PDA

Visualizza versione completa : VERITA' II



Muad'Dib
24-11-2001, 16.03.00
Mistero Bin Laden e l'esplosione prima del crollo delle torri
di Tom Bosco - Nexus magazine
Mentre scrivo queste righe, i media internazionali si stanno scatenando contro l’ultimo proclama in video dello “Sceicco del Terrore”, e quelli nostrani attribuiscono la qualifica di “minacce all’Italia” alcune delle dichiarazioni in esso contenute. La mia impressione è che, una volta di più, si voglia mettere in bocca a Osama Bin Laden delle affermazioni che lui non ha fatto. Come la sua ammissione di essere il mandante degli attentati su New York e Washington, che tutti i media gli hanno attribuito quando venne divulgato il suo primo proclama televisivo: io questa ammissione non l’ho proprio sentita, e voi? In compenso, ho scoperto che qualcuno ritiene addirittura che il (i) video in questione sia(no) una montatura, realizzata in digitale con tecnologie “morphing” o addirittura (è la tesi prevalente) tramite una controfigura.1 In effetti è un po’ strano vedere un fondamentalista islamico indossare un giubbotto dell’esercito USA, e tenere il microfono con la mano destra, quando l’FBI nella sua segnalazione sottolinea che è mancino. Ancor più strano risulta il confronto tra le dichiarazioni che gli si ascrivono e quelle da lui rilasciate in un’intervista, pubblicata il 28 settembre 2001 dal giornale pakistano di stanza a Karachi, lo Ummat,2 in cui alla domanda “Lei è stato accusato del coinvolgimento negli attacchi a New York e Washington. Cos’ha da dire al riguardo?”, Osama Bin Laden risponde: “Ho già detto di non avere a che fare con gli attacchi a New York e Washington. Come musulmano, faccio del mio meglio per astenermi dal dire una menzogna. Non so nulla di questi attacchi, né considero l’uccisione di donne, bambini ed altri esseri umani innocenti un atto apprezzabile. L’Islam proibisce decisamente di far male a donne, bambini ed altri esseri umani innocenti. Un atto del genere è proibito persino nel corso di una battaglia.”
Dunque, partendo dal presupposto che quanto sopra sia ricavato da un’intervista autentica a Osama Bin Laden, che conclusioni dovremmo trarne?
Ma passiamo ad altro. Avrete sentito delle proteste dei vigili del fuoco newyorchesi i quali, pur lavorando come volontari a “ground zero” nell’opera di scavo e recupero dei corpi ancora sepolti, molti dei quali appartenenti ai loro compagni, sono stati esautorati per motivi non del tutto chiari. Inizialmente non avevo fatto caso a questa notizia, ma poi mi è venuto il sospetto che forse li si vuole tenere il più lontano possibile da qualcosa che non devono assolutamente vedere. Cosa mi ha portato a pensare una cosa del genere? Be’, osservate la foto 1…
Il resto lo potete leggere seguendo questo link: http://www.nexusitalia.com/commenti.htm

Taker
24-11-2001, 16.15.00
Io resto dell'idea che è stato Bin Laden a causare tutta quella tragedia...o cmq dei suoi seguaci!!

Taker
24-11-2001, 16.18.00
Originariamente postato da Muad'Dib:
<STRONG>
Dunque, partendo dal presupposto che quanto sopra sia ricavato da un’intervista autentica a Osama Bin Laden, che conclusioni dovremmo trarne?
</STRONG>

Ecco...e chi ci dice che quest'intervista sia autentica o che cmq lui abbia detto la verità?

Mach 1
24-11-2001, 16.30.00
Come al solito la verità non ci appartiene.

vi voglio solo fare notare una cosa: supponiamo che la seconda guerra mondiale fosse stata vinta dai nazisti e che questi avessero mantenuto il potere fino ai giorni nostri. Noi saremmo cresciuti vedendo il mondo da questa ottica e tutto ciò che in questo ipotetico scenario si sarebbe potuto presentare sarebbe apparso a noi come normale. Ci avrebbero fatto studiare sui libri di scuola che il ruolo dei cattivi durante la seconda guerra mondiale sarebbe stato quello degli inglesi - francesi e americani e nessuno sarebbe stato a conoscenza di ciò che accadeva nei campi di concentramento.
Questa sarebbe stata la nostra verità.

tutto questo per fortuna non si è verificato ed ora ci troviamo di fronte alla nostra attuale verità.

tutto questo apparentemente insensato discorso serve a fare capire che in ogni caso la verità intesa come conoscenza di ciò che è realmente accaduto senza interpretazioni soggettive, senza omissioni di fatti, senza manipolazioni di avvenimenti non appartiene a nessuno. Ci dobbiamo semplicemente fidare di ciò che ci viene detto confidando nell'onestà di chi ci dice ciò.

per questo motivo se la guerra che si sta combattendo in afghanistan verrà vinta dagli americani allora la storia riconoscerà Bin Laden come colpevole degli attentati. Se il mondo islamico dovesse insorgere all'unisono e ottenere il controllo del mondo allora Bin Laden sarà solo una vittima di quello che per loro era il nemico.

In sostanza quello che voglio dire è che la verità che tutti cercano è solamente una questione di fiducia e che essa assume posizioni differenti a seconda delle persone di cui ci fidiamo.

in fondo, del mondo d'oggi, chi ci capisce qualcosa?

Taker
25-11-2001, 11.13.00
Concordo nel tuo ragionamento Mach ;)

MaGiKLauDe
25-11-2001, 13.22.00
scusa... dove trovo foto 1?

hixon
25-11-2001, 13.50.00
kiunque sia stato....prima o poi la pagherà! :mad:

lama
25-11-2001, 14.27.00
nn ho neanche letto :D :D

hixon
25-11-2001, 14.33.00
Gli spammers si moltiplicano...

Taker
25-11-2001, 18.09.00
Originariamente postato da MaGiKLauDe:
<STRONG>scusa... dove trovo foto 1?</STRONG>

Già anche io ci ho fatto caso...dov'è stà foto1?? :rolleyes:

Jimmy Woodman
26-11-2001, 01.26.00
Originariamente postato da lama:
<STRONG>nn ho neanche letto :D :D</STRONG>

Purtroppo, non fai neanche commenti intelligenti!

Jimmy Woodman
26-11-2001, 01.37.00
Originariamente postato da MaGiKLauDe:
<STRONG>scusa... dove trovo foto 1?</STRONG>

Pure io non l'ho trovata! :(