PDA

Visualizza versione completa : Colpo di fulmine o lunga frequentazione?



Mister X
03-08-2008, 10.54.39
sono uscito ieri sera a cena con la mia metà (non ci conosciamo da molto)

Questa tua frase mi ha fatto tornare in mente una considerazione che faccio molto frequentemente.
Spero di riuscire a farmi capire.

Per quale assurdo motivo la maggior parte delle relazioni sentimentali nasce come colpo di fulmine e non è quasi mai invece la naturale evoluzione di una lunga e felice amicizia? Tra l'altro ho pure notato che molto spesso si tende a dare più fiducia ad un partner conosciuto da appena due settimane che ad un amico che ti è stato vicino per quindici anni. Anche a voi risulta questa cosa?

JGun83
03-08-2008, 11.19.36
Questa tua frase mi ha fatto tornare in mente una considerazione che faccio molto frequentemente.
Spero di riuscire a farmi capire.

Per quale assurdo motivo la maggior parte delle relazioni sentimentali nasce come colpo di fulmine e non è quasi mai invece la naturale evoluzione di una lunga e felice amicizia? Tra l'altro ho pure notato che molto spesso si tende a dare più fiducia ad un partner conosciuto da appena due settimane che ad un amico che ti è stato vicino per quindici anni. Anche a voi risulta questa cosa?

Forse andrò leggermente OT ma la tua è una domanda intelligente e vale la pena rispondere bene :)

Colpo di fulmine o lunga frequentazione? Forse vince sempre il primo perchè dopo anni (ma anche dopo mesi) vedi un amico/un'amica come tale e solo come tale. Puoi avere bisogno di tempo per capire l'importanza del colpo di fulmine, ma sei consapevole sin dall'inizio di cosa vedi in una persona (potenziale conoscente, amica, compagna).

Dal mio punto di vista sarebbe difficile avere un rapporto sentimentale con amiche di vecchia data.

Sento una persona quasi tutti i giorni da 8 anni. Bella ragazza, c'è sintonia ma..niente. A volte invece basta un mese, un mese e mezzo e... :)

Ps: non è che si dà più fiducia... o meglio la si dà ma senza ragioni razionali.. si crede in quella persona perchè questo ti dicono le sensazioni e le sensazioni... non si comandano facilmente. :)

Fabio
03-08-2008, 12.47.07
Se non abbiamo la fortuna di incontrare la persona compatibile con noi rischiamo di rimanere soli per sempre.

Noto che in provincia di Ravenna questo ragionamento non siamo in pochi a farlo. :asd:

JGun83
03-08-2008, 14.04.29
Ho capito perfettamente. Ha una certa logica. :)

Peccato solo che tutta la nostra esistenza sia legata al caso, dalla nascita alla morte. Se non abbiamo la fortuna di incontrare la persona compatibile con noi rischiamo di rimanere soli per sempre. Che esseri insignificanti che siamo, alla faccia dell'umanesimo :asd:

Caso, Disegno, Progetto di Dio, Destino, Fortuna, ecc...

Dipende dal punto di vista.

Si porebbe pensare che certe persone le si debbano incontrare per forza...prima o poi... :)


Cmq sull'argomento galateo.. a parte versare l'acqua, far sedere la signora ecc..

sul telefonino: io quando sono a tavola lo spengo sempre.

Guai a rispondere al cell mentre sono a tavola con qualcuno :)

DIAZE
03-08-2008, 15.07.04
Split topic

JGun83
03-08-2008, 16.08.39
Split topic

thanks :)

angelheart
03-08-2008, 20.00.11
Tra l'altro ho pure notato che molto spesso si tende a dare più fiducia ad un partner conosciuto da appena due settimane che ad un amico che ti è stato vicino per quindici anni. Anche a voi risulta questa cosa?

Non nel mio caso: effettivamente do' estrema fiducia e importanza alla parola dei miei amici più cari, e difficilmente nella mia vita questi sono passati in secondo piano rispetto al mio partner del momento.

Daniel_san
03-08-2008, 20.23.37
Io sono refrattario ai colpi di fulmine... :sisi:

Fabio
03-08-2008, 20.29.18
Io sono refrattario ai colpi di fulmine... :sisi:

Io no, tendenzialmente ho un occhio che non sbaglia mai. Peccato che poi siano quelle che mi hanno colpito a essere refrattarie a una relazione, per tanti motivi. :asd:

Daniel_san
03-08-2008, 20.44.23
Non sono mai stato soggiogato da una tempesta da ormoni, a dire il vero non ce l'ho mai avuta.
Se conosco a fondo una ragazza a causa di una lunga frequentazione posso anche decidere di corteggiarla, a volte mi è andata bene altre volte no.
Non sono fatto per le relazioni mordi e fuggi.

Man.Erg
03-08-2008, 20.46.17
Tra l'altro ho pure notato che molto spesso si tende a dare più fiducia ad un partner conosciuto da appena due settimane che ad un amico che ti è stato vicino per quindici anni. Anche a voi risulta questa cosa?

potere della figa :teach:
scusate, ma dovevo essere esplicito :asd:

Mach 1
03-08-2008, 20.48.42
Questa tua frase mi ha fatto tornare in mente una considerazione che faccio molto frequentemente.
Spero di riuscire a farmi capire.

Per quale assurdo motivo la maggior parte delle relazioni sentimentali nasce come colpo di fulmine e non è quasi mai invece la naturale evoluzione di una lunga e felice amicizia? Tra l'altro ho pure notato che molto spesso si tende a dare più fiducia ad un partner conosciuto da appena due settimane che ad un amico che ti è stato vicino per quindici anni. Anche a voi risulta questa cosa?

per il semplice fatto che generalmente per due persone scoprire che tra loro c'è una reciproca sintonia e attrazione non richiede un anno di tempo ma decisamente molto meno.

se avessi un amica che conosco da anni è difficile che questa di punto in bianco si accorga di mie qualità che fino a quel momento non aveva notato come è difficile che io di punto in bianco mi accorga di essere attratto da lei dopo aver avuto anni a disposizione per conoscerla e poterne apprezzare le doti.

fammi indovinare: c'è una tua amica di cui sei innamorato silenziosamente da molto tempo che s'è appena mollata col suo fidanzato storico e a quel punto mentre tu speravi di avere un occasione tempo un mese e lei invece s'è messa assieme con un perfetto sconosciuto con cui adesso tromba alla grandissima? :asd:

funazza
03-08-2008, 20.54.30
Non sono mai stato soggiogato da una tempesta da ormoni, a dire il vero non ce l'ho mai avuta.


Non sono fatto per le relazioni mordi e fuggi.


le due cose non sono mica necessariamente collegate. anzi.

Daniel_san
03-08-2008, 21.01.31
per il semplice fatto che generalmente per due persone scoprire che tra loro c'è una reciproca sintonia e attrazione non richiede un anno di tempo ma decisamente molto meno.
se avessi un amica che conosco da anni è difficile che questa di punto in bianco si accorga di mie qualità che fino a quel momento non aveva notato come è difficile che io di punto in bianco mi accorga di essere attratto da lei dopo aver avuto anni a disposizione per conoscerla e poterne apprezzare le doti.


Succede spesso e volentieri così, rovesciare una situazione come quella descritta da te è sempre difficile e infruttuosa


le due cose non sono mica necessariamente collegate. anzi.

Ovvero?

funazza
03-08-2008, 21.06.27
Ovvero?


ovvero che un cosiddetto"colpo di fulmine" derivante da una tempesta ormonale mica necessariamente porta ad una roba "mordi e fuggi" come l'hai chiamata tu....se ho frainteso (possibile) ignora questo messaggio.

Mister X
03-08-2008, 21.57.09
fammi indovinare: c'è una tua amica di cui sei innamorato silenziosamente da molto tempo che s'è appena mollata col suo fidanzato storico e a quel punto mentre tu speravi di avere un occasione tempo un mese e lei invece s'è messa assieme con un perfetto sconosciuto con cui adesso tromba alla grandissima? :asd:

Assolutamente no °o°
È stata veramente la frase di JGun83 a farmi rievocare questo pensiero.

rivendicatore
03-08-2008, 22.08.17
dopo una mia personale esperienza posso dire: no, non può capitare.
non a me.
però a lei si, con un altro amico di lunga data.
il giorno prima della "rivelazione".
in vacanza, mentre dormivamo insieme.
con il mio migliore amico.
che sà le mie intenzioni.

ecco ora sò di essere uno sfigato pazzesco e forse pure in OT, ma tutte le volte che sento parlare di amore proveniente da un amicizia duratura mi viene talmente il sangue al cervello che tirare fuori questa storia è impulsivo.

Mach 1
03-08-2008, 22.41.25
dopo una mia personale esperienza posso dire: no, non può capitare.
non a me.
però a lei si, con un altro amico di lunga data.
il giorno prima della "rivelazione".
in vacanza, mentre dormivamo insieme.
con il mio migliore amico.
che sà le mie intenzioni.

ecco ora sò di essere uno sfigato pazzesco e forse pure in OT, ma tutte le volte che sento parlare di amore proveniente da un amicizia duratura mi viene talmente il sangue al cervello che tirare fuori questa storia è impulsivo.

io questa cosa non l'ho mai capita francamente, e non sto parlando del tuo specifico caso che non conosco ma della situazione generica che è comunque un classico dei rapporti che coinvolgono amore ed amicizie.

Secondo quale principio se un mio amico dovesse venirti a dire "sai quella mi piace" allora la ragazza in questione dovrebbe diventare assolutamente e automaticamente off-limits?

Voglio dire, ci sono persone talmente timide, introverse o imbranate che non avrebbero il coraggio di provarci con una persona nemmeno se ci uscissero da soli tutte le sere per un mese a fila. Ora, se una persona di questo tipo dovesse dire "sai la ragazza taldeitali mi piace" cosa dovrei fare da amico se per caso lei dovesse piacere anche a me? attendere all'infinito che l'imbranato ci provi?
oppure, se l'amico in questione ci prova e lei gli da il due di picche, a quel punto com'è da considerarsi la situazione? l'amica diventa libera e ci posso provare pure io, oppure perchè il rifiutato mi ha confidato di morirle comunque dietro dovrei rispettare comunque il suo sentimento, con il risultato che anzichè essere infelice solamente il rifiutato, dalla situazione ne rimarrebbero infelici in tre ( ovvero il rifiutato, la ragazza, e io )?

Voglio dire, capisco benissimo che sarebbe da carogna mettere di proposito il bastone tra le ruote a un amico oppure batterlo sul tempo mentre lui sta pianificando il corteggiamento, ma trovo anche assurdo che alcune persone ritengano sufficiente fare sapere in giro che una ragazza piace loro per ritenere acquisito il diritto che nessuno ci provi con costei vita natural durante. Anche perchè se due amici puntano la stessa ragazza secondo quale principio dovrebbe avere la prelazione chi per primo confida all'altro di esserne attratto? Secondo me una volta che ci si rispetta reciprocamente e non si scende a colpi bassi o intenzionali sgambetti, è tutto leale.

destino
03-08-2008, 23.06.22
Questa tua frase mi ha fatto tornare in mente una considerazione che faccio molto frequentemente.
Spero di riuscire a farmi capire.

Per quale assurdo motivo la maggior parte delle relazioni sentimentali nasce come colpo di fulmine e non è quasi mai invece la naturale evoluzione di una lunga e felice amicizia? Tra l'altro ho pure notato che molto spesso si tende a dare più fiducia ad un partner conosciuto da appena due settimane che ad un amico che ti è stato vicino per quindici anni. Anche a voi risulta questa cosa?

semplicemente perchè amicizia e amore sono 2 sentimenti profondamente diversi, quello che lega 2 persone che decidono di stare assieme non è solo la fiducia che l'uno ha nei confronti dell'altro, ma anche gli interessi, le idee espressi, e ovviamente anche quell'alchimia che si instaura tra 2 persone e che si chiama attrazione.

E' raro che una persona inizi a sentirsi attratta da un'altra dopo anni di conoscenza, è molto + probabile che quell'attrazione ci fosse gia ma che venisse celata per il quieto vivere ( esempio altre persone con cui si ha gia una relazione )

cmq ste cose le ha gia sviscerate un uomo che aveva capito tutto delle donne :sisi:

429_QfAWfR0

Daniel_san
03-08-2008, 23.14.53
ovvero che un cosiddetto"colpo di fulmine" derivante da una tempesta ormonale mica necessariamente porta ad una roba "mordi e fuggi" come l'hai chiamata tu....se ho frainteso (possibile) ignora questo messaggio.

A si scusa sono io che son limitato... :red: :(

Hai perfettamente ragione! :birra: :kiss:

Sharden
03-08-2008, 23.45.46
Le persone mi fanno così tanta pena che il colpo di fulmine potrebbe al più significare che avrei voglia di metterlo tra le cosce della tizia in questione...

Mesi mesi mesi mesi mesi e ancora mesi di conoscenza, e poi forse e dico FORSE potrei concedermi per più di una uscita in amicizia.



Penso proprio che se e quando non starò più con la mia attuale ragazza non troverò più nessuno :sisi:
Ma sinceramente nemmeno vorrei


rispondendo alle domande dell'open post, buona parte delle persone sono comandate dall'organo sessuale :asd:

Fabio
04-08-2008, 00.18.03
Io ritengo che l'attrazione istantanea sia fondamentale perché ci sia qualche possibilità che dopo si crei una storia vera e propria, mentre è molto difficile che un'amicizia si tramuti in amore e di questo me ne sto rendendo conto giorno dopo giorno sulla mia pelle.

Adesso non ho tempo, ma appena ne ho racconterò brevemente ciò che mi sta capitando in questo periodo (tranquilli, non è una cosa che finisce bene :asd: ).

Man.Erg
04-08-2008, 00.26.37
(tranquilli, non è una cosa che finisce bene :asd: ).

tranquillo, non ne avevamo dubbio :sisi:

rivendicatore
04-08-2008, 00.39.41
cut

magari avvisare o perlomeno parlarmene o perlomeno non farlo nel mio letto con lei quando parlavamo che il giorno dopo avrei giocato la mia pedina. non si chiama prelazione, ma si chiama carognata nei miei confronti. se lei si faceva un altro chissene, voglio dire.

detto questo, concordo sulla tua linea. finchè non ci sono sgambetti e c'è lealtà tutto è lecito.

Cocitu
04-08-2008, 01.04.55
La mia esperienza personale è a favore del "colpo di fulmine"

ho avuto esperienza di tutte e due le situazioni e sinceramente quella del "colpo" è stata ed è la più soddisfacente.

Ho avuto una sorta d relazione con una mia carissima amica che è praticamente durata dal 1982 e per i successivi 10 anni circa.
Siamo cresciuti assieme e abbiamo sperimentato assieme l'amore fisico, ma praticamente non ci siamo mai amati nel vero senso del termine, è stato uno scoprire assieme la sessualità e poi è andata avanti solo ed esclusivamente in maniera fisica non ostante entrambi avessimo delle parallele relazioni "ufficiali"

non ci siamo mai detti un basta, ma è finita quando, guardandoci in faccia abbiamo capito che eravamo diventati una sorta di coppia abitudinaria.
Ci vediamo poco perchè lei si è traferita a vivere molto lontano da me, ma siamo rimasto ottimi amici.

Con mia moglie è stato decisamente diverso.

La ho conosciuta 13 anni fa ed è stato un classico colpo di fulmine.

La ho notata al mio rientro a casa di mia madre per la pausa estiva dall'università ( lei lavorava nella gastronomia sotto casa) ed essendomi piaciuta al volo, con pensieri poco edificanti verso di lei e il suo corpo, ordinandogli un pollo la ho invitata ad uscire la sera.
Visto che quel giorno gli dei sembravano guardare benevolmente verso il sottoscritto, timidamente accettò di uscire.

Dopo un paio d'ore passai a prenderla a casa sua e la portai a bere qualche cosa e tra una chiacchiera e l'altra finimmo in una discoteca che in quegli anni era praticamente un mito, il "Tropico Mediterraneo" ritrovo di sballoni e gioventù bruciata.
Stordita dalla musica e dalla stanchezza del lavoro mi chiese di accompagnarla a casa e mentre la riaccompagnavo mi disse che non aveva mai visto il mare di notte ed io, da perfetto ricettacolo di ormoni ribollenti mi offrii di farglielo vedere (il mare).
Appena scesi dalla macchina, la presi per le spalle e gli stampai un bacio di quelli che non amettono repliche.
Non mi prese a schiaffi e non mi disse praticamente nulla.
Dopo 15 giorni si traferì, armi e bagagli, a vivere a casa mia e da allora non faccio che accendere ceri a tutti i santi.

A proposito, prima di me non aveva avuto neanche il fidanzatino delle elementari

funazza
04-08-2008, 02.54.19
oddio mi commuovo a leggere ste cose, giuro

ma allora anche il texano dagli occhi di ghiaccio ha dei sentimenti :mecry:

JGun83
04-08-2008, 09.48.27
Le persone mi fanno così tanta pena che il colpo di fulmine potrebbe al più significare che avrei voglia di metterlo tra le cosce della tizia in questione...

Mesi mesi mesi mesi mesi e ancora mesi di conoscenza, e poi forse e dico FORSE potrei concedermi per più di una uscita in amicizia.



Penso proprio che se e quando non starò più con la mia attuale ragazza non troverò più nessuno :sisi:
Ma sinceramente nemmeno vorrei


rispondendo alle domande dell'open post, buona parte delle persone sono comandate dall'organo sessuale :asd:


Non del tutto sbagliato.

Mi spiego, io sto con una ragazza che mi piace molto anche fisicamente ma che mi fa "aspettare" perchè lei riiene la nostra storia potenzialmente "definitiva" e vuol fare tutto con estrema calma.

E io, dato che al momento per me la sua felicità ed i suoi desideri vengono prima dei miei, non ho problemi ad aspettare.

Tuttavia siamo animali e come tali abbiamo degli isinti, tra cui mangiare, riprodursi, sopravvivere, uccidere ecc..

Poi, si dice (ma non è del tutto confermato), che ci siamo evoluti ed abbiamo represso alcuni istinti (uccidere), dimenticato il valore di altri (sopravvivere), bollato altri come amorali (riprodursi) ecc...

Però..sempre bestie siamo :D

FiLoX
04-08-2008, 11.09.48
Sì, m'è capitato il colpo di fulmine. La lunga frequentazione non proprio, nel senso che conoscevo da tanto tempo questa persona ma essendo di città diverse non ci vedevamo molto spesso. Il colpo di fulmine è davvero bestiale, se la domanda è scegliere una delle due cose allora lo preferisco.

Zidanie5
04-08-2008, 11.18.01
Per quale assurdo motivo la maggior parte delle relazioni sentimentali nasce come colpo di fulmine e non è quasi mai invece la naturale evoluzione di una lunga e felice amicizia?

A me invece è successo, dopo due anni di amicizia ci siamo fidanzati.
Ora siamo insieme da due anni quindi non è che vada male questo percorso :asd:
È solo che è un po' difficile dopo anni di amicizia avvicinarsi da un punto di vista più profondo, ti senti troppo inibito da un affetto "meno fisico".
Però ho notato che quando poi si riesce ad iniziare qualcosa, è più facile fare una storia bella e duratura, soprattutto perchè ci si conosce bene, e perchè in alcuni momenti di una storia se viene a mancare la passione forte resta una grande intimità ed amicizia, che fa superare momenti di "bassa marea" più facilmente.
Just my 2 cents eh!

Fabio
04-08-2008, 12.58.27
Tornando al discorso che facevo prima... io ritengo di avere un "occhio clinico", perché mi basta uno sguardo per capire se una persona possa essere compatibile con quello che cerco. Le ragazze da cui sono stato attratto sono state quasi sempre "scelte" così, e praticamente in tutti i casi si trattava di fanciulle che avevano le caratteristiche che cercavo (e non a livello fisico, visto che quella è una cosa che tengo in considerazione molto relativamente, visto che io stesso sono tutt'altro che un adone). Peccato che, nella totalità dei casi, si sia sempre trattato di ragazze già impegnate o che in quel momento stavano andando dietro a qualcun altro, cosa che vanificava completamente tutto. :asd: (ovviamente, sto parlando di casi in RL, perché con le persone conosciute via Internet tutto avviene praticamente al contrario).

Un paio di mesi fa sono uscito da una ragazza, che in realtà avevo già adocchiato due anni prima a un convegno, ma non avevo mai avuto il coraggio di parlarle, né dal vivo né tramite rete, pur disponendo dei suoi contatti (non me li aveva passati lei, ma un amico comune). L'"occhio clinico" aveva funzionato anche in questo caso, perché, pur non parlandole, in questi anni, in cui l'avevo anche intravista un altro paio di volte, avevo comunque seguito il suo blog, certi suoi scritti e via dicendo, e avevo capito che si trattava di una persona "compatibile" con quello che cercavo, se così si può dire (prima di uscire insieme, chiaramente, complice l'ultima edizione del convegno, ero riuscito a rompere il ghiaccio e quindi il timore di prima mi era passato). Poco dopo l'uscita, però, la ragazza (che a quanto pare sta ancora andando dietro a un ex... l'occhio clinico ci prende sempre :asd: ) capisce che io sono interessato a lei e comincia quindi a irrigidirsi. A questo punto, io comincio a fare una serie di errori dovuti alla totale inesperienza (non li racconto per evitare risate a crepapelle), dovuta al fatto che alla veneranda età di 27 anni non ho comunque mai avuto storie e continuo comunque a chiederle sempre di uscire, ricevendo continui due di picche.

Abbiamo parlato, ci siamo chiariti e tuttora continuiamo a chiacchierare spesso (la cosa bella è che quando si mette a parlare con me, ovviamente via MSN, arriva praticamente sempre in ritardo al lavoro... tanto che ho smesso di "chiamarla" al mattino proprio per questo motivo). Nonostante ciò, non ho più voluto chiederle di uscire assieme, perché sono convinto che riceverei un altro due di picche. Le possibilità quindi sarebbero due: cercare di farsi vedere come amico, anche se una situazione simile, considerando il fatto che mi son già compromesso (ossia che lei ha capito che sono interessato a lei), per poi eventualmente sferrare l'attacco più avanti, o lasciar perdere. E ho deciso di lasciar perdere, perché son convinto che da un'amicizia non potrebbe mai e poi mai nascere una relazione come dico io. Lei lo sa che mi piace, quindi mi aspetto una sua mossa. Se non dovesse arrivare è perché lei alla fine non è interessata a me come "amante", ma solo come "amico", quindi è meglio evitare di sprecare altro tempo e sforzi a inseguirla.

Questa è la mia visione delle cose. Certo, magari un pochettino "biased", però la vedo così.

JGun83
04-08-2008, 13.03.33
Tornando al discorso che facevo prima... io ritengo di avere un "occhio clinico", perché mi basta uno sguardo per capire se una persona possa essere compatibile con quello che cerco. Le ragazze da cui sono stato attratto sono state quasi sempre "scelte" così, e praticamente in tutti i casi si trattava di fanciulle che avevano le caratteristiche che cercavo (e non a livello fisico, visto che quella è una cosa che tengo in considerazione molto relativamente, visto che io stesso sono tutt'altro che un adone). Peccato che, nella totalità dei casi, si sia sempre trattato di ragazze già impegnate o che in quel momento stavano andando dietro a qualcun altro, cosa che vanificava completamente tutto. :asd: (ovviamente, sto parlando di casi in RL, perché con le persone conosciute via Internet tutto avviene praticamente al contrario).

Un paio di mesi fa sono uscito da una ragazza, che in realtà avevo già adocchiato due anni prima a un convegno, ma non avevo mai avuto il coraggio di parlarle, né dal vivo né tramite rete, pur disponendo dei suoi contatti (non me li aveva passati lei, ma un amico comune). L'"occhio clinico" aveva funzionato anche in questo caso, perché, pur non parlandole, in questi anni, in cui l'avevo anche intravista un altro paio di volte, avevo comunque seguito il suo blog, certi suoi scritti e via dicendo, e avevo capito che si trattava di una persona "compatibile" con quello che cercavo, se così si può dire (prima di uscire insieme, chiaramente, complice l'ultima edizione del convegno, ero riuscito a rompere il ghiaccio e quindi il timore di prima mi era passato). Poco dopo l'uscita, però, la ragazza (che a quanto pare sta ancora andando dietro a un ex... l'occhio clinico ci prende sempre :asd: ) capisce che io sono interessato a lei e comincia quindi a irrigidirsi. A questo punto, io comincio a fare una serie di errori dovuti alla totale inesperienza (non li racconto per evitare risate a crepapelle) e continuo comunque a chiederle sempre di uscire, ricevendo continui due di picche.

Abbiamo parlato, ci siamo chiariti e tuttora continuiamo a chiacchierare spesso (la cosa bella è che quando si mette a parlare con me, ovviamente via MSN, arriva praticamente sempre in ritardo al lavoro... tanto che ho smesso di "chiamarla" al mattino proprio per questo motivo). Nonostante ciò, non ho più voluto chiederle di uscire assieme, perché sono convinto che riceverei un altro due di picche. Le possibilità quindi sarebbero due: cercare di farsi vedere come amico, anche se una situazione simile, considerando il fatto che mi son già compromesso (ossia che lei ha capito che sono interessato a lei), per poi eventualmente sferrare l'attacco più avanti, o lasciar perdere. E ho deciso di lasciar perdere, perché son convinto che da un'amicizia non potrebbe mai e poi mai nascere una relazione come dico io. Lei lo sa che mi piace, quindi mi aspetto una sua mossa. Se non dovesse arrivare è perché lei alla fine non è interessata a me come "amante", ma solo come "amico", quindi è meglio evitare di sprecare altro tempo e sforzi a inseguirla.

Questa è la mia visione delle cose. Certo, magari un pochettino "biased", però la vedo così.

Non arriverà mai una sua mossa.

Magari se tu trovi un'altra compagna, ti sembrerà che lei si avvicini a te.. non cascarci :)

Sono luoghi comuni molto "biased", ma va quasi sempre così... :)

funazza
04-08-2008, 13.03.38
zzzzzzzzzzzzzz

Mach 1
04-08-2008, 13.34.26
Un paio di mesi fa sono uscito da una ragazza

è qui che sbagli! lo scopo è entrarci! ENTRARCI!! :asd:

Mister X
04-08-2008, 14.09.21
Non arriverà mai una sua mossa.


E poi pretendono pure l'uguaglianza tra i sessi dopo aver lasciato fare tutto il lavoro a noi... ipocrite :tsk:

Spero abbiate percepito il tono volutamente ironico

Fabio
04-08-2008, 14.33.57
Non arriverà mai una sua mossa.

Motivo per cui ho deciso di lasciar perdere, siccome lo so perfettamente che non arriverà mai. Speriamo che il mio occhio clinico, la prossima volta, si sbagli. :asd:


zzzzzzzzzzzzzz

Lo so che l'attrazione per voi GdO sia basa solo sui feromoni e non su altro. :asd: Me ne farò una ragione.

Maharet
04-08-2008, 14.38.40
perche' (a volte) meno ci si conosce e piu' ci si ama ;)

funazza
04-08-2008, 15.11.38
ma piantala Bill

ci credo che stufi le persone, non ascolti un cazzo di quello che ti si dice.

Fabio
04-08-2008, 16.16.23
ma piantala Bill
ci credo che stufi le persone, non ascolti un cazzo di quello che ti si dice.

Infatti tutti mi stanno dicendo di lasciar perdere. Una volta che dò ragione a chiunque, dici che non sto ascoltando nessuno? :D

funker
04-08-2008, 16.23.03
perche' (a volte) meno ci si conosce e piu' ci si ama
Tristemente vero.

Siamo soli, ecco, soli soletti. :mecry:

kakikoio
04-08-2008, 16.23.08
Interessante... Posso dire che ho una metà e metà di relazioni così. Metà a colpo di fulmine, l'altra metà dopo mesi e mesi di chiacchere etc... Adesso devo sperimentare la relazione post disastro aereo/ferroviario...hmm hmm...

funazza
04-08-2008, 16.24.33
Infatti tutti mi stanno dicendo di lasciar perdere. Una volta che dò ragione a chiunque, dici che non sto ascoltando nessuno? :D

ma fai un po' il cazzo che ti pare, però basta ammorbarci con sempre le stesse discussioni. ripeti sempre le stesse 3 cose all'infinito... un po' di inventiva perdiana :red:

ginkobilobav2
04-08-2008, 16.44.56
Tristemente vero.

Siamo soli, ecco, soli soletti. :mecry:

è per quello che la schizofrenia è l'unica forma di evoluzione possibile

lady_winc
04-08-2008, 20.04.23
in questa discussione credo di stare un po' a metà tra le due opzioni.

quasi tutti i grandi amori della mia vita si sono basati su una qualche specie di colpo di fulmine, ma il loro decorso è stato più lungo rispetto al normale modus operandi tipico del colpo di fulmine e ha sempre comportato mesi (o addirittura anni!) di "amicizia". chiamiamoli periodi di studio, va.

forse ho bisogno di sapere se, oltre all'attrazione fisica prepotente che quando arriva arriva, c'è anche possibilità di costruire qualcosa.
amicizia, complicità, che ne so, qualcosa.

bounty
05-08-2008, 19.17.59
credo ancora che l'amicizia tra uomo e donna siano ancora da attribuire all'attrazione che prova uno dei due verso l'altro, magari poi si trasforma con la conoscenza ma all'inizio per me è sempre stato così.
semplicemente non si trasforma in un rapporto perchè si conosce bene l'altra/o
una storia inizia con il colpo di fulmine perchè ci si conosce durante, motivo per il quale ci si lascia solitamente no?
( a parte tutti i casi speciali e varie vicissitudini più uniche che rare)

edit: ma da quanto non postavo?

dit2: che schifo di firma che ho

Faustroll
05-08-2008, 19.37.26
Io sono per dei lunghi colpi di fulmine.

Boe.
05-08-2008, 20.46.52
Come tutti ho avuto colpi di fulmine ed "evoluzioni naturali" dell'amicizia.

La storia più appagante è quella che riguarda la mia futura sposa. Ci siamo conosciuti 10 anni fa, entrambi fidanzati e ci prendemmo una reciproca ma leggera "sbandata". Abbiamo avuto i nostri rapporti pluriennali e come d'incanto entrambi abbiamo lasciato i nostri ex, dopo un paio di mesi ci siamo visti per un caffè e abbiamo scoperti di avere perso 10 anni.

Da poco meno di due anni sto conoscendo la felicità e sono ben felice di riuscire a costruire con lei il resto della mia vita..

MarcoLaBestia
06-08-2008, 14.47.26
la lunga amicizia non può trasformarsi in ammore cieco, è troppo difficile.

da piccolo il padre di un mio amico mi raccontò ke ci provò con una dopo essere diventato amico, questa gli rispose ke non voleva rovinare l'amicizia. Poi appena conobbe un'altra disse: mo o ci fidanziamo o non ci vediamo più, ma amici MAI. :asd:


imho diciamo ke il primo impatto serve solo ad aprire la porta, ma per attraversarla bisogna saperci fare. (doppio senso a manetta http://digilander.libero.it/the_writer/best/best133.gif)

lady_winc
07-08-2008, 08.39.32
da piccolo il padre di un mio amico mi raccontò ke ci provò con una dopo essere diventato amico, questa gli rispose ke non voleva rovinare l'amicizia.

scusate cari ometti (e anche tu, Max Pezzali) se vi faccio crollare una falsa certezza,
ma la scusa "non voglio rovinare l'amicizia" è vecchia come il mondo ed è comunemente utilizzata per tentare di uscire dall'empasse di uno che ci prova, è un roito orribile e tu non sai cosa dirgli.

ne vieni fuori con classe, e il tipo che non ti piace (auspicabilmente) non va in depressione per il rifiuto

Bertith
07-08-2008, 09.13.44
quando si raggiunge una buona amicizia con l'altro sesso è quasi praticamente impossibile che questo diventi amore, per un semplice fatto, sicuramente una delle due parti ha paura che se per caso qualcosa andasse storto di rovinare l'amicizia. non vi dico quante volte mi è successo... mannaggia alla diocesi...
per il colpo di fulmine invece diciamo che è una cosa più immediata, più istintiva...

Bertith
07-08-2008, 09.16.42
scusate cari ometti (e anche tu, Max Pezzali) se vi faccio crollare una falsa certezza,
ma la scusa "non voglio rovinare l'amicizia" è vecchia come il mondo ed è comunemente utilizzata per tentare di uscire dall'empasse di uno che ci prova, è un roito orribile e tu non sai cosa dirgli.

ne vieni fuori con classe, e il tipo che non ti piace (auspicabilmente) non va in depressione per il rifiuto

non sono del tutto daccordo con te, in alcuni casi è vero in altri no, diciamo poi che dipende sempre da come è il rapporto, nei miei casi era di estrema fiducia, ergo se non mi piaceva glielo dicevo in faccia, non cercavo di mascherarlo con sti giochetti

destino
07-08-2008, 09.26.58
scusate cari ometti (e anche tu, Max Pezzali) se vi faccio crollare una falsa certezza,
ma la scusa "non voglio rovinare l'amicizia" è vecchia come il mondo ed è comunemente utilizzata per tentare di uscire dall'empasse di uno che ci prova, è un roito orribile e tu non sai cosa dirgli.

ne vieni fuori con classe, e il tipo che non ti piace (auspicabilmente) non va in depressione per il rifiuto

concordo ma non in toto.
Se 2 persone sono amiche e c'è una forte attrazione tra le 2, capiterà sicuramente l'occasione in cui le difese di entrambi sono abbassate e li succede di tutto, proprio perchè l'attrazione c'è ed è reciproca.
Quando questo non accade ci sono 2 possibilità:

1. lui/lei non è attratto/a e non sa che dire e usa la frase diplomatica come dici tu ( un altro esempio è "ti voglio un mondo di bene ma non ti amo" )
2. lui/lei tiene veramente all'amicizia dell'altra persona e quella frase detta è sincera e non vuole cambiare lo status quo

Squizzo
07-08-2008, 10.57.29
c
2. lui/lei tiene veramente all'amicizia dell'altra persona e quella frase detta è sincera e non vuole cambiare lo status quo
Scusa eh, ma chi l'ha detto che l'amicizia si dovrebbe rovinare? se due a un certo punto cominciano a piacersi e va bene, saran ancora più felici, in caso contrario, se sono persone mature e responsabili, dubito si lascerebbero azzannandosi a vicenda, visto anche il precedente rapporto d'amicizia consolidata, ma lo farebbero continuando poi a rifrequentarsi semplicemente come amici...come dice la winca è semplicemente una difesa antiroito (che comunque vale per entrambe le parti, non solo quella femminile :teach: ), se uno dei due dopo aver ricevuto la "dichiarazione di intenti" dall'altro/a pensa che non potrebbe funzionare o ha dei dubbi o non è interessato a qualcosa di più dell'amicizia, se ha un briciolo di intelligenza dovrebbe semplicemente spiegare il suo punto di vista all'altra persona.

MarcoLaBestia
07-08-2008, 11.04.55
la scusa "non voglio rovinare l'amicizia" è vecchia come il mondo ed è comunemente utilizzata per tentare di uscire dall'empasse di uno che ci prova, è un roito orribile e tu non sai cosa dirgli.non necessariamente, direi ke la differenza si nota. A me è capitato, ke dopo esserci divertiti :asd: io e una mia amica abbiamo deciso all'unisono di smettere, se no si finiva per rovinare un'amicizia toghissima.

il linguaggio del corpo non mente :teach:

Fabio
07-08-2008, 11.10.11
ma lo farebbero continuando poi a rifrequentarsi semplicemente come amici...

Purtroppo, la cosa non è così semplice come sembra. Quando passi dallo stato "sono interessato a te come amica/o" allo stato "sono interessato a te come compagna/o"", in caso di rifiuto, tornare indietro non è esattamente semplice.

destino
07-08-2008, 11.16.51
Scusa eh, ma chi l'ha detto che l'amicizia si dovrebbe rovinare? se due a un certo punto cominciano a piacersi e va bene, saran ancora più felici, in caso contrario, se sono persone mature e responsabili, dubito si lascerebbero azzannandosi a vicenda, visto anche il precedente rapporto d'amicizia consolidata, ma lo farebbero continuando poi a rifrequentarsi semplicemente come amici...come dice la winca è semplicemente una difesa antiroito (che comunque vale per entrambe le parti, non solo quella femminile :teach: ), se uno dei due dopo aver ricevuto la "dichiarazione di intenti" dall'altro/a pensa che non potrebbe funzionare o ha dei dubbi o non è interessato a qualcosa di più dell'amicizia, se ha un briciolo di intelligenza dovrebbe semplicemente spiegare il suo punto di vista all'altra persona.

ma infatti il tuo punto di vista l'avevo incluso nella parte iniziale del discorso.
Se entrambi si piacciono, stai certo che prima o poi qualcosa accade, il problema nasce quando uno solo dei 2 inizia a provare qualcosa di forte e diverso dall'amicizia e l'altro no.

Squizzo
07-08-2008, 13.29.42
Purtroppo, la cosa non è così semplice come sembra. Quando passi dallo stato "sono interessato a te come amica/o" allo stato "sono interessato a te come compagna/o"", in caso di rifiuto, tornare indietro non è esattamente semplice.
dipende dalle persone, ma qua state sempre a parlare come di default ci sia sempre la tragedia :D

Fabio
07-08-2008, 13.45.28
dipende dalle persone, ma qua state sempre a parlare come di default ci sia sempre la tragedia :D

Che dipenda dalle persone è ovvio, però posso dire per esperienza personale che non è affatto così facile e automatico.