PDA

Visualizza versione completa : Omosessuali e loro modo di pensare



Giant Lizard
10-12-2006, 14.53.52
Rieccomi :p come al solito so già che anche questo thread scaturirà polemiche e litigi, ma il bello dell'Open Space è proprio questo, no? :asd:

Premetto che da un anno ormai, ho a che fare con ambienti gay/lesbo, causa ragazza bisessuale e voglia comune di trasgredire (io sono etero, comunque...anche se lei vorrebbe che fossi bisex, ma per ora, spiace perchè spiace ma... :asd: ). Abbiamo quindi conosciuto parecchie persone omosessuali, sopratutto donne e mi sono accorto di una cosa che a me personalmente, fa storcere il naso.

Si parla tanto di discriminazione verso le persone omosessuali, sopratutto in questi giorni...ma spesso sono loro ad essere i primi a discriminare. Tanto per cominciare, la maggioranza degli omosessuali detesta i bisessuali. Secondo loro non hanno ragione di esistere (un pò come la chiesa verso gli omosessuali)...e in secondo luogo, avendo avuto a che fare spesso con ragazze lesbiche, mi è sempre parso di stare antipatico in partenza (intendo proprio al momento di presentarsi), solo perchè uomo...mi trattavano con freddezza senza nemmeno avermi conosciuto (poi dopo è normalissimo che io stia antipatico, dato che succede con tutti, ma almeno all'inizio...no? :sisi: ) Si insomma, si vedeva lontano un kilometro che preferivano non avere nulla a che fare con me ma che volevano solo parlare e stare in compagnia di altre ragazze.
Questa non è discriminazione?

Io sono una persona dalla mentalità MOLTO aperta. Non mi da fastidio avere a che fare con qualsiasi tipo di persona, dal drogato, al carcerato, all'omosessuale, al politicante di merda (ok, forse questo un pò non lo sopporto :asd: )...però è assurdo che si battano per non essere discriminati, quando la maggior parte di loro (fortunatamente non tutti) sono i primi a discriminare gli altri.

Cosa ne pensate? Se non sbaglio qui sul forum c'è qualche omosessuale, no? Mi piacerebbe avere la sua opinione a riguardo... :mumble:

Un saluto

Alceo
10-12-2006, 15.03.25
Tanto per cominciare, la maggioranza degli omosessuali detesta i bisessuali. Secondo loro non hanno ragione di esistere (un pò come la chiesa verso gli omosessuali)...

Questa è la prima volta che la sento. Conosco non pochi omosessuali e molti di questi sono, almeno in parte, bisessuali il che cozza con quanto dici.
Non è che hai incontrato un gruppo di omoessuali che condividono tale idea (si tende a fare gruppo tra persone che condividono le proprie idee)?



e in secondo luogo, avendo avuto a che fare spesso con ragazze lesbiche, mi è sempre parso di stare antipatico in partenza (intendo proprio al momento di presentarsi), solo perchè uomo

Imho, questo è più per il tuo modo di fare e porti (se è lo stesso che tieni sul forum). :rolleyes:

Peter Pan
10-12-2006, 15.06.45
si vedeva lontano un kilometro che preferivano non avere nulla a che fare con me ma che volevano solo parlare e stare in compagnia di altre ragazze.


E qual'è il problema? Saranno pure libere di volere e/o decidere con chi stare senza per questo essere giudicate?

Giant Lizard
10-12-2006, 15.09.05
Questa è la prima volta che la sento. Conosco non pochi omosessuali e molti di questi sono, almeno in parte, bisessuali il che cozza con quanto dici.
Non è che hai incontrato un gruppo di omoessuali che condividono tale idea (si tende a fare gruppo tra persone che condividono le proprie idee)?

No aspetta, se sono bisessuali non sono omosessuali :) io sto parlando proprio di omosessuali, amanti del loro stesso sesso...non di entrambi. E' logico che i bisessuali non abbiano nulla contro gli altri bisessuali :sisi:


Imho, questo è più per il tuo modo di fare e porti (se è lo stesso che tieni sul forum). :rolleyes:

Si è vero, mi comporto in modo abbastanza simile, però io parlavo proprio di fare conoscenza...cioè di stringersi la mano. Sembra quasi che gli faccia schifo. D'accordo che non sono sta bellezza, però cacchio entro certi limiti... :asd:
A me sembrava, anche dal modo in cui parlavano, che gli uomini gli facevano proprio schifo.


E qual'è il problema? Saranno pure libere di volere e/o decidere con chi stare senza per questo essere giudicate?

bè ma che ragionamento è scusa? Certo che possono decidere con chi stare...ma è il discorso di fondo che non quadra. Non vogliono essere discriminate e sono le prime a cui fa schifo l'uomo? Bè allora non ha molto senso, non trovi? :)

.Orfeo.
10-12-2006, 15.33.29
Chiudete questa mostruosità, vi prego.

Brian O'Blivion
10-12-2006, 15.34.54
Chiudete questa mostruosità, vi prego.

*

12345

Setzuko
10-12-2006, 15.36.46
Questa è la prima volta che la sento. Conosco non pochi omosessuali e molti di questi sono, almeno in parte, bisessuali il che cozza con quanto dici.
Non è che hai incontrato un gruppo di omoessuali che condividono tale idea (si tende a fare gruppo tra persone che condividono le proprie idee)?


Se sono omosessuali automaticamente non possono essere bisessuali.

La maggior parte degli omosessuali non accettano i bisex perchè per il loro modo di pensare sono persone indecise che non sanno scegliere tra uomo e donna.

Gli omosessuali che conosce Giant li ho conosciuti io per prima (sono io la bsx ed io frequento chat e siti gay) , quando sono in una chat di lesbiche il 90% mi discrimina perchè sono bsx, molte non vogliono avere a che fare con me perchè vado a letto con gli uomini.

E' un atteggiamento che mi lascia l'amaro in bocca!

Setzuko

Setzuko
10-12-2006, 15.41.02
Chiudete questa mostruosità, vi prego.


Perchè scusa...che problema c'è?
Parlare di omosessuali è una mostruosità?

Iniziamo bene... -.-

Setzuko

Daniel_san
10-12-2006, 15.49.22
Io aizzo sempre le mie amiche contro le lesbiche...
Gli dico sempre che non devono fidarsi di donne che temono gli organi riproduttivi maschili! :rulez:

Peter Pan
10-12-2006, 15.52.32
Non vogliono essere discriminate e sono le prime a cui fa schifo l'uomo?

Ma non vogliono chi?!?

Ma non t'è venuto il dubbio che forse le persone che hai incontrato tu non sono rappresentative di una comunità più vasta e eterogenea di individui?
Che magari non tutti sono come le persone che frequenti e magari loro sono in una unica comitiva proprio perché hanno una stessa mentalità, che per quanto discutibile possa essere però non va a compromettere l'esistenza di altri né tantomeno a limitare la libertà altrui, cosa che invece può accadere contro di loro da parte di chi si erge a difensore della "decenza" e della "morale"?

Va bene, discriminano. E allora? Lo fanno all'interno della loro sfera, non ingeriscono su quella di altri.
Invece chi discrimina loro influisce sulla loro libertà di esistere e di essere.

Ma ribadisco il concetto: io ho conosciuto persone omosessuali e bisessuali che non corrispondono alla descrizione generalizzata e generalizzante che fai tu: cerchi di fare un discorso sulla base della tua esperienza, e ne vuoi parlare come se fossero tutti come loro. Non ha molto senso, non trovi?

Setzuko
10-12-2006, 15.52.43
Io aizzo sempre le mie amiche contro le lesbiche...
Gli dico sempre che non devono fidarsi di donne che temono gli organi riproduttivi maschili! :rulez:


Mi auguro tu stia scherzando -.-

Loro non temono...gli fa proprio schifo, che è diverso!
Non capisco perchè stare uno contro l'altro, non si può vivere in maniera pacifica accetando i gusti sessuali di chiunque (ovviamente nel limite della decenza) ?!

Setzuko

.Orfeo.
10-12-2006, 15.55.32
Ribadisco:


Chiudete questa mostruosità, vi prego.

Eowyn.
10-12-2006, 15.55.51
Perchè chiudere?
E' un forum di discussione e si è qui per discutere..
Giant/Setzuko hanno esposto la loro opinione basata sull'esperienza (?). A noi convincerli del contrario, eventualmente.

Non mi sembra che ci siano i motivi per chiudere nulla, per ora. :birra:

Chrean
10-12-2006, 15.57.02
Messo così, il topic ha poco senso.
Potremmo allora aprire un topic sul perché i cattolici sono poco tolleranti, o sul perché i musulmani sono terroristi, o ancora perché i maschi eterosessuali ascoltano musica techno a 200db in auto tamarre iper-truccate...

Piuttosto, avresi dovuto chiedere agli individui che hai incontrato il perché del loro comportamento: ma non in quanto omosessuali, bensì in quanto persone.