PDA

Visualizza versione completa : Siamo ancora capaci di sognare ?



Deep61
13-01-2007, 19.38.41
La domandona nasce da un affermazione bellissima di Brian:
in verità,ogni giorno,è come se sostituissimo un pezzettino di anima con uno di materiale polimerico,la plastica non è solo lì fuori,ci siamo avvelenati con le nostre mani ma continuiamo,apatici e mollemente speranzosi mentre queste schegge di follia che celano pesanti realtà sul chi siamo e dove stiamo andando a finire,esplodono finendo sulle nostre facce attonite.

Cioè siamo ancora in grado, di sognare qualcosa(qualsiasi) che non riguardi il puramente materiale ?




Ciao a tutti
Deep

Brian O'Blivion
13-01-2007, 19.43.52
Ribatto (anche se non è corretto) con un'altra domanda:siamo autonomi nei nostri sogni?Quanto c'è di nostro e quanto di indotto dall'immaginario collettivo,dalla massificazione?

Maharet
13-01-2007, 22.17.57
Non so voi, ma io...
volevo essere all'amatriciana.

Si, sono in grado di sognare, e credo che i miei sogni siano miei.
Non importa tanto cosa li genera, se derivano da un immaginario collettivo o dal mio equilibrio sulla follia, importa solo che io abbia bisogno di loro, e che non mi tradiscano mai.
Almeno fino a quando non saro' io a tradirli, prostituendomi alla realta' e rendendola sterile, se privata della materia dei sogni.
Io credo fermamente che un uomo senza sogni non e' piu' un uomo, e credo altrettanto fermamente che ci vuole un processo di sofferenze e tragedie davvero enormi e di lunga durata per togliere i sogni a quello stesso uomo.
Credo che la stragrande maggioranza di noi continui per sempre ad avere la capacita' di sognare, ma credo anche che la stragrande maggioranza di noi abbia perso la capacita' di esternare, vivere e perfino riconoscere i propri sogni.
Questo io credo.

N0VA
13-01-2007, 23.16.04
La domandona nasce da un affermazione bellissima di Brian:
Cioè siamo ancora in grado, di sognare qualcosa(qualsiasi) che non riguardi il puramente materiale ?




Ciao a tutti
Deep



ehm, cosa e' che non e' puramente materiale ? :mumble:

Fabio
13-01-2007, 23.30.07
ehm, cosa e' che non e' puramente materiale ? :mumble:

I sentimenti sono materiali? L'amore è materiale? L'odio è materiale?

blamecanada
13-01-2007, 23.47.36
I sentimenti sono materiali? L'amore è materiale? L'odio è materiale?
Assolutamente sí.

Fabio
13-01-2007, 23.49.21
Assolutamente sí.

Posso non essere d'accordo?

Deep61
13-01-2007, 23.49.32
Ribatto (anche se non è corretto) con un'altra domanda:siamo autonomi nei nostri sogni?Quanto c'è di nostro e quanto di indotto dall'immaginario collettivo,dalla massificazione?

Ti quoto un'altra volta :birra: ma, era quello che volevo venisse fuori , i tuoi pensieri sono veloci come il lampo ,e le connessioni che li reggono perfette...
:birra: friend



Deep

BattleByzan53
13-01-2007, 23.52.30
quasi ogni cosa è materiale.materiale vuol dire essere legato alla vita terrena secondo me.l'amore cmq è un sentimente legato ad una persona o cosa ma cmq materiale perchè si riferisce sempre a cose "terrestri".per quanto riguarda i sogni io faccio sogni "miei" che non sono influenzati dagli effetti della massificazione indotta soprattutto dalla globalizzazione.

andrea383
13-01-2007, 23.52.31
Ribatto (anche se non è corretto) con un'altra domanda:siamo autonomi nei nostri sogni?Quanto c'è di nostro e quanto di indotto dall'immaginario collettivo,dalla massificazione?
Nulla è nostro secondo me. In un modo o nellì'altro siamo sempre influenzati da ciò che ci circonda e quello che pensiamo sia solo nostro è stato già pensato da tanti altri.

BVZM
13-01-2007, 23.56.47
Cioè siamo ancora in grado, di sognare qualcosa(qualsiasi) che non riguardi il puramente materiale ?
Francamente non so se "materiale", nel mio caso, sia il termine indicato; certo è che, a mio avviso, sognare deve avere un senso.
Sognare, dunque, qualcosa di raggiungibile, anche se difficilmente, può creare lo slancio, dare lo spunto, il movimento, la speranza, in alcuni casi la vita.
Sognare ciò che non si può avere, nei secoli dei secoli, invece, diventa frustrazione.

BattleByzan53
14-01-2007, 00.02.47
secondo me i sogni sono il vero motore della nostra vita.ci aiutano nei periodi di difficoltà e anche quando siamo colpiti dalle "più grandi"depressioni non vanno "via" e ci consentono di continuare a vivere.essi sono una cosa difficilmente raggiungibile che solo per pochi si avverano e inoltre il sogno è una cosa "passeggera in quanto le nostre aspirazioni cambiano quasi di continuo.Questa discussione è molto bella!:Palka:

blamecanada
14-01-2007, 00.10.31
Posso non essere d'accordo?
Non mi pare ci sia alcuna legge che lo vieti.


quasi ogni cosa è materiale.materiale vuol dire essere legato alla vita terrena secondo me.l'amore cmq è un sentimente legato ad una persona o cosa ma cmq materiale perchè si riferisce sempre a cose "terrestri".per quanto riguarda i sogni io faccio sogni "miei" che non sono influenzati dagli effetti della massificazione indotta soprattutto dalla globalizzazione.

Secondo me l'analisi va fatta ad un altro livello. Cosa vuol dire immateriale? Se qualcosa esiste è per forza materiale: se è immateriale vuol dire che è fatta di nulla, e quindi non può esistere. Se mi si risponde che non è fatta di nulla né di materia, ma di qualcos'altro, io risponderò placidamente che non si capisce perché quel "qualcos'altro" non debba essere considerata una sostanza facente parte della materia.

N0VA
14-01-2007, 01.26.16
I sentimenti sono materiali? L'amore è materiale? L'odio è materiale?



si ok, ma uno non sogna L'amore, l'odio, o simili, ma piuttosto riporta i sentimenti in un'ambito materiale...

PurestHell
14-01-2007, 02.32.04
Humm fino a qualche tempo fa si, sognavo .... niente di materiale, solo poter continuare ad essere felice con lui ma evidentemente chiedevo troppo :asd:

stan
14-01-2007, 03.23.59
Al di là di desideri indotti, mi domando se siamo mai stati capaci di sognare. Non so' neanche bene cosa vuol dire sognare.

La realizzazione di un sogno cosa comporta? Benessere? Felicità? Può essere un vero stimolo a vivere di più la vita o è solo un sentimento effimero che alla fine ti lascia l'amaro in bocca?

La realizzazione di un vero sogno o di se stessi è forse l'unica cosa che secondo me può decretare la fine. Dopo che succede? Realizzarsi va bene solo se il nostro viaggio è finito, se invece non facciamo altro che desiderare vuol dire che semplicemente ci siamo imbattuti in una bella bolla di sapone.

Sinceramente ho smesso di credere ad un certo tipo di sogni, mi sento come un coglione che sta guidando con in mano una cartina e non sa dove andare, ci sono strade giuste e strade sbagliate, non so dove portano, non le imbocco. Milioni, miliardi di "se" e "ma", ragazze diverse, amici diversi, vite diverse. A volte capita che una deviazione sia obbligata, la percorri un po' e poi ti ritrovi sulla vecchia strada.

Che succede quando ti fermi? Cosa vuol dire vivere?

Vedetela come vi pare, dopo questo discorso che mi fa venire il diabete a rileggerlo da quanto è melenso, per me il sogno è vedere chi sono veramente, è vedere cosa c'è dietro la vita.

MarcoLaBestia
14-01-2007, 03.42.18
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/a/ab/Black_hole_jet_diagram.jpg/678px-Black_hole_jet_diagram.jpghttp://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/c/cd/Black_Hole_Milkyway.jpg/750px-Black_Hole_Milkyway.jpg


direi proprio di sì

Alex_j
14-01-2007, 11.10.50
Oramai siamo talmente assuefatti dal mondo schifoso in cui viviamo e dalle persone "vuote" che felicemente lo abitano da non essere piu' consapevoli del fatto che perfino i sogni sono influenzati dalla merda che ci circonda.


@Brian,enormi problemi mi hanno allontanato dai nostri pensieri privati,ma con l'anima sei sempre con me'...non ci si puo' dimenticare di respirare,sarebbe impossibile.

Brian O'Blivion
14-01-2007, 11.36.17
@Brian,enormi problemi mi hanno allontanato dai nostri pensieri privati,ma con l'anima sei sempre con me'...non ci si puo' dimenticare di respirare,sarebbe impossibile.

Esattamente la stessa cosa per me fratello,peccato non avessi più il tuo numero,mi avrebbe fatto molto piacere scambiarci gli auguri:birra:

Io non credo che nei nostri sogni ci sia più farina del nostro sacco rispetto a quanta ce ne fosse nel 1700,le contaminazioni sono dappertutto e il livello di pregnanza indotto dallo strumento televisivo è,per forza di cose,più istantaneo e subliminalmente efficace rispetto a un libro nel quale,c'è una base sulla quale costruire ad personam le architetture dei mondi e degli sviluppi recepiti...che peso ha tutto ciò?Può indurci automaticamente,specie nei soggetti più esposti,ad articolare il pensiero in un certo modo piuttosto che in un altro?E la suddetta televisione,che ammicca al benessere sfrenato e allo stesso tempo tratta una strage come fosse il meteo,tutto questo,quanto sentite interferisca nella vostra coscienza onirica?E se la normalizzazione del male,risultato di questa condotta mediatica,condizionasse a tal punto le persone da renderle insensibili come il miglio sniper ai tempi di Sarajevo?
Nella vostra scala personale,a che grado di libertà vi sentite?Non dagli altri,beninteso,ma dalla macchina massificatrice?

MaGiKLauDe
14-01-2007, 14.03.23
Ho imparato a sognare,
che non ero bambino
che non ero neanche un' età
Quando un giorno di scuola
mi durava una vita
e il mio mondo finiva un po là
Tra quel prete palloso
che ci dava da fare
e il pallone che andava
come fosse a motore
C'era chi era incapace a sognare
e chi sognava già
Ho imparato a sognare
e ho iniziato a sperare
che chi c'ha avere avrà
ho imparato a sognare
quando un sogno è un cannone,
che se sogni
ne ammazzi metà
Quando inizi a capire
che sei solo e in mutande
quando inizi a capire
che tutto è più grande
C' era chi era incapace a sognare
e chi sognava già

Tra una botta che prendo
e una botta che dò
tra un amico che perdo
e un amico che avrò
che se cado una volta
una volta cadrò
e da terra, da lì m'alzerò

C'è che ormai che ho imparato a sognare non smetterò

Ho imparato a sognare,
quando inizi a scoprire
che ogni sogno
ti porta più in là
cavalcando aquiloni,
oltre muri e confini
ho imparato a sognare da là
Quando tutte le scuse,
per giocare son buone
quando tutta la vita
è una bella canzone
C'era chi era incapace a sognare
e chi sognava già

Tra una botta che prendo
e una botta che dò
tra un amico che perdo
e un amico che avrò
che se cado una volta
una volta cadrò
e da terra, da lì m'alzerò

C'è che ormai che ho imparato a sognare non smetterò

FALLEN_ANGEL_664
14-01-2007, 14.52.02
Cosa intendete con "capace di sognare"?

Cosa intendete con "sogno"?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Brian O'Blivion
14-01-2007, 15.10.58
Cosa intendete con "capace di sognare"?

Cosa intendete con "sogno"?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Beh,per me "sogno" è ideale,evoluzione e perfezionamento di tutti gli stadi della coscienza,sogno è addolcire,far crescere nell'altro verso ciò che di bestiale c'è in me,sogno è vivere completamente di e per l'anima,immaginare un'eternità fatta di bellezza e libero dalle catene di tutto ciò che è fisico,materiale.

Capace di sognare mi fa pensare alla possibilità che tutto ciò avvenga,sicuro che non sia frutto di manipolazioni mirate atte a deviare il corso naturale dei miei sogni.

:birra:

.Furla.
16-01-2007, 17.28.23
speranza di felicità.

secondo me non esiste uomo incapace di sognare.
ma esiste chi non crede nei propri sogni, e forse è ancora peggio.