PDA

Visualizza versione completa : ma secondo voi, alla fine...



ROLF
29-10-2008, 09.05.24
... Obama riuscirà a vincere?
Imho no. Al momento del voto molte persone che ora sono convinte di votarlo non ci riusciranno.
Perchè è nero. Ho questa nettissima sensazione. Il mondo non è ancora pronto a un presidente USA nero.

DIAZE
29-10-2008, 09.44.29
Non mi sbilancio ma la vedo dura.
comunque sia il mondo si toglierà dai coglioni il guerrafondaio, almeno questo è sicuro.

:sisi:

Ape_Africanizzata
29-10-2008, 10.07.52
... Obama riuscirà a vincere?
Imho no. Al momento del voto molte persone che ora sono convinte di votarlo non ci riusciranno.
Perchè è nero. Ho questa nettissima sensazione. Il mondo non è ancora pronto a un presidente USA nero.

Si è possibile. Ma se noti stanno facendo di tutto per sponsorizzarlo: dalla notizia dell' attentato organizzato da due neonazi - probabilmente creato ad arte per sensibilizzare l'opinione pubblica su un tema caldo come quello razziale -, all' appoggio di Colin Powell e soprattutto di Henry Kissinger.

Ape_Africanizzata
29-10-2008, 10.10.16
Non mi sbilancio ma la vedo dura.
comunque sia il mondo si toglierà dai coglioni il guerrafondaio, almeno questo è sicuro.

:sisi:


Eja [cit.] speraci :asd:

Credo che la bravura di Obama verrà dimostrata se saprà far accettare all' opinione pubblica qualche altra guerra senza ricorrere a strategemmi come l'11 settembre e senza farlo sembrare un crimine contro l'umanità.

Deep61
29-10-2008, 10.38.02
... Obama riuscirà a vincere?
Imho no. Al momento del voto molte persone che ora sono convinte di votarlo non ci riusciranno.
Perchè è nero. Ho questa nettissima sensazione. Il mondo non è ancora pronto a un presidente USA nero.

Lungi da me ogni possibile polemica Rolf ( non è il luogo adatto , il forum è fuoriero di falsi-intendimenti) ma spiegami perchè tra le righe del tuo post, ci leggo la paura che Obama al contrario possa realmente farcela ?

La paura tipicamente borghese , che attanaglia una grossa fetta dell'occidente ormai sempre meno opulento , la paura del fottutamente diverso che poi in questo caso non credo(come sempre) che sara' estremamente diverso, le dinamiche che portano all'elezione del presidente Usa, sono le stesse che nascono dalla loro Costituzione che hanno portato Jefferson a dichiarare che la stessa così come è scritta puo' far nascere una dittatura "Latente" , sono le dinamiche della difesa dell'elite che ti sponsorizza l'elezione e che al momento opportuno vuole che il favore sia ricambiato.

Sono le stesse che portano all'elezione di governatori improponibili, guardasi Califoggia ed Alaska ..

Infine per dirtela tutta , sarei contento dell'eventuale vittoria di Obama , giusto perchè Bush rappresenta il peggio.......;)



Deep

ROLF
29-10-2008, 10.40.03
Si è possibile. Ma se noti stanno facendo di tutto per sponsorizzarlo: dalla notizia dell' attentato organizzato da due neonazi - probabilmente creato ad arte per sensibilizzare l'opinione pubblica su un tema caldo come quello razziale -, all' appoggio di Colin Powell e soprattutto di Henry Kissinger.

Proprio perchè stan facendo di tutto son pessimista. Si vede che in fondo in fondo si cagano nelle mutande pure loro.
Han sbagliato candidato fin da subito, questo imho è il vero problema.

ROLF
29-10-2008, 10.41.24
Lungi da me ogni possibile polemica Rolf ( non è il luogo adatto , il forum è fuoriero di falsi-intendimenti) ma spiegami perchè tra le righe del tuo post, ci leggo la paura che Obama al contrario possa realmente farcela ?


Paura mia? io spero che vinca.
Ho paura che non ce la farà per sopiti istinti razzisti. Io personalmente spero che vinca :)

Deep61
29-10-2008, 10.52.00
Paura mia? io spero che vinca.
Ho paura che non ce la farà per sopiti istinti razzisti. Io personalmente spero che vinca :)

Meglio così ho inteso male....:birra:



Deep

stan
29-10-2008, 11.03.12
In una puntata di italoamericano di Volo fu intervistato a San Francisco (mi pare) l'inventore delle giornate in bicicletta. Mi ricordo che fece un ragionamento molto giusto, il fatto che vinca Obama di per sè potrebbe rappresentare una svolta, il primo presidente afroamericano e tutto il resto...però dobbiamo sempre ricordare che dietro i presidenti, i partiti, le campagne elettorali, ci sono delle grande industrie che tirano fuori soldoni; ergo, quando Mr.X verrà eletto riceverà forti pressioni dalle suddette perchè garantisca i loro interessi. Se questo meccanismo non si spezza, ci sarà sempre poco da fare.

Kiara
29-10-2008, 11.14.18
secondo me no. ne ero convinta prima lo sono un po' di più dalla scesa in campo della Palin.
Il problema di Obama sta anche nei seguaci della Clinton.

zombie_chicken
29-10-2008, 11.14.27
subito dopo la convention la possibilità che perdesse era presa in seria considerazione, ma ora come ora la sua posizione sembra decisamente solida e (salvo stravolgimenti non previsti) dovrebbe farcela.

chi è seriamente preoccupato dall'influenza del voto razzista deve anche considerare che dall'altro lato c'è il voto dell'intera comunità afroamericana a bilanciarlo.

ROLF
29-10-2008, 11.30.34
Sì però leggevo proprio stamattina che gli ultimissimi sondaggi danno una situazione molto più equilibrata di quanto non sembrasse qualche giorno fa.
Per questo ho aperto il topic.

Usa, sondaggi impazziti: «Valanga Obama»; «No, vantaggio minimo» - Corriere della Sera (http://www.corriere.it/esteri/speciali/2008/elezioni_usa/notizie/sondaggi_obama_mccain_7a70053c-a522-11dd-bdb4-00144f02aabc.shtml)

Squizzo
29-10-2008, 12.26.15
secondo me no. ne ero convinta prima lo sono un po' di più dalla scesa in campo della Palin.

Quindi dici che preferiscono un'altra manica di invasati a governarli facendoli andare ancora più nella cacca? :asd:

destino
29-10-2008, 12.56.24
ha già largamente vinto

1982Federik
29-10-2008, 14.21.37
effettivamente oramai è improbabile che perda, tutt'al più vince di poco. Comunque è stato un percorso strano, di certo hanno puntato sull'innovazione, daltronde se non c'era lui ci sarebbe stata una donna candidata, il che era una rivoluzione altrettanto grande.
Ora sarei curioso di vedere in un mondo alternativo se Obama avrebbe ricevuto la stessa approvazione se non fosse stato di colore, è un interessante quesito.
L'america è un paese strano.

Fabio
29-10-2008, 15.11.42
L'america è un paese strano.

Appunto, è per questo che non vincerà.

Di0
29-10-2008, 15.32.22
Bah, come fate a dirlo.
Dipende anche da quante schede bianche sono riusciti a comprare nel frattempo. :asd:

MrFree85
29-10-2008, 15.37.33
che bello un presidente USA negro robba che si vedeva solo nei film
chissa quando arrivera il tempo anche per un papa cosi o magari donna

Doc Zeius
29-10-2008, 16.42.13
Stravince Obama, senza alcun dubbio.

Il problema di mcain è che non è abbastanza scemo e ottuso, per questo gli hanno affiancato quello squallore di palin, classico esempio di imbecille che tanto piace ai repubblicani americani.

sharkone
29-10-2008, 16.42.17
Non so pure a me è venuta da parecchio questa sensazione. Tutti sti sondaggi poi son relativi, alla fine te le tirano pure:D

karuga
29-10-2008, 16.45.21
che bello un presidente USA negro robba che si vedeva solo nei film


Con il primo film che mi viene in mente cè poco da scherzarci su:asd:
http://seattletimes.nwsource.com/ABPub/2008/06/27/2008021702.jpg


Imho McCain è troppo vecchio e ha sfruttato troppo poco la rissa tra Obama e Lady palle d'acciao.


E poi diciamolo,ha toppato completamente la campagna pubblicitaria http://www.edespar.it/it/img/concorso2007/loghi/logo_mccain_big.gif


:asd:

tomkk
29-10-2008, 16.59.10
speriamo che vinca ... e presto ....non ce la faccio piu a sorbirmi i venti minuti di pettegolezzi sulle elezioni americane che ci propinano ogni sera i nostri tg ....

Di0
29-10-2008, 17.15.42
Speriamo che vinca, Whassup2008 è troppo bello perché perda. :asd:
Qq8Uc5BFogE

DonAldrigo
29-10-2008, 17.32.30
Obama ha una carta vincente dalla sua parte che può essere decisiva: la crisi.
Dopo le convention Obama era in difficoltà, ma quando è scoppiata la crisi ha preso il volo nei sondaggi. Adesso Mc Cain sta riguadagnando terreno, vedremo cosa accadrà.

MaGiKLauDe
29-10-2008, 18.10.31
Di sicuro i Dem hano una paura fottuta di venire fregati ancora.
L'appoggio esplicito di Powel e Kissinger in un momento come questo è indicativo di quanto ancora non siano sicuri di spuntarla.

Mischa
29-10-2008, 18.22.45
Obama ha una carta vincente dalla sua parte che può essere decisiva: 8 anni di Bush...... fixed :asd:

Onestamente, io non credo che gli americani siano tutti esaltati, razzisti, armaioli, guerrafondai, ignoranti e così via (sebbene indubbiamente una parte sia così, e potenzialmente a livello di voti, piuttosto influente - vedi rifle association e simili). Penso anzi che molti credano perfino davvero ancora in qualche ideale stile libertà, rispetto, tolleranza, ben più che altrove. E penso che queste persone saranno più che disposte, dopo otto anni di Bush, a votare per un nero. Inoltre non è da sottovalutare la partecipazione della popolazione di colore, come faceva notare Zombie_Chicken. Si trattasse di un altro candidato difficilmente si vedrebbe una differenza grazie ad essa: tradizionalmente le urne sono disertate negli USA principalmente dalle fasce basse della popolazione, incidentalmente corrispondenti alla maggioranza della popolazione di colore o comunque di origine straniera (sempre che il termine abbia un senso, in un paese di immigrati). Se quindi il faccia a faccia fosse di nuovo tra due "tipici candidati americani", molto probabilmente quelle fasce continuerebbero a non votare, e probabilmente non lo farebbero neanche se uno dei due candidati fosse donna. In questo caso ritengo invece sensato ipotizzare che anche solo una parte di quelle fasce (utopico pensare che "l'intera comunità afroamericana" partecipi, più verosimilmente molti continueranno a strafottersene) voterà già solo perché uno dei due non è il solito caucasico occhi azzurri blahblah, e questi voti, uniti a quelli di chi ne ha le palle piene della politica di Bush (non pochi, se si considerano le precedenti elezioni), potrebbero fare la differenza. Poi boh, spero solo che vada così, e onestamente non tanto a livello internazionale per timori di ecatombi, guerre nucleari o altro, né perché pensi che Obama sia chissà che gran figo capace di meraviglie, ma giusto come augurio per loro: con uno anche solo vagamente sulla linea di Bush, tempo dieci anni e si ritroverebbero con le pezze al culo di brutto e tutto il mondo contro. Si sarebbe inoltre legittimati a pensare che la parte di americani esaltati, razzisti, armaioli, guerrafondai, ignoranti e così via sia ben superiore e influente di quanto ingenuamente ipotizzato, ma perfino in quel caso non sarebbe poi chissà che problema: sarebbero più loro che altri a portarne le conseguenze sul lungo periodo, imho.

aries
29-10-2008, 18.56.27
C'è da dire che noi ne abbiamo una percezione errata, con tutti o quasi che parteggiano per Obama e con una sovraesposizione di quest'ultimo.
Detto questo, Obama s'è mosso bene e ha fatto tutto a dovere, come candidato è l'ideale, se non riesce a farcela lui voglio vedere quando lo vedremo un presidente usa nero. Fino a qualche giorno fa avrei detto che sarebbe stato McCain a vincere, ora però secondo me c'è qualche chance. Ma l'america rurale del midwest potrebbe sorprendere tutti.

DonAldrigo
29-10-2008, 18.58.49
Quando sento parlare di queste elezioni si finisce sempre a parlare del colore di Obama o della Palin perchè è donna.
Secondo me è sbagliato.
Un candidato va scelto per quello che pensa e che propone, per quello che vuole realizzare o non vuole acconsentire.
Molti detrattori di Obama lo accusano di essere più apparenza che sostanza, di non avere dei progetti concreti dietro a slogan come "we can" o "change".
Personalmente tifo Mc Cain, perchè da quel poco che ho sentito dei programmi elettorali dei due candidati mi trovo più d'accordo con lui che con Obama (e poi io non voto per il partito democratico.........).

aries
29-10-2008, 19.32.37
Un candidato va scelto per quello che pensa e che propone

Personalmente tifo Mc Cain

(e poi io non voto per il partito democratico.........).


Un genio :roll3:

DonAldrigo
29-10-2008, 19.58.16
Un genio :roll3:


Facevo ironia..............

destino
29-10-2008, 20.36.35
... fixed :asd:

Onestamente, io non credo che gli americani siano tutti esaltati, razzisti, armaioli, guerrafondai, ignoranti e così via (sebbene indubbiamente una parte sia così, e potenzialmente a livello di voti, piuttosto influente - vedi rifle association e simili). Penso anzi che molti credano perfino davvero ancora in qualche ideale stile libertà, rispetto, tolleranza, ben più che altrove. E penso che queste persone saranno più che disposte, dopo otto anni di Bush, a votare per un nero. Inoltre non è da sottovalutare la partecipazione della popolazione di colore, come faceva notare Zombie_Chicken. Si trattasse di un altro candidato difficilmente si vedrebbe una differenza grazie ad essa: tradizionalmente le urne sono disertate negli USA principalmente dalle fasce basse della popolazione, incidentalmente corrispondenti alla maggioranza della popolazione di colore o comunque di origine straniera (sempre che il termine abbia un senso, in un paese di immigrati). Se quindi il faccia a faccia fosse di nuovo tra due "tipici candidati americani", molto probabilmente quelle fasce continuerebbero a non votare, e probabilmente non lo farebbero neanche se uno dei due candidati fosse donna. In questo caso ritengo invece sensato ipotizzare che anche solo una parte di quelle fasce (utopico pensare che "l'intera comunità afroamericana" partecipi, più verosimilmente molti continueranno a strafottersene) voterà già solo perché uno dei due non è il solito caucasico occhi azzurri blahblah, e questi voti, uniti a quelli di chi ne ha le palle piene della politica di Bush (non pochi, se si considerano le precedenti elezioni), potrebbero fare la differenza. Poi boh, spero solo che vada così, e onestamente non tanto a livello internazionale per timori di ecatombi, guerre nucleari o altro, né perché pensi che Obama sia chissà che gran figo capace di meraviglie, ma giusto come augurio per loro: con uno anche solo vagamente sulla linea di Bush, tempo dieci anni e si ritroverebbero con le pezze al culo di brutto e tutto il mondo contro. Si sarebbe inoltre legittimati a pensare che la parte di americani esaltati, razzisti, armaioli, guerrafondai, ignoranti e così via sia ben superiore e influente di quanto ingenuamente ipotizzato, ma perfino in quel caso non sarebbe poi chissà che problema: sarebbero più loro che altri a portarne le conseguenze sul lungo periodo, imho.


da alcuni sondaggi però risulta che Obama non riesca a catalizzare il voto della gente di colore.
Faccio inoltre notare per chi spera in un USA non + guerrafondaio che Obama ha si indicato come prioritario lasciare l'iraq, ma ha altresi aggiunto che è essenziale rafforzare il fronte afgano e che non si tirerebbe certo indietro in caso di una crisi nucleare iraniana

Namuris
29-10-2008, 21.08.03
Con il primo film che mi viene in mente cè poco da scherzarci su

Sticazzi (http://en.wikipedia.org/wiki/Deep_Impact_%28film%29) :notooth:

(Avremo i mezzi (http://en.wikipedia.org/wiki/Don_Quijote_%28space_probe%29) per evitare tecniche demenziali destinate a fallire :sisi:)


Faccio inoltre notare per chi spera in un USA non + guerrafondaio che Obama ha si indicato come prioritario lasciare l'iraq, ma ha altresi aggiunto che è essenziale rafforzare il fronte afgano

Visto che in Iraq la situazione sta migliorando mentre in Afganistan sta peggiorando sembra una mossa intelligente :D

JGun83
29-10-2008, 22.02.45
avrei detto no fino a prima del crollo delle banche USA.

ora non so.


In ogni caso non mi sembrano due gran candidati

Ape_Africanizzata
29-10-2008, 22.53.27
avrei detto no fino a prima del crollo delle banche USA.

ora non so.


In ogni caso non mi sembrano due gran candidati


Beh aspetta, Obama secondo me ha ottime capacità di recitazione. Poi i suoi collaboratori sono meravigliosi: non solo Joe Biden, ma anche Brezinsky e George Soros, l'uomo delle rivoluzioni colorate. Senza contare che ha già detto che metterebbe Warren Buffett come ministro del tesoro, e che Colin Powell e Kissinger parlano probabilmente in nome delle potentissime lobby di cui sono esponenti.

Di McCain cosa si sa...sembra un vecchietto simpatico, ha una vice di cui è stata fatta una porno parodia...e poi? Probabilmente sarebbe alle dipendenze degli stessi esponenti che hanno fatto in modo che l'amministrazione Bush fosse così tanto criticata.


Faccio inoltre notare per chi spera in un USA non + guerrafondaio che Obama ha si indicato come prioritario lasciare l'iraq, ma ha altresi aggiunto che è essenziale rafforzare il fronte afgano e che non si tirerebbe certo indietro in caso di una crisi nucleare iraniana

Beh chi spera nella cessazione delle guerre è semplicemente un illuso, gli Stati Uniti sono giustamente legati a doppio filo con Israele e devono garantire i suoi interessi. Per quanto riguarda l'Iraq è normale che lo abbandonino, dopo averlo ridotto ad una polveriera e diviso in tre parti ( per linee etniche diciamo), quanto all' Afghanistan la destabilizzazione di quella regione è essenziale per contrastare l'ascesa di Cina, Russia e India (e per questo alimenteranno tensioni anche in Pakistan) e per avere il monopolio delle coltivazioni da oppio.

Per quanto riguarda la guerra in Iran, è meglio che affrontino la questione con un bel lavoro di intelligente piuttosto che mandare lo zio sam a fare bombardamenti a tappeto, cosa che servirebbe a poco.

karuga
30-10-2008, 00.06.12
Per quanto riguarda la guerra in Iran, è meglio che affrontino la questione con un bel lavoro di intelligente piuttosto che mandare lo zio sam a fare bombardamenti a tappeto, cosa che servirebbe a poco.

Non ce ne sarebbe bisogno,gli israeliani si stanno già addestrando a bombardagli i centri nevralgici.

Questo solo dopo aver assassinato Ahmadinejad.

No,il fatto è che gli USA si sentivano in dovere in quanto più forti di sistemare i casini nel mondo,ora si sentono in colpa da continuare ad intervenire per sistemare i casini che ha combinato:asd:

1982Federik
30-10-2008, 10.03.20
Quando sento parlare di queste elezioni si finisce sempre a parlare del colore di Obama o della Palin perchè è donna.
Secondo me è sbagliato.
Un candidato va scelto per quello che pensa e che propone, per quello che vuole realizzare o non vuole acconsentire.
Molti detrattori di Obama lo accusano di essere più apparenza che sostanza, di non avere dei progetti concreti dietro a slogan come "we can" o "change".
Personalmente tifo Mc Cain, perchè da quel poco che ho sentito dei programmi elettorali dei due candidati mi trovo più d'accordo con lui che con Obama (e poi io non voto per il partito democratico.........).


è naturale che sarebbe più giusto ragionare con raziocinio, ma imho, la massa tende a generalizzare e a schierarsi senza nemmeno sapere esattamente i programmi proposti

Kiara
30-10-2008, 12.30.36
Quindi dici che preferiscono un'altra manica di invasati a governarli facendoli andare ancora più nella cacca? :asd:
Non votano proprio.

FALLEN_ANGEL_664
30-10-2008, 17.52.13
Ok, il prossimo che definisce Obama nero voglio che venga a consegnarmi il premio di Mr.Abbronzatura oggi stesso, inizi a bere il latte al posto dei caffè macchiati e abolisca i giubbini con cartarifrangente sulle autostrade per noi caucasici. :asd:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Eowyn.
30-10-2008, 20.22.27
Ok, il prossimo che definisce Obama nero voglio che venga a consegnarmi il premio di Mr.Abbronzatura oggi stesso, inizi a bere il latte al posto dei caffè macchiati e abolisca i giubbini con cartarifrangente sulle autostrade per noi caucasici.
Credevo di essere l'unica ad averlo pensato :P

destino
30-10-2008, 20.39.29
B_pavme0Uj0

Ape_Africanizzata
30-10-2008, 20.48.58
Capolavoro assoluto nei secoli dei secoli.