PDA

Visualizza versione completa : Per la laicità, aiuto a "Facciamo Breccia"



Matt
19-10-2008, 22.28.06
Volevo segnalarvi a chi fosse interessato una raccolta fondi in favore del coordinamento pro-laicità Facciamo Breccia.

La richiesta d'aiuto è dovuta alla necessità di pagare le ingenti spese legali per la difesa dei ragazzi e delle ragazze che hanno occupato -se pur simbolicamente- piazze San Pietro il 7 Giugno. [Info (http://www.facciamobreccia.org/documenti/campagna%20fondi.pdf)]

Sul sito ufficiale, Facciamo Breccia - Home (http://www.facciamobreccia.org), sono disponibili tutte le informazioni a riguardo.


Sono sicuro che chiunque abbia come interesse la difesa del nostro Stato dalle ingerenze del Vaticano ha anche a cuore l'aiuto di queste persone.

mVm
19-10-2008, 22.40.21
Io sono contro la decostruzione del moralismo di radice religiosa e reazionaria. Mi spiace, per dire, ma passo.

Cocitu
20-10-2008, 07.47.47
mi dispiace, ma chi è causa del suo mal pianga se stesso...

zombie_chicken
20-10-2008, 10.23.16
mi dispiace, ma chi è causa del suo mal pianga se stesso... (http://tv.repubblica.it/home_page.php?playmode=player&cont_id=25227&ref=search)

....

JGun83
20-10-2008, 10.24.59
Volevo segnalarvi a chi fosse interessato una raccolta fondi in favore del coordinamento pro-laicità Facciamo Breccia.

La richiesta d'aiuto è dovuta alla necessità di pagare le ingenti spese legali per la difesa dei ragazzi e delle ragazze che hanno occupato -se pur simbolicamente- piazze San Pietro il 7 Giugno. [Info (http://www.facciamobreccia.org/documenti/campagna%20fondi.pdf)]

Sul sito ufficiale, Facciamo Breccia - Home (http://www.facciamobreccia.org), sono disponibili tutte le informazioni a riguardo.


Sono sicuro che chiunque abbia come interesse la difesa del nostro Stato dalle ingerenze del Vaticano ha anche a cuore l'aiuto di queste persone.

io sono cattolico, ma un cattolico che preferisce la laicità dello stato.

Ma, consentimi, se occupi una piazza poi non chiedi aiuto economico ad altri per pagare un avvocato.

Voto 0 a questa iniziativa.

.Furla.
20-10-2008, 13.03.45
io sono cattolico, ma un cattolico che preferisce la laicità dello stato.

Ma, consentimi, se occupi una piazza poi non chiedi aiuto economico ad altri per pagare un avvocato.

Voto 0 a questa iniziativa.
idem

MarcoLaBestia
20-10-2008, 13.48.58
totale supporto a qualsivoglia cosa contro il vaticano :asd:

Mischa
20-10-2008, 13.53.17
Sono sicuro che chiunque abbia come interesse la difesa del nostro Stato dalle ingerenze del Vaticano ha anche a cuore l'aiuto di queste persone.Ma anche no :asd:

Non gradisco le interferenze da parte delle religioni in genere e da parte di quella cattolica in particolare, ma allo stesso modo non approvo metodi illegali come risposta. Organizzare una manifestazione non autorizzata a casa d'altri come se fosse un "diritto" e non aspettarsi nessuna conseguenza, mi sembra quanto meno da bambocci, e cercare di evitarle da conigli. Liberissimi di manifestare il loro dissenso anche così, ma se lo fanno e vengono beccati, almeno abbiano la coerenza di accettare quel che comporta.

Matt
20-10-2008, 14.45.27
Ma anche no :asd:

Non gradisco le interferenze da parte delle religioni in genere e da parte di quella cattolica in particolare, ma allo stesso modo non approvo metodi illegali come risposta. Organizzare una manifestazione non autorizzata a casa d'altri come se fosse un "diritto" e non aspettarsi nessuna conseguenza, mi sembra quanto meno da bambocci, e cercare di evitarle da conigli. Liberissimi di manifestare il loro dissenso anche così, ma se lo fanno e vengono beccati, almeno abbiano la coerenza di accettare quel che comporta.

Il ragionamento non fa una piega, ma il problema è proprio questo, l'impossibilità di manifestare pacificamente per colpa di motivi pretestuosi.

La prima sede che doveva essere San Giovanni è stata negata per la manifestazione, mentre nella temibile città del Vaticano la manifestazione di una manciata di persone è stata interrotta dai poliziotti italiani -con tatto di sequestro preventivo delle macchine fotografiche-.

Il problema non è il fatto della manifestazione di per se, sapevano benissimo a cosa si andava in contro, ma l'ennesima dimostrazione dell'implicazione dello Stato italiano nella difesa degli interessi dello stato comandato da Ratzingher invece delle difesa della libertà di espressione.

Questa è una cosa gravissima a mio avviso inaccettabile nel XXI° secolo, per questo bisogna aiutare a smantellare questa cosca mafiosa nascosta sotto abiti bianchi e color porpora.


Ripeto, sulla carta queste persone stanno in torto, ma non per questo -a mio avviso- sono moralmente punibili per le loro azioni.

Matt
20-10-2008, 14.48.37
....

Mi sono sentito male sentendoli :\

Eowyn.
20-10-2008, 15.03.30
mentre nella temibile città del Vaticano la manifestazione di una manciata di persone è stata interrotta dai poliziotti italiani -con tatto di sequestro preventivo delle macchine fotografiche.
Il problema non è il fatto della manifestazione di per se, sapevano benissimo a cosa si andava in contro, ma l'ennesima dimostrazione dell'implicazione dello Stato italiano nella difesa degli interessi dello stato comandato da Ratzingher Quindi se a sgomberare la Piazza ci avessero pensato le Guardie Vaticane ora non avresti nulla da ridire?
Per il resto quoto Mischa: decidi in coscienza di fare qualcosa e ne accetti le conseguenze (conseguenze che sono l'intervento della Polizia di Stato come da accordi).

Tra l'altro non sapevo neppure dell'occupazione: ora mi leggo il link.
Mi sono sentito male sentendoli :\*

Mischa
20-10-2008, 15.13.47
Ripeto, sulla carta queste persone stanno in torto, ma non per questo -a mio avviso- sono moralmente punibili per le loro azioni.In tal caso chiedano supporto morale, non economico, e siamo a posto :D

Ghiaccio
20-10-2008, 15.53.14
Uhmm... Hanno occupato l'unica piazza di uno stato estero. Insomma, hanno invaso con forze sovversive lo stato pontificio? :asd: Ma le guardie svizzere? Dov'erano?

vespino
20-10-2008, 15.56.31
Per carità di Dio...facciamo breccia, diretta da coloro che hanno creato circoli come azione gay e lesbica firenze e il comitato gay e lesbico di Prato..gente che non guarda mai ai propri errori, al proprio prato e sa solo sputare nel piatto dove hanno mangiato..
Se un giorno cambierà chi la dirige, dato che come base di associazione rispecchia i miei idealli piu o meno, forse avrà il mio sostegno

P.s oltretutto per le spese legali di graziella che ha "solo" ripeto sol osbagliato al pride di bologna...certo che a fare disinformazione sono forti..bah!

p.p.s inoltre concordo con chi dice che non è giusto occupare o manifestare in questo modo..purtroppo è il loro mdoo di fare in qualsiasi situazione (non vi dico in regione toscana che bordelli sono successi, progetto rallentati a causa loro...)... usare la forza non è un buon mezzo per ottenere le cose...ti si ritorce contro..e poi hanno il coraggio di chiedere $...

Matt
20-10-2008, 15.57.00
Quindi se a sgomberare la Piazza ci avessero pensato le Guardie Vaticane ora non avresti nulla da ridire?

Certo che no, ma il fatto dell'intervento della Polizia di Stato mi fa pensare a quanto ancora siamo alle dipendenze del Vaticano.


Per il resto quoto Mischa: decidi in coscienza di fare qualcosa e ne accetti le conseguenze (conseguenze che sono l'intervento della Polizia di Stato come da accordi).

Tra l'altro non sapevo neppure dell'occupazione: ora mi leggo il link.*


In tal caso chiedano supporto morale, non economico, e siamo a posto :D

Ehhh bastasse quello, non si va avanti solo con le buone parole purtroppo :asd:

vespino
20-10-2008, 16.05.30
Uhmm... Hanno occupato l'unica piazza di uno stato estero. Insomma, hanno invaso con forze sovversive lo stato pontificio? :asd: Ma le guardie svizzere? Dov'erano?

come cosa era anche bella, perchè il vaticano porta via anche ingenti soldi allo stato(vogliamo parlare dei cittadini romani che devono pagare piu tasse perchè il vaticano non ha mai pagato $ per l'utilizzo dell'acqua.fogne etc e le spese se l'è addossate il comune di roma..?si parla di cifre come debiti per 4 millioni di E..)e oltretutto invade la vita di tutti i cittadini anche se non vogliono...mi ricordo ancora di Alfredo Ormando, che il 13 gennaio 1998 si dette fuoco per protesta..purtroppo però se agisci così sai che devi avere delle conseguenze e non puoi chiedere soldi come sostegno alle altre persone..

p.s mè venuto anche in mente che tra le mille spese che il vaticano comporta al nostro stato ci sono i trasporti aerei gratuiti, le forze dell'ordine che trasportano papa in tutta la nazione(le guardie svizzere non sono mica così tante..) etc etc...

p.p.s si matt hai ragione il nostro stato è purtroppo ancora schiavo del vaticano, ma non credo che quel tipo di proteste porterà mai a niente..

destino
20-10-2008, 16.33.54
Certo che no, ma il fatto dell'intervento della Polizia di Stato mi fa pensare a quanto ancora siamo alle dipendenze del Vaticano.


nel Concordato è scritto a chiare lettere che la difesa del Papa è sotto la tutela dello stato italiano, quindi che sia intervenuta la polizia non è nulla di cosi scandaloso, anzi mi sarei stupito del contrario

Faustroll
20-10-2008, 17.08.27
nel Concordato è scritto a chiare lettere che la difesa del Papa è sotto la tutela dello stato italiano, quindi che sia intervenuta la polizia non è nulla di cosi scandaloso, anzi mi sarei stupito del contrario

Quando dici la difesa del Papa intendi la sicurezza nello stato del Vaticano o la difesa della persona? Per capirsi chi insegue i ladri in Vaticano?


Detto questo le scelte di "Facciamo Breccia" mi sembrano stupide e controproducenti per se stessi e per gli ideali che vogliono portare avanti.

Mischa
20-10-2008, 17.19.49
nel Concordato è scritto a chiare lettere che la difesa del Papa è sotto la tutela dello stato italiano, quindi che sia intervenuta la polizia non è nulla di cosi scandaloso, anzi mi sarei stupito del contrarioNon esattamente. Nel concordato originario era scritto a chiare lettere che la gestione dell'ordine in piazza san pietro, per quanto territorio facente parte del vaticano, era conferita alla polizia italiana. Cosa diversa dal dire che lo stato italiano sia garante della sicurezza del papa. Poi non so se questo punto sia cambiato con le revisioni (*edit: o se magari il discorso difesa non si riferisca a quando il papa è in Italia, altra cosa ancora), in ogni caso non c'entra: se tu prendi e vai a fare un'occupazione illegittima e non autorizzata, simbolica o meno, aspettati minimo minimo che venga applicata la legge locale: se poi in questo caso è perfino quella italiana, allora cazzo vogliono? Pure avessero occupato una università o un museo o un asilo, non avrebbero potuto lamentarsi. E, Matt: dire "non gli hanno consentito di manifestare a San Giovanni", come se ciò legittimasse occupare san pietro, mi pare tirata un po' troppo. Non ti autorizzano? Bien, apri cinquanta siti, fai cortei legittimi, fondi un'associazione decente, metti capannelli e raccogli firme per mandare a troie tramite referendum un concordato che non ha alcuna ragione d'essere, fondi un partito, e così via: ma se vai a dire "occupo piazza san pietro gnégné stato libero", violando le leggi di quello stato stesso, che tu sia da solo o in duemila, ringrazia se non ti ficcano un'alabarda su per il culo, altro che chieder soldi.

Ghiaccio
20-10-2008, 17.23.25
Quante incivili barbarie. Il vaticano è talmente piccolo che basterebbero, quanti? 500 chili di TNT, per raderlo al suolo. Insomma, quanto vuoi che costino 500 chili di TNT? Colletta?

DonAldrigo
20-10-2008, 17.34.25
Volevo segnalarvi a chi fosse interessato una raccolta fondi in favore del coordinamento pro-laicità Facciamo Breccia.

La richiesta d'aiuto è dovuta alla necessità di pagare le ingenti spese legali per la difesa dei ragazzi e delle ragazze che hanno occupato -se pur simbolicamente- piazze San Pietro il 7 Giugno. [Info]

Sul sito ufficiale, Facciamo Breccia - Home, sono disponibili tutte le informazioni a riguardo.


Sono sicuro che chiunque abbia come interesse la difesa del nostro Stato dalle ingerenze del Vaticano ha anche a cuore l'aiuto di queste persone.

E' giusto che vadano incontro a tutte le conseguenze che il loro gesto comporta.
E se vengono condannati sono contento.

vespino
20-10-2008, 18.31.47
Quante incivili barbarie. Il vaticano è talmente piccolo che basterebbero, quanti? 500 chili di TNT, per raderlo al suolo. Insomma, quanto vuoi che costino 500 chili di TNT? Colletta?


io ho un idea migliore...costruire un mondo intorno al vaticano ed isolarlo...poi vediamo senza i soldi italiani e dei contribuenti, dell'acqua pubblica, senza le antenne illegali che usa radio maria, dell'abuso che il vaticano fa della televisione pubblica(potrei continuare per kilometri..) come farà...:roll3:

vespino
20-10-2008, 18.35.01
E' giusto che vadano incontro a tutte le conseguenze che il loro gesto comporta.
E se vengono condannati sono contento.

Peccato non venga condannato il papa per tutte le boiate che dice ogni giorno e per tutte le offese che tira ... è gia! Ma vabbè..si sa!

P.S apparte non mi aspetto di meglio...vedendo certe foto :


Risultato della ricerca immagini di Google per http://pasquale1.files.wordpress.com/2007/03/ratzinger20giovane1no.jpg (http://images.google.it/imgres?imgurl=http://pasquale1.files.wordpress.com/2007/03/ratzinger20giovane1no.jpg&imgrefurl=http://maternatura.splinder.com/post/16808986/%2522Ipocrisia,%2Bgettare%2Bl%27acqua%2Be%2B&h=486&w=417&sz=179&hl=it&start=6&um=1&usg=__scEGd7C5nvstCMNVP54n0sKPZxc=&tbnid=3q2tlqvZH17GvM:&tbnh=129&tbnw=111&prev=/images%3Fq%3Dno%2Bnazzismo%26um%3D1%26hl%3Dit%26cl ient%3Dfirefox-a%26rls%3Dorg.mozilla:it:official%26sa%3DN)

aplo
20-10-2008, 18.37.55
Non penso che li finanzierò , ci sono altre strade da percorrere per dismettere uno stato che non ha alcun senso di esistere e che per i cittadini e non solo i "Romani" comporta un onere di mantenimento da non sottovalutare, onere al quale lo stato vaticano si sottrae pur avendo parecchi milioni di euro di entrate esentasse.
Sia dai loro enormi possedimenti , ville , case di cura , parchi e scuole in mezza Roma, sia appartamenti , negozi palazzi interi , possiedono banche , assicurazioni lo stesso stato vaticano è una macchina fabbrica soldi , si passa dal supermercato interno , alla farmacia , ai musei vaticani , alla vecchia stazione trasformata in Outlet dove vengono venduti Telvisori al Plasma , Vestiti , Profumi , Occhiali , prodotti hitech , sigarette , borse , orologi , gioelli ecc ecc ecc.
Poi ci sono le strutture riconvertite per ospitare i turisti a prezzi speciali dove viene paraticata una concorrenza assolutamente sleale ad altre attività che invece le tasse le pagano.
E potrei continuare..... tenetevelo stretto lo stato vaticano ve lo raccomando.


Cya

DonAldrigo
20-10-2008, 18.47.43
Peccato non venga condannato il papa per tutte le boiate che dice ogni giorno e per tutte le offese che tira ... è gia! Ma vabbè..si sa!

Quello che hanno fatto quei tizi è reato, dunque è giusto che vengano processati e poi si vedrà quello che il giudice deciderà.
Il Papa quando parla davanti ai suoi fedeli o in un posto dove viene invitato non compie alcun reato.
A meno che dire la propria non sia diventato un crimine.

DonAldrigo
20-10-2008, 18.51.50
Non penso che li finanzierò , ci sono altre strade da percorrere per dismettere uno stato che non ha alcun senso di esistere e che per i cittadini e non solo i "Romani" comporta un onere di mantenimento da non sottovalutare, onere al quale lo stato vaticano si sottrae pur avendo parecchi milioni di euro di entrate esentasse.
Sia dai loro enormi possedimenti , ville , case di cura , parchi e scuole in mezza Roma, sia appartamenti , negozi palazzi interi , possiedono banche , assicurazioni lo stesso stato vaticano è una macchina fabbrica soldi , si passa dal supermercato interno , alla farmacia , ai musei vaticani , alla vecchia stazione trasformata in Outlet dove vengono venduti Telvisori al Plasma , Vestiti , Profumi , Occhiali , prodotti hitech , sigarette , borse , orologi , gioelli ecc ecc ecc.
Poi ci sono le strutture riconvertite per ospitare i turisti a prezzi speciali dove viene paraticata una concorrenza assolutamente sleale ad altre attività che invece le tasse le pagano.
E potrei continuare..... tenetevelo stretto lo stato vaticano ve lo raccomando.


Io me lo terrei strettissimo.
A occhio e croce quanti turisti vengono a Roma grazie al Vaticano?
E' facile dire "il vaticano costa!", ma nessuno dice mai quanto la presenza del vaticano renda.
E questo solo per fare un discorso economico.

DIAZE
20-10-2008, 18.56.08
io ho un idea migliore...costruire un mondo intorno al vaticano ed isolarlo...poi vediamo senza i soldi italiani e dei contribuenti, dell'acqua pubblica, senza le antenne illegali che usa radio maria, dell'abuso che il vaticano fa della televisione pubblica(potrei continuare per kilometri..) come farà...:roll3:


Peccato non venga condannato il papa per tutte le boiate che dice ogni giorno e per tutte le offese che tira ... è gia! Ma vabbè..si sa!

P.S apparte non mi aspetto di meglio...vedendo certe foto :


Francamente pur essendo d'accordo si potrebbe evitare di scrivere un così alto concentrato di superficiali boiate..
IMHO si intende.

aplo
20-10-2008, 18.59.10
Io me lo terrei strettissimo.
A occhio e croce quanti turisti vengono a Roma grazie al Vaticano?
E' facile dire "il vaticano costa!", ma nessuno dice mai quanto la presenza del vaticano renda.
E questo solo per fare un discorso economico.

Verissimo e ti assicuro che meglio di me non lo sa nessuno, ma perdonami se ci tengo a sottolineare una cosa, i turisti non vengono a Roma SOLO per lo stato vaticano, che poi ad essere precisi( nello stato vaticano non si può entrare da turista ) si può entrare solo nei musei e a San Pietro.
Dicevo, chi viene a Roma oltre a piazza San Pietro visita dai 50 ai 200 punti di interesse tra Roma e dintorni, il punto è che non vedo il perchè il comune lo stato, affibbino giustamente delle tasse da pagare a tutti gli organi ricettivi, ma con il vaticano la musica cambia e si che come costi di gestione e mantenimento dell'ordine piazza San Pietro da sola supera di gran lunga tutti gli altri siti, non parliamo poi ogni volta che il Papa esce per recarsi in qualche posto, roba da presidiare Roma con l'esercito "poco ci manca ci sono pattuglie ad ogni , OGNI SEMAFORO "pagate sempre da noi" il vaticano "porello" non caccia fuori una lira che sia una...
ripeto tenetevelo, stretto è un affare...... per loro.

Cya

aplo
20-10-2008, 19.08.44
Io me lo terrei strettissimo.
A occhio e croce quanti turisti vengono a Roma grazie al Vaticano?
E' facile dire "il vaticano costa!", ma nessuno dice mai quanto la presenza del vaticano renda.
E questo solo per fare un discorso economico.

Altra cosa che ci tengo a precisare per sfatare un mito e per far comprendere meglio alcune cose a chi non è del settore.
Te lo ricordi il Giubileo ? Si parlava di quanti pellegrini sarebbero venuti , di quanti soldi avrebbero portato e che quindi andavano stanziati tot miliardi per ammodernare le strutture che li avrebbero ospitati = una grossa torta
1 finanziamenti da elargire
2 introiti dai pellegrini
Secondo te a chi sono andati gli uni e gli altri ?
Prova a chiederlo ad uno qualunque che lavora nel settore turistico, ti daranno TUTTI la stessa risposta.

Cya

Faustroll
20-10-2008, 19.11.28
Io me lo terrei strettissimo.
A occhio e croce quanti turisti vengono a Roma grazie al Vaticano?
E' facile dire "il vaticano costa!", ma nessuno dice mai quanto la presenza del vaticano renda.
E questo solo per fare un discorso economico.

Hai ragione, i conti andrebbero fatti per bene.

Che stima di entrare dal turismo ti sei dato per arrivare alla conclusione che conviene?

Tra l'altro spesso si fa l'errore di confondere i costi che l'Italia ha per la Chiesa cattolica con quelli per il Vaticano.


EDIT:
Consultivo Consolidato 2007 del Vatican (http://212.77.1.245/news_services/bulletin/news/22401.php?index=22401&lang=it)o. Non male

Eowyn.
20-10-2008, 19.36.33
Uhmm... Hanno occupato l'unica piazza di uno stato estero. Insomma, hanno invaso con forze sovversive lo stato pontificio? :asd: Messa così è abbastanza esagerata, su :asd:
Che avranno mai avuto? 4 striscioni ed un megafono?
[Fermo restando che quoto Mischa in ogni sillaba]


P.s oltretutto per le spese legali di graziella che ha "solo" ripeto sol osbagliato al pride di bologna...certo che a fare disinformazione sono forti..bah!
Me la puoi spiegare meglio? Cosa vuol dire la tua frase? Io "Graziella" non so chi sia nè cosa ha fatto, ma a giudicare dal tuo commento c'è di più di quel che c'è scritto nel sito ... cosa? :)

Verissimo e ti assicuro che meglio di me non lo sa nessuno, ma perdonami se ci tengo a sottolineare una cosa, i turisti non vengono a Roma SOLO per lo stato vaticano, che poi ad essere precisi( nello stato vaticano non si può entrare da turista ) si può entrare solo nei musei e a San Pietro. Uhm. Una buona fetta di turisti, però, ci viene principalmente per il Vaticano in sè. Non conosco le stime, ma ti posso assicurare che ho sempre trovato più fila ai Musei Vaticani/Basilica di San Pietro che di fronte al Colosseo ;)
Piccolo appunto: in Vaticano da turista ci entri eccome. Già Piazza San Pietro è Stato del Vaticano, così come la Basilica e i Musei :)

DonAldrigo
20-10-2008, 19.46.44
Hai ragione, i conti andrebbero fatti per bene.

Che stima di entrare dal turismo ti sei dato per arrivare alla conclusione che conviene?

Tra l'altro spesso si fa l'errore di confondere i costi che l'Italia ha per la Chiesa cattolica con quelli per il Vaticano.


Fare dei conti precisi penso sia un pò impossibile perchè dovremmo contare cose come i soldi spesi dai turisti nei negozi, per i trasporti o nei ristoranti. Soldi che vanno in tasca agli italiani che pagano tasse allo stato italiano. Soldi che si perderebbero se il vaticano non esistesse e che non possono non essere considerati.
A quanto possa ammontare la cifra non lo so, ma sicuramente è molto molto di più della bolletta dell'acqua del vaticano o del costo di qualche agente in piazza San Pietro.

MarcoLaBestia
20-10-2008, 19.56.22
Io me lo terrei strettissimo.
A occhio e croce quanti turisti vengono a Roma grazie al Vaticano?
E' facile dire "il vaticano costa!", ma nessuno dice mai quanto la presenza del vaticano renda.
E questo solo per fare un discorso economico.
quindi, a tuo dire, i non cattolici dovrebbero essere contenti della presenza del vaticano per il solo motivo ke porta soldi. Una merce. Stai ammettendo per semantica ke concettualmente il vaticano da casa spirituale si è trasformato nell'insieme delle barakke ke gesù distrusse davanti al tempio a bastonate.

"Non attirate a voi il denaro, allontanatelo" Convertitevi! Un giorno renderete conto davanti al Signore! Voi non sapete quello ke fate! FARISEI!!!

Faustroll
20-10-2008, 20.02.15
Fare dei conti precisi penso sia un pò impossibile perchè dovremmo contare cose come i soldi spesi dai turisti nei negozi, per i trasporti o nei ristoranti. Soldi che vanno in tasca agli italiani che pagano tasse allo stato italiano. Soldi che si perderebbero se il vaticano non esistesse e che non possono non essere considerati.
A quanto possa ammontare la cifra non lo so, ma sicuramente è molto molto di più della bolletta dell'acqua del vaticano o del costo di qualche agente in piazza San Pietro.

Ma non è che pagando le bollette di quello che consumano il Vaticano implode e scompare.

Che senso ha fare oggi un regalo a chi in fondo non ne ha nemmeno bisogno? Perché questo trattamento differente?

Visto che usufruiscono di servizi da parte dello stato italiano non credi sia giusto che ne assumano anche i doveri oltre ai benefici?

vespino
20-10-2008, 20.08.39
Io me lo terrei strettissimo.
A occhio e croce quanti turisti vengono a Roma grazie al Vaticano?
E' facile dire "il vaticano costa!", ma nessuno dice mai quanto la presenza del vaticano renda.
E questo solo per fare un discorso economico.

Infatti non è reato nemmeno inneggiare al razzismo e alla superiorità di razza perchè sono "proprie idee" (esempio è..non che sia questo ciò che dice il papa..sarebbe il colmo._.)

Diazen! Saranno pure cose superficiali, ma sono realtà, passato e di sicuro futuro... :)
Oltretutto non mi sembra nemmeno di avere detto che sono d'accordo con quanto fatto da facciamo breccia, anzi...

Per quanto riguarda la questione $ il vaticano è uno degli stati piu ricchi del mondo , nonostante sia il piu piccolo e nonstante riguardi una cosa "religiosa" che rende il tutto ancora piu vergognoso...trovo ancora piu vergognoso che gli introiti dell'8 x mille rimangano in tasca al vaticano, secondo l'annuale stilatura di spesa del vaticano quasi il 75 % è usato per spese di funzioni religiose..solo il 5 % in opere umanitarie..ci rendiamo conto?Per non parlare che se non scegli a chi destinare il tuo 8x1000 va in automatico alla chiesa e non allo stato(e quanti non lo fanno infatti..) che da questo riprenderebbe un sacco di soldi...e per non parlare che se scegli lo stato il 50 % viene devoluto per ristrutturare chiese, etc...e per continuare, parliamo di tutti gli hotel(tra cui uno scoperto poco fa mi pare..) spacciati per posti o opere umanitarie che non pagano ici e tasse etc e fanno piu fatturato loro che un ibis hotel? Ci diamo una svegliata e iniziamo a separare ciò che è fede e ciò che è sfruttamento di un credo?

Per la tua questione Eowyn...purtroppo capisce molto bene chi fa parte delle varie associazioni omosessuali italiane..io sono stato vicepresidente arcigay di Pistoia e conosco quelle associazioni...In toscana esiste Arcigay Toscana che unisce le varie arcigay regionali per collaborare con la regione..la nostra regiona è la piu disposta su questo tema tanto che ogni mese cerano convegni , riunioni e lavori per decidere dove stanziare finaziamenti etc ..( ricorderete la campagna anti omofobia con il bambino..) ... Oltre ad arcigay nei vari lavori partecipavano altre associazione come Ireos,Mit e appunto azione gay e lesbica e il comitato gay e lesbico prato..Azione è nata dalla scissione di arcigay firenze che per qualche anno rimase chiusa, perchè non si tollerava la politica DI ARCIGAY DI ESSERE VICINA alla politica e ai partiti di sinistra e di avere , come tesseramenti, i locali sotto la propria direzione...quindi ci fu la scissione; quello di prato nasce come secondo comitato simile ad azione, con la speranza di molti che fosse piu cauto nei modi e nelle idee, ma invece è uguale...In tutti i lavori con la regione, etc azione ha sempre posto veti, ha sempre dovuto mettersi davanti agli altri e stare al centro dell'attenzione bloccando molte volte importanti lavori(la campagna toscana è ferma grazie a loro.) polemicizzando con tutti e tutto, anche perchè c'era un grosso astio verso arcigay che detiene,è purtroppo vero essendo la piu grossa associazione gay europea, la magigor attenzione da tutti...il movimento gay si divide in chi sostiene arcigay tra associazioni etc e chi va contro (mario mieli di Roma e appunto azione...) che frenano un miglioramento nel nostro paese per la popolazione Lgbt..Come saprai ogni anno si svolge un gay pride nazionale e quelli locali, quest'anno il nazionale è stato fatto a Bologna e tutte le associazioni sono state chiamate a partecipare ai lavori e all'organizzazione. Azione, facciamo breccia(soliti membri) non hanno partecipato ai lavori e hanno proprio mandato una lettera di non adesione...il giorno del pride alla manifestazione loro c'erano, con striscioni giganteschi, fumogeni colorati etc..però non erano nella lista delle associazioni aderenti , dato che lo hanno richiesto formalmente...alla fine del corteo vi era un palco, dove tutti i mbembri delle varie associazioni PARTECIPANTI erano chiamate a parlare e dopo ci sarebbe stato il concerto degli alcazar... i membri di facciamo breccia(no vat!) stavano salendo sul palco con il loro striscione che ricordavano la presa del cassero del 1982 (mi pare se non ricordo male..) e graziella(membra e mi pare anche vice di azione...non so in facciamo breccia cosa fosse legalmente..)voleva salire sul palco senza permesso e senza averne diritto per parlare perchè la loro associazione non aveva aderito al pride( e direi che era giusto non farli parlare..) come suo consono e uguale a come agiscono sempre i membri di queste associazioni ha iniziato ad aggredire i volontari del pride e anche un poliziotto/security che dopo aver constato che era anche sopra le righe(si dice fosse ubriaca anche..) l'hanno arrestata e portata via...da li è iniziata una guerra legale tra i membri del bologna pride e di quelle associazioni che insistono nel voler avere la ragione sempre e comunque..i miei soldi, specie per qualcosa di sbagliato , non li avranno MAI...spero di averti reso un pò chiare le idee... in sintesi nel mondo delle associazioni omosessuali italiane c'è il solito casino che c'è in parlamento/partiti...na vergogna!

P.s oltretutto loro di facciamo breccia sono antifascisti e poi agiscono con violenza uguale ai gruppi fascisti..certo non in egual modo e misura, ma tendono a reprimere le idee altrui che differiscono dalle loro e agiscono anche un pò con la forza(come in questo caso..) come fanno appunto i gruppi fascisti..

DonAldrigo
20-10-2008, 20.21.02
Infatti non è reato nemmeno inneggiare al razzismo e alla superiorità di razza perchè sono "proprie idee"

Non vorrei dire una cazzata né fare il pignolo ma incitare all'odio etnico dovrebbe essere reato.

vespino
20-10-2008, 20.35.34
Non vorrei dire una cazzata né fare il pignolo ma incitare all'odio etnico dovrebbe essere reato.

Infatti lo è... il fatto era che non puoi dire che ciò che dice il papa non è reato perchè lui incita in qualche modo all'odio come fa e ha fatto bagnasco; dire che gli omosessuali sono malati, deviati, pedofili è offendere le persone nel loro intimo e nel loro essere persone...

(sarò monotono è, non volevo nenanche parlare dell'esempio ma l'ho riportato perchè siamo addentrati nelo specifico..)

p.s si potresti dirmi che non lo è perchè non ci sono leggi, infatti in tutta europa ci sono leggi per contrastare questo, in Italia (anche ora) ci si batte da anni per inserirlo come reato, perchè a tutti gli effetti lo è crea discriminazione, odio, e così via...

Mimnermo84
20-10-2008, 20.46.42
Me la puoi spiegare meglio? Cosa vuol dire la tua frase? Io "Graziella" non so chi sia nè cosa ha fatto, ma a giudicare dal tuo commento c'è di più di quel che c'è scritto nel sito ... cosa? :)

Graziella Bertozzo è una militante storica del movimento di liberazione omosessuale ed è anche tra le fondatrici del comitato di FacciamoBreccia.
In occasione del Gay Pride di Bologna, questa estate, è stata protagonista di alcuni scontri che si sono verificati a Piazza dell'Otto Agosto dove era situato il palco.
Per farla breve, alla vigilia del Pride, diverse associazioni dell'estrema sinistra glbt (Mos, Azione gay e Lesbica, Circolo Pink di Verona, etc.) hanno ritirato la propria adesione al pride in polemica con Arcigay, Arcilesbica, MIT e Agedo (Associazione dei genitori amici degli omosessuali) per la gestione del Pride (davvero pessima direi) e per alcune campagne pubblicitarie discutibili (la pietra dello scandalo era un volantino dove era ritratto un fascistello che diceva "odio i gay ma amo il mio camerata").
Durante gli interventi sul palco, la Bertozzo con altri esponenti di FacciamoBreccia hanno cercato di salire sul palco ad ogni costo, senza autorizzazione e dopo aver ritirato la propria adesione.Hanno scavalcato le transenne e hanno cercato di salire con la forza. E' scoppiato un litigio con una volontaria del BolognaPride, mentre Elena Biagini, altra esponente di FacciamoBreccia prendeva a schiaffi uno dei dirigenti di Arcigay, tale Gottardi.

Alla fine interviene la polizia, la Bertozzo è fermata e portata in questura.
Successivamente, i rappresentanti del bolognapride capiscono la gravità della situazione che si è venuta a creare e cercano di rimediare, chiedendo che la Bertozzo fosse immediatamente rilasciata (Luxuria minaccia di fare una protesta davanti alla questura).

Tutto questo excursus di vita di movimento glbt per far capire un po' agli esterni quello che è spesso e volentieri il modus operandi di FacciamoBreccia.Non sempre molto civile.
Non capisco come la Bertozzo poteva pretendere di parlare da un palco se prima aveva deciso con i suoi compagni di ritirare l'adesione alla manifestazione.

E' pur vero che FacciamoBreccia ha perfettamente ragione quando afferma che la gestione dei gaypride ( e degli altri momenti di socializzazione gay) da parte di Arcigay è sempre stata attuata in maniera monopolistica, con tentativi più o meno velati di tappare la bocca alle dissidenze interne e alle correnti minoritarie.

Riguardo alla manifestazione non autorizzata in Vaticano.
Molti forse non sanno che quella fu una risposta alla negazione, INSPIEGABILE, di Piazza San Giovanni al comitato RomaPride del 7 giugno, perchè due ore prima si era svolta in quella piazza una celebrazione di un coro religioso.Nonostante il Circolo Mario Mieli avesse richiesto molti mesi prima la piazza in questione.Si trattò di un ingiustizia e FacciamoBreccia decise di rispondere in quel modo.
Ora, personalmente hanno tutto il mio sotegno morale, però è anche vero che quando si decide volontariamente di violare la legge bisogna sempre prendersi la responsabilità delle proprie azioni.

I Radicali ad esempio sono da decenni che fanno azioni di disobbedienza civile riguardo a temi come l'aborto e l'antiproibizionismo sulle droghe, e hanno subito i relativi processi penali e condanne, senza mai chiedere eccezioni di alcun tipo.

Quindi, diritto loro a chiedere di essere aiutati finanziariamente, diritto di chiunque a non dargli una lira.

vespino
20-10-2008, 20.52.18
Minmermo grazie delle aggiunte che hai postato.. :)

unica cosa, l'organizzazione del pride non era male, per la questione volantino non ho mai capito la polemica..era una sorta di frecciata come a dire "anche se sei di destra, puoi esse gay"...sicuramente quel tipo di campagna cartunesco non era molto incisiva, ma c'è di peggio ...

p.s quelle associazioni sono sempre contro arcigay perchè usa i locali per finanziarsi(manco è vera sta cosa..sono i locali che si affiliano ad arcigay x risparmiare soldi..) e poi azione e co come si finanzia? serate,discoteche..etc

bejita
20-10-2008, 20.52.31
Peccato non venga condannato il papa per tutte le boiate che dice ogni giorno e per tutte le offese che tira ... è gia! Ma vabbè..si sa!

P.S apparte non mi aspetto di meglio...vedendo certe foto :


Risultato della ricerca immagini di Google per http://pasquale1.files.wordpress.com/2007/03/ratzinger20giovane1no.jpg (http://images.google.it/imgres?imgurl=http://pasquale1.files.wordpress.com/2007/03/ratzinger20giovane1no.jpg&imgrefurl=http://maternatura.splinder.com/post/16808986/%2522Ipocrisia,%2Bgettare%2Bl%27acqua%2Be%2B&h=486&w=417&sz=179&hl=it&start=6&um=1&usg=__scEGd7C5nvstCMNVP54n0sKPZxc=&tbnid=3q2tlqvZH17GvM:&tbnh=129&tbnw=111&prev=/images%3Fq%3Dno%2Bnazzismo%26um%3D1%26hl%3Dit%26cl ient%3Dfirefox-a%26rls%3Dorg.mozilla:it:official%26sa%3DN)

mega fail :asd:

http://www.kerygma.org/lee/ratzinger_brother.jpg

aplo
20-10-2008, 20.54.48
Uhm. Una buona fetta di turisti, però, ci viene principalmente per il Vaticano in sè. Non conosco le stime, ma ti posso assicurare che ho sempre trovato più fila ai Musei Vaticani/Basilica di San Pietro che di fronte al Colosseo ;)
Piccolo appunto: in Vaticano da turista ci entri eccome. Già Piazza San Pietro è Stato del Vaticano, così come la Basilica e i Musei :)

No, non turisti ma pellegrini è diverso, il turista passa per il Musei come una tra le tante mete da visitare, il discorso sulle alte presenze è dovuto principalmente alla concentrazione delle cose da vedere in un area ristretta in poche centinaia di metri passi da Castel Sant' Angelo , a Borgo Pio a Piazza San Pietro , Ai Musei che attraggono visitatori dei tipi piu disparati, dal gruppo di studenti "che della messa del Papa se ne frega alla grande" ad appunto i pellegrini, per passare da persone di altro credo, ecc ecc .
Il discorso del Colosseo non è paragonabile per un semplice motivo, la fila ai Musei è "pilotata" ma anche "ragionata" è un dato di fatto che piu di tot persone i musei non possono ospitare senza creare caos, ben diverso è il colosseo che non solo non si trova in un altro stato, ma "posa" su di un area completamente diversa, spesso c'è piu gente al Colosseo ed ai scavi li vicino ma essendo molto piu ampia come area, oltre che aperta è difficile da quantificare.
Lo avevo specificato quali sono le Aree aperte al pubblico, io parlo del vaticano come stato cioè come entrate che portano "dentro" lo stato vaticano, da li non passi, ci sono prima le guardie svizzere e dopo ci sono i secondi cancelli presidiati dai gendarmi.
O sei cittadino o sei accompagnato o lavori li,oppure devi avere un pass, da turista non entri c'è poco da fare, il massimo in cui puoi sperare è una foto con gli Svizzeri "ma che sia una, già alla seconda si fanno rodere il culo :D "

PS. Non dimenticate che lo stato del vaticano è relativamente nuovo, le cose per cui i turisti vengono erano già li PRIMA che si inventassero questa stronzata dello stato vaticano.


Cya

Mimnermo84
20-10-2008, 21.22.27
Minmermo grazie delle aggiunte che hai postato.. :)

unica cosa, l'organizzazione del pride non era male, per la questione volantino non ho mai capito la polemica..era una sorta di frecciata come a dire "anche se sei di destra, puoi esse gay"...sicuramente quel tipo di campagna cartunesco non era molto incisiva, ma c'è di peggio ...
Bah, sì, anche secondo me la polemica è stata esagerata sotto quel punto di vista. Obiettivamente potevano scegliere di meglio, ma è chiaro che comunque il motivo dell'acredine fosse ben altro.




p.s quelle associazioni sono sempre contro arcigay perchè usa i locali per finanziarsi(manco è vera sta cosa..sono i locali che si affiliano ad arcigay x risparmiare soldi..) e poi azione e co come si finanzia? serate,discoteche..etc
Ma tu lo sai perchè si affiliano ad Arcigay?
Lo sai perchè, solo in Italia la quasi totalità degli esercizi commerciali gay agisce non in qualità di locale pubblico bensì di circolo privato (associato al circuito Arci)?

Questo perchè le forze dell'ordine, chiamate dalle schiere di fanatici religiosi che imperversano in questo paese, sono entrate in passato nei locali gay rifacendosi alla legislazione sulle "oscenità in luogo pubblico" o a altri commi amministrativi, chiudendo o cercando di chiudere tali esercizi "commerciali" rivolti alla clientela LGBT.

E' per questo che le tessere Arcigay sono diventate in pratica obbligatorie per la frequentazione del mondo gay italiano, e questo rappresenta spesso un elemento di polemica all'interno della comunità gay nei confronti di Arcigay.

Quindi il fatto che storici locali gay aperti inizialmente come locali pubblici si siano nel corso degli anni progressivamente associati ad Arcigay (o ad altre associazioni simili), è determinato da una necessità di "autodifesa" da parte del mondo commerciale (che politicamente non è, e non è mai stato, vicino alle posizioni politiche di Arci ed Arcigay) a fronte delle possibili azioni delle forze di polizia e degli squallidi "comitati per la morale" d'impronta cattolica.

Arcigay quindi paradossalmente risulta essere un coacervo di conflitti di interessi, in quanto è allo stesso tempo una camera di commercio (grazie a cui riceve introiti economici), una associazione di promozione sociale (si pensi alle lotte svolte da Arcigay contro l'AIDS) e un'organizzazione con intenti politici.
Ed essendo l'associazione gay più forte e con più potere mediatico è chiaro che non veda di buon occhio che le altre associazioni minori acquistino troppo spazio.
Che poi le associazioni in questione (non tutte però) perseguano interessi di carattere economico non lo metto in dubbio.
Vedi Imma Battaglia e il Di Gay Project. Da quando Alemanno è diventato sindaco, pur di continuare a ricevere finanziamenti, sta facendo comunella con la destra.

JGun83
20-10-2008, 21.35.51
Bah, sì, anche secondo me la polemica è stata esagerata sotto quel punto di vista. Obiettivamente potevano scegliere di meglio, ma è chiaro che comunque il motivo dell'acredine fosse ben altro.




Ma tu lo sai perchè si affiliano ad Arcigay?
Lo sai perchè, solo in Italia la quasi totalità degli esercizi commerciali gay agisce non in qualità di locale pubblico bensì di circolo privato (associato al circuito Arci)?

Questo perchè le forze dell'ordine, chiamate dalle schiere di fanatici religiosi che imperversano in questo paese, sono entrate in passato nei locali gay rifacendosi alla legislazione sulle "oscenità in luogo pubblico" o a altri commi amministrativi, chiudendo o cercando di chiudere tali esercizi "commerciali" rivolti alla clientela LGBT.

E' per questo che le tessere Arcigay sono diventate in pratica obbligatorie per la frequentazione del mondo gay italiano, e questo rappresenta spesso un elemento di polemica all'interno della comunità gay nei confronti di Arcigay.

Quindi il fatto che storici locali gay aperti inizialmente come locali pubblici si siano nel corso degli anni progressivamente associati ad Arcigay (o ad altre associazioni simili), è determinato da una necessità di "autodifesa" da parte del mondo commerciale (che politicamente non è, e non è mai stato, vicino alle posizioni politiche di Arci ed Arcigay) a fronte delle possibili azioni delle forze di polizia e degli squallidi "comitati per la morale" d'impronta cattolica.

Arcigay quindi paradossalmente risulta essere un coacervo di conflitti di interessi, in quanto è allo stesso tempo una camera di commercio (grazie a cui riceve introiti economici), una associazione di promozione sociale (si pensi alle lotte svolte da Arcigay contro l'AIDS) e un'organizzazione con intenti politici.
Ed essendo l'associazione gay più forte e con più potere mediatico è chiaro che non veda di buon occhio che le altre associazioni minori acquistino troppo spazio.
Che poi le associazioni in questione (non tutte però) perseguano interessi di carattere economico non lo metto in dubbio.
Vedi Imma Battaglia e il Di Gay Project. Da quando Alemanno è diventato sindaco, pur di continuare a ricevere finanziamenti, sta facendo comunella con la destra.

se hai delle prove, prosegui, altrimenti non è il caso di continuare.

:)

Mimnermo84
20-10-2008, 22.04.48
Non dispongo di link a proposito sinceramente, sia perchè si tratta spesso di eventi che si sono verificati un po' di tempo fa, sia perchè dubito ce ne siano in giro visto la scarsa rilevanza delle notizie.
Comunque posso assicurarti che conosco anche personalmente due gestori di un locale gay affiliato adesso ad Arcigay (e quindi circolo privato) i quali mi raccontavano che i primi tempi dopo l'apertura del locale avevano avuto alcuni problemi con le forze dell'ordine( in sostanza visite un po' troppo frequenti, o per controlli o su segnalazione di "qualcuno"). In altri paesi, penso ad esempio all'Inghilterra (sono appena tornato da un soggiorno a Londra), dove la situazione è completamente diversa: lì tutti i circuiti commerciali gay sono pubblici. In Italia, sebbene la situazione, a dover di cronaca, negli ultimi anni è migliorata, ancora resiste questa strana situazione di corporativismo medievale incarnato da Arcigay.-_-'

Comunque domani chiedo nell'associazione che frequento se sanno indicarmi dei link a riguardo.
Ti farò sapere.;):birra:

JGun83
20-10-2008, 22.16.40
Non dispongo di link a proposito sinceramente, sia perchè si tratta spesso di eventi che si sono verificati un po' di tempo fa, sia perchè dubito ce ne siano in giro visto la scarsa rilevanza delle notizie.
Comunque posso assicurarti che conosco anche personalmente due gestori di un locale gay affiliato adesso ad Arcigay (e quindi circolo privato) i quali mi raccontavano che i primi tempi dopo l'apertura del locale avevano avuto alcuni problemi con le forze dell'ordine( in sostanza visite un po' troppo frequenti, o per controlli o su segnalazione di "qualcuno"). In altri paesi, penso ad esempio all'Inghilterra (sono appena tornato da un soggiorno a Londra), dove la situazione è completamente diversa: lì tutti i circuiti commerciali gay sono pubblici. In Italia, sebbene la situazione, a dover di cronaca, negli ultimi anni è migliorata, ancora resiste questa strana situazione di corporativismo medievale incarnato da Arcigay.-_-'

Comunque domani chiedo nell'associazione che frequento se sanno indicarmi dei link a riguardo.
Ti farò sapere.;):birra:

Non voglio link o pareri di tuoi amici.

Sono un cattolico e ti aggiorno, esistono cattolici che non possono essere considerati "parte delle schiere di fanatici religiosi".

Io sono uno di questi e non ho nessun pregiudizio verso un omosessuale, pur essendo eterosessuale.

Ma, consentimi, il tuo approccio alla questione è rissoso, pretestuoso ed inconcludente.

In poche parole, se devi muovere delle critiche o esprimere opinioni, non usare toni che squalificano ciò che dici.

Grazie.


Prego.

vespino
20-10-2008, 22.18.10
No minmermo..sulla questio tessere arcigay non ha guadagno ha il solo guadagno della prima tessera, il rinnovo annuale va 10 E al circolo/locale e 5 al nazionale...poi ovvio che i locali si affilino per risparmiare(così come lo fanno con arci, i circolo cattolici e così via) ma è un altro discorso dire "arcigay è una camera di commercio" anche perchè investe moltissimo in campagne etc...poi che ci siano cose brutte(come i soldi spesi per uscite, alberghi etc per gli spostamento dell'e x sgretario) non lo metto in dubbio, ma questa cosa sta cambiando da anni..e te lo dice comunque una persona che è uscita da arcigay proprio perchè troppo " policizzata"... ma credo anche che senzxa il lavoro fatto da questa associazione oggi la comunità Lgbt non sarebbe qui..

p.s ooltrretutto ci sono miriadi di locali gay e lesbici non affiliati ad arcigay...

p.p.s per la questione religiosi,italia etc mi sembra eagerata anche se c'è da dire che in Italia la cultura gay= pedofili non la portano di certo avanti i valdesi...

Mimnermo84
20-10-2008, 22.22.49
Per Jung83
Mi spiace tu ti sia risentito, ma non mi sembra di aver scritto che tutti i cattolici di questo paese siano dei fantatici fondamentalisti.:)Ho detto che ce ne sono alcuni.Non capisco per quale ragione ti sia sentito chiamato in causa.Per il resto lo so benissimo che esistono per fortuna molti cattolici, e molti cristiani, illuminati su questi argomenti.Figurati, ho pure un amico che è membro di un gruppo di cristiani omosessuali.:birra:


ma credo anche che senzxa il lavoro fatto da questa associazione oggi la comunità Lgbt non sarebbe qui..
Mai messo in dubbio.
E' pur vero che di una cosa bisogna guardare non solo le luci, ma anche le ombre.;)
Che alcuni locali decidano di affiliarsi ad Arcigay per risparmiare è vero (mai detto che le suddette associazioni siano migliori sotto questo punto di vista), ma anche credo che questo sia dipeso, come dicevo, da un'esigenza di autodifesa dal mercato.Il problema delle tessere esiste, ed è ancora uno delle cose che spesso e volentieri vengono rinfacciate ad arcogay.



p.s ooltrretutto ci sono miriadi di locali gay e lesbici non affiliati ad arcigay...
...

E ce ne sono moltissimi che per entrare ti chiedono la tessera.;)

vespino
20-10-2008, 22.32.09
Se ti chiedono la tessera, come al mamamia di torre del lago, denuncia il locale perchè essendo pubblico non può fare selezione...questo è quanto e non è una cosa che dipende o controlla arcigay...Se è per autodifesa boh può darsi, ma non credo...tutto qui

P.s oddio mi sono accorto della foto ._____. ma doh!!! Per me .________. però mi ricordo che cerano davvero delle foto...

DIAZE
20-10-2008, 22.41.56
OT
Mimnermo sei il benvenuto ma avremmo già sforato la quota "omo" del forum...prima di accettarne altri dovremmo implementare la quota "femminile" quella con le tette per intenderci, anche lesbo purché tettedotate.
Nulla di personale.

:asd:

Eowyn.
20-10-2008, 23.02.46
...spero di averti reso un pò chiare le idee...
in sintesi nel mondo delle associazioni omosessuali italiane c'è il solito casino che c'è in parlamento/partiti...na vergogna!
Sì, abbastanza, grazie :)
E' l'Italia :)

per alcune campagne pubblicitarie discutibili (la pietra dello scandalo era un volantino dove era ritratto un fascistello che diceva "odio i gay ma amo il mio camerata")
Benvenuto (ignora le richieste di tette di Diazepam :asd: )

Domanda: ma la campagna di chi è? Arcigay o Azione? Mi sono un po' persa O_o

No, non turisti ma pellegrini è diverso [cut]
Lo avevo specificato quali sono le Aree aperte al pubblico, io parlo del vaticano come stato cioè come entrate che portano "dentro" lo stato vaticano, da li non passi, ci sono prima le guardie svizzere e dopo ci sono i secondi cancelli presidiati dai gendarmi.
No, ci entri anche da turista: io in San Pietro ci sono entrata 4 volte e mai come pellegrina :D
Il Vaticano come Stato comprende anche le aree aperte al pubblico: non è che l'Italia come Stato comprende solo Palazzo Madama, Montecitorio e il Quirinale, giardini compresi :D

vespino
20-10-2008, 23.14.55
E' la campagna del pride bologna...lui si riferiva ad un singolo manifesto perchè ce ne erano vari...la campagna è del comitato pride bologna 2008 , al quale hanno aderito varie associazioni...azione etc si sono dissociate contro questa campagna e contro il comitato e non ha partecipato alla realizzazione del pride...come ti ho spiegato sopra...comunque:

Bologna Pride 2008 » news (http://www.bolognapride.it) trovi info

Ecco l'immagine:

http://farm4.static.flickr.com/3014/2721583395_83a8a3bc13_o.gif

Edit: scusate questa non l'avevo mai vista.... XD

Risultato della ricerca immagini di Google per http://bp3.blogger.com/_6WqcEZiXBUk/SGTvFUbotpI/AAAAAAAAAYU/9nHMUiHaEPA/s400/BolognaPride05.jpg (http://images.google.it/imgres?imgurl=http://bp3.blogger.com/_6WqcEZiXBUk/SGTvFUbotpI/AAAAAAAAAYU/9nHMUiHaEPA/s400/BolognaPride05.jpg&imgrefurl=http://giusy-kei.blogspot.com/2008/06/l-eminenza-81-anni-impazzisce-per-le.html&h=400&w=296&sz=41&hl=it&start=64&um=1&usg=__9L1AlLGLNpu0rM0Qcw-B06DLohg=&tbnid=DAsVAkKHBlVc2M:&tbnh=124&tbnw=92&prev=/images%3Fq%3Dpride%2Bbologna%26start%3D60%26ndsp%3 D20%26um%3D1%26hl%3Dit%26client%3Dfirefox-a%26rls%3Dorg.mozilla:it:official%26sa%3DN)

Eowyn.
21-10-2008, 12.20.17
Grazie!

ginkobilobav2
21-10-2008, 12.28.02
chi non ha le palle per vivere di coscienza critica non ha le palle

e questo coinvolge sia chi manifesta tanto per manifestare sia chi vorrebbe strutturare le manifestazioni

l'uomo non è in grado di ammettere la possibilità di una correttezza critica non strutturata nell'espressione della fantasia solo perchè non affronta il fatto che la sua identità, la sua religione e il suo orientamento sensuale contano meno del granello del cazzo che è lui in questo minchia di universo dove come minimo muoiono decide di migliaia di miliardi di favolosi esseri viventi ogni giorno terrestre che passa

e perdonatemi l'uso della parola identità

aplo
21-10-2008, 16.17.37
No, ci entri anche da turista: io in San Pietro ci sono entrata 4 volte e mai come pellegrina :D
Il Vaticano come Stato comprende anche le aree aperte al pubblico: non è che l'Italia come Stato comprende solo Palazzo Madama, Montecitorio e il Quirinale, giardini compresi :D

Si ma o rispondi con un senso ai quote o lascia perdere.
Nessuno ha scritto che da turista non puoi entrare in piazza San Pietro, precisavo la grandissima cazzata che si tente spesso a dire "i turisti vengono a Roma per il vaticano" MEGA STRONZATA
se domani sciolgono lo stato vaticano i turisti continuano a venire lo stesso.
Continui a fare precisazioni che non hanno alcun senso, tra le altre cose cerchi di pragonare una nazione come tante ad una città stato "per quanto mi riguarda: anomalia" unica al mondo.

Cya

funazza
21-10-2008, 16.37.26
ginko lucidissimo come sempre :asd:

quoto.

FALLEN_ANGEL_664
21-10-2008, 17.20.48
Certo che no, ma il fatto dell'intervento della Polizia di Stato mi fa pensare a quanto ancora siamo alle dipendenze del Vaticano.

Ma in quanto polizia o quanto intervento? No, perchè nella piazza che io sappia la giurisdizione per accordi presi è ancora della polizia italiana. Se invece "critichi" l'intervenire in se, se la manifestazione non era autorizzata c'è poco da fare...


p.s mè venuto anche in mente che tra le mille spese che il vaticano comporta al nostro stato ci sono i trasporti aerei gratuiti, le forze dell'ordine che trasportano papa in tutta la nazione(le guardie svizzere non sono mica così tante..) etc etc...

Non so, è anche un capo di stato straniero. Non che questo l'autorizzi a farsi i giri a spese nostre, ma direi che almeno nelle visite ufficiali (quindi i viaggi in taxi per attraversare il tevere :asd:) risulterebbe in regola.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

vespino
21-10-2008, 19.52.22
Bè fallen..all'estero che centriamo noi scusa? alitalia che se la paghi.... i carabinieri idem... quindi non è solo in territorio italiano..

Eowyn.
22-10-2008, 12.31.35
Si ma o rispondi con un senso ai quote o lascia perdere.
Nessuno ha scritto che da turista non puoi entrare in piazza San Pietro, precisavo la grandissima cazzata che si tente spesso a dire "i turisti vengono a Roma per il vaticano" MEGA STRONZATA
se domani sciolgono lo stato vaticano i turisti continuano a venire lo stesso.
Continui a fare precisazioni che non hanno alcun senso, tra le altre cose cerchi di pragonare una nazione come tante ad una città stato "per quanto mi riguarda: anomalia" unica al mondo.

Scusa, ma la mia precisazione ha senso, eccome:

Verissimo e ti assicuro che meglio di me non lo sa nessuno, ma perdonami se ci tengo a sottolineare una cosa, i turisti non vengono a Roma SOLO per lo stato vaticano, che poi ad essere precisi( nello stato vaticano non si può entrare da turista ) si può entrare solo nei musei e a San Pietro.
Io ti continuo a ripetere che ANCHE San Pietro e la piazza e i Musei SONO STATO del Vaticano. Inutile che tu creda (e ribadisca) che per te lo è solo "il dietro". Non è così. Punto. Non ti piace che sia così, amen, sai a me che me frega :asd: Ma è così.
Sarà anche un'anomalia, ma non puoi cambiarne i confini a tuo piacimento.

destino
22-10-2008, 12.48.26
per chi si chiedeva chi dovesse proteggere il Papa fuori e dentro il Vaticano

da Polizia e Democrazia (http://www.poliziaedemocrazia.it/live/index.php?domain=rubriche&action=articolo&idArticolo=899)


All’interno del Vaticano invece chi pensa alla sua protezione?

C’è un sistema misto, Santa Sede Stato italiano. Oggi da dentro al Vaticano lo proteggono le guardie svizzere e la guardia pontificia, quando esce sul territorio italiano, dal 1929 è sotto la protezione dell’Ispettorato di Pubblica sicurezza, ma ogni volta che arriva all’aeroporto subentrano le forze di protezione del paese ospitante. In passato il sistema era molto più misto, perché c’erano per lo meno tre corpi di sorveglianza: gli svizzeri, la Guardia palatina e la Guardia nobile del Corpo con un responsabile che veniva chiamato “l’esente” proprio perché era esentato da ogni altro compito che non fosse quello di salvare la vita del Papa. Questo sistema la dice lunga sulle difficoltà legate alla sicurezza, perché sulla figura del Pontefice incidono interessi a mosaico, che corrispondono con i territori nei quali si spostava.

Eppure, nonostante tutte queste difficoltà, qualcuno per lavoro ha il compito di proteggere il Papa. Chi sono questi uomini e che tipo di preparazione hanno?

Sono intanto essere umani molto devoti, che hanno fatto di questo mestiere una missione. In Italia sono un centinaio di agenti di Pubblica sicurezza che operano nell’Ispettorato di Pubblica di sicurezza presso il Vaticano, frutto del concordato del 1929.

Anche apparati di intelligence fanno parte della protezione?

Dobbiamo distinguere: la protezione è fatta di due aree: un’area visibile, che ha una serie di funzioni, anche quella di deterrente, e un’area invisibile che ha una serie di funzioni tra cui la prevenzione. Nell’area visibile si muovono quelle formazioni di cui abbiamo parlato. Nell’area invisibile la protezione del Pontefice è affidata a centinaia di essere umani diversi, tra cui ovviamente c’è un’area che fa capo direttamente al centro decisionale del Vaticano, perché poi le decisioni finali le prende il Vaticano. Però quando parliamo di intelligence dobbiamo distinguere, perché non parliamo certo di personaggi stile James Bond. L’intelligence oggi ha tanti strati: c’è quella che si manifesta con le azioni fisiche e quella che invece si manifesta con azioni di controllo dalle quali poi dipendono le strategie dell’attacco e della difesa. Ma anche l’acustic intelligence, che è quella delle microspie, dei controlli sui telefoni, dei microfoni installati qua e là. E poi c’è quella delle intercettazioni di mail. Insomma ci sono vari livelli e varie persone, ovviamente circondate dal massimo riserbo.


bisognerebbe cmq leggersi con attenzione il concordato del 29 e le sue modifiche del 84 per capire con precisione tutti i compiti specifici che spettano allo stato italiano in tema di difesa del papa e del Vaticano

aplo
22-10-2008, 12.52.20
Scusa, ma la mia precisazione ha senso, eccome:

Io ti continuo a ripetere che ANCHE San Pietro e la piazza e i Musei SONO STATO del Vaticano. Inutile che tu creda (e ribadisca) che per te lo è solo "il dietro". Non è così. Punto. Non ti piace che sia così, amen, sai a me che me frega :asd: Ma è così.
Sarà anche un'anomalia, ma non puoi cambiarne i confini a tuo piacimento.


Continui a ribadire il superfluo già precisato da me, facendo ancora una pessima figura come chi continua a dire che le basi Nato sono territorio USA, lo sanno anche i sassi che si può transitare in piazza san pietro, lo stato del vaticano è venuto "DOPO" con stato vaticano si intende l'Area "cintata dalle mura" ed è off limits.
Il Dietro come lo chiami tu è tutta l'aria edificata e cintata DOPO la creazione del suddetto.
Che poi il terreno sia piu esteso e fin dove arrivi quello è un altro discorso, se è per questo non si ferma alla piazza come dicono alcuni, va ben oltre tanto per precisare.
I confini a piacimento li cambi tu asserendo che qualcuno "ancora non si sa chi" avrebbe affermato che solo i pellegrini possono passare per piazza san pietro.
La prossima volta informati.....a già ma te sai già tutto ci sei passata ben 4 volte a piazza san pietro :asd:


Cya

Eowyn.
22-10-2008, 14.32.34
Continui a ribadire il superfluo già precisato da me, facendo ancora una pessima figura come chi continua a dire che le basi Nato sono territorio USANo. Si diceva che le basi USA sono territorio USA. E lo sono.:asd:
Che a te piaccia o meno, ma lo sono :asd:
, lo sanno anche i sassi che si può transitare in piazza san pietro, lo stato del vaticano è venuto "DOPO" con stato vaticano si intende l'Area "cintata dalle mura" ed è off limits.
Il Dietro come lo chiami tu è tutta l'aria edificata e cintata DOPO la creazione del suddetto.
Che poi il terreno sia piu esteso e fin dove arrivi quello è un altro discorso, se è per questo non si ferma alla piazza come dicono alcuni, va ben oltre tanto per precisare.Ossignùr. TU hai asserito che come turista non si entra in Vaticano. IO ti dico che lo fai ogni volta che metti piede a San Pietro. Quando, come, dove o perchè abbiano tracciato i confini è superfluo: Piazza San Pietro e i Musei SONO Stato del Vaticano.

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/e/e4/Vaticano_mappa_it.jpg


Ed ora che mi hai ricordato che sei lo stesso delle "Basi USA non sono territorio USA" mi sono spiegata un paio di cose e ti saluto definitivamente. :birra:

vespino
22-10-2008, 15.56.02
Ovvio che sono stato del vaticano... xke ci sono dubbi ?._.

aplo
22-10-2008, 17.25.35
No. Si diceva che le basi USA sono territorio USA. E lo sono.:asd:
Che a te piaccia o meno, ma lo sono :asd:Ossignùr. TU hai asserito che come turista non si entra in Vaticano. IO ti dico che lo fai ogni volta che metti piede a San Pietro. Quando, come, dove o perchè abbiano tracciato i confini è superfluo: Piazza San Pietro e i Musei SONO Stato del Vaticano.

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/e/e4/Vaticano_mappa_it.jpg


Ed ora che mi hai ricordato che sei lo stesso delle "Basi USA non sono territorio USA" mi sono spiegata un paio di cose e ti saluto definitivamente. :birra:


Ancora con questa storia ? De coccio proprio solo le ambasciate sono territorio USA le Basi Nato sono concessioni che vengono date con scadenze precise e POI RINNOVATE documentatevi pls o evitate di sparare castronerie....


Cya

aplo
22-10-2008, 17.31.22
Ovvio che sono stato del vaticano... xke ci sono dubbi ?._.


Nessun dubbio, ma è totalmente superfluo ribadire l'ovvio, tra le altre inesattezze la mappa che ha postato è guarda caso sbagliata.
Infatti anche fuori dalla piazza esistono altri terreni che fanno parte dello stato vaticano e sono sotto la sua territorialità, basta attraversare la piazza, ci sono le targhe sugli edifici se uno non ci crede, ergo quella mappa è sbagliata.
Il fatto cmq rimane, se dici sono stato a visitare lo stato vaticano nessuno pensa a pizza San Pietro aperta a tutti ma pensa proprio alla Città Vaticana, quella appunto cinta da mura.
Se a Roma a chiunque dici sono entrato in vaticano, mai e poi mai penserebbe che ti stati riferendo a piazza San pietro ed il perchè è abbastanza ovvio, a quanto pare solo la nostra Eroina qui ha dei problemi di comprendonio.

Cya

Squizzo
22-10-2008, 18.15.22
Ancora con questa storia ? De coccio proprio solo le ambasciate sono territorio USA le Basi Nato sono concessioni che vengono date con scadenze precise e POI RINNOVATE documentatevi pls o evitate di sparare castronerie....

Le basi americane SONO considerate territorio americano. Punto.
Forse sei tu che ti devi documentare meglio.

destino
22-10-2008, 18.24.44
tema del giorno su open space: il mirror climbing :asd:

aplo
22-10-2008, 18.29.40
Le basi americane SONO considerate territorio americano. Punto.
Forse sei tu che ti devi documentare meglio.

Ma manco per niente Punto.

Citazione da uno studio di Natalino Ronzitti: Le basi Americane in Italia Problemi Aperti

Lo status del territorio su cui sorge la base viene talvolta erroneamente qualificato come territorio estero, specialmente in certa letteratura politologica. Il territorio su cui si trova la base, si tratti di basi americane o di basi Nato, è territorio italiano. Quindi l’istituzione della base non implica alcuna cessione di sovranità territoriale. Lo stato estero può essere presente in territorio italiano nei limiti dell’autorizzazione concessa e in virtù del principio volenti non fit iniuria. La base non è da considerare extraterritoriale, come se fosse una sede diplomatica

Studiate Studiate che ve fa bene

Cya

Matt
22-10-2008, 21.27.24
Vabbè, ragà...tutto sto casino per una cosa che si può risolvere facilmente, qualche molotov, due forconi e bruciamo tutto, e dalle rovine nascerà un immenso McDonald (.cit (http://it.wikipedia.org/wiki/I_predatori_dell%27arca_Madonna)) :asd:


Comunque sul serio, se ci fosse la possibilità di prendere a calci in culo le guardie Vaticane e tutti quelli che stanno li dentro sarei il primo a contribuire... e pensate cosa hanno fatto per ridurre così un pacifista convinto.

JGun83
22-10-2008, 21.53.05
tema del giorno su open space: il mirror climbing :asd:

sì oggi siamo a livelli record.

ginkobilobav2
23-10-2008, 02.45.37
non vorrei dire ma l'Italia ha la possiblità di interdire l'uso delle basi Nato o USA a seconda dei fini delle determinate operazioni militari come nel caso della Libia. Nel caso delle basi il territorio è Italiano anche se una volta concesso ciò che accade all'interno è appannaggio esclusivo non del governativo USA ma nello specifico del Pentagono in via diretta. Aviano ad esempio è una base che viene gestita in accordo tra due forze militari. Ovviamente la base americana viste le differenze di gestione, di potere, di comando, di intenti e di sovranità deve essere gestita separatamente in modo da preservare la burocrazia USA ad interim.

Lo stato Vaticano è uno stato indipendente e non occupa il territorio italiano

Gli edifici con targa vaticana invece godono del diritto di extraterritorialità, a seconda della posizione urbana le regole edilizie, di sicurezza e mantenimento dell'ordine sono quelle del territorio italiano mentre sono esenti da tributi etc come specificato dal diritto internazionale ma anche dagli stessi patti lateranensi all'articolo 15 comunque parzialmente contestato in diverse occasioni a seconda del contesto. In determinati casi gli abitanti del vaticano che risiedono nelle zone extraterritoriali sono considerabili agenti diplomatici, in altri casi la cosa viene contestata anche se documentarsi mi suona troppo faticoso per un argomento cosi scarsamente interessante.

Le ambasciate sono territori che ricadono sotto la definizione di zone extraterritoriali, sono territorio del paese ospitante e non territorio del paese che rappresentano. Si fa confusione a causa della norma van Groot che determina l'impossibilità delle forze di polizia di agire entro i confini di un'ambasciata. Però il diplomatico in carica nell'ambasciata può richiedere l'intervento delle forze di polizia o consegnare un colpevole alla giustizia del paese ospitante senza estradizione.
Negli stati con un governo sovrano le istallazioni estere sono piuttosto SOVRASTRUTTURE PROTETTE considerate come agenti diplomatici a cui viene consentito di esercitare un potere in grado di mantenere un microcosmo in grado di rispecchiare effettivamente il paese che rappresentano.