PDA

Visualizza versione completa : Illegale pubblicare testi canzoni?



bejita
30-06-2008, 17.33.22
PI: Su web i testi delle canzoni non sfondano (http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2336681)

ammetto nella mia ignoranza di averlo scoeprto adesso -_-'

per cui anche il thread la traccia del giorno in music zone è illegale? :look:

fin'ora per pigliare i testi ho usato google digitando "lyrics <nome canzone>" non mi sarebbe manco per il cazzo venuto in mente di dover tirar fuori la carta di credito :asd:

Squizzo
30-06-2008, 17.44.11
si vabè, fra poco si inventeranno di metterci dei microfoni in cesso per farci pagare quando fischiettiamo una canzone mentre ci facciamo la doccia...

hellspawn85
30-06-2008, 17.55.06
ma dai... allora siamo tutti quanti pirati.

ding
30-06-2008, 18.22.01
ma dai... allora siamo tutti quanti pirati.indovinato :asd:

Daniel_san
30-06-2008, 18.47.49
Ora se qualcuno si compra (non si sa a chi e non si sa come, ma soprattutto il perché) i diritti di gestione dell'ossigeno sarà illegale anche respirare se non si è fatta richiesta e poi pagata l'oxigen card. :azz:

Maephis
30-06-2008, 18.59.24
Gates (per ricollegarsi ad altri topic :asd:) aveva brevettato il corpo umano come conduttore di elettricità mi ricordo, ogni persona fulminata dovrà pagarlo presumo.

Boiata cmq, fermo restando che nel 2008 nei CD i testi già ci dovrebbero essere (sia in forma stampata sia su Tag nei brani).

stan
30-06-2008, 19.55.41
Ma dai che puttanata! Uno basta anche che si ascolta la canzone e il testo se lo tira giù! Che fanno mi vengono a casa a mozzarmi le orecchie??? :roll3:

funazza
30-06-2008, 20.05.50
io allora da oggi ascolto solo musica classica e fotto il sistema dall'interno :metal:

BenderSnake
30-06-2008, 20.41.33
Ma dai che puttanata! Uno basta anche che si ascolta la canzone e il testo se lo tira giù! Che fanno mi vengono a casa a mozzarmi le orecchie??? :roll3:

orecchie, mani, occhi, bocca, pene e conto bancario per usarne di artificiali.

BenderSnake
30-06-2008, 20.42.36
si vabè, fra poco si inventeranno di metterci dei microfoni in cesso per farci pagare quando fischiettiamo una canzone mentre ci facciamo la doccia...

secondo te perchè dicono di non buttare pannolini nel cesso? perchè sennò non ti sentono.

hellspawn85
30-06-2008, 23.12.20
io allora da oggi ascolto solo musica classica e fotto il sistema dall'interno :metal:

non è una cattiva idea... però non scaricare gli spartiti :teach:

AlexandervonHumboldt
01-07-2008, 00.19.09
non è una cattiva idea... però non scaricare gli spartiti :teach:
Mi spiace, ma c'è il copyright sull'esecuzione, a meno di pezzi vecchissimi (e quindi di scarsa qualità audio) o su pezzi privi di diritto d'autore.

Zanarkander
01-07-2008, 06.01.05
Se il reato di "pirateria" fosse vecchio di millenni, oggi l'umanità non avrebbe storia

SuperGrem
01-07-2008, 09.32.33
Leggendo l'articolo, mi è parso di capire che questi siti non venivano ad imporre balzelli a chi voleva scaricare i testi, ma semplicemente si sono premurati di pagarne i copyright per poterci speculare e lucrare indiscriminatamente sopra. L'esempio degli mp3 con i testi dentro per fare il karaoke rende l'idea.
Cmq voglio vedere proprio se le major, impantanate in una lotta infinita contro i mulini a vento del p2p, si getteranno pure in quest'altra mischia.
Anzi, mi fanno incazzare quegli artisti che non mettono i testi sul sito ufficiale e mi costringono a fare i salti mortali per trovarli. Ma cazzo, è roba vostra, li avete scritti voi e messi nel booklet (quando va bene), metteteli pure online, no?
Fangoo! :asd:

MarcoLaBestia
01-07-2008, 13.39.14
per cui anche il thread la traccia del giorno in music zone è illegale? :look:a catena. :asd:



cmq si fottano, se un business non funziona significa ke forse forse è fallimentare. Non rompano i coglioni e vadano a vendere frigoriferi.

Zanarkander
01-07-2008, 14.47.17
E' già il secondo cd che acquisto e non trovo i testi all'interno :grr: e allora che dovrei fare?:tsk:

grifis
01-07-2008, 15.57.49
'Ste aziende meritano la bancarotta. Roba fuori dal mondo.

Namuris
01-07-2008, 16.20.23
Roba fuori dal mondo.

Nulla batte la SIAE :asd:


La Siae ha fatto una multa di 205 euro a 14 bambini di Chernobyl per violazione del diritto d´autore. I piccoli, di età compresa tra i 7 e 12 anni, avevano preparato un piccolo spettacolo per dire grazie alle famiglie da cui erano stati ospitati. Con una canzone in bielorusso. Le piccole casse di un computer portatile diffondevano una canzone popolare. E loro, sulla base musicale, avevano iniziato a cantare le prime strofe per salutare le persone che si erano prese cura di loro per quasi un mese.
I bambini per tutto agosto sono stati ospiti di 14 famiglie di Noci e Martina Franca che hanno aderito al progetto di solidarietà di Legambiente. Domenica 27 era il giorno dei saluti. La Società operaia ha prestato gratuitamente il suo locale nel centro storico di Martina Franca. E lì si sono trovati tutti insieme per l´ultima volta i bambini bielorussi, le loro "famiglie" italiane e tutti quelli a cui i bambini volevano dire grazie. Una sessantina di persone in tutto quelli presenti alla festicciola improvvisata. Del tipo: ognuno porta una cosa. Poi i bambini, che da giorni si organizzavano con le due accompagnatrici, hanno indossato abiti buffi fatti di carta igienica e piatti di plastica e dalle casse del portatile era partita la musica.
Mentre i bambini cantavano "Viva la gente" e un brano popolare bielorusso, nel locale della Società operaia si è affacciato un estraneo che poi si è presentato come «dottor Francesco Disanto, titolare dell´ufficio Siae di Martina Franca». È arrivato lì, di domenica sera, perché nessuno dei bambini bielorussi aveva chiesto l´autorizzazione a esibirsi alla Società italiana degli autori e editori. «Abbiamo cercato tranquillamente di spiegare che la festa era stata improvvisata alla buona - spiega Michele Massafra, referente territoriale dell´iniziativa benefica - e soprattutto gli abbiamo fatto presente che quella era la nostra serata dei saluti e i bambini avevano pensato di farci questa sorpresa». Ma Disanto non ha ammesso ragioni. Nel verbale arrivato il giorno dopo per raccomandata alla sede della società operaia per oggetto c´è scritto: «Tutela del diritto d´autore, manifestazione per bambini "Progetto accoglienza di Chernobyl" con esecuzioni musicali».
Per il titolare dell´ufficio Siae di Martina Franca i bambini bielorussi avevano violato l´articolo 17 della legge numero 633 del 1941. Il reato che gli è stato contestato è quello di esecuzioni di opera di ingegno senza preventiva autorizzazione dell´autore. Bielorusso. «Una decisione sconcertante - denuncia Angela Lobefaro responsabile pugliese di Legambiente Solidarietà - soprattutto a conclusione di una meravigliosa esperienza . Vorrà dire che la Siae si terrà i soldi e noi, nella mente, l´indelebile ricordo dei sorrisi di quei bambini».

Squizzo
01-07-2008, 17.36.30
spero sia una bufala (visto anche che chernobyl sta in ucraina e non in bielorussia)

Di0
01-07-2008, 17.53.04
spero sia una bufala (visto anche che chernobyl sta in ucraina e non in bielorussia)

Sì, ma proprio sul confine, saranno 10 km dal confine bielorusso, non credo che le radiazioni si siano fermate alla dogana. :asd:

Se è una storia vera, 'sto idiota andrebbe linciato in piazza per poi chiedere alla SIAE il permesso di fare un DVD e mandarlo pirata alla famiglia. :asd:

Nessuno_87
01-07-2008, 18.27.08
si vabè, fra poco si inventeranno di metterci dei microfoni in cesso per farci pagare quando fischiettiamo una canzone mentre ci facciamo la doccia...

Non mi va di arricchire i Finley e Cristina Aguilera quando cago :@

Arricchire :metal:

Zanarkander
02-07-2008, 02.50.25
Certo che è curioso notare che mentre le major sono anni che accusano la "piriteria" di causare miliardi di perdite, i cantanti (che guadagnano le briciole in confronto alle major) non stanno certo morendo di fame, anzi, sono ogni giorno più ricchi

Ma secondo voi, tra non molto faranno un processo postumo contro Archimede, Eratostene e tutti gli altri uomini di scienza del passato violando i diritti d'autore per i testi antichi che hanno copiato e tramandato? In fondo non hanno mai chiesto consensi o permessi per "copiare" e "condividere" quelle antiche scritture che ci permettono oggi di conoscere la nostra storia.
Secondo voi, stiamo diventando una civiltà muta?

...tutto questo per il danaro, vile danaro.