PDA

Visualizza versione completa : Il mio edicolante a luci rosse



_Fred_
22-01-2007, 14.25.33
Ho la fortuna di avere l’edicolante dall’altra parte della strada e ogni giorno mi reco a comprare il giornale; qualche mese fa, andando a comprare il giornale, sul bancone mentre aspetto che me lo allunghino c’è una rivista, distrattamente butto l’occhio e vedo che si tratta di una rivista a luci rosse, sono piuttosto imbarazzato, mi scappa un sorriso e poi accorgo che sparsi sul bancone ce ne sono altre, almeno una decina.

Passa qualche mese, vado a comprare il giornale e sul bancone, mentre mi allungano il resto, altra rivista pornografica, il bello questa volta e che mi appoggiano il resto direttamente sulla rivista…

L’altro ieri, vado a comprare il giornale e mentre aspetto (visto che lo compro ogni giorno me lo tengono da parte, ma ogni volta si dimenticano dove lo mettono) allungo l’occhio e sul bancone cosa vedo? Questa volta non una rivista, ma un bel DVD, lo vedo di sfuggita, ma l’estremo utilizzo del colore rosa e dalle strane posizioni non lascia dubbi… prendo il giornale e me ne vado…

Il fatto è che hanno l’abitudine di aprire gli scatoloni delle consegne vicino al bancone e prima di sistemare la roba l’appoggiano sul bancone… alcune volte fanno delle vere e proprie cataste…poi la gente arriva compra e il giornale…

Io non sono un bacchettone, ci mancherebbe, però il loro modo di fare mi mette a volte in imbarazzo, penso all’anziano che va a comprarsi il giornale e che potrebbe rischiare l’infarto…o al ragazzetto che va a comprarsi le figurine.
La cosa poi non mi stupisce più di tanto, perché conosco come lavorano, ossia un po’ grossolanamente…
Poi la persona che so occupa di ciò è la proprietaria del locale, una donna di circa 70 anni che sembra non abbia alcun problema a maneggiare un certo tipo di riviste… :)

shottolo
22-01-2007, 14.35.45
Gianni la masturbazione è il sale della vita!

Peter Pan
22-01-2007, 14.47.41
Il mercato del porno è caratterizzato da flussi enormi di denaro.

Se non fosse per il mercato del porno (riviste e DVD), molti edicolanti avrebbero già chiuso bottega: non credo che per un commerciante faccia tanta differenza se vende un quotidiano di un partito o una rivista osé, sempre soldi sono, deve pur portare la pagnotta a casa. Anzi, giacché il prodotto "tira" (in tutti i sensi :asd:) ovvio che si fa quel che si può soprattutto in un periodo nero come quello che stiamo attraversando.

E per il tuo pensare all'anziano e al ragazzetto che si ritrova quei prodotti davanti, sappi che il bacino di utenza del porno è ampio e trasversale.
Anzi, magari sono proprio quel ragazzetto e quell'anziano ad acquistare maggiormente quei prodotti :asd:

billygoat
22-01-2007, 14.58.07
http://www.ibiblio.org/dlucas/images/image_helen.gif

_Fred_
22-01-2007, 14.58.40
Il mercato del porno è caratterizzato da flussi enormi di denaro.

Se non fosse per il mercato del porno (riviste e DVD), molti edicolanti avrebbero già chiuso bottega: non credo che per un commerciante faccia tanta differenza se vende un quotidiano di un partito o una rivista osé, sempre soldi sono, deve pur portare la pagnotta a casa. Anzi, giacché il prodotto "tira" (in tutti i sensi :asd:) ovvio che si fa quel che si può soprattutto in un periodo nero come quello che stiamo attraversando.

E per il tuo pensare all'anziano e al ragazzetto che si ritrova quei prodotti davanti, sappi che il bacino di utenza del porno è ampio e trasversale.
Anzi, magari sono proprio quel ragazzetto e quell'anziano ad acquistare maggiormente quei prodotti :asd:

Già, quando si dice che ti sbattono in faccia il prodotto... :asd:

In effetti non avevo pensato ad scelta di marketing così aggressiva, però....

EDIT: Da quel che ho visto sono molto riforniti.

bejita
22-01-2007, 15.07.22
fai come gip: chiedi famiglia cristiana e l'osservatore romano e in mezzo ci fai mettere casalinghe in calore :asd:

MaGiKLauDe
22-01-2007, 15.10.53
A me capita invece di arrivare in edicola e trovare una persona gentile che mi cede il posto e mi fa passare: quella persona gentile è tale perchè ha in mano un pornazzo e si vergogna a pagare con altri avventori nell'edicola! :asd:

eomund
22-01-2007, 15.16.31
A me capita invece di arrivare in edicola e trovare una persona gentile che mi cede il posto e mi fa passare: quella persona gentile è tale perchè ha in mano un pornazzo e si vergogna a pagare con altri avventori nell'edicola! :asd:

adsl risolve tutti i problemi di questo genere :sisi:

funazza
22-01-2007, 15.22.25
http://img154.imageshack.us/img154/6606/popeseesyoumasturbating9sd.jpg (http://imageshack.us)

Maharet
22-01-2007, 15.23.30
E per il tuo pensare all'anziano e al ragazzetto che si ritrova quei prodotti davanti, sappi che il bacino di utenza del porno è ampio e trasversale.
Anzi, magari sono proprio quel ragazzetto e quell'anziano ad acquistare maggiormente quei prodotti :asd:

Ok, ma se mia figlia di sette anni tornando da scuola si ferma in edicola a comprare le figurine, allunga una manina per prendere il resto e si tira addosso tonnellate di cazzi e fighe a me, onestamente, fa mica tanto piacere...

BVZM
22-01-2007, 15.26.23
Se non fosse per il mercato del porno (riviste e DVD), molti edicolanti avrebbero già chiuso bottega
Verissimo.
Un mio amico, o se preferite "a mmio cuggino", mi ha detto che il mercato dell'Home Video era nato inizialmente per i porni, per poi sviluppare anche il business del riciclaggio film in ex prima visione sconosciuto fino a, se non ricordo male, i primi anni '80.
Però questo mio cuggino me ne dice tante.
Pensate che una volta è stato rapito dagli ufo che gli hanno fatto una piccola incisione sulla nuca, e da quella volta non è più astigmatico.

FiLoX
22-01-2007, 15.35.32
Rendiamoci conto che nella lotta tra Blu-Ray e HD-Dvd un grande peso ce l'ha avuto la scelta del cinema hard..così come nella scelta tra VHS e il sistema sony che al momento non ricordo. Concordo con maharet che se avessi una bambina o un bambino di quell'età non mi farebbe piacere più di tanto..ma alla fine se sono questi i prodotti che tirano una edicola, per quanto "particolari", non dobbiamo stupirci più di tanto.

bejita
22-01-2007, 15.36.23
Pensate che una volta è stato rapito dagli ufo che gli hanno fatto una piccola incisione sulla nuca, e da quella volta non è più astigmatico.

gli hanno azzerato il contatore delle seghe :asd:

Daniel_san
22-01-2007, 15.38.39
A me imbarazzerebbe constatare che l'eventuale stallone sulla copertina ce l'abbia 10 volte più grosso del mio! :sisi:

Maharet
22-01-2007, 15.39.56
ma alla fine se sono questi i prodotti che tirano una edicola, per quanto "particolari", non dobbiamo stupirci più di tanto.

Infatti io non sono stupita. Anzi, ti diro' di piu', sarei la prima ad incazzarmi se ci fosse una censura sui porno.
Le persone adulte hanno tutto il diritto di scegliere cosa leggere, cosa guardare e su cosa farsi le seghe. Nulla da dire, nulla da opporre.
Ma per la liberta' degli adulti non si puo' ledere la tutela dei bambini.
Si possono salvaguardare entrambe e VA fatto, e preteso.

Eowyn.
22-01-2007, 15.42.24
Ok, ma se mia figlia di sette anni tornando da scuola si ferma in edicola a comprare le figurine, allunga una manina per prendere il resto e si tira addosso tonnellate di cazzi e fighe a me, onestamente, fa mica tanto piacere...In effetti...
Oltrettutto, se non ricordo male, qualche anno fa scoppiò una polemica, a riguardo delle riviste/film porno nelle edicole.
Venne stabilito che non poteva essere esposte in luoghi dove avrebbero goduto di visibilità e che, nel caso non fosse possibile relegarle in un angolo, le copertine avrebbero dovuto essere nascoste. Mi è capitato più volte di vedere gli espositori riservati al materiale porno "oscurati" in modo da celare quel che c'era dietro.

Quindi, Fred, non credo che quel che fanno nella tua edicola sia corretto (o addirittura che sia legale).


edit: letto ora il secondo post di Maharet e lo quoto. Un adulto saprà trovare comunque le riviste che cerca, senza che le stesse vengano sbattute in faccia a chiunque. :birra:

Brian O'Blivion
22-01-2007, 15.54.56
Ho un paio di amici che possiedono edicole,sembrerà paradossale ma gran parte di questo macello è determinato dal fatto che gran parte delle edicole son piccole e la roba da collocare a quintali,poche possono avvalersi di espositori discreti e all'interno è un manicomio di ordinazioni per clienti fissi,serie a fascicoli e roba da rendere,sono d'accordo con voi per tutto il resto ma la colpa è del mercato,l'edicolante si fa un mazzo così e la confusione impera.

Daniel_san
22-01-2007, 16.09.17
Ho un paio di amici che possiedono edicole,sembrerà paradossale ma gran parte di questo macello è determinato dal fatto che gran parte delle edicole son piccole e la roba da collocare a quintali,poche possono avvalersi di espositori discreti e all'interno è un manicomio di ordinazioni per clienti fissi,serie a fascicoli e roba da rendere,sono d'accordo con voi per tutto il resto ma la colpa è del mercato,l'edicolante si fa un mazzo così e la confusione impera.

Non solo ho un amica che ha sostituito la domenica un titolare di un edicola e mi ha raccontato che l'edicole ahimè non hanno servizi igienici. Per cui le è stata costretta per tutte le ore del turno a trattenersi dall'orinare, tanto da evitare di bere i giorni in cui ha avuto la sciagura di dover fare i turni a questa edicola...

_Fred_
22-01-2007, 16.41.00
...CUT...

Quindi, Fred, non credo che quel che fanno nella tua edicola sia corretto (o addirittura che sia legale).

...CUT...

Il fatto e che lo fanno senza rendersene conto, non lo fanno con malizia, ma proprio perchè non ci fanno caso, (che per un venditore in generale non è una scusante...)

@Brian L'edicola in questione è molto grande, per cui non si tratta di un problema di spazio.

Dalle mie parti si dice che lavorano alla Carlona, ossia senza professionalità, facendo le cose tanto per farle...

Eowyn.
22-01-2007, 16.45.30
la roba da collocare a quintali,Tra un po' in edicola venderanno anche la ceretta depilatoria e lavatrici da acquistare in 128 comode uscite settimanali. Tranquilli: il cacciavite per montarla lo offrono in omaggio con il primo fascicolo. ;)


Al di là della cazzata, io sono abituata a pensare alle edicole come locali spaziosi e comodi (qui da me la maggior parte è così) e, nonostante questo, non finisco mai di stupirmi dalla confusione che c'è all'interno a causa dell'eccesso di prodotti venduti con questa o quella rivista. Come si gestiscano le piccole edicole cittadine non finirà mai di stupirmi.

Maharet
22-01-2007, 16.53.47
Ho un paio di amici che possiedono edicole,sembrerà paradossale ma gran parte di questo macello è determinato dal fatto che gran parte delle edicole son piccole e la roba da collocare a quintali,poche possono avvalersi di espositori discreti e all'interno è un manicomio di ordinazioni per clienti fissi,serie a fascicoli e roba da rendere,sono d'accordo con voi per tutto il resto ma la colpa è del mercato,l'edicolante si fa un mazzo così e la confusione impera.

Ho capito, ma non me la sento di giustificare il porno sotto gli occhi di tutti in nome dei poveri edicolanti che non c'hanno spazio e sono nel caos.
L'edicolante si fa un mazzo cosi' come tutti, 'sta storia del mazzo cosi' davanti a cui bisogna sempre fermarsi mi ha scocciato, francamente.
L'edicolante fa il suo lavoro (e non e' manco un lavoro di merda come altri) ed ha l'obbligo, per legge se non per coscienza, di farlo secondo determinati criteri. Che impongono che il porno non sia accessibile a tutti.
Oltrettutto mi dispiace dirlo, ma sono i tuoi due amici che so' confusionari, basta un poco di organizzazione. Altrimenti nessuno sarebbe in grado di tenere un edicola ordinata, eppure io di edicole ne ho viste a centinaia e di porno spiattellati sui quotidiani non ne ho visti mai, nemmeno prima della famosa regolamentazione.
Piu' in vista si, SOTTO gli occhi no.

TrustNoOne
22-01-2007, 17.38.48
Verissimo.
Un mio amico, o se preferite "a mmio cuggino", mi ha detto che il mercato dell'Home Video era nato inizialmente per i porni, per poi sviluppare anche il business del riciclaggio film in ex prima visione sconosciuto fino a, se non ricordo male, i primi anni '80.
Però questo mio cuggino me ne dice tante.
Pensate che una volta è stato rapito dagli ufo che gli hanno fatto una piccola incisione sulla nuca, e da quella volta non è più astigmatico.

il porno e' stato uno dei motivi per cui il VHS si e' imposto sul BETAMAX (non l'unico come dice qualche leggenda, in realta' i nastri betamax erano troppo corti inizialmente, e poi ci son storie con i produttori di vcr)

kakikoio
22-01-2007, 17.41.25
fantastico! sei fortunato. Pensa il mio edicolante mette fuori solo porni gay. Non che io abbia qualcosa contro i gay percaritàdivina, certo fosssero porni lesbo, sarebbe tutta un'altra cosa ovvio...sigh, mondo crudele anche nelle ambiguità sessuali.:tsk:

Di0
22-01-2007, 17.45.19
...ma la colpa è del mercato,l'edicolante si fa un mazzo così e la confusione impera.

E ti pareva che non era tutta "colpa del Sistema". Dare la colpa al Mercato ed al Consumismo pure se un edicolante non sa fare il proprio mestiere mi sembra, francamente, ridicolo. Fatalità, con i millemila tipi di riviste che citi, si ritrova i porno sul bancone, mica l'agenda di suor germana o le uscite sulla collezione di francobolli per dire. Questione di serietà e professionalità personale, non è colpa del mercato oppressivo o delle Major discograFiche o di chissà cos'altro (magari è come dice Peter, magari: lo fa per tirare su :asd: le vendite, altro discorso).
Siccome a me personalmente fottesega, dovesse capitarmi di trovare un edicolante simile ci faccio una ghignata e semmai una battuta acidissima tanto per metterlo in imbarazzo se ci sono altri clienti, ma finisce lì. Invece al primo cui darà fastidio, sarà suo diritto prima chiedere cortesemente di stare più attento, poi chiamare la polizia o la G.F. o quant'altro (credo che dei reati tipo "buoncostume" si occupi la G.F) e fargli passare una vagonata di rogne, e fanculo. :birra:

Brian O'Blivion
22-01-2007, 17.46.41
il porno e' stato uno dei motivi per cui il VHS si e' imposto sul BETAMAX (non l'unico come dice qualche leggenda, in realta' i nastri betamax erano troppo corti inizialmente, e poi ci son storie con i produttori di vcr)

Si,ma la versatilità del nastro Beta ha continuato una lunga carriera nelle varie sale di montaggio RVM,sostituendo i costosissimi Ampex,ovviamente utilizzati in lettori di alta categoria,nulla a che fare con i Betamax commerciali.

:birra:

Peter Pan
22-01-2007, 17.55.32
il porno e' stato uno dei motivi per cui il VHS si e' imposto sul BETAMAX


Il porno è stato uno dei motivi per cui il silicone si è imposto sul vinile. :look:








Comunque l'edicolante ha 70 anni: possibilissimo che non si sia neppure accorta di cos'è che mette sul bancone... magari vede che è l'articolo più richiesto, e lei lo tiene a portata di mano... che a parte gli scherzi potrebbe anche essere plausibile come ipotesi.
Sperando che non ne venda uno al posto di qualche albo di figurine o al posto di qualche Top Girl... seppure in questo ultimo caso sarebbero in un certo qual modo educativi :asd:

Peter Pan
22-01-2007, 17.58.36
Si,ma la versatilità del nastro Beta ha continuato una lunga carriera nelle varie sale di montaggio RVM,

Versatile non dire: ci puoi fare solo quello... Se mai hanno predominato è per la qualità dei nastri - più longevi - sia per la fedeltà ;)

Brian O'Blivion
22-01-2007, 17.59.20
E ti pareva che non era tutta "colpa del Sistema".

Dove stai te avete autosaloni al posto delle edicole?Non qui,a parte qualche sparuto negozio,sono gabbiotti prefabbricati,il gestore è letteralmente costretto ad agire così se vuole campare,non c'è storia...la colpa?Le millemila stronzate antiche in vetro di murano...tu le sai le percentuali che percepiscono sulle edizioni o le schede telefoniche?Una miseria e non si parla di retrobottega,hanno un'intercapedine sotto la mensola,strapiena di ciommesse e fiumi di riviste da rendere,a pacchi e si,è colpa del sistema che ingolfa il consumo di minkiate,altrimenti stareste a dissertare sulla qualità dell'aria invece di prendervela col porno cartaceo che al limite,lascia trapelare du zinne,saranno trent'anni che le copertine sono accuratamente coperte da scritte,cellophane e quant'altro,inutile prendersela col povero edicolante se gli sballano tonnellate di stronzate,non ti pare?Mica le produce,quello sta una giornata in piedi per un fatturato del cazzo,pensate a quanto di peggio può capitare ai vostri bambini guardando mezza puntata di buona domenica o il grande fratello dove si tromba alla grande piuttosto,i regazzini quando arrivano all'edicola partono sparati per i comics senza guardare il resto.

Ma poi dimmi cosa porta di buono stù cazzo di "sistema" oggi,trovami una sola cosa buona che non sia ipocrita e celi un'economia precisa alle spalle,trovala.

:birra:

MaGiKLauDe
22-01-2007, 18.12.24
Brian, stai banalizzando.
Il fatto che si parli di zinne cartacee non significa che problemi di altra importanza non ci stiano (più) a cuore.
E lo stesso fatto che si stia quì a discorrere dei massimi sistemi e di frivolezze al posto di cogliore gli ultimi raggi di sole utili al lavoro nel campo al fine di insaporire un po' la solita zuppa della sera è segno che il "sistema", per quanto più che imperfetto, funziona meglio di ogni altro prima sperimentato.

Brian O'Blivion
22-01-2007, 18.25.55
Brian, stai banalizzando.
Il fatto che si parli di zinne cartacee non significa che problemi di altra importanza non ci stiano (più) a cuore.
E lo stesso fatto che si stia quì a discorrere dei massimi sistemi e di frivolezze al posto di cogliore gli ultimi raggi di sole utili al lavoro nel campo al fine di insaporire un po' la solita zuppa della sera è segno che il "sistema", per quanto più che imperfetto, funziona meglio di ogni altro prima sperimentato.

Eh,ho risposto in modo esauriente:facciamo chiudere l'edicola,mandiamo un poveraccio per strada o si chiede al governo di farle imbustare in comoda plastica nera?Una piccolezza,non ci penserebbe nessuno,peccato che non sia compito dell'edicolante imbustarle dunque,perchè prendersela con loro se materialmente,alcuni,non sono nelle condizioni di poterlo fare?

MaGiKLauDe
22-01-2007, 18.37.38
Su, a me sembra più una mancanza di attenzione dell'edicolante nel compiere il proprio lavoro. Ha disposizoni precise a riguardo, e deve compierle. nessuno si sognerebbe di lamentarsi nel caso trovasse i le riviste impignate sul banco alle 6 del mattino. Ma se in pieno giorno dei porno vengo lasciati ben esposti a portata di bimbo, questo è compiere male il proprio lavoro, non essere vittima del sistema.

_Fred_
22-01-2007, 18.45.32
Su, a me sembra più una mancanza di attenzione dell'edicolante nel compiere il proprio lavoro. Ha disposizoni precise a riguardo, e deve compierle. nessuno si sognerebbe di lamentarsi nel caso trovasse i le riviste impignate sul banco alle 6 del mattino. Ma se in pieno giorno dei porno vengo lasciati ben esposti a portata di bimbo, questo è compiere male il proprio lavoro, non essere vittima del sistema.

Perfetto, è proprio quello che intendevo, tuttalpiù che il giornale lo vado a comperare sempre verso le 12:00, probabilmente quello per loro è il momento di minima affluenza in cui possono spostare la merce... e poi puntualmente arrivo io... :asd:

P.s. Prima l'ho tralasciato, cmq l'edicola in questione non è il solito prefabbricato che come giustamente sottoliane Brian è poco più che un cubicolo, ma un vero e proprio stabile che ospita tra l'altro un bar, quindi un ambiente piuttosto grande.

Brian O'Blivion
22-01-2007, 18.46.04
Su, a me sembra più una mancanza di attenzione dell'edicolante nel compiere il proprio lavoro. Ha disposizoni precise a riguardo, e deve compierle. nessuno si sognerebbe di lamentarsi nel caso trovasse i le riviste impignate sul banco alle 6 del mattino. Ma se in pieno giorno dei porno vengo lasciati ben esposti a portata di bimbo, questo è compiere male il proprio lavoro, non essere vittima del sistema.


Si...uno degli edicolanti di mia conoscenza è ancora a sistemare roba fino a MEZZOGIORNO,forse non è chiara l'entità del traffico di roba che c'è,il porno lo tiene nello sportello del gabbiotto,adesso si è montato un piccolo condizionatore,ma le estati precedenti,che doveva fare?Era costretto a tenere la porta-espositore aperta...l'ho visto con i miei occhi stare mezz'ora a cercare di capire quali riviste dovesse spostare per far largo al ciarpame nuovo,sarà una cabina di 2,5 metri quadrati e sai quanto costano questi prefabbricati?La licenza?Intanto rimedia con tavoli adiacenti,scatoloni e ammassando alle pareti laterali,mi dispiace che,spesso,non si inquadri nel mirino il vero nemico che è il mercato (ora giù con "le solite accuse eccetera").

BVZM
22-01-2007, 18.58.36
Una sb*****a vi seppellirà.

Brian O'Blivion
22-01-2007, 19.05.08
Una sb*****a vi seppellirà.

Eiaculatio?

No grazie.

Alborosso
22-01-2007, 19.05.56
Mi avete chiamato? Eccomi !!
sono il fortunato (o sfortunato?) ex possessore (era dei miei) di una delle 4 edicole presenti all'interno di Torino P.N.
Vi posso assicurare che quanto dice il reverendo e' tutto vero, nonostante tutto pero' io senza che nessuna legge me lo imponeva mettevo le riviste hard in un angolo riparato e le vhs (non c'erano ancora i dvd) le coprivo con
della carta di giornale, tutto questo potevo farlo perche' l'edicola in questione aveva lo spazio e il tempo per farlo (facevo apertura alle 5 di mattina fino alle 22,00 orario continuato).
Il problema delle riviste hard ed annessi sta tutto nel buonsenso di chi le espone, certamente le edicole piccole hanno problemi gravi di gestione del materiale perche' voi non potete nemmeno immaginare la quantita' di porcherie che i distributori mandano e che tu devi accettare perche' loro non accettano la "resa del prodotto" fino alla naturale scadenza dello stesso e vi diro' di piu' il materiale che arriva lo si paga di settimana in settimana anche se tu i periodici quindicinali,mensili ecc.ecc. li venderai parecchio dopo averli gia' pagati.
ps. il guadagno su quotidiani e riviste e' infimo, per quello nell'edicole trovi di tutto, per cercare di racimolare soldi extra.
pps. tutto quello che si vende e' fatturato (almeno negli ultimi anni,una volta non era cosi') quindi niente soldi facili.

:birra:

Brian O'Blivion
22-01-2007, 19.08.00
Grazie della spiegazione Albo,purtroppo la colpa è mia che attacco il sistema,questo santo innocente:(

BVZM
22-01-2007, 19.11.59
Grazie della spiegazione Albo,purtroppo la colpa è mia che attacco il sistema,questo santo innocente:(
Esatto.
Ma ora voglio anche sentire il perito della controparte.
Si faccia avanti IL SISTEMA e venga a difendersi.

Alborosso
22-01-2007, 19.17.29
Grazie della spiegazione Albo,purtroppo la colpa è mia che attacco il sistema,questo santo innocente:(

Pensa che in quegli anni ero un ricco commerciante, ma dopo la nascita del primo figlio ho preso una decisione, rischiavo di non conoscere i miei figli con gli orari che facevo e i soldi che guadagnavo non avevo il tempo di spenderli,lavoravo 6 giorni su 7, a dicembre causa feste si lavorava tutto il mese senza giorno di chiusura, luglio e agosto idem, il mio primo figlio quando tornavo a casa non voleva nemmeno venire in braccio con me non sapendo chi ero.......ho abbandonato tutto per andare a fare l'operaio mia moglie si e' dovuta rimboccare le maniche (ma lo ha fatto volentieri quella santa donna) e adesso eccomi qua' senza un euro ma felice padre di 3 splendidi figli :asd: .

:birra:

Eowyn.
22-01-2007, 19.19.13
Eh,ho risposto in modo esauriente:facciamo chiudere l'edicola,mandiamo un poveraccio per strada o si chiede al governo di farle imbustare in comoda plastica nera?Non esageriamo. Nessuno ha detto che si debba chiudere un'attività e far andare a vivere le persone sotto i ponti.
Come ho detto prima la quantità di roba che un'edicola gestisce è impressionante e chi lavora in poco spazio (mi vengono in mente le miniedicole che frequentavo a Trieste) ha tutta la mia stima per come viene gestito.
Ciò non toglie che tra lasciare i porno sopra il bancone e metterceli sotto non c'è molta differenza di tempo/organizzazione... basta sapere che i porno arrivano (e lo sanno) e tenere uno spazio nel sottobanco solo per quelli (o in un angolo o dove cavolo va meglio loro).Oltrettutto: se davvero i porno sono una grande risorsa economica, a me sembra ovvio che a quetsa risorsa sia riservato da sempre un posto dove farla stare... a differenza di tutte le new entry delle cazzate più cazzate che ogni settimana vengono riversate in edicola. Il porno c'è da sempre, mentre l'enciclopedia delle Garzantine no: trovo più sensato che non si sappia dove far stare le seconde. :)


edit:
e adesso eccomi qua' senza un euro ma felice padre di 3 splendidi figli :Palka:

BVZM
22-01-2007, 19.22.50
gli hanno azzerato il contatore delle seghe :asd:
Ma... questa era una battuta stupenda!
Come ha potuto sfuggirvi?
Suvvia tributatele la scofanata di " :roll3 " come d'uso in questi casi!
:roll3::roll3::roll3::roll3::roll3:

papo
22-01-2007, 19.34.30
Ho la fortuna di avere l’edicolante dall’altra parte della strada e ogni giorno mi reco a comprare il giornale; qualche mese fa, andando a comprare il giornale, sul bancone mentre aspetto che me lo allunghino c’è una rivista, distrattamente butto l’occhio e vedo che si tratta di una rivista a luci rosse, sono piuttosto imbarazzato, mi scappa un sorriso e poi accorgo che sparsi sul bancone ce ne sono altre, almeno una decina.

Passa qualche mese, vado a comprare il giornale e sul bancone, mentre mi allungano il resto, altra rivista pornografica, il bello questa volta e che mi appoggiano il resto direttamente sulla rivista…

L’altro ieri, vado a comprare il giornale e mentre aspetto (visto che lo compro ogni giorno me lo tengono da parte, ma ogni volta si dimenticano dove lo mettono) allungo l’occhio e sul bancone cosa vedo? Questa volta non una rivista, ma un bel DVD, lo vedo di sfuggita, ma l’estremo utilizzo del colore rosa e dalle strane posizioni non lascia dubbi… prendo il giornale e me ne vado…

Il fatto è che hanno l’abitudine di aprire gli scatoloni delle consegne vicino al bancone e prima di sistemare la roba l’appoggiano sul bancone… alcune volte fanno delle vere e proprie cataste…poi la gente arriva compra e il giornale…

Io non sono un bacchettone, ci mancherebbe, però il loro modo di fare mi mette a volte in imbarazzo, penso all’anziano che va a comprarsi il giornale e che potrebbe rischiare l’infarto…o al ragazzetto che va a comprarsi le figurine.
La cosa poi non mi stupisce più di tanto, perché conosco come lavorano, ossia un po’ grossolanamente…
Poi la persona che so occupa di ciò è la proprietaria del locale, una donna di circa 70 anni che sembra non abbia alcun problema a maneggiare un certo tipo di riviste… :)


comprati il DVD e poi scopati la vecchia di 70 anni...vedrai che quando andrai a comprare il giornale non ci farai piu caso.

Maharet
22-01-2007, 20.00.04
Grazie della spiegazione Albo,purtroppo la colpa è mia che attacco il sistema,questo santo innocente:(

Brian, il discorso e' semplice:
Dei sistemi possiamo parlare quanto ti pare, ma mia/mio figlio di pochi anni i porno in faccia non li deve avere sbattuti.
E' chiaro?
Poi possiamo anna' a parla' dei sistemi che ti pare, quelli dell'edicolante, quelli del piuzzaiolo, quelli del camionista, quelli del dipendente d'azienda.
Ma i porno, ai bambini, non devono arrivare.
E manco a me se voglio comprare solo dylan dog, per inciso.
Se voglio vedere cazzi e fighe in action me li devo andare a cercare.
Discorso chiuso, per me.
Se aprite un topic sui poveracci edicolanti forse partecipo.

Brian O'Blivion
22-01-2007, 20.03.42
Ma i porno, ai bambini, non devono arrivare.


Beh,non me ne farei un problema in questo caso:è tutto intorno a noi,proprio come lo spot vodafone,proprio come la voglia,a campioni intervistati,delle ragazzine di voler fare le veline o partecipare al grande fratello,tutto è porno e quello non esplicitato è il più insidioso:birra:

Alceo
22-01-2007, 20.07.41
A rigor di logica bisognerebbe vietare anche l'esposizione delle riviste sui retri o fianchi delle edicole che sono spesso tapezzati da riviste e dvd porno. In fondo nulla impedisce ad un bambino di guardarseli con calma, il fatto di essere presenti sui banchi davanti conta poco.

Maharet
22-01-2007, 20.09.46
Beh,non me ne farei un problema in questo caso:è tutto intorno a noi,proprio come lo spot vodafone,proprio come la voglia,a campioni intervistati,delle ragazzine di voler fare le veline o partecipare al grande fratello,tutto è porno e quello non esplicitato è il più insidioso:birra:

Ma anche no.
Un'esplicita incaprettata o un pisello in faccia a una tipa che stringe gli occhi (ettecredo) onestamente non sono paragonabili a nessuno spot vodafone. Fai un distinguo sottile da adulto che non vale manco per gli adulti.
Il porno e' porno, e basta.
Una bambina (o bambino che sia) NON deve vederlo. Almeno a casa mia.
E dato che un'edicola e' un luogo pubblico, quindi ci vanno anche i bambini di casa mia, i porno in vista non ci devono stare.
Mi stai facendo alterare, brian, e sai perche'? Perche' assumi una posizione ipocrita che non dovrebbe appartenerti, e che invece stai facendo tua.

Alceo
22-01-2007, 20.12.46
Beh,non me ne farei un problema in questo caso:è tutto intorno a noi,proprio come lo spot vodafone,proprio come la voglia,a campioni intervistati,delle ragazzine di voler fare le veline o partecipare al grande fratello,tutto è porno e quello non esplicitato è il più insidioso:birra:

Non capisco dove vuoi arrivare Brian. Quindi non proviamo a regolamentarlo per niente?

Brian O'Blivion
22-01-2007, 20.14.17
A rigor di logica bisognerebbe vietare anche l'esposizione delle riviste sui retri o fianchi delle edicole che sono spesso tapezzati da riviste e dvd porno. In fondo nulla impedisce ad un bambino di guardarseli con calma, il fatto di essere presenti sui banchi davanti conta poco.

Ripeto:il bambino in vista dell'edicola corre a fiuto verso le sue cose,questo è permesso dal fatto che lo strumento edicola si avvale ancora di attrattivi depotenziati,ben diversa la sorte se lo lasci da solo a guardare un programma inoffensivo,mai sottovalutare la perfidia della televisione:si parla di macchinari agricoli?Trovano il modo di infilarci la figona e l'ammiccamento giusto,è subliminale,forse lo salvi se lo metti a guardare protestantesimo,se non temessi il danno ben peggiore che potrebbe cagionargli,una scopata in fondo ti ammazza un cardiopatico,una dottrina un intero popolo.
:birra:


Non capisco dove vuoi arrivare Brian. Quindi non proviamo a regolamentarlo per niente?

Mai detto questo,ma non credo che il reale problema provenga dagli espositori di un'edicola,quella è roba vecchia,per deturpare la mente di un bambino i ritrovati si son fatti più raffinati,tutto qui.

Brian O'Blivion
22-01-2007, 20.18.18
Ma anche no.
Un'esplicita incaprettata o un pisello in faccia a una tipa che stringe gli occhi (ettecredo) onestamente non sono paragonabili a nessuno spot vodafone. Fai un distinguo sottile da adulto che non vale manco per gli adulti.


Chiedo l'eventuale approvazione o meno di Alborosso:nulla di quello da te citato è esibito in copertina ma al suo interno,sono leggi stravecchie che l'hanno sancito.



Mi stai facendo alterare, brian, e sai perche'? Perche' assumi una posizione ipocrita che non dovrebbe appartenerti, e che invece stai facendo tua.

Cara,mi conosci,non ritengo veritiero che mi appiccichi l'etichetta d'ipocrita per aver sviscerato un'analisi sul tema,ciò è profondamente ingiusto.

edit:comunque,se è questo il tuo metro per dare le qualità a una persona ti faccio contenta "muoiano bruciati gli edicolanti"...contenta?Magari adesso si che è un pensiero falso ed ipocrita ma se ti fa star bene per me è ok.

Alceo
22-01-2007, 20.36.24
Mi è venuto in mente l'episodio di South Park intitolato "The Return 'the Lord of the Rings' the Two Towers" in cui i bambini vengono in possesso di una cassetta porno "Troie da dietro 9". Token è l'incaricato alla visione e ne resta sconvolto.
La spiegazione dei genitori è del tipo "E' quello che un uomo ed una donna fanno quando si innamorano, l'uomo mette il pene nella vagina della donna, è quello che si dice fare l'amore ed è parte dell'amore stesso".
A cui Token risponde "E' quando ne ha 4 dentro contemporaneamente e un uomo le piscia addosso, anche questo si chiama amore?" :asd:

_Fred_
22-01-2007, 20.39.55
comprati il DVD e poi scopati la vecchia di 70 anni...vedrai che quando andrai a comprare il giornale non ci farai piu caso.

Oddiomio :eek2: è un immagine terribile... :asd:

Cmq per spezzare una lancia verso l'edicolante devo dire che quando non ha le riviste sparse sul bancone (a mezzogiono) sono ben nascoste, in altre occasioni, non le ho mai viste...


...CUT...A cui Token risponde "E' quando ne ha 4 dentro contemporaneamente e un uomo le piscia addosso, anche questo si chiama amore?" :asd:

:asd: Bella quella puntata :asd:

Maharet
22-01-2007, 20.41.46
edit:comunque,se è questo il tuo metro per dare le qualità a una persona ti faccio contenta "muoiano bruciati gli edicolanti"...contenta?Magari adesso si che è un pensiero falso ed ipocrita ma se ti fa star bene per me è ok.

E' per questo che e' ipocrita.
Perche' difendi una categoria che nessuno ha mai attaccato mentre ti rifiuti di difendere un'altra categoria che viene invece messa a rischio da atteggiamenti scorretti e illegali.
Confondere le verita' non e' da te.

BVZM
22-01-2007, 20.42.28
Ora, non mi si accusi di buonismo, pacifismo o un-colpo-al-cerchio-e-uno-alla-bottismo, ma credo che abbiate ragione entrambi.
Ho troppa stima di colui che chiamate Brian, ma che per me è e rimane il Buon Vecchio Zio Azanoth, per poter pensare che per lui una tizia col summenzionato cazzo in faccia (ma perché occhi strizzati? :asd: ) possa essere un messaggio positivo per un bambino, ma credo di capire anche il suo ragionamento.
Maharet ha perfettamente ragione. E' una donna, e come tale ha il dono della praticità e del confronto con l'immanenza*. Porno ai bambini NO. E stop (e ci mancherebbe!).
Ma vorrei che non si desse dell'ipocrita al buon reverendo che, uomo di spirito, fa un'analisi più ampia, sociololgica quasi, sulle tali e tante schifezze che riteniamo innocue, ma che invece quotidianamente bombardano noi e i nostri cuccioli.
I bambini crescono col culto del soldatino, della pistola giocattolo.
Ora, ditemi, il fatto che un oggetto sia volgare da cosa dipende?
Siamo figli di una morale sbagliata che abbiamo accettato tutti, io compreso.
Un bambino di 8 anni con un mitra in mano desta al massimo simpatia, una bambina della stessa età con un vibratore scandalizzerebbe perfino me, che correrei a cercare i suoi genitori (e non per chiederla in sposa!).
Ma il reverendo, che pensa diversamente da noi (questo non potete negarlo) e che se ne infischia dell'opinione pubblica, ragiona su ciò che quei due oggetti rappresentano. Morte l'uno e piacere l'altro e, giustamente, dice: "ma guarda, in questa società ipocrita ci si scandalizza più per il piacere che per la violenza".
E potremmo continuare.
Un innocuo albo si super eroi, che spesso finisce in mano ai bimbi, contiene sovente scene di sangue, di morte, però se nostro figlio ne sfoglia uno noi non ci preoccupiamo più di tanto, ed invece (e io per primo sarei istintivamente così) impazziremmo se trovassimo il medesimo marmocchio a gustarsi serenamente "Jacula la Vampira" (parlandone come da viva), se non addirittura un porno vero e proprio.
Qualcosa di vero allora, forse, nelle parole di Azanoth c'è, anche se noi (e io per primo, lo ripeto sino al parossismo), non riusciamo a vederlo o non lo vogliamo accettare.
Forse siamo noi che, non dico che siamo ipocriti, ma "non ce la raccontiamo giusta"?

(* EDIT: non volevo fare un ragionamento maschilista, ma rileggendo il periodo mi rendo con to che forse può sembrare tale. Intendevo dire che una donna, in quanto mamma in potenza -o di fatto-, ha un rapporto più diretto con la praticità delle cose che riguardano il bimbo. E lo ritengo un valore in più. Qualcosa che spesso al maschio manca.)

Brian O'Blivion
22-01-2007, 20.49.20
E' per questo che e' ipocrita.
Perche' difendi una categoria che nessuno ha mai attaccato mentre ti rifiuti di difendere un'altra categoria che viene invece messa a rischio da atteggiamenti scorretti e illegali.
Confondere le verita' non e' da te.

Trovami una sola parola ove io abbia difeso da questo la categoria,trovamene una sola ove io abbia approvato l'esposizione aperta di materiale pornografico e lascerò all'istante questo forum,ho solo analizzato il caso fornendo elementi di carattere neutro,hai ragione,non confondo mai la verità,mi dispiace che tu abbia perso stima nei miei confronti per quest'atto presunto.

La vertenza è chiusa.

Buona serata:birra:

Maharet
22-01-2007, 20.50.50
Morte l'uno e piacere l'altro e, giustamente, dice: "ma guarda, in questa società ipocrita ci si scandalizza più per il piacere che per la violenza".

Qui disquisisco: entrambe mi scandalizzano, in certa misura. Sono mesi che tratto l'argomento della violenza nei videogiochi e urlo e sbatto i piedi contro chi la vuole censurare, ma altrettanto urlo e sbatto i piedi contro chi la vuole liberalizzare.
Ci voglioni dei metri di giudizio.
Quello che va bene per un adulto non va bene per un bambino, e non penso che qualcuno sia discorde.
Quello che ad un adulto puo' generare piacere (un porno), ad un bambino puo' generare disturbi nello sviluppo della sessualita'.
Stessa cosa per la violenza, e cosi' via.
Io sono in grado di distinguere fra la sessualita' di un porno e quella di un rapporto di rispetto ed equilibrio.
Un bambino di certo no.
E cosi' via.

Maharet
22-01-2007, 20.54.26
Trovami una sola parola ove io abbia difeso da questo la categoria,trovamene una sola ove io abbia approvato l'esposizione aperta di materiale pornografico e lascerò all'istante questo forum,ho solo analizzato il caso fornendo elementi di carattere neutro,hai ragione,non confondo mai la verità,mi dispiace che tu abbia perso stima nei miei confronti per quest'atto presunto.

La vertenza è chiusa.

Buona serata:birra:

Ci sono e mi saltano agli occhi, ma di certo non ho mai inteso che tu debba lasciare il forum o che io debba desiderare che tu lo faccia. Non ho mai nemmeno detto di aver perso stima nei tuoi confronti.
Continuo, rileggendoti, a vedere sia la crociata per gli edicolanti sia l'indifferenza per dove il materiale sia esposto, se non la giustificazione che esposto sia.
Evidentemente stasera non ci capiamo, quindi la vertenza deve essere davvero chiusa.

:birra:

BVZM
22-01-2007, 20.59.57
entrambe mi scandalizzano
Ma non ho dubbi che tu dissenta, Maharet.
Ma qui non si discute te, ma il pensiero comune.
Un bambino delle elementrari con un albo di Spawn in mano non desta alcun pensiero cupo, con un porno sì (cito Spawn a caso, mi perdonino gli amanti del genere).

Sgt.Napalm
25-01-2007, 01.03.48
In effetti...
Oltrettutto, se non ricordo male, qualche anno fa scoppiò una polemica, a riguardo delle riviste/film porno nelle edicole.
Venne stabilito che non poteva essere esposte in luoghi dove avrebbero goduto di visibilità e che, nel caso non fosse possibile relegarle in un angolo, le copertine avrebbero dovuto essere nascoste. Mi è capitato più volte di vedere gli espositori riservati al materiale porno "oscurati" in modo da celare quel che c'era dietro.

Quindi, Fred, non credo che quel che fanno nella tua edicola sia corretto (o addirittura che sia legale).


edit: letto ora il secondo post di Maharet e lo quoto. Un adulto saprà trovare comunque le riviste che cerca, senza che le stesse vengano sbattute in faccia a chiunque. :birra:



Scusami, ma se io voglio comprare della roba a luci rosse, come faccio a vederla dietro a un pannello oscurato?
Pesco a caso e magari mi ritrovo della gente che fa all' ammore con delle librerie o con dei mocho vileda e mi tocca tenermela perche' magari potrei beccare qualcosa di peggio?



No, scherzi a parte, credo che il materiale per adulti dovrebbe essere relegato nei sexy shop.

samgamgee
25-01-2007, 09.25.32
Hm, credo che un mio amico mi avesse detto che una buona parte del fatturato degli edicolanti è dovuto al porno. Qualcuno può confermare/smentire?

Peter Pan
25-01-2007, 13.40.43
Un bambino delle elementrari con un albo di Spawn in mano non desta alcun pensiero cupo, con un porno sì

Un bambino davanti alla TV con tutte le porcate che trasmettono, soprattutto tutte le pubblicità a loro rivolte che gli lavano il cervello in nome del commercio. Questa è per me la pornografia.

BVZM
25-01-2007, 15.14.59
Un bambino davanti alla TV con tutte le porcate che trasmettono, soprattutto tutte le pubblicità a loro rivolte che gli lavano il cervello in nome del commercio. Questa è per me la pornografia.
Infatti, è quello che forse Azanoth voleva dire, e che io condivido.
Il fondatore della rivista HUSTLER, del quale oggi mi sfugge il nome, e sul quale anni fa fu anche girato un film, per provocazione durante una conferenza, proiettò delle donne nude in posizioni accattivanti, alternandole con immagini di cadaveri americani, semi smembrati, della guerra del viet-nam morti in posizione analoga.
Ad esempio si poteva vedere una donna distesa a letto, mani sui seni e gambe allargate, ed un marines col le braccia al petto, gambe divaricate, sfigurato dai proiettili e tutto ricoperto di sangue...
Poi chiese: "dov'è la volgarità?", quale immagine è più positiva per l'America?" -cito un po' a memoria, non ricordo bene le testuali parole-.
Quelle di guerra, erano tutte immagini che apparivano nelle riviste o nei TG di prima serata, le donne erano immagini che erano state censurate o perseguitate nella sua rivista (che oltre tutto non era porno, ma erotica). Quindi la provocazione era abbastanza centrata, a mio avviso.
Forse sarebbe il caso di mettere da parte la morale, e di cominciare a risolvere i problemi con la logica.
Cominciare a tracciare un limite fra le immagini di sesso che possono infastidire o traumatizzare un bimbo, e quelle che invece possono essere innocue, ma farlo anche per il resto.
Due donne che si baciano in prima serata? Ecco che il giorno dopo ci scappa l'articoletto, o lo scandaletto, sul giornale. Parte la polemichetta, ci si chiede se era il caso di far vedere quella scena.
Entra Rambo e con una sventagliata di mitra spappola tre o quattro vietcong? Nessun problema. Il film viene catalogato come "avventura" o "drammatico".
E' questo che non mi torna tanto.

funazza
25-01-2007, 15.41.13
Infatti, è quello che forse Azanoth voleva dire, e che io condivido.
Il fondatore della rivista HUSTLER, del quale oggi mi sfugge il nome, e sul quale anni fa fu anche girato un film

Larry Flint. quotone al tuo intervento :birra:

Alceo
25-01-2007, 15.47.43
Un bambino davanti alla TV con tutte le porcate che trasmettono, soprattutto tutte le pubblicità a loro rivolte che gli lavano il cervello in nome del commercio. Questa è per me la pornografia.

Sono perfettamente d'accordo sui danni che la TV possa provocare nei bambini. Ma continuo a domandarmi ripensando all'argomento e a quanto espresso da Maharet, "e quindi"?
E' un problema da affrontare anche quello del pornografia e dei bamibini oppure è di secondaria importanza? Esso va affrontato solo in un'ottica più generale (come chiede BVZM "farlo anche per il resto") o può essere affrontato anche singolarmente?

Pigmy_Twilight
25-01-2007, 16.25.44
Un bambino davanti alla TV con tutte le porcate che trasmettono, soprattutto tutte le pubblicità a loro rivolte che gli lavano il cervello in nome del commercio. Questa è per me la pornografia.


Bimbi stuprano bimba: «Ispirati dalla tv» (http://espresso.repubblica.it/dettaglio-local/Tre-ragazzini-violentano-una-bambina/1486587/6)

Non aggiungo altro...

Setzuko
25-01-2007, 16.54.39
Bimbi stuprano bimba: «Ispirati dalla tv» (http://espresso.repubblica.it/dettaglio-local/Tre-ragazzini-violentano-una-bambina/1486587/6)

Non aggiungo altro...


Già... che tristezza!!!

Vi preoccupate dell'edicolante dal quale un bambino ci andrà una volta ogni mille...e di tutto quello che li circonda?

A partire dalla tv, veramente penosa in tutti programmi ci sono donne mezze nude (per non dire del tutto dato che ormai rimango in perizoma -.-)....sti programmi sono diventati talmente tristi che per fare un pò di ascolti ti metto la gnocca plastificata che ansima mentre parla.
Siamo caduti davvero così in basso?

Però certo, se un bambino vede tette e culi ovunque in tv è ok...lì va tutto bene...prendiamocela a morte però con l'edicolante che per quanto possa sbagliare nel suo lavoro onestamente nella società di merda in cui viviamo sarebbe l'ultimo dei problemi!!!

Setzuko

Peter Pan
25-01-2007, 16.57.43
"e quindi"

E quindi: fare tanta moralità su un cazzo duro e una fica spampanata mi sembra solo una bacchettonata quando poi i nostri figli sono violentati ogni giorno dalla pubblicità dei trucchi da mignotta e da Bush che continua a dire: ammazza un islamico, Dio lo vuole!

Ora, io non sto in alcun modo attaccando l'intervento di Maharet (che spero seriamente non si senta tirata in causa in alcuna delle mie affermazioni :) ): lei ha una sua idea sulla questione, ha la sua opinione, che in alcun modo io contrasto, anzi approvo, perché anche secondo me non si dovrebbe permettere ai bambini di accedere a materiale pornografico rivolto a un pubblico adulto.
Così anche per me non fa bene l'edicolante che non presta molta attenzione a ciò che espone e chi potrebbe visionare certi prodotti.
Ma dico solo che sono molte le forme di violenza che colpiscono i bambini, ma per stabilire quale sia più dannosa, per stabilire quali siano le priorità per affrontarle, occorre giudicare solo con i loro occhi, non con i nostri.
Perché maliziosi e ipocriti sono gli adulti, non i bambini.
E una scena di sesso turba più un adulto che non un bambino.
Solo che un giornaletto porno è meno pericoloso di qualsiasi altra cosa che è attorno al bambino.

Dico solo che ci sono cose peggiori del giornaletto che il bambino può trovare in edicola: anche perché più lo nascondi, più il bambino ci troverà il gusto del proibito e andrà a cercarselo comunque, ma sarà sempre un gioco.
L'iracheno con la testa spappolata da una pallottola americana non è un gioco, ma per il bambino potrebbe diventarlo, e arrivare a considerare giusto spappolare un cranio quando qualcuno glielo chiede.
Le labbra turgide della porcona di turno che accavalla le gambe in un talk show parlando della sua fulgida carriera di bocchinara per i magnati della finanza non è educativo, e il bambino non lo sa, da grande troverà moralmente accettabile darsi via per far carriera.
Il minchione belloccio di turno che comparsa a destra e a manca per i canali Tv senza avere alcuna minima dote o virtù è diseducativa, e insegn al bambino che non importa studiare e farsi una posizione per andare avanti nella vita.
Il politico che spara illazioni spaventose sugli immigrati, su altre culture, su una intera civiltà, infondendo solo l'odio e il disprezzo, è anche anticostituzionale. Ma il bimbo non lo sa, per lui non è un gioco, è un insegnamento.
Adesso la TV e i giornali si stanno interessando del bullismo, come se fosse un fenomeno nuovo. I TG ne parlano e i bambini imparano, e il fenomeno si alimenta: per un bambino può anche essere un gioco, qualcuno la chiama emulazione e non è affatto cosa buona.

Qualcuno potrebbe pure pensare che sono esagerazioni.
Quando anche il vostro nipotino di 8 anni darà i calci a un pallone e lo sentirete chiedervi: "ma sono bravo? Mi chiamerebbero per la pubblicità?" forse anche voi pensereste che non è poi tutta retorica esagerata questa.
E che i concetti di valori e morale sono troppo destabilizzati perché qualcuno possa ancora scandalizzarsi per un giornaletto porno: ci sono cose molto più serie e gravi da risolvere.


My two cents, of course.

Alceo
25-01-2007, 17.44.01
Sulla poca importanza che la pornografia abbia nello sviluppo mentale del bambino non sono d'accordo, evidentemente a proposito abbiamo conoscenze e informazioni diverse.

Concordo su tutto il resto e non la considero retorica, Peter, ma sembrano i soliti discorsi di chi fa solo strategia senza fare mai tattica. Le piccole battaglie non vengono mai fatte perché, appunto, minori se viste nel quadro globale. Salvo poi finire col non fare nulla e creare una situazione in cui la piccola "volgarità" giustifica quella un po' più grande e così via fino ad arrivare alla grande.

E' giusto che una domanda (che tra l'altro da sola non risolve evidentemente niente) vada inserita in un piano strategico (e in questo caso forse basterebbe limitarsi all'insegnamento della sessualità senza bisogno di allargarsi a considerare il benessere globale del bambino), ma l'esitenza di un problema più grande non può portare alla conclusione che i problemi "minori" non debbano essere affrontati (la posizione di Setzuko, per esempio).

Setzuko
25-01-2007, 17.52.26
Sulla poca importanza che la pornografia abbia nello sviluppo mentale del bambino non sono d'accordo, evidentemente a proposito abbiamo conoscenze e informazioni diverse.

Concordo su tutto il resto e non la considero retorica, Peter, ma sembrano i soliti discorsi di chi fa solo strategia senza fare mai tattica. Le piccole battaglie non vengono mai fatte perché, appunto, minori se viste nel quadro globale. Salvo poi finire col non fare nulla e creare una situazione in cui la piccola "volgarità" giustifica quella un po' più grande e così via fino ad arrivare alla grande.

E' giusto che una domanda (che tra l'altro da sola non risolve evidentemente niente) vada inserita in un piano strategico (e in questo caso forse basterebbe limitarsi all'insegnamento della sessualità senza bisogno di allargarsi a considerare il benessere globale del bambino), ma l'esitenza di un problema più grande non può portare alla conclusione che i problemi "minori" non debbano essere affrontati (la posizione di Setzuko, per esempio).


Infatti non ho detto questo.

Dicevo solo che trovavo tanto accanimento verso l'edicolante quando c'è di peggio in giro.
I problemi vanno risolti tutti, grandi o piccoli che siano...mi chiedevo solo perchè si parla e ci sofferma solo su questo senza affontare i veri casini.

Sembra quasi ipocrisia, nessuno si lamenta per tutta la spazzatura che c'è in tv (e che nuoce molto di più) però poi si punta il dito verso uno sbadato edicolante...ovviamente non sto giustificando il suo comprtamento.

:Palka:
Setzuko

Peter Pan
25-01-2007, 18.02.31
l'esitenza di un problema più grande non può portare alla conclusione che i problemi "minori" non debbano essere affrontati

Si sta discutendo della pornografia nelle edicole: esiste una regolamentazione precisa, e un solo caso non è sintomatico di un fenomeno diffuso, quindi non si può parlare di un problema che occorre affrontare.
In quel caso chiamare i vigili urbani risolve il problema.

Quello che dico io invece è che ci sono problemi molto più seri che non vengono affrontati in alcun modo, e che necessiterebbero di una drastica soluzione.
Che sarebbe anche possibile, se non fosse che ci sono dietro tali e tanti interessi che renderebbe una soluzione fastidiosa per qualcuno.

Ecco perché spesso e volentieri (e non parlo di questo caso) si fa tanto rumore per nulla: si distrae l'attenzione pubblica da quelli che sono i veri problemi. Senza certe baggianate la gente potrebbe arrivare davvero a scandalizzarsi per le cose davvero importanti.

Quello che ho voluto dire è: non alimentiamo queste cianciate su argomenti di poco conto, ma se davvero vogliamo indignarci per qualcosa, indigniamoci per le cose serie e soprattutto, impegnamoci perché gli interessi di pochi non siano il problema di molti.

Spero di essere stato più chiaro :)

Alceo
25-01-2007, 18.18.09
Dicevo solo che trovavo tanto accanimento verso l'edicolante quando c'è di peggio in giro.
I problemi vanno risolti tutti, grandi o piccoli che siano...mi chiedevo solo perchè si parla e ci sofferma solo su questo senza affontare i veri casini.

Sembra quasi ipocrisia, nessuno si lamenta per tutta la spazzatura che c'è in tv (e che nuoce molto di più) però poi si punta il dito verso uno sbadato edicolante...ovviamente non sto giustificando il suo comprtamento.

La discussione non mi sembra riguardi l'essere pro o contro il singolo edicolante (che francamente io giustifico facilmente), ma se abbia senso cercare di tutelare i minori dalla pornografia da edicola.
A questo punto avrei capito la necessità d'allargare la richiesta di Maharet con altre proposte circa l'istruzione della sessualità ai bambini; il ruolo (quasi inesistente) della scuola sul soggetto, per esempio. Molti interventi invece, pur condividendoli nella sostanza, sembravano avere come naturale conlusione un "ci sono altri problemi più importanti, non ha senso occuparsi du questo", ed è un atteggiamento con cui mi scontro spesso in altri ambiti perché si riduce spesso all'immobilismo.

EDIT


Si sta discutendo della pornografia nelle edicole: esiste una regolamentazione precisa, e un solo caso non è sintomatico di un fenomeno diffuso, quindi non si può parlare di un problema che occorre affrontare.
In quel caso chiamare i vigili urbani risolve il problema.

...

Quello che ho voluto dire è: non alimentiamo queste cianciate su argomenti di poco conto, ma se davvero vogliamo indignarci per qualcosa, indigniamoci per le cose serie e soprattutto, impegnamoci perché gli interessi di pochi non siano il problema di molti.

Evidentemte il problema riguarda la comprensione dell'oggetto.
Personalmente trovo che l'argomento di discussione, nato dalla regolamentazione della pornografia delle edicole (che di per se può essere un argomento da poco), sia il modo in cui i bambini vengono in contatto e a conoscienza della sessualità.
Allargare questo discorso aggiungendovi per esempio la violenza propinata dalla televisione ai bambini non mi sembra abbia molto senso.

Ultima nota: i falsi problemi utili a distrarre l'opinione pubblica esistono indubbiamente, ma non mi pare che il rapporto dei bambini col sesso sia uno di questi. E' anzi un argomento tabù che si tende a fingere non esista.

Setzuko
25-01-2007, 18.27.01
[QUOTE=Alceo]"ci sono altri problemi più importanti, non ha senso occuparsi du questo"QUOTE]

Il mio pensiero non è assolutamente questo, credo tu abbia ancora frainteso.

Penso "oltre ad occuparsi di questo bisognerebbe affrontare anche i problemi più gravi" :sisi:

Spero davvero che ora sia più chiaro!

Setzuko

Alceo
25-01-2007, 18.47.53
Il mio pensiero non è assolutamente questo, credo tu abbia ancora frainteso.

Penso "oltre ad occuparsi di questo bisognerebbe affrontare anche i problemi più gravi" :sisi:

Spero davvero che ora sia più chiaro!

Sì, scusami, avevo quotato il tuo post ma non mi riferivo a te con quella frase. :)

katon_itachi
25-01-2007, 20.21.28
Bimbi stuprano bimba: «Ispirati dalla tv» (http://espresso.repubblica.it/dettaglio-local/Tre-ragazzini-violentano-una-bambina/1486587/6)


Non aggiungo altro...
la tivì centra sicuramente... ma non è che tutti i bambini che guardano la tv diventano dei maniaci... a volte mi sembra solo un bel capro espiatorio...

Peter Pan
25-01-2007, 21.48.22
Ma che ne dite se ci mettiamo d'accordo su quello di cui stiamo parlando? :asd:

Mi sa che ognuno di noi sta dicendo cose condivisibili e chiare... solo che si sono intavolate due discussioni diverse.

Di che si parla? ;)


Comunque, come ha detto itachi, la televisione c'entra sicuramente ma...

In quel ma c'è tutto secondo me. Si fa presto nel bel mezzo di una discussione a fare retorica e a sparare a zero su questo e su quello. Ma ci vogliamo ricordare che i bambini hanno pur sempre dei genitori, e da questi dipende molto la visione che i bambini hanno della realtà?
Quello che non capisco è come mai ci si dimentichi spesso di attribuire a ognuno le proprie responsabilità delle cose.

Eowyn.
25-01-2007, 22.19.28
Ma che ne dite se ci mettiamo d'accordo su quello di cui stiamo parlando? :asd:
Mi sa che ognuno di noi sta dicendo cose condivisibili e chiare... solo che si sono intavolate due discussioni diverse.Ah, non era un'impressione solo mia, allora.
Si fa presto nel bel mezzo di una discussione a fare retorica e a sparare a zero su questo e su quello. Ma ci vogliamo ricordare che i bambini hanno pur sempre dei genitori, e da questi dipende molto la visione che i bambini hanno della realtà?Ecco, credo che il punto sia proprio questo.
Il problema principale dei bambini è che, spesso, non vengono correttamente seguiti/accompagnati nella crescita dai genitori. Per mancanza di tempo (devo lavorare per mantenere i miei figli,ma lavorando non ho tempo perseguirli), per problemi familiari (separazioni o litigi tra i genitori che usano i figli come ripicca per le reciproche incomprensioni), per insoddisfazione (i figli mi hanno impedito di fare/essere quello che volevo: nutro rancore verso di loro o riverso su di loro i miei desideri fino a ossesionarli), per mancanza di responsabilità (tanto ci pensa la scuola/la nonna/la catechista), ...

E prima di schifarmi per i culi esposti nei talk show o nei varietà mi incazzo quando vedo *bambine* vestite come piccole battone dalle madri.

Peter Pan
25-01-2007, 22.40.34
E prima di schifarmi per i culi esposti nei talk show o nei varietà mi incazzo quando vedo *bambine* vestite come piccole battone dalle madri.

Tenendo sempre presente che spesso sono le bambine che vogliono vestirsi da battone, perché alla TV l'hanno ammaestrata così a botta di bambole mignotte e soubrette nullafacentinullasapentimamoltoprocaciquantodefice nti.

Sono molti i fattori.

Eowyn.
25-01-2007, 22.44.12
Tenendo sempre presente che spesso sono le bambine che vogliono vestirsi da battone, perché alla TV l'hanno ammaestrata così a botta di bambole mignotte e soubrette nullafacentinullasapentimamoltoprocaciquantodefice nti.
Certo, non lo metto in dubbio.
Ma non ho mai visto bambine andare in negozi di vestiti ad acquistarne.

Peter Pan
25-01-2007, 22.50.20
Certo, non lo metto in dubbio.
Ma non ho mai visto bambine andare in negozi di vestiti ad acquistarne.

Però se hai visto bambine vestite da battone dalle madri, ci saranno andati in qualche negozio per comprare quei vestiti no?

Comunque se non se ne vedono molte in giro, sarà anche perché ci sono madri con un po' di buon senso che evitano di portarle.
Ma non è così che risolvi il problema: se la bambina piagne che vuole essere portata a comprare certi vestiti e la madre cerca di educarla con un no, il danno è già stato fatto.
Certe cose si prevengono, e l'educazione passa anche per l'insegnamento ai bambini della distinzione tra finzione e possibili realtà, nell'insegnar loro il discernimento tra una realtà sconveniente e una che abbia un senso.

Eowyn.
25-01-2007, 23.01.42
Però se hai visto bambine vestite da battone dalle madri, ci saranno andati in qualche negozio per comprare quei vestiti no?Ho dimenticato di precisare "da sole".


Comunque se non se ne vedono molte in giro, sarà anche perché ci sono madri con un po' di buon senso che evitano di portarle.
Ma non è così che risolvi il problema: se la bambina piagne che vuole essere portata a comprare certi vestiti e la madre cerca di educarla con un no, il danno è già stato fatto.
Certe cose si prevengono, e l'educazione passa anche per l'insegnamento ai bambini della distinzione tra finzione e possibili realtà, nell'insegnar loro il discernimento tra una realtà sconveniente e una che abbia un senso.Perchè il danno dovrebbe essere già fatto con un "no"? Il danno è nell'indifferenza o nella resa della madre che per accontentare la figlia/per non essere stressata da piagnistei/perchè vuole la figlia carina (:rolleyes:) la asseconda e la veste così. Il non-danno sia ha con l'educazione, come dici. Educazione che, per me, passa anche per il "no": non si educa spiegando quel che è giusto o sbagliato senza porre un limite o assecondando comunque un capriccio dopo la predica.

Peter Pan
25-01-2007, 23.14.53
Ho dimenticato di precisare "da sole".

Ah ok :p


Perchè il danno dovrebbe essere già fatto con un "no"?

Non ho detto che il danno viene fatto con un "no", ma quando si arriva al punto che la bambina insiste fortemente nel vestirsi come le soubrette o le bambole che vede in televisione: vuol dire che alla bambina non p stato ben insegnato a discernere.
Ovvio che non sto parlando di una bambina di 4 anni, ci mancherebbe - e allora lì hai ragione all'educazione che passa dal no - ma di una ragazzina che ha già passato i due lustri, e allora serve a poco il no a quel punto, se la mentalità del bambino (torniamo a parlare più in generale) è decisamente succube della scatoletta luminosa.


Educazione che, per me, passa anche per il "no": non si educa spiegando quel che è giusto o sbagliato senza porre un limite o assecondando comunque un capriccio dopo la predica.

Ovvio. Ed è a questo spiegare che mi riferisco io con educazione. ;)
Se una ragazzina di 12-13 anni avanza certe pretese, ovvio che qualcosa forse s'è sbagliato.

Cambo in Japan
26-01-2007, 12.50.48
Mah, secondo me il discorso, Peter, è più complesso di quanto
si possa pensare.

Guardare ad altre realtà a volte aiuta pero', prendi
i giapponesi, il popolo piu' porco, immondo e civile
del mondo.

Se giri per la strada vedi culi, tette, porno e bambine
in costume ovunque, eppure...

Se guardi la tv vedi softcore a tutte le ore, tra i cartoni,
nel tg, nei varietà.. eppure...

Ok siamo diversi, culture diverse, mondi diversi e bla bla bla,
ma quello di cui sono convinto è che l'animo umano è
esattamente lo stesso per tutti :)

Forse quello che non va da noi è il contrasto forte tra
il "non fare" ed il "poter fare", la cultura cattolica con il
consumismo, la moralità contro l'immoralità e l'essere
contro il voler essere, dubbi che in Giappone non esistono..

Aboliamo il porno o la chiesa, quindi? :D

Maharet
26-01-2007, 12.58.57
Aboliamo il porno o la chiesa, quindi? :D

Nessuno dei due e che ognuno sia disponibile solo per chi ne vuole usufruire?

Di0
26-01-2007, 13.02.39
Aboliamo il porno o la chiesa, quindi? :D

Macché! Trasferiamoci tutti in Giappone! :metal:

Peter Pan
26-01-2007, 14.37.23
prendi
i giapponesi, il popolo piu' porco, immondo e civile
del mondo.

:eek2: ma da quando? Queste sono le basi per risolvere un discorso complresso? :asd:


Se giri per la strada vedi culi, tette, porno e bambine
in costume ovunque, eppure...

Se guardi la tv vedi softcore a tutte le ore, tra i cartoni,
nel tg, nei varietà.. eppure...

Ma che dici? :mumble:
Ma che Giappone hai visto?!?

E comunque, davvero non capisco con tutto il resto del discorso cosa vuoi dire, cosa vuoi dimostrare o cosa c'entra con i discorsi in questo topic. :mumble:

Saremo arrivati a quota tre coi discorsi :asd:

Alceo
26-01-2007, 16.01.31
Ma perché si portano sempre ad esempio di puritanesimo i paesi cattolici, quasi la teoria fosse più importante della pratica? In fondo i paesi protestanti sono molto più puritani e bacchettoni dei paesi cattolici.

Altra domanda, ma vorresti avere un figlio che assomigli in tutto e per tutto ad un suo coetaneo giapponese?

obscure
26-01-2007, 16.03.25
la roba sui giapponesi è troppo lol :roll3:

e cazzo di domanda è aboliamo il porno o la chiesa...ogni topic ha sempre una qualche roba che tira in mezzo la chiesa :roll3:

Peter Pan
26-01-2007, 16.39.34
Altra domanda, ma vorresti avere un figlio che assomigli in tutto e per tutto ad un suo coetaneo giapponese?

Sì, considerando che per averlo dovrei accoppiarmi con una giapponese!!! :asd:


Aika rulez!!! :metal:

.Orfeo.
26-01-2007, 17.05.51
In fondo i paesi protestanti sono molto più puritani e bacchettoni dei paesi cattolici.
Dici?
A me sembra invece, tralasciando forse gli USA, che su molte tematiche siano in proporzione più aperti di diversi paesi cattolici.:mumble:

BVZM
26-01-2007, 17.14.13
Dici? A me sembra invece, tralasciando forse gli USA, che su molte tematiche siano in proporzione più aperti di diversi paesi cattolici.:mumble:
Consiglierei:
http://www.laterza.it/scheda_libro.asp?isbn=9788842080510
Comperato ieri fresca fresca...

.Orfeo.
26-01-2007, 17.21.54
Infatti avevo lasciato fuori gli USA dal discorso di proposito.:asd:

_Fred_
26-01-2007, 18.02.10
Wow, quando ho pensato di scrivere il tread non avevo immaginato ad una così ampia evoluzione... :asd:

Cmq aspettatevi novità, domani è giorno di consegne e io andrò a comprare il giornale... :asd:

Alceo
26-01-2007, 18.04.08
Dici?
A me sembra invece, tralasciando forse gli USA, che su molte tematiche siano in proporzione più aperti di diversi paesi cattolici.:mumble:

Sono indubbiamente più aperti su molte questioni, ma non in ciò che è considerato peccato per entrambe le religioni.

Il protestantesimo è sicuramente più moderno del cattolicesimo ed ha, in un certo senso, razionalizzato e "individualizzato" la fede (nel senso di aver aumentato l'importanza del rapporto diretto tra Dio-credente, con meno intromissione della chiesa).
Per ciò che riguarda il peccato in genere devi tenere conto che una grande differenza deriva dalla presenza della sacramento di Penitenza (confessione/pentimento/assoluzione del peccato) che mancando nella religione protestante porta a vivere l'atto del peccato in modo più intimo e in un certo senso drammatico.

Mi è capitato di ragionarci su qualche tempo fa dopo aver letto alcuni diari di velisti che hanno viaggiato nel nord Europa. In pratica i porti "cattolici" sono a loro parere i preferiti dove fare approdo propio perché molto più tolleranti, al contrario quelli protestanti sono spesso di un bigottismo estremo (non mi riferisco al sesso ma anche all'uso dell'alcool, del lavoro nei giorni festivi, etc. etc.).
P.S. Tieni conto che i marinai sono tradizionalmente comunità molto più credenti rispetto alla media del resto del paese.

Spero di essere riuscito a farmi capire, ho scritto un po' di fretta che devo scappare. :D

Peter Pan
26-01-2007, 18.11.42
Sono indubbiamente più aperti su molte questioni,

«Lo sai che quello che abbiamo appena fatto è illegale in molti Stati americani?»

http://www.webwombat.com.au/entertainment/movies/images/bridget-jones-interview-3.JPG



:asd:



Non dimentichiamo che stiamo parlando del paese in cui stanno vietando per legge l'insegnamento delle Teorie Evoluzionistiche in favore delle Teorie Creazionistiche.

Peter Pan
26-01-2007, 18.24.31
E manco a farlo apposta, notizia dell'ultima ora:

Bush dopo la bocciatura del Senato: "Sono io che decido". (http://www.rainews24.rai.it/Notizia.asp?NewsID=66948)


Viva il paese della democrazia! :asd: ( :tsk: )

Eowyn.
26-01-2007, 22.26.32
Ah ok :p CUT
Bene, allora siamo d'accordo su tutto. :)


Fred, facci sapere. :D

Peter Pan
26-01-2007, 22.49.20
Fred, facci sapere.

Di cosa? Di cosa stavamo parlando? :mumble:

































:notooth:

Di0
26-01-2007, 23.06.57
E manco a farlo apposta, notizia dell'ultima ora:

Bush dopo la bocciatura del Senato: "Sono io che decido". (http://www.rainews24.rai.it/Notizia.asp?NewsID=66948)


Viva il paese della democrazia! :asd: ( :tsk: )

No, scusa, ora spiega TU cosa c'entri questo.
Bhe, a parte il fatto che ci sia una che si chiama Nancy Pelosi, ovvio... :asd:

Peter Pan
26-01-2007, 23.17.40
No, scusa, ora spiega TU cosa c'entri questo.


Rileggi i post di questa pagina e lo capisci.

blamecanada
26-01-2007, 23.21.46
Aboliamo la chiesa? :D
Mandatemi un pm per arruolarvi.

Di0
26-01-2007, 23.32.41
Rileggi i post di questa pagina e lo capisci.

Ah ok, meno male. Per un attimo ho pensato di aver capito male, invece non c'entra davvero nulla. :birra:

Peter Pan
26-01-2007, 23.43.38
Ah ok, meno male. Per un attimo ho pensato di aver capito male, invece non c'entra davvero nulla. :birra:


Credo sia giusto che tutti abbiano una possibilità, anche nei casi in cui non vogliono averla, o che proprio non riescono a farcela da soli.

Si parlava di libertà e di come essa sia intesa all'intenro delle diverse culture.
Ad un certo punto si è parlato degli americani che sono un esempio di cultura, secondo alcuni positivo, secondo altri negativo.

Quindi BVZM ha citato un libro che ha letto, in questo post (http://forums.multiplayer.it/showpost.php?p=4633767&postcount=89).
Alceo ha risposto parlando della cultura americana come "aperta ". L'ha fatto in questo post (http://forums.multiplayer.it/showpost.php?p=4633926&postcount=92).
Alché ho contribuito alla conversazione con un paio di battute di spirito.
La prima citando il film "Il Diario Di Bridget Jones" in cui i protagonisti parlano di come in molti stati viene vista una certa sessualità: abbastanza pertinente giacchè si parlava della sessualità e della morale di alcune culture.

Quel post da te quotato e non compreso, invece era una battuta ironica riferita soprattutto al libro citato da BVMZ e del discorso della cultura americana.

Come ho già detto, era sufficiente leggere tutti i post, poiché c'era un certo filo logico.

Solo che tu sei sempre troppo concentrato a fare polemiche (soprattutto nei miei confronti e gli esempi si sprecherebbero) e a sfottere i tuoi interlocutori piuttosto che a voler partecipare a una conversazione. Se poi l'hai ritenuta una battuta da lamer, credo tu il meno adatto a poter parlarne giacché da mesi il 95% dei tuoi post sono da lamer. :)

Di0
26-01-2007, 23.55.35
Ah, va bene. Ora ho capito e condivido.
Per un istante, prima della spiegazione, ho avuto la leggerezza di far risaltare, in modo del tutto inappropriato, come fosse piuttosto irragionevole il riportare, dopo essersi per di più lamentati delle troppe discussioni aperte "off-topic" rispetto al filone principale, un articolo che parlava delle decisioni politiche e dei contrasti interni tra il Congresso ed il presidente Americano sull'invio dei rinforzi in Iraq (!), anche laddove si stesse parlando di cultura americana, come evidentemente sembra fare il libro consigliato da BVZM (che non ho letto, per dovere di cronaca, ma che immagino riprenda, a giudicare dal breve sunto, approfondisca e modernizzi l'analisi dell'etica protestante avviata da Weber e compagnia), oltretutto senza che il campo d'interesse della discussione sia tangente all'articolo di cui sopra.

Dicevo, ma poi mi sono ravveduto: effettivamente i contrasti tra una che si chiama Pelosi e uno che si chiama Bush non posso che interessare in un topic che parla di porno infilato a tradimento un po' ovunque. :asd:

P.S. Al che.

P.P.S. In effetti, se ho capito la scena, il dialogo dal Diario di B. Jones spacca. "Alabama!":asd:

Alceo
26-01-2007, 23.55.40
...
Alceo ha risposto parlando della cultura americana come "aperta ". L'ha fatto in questo post (http://forums.multiplayer.it/showpost.php?p=4633926&postcount=92).
...

Peter mi sa che il mio post (come per quello di Orfeo prima, tra l'altro) non lo hai letto con la dovuta attenzione.

Peter Pan
27-01-2007, 00.28.04
Peter mi sa che il mio post (come per quello di Orfeo prima, tra l'altro) non lo hai letto con la dovuta attenzione.

Invece l'ho letto.
"[gli americani] Sono indubbiamente più aperti su molte questioni" sono parole tue.
So bene che non è rappresentativo di tutta la tua argomentazione, ma è uno spunto su cui si è sviluppato il thread, io mi sono solamente su questo concetto con alcune battute di spirito con le quali credo di aver dato una chiave di interpretazione.

Ora, torniamo alla discussione o come al solito si deve andare OT? ;)

.Orfeo.
27-01-2007, 00.33.08
No, Peter, non hai capito.:D

Io e Alceo ci stavamo riferendo ai paesi di religione protestante rispetto a quelli cattolici in tema di peccato/mentalità bacchettona, non agli USA in particolare (che, come avevo anche scritto, avevo escluso dal discorso).:)

Di0
27-01-2007, 00.34.48
"[gli americani] Sono indubbiamente più aperti su molte questioni"

Ah ecco il punto del contendere!

Si tratta solo di un tuo problema lessicale, Peter, protestantesimo è un concetto diverso da americani, che sono entrati solo per un breve inciso precedente e non c'entrano praticamente nulla con quanto detto in seguito. :birra:

Non c'è niente da fare, non sei più in allenamento,mi hai perso anche l'abilità dei multiquote. :asd:

EDIT:
Ops, vedo orfeo e rilancio di due. :asd:

Peter Pan
27-01-2007, 00.50.40
i paesi di religione protestante rispetto a quelli cattolici in tema di peccato/mentalità bacchettona

Anche io, con particolare riferimento ad alcuni paesi americani come ha sottolineato BVMZ.
Non capisco dove sia il problema. Né perché Di0 debba farlo diventare necessariamente.


Si tratta solo di un tuo problema lessicale, Peter, protestantesimo è un concetto diverso da americani,

E chi sta parlando di protestantesimo? Io sto parlando di morale.
Posso essere libero di parlare dell'interpretazione morale di alcuni paesi americani? Posso essere libero di fare una battuta? Posso essere libero di fare ironia, senza per questo essere oggetto dei tuoi slanci di "sono-più-bello-assai-di-te" che onestamente mi hanno rotto i coglioni da mesi?

Se il problema c'è, chiamalo come ti pare, non è mio, ma sei tu che lo stai montando perché sei il solito lamer. E hai mandato la discussione OT come al solito.
Chiudo qui perché come già detto mi hai rotto le palle con questi tuoi continui attacchi insensati.


Non c'è niente da fare, non sei più in allenamento,mi hai perso anche l'abilità dei multiquote. :asd:

Come volevasi dimostrare.

Alceo
27-01-2007, 01.12.38
Invece l'ho letto.
"[gli americani] Sono indubbiamente più aperti su molte questioni" sono parole tue.
So bene che non è rappresentativo di tutta la tua argomentazione, ma è uno spunto su cui si è sviluppato il thread, io mi sono solamente su questo concetto con alcune battute di spirito con le quali credo di aver dato una chiave di interpretazione.

Già Orfeo ti ha risposto in parte (quel [gli americani] lo hai aggiunto tu e lo stesso Orfeo ti aveva già detto che stavi sbagliando).

Buffo poi il fatto che io fossi partito proprio del sesso per dire come su molte questioni i protestanti fossero più bigotti. Non per niente l'aggettivo puritanesimo è spesso accostato alla parola protestante e non cattolico. Ma a te deve essere sfuggito visto che hai scelto proprio il sesso come argomento per una battuta che dovrebbe dire "tanto aperti poi non lo sono".

Ribadisco poi che è vero che su molti argomenti la religione protestante è molto più aperta di quella cattolica; su altri invece sono tremendamente più bigotti per ragioni che riguardano il modo diverso di concepire la fede e la religione in generale. Si parla comunque di percezioni personali del peccato da parte del credente e anche io non vedo cosa c'entrino le dichiarazioni di un capo di stato in questo discorso (tra l'altro con un doppio svarione, a mio parere, visto che fanno parte di una recita prevista che con la libertà ha poco a che fare, ma qui andremmo davvero completamente OT, semmai se ti interessa ne parliamo via PM).

Ora mi aspetto una lunga risposta nello stile di quella data a Di0 con come conclusione un "spero di essere stato più chiaro" quando il problema è magari cosa tu non abbia capito e non cosa gli altri non abbiano compreso.

Comunque sia le discussioni a questo livello diventano noia. Facciamoci una :birra: (del tavernello per Di0).

EDIT: Di0, rispondi al PM che sono già 20 secondi che l'ho spedito :grr:

Di0
27-01-2007, 01.36.16
:roll3:


Ah...


Buffo poi il fatto che io fossi partito proprio del sesso per dire come su molte questioni i protestanti fossero più bigotti. Non per niente l'aggettivo puritanesimo è spesso accostato alla parola protestante e non cattolico.

Uhm... Alceo, probabilmente l'aggettivo "Puritano" è più comune associato agli Anglicani che ai Protestanti in senso stretto (almeno, la radice storica delle Bold Head era tale, se la memoria non mi inganna. Il termine nasce con l'Inghilterra Vittoriana, no?).
Poi anche parlando dell'america stessa bisogna andarci molto cauti a classificarla per "religione". Un discorso simile lo potevi fare con l'italia dieci anni fa -forse nemmeno più, ormai- con l'inghilterra, con la germania, ma l'america è un insieme di nazioni con grandi differenze di religione, prova ne sia il fatto che i protestanti saranno un 50-55 % della popolazione totale, la maggioranza sì assoluta, ma non è certo come quando si nominano i cattolici in Italia o i Protestanti anglosassoni.

Sarei curioso di sapere qual è la religione più seguita in... Alabama. :asd:

Per il PM, sbrigati a leggere, stavo guardando l'A-Team, mica mi si accende il di0segnale nella di0caverna. :D

@ Peter, leggo soltanto ora. Ma perché stai così fortemente inasprendo i toni, tutto ad un tratto? :doubt: [non questo, quello che si gratta la testa]. Proprio non capisco...

Peter Pan
27-01-2007, 01.54.56
Già Orfeo ti ha risposto in parte (quel [gli americani] lo hai aggiunto tu e lo stesso Orfeo ti aveva già detto che stavi sbagliando).

Cioé, io stavo sbagliando a fare un mio discorso? :mumble:
Credevo che a una conversazione ognuno potesse apportare il contributo che ritiene più giusto.
Voi stavate parlando di una cosa, io ho approfondito un concetto che voi avete accennato. E tu ddici che io ho sbagliato a farlo?
Continuo a non capire dove sia il problema.




non vedo cosa c'entrino le dichiarazioni di un capo di stato in questo discorso

L'ho già spiegato: era riferito al libro citato da BVZM e per sottolineare quando sia labile il concetto di democrazia in un paese che si dichiara "libero", poiché stavo parlando della morale e della sessualitò in tale paese dopo aver mensionato il fatto che alcune pratiche sessuali sono addirittura reato! Stavo parlando di un paese definito religioso nell'ambito di un discorso in cui si confrontava questo a paesi protestanti e puritani.
Miiiiiiiiiiiiiiiiiiii che stress! :asd:


il problema è magari cosa tu non abbia capito e non cosa gli altri non abbiano compreso.

Il problema è che voi vi state ostinando a dire che quanto da me detto non è quello che avete detto voi.
Non mi sembra un buon motivo per continuare a considerare privo di senso ciò che ho detto io.

Minchia che palle, ma deve durare ancora parecchio sta tiritera? :azz:

Di0
27-01-2007, 02.15.04
Il problema è che voi vi state ostinando a dire che quanto da me detto non è quello che avete detto voi.
Non mi sembra un buon motivo per continuare a considerare privo di senso ciò che ho detto io.


Ancora non ci siamo, vedi, il problema è che tu non rispetti le convenzioni formali della comunicazione scritta. Quando riporti una frase aggiungendo qualcosa tra parentesi quadre, [gli americani] nella fattispecie, tu non stai proponendo agli altri un tuo pensiero, bensì quello che viene comunemente inteso formalmente come l'aggiunta di parole mancanti, atte a rendere più chiara la frase in calce, sia per mancanza di specificazione da parte dell'autore, sia perché in precedenza è stato effettuato un qualche tipo di riassunto.
Aggiungendo, in tal cagione, parole non desiderate e non pensate tu hai di fatto commesso un "illecito" nella logica del discorso, da cui poi sono scaturite una serie di incomprensioni: praticamente, parlavi da solo quando si cercava di farti notare che mentre cercavi di interpretare l'altrui pensiero, la tua decantata progressione logica esisteva solamente nella tua distorta versione del discorso, giacché tale evoluzione della discussione,alla luce delle reciproche incompresioni, esiste solamente nella tua mente e non, si badi bene, in quella di Alceo, Orfeo ed il sottoscritto Di0.
Ordunque, non ci si soffermi su questo piccolo, insignificante dettaglio, quanto piuttosto ci si ravveda del fatto che de facto...

Cioé, io stavo sbagliando a fare un mio discorso? :mumble:

...il tuo discorso non esiste.
Hic rodus, hic saltus.


Dio maledica l'insonnia -ed il governo- e le litigate con Q(:hail:). :asd:

Peter Pan
27-01-2007, 02.21.06
...il tuo discorso non esiste.


Bravo, ora tira la catena.
Io la mia l'ho detta e se ti preme più manipolare le cose con l'unico scopo di prendere per il culo con la tua masturbazione lessicale piuttosto che capire il mio discorso non è un mio problema, la figura del lamer patetico la fai tu.

Chiuso il discorso.

Di0
27-01-2007, 02.36.50
Certo che io, sinceramente, tutta questa avversione e cattiveria proprio non le capisco. Sono qui solo a cercare di spiegarti alcune delle convenzioni della comunicazione scritta, tanto più che soffro d'insonnia e non mi pesa. Mi spieghi dove hai trovato lo spunto per offendere o quale parte del mio ragionamento non ti è chiara, a tal punto da ritenerla necessaria di un'offesa personale?
Ritengo, peraltro, che il mio tono socievole, riflessivo e rilassato non lasci adito a niente di tutto questo.
Ad onor del vero, niente di più o niente di meno offensivo della pura logica e di alcune precisazioni sul contenente in uso,che poi non è che la Lingua Italiana. Realmente non colgo il motivo di tanto astio, al punto da darmi del patetico lamer o del masturbatore lessicale, ma evidentemente così è costume di questi tempi moderni, come già una volta ebbe modo a dire un Illustre Predecessore. Non di meno, tale efferatezza verbale mi lascia decisamente scosso e riprovato nei Vostri onorati confronti, Messere.
Malgrado questo, la mia nobile missione cavalleresca di alfiere del nostro idioma, tra il volgo ed a sprezzo di ogni fatica, mi impone, quand'anche non lo faccia già il rispetto che nutro nei Vostri confronti, di mettermi egualmente al Vostro disposto per spiegare ulteriormente quale che sia frammento non chiaro di mia inveterata favella.

Con l'augurio che tale spiacevole et increscioso turpiloquio non abbia a ripetersi nè in questa, nè in altra circostanza, al Vostro Servizio.

Alceo
27-01-2007, 02.57.27
Cioé, io stavo sbagliando a fare un mio discorso? :mumble:


No stavi sbagliando a interpretare il discorso di un altro. Altro che hai quotato, che ti ha fatto notare l'incogruenza del quote con il tuo post e a cui hai poi pure deciso di spiegare cosa lui volesse dire (tra l'altro manipolando il suo testo).

Ma ovviamente alla fine (come avevo predetto) la conclusione è sempre che sono gli altri a non capire te, anzi a volte non arrivano nemmeno a capire cosa essi stessi dicono o meglio cosa tu capisci che essi intendano (che è ciò che conta, vero?).

Vabbé, io farò come al solito, giusto per essere sicuro di non essere rincretinito del tutto: faccio leggere il tutto ad una terza persona neutra e non del forum e chiedo cosa ne pensa e cosa si capisce dai post.

Peter Pan
27-01-2007, 04.11.52
Alceo, PM. :uiui:

_Fred_
27-01-2007, 11.27.00
Mi sa che qualcuno dell'edicola legga il M.it, vabbè che non sono le 12:00 però oggi sul bancone c'era di tutto tranne che riviste osè... :tsk: :asd:

C'erano riviste con modellini di auto, aerei, trattori, cariole, biciclette, monopattini, ma nessuna che avesse come gadget una rivista porno... forse avrei dovuto cercare sotto... :asd: ci saranno state un centinaio di riviste.

Vabbè, sarà per la prossima volta... ovvero domani.

BVZM
27-01-2007, 12.19.40
Preciso che il libro in questione (La Democrazia di Dio) l'ho comperato perché, dopo averne visto la presentazione in TV da Corrado Augias (che potrà piacere o meno ma non è Maria de Filippi), l'ho trovato interessante, ma devo ancora leggerne una pagina.
Era un mezzo OT perché la discussione, partita dal particolare riviste porno in edicola, aveva preso la via più generale della morale e, inevitabilmente, della religione.
Quindi difficile non citare il monolita protastante USA, soprattutto perché avevo portato una riflessione su una provocazione fatta da Larry Flint che proprio in America era ambientata.
Chiedo scusa se ho spostato ulteriormente il baricentro della discussione, dunque, ma certi argomenti hanno la caratteristica di avere una gamma di implicazioni e di incisi talmente vasta da essere particolarmenti "esposti" alla divagazione sul tema.


OFF TOPIC (per l'appunto):

Non dimentichiamo che stiamo parlando del paese in cui stanno vietando per legge l'insegnamento delle Teorie Evoluzionistiche in favore delle Teorie Creazionistiche.
Ah e a tal proposito consiglierei:
http://www.internetbookshop.it/ser/serdsp.asp?isbn=8806184970
:asd:
Questo l'ho quasi finito. Un po' ingenuo in alcuni sui passaggi, ma lancia davvero un messaggio inquietante sul revisionismo creazionista.
Ne consiglio la lettura, se non altro come legittima difesa della nostra mente.