PDA

Visualizza versione completa : La proposta politica della lega



Pratti
22-10-2006, 02.12.55
Silvio ti devo dire che ce l'abbiamo duro ed è per questo che qui è pieno di donne..

Umberto Bossi rivolto a Berlusconi al corteo della Cdl di Vicenza.

In questa epoca così insulsa, è con vero piacere che registriamo la centralità dei valori della famiglia e la difesa delle radici cristiane nelle forze politiche che si oppongono al regime comunista oramai stremato.

Se posso introdurre una nota autobiografica, la perdurante erezione del leader leghista mi riporta con la memoria ai tempi gioiosi dell'Università e della Giovinezza, e rende meno greve il pensiero del tempo che passa e che non tornerà più...

http://www.corriere.it/Hermes%20Foto/2006/10/21/0J7HNJ1M--240x240.jpg




ora posso andare a dormire più lieto.

Giant Lizard
22-10-2006, 02.49.59
che fissa, noi ce l'abbiamo più duro :asd: ma intende al nord o alla Lega? :dentone:

MarcoLaBestia
22-10-2006, 03.21.30
http://www.cloudscout.com/images/sources/teletubby.jpg (http://mouvement-citoyen.hautetfort.com/images/medium_berlusconi20nudo.jpg)

Se è questo il suo metro di paragone sta fresco. :asd:


NB:immagine censurata da Hob in rispetto al comune senso del pudore. :asd:

.Orfeo.
22-10-2006, 04.11.19
Sono tutto bagnato.


Più tempo passa e più tremo al pensiero che gente come i leghisti possano tornare presto al governo.Terrore puro.

Mister X
22-10-2006, 09.18.29
medium_berlusconi20nudo.jpg
OMG TRASH!

.Orfeo.
22-10-2006, 09.30.14
Ma poi che ci faceva nudo in mezzo alle erbacce?:look:

Brian O'Blivion
22-10-2006, 09.48.47
I leghisti?

Fascisti vecchio stampo che hanno sostituito il nero col verde:dovrebbero essere dichiarati totalmente illegali,se come popolo possedessimo un minimo d'amor proprio.

Angelo75
22-10-2006, 10.38.37
Ma poi che ci faceva nudo in mezzo alle erbacce?:look:

Quello è il sosia di Berlusca...

.Orfeo.
22-10-2006, 11.06.34
Quello è il sosia di Berlusca...
Certo, il Silvione vero ha una sua dignità da difendere, perbacco.:asd:

Alceo
22-10-2006, 11.08.12
Quello è il sosia di Berlusca...

Da cosa lo hai riconosciuto? :rolleyes:

.Orfeo.
22-10-2006, 11.20.17
Da cosa lo hai riconosciuto? :rolleyes:
Suppongo dalle gigantografie sparse per casa.:asd:
Dai Angelì, si scherza.:D :birra:

N0VA
22-10-2006, 11.26.34
Sono tutto bagnato.


:vomit:



I leghisti?

Fascisti vecchio stampo che hanno sostituito il nero col verde:dovrebbero essere dichiarati totalmente illegali,se come popolo possedessimo un minimo d'amor proprio.


Paura del manganello eh?

.Orfeo.
22-10-2006, 11.27.43
Paura del manganello eh?
Prego?

N0VA
22-10-2006, 11.32.00
Prego?



Ho sbagliato a quotare.... dovevo mettere quello del reverendo ... :angel2:

Angelo75
22-10-2006, 11.32.13
Suppongo dalle gigantografie sparse per casa.:asd:
Dai Angelì, si scherza.:D :birra:

Certo che si scherza :D
L'ho riconoscuto dai capelli ovviamente, il vero Berlusca ne ha molti di più adesso :sisi:

sharkone
22-10-2006, 11.39.18
Vabbè è nel loro stile. Una massa di pagliacci:clap:

Alceo
22-10-2006, 11.43.32
Più seriamente, non so se trovare più sconsolante il folklore di Bossi o il continuare a usare lo spauracchio del comunista (ciò che sarebbe il governo in carica).
Ma sti cosacchi esistono ancora?

Declino
22-10-2006, 11.52.28
Voi ridete, ma al sottoscritto tocca vivere in mezzo a certa gente....sono ovunque :look: hanno anche dei mezzi volanti....

Al legadirigibile !!!!!!

http://www.leganord.org/public/dirigibile.jpg

alcoolwarriors
22-10-2006, 11.55.05
Paura del manganello eh?

io no. il manganello non mi fa paura, mi fa pena il cervello di chi lo usa, e mi fa altrettanta pena il post che ho quotato.

Brian O'Blivion
22-10-2006, 11.56.57
:vomit:





Paura del manganello eh?

Con la vita che ho avuto,al momento,sono molto poche le cose che mi fanno paura,il manganello non è sicuramente tra queste.

:birra:

sharkone
22-10-2006, 11.59.07
Ma sti cosacchi esistono ancora?
Bella domanda. Imho al potere sicuramente no.

samgamgee
22-10-2006, 12.58.49
tre cose che ho trovato scandalose riguardo al raduno di ieri (faccio presente che ho visto solo il servizio al tg, con tutti i possibili tagli e controtagli ok)

- berlusconi che accusa il presidente della repubblica (zero rispetto per le istituzioni, e non è un black block o un anarchico, è il capo dell'opposizione)
- questo continuo riferirsi al comunismo, veramente, avete rotto i maroni
- bossi che tutto storto biascica "Dobbiamo prepararci alla marcia su Roma".

Ma come...LA MARCIA SU ROMA?? Torna a scuola a studiare anche tu!

E' una cosa gravissima secondo me.

FALLEN_ANGEL_664
22-10-2006, 13.00.58
Era un discorso di piazza, un discorso fatto ad un branco di persone scese lì per fare casino e dire "siiiii" a qualunque cosa dicessero le persone sul palco. Addirittura tra questi spettatori ce ne era un certa parte che fischiava l'inno nazionale (e se non sbaglio è un reato offendere i simboli della nostra patria), col Bossi che se ne esce con "preferivamo Verdi". Quello è il nostro inno, testa di rapa*. Non importa cosa tu preferisci al suo posto: il nostro inno per legge non può essere insultato. Quell'inno stà a ricordare anche tutte quelle persone che speravano/hanno combattuto e tutte quelle che sperano/combattono ancora nel loro stato per il loro stato. Insulta l'inno e includerai nell'insulto anche tutto quel che c'è e che c'è stato di buono in questo paese.

Col Berlusconi che più simile ad un Mussolini non poteva essere (il che è ovvio: tutti e due di destra e in piazza a far discorsi alle masse), con discorsi che di costruttivo non hanno niente e che non servono altro che a far casino.

L'accusa rivolta a tutto il governo (incluso il presidente accusato pesantemente) non supportata da alcuna prova poi, rasenta (ma potrei dire che sfora appieno) il limite dell'offesa gratuita a cariche dello stato. Se vado a dirlo in giro io mi arrestano, se và a farlo lui in un discorso ad una piazza di italiani viene applaudito o superficialmente richiamato.

L'unica cosa che sento di dover elogiare sono tutte quelle bandiere e striscioni: per una volta finalmente l'immagine di Berlusconi e compagnia bella era totalmente coperta all'occhio della telecamera!

*non mi piace offendere; ma ritengo che sia giusto inserire questo insulto per sottolineare il mio stato d'animo

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Pratti
22-10-2006, 13.39.06
Bon io volevo tenerlo un po' sul ridanciano, ma anche i discorsi seri mi vanno bene.

Segnalo questo articolo di Stella sul corsera:


Se l'era tenuto in gola per mesi, il rospo. Si era adattato alle spagnolesche cortesie del cerimoniale, aveva fatto i dovuti inchini, era riuscito a mantenere la promessa a se stesso di tener le cose separate: un conto è il governo di sinistra, un altro il Colle.
Ma ieri mattina, davanti alle bandiere inzuppate di pioggia e alla spianata di ombrelli che copriva la vicentina piazza dei Signori, Silvio Berlusconi non ce l'ha più fatta. E quel rospo l'ha sputato fuori. Bollando Giorgio Napolitano come «uno dei loro». Per ore, c'è chi ha sperato nel suo schieramento che l'attacco fosse dovuto, chissà, a un dolorino alle ossa per la giornataccia autunnale. O alla conferma che il «popolo dei moderati» (il quale secondo i vigili non ha riempito manco il grande parcheggio accanto allo stadio, per un totale stimato dalla Questura di 8 mila partecipanti) è forse generoso ed entusiasta ma non ancora un popolo «da piazza» capace di dare prove di forza. E per ore, soprattutto dopo la scelta di Casini di prendere le parti del Capo dello Stato («È un galantuomo e una garanzia per tutti gli italiani, anche per coloro che non l'hanno votato in Parlamento, anche per l'Italia che è contro Prodi») ha atteso una precisazione. Un distinguo. Una messa a punto. Niente. E a quel punto è stato chiaro: il Cavaliere ha deciso di muover guerra anche al Quirinale. Il suo consigliere politico (e cappellano militare) Gianni Baget Bozzo, del resto, a chi rinfacciava al leader del centrodestra il rischio di certe sortite, spiegò un giorno: «Le sue gaffes non sono gaffes. Lui fa finta ma è tutto già pensato, già voluto». «Anche se sembrano proprio gaffes?», gli chiesero. «Macché! Lui sperimenta, cerca, manda messaggi, anticipa. E' uno strumento di comunicazione e anche di direzione politica». Dove porterà questa scelta berlusconiana, si vedrà. Ma certo lo strappo vicentino rischia di riportare l'orologio agli anni dello scontro con Oscar Luigi Scalfaro. Non si sopportavano. Dicevano entrambi di essere cattolici, entrambi di avere partecipato (ognuno a suo modo: il futuro Cavaliere attaccando manifesti) alla campagna del 18 aprile, entrambi di avere come riferimento De Gasperi. Ma non si sopportavano. Al punto che, dopo la fase iniziale di gelida deferenza, Berlusconi prese ad attaccare «Oscar Maria Goretti», come lo chiamavano quanti irridevano alla sua devozione mariana, tutti i giorni e a tutte le ore. Denunciava lo «scandalo di avere un arbitro che gioca contro di noi». Diceva sprezzante che «di lui negli archivi resterà un'immagine a pezzi». Lo liquidava come «un garante da operetta». Ironizzava che «si andrà alle urne quando lui si sentirà garantito per altri quattro anni visto che non gliene importa nulla dei problemi del Paese». Lo bollava come uno «presente ovunque ci sia da raccontare qualcosa di inutile». Gli rinfacciava di aver convinto lui Di Pietro a non accettare l'offerta degli Interni, di aver saputo prima di lui da Borrelli che dal pool milanese era partito il famigerato avviso di garanzia ma soprattutto d'aver tenuto bordone a Bossi dopo la spallata che aveva buttato giù il suo primo governo: «Mi ero recato al Quirinale e avevo proposto di votare a febbraio '95, in un momento in cui la Lega era debole. Ma Scalfaro chiamò Gifuni, presero l'agenda e iniziarono a guardare il calendario per decidere quando andare alle urne, e il presidente dopo aver scartato molte date propose l'11 giugno. Ma poi sappiamo come sono andate le cose». Finì con insulti mai sentiti a un capo dello Stato. Uno per tutti, quello urlato in piazza da Vittorio Sgarbi: «Scalfaro è una pernacchia fritta». Fu dopo quell'esperienza, uno scontro forse dal suo punto di vista doveroso ma del tutto improduttivo, che Berlusconi decise di accettare il consiglio dei suoi alleati più moderati: mai più contro il Quirinale. E questa è sembrata essere la linea non solo nei sette anni di Ciampi, eletto coi voti di tutti, ma anche durante il passaggio al nuovo settennato. Certo, respinse subito e nettamente l'ipotesi dell'Udc di convergere sul senatore diessino: «Come farebbe la nostra gente a capire?». Ma ci tenne a precisare: «Non c'è un nostro "no" verso nessuno, c'è solo un nostro sì per Letta». Di più: «Non abbiamo mai discusso la persona a cui anzi portiamo rispetto e a cui auguriamo buon lavoro nel modo più assoluto».
E pur denunciando «un'occupazione militare delle più alte cariche istituzionali», volle ribadire di non avere «nulla da eccepire» sull'uomo: «Una persona stimabile in sé e certamente un gentiluomo». Di più: mentre Roberto Calderoli sibilava che lui non riconosceva il nuovo Capo dello Stato perché «è difficile dialogare con persone che parlano solo il russo», lui tagliò corto: «Certo che lo riconosciamo come presidente». E' vero, il giorno del discorso di insediamento restò ostentatamente seduto al suo posto mentre Napolitano entrava nell'aula di Montecitorio. Ed è vero che limitò il suo applauso al solo omaggio (ovvio) ai morti di Nassiriya. Spiegò però di essersela presa perché mai gli era stato riconosciuto il ruolo avuto a Palazzo Chigi. E avuto l'atteso riconoscimento per «l'intensità dell'impegno dispiegato in questi cinque anni» che aveva «permesso la stabilità e la continuità dell'intera legislatura», ammise: «Queste parole sono la prima conferma della sua volontà di essere il presidente di tutti». Cosa sia cambiato da allora non appare chiaro. Ma le aperture apprezzate da Umberto Bossi (come il riconoscimento dello status di «città» a Pontida), i moniti a Prodi che «non si può governare a colpi di fiducia», le confidenze sulle perplessità che ha su «un certo piglio» del governo come se «avesse vinto le elezioni con sei o sette punti di vantaggio» o l'affermazione che «il principio maggioritario non è la dittatura della maggioranza» non sono evidentemente bastati a spazzare via le diffidenze del Cavaliere verso l'anziano leader eletto al Quirinale. E' o non è un «comunista»?
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/10_Ottobre/22/stella.shtml

Dalmo
22-10-2006, 13.52.45
I leghisti?

Fascisti vecchio stampo che hanno sostituito il nero col verde:dovrebbero essere dichiarati totalmente illegali,se come popolo possedessimo un minimo d'amor proprio.
Ma anche il rosso andrebbe escluso.
Quindi finchè la sinistra regala spettacoli come rifondazione, comunisti italiani e i no global allora è lecito che vi sia anche Borghezio al governo. :asd:
O si elimina l'estremismo da entrambe le parti o non si elimina, fine.

Brian O'Blivion
22-10-2006, 13.56.31
Ma anche il rosso andrebbe escluso.
Quindi finchè la sinistra regala spettacoli come rifondazione, comunisti italiani e i no global allora è lecito che vi sia anche Borghezio al governo. :asd:
O si elimina l'estremismo da entrambe le parti o non si elimina, fine.

Ti si deve ricordare fino alla nausea che il fascismo,in questo paese,è un reato costituzionale?

Ovvio che se parli di marcia su Roma non fai che conclamare l'ipotesi di reato.

mVm
22-10-2006, 18.42.02
Ho letto quello che è stato citato qui e poi l'ho confrontato con il resoconto di una convenscion del popolo diessino descritta nel blog di Grillo. Non ci trovo nessuna differenza.

Pratti
22-10-2006, 18.47.01
Ho letto quello che è stato citato qui e poi l'ho confrontato con il resoconto di una convenscion del popolo diessino descritta nel blog di Grillo. Non ci trovo nessuna differenza.
Hanno insultato il Pdr, fischiato l'inno di Mameli e inneggiato a slogan veteromaschilisti?:.:

Alceo
22-10-2006, 19.39.22
Ho letto quello che è stato citato qui e poi l'ho confrontato con il resoconto di una convenscion del popolo diessino descritta nel blog di Grillo. Non ci trovo nessuna differenza.

Mi linkeresti il post del blog di grillo in questione?

P.S. Ma hai scritto convenscion apposta?

samgamgee
22-10-2006, 20.04.48
Scusa mvm ma non me lo vedo Fassino a dire "Faremo la marcia su Roma!". E nemmeno Bertinotti :asd:

Dalmo
22-10-2006, 20.11.46
Ti si deve ricordare fino alla nausea che il fascismo,in questo paese,è un reato costituzionale?

Ovvio che se parli di marcia su Roma non fai che conclamare l'ipotesi di reato.
Una costituzione scritta con il terrore del ritorno del fascismo e scritta dai nemici dei fascisti?
Non mi interessa Brian, il fatto che il comunismo non sia un reato costituzionale non lo giustifica, nonostante sia ai livelli di estremismo del fascismo.

PS: sono talmente pericolosi i leghisti per lo stato che i magistrati fanno di tutto per prenderli, ce ne sono già centinaia nelle nostre galere :asd:

MarcoLaBestia
23-10-2006, 02.19.58
il comunismo ai livelli estremisti del fascismo?


stronzata by dalmo n. #362556478 :asd:


forse egli non ha capito ke l'urss di stalin fu un regime totalitario ke stravolse le idee del comunismo, mentre il fascismo fu creato direttamente da mussolini.

(nè mai lo capirà)

FALLEN_ANGEL_664
23-10-2006, 10.32.39
Forse non avete mai capito che a molti politici non frega una mazza di cosa la gente crede che siano e che una volta messo su uno stato totalitario appena ereditato da dei rivoluzionari che hanno rovesciato un regime basandosi su principi anche condivisibili sono belli che pronti a fare in proprio comodi.

Per fortuna se non cadono prima di solito questi regimi morto il capo non hanno vita lunga.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Turbominchia
23-10-2006, 12.04.20
Scusate ma perchè non parliamo dell' operato di chi ci comanda adesso? Del berlusca abbiamo parlato male in tutte le salse nei 5 anni passati, adesso è il turno dei nuovi padroni al potere. Dopotutto il berlusca più anche andare nudo in piazza tanto non conta nulla adesso, non è lui al potere. :asd:

Angelo75
23-10-2006, 12.21.50
Scusate ma...

Minchia che avatar! :asd:

mVm
23-10-2006, 12.47.57
Non mi riferivo esattamente ai contenuti, ma al come sono spesso descritte le atmosfere e i partecipanti alle manifestazioni leghiste.

Io ho trovato analogie in questo resoconto, LINK (http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/297.1438412338), nel quale si parla però di altri volti, altri militanti, altre bandiere.

Si l'ho scritto (convescion) deliberatamente.

Ad ogni modo credo sia utile considerare una cosa, riguardo alla Lega e hai suoi fondatori. Magari già nota. Cioè il merito, e la capacità, di aver tradotto e/o ricondotto in un ambito politico, per quanto discutibile nelle forme e nelle espressioni, un malcontento che altrimenti avrebbe potuto manifestarsi in forme molto meno democratiche. E di gente così incazzata da arrivare a fare atti estremi, da queste parti, ce n'era parecchia.

Alceo
23-10-2006, 13.03.08
Non mi riferivo esattamente ai contenuti, ma al come sono spesso descritte le atmosfere e i partecipanti alle manifestazioni leghiste.

Intendi dire un po' nazional popolare da porchetta e birra e liscio a gogò?

(il link non funziona)

Le critiche erano dirette più ai rappresentanti delle forze politiche e non tanto ai partecipanti alla manifestazione.


Ad ogni modo credo sia utile considerare una cosa, riguardo alla Lega e hai suoi fondatori. Magari già nota. Cioè il merito, e la capacità, di aver tradotto e/o ricondotto in un ambito politico, per quanto discutibile nelle forme e nelle espressioni, un malcontento che altrimenti avrebbe potuto manifestarsi in forme molto meno democratiche. E di gente così incazzata da arrivare a fare atti estremi, da queste parti, ce n'era parecchia.

A quali atti estremi ti riferisci? C'era il pericolo di un terrorismo di matrice nordista?

Comunque è vero che la lega con i suoi cambiamenti di rotta (passata da secessionista a federalista, da "mai a Roma ladrona" ai ministri e parlamentari, da Berlusconi mafioso ad amico Berlusconi) è riuscita a portare con se la propria base elettorale.

Brian O'Blivion
23-10-2006, 13.08.10
Ad ogni modo credo sia utile considerare una cosa, riguardo alla Lega e hai suoi fondatori. Magari già nota. Cioè il merito, e la capacità, di aver tradotto e/o ricondotto in un ambito politico, per quanto discutibile nelle forme e nelle espressioni, un malcontento che altrimenti avrebbe potuto manifestarsi in forme molto meno democratiche. E di gente così incazzata da arrivare a fare atti estremi, da queste parti, ce n'era parecchia.

Ok,se avrò problemi col condominio mi sentirò autorizzato ad andare alle riunioni col ferro in tasca:sisi:

La gente incazzata c'è dappertutto,non me la sento di considerare le vostre esigenze superiori a quelle di cittadini di altre regioni perchè non ve n'è ragione,come non c'è ragione,tantomeno dignità,nello sputare veleno sull'unità d'Italia o sulla gente costretta ad emigrare,non riconosco nessun merito perchè i leghisti,son gente in malafede,dall'istinto violento e dall'ignoranza d'altri tempi.

mVm
23-10-2006, 13.20.34
le vostre esigenze

Io non sono leghista. :)

Dopo rispondo al resto, ho un appuntamento di lavoro e non posso tardare.

Brian O'Blivion
23-10-2006, 16.05.03
Io non sono leghista. :)

Dopo rispondo al resto, ho un appuntamento di lavoro e non posso tardare.

Va bene,ma rammenta che tra la marcia del sale e andare sul treno con lo spruzzino del detergente,a rompere le palle a gente che cerca un angolo per poter sopravvivere,di acqua ne passa e tanta a questo punto,anche hitler o mussolini cavalcarono l'onda del malcontento popolare,c'è modo e modo,la lega non ha modi,tantomeno cervello,men che meno animo.

mVm
23-10-2006, 17.01.19
Il link si riferiva a un evento organizzato da diessini, lo trovate nel grillo-blog sotto "politica". La cosa che mi ha colpito è proprio il "leghismo" dei comportamenti.
Riguardo agli atti estremi, non posso affermare niente. Ma di certo non me ne sarei stupito.
Lega e cambiamenti di rotta... io direi Lega e maturazione, non mi interessa in bene o in male, dei loro "ideali". La seccessione era evidentemente una cazzata impraticabile, il federalismo è accettato anche da altri schieramenti.
Riguardo al popolo leghista, ne conosco molti per i quali la descrizione di Brian si adatta a pennello. Per diversi altri assolutamente no.

Il_Re_dei_Fake
23-10-2006, 21.11.06
Perlomeno i leghisti son più combattivi della maggior parte degli italiani, sempre pronti con le braghe calate a prenderlo in quel posto. Se poi hanno idee del cazzo o sono disonesti, non lo so, su questo non mi esprimo. Però so una cosa: gli italiani sono un popolo senza spina dorsale, passivo e debole, e si meriterebbe di peggio rispetto a quel che ha già.

.Orfeo.
23-10-2006, 21.16.27
Non conosco di persona dei veri leghisti, quindi non posso giudicare la base elettorale (Certo i servizi che ho visto in tv dei raduni a Pontida li ho trovati a dir poco grotteschi :look: ), però conosco bene gli eletti e a parte forse (volendo proprio essere buoni) Maroni, tutti gli altri, a partire dal senatùr fino ad arrivare ai fenomeni da baraccone (alias borghezio e calderoli) e passando per quell'imbecille di castelli, sono uno peggio dell'altro.Razzisti, omofobi, xenofobi, volgari in tutto quello che dicono, ignoranti, populisti, beceri, opportunisti.No, signori miei, mi spiace, ma per me sono anche quasi peggio dei fascisti.

StrangeVibration
23-10-2006, 21.22.10
gli italiani sono un popolo senza spina dorsale, passivo e debole, e si meriterebbe di peggio rispetto a quel che ha già.

Ma vergognati. Ma te dove abiti, in Uganda?
:tsk:

samgamgee
23-10-2006, 21.27.10
Perlomeno i leghisti son più combattivi della maggior parte degli italiani, sempre pronti con le braghe calate a prenderlo in quel posto. Se poi hanno idee del cazzo o sono disonesti, non lo so, su questo non mi esprimo. Però so una cosa: gli italiani sono un popolo senza spina dorsale, passivo e debole, e si meriterebbe di peggio rispetto a quel che ha già.

Questo lo diceva anche un tizio pelato negli anni 20' lo sai? E, no, non è Lex Luthor

Il_Re_dei_Fake
23-10-2006, 21.51.00
Ma vergognati. Ma te dove abiti, in Uganda?
:tsk:

Mi sfugge il senso di questo reply




Questo lo diceva anche un tizio pelato negli anni 20' lo sai? E, no, non è Lex Luthor

Si, so a chi ti riferisci. E allora? Su questo aveva ragione

StrangeVibration
23-10-2006, 21.54.52
Mi sfugge il senso di questo reply


Che sei un Italiano, che come tutti pensa merda dell'Italia. Come fai a dire che noi ci meritiamo questo? Come fai a dire che anche tu ti meriti questo?
Cazzo è come un ebreo dei campi di concentramento che inneggia ad Hitler... :mumble:
Ammetti che hai fato un reply tanto per fare, generalizzando ed
esagerando e :birra: sopra.

Il_Re_dei_Fake
23-10-2006, 22.03.50
Che sei un Italiano, che come tutti pensa merda dell'Italia. Come fai a dire che noi ci meritiamo questo? Come fai a dire che anche tu ti meriti questo?
Cazzo è come un ebreo dei campi di concentramento che inneggia ad Hitler... :mumble:
Ammetti che hai fato un reply tanto per fare, generalizzando ed
esagerando e :birra: sopra.

In primis, chi ti dice che sono italiano?
In secondo luogo, sono italiano. Non penso merda dell'Italia, ma del popolo italiano. Penso merda di ciò che è diventato ora. Ma non preoccuparti, ciò che penso dell'italia vale per molti popoli, su questo mondo.
Generalizzo? Probabile. Dopotutto come si fa a fare ragionamenti di questo tipo senza generalizzare? Altri in questo topic ne han fatti (vedi discorsi sulla lega), quindi o si generalizza o si sta zitti.
Inoltre sicuramente non conosco abbastanza il mondo ne' sono abbastanza acculturato per poter fare discorsi di questo genere, ma d'altra parte chi ne ha facoltà? Quindi vale lo stesso ragionamento da poco citato (vedere sopra). Infine, ripeto, non ci meritiamo questo, ma peggio. Ma dopotutto sto divagando. Non ha senso parlare di merito su queste cose, qui hai ragione. Fatto sta che siamo nella nostra situazione. La mia opinione negativa su questo popolo, tuttavia, rimane.

Brian O'Blivion
23-10-2006, 23.44.03
Si, so a chi ti riferisci. E allora? Su questo aveva ragione

Mah,secondo me sei scemo...e strafottente,manco ci pensi,alle vittime del ventennio...chissà perchè ogni volta che qualcuno usa un appellativo come re o principe spunta empre un carciofo informe,misteri della natura:mumble:

Alceo
23-10-2006, 23.55.38
In primis, chi ti dice che sono italiano?
In secondo luogo, sono italiano. Non penso merda dell'Italia, ma del popolo italiano. Penso merda di ciò che è diventato ora. Ma non preoccuparti, ciò che penso dell'italia vale per molti popoli, su questo mondo.
Generalizzo? Probabile. Dopotutto come si fa a fare ragionamenti di questo tipo senza generalizzare? Altri in questo topic ne han fatti (vedi discorsi sulla lega), quindi o si generalizza o si sta zitti.
Inoltre sicuramente non conosco abbastanza il mondo ne' sono abbastanza acculturato per poter fare discorsi di questo genere, ma d'altra parte chi ne ha facoltà? Quindi vale lo stesso ragionamento da poco citato (vedere sopra). Infine, ripeto, non ci meritiamo questo, ma peggio. Ma dopotutto sto divagando. Non ha senso parlare di merito su queste cose, qui hai ragione. Fatto sta che siamo nella nostra situazione. La mia opinione negativa su questo popolo, tuttavia, rimane.

Non si capisce granché di quel che dici, ma "In primis, chi ti dice che sono italiano? In secondo luogo, sono italiano." è bellissima. :D

StrangeVibration
23-10-2006, 23.59.36
Non si capisce granché di quel che dici, ma "In primis, chi ti dice che sono italiano? In secondo luogo, sono italiano." è bellissima. :D

Effettivamente la volevo quotare, ma poi ho evitato per non flammare. Però visto che l'hai fatto tu allora mi associo.
Bellissima :hail: :asd:

BVZM
24-10-2006, 00.44.56
Questo topic sulle erezioni legaiole è talmente irresistibilmente maschio che non vi è ancora intervenuta nemmeno una delle pulzelle del forum (Reverenda esclusa ovviamente).
Bah, il declino erettile del maschio padano...

Me ne torno a cospargere di liquido seminale Girl Power, e siccome mi state sui maroni, non vi ci metto nemmeno il link.

Brian O'Blivion
24-10-2006, 10.15.14
Questo topic sulle erezioni legaiole è talmente irresistibilmente maschio che non vi è ancora intervenuta nemmeno una delle pulzelle del forum (Reverenda esclusa ovviamente).
Bah, il declino erettile del maschio padano...


E io ti spiego il perchè:le pulzelle,nella loro saggezza superiore,non solo si rompono,alla domenica,di venire qui per farsi quattro risate e invece se trovano 4 o 5 tropix di politica,spesso dal contenuto delirante,come questo,ma non postano mentre molti maschietti,come è tradizione,ci cascano con tutte e quattro le zampe,più che forum ludico sembra la saletta stampa di Montecitorio,ve possino...

Il_Re_dei_Fake
24-10-2006, 12.03.53
Mah,secondo me sei scemo...e strafottente,manco ci pensi,alle vittime del ventennio...chissà perchè ogni volta che qualcuno usa un appellativo come re o principe spunta empre un carciofo informe,misteri della natura:mumble:

Cos'ho detto di Mussolini? Che su QUELLA frase aveva ragione, non ho detto nient'altro. Che c'entrano le altre cose? Se gli do ragione su quello mica devo essere d'accordo con lui per tutto il resto. Inoltre non ho insultato nessuno quindi vedi di non insultarmi

Brian O'Blivion
24-10-2006, 13.17.57
Cos'ho detto di Mussolini? Che su QUELLA frase aveva ragione, non ho detto nient'altro. Che c'entrano le altre cose? Se gli do ragione su quello mica devo essere d'accordo con lui per tutto il resto. Inoltre non ho insultato nessuno quindi vedi di non insultarmi

Vedi?

Per un semplice scemo ti sei alterato e,giustamente,rivendichi il diritto di essere rispettato,dunque ti chiedo scusa se ti turba e con l'occasione,ti invito a riflettere come ben altro fu l'atteggiamento del duce nei confronti di tutti coloro che non condividevano le sue idee...lui ha sbagliato,ha sbagliato tutto,magari per i familiari era un uomo dolcissimo ma non verso il popolo,noi dobbiamo rifiutare il suo operato in chiave totale,solo così cominceremo a liberarci del suo spettro duro a morire nella cultura popolare,senza tirare sempre in ballo il quando c'era lui,la bonifica dell'Agro Pontino che se è per questo,gli olandesi hanno tirato su ben di più dalle paludi,senza proclami,editti,scassamenti di uallèra vari e ammazzatine gloriose di popoli semi tribali.

Scrockman
24-10-2006, 15.38.10
quando c'era lui,la bonifica dell'Agro Pontino

Mah... Diciamo pure che la bonifica (quella "sua", perché dai tempi dei romani già ci stavano provando) era ricominciata mi sa dalla seconda metà dall'ottocento (Santa Maria Goretti era delle Ferriere, località già strappata all'olim palus, e Santa Maria Goretti era decisamente pre-fascismo), e il caro duce l'ha soltanto accelerata e completata al prezzo di tantissime vite di coloni, morti di malaria e di fatica. Altro che populismi de 'sta ceppa...