PDA

Visualizza versione completa : Silverlight



Namuris
24-04-2008, 02.27.11
Proseguo da qui (http://www.multiplayer.it/forum/console-war/341273-ecco-banjo-5.html)..



ActionScript è un linguaggio che va bene per piccole applicazioni web e poco più (spesso viene usato integrato in altre applicazioni per rendere più gradevole l'aspetto).


Se non sbaglio tutte le applicazioni web di Google sono in Javascript, quindi è possibile svilupparci sopra cose consistenti.

Comunque il problema della limitatezza è conosciuto(e ha fatto nascere tante librerie che rendono più veloce il lavoro degli sviluppatori), infatti stanno finalizzando Ecmascript 4/Javascript 2 (http://www.ecmascript.org/), che è in arrivo entro fine anno.

Più o meno tutti i browser maggiori stanno lavorando per supportare la nuova specifica: Mozilla e Adobe stanno sviluppando congiuntamente un motore (http://developer.mozilla.org/en/docs/Tamarin) Ecmascript di nuova generazione, Apple e Opera stanno aggiornando le loro implementazioni. Il team di IE latita (e scatena polemiche (http://weblogs.mozillazine.org/roadmap/archives/2007/10/open_letter_to_chris_wilson.html#comments)) però ScreamingMonkey (http://wiki.mozilla.org/Tamarin:ScreamingMonkey) dovrebbe ovviare al problema fornendo un plugin per IE.

Insomma Silverlight come piattaforma non è male (a quanto ho letto perlomeno), ma i browser ora non sono più fermi al 2001, quindi non avrà vita cosi facile su "internet".

NB. Sto parlando di internet in generale, non di applicazioni per intranet aziendali o simili.

NOTA 2: Chiamo Actionscript come ECMAScript o Javascript perché sono sostanzialmente la stessa cosa, in particolare ECMAScript è il nome dello standard, Javascript dell'implementazione di Netscape/Mozilla, ActionScript quella di Adobe.

aciddeath
24-04-2008, 02.39.59
grazie..

CavaliereOmbra
24-04-2008, 09.16.26
Proseguo da qui (http://www.multiplayer.it/forum/console-war/341273-ecco-banjo-5.html)..



Se non sbaglio tutte le applicazioni web di Google sono in Javascript, quindi è possibile svilupparci sopra cose consistenti.

Comunque il problema della limitatezza è conosciuto(e ha fatto nascere tante librerie che rendono più veloce il lavoro degli sviluppatori), infatti stanno finalizzando Ecmascript 4/Javascript 2 (http://www.ecmascript.org/), che è in arrivo entro fine anno.

Più o meno tutti i browser maggiori stanno lavorando per supportare la nuova specifica: Mozilla e Adobe stanno sviluppando congiuntamente un motore (http://developer.mozilla.org/en/docs/Tamarin) Ecmascript di nuova generazione, Apple e Opera stanno aggiornando le loro implementazioni. Il team di IE latita (e scatena polemiche (http://weblogs.mozillazine.org/roadmap/archives/2007/10/open_letter_to_chris_wilson.html#comments)) però ScreamingMonkey (http://wiki.mozilla.org/Tamarin:ScreamingMonkey) dovrebbe ovviare al problema fornendo un plugin per IE.

Insomma Silverlight come piattaforma non è male (a quanto ho letto perlomeno), ma i browser ora non sono più fermi al 2001, quindi non avrà vita cosi facile su "internet".

NB. Sto parlando di internet in generale, non di applicazioni per intranet aziendali o simili.

NOTA 2: Chiamo Actionscript come ECMAScript o Javascript perché sono sostanzialmente la stessa cosa, in particolare ECMAScript è il nome dello standard, Javascript dell'implementazione di Netscape/Mozilla, ActionScript quella di Adobe.
ActionScript non è la stessa cosa di Javascript. Sono due linguaggi molto differenti. Nel secondo, ad esempio, non potrai mai chiamare un WebService o gestire animazioni.

Le applicazioni web di Google, ma non solo dato che ormai è una tecnologia molto diffusa, sono scritte con AJAX.

Namuris
24-04-2008, 10.39.06
ActionScript non è la stessa cosa di Javascript. Sono due linguaggi molto differenti. Nel secondo, ad esempio, non potrai mai chiamare un WebService o gestire animazioni.

Le applicazioni web di Google, ma non solo dato che ormai è una tecnologia molto diffusa, sono scritte con AJAX.

La sintassi del linguaggio è la stessa(o quasi), cambiano le API/chiamate disponibili ( che poi è quello che hai detto tu :D).

Riguardo alle web application in effetti non ho chiarito bene il mio punto di vista: su internet si deve scontrare con un plugin installato sul 99% dei browser che per gli usi da "pagina web classica" ha abbastanza funzionalità e con dei browser che implementano sempre più funzionalità utili "rapidamente".

Quindi nonostante la spinta di Microsoft non è cosi detto che si diffonda..

CavaliereOmbra
24-04-2008, 10.46.07
La sintassi del linguaggio è la stessa(o quasi), cambiano le API/chiamate disponibili ( che poi è quello che hai detto tu :D).
La sintassi è in effetti molto simile, ma non è in base a questo che si dovrebbero paragonare due linguaggi, quanto in base alle loro potenzialità, ovvero "cosa posso fare?".


Riguardo alle web application in effetti non ho chiarito bene il mio punto di vista: su internet si deve scontrare con un plugin installato sul 99% dei browser che per gli usi da "pagina web classica" ha abbastanza funzionalità e con dei browser che implementano sempre più funzionalità utili "rapidamente".

Quindi nonostante la spinta di Microsoft non è cosi detto che si diffonda..
I plugin si installano in un secondo... non è questo che fermerà secondo me SilverLight. Ciò che comunque differenzia molto SilverLight da Flash (ed è su questo che secondo me si sbaglia completamente nel paragonarli) è che SilverLight permette non solo di scrivere applicazioni web animate e "simpatiche" da vedere, ma permette di scrivere intere web application anche tramite meccanismi AJAX. Un Gmail non potresti mai farlo in Flash: sarebbe pesantissimo e non ti permetterebbe di fare tante cose... e il navigatore non potrebbe nemmeno usare i tasti "avanti" e "indietro" del browser (discorso forse apparentemente banale, ma non lo è se si considera l'usabilità). In SilverLight si potrebbe invece prendere in esame di poterlo fare dalla versione 2.0 in avanti (non certo con la 1.1 attuale che è di fatto una beta work-in-progress).

Namuris
24-04-2008, 13.14.38
La sintassi è in effetti molto simile, ma non è in base a questo che si dovrebbero paragonare due linguaggi, quanto in base alle loro potenzialità, ovvero "cosa posso fare?".


Ho preso una "svolta" strana io, mi sono messo a parlare della sintassi perché è stata criticata come limitata e stanno cercando di risolvere il problema. :D



I plugin si installano in un secondo... non è questo che fermerà secondo me SilverLight.


E' comunque una barriera tra i contenuti e l'utente, una cosa che se possibile si tende ad evitare. Deve riuscire a raggiungere la "massa critica" che fà innescare una spirale positiva del tipo: "io" sviluppatore pesati i vantaggi e gli svantaggi scelgo Silverlight invece che usare Flash o "gli standard" web, il numero di sviluppatori cresce, tendono a calare gli svantaggi e cosi via.

Altro problema, comune a tutti i plugin, sono i dispositivi portatili che sono praticamente "senza plugin".


Ciò che comunque differenzia molto SilverLight da Flash (ed è su questo che secondo me si sbaglia completamente nel paragonarli) è che SilverLight permette non solo di scrivere applicazioni web animate e "simpatiche" da vedere, ma permette di scrivere intere web application anche tramite meccanismi AJAX. Un Gmail non potresti mai farlo in Flash: sarebbe pesantissimo e non ti permetterebbe di fare tante cose...

Vero, infatti il confronto è più con html5 + svg+ javascript con un pizzico di flash dove serve (tipicamente per cose multimediali) per le web application.


e il navigatore non potrebbe nemmeno usare i tasti "avanti" e "indietro" del browser (discorso forse apparentemente banale, ma non lo è se si considera l'usabilità).

Qui siamo d'accordissimo: flash mi provoca spesso un certo fastidio perché rompe un casino di convenzioni dei browser: non si possono linkare "sottopagine", le funzionalità del tasto destro svaniscono e i tasti avanti/indietro diventano inutili.

CavaliereOmbra
24-04-2008, 14.54.33
Ho preso una "svolta" strana io, mi sono messo a parlare della sintassi perché è stata criticata come limitata e stanno cercando di risolvere il problema. :D
Beh, in un certo senso hai ragione anche tu, perché al di là del "cosa posso fare?" subentra il "come posso farlo?". E qui AS è parecchio indietro rispetto a un linguaggio come C#.
Non so però le evoluzioni a cui stanno lavorando e perlopiù la mia esperienza in AS si limita alla 2.0!


E' comunque una barriera tra i contenuti e l'utente, una cosa che se possibile si tende ad evitare. Deve riuscire a raggiungere la "massa critica" che fà innescare una spirale positiva del tipo: "io" sviluppatore pesati i vantaggi e gli svantaggi scelgo Silverlight invece che usare Flash o "gli standard" web, il numero di sviluppatori cresce, tendono a calare gli svantaggi e cosi via.

Altro problema, comune a tutti i plugin, sono i dispositivi portatili che sono praticamente "senza plugin".
Su questo hai ragione. Diciamo anche che, nonostante le sue potenzialità, temo che SilverLight non verrà recepito molto facilmente per applicazioni un po' più Enterprise (passare a nuove tecnologie è sempre un costo e un rischio per le aziende), e ancora più difficilmente per semplici siti web, dove gli standard sono "duri a morire" (simbolicamente, eh). PHP ne è una dimostrazione. E a ragione, perché all'utente che vuole fare un bel sito non serve una complessità tipica di applicazioni di alto livello, ma appunto qualcosa di gratuito e facilmente accessibile.
E qui .NET (e dunque anche SilverLight) ha ancora molta strada da percorrere.

Tra l'altro SharpDevelop come IDE di sviluppo gratuito per .NET è molto, molto indietro...


Vero, infatti il confronto è più con html5 + svg+ javascript con un pizzico di flash dove serve (tipicamente per cose multimediali) per le web application.
Anche secondo me per molti versi questa è ancora la soluzione ottimale: applicazione scritta in JSP o .NET (PHP per ambiti non Enterprise) e animazioni Flash integrate per dare quel tocco in più.
Va da sé che sviluppare tutta l'applicazione in WPF (Windows Presentation Foundation) da una libertà a programmatori e web-designer molto maggiore.

Come detto, comunque, bisognerà prendere confidenza con SilverLight 2.0 prima di poter dare davvero un giudizio.


Qui siamo d'accordissimo: flash mi provoca spesso un certo fastidio perché rompe un casino di convenzioni dei browser: non si possono linkare "sottopagine", le funzionalità del tasto destro svaniscono e i tasti avanti/indietro diventano inutili.
Dal punto di vista dell'usabilità, questo è secondo me uno dei difetti maggiori di Flash. Se poi per sbaglio premi "indietro" sul browser perdi tutto.

Namuris
24-04-2008, 18.32.57
Beh, in un certo senso hai ragione anche tu, perché al di là del "cosa posso fare?" subentra il "come posso farlo?". E qui AS è parecchio indietro rispetto a un linguaggio come C#.
Non so però le evoluzioni a cui stanno lavorando e perlopiù la mia esperienza in AS si limita alla 2.0!


Una serie di slide quasi recente la si trova qui (http://developer.mozilla.org/presentations/eich-media-ajax-2007/) dove Brendan Eich spiega perché è meglio evolvere il linguaggio.

Altro problema è che i motori Javascript attuali sono relativamente lenti, problema che sperano di risolvere con Tamarin che usa una nuova (http://wiki.mozilla.org/Tamarin:Tracing) (penso) forma di JIT.


Su questo hai ragione. Diciamo anche che, nonostante le sue potenzialità, temo che SilverLight non verrà recepito molto facilmente per applicazioni un po' più Enterprise (passare a nuove tecnologie è sempre un costo e un rischio per le aziende), e ancora più difficilmente per semplici siti web, dove gli standard sono "duri a morire" (simbolicamente, eh). PHP ne è una dimostrazione. E a ragione, perché all'utente che vuole fare un bel sito non serve una complessità tipica di applicazioni di alto livello, ma appunto qualcosa di gratuito e facilmente accessibile.
E qui .NET (e dunque anche SilverLight) ha ancora molta strada da percorrere.

Tra l'altro SharpDevelop come IDE di sviluppo gratuito per .NET è molto, molto indietro...

Riguardo agli standard web per fortuna con iniziative come il WHATWG (Apple, Mozilla e Opera essenzialmente) hanno fatto ripartire gli standard che si erano arenati in lunghissime discussioni interne al W3C.

HTML5 è un prodotto di questo gruppo (anche se poi è passato al W3C per le "fasi finali") e la differenza di approccio si vede: gestione degli errori in modo da visulizzare anche le pagine "non proprio ok" in maniera coerente tra i browser, nuove funzionalità utili (tag audio e video, gestione del passaggio online/offline, storage strutturato per le pagine web), compatibilità con le pratiche largamente usate su internet (o meglio evitiamo di chiedere ai produttori di browser di suicidarsi tagliando fuori il 90% delle pagine web), ecc.

Edit: anche Microsoft si è buttata sui dati "disponibili ovunque", sarà curioso vedere se prenderà piede l'approccio di Mozilla (http://labs.mozilla.com/2008/03/performance-and-stability-update-to-weave-prototype/) o quello di Microsoft (http://www.hwupgrade.it/articoli/software/1954/web-20-secondo-steve-ballmer-ceo-di-microsoft_4.html) (anche Opera implementa funzionalità simile però imho gli manca il "peso" per far diffondere la tecnologia).