PDA

Visualizza versione completa : videosorveglianza e telecamere nel mirino del garante della privicy



HanSolo
26-09-2008, 19.38.41
Sono posizionate nei luoghi più impensati, camuffate in ogni edificio pubblico. Scuole, stadi e ospedali sono setacciati centimetro per centimetro da occhi digitali. E' in crescita costante il ricorso alle telecamere di controllo in aree aperte al pubblico e in aree private così come l'utilizzo di tecnologie sofisticate e sistemi miniaturizzati, ammonisce il Garante della privacy. E l'Autority vuole vederci chiaro, mettendo la videosorveglianza nel mirino. Si ripropone il problema dell'eccessivo monitoraggio della vita dei comuni cittadini, tenuti eccessivamente sotto controllo, con l'alibi di fondo di salvaguardare la sicurezza, come in un enorme Grande Fratello.



Le esigenze di sicurezza sono cresciute, sulla base dell'emergenza criminalità, e ciò rende necessaria un'azione per verificare se ci siano delle violazioni che riguardano il trattamento di dati sensibili.

Il Garante per la privacy specifica che i controlli stanno avvenendo in collaborazione con il Comando di unità speciali della Guardia di Finanza. Il fine delle verifiche è di controllare la conformità del funzionamento e dell'applicazione dei dispositivi di videosicurezza rispetto alle regole, fissate da un provvedimento generale emanato nel 2004 sul funzionamento nell'ambito pubblico e privato.

Gli accertamenti intendono scoprire eventuali aspetti non ancora contemplati nelle disposizioni normative. L'Autorità evidenzia che c'è troppo spesso una condivisione tra beni pubblici e privati, senza che ciò venga regolamentato in maniera idonea.

In questa zona grigia si aggiungono “dispositivi miniaturizzati o camuffati che, non essendo immediatamente percepibili come le tradizionali telecamere”, che implicano un'adeguata informativa, dettagliata ed esaustiva, ai fini della tutela della privacy.

voi cosa ne pensate a riguardo?vi da fastidio essere ripresi in qualunque istante,oppure non vi fa alcun effetto?

_Fred_
26-09-2008, 20.20.48
Sono posizionate nei luoghi più impensati, camuffate in ogni edificio pubblico. Scuole, stadi e ospedali sono setacciati centimetro per centimetro da occhi digitali. E' in crescita costante il ricorso alle telecamere di controllo in aree aperte al pubblico e in aree private così come l'utilizzo di tecnologie sofisticate e sistemi miniaturizzati, ammonisce il Garante della privacy. E l'Autority vuole vederci chiaro, mettendo la videosorveglianza nel mirino. Si ripropone il problema dell'eccessivo monitoraggio della vita dei comuni cittadini, tenuti eccessivamente sotto controllo, con l'alibi di fondo di salvaguardare la sicurezza, come in un enorme Grande Fratello.



Le esigenze di sicurezza sono cresciute, sulla base dell'emergenza criminalità, e ciò rende necessaria un'azione per verificare se ci siano delle violazioni che riguardano il trattamento di dati sensibili.

Il Garante per la privacy specifica che i controlli stanno avvenendo in collaborazione con il Comando di unità speciali della Guardia di Finanza. Il fine delle verifiche è di controllare la conformità del funzionamento e dell'applicazione dei dispositivi di videosicurezza rispetto alle regole, fissate da un provvedimento generale emanato nel 2004 sul funzionamento nell'ambito pubblico e privato.

Gli accertamenti intendono scoprire eventuali aspetti non ancora contemplati nelle disposizioni normative. L'Autorità evidenzia che c'è troppo spesso una condivisione tra beni pubblici e privati, senza che ciò venga regolamentato in maniera idonea.

In questa zona grigia si aggiungono “dispositivi miniaturizzati o camuffati che, non essendo immediatamente percepibili come le tradizionali telecamere”, che implicano un'adeguata informativa, dettagliata ed esaustiva, ai fini della tutela della privacy.

voi cosa ne pensate a riguardo?vi da fastidio essere ripresi in qualunque istante,oppure non vi fa alcun effetto?

Non ho niente da nascondere, quindi mi vanno bene. Se possono aumentare la sicurezza io non ho problemi.

Penso all'odioso omicidio di Verona i cui assassini vennero individuati da telecamere posizionate per le vie.

HanSolo
26-09-2008, 20.23.15
si infatti io credo se servono per migliorare la sicurezza tanto meglio!

hellspawn85
26-09-2008, 20.34.55
anche io credo fermamente che siano utili... lavoro in un centro commerciale e puntualmente riceviamo lamentele dai clienti per le troppe videocamere... quando gli viene rigata la macchina/rubata la brsetta o portafogli ecc.., però vengono a chiedere le regiastrazioni :tsk:

Eowyn.
26-09-2008, 21.15.24
Non ho niente da nascondere, quindi mi vanno bene.*

Tra l'altro, dati le continue rapine nelle tabaccherie, stiamo seriamente pensando di videosorvegliare anche il mio bar (per la cronaca: quest'anno il Governo ha stanziato finanziamenti alle tabaccherie proprio perchè vengano potenziate le misure di sicurezza nei locali... evidentemente cominciava a rodergli il fatto che i suoi soldi finissero rubati)

*Lorenzo*
26-09-2008, 22.42.45
Non ho niente da nascondere, quindi mi vanno bene. Se possono aumentare la sicurezza io non ho problemi.

Penso all'odioso omicidio di Verona i cui assassini vennero individuati da telecamere posizionate per le vie.

* Quotone.

Ultimamente mi sembra che la privacy sia stata tirata in ballo un po' troppo.
Sul diffondere dati personali ok, un po' di riguardo, giusto per evitare che poi ti tempestino di telefonate per propormi questo o quel servizio, ma io penso che tutta sta privacy la vuole principalmente gente che ha qualcosa da nascondere.




Male non fare, paura non avere :teach:

angelheart
27-09-2008, 12.29.44
Mi danno fastidio ad essere sincera, mi urta essere osservata, ma le tollero come compromesso di sicurezza (vedi il già citato caso di Verona) e non mi sognerei mai di promuovere o appoggiare la loro eliminazione

Ghostkonrad
28-09-2008, 01.13.36
Nel pubblico si è sotto gli occhi di tutte le persone presenti in zona, quindi, se le telecamere violassero la mia privacy, allora anche tutte le persone che osassero avvicinarmisi la violerebbero, quindi non vedo proprio il senso delle obiezioni del garante.
Non c'è nessuna differenza se a guardarti è una telecamera o un poliziotto, quindi non vedo di cosa dovrebbero spaventarsi le persone oneste. :mumble:

E tra parentesi, Orwell si rattristerebbe molto se si accorgesse che 1984 viene ormai tirato in ballo solo per sistemi di sorveglianza e telecamere, visto che il vero messaggio del libro era ben diverso. :)

MarcoLaBestia
28-09-2008, 15.11.40
http://www.zombie-inside.net/locandine/nemicopubblico.jpg

stan
28-09-2008, 15.15.35
Ah beh io non mi preoccuperei più di tanto, saranno già in orbita satelliti che con sistemi complessi di convergenza riescono a contarci i peli del naso...

Ora apro la finestra e alzo il dito medio.

Mischa
28-09-2008, 15.58.18
Non mi danno fastidio in sé, però capisco l'interesse del garante. Un conto è se una telecamera è impiegata come dispositivo di sicurezza all'interno di uno spazio privato, da privati, secondo norme precise; altro se lo stesso dispositivo viene adoperato da privati in aree pubbliche che, pur se rilevanti per il privato in termini di sicurezza, non lo sono per ragioni pubbliche e potrebbero (notare il condizionale) esporre chiunque a violazioni da parte del privato. Esempio idiota: se io banca metto un paio di telecamere nella zona di un bancomat e di un posteggio interno a un centro commerciale, ok, è per ragioni di sicurezza in teoria (NB: si parla di sicurezza loro, non mia, è bene ricordarlo, anche se potenzialmente a volte si traduce anche nel secondo caso, non spetta comunque a loro il controllo delle aree pubbliche), ma nulla garantisce a me, utente del bancomat e del posteggio, che le registrazioni non vengano usate per verificare quanto prelevo, che macchina ho, e subissarmi di offerte promozionali in base a tali dati. Ora, so benissimo che l'esempio è idiota e che nel 99,9% dei casi non andrà così, però mi sembra corretto che il garante (cui compito è appunto la tutela di interessi prima pubblici che dei privati), si interroghi su chi e cosa controllano i privati stessi, e soprattutto su come lo fanno.

Zio Fella
28-09-2008, 18.46.09
anche a me vanno bene, fosse per me le consentirei anche nei posti di lavoro per monitorare il personale, anche usando le registrazioni come materiale probatorio per il licenziamento per giustificato motivo.