve a niente. Serve per la cultura, anzi, neanche per quella, purtroppo...

Non è esattamente così. Paradossalmente alla tua età è più facile trovare. Anche da me assumono un buon numero di 18enni non laureati con contratti tipo il tuo. Il problema sono le prospettive. nel senso che il laureato generalmete inizierà anch'esso con uno stipendio da fame e guadagnando molto poco, ma sarà molto ma molto più facilitato di te a raggiungere in breve tempo posizioni di rilievo.
Sempre che non abbia scelto una di quelle lauree, tipo scienze dell'educazione, che purtroppo in Italia non danno alcun tipo di sbocco. Allora òì sì che studiar è stato (quasi) inutile. Quasi perchè alla fine la cultura e la forma mentis non sono mai inutili.. anzi..
C'è anche un altro problema: se un domani fra diversi anni dovessi perder il lavoro per qualsivoglia ragione, farai una fatica bstia a trovarne un altro. Ora è facile, a 16 anni, ma di 35enni con la terza media assunti facilmente io non ne conosco nemmeno 1.

Se vuoi un consiglio di chi è più vecchio di te, torna a scuola. Magari serale. Fai sacrifici ma tenta di finirla.

aries
18-12-2008, 17.00.09
Papo, per me fai bene ad incazzarti. Quello che gli altri stan facendo è cercare di spronarti a trovare una soluzione perché oggigiorno appena si sente odore di piangina scatta subito l'attacco, ma cazzo fatelo almeno lamentare un poco :asd:

Insomma, qui su multi incazzati pure che fai bene e non trovare uno straccio di lavoro nella propria regione in un campo non così alieno è assurdo, però poi accetta che la situazione è questa e fai come ti dicono, comincia ad attrezzarti per lasciarla che forse è meglio...

Di0
18-12-2008, 17.01.33
Non hai capito un cazzo!!!!

A parte il fatto che una laurea in ingegneria elettrica non mi sembra una specializzazione tale da dover andare a finire in Giappone per poterla applicare, punto primo.
Ne la Sicilia è equiparabile al terzo mondo visto che ad esempio, nel campo del fotovoltaico, abbiamo una delle aziende piu forti d'italia.
Insomma, abitassi, RIPETO, in Guatemala e fossi laureato in tecniche alternativa per l'impiego della nitroglicerina ci potrebbe stare ma nel mio caso no.


Punto secondo:
secondo te se mi offrissero di lavorare, anche in Russia, ma ben pagato non ci andrei??
Partirei adesso stesso.

Qua si sta parlando di richieste ZERO.
Di dover partire senza che nessuno ti ha chiesto nulla!!
Proposte ZERO.
Dovrei prendere e partire così, sperando di trovare magari un lavoro da cameriere e nel frattempo cercare meglio.
Fatelo voi, io non ne sono capace.

Siete bravi a parlare qunado vi dicono di spostarsi in cambio di tanti dindini ed un progetto/carriera allettante.
Spostatevi come gli emigranti italiani che andavano in america, senza una cazzo di meta e poi ne riparliamo.

La chiudo qua va....

Mah, io vedo che tutti, TUTTI, i miei colleghi si stanno laureando e trovando lavoro a ripetizione all'estero. Alcuni con stipendi nell'ordine dei 4000€, quat-tro-mi-la euro, neolaureati.
Non sto scherzando, me lo sono dovuto far ripetere tre volte prima di crederci. Ok, questo è un caso eclatante del top dei top, ma tutti gli altri hanno offerte che gli permettono di iniziare dignitosamente una vita altrove. Io per primo, non diventerò ricco, non metterò via il gruzzolo, ma sarò totalmente e tranquillamente indipendente, con un pizzico di fortuna e se tutto andrà bene.
Ma hanno preso armi e bagagli e sono andati dove li hanno mandati, mollando ragazza e famiglia per la professione in cui credono.
Tu dici che non ti è arrivato nulla, mi chiedo quanto ti sia sbattuto, partecipando a convegni, mandando curriculum in giro per il mondo: ormai con internet è facile far arrivare il proprio curriculum e le proprie passioni alla NASA in 10 minuti e, potrai non crederci ma è così, si è quasi sempre ascoltati, indipendentemente dall'esito finale. Stai sicuro che per lo meno ti rispondono, ti valutano, l'idea che sia l'azienda a farti un favore se ti assume esiste solo in Italia.
Io ho scritto ad aziende militari inglesi, francesi, americane in questi mesi, spiegando cosa voglio fare e cosa ho studiato. Mi hanno sempre, SEMPRE, risposto i relativi direttori responsabili spiegandomi le loro offerte, cosa mi mancava per fare quello che volevo, cosa fare per rimediare o un sacco di altri consigli. Anche rifiutando, nessuno mi ha MAI chiuso la porta in faccia a priori.
La mia università organizza un sacco di incontri con le industrie, Shell, Altran, Airbus... per far conoscere i propri laureati e far fare colloqui di lavoro. Se uno cestina in default ognuna di queste iniziative, poi si lamenta che nessuno lo contatta? Solo da questi incontri e successivi colloqui ho ricevuto due offerte di lavoro senza aver manco finito la laurea, che mi sono potuto permettere di rifiutare perché "volevo studiare".
All'estero qualsiasi azienda ha un sito internet col settore "careers" e, di nuovo, se gli scrivi e chiedi, ottieni sempre considerazione e risposte. C'è una grandissima serietà, di norma. Per quante aziende hai inviato l'application?
Zero? Aspetti che la NASA, la Boeing o la Microsoft o chi sia, vada sul sito dell'università di palermo a cercare se per caso c'è Papo che ha bisogno di lavoro? Che siano loro a trovare te?
Devi muovere il culo, spedire, chiedere, rompere le palle. Non sarà al primo, al secondo e nemmeno al terzo tentativo. Ma prima o poi si viene premiati. Ma ti devi sbattere in prima persona fin da subito.



fatti dare la licenza di uccidere!!!

Basta che mi facciano progettare qualcosa, qualsiasi cosa, è equivalente. :asd:

Berek
18-12-2008, 17.02.48
Il problema sono le prospettive. nel senso che il laureato generalmete inizierà anch'esso con uno stipendio da fame e guadagnando molto poco, ma sarà molto ma molto più facilitato di te a raggiungere in breve tempo posizioni di rilievo.

Mica vero. Per alcuni, POCHI, questo vale. Il problema è che con questo ragionamento tutti adesso vanno all'università, ma le posizioni di rilievo sempre quelle sono col risultato che in giro c'è un esercito di gente laureata che non riesce a trovare un lavoro proprio perchè le aziende, di fronte ad un diplomato o ad un laureato, prendono quello che possono pagare di meno, qualsiasi titolo di studio abbiano.

Fregano sega le capacità e le professionalità, le aziende italiane hanno bisogno di manovalanza. Quelli che valgono hanno già i loro bravi posti e difficilmente te li molleranno per carità umana mentre la maggior parte degli imprenditori nostrani continua a pensare che piuttosto che investire in tecnologia, ricerca, formazione e giovani con le carte in regola è meglio comprare un muletto nuovo.

_Fred_
18-12-2008, 17.15.02
Basta che mi facciano progettare qualcosa, qualsiasi cosa, è equivalente. :asd:

Oddio, la mia premonizione (che feci sul SDM) si sta avverando... :asd:

P.s. Anche vuoi avere conferme prima di festeggiare, intanto di faccio i miei complimenti.

papo
18-12-2008, 17.25.50
Mica vero. Per alcuni, POCHI, questo vale. Il problema è che con questo ragionamento tutti adesso vanno all'università, ma le posizioni di rilievo sempre quelle sono col risultato che in giro c'è un esercito di gente laureata che non riesce a trovare un lavoro proprio perchè le aziende, di fronte ad un diplomato o ad un laureato, prendono quello che possono pagare di meno, qualsiasi titolo di studio abbiano.

Fregano sega le capacità e le professionalità, le aziende italiane hanno bisogno di manovalanza. Quelli che valgono hanno già i loro bravi posti e difficilmente te li molleranno per carità umana mentre la maggior parte degli imprenditori nostrani continua a pensare che piuttosto che investire in tecnologia, ricerca, formazione e giovani con le carte in regola è meglio comprare un muletto nuovo.

questo è un'altro aspetto.
Quante volte ho visto operai fare a cazzo quello per cui ho studiato io solo perchè il proprietario, per risparmiare, cercava di accozzare le cose e pur di non spendere soldi e prendere una persona specializzata.
Se poi vieni assunto ti si dice....."ma guarda alla metà io trovo un operaio che sa fare lastessa cosa" Quindi o accetti o te ne vai.
Non sono alla prima esperienza lavorativa e non sono alle prime armi.

Qua dentro poi c'è gente che cita alta progettazione o carriere altisonanti in chissà quale campo.
Volate basso che il problema è ben diverso.
Un giovane laureato in informatico non riesce nemmeno a trovare posto come web designer, figuriamoci prendere lavori di nicchia come quelli che consiedarte voi.

Faustroll
18-12-2008, 17.31.11
Un giovane laureato in informatico non riesce nemmeno a trovare posto come web designer, figuriamoci prendere lavori di nicchia come quelli che consiedarte voi.

Parli della Sicilia?

Di0
18-12-2008, 17.39.26
Qua dentro poi c'è gente che cita alta progettazione o carriere altisonanti in chissà quale campo.
Volate basso che il problema è ben diverso.
Un giovane laureato in informatico non riesce nemmeno a trovare posto come web designer, figuriamoci prendere lavori di nicchia come quelli che consiedarte voi.

No, qui c'è gente che è disposta ad andare dall'altra parte del mondo pur di dimostrare quanto vale e che sa che si farà il culo per i prossimi anni, pur di ritagliarsi un posto e prendersi anche le proprie soddisfazioni.
Poi, queste persone se la potranno prendere in culo alla grande, potranno finire peggio di te, mentre tu otterrai quello che vuoi e allora potrai anche farci un sonoro "Ah-ha" più pernacchia, perché ce lo saremo meritati. Ma almeno potremo dire di averci provato.
Dall'altra parte, c'è gente che frigna perché ha scoperto che il mondo gira in senso antiorario e non trova affatto giusto che sia così.

@fred: grazie. :)

FaBiOm1987
18-12-2008, 17.40.14
botte piena e moglie ubriaca??
Chiedere una lavoro, diciamo nella STESSA REGIONE IN CUI ABITI è voler pretendere troppo??
Scommetto che tu non hai di questi problemi altrimenti non te ne saresti uscito con una frase del genere.

ti quoto ma il problema è che di questi tempi è pretendere troppo... c'è gente (molti amici miei come esempio) sono usciti dall'italia destinazione inghilterra e germania per lavoro.....

karuga
18-12-2008, 17.41.08
Quanto può valere un diploma negli USA?

naky
18-12-2008, 17.46.49
credevo di avere l'inverno assicurato ed invece mi hanno appesa, sto ancora smadonnando.

stavo cercando delle offerte ed ho trovato questo: International Services - Recruiting Agency - Agence de Recrutement (http://www.internationalservices.fr/)
offrono lavoro come cameriere-schiavo, ovviamente, in uno dei ristoranti gestiti da italiani nel parco walt disney world in florida.

peró cavolo, voglio provarci, peccato che per adesso ci sono le selezioni solo a parigi.
appena faranno un meeting a milano io ci saró! fuck! :metal:

giogothico
18-12-2008, 18.04.33
No, ma se non c'è lavoro per una certa categoria di persone, non è che lo possono creare apposta per te. :birra:

Infatti, ma avendo tu fatto quello non ti puoi sentir dire "No grazie ce n'è uno migliore di là", perchè cribbio master alla Bocconi non si fanno tutti i giorni. Puoi provare altrove.
Altrimenti, e dimostrerebbe la mia tesi, la carta non canta manco per il cazzo.


Ti ho semplicemente detto che è più probabile che se una "carta" eccellente non basta è perché in quel campo non ci sono assunzioni non essendocene bisogno invece di inventarsi chissà quale altra motivazione (di casi ce ne saranno di ogni tipo ma con che incidenza?).

Avessi un neodipendente laureato con 80 e mi si propone il 110 e lode, mr. 80 va a casa. A meno che non sia il figlio di papà, vedi conferma della tesi.


Muovi il culo.
Non sei Maometto e non vedo perché la montagna dovrebbe venire da te. Questa mentalità tipicamente meridionale (scusa la generalizzazione sicuramente ingrata ed ingiusta, lo dico da persona che ha entrambi i genitori meridionali, ed entrambi hanno preso armi e bagagli e si sono spostati al nord per lavorare) che gli si debba portare il lavoro sotto casa, mi manda letteralmente in bestia.
Sì, sarebbe bello, ma non c'è. Se vuoi, fondati una industria e dai lavoro ad altri, altrimenti zitto e pedala.
Eh, ma bisogna lasciare tutto?

Sticazzi, io a 18 anni ho lasciato famiglia e amici per andare a studiare nella scuola che volevo e l'altro giorno ho ricevuto una bella offerta (manco sono ancora laureato) dagli USA. Decisamente ben pagato, a fare una cosa fighissima in un progetto stupendo, proprio nel campo che per cui ho studiato, in un posto che mi hanno praticamente ritagliato su misura in base a quello che faccio. Hanno mosso mari e monti pur di avermi.
Secondo la tua teoria, avrei dovuto rispondegli: "Scusate, molto lieto, ma perché non portate voi il Centro di Ricerca qui? E' uno scandalo che questi centri siano solo in alcuni posti in tutto il mondo, ogni regione sperduta del terzo mondo dovrebbe avere lo stesso bisogno di ingegneri iperqualificati indipendentemente dalle condizioni industriali ed econimche che si trovano al contorno!".

Invece, chissà perché, ma sono giorni che faccio salti di gioia e cammino a 10 cm da terra, ma evidentemente sarò scemo io.

Porca Miseria, ma lo sapevi, prima di iscriverti, che stavi studiando cose molto tecniche e applicabili in contesti particolari, dove c'è bisogno di tutto un backgruound industriale particolare per essere applicate (come me), un minimo di valutazione di sbocchi, prospettive e implicazioni a priori, prima di iscriverti, non l'hai fatto? Lo scopri solo ora?
Io capisco chi si lamenta della situazione in generale, che fa schifo, ma non accetto neanche che la gente caschi improvvisamente dalle nuvole e si lamenti a cose fatte, di aver studiato tecniche di irrigazione ed essere disoccupata perché è un Tuareg del Sahara.

:hail: hai il mio rispetto.


Non hai capito un cazzo!!!!

A parte il fatto che una laurea in ingegneria elettrica non mi sembra una specializzazione tale da dover andare a finire in Giappone per poterla applicare, punto primo.
Ne la Sicilia è equiparabile al terzo mondo visto che ad esempio, nel campo del fotovoltaico, abbiamo una delle aziende piu forti d'italia.
Insomma, abitassi, RIPETO, in Guatemala e fossi laureato in tecniche alternativa per l'impiego della nitroglicerina ci potrebbe stare ma nel mio caso no.


Punto secondo:
secondo te se mi offrissero di lavorare, anche in Russia, ma ben pagato non ci andrei??
Partirei adesso stesso.

Qua si sta parlando di richieste ZERO.
Di dover partire senza che nessuno ti ha chiesto nulla!!
Proposte ZERO.
Dovrei prendere e partire così, sperando di trovare magari un lavoro da cameriere e nel frattempo cercare meglio.
Fatelo voi, io non ne sono capace.

Siete bravi a parlare qunado vi dicono di spostarsi in cambio di tanti dindini ed un progetto/carriera allettante.
Spostatevi come gli emigranti italiani che andavano in america, senza una cazzo di meta e poi ne riparliamo.

poi il tuo ragionamento è palesemente egoistico:
magari vivi da solo e non te ne fotte niente di nessuno ma considera tutti quelli che hanno moglie/fidanzate e che hanno fatto dei progetti e non possono attuarli perchè sei costretto a finire in culo al mondo per GUADAGNARE UNA MISERIA lavorando 12 ore al giorno.

La chiudo qua perchè non sapete di cosa state parlando.

Cos'è, non è giusto che nessuno ti cerchi? Cioè, fammi capire, tu vuoi che ti cerchino per muoverti? Dai va là...

destino
18-12-2008, 18.08.06
No, qui c'è gente che è disposta ad andare dall'altra parte del mondo pur di dimostrare quanto vale e che sa che si farà il culo per i prossimi anni, pur di ritagliarsi un posto e prendersi anche le proprie soddisfazioni.
Poi, queste persone se la potranno prendere in culo alla grande, potranno finire peggio di te, mentre tu otterrai quello che vuoi e allora potrai anche farci un sonoro "Ah-ha" più pernacchia, perché ce lo saremo meritati. Ma almeno potremo dire di averci provato.
Dall'altra parte, c'è gente che frigna perché ha scoperto che il mondo gira in senso antiorario e non trova affatto giusto che sia così.

@fred: grazie. :)

concordo con tutto quello da Di0 ovviamente, a me se domani mattina mi chiamesse ESTEC e mi dicessero di salire a lavorare da loro ( o in qualsiasi altra parte del mondo, pure in Cina), se il lavoro mi interessa ci andrei seduta stante, prendo una valigia, prelevo 2 soldi e il giorno dopo sono sull'aereo.

Coi "eh ma, si però" non si va da nessuna parte, lo stesso dicasi per chi non crede che certi lavori di nicchia non esistono o sono impossibili da ottenere. Non è cosi, sono solo scuse per non impegnarsi manco un minimo per vedere se c'è la possibilità concreta di lavorare in posti lontani da casa.

funker
18-12-2008, 18.19.53
Un bel calcio in culo a te, di0, spero tanto che questa volta ti leverai seriamente dai coglioni.

Perché andarsene all'estero per lavoro funziona, ti qualifica, ti spara in alto con spinta propulsiva, come spiegheresti altrimenti il mio ritorno in patria nel pieno del fuggi-fuggi generale? Sicuramente le aziende vanno avanti con meno personale (anche fuori dall'Italia ormai), ma quel poco che rimane è ottimamente qualificato e, incredibile ma vero, ben retribuito. E di nuovo funziona, ti qualifica, e ti spara in alto con spinta propulsiva. Potrei tornare all'estero in qualsiasi momento e chiedere il doppio dell'anno scorso.

:birra:

Matty00
18-12-2008, 18.27.46
Purtroppo bisogna guardare in faccia la realtà, e con le difficoltà che hanno le aziende in questi tempi, trovare lavoro è veramente difficile. Non pensate pero' che sia meglio non avere un buon titolo di studio. Di questi tempi una laurea è il minimo per trovare qualcosa di decente; oggettivamente, con un diploma si va sì e no a lavorare come commesso in un supermercato.

Khorne
18-12-2008, 18.48.20
credevo di avere l'inverno assicurato ed invece mi hanno appesa, sto ancora smadonnando.

stavo cercando delle offerte ed ho trovato questo: International Services - Recruiting Agency - Agence de Recrutement (http://www.internationalservices.fr/)
offrono lavoro come cameriere-schiavo, ovviamente, in uno dei ristoranti gestiti da italiani nel parco walt disney world in florida.

peró cavolo, voglio provarci, peccato che per adesso ci sono le selezioni solo a parigi.
appena faranno un meeting a milano io ci saró! fuck! :metal:

Se vuoi cercano una cameriera al bar nel palazzo dove lavoro :asd:

MarcoLaBestia
18-12-2008, 18.48.58
da Meridionale original 100% terrone seal of quality dico ke al sud la mentalità generale è mediocre. Non si ha il coraggio di intraprendere la strada nuova per pura paura, non c'è la mentalità di valutare pro e contro per poi scommettere sul cavallo vincente. Tutto questo per il semplice motivo ke non si conosce fisicamente la realtà al di fuori della mediocrità, non si è sperimentato sulla propria pelle le modalità ke funzionano, le maniglie giuste per aprire la scatola in modo corretto. È per questo ke al sud non funziona: criminalità a parte (è una conseguenza), nell'esperienza di tutti i giorni non ci sono cose ke funzionano, da cui trarre spunto per imparare. Non c'è la mentalità del "booming", del migliorare per così dire. Non c'è registrato nella corteccia cerebrale il concetto di "creare il nuovo per allargare le capacità", poi ci si piange addosso perkè "non c'è niente". Cazzo di Buddha, se non c'è CREALO.
Quelli ke sono in grado di fare una analisi puntuale delle possibilità reali sono quegli stessi ke sanno usare il cervello, è per questo ke l'istruzione serve, ti fa usare il cervello. Poi, a parità di istruzione, è più efficiente la mente più geniale.

Io stesso ero certo ke venendo al nord avrei trovato un posto con un modus operandi diverso, attivo, volto al futuro, opposto a quello foggiano della staticità, del perpetuare il passato. Ma varcando fisicamente la soglia del progresso, ho iniziato a sperimentare coi 5 sensi quel mondo attivo ke prima avevo solo immaginato. È questo ke fa la differenza: esperienza.

e, ripeto, al sud l'unica esperienza ke si può fare è quella dei casi umani, dei disoccupati e delle cose ke non funzionano MAI. Si fa l'abitudine ad essere mediocri, ad accettare il compromesso verso il basso. Rassegnazione è la parola d'ordine, "tanto non è mai cambiato e mai cambierà".
La mediocrità è il peggio del peggio, è una palude, e i meridionali oggi nascono sotto le sabbie mobili e ristagnano per tutta la vita, non hanno mai respirato l'aria in superficie nè sanno ke devono tirarsi fuori per poterla respirare. Non sanno quant'è buona, perkè non l'hanno MAI respirata, se lo sapessero ci metterei la mano sul fuoco ke si smuoverebbero.


da parte mia, essendo nato e cresciuto in quello stato di cose ho sviluppato una certa abilità nello scervellarmi per trovare soluzioni a problemi ke si presentano come muri di cemento, il ke mixato alla furbizia tipica del meridionale (sviluppata non perkè siamo terùn cattivi, ma per la necessità di sopravvivere, di cavarsela) mi dà un certo potenziale, da sfruttare. Stando al sud al massimo l'avrei sfruttato in maniera minore, per i motivi sopra citati, mentre questa è per ora la prospettiva migliore ke potevo avere, per mettermi a frutto. Ho scommesso, ora dipende da me diventare il cavallo vincente o un brocco qualsiasi.

I meridionali devono trovare il coraggio di scommettere, di crederci e di incaponirsi. È l'unica verità.


Papo, il mio consiglio è: incazzati, trasformati in super sayan, uccidi le vekkiette, annienta i concorrenti (lealmente, per etica) e inizia ad inondare il globo di rikieste di lavoro. KILLING SPREE.

stan
18-12-2008, 19.20.13
Quoto gli altri, purtroppo se lavoro non c'è o te ne vai o te lo crei.


Scusate se devìo il discorso, magari avrei dovuto aprire un altro topic, ma visto che ci siamo ritrovati anche a parlare di facoltà e titoli di studio...

Io sono incazzato come una bestia perchè l'università (perlomeno la mia) lascia gli studenti in balìa dei loro dubbi. E' mai possibile che io non ho nessuno a cui chiedere informazioni per il futuro nel mondo del lavoro o per eventuali corsi all'estero? Mi hanno detto che il prof designato per le relazioni internazionali è un mangiastipendio e non sa un cazzo di niente, se gli chiedi informazioni per l'estero ti senti rispondere di chiedere a chi c'è stato e che lui non sa nulla.

Per cause di forza maggiore potrei essere costretto a rinunciare alla specialistica dopo la triennale, non una gran mossa purtroppo, ma le uniche soluzioni che avrei sarebbero cercare lavoro o corsi all'estero. Con la triennale solamente sarebbe dura, molto, ma penso che finirei eventualmente di formarmi in azienda.

Limbo89
18-12-2008, 19.59.54
Non è esattamente così. Paradossalmente alla tua età è più facile trovare. Anche da me assumono un buon numero di 18enni non laureati con contratti tipo il tuo. Il problema sono le prospettive. nel senso che il laureato generalmete inizierà anch'esso con uno stipendio da fame e guadagnando molto poco, ma sarà molto ma molto più facilitato di te a raggiungere in breve tempo posizioni di rilievo.
Sempre che non abbia scelto una di quelle lauree, tipo scienze dell'educazione, che purtroppo in Italia non danno alcun tipo di sbocco. Allora òì sì che studiar è stato (quasi) inutile. Quasi perchè alla fine la cultura e la forma mentis non sono mai inutili.. anzi..
C'è anche un altro problema: se un domani fra diversi anni dovessi perder il lavoro per qualsivoglia ragione, farai una fatica bstia a trovarne un altro. Ora è facile, a 16 anni, ma di 35enni con la terza media assunti facilmente io non ne conosco nemmeno 1.

Se vuoi un consiglio di chi è più vecchio di te, torna a scuola. Magari serale. Fai sacrifici ma tenta di finirla.

Il lavoro è comodo, su scala non troppo grande. In pratica, in un capannone smisto i giornali della mia provincia; poi mi toccheranno lavori di catalogazione al computer, o viaggi in giro per la zona ad aiutare a scaricare/caricare i pacchi contenenti i giornali/riviste.

Credo sei ore al giorno per ottocento euro al mese.

Prima di trovarlo un pensierino alla scuola ancora lo facevo, ma poi ho messo sulla bilancia i pro e i contro, e ho deciso che a me, di tornare a stare male in una classe puzzolente, non va proprio. :asd:

Secondo me sarebbe da polli lasciarsi sfuggire una opportunità del genere, per quanto precaria possa essere, poi, la posizione.

(senza contare che essendo praticamente privo di memoria è preferibile fare un lavoro di questo genere che studiare, ma vabé :asd: )

papo
18-12-2008, 20.26.10
Cos'è, non è giusto che nessuno ti cerchi? Cioè, fammi capire, tu vuoi che ti cerchino per muoverti? Dai va là...

e' arrivato l'altro genio.
secondo te non li ho mandati mille mila curriculum??

Sai, avevo pensato, il prossimo mese, di andare a Milano e suonare ai citofoni di tutte le aziende per chiedergli se mi fanno fare un colloquio.

giogothico
18-12-2008, 20.31.47
Be' sai se a di0 richiamano per dirgli che l'han rifiutato e a te zero via zero, un dubbio sorge...

papo
18-12-2008, 21.00.43
Be' sai se a di0 richiamano per dirgli che l'han rifiutato e a te zero via zero, un dubbio sorge...

devo essere onesto;
ho omesso che:
il prim oche mi ha assunto mi faceva fare l'operaio e mi ha falsificato il contratto (attualmente ho una causa in tribunale contro sto cornuto)
Poi mi hanno chiamato presso uno studio:
impiego= fattorino.
Dopo un mese mi liquidano dicendomi che non hanno lavoro da darmi.
Nel frattempo vado a cremona per fare da interprete per un team di ingegneri inglessi che dovevano ispezionare l'impianto della ABB...ahimè solo 15 giorni di lavoro.
Tra master e corsi vari fatti dalla regione che sono stati una truffa, vengo chiamato da un'altro pazzo con il quale quasi arrivo alle mani il secondo giorno (c'è pure un mio post di un mese fa al riguardo).
Vengo contattato da un'altra società per riparare bancomat....meglio di niente penso:
si, peccato che hanno occultato molte cose del contratto che era un contratto truffa:
sfruttato, sottopagato e adesso se ne escono che per lo stipendio di Ottobre non hanno i soldi e non mi possono pagare....
Vuoi che vada avanti????

giogothico
18-12-2008, 21.07.14
Sì prego, continua.
Così magari ti rendi conto che per ogni esempio che porti c'è tanta altra gente nella tua stessa identica situazione.

Sgt.Napalm
18-12-2008, 22.05.06
è vero... l'ho detto anch'io che son stati relativamente corretti... ma c'è anche da dire che lei ha dato l'anima per quel posto, con tanto di telefonate a mezzanotte e vacanze annullate :tsk:

adesso io non vorrei fare un discorso cinico, ma mi trovo costretto a farlo.
la tua ragazza ha sbagliato a dare l'anima per quel posto.
la tua ragazza doveva "solamente" lavorare per quel posto.
qualsiasi coinvolgimento emotivo da parte di un lavoratore dipendente per una azienda per la quale si e' solo carne da cannone e' una cosa molto molto ingenua.
da privato posso impegnarmi nel cercare di migliorare i risultati della MIA azienda.
da lavoratore dipendente sottopagato non ha molto senso.
tanto piu' che a quanto mi sembra di capire si tratta di un lavoro a tempo determinato come commessa.
purtroppo l'impiegato che viene promosso a direttore dopo essersi fatto il culo per anni esiste solo nelle favole.

papo
18-12-2008, 23.11.31
Sì prego, continua.
Così magari ti rendi conto che per ogni esempio che porti c'è tanta altra gente nella tua stessa identica situazione.


si ma allora sei malato;
fatti visitare.
ma che sto dicendo che sono l'unico ad avere di sti problemi?
Avrò però il diritto di dire che è una merda sta situazione o devo dirvi che sono contento?
poi basta notare che sei registrato dal 2007 ed hai già 1/4 dei miei messaggi che sono registarto dal 2002. Questo fa capire quanto sei preso dai problemi della "real life", veramente.
Ma cose da pazzi va.

destino
18-12-2008, 23.44.12
si ma allora sei malato;
fatti visitare.
ma che sto dicendo che sono l'unico ad avere di sti problemi?
Avrò però il diritto di dire che è una merda sta situazione o devo dirvi che sono contento?
poi basta notare che sei registrato dal 2007 ed hai già 1/4 dei miei messaggi che sono registarto dal 2002. Questo fa capire quanto sei preso dai problemi della "real life", veramente.
Ma cose da pazzi va.

mancava il getta life :asd:

papo
19-12-2008, 00.01.16
mancava il getta life :asd:

effettivamente leggere i commenti di persone che PALESEMENTE non ci si trovano dentro e che si permettono pure di fare le battutine da "uomini vissuti" mi fa incazzare....
Non cerco compassione ma l'obiettività mi pare si sia persa per strada.

Di0
19-12-2008, 00.33.00
poi basta notare che sei registrato dal 2007 ed hai già 1/4 dei miei messaggi che sono registarto dal 2002. Questo fa capire quanto sei preso dai problemi della "real life", veramente.
Ma cose da pazzi va.

Sì, infatti ha una media di messaggi giornaliera inferiore alla tua.
E meno male che sei ingegnere e certi ragionamenti dovrebbero venirti naturali.


Un bel calcio in culo a te, di0, spero tanto che questa volta ti leverai seriamente dai coglioni.
...


Ti ringrazio per le belle parole, funker. Perche, tolta la forma, al contenuto sono belle parole, vero? :asd:
No, scherzi a parte, grazie e grazie di nuovo, io spero davvero che le cose vadano per il meglio (ora come ora sono in ballo alla grande e boh! Ma ci stiamo lavorando e a costo di vendere il culo ce la devo fare), perché per me significherebbe davvero tantissimo, in fondo andare a lavorare all'estero, specie considerando chi c'è dietro il lavoro di cui mi occpuerei, NASA, è il mio sogno fin da bambino! Ed ora è ad un solo sporco esame e tanti fottuti moduli burocratici di distanza. :Palka:

Namuris
19-12-2008, 03.11.39
No, scherzi a parte, grazie e grazie di nuovo, io spero davvero che le cose vadano per il meglio (ora come ora sono in ballo alla grande e boh! Ma ci stiamo lavorando e a costo di vendere il culo ce la devo fare), perché per me significherebbe davvero tantissimo, in fondo andare a lavorare all'estero, specie considerando chi c'è dietro il lavoro di cui mi occpuerei, NASA, è il mio sogno fin da bambino! Ed ora è ad un solo sporco esame e tanti fottuti moduli burocratici di distanza. :Palka:

Mi accodo agli in bocca al lupo/complimenti :birra:

ding
19-12-2008, 03.31.20
se ti fanno lavorare alla nasa mi fai venire a fare un giro? :look: mi fai provare il simulatore per i rientri? :look: daidaidaidaidaidaidaidaaaaaaaaaaaaaaai :look:

Cocitu
19-12-2008, 10.14.28
bah...

io per campare devo fare due lavori, e lo faccio per non andare via dalla terra che amo.
badate bene che non sono lavori sottopagati, semplicemente preferisco potermi levare certi sfizi che un solo stipendio non mi permetterebbero.

Ho amici e parenti, che non trovando lavoro in Sardegna sono emigrati, chi in altre regioni d'italia chi all'estero.
Proprio ora sono ospite da alcuni amici a Dublino, dove hanno trovato lavoro.

chi presso multinazionali come la xerox e chi come impiegato di banca.
Gli stipendi sono altissimi rispetto alla media italiana, ma rapportati al costo della vita locale sono una merda, ma hanno comunque dei lavori gratificani in termini di carriera e di prospettive future (non ostante la crisi)

i mei parenti che ho citato qualche post fa, sono laureati in ingegneria ambientale (mi pare?) e lavorano nel campo della progettazione di impianti idrici e di depurazione e l'unico mio amico che si è laureato in quel campo che sia riuscito a rientrare a lavorare in sardegna, lo ha fatto perchè essendosi specializzato in impianti eolici ha trovato lavoro in una impresa che li costruiva in sardegna.
Una mia cugina, che si sta laureando in fisica nucleare, probabilmente andrà a lavorare sotto al gran sasso, ma è consapevole che se volesse trovare sbocchi lavorativi dignitosamente remunerati dovrebbe muovere il culo e andare all'estero.

Nel mio settore di lavoro, mi è capitato di aver avuto proposte di lavoro per l'estero, ma visto che sono troppo legato alla mia terra e a mia moglie che non avrebbe potuto seguirmi e non la avrei portata per nulla al mondo vista l'insicurezza dei luoghi, li ho rifiutati e non me ne pento.

forse, se me li avessero offerti 20 anni fa ci sarei andato senza battere ciglio, ma oggi proprio no.

A volte, in attesa del posto della tua vita, devi anche accettare di fare il cameriere, perchè i soldi guadagnati con il sudore della fronte, non sono mai rubati.

i mei amici che sono qua in irlanda, sono partiti senza avere uno straccio di lavoro per le mani, ma una volta qua, campando a minsestroni in scatola, si sono proposti a destra e a manca e alla fine sono stati premiati

funker
19-12-2008, 10.29.18
Quindi fai due lavori e cucini pranzi pagani domenicali ogni santo giorno.
Ma almeno ogni tanto dormi Cucitu?


Ti ringrazio per le belle parole, funker. Perche, tolta la forma, al contenuto sono belle parole, vero?
Le parole fanno schifo ma i contenuti invece sì, sono belli.
Tifo per te dai tempi della lettera in inglese a quel matusa che mai ti ha risposto.

Adoro lo spirito d'iniziativa.

E poi, Becky è ancora lì che ti aspetta tutta calda. :sisi:

Cocitu
19-12-2008, 10.39.42
Quindi fai due lavori e cucini pranzi pagani domenicali ogni santo giorno.
Ma almeno ogni tanto dormi Cucitu?


Le parole fanno schifo ma i contenuti invece sì, sono belli.
Tifo per te dai tempi della lettera in inglese a quel matusa che mai ti ha risposto.

Adoro lo spirito d'iniziativa.

E poi, Becky è ancora lì che ti aspetta tutta calda. :sisi:

beh, un lavoro mi porta via solo 1h al giorno e mi frutta casa gratis e circa 300€ mensili, mentre l'altro occupa solo 5 mesi all'anno del mio tempo.

i pranzi e le cene sono il mio hobby assieme a WoW la caccia e la pesca e quando posso vado a funghi.


dimenticavo, sto studiando per l'ultimo esame

papo
19-12-2008, 10.55.19
Sì, infatti ha una media di messaggi giornaliera inferiore alla tua.
E meno male che sei ingegnere e certi ragionamenti dovrebbero venirti naturali.


vatti a fare meglio i calcoli astronauta :roll3:

Faustroll
19-12-2008, 10.58.27
vatti a fare meglio i calcoli astronauta :roll3:

Se guardo le statistiche sul M.it mi dice

papo
Registrato il: 26-09-2002
Messaggi totale: 4.644 (2,04 messaggi al giorno)


giogothico
Registrato il: 11-03-2007
Messaggi totale: 1.015 (1,57 messaggi al giorno)

Bertith
19-12-2008, 11.03.28
Se guardo le statistiche sul M.it mi dice

papo
Registrato il: 26-09-2002
Messaggi totale: 4.644 (2,04 messaggi al giorno)


giogothico
Registrato il: 11-03-2007
Messaggi totale: 1.015 (1,57 messaggi al giorno)

mi hai fregato sul tempo bastardo.... :asd:

destino
19-12-2008, 11.21.12
Se guardo le statistiche sul M.it mi dice

papo
Registrato il: 26-09-2002
Messaggi totale: 4.644 (2,04 messaggi al giorno)


giogothico
Registrato il: 11-03-2007
Messaggi totale: 1.015 (1,57 messaggi al giorno)

effettivamente il FAIL sta diventando di proporzioni inaudite :roll3:

Namuris
19-12-2008, 11.36.29
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/thumb/8/8d/Scatola-regolo-pickett.jpg/800px-Scatola-regolo-pickett.jpg

:teach:

Faustroll
19-12-2008, 11.47.28
Le esperienze negative che ha fatto Papo non mi sembrano così normali (più che altro il fatto di averne collezionate tante, anche se il suo atteggiamento qui sul forum mi porta a pensare che in parte possa essere colpa sua :rolleyes:) ma alcune delle cose che ha detto sono vere: non siamo un paese povero e parte del problema sarebbe risolvibile con un diverso atteggiamento da parte della produzione e dello stato.

L'esperienza all'estero in paesi più "sviluppati" del nostro è a mio parere fondamentale per puri motivi pratici e in potenza dovrebbero farla tutti (anche chi mira a restare nella propria regione): ti da quell'esperienza e quella professionalità che ti permetteranno di tornare in patria e avere meno problemi a cercare un lavoro qualificato e gratificante. Detto ciò capisco che non tutti mettano la carriera o la propria realizzazione professionale al primo posto e che ci siano ragioni anche importanti che possano tenerci legati ad un posto.

papo
19-12-2008, 11.53.21
effettivamente il FAIL sta diventando di proporzioni inaudite :roll3:

Cazzo c'entra fagioli!!!
Ne posso fare anche 1000 in un giorno cosa vuol dire:
cazzo c'entra se magari nel 2002 postavo di più e mi si alza la media.
Minchia siete piu squadrati di un righello.

Di0
19-12-2008, 11.56.25
Le parole fanno schifo ma i contenuti invece sì, sono belli.
Tifo per te dai tempi della lettera in inglese a quel matusa che mai ti ha risposto.

Adoro lo spirito d'iniziativa.

E poi, Becky è ancora lì che ti aspetta tutta calda. :sisi:

Me lo ricordo, però il matusa in questione era l'americano, l'inglese invece mi rispose a tempo record con un sacco di consigli, auguri e spiegandomi a chi mandare i curriculum quando avrei finito il corso di studi e cosa chiedere per fare quel tipo di percorso. :D
E forza Becky! :metal:


...astronauta :roll3:

why not? :)
Cioè, alla fine ho le stesse possibilità di fare 6 al superenalotto (e potendo scegliere, forse sceglierei comunque il 6 al superenalotto :asd:), però se ad un ragazzo di 24 anni togli i sogni, alla fine non resta davvero un cazzo.
Poi sì, bisogna essere realisti e consci delle proprie capacità e, soprattutto, delle proprie limitazioni, ma puntare in alto non guasta mai. Poi ci sbatti il muso contro e ti ridimensioni, ma c'è tempo perché questo succeda. :asd:
Poi probabilmente in questo sono anche stato molto aiutato dalle persone che mi hanno circondato, famiglia in primis e poi anche alcuni professori e amici, che mi hanno sempre assolutamente incoraggiato, il che vuol dire davvero tantissimo...

papo
19-12-2008, 11.57.19
anche se il suo atteggiamento qui sul forum mi porta a pensare che in parte possa essere colpa sua :rolleyes:)


perchè che atteggiamento ho scusa:
devo dire che è vero che non mi va di fare un cazzo e che non voglio muovere una virgola quando ho lavorato tutto agosto, sotto il sole di mezzogiorno, macinando anche 300 Km al giorno (con la mia auto e nemmeno mi pagavano l'usura) per guadagnare 600 euro lavorando dalle 5.30 alle 20:00 di sera??

papo
19-12-2008, 11.59.58
Me lo ricordo, però il matusa in questione era l'americano, l'inglese invece mi rispose a tempo record con un sacco di consigli, auguri e spiegandomi a chi mandare i curriculum quando avrei finito il corso di studi e cosa chiedere per fare quel tipo di percorso. :D
E forza Becky! :metal:



why not? :)
Cioè, alla fine ho le stesse possibilità di fare 6 al superenalotto (e potendo scegliere, forse sceglierei comunque il 6 al superenalotto :asd:), però se ad un ragazzo di 24 anni togli i sogni, alla fine non resta davvero un cazzo.
Poi sì, bisogna essere realisti e consci delle proprie capacità e, soprattutto, delle proprie limitazioni, ma puntare in alto non guasta mai. Poi ci sbatti il muso contro e ti ridimensioni, ma c'è tempo perché questo succeda. :asd:
Poi probabilmente in questo sono anche stato molto aiutato dalle persone che mi hanno circondato, famiglia in primis e poi anche alcuni professori e amici, che mi hanno sempre assolutamente incoraggiato, il che vuol dire davvero tantissimo...

mi rendo conto che la mia risposta può essere mal interpretata:
A parte tutto, umanamente ho piacere se ti realizzi e non lo dico per ipocrisia.
Alla gente che vale, è onesta e lo merita auguro tutte le soddisfazioni di questo mondo ;)

Di0
19-12-2008, 12.03.55
mi rendo conto che la mia risposta può essere mal interpretata:
A parte tutto, umanamente ho piacere se ti realizzi e non lo dico per ipocrisia.
Alla gente che vale, è onesta e lo merita auguro tutte le soddisfazioni di questo mondo ;)
Certo, ma infatti anche io mi auguro che tu riesca a trovare quello che cerchi coi termini che vuoi, lasciando alle spalle inculate stile quelle che hai descritto.
E' chiaro che un conto è discutere, anche animatamente come abbiam fatto, prendersi a sfottò e tutto il resto (davvero, certe cose non le condivido, ma come si suol dire: amen), un altro è augurare o anche solo volere lontanamente il male di una persona, ci mancherebbe anche.
:birra:

destino
19-12-2008, 12.11.41
minchia, ora capisco perchè l'Italia va male.
Cazzo c'entra fagioli!!!
Ne posso fare anche 1000 in un giorno cosa vuol dire:
cazzo c'entra se magari nel 2002 postavo di più e mi si alza la media...SVEGLIA!!!!
Minchia siete piu squadrati di un righello.

l'italia va di merda perchè c'è gente come te che non sa ammettere quando dice una cazzata, infatti te ne stai uscendo con degli insulti continui, tecnica usata dai buzzurri quando non hanno + argomentazioni (e di solito di argomentazioni da esporre ne hanno già molto poche, figuriamoci ragione da vendere)
Poi il discorso gettalife completamente OT l'hai tirato fuori tu, dal nulla, quindi sarebbe il caso che impari quando hai torto marcio evitando almeno di rispondere perchè quando si cerca di avere ragione a tutti i costi semplicemente ci si copre ancora di + di ridicolo.

Bertith
19-12-2008, 12.25.09
minchia, ora capisco perchè l'Italia va male.
Cazzo c'entra fagioli!!!
Ne posso fare anche 1000 in un giorno cosa vuol dire:
cazzo c'entra se magari nel 2002 postavo di più e mi si alza la media...SVEGLIA!!!!
Minchia siete piu squadrati di un righello.

io non ho nulla contro di te, ma quando fai delle sparate, ammetti almeno che hai sbagliato, sicuramente fai più bella figura.
secondo te genio del male come dovremmo calcolare chi posta di più? dai dammi l'illuminazione o sommo ingegnere.

papo
19-12-2008, 12.25.52
l'italia va di merda perchè c'è gente come te che non sa ammettere quando dice una cazzata, infatti te ne stai uscendo con degli insulti continui, tecnica usata dai buzzurri quando non hanno + argomentazioni (e di solito di argomentazioni da esporre ne hanno già molto poche, figuriamoci ragione da vendere)


leggi la risposta precedente che ho dato a Dio prima di parlare (se non sei in grado di capire ti scrivo i sottotitoli "quando mi accorgo di poter essere frainteso chiarisco")
E comunque se per te il termine "fagiolo" è offensivo no problem:
vedrò di comprarti un giocattolo della chicco per consolarti.

Cmq non sono buzzurro, ma terrone.....per questo ho usato il termine "fagiolo"




Poi il discorso gettalife completamente OT l'hai tirato fuori tu, dal nulla, quindi sarebbe il caso che impari quando hai torto marcio evitando almeno di rispondere perchè quando si cerca di avere ragione a tutti i costi semplicemente ci si copre ancora di + di ridicolo.

Mi spiace ma questi termini di voi gggiovani non li conosco.
Per il discorso messaggi che non capisci, che dirti, prova a ragionare con la tua testa anzicchè usare parametri banali riportati dal forum, soprattutto guardando il discorso temporale.
Aiutino....1 anno: 1000 messaggi come 6 anni stanno a quanti messaggi??
Rapporta tutto al fatto che AD OGGI certa gente fa la parte dell'uomo vissuto, associagli i messaggi e trai le tue conclusioni.
Ora scusami però, alle 13:00 devo scendere per andare da un cliente e vedere di guadagnarmi qualcosa.
Nel frattempo te puoi continuare a guardarti le tue statistiche su WoW.

Bertith
19-12-2008, 12.42.05
Aiutino....1 anno: 1000 messaggi come 6 anni stanno a quanti messaggi??
Rapporta tutto al fatto che AD OGGI certa gente fa la parte dell'uomo vissuto, associagli i messaggi e trai le tue conclusioni.
Ora scusami però, alle 13:00 devo scendere per andare da un cliente e vedere di guadagnarmi qualcosa.
Nel frattempo te puoi continuare a guardarti le tue statistiche su WoW.

papo
Registrato il: 26-09-2002
Messaggi totale: 4.644 (2,04 messaggi al giorno)


giogothico
Registrato il: 11-03-2007
Messaggi totale: 1.015 (1,57 messaggi al giorno)

ripeto non sai fare i conti.
non è un anno ma 20 mesi(che sono quasi 2 anni), e il forum fa il conto giusto. sei in torto marcio e non lo vuoi riconoscere...

Nemolo.O
19-12-2008, 12.46.14
questo topic fa più sputtanare di me quando cerco di scrivere in italiano :|

hiroshi
19-12-2008, 13.44.29
wiwa la figa

papo
19-12-2008, 14.00.33
non è un anno ma 20 mesi(che sono quasi 2 anni),

chiedo scusa, avete ragione.
Avevo letto 2008, non 2007.

Per il resto rimango della mia idea.

destino
19-12-2008, 14.46.06
Mi spiace ma questi termini di voi gggiovani non li conosco.
Per il discorso messaggi che non capisci, che dirti, prova a ragionare con la tua testa anzicchè usare parametri banali riportati dal forum, soprattutto guardando il discorso temporale.
Aiutino....1 anno: 1000 messaggi come 6 anni stanno a quanti messaggi??
Rapporta tutto al fatto che AD OGGI certa gente fa la parte dell'uomo vissuto, associagli i messaggi e trai le tue conclusioni.
Ora scusami però, alle 13:00 devo scendere per andare da un cliente e vedere di guadagnarmi qualcosa.
Nel frattempo te puoi continuare a guardarti le tue statistiche su WoW.

che è partito un altro gettalife con la storiella di WoW? :asd:

Scusami, se vogliamo parlare del tema di cui parla il topic con maturità ok, se devi ancora sbattere i piedini frignando come i bambini piccoli allora ti saluto, manca solo che ti inventi qualche nomignolo da affibbiare all'utenza e siamo alla sagra dello stereotipo.

Quindi, buon natale e buon

http://failblog.files.wordpress.com/2008/12/fail-owned-horse-fail.jpg

Limbo89
19-12-2008, 15.54.02
Mi spiace ma questi termini di voi gggiovani non li conosco.
Per il discorso messaggi che non capisci, che dirti, prova a ragionare con la tua testa anzicchè usare parametri banali riportati dal forum, soprattutto guardando il discorso temporale.
Aiutino....1 anno: 1000 messaggi come 6 anni stanno a quanti messaggi??
Rapporta tutto al fatto che AD OGGI certa gente fa la parte dell'uomo vissuto, associagli i messaggi e trai le tue conclusioni.
Ora scusami però, alle 13:00 devo scendere per andare da un cliente e vedere di guadagnarmi qualcosa.
Nel frattempo te puoi continuare a guardarti le tue statistiche su WoW.

Ma che tristezza, eh. Uno potrebbe semplicemente scrivere molto; un migliaio di messaggi, se si è affezionati al forum, in un anno si fanno su con estrema facilità. Non valuterei un utente da questo motivo piuttosto infantile, anche perché in ogni caso significherebbe dare una certa importanza al contapost.

giogothico
19-12-2008, 18.45.33
si ma allora sei malato;
fatti visitare.
ma che sto dicendo che sono l'unico ad avere di sti problemi?
Avrò però il diritto di dire che è una merda sta situazione o devo dirvi che sono contento?
poi basta notare che sei registrato dal 2007 ed hai già 1/4 dei miei messaggi che sono registarto dal 2002. Questo fa capire quanto sei preso dai problemi della "real life", veramente.
Ma cose da pazzi va.

Non stai dicendo di essere l'unico, ma ti lamenti come lo fossi. Umiltà please, specie per quanto riguarda



poi basta notare che sei registrato dal 2007 ed hai già 1/4 dei miei messaggi che sono registarto dal 2002. Questo fa capire quanto sei preso dai problemi della "real life", veramente.


Se guardo le statistiche sul M.it mi dice

papo
Registrato il: 26-09-2002
Messaggi totale: 4.644 (2,04 messaggi al giorno)


giogothico
Registrato il: 11-03-2007
Messaggi totale: 1.015 (1,57 messaggi al giorno)

Scusa ma sul serio non resisto, abbi pazienza:

http://www.jonco48.com/blog/fail_20at_20failing.jpg

http://icanhascheezburger.files.wordpress.com/2007/02/fail.jpg

http://forum.alsacreations.com/upload/2043-fail-camera.jpg

http://i141.photobucket.com/albums/r60/mr740ti/fail/millionaire_idiot_fail.jpg

Detto questo, io loggo generalmente prima di pranzo, cena e nanna: ci stanno almeno una decina di post al giorno, ma se fai due conti scopri che ne ho anche pochi... E parlo di mezz'oretta al giorno. Da marzo 07.
Dai OWNED...
Una bella :birra: e sei scusato.

Man.Erg
19-12-2008, 19.21.07
http://i141.photobucket.com/albums/r60/mr740ti/fail/millionaire_idiot_fail.jpg

ahahahahahah, ma è successo davvero? :roll3: :roll3: :roll3:

funker
19-12-2008, 19.24.36
da Meridionale original 100% terrone seal of quality dico ke al sud la mentalità generale è mediocre. Non si ha il coraggio di intraprendere la strada nuova per pura paura, non c'è la mentalità di valutare pro e contro per poi scommettere sul cavallo vincente. Tutto questo per il semplice motivo ke non si conosce fisicamente la realtà al di fuori della mediocrità, non si è sperimentato sulla propria pelle le modalità ke funzionano, le maniglie giuste per aprire la scatola in modo corretto. È per questo ke al sud non funziona: criminalità a parte (è una conseguenza), nell'esperienza di tutti i giorni non ci sono cose ke funzionano, da cui trarre spunto per imparare. Non c'è la mentalità del "booming", del migliorare per così dire. Non c'è registrato nella corteccia cerebrale il concetto di "creare il nuovo per allargare le capacità", poi ci si piange addosso perkè "non c'è niente". Cazzo di Buddha, se non c'è CREALO.
Quelli ke sono in grado di fare una analisi puntuale delle possibilità reali sono quegli stessi ke sanno usare il cervello, è per questo ke l'istruzione serve, ti fa usare il cervello. Poi, a parità di istruzione, è più efficiente la mente più geniale.

Io stesso ero certo ke venendo al nord avrei trovato un posto con un modus operandi diverso, attivo, volto al futuro, opposto a quello foggiano della staticità, del perpetuare il passato. Ma varcando fisicamente la soglia del progresso, ho iniziato a sperimentare coi 5 sensi quel mondo attivo ke prima avevo solo immaginato. È questo ke fa la differenza: esperienza.

e, ripeto, al sud l'unica esperienza ke si può fare è quella dei casi umani, dei disoccupati e delle cose ke non funzionano MAI. Si fa l'abitudine ad essere mediocri, ad accettare il compromesso verso il basso. Rassegnazione è la parola d'ordine, "tanto non è mai cambiato e mai cambierà".
La mediocrità è il peggio del peggio, è una palude, e i meridionali oggi nascono sotto le sabbie mobili e ristagnano per tutta la vita, non hanno mai respirato l'aria in superficie nè sanno ke devono tirarsi fuori per poterla respirare. Non sanno quant'è buona, perkè non l'hanno MAI respirata, se lo sapessero ci metterei la mano sul fuoco ke si smuoverebbero.


da parte mia, essendo nato e cresciuto in quello stato di cose ho sviluppato una certa abilità nello scervellarmi per trovare soluzioni a problemi ke si presentano come muri di cemento, il ke mixato alla furbizia tipica del meridionale (sviluppata non perkè siamo terùn cattivi, ma per la necessità di sopravvivere, di cavarsela) mi dà un certo potenziale, da sfruttare. Stando al sud al massimo l'avrei sfruttato in maniera minore, per i motivi sopra citati, mentre questa è per ora la prospettiva migliore ke potevo avere, per mettermi a frutto. Ho scommesso, ora dipende da me diventare il cavallo vincente o un brocco qualsiasi.

I meridionali devono trovare il coraggio di scommettere, di crederci e di incaponirsi. È l'unica verità.


Papo, il mio consiglio è: incazzati, trasformati in super sayan, uccidi le vekkiette, annienta i concorrenti (lealmente, per etica) e inizia ad inondare il globo di rikieste di lavoro. KILLING SPREE.
Non avevo letto.

:birra:

Eowyn.
20-12-2008, 15.13.52
Apro oggi per la prima volta; nell'ordine:

1. vai Di0, vai!! :metal:
2. Marcolo, un inchino.

MarcoLaBestia
22-12-2008, 13.23.05
ma grazie mademoiselle.

Funker, lo sai ke sei uno dei miei idoli.