PDA

Visualizza versione completa : Saddam Hussein [was Santo subito!]



BVZM
30-12-2006, 14.34.40
Piccola provocazione (sarebbe fiero di me Boe.).
Caso volle che, al momento di aprire questo topic e di imbastire alcune mie riflessioni riguardo la videnda Saddam Hussein, un'urgenza superiore richieda la mia presenza fisica altrove.
Vabbe' consideratelo il [topic ufficiale] sulla condanna a morte del Rais.
Intanto buon anno.

Comunque i primi effetti dell'esecuzione si fanno sentire.
I morti si alzano dalle tombe e tornano lieti alle lor famiglie.
La pace regna e la cività irachena ha fatto un altro grande passo in avanti.
SANTO SUBITO!!!!

jM_Mc
30-12-2006, 14.38.07
un'esecuzione inutile, contro i principi stessi che si ha la pretesa di insegnare.
Uccidere un uomo per promuovere la pace... un po' come vendere sigarette per raccogliere fondi per la ricerca sul cancro...

SnorriSturluson
30-12-2006, 14.38.18
Saddam Magno.

Brian O'Blivion
30-12-2006, 18.57.02
Le dichiarazioni di bush sono raccapriccianti...ovviamente suppongo parli per se stesso e non in veste di Presidente degli Stati Uniti d'America,sarebbe un paradosso ideologico troppo duro da digerire.

.Orfeo.
30-12-2006, 20.41.21
Una morte annunciata, un gesto di inciviltà, un autogol dal punto di vista diplomatico.
Che gli USA (anzi l'amministrazione Bush) dicano di essere favorevoli non mi sorprende, d'altra parte i cari esportatori di democrazia la pena di morte ce l'hanno anche loro. Per quanto riguarda le restanti reazioni...Beh, l'Unione Europea a parole ha condannato il gesto, anche se in concreto poi non si è mossa di un millimetro (chissà perchè?), Israele aveva un ricordo troppo brutto di lui per chiederne la salvezza, l'Iran lo voleva morto per la guerra del Golfo, perchè era un sunnita, perchè non era un fondamentalista religioso come loro, anche se a corrente alternata a seconda delle convenienze. Tutti gli altri che invece se ne stanno zitti e non hanno rilasciato commenti particolari in favore della pena capitale sono quei dittatori o mezzi dittatori che sentono sul collo il fiato degli USA, e che temono di fare la stessa fine.

Molte cose sarebbero da dire sul processo-farsa, e su quanto aderisca al diritto internazionale.
Saddam inoltre poteva essere usato come ottimo testimone diretto, come ottima fonte per chi ricostruirà la storia degli ultimi trent'anni. Peccato... Hanno tolto di mezzo un archivio di memorie da poter consultare in qualunque momento.
Ma forse è proprio questo il punto.Questa gente sa troppe cose, e forse troppo scomode, e quindi è bene, per alcuni, che se le portino nella tomba.

Di0
30-12-2006, 20.49.12
All'epoca della condanna dissi che, secondo me, non l'avrebbero mai ucciso in modo evidente, ma l'avrebbero tirata per le lunghe o al massimo gli sarebbe capitato un "incidente" in carcere. Bien, mi sbagliavo.

Detto questo, la morte è un naturale epilogo per un dittatore, troppo scomodo vivo in un carcere qualsiasi, perché la Storia è piena di evasioni, assecondamenti e operazioni poco chiare.
In ogni caso, un piccolo evento per il quale non riesco proprio a provare dispiacere. :birra:
La cosa che, però, più mi lascia perplesso di tutta la questione era il fatto che Saddam, nel bene o nel male, rappresentava una spinta alla divisione per il popolo arabo. Questo è innegabile. E noi, un popolo arabo unito è l'ultima cosa che vogliamo. Ora, S. Hussein tranquillamente morto e gli Sciiti tranquillamente al potere, beh: un piacere mica da scherzo all'Iran, ci mancherebbe. Almeno così, in tutto e per tutto si conclude quelle che sono state le nostre intenzioni geopolitiche, ovvero ostacolare il più possibile qualsiasi collaborazione o unione tra Iraq ed Iran. Se necessario, anche dando nuova linfa al terrorismo delle violente minoranze sunnite.

TheMax
30-12-2006, 21.07.28
Le dichiarazioni di bush sono raccapriccianti...ovviamente suppongo parli per se stesso e non in veste di Presidente degli Stati Uniti d'America,sarebbe un paradosso ideologico troppo duro da digerire.

Ma Dio benedice l'America!!!

Cobra_Commander85
30-12-2006, 22.05.25
volevo sapere se qualcuno conosce un sito dove si possa vedere il video dell impiccagione.
evitate commenti perchè nn è lo scopo di questo topic please.
:birra:

Eowyn.
30-12-2006, 22.14.24
volevo sapere se qualcuno conosce un sito dove si possa vedere il video dell impiccagione.
Da vedere per il Veglione?

....


Il processo ha avuto un esito scontato.
Quel che mi ha sorpreso è stata la rapidità dell'esecuzione: probabilmente volevano meno interferenze possibili da "fuori".
Quel che mi preoccupa è il fatto che ora ne faranno un martire e che, come detto da Di0, questo potrebbe essere una spinta in più per il terrorismo.

capitanotylor
30-12-2006, 22.37.06
cobra,trovi il link su libero


mah, sta morte non la so proprio commentare

con tutto quello che ha fatto,lo si condanna x una strage degli anni 80.......misteri della vita

FALLEN_ANGEL_664
31-12-2006, 00.01.08
Quel che si dice "esportare la democrazia"... :sisi: :tsk:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

andrea383
31-12-2006, 00.31.15
Beh, secondo me stanno ottenendo esattamente quello che volevano...e non mi stupirei troppo di un nuovo attentato in america prima delle elezioni. In ogni caso , grazie a tutto ciò aumenterà il pericolo di terrorismo, oltre che il potere dell'iran credo, tutti pretesti per fare qualche bella legge antiterrorismo che limiti ancor di più le libertà personali, oppure per imboccare la strada verso la guerra all'iran...dopotutto un paese che controlla i terroristi in iraq e che sta sviluppando l'atomica chi lo vorrebbe?

N0VA
31-12-2006, 00.35.09
Onore al Caduto.

http://www.fortietrincee.it/images/Riccabona/Ridimensiona%20dionore%20ai%20caduti.JPG





Rompetemi il cazzo quanto volete, ma a me il personaggio Saddam come l'ho conosciuto dai documentari,libri,ecc... piace.

capitanotylor
31-12-2006, 01.37.52
Onore al Caduto.

http://www.fortietrincee.it/images/Riccabona/Ridimensiona%20dionore%20ai%20caduti.JPG





Rompetemi il cazzo quanto volete, ma a me il personaggio Saddam come l'ho conosciuto dai documentari,libri,ecc... piace.



e sui libri come è dipinto?

jM_Mc
31-12-2006, 02.34.26
e sui libri come è dipinto?

cosa sono libri illustrati?? GHAGHAGHAHGAHGA! ... scusa dove sta la neuro?

Antinoos
31-12-2006, 10.09.53
evitate commenti perchè nn è lo scopo di questo topic please.
:birra:

idem per la tua domanda :birra:
________________________________

Son rimasto sgomento ieri, l'anno si chiude malamente - se mai uno s'è chiuso a bilancio positivo -.
Mossa politica errata - a meno che non sia in previsione muoversi ormai anche contro l'Iran... e avere buoni pretesti 'antiterrorismo' - , soprattutto a livello umano un esempio di meschinità che mette a pari sedicenti grandi democrazie e tirannelli atroci.
Ho pregato, per Saddam, e ho pregato per tutti coloro che ha ucciso.
Per tutti coloro che, ovunque, siano vilipesi e brutalizzati ogni giorno tra la comune indifferenza...

Cobra_Commander85
31-12-2006, 10.16.46
Onore al Caduto.

http://www.fortietrincee.it/images/Riccabona/Ridimensiona%20dionore%20ai%20caduti.JPG




Rompetemi il cazzo quanto volete, ma a me il personaggio Saddam come l'ho conosciuto dai documentari,libri,ecc... piace.

mi fai pena.

Cobra_Commander85
31-12-2006, 10.23.35
idem per la tua domanda :birra:
________________________________

Son rimasto sgomento ieri, l'anno si chiude malamente - se mai uno s'è chiuso a bilancio positivo -.
Mossa politica errata - a meno che non sia in previsione muoversi ormai anche contro l'Iran... e avere buoni pretesti 'antiterrorismo' - , soprattutto a livello umano un esempio di meschinità che mette a pari sedicenti grandi democrazie e tirannelli atroci.
Ho pregato, per Saddam, e ho pregato per tutti coloro che ha ucciso.
Per tutti coloro che, ovunque, siano vilipesi e brutalizzati ogni giorno tra la comune indifferenza...


ecco bravo prega.io avevo aperto un topic apposito per il mio video.primo perchè santo subito nn mi sembrava il topic ufficiale di niente,figuriamoci della condanna di un sanguinario figlio di §§§§§§§.secondo proprio perchè nn volevo che nessuno si mettesse a fare la morale.ma QUALCUNO me l ha spostato.

cmq grazie cap ma nn si capisce niente dal video di libero.proprio nn esiste niente di meglio?quando avevano tagliato la testa a quel poveraccio c era tutto!(e prima che qualcuno provochi mi sono sempre rifiutato di guardarlo).
pero questo lo vorrei vedere,piu che altro perchè se avessero impiccato hitler nessuno avrebbe detto una parola.soprattutto quei coccolastronzi della sinistra.:sisi:

Brian O'Blivion
31-12-2006, 10.40.41
pero questo lo vorrei vedere,piu che altro perchè se avessero impiccato hitler nessuno avrebbe detto una parola.soprattutto quei coccolastronzi della sinistra.:sisi:

Cazzo,bianco,è l'ultimo dell'anno,cerca di andarci piano con le offese:forse ti è sfuggito il punto di rilevanza geopolitica che ciò implica,che fosse un figlio di putt@na non ci piove,continuo a sostenere che un'ergastolo avrebbe fatto del bene a tutti,mi sono indignato poichè il grande bush,forse non se n'è accorto,si è espresso come i mullah che tanto detesta,ne più ne meno,andando contro una buona fetta di veri americani che altresì credono in processi regolari,nell'abolizione della pena di morte (al di là del fatto che sia ancora applicata in molti stati) e nella democrazia,quella vera e sono puntualmente inculati da gentaglia come i bush,tutto qui,non coccolo stronzi,manco coccolo le persone per bene,manco me stesso,te cerca solo di non offendere nessuno e buon anno.

:birra:

In quanto alla tua retorica sul titolo giusto da adottare ti invito a dare più potere all'immaginazione,è un forum non una congrega (quasi) di burocrati rimbambiti dell'economato di stato.

Angelo75
31-12-2006, 11.42.23
Se ad alcuni di voi ha fatto ribrezzo e schifo la esecuzione di Saddam dopo un regolare processo, mi chiedo se vi faccia altrettanto schifo la esecuzione di Mussolini e della moglie e lo scempio dei loro cadaveri a piazzale Loreto senza alcun processo...erano dittatori entrambi giusto?

capitanotylor
31-12-2006, 11.44.54
mmmmh,ci si allarga pericolosamente.......

allora mettiamoci dentro pinochet e i funerali di stato concessigli

hackboyz
31-12-2006, 11.58.13
Se ad alcuni di voi ha fatto ribrezzo e schifo la esecuzione di Saddam dopo un regolare processo, mi chiedo se vi faccia altrettanto schifo la esecuzione di Mussolini e della moglie e lo scempio dei loro cadaveri a piazzale Loreto senza alcun processo...erano dittatori entrambi giusto?
Situazioni incomparabili. Troppe diversità.

Brian O'Blivion
31-12-2006, 11.59.22
Se ad alcuni di voi ha fatto ribrezzo e schifo la esecuzione di Saddam dopo un regolare processo, mi chiedo se vi faccia altrettanto schifo la esecuzione di Mussolini e della moglie e lo scempio dei loro cadaveri a piazzale Loreto senza alcun processo...erano dittatori entrambi giusto?

Ma in quel momento il bordello era totale Angelo:sarei il primo ad essere contento nel vedere il duce ancora dentro,ma con tutto ciò che aveva fatto la gente era selvaggia,ma la sua morte almeno non poteva fomentare ulteriore odio nella stessa misura di quella di saddam.

jM_Mc
31-12-2006, 12.13.28
Se ad alcuni di voi ha fatto ribrezzo e schifo la esecuzione di Saddam dopo un regolare processo, mi chiedo se vi faccia altrettanto schifo la esecuzione di Mussolini e della moglie e lo scempio dei loro cadaveri a piazzale Loreto senza alcun processo...erano dittatori entrambi giusto?

mussolini non è stato ucciso un seguito ad un processo, sono state le masse a volerlo e non lo stato. Poi si può dire che l'uccisione di Mussolini (anche se per qualcuno ingiusta) e stata "la fine della guerra" e non la continuazione della pace come la condanna di Saddam.
La questione non tocca solo la moralità riguardante il vaolre della vita ma mette in luce tutte lo contraddizioni della società moderna, specialmente quella statunitense

Cobra_Commander85
31-12-2006, 12.23.23
In quanto alla tua retorica sul titolo giusto da adottare ti invito a dare più potere all'immaginazione,è un forum non una congrega (quasi) di burocrati rimbambiti dell'economato di stato.

mi riferivo al topic che avevo aperto io per cercare il video dell esecuzione che è stato spostato all interno di questo.come se potessi sapere che "santo subito" si riferisse a saddam.inoltre nn volevo prendere parte a nessun dibattito,proprio per questo avevo aperto un topic apposito.

ma ora che sono in ballo...
ripeto,se l esecuzione fosse stata quella di hitler nessuno avrebbe aperto bocca.
è un paradosso,è ipocrisia.
è un po come il fatto che mettersi unamaglietta con il testone di mussolini è apologia di reato,e mettersi una maglietta del che fa fighi e fa tendenza.
per quanto mi riguarda li prenderei a calci in culo entrambi..:asd:

BVZM
31-12-2006, 13.52.43
, mi chiedo se vi faccia altrettanto schifo la esecuzione di Mussolini e della moglie e lo scempio dei loro cadaveri a piazzale Loreto senza alcun processo...erano dittatori entrambi giusto?
Sì, Einstein. Sì.
Questa è l'ennesima dimostrazione che tu ancora non hai preso coscienza con la cultura di sinistra, ma per te la contrapposizione politica è solo uno spavaldo sfottò dai risvolti bellici.
Cresci.

Antinoos
31-12-2006, 15.15.03
ecco bravo prega.io avevo aperto un topic apposito per il mio video.primo perchè santo subito nn mi sembrava il topic ufficiale di niente,figuriamoci della condanna di un sanguinario figlio di §§§§§§§.secondo proprio perchè nn volevo che nessuno si mettesse a fare la morale.ma QUALCUNO me l ha spostato.

cmq grazie cap ma nn si capisce niente dal video di libero.proprio nn esiste niente di meglio?quando avevano tagliato la testa a quel poveraccio c era tutto!(e prima che qualcuno provochi mi sono sempre rifiutato di guardarlo).
pero questo lo vorrei vedere,piu che altro perchè se avessero impiccato hitler nessuno avrebbe detto una parola.soprattutto quei coccolastronzi della sinistra.:sisi:


Parte prima, caro signore, il tuo 'ecco bravo, prega', sia chiaro che sarò io a segnalartelo perché più o meno sottilmente offensivo e intollerante di una mia posizione e di una mia pratica, mentre io ho solo fatto notare che eri - più o meno volontariamente, che ne so io -, OT.
E così come tu puoi chiedere il video, così io potrei criticare, come mia opinione, la tua richiesta, ma non lo faccio. Né qui, né prima.
In secondo luogo, segnalerò anche quel 'coccolastronzi', perché non vedo perché uno debba essere insultato per le sue posizioni politiche (o, appunto, religiose).

A mio parere, che sia un Saddam, un Hitler, o un Mussolini, o uno Stalin, si tratta di gente che di rispetto per l'umanità non ne ha avuta: ma sempre uomini sono. Non mi va di oltraggiare le loro carni -o, dopo, le spoglie- quando non si possono difendere.
Insomma io sono per il 'nessuno uccida Caino', tu per guardarlo mentre tira le cuoia. Non ti ho insultato, ti ho detto che eri OT non meno che a chiedere il video.

Cobra_Commander85
31-12-2006, 15.21.05
Parte prima, caro signore, il tuo 'ecco bravo, prega', sia chiaro che sarò io a segnalartelo perché più o meno sottilmente offensivo e intollerante di una mia posizione e di una mia pratica, mentre io ho solo fatto notare che eri - più o meno volontariamente, che ne so io -, OT.
E così come tu puoi chiedere il video, così io potrei criticare, come mia opinione, la tua richiesta, ma non lo faccio. Né qui, né prima.
In secondo luogo, segnalerò anche quel 'coccolastronzi', perché non vedo perché uno debba essere insultato per le sue posizioni politiche (o, appunto, religiose).

A mio parere, che sia un Saddam, un Hitler, o un Mussolini, o uno Stalin, si tratta di gente che di rispetto per l'umanità non ne ha avuta: ma sempre uomini sono. Non mi va di oltraggiare le loro carni -o, dopo, le spoglie- quando non si possono difendere.
Insomma io sono per il 'nessuno uccida Caino', tu per guardarlo mentre tira le cuoia. Non ti ho insultato, ti ho detto che eri OT non meno che a chiedere il video.

segnala cosa vuoi,sbaglio o nn hai le palle per discutere senza tirare in ballo i mod?
per me sei solo un ipocrita come ce ne sono milioni.
sai cosa mi da piu fastidio?che la gente come te nn si sa immedesimare.
siete tutti pronti a gridare"giu le mani da caino",ma se quel caino trucidasse tua madre tuo padre e tutta la tua famiglia nn ti siederesti a pregare il tuo dio misericordioso ma saresti il primo a gridare vendetta.
magari mi sbaglio.magari no..

per la centesima volta!avevo aperto un topic apposito per chiedere sto stramaledetto video!!ma me l hanno chiuso e spostato in questo!azzzzzzzzzz:Prrr:

Antinoos
31-12-2006, 15.22.21
segnala cosa vuoi,sbaglio o nn hai le palle per discutere senza tirare in ballo i mod?
per me sei solo un ipocrita come ce ne sono milioni.
sai cosa mi da piu fastidio?che la gente come te nn si sa immedesimare.
siete tutti pronti a gridare"giu le mani da caino",ma se quel caino trucidasse tua madre tuo padre e tutta la tua famiglia nn ti siederesti a pregare il tuo dio misericordioso ma saresti il primo a gridare vendetta.
magari mi sbaglio.magari no..

per la centesima volta!avevo aperto un topic apposito per chiedere sto stramaledetto video!!ma me l hanno chiuso e spostato in questo!azzzzzzzzzz:Prrr:
non è questione di palle ma di educazione.
La tua ti fa sbraitare all'ingiro, la mia no.

blamecanada
31-12-2006, 15.27.45
segnala cosa vuoi,sbaglio o nn hai le palle per discutere senza tirare in ballo i mod?
per me sei solo un ipocrita come ce ne sono milioni.
sai cosa mi da piu fastidio?che la gente come te nn si sa immedesimare.
siete tutti pronti a gridare"giu le mani da caino",ma se quel caino trucidasse tua madre tuo padre e tutta la tua famiglia nn ti siederesti a pregare il tuo dio misericordioso ma saresti il primo a gridare vendetta.
magari mi sbaglio.magari no..
Bisogna distinguere la scelta istintiva dalla scelta razionale.
Se si è coinvolti emotivamente non si è in grado di fare una scelta razionale, a mio parere si dovrebbe essere guidati dalla ragione, e non dall'istinto di vendetta.

Ubar
31-12-2006, 16.01.51
io penso che il commento del ministro degli esteri cinese sia quello che rispecchia di piu come la penso (è un evento raro, io non vado per nulla daccordo di solito con le opinioni dei comunisti :asd:) "gli affari degli iracheni agli iracheni"

Eowyn.
31-12-2006, 16.08.24
per la centesima volta!avevo aperto un topic apposito per chiedere sto stramaledetto video!!ma me l hanno chiuso e spostato in questo!azzzzzzzzzz:Prrr:
E io li ho mergiati perchè di topic su Saddam ne basta uno.

Quando qualcuno avrà il video che chiedi te lo farà sapere. Nel frattempo prova ad usare Google senza aspettare l'aiuto dei nerd di cui sembri non saper far a meno. :birra:

Hai chiesto di non commentare, ma c'è chi vuol parlare e discutere: se a te non va di farlo basta solo ... che tu lo non faccia. Nessuno ti obbliga. Non rispondere, se non vuoi i commenti.
Se invece decidi di rispondere sei pregato (di nuovo) di farlo senza insultare, dato che non è la prima volta che vieni richiamato da uno o più mod e segnalato da uno o più utenti.
Sei libero di dire ciò che vuoi nei limiti del rispetto. Limiti che hai superato.



@ tutti. Non rispondete alle sue provocazioni per favore. :birra:

BVZM
31-12-2006, 16.18.48
..., tu per guardarlo mentre tira le cuoia. Non ti ho insultato, ti ho detto che eri OT non meno che a chiedere il video.
Dirò di più.
La morbosità sadica di vedere un uomo morire a tutti i costi, secondo me, è riconducibile a una qualche patologia o comunque a un certo squilibrio.
Chiedo conferma ai medici del forum, ma secondo me uno che si diverte o si ostina a cercare il video di un'esecuzione è vittima di una qualche forma di sadismo.
Io mi vergognerei.
Quindi, caro Cobra, che ti abbiano spostato il topic o meno, me ne sbatto pleonasticamente le palle.
Non fare la vittima, dunque, che poi dici pure agli altri che non hanno le palle.
Va' su google e glassatici le mutande.

@ tutti. Non rispondete alle sue provocazioni per favore.
Sarà fatto mia signora.

Il_Re_dei_Fake
31-12-2006, 16.36.35
Quasi quasi vado alla polizia a denunciare Bush e tutti i capoccia americani per vilipendio, sterminio di massa, furto, falsa testimonianza. Ho una qualche speranza di vederli condannati e messi all'ergastolo?

blamecanada
31-12-2006, 17.52.14
Se ad alcuni di voi ha fatto ribrezzo e schifo la esecuzione di Saddam dopo un regolare processo, mi chiedo se vi faccia altrettanto schifo la esecuzione di Mussolini e della moglie e lo scempio dei loro cadaveri a piazzale Loreto senza alcun processo...erano dittatori entrambi giusto?
Ma perché al posto di fare domande agli altri non dici cosa ne pensi tu?

Cobra_Commander85
31-12-2006, 17.57.10
Dirò di più.
La morbosità sadica di vedere un uomo morire a tutti i costi, secondo me, è riconducibile a una qualche patologia o comunque a un certo squilibrio.
Chiedo conferma ai medici del forum, ma secondo me uno che si diverte o si ostina a cercare il video di un'esecuzione è vittima di una qualche forma di sadismo.
Io mi vergognerei.
Quindi, caro Cobra, che ti abbiano spostato il topic o meno, me ne sbatto pleonasticamente le palle.
Non fare la vittima, dunque, che poi dici pure agli altri che non hanno le palle.
Va' su google e glassatici le mutande.

Sarà fatto mia signora.

nn esageriamo...è semplice curiosita.ma sono contento che abbia fatto la fine che ha fatto.un uomo che si macchia di certi crimini merita solo la morte.gia mi da fastidio che sia campato fino a ieri,nn nego che nn mi abbia fatto provare nessun tipo di pieta lo sguardo nei suoi occhi prima di essere appeso.ed era ancora li a sbraitare...migliaia di uomini sulla coscienza e riusciva ancora a dormire la notte,mai un accenno di pentimento.
e magari facessero fare la stessa fine a castro.li si che ci sarebbe da glassarsi le mutande.
chiamami pure sadico sai a me che cazzo me ne frega.sono la persona piu buona del mondo ma dal momento che uno fa certe cose perde il diritto di essere considerato un essere umano.diventa spazzatura.e si merita ogni male.

Di0
31-12-2006, 18.21.33
Ma in quel momento il bordello era totale Angelo:sarei il primo ad essere contento nel vedere il duce ancora dentro,ma con tutto ciò che aveva fatto la gente era selvaggia,ma la sua morte almeno non poteva fomentare ulteriore odio nella stessa misura di quella di saddam.

Senza entrare nel merito, ma anche adesso in Iraq "il bordello è totale" e tanto quanto allora la sua morte (o la sua grazia, dipende sempre dai punti di vista) poteva e può fomentare lo stesso identico tipo di odio. ;)

Brian O'Blivion
31-12-2006, 18.25.06
Senza entrare nel merito, ma anche adesso in Iraq "il bordello è totale" e tanto quanto allora la sua morte (o la sua grazia, dipende sempre dai punti di vista) poteva e può fomentare lo stesso identico tipo di odio. ;)

Beh,allora non c'erano i "presunti" supporti che ci stanno adesso però,secondo me non possiamo proprio paragonare i periodi per una immensità di differenze socioculturali,comunicative e quant'altro,vero che l'uomo sempre lo stesso è,ma ora c'è la CNN,a quei tempi il cinegiornale che diceva meno di niente e pesantemente alterato,questo fa la sua differenza.

MIKELE88
31-12-2006, 18.54.36
Esecuzione Saddam (http://video.google.it/videoplay?docid=-5128715041055004212&q=esecuzione+saddam)

Cosa ne pensate???
Iniziano a girare molti video su internet che denunciano che sia tutto falso e robe simili...ci sono di mezzo i soliti sosia di Saddam e spuntano fuori anche dei nei ...cosa ne pensate???

Video nei sospetti... (http://video.google.it/videoplay?docid=-2845265890295037758&q=saddam)


...Enjoy!

Eowyn.
31-12-2006, 19.00.07
Ho mergiato anche questo topic.
Per evitare che spuntino come funghi ho anche cambiato il titolo originale. :birra:

Brian O'Blivion
31-12-2006, 19.00.21
Comunque,non c'entra un cazzo,ma come avete modificato il titolo fa venire la ridarella...:asd:

MIKELE88
31-12-2006, 19.05.05
Comunque,non c'entra un cazzo,ma come avete modificato il titolo fa venire la ridarella...:asd:


Ma lol, Saddam santo :roll3:

BVZM
31-12-2006, 20.34.52
Comunque,non c'entra un cazzo,ma come avete modificato il titolo fa venire la ridarella...:asd:
A me sembrava carino Santo Subito!. Poteva essere inteso in doppia chiave di lettura (pro o contro). Però in effetti ora i topic su Saddam cominceranno a fioccare e forse credo sia stata saggia Eowyn a dargli un titolo che sia più identificativo.
Detto questo credo che l'Iraq abbia ampiamente dimostrato, con questa impiccagione, quella che sarà la "democrazia" che intendono attuare.
Chiunque abbia un briciolo di senno si è dissociato da questa esecuzione, segno che la civiltà passa attarverso altri meccanismi che on il cappio, ma il senno in una teocrazia non è affatto necessario (a ridaje BVZM con le Religioni...).
Ho notato, nonostante il processo, una certa frettolosità, come con Mussolini: "Presto presto, togliamolo di mezzo!"
Chissà a chi faceva davvero paura da vivo, ancorché ridotto in schiavitù...

FALLEN_ANGEL_664
31-12-2006, 21.21.59
Se ad alcuni di voi ha fatto ribrezzo e schifo la esecuzione di Saddam dopo un regolare processo, mi chiedo se vi faccia altrettanto schifo la esecuzione di Mussolini e della moglie e lo scempio dei loro cadaveri a piazzale Loreto senza alcun processo...

Ma ovviamente si, ed anche di più visto che il cadavere di Saddam è stato poi restituito al suo clan per la sepoltura. Non capisco bene lo scopo della domanda...


ripeto,se l esecuzione fosse stata quella di hitler nessuno avrebbe aperto bocca.

Non credo.


chiamami pure sadico sai a me che cazzo me ne frega.sono la persona piu buona del mondo ma dal momento che uno fa certe cose perde il diritto di essere considerato un essere umano.diventa spazzatura.e si merita ogni male.

La trovo molto triste come opinione.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Cobra_Commander85
01-01-2007, 12.30.40
Ma ovviamente si, ed anche di più visto che il cadavere di Saddam è stato poi restituito al suo clan per la sepoltura. Non capisco bene lo scopo della domanda...



Non credo.



La trovo molto triste come opinione.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664


nn credi??????parliamone.

certo che la mia opinione è triste,ma nn vuol dire che nn sia vera.
secondo me essere considerati brave persone è un diritto che ci dobbiamo meritare,qui si parla di crimini contro l umanita,nn del marito geloso che impazzisce e spara alla moglie.direi che la pura malvagita è abbastanza per perdere questo diritto.

[C]aliffo
01-01-2007, 13.43.50
Beppe Grillo Blog Cit:

"Uccidere un assassino è un assassinio? La punizione per un delitto può essere applicata con lo stesso delitto? Lo stupro con lo stupro, il furto con il furto, la morte con la morte? Condannare l’omicidio e poi applicarlo per legge è un incantesimo. Una contraddizione della mente umana. E’ vendetta, non legge. Saddam è stato impiccato. Condannato dagli iracheni. Ma non ci crede nessuno. Le mani del boia erano irachene, ma il cappio era di Bush.
Saddam andava condannato all’ergastolo. Doveva invecchiare in carcere. Perdere la sua spocchia. Con l’esecuzione gli è stata regalata una dignità che non aveva. Una grandezza made in Texas.
In morte di Saddam, ora martire, bisognerebbe ricordarsi della guerra con l’Iran finanziata dagli Usa. Del buon Saddam alleato dell’Occidente contro Khomeini. Del Saddam laico e filo occidentale. Poi si è messo in proprio e questo è stato un affronto intollerabile per la democrazia americana. Quella dei due milioni di carcerati e dei bracci della morte. E del controllo del Golfo Persico.
Se Saddam era un criminale, allora lo sono alcuni capi di Stato che siedono all’Onu. Perchè Saddam sì e loro no? Il petrolio. Il mondo intero ha dichiarato la prima guerra all’Iraq a causa dell’invasione del Kuwait e dei suoi pozzi di petrolio. Nel Darfur sono morte centinaia di migliaia di persone. Nessuno ha mosso un dito. In Cecenia non sono rimasti in piedi neppure i palazzi. Nessuno ha mosso un dito. L’ipocrisia della condanna a morte giusta, occidentale e petrolifera.
Saddam è stato un criminale? Ha sterminato i curdi con il gas? Ucciso i suoi oppositori? Sì, certo. Ma quando sarà finita la guerra in Iraq si potrà fare una contabilità dei morti. E saranno molti, molti di più di quelli attribuiti al regime di Saddam. Qualcuno sarà appeso a una corda per i quarantamortialgiornochenonfannopiùnotizia? Sarà condannato a pagare una multa, un’ammenda, dovrà chiedere scusa? Saddam ha pagato, con dignità, il suo conto. Hiroshima, i Gulag e il Tibet non li pagherà mai nessuno."

blamecanada
01-01-2007, 15.08.49
Mi chiedo quando gli Stati Uniti metteranno fine alle dittature africane finanziate dalle multinazionali dei diamanti statunitensi, loro, che tanto hanno a cuore la libertà :rolleyes:.

Di0
01-01-2007, 15.46.39
Mi chiedo quando gli Stati Uniti metteranno fine alle dittature africane finanziate dalle multinazionali dei diamanti statunitensi, loro, che tanto hanno a cuore la libertà :rolleyes:.

Mah, fondamentalmente quando finiranno i finanziamenti ed i "diamanti" stessi. Non è che sia una colpa degli stati uniti, nè un'invenzione loro, nè una moda moderna. Questa tipo di imperialismo non è altro che un gioco che si è sempre giocato, solo in scale diverse a seconda dei mezzi di comunicazione e trasporto. Ora ci sono i mezzi per intenderlo in scala mondiale, tremila anni fa era in scala locale o regionale, duemila anni fa era giusto per l'area del bacino mediterraneo e millecinquecento anni fa grossomodo si era allagargato sino a gran parte dell'oriente. Le regole sono sempre le stesse, solamente ora gli Stati Uniti hanno le capacità e le potenzialità per determinare il loro turno a condurre le danze. Resta da vedere per quanto tempo, certamente, ma di per sé il tentativo e la volontà di conservare i propri privilegi, a scapito di altri, non è una colpa o un difetto, perlomeno non direttamente imputabile agli U.S.A. (o chi per essi).
Personalmente, preferirei solo un po' più di schiettezza e decisione nella conduzione delle operazioni ("noi VS loro" sarebbe più etico e ci risparmierebbe qualche morte assolutamente inutile, perché figlia di una propaganda cui nessuno di importante sente il bisogno di credere)

[C]aliffo
01-01-2007, 16.51.38
...perché figlia di una propaganda cui nessuno di importante sente il bisogno di credere)

già , peccato che la "massa ignorante" ci crede e vota di conseguenza :bash:

Angelo75
01-01-2007, 19.07.54
Maliki a Prodi: Saddam? Pensi a Mussolini
E' polemica tra il governo iracheno e quello italiano sull'impiccaggione dell'ex dittatore iracheno Saddam Hussein.
In una intervista telefonica all'emittente Tv di stato al Iraqiya, Yassim Majid, uno dei consiglieri del premier iracheno Nuri al Maliki ha respinto le critiche avanzate nei confronti di Bagdad da diversi paesi europei riguardo alla decisione di procedere con l'applicazione della condanna a morte dell'ex ras («sono affari interni dell'Iraq»). Ma soprattutto ha replicato al premier Romano Prodi ricordando che il dittatore italiano Benito Mussolini alla fine della guerra fu «processato per un solo minuto» prima di essere ammazzato. «Coloro che ci criticano hanno forse dimenticato i crimini commessi dal regime di Saddam Hussein contro gli iracheni e contro l'umanità », ha premesso Yassim Majid. L'esponente iracheno ha voluto rispondere al presidente del consiglio dei ministri italiano Romano Prodi, ricordando che «alla fine della seconda guerra mondiale, Mussolini è stato processato per un solo minuto. Il giudice gli ha chiesto il suo nome e alla risposta "Benito Mussolini" gli ha detto: il tribunale vi condanna a morte e la sentenza è stata eseguita immediatamente». «I Paesi europei che condannano l'esecuzione» dovrebbero ricordare che «non hanno il diritto di interferire negli affari degli altri paesi, che hanno le loro proprie leggi», ha detto ancora Majid, per il quale il processo a Saddam è stato regolare.

Ubar
01-01-2007, 19.21.57
Mah, fondamentalmente quando finiranno i finanziamenti ed i "diamanti" stessi. Non è che sia una colpa degli stati uniti, nè un'invenzione loro, nè una moda moderna. Questa tipo di imperialismo non è altro che un gioco che si è sempre giocato, solo in scale diverse a seconda dei mezzi di comunicazione e trasporto. Ora ci sono i mezzi per intenderlo in scala mondiale, tremila anni fa era in scala locale o regionale, duemila anni fa era giusto per l'area del bacino mediterraneo e millecinquecento anni fa grossomodo si era allagargato sino a gran parte dell'oriente. Le regole sono sempre le stesse, solamente ora gli Stati Uniti hanno le capacità e le potenzialità per determinare il loro turno a condurre le danze. Resta da vedere per quanto tempo, certamente, ma di per sé il tentativo e la volontà di conservare i propri privilegi, a scapito di altri, non è una colpa o un difetto, perlomeno non direttamente imputabile agli U.S.A. (o chi per essi).
Personalmente, preferirei solo un po' più di schiettezza e decisione nella conduzione delle operazioni ("noi VS loro" sarebbe più etico e ci risparmierebbe qualche morte assolutamente inutile, perché figlia di una propaganda cui nessuno di importante sente il bisogno di credere)

come al solito posso solo quotarti in tutto e per tutto

.Orfeo.
01-01-2007, 19.33.06
Ma che risposta è? :.:
L'Italia 60 anni fa non era paese democratico (non che adesso lo sia poi così tanto, ma almeno su carta lo è), era in guerra e c'era la pena di morte (reintrodotta guarda caso proprio dal codice Rocco, che aveva limitato notevolmente le libertà dei singoli cittadini).
E' un po' come se io radendo al suolo una città rispondessi alle critiche degli altri paesi rinvangando le stragi che hanno compiuto nei 1000 anni precedenti.:D

FALLEN_ANGEL_664
01-01-2007, 22.05.14
certo che la mia opinione è triste,ma nn vuol dire che nn sia vera.
secondo me essere considerati brave persone è un diritto che ci dobbiamo meritare,qui si parla di crimini contro l umanita,nn del marito geloso che impazzisce e spara alla moglie.direi che la pura malvagita è abbastanza per perdere questo diritto.

Non credo conti la veridicità in questo caso, visto che è più simile ad una questione di definizioni. Ad ogni modo, secondo te un uomo si definisce tale quando non commette crimini contro l'umanità e che tali atti gli fanno perdere tutti i suoi diritti, giusto? Pensi alle conseguenze di tale opinione una volta applicata? Credi che l'eliminazione fisica di una persona possa cambiare ralmente qualcosa?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

blamecanada
01-01-2007, 23.17.53
Il fatto che in passato le cose siano sempre andate cosí non significa che debbano sempre andare cosí, anzi, appunto perché sono sempre andate cosí sarebbe ora di cambiare.

destino
02-01-2007, 10.20.42
Ma che risposta è? :.:
L'Italia 60 anni fa non era paese democratico (non che adesso lo sia poi così tanto, ma almeno su carta lo è), era in guerra e c'era la pena di morte (reintrodotta guarda caso proprio dal codice Rocco, che aveva limitato notevolmente le libertà dei singoli cittadini).
E' un po' come se io radendo al suolo una città rispondessi alle critiche degli altri paesi rinvangando le stragi che hanno compiuto nei 1000 anni precedenti.:D

beh teoricamente quelli che hanno accoppato Mussolini esponendo il suo corpo in piazza alla folla sono gli stessi che hanno scritto la nostra Costituzione. Quindi il paragone storico regge eccome.

Sarebbe buona norma che i politici odierni studino un po di storia prima di aprire la bocca e dare un giudizio, almeno per poter dopo controbattere a tono, su un episodio che cmq è accaduto nel passato e nn li ha coinvolti direttamente

Declino
02-01-2007, 11.49.52
Appunto, e il contesto storico era completamente diverso, Mussolini è stato ucciso dalla ferocia, dal furore e collera di un paese in guerra, Saddam è stato invece giustiziato da uno stato presunto democratico(esportazione U.S.A) e da un processo che piu' farsa non si può, quanti giudici sonno stati cambiati che non ricordo???

Ciò non toglie che se abbiamo sbagliato una volta, possano fare tutti lo stesso errore.

Thor
02-01-2007, 12.06.36
Sinceramente trovo la discussione inutile. Tanto non gliene frega nulla, essendo in mesopotamia applicano la legge del taglione (e se non lo fanno loro chi lo deve fare? ) e, giustamente fanno notare che bene o male ognuno dei benpensanti ha i suoi scheletri negli armadi, a volte voluminosi come quelli di un tyrannosaurus rex.

Era un criminale, è innegabile, ha ammazzato migliaia di persone, è stato anche appoggiato dall'occidente visto che faceva comodo avere uno pseudoalleato nel mare sciita. E' stato abbandonato, è stato un coglione.
Su di lui si può scrivere per decenni, certamente non è passato inosservato.

Non mi ha stupito neppure la velocità dell'esecuzione, visto che era un personaggio scomodo, pure dalla prigione.

Ma, siamo sicuri che sia poi morto veramente?

BVZM
02-01-2007, 15.34.52
Ma, siamo sicuri che sia poi morto veramente?
E siamo mai andati sulla Luna? E Elvis è vivo e sta ad Atlantide con Jim Morrison sorvegliati dai Templari?
E la sfinge egiziana? E' la stessa di Marte?
Suvvia, purtroppo è tutto vero.

blamecanada
02-01-2007, 16.18.04
Appunto, e il contesto storico era completamente diverso, Mussolini è stato ucciso dalla ferocia, dal furore e collera di un paese in guerra, Saddam è stato invece giustiziato da uno stato presunto democratico(esportazione U.S.A) e da un processo che piu' farsa non si può, quanti giudici sonno stati cambiati che non ricordo???

Ciò non toglie che se abbiamo sbagliato una volta, possano fare tutti lo stesso errore.
Mussolini è stato ucciso freddamente, la folla al massimo ha infierito.

Antinoos
02-01-2007, 16.37.43
beh teoricamente quelli che hanno accoppato Mussolini esponendo il suo corpo in piazza alla folla sono gli stessi che hanno scritto la nostra Costituzione. Quindi il paragone storico regge eccome.
:mumble:.. molto teoricamente.. Ma è una sfumatura che fa la differenza.
Imho è come dire che mi dovrei sentir colpevole per il collega docente pedofilo... non mi ci sento né devo... :birra:

Angelo75
02-01-2007, 21.47.32
Beppe Grillo Blog Cit:

"Uccidere un assassino è un assassinio? La punizione per un delitto può essere applicata con lo stesso delitto? Lo stupro con lo stupro, il furto con il furto, la morte con la morte? Condannare l’omicidio e poi applicarlo per legge è un incantesimo. Una contraddizione della mente umana...CUT

Guatemala, banda confessa il gesto (http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo342471.shtml)
Hanno rapito una bambina di sei anni da una baraccopoli a sud di Città del Guatemala, l'hanno violentata e decapitata e poi hanno seppellito il cadavere in una scarpata. E' quanto hanno confessato con distacco due giovani di 18 e 19 anni, appartenenti a una banda denominata Los Rockeros. Il fenomeno delle "maras", branchi giovanili che agiscono con violenza, è molto sviluppato in Messico e in America centrale.

A questi qui la pena di morte no mi raccomando...lo dice Beppe Grillo...piuttosto gli diamo la medaglia...

Antinoos
02-01-2007, 22.19.57
Guatemala, banda confessa il gesto (http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo342471.shtml)
Hanno rapito una bambina di sei anni da una baraccopoli a sud di Città del Guatemala, l'hanno violentata e decapitata e poi hanno seppellito il cadavere in una scarpata. E' quanto hanno confessato con distacco due giovani di 18 e 19 anni, appartenenti a una banda denominata Los Rockeros. Il fenomeno delle "maras", branchi giovanili che agiscono con violenza, è molto sviluppato in Messico e in America centrale.

A questi qui la pena di morte no mi raccomando...lo dice Beppe Grillo...piuttosto gli diamo la medaglia...

Me ne sbatto le cosiddette -ops- di Beppe Grillo: il tuo sarcasmo è fuori luogo.
A cosa servirebbe uccidere quell'atroce rimasuglio di umanità? Il punto è che - siamo ot però - il fatto che uno Stato, una comunità civile, commini anche a chi si faccia reo di efferatezze la pena capitale, mette a pari lo Stato stesso con il criminale: compie un atto irreversibile, che non sta a nessuno sancire. Non si configura come giustizia, ma come vendetta.
Ed è scorretto, imho, tirar fuori casi che stimolino l'emotività e la reazione a pelle: è ovvio che anch'io, se avessi avuto tra le mani in quel momento i due signorini avrei probabilmente dimenticato d'esser tendenzialmente non-violento. Ma appunto, non si configurerebbe come giustizia, come punizione, come momento di ricapitolazione per una comunità civile per capire dove il singolo e il sistema hanno l'uno non meno dell'altro sbagliato. Quali siano le responsabilità dirette e quelle non dirette e intervenire in proposito.
Solo some vendetta.

BVZM
02-01-2007, 23.11.35
A questi qui la pena di morte no mi raccomando...lo dice Beppe Grillo...piuttosto gli diamo la medaglia...
Beppe Grillo parla solo di NO ALLA PENA DI MORTE, di medaglia hai parlato tu, mi pare.
Giusto per puntualizzare.
Mi sono rotto il cazzo di un manicheismo idiota che dice che se sei contrario ai bombardamenti sull'iraq sei amico dei terroristi, se sei contro la pena di morte parteggi per i serial killer, se non condividi la politica di Bush sei un affiliato di Hamas.
Ma dico, dove pensate di andare con questi discorsi?
Siete davvero convinti di poter sostenere una discussione pubblica armati solo di questi ridicoli concetti?
Ma quando imparerete, quando?

jM_Mc
02-01-2007, 23.15.01
Giusto per puntualizzare.
Mi sono rotto il cazzo di un manicheismo idiota che dice che se sei contrario ai bombardamenti sull'iraq sei amico dei terroristi, se sei contro la pena di morte parteggi per i serial killer, se non condividi la politica di Bush sei un affiliato di Hamas.
Ma dico, dove pensate di andare con questi discorsi?
Siete davvero convinti di poter sostenere una discussione pubblica armati solo di questi ridicoli concetti?
Ma quando imparerete, quando?

:hail: :hail: :hail: :hail: :hail: :hail: :hail: :hail:

Chrean
02-01-2007, 23.27.30
Beppe Grillo parla solo di NO ALLA PENA DI MORTE, di medaglia hai parlato tu, mi pare.
Giusto per puntualizzare.
Mi sono rotto il cazzo di un manicheismo idiota che dice che se sei contrario ai bombardamenti sull'iraq sei amico dei terroristi, se sei contro la pena di morte parteggi per i serial killer, se non condividi la politica di Bush sei un affiliato di Hamas.
Ma dico, dove pensate di andare con questi discorsi?
Siete davvero convinti di poter sostenere una discussione pubblica armati solo di questi ridicoli concetti?
Ma quando imparerete, quando?

Hai dimenticato che se non voti Berlusconi sei comunista. :sisi:

E comunque, Bush ha lasciato che Saddam venisse giustiziato nella maniera in cui il dittatore stesso ammazzava i suoi prigionieri condannati, spesso arbitrariamente, a morte.
Si chiama coerenza?

Di0
03-01-2007, 00.10.01
già , peccato che la "massa ignorante" ci crede e vota di conseguenza :bash:
Salto colpevolmente il resto della discussione, perché devo scappare, ma rispondo a questo, ovviamente. :birra:

Proprio perché il gioco continui a reggere è necessario che la massa creda a qualcosa e voti di conseguenza. Il problema magari è che la massa poi così ignorante non è più tanto (idiota forse, manovrabile certamente, ignorante ormai non più), quindi bisogna di volta in volta riconfigurare le "storie della sera" da raccontare. In medioriente, dove le masse sono ancora ignoranti e arretrate (non me ne vogliano, dato di fatto), perlopiù analfabete e senza il minimo senso storico che non venga dal racconto coranico dell'Imam di turno, allora basta la Fede, l'islam e la Jihad. E loro muoiono e ammazzano e sono felici, fine delle trasmissioni.
Noi più intelligenti non siamo, ma di certo più raffinati e più preparati storicamente, quello sì. Ecco allora che viene reso necessario il teatrino della difesa della Libertà, dell'esportazione della Democrazia, della Lotta contro il terrorismo. Tutte putt4nate, legittime ma tali. Servono a giustificare il fatto che noi siamo in guerra contro di loro. Non so il perché, non si capisce il dove, ma di fatto è quello che succede. Queste spiegazioni servono a farci digerire i morti innocenti sul TG della sera con un senso che di volta in volta incontrava il nostro sentimento. (Come detto, a loro basa dire che sono martiri della fede, guerrieri di maometto uccisi per difendere il corano dagli infedeli che poi saremmo noi... tam bien!).
E funzionavano anche per noi, almeno all'inizio. Ora, visto che proprio un mucchio di idioti non siamo, la marea ha un po' girato e iniziamo a cogliere la presa per i fondelli, tutto stride (difatti "esportare la democrazie" è più una presa per il culo che qualcosa in cui credere), basta solo inventarsi qualcosa di nuovo e più efficace. Come detto, siamo palati fini per scuse e motivazioni, ma alla fine qualcosa di nuovo ci mangeremo comunque (leggasi: paura del nucleare, missione umanitaria -che funziona sempre benissimo con immutato fascino-, e dio solo sa cos'altro).
In definitiva, :birra: per tutti. Questo giro lo pago io, il prossimo tocca al vicino di posto. :D

Antinoos
03-01-2007, 07.45.47
Hai dimenticato che se non voti Berlusconi sei comunista. :sisi:

e quindi c[*c*e*n*s*u*r*o*] per definizione - il link è al Corriere della sera - (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/Notizie/Politiche2006/articoli/04_Aprile/04/coglioni.shtml)

E comunque, Bush ha lasciato che Saddam venisse giustiziato nella maniera in cui il dittatore stesso ammazzava i suoi prigionieri condannati, spesso arbitrariamente, a morte.
Si chiama coerenza?
Bush è primordiale. Crede alla legge del taglione. Nella sua prospettiva, sì, è coerenza. Un atto di giustizia e intimamente democratico :sisi:.

FALLEN_ANGEL_664
03-01-2007, 08.32.04
A questi qui la pena di morte no mi raccomando...lo dice Beppe Grillo...piuttosto gli diamo la medaglia...

Angelo, ma con tutto il rispetto: che ca**o stai dicendo?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

[C]aliffo
03-01-2007, 09.23.02
e quindi c[*c*e*n*s*u*r*o*] per definizione - il link è al Corriere della sera - (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/Notizie/Politiche2006/articoli/04_Aprile/04/coglioni.shtml)
Bush è primordiale. Crede alla legge del taglione. Nella sua prospettiva, sì, è coerenza. Un atto di giustizia e intimamente democratico :sisi:.

Bush agisce come hanno sempre fatto i più forti dall'alba dei tempi: dettando legge. Non crediate che se i più forti fossero altri le cose andrebbero diversamente, oppure andrebbero diversamente ma solo nel solco indicato da questi.

Angelo75
03-01-2007, 09.48.36
Beppe Grillo parla solo di NO ALLA PENA DI MORTE, di medaglia hai parlato tu, mi pare.
Giusto per puntualizzare.
Mi sono rotto il cazzo di un manicheismo idiota che dice che se sei contrario ai bombardamenti sull'iraq sei amico dei terroristi, se sei contro la pena di morte parteggi per i serial killer, se non condividi la politica di Bush sei un affiliato di Hamas.
Ma dico, dove pensate di andare con questi discorsi?
Siete davvero convinti di poter sostenere una discussione pubblica armati solo di questi ridicoli concetti?
Ma quando imparerete, quando?

Io sono per la pena di morte limitata a casi di violenza inaudita e/o gratuita. I serial killer vanno eliminati. Chi si rende reo di crimini contro l'umanità va eliminato. Chi si rende colpevole di violenze contro i bambini va eliminato. Dove non applicherei la pena di morte è per es contro un marito che si vede messe le corna dalla moglie e la ammazza per gelosia...si tratta di disciplinare meglio l'istituto ma pensare di eliminarlo è controproducente oltre che utopistico. Non ho detto che tu parteggi per i serial killer ci mancherebbe altro...penso solo che tu sia un pò troppo ottimista...
Se Bush rappresenta per alcuni di voi un pazzo che ammazza la gente dopo averla regolarmente processata, ricordo che invece i fondamentalisti islamici tagliano direttamente la testa...

destino
03-01-2007, 10.08.51
Io sono per la pena di morte limitata a casi di violenza inaudita e/o gratuita. I serial killer vanno eliminati. Chi si rende reo di crimini contro l'umanità va eliminato. Chi si rende colpevole di violenze contro i bambini va eliminato. Dove non applicherei la pena di morte è per es contro un marito che si vede messe le corna dalla moglie e la ammazza per gelosia...si tratta di disciplinare meglio l'istituto ma pensare di eliminarlo è controproducente oltre che utopistico. Non ho detto che tu parteggi per i serial killer ci mancherebbe altro...penso solo che tu sia un pò troppo ottimista...
Se Bush rappresenta per alcuni di voi un pazzo che ammazza la gente dopo averla regolarmente processata, ricordo che invece i fondamentalisti islamici tagliano direttamente la testa...

e chi lo stabilisce quando la violenza è inaudita e gratuita e quando invece no?

BVZM
03-01-2007, 12.01.10
Dove non applicherei la pena di morte è per es contro un marito che si vede messe le corna dalla moglie e la ammazza per gelosia...
Ah reintrodurresti il famoso "delitto d'onore". Tu si che sei un progressista.
Poi magari se lui la taglia a pezzettini e se la mangia, o si accanisce sul suo cadavere come la mettiamo?
E' ancora delitto d'onore o è frutto di qualche patologia?

La pena di morte non funziona come deterrente, né restituisce la vita alle vittime.
Da vivo, un assassino, può essere studiato, possono essere compresi i meccanismi che trasformano un uomo in un essere così spregevole, e magari possono essere comprese delle dinamiche utilizzabili in futuro come prevenzione.
Saddam era un'enciclopedia sul medio-oriente.
Tenerlo in carcere sarabbe potuto servire, in futuro, viste come stanno andando le cose laggiù.
Utilizzarlo in qualche modo lo avrebbe sì, forse, fatto in parte "pagare" ai misfatti compiuti.
Ma evidentemente agli americani il "giocattolo impazzito" preoccupava un po'. Il mostro alimentato in chiave anti-iraniana gli si era ritorto contro, ed era tempo che sparisse.
Non provo alcuna pietà per quell'uomo, sia chiaro, ma disapprovo appieno la sua esecuzione, così come vorrei ancora tutti vivi i gerarchi nazi-fascisti, per ricordare a loro, ogni benedetto giorno, le atrocità che hanno commesso.


Se Bush rappresenta per alcuni di voi un pazzo che ammazza la gente dopo averla regolarmente processata, ricordo che invece i fondamentalisti islamici tagliano direttamente la testa...
A ridaje!
Ma qui, secondo te, qualcuno difende i fondamentalisti?
Se uno è contro la pena di morte con regolare processo, secondo te, è favorevole a quella senza processo?
Lo vedi che continui a non capire che non è tutto bianco o nero?
Io, per esempio, sono ateo. Posso in qualche modo approvare la lotta armata islamica? Ma quando mai?
Ma per esempio, potrò pure criticare la politica estera americana senza essere un talebano?
Non è che se io mi scaglio contro Casini mi si deve venir a dire "eh ma il Mullah Omarè peggio". E grazie al cazzo! A me lo vieni a dire, che sono pure ateo?
Questo giochetto mi infastidisce, come già detto, e non è funzionale ad alcuna discussione.

Antinoos
03-01-2007, 14.24.48
Io sono per la pena di morte limitata a casi di violenza inaudita e/o gratuita. I serial killer vanno eliminati. Chi si rende reo di crimini contro l'umanità va eliminato. Chi si rende colpevole di violenze contro i bambini va eliminato. Dove non applicherei la pena di morte è per es contro un marito che si vede messe le corna dalla moglie e la ammazza per gelosia...si tratta di disciplinare meglio l'istituto ma pensare di eliminarlo è controproducente oltre che utopistico. Non ho detto che tu parteggi per i serial killer ci mancherebbe altro...penso solo che tu sia un pò troppo ottimista...
Se Bush rappresenta per alcuni di voi un pazzo che ammazza la gente dopo averla regolarmente processata, ricordo che invece i fondamentalisti islamici tagliano direttamente la testa...


Bush non è pazzo. Se credi che sia questo a motivare il dissenso di tanti, non vedi quanto il problema sia complesso, stratificato.
Ha un sistema di valori (per me disvalori) diverso dai miei (e di molti). Da quelli che altri chiamerebbero giustizia, democrazia, lealtà.
O semplicemente umanità.
In base a quel sistema di valori può promuovere carneficine -metaforiche o no, anche il capitalismo inerme (se mai esista) è una carneficina - e trovare consensi e adesioni. Può, dall'alto della sua potenza, lui e chi rappresenta, esprimere una classe sociale poliedrica caratterizzata dal (per me sbrigativo, primordiale, pusillanime) ritenere giusto punire con la morte. O, talora strumentalizzandola, utilizzare la pena capitale al di là della sua funzione giustiziera.
Semplicemente, per me quella non è giustizia. Imho, non si pone la possibilità di promuovere l'eliminazione fisica di un qualsiasi essere umano, per qualsiasi motivo.
Che scontino una pena severa. Produttiva.
Che, se possibile, siano recuperati: ma cmq puniti.
Si avrebbe - come altri hanno espresso meglio di me - davvero una 'crescita', per l'umanità, anziché promuovere la 'cultura' della mera eliminazione.

Brian O'Blivion
03-01-2007, 14.28.39
Bush non è pazzo. Se credi che sia questo a motivare il dissenso di tanti, non vedi quanto il problema sia complesso, stratificato.
Ha un sistema di valori (per me disvalori) diverso dai miei (e di molti). Da quelli che altri chiamerebbero giustizia, democrazia, lealtà.
O semplicemente umanità.
In base a quel sistema di valori può promuovere carneficine -metaforiche o no, anche il capitalismo inerme (se mai esista) è una carneficina - e trovare consensi e adesioni. Può, dall'alto della sua potenza, lui e chi rappresenta, esprimere una classe sociale poliedrica caratterizzata dal (per me sbrigativo, primordiale, pusillanime) ritenere giusto punire con la morte. O, talora strumentalizzandola, utilizzare la pena capitale al di là della sua funzione giustiziera.
Semplicemente, per me quella non è giustizia. Imho, non si pone la possibilità di promuovere l'eliminazione fisica di un qualsiasi essere umano, per qualsiasi motivo.
Che scontino una pena severa. Produttiva.
Che, se possibile, siano recuperati: ma cmq puniti.
Si avrebbe - come altri hanno espresso meglio di me - davvero una 'crescita', per l'umanità, anziché promuovere la 'cultura' della mera eliminazione.

*

Parola per parola.

Mischa
03-01-2007, 16.28.39
«I Paesi europei che condannano l'esecuzione» dovrebbero ricordare che «non hanno il diritto di interferire negli affari degli altri paesi, che hanno le loro proprie leggi».Se è valido per chi ha giustiziato Saddam, perché non avrebbe dovuto esserlo quando lo diceva Saddam stesso, giustiziando altri? In fin dei conti, caduta l'accusa di armi di distruzione di massa, l'unico motivo per cui stati non europei in primis, e poi europei (in alcuni infausti, imbecilli casi) sono andati in Iraq, è stato proprio il modo in cui amministrava la "giustizia" Saddam: ma cambiando il nome di chi governa, se le leggi restano invariate, il risultato è lo stesso. E perché quei paesi che hanno proprie leggi, chiedono agli stati europei di restarci? Forse perché quelle leggi, in quei paesi, non sono condivise da una buona fetta di popolazione, né più né meno che sotto Saddam? Forse perché quei paesi in realtà non hanno un governo, ma un governo farlocco, e non esiste uno stato da governare, ma una guerra civile? Mah. Nel dubbio prenderei per valido e sottoscriverei: giustissimo, gli stati europei rispettino i diritti di uno stato sovrano e si facciano i cazzi loro, invece di seguire fazioni d'oltremare i cui interessi sono alquanto sospetti, che prima chiedono di andare in uno stato, poi di difendere il nuovo "governo", poi di farsi i fatti propri (ma plz, senza allontanare le forze armate, sai com'è, servono a difendere gli interessi di quello stesso "governo" che non vuole si dica qualcosa sui mezzi che adotta), e vadano a raccogliere ogni ben di dio una volta che gli imbecilli di qualsiasi nazione e fazione abbiano finito di scannarsi a vicenda. Nel mentre stiano a guardare lo spettacolo tra una pubblicità e l'altra, scommesse libere. Punto su Tenaris per due lunghezze.

Brian O'Blivion
03-01-2007, 16.36.27
Punto su Tenaris per due lunghezze.

Cazzu iu se non ci punto u malloppo:metal:

Megaquote comunque.

Peter Pan
03-01-2007, 16.50.33
Interessante: prima ci facciamo ammazzare i nostri soldati per garantir loro un governo, e poi questo governo ci dice di farci i cazzi nostri...

Davvero interessante. :uiui:

*Lorenzo*
03-01-2007, 16.58.16
Bello parlare di giustiziare le persone standosene davanti ad un monitor a grattarsi gli zebedei e con la birra a portata di mano, ma vorrei vedere quanti di quelli che sono per la pena di morte, una volta messi davanti alla sedia elettrica o alla forca, e vedere con i propi occhi un suo simile morire fulminato o dimenarsi mentre soffoca lentamente, quanti di loro riuscirebbero a non distogliere lo sguardo.

La morte è definitiva. Nel caso si scopra che era innocente (successo diverse volte) ce la caviamo con un "Ops, che sbadati, scusate tanto"?


A questi qui la pena di morte no mi raccomando...lo dice Beppe Grillo...piuttosto gli diamo la medaglia...

:azz:
Di medaglie non ha parlato nessuno, a parte te.
Per te, essere contro la pena di morte equivale a premiare i colpevoli?
Secondo te è meglio passare la vita a marcire in una cella oppure farla finita velocemente una volta per tutte?



Invito gli astanti, di qualsiasi fazione appartengano, a leggere, o ripassare per chi ha già letto, questo interessante opuscolo filoterrorista, antidemocratico, comunista e anarcoinsurrezionalista (http://www.liberliber.it/biblioteca/b/beccaria/dei_delitti_e_delle_pene/html/sommario.htm).
Buona lettura.

Thor
03-01-2007, 17.00.59
Secondo te è meglio passare la vita a marcire in una cella oppure farla finita velocemente una volta per tutte?


La seconda, veloce e definitiva.
Le carceri costano.

*Lorenzo*
03-01-2007, 17.03.28
La seconda, veloce e definitiva.
Le carceri costano.

Ah, già... come potevo dimenticare Sua Maestà Divina il Denaro...

:tsk:

Thor
03-01-2007, 17.14.02
Ah, già... come potevo dimenticare Sua Maestà Divina il Denaro...

:tsk:


A domanda ho risposto. In modo oltremodo coerente.

:mumble:

Alceo
03-01-2007, 17.50.48
La condanna ed esecuzione di Saddam è determinata dai calcoli e dal pragmatismo. Si vede che chi l'ha decisa (gli USA con di facciata il fragile governo iracheno) ha pensato che la sua eliminazione sia conveniente ai propri scopi. Si può discutere se sia stata un calcolo sbagliata o meno, ma la condanna a morte di Saddam non ha nulla a che spartire con discussioni circa principi morali, pena di morte, coerenze con il passato e argomenti simili.

Sull'utilità "pratica" dell'esecuzione non vedo elementi per riternerla un errore; i martiri si creano anche con la detenzione e un Saddam vivo avrebbe creato ben più problemi tra cui l'eventualità di un processo completo al regime (che avrebbe portato in primo i suoi legami con l'occidente) e uno strumento che l'opposizione armata al governo avrebbe potuto usare per alimentare la guerra civile.

*Lorenzo*
03-01-2007, 17.54.53
A domanda ho risposto. In modo oltremodo coerente.

:mumble:

Quindi pena di morte (anche) per risparmiare soldi...?

Complimenti, il denaro prima della vita.

E cosa ne vuoi fare di quelli che in carcere ci stanno solo per furti, truffe e in genere reati in cui non sono state uccise delle persone?

Fabio
03-01-2007, 19.08.10
Quindi pena di morte (anche) per risparmiare soldi...?
Complimenti, il denaro prima della vita.

Thor era ironico, mi sembra di capire. Anche se purtroppo ha detto una cosa vera, molto vera.

Thor
04-01-2007, 09.18.40
Quindi pena di morte (anche) per risparmiare soldi...?

Complimenti, il denaro prima della vita.

E cosa ne vuoi fare di quelli che in carcere ci stanno solo per furti, truffe e in genere reati in cui non sono state uccise delle persone?


Era tutto leggermente ironico.
Però vero. Se tu poi capisci quello che ci vuoi capire non è un problema mio.
Io sono favorevole alla pena capitale. E la applicherei per una casistica piuttosto diffusa di crimini. E non cambio opinione. Andrò controcorrente, ma il mio pensiero è questo.

Il discorso non è pena di morte per risparmiare soldi. Quello viene di conseguenza. Mantenere un pluriomicida pedofilo stupratore per un ergastolo costa molti soldi, e questo è un dato di fatto, se lo elimini ne spendi meno, e pure questo è un dato di fatto, è semplice matematica.

Per quanto riguarda la determinazione dei casi in cui dovrebbe essere applicabile questo dipenderebbe da una adeguata legislazione, ma converrai con me che personaggi che ad esempio stuprano ed uccidono ripetutamente bambini, pluriomicidi, serial killer, omicidi con premeditazione non meritano di stare a questo mondo.
Parlo solo di delinquenza comune, sia chiaro. Bush soci e fondamentalisti islamici sono tutto un altro discorso.

Amen

EDIT: Per i delinquenti che stanno in carcere per altri motivi non inerenti ad omicidi ecc. ecc. chiaramente la pena di morte non è applicabile, ci sono altri tipi di pene.

@Bill : quando si parla di soldi ci sei sempre dentro. :asd:

bejita
04-01-2007, 09.37.09
Il discorso non è pena di morte per risparmiare soldi. Quello viene di conseguenza. Mantenere un pluriomicida pedofilo stupratore per un ergastolo costa molti soldi, e questo è un dato di fatto, se lo elimini ne spendi meno, e pure questo è un dato di fatto, è semplice matematica.


sì ma non ne guadagni manco nulla, almeno li si mandassero a scavar miniere o a sistemare le autostrade disastrate :azz:

Thor
04-01-2007, 09.46.57
sì ma non ne guadagni manco nulla, almeno li si mandassero a scavar miniere o a sistemare le autostrade disastrate :azz:

ok, ma non se ne guadagnerebbe nulla comunque, con le spese di sorveglianza e la bassa efficienza lavorativa dei detenuti (se son dentro ci sarà un motivo, no? ).
e poi per fare certi lavori non basta la mano d'opera a costo 0.

:mumble:

bejita
04-01-2007, 10.13.15
ok, ma non se ne guadagnerebbe nulla comunque, con le spese di sorveglianza e la bassa efficienza lavorativa dei detenuti (se son dentro ci sarà un motivo, no? ).
e poi per fare certi lavori non basta la mano d'opera a costo 0.

:mumble:

eh va beh quelli che non voglion lavorare li ammazzi allora :asd:

Thor
04-01-2007, 10.13.51
eh va beh quelli che non voglion lavorare li ammazzi allora :asd:


:asd:

FALLEN_ANGEL_664
04-01-2007, 10.49.19
ma converrai con me che personaggi che ad esempio stuprano ed uccidono ripetutamente bambini, pluriomicidi, serial killer, omicidi con premeditazione non meritano di stare a questo mondo.

Secondo me non è così facile determinare chi merita di esistere e chi no.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Alceo
04-01-2007, 10.54.15
Per quanto riguarda la determinazione dei casi in cui dovrebbe essere applicabile questo dipenderebbe da una adeguata legislazione, ma converrai con me che personaggi che ad esempio stuprano ed uccidono ripetutamente bambini, pluriomicidi, serial killer, omicidi con premeditazione non meritano di stare a questo mondo.
Parlo solo di delinquenza comune, sia chiaro. Bush soci e fondamentalisti islamici sono tutto un altro discorso.

Non ti seguo Thor, la pena di morte andrebbe applicata solo per i delinquenti comuni?
Un capo di stato che ordina un genocidio o un amministratore delegato che uccide migliaia di persone coscientemente con i veleni della sua fabbrica non sono essi stessi pluriomicidi con premeditazione?

Thor
04-01-2007, 11.38.05
Non ti seguo Thor, la pena di morte andrebbe applicata solo per i delinquenti comuni?
Un capo di stato che ordina un genocidio o un amministratore delegato che uccide migliaia di persone coscientemente con i veleni della sua fabbrica non sono essi stessi pluriomicidi con premeditazione?


Certo che lo sono. Infatti l'esecuzione di Saddam non mi ha certo sorpreso e nemmeno scandalizzato. Io infatti li farei fuori tutti :look:
Solo che la pena di morte per loro è applicabile in misura ancora minore di quanto lo sia con i delinquenti comuni, per svariati motivi.

:birra:

destino
04-01-2007, 11.38.11
Il discorso non è pena di morte per risparmiare soldi. Quello viene di conseguenza. Mantenere un pluriomicida pedofilo stupratore per un ergastolo costa molti soldi, e questo è un dato di fatto, se lo elimini ne spendi meno, e pure questo è un dato di fatto, è semplice matematica.



esistono i lavori forzati, ci guadagni pure

Thor
04-01-2007, 11.39.08
esistono i lavori forzati, ci guadagni pure

ho risposto pochi post dopo

:D

destino
04-01-2007, 11.40.59
ho risposto pochi post dopo

:D

si chiamano forzati nn a caso eh :asd:

la frusta e le catene ai piedi e vedi come lavorano tutti e imparano pure un mestiere

Alceo
04-01-2007, 12.10.05
Certo che lo sono. Infatti l'esecuzione di Saddam non mi ha certo sorpreso e nemmeno scandalizzato. Io infatti li farei fuori tutti :look:
Solo che la pena di morte per loro è applicabile in misura ancora minore di quanto lo sia con i delinquenti comuni, per svariati motivi.

Sono proprio questi motivi che mi interessano. :)
Mi interessa capire i criteri con cui istintivamente decidiamo la pena a cui condannare una persona.
I tuoi criteri, per esempio, sono dettati da senso di giustizia o di vendetta? Sei portato a usare la ragione o ti fai trascinare dall'emotività quando pensi a che pene condanneresti un colpevole? Per esempio pensi che chi ha figli sia naturalmente più sensibile nei confronti dei crimini verso i bambini e invochi quindi contro questi pene più severe? E ciò riguarda solo i propri bambini o anche quelli più distanti da noi?
Per quale motivo accettiamo che chi commette un "omicidio bianco" sia quasi del tutto impunito (un direttore di fabbrica condannato per la morte di due operari, responsabile d'aver ripetutamente ignorato d'applicare le norme di sicurezza viene condannato a un paio d'anni e ovviamente non fa un giorno di galera)? Forse perché ci toccano di meno?

Non siamo proprio OT :look: ma se ti va mandami un PM.

BVZM
04-01-2007, 12.21.37
Mantenere un pluriomicida pedofilo stupratore per un ergastolo costa molti soldi, e questo è un dato di fatto, se lo elimini ne spendi meno, e pure questo è un dato di fatto, è semplice matematica.
Baggianate Thor. Baggianate retoriche.
Vendi un paio di jeep ai Mujahiddin e hai risolto il problema.
Il fatto è che la morte "di Stato" è un ossimoro. Una contraddizione in termini.
Per certi esseri è una scappatoia sin troppo comoda aggiungerei, e non risolve nulla.
Se parliamo di mera matematica o di utilità, il discorso "mantenimento del detenuto" diventa un argomento sciocco a favore dell'eliminazione fisica.
Un qualsisasi ministro dell'economia, credo persino Tremonti, potrebbe trovare il modo di far fruttare in qualche modo l'esistenza fisica di un essere all'interno di una struttura di pena.

Ma tornando a Saddam credo che il punto stia tutto in queste due perle di saggezza, e per una volta non sono sarcastico:


Interessante: prima ci facciamo ammazzare i nostri soldati per garantir loro un governo, e poi questo governo ci dice di farci i cazzi nostri...


la detenzione e un Saddam vivo avrebbe creato ben più problemi tra cui l'eventualità di un processo completo al regime (che avrebbe portato in primo i suoi legami con l'occidente)
Farci i cazzi nostri dopo che abbiamo speso vite umane per loro, la dice lunga sulla qualità di figuri che "abbiamo" messo al governo di quel paese.
Come giustamente diceva Mischa, cambiano i personaggi, ma la democrazia in Iraq credo sia solo una baggianata mediatica da propinare ad un occidentale credulone.
Come diceva Alceo, e come sostengo io, probabilmente c'erano degli altarini.
Proprio un paio di settimane fa, su LA7, vedevo un documentario che ripercorreva tutta la storia dell'Iraq dalla mesopotamia ad oggi, e devo dire che le manipolazioni occidentali alla sua storia (inizialmente inglesi e poi ovviamente anche americane) sono state veementi e profonde.

Thor
04-01-2007, 12.29.13
I tuoi criteri, per esempio, sono dettati da senso di giustizia o di vendetta? Sei portato a usare la ragione o ti fai trascinare dall'emotività quando pensi a che pene condanneresti un colpevole?

Tutti, in qualche misura, più un altro: l'esasperazione dovuta all'impossibilità di porre un freno, un deterrente alle bestialità compiute da queste, come chiamarle, persone?



Per quale motivo accettiamo che chi commette un "omicidio bianco" sia quasi del tutto impunito (un direttore di fabbrica condannato per la morte di due operari, responsabile d'aver ripetutamente ignorato d'applicare le norme di sicurezza viene condannato a un paio d'anni e ovviamente non fa un giorno di galera)? Forse perché ci toccano di meno?

Probabilmente perchè l'efferatezza dei delitti diciamo diretti, la crudeltà, anche in qualche modo il desiderio di "vedere" il crimine ci toccano di più di quanto faccia la morte per tumore ai polmoni di 10 dipendenti di uno stabilimento dove ad esempio si usava l'amianto.
In più i mass media tendono a privilegiare i delitti di cronaca: il sangue e il gossip si sa, fanno vendere più di una corretta informazione.
Può anche essere che ci siano "pressioni" per non far risaltare fatti di primaria importanza che devono ad esempio, per interessi vari, passare quasi sotto silenzio.

Scritto in 5 minuti, visto che devo andare a pranzo

UAranger
04-01-2007, 18.10.41
Personalmente contrario a questa esecuzione in quanto la ritengo controproducente per i futuri risvolti sia politici che militari.
Gli USA giustamente non hanno approvato la velocita' con la quale la condanna e' stata eseguita anche se ovviamente hanno dovuto appoggiare la scelta del governo iracheno; erano consapevoli che questo poteva costituire ulteriori rischi per le truppe della coalizione.
Saddam era piu' utile da vivo e già da tempo si parlava di accordi segreti tra gli americani e il rais per ottenere un cessate il fuoco da parte della guerriglia per giungere ad una pacificazione; il governo iracheno ha dovuto cedere al ricatto della parte estremista capeggiata da Al Sadr totalmente contraria ad accordi con la minoranza sunnita.
Del resto il governo era contrario anche a rendere pubblico il sito della sepoltura e solo su pressione degli USA la salma e' stata deposta nella sua citta' natale.

Chrean
04-01-2007, 18.25.08
Tutti, in qualche misura, più un altro: l'esasperazione dovuta all'impossibilità di porre un freno, un deterrente alle bestialità compiute da queste, come chiamarle, persone?

Non c'è alcun deterrente alla violenza e al sopruso. Le uniche vie per sconfiggerli sono l'istruzione e l'applicazione delle leggi vigenti.
L'istruzione perché la cultura e la conoscenza inducono una maggiore sensibilità e coscienza, in genere.
Il rispetto delle leggi invece dovrebbe essere radicato nella società, ma da una parte abbiamo un sistema giudiziario che produce continui paradossi, dall'altra una mentalità nazionale che porta ad aggirare la legge, che si tratti di evasione fiscale o di parcheggiare in doppia fila.

Thor
05-01-2007, 12.25.54
Baggianate Thor. Baggianate retoriche.
Il fatto è che la morte "di Stato" è un ossimoro. Una contraddizione in termini.
Per certi esseri è una scappatoia sin troppo comoda aggiungerei, e non risolve nulla.
Se parliamo di mera matematica o di utilità, il discorso "mantenimento del detenuto" diventa un argomento sciocco a favore dell'eliminazione fisica.
Un qualsisasi ministro dell'economia, credo persino Tremonti, potrebbe trovare il modo di far fruttare in qualche modo l'esistenza fisica di un essere all'interno di una struttura di pena.

Sono del parere opposto Mirko. Quello economico era un discorso messo lì così, in modo anche volutamente un po' provocatorio e ironico, che si è poi sviluppato anche oltre quello che pensavo. Sono ancora convinto che la pena di morte possa essere utile, anche se moralmente riprovevole.
Mi piacerebbe proprio vedere la finanza creativa di Tremonti far fruttare il lavoro forzato :asd: Non credo che far forzatamente lavorare gente che non ha mai fatto un cazzo in vita sua possa funzionare. E poi cosa gli fai fare, cestini in vimini e centrotavola?

No, io ritengo che di certa gentaglia meno ce n'è al mondo e meglio staremmo tutti quanti. Poi, ognuno è libero di pensarla come vuole.



Ma tornando a Saddam credo che il punto stia tutto in queste due perle di saggezza, e per una volta non sono sarcastico:

CUT

ome diceva Alceo, e come sostengo io, probabilmente c'erano degli altarini.
Proprio un paio di settimane fa, su LA7, vedevo un documentario che ripercorreva tutta la storia dell'Iraq dalla mesopotamia ad oggi, e devo dire che le manipolazioni occidentali alla sua storia (inizialmente inglesi e poi ovviamente anche americane) sono state veementi e profonde.

è quello che ho sostenuto dal primo mio post :birra: