PDA

Visualizza versione completa : Essential Sci-fi



jkl_
08-05-2007, 01.14.39
Per partecipare al progetto, o anche solo consultarlo, leggete l'altro thread (http://www.multiplayer.it/forum/showthread.php?t=302732).

jkl_
08-05-2007, 01.15.15
http://img153.imageshack.us/img153/3821/fassbinder2bu6.jpg

Il mondo sul filo (Fassbinder, 1973) (http://italian.imdb.com/title/tt0070904/)
Il computer Simulacron-3 di un istituto di cibernetica è uno strumento per prevenire il futuro. Il direttore dell'istituto, Volmer, muore suicida in circostanze misteriose legate al superprocessore. Steller gli subentrerà e scoprirà che il mondo in cui vive è la proiezione basata su i dati di un altro computer. Originariamente era un film per la televisione in due puntate, ormai largamente considerato una vera e propria esperienza cinematografica. Ne è stato tratto un remake americano: Il tredicesimo piano.


http://img294.imageshack.us/img294/9851/05mar1.gif

New Rose Hotel (Ferrara, 1998) (http://italian.imdb.com/title/tt0133122/)
Un atipico cyberpunk. Nel classico background postfuturistico in cui le corporazioni controllano il commercio e la società, due individui pianificano il falso rapimento di un genetista giapponese, scopritore della cura per il raffredore, per farlo passare da una fazione all'altra. Tenterrano di servirsi di una fascinosa donna che, per un milione di dollari, lo sedurrà. Da un racconto di William Gibson, Ferrara ne trae un sinuoso sci-fi noir.


http://img294.imageshack.us/img294/1743/b00002epg701lzzzzzzzzk0.jpg

Liquid Sky (Tsukerman, 1982) (http://italian.imdb.com/title/tt0085852/)
Perverso, viscerale e divertente. Alieni invisibili si nutrono dei fenormoni prodotti durante il rapporto sessuale umano, uno di loro si rifugia - provvidenzialmente - nell'appartamento di una spacciatrice e della sua donna - ninfomane, bisessuale e modella (in questo ordine). Gli uomini "consumati" dalla donna (che non è proprio una santa) iniziano misteriosamente a morire, e la vicenda avrà un esito inaspettato.


http://img294.imageshack.us/img294/2079/630200081501lzzzzzzzxx8.jpg

Hardware - Metallo letale (Stanley, 1990) (http://italian.imdb.com/title/tt0099740/)
Scenario postapocallittico. Nel deserto un soldato scopre la testa di un robot, e la regala per scherzo alla sua ragazza scultrice che la usa per una sua creazione. Nel frattempo le origini della testa vengono a galla, e il soldato scopre che il robot è il risultato del progetto Mark 13, cancellato a suo tempo dai suoi sviluppatori. Manco a dirlo, il robot assimilerà le parti della scultura della ragazza per attivarsi e rendersi pericoloso. Un classico dello sci-fi androide.


http://img294.imageshack.us/img294/1466/b0002ycvbu01lzzzzzzzds8.jpg

964 Pinocchio (Fukui, 1991) (http://italian.imdb.com/title/tt0225009/)
Una pietra miliare del cyberpunk giapponese. Un cyborg programmato come schiavo sessuale, Pinocchio 964, viene gettato via dai suoi padroni per problemi di erezione (!!!). Una folle ragazza, sbandata e dalla memoria cancellata, sarà la sua unica compagnia per le strade. Presto però dovrà fare i conti con la corporazione che lo ha creato, che per salvare la faccia sulle prestazioni sessuali dei suoi prodotti medita di ucciderlo. Inutile aggiungere che non è propriamente un film Disney.

JEDI
08-05-2007, 08.37.55
Intanto fate voi, vi lascio sfogare, io editerò più avanti.
Tanto so già come andrà a finire: jkl posterà 15 titoli "alternativi", come ha già iniziato a fare, funazza un'altra decina nippo-coreani ( Tetsuo? Battle Royale?), Alceo solo film francesi ( Fahrenheit 451 ) e cymon, il mio buon caro cymon, butterà dentro la trilogia ( con la "t" minuscola ) e soprattutto Johnny Mnemonic. Poi il primo nerd che passerà di qui si sparerà tutti i più ovvi in un colpo solo...(:asd:)

1° edit: Zap, so cosa posterai anche tu. Vabbè, per Terry lascio a te l'onore, io sono modesto...:asd:

Ale555
08-05-2007, 09.34.02
Non posto le locandine, sono al lavoro e la mia sarà una lista puramente "a memoria". Se riuscite a trovare qualche link esaustivo vi sarei grato...
Però metterei
1)Il Pianeta Proibito
2)2001: Odissea nello Spazio
3)Blade Runner
4)Alien
5)Robocop
Per fermarsi alla cinematografia "dal vivo" e a 5 titoli soltanto.
Sull'animazione ritengo abbastanza basilari la prima serie di Macross, le serie UC di Gundam, Starcom e il lungometraggio "Venus Wars".
Fra le serie tv ci dovrei pensare... di sicuro c'è "Ai Confini della Realtà", visto quello hai visto più o meno i concetti base dei successivi 30 anni di programmazione.

cymon
08-05-2007, 10.48.39
Oggi il jkl mi sembra piuttosto legnosetto, meglio non contraddirlo :look:
E non contraddiciamo neanche JEDI :D

-- Cyberpunk Pack: flatline yourself --

Johnny Mnemonic
La prostituzione di Gibson è anche l'opera più genuinamente cyberpunk realizzata dal cinema occidentale. In attesa che qualcuno bruciato dall'LSD decida di lavorare a Neuromante, Johnny Mnemonic rimane il miglior film per quello che riguarda la commistione di realtà virtuale e realtà reale, decadenza della civiltà e megacorporazioni. Johnny, corriere cibernetico, scopre che gli hanno caricato in testa dati medici di importanza mondiale e si trova a lottare perchè non finiscano nelle mani sbagliate, ma anche per salvarsi la pelle.
(c'è Takeshi :hail:)

Matrix Trilogy: The Matrix, Matrix Reloaded e Matrix Revolutions
(mi rifiuto di postare la trama)
Matrix è stato una rivoluzione dal punto di vista visivo, grazie ad alcune scelte riconosciute da tutti che sono state il principale motivo per cui il primo capitolo è entrato nella storia del cinema in modo così prepotente. Erroneamente Reloaded è stato tacciato di eccessiva superficialità, ma, testi di riferimento alla mano, non si può non notare la sua ricchezza di riferimenti al mondo letterario cyberpunk e moderno e l'intelligenza con cui tutto sia sapientemente intrecciato. Matrix Reloaded è, di fatto, la realizzazione dei voli di Case, anche inglobando in esso tutte le sovrastrutture "tamarre" di cui si fa carico e che sono nella maggior parte dei casi esteticamente appaganti.
Revolutions è un filmetto d'azione spara-spara con qualche nuovo (e meno riuscito) esperimento estetico e la chiusura di (quasi) tutti i punti aperti dal precedente capitolo. Impossibile rinnegarlo, una cosa tipo ROTJ.

Nirvana
Esperimento unico (e quindi prezioso) del cinema italiano. Christopher Lambert è un programmatore senza più stimoli che si getta nell'impresa di impedire che un suo videogioco, divenuto autocosciente, venga sfruttato dalla corporazione di turno.
Manieristico, pedante, scolastico a lunghi tratti, Nirvana riesce comunque a reggersi sulle sue gambe mostrando un sincretismo originale tra tecnologia e religione e lasciando emerge dalla sua struttura preconfezionata i temi cari a Salvatores, interpretati in modo nuovo.



Alla prossima per un diverso paccko

The_Ayertosco
08-05-2007, 11.14.01
2001: odissea nello spazio
http://web.tiscalinet.it/silviodr/2001%20Odissea%20nello%20spazio.gif
Stanley Kubrick 1968

Evoluzione, conflitto uomo macchina, esplorazione e rinascita. Un capolavoro difficile da spiegare e difficile da vedere.




Stalker
http://giotto.ibs.it/vjack/z13/8009833134113.jpg
Andrej Tarkovskij (1979)

Tratto dal racconto Picnic sul ciglio della strada. Due uomini, un professore ed uno scrittore seguiranno una guida (uno Stalker appunto) in una zona misteriosa che il governo protegge dove le insidie sono ovunque e dove c'è una stanza in cui i proprio desideri più nascosti verranno esauditi. Lunghissimo, con tanti momenti di silenzio e lunghi monologhi filosofici, non è solo il viaggio dei tre protagonisti, ma anche un nostro viaggio interiore che in 2 ore e mezza di film ci porterà a farci tantissime domande sui nostri veri desideri.




Blade Runner
http://adorocinema.cidadeinternet.com.br/filmes/blade-runner/blade-runner-poster06.jpg
Ridley Scott 1982

Tratto dal romanzo Ma gli androidi sognano pecore elettriche? di Philip Dick. Un Blade Runner (Harrison Ford) vagherà nelle buie e piovose notti di una Los Angeles del 2019 cercando di "ritirare" alcuni androidi della serie Nexus-6 che sono fuggiti. Claustrofobico, nippo-contaminato, sporco. Scott rende benissimo il futuro triste e piovoso dell'umanità con cura. Gli attori fanno la loro parte con delle prove magistrali. La musica di Vangelis ha un ruolo fondamentale quanto gli effetti speciali e la fantastica fotografia. Una città del futuro viva e credibile, ancora ineguagliata dopo anni di cinema.




Il 13° piano
http://www.facstaff.bucknell.edu/rickard/13floor.jpg
Josef Rusnak 1999

Hannon Fuller, è un programmatore di mondi virtuali e viene ucciso. L'unico indizio sulla sua morte si trova all'interno del mondo virtuale che ha programmato. Il suo collega, Douglas Hall decide di investigare sula morte di Fuller.




Akira
http://imagecache2.allposters.com/images/pic/21/AKIRA.JPG
Katsuhiro Otomo 1988

Neo Tokyo 2019. In una città devastata da criminalità un gruppo di motociclisti capeggiati da Kaneda si imbatte in uno strano essere. Dopo questo incontro uno dei motociclisti Tetsuo viene rapito da un reparto di ricerca del governo che studia lo sviluppo dei poteri esper e fa ricerche sul vecchio progetto Akira. Colossal dell'animazione Nipponica, dopo anni ancora primeggia in cura e animazioni. A tratti disturbante e allucinato non è un anime facile, ma è assolutamente imperdibile.

The_Ayertosco
08-05-2007, 11.53.48
Pitch Black
http://www.ebookgratis.net/locandinefilm/p/p022.jpg
David Twohy 2000

La Hunter Gratzner precipita con il suo carico di passeggeri su un pianeta deserto dove due Soli (rosso e blu) illuminano costantemente tutta la superficie del pianeta. Tra i passeggeri c'è anche riddick, prigioniero pluri omicida. C'è una speranza di salvezza, ma che succede se dalla luce si passa al buio più totale?




The Cube
http://www.matthewstamand.com/movie_night/images/cube.jpg
Vincenzo Natali 1997

Un gruppo di individui normali ma molto diversi tra loro per professioni, carattere e personalità si risvegliano in una stanza cubica. Scopriranno che si trovano in una prigione formata da decine di stanze cubiche in cui potenzialmente si possono trovare trappole di ogni tipo. E' il via al tentativo di fuga da quella prigione mortale con interessanti risvolti psicologici.

The El-Dox
08-05-2007, 13.18.22
non ho tempo da dedicare al topic, quindi non riesco a linkare imdb e immagini, nè tantomeno un commentino. Mi limito a fare da reminder, da una rapida okkiata ancora non c'è Gattaca, Ghost in the Shell, Avalon, Kyashan la rinascita, Aeon Flux, The very end of Neon Genesis Evangelion, Equilibrium, 1984, Brazil, THX 1138, Terminator, Tron, Solaris, Supernova, Strange Days, Serenity, Doom. Se vado a vedere la mia videoteca ne spuntano a tonnellate.

Magari ci sarà in futuro ki potrà scrivere due righe. Spero di esser stato minimamente d'aiuto.

MarcoLaBestia
08-05-2007, 13.21.56
Star Wars (1977)
http://content.answers.com/main/content/wp/en/thumb/a/a3/220px-StarWarsMoviePoster1977.jpg (http://www.nerf-herders-anonymous.net/images/StarWarsPoster.jpg)
clicca l'immagine per ingrandire
La galassia è sotto il dominio dell'Impero, contro il quale lottano disperatamente le forze ribelli. Luke Skywalker (Mark Hamill), dopo aver comprato dei robottini dai pelosi/graziosi/puzzosi rigattieri ke parlano in napoletano, incontra Ben Kenobi (Alec Guinness), ke in seguito si rivelerà il grande Obi Wan Kenobi. Quest'ultimo gli insegna l'uso della forza; nel frattempo i due si accordano con Han Solo (Harrison Ford), pilota del Millennium Falco, con cui riescono a liberare la principessa Leia (Carrie Fisher) ed a raggiungere i ribelli. L'obiettivo ora è la distruzione della Morte Nera, la mega arma dell'Impero, ma per riuscirci dovranno fronteggiare l'esercito imperiale, capitanato dallo spietato Grand Moff Tarkin (Peter Cushing) e dal suo luogotenente Darth Vader (David Prowse). Il resto è storia...



Alien (1979)
http://giotto.ibs.it/vjack/z60/8010312018060.jpg (http://www.obscurehorror.com/alien.jpg)
clicca l'immagine per ingrandire
L'equipaggio della Nostromo intercetta un s.o.s. da un pianeta vicino alla Terra, quindi ci va per investigare. La poligonale Sigourney Weaver & amici si ritrova così in uno stage di unreal tournament, in cui deve fronteggiare la superminaccia per il genere umano, cioè il supermostro Alien. (mi fermo qui, non vorrei sgamare troppa trama)


The Terminator (1984)
http://www.qpolls.com/series/terminator/images/terminator.jpg (http://uglyrepublicans.com/republicans/United-States/Arnold-Schwarzenegger/terminator.jpg)
clicca l'immagine per ingrandire
Un cyborg da combattimento, l'unstoppable The Terminator (Arnold Schwarzenegger), viene inviato dall'Anno del Buio, il 2029, sino al 1984, per trovare ed uccidere la donna che dovrebbe mettere alla luce colui che salverà l'umanità. Dal futuro arriva anche un uomo col compito di impedire che ciò avvenga, si tratta di Kyle Reese (Michael Biehn).

in aggiornamento prossimamente .....anzi no

The_Ayertosco
08-05-2007, 13.27.25
non ho tempo da dedicare al topic, quindi non riesco a linkare imdb e immagini, nè tantomeno un commentino. Mi limito a fare da reminder, da una rapida okkiata ancora non c'è Gattaca, Ghost in the Shell, Avalon, Kyashan la rinascita, Aeon Flux, The very end of Neon Genesis Evangelion, Equilibrium, 1984, Brazil, THX 1138, Terminator, Tron, Solaris, Supernova, Strange Days, Serenity, Doom. Se vado a vedere la mia videoteca ne spuntano a tonnellate.

Magari ci sarà in futuro ki potrà scrivere due righe. Spero di esser stato minimamente d'aiuto.

Si si...ne mancano moltissimi :D

PS: ti è piaciuto Equilibrium?

Maharet
08-05-2007, 13.44.36
http://www.cinemedioevo.net/Film/LO/mondorobot01.jpg

Il Mondo dei Robot (Westworld, USA 1973)
Regia e sceneggiatura di Michael Chricton.

Tre parchi a tema offerti dalla Delos, per chi voglia passare vacanze particolari ed indimenticabili, impersonando senatori imperiali o gladiatori a Romamundia, diventare re o cavaliere a Medioevonia, vesitere gli abiti del pioniere o del pistolero a Westernlandia. Solo che come è d'obbligo non tutto andra' per il verso giusto, ed i robot sofisticatissimi che popolano i mondi a tema andranno in tilt, cominciando a seminare morte fra i turisti. Particolare risalto avra' la figura del Cavaliere Nero, interpretato da Yul Brinner, in un film che possiede elementi molto vicini alla grande fantascienza robotica, interpretando a suo modo le leggi della robotica e in qualche modo precorrendo i tempi di blade runner e terminator. O forse, in qualche modo, dandogli ispirazione.
http://artfiles.art.com/images/-/Fahrenheit-451-Poster-C10126252.jpeg
(Fahrenheit 451, Gran Bretagna 1966)
Regia: Truffaut. Sceneggiatura: Truffaut e Jean-Louis Richard

Ispirato all'omonimo romanzo di Ray Bradbury, uno dei capisaldi della SF del periodo d'oro e di sempre. Recente vincitore del premio Retro-Hugo come miglior romanzo del '53, ossia antecedente di un anno all'istituzione dei celebri Premi Hugo, varati appunto nel '54.
Il film come il libro si inseriscono sullo sfondo di un futuro in cui la societa', impegnata nel debellare l'individualismo come fosse una piaga sociale, ha affidato ai pompieri l'incarico di ardere ogni libro la cui esistenza venga denunciata e perseguire i suoi possessori/lettori. Uno di questi, pero', si ribellera' al sistema, entrera' a far parte di un gruppo di ribelli lettori e incontrerà gli uomini-libro, responsabili della conservazione dei testi tramandandoli oralmente, in attesa del ritorno di una società più libera. Tematiche di enorme risalto sociale e culturale, impeccabilmente trattate da Truffaut pur se con una certa critica da parte dagli estimatori del romanzo di Bradbury.

(Enemy Mine mi e' stato ciulato, ci sarebbe da citare il racconto lungo da cui e' stato tratto, capolavoro assoluto di genere :))

The_Ayertosco
08-05-2007, 14.00.27
Metropolis
http://imagecache2.allposters.com/images/pic/MG/170580~Metropolis-Posters.jpg
Fritz Lang 1927

Capostipite del genere, film muto del '27. In una città a livelli frederer figlio del proprietario delle macchine si accorge delle condizioni disumane delle popolazione nel sottosuolo e del malessere tra le classi che costituiscono la società di metropolis. Con l'aiuto di Maria, Frederer cerca di stabilire una mediazione tra le classi. (è difficile riassumere Metropolis)




Metropolis (anime)
http://content.answers.com/main/content/wp/en/thumb/4/43/200px-Metropolis-anime-dvd.jpg
Rin Taro 2001

A Metropolis viene inaugurata il nuovo centro di potere della città e cuore della stessa, la Ziggurat. I robot svolgono tutte le mansioni dell'uomo anche se un gruppo di ribelli agisce per la distruzione di questi. In questo ambiente un detective e il suo nipotino sono alla ricerca del Dottor Laughton, incaricato dal Duca Red di costruire l'androide perfetto, anche se suo figlio adottivo Rock, un vigilante della Murdok non è certo entusiasta dopo averlo scoperto.

Zaorunner
08-05-2007, 14.01.52
Children of Men (http://www.imdb.com/title/tt0206634/) (2006)

http://thecia.com.au/reviews/c/images/children-of-men-poster-0.jpg

Londra, 2027. Nel miserevole equilibrio tra il caos della guerriglia urbana e la polverosa ed opaca vita metropolitana, la disillusione di uomo come tanti avanza, contro i ricordi di un non lontano passato dove la propria razza non era sterile, condannata, senza futuro... senza... speranza?

aries
08-05-2007, 14.31.28
http://george.orwell.free.fr/images/gilliam_brazil_george_orwell.jpg

Brazil
Terry Gilliam, 1985

Il miglior rappresentante del genere fantascientifico-distopico. Un mondo intrappolato dalla burocrazia, un protagonista sognatore, fotografia bellissima, gusto per la tecnologia retrò davvero peculiare, onirico e visionario. Imprescindibile.


////////////////////


http://www.qwipster.net/1984_movie.jpg

1984
Michael Radford, 1984

Il "cuginetto" di Brazil, questa volta direttamente tratto dal testo di Orwell. Meno memorabile l'apparato immaginifico e più diluiti i tempi della narrazione, ma comunque rimane un film assolutamente da vedere per la forza che possiede e per l'atmosfera che riesce a trasmettere.

JEDI
08-05-2007, 14.35.55
Essential Sci-fi by Jedi - Piano dell'Opera



Classics
Space Opera
Top Directors
Society, Cyberpunk, Cultures & other Visions
Robots, Droids, Cyborg & other A.I.
Anni '80
Carpenter way
B-movies
Animated
TV


PRIMA PUNTATA



Classics

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Quatermass.jpg

L'astronave atomica del dottor Quatermass ( The Quatermass Xperiment ), di Val Guest - GB - 1955 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0049646/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/L%27astronave_atomica_del_dottor_Quatermass)

La Gran Bretagna, casa d'adozione dell'Horror classico anni '50, non può vantare la stessa quantità di carne al fuoco in ambito sci-fi degli Stati Uniti, dove il (sotto)genere in quegli anni imperava sia pure sotto forma di cinema erroneamente considerato di serie B. E' la stessa Hammer, casa di produzione legata appunto al genere Horror, a cimentarsi nel genere fantascientifico, commissionando il primo film di una quadrilogia avente come protagonista l'eccentrico Dott. Quatermass. La pellicola è l'ennesima del periodo a non rinunciare alle suggestioni e le inquietudini tipiche della prima Guerra Fredda e della corsa all'esplorazione spaziale, ma sicuramente merita di essere ricordata come una delle massime espressioni del genere degli anni '50.

Space Opera

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Atmosfera%20Zero.jpg

Atmosfera Zero ( Outland ), di Peter Hyams - USA - 1981 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0082869/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Atmosfera_zero)

Le escursioni di Peter Hyams in ambito sci-fi sono molte di più di quante si possa pensare. Questo film rimane a mio avviso la punta di diamante di quella trilogia che con "Capricorn One" e l'ingiustamente sottovalutato "2010" rappresenta il corpus più significatico del suo "credo". Voler liquidare il film come una semplice rilettura di "Mezzogiorno di Fuoco" in chiave spaziale non regge, basti pensare alle scelte per l'eccellente cast. Da recuperare.

Top Directors

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Incontri%20Ravvicinati.jpg

Incontri ravvicinati del Terzo Tipo ( Close Encounters of the Third Kind ), di Steven Spielberg - USA - 1977 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0075860/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Incontri_ravvicinati_del_terzo_tipo)

Secondo me rimane uno dei migliori Spielberg di sempre, certamente non paragonabile ad E.T. per tematiche e approccio ( molto più maturi ), almeno non tanto quanto si sente fare spesso. In ogni caso la pellicola inaugura una nuova visione "rinascimentale" della fantascienza: l'Uomo torna ad essere al centro dell'Universo. L'uscita nello stesso anno di Star Wars deve far riflettere.

Society, Cyberpunk, Cultures & other Visions

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Brazil.jpg

Brazil ( id. ), di Terry Gilliam - GB - 1985 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0088846/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Brazil)

Avevo detto che lo avrei lasciato a Zappeo, ma ci ho brutalmente ripensato. Questa pellicola si presta a talmente tante letture, riflessioni e suggestioni che darne conto in poche righe è semplicemente ridicolo. Più che ispirarsi a "1984" io direi che Gilliam lo riscrive e ne sposta il fulcro metaforico dalla dimensione esterna del rapporto con l'apparato Statale-sociale ad uno dei più psicotici, onirici e terrorizzanti squarci sull'inconscio e le sue paura che sia mai stato portato sul grande schermo.

Robots, Droids, Cyborg & other A.I.

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Tron.jpg

Tron ( id. ), di Steven Lisberger - USA - 1982 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0084827/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Tron)

Tron è semplicemente un film realizzato con almeno 10 anni di anticipo. Basta paragonarlo a "Il Tagliaerbe" o "Matrix" per capirlo, e la tecnologia con cui è stato realizzato è solo una parte dell'insieme, in quanto non tanto Stato dell'Arte, ma Arte essa stessa. Il fatto che sia uscito un videogame a 20 anni dall'uscita di questa pellicola la dice lunga sulle considerazioni che sarebbe da fare in ordine alla sua profondità culturale. L'aspetto più sorprendente di tutti però è constatare come la Disney, all'apice della sua potenza, potesse permettersi un'operazione del genere con tutti i rischi annessi e connessi solo per sperimentare e provare a fissare un paletto nella storia del cinema.

Anni '80

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Explorers.jpg

Explorers ( id. ), di Joe Dante - USA - 1985 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0089114/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Explorers)

Gli anni '80 sono stati davvero un'epoca d'oro per il cinema. Uno dei "ragazzacci terribili" di quel periodo è stato certamente Joe Dante. Spielberg e Lucas avevano segnato la via, ogni cosa che poteva essere concepita, immaginata, sognata, sembrava potesse essere anche realizzabile. In ogni caso questo film rimane una perla della decade, non solo nel genere. Più di una generazione di teenager ha sognato di essere al posto dei protagonisti del film.

Carpenter way

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Essi%20vivono.jpg

Essi Vivono ( They Live ), di John Carpenter - USA - 1988 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0096256/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Essi_vivono)

Carpenter è come un Maestro di Arti Marziali, è capace di arrivare all'Essenza delle Cose: il Movimento nella Quiete, La Sostanza nell'Etereo, la Verità nel Silenzio.
Con soli 3 milioni di dollari il Maestro realizza uno dei suoi capolavori assoluti.

B-movies

Scontri Stellari oltre la Terza Dimensione ( Starcash ), di Luigi Cozzi - ITA - 1979 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0079946/)

Il recupero di certi film non è solo un'opera filologica, è un'esplorazione del concetto dualistico e sintetico tra "potenzialità" e "azione". Starcrash è troppo un plagio stilistico, troppo scarno, troppo forzato perchè l'operazione possa assumere una valenza accademica, ma ha senz'altro il pregio di aver lasciato intuire che da un punto di vista del puro intrattenimento la formula lucasiana poteva essere replicata, è solo una questione di soldi. E poi andate a guardarvi il cast...

Animated

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Ghost%20in%20the%20Shell.jpg

Ghost in the Shell 2: Innocence ( Inosensu: Kôkaku kidôtai ), di Mamoru Oshii - JPN - 2004 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0347246/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Ghost_in_the_Shell:_L%27attacco_dei_Cyborg)

GIS2 è in poche parole il miglior film sull'analisi del rapporto Uomo-l'Intelligenza Artificiale che mi sia mai capitato di vedere. Le suggestioni e gli interrogativi che apre potrebbero interessare qualsiasi studioso serio dell'argomento. Per quanto riguarda l'impianto visivo poi siamo semplicemente allo stato dell'arte, con un risultato che sarà ancora un riferimento per molti anni di là da venire. Il primo film e la serie TV "Stand Alone Complex" non sono essenziali alla comprensione stretta di questa seconda pellicola, ma ne rappresentano certamente il giusto completamento.

TV

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Star%20Trek%20TNG.jpg

Star Trek: The Next Generation, USA - 1987-1994 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0092455/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Star_Trek#Star_Trek_-_The_Next_Generation)

Credo che la componente TV sia irrinunciabile se vogliamo capire meglio il fenomeno sci-fi. Il rapporto osmotico tra i due media è evidente, tanto più all'interno del fenomeno Star Trek. Una serie TV del genere è troppo vasta, profonda e impegnativa per permettere a chiunque di essere afferrata con poche sbirciate. Però è forse quella della saga che più di tutte merita l'attenzione anche da parte dei non-fan.

JEDI
08-05-2007, 14.42.16
Voglio assolutamente essere solidale con jkl perchè l'idea di questo topic mi sembra veramente ottima, se questo thread deve risolversi in un elenco di film sparati tra i più grossi o non ancora citati non serve a niente.
Se non avete tempo di scrivere due righe lasciate stare, tanti i titoli li conosciamo già. L'ultilità sta nel recupero di certi film, nelle vostre riletture, nelle vostre suggestioni. Anche per me il tempo è tiranno e più avanti cercherò di integrare e completare quanto già scritto, ma a parte il mio intervento iniziale che ovviamente voleva essere una battuta mi sono sforzato di partecipare attivamente. Mi permetto di fare questo intervento perchè ritengo che il forum sia frequentato da persone che avrebbero molto da dire sul tema. Grazie.

The_Ayertosco
08-05-2007, 14.59.28
Dark City
http://www.fantascienza.com/cinema/dark-city/media/poster.JPG
Alex Proyas 1998

John si risveglia con una donna morta nel suo letto ma non ha nessun ricordo di quello che può essere successo. Comincia cosi la sua fuga delirante condita da illusioni e immagini in una città avvolta dal sonno con strani indivuiddui vestiti di nero che lo inseguono.




Strange Days
http://digilander.libero.it/kyme/film/s/Strange%20Days.jpg
Kathryn Bigelow 1995

Los Angeles, dicembre 1999. In una città avvolta nel disordine e nella violenza, Lenny Nero ex poliziotto, fa lo spacciatore di wire trip clips, dischetti che tramite collegamenti neurali permette di vivere con tutti i sensi esperienze registrate da altre persone. Ma un dischetto diverso dal solito lo porterà ad una serie di vicende e conoscenze pericolose.



eXistenZ
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/7/76/EXISTENZ.jpg
David Cronenberg 1999

Allegra Geller è un gamedesigner, il migliore del mondo, e il suo ultimo progetto eXistenZ è l'ultimo gioco virtuale sviluppato. Un gioco che in puro stile Cronenberg, si interfaccia direttamente con il corpo umano. Durante un test del gioco c'è un tentativo di assassinio. Impaurita e infastidita da questo bypass di sicurezza decide di indagare insieme a Ted Pikul all'interno del gioco. Ma quello che ne consegue sarà un avventura in cui il reale si mischia al virtuale.

cymon
08-05-2007, 16.08.21
I'm back!
Secondo pacco tematico!

--- The Magic Seventies: sex, aliens and rollerball ---

Rollerball
In un asettico e lontano futuro gli uomini si sfogano guardando gladiatori pestarsi a sangue in arene bianco latte in una variante violenta della pallamano. Johnatan E., però, è troppo bravo e comincia a diventare una specie di leggenda, mettendo in pericolo l'ordine costituito.
Uno dei migliori film distopici disponibili, con agghiaccianti sequenze di gioco e uno scenario apocalittico affascinante. Da guardare per poi andare cordialmente a picchiare McTiernman.

2022 - I sopravvissuti (Soylent green)
In un futuro lontano e decadente, funestato da un caldo asfissiante, l'umanità sembra prossima a spegnersi piano piano, mentre il divario tra ricchi e poveri aumenta. Intanto sembra che l'unico cibo disponibile e generosamente distribuito ai popoli sia il soylent green. Charlton Heston indagherà sulla sua composizione...
Nuovamente distopia, nuovamente gran realizzazione. Non c'è niente di estremamente megalitico e oscuro nella società di Soylent Green e, forse, è proprio la banalità della decadenza a far riflettere di più.

I ragazzi venuti dal Brasile
Alcune morti sospette mettono un cacciatore di nazisti sulle tracce di un professore di nome Mengele...
Uno dei più raffinati ritorni fantascientifici del nazismo... abbastanza borderline considerando che, a parte il fulcro, il film è soprattutto un poliziesco, ma il tema trattato è diventato, negli anni, un cliché abusato un po' ovunque, quindi merita una citazione.

Superman
L'uomo d'acciaio DC arriva sul grande schermo in una produzione abbastanza eroica, visto che ai tempi far svolazzare uno vestito da imbecille non era una cosa che le major cercassero disperatamente.
Superman è PURO SENSE OF WONDER con l'aiuto del blooming, degli effetti speciali e di uno dei Gene Hackman più bastardi della storia. Il finale è quasi da rogo, ma a Superman lo si perdona.



Quattro titoli per il 70pacco, pensavo di racimolarne di più... magari raschio la memoria. Naturalmente sto cercando di infilare anche titoli non proprio centrali e stranoti, così da ampliare le conoscenze comuni secondo lo spirito dell'iniziativa. :sisi:
E naturalmente Dark Star l'ho lasciato a quelli :angel2: a cui piace Carpenter :|

aries
08-05-2007, 16.12.03
sia per brazil che per 1984 hai linkato il post di jedi :mecry:

/incompreso :mecry:

pierpo78
08-05-2007, 16.23.02
Enemy Mine
http://images.amazon.com/images/P/B000059HAC.01.LZZZZZZZ.jpg
Wolfgang Petersen - USA - 1985

Enemies because they were taught to be. Allies because they had to be. Brothers because they dared to be

Un soldato terrestre e un soldato alieno rimangono intrappolati su un pianeta selvaggio ed ostile. L'odio che separe le loro razze lascia spazio ad una necessaria collaborazione ed in seguito ad una profonda amicizia.


Robocop
http://manuelsagra.wordpress.com/files/2006/11/robocop_poster.jpg
Paul Verhoeven - USA - 1987

Vivo o morto tu verrai con me

In una Detroit dell'immediato futuro, la polizia non riesce a fare fronte ad una devastante ondata di criminalità e i diritti del cittadino vengono sopraffatti dalla sete di potere di potenti Corporation. Alex J. Murphy viene trasformato in un potentissimo cyborg da combattimento, ma questo non riesce a cancellare i suoi ricordi umani.

Heavy Metal
http://www.fotos.org/galeria/data/576/medium/Movie-Poster-Heavy-Metal.jpg
Geral Potterton, Jimmy Murakami - Canada - 1981

Il film celebrativo del magazine "Heavy Metal", un mix di sci-fi, fantasy, erotismo e hard rock.

jkl_
08-05-2007, 16.23.32
http://img355.imageshack.us/img355/1549/42mke9.jpg http://img355.imageshack.us/img355/5831/06mqk5.jpg http://img355.imageshack.us/img355/4807/14mdb2.gif

Xtro - Attacco alla Terra (Davenport, 1983) (http://italian.imdb.com/title/tt0086610/)
Xtro 2 (Davenport, 1990) (http://italian.imdb.com/title/tt0100975/)
Xtro 3 (Davenport, 1995) (http://italian.imdb.com/title/tt0115006/)

Una serie di importanza capitale nel b-movie fantascientifico. Nel primo, il più incisivo, un uomo viene rapito dagli alieni e ritorna sulla terra dopo tre anni in cerca della moglie e del figlio: non è più la stessa persona e inizierà a comportarsi stranamente. Nel secondo la trama si fa più explotation. Un gruppo di scienziati trova un modo per utilizzare un portale dimensionale su altri mondi, ma verranno attaccati da creature aliene e dovranno difendersi nei laboratori: la storia diventerà una sorta di convict movie, ovvero un film che si svolge prevalentemente in luoghi chiusi, spesso assediati. Nel terzo, dei marine dovranno costruire una base su un isola all'apparenza disabitata, ma finiranno male.

Xtro, arrivato in Italia solo con il primo episodio (ma gli altri due sono facilmente reperibili), è un esempio cristallino della potenza visiva del b-movie europeo. Violento, osceno e spesso censurato (occhio alle versioni che trovate) è un laboratorio di invenzioni visive, omaggi e profanazioni - sulla falsariga di Alien, E.T., Predator e del mercato americano Sci-fi che iniziava un massiccio porting nel mainstream, esorcizzando così l'enorme fucina b-movie che da sempre lo aveva nutrito. Un operazione del genere, nel b-horror lontano da un mercato più ampio, è riuscita anche al primo Peter Jackson.

Completamente folle e disarticolato, privo di qualsiasi coerenza, il progetto di trilogia nasce e muore solo nel nome Xtro. Di fatto i tre film, con stili molto diversi - più introspettivo il primo, più western il secondo, più horror il terzo - sono diventati ormai un cult.

Eowyn.
08-05-2007, 16.28.39
http://genomics.unc.edu/cgf/images/gattaca.jpg

GATTACA - La porta dell'universo
Andrew Niccol, 1997

In un futuro non troppo lontano, grazie all'ingegneria genetica, il mondo sarà diviso tra "validi", concepiti in provetta dopo un'accurata selezione del DNA dei genitori, e "non validi", concepiti tradizionalmente. Vincent Freeman, un non valido, pur di diventare cosmonauta (professione riservata ai soli validi) compra l'identità genetica di Jerome Eugene Morrow, un geneticamente perfetto costretto sulla sedia a rotelle dopo un incidente.

IMDb (http://imdb.com/title/tt0119177/) / Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Gattaca_-_La_porta_dell'universo)

pierpo78
08-05-2007, 16.41.36
The Thing (La Cosa)
http://www.theofficialjohncarpenter.com/data/movies/posters/thpofr.jpg
John Carpenter - USA - 1982

In una claustrofobica base di ricerca in Antartide, un gruppo di ricercatori si trova ad affrontare un mutaforma di origine non terrestre.
Un capolavoro di Carpenter (anche se riprende dal "The thing from another world" del 1951) è uno dei massimi esponenti dello sci-fi horror.

12 Monkeys
http://www.vn-kinothek.at/dvdcover/full/12_monkeys.jpg
Terry Gilliam - USA - 1995

Nel futuro il genere umano è condannato a vivere nel sottosuolo a causa di un virus letale rilasciato nell'atmosfera. Il cittadino John Cole è scelto per essere rimandato indietro nel passato e raccogliere informazioni sul gruppo naturalistico delle 12 Scimmie che si ritiene essere la causa del rilascio del virus. Ma Cole arriverà a rasentare la pazzia.
Nuovo classico dello sci fi d'autore, si inspira al film "La jeteé" del 1962.

pierpo78
08-05-2007, 17.17.11
Species
http://www.bedoper.com/reptilian/graphics_graveyard/species_ver4.jpg
Roger Donaldson - USA - 1995

Dallo spazio arriva un messaggio alieno contenete informazioni per manipolare il DNA umano. Il frutto delle ricerche è una bambina che ben presto si trasformerà in una micidiale e orrenda cacciatrice.
Questo lo metto solo per la creatura frutto del sommo Giger e per un cast calibro 90 come Sir Ben Kingsley e Michael Madsen.

The Hidden (L'Alieno)
http://www.fantasymundo.com/galeria/imagenes/hidden/hidden01.jpg
Jack Sholder - USA - 1987

Un viscido alieno prende possesso dei corpi umani fino a quando questi non sono più utilizzabili. Sulle sue tracce un polizziotto e un agente FBI che nasconde un grande segreto. Misto ben riuscito di polizziesco/sci fi/horror, aveva un suo pregio nel mettere in mostra come l'alieno usasse i corpi oltre le normali capacità umane.
Ha inspirato l'albo di Dylan Dog "Il Male" in cui Groucho non fa neanche una battuta !!

Split Second (Detective Stone)
http://imagesource.allposters.com/images/pic/MG/204893~Split-Second-Posters.jpg
Tony Maylam, Ian Sharp - UK - 1992

Godibile sci-fi horror / poliziesco. In una Londra del futuro perennemente allagata, il Detective H. Stone (Hauer) da la caccia ad un pericoloso criminale che ha ucciso il suo collega anni addietro. per scoprire che il ricercato è decisamente qualcosa di più di un semplice essere umano.

Maharet
08-05-2007, 17.34.00
@Maharet, leggi che ho scritto a Ale555. :D

Ah, eh uhm... sry :D
Giuro che appena ho mezzo secondo mezzo di tempo edito :D

Edit: editato il post di origine. Tolto enemy mine, mannaggia a pierpo.

jkl_
08-05-2007, 17.51.39
Spielberg: la trilogia della maturità Kubrickiana


http://img355.imageshack.us/img355/2528/81mqr7.jpg http://img355.imageshack.us/img355/7062/26mpy6.jpg http://img355.imageshack.us/img355/1986/78mry4.jpg

A.I. - Intelligenza Artificiale (Spielberg, 2001) (http://italian.imdb.com/title/tt0212720/)
Minority Report (Spielberg, 2002) (http://italian.imdb.com/title/tt0181689/)
La guerra dei mondi (Spielberg, 2005) (http://italian.imdb.com/title/tt0407304/)

Brevemente le trame. A.I. è la storia di Pinocchio in chiave moderna: un androide bambino sogna, fra incomprensioni, pregiudizi e barriere sociologiche, di diventare umano; Minority Report descrive un futuro in cui i crimini vengono bloccati (e condannati) prima ancora di essere commessi, tratto da un racconto di Dick; La guerra dei mondi è una nuova versione del classico di Wells, dove gli alieni attaccano e razziano la terra.

Spielberg eredita un progetto di Kubrick (A.I.) e ne riscrive la membrana. Il percorso filologico di Kubrick (lo si può solo immaginare, purtroppo) era sotteso all'oggetto androide come filtro; filtro di realtà (un futuro non lontano dove l'etica non è più un ostacolo), filtro antropologico (l'occhio artificiale che ricambia lo sguardo dell'occhio umano), filtro cinematografico (la "macchina" androide che diventa m.d.p. e si rivolge al suo creatore/autore). Quello che invece Spielberg costruisce sono derive di questi concetti. La realtà di A.I. è compromessa dall'etica (l'androide bambino fa breccia fra la comunità umana e quella scientifica, dal confine sempre più diratato), l'antropologia di Spielberg è rovesciata e svuotata (l'androide smette presto di guardare l'umano, e anzi cerca e ottiene il superamento di una razza identificata come entità solo di passaggio - il finale), il cinema di Spielberg diventa un riflesso ricostituitivo dell'ideatore originale (gli enormi totali e le sequenze meno Spielberghiane di sempre - aperture più contratte, profondità più controllate -, sono un chiaro omaggio a Kubrick). E' un progetto ambizioso, e purtroppo non del tutto riuscito per via di una scrittura indecisa fra l'esplorazione e la conservazione.

Minority Report è il vero capolavoro della triade. Spielberg non si libera dell'ombra kubrickiana, e anzi l'assorbe per riutilizzarla nell'unico risultato efficace (e meno profano) possibile. Uno studio concettuale enorme (inutile fare i nomi dei collaboratori, ho già spammato in giro abbastanza su questo film) integra le intuizioni di Kubrick (es. l'angoscia asettica del primo piano della cura Ludovico / il sadismo, quasi chirurgico [e comunque mai così spietato e asciutto], di Spielberg durante le sessioni di premonizione) e, cosa più importante, mantiene in vita un discorso precedentemente offuscato da A.I.: il filo sociologico. Alcune delle sequenze più memorabili (da nuovo standard cinematografico, come solo Spielberg sa insegnare all'entertainment mondiale) ricostruiscono con magistrale alternanza la cruciale scelta registica di non cedere mai alla fantascienza più usurata. Sempre in bilico fra detto/non detto (il rapporto con il figlio morto), visto/non visto (l'effettiva valenza dell'ipotetico reato): un gioco che prima ancora di essere adattamento letterario (poco rispettoso, a dire il vero) è puro cinema.

La guerra dei mondi è invece un progetto minore - checchè ne dica il budget, gli incassi, i compensi e tutto quello che gira nel (loro) business. Codardo, a dire il vero, e facilmente risolvibile. La momentanea sospensione dall'esplorazione spazio temporale illimitata che il cinema (gli) permette, interrompe un discorso dove Spielberg si interroga e prende la sofferta idea di tornare "con i piedi per terra", per confezionare due gioielli post-9/11 come Prova a prendermi e Terminal. Per riallacciare con il 2000, La guerra dei mondi - intricato doppio filo Wells / Welles, ormai attorcigliati e inscindibili - diventa la premessa più aperta (e paradossalmente più difficile da affrontare, poichè meno stratificata e di conseguenza molto più esplicita [alieni = nemici oscuri]) per infilzare il pubblico americano. Peccato che la sceneggiatura non sposti quasi mai il peso (l'invasione) frai personaggi, tenendo sempre a fiato corto tutte le possibili iniziative (in breve: tutti fanno un po' come gli pare, scappando dalle maestranze di una regia che non riesce mai ad inquadrarli bene), e si districa aggiungendo qua e la comodi espedienti (Tim Robbins) per cercare disperatamente qualche assist per la regia - che ringrazia e il più delle volte centra il bersaglio (sempre il breve cameo di Tim Robbins). Un lotto di sequenze mozzafiato e un Tom Cruise cadaverico riassumono un paio di idee che Spielberg ricostruirà, con piglio diverso e con meno pensieri in testa, nel successivo - ennesimo capolavoro - Munich.

pierpo78
08-05-2007, 18.08.33
Edit: editato il post di origine. Tolto enemy mine, mannaggia a pierpo.

Scusami cara, largo alle signore. Prendi pure Enemy Mine :Palka:

Maharet
08-05-2007, 18.19.42
Scusami cara, largo alle signore. Prendi pure Enemy Mine :Palka:

Ma scherzi? Ci mancherebbe altro, era solo una battuta, chi lo mette lo mette, l'importante e' che ci sia :)

MaGiKLauDe
08-05-2007, 19.19.25
http://www.antoniogenna.net/doppiaggio/film/serenity1.jpg
Whedon, 2005

L'equipaggio della Serenity, composto da reduci della guerra civile che li ha visti sconfitti, si barcamena per l'universo, svolgendo missioni ai limiti della legalità. Ma dal momento in cui accoglieranno a bordo Simon e sua sorella River, un arma vivente appena liberata dalla priginiadal fratello, si troveranno alle costole l'esercito dell'Alleanza.
Secondo un sondaggio di un tabloid inglese, Serenity è il miglior film di fantascienza della storia, precedendo colossi del calibro di Blade Runner, Star Wars e Alien. Alla prova dei fatti, pur non essendo all'altezza dei capolavori prima citati, Serenity si rivela comunque un film godibile, con qualche strizzata d'occhio alla saga di Lucas e all'opera di Scott nella stereotipizzazione dei personaggi e nelle ambientazioni.

funazza
08-05-2007, 19.34.53
prenderei a pugni jkl per le cose che ha scritto sui 3 film di Spielberg :|

http://img58.imageshack.us/img58/636/aranciameccanicalocandiqv6.jpg
1971 - Kubrick.

Nell'Inghilterra di un prossimo futuro Alex e i suoi drughi vivono di ultraviolenza. Dopo aver ucciso una donna ed essere stato tradito dai compagni, Alex viene sottoposto alla "cura Ludovico" che gli impedirà di esercitare il libero arbitrio in una società che lo approva.
Uno sguardo lucidissimo su uno dei più grandi temi dell'uomo, un opera immensa nella quale l'eleganza e la perfezione formale vanno in contrasto con la brutalità dell'argomento e l'ottica in cui viene trattato.

Di0
08-05-2007, 19.43.52
prenderei a pugni jkl per le cose che ha scritto sui 3 film di Spielberg :|

Non ho mai letto niente di così condivisibile sui film di spielberg, invece. :D

funazza
08-05-2007, 20.05.50
Non ho mai letto niente di così condivisibile sui film di spielberg, invece. :D


Minority Report è il vero capolavoro della triade. Spielberg non si libera dell'ombra kubrickiana, e anzi l'assorbe per riutilizzarla nell'unico risultato efficace (e meno profano) possibile. Uno studio concettuale enorme (inutile fare i nomi dei collaboratori, ho già spammato in giro abbastanza su questo film) integra le intuizioni di Kubrick (es. l'angoscia asettica del primo piano della cura Ludovico / il sadismo, quasi chirurgico [e comunque mai così spietato e asciutto], di Spielberg durante le sessioni di premonizione) e, cosa più importante, mantiene in vita un discorso precedentemente offuscato da A.I.: il filo sociologico. Alcune delle sequenze più memorabili (da nuovo standard cinematografico, come solo Spielberg sa insegnare all'entertainment mondiale) ricostruiscono con magistrale alternanza la cruciale scelta registica di non cedere mai alla fantascienza più usurata. Sempre in bilico fra detto/non detto (il rapporto con il figlio morto), visto/non visto (l'effettiva valenza dell'ipotetico reato): un gioco che prima ancora di essere adattamento letterario (poco rispettoso, a dire il vero) è puro cinema.

vabbé, non voglio flammare :|

pierpo78
08-05-2007, 20.30.51
The Impostor
http://img.clubic.com/photo/00102920.jpg
Gary Fleder - USA -2002

Dalle pagine di uno dei racconti più disturbanti di Dick deriva questo onesto adattamento cinematografico con il bravo Gary Sinise e la bella ma old madeline Stowe.
A fare da sfondo alla vicenda una guerra dilaniante tra terrestri ed alieni: quando i terrestri paiono avere la meglio grazie ad una nuova arma, arriva la notazia che gli alieni hanno mandato una bomba in grado di distruggere l'intero pianete, una bomba che ha le sembianze di un uomo. Lo stesso scienziato che ha costruito l'arma terrestre sarà indicato come portatore della bomba aliena. Abbandonato dalla famiglia e ricercato dai suoi ex colleghi, inizierà un viaggio per scoprire la verità.
Può un androide prendere la vita di un uomo con i suoi ricordi e le sue emozioni? E come può quest'androide convincere gli altri di non essere tale? Come al solito Dick gioca sull'identità umana, e le sequenze finali del film (racconto) paiono farsi beffa dell'intera umanità.

Total Recall
http://images.amazon.com/images/P/B0000640RW.01.LZZZZZZZ.jpg
Paul Verhoeven - USA - 1990

Dick/Verhoeven/Schwarzy danno vita a questo blockbuster di inizi anni '90. Di nuovo Dick ci pone davanti ai suoi questiti sulla natura umana: un singolo individuo si identifica con i suoi ricordi e cambiando questi cambia anche la sua vita?
D. Quaid non potendo permettersi un reale viaggio su Marte si fa innestare dei ricordi fasulli. Ma qualcosa va storto e si trova suo malgrado a dovere raggiungere marte e scoprire cosa si cela nel suo passato. Tra corrotte multinazionali (multiplanetarie ? ) e terroristi mutanti, dovrà scegliere se riabbracciare il suo passato o seguire una nuova strada e dare speranza all'intera umanità.

cymon
08-05-2007, 20.40.40
prenderei a pugni jkl per le cose che ha scritto sui 3 film di Spielberg :|

Non rubarmi il mestiere. Comunque credo che ultimamente beva :sisi:

(In verità su Spielberg c'era quasi concordia, ma almeno ai tempi in cui si stabilì questo clamoroso risultato non ricordavo niente di così sperticato e assurdo :|)
Ah no, 'speta, forse c'era un pezzo del vale tudo circa così.
Quello in cui urlavo "il blùùùùming" :asd:

funazza
08-05-2007, 20.56.30
Non rubarmi il mestiere.


no, non sia mai. non ne ho nessuna intenzione. certe cose però non devono passare sotto silenzio, altrimenti continuerà a farle :|

jkl_
08-05-2007, 21.48.48
Il silenzio sul deserto
tre film, tre filmmaker, nessuna lingua


http://img461.imageshack.us/img461/5199/45mel4.jpg http://img461.imageshack.us/img461/1428/68mvn7.jpg http://img461.imageshack.us/img461/1361/32moe2.jpg

Le dernier combat (Besson, 1983) (http://italian.imdb.com/title/tt0085426/)
Il lungometraggio d'esordio di Luc Besson, basato su un suo precedente corto. In un remoto futuro di polvere e briciole, dove gli uomini hanno perso l'importanza stessa della parola, un giovane inventore si allea con un vecchio dottore per difendersi da una banda criminale che monopolizza le aree desertiche. Con evidenti citazioni alla serie Mad Max di Miller, Le dernier combat è il mio Besson preferito.

After the Apocalypse (Nakajima, 2004) (http://italian.imdb.com/title/tt0404745/)
Dopo l'esito disastroso di una terza guerra mondiale, il pianeta è devastato. Un uomo malconcio, dietro una maschera per l'ossigeno, esce dal suo bunker in cerca di cibo: troverà altri superstiti della catastrofe. Un gruppo di cinque persone che hanno perso tutti i loro averi, il loro passato e l'uso della lingua, dovranno instaurare una nuova comunicazione in un nuovo mondo. Una fiaba moderna sul ritorno alla vita. Il delicato e poetico esordio di un giovane regista, Yasuaki Nakajima, che ha tutte le carte in regola per diventare il nuovo Jarmush - perlopiù Jarmush prima maniera.

La guerra del fuoco (Annaud, 1981) (http://italian.imdb.com/title/tt0082484/)
Non è propriamente uno sci-fi, ma i numerosi parallelismi con 2001 lo aiutano a rientrare nella categoria. Anche perché sarebbe difficile inserirlo in un genere definito: non è neanche un fantasy. Il film racconta le avventure di un gruppo di uomini nella preistoria, coinvolti in un (molto prematuro) viaggio "esistenziale" attraverso la giungla, viaggiando in un mondo sconosciuto ai loro occhi, e paradossalmente anche ai nostri. Lo scopo è recuperare il fuoco che si è spento nella loro tribù. Per chi lo ha apprezzato, sulla stessa onda, c'è anche il magnifico Walkabout (L'inizio del cammino) di Roeg.

jkl_
08-05-2007, 22.55.04
Satellites of love
l'amore al tempo dei robot


http://img246.imageshack.us/img246/6015/39meu6.jpg http://img246.imageshack.us/img246/9396/78mqb5.jpg http://img246.imageshack.us/img246/5245/75mcx5.jpg

2046 (Wong, 2004) (http://italian.imdb.com/title/tt0212712/)
Cyberseguito del capolavoro In the mood for love. Il 2046, un luogo per chi vuole recuperare le emozioni perdute, è anche un buco nero di speranze e illusioni: nessuno ne ha mai fatto ritorno. Uno scrittore riuscirà a non scomparire nel limbo, ma inizierà ad interrogarsi sulla sua effettiva temporalità. Ha scritto un libro sul futuro, oppure è il futuro che ha scritto un libro su di lui?

Robot Stories (Pak, 2003) (http://italian.imdb.com/title/tt0301777/)
Quattro storie di relazioni robotiche. Un gruppo di umani fatica a relazionarsi con un mondo dominato da androidi, e che rende la loro esistenza sempre più effimera. Una coppia decide di adottare un bambino umano, ma dovrà tenere conto del loro bambino androide; una madre, per avvicinarsi al suo figlio morente, cercherà di completare la sua collezione di robot giocattoli; un capoufficio androide inizia a interrogarsi sulla sua vita; uno scultore dovrà decidere fra la morte e l'immortalità digitale.

Il dormiglione (Allen, 1973) (http://italian.imdb.com/title/tt0070707/)
Risvegliato in un futuro non troppo remoto, dove ad esempio il Papa si è sposato, un ometto farà parte di un gruppo di ribelli deciso a rovesciare il soffocante sistema che risveglia nell'uomo un coriaceo instinto lavorativo. Nel frattempo conoscerà una donna, soggiogata dalle logiche dell'etica sessuale (una sfera stimolante) e intellettuale moderna, che troverà in lui un appiglio per riscoprire l'essenza più semplice della vita.

JEDI
08-05-2007, 22.57.49
SECONDA PUNTATA

Space Opera

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Dune.jpg

Dune ( id. ), di David Lynch - USA - 1984 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0087182/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Dune_%28film%29)

L'ambiziosità nel progetto di portare il romanzo di Herbert sul grande schermo non è assolutamente inferiore a quella che ha portato la Trilogia Tolkeniana nella mani di Peter Jackson. Con l'unica differenza, trascurabile in quanto frutto di una mia personale convinzione, che io sarò sempre grato a Lynch per il suo approccio interpretativo del tutto privo della necessaria riverenza nei confronti del testo. Ho sempre trovato il romanzo ( non sono mai andato oltre il primo ) prolisso, verboso e noioso almento tanto quanto è potente, profondo e immaginifico. Eppure l'opera di Lynch splende assolutamente di luce propria tanto che il "tratto da" beneficia nettamente il regista rispetto al romanziere.

Top Directors

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Contact.jpg

Contact ( id. ), di Robert Zemeckis - USA - 1997 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0118884/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Contact_%28film%29)

Un Zemeckis già nella fase "grandi studios" dirige la trasposizione dell'omonimo romanzo di Carl Sagan. Il risultato ci restituisce l'Avventura Umana ai suoi massimi livelli, come da tempo non era vissuta sul grande schermo. Il film è privo di difetti sostanziali e vanta molti pregi, tra cui quello di apparire Sci-Fi opera molto più di quanto non sia in realtà, e questo anche grazie ad un uso stranamente sapiente e non abusato, considerando chi è il regista, degli effetti speciali.

Society, Cyberpunk, Cultures & other Visions

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Mad%20Max.jpg

Interceptor (Mad Max ), di George Miller - AUS - 1979 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0079501/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Interceptor)

Ho sempre pensato che Miller non avesse molta voglia di raccontarci qualcosa sul futuro post-apocalittico quando ha pensato a questo film. A lui interessava molto di più il personaggio, e questo è evidente nel modo in cui il film si svolge. La perdita di amici e famiglia rappresenta l'erosione dei valori sociali e umani che lasciano l'uomo solo con le sue angoscie. La road-movie spectacularization è solo un contenitore facile da costruire nelle deserte strade australiane, così come l'apocalisse post-atomica è un atto dovuto nei confronti del clima politico de quegli anni..

Anni '80

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Running%20Man.jpg

l'Implacabile ( Running Man. ), di Paul Michael Glaser - USA - 1987 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0093894/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/L%27implacabile)

Non cadrò nell'equivoco di perorare una causa di sdoganamento di uno dei film più sottovalutati della decade, non c'è nulla da rileggere o da attualizzare. "Running Man" è un manifesto puro e semplice degli anni '80, c'è tutto quello che serve: i bicipiti di uno Schwarzy nella più smagliante forma autoironica di sempre, le solite intuizioni geniali che si sono via via estinte all'approssimarsi del nuovo millennio, la giusta dose di demenzialità e una raffica di battute tra le più memorabili ( "Ti avverto che stò per vomitarti addosso" - "Fa pure, nessuno lo noterebbe su questa camicia" ). Puro e sano divertimento.

Carpenter way

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Dark%20Star.jpg

Dark Star ( id. ), di John Carpenter - USA - 1974 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0069945/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Dark_Star)

Carpenter è uno pochi registi che lascia intravedere fin dalle sue prime opere il nucleo essenziale del suo pensiero e della sua visione delle cose. E questo è tanto anomalo quanto soprendente. Altrettanto sorprendente è sostenere, come faccio io, che questo è anche il film dal contenuto più surreale e grottesco della sua intera filmografia. Sembra strano ma è così. Carpenter non si permetterà mai più di essere così apertamente satirico. Più avanti la sua evoluzione stilistica lo porteranno a esprimere il suo pensiero sotto la luce di un asciutto e lucidissimo impianto critico, ma non si lascerà mai più andare al sorriso ammiccante.

B-movies

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Flash%20Gordon.jpg

Flash Gordon ( id. ), di Mike Hodges - USA/ITA - 1980 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0080745/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Flash_Gordon_%28film_1980%29)

Questo film è talmente barocco, ridondante, chiassoso, ingenuo, apocrifo e goffo che non può non ispirare compassione ai più. La colonna sonora non fa altro che contribuire al quadro grottesco di questa gigantesca boutade cartoonesca. Del tutto privo di qualsiasi velleità filologica o metaforica da risultare commovente. Rimarrà in ogni caso una perla nel suo "genere".

Animated

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Nausicaa.jpg

Nausicaä della Valle del Vento ( Kaze no tani no Naushika ), di Hayao Miyazaki - JPN - 1984 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0087544/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Nausica%C3%A4_della_Valle_del_Vento_%28film%29)

Uno dei film potenzialmente più immediati e più adatti al mondo occidentale di Miyazaki è stato incredibilmente uno dei più inarrivabili, per pure beghe distributive, per molto tempo. Un capolavoro immortale in cui la poetica del Maestro è trasparente, immediata, cristallina, non mediata da quegli archetipi culturali e metaforici che più tardi adombreranno di lucida rassegnazione il suo ennesimo capolavoro, Mononoke, dal pressochè identico messaggio di fondo e percorso narrativo. Una dimostrazione di come la semplicità di un'idea può diventare banale solo nelle mani di un incapace, ma al contrario pura poesia se raccontata da un Artista assoluto.

pierpo78
08-05-2007, 23.10.36
Dai dai, ma che capolavori mancano!!!
Ghost in The Shell
http://hayqueverp.iespana.es/Cr%EDtica/Kokaru%20Kidotai3_archivos/image002.jpg
Mamoru Oshii - Giappone - 1995

L'altra colonna della sci-fi anime al fianco di Akira. Dove Akira è corale come la trasposizione di un colossal, GitS è focalizzato su un unico personaggio. Alle scene di azione ipercinetiche si affiancano primi piani sul volto da bambola aidoru del Maggiore Kusanagi e piani sequenza virtuali sul suo corpo inerme.
Il Maggiore è un cyborg che appartiene anima e corpo alla sezione governativa numero 9. Il suo scopo è dare la caccia al cyber-terrorista Signore dei pupazzi.
Sebbene abbia dei ricordi che la rendono umana sotto la sua corazza di titanio, l'imminente incontro con il suo rivale la portano a dubitare se esista ancora una distinzione tra uomo e macchina e la sicurezza di essere umani data dal possedere i ricordi diventa evanescente.
Alcune scene di commovente bellezza: la "nascita" del maggiore (con Making of Cyborg a fare da fondo musicale), il disperato tentativo di vincere contro il mezzo corazzato e l'accettazione della sconfitta e della distruzione.
Un classico.

The Fly (La mosca)
http://www.howardshore.com/images/posters/fly.jpg
David Cronenberg - USA - 1986
IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0091064/?fr=c2l0ZT1kZnx0dD0xfGZiPXV8cG49MHxrdz0xfHE9dGhlIG ZseXxmdD0xfG14PTIwfGxtPTUwMHxjbz0xfHNjPTF8aHRtbD0x fG5tPTE_;fc=1;ft=108;fm=1)
Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/The_Fly_%281986_film%29)

:hail:

IMHO il film più agghiacciante e bello di Cronenberg!!
Dopo the Brood e Shivers, il regista canadese ci colpisce di nuovo allo stomaco con il suo volere fare a "pezzi" il corpo umano, privarlo della dignità che ogni persona sente di avere e di ridurlo a mera materia da plasmare. Temi come la decomposizione del corpo e la sua seguente mutazione raggiungono qui il loro massimo espressivo.
Seth Brundle è un brillante fisico che rinchiuso nel suo laboratorio da vita ad una macchina in grado di cambiare per sempre l'umanità. Schivo e quasi misogino, il Dr. Brundle testa su se stesso la sua nuova macchina e per un errore il suo DNA viene fuso con quella di una mosca. Da qui inizierà la sua orrenda mutazione fisica e mentale, a cui assiste sempre più spaventata la giornalista Veronica Quaife, fino ad terribile epilogo.
L'attualizzazione della metamorfosi Kafkiana, venti anni fa come ora per stomaci forti.
Riprende ma riattualizza l'omonimo film del 1958 e pare che ci sia un remake in programma per il prossimo anno.

cymon
08-05-2007, 23.49.46
--- Cymon's love - because i've reason by myself (io ci ho ragione!) ---

Stargate
Resurrezione del cinema di fantascienza ad opera di un ispiratissimo Emmerich. Il governo americano trova un buffo anello che permette di percorrere centinaia di anni luce in pochi secondi e manda una squadra dall'altra parte, dove regna uno spietato alieno in salsa egizia.
Stargate è un film assolutamente perfetto, ben appollaiato sulla cassetta, lontano dall'autorale, capace di fare raccapriccio ai puristi del genere che esaltano l'introspezione e l'analisi sociologica. Ra è uno dei migliori cattivi degli anni novanta e i soldati, assolutamente essenziali, ne sono una degna controparte.
Ne sia testimonianza anche la longeva e fortunatissima serie TV che ne è stata tratta.

E visto che Jedi (prima di essere sgozzato da un Fremen cosicchè la sua acqua ci ripaghi delle infamanti parole pronunciate su Dune-libro) ha messo Mad Max (che non sento proprio fantascienza) thò:

Mad Max - Beyond the Thunderdome
Terzo capitolo della saga (il secondo non l'ho visto :mecry:) del guerriero della strada. Mad Max ha disegnato un post-atomico che è penetrato a fondo nella cultura popolare e in questo film c'è tutto. Lo steampunk della centrale elettrica a maiali, la gloria delle automobili da combattimento e la lotta nel Thunderdome.
E c'è la Tina, anche se non abbiamo bisogno di un altro eroe.

Them!
Non ha senso che vi buttiate sui film assolutamente da manicomio del geichielle se prima non vi siete fatti gli INSETTONI GIGANTI. Fotografia cruda della fantascienza del '54: la radioattività muta delle formiche in creature enormi che divorano quello che gli capita. Gli spasmodici sforzi dell'esercito per contenere la minaccia mutante. Gommapiuma, chiaroscuri, belle donne strette in raccapriccianti chele e bambini che, nonostante tutti, si salvano sempre. Un nostalgico di fronte a tanto non può non commuoversi fino alle lacrime.

Solaris (2002)
Attendendo che cicci fuori l'originale del '72 il pacco cymon's love riporta la versione di Soderbergh che, pur essendo un remake, merita assoluto rispetto.
Mantenuti gli angoscianti silenzi di Tarkovsky il film vira in una direzione diversa dall'origanale e esplora nuove implicazioni del pianeta oceano. Praticamente privo di effetti speciali Solaris è un viaggio veramente intimo all'interno delle persone.

Chronicles of Riddick
(:look: alla fine ho avuto il coraggio di postarlo)
Riddick viene coinvolto dai mondi civilizzati per opporsi all'espansione di una forza oscura che divora mondi come fossero noccioline.
Svacco completo dell'atmosfera cyberpunk e decadente di Pitch Black, stupro del protagonista a cui viene affibbiato un messianesimo da operetta, balletto patetico di onomastica flashata (NEKKROMONGAH!) eppure Chronicles of Riddick ha qualcosa del Conan il barbaro, ha una spregiudicatezza che bisogna riconoscergli e comunque ripropone uno dei personaggi più carismatici del cinema moderno. Nei Cymon's love ci sta bene :sisi: ("Sei venuto leggerino")



(sta cosa delle categorie mi angoscia e limita un casino, mannaggia a me a quando me la sono imposta)

JEDI
09-05-2007, 00.38.41
TERZA PUNTATA

Space Opera

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Silent%20Running.jpg

2002: La seconda Odissea ( Silent Running ), di Douglas Trumbull - USA - 1972 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0067756/)

Odissea come la storia infinita dell'adattamento dei titoli, in questo caso spudorato fino all'inverosimile, considerando che l'ottimo lavoro di Trumbull non ha nulla a che spartire con l'immortale capolavoro di Kubrick. Superato il fastidio, ciò che osserviamo è un classico esempio di come l'ambientazione fantascientifica funge da comodo espediente narrativo per impiantare ( è proprio il caso di dirlo ) una solida storia ricca di contenuti con pochi fronzoli e molta sostanza. Tecnicamente il film non offre spunti particolari, a parte forse l'interessante sequenza iniziale che allarga da un primo piano interno a un campo lunghissimo esterno rivelandoci che la scena di vita ordinaria che osserviamo si svolge a bordo di una nave spaziale. Ma il messaggio-monito insito nel film funziona a vari livelli ( cit. ) e se relativizzato all'anno del film risulta ancora apprezzabile e interessante.

Top Directors

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Zardoz.jpg

Zardoz ( id. ), di John Boorman - USA - 1974 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0070948/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Zardoz)

Atipica e originale pellicola che più che fantascientifica in senso stretto è ambientata in una contorta e mitologica "dimensione parallela dell'esistenza". L'incastro narrativo voluto da Boorman soffre un pò troppo spesso di contaminazioni metafisiche e mistiche che tendono a complicare troppo e a rendere a tratti incoerente un film che in realtà poggia su un messaggio di per se semplice. In compenso lo sguardo allucinato, acido ( nel senso di trip da droghe ), quasi psichedelico, insieme alle atmosfere e scenografie assai kitsch regalano un tocco vintage che rappresenta in senso cinestoriografico uno dei motivi di maggior interesse del film, che certamente fa fatica ad uscire dai confini culturali della sua epoca.

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Wenders.jpg

Fino alla Fine del Mondo ( Bis ans Ende der Welt ), di Wim Wenders - GER/FRA/AUS - 1991 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0101458/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Fino_alla_fine_del_mondo)

Wenders è da sempre un cineasta avvezzo ad una delle visioni cinematografiche più "ecumeniche" della storia della settima arte. Neppure la sua più nota escursione nel campo della sci-fi più canonica fa eccezione. Ridondante e prolisso come nella miglior tradizione del regista, con una colonna sonora da urlo, un cast d'eccezione, con tanta di quella carne al fuoco che la metà basterebbe per altri 4 film, si tratta comunque di una grande pellicola, animata da una poetica coerente e commovente.

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Abyss.jpg

Abyss ( The Abyss ), di James Cameron - USA - 1989 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0096754/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Abyss)

Io non sono d'accordo sul fatto che The Abyss si possa considerare un fallimento, nè trovo giusto un paragone con Aliens filtrato solo dalla lente del puro entertaiment. Intanto trovo coraggiosa e apprezzo la scelta di Cameron di ricimentarsi con la fantascienza alla luce del successo di Aliens. La consapevolezza di volere un film "diverso" e il rischio dell'equivoco mediatico del paragone era evidente, ma Cameron non si è sottratto. La simmetria spazio-profondità marine è tanto scontata quanto elementare, ma si parla col senno di poi, onestamente non ci aveva pensato nessuno. Le difficoltà realizzative del film furono enormi, gli effetti speciali un nuovo metro di paragone per l'epoca, e la pellicola rimane comunque una pietra miliare del genere.

Society, Cyberpunk, Cultures & other Visions

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Fratello.jpg

Fratello di un altro Pianeta ( The Brother from Another Planet ), di John Sayles - USA - 1984 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0087004/)

Probabilmente il primo esperimento di cinematografia indipendente sci-fi. Sembrerebbe un film di Spike Lee se non fosse che il concetto di integrazione extrarazziale, ed extraplanetario in questo caso, è rappresentato secondo una dinamica positiva e non distruttiva ( o potenzialmente tale ). Peccato che Sayles non abbia tentato altre incursioni nel genere perchè il mestiere ( il film è costato pochissimo ) c'è e si vede.

JEDI
09-05-2007, 00.49.57
E visto che Jedi (prima di essere sgozzato da un Fremen cosicchè la sua acqua ci ripaghi delle infamanti parole pronunciate su Dune-libro) ha messo Mad Max (che non sento proprio fantascienza) thò:



A parte il fair-play insito nel rimandare fino all'inverosimile di postare "Predator" quale cordiale e cortese scambio per "Dark Star", mi domando: se basta metà giudizio infamante ( perchè l'altra metà mi sembrava quanto meno inneggiante ) su Dune per farti scaldare (:asd:), cosa mi augureresti se dovessi dirti cosa penso del tuo su "Stargate" di giudizio?

p.s.: stò thread mancà di un pò di flame eh?

jkl_
09-05-2007, 08.03.43
Twilight Zone
segmenti e derive


http://img175.imageshack.us/img175/6812/74mxv5.jpg http://img175.imageshack.us/img175/584/28myp0.jpg http://img175.imageshack.us/img175/184/06mhp5.jpg http://img175.imageshack.us/img175/8995/84mdl2.jpg

Salto nel buio (Dante, 1987) (http://italian.imdb.com/title/tt0093260/)
Il segmento girato da Dante nel film di Twilight Zone, ricavato da un vecchio episodio della serie stessa, è un po' la chiave di lettura di tutto il suo cinema: un bambino ha l'enorme potere di controllare ogni logica del mondo in cui vive, come fosse un giocattolo. L'immaginifico infantile, tenero o spietato che sia, è sempre il filtro che distingue il sottotesto dei suoi film (che generalmente spaziano dall'horror più genuino alla satira sociale, dalla passione-cinema alla satira politica) dal loro impianto registico: l'infanzia è sempre l'occhio più disincantato fra le lenti di Dante. In "Salto nel buio" un gruppo di persone miniaturizzate dentro un sottomarino finiscono per sbaglio nel corpo di un ipocondriaco; la struttura è stratificata: c'è la satira (gli esperimenti biogenetici, saccheggiati dal cinema degli anni '90), la fantapolitica (i tecno-terroristi che assaltano il laboratorio), il cinema (le affettuose citazioni al leitmotiv del viaggio, dell'esplorazione, dell'impossibile, del paradossale), e sempre quell'eterna smorfia di divertimento fanciullesco, quasi una beffa, che regala uno dei film fondamentali della poetica JoeDantesca.

E.T. - L'Extraterrestre (Spielberg, 1982) (http://italian.imdb.com/title/tt0083866/)
In realtà avrei voluto scrivere su Close Encounters, ma me l'hanno scippato; E.T. è, però, la sua naturale evoluzione, e quindi può benissimo rientrare nel discorso. Sempre partendo dal film di Twilight Zone, nel suo segmento - dei vecchi in una casa di riposo vivono improvvisamente una magica nuova giovinezza - si può inquadrare (parte) dell'incipt spielberghiano del magico ventennio '70-'90. Un alieno che cade sulla terra, e viene accolto e accudito da un bambino, è una sinossi che parla da sola. Mi limito soltanto a differenziare l'infanzia spielberghiana da quella (joe)dantesca. Spielberg non mette mai i suoi bambini - evidente riflesso della sua personalità - al centro di un problema risolvibile con la grazia e l'innocenza della tenera età; Spielberg invece li colloca nel vortice di dinamiche difficili (fra squali, pirati, dinosauri, ma anche fra cospirazioni governative e sconosciuti nuovi orizzonti) e li segue da vicino, ne traccia la crescita - anche solo interiore. Un bambino non risolve mai un problema drammatico come l'integrazione raziale con strumenti invincibili e impossibili - Spielberg non progetterebbe mai un viaggio dentro lo stomaco con un sottomarino miniaturizzato, come fa Dante, per risolvere un problema di terroristi: non potrebbe mai prevedere le reazioni di tutti i suoi personaggi, se non inventandosele di sana pianta. E delineare perfettamente una turbina di azione-reazione, è nel suo cinema una regola ferrea. Anche quando la situazione è completamente nuova (alieni, dinosauri, ecc...).

Interceptor - Il guerriero della strada (Miller, 1981) (http://italian.imdb.com/title/tt0082694/)
Miller invece, sempre nel film di Twilight Zone, riadatta una storia di Matheson (la presenza di un mostro sulle ali di un aereo in volo, avvertita da un solo passeggero, renderà quest'ultimo folle agli occhi degli altri), e squarcia la dimensione dell'individualità. Nel secondo episodio di Mad Max, il mondo è allo sfacelo e la gente per sopravvivere si procaccia la benzina (una poco sottile metafora sull'esistenza come strada da percorrere), un antieroe (Max, appunto) che aveva visto giusto nel primo episodio e prevedeva un lento ma inarrestabile processo di deterioramento umano (come giustamente sottolineato anche nel post di JEDI), riscrive progressivamente la sua percezione individuale del mondo. Quello che agli occhi degli altri può sembrare un elitario, uno sconfitto (e un figo tremendo), è invece lo scheletro di un uomo che ragiona con regole diverse, anche quando gli spietati rimasugli delle autostrade lo obbligano a combattere per la benzina, come fanno tutti. E' uno spiraglio fondamentale nel cinema di Miller; sempre attento, rigido e mai confuso sul delineare regole e sul delinearsi principi: la dimostrazione arriva, qualche anno dopo la serie Mad Max, con la perfetta allegoria orwelliana di Babe - Maialino coraggioso (titolo infelice, eh).

Slok (Landis, 1973) (http://italian.imdb.com/title/tt0067716/)
Primissimo, stando ad IMDb, film di Landis; l'unico che ha girato un episodio (e un prologo) totalmente nuovo nel film di Twilight Zone - dove un razzista viene catapultato in tutte le ere di persecuzione civile (vietnam, nazismo, ecc...) per viverle in prima persona; molte sequenze del segmento sono autocitazioni. La storia di Slok è l'incarnazione di tematiche e approcci che Landis proietterà negli anni successivi: una specie di enorme scimmia si innamora di una ragazza cieca, che lo crede in realtà un docile cane, e cadrà nel mirino dei militari. Nelle trovate divertenti c'è sicuramente l'estremizzazione dell'involucro kingkonghiano, ma il resto non è sorretto da una grande sceneggiatura (elemento tecnico che già dal prossimo film, Ridere per ridere, farà sicuramente un passo avanti grazie al folle trio Zucker, Abrahams, Zucker) e alla lunga si accartoccia un po' amaramente. L'importante è però sottolineare come Landis farà passi da gigante a livello registico, fino ad arrivare a Blues Brothers e American Werewolf che avranno tempistiche impeccabili.

cymon
09-05-2007, 09.22.04
A parte il fair-play insito nel rimandare fino all'inverosimile di postare "Predator" quale cordiale e cortese scambio per "Dark Star", mi domando: se basta metà giudizio infamante ( perchè l'altra metà mi sembrava quanto meno inneggiante ) su Dune per farti scaldare (:asd:), cosa mi augureresti se dovessi dirti cosa penso del tuo su "Stargate" di giudizio?

p.s.: stò thread mancà di un pò di flame eh?

Ho appena finito di rileggere il libro e ho deciso di affrontare Messia, mi hai colto un po' ipersensibile.

E NON DIRAI NULLA di Stargate :shooter:

Alex64
09-05-2007, 11.08.42
Sfera
http://filmup.leonardo.it/locand/sfera.jpg

Regia di Barry Levinson - 1998

Un gruppo di scienziati viene mandato nel fondo dell'oceano dove viene ritrovata quello che sembra una astronave aliena. Il loro scopo è quello di venire in contatto con una eventuale forma di vita extraterrestre, ma presto gli eventi assumeranno un'altra piega.

Forse più thriller che fantascienza, ma l'ho trovato assolutamente gradevole, e le due ore che dura secondo me le merita, anche se non vi sconvolgerà la vita.

funazza
09-05-2007, 11.20.58
http://img205.imageshack.us/img205/1285/7321958111628zx0.jpg


L'uomo che fuggì dal futuro (THX 1138) - Lucas 1971

In una società futura retta dai computer e da un'autorità astratta e irraggiungibile, il controllo delle masse è garantito dalla somministrazione forzata di una droga.
Un uomo e una donna si amano e si ribellano.
Asettico, avanguardistico e visionario il primo lungometraggio di Sir. Lucas rimane uno dei più folgoranti esordi e una delle pellicole più sottovalutate in assoluto. stratosferico.

The_Ayertosco
09-05-2007, 12.06.50
Sfera
[+IMG]http://filmup.leonardo.it/locand/sfera.jpg[/IMG]

Regia di Barry Levinson - 1998

Un gruppo di scienziati viene mandato nel fondo dell'oceano dove viene ritrovata quello che sembra una astronave aliena. Il loro scopo è quello di venire in contatto con una eventuale forma di vita extraterrestre, ma presto gli eventi assumeranno un'altra piega.

Forse più thriller che fantascienza, ma l'ho trovato assolutamente gradevole, e le due ore che dura secondo me le merita, anche se non vi sconvolgerà la vita.

Dì la verità...è perchè c'è Jackson :D

jkl_
09-05-2007, 20.39.47
Prove di lancio - Chiaroscuri
lo sci-fi in teorie


http://img509.imageshack.us/img509/8135/24muo7.jpg http://img509.imageshack.us/img509/9363/34mby3.jpg http://img509.imageshack.us/img509/1149/55mug4.jpg

Scanners (Cronenberg, 1981) (http://italian.imdb.com/title/tt0081455/)
There are 4 billion people on earth. 237 are Scanners. La percezione extrasensoriale è il più flessibile strumento cinematografico che Cronenberg sia mai riuscito a filmare. Il maestro del visceral horror è in realtà un ormai riconosciuto maestro di cinema, e Scanners è la sua prima vera pietra miliare. Senza togliere nulla a Rabid, Shivers o Brood, bellissimi film che però lo confinavano in un antro di cinema che limitava le sue pulsioni, e alla lunga le anestetizzava al fastidioso guinzaglio dell'horror più integralista. Scanners è la rottura, una profonda fessura d'implosione. E l'implosione arriva dalle sevizie chirurgiche sul genere - Scanners non è un horror, ma ha tutti gli elementi per rievocare quelle atmosfere -, che aggiunge un nuovo livello parapsicologico (già accennato in Brood) e rende più vivide le angoscie cronenberghiane. Gli scanners diventano così il mezzo per raggiungere uno strato del cervello che prima Cronenberg riusciva solo a sfiorare. Il devastante sovraccarico mediatico è il primo approccio ad uno stile che si farà poi sempre più subdolo, astratto e metalinguistico (la trilogia delle meraviglie: Videodrome, Dead ringers e Naked Lunch), per poi diventare ancora più asettico e sottile (M. Butterfly, Crash). E il flusso inizia quando la testa esplode.

Agente Lemmy Caution - missione Alphaville (Godard, 1965) (http://italian.imdb.com/title/tt0058898/)
Il più grande Sci-fi teorico mai concepito. La struttura completamente nuda è l'antitesi dello stile barocco di Blade Runner, ma in realtà Scott non avrebbe mai potuto concepire un antidoto al classico solare sci-fi anni '50, senza l'epocale svolta che Godard fece con Alphaville e le sue teorizzazioni. Il protagonista, Lemmy Caution, è in realtà un personaggio di una famosa serie francese - e questo la dice lunga sulla intensa commistione della cultura popolare nel film - che Godard "prese in prestito" e inserì in un mondo dove tutte le emozioni sono represse da un potente calcolatore che regola il flusso umano. Il calcolatore però regolerà anche il flusso del film, rendendo sempre più meccanico e asincrono il montaggio, i dialoghi e la regia. Le intuizioni godardiane rendono Alphaville uno dei pochissimi film a distanza di anni così sfaccettato da sezionare nettamente tutte le componenti di un genere, e spesso rivoltarsele contro. Non c'è fine ad Alphaville, c'è "solo" cinema. Inestimabile.

La fuga di Logan (Anderson, 1976) (http://italian.imdb.com/title/tt0074812/)
.

EDIT,
porca§§§§§§§ mi si è mangiato il terzo commento.
Lo riscrivo -.-'.

JEDI
09-05-2007, 21.52.03
QUARTA PUNTATA

Classics

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Pianeta%20delle%20Scimmie.jpg

Il Pianeta delle Scimmie ( Planet of the Apes ), di Franklin J. Schaffner - USA - 1968 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0063442/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Il_pianeta_delle_scimmie_%28film_1968%29)

L'aspetto più interessante di questo film a mio avviso è che tutta la sua potenza narrativa ed espressiva si condensa in una sola inquadratura. Senza quest'ultima probabilmente non sarebbe mai stato consacrato come un classico del genere e, sicuramente, non avrebbe mai generato la raffica di sequels, prequels e semi spin-off più o meno apocrifi negli anni a seguire. Il corpus concettuale della saga è invecchiato precocemente ed oggi è da considerarsi superato, del resto uno dei connotati di un capolavoro è la sua capacità di resistere all'usura del tempo, basti pensare che il film è uscito lo stesso anno di 2001 ma sembra abbia 30 anni in più. Però un titolo del genere non può non essere citato in questo contesto.

Society, Cyberpunk, Cultures & other Visions

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Terrore%20dallo%20Spazio.jpg

Terrore dallo Spazio Profondo ( Invasion of the Body Snatchers ), di Philip Kaufman - USA - 1978 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0077745/)

Prova esemplare di remake superiore all'originale. Film angosciante e disturbante come pochi, con scene anche molto forti, lascia un senso di inquietudine davvero pesante. Gli alieni sono imbattibili perchè siamo noi stessi, alieni gli uni agli altri, fotocopie perfette ma senz'anima degli originali. Il cast è davvero di prim'ordine, la regia asciutta e puntuale, i ritmi riescono a catturare i tempi che si dilatano di una notte che sembra non finire mai, e una fotografia, sul buio e per il buio, che inghiotte ogni spazio rimasto nel quale nascondersi. E guai ad addormentarsi...

Anni '80

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Space%20Vampires.jpg

Space Vampires ( Lifeforce ), di Tobe Hooper - UK - 1985 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0089489/)

Space Vampires è bellissimo, così bello, che varca prepotentemente i confini della cinematografia di cassetta pop corn per provare ad assurgere, solo il tempo lo dirà, a classico ( atipico ) del genere. E' un film anni '50 alla Jack Arnold virato in chiave horror-zombie-vampiresca con tutta la sfacciata potenza espressiva degli anni '80, con tutta la classe e il mestiere di Tobe Hooper in omaggio a creare ulteriore valore aggiunto. In più c'è Mathilda May praticamente nuda per tutto il film, ed è sicuramente un bel vedere...

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Giochi%20Stellari.jpg

Giochi Stellari ( The Last Starfighter ), di Nick Castle - USA - 1984 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0087597/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Giochi_stellari)

Divertente, spassoso film-videogioco, con effetti speciali strabilianti per l'epoca ( uno dei primi esempi di CG della storia ), è un classico pop-corn movie conosciuto un po' da tutti che merita di essere citato in questo contesto.

Carpenter way

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Fantasmi%20da%20Marte.jpg

Fantasmi da Marte ( Ghosts of Mars ), di John Carpenter - USA - 2001 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0228333/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Fantasmi_da_Marte)

Fantasmi da Marte è un perfetto compendio del Carpenter Style. C’è tutto. Il Maestro ha voluto realizzare un Bignami estetico del suo cinema sotto forma di un prodotto da cassetta, di puro entertainment, meno cerebrale e critico del solito ma con la consueta classe stilistica. L’aspetto curioso di tutta l’operazione è che anziché attrarre nuovi fans, il film, che è stato un disastro al botteghino, proprio per questo è piaciuto di più ai suoi sostenitori più accaniti, che hanno raggiunto l’orgasmo dell’autocitazionismo ( ai livelli tra i più alti mai raggiunti in un film ). Eppure l’operazione formale tentata in questo caso viaggi su binari paralleli, con le dovute proporzioni, a quella tentata da Tarantino con Kill Bill, e successivamente con Death Proof, e pertanto meriterebbe tutta la dovuta attenzione del caso.

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Signore%20del%20Male.jpg

Il Signore del Male ( Prince of Darkness ), di John Carpenter - USA - 1987 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0093777/)

Un altro dei film più sottovaluti di Carpenter si rivela come al solito uno dei suoi migliori ( ma io sono di parte e per me sono quasi tutti capolavori ). Qui siamo all’apice del processo di studio sulla teoria dei Quanti e nel bel mezzo della trilogia dedicata al Male ( gli altri 2 capitoli sono La Cosa e Il Seme della Follia ). Il film si scopre appartenente al genere sci-fi solo nel finale (ogni occasione è buona per citare un lavoro del Maestro), uno dei più esplicativi e meno aperti della filmografia del regista. La chiave Horror non deve distrarci, ancora una volta si tratta solo di una scelta stilistica per raccontare una storia che vuole avere altre valenze.

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Fuga%20da%20Los%20Angeles.jpg

Fuga da Los Angeles ( Escape from L.A. ), di John Carpenter - USA - 1996 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0116225/) - Link Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Fuga_da_Los_Angeles)

Rispetto ad altri lavori di Carpenter, che contengono critiche politiche, sociali e culturali talvolta molto violente, Fuga da Los Angeles è di per sé una critica all’industria hollywoodiana dell’intrattenimento, alle sue contorte logiche commerciali, ai suoi clichè che impongono una politica di sequels piuttosto che l’incoraggiamento alla produzione di nuove idee creative, nonchè un'autentica sferzata al mondo effimero, edonista e vacuo dell'alta società americana e del suo finto perbenismo. Ecco allora un sequel-remake, con un impianto narrativo fotocopia dell'originale col suo bagaglio di inquietudini anni '90 che prende il posto di quelle degli anni'80. Le musiche, come sempre composte da Carpenter stesso, sono spaziali.

B-movies

http://utenti.lycos.it/pirrip/Locandine/Magnifici%20Sette.jpg

I Magnifici Sette dello Spazio ( Battle Beyond the Stars ), di Jimmy T. Murakami - USA - 1980 - Link IMDB (http://www.imdb.com/title/tt0080421/)

Il titolo dice già tutto ( una volta tanto i distributori italiani ci hanno azzeccato ), c'è poco da aggiungere se non che il film trasuda dipendenza dal fenomeno Star Wars ad ogni inquadratura. Interessante anche per capire quanto la rivoluzione di Lucas abbia influenzato gran parte della successiva filmografia di genere. Una curiosità: il regista ha diretto anche un segmento di Heavy Metal, il film animato qui citato.

Alex64
09-05-2007, 22.36.27
Dì la verità...è perchè c'è Jackson :D
Sempre meglio di Dark City :asd:

cymon
09-05-2007, 23.38.29
Il Pianeta delle Scimmie
Terrore dallo Spazio Profondo


Volevo postarli anch'io, aspettavo solo un buon pacco in cui metterli :sisi:



Space Vampires

Tette :D
Questo è quello che intendevo per commento che integra quanto detto da un altro :teach:



Fantasmi da Marte
[I]Fantasmi da Marte è un perfetto compendio del Carpenter Style.

:tsk:

Ah... e ti devo da prima una :birra: per Zardoz, gran chicca, peccato per Zerbino Connery... con quel petto lì non glielo facevano fare Bond :asd:

funazza
09-05-2007, 23.53.16
siete bellissimi così operosi :red:

jkl, ottima rece di scanners :hail:

cymon
10-05-2007, 00.05.00
--- Bimbominchia FS - Escono dalle pareti! Dalle fottute pareti! E sono pacioccosi... ---

Navigator
Capolavoro del genere bimbominchia. Tenero frugolotto entra accidentalmente in contatto con un'astronave che lo porterà in giro per lo spazio e il tempo, facendogli incontrare anche degli alieni animati così così.
Ottimo esempio del sense of wonder profuso negli anni ottanta, stupenda astronave con carrozzeria a specchio molto trendy e una sequenza finale, prima dell'happy ending, che ricordo mortalmente angosciante.

Uno sceriffo extraterrestre, poco extra e molto terrestre
Sempre nell'ottica: film che fotografano un'epoca, che sono bruttissimi, ma di cui non potremmo fare a meno :Palka:, l'incursione nella fantascienza pura di Bud Spencer è comunque il ricordo d'infanzia di molti di noi.
Bud è uno sceriffo di provincia che si trova ad accudire un alieno uguale uguale a un bimbominchia (firrrrrrug' del pacco) che, grazie a un modellino di Star Destroyer nero (:look:) e con una torcia elettrica sopra (:look:) fa un po' quel ciufolo che vuole.

Small Soldiers
Questo è un film un po' più cupo dei precedenti e, non per niente, di epoca successiva. Un chip sperimentale super-potente viene accidentalmente installato in alcuni pupazzi che prendono vita, cercando di portare nella realtà la battaglia del loro background. Le parti in lotta, però, sono rovesciate: i mostruosi gorgoniti sono i buoni, mentre i soldati tamarri sono i cattivi. Ragazzini a profusione nel mezzo.
Joe Dante è un cattivo ragazzo del cinema per famiglie, nel senso che non sempre le famiglie sono d'accordo con quello che lui ritiene famiglie e anche qui si vede. La battaglia, sebbene tra pupazzini, è cruenta e spettacolare e l'entertainment è godibile anche senza anestesia.

Wargames
Il più insopportabile ragazzetto della storia! E ha fatto l'attore anche da adulto!
Ragazzino hacker in un'epoca in cui nemmeno alla NASA sapevano cos'era internet riesce, grazie a un telefono, ad entrare in contatto con un computer intelligente del governo. GLi chiede delle foto porno? No. Gli chiede album pirata? No. Gli chiede un account su World of Warcraft? No. Gli chiede di scatenare la guerra termonucleare globale, naturalmente. Stranamente il mondo non finisce.
Pur se degli anni '80, epoca della frivolezza, una pesante e feroce critica alla guerra fredda e alla corsa agli armamenti, simbolizzati da un ottuso tic-tac-toe. A parte il fatto che lui lo picchiere contro uno spigolo 24 ore su 24, infatti, questa pellicola rimane un capolavoro indiscusso.

funazza
10-05-2007, 00.23.38
ahahahah cymon :roll3: :clap:

jkl_
10-05-2007, 00.24.09
CRAZIES!
il fascino della divisa


http://img515.imageshack.us/img515/7691/26mqd6.jpg http://img515.imageshack.us/img515/3908/28msu6.jpg

La città verrà distrutta all'alba (Romero, 1973) (http://italian.imdb.com/title/tt0069895/)
Un virus mortale colpisce una cittadina americana, e rende le persone folli. I militari intervengono drasticamente. Uno dei più sostanziosi "intervalli" nel progetto zombies di Romero è, insieme a Season of the Witch, il necessario ponte fra il primo (Night) e il secondo (Dawn). Il film è un laboratorio di sedimentazione cinematografica, dove si iniziano ad intravedere sceneggiature (e regie) più stratificate e concatenate, che aiutano Romero a mantenere vivi diversi livelli nello stesso discorso - in questo caso identificate in diverse vicende nella stessa città. Con il senno di poi, osservando l'asciuttezza del discorso politico e mediatico che avvolge il film, sembra che Romero non avesse dubbi in proposito ai suoi futuri film. E la coerenza narrativa, con la solita tendenza romeriana a riunire i superstiti in gruppi caratteriali identificativi, non lascia dubbi sull'effettivo valore del greve tentativo sci-fi.

Starship Troopers - Fanteria dello spazio (Verhoeven, 1997) (http://italian.imdb.com/title/tt0120201/)
Capolavoro enciclopedico di Verhoeven, e pietra miliare action sci-fi anni '90. In un mondo dalle frontiere dissolte, la razza umana dovrà affrontare un nuovo agglomerato di paure e fobie, provvidenzialmente impersonificate da mostruosità aliene. Quello che riesce a Verhoeven è un esempio da manuale che travalica il genere: una delle più solide intese fra regia e script mai potute apprezzare; inutile dilungarsi in dettagli e chiavi di lettura, sono tutte abbastanza marcate, quello da notare più di ogni altra cosa è la gestione delle sequenze. Verhoeven si accolla un incessante lavorio da burattinaio per mantenere tutte le tracce nitide e separate, e riesce in un montaggio strepitoso (cinegiornali, storie di carriere parallele, il trascorrere degli anni) che confeziona un film limpido e meraviglioso: una strepitosa padronanza del mezzo. Starship Troopers saluta il 2000 con la corrosiva ironia di un autore che non ha mai ceduto alla gabbia dei generi. Geniale e versatile, un monumento.

Entrambi i film sono rimontati e/o tagliati nella versione italiana.

JEDI
10-05-2007, 00.39.20
--- Bimbominchia FS - Escono dalle pareti! Dalle fottute pareti! E sono pacioccosi... ---


Fantastico! :hail:
Però manca D.A.R.Y.L. :teach:

jkl_
10-05-2007, 00.43.56
Un applauso a JEDI (e non a quella bestia di cymon che non mette neanche anno e regia, e per fare la lista mi tocca setacciare IMDb) per il corposo compendium - due o tre titoli sono in recupero, ti sono debitore - che rende il thread piacevole e interessante. In realtà interessantissimo. Sapevo che era meglio aprire un Essential Sci-fi invece di un Essential Horror, perché un progetto del genere poteva decollare solo grazie ad un paio di persone. E visto che qua sono tutti trekkari, ho dovuto assecondarle.

JEDI
10-05-2007, 00.45.04
Volevo postarli anch'io, aspettavo solo un buon pacco in cui metterli :sisi:


Cosa aspetti piuttosto a postare "Predator"? :grev:



Tette :D


Tette spaziali.



:tsk:


:Prrr:



Ah... e ti devo da prima una :birra: per Zardoz, gran chicca, peccato per Zerbino Connery... con quel petto lì non glielo facevano fare Bond :asd:

Infatti Zardoz è il film preferito di Roger Moore...

JEDI
10-05-2007, 00.50.26
Un applauso a JEDI (e non a quella bestia di cymon...

In realtà è molto più faticoso, da un punto di vista del tempo necessario, di quanto pensassi, è la sintesi è stata un obbligo. Comunque credo sia venuto fuori un lavoro interessante, intendo da parte di tutti. Cymon è un pò sbrigativo ma lo perdoniamo per la verve critica impagabile.
Mi fa piacere averti dato qualche suggerimento ( magari poi mi fai sapere di cosa si tratta ), anche io ne ho colto più di uno dai tuoi post.

TrustNoOne
10-05-2007, 01.03.18
io non sono capace di farlo, posso spammare? :Palka:

cymon
10-05-2007, 02.18.43
Fantastico! :hail:
Però manca D.A.R.Y.L. :teach:

Lo so, ma non sono nemmeno sicuro di averlo mai visto... ho dei flash più radi che per gli altri film...

jkl, a me fare le ricerchine sull'imdbbì e postare i linki mi viene la morte... :Palka:

Comunque adesso che la lista è corposa voglio vedere che percentuale ne ho visto, sono proprio curioso, anche se c'è... uhm... qualcuno :angel2: ...uhm... :angel2: che ha messo dei titoletti un po' ... uhm ... :angel2: di nicchia... uhm.. :angel2:
(ma Alphaville celo! :sisi: :dentone:)

jkl_
10-05-2007, 08.20.09
I link sono facoltativi, ma anno e regia no.
Se a te non va per i tuoi film, figurati a me per quelli degli altri.

Come mai ancora non sento proteste per Starship Troopers?

funazza
10-05-2007, 08.31.41
Come mai ancora non sento proteste per Starship Troopers?

io sono d'accordo con tutto quello che hai scritto, quel film è una pietra miliare. l'unica cosa che non m' è mai piaciuta e mai mi piacerà è quel cazzo di attore con la faccia rettangolare.

per il resto :hail:

cymon
10-05-2007, 09.48.49
A me Starship Troopers piacque :sisi: Problemi con questo film li hanno i fans di Heinlein e la discussione si farebbe lunghissima...

--- Letteratura SF - Book are burning for plasma beams! With years and directors too! ---

Occhi bianchi sul pianeta terra (Sagal, 1971)
Da "Io sono leggenda" di R. Matheson. (esiste un'altra pellicola tratta da questo libro, ma qui in regia non è arrivata)
Heston è l'unico uomo sul pianeta a non essere stato contagiato da un virus che trasforma in vampiri. Di giorno, quindi, vaga per la città raccattando beni di prima necessità e arrostendo emofagi, mentre di notte questi assediano il suo rifugio, protetto da potenti fari.
Rispetto al libro il film è molto più tamarro e fa di tutto per fare del protagonista il baldo eroe americano salvamondo. Da qui fanciulle da salvare, pupi in pericolo e la salvezza del mondo a portata di mano.
Non è un film eccezionale, indubbiamente parliamo di cinema minore anche per la sua epoca, ma è utile, al solito, per comprendere lo stile anni '70 dell'SF.

Jurassic Park (Spielberg, 1993)
Da libro omonimo, M. Chricton.
Seconda maturità tecnica di Spielberg. Dinosauri vengono fatti rivivere con la clonazione, ma qualcosa va storto e un gruppo di ignari civili rischia di essere pappato.
L'apice di Chricton incontra un ispiratissimo Steven, che riesce a rendere bene la commistione tecnologia-natura selvaggia tipica dello scrittore. Il fascino dei dinosauri (resi con una tecnica ai tempi all'avanguardia) aiuta una trama serrata e costruita con tempi perfetti, la mostruosa spinta pubblicitaria a tutto campo ha sicuramente contribuito a far entrare questa pellicola nell'immaginario popolare.

Screames (Duguay, 1995)
Da Modello Due, P. K. Dick
Su un pianeta lontano un gruppo di soldati cerca di attraversare una zona che il nemico ha disseminato di macchine mortali.
Film per cui ho sentimenti ambivalenti. A parte le variazioni rispetto alla trama principale Screamers ha un grande stile, con una sporta di citazioni cinematografico-letterarie sparse in giro e, in generale, ottime scene. Il problema è che nel finale passa come un trattore sull'intuizione Dickiana banalizzando tutto come il peggiore B-Movie. Si fosse mantenuto fedele al testo fino in fondo lo avrei difeso a spada tratta come una piccola chicca. Comunque necessario per comporre in modo completo il cinema dickiano.

Fatherland (Menaul, 1994)
Da libro omonimo, R. Harris.
Nonostante sia un film TV lo cito perchè rarissimo caso di ucronia. I nazisti hanno vinto la guerra e Hitler sta cercando di appianare i suoi dissidi con l'America. Un poliziotto però rimane coinvolto in un'indagine torbida.
In generale tutti gli elementi portanti dell'ucronia nazista, in cui il nodo centrale è naturalmente il massacro degli ebrei. Tolta l'ambientazione si tratta, principalmente, di un poliziesco, ma fatto con stile, forse anche a causa del budget televisivo, con una raffinata visione di un regime nazista "quotidiano", senza eccessi.
A memoria di ucronie arrivate sugli schermi ne ricordo solo un'altra, molto particolare, che probabilmente entrerà in un altro pacco.

JEDI
10-05-2007, 13.49.30
Come mai ancora non sento proteste per Starship Troopers?


Se dovessi protestare per ogni commento letto qui sul quale non sono d'accordo...
Nella fattispecie dissento solo sul fatto che ST possa definirsi una "pietra miliare".

cymon
10-05-2007, 14.40.35
Se dovessi protestare per ogni commento letto qui sul quale non sono d'accordo...
Nella fattispecie dissento solo sul fatto che ST possa definirsi una "pietra miliare".

Tendenzialmente credo che questa lista, oltre alle pietre miliari, debba dare esempi di cinema di fantascienza per dare un'idea completa della loro realizzazione. In questo senso Starship Troopers (non riesco a usare ST... è già preso! :asd:) ha un suo valore sia essendo trasposizione letteraria (che ha sempre un peso diverso) sia essendo piuttosto atipico sotto molti aspetti.
In fondo io sto valutando da molto se infilare o non infilare Ed Wood (a parte che The bride of the monster mi è anche piaciuto :look:)

jkl_
10-05-2007, 14.46.41
Beh, protestate.
Che intervenga anche chi non ha voglia di proporre i film.

Da parte mia risponderò sempre, purché non si tratti di Spielberg (per cui ho un amore viscerale almeno quanto Carpenter).

funazza
10-05-2007, 14.51.44
Da parte mia risponderò sempre, purché non si tratti di Spielberg (per cui ho un amore viscerale almeno quanto Carpenter).

PROTESTO!!! :mad:


sto arrivannu, sto arrivannu

cymon
10-05-2007, 15.26.43
Beh, protestate.
Che intervenga anche chi non ha voglia di proporre i film.

Da parte mia risponderò sempre, purché non si tratti di Spielberg (per cui ho un amore viscerale almeno quanto Carpenter).

Jkl, dai, è un uomo sposato! :red:

pierpo78
10-05-2007, 15.38.39
Nowhere (Ecstasy Generation)
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/3/39/Nowhere_araki.jpg/200px-Nowhere_araki.jpg
Gregg Araki - USA, Francia - 1997

IMDb (http://www.imdb.com/title/tt0119809/)
Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/Nowhere_%28movie%29)

Nowhere è il capitolo finale dell'ideologica antologia arakiana "Teenage Apocalypse Trilogy". Spacciato per un "Beverly Hill 90210 in acido", lo sconclusionato titolo italiano arriva molto probabilmente per cavalcare l'onda dell'unico vero successo commerciale di Araki, quel Doom Generation che due anni prima aveva fissato la visione del regista sul mondo dei nuovi giovani d'America.
Se non è difficile ritrovare luoghi comuni tra i due film soprattutto nella figura del protagonista (lo stesso James Duvall del film precedente), nella forma Nowhere è molto differente dal suo illustre predecessore.
Al viaggio d'iniziazione (e di dannazione) viene sostituita la staticità di un gruppo di belli e annoiati ragazzi della Los Angeles borghese. A legarli sarà la figura di Dark Smith, incapace di capire e affrontare il mondo che lo circonda ma allo stesso tempo capace di provare un candido affetto per il suo compagno di scuola, Montgomery.
Ed è proprio Montgomery che si troverà a dover fare i conti con un misterioso alieno insettoide fino ad uno sconvolgente finale!
Ovviamente si parla di Araki e si parla di corpi perfetti sormontati da acconciature ardite, di una fotografia dai colori saturi e di una scenografia tra il kitch e la pop-art.

Event Horizon (Punto di non ritorno)
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/8/8c/Event_horizon_ver1.jpg/200px-Event_horizon_ver1.jpg
Paul W.S. Anderson - USA, UK -1997

IMDb (http://www.imdb.com/title/tt0119081/)
wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/Event_Horizon_%28film%29)

Discreto tentativo di creare un ideale seguito di Hellraiser in chiave futuristica, paga una sceneggiatura troppo frettolosa e carente in alcuni momenti. Rimangono invece validi le scene di efferrata violenza ed il finale non consolatorio.
Nel 2040 la nave spaziale sperimentale Event Horizon scompare senza lasciare traccia per riapparire 7 anni più tardi intorno all'aorbita di nettuno senza segni di vita a bordo. La nave Luis & Clarke, con il suo equipaggio, vengono mandati in soccorso al relitto. Con loro si trova anche il progettista della Event Horizon, l'unico a conoscenza del propulsore segreto della nave scomparsa. Una volta a bordo i membri della Luis & Clark si troveranno davanti a scene da inferno dantesco, cercheranno di venire a capo della situazione ma dovranno confrontarsi con il Nemico.
Sam Neil nel ruolo di invasato/indemoniato non è molto credibile.

Interstella 5555
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/9/95/Interstella5555.jpg/200px-Interstella5555.jpg
Kazuhisa Takenôchi- Giappone/Francia - 2003
IMDb (http://www.imdb.com/title/tt0368667/)
Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/Interstella_5555)

Leiji Matsumoto è il pilastro dello sci-fi giapponese anni '70 e nel 2003 torna in scena come supervisore di questo originale progetto di cultura pop. Questa pellicola di animazione è la trasposizione in immagini dell'album Discovery del gruppo francese Daft Punk. Il film è costruito come una sequenza senza soluzione di continuità di 14 video-clip, quante sono le tracce del disco.
La storia nasce su un remoto pianeta - un concerto di musica "giovane", un gruppo all'apice del successo, un gruppo di oscuri uomini armati che fa irruzione e prevela gli artisti facendoli prigionieri, una richiesta di soccorso, un coraggioso soldato che parte per una missione di salvataggio - per poi proseguire e concludersi sulla Terra.
Sebbene si faccia uso di tecniche da anime moderno (uso dei colori e animazioni), l'aspetto complessivo è vintage puro, proprio andando a continuare l'opera di Matsumoto iniziata negli anni '70, e ritornano alla memoria i corpi longilinei di Harlock e Maisha oppure i corpi tozzi dei non-protagonisti.
Omaggio alla scena musicale flower power, rimane un'opera non solo apprezzabile per l'originalità ma anche per la sua relaizzazione.

funazza
10-05-2007, 15.40.53
bravo pierpo :hail:

però:


iniziazzione

:.:

pierpo78
10-05-2007, 15.46.32
bravo pierpo :hail:

però:



:.:

+Ah ah ah, scusami, stando in spagna non solo non so ancora parlare bene lo spagnolo, ma dimentico anche l'italiano :D
Correggo !

jkl_
10-05-2007, 16.20.02
Il biglietto che esplose (1)
letterama


http://img252.imageshack.us/img252/7701/28mrq5.jpg http://img252.imageshack.us/img252/6929/93mvu1.jpg http://img252.imageshack.us/img252/862/48mdg7.jpg

Fury (De Palma, 1978) (http://italian.imdb.com/title/tt0077588/) dal romanzo di John Farris
Fury è il primo autentico sci-fi depalmiano; il gemello irrequieto Carrie è di tutt'altra ideologia - e se proprio dobbiamo essere onesti frai due c'è un abisso incolmabile: Carrie è una pietra miliare, Fury ha le ridotte dimensioni di uno stato evolutivo, sebbene a due anni dopo di distanza. La storia è un classico alveare di poteri paranormali e associazioni governative, dove De Palma non cerca mai il miele (il bandolo) e anzi lascia andare a ruota libera le sovrapposizioni temporali che il romanzo di Farris (che firma anche la sceneggiatura) impone al ritmo narrativo. De Palma s'interessa a diluire i suoi personaggi, che attraversano mutamenti, pochi in realtà, e vicende personali in vent'anni di narrazione, ma si limita a controllare le traiettorie. Alla fine dei giochi, si ha il sentore che il teorema depalmiano (la cineossessione) sia comunque riuscito a completarsi; attraverso alcune delle migliori costruzioni sequenziali di una carriera oggi arrivata al mezzo secolo, Fury si dimostrerà l'unico passaggio possibile nella formula che porterà ad uno dei decenni più importanti nella storia del cinema (Dressed to kill, Blowout, Body double).

Mattatoio 5 (Hill, 1972) (http://italian.imdb.com/title/tt0069280/) dal romanzo di Kurt Vonnegut
Inutile spendere due parole sulla grandezza di Vonnegut, chi non lo conosce è fortunato. Leggerlo per la prima volta è un emozione irripetibile. L'adattamento cinematografico porta la prestigiosa firma di George Roy Hill (La stangata), e anche se con qualche licenza, il film è un più che dignitoso contenitore delle atmosfere letterarie - e ha l'inestimabile merito di spingere a recuperare il libro. La storia - per gli eretici degni del più profondo disprezzo - è quella di Billy Pilgrim, viaggiatore spaziotemporale che imparerà dagli alieni la vera modulazione del tempo. Billy Pilgrim c'è e ci sarà sempre. Senza dilungarsi, e rovinare così l'esperienza che Mattatoio 5 può regalare, aggiungo soltanto che il film riesce a teorizzare bene la confusione dimensionale dell'impianto narrativo - grazie a Geller, che ha il merito di uno script definito e circostanziato -, e con la solida regia di Hill molti passaggi complessi sulla carta vengono risolti, il più delle volte, con la tenera semplicità che Vonnegut ha sempre insegnato ai suoi lettori. Nostalgico e un po' amaro dopo la recente triste notizia.

Il signore delle mosche (Brook, 1963) (http://italian.imdb.com/title/tt0057261/) dal romanzo di William Golding
Anche se non è un vero e proprio sci-fi, il libro (e di riflesso anche questo film) ha dato un contributo enorme alla distopia e alle ucronie, e pertanto è importante citarlo in una lista che s'impegna a descrivere la costruzione del genere. La trama, attraverso citazioni, affettuosi adattamenti (mi viene in mente quello dei Simpson) e rielaborazioni, è nota a tutti. Un gruppo di ragazzi naufraghi su un'isola deserta si dividerà in due fazioni: chi cercherà di ricostituire l'essenza di una civiltà, e chi invece approfitterà della dissolvenza dei limiti civilizzati e tornerà allo stato brado. Il progetto ha avuto la non sottovalutabile fortuna di capitare nelle mani di Peter Brook, bravissimo regista anti-hollywoodiano che purtroppo non ha una filmografia così fitta (ed è un peccato), e di Tom Hollyman, un fotografo che pur avendo lavorato solamente in questo film dimostra una invidiabile esperienza, e orchestra uno spettro di colori magnifico - che sottolineano benissimo il progressivo abbrutimento e degrado delle condizioni di vita nell'isola. L'adattamento del 1963 non ha niente a che vedere con la banale e scialba versione degli anni '90, ed è rapidamente assurto ad un classico della new wave sperimentale americana.

Thor
10-05-2007, 16.41.11
La cosa da un altro mondo

http://www.dvd.it/img_big/26566.jpg

IL CAPITANO HENDRY, IL GIORNALISTA NED SCOTT E UNO SCIENZIATO, IL PROFESSOR CARRINGTON, PARTONO ALLA VOLTA DEL POLO NORD PER UNA MISSIONE. UN GIGANTESCO E MISTERIOSO ORDIGNO, FORSE UN DISCO VOLANTE, SI E' ABBATTUTO SULLA BANCHISA POLARE. DA UN BLOCCO DI GHIACCIO, RITROVATO NELL'ORDIGNO, VIENE ESTRATTO UN ESSERE MOSTRUOSO...



L'originale da cui è stato tratto "La Cosa" di Carpenter




come non dimenticare poi un capolavoro


"Rocco contro Selen" :asd:

cymon
10-05-2007, 17.41.02
La cosa da un altro mondo


Vero! :hail:
Lo ricordo come un film bellissimo! :hail:




come non dimenticare poi un capolavoro


"Rocco contro Selen" :asd:

:nono: Non è fantascienza.
Lei quella cosa con l'aspirapolvere riesce a farla davvero :sisi:

:look:

:nerdsaw:

pierpo78
10-05-2007, 18.45.14
Tales from the Lost Kingdom of Great Britain

28 giorni dopo
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/7/76/28-days-later-poster-1.jpg/200px-28-days-later-poster-1.jpg
Danny Boyle - UK - 2002
IMDb (http://www.imdb.com/title/tt0289043/)
Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/28_days_later)

Ottimo film di Boyle (IMHO il suo migliore), primo a riscrivere il genere degli zombie-movie adattato al nuovo millennio, fa un uso maglistrale della fotografia (colori asettici e alto contrasto) e delle tecniche di blur, lasciando anche alle inquadrature un ruolo importante.
Un'epidemia simile alla rabbia si diffonde tra la popolazione, Jim si risveglia ignaro dell'accaduto. Lo vediamo muoversi incredulo in una Londra deserta (il miglior momento del film), scoprire l'esistenza degli appestati ed essere tratto in salvo da Selene che le racconta quello che può. Assieme ad uno sparuto gruppo di non-contagiati cercheranno una utopica via di fuga fino ad imbattersi in un gruppo militarista. Ma prenderanno le distanze dalla fredda logica bellica.
Attraverso un lucido cinismo la pellicola riesce a trasmettere i momenti di angoscia di chi non solo ha perso tutto, ma non può trovare neanche un punto da cui ripartire.
Un neo-classico.
A breve il seguito 28 settimane dopo.

Reign Of Fire (Il Regno del Fuoco)
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/c/c6/Reign_of_Fire_movie.jpg/200px-Reign_of_Fire_movie.jpg
Rob Bowman - UK/Irlanda/USA - 2002
IMBd (http://www.imdb.com/title/tt0253556/)
Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/Reign_of_Fire_%28film%29)
Inghilterra, terra di leggende, di bardi che raccontano le prode gesta di eroi e di mostri.
Il soggetto è decisamente originale, un po' meno la realizzazione nell'intrecciare un fantasy movie con uno zombie-movie. Al solito c'è l'espediente di una scintilla che distrugge le basi della società moderna e la voglia dell'uomo di riaffermarsi come specie dominante.
In questo caso la scintilla e il ritrovamente nei sottosuoli di Londra di un drago, dormiente ma vivo. Si viene così a scoprire che i draghi esistono, dormono per migliaia (milioni) di anni e al loro risveglio riducono tutto in cenere (i dinosauri sono scomparsi così). Dopo il disastro, uno sparuto numero di sopravvissuti si protegge arroccato in un maniero, fino all'incontro con un gruppo di guerrieri armati che hanno una loro teoria su come debellare la piaga draghesca.
Figlio di Aliens, è un film di intrattenimento senza grosse pretese.


V per Vendetta
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/9/9f/Vforvendettamov.jpg/200px-Vforvendettamov.jpg
James McTeigue - USA/UK/Germania - 2005
IMBd (http://www.imdb.com/title/tt0434409/)
Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/V_for_Vendetta_%28film%29)
Non ho letto il fumetto, parlo del film senza fare paragoni.
Da questo fanta-politico ci si aspettava molto, sia a causa del notabile fumetto da cui deriva (Alan Moore) sia dalla firma dei fratelli Wachowsky come sceneggiatori. I risultati non sono deludenti affatto, ma paga forse una certa lentezza e a mio avviso una "teatralizzazione" dei personaggi, oltre ad una fase finale decisamente tagliata e a tratti confusionaria.
L'Inghilterra è sotto la dittatura di un partito nazionalista, xenofobo e omofobico (funi, me le passi queste parole ? :D ) che mantiene il controllo sulla popolazione attraverso i mass media e cancellando con la violenza qualsiasi traccia di libero arbitrio. L'unico ad opporsi al regime è V, un formidabile combattente mascherato, il cui passato è avvolto nel mistero e nel dolore. Ad incrociare V sarà Evey, vittima del sistema con un germe della ribellione sopito. Prima della vendetta contro i suoi aguzzini, compito di V sarà proprio quello di impersonare e trasmettere la voglia di combattere la dittatura.
Pur perdendosi a volte in classici cliché e in eccessive descrizioni di violenza, rimane un film a tratti toccante.
L'eroe maledetto, la bella, la vendetta, la morte, il riscatto. Molto romanzo ottocentesco. Mi sono innamorato della Portman :)

JEDI
10-05-2007, 20.12.10
In questo senso Starship Troopers (non riesco a usare ST... è già preso! :asd:) ha un suo valore sia essendo trasposizione letteraria...


Non è vero. Non c'è niente del romanzo che si possa rintracciare nel film. Farei fatica perfino a considerarlo "ispirato a..."



Da parte mia risponderò sempre, purché non si tratti di Spielberg (per cui ho un amore viscerale almeno quanto Carpenter).


Sì, l'avevo notato :asd:

Eowyn.
10-05-2007, 21.08.02
Fatherland (Menaul, 1994)
Da libro omonimo, R. Harris.Hanno fatto il film? :.:

Devo recuperarlo.

cymon
10-05-2007, 23.04.12
Non è vero. Non c'è niente del romanzo che si possa rintracciare nel film. Farei fatica perfino a considerarlo "ispirato a..."


Ah si, ecco per l'appunto il fan di Heinlein di cui il mio post precedente :uiui:

JEDI
10-05-2007, 23.23.24
Ah si, ecco per l'appunto il fan di Heinlein di cui il mio post precedente :uiui:

No no, io trovo il film un'esperienza migliore del romanzo, ma le due opere hanno in comune solo il titolo.

The_Ayertosco
11-05-2007, 08.34.53
Ma ci entrano anche gli Zombie Movie?

cymon
11-05-2007, 09.19.46
Ma ci entrano anche gli Zombie Movie?

Se gli zombie sono creati o generati da alieni, scienziati pazzi et similia (e adesso che considero una buona parte degli zombie cinematografici sono così...)

jkl_
11-05-2007, 10.20.55
Sì, l'avevo notato :asd:Ah, sì? :asd:

Notare come io ti stia lasciando tutto Carpenter, compreso Starman, l'unico puro sci-fi che abbia mai girato.

Thor
11-05-2007, 12.24.06
Battaglie nella Galassia


http://www.spaziofilm.it/img3/cover_dvd13/1110_home.jpg



Gli umani vengono decimati in un agguato mortale dai Cylon, esseri biomeccanici comandati da un popolo alieno. I superstiti, guidati dall'unica astronave da battaglia superstite, il Galactica, e dal comandante Adama (Lorne Greene), partono alla ricerca di un'antica colonia, sperduta da qualche parte nello spazio. Inseguiti dai Cylon e da un traditore della loro specie, partiranno per un lungo viaggio la cui meta e' un mondo chiamato Terra.
Lungo episodio pilota dell'omonima serie televisiva adattato per il grande schermo.





Battlestar Galactica

The TV serie (2003)

http://www.scifi.com/battlestar/images/gallery/season01/large/pic_01.jpg

Capolavoro :hail:
Non servono altre parole

Zaorunner
11-05-2007, 13.06.44
Waterworld (Kevin Reynolds, 1995) (http://italian.imdb.com/title/tt0114898/)

http://www.antoniogenna.net/doppiaggio/film/waterworld.jpg

In un futuro dalla collocazione imprecisata il pianeta Terra è interamente ricoperto dal mare, gli unici frammenti di società consistono in piccole comunità galleggianti ove risiede la "brava gente". Mercanti e Smokers, le simpatiche canaglie a cavallo di acquascooter, solcano i mari alla ricerca di qualche buon affare od articolo raro (terra, piccole piante, carta, residui di tecnologia) i primi, del sangue e bottino dei primi i secondi. Il protagonista senza nome e' interpretato da Kevin Costner, essere umano evoluto con branchie e mani e piedi palmati (non si sa se anche altro), per questo malvisto dai sapiens sapiens e quindi navigatore solitario ma con il trimarano piu' figo dei sette mari. La sua rotta incrocera' una donna e una bambina braccate dai cattivi per degli ottimi motivi. La trama scorre bene, le scene di azione sono spettacolari grazie anche alla stupenda ambientazione (si, il mare aperto). I pirati, capitanati da Dennis Hopper, sono delle vere merde galleggianti ed e' una goduria vederli presi a calci nel culo. Uno dei pochi happy end che ho apprezzato. Ottimo Intrattenimento (per il ragazzino che lo vide la prima volta). Da esso nascera' l'idea per un bellissimo video dei Radiohead.

JEDI
11-05-2007, 13.07.55
Notare come io ti stia lasciando tutto Carpenter, compreso Starman, l'unico puro sci-fi che abbia mai girato.


Anche se i miei post lo lasciano intendere non ho mai preteso di avere l'esclusiva, difatti ho lasciato fuori 1997 e appunto, Starman ( più che l'unico sci-fi direi un film unico nella sua filmografia ), che pensavo di inserire insieme ai 4 o 5 titoli sparsi che mi sono rimasti, appena troverò il tempo.
Ma se vuoi intervenire tu fa pure, sei l'unico che ne ha a buon diritto la facoltà.




Battlestar Galactica

The TV serie (2003)



Hmmm, mi hai incuriosito...

cymon
11-05-2007, 15.46.11
--- Hungry pack - Things eating men! ---

Naturalmente sempre per far contento JEDI :sisi:

Predator (McTiernan, 1987)
Un gruppo di forze speciali nella giugla per salvare dei prigionieri di guerra si imbatte in un alieno con un debole per le colonne vertebrali. Predator è un po' l'embleda del cinema iconico anni '80, cioè quel cinema in cui ci si impegnava più a costruire un personaggio che a girarvi intorno un buon film. E infatti, come film-film, anche questo ha le sue grosse pecche, buchi di trama, cali di ritmo e Swarzenegger che cerca di avere espressioni, però c'è LUI, uno degli alieni più imponenti del cinema di fantascienza, affascinante soprattutto con addosso la sua maschera, originalissimo per intenti e scopi. Predator si è scrollato velocemente di dosso il suo film per diventare un personaggio a 360° con impatti su più media. Per questo, principalmente, la visione di questo film è fondamentale.

Predator II (S. Hopkins, 1990)
Film odiato dai più. Lo schema di Predator riproposto in un contesto urbano, senza il machismo di Swarzy e con un tentativo di farlo virare quasi al poliziesco.
Non è un film orribile, è sacrilego avvicinarlo all'originale perchè è una spudorata operazione commerciale, ma non per questo bisogna biasimarlo troppo. C'è un tentativo di dare una visione più ampia del mondo Predator, ma senza eccessi, mostrando quantomeno la sua astronave e persino la sua famiglia.
Il film è necessario al buon fantascienziologo per la scena cult nel vascello dell'alieno, dove è esposto in bella mostra un teschio di Alien (gli intrecci cinematografici tra i due esseri, a malincuore lo dico, non verranno citati da me qui).

Resident Evil (P.W.S. Anderson, 2002)
Dall'omonimo videogioco. Qualcosa di molto brutto succede in un laboratorio, scatenando zombi antropofagi.
Tutti i film di questo tipo hanno due parti nettamente divise: quella della scoperta, tutta tensione, paura e mistero e quella del macello, con gli spari, le tamarrate e gli arti che volano gocciolando sangue.
Per quello che riguarda la prima parte Anderson fa forse il suo capolavoro. Un film dalla tensione unica, equilibrato tra fantascienza e horror, con una hot chick ben costruita e ben inserita nel contesto e anche qualche mistero non banale da tenere il palato solleticato. La seconda parte però è orribile. Frettolosa, mal fatta, nervosa, confusa, irritante. E invece del Tyrant ci becchiamo solo un Leecher... Un coitus interruptus cinematografico, ma non si può prescindere.

Mimic (G. del Toro, 1997)
Nelle fogne di New York c'è un tale traffico di mostri che ci hanno messo i semafori. Quelli che in questo film hanno trovato strada verso la superficie sono degli scarafaggi giganti capaci di camuffarsi fino ad assomigliare ad esseri umani.
Film dallo schema classico, ma ben realizzato, con un tema interessante come quello, per l'appunto, della mimesi in ambiente urbano che porta le creature mostruose ad assomigliare a noi, cosa che non può non inquietare. Un pizzico di italianità data da Giancarlo Giannini che non guasta. Poi, vabbè, il solito single point of failure di queste razze di carta velina, il solito belloccio, l'immancabile bimbo... schema classico dicevo.

pierpo78
11-05-2007, 16.05.50
Predator II (S. Hopkins, 1990)

Il film è necessario al buon fantascienziologo per la scena cult nel vascello dell'alieno, dove è esposto in bella mostra un teschio di Alien (gli intrecci cinematografici tra i due esseri, a malincuore lo dico, non verranno citati da me qui).


Chicca per i fan dei Tool: uno dei teschi all'interno dell'astronave Predator è stato disegnato e scolpito da Adam Jones, mente musicale e chitarrista dei mai troppo osannati Tool. Jones in quegli anni era neo-diplomato alla Hollywood make-up academy e prestò servizio alla corte di Stan Winston.

cymon
12-05-2007, 02.07.50
Vergognatevi, mica crederete che abbiamo finito... :tsk:

--- Time pack - Tempus fugit ---

Ritorno al futuro (R. Zemeckis, 1985)
(ed esce fuori solo adesso? :look:)
Christopher Lloyd si lega indissolubilmente al personaggio dello scienziato pazzo progettando un'automobile con l'apertura ad ala di gabbiano quando già i suoi contemporanei kitch degli anni '80 la trovavano una pacchianata. Fortuna che poi questa carriola riesce anche a viaggiare nel tempo.
Think, McFly! Think! Un film giovanile da cui non si può prescindere, un bene rifugio di Italia1 tutt'oggi, una storia che è la summa dell'epica anni '80 tutta ragazzini combinadisastri ed eroi. Innumerevoli le scene memorabili, dalle tracce incendiate lasciate sull'asfalto alla fotografia che sbiadisce.

Strade perdute (D. Lynch, 1997)
E' un film di fantascienza. Cioè. Credo. C'è un viaggio nel tempo. Forse. C'è un omicidio. A uno ammazzano la moglie. O l'ha ammazzata lui. Ma poi esce di galera. Perchè non è stato lui. Anche perchè l'ha fatto dopo. O no. Insomma, c'è uno che ti telefona a casa con la voce strana e non ti trova, ma tu rispondi.
Non stiamo a sottilizzare su Lynch che potrebbe far impazzire migliaia di classificatori. Strade Perdute è la summa del suo cinema, il divertimento di confondere lo spettatore e di lasciare derive a bizzeffe. E, si sa, un viaggio del tempo rende tutto questo molto facile. Sempre se c'è, il viaggio nel tempo.
Insomma, i Rammstein ci sono, quelli ho controllato.

2009 Lost Memories (Si-myung Lee, 2002)
L'ucronia di cui parlavo nell'altro pacco. Siamo nel 2009, la dominazione del Giappone sulla Corea non è mai finita (ok, non fate quella faccia, evidentemente c'è stato un periodo in cui il Giappone dominava sulla Corea! Che ne so io!). Un poliziotto coreano combattuto nel servire uno stato non suo si trova a seguire le tracce di ribelli che potrebbero porre fine al regime in una maniera assolutamente inaspettata...
Film coreano di fantascienza, raffinato, in cui naturalmente il senso di straniamento è difficile da cogliere per un occidentale, ma è presente. Anche qui l'impostazione è principalmente poliziesca e la FS è ostentata solo tramite occhialini fighi, ma col proseguo della trama gli scenari del genere si aprono con prepotenza.

The Butterfly Effect (E. Bress, J. Mackey Gruber, 2004)
Ashton Kutcher non solo riesce nell'incredibile impresa di non fare la faccia da cretino per un'ora e mezzo, ma è anche capace di viaggiare nel tempo e modificare il proprio passato. RIuscirà a modificare la sua condizione?
Ho sempre visto questo come una versione patinata di Donnie "piuttosto di citarlo in questo thread mi taglio un braccio" Darko, molto più teen movie, ma anche più compatto, con una struttura più solida che, ad avere lo stomaco allenato, può apparire coerente dall'inizio alla fine. Personalmente mi è piaciuto, sia per come suggerisce i vari misteri e poi li risolve coi viaggi del ragazzo, sia per gli interrogativi che pone. Il tocco sanguigno di pestaggi, gente che salta per aria e sfregi, poi, tiene alta la tensione.

JEDI
12-05-2007, 08.17.11
Vergognatevi, mica crederete che abbiamo finito... :tsk:


Gnè gnè, lavoro anche oggi, non ho tempo :sisi:
Mi sono rimasti 2-3 titoli importanti e qualche avanzo di magazzino da svendere in saldo.

funazza
12-05-2007, 11.16.27
http://img214.imageshack.us/img214/4848/posterhm6.jpg

The Island - Bay
2005

Lincoln Six-Echo vive assieme ai suoi simili in una prigione senza mura nella perenne speranza di poter andare sull' Isola, l'ultimo posto del mondo sfuggito alla contaminazione planetaria. Un flop colossale decisamente immeritato, questa pellicola è uno spettacolo visivo non indifferente, girato con maestria dal solito Bay, fa il suo sporco mestiere e ci regala anche parecchie chicche come Steve Buscemi, Scarlett mai così prugna, e il negrone del miglio verde che sanguina ovunque.

jkl_
12-05-2007, 12.20.03
Sì, anche io oggi ho da fare.
Ma continuate, che domani aggiorno, e posto un pacco da sei che ho quasi finito di scrivere.

Quello di Lost Highway mi sembra un inserimento piuttosto forzato. No?

pierpo78
12-05-2007, 12.52.49
Per ritorno al futuro solo 4 righe!!:eek2:
:tsk:
Anche io avrei un trittico da postare ma non credo che mi riesca in questo fine settimana.
Poi mancherebbe un certlo film irriverente di un regista che di solito propone favole gotiche e che strizza l'occhio ai b-movie anni '50 con un cast d'eccezzione. :look:

cymon
12-05-2007, 12.53.14
Sì, anche io oggi ho da fare.
Ma continuate, che domani aggiorno, e posto un pacco da sei che ho quasi finito di scrivere.

Quello di Lost Highway mi sembra un inserimento piuttosto forzato. No?

Come da scheda è talmente difficile da classificare che si può mettere o non mettere. Il viaggio nel tempo è abbastanza esplicito, ci sono pure i fulminini. Sulle cause che hanno portato ad esso naturalmente non c'è una riga di script che ci aiuti, ma proprio per questo si può addurre la spiegazione del buco temporale dato da variazione gravitazionale caotica come quella del demone infernale tornato a tormentare le anime.
Non è quasi nemmeno film fantastico, è proprio più film psichedelico... è film di Lynch. Ma a vederlo male non fa.

Ieri ho ribeccato the Island su Sky. Ho pensato subito "sta cagata non lo metto, che tanto c'è Funazza :asd:"
Ma il giudizio su Scarlett è condivisibilissimo :sisi:

jkl_
12-05-2007, 12.55.12
Lo mettiamo sotto "Essential Lynch" (cioè tutti i suoi film :asd: ).

Alex64
12-05-2007, 13.33.44
Ragazzi ci siamo scordati del capolavoro.

Ghostbusters
http://www.flickclip.com/images/flickimages/ghostbusters.jpg
1984 - Ivan Reitman

Tre strampalati ricercatori di parapsicologia scoprono che la terra è circondata da energie psicocinetiche ed ectoplasmi. In mutande e senza lavoro decidono di aprire un'agenzia per scacciare queste forze.

Sieti disturbati da strani rumori nel pieno della notte?
Provate un senso di terrore in cantina o in soffitta?
Voi o i vostri familiari avete mai visto spiriti, spiritelli o fantasmi?
Se la risposta è si, non esitate, prendete il telefono e chiamate i professionisti!
Gli Acchiappafantasmi!

Presto le cose però si fanno più complicate e grosse del previsto.

Un CAPOLAVORO di commedia: brillante, eccitante, tesa, e con delle battute da annali. Se non lo avete mai visto rimediate.

The_Ayertosco
12-05-2007, 13.36.43
Fucile positronico :hail: Slaimer :hail: Ecto-1 :hail:

funazza
12-05-2007, 13.45.58
Ieri ho ribeccato the Island su Sky. Ho pensato subito "sta cagata non lo metto, che tanto c'è Funazza :asd:"
Ma il giudizio su Scarlett è condivisibilissimo :sisi:


:roll3:

Man.Erg
12-05-2007, 14.54.15
mai troppo osannati Tool

ma :asd:
dai che c'è gente che si farebbe pisciare in bocca da tutti i componenti del gruppo in fila!
"mai troppo osannati" :asd:

:birra:

JEDI
12-05-2007, 15.13.18
Poi mancherebbe un certlo film irriverente di un regista che di solito propone favole gotiche e che strizza l'occhio ai b-movie anni '50 con un cast d'eccezzione. :look:

Ok "Mars Attacks!" lo metti tu.

MarcoLaBestia
12-05-2007, 21.10.29
Christopher Lloyd si lega indissolubilmente al personaggio dello scienziato pazzo progettando un'automobile con l'apertura ad ala di gabbiano quando già i suoi contemporanei kitch degli anni '80 la trovavano una pacchianata.http://teknolover.altervista.org/_altervista_ht/spavento.gif

Doc non progetta la DeLorean :grr: lo dice kiaro e tondo all'inizio ke doveva scegliere una makkina, quindi "perché non scegliere una bella macchina?"

e poi me l'hai fregato :mecry: dannata scuola, toglie tutto il tempo :tsk:

cymon
12-05-2007, 21.18.08
http://teknolover.altervista.org/_altervista_ht/spavento.gif

Doc non progetta la DeLorean :grr: lo dice kiaro e tondo all'inizio ke doveva scegliere una makkina, quindi "perché non scegliere una bella macchina?"

e poi me l'hai fregato :mecry: dannata scuola, toglie tutto il tempo :tsk:

Lo so bene, era per la gag... :asd:
E poi eravamo già a pagina 5 del thread e non era ancora uscito, non si poteva aspettare. Ma ho lasciato gli altri due a disposizione

Di0
12-05-2007, 21.54.51
http://teknolover.altervista.org/_altervista_ht/spavento.gif

Doc non progetta la DeLorean :grr: lo dice kiaro e tondo all'inizio ke doveva scegliere una makkina, quindi "perché non scegliere una bella macchina?"


Beh, l'ha disegnata un altro grande genio degno del doc: Giorgetto Giugiaro. :asd:

EDIT: Posso consigliare una minirecensione di Spaceballs, tra i film? :D

MarcoLaBestia
12-05-2007, 21.56.21
Vabbè Cymon sei perdonato, ma solo perkè sei Cymon, e poi meglio ke me l'hai fregato tu e non Cobra Commander :birra::birra:

cymon
13-05-2007, 01.55.57
Vabbè Cymon sei perdonato, ma solo perkè sei Cymon, e poi meglio ke me l'hai fregato tu e non Cobra Commander :birra::birra:

:Palka: :birra:

The_Ayertosco
13-05-2007, 09.47.32
Infatti, la Delorean DMC-12, della Delorean Motor Company l'ha disegnata e mezza progettata l'italdesign, con reminescenze della Beta Montecarlo\Scorpion . Tral'altro è una mezza cagata come macchina, con un motore PSA-Volvo che non la spingeva a dovere. Se ne volete una originale e nuova nella ditta in Inghilterra ne vendono ancora a 50.000 sterline con motori più spinti, oppure ne prendete una usata a 20.000 euro :D Purtroppo il signor Delorean è stato incastrato per questioni di droga inventate quindi non ne vedremo più di DMC.

pierpo78
14-05-2007, 17.22.04
Saldi di fine stagione!!
Mars Attack!
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/b/bd/Mars_attacks_ver1.jpg/200px-Mars_attacks_ver1.jpg
Tim Burton - USA - 1996
IMBd (http://www.imdb.com/title/tt0116996/#comment)
Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/Mars_Attacks%21)
(sapevo che sarebbe toccato a me)
Gioco molto simpatico di Burton: scrittura ridotta all'osso, humor nero, cast importante per mettere su una parodia dei B-movie anni '50 che filtrata attraverso le attuali tecniche di computer grafica ci restituisce un risultato grottesco ma dal marcato gusto retro.
La narrazione non risulta eccessivamente scorrevole, frammentata da molte situazioni che risultano spesso fine a loro stesse.
Protagonisti assoluti invece i marziani macrocefali, buffi (quasi teneri) nel loro linguaggio quanto spaventosi e letali nella loro tecnologia.
Il risultato finale è gradevole, considerando il contrasto che un'opera siffatta genera tra la (allora) produzione gotica firmata Tim Burton (a cui si aggiungerà il deludente remake de "The Planet of Apes")

Men In Black
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/f/fb/Men_in_Black_Poster.jpg/200px-Men_in_Black_Poster.jpg
Barry Sonnenfeld - USA - 1997
IMBd (http://www.imdb.com/title/tt0119654/)
Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/Men_in_Black_%28film%29)
Icona dello Hollywood sci-fi di anni '90, questo film ha il pregio di proporre le atmosfere tipiche del cinema di 10 anni prima ( a la Ghostbuster insomma), con una recitazione frizzante, humor, gusto retro e una CG mai troppo invasiva. I Men in Black sono figure dell'immaginario americano: apparirebbero ai testimoni di avvistamenti di Ufo e alieni per privarli della memoria sull'accaduto. Le descrizioni dei Men in Black sono sempre lacunose. Nel caso del film questi inquietanti invidui vengono magnificati attraverso la lente dei comics e si trasformano in agenti top secret per evitare il contatto tra umani e razze aliene più evolute (che usano la Terra come posto di passaggio). Sotto il controllo del veterano Agente K, la recluta Agente J deve impedire che una orrenda piattola aliena gigante si impadronisca di un dispostivo energetico ed evitare una guerra tra civiltà.


Indipendence Day
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/b/bb/Independence_day_movieposter.jpg/200px-Independence_day_movieposter.jpg
Roland Emmerich - USA - 1996
IMBd (http://www.imdb.com/title/tt0116629/)
Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/Independence_Day_%28film%29)
Nello stesso anno in cui Burton si divertiva a parodiare la minaccia aliena, il mainstream hollywoodiano, forte dei nuovi traguardi raggiunti dalla computer graphic, si prendeva sul serio facendo leva sui valori che hanno reso gli USA il paese di giustizia e democrazia che è ora (l'11 settembre 2001 era ancora lontano). Avendo però l'accortezza di stemperare il tutto con la faccia da bravo-ragazzo-che-trasmette-fiducia di Will Smith. Il canovaccio è il solito: gli alieni attaccano arrivando a distruggere persiono la casa bianca, la classe dirigente è allo sbando e il popolo in preda al panico. Le armi risultano inefficienti e solo per il coraggio e per la bravura del buon Smith si riesce a trovare un varco nelle difese aliene e a depositare un carico di bombe nucleari all'interno della nave madre. L'America trionfa sempre, il resto del mondo non fa altro che ringraziare :angel2:

pierpo78
14-05-2007, 17.25.30
Saldi di fine stagione!!
The astronaut's wife (La moglie dell'astronauta)
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/6/68/AstronautWife.jpg/200px-AstronautWife.jpg
Rand Ravich - USA - 1999
IMBd (http://www.imdb.com/title/tt0138304/)
Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/The_Astronaut%27s_Wife)
Il misconosciuto Ravich dirige la Theron e Spar...ehm...Depp in questo paranoico thriller. Il comandante e pilota Nasa Spencer Armacost è vittima di un incidente durante una missione spaziale, ma senza conseguenze visibili. Eppure al suo rientro sulla Terra il comandante pare un'altra persona: diviene il progettista di un velivolo sperimentale e assume comportamenti sempre più dubbiosi nei confronti della moglie Jillian. Proprio Jillian, una volta rimasta incinta, inizierà a sospettare che quell'uomo non sia più suo marito, ma qualcosa di spaventoso.
Un ritmo lento per un thriller che svolge bene il suo compito.

Doom
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/e/eb/Doommovieposter.jpg/200px-Doommovieposter.jpg
Andrzej Bartkowiak - UK/Repubblica Ceca/Germania/USA - 2005
IMBd (http://www.imdb.com/title/tt0419706/)
Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/Doom_%28film%29)
Timorato mi approcciai alla visione di codesto film...
Cosa si può ricavare se cerchi di mettere in scena le gesta di un nerboruto marines che con una motosega cerca di opporsi ai demoni dell'inferno che prendono vita su Marte?
Assolutamente nulla ed infatti questa pellicola prende abbastanza le distanze dal primo indimenticabile videogame di iD software.
Il film è una copia di Aliens: un gruppo di marines raggiunge su marte la stazione scientifica per indagare su alcuni avvenimenti. Ben presto però capiranno la causa della scomparsa della civiltà marziana e dovranno affrontare un virus che trasforma gli uomini in besti assetate di sangue.
Si potrebbe gridare alla cacata pazzesca, in realtà non è così. Non si punta assolutamente a mettere in scena il solito macello, mentre emerge il conflitto tra le due menti del gruppo marines, prima sul piano psicologico, poi su quello fisico. Non ho trovato traccia di fan-service, se non nella incredibile scena da FPS, forse l'omaggio più sentito al gioco originale. Clint Mansell firma la sound track.

Æon Flux
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/7/7e/Aeon_Flux_Movie.jpg/200px-Aeon_Flux_Movie.jpg
Karyn Kusama - USA - 2005
IMDb (http://www.imdb.com/title/tt0402022/)
wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/%C3%86on_Flux_%28film%29)
Æon Flux non può mancare in una raccolta di sci-fi, ma non potendo mettere un'intera serie animata, mi limito a consigliare il film hollywoodiano sulle gesta della bella e letale eroina creata da Peter Chung.
400 anni nel futuro, la città-stato di Bregna vede la lotta civile tra il gruppo di scienziati al potere e il gruppo di ribelli che vuole sovvertire l'ordine in nome della giustizia. Il miglior killer dei ribelli è la bellissima Æon, che però sembra avere un legame strettissimo con l'uomo che dovrà uccidere.
Nonostante il tasso di gradimento delle Theron, devo dire che non è adatta nel ruolo della androgina Æon della versione animata. Per motivi di script non solo si è vista una semplificazione della storia originale, ma anche la totale mancanza dei particolari che davano risalto all'opera di Chung. Rimane però la capacità di descrivere una società del futuro molto simile nell'ideologia e nell'aspetto alle civiltà classiche del passato.

pierpo78
14-05-2007, 17.29.45
Saldi di fine stagione!!
The Blob (Blob, il fluido che uccide)
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/7/78/Blobposter.jpg/200px-Blobposter.jpg
Chuck Russell - USA - 1988
IMBd (http://www.imdb.com/title/tt0094761/)
Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/The_Blob_%281988%29)
B-movie dei più classici, la pellicola del 1988 è a sua volta un remake del film omonimo del 1958 (in cui esordì Steve McQueen).
Una ameba aliena giunge sulla Terra tramite un meteorite e inizia a fagocitare ogni cosa animale (soprattutto uomini) accrescendo sempre più le sue dimensioni. A fare le spese della fame smaniosa del blob sarà la classica cittadina country americana, ma anche qualche militare dell'esercito che non ha capito bene con chi a che fare. All'epoca ero poco più che biNbo, cercavo emozioni forti e alcune scene particolarmente truculente mi hanno convinto a ripescare questo classico.


Slither
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/0/00/Slithermovieposter.jpg/200px-Slithermovieposter.jpg
James Gunn - Canada/USA - 2006
IMBd (http://www.imdb.com/title/tt0439815/)
Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/Slither_%282006_film%29)
Dalla copertina potreste pensare ad una improvvisa voglia di salsicce durante un bagno, ma questo invece è un B-movie che volendo rendere omaggio ad altri B-movie che lo hanno preceduto diventa un B-movie deluxe. A turbare la tranquilla cittadina country di cui sopra, questa volta arriva un lumacone (lo Slither del titolo appunto) che si combina con uno degli abitanto del luogo. Sotto sembianze ancora umane quest'essere riesce ad ingravidare una giovane donna che "partorisce" tante piccole lumachine, lumachine che una volta entrate nel corpo umano ne assumono il controllo. Nulla di nuovo sotto il sole, ma a rendere apprezzabile l'opera è una regia semplice ma efficace, personaggi un po' grotteschi e gli effetti speciali che vengono applicati ad arte per ri-creare tutte le mostruosità di cui il film necessita.
Consigliatissimo per una visione rilassante.

Space Truckers
http://ia.ec.imdb.com/media/imdb/01/I/68/76/63m.jpg
Stuart Gordon - USA/UK/Irlanda - 1996
IMBd (http://www.imdb.com/title/tt0120199/)
Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/Space_Truckers)
L'amore che nutro per Gordon mi ha convinto a vedere (ieri) e a scrivere (oggi) di questo B-movie a metà tra Easy Rider e Alien (beh, a livello di intenti si intende :D ).
John Canyon (Dennis Hopper) è l'unico camionista spaziale a non essere sotto il giogo della Compagnia. Per non lasciarci la pelle si vede costretto ad accettare di trasportare sulla Terra un misterioso carico, accompagnato da una presunta moglie e da un camionista pivello. I tre non sanno però che il carico contiene dei soldati bio-meccanici per la conquista del nostro pianeta fino a quando non incontrano degli sventurati pirati dello spazio.
Gordon non mantiene le promesse abbandonando il filone lovercraftiano, il ritmo non è mai incalzante e lo stesso Hopper pare mancare di un certo carisma. Alcuni personaggi di contorno rimangono la cosa migliore del film (come il capo dei pirati).
Se ne può tranquillamente fare a meno.

Howard The Duck (Howard e il destino del mondo)
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/7/7f/Howard_the_Duck_%281986%29.jpg/200px-Howard_the_Duck_%281986%29.jpg
Williard Huyck - USA - 1986
IMBd (http://www.imdb.com/title/tt0091225/)
Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/Howard_the_Duck_%28film%29)
Ah ah ah ah
Un film brutto con un personaggio ancora più brutto! Ma che volete, i mezzi erano quelli e gli anni '80 di trash ne hanno prodotto anche troppo per puntare il dito contro a questa favoletta! Sarà perché anche io sono stato biNbo, ma il papero umanoide mi è sempre piaciuto e il cattivone di turno faceva davvero spavento!!
Un telescopio laser di nuova invenzione riesce a prelevare (per caso) Howard il papero dal suo mondo nativo e lo catapulta nei bassifondi di Cleveland dove incontra una cantante pop e un po' se ne innamora. Ma lo stesso laser porta sulla terra un terribile mostro che prende possesso del corpo dello scienziato che lo ha progettato. L'alieno vuole aprire un varco affinche tutti i suoi simili possano invadere il nostro pianeta e spetterà proprio ad Haward e la sua amica fermarlo.

zappeo
14-05-2007, 18.00.44
ecco, pierpo mi ha rubato l'unico film che avrei voluto inserire io in questo topo, sperando che passasse inosservato finchè non riuscivo a rivedermelo :mecry:

pierpo78
14-05-2007, 18.03.42
ecco, pierpo mi ha rubato l'unico film che avrei voluto inserire io in questo topo, sperando che passasse inosservato finchè non riuscivo a rivedermelo :mecry:
ehm ehm :look:
e sarebbe?

(scusa -____-')

Eowyn.
14-05-2007, 18.54.23
Howard e il destino del mondo un saldo di fine stagione???? :|

zappeo
14-05-2007, 19.37.38
ehm ehm :look:
e sarebbe?

howard http://img501.imageshack.us/img501/1403/ehm1vvuc2.gif


(scusa -____-')

ti perdono :sisi:

pierpo78
14-05-2007, 19.39.45
Anche gli EOs allora sono stati binbi?
:.:

JEDI
14-05-2007, 20.03.23
Mioddio, Space Truckers...:|

Alex64
14-05-2007, 20.35.36
ahahah slither è veramente una cagata :D

funazza
14-05-2007, 21.27.59
tutto quel sottile sarcasmo nei confronti di indipendence day non m'è mica piaciuto :nono:

di jkl c'è n'è uno e ci basta e avanza :|

aries
14-05-2007, 21.34.06
ma non doveva essere "essential"?
ma quanta merda avete postato? :|

pierpo78
14-05-2007, 21.40.07
ma non doveva essere "essential"?
ma quanta merda avete postato? :|

Beh ritieniti fortunato che non ci sia questo (http://www.imdb.com/title/tt0185183/)
:D

Thor
15-05-2007, 17.51.34
Beh ritieniti fortunato che non ci sia questo (http://www.imdb.com/title/tt0185183/)
:D



mitico, john travolta nei panni di terl :asd:

Alceo
15-05-2007, 18.45.54
mi hanno detto di postare solo film francesi :look:

http://caes.loria.fr/Mediatheque/images/DVDsmall/laCiteDesEnfantsPerdus.jpg

La Città dei Bambini Perduti
La cité des enfants perdus
Francia, Germania, Spagna 1995
di Marc Caro e Jean-Pierre Jeunet
112 minuti

con Ron Perlman, Daniel Emilfork, Judith Vittet, Dominique Pinon, Jean-Claude Dreyfus

Un vecchio uomo, Krank, che non può più sognare, fa rapire dei bambini perduti per rubarne i sogni. Quando Denrée è rapita il suo "fratello maggiore", One, decide di ritrovarla con l'aiuto di Mietta.

Film visionario che potrete adorare per le sue atmosfere, lasciarvi indifferente o anche infastidirvi (per la confusione nello svolgimento di alcune scene e della storia in generale).

imdb (http://imdb.com/title/tt0112682/)



P.S. Delicatessen è un film di fantascienza?

cymon
15-05-2007, 18.56.20
mi hanno detto di postare solo film francesi :look:

La Città dei Bambini Perduti
La cité des enfants perdus
Francia, Germania, Spagna 1995
di Marc Caro e Jean-Pierre Jeunet
112 minuti

E' un pacco che voglio recuperarlo :sisi: