PDA

Visualizza versione completa : Basta ipocrisie! Finalmente il voto di scambio alla luce del sole



Elendil_1
24-11-2008, 20.26.26
E' bello che chi ci governa, ogni volta che supera un limite, è già pronto a superare quello successivo.
Ed ecco che in un paese in cui ormai non è più necessario nascondere che si cambiano le leggi a proprio favore, non è più necessario nascondere la propria amicizia ed ammirazione per un mafioso pluriomicida condannato, eroe perché "anche in galera non ha parlato", finalmente cade un altro ridicolo taboo: l'ipocrisia sul voto di scambio.
L'ultimo spot elettorale di Gianni Chiodi, candidato presidente alla regione Abruzzo, promette infatti "colloqui per avviare al lavoro" per i giovani che presenteranno il proprio curriculum ai gazebo elettorali del PdL. Colloqui che avverranno, guarda caso, subito dopo le elezioni.
Lo spot è stato in fretta ritirato perché, ahinoi, esistono ancora delle stupide e superstiziose resistenze.
Ma come hanno saggiamente sottolineato in Forza Italia, si tratta solo dell'ennesimo vano tentativo della sinistra giustizialista e comunista di gettare fango gratuitamente.

Mischa
24-11-2008, 20.40.52
Curriculum? Che fessi. Dovrebbero dare una scarpa prima, e una dopo il voto: molto più utili con l'aria che tira, oltretutto cavallo che vince non si cambia, e dove le mettiamo le tradizioni? :D

Mister X
24-11-2008, 20.46.07
si tratta solo dell'ennesimo vano tentativo della sinistra giustizialista e comunista di gettare fango gratuitamente

:asd:

bejita
24-11-2008, 21.00.25
sono talmente abituati ormai :asd:

Faustroll
24-11-2008, 22.57.30
Non so perché ma questa notizia mi ha intristito molto di più di altre che pure sembrerebbero più gravi.

Elendil perdonami se ho voluto dubitare della correttezza di ciò che hai riportato e ho cercato un po' di link sperando che la situazione fosse meno grave.





Abbiamo sbagliato dvd, quello spot era già stato giudicato non opportuno e a rischio di strumentalizzazioni




oZyn9-gqwXc

stan
24-11-2008, 23.01.52
L'ho sentito stasera su radio24, boh cosa si deve dire?

"Con questo atto, ti stai tirando giù i pantaloni, per farti entrare dentro Gianni, che sarei io"

Ah Chiodi, ma vaffanculo và!

Elendil_1
25-11-2008, 00.12.29
Non so perché ma questa notizia mi ha intristito molto di più di altre che pure sembrerebbero più gravi.

Elendil perdonami se ho voluto dubitare della correttezza di ciò che hai riportato e ho cercato un po' di link sperando che la situazione fosse meno grave.


Ma hai ragione. Questa notizia è molto grave. Non di per sè, ma per ciò di cui è indicativa. Non perché un candidato fa uno spot del genere, ma perché è diventato "normale" che accada. Perché al TG serale non se n'è neppure fatto cenno. Perché non colpisce nessuno tranne due o tre "cretini". Siamo in uno di quei periodi storici di certi paesi in cui cose assurde diventano accettabili, e c'è molto poco da fare se non attendere tempi migliori, sperando che non tardino troppo.

Detto questo, ovviamente non ti perdono e alla prima occasione ti sparerò nella schiena. Bisogna pur consolarsi in qualche modo :D

Mister X
25-11-2008, 00.39.43
Vabbè, alla fine cioè, chissenefrega.
Siamo un paese di ladri, allora tanto vale sfruttare a nostro vantaggio il sistema.

Io, se abitassi in Abruzzo e non condividessi le proposte del PdL, presenterei comunque il mio curriculum a questa sorta di ufficio promozione lavoro giovanile del PdL. Tanto, fino a prova contraria, il voto è segreto quindi posso tranquillamente promettergli una stronzata. E se volessero una foto del voto, prima farei un bellissimo fotomontaggio con Photoshop e glielo mostrerei, poi li ricatterei per svariate vagonate di soldi visto che mi hanno indotto a delinquere :asd:

ROLF
25-11-2008, 08.35.45
E' bello che chi ci governa, ogni volta che supera un limite, è già pronto a superare quello successivo.
Ed ecco che in un paese in cui ormai non è più necessario nascondere che si cambiano le leggi a proprio favore, non è più necessario nascondere la propria amicizia ed ammirazione per un mafioso pluriomicida condannato, eroe perché "anche in galera non ha parlato", finalmente cade un altro ridicolo taboo: l'ipocrisia sul voto di scambio.
L'ultimo spot elettorale di Gianni Chiodi, candidato presidente alla regione Abruzzo, promette infatti "colloqui per avviare al lavoro" per i giovani che presenteranno il proprio curriculum ai gazebo elettorali del PdL. Colloqui che avverranno, guarda caso, subito dopo le elezioni.
Lo spot è stato in fretta ritirato perché, ahinoi, esistono ancora delle stupide e superstiziose resistenze.
Ma come hanno saggiamente sottolineato in Forza Italia, si tratta solo dell'ennesimo vano tentativo della sinistra giustizialista e comunista di gettare fango gratuitamente.

Al di la del fatto deprecabile, fammi capire, onestamente: tu pensi che in Italia sia un modo di fare esclusivo della destra? che non sia sempre stato applicato da qualsiasi partito mai esistito?

DIAZE
25-11-2008, 08.55.02
IMHO
No, non è esclusivo di una sola parte politica e non è neppure una novità.
La cosa che mi scandalizza di più è la sfacciataggine con cui viene oggi proposta e non abbiamo ancora raggiunto il fondo...

ginkobilobav2
25-11-2008, 10.11.55
diaze c'è sempre quella sottile differenza tra chi si vergogna e chi cerca di portare il ladrocinio a livello sistematico

in questo mondo è una differenza abissale, in un mondo ideale non lo sarebbe, bisogna decidere dove viviamo però

DIAZE
25-11-2008, 10.37.35
*


Lucidissimo.

:birra:

destino
25-11-2008, 10.50.45
Curriculum? Che fessi. Dovrebbero dare una scarpa prima, e una dopo il voto: molto più utili con l'aria che tira, oltretutto cavallo che vince non si cambia, e dove le mettiamo le tradizioni? :D

sei un nostalgico di Lauro? :asd:

cmq se è stato compiuto un reato la magistratura investigherà sulla cosa e farà partire avvisi di garanzia prima e processi poi, esattamente come ha fatto con il presidente dimissionario della stessa regione Abruzzo, Ottaviano Del Turco, dirigente del partito democratico.

Elendil_1
25-11-2008, 11.37.39
Al di la del fatto deprecabile, fammi capire, onestamente: tu pensi che in Italia sia un modo di fare esclusivo della destra? che non sia sempre stato applicato da qualsiasi partito mai esistito?

Il voto di scambio è stato praticato un po' da tutti, ovviamente. Ma se ci fai caso, il punto del thread non è il voto di scambio ma... beh, l'ha spiegato ginko in maniera molto chiara. E questo è prerogativa della destra berlusconiana, così come gli altri esempi che ho fatto nel thread. Tutte cose che non hanno inventato loro, ma loro stanno riuscendo a "sdoganarle" e a renderle accettabili se non "giuste". E' questa la cosa atroce. Prima se ti sgamavano ad aver rapporti con qualche mafioso, dovevi dimetterti. Ora puoi celebrare come eroe un mafioso pluriomicida dicendo che è un eroe perchè quando in galera avrebbe potuto parlare e non l'ha fatto, ed hai ragione a farlo. Pensaci. Hanno istituzionalizzato l'illegalità.

Prima almeno si poteva lottare. Ma se queste cose diventano "giuste", che resta? Si può fare qualsiasi cosa alla luce del sole e orgogliosamente rivendicandola senza temere più l'opinione pubblica.

ROLF
25-11-2008, 11.46.48
Il voto di scambio è stato praticato un po' da tutti, ovviamente. Ma se ci fai caso, il punto del thread non è il voto di scambio ma... beh, l'ha spiegato ginko in maniera molto chiara. E questo è prerogativa della destra berlusconiana, così come gli altri esempi che ho fatto nel thread. Tutte cose che non hanno inventato loro, ma loro stanno riuscendo a "sdoganarle" e a renderle accettabili se non "giuste". E' questa la cosa atroce. Prima se ti sgamavano ad aver rapporti con qualche mafioso, dovevi dimetterti. Ora puoi celebrare come eroe un mafioso pluriomicida dicendo che è un eroe perchè quando in galera avrebbe potuto parlare e non l'ha fatto, ed hai ragione a farlo. Pensaci. Hanno istituzionalizzato l'illegalità.

Prima almeno si poteva lottare. Ma se queste cose diventano "giuste", che resta? Si può fare qualsiasi cosa alla luce del sole e orgogliosamente rivendicandola senza temere più l'opinione pubblica.

OK su questo sono d'accordo.

Il problema però è che queste cose te le puoi permettere solo quando l'opposizione è, politicamente parlando, inesistente. Il fatto di essere l'unico giocatore gli sta dando alla testa, questo è lampante.

DIAZE
25-11-2008, 11.49.48
Insomma alla fine è sempre colpa degli altri, l'etica nella politica non si sa cosa sia.
Frega frega frega è l'imperativo.

destino
25-11-2008, 11.56.56
Insomma alla fine è sempre colpa degli altri, l'etica nella politica non si sa cosa sia.
Frega frega frega è l'imperativo.

l'etica se la sono messa nel cassetto 30 anni fa, forse l'ultimo che ne parlava con serietà era Berlinguer (o Licio Gelli)
La cosidetta questione morale è andata a farsi fottere ben prima di tangentopoli, in nome di un sempre maggiore legame tra politica e uomini d'affari che ha lasciato spazio all'intrallazzo e al favore tra amici generalizzato, in ogni ambito e ad ogni livello, da quello + infimo ai piani + alti.
Ovviamente + sali a livello sociale e + i soldi che vengono mangiati tramite questi favori salgono in modo esponenziale, quindi l'operaio che fa e riceve favori si ruba le briciole che cadono dai tavoli dei potenti, il capo si ruba intere portate e champagne d'annata.

DIAZE
25-11-2008, 11.58.25
Sarò idealista ma mi rifiuto di credere che sia così per tutti.
:(

stan
25-11-2008, 12.00.02
Giovedì scorso ad annozero c'è stato un intervento che dire saggio è poco, di un professore della cattolica non ricordo come si chiama, non ha un cognome italiano. Ovviamente essendo l'unico intervento intelligente di tutta la trasmissione su youtube non c'è verso di trovarlo, mi sembra giusto.

Si discuteva dell'università, dei problemi di parentela, delle schifezze insomma. Questo professore ha fatto ben notare che non è solo l'università il problema, il problema è la nostra "elitè" che è vecchia e becera e attaccata alle poltrone, se non si cambia su ai piani alti è inutile. Il nostro è un problema culturale, perchè ormai certi comportamenti anche se passano sotto silenzio sono da tutti accettati e riconosciuti.

E che dire di Report di domenica? Si preferisce passare la palla ai privati che fanno un sacco di soldi con convenzioni statali perchè le nostre amministrazioni sono incompetenti.

Questo paese è una merda, non pensavo di riuscire mai a scriverlo. Anzi, rettifico, in questo paese c'è troppa gente di merda.

edit: quell'esimio professore aggiunse anche che i giovani oggi si lamentano troppo poco.

destino
25-11-2008, 12.04.09
Giovedì scorso ad annozero c'è stato un intervento che dire saggio è poco, di un professore della cattolica non ricordo come si chiama, non ha un cognome italiano. Ovviamente essendo l'unico intervento intelligente di tutta la trasmissione su youtube non c'è verso di trovarlo, mi sembra giusto.

Si discuteva dell'università, dei problemi di parentela, delle schifezze insomma. Questo professore ha fatto ben notare che non è solo l'università il problema, il problema è la nostra "elitè" che è vecchia e becera e attaccata alle poltrone, se non si cambia su ai piani alti è inutile. Il nostro è un problema culturale, perchè ormai certi comportamenti anche se passano sotto silenzio sono da tutti accettati e riconosciuti.

E che dire di Report di domenica? Si preferisce passare la palla ai privati che fanno un sacco di soldi con convenzioni statali perchè la nostre amministrazioni sono incompetenti.

Questo paese è una merda, non pensavo di riuscire mai a scriverlo. Anzi, rettifico, in questo paese c'è troppa gente di merda.

tutte le puntate di annozero le trovi sul loro sito, io le guardo sempre da li :)

concordo con quello detto da quel professore, ha perfettamente ragione, il cancro è perfettamente impiantato in tutta la società, dove tutti fanno favori a tutti, e dove tutti ovviamente chiedono favori, è un andamento generale, cosi ben oliato e a cui gli italiani hanno fatto cosi tanto l'abitudine che per sradicarlo occorrono come minimo decenni, altro che interventi politici.
In questo caso dire che la politica è a immagine e somiglianza della popolazione che la vota non è per nulla un modo di dire, rispecchia esattamente la realtà e molte cose le possiamo vedere noi stessi nel nostro piccolo con i nostri stessi atteggiamenti o di quelli che ci vivono a stretto contatto.

stan
25-11-2008, 12.08.35
Invece no destino, io credo che con gli interventi politici si possa fare tanto. Ma ti rendi conto cosa vorrebbe dire finalmente vivere in un paese in cui davvero chi sta su agisce secondo un'etica sana e nella legalità (quella vera? ). Inizi a dare qualche bel lavoro forzato a chi fa il furbo, poi vedi se si riazzarda.

DIAZE
25-11-2008, 12.09.08
Giovedì scorso ad annozero c'è stato un intervento che dire saggio è poco....


Visto anch'io.
Mi è piaciuto molto anche a me.
Non penso di essere idealista perché vivo questa società ogni giorno.
E' vero in giro ci sono un sacco di persone di "merda" per quello che fanno o dicono (vedi il topic dei razzisti) ma mescolate a loro c'è ne sono molte altre che vivono nel pieno rispetto delle "regole" e delle persone che le circondano.

Il link di questo post di un altro 3ed è molto "illuminante" al riguardo:



Codice della vita italiana, Giuseppe Prezzolini, 1921 (http://www.lobodilattice.org/node/3827)

ROLF
25-11-2008, 12.10.29
Insomma alla fine è sempre colpa degli altri, l'etica nella politica non si sa cosa sia.
Frega frega frega è l'imperativo.

No ma io non do mica colpe a nessuno. E' solo una constatazione dei fatti.
Fuinziona sempre così: puoi fare quel cazzo che vuoi solo quando hai il totale consenso popolare. Anche per Hitler a suo tempo fu così (con tutti i debiti distinguo, ovvio).
Il Berlusca ora come ora può dire quello che vuole perchè non ha una parte opposta solida e credibile.

destino
25-11-2008, 12.39.20
Invece no destino, io credo che con gli interventi politici si possa fare tanto. Ma ti rendi conto cosa vorrebbe dire finalmente vivere in un paese in cui davvero chi sta su agisce secondo un'etica sana e nella legalità (quella vera? ). Inizi a dare qualche bel lavoro forzato a chi fa il furbo, poi vedi se si riazzarda.

si ma chi sta su viene dalla società, è espressione della stessa.
Non è che se prima era un maneggione dopo diventa uno stinco di santo.
Può fingere di esserlo, per acchiappare voti, facendo le peggio porcate di nascosto, e se è bravo e ha le giuste coperture può anche riuscirci, ma sempre ladro rimane.
E' dalla società che deve venire il cambiamento, questo non vuol dire che la politica non può fare qualcosa per innescare un cambiamento positivo all'interno della società civile, ma quello che voglio dire è che da sola la politica non può cambiare della gente che NON vuole cambiare e a cui sta bene lo status quo, peggio di peggio se la politica non vuole cambiare un cazzo e la società idem.

Esempio freschissimo di 5 minuti fa per capire come esiste gente di merda -_-'
Mi hanno appena rubato il mouse a lavoro, sono andato in bagno e il mouse è scomparso, in stanza da me non c'era nessuno e nelle stanze accanto nessuno ha visto niente.
Ora come cazzo è possibile che un laureato con una cultura medio alta ( da me quello è lo standard ) si fotta un oggetto da 5 euro come un mouse?
Cioè il responsabile alla sicurezza insieme a me è rimasto basito, l'abbiamo messa sul ridere per non piangerci sopra :|

Altro esempio di "furbizia" comune la gente che va sulla corsia di emergenza per evitare la fila, ne vogliamo parlare? -_-'

DIAZE
25-11-2008, 12.53.04
Ma la maggioranza no.
Se tutti usassero le corsie preferenziali non sarebbero più libere.

destino
25-11-2008, 12.56.56
Ma la maggioranza no.
Se tutti usassero le corsie preferenziali non sarebbero più libere.

la maggioranza dovrebbe sparare coi fucili a questa gente e a tutti quelli che fanno i loro porci comodi spesso con la connivenza di chi queste cose le dovrebbe sanzionare.

Ape_Africanizzata
25-11-2008, 13.07.29
E' dalla società che deve venire il cambiamento, questo non vuol dire che la politica non può fare qualcosa per innescare un cambiamento positivo all'interno della società civile, ma quello che voglio dire è che da sola la politica non può cambiare della gente che NON vuole cambiare e a cui sta bene lo status quo, peggio di peggio se la politica non vuole cambiare un cazzo e la società idem.

Io a sta cosn della società che deve portare il cambiamento ci credo poco, sarà perchè fino ad ora la massa è sempre stata indirizzata verso questa o quella ideologia, ha sempre seguito e non è mai stata propositiva di idee autonome. Il cambiamento, l' unico che vedo possibile è avere una qualche entità super-partes che metta regole certe e le faccia rispettare...qualcosa come l' Unione Europea, ma con più poteri, più legittimazione popolare e quindi più credibilità.
Anche perchè l'Italia, da sola, non ce la può fare: il mangia-mangia nazionale ha finito per intaccare la qualità dei servizi primari ( istruzione e sanità) sacrificando la competenza alla paraculaggine, e malgrado tutto non siamo in grado di trovare la soluzione ai nostri problemi ( una prova di questo è la protesta contro i tagli dell' università, che è pura ideologia e voglia di andare in piazza)

Elendil_1
25-11-2008, 13.21.58
No ma io non do mica colpe a nessuno. E' solo una constatazione dei fatti.
Fuinziona sempre così: puoi fare quel cazzo che vuoi solo quando hai il totale consenso popolare. Anche per Hitler a suo tempo fu così (con tutti i debiti distinguo, ovvio).
Il Berlusca ora come ora può dire quello che vuole perchè non ha una parte opposta solida e credibile.

Ma stiam dicendo la stessa cosa secondo me :)
quando dico che mi intristisce non che facciano queste cose, ma che possano farle con tranquillità alla luce del sole, sto dicendo che mi intristisce che non ci sia alcuna reazione e che anzi l'opinione pubblica gli dia ragione.

ROLF
25-11-2008, 13.41.19
Sìsì, ti stavo dando ragione infatti. :birra:

DonAldrigo
25-11-2008, 18.45.28
Ma stiam dicendo la stessa cosa secondo me :)
quando dico che mi intristisce non che facciano queste cose, ma che possano farle con tranquillità alla luce del sole, sto dicendo che mi intristisce che non ci sia alcuna reazione e che anzi l'opinione pubblica gli dia ragione.

Quoto.
La cosa più grave è che la gente approvi questi comportamenti.
E non è qualcosa di adesso.
Per decenni i politici (di qualsiasi partito) hanno preso voti regalando posti di lavoro, anche quando questi non erano necessari (vedi il caso alitalia, rai o qualsiasi cosa che sia passata per le mani dei nostri signorotti).
E la colpa è nostra che siamo sempre andati a votare per questi tizi, non nonostante questo, ma per questo motivo. Perchè il politico che ti sistema piace alla gente, non suscita protesta.
Protesta la suscita chi cerca di sistemare le cose tagliando quei posti di lavoro superflui perchè frutto proprio del clientelismo (vedi Gelmini).
Il fatto è che siamo troppo abituati a giudicare le cose da quanto ce ne entra in tasca a noi.
Se tizio ci farà assumere è bravo, se caio non ci assume perchè ha deciso di risanare il bilancio è un pessimo stronzo.

Nemolo.O
25-11-2008, 19.58.06
A proposito :


ANSA.it - POTENZA: 1.500 EURO SE CHIAMATE FIGLI RACHELE O BENITO (http://www.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/inbreve/visualizza_new.html_819748618.html)

Quaro.
25-11-2008, 20.36.23
Protesta la suscita chi cerca di sistemare le cose tagliando quei posti di lavoro superflui perchè frutto proprio del clientelismo (vedi Gelmini).

Ma fai sul serio?

graul
25-11-2008, 21.40.22
Curriculum? Che fessi. Dovrebbero dare una scarpa prima, e una dopo il voto: molto più utili con l'aria che tira, oltretutto cavallo che vince non si cambia, e dove le mettiamo le tradizioni? :D
Il fatto è che AchilleLauro pare che la seconda scarpa la regalasse davvero, una volta vinte le elezioni. La cosa triste è constatare che gli italiani continuino a votare persone che promettono scarpe da vent'anni e che continuano a farci andare in giro scalzi, visto che non ci regalano nemmeno la prima.

Elendil_1
25-11-2008, 21.49.23
Quoto.

[...]

Protesta la suscita chi cerca di sistemare le cose tagliando quei posti di lavoro superflui perchè frutto proprio del clientelismo (vedi Gelmini).


Mi dissocio fortemente dal tuo quote :D
ma parliamone in caso nel topic apposito, qui siamo OT.

berserkdan
25-11-2008, 22.44.05
io aspetto ancora fiducioso l'avvento del superuomo di Nietzsche, attendo fiducioso, ci pensera' lui:roll3: :roll3: :roll3: :roll3: :roll3:

Di0
26-11-2008, 00.24.26
io aspetto ancora fiducioso l'avvento del superuomo di Nietzsche, attendo fiducioso, ci pensera' lui:roll3: :roll3: :roll3: :roll3: :roll3:

Guarda che era Nietzsche, non un fumetto DC. :asd:

Shagrath_Infernus
26-11-2008, 01.28.24
io aspetto ancora fiducioso l'avvento del superuomo di Nietzsche, attendo fiducioso, ci pensera' lui:roll3: :roll3: :roll3: :roll3: :roll3:

Nel frattempo ci crogioliamo nel nostro essere gli "ultimi uomini"?-_-'

ROLF
26-11-2008, 09.10.06
Quoto.
La cosa più grave è che la gente approvi questi comportamenti.
E non è qualcosa di adesso.
Per decenni i politici (di qualsiasi partito) hanno preso voti regalando posti di lavoro, anche quando questi non erano necessari (vedi il caso alitalia, rai o qualsiasi cosa che sia passata per le mani dei nostri signorotti).
E la colpa è nostra che siamo sempre andati a votare per questi tizi, non nonostante questo, ma per questo motivo. Perchè il politico che ti sistema piace alla gente, non suscita protesta.
Protesta la suscita chi cerca di sistemare le cose tagliando quei posti di lavoro superflui perchè frutto proprio del clientelismo (vedi Gelmini).
Il fatto è che siamo troppo abituati a giudicare le cose da quanto ce ne entra in tasca a noi.
Se tizio ci farà assumere è bravo, se caio non ci assume perchè ha deciso di risanare il bilancio è un pessimo stronzo.

Ma non è nemmeno un problema solo politico.
E' proprio radicato nella cultura italiana, anche a livelli molto più bassi.
In molte strutture pubbliche, tipo ospedali, i dirigenti sono tutti iscritti al sindacato. Fai carrira solo così.
Qua in azienda da me, i vertici sono tutti ciellini. Se vuoi far carriera ti devi adeguare.
A un mio amico che lavora in una nota banca "sindacalizzata" del nord un paio d'anni fa sono andati la dei tizi e senza troppi giri di parole gli han detto che al momento di scegliere a chi dare gli aumenti gli iscritti al sindacato avevano la precedenza e se voleva iscriversi. Lui ha risposto che si sarebbe iscritto solo se a Giugno gli arrivava un aumento di tot mila euro. E così è stato, puntuale. E' l'Italia.