PDA

Visualizza versione completa : WoW: quanti utenti di OS sono nel tunnel?



Pagine : [1] 2

Asuterisuku
19-09-2006, 20.03.36
Chiedo ai mod di aprire un sondaggio.
Sono davvero curiosa di sapere quanto alta sia la percentuale di frequentatori di OS che giocano a WoW.
E capire poi quanto scatti dipendenza e perche'.
Io, per prima, ci gioco. Nemmeno poco, devo ammettere. Ma non me ne considero dipendente, chi mi conosce puo' confermare che se posso giocare bene, se non posso giocare bene lo stesso, e non sacrifico nulla per il gioco.
E voi?

Vi prego, vi imploro, vi scongiuro, evitiamo lamerate inutili...

N0VA
19-09-2006, 20.04.58
io no...

destino
19-09-2006, 20.07.50
ci gioco e mi ritengo "mediamente" dipendente.

quando ho un obiettivo in game voglio raggiungerlo ma nn mi sogno item la notte ne rosico per roba che nn riesco a vincere, se c'e da fare na cosa la faccio, pure con calma, ma la faccio.

perche mi piace?
Per il fatto stesso del MMORPG: gente online con cui giocare assieme, ponendoci sfide via via sempre + difficili da affrontare insieme, con l'aiuto di tutti

Asuterisuku
19-09-2006, 20.08.38
ci gioco e mi ritengo "mediamente" dipendente

Sarebbe a di'? :mumble:

destino
19-09-2006, 20.11.43
Sarebbe a di'? :mumble:

sarebbe a dire:"mediamente" cioe non gioco 24 ore al giorno stando fisso su TS, non conosco tutti i millemila dettagli del game, non ho 5-6 pg lvl 60 e non ne sto crescendo un settimo, conosco bene solo la mia classe e pochissimo le altre.

Lord_Talismano
19-09-2006, 20.13.27
mediamente preso... visto che con la mia gilda ora ricominciamo a far raid... ma è una situazione che si tira avanti da una diecina d'anni visto che son partito con ultima online...

Di0
19-09-2006, 20.16.28
Fuori, nè vedo la luce. :D

_Fred_
19-09-2006, 20.27.31
Io prima di questo tread non sapevo neanche cosa fosse WoW.

Raphael_Ravil
19-09-2006, 20.31.30
Io a Wow non ci gioco, non ci ho nemmeno mai provato. Tempo fa mi venne in mente di provare la demo, ma poi chiedevano comunque il numero di carta di credito, e ci rinunciai perchè era troppo scazzo andare a tirarla fuori dal portafoglio, e alla fine la cosa non mi entusiasmava al punto di mettere i miei dati in gioco.
Se non sono un giocatore di Wow è sostanzialmente a causa di due cose: la prima è che non mi è mai andato giù di dover pagare mensilmente. Una volta credevo fosse semplicemente un furto (allora anche Nat, quando ancora era un cittadino del pianeta terra, era d'accordo con me. Immagino abbia cambiato idea), con il tempo ho realizzato che tale pagamento era comunque compensato dalla qualità del gioco, e dagli aggiornamenti, e tutto sommato era un gioco che valeva la candela. Quindi si può dire che il primo motivo che mi impedì di mettermi a giocare a Wow sia caduto con il tempo.
Il secondo motivo è invece ben più grave e significativo ai fini della conversazione: avevo assistito allo sfacelo causato alla mia psiche da Diablo 2, e staccato diablo 2 mi guardai bene dal gettarmi in un altro tunnel. In realtà nessun problema vero e proprio fu causato dalla mia dipendenza da D2 (perchè di dipendenza si trattava), già non avevo una vita sociale allora, quindi sotto quel pun to di vista non c'era niente da danneggiare. Nemmeno lo studio fu penalizzato, perchè anche quello già prima era ridotto ai minimi termini (non aprivo un libro scolastico per più di mezzora dai tempi della terza elementare). Non mi causò nemmeno problemi fisici/psicologici di sorta.
Eppure se ci ripenso, ricordo con orrore tutta la mia avventura a Diablo 2, con orrore perchè il tempo perso, il tempo che mi è stato portato via da quel gioco, è come svanito per sempre, non mi ha lasciato niente, non è servito a niente, è come un enorme macchia nera nella mia vita multicolore. E questo sinceramente mi da molto fastidio. Quanti libri avrei potuto leggere, quante cose avrei potuto fare...
Nonostante la mia sopracitata assenza di vita sociale, indipendente dal gioco, la mia vita è infatti viva e vitale, in continuo mutamento, come un brivido, una vibrazione... Ed invece i momenti passati a giocare a D2 sembravano come congelati, insignificanti...
Alla luce di questo decisi di evitare Wow come la peste.

Data questa lunghissima introduzione credo di essere nella posizione di azzardare a spiegare la dipendenza anche senza essere un giocatore di Wow (dipendente o no). La dipendenza sfortunatamente scatta per lo stesso motivo per scattano tutte le dipendenze: la naturale tendenza dell'uomo ad alienarsi al di là di se stesso. In qualcosa che lo intontisca, lo faccia come morire, almeno per qualche istante. E non sto parlando del frutto di condizioni "disagiate" sto parlando di una tendenza che si manifesta anche nelle persone che teoricamente stanno benissimo.
Tutto va bene per perdere un attimo di vista noi stessi: Wow, Diablo, una canna, una tirata di cocaina, un programma in televisione, il cibo, persino i rapporti sociali o il sesso. Io sinceramente non so dare una spiegazione di nessun genere a questa tendenza, posso solo dire che la riscontro praticamente in tutto il genre umano, ed è quella che forse in molti casi viene chiamata "perdita dell'innocenza" (i bambini sono gli unici che si salvano). Anche se forse sarebbe più appropriato chiamarla "perdita dello stupore", che sfocia immancabilmente nella triste abitudine (The air is full of our cries. But habit is a great deadener)...

Personalmente sto tentando di salvare almeno la mia esistenza da quella apatia... E sicuramente Wow non mi aiuterebbe.

billygoat
19-09-2006, 20.36.35
io ho mai nemmeno visto una schermata se non i video di internet is for porn e the hardware store di weird al jankovich ( :hail: ), però ho accompagnato nat a comprarlo al saturn di brescia e mi sento abbastanza in colpa nei confronti dei suoi familiari... :asd:

Raziel7
19-09-2006, 20.38.39
Non gioco a WoW, non mi è mai venuta la voglia di provare e penso mai mi verrà. I motivi che mi spingono a dire ciò sono molti, come il fatto che non ho tempo da perdere a giocare, mi piange il cuore dirlo...Inoltre sono contrario al pagamento del gioco, anche se mi è capitato in passato di spendere per giocare, penso che sia un bel modo per buttare i soldi, in OGNI caso (qualcuno potrebbe dire che è la stessa cosa di acquistare un videogioco, ma la cosa è differente). Inoltre devo ammettere ho una sorta di timore nell'affrontare tale fenomeno, ho paura di rimanere intrappolato anche io...lol.

Ubar
19-09-2006, 20.43.51
va a periodi, ma cmq mai piu di un ora al giorno

.Orfeo.
19-09-2006, 20.55.26
Hanno cercato di convertirmi, sono però riuscito a resistere alla tentazione.:asd:

Zaorunner
19-09-2006, 21.03.10
No grazie, ho una vita fuori dalla finestra lcd.

Khorne
19-09-2006, 21.10.47
Sì, mi ci drogo. Ma ho notevolmente ridotto rispetto ad un paio di mesi fa :D

Asuterisuku
19-09-2006, 21.14.13
La dipendenza sfortunatamente scatta per lo stesso motivo per scattano tutte le dipendenze: la naturale tendenza dell'uomo ad alienarsi al di là di se stesso. In qualcosa che lo intontisca, lo faccia come morire, almeno per qualche istante. E non sto parlando del frutto di condizioni "disagiate" sto parlando di una tendenza che si manifesta anche nelle persone che teoricamente stanno benissimo.

Tutto va bene per perdere un attimo di vista noi stessi: Wow, Diablo, una canna, una tirata di cocaina, un programma in televisione, il cibo, persino i rapporti sociali o il sesso. Io sinceramente non so dare una spiegazione di nessun genere a questa tendenza, posso solo dire che la riscontro praticamente in tutto il genre umano, ed è quella che forse in molti casi viene chiamata "perdita dell'innocenza" (i bambini sono gli unici che si salvano). Anche se forse sarebbe più appropriato chiamarla "perdita dello stupore", che sfocia immancabilmente nella triste abitudine (The air is full of our cries. But habit is a great deadener)...

Speravo che rispondessi tu :D
Ho voluto dividere in due parti quanto da te espresso. Semplicemente perche' secondo me ci sta bene una pausa di respiro, fra le due proposizioni.

Concordo fondamentalmente con tutto, volendo pero' segnare una discriminante sull'alienazione. Imho non tutta l'alienazione e' negativa. Esiste quella che nasce dalla semplice necessità dell'uomo di tirarsi per un attimo fuori (o al di sopra, come preferisci) dallo stress della quotidianita', dei problemi impellenti, del bla bla bla. Una ricarica emotiva, come il sonno lo e' per il fisico. Si soddisfa con i libri, la musica, la tv, i giochi, quello che vi pare. Fantasticare ad occhi aperti (o chiusi). Ognuno ha il suo.
Esiste poi (sempre imho) l'alienazione negtiva. Quella che diventa, appunto, dipendenza.
Sempre imho, questa condizione nasce da un'insoddisfazione ed una frustrazione piu' o meno profonde della propria realta', che di conseguenza portano l'individuo a non voler piu' abbandonare quella via di fuga che gli permetteva di dimenticare di essere infelice. Fino a renderla necessaria, ed a sostituirla alla vita reale, nella graduatoria di cio' che serve per vivere.
Per quanto riguarda me, credo di avere una pessima propensione alle dipendenze, per chissa' quale inghippo genetico, forse, chissa'.
Esempio: smettere di fumare. Pacchetto finito. Fumato piu'. Senza problemi.
Stessa cosa con WoW: ci gioco, mi nerdizzo, quando non ce l'ho non ne sento la mancanza, anche se quando ce l'ho (leggi: mentre ci sto dentro) sembro una specie di mitologica donna collegata, corpo qui e spirito traslato in gnometta frostboltcastante.
Il discorso della perdita dell'innocenza e' pero' interessante. Io l'ho sempre associata alla disillusione.
Ed io disillusa lo sono ben piu' di parecchio.
Innocente probabilmente non e' rimasto piu' nemmeno l'unghia del mio mignolo destro.
Non credo, tuttavia, che questo abbia a che fare col processo di dipendenza ad un mmog (solo per circoscrivere il discorso), che sia WoW, Diablo, Lineage, o qualunque altro.
Credo che ci siano dei meccanismi, nemmeno troppo sottili, tutto sommato, che rendono WoW piu' "intrappolante" di altri giochi, o forse in maniera piu' efficace.
La domanda alla quale mi interessa risposta è in effetti:
Cosa da WoW a chi ne resta dipendente?
Cosa ci si trova che si e' incapaci di trovare fuori, cosa si sublima?

DIAZE
19-09-2006, 21.16.37
Io non ci provo

hackboyz
19-09-2006, 21.22.54
E' un gioco dove non c'è abilità. Devi solo spenderci tempo.

Preferisco fraggare a CSS. Ma anche lì gioco for fun (niente clan etc...).

Asuterisuku
19-09-2006, 21.25.00
E' un gioco dove non c'è abilità. Devi solo spenderci tempo

Ehm no, eh... qui discordo.

Fabio
19-09-2006, 21.35.03
E' un gioco che ha un costo mensile (oltre a quello speso per comprarlo), in termini di tempo e, soprattutto denaro. Ergo, preferisco passare lo stesso tempo che molta gente usa così, in modo più costruttivo, lavorando o acculturandomi (più la prima che la seconda).

Helevorn
19-09-2006, 21.55.23
io ho smesso a fine luglio, ma ricomincierò ai primi di ottobre

FALLEN_ANGEL_664
19-09-2006, 21.57.20
Non ci gioco perchè sono tirchio e perchè un tale tipo di gioco mi renderebbe ancora più dipendente dal pc di quanto non lo sia già.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

aries
19-09-2006, 22.03.59
Premessa: non voglio scatenare flame sulla qualità del gioco, prendete tutto come un puro parere personale, sbagliato se volete.


Non gioco per due motivi semplicissimi.

1. WoW è stilisticamente una merda. La componente principale in un mmorpg a mio avviso è l'ambientazione, l'esplorazione di un mondo, l'immedesimazione. Giocare in un mondo incapace di meravigliare, stupire e gratificare è senza senso.

2. Dopo una lunga esperienza in Final Fantasy XI ho capito che i mmorpg sono impostati male. Sono giochi che portano ad un egoismo senza fine. Tutto è mirato esclusivamente alla crescita del proprio personaggio per avere prestigio. Col problema che tutti gli altri personaggi crescono assieme a noi e quindi la gratificazione dura qualche manciata di secondi, rispetto all'infinita mole di tempo buttato per arrivarci. Ogni cosa è finalizzata al proprio personaggio, le relazioni che si instaurano con gli altri giocatori spesso sono superficiali, si è amici ma prima di tutto viene il proprio tornaconto.

3. Fondamentalmente, a livello di meccaniche di gioco, non sono divertenti. Mi piacerebbero fossero più action.

4. Ho imparato a non soffrire le persone che giocano a questo tipo di giochi

5. Ho un rimedio naturale che mi salva, ovvero mi annoio molto presto e ho poca pazienza. Questo sui mmorpg ha un effetto devastante. La principale differenza tra mmorpg e rpg offline è che questi ultimi appagano il giocatore con gratificazioni che solo lui può avere (essendo il solo giocatore). I mmorpg questo non possono farlo, nessuno può sentirsi "il più forte" (tranne pochissimi nerdoni con uber equip e riflessi fuori dalla norma) e quindi per scremare un pochino si dilatano le soddisfazioni nel tempo facendo fare a tutti una via crucis per far evolvere il proprio pg chiamata leveling. Ecco, è una pratica noiosa e inutile, e io me ne stanco in fretta.


Nonostante questo sono drogato di altre cose (i forum sono una di queste), e ammetto che se uscisse un gioco fatto come si deve potrei drogarmene, non ai livelli di gente che conosco, anyway. Per fortuna ho un minimo di coscienza che mi spinge a non abbandonare la real life, sia per amici/lavoro/relazioni sia a livello 'creativo'.

MarcoLaBestia
19-09-2006, 22.15.42
WoW è una cagata pazzesca, se dovete buttare soldi e tempo online fatelo su Eve.




PS

Giocare in un mondo incapace di meravigliare, stupire e gratificare è è?

è.


èdit:
senza senso.ò.

aries
19-09-2006, 22.21.16
è(dit).

Raphael_Ravil
19-09-2006, 22.45.22
Speravo che rispondessi tu :D
Perchè? Io son più tossico degli altri?:asd:

Concordo fondamentalmente con tutto, volendo pero' segnare una discriminante sull'alienazione. Imho non tutta l'alienazione e' negativa. Esiste quella che nasce dalla semplice necessità dell'uomo di tirarsi per un attimo fuori (o al di sopra, come preferisci) dallo stress della quotidianita', dei problemi impellenti, del bla bla bla. Una ricarica emotiva, come il sonno lo e' per il fisico. Si soddisfa con i libri, la musica, la tv, i giochi, quello che vi pare. Fantasticare ad occhi aperti (o chiusi). Ognuno ha il suo.
Esiste poi (sempre imho) l'alienazione negtiva. Quella che diventa, appunto, dipendenza.
Non sono d'accordo. L'alienazione è una ed è sempre negativa. Perchè non si parla di alienazione da fenomeni incidentali della vita (stress della quotidianita', problemi impellenti...) ma alienazione da noi stessi. Una persona che semplicemente si prendere un break non si sta alienando, si sta solo rilassando.
Quello di cui io parlo è diverso, e nasce dalle mie considerazioni personali sulla mia esperienza di D2: una persona non passa 7 ore al giorno a giocare al computer perchè si sta rilassando, o perchè sta fuggendo dalla realtà: una persona passa 7 ore al giorno a giocare al computer perchè sta fuggendo da se stesso. E non è un break quello, è un tentativo di morire, di rimanere morto per un certo periodo di tempo, e quindi di fuggire dalla vita.
Le cose che un uomo può fare non sono di per sè sbagliate o giuste, diventano sbagliate o giuste in relazione alla vita dell'uomo stesso: i libri, la musica, la tv, i giochi sono tutti esempi di cose che possono avere una valenza sia positiva che negativa, dipende da come le si affrontano. E questo è un paradigma che si spinge fino al suo limite estremo: alla fine anche giocare 7 ore al giorno con il computer potrebbe in linea teorica non essere una forma di alienazione... Ma si tratterebbe di un caso eccezionalissimo.
Quindi la "ricarica emotiva" è una cosa leggittimissima, che non ha nulla a che fare con l'alienazione di cui io parlo, perchè, ripeto, ciò di cui parlo non è in alcun modo riferito alla vita esteriore.

Sempre imho, questa condizione nasce da un'insoddisfazione ed una frustrazione piu' o meno profonde della propria realta', che di conseguenza portano l'individuo a non voler piu' abbandonare quella via di fuga che gli permetteva di dimenticare di essere infelice. Fino a renderla necessaria, ed a sostituirla alla vita reale, nella graduatoria di cio' che serve per vivere.
Il fatto è questo: lo penserei anche io se non avessi visto delle vite pressochè perfette rovinate senza un'apparente ragione. Soprattuto considerato che praticamente nessuno è immune da comportamenti più o meno simili a quanto da me descritto. Una persona vuole diventare ricca, lo diventa e cosa vuole dopo? Diventare più ricca ancora. Una persona diventa potente, eppure passa la vita a desiderare altro potere. Una persona è sposata insieme ad un partner fantastico, ma lo tradisce, anche se è cosciente della propria condizione. Sono tutte forme di alienazione come quelle da me descritte, solo in manifestazioni diverse.
A volte sembra quasi che abbia ragione quel fuso di Schopenhauer a descrivere la vita come un pendolo in continua oscillazione fra noia e dolore. E se alla fine non è quella la mia opinione è solo perchè non voglio crederci...

Per quanto riguarda me, credo di avere una pessima propensione alle dipendenze, per chissa' quale inghippo genetico, forse, chissa'.
Esempio: smettere di fumare. Pacchetto finito. Fumato piu'. Senza problemi.
Stessa cosa con WoW: ci gioco, mi nerdizzo, quando non ce l'ho non ne sento la mancanza, anche se quando ce l'ho (leggi: mentre ci sto dentro) sembro una specie di mitologica donna collegata, corpo qui e spirito traslato in gnometta frostboltcastante.
Buon per te. Anche io in genere riesco a risolvere simili situazioni, quando me ne accorgo (ai tempi di D2 avevo 16 anni... non ero sufficientemente sveglio). Ma io in genere ho bisogno di un "evento limite", un trauma di qualche genere che risolva il problema.
Sfortunatamente ho l'abitudine, nel caso che il trauma non si manifesti da solo, a causarlo io stesso questo "evento limite". Inutile dire che non è una cosa particolarmente salutare, nè per me nè per chi mi circonda.

Il discorso della perdita dell'innocenza e' pero' interessante. Io l'ho sempre associata alla disillusione.
Ed io disillusa lo sono ben piu' di parecchio.
Innocente probabilmente non e' rimasto piu' nemmeno l'unghia del mio mignolo destro.
Non credo, tuttavia, che questo abbia a che fare col processo di dipendenza ad un mmog (solo per circoscrivere il discorso), che sia WoW, Diablo, Lineage, o qualunque altro.
Io non identifico il fenomeno definito come "perdita dell'innocenza" con il semplice crescere della disillusione. Anzi io ritengo la perdita delle illusioni un fattore assolutamente incidentale.
Questo innanzitutto perchè se ne parla come se i bambini già nascessero con delle "illusioni" e poi le vadano via via perdendo nel tempo. Questo , inutile dirlo, è impossibile, perchè il massimo che si trova in un bambino è un po' di componente istintuale, niente di più.
Ciò significa che guardando un bambino che scopre qualcosa, non bisogna necessariamente pensare che esso stia perdendo un "illusione". Si pensi ad un bambino di pochi mesi che sbatte con le manine su un vetro quasi a tentare di attraversarlo: egli non sta distruggendo l'illusione di poterlo attraversare, egli piuttosto si sta creando l'esperienza del concetto di "trasparenza". Questo perchè prima di aver incontrato il vetro, egli non lo conosceva e non poteva credere in alcun modo che esso avesse determinate proprietà o meno.
Per questo io credo che la "perdita dell'innocenza" sia sostanzialmente accomunata alla perdita dello stupore iniziale, e cioè all'acquisizione di una conoscenza che rende la realtà immediatamente decifrabile.
Il problema è che lo "stupore" è di per sè una sensazione estremamente piacevole per delle creature dotate di intelletto, poche cose riempiono lo spirito come lo stupore che consegue una scoperta, e credo che quasta, via via che il tempo passa, negli adulti, diventi una mancanza particolarmente importante (sono questo punto di vista lo studio della filosofia è una cosa meraviglkiosa: perchè allarga continuamente i propri orizzonti, e tiene sveglio lo spirito). Come se una parte di loro stessi fosse pian piano appassita.

Stesa questa analisi io non trovo improbabile che questa sia una delle possibili cause del desiderio delle persone di alienazione da loro stessi... Questi miei pensieri sono ancora acerbi, e in fase di sviluppo, ma sono quasi del tutto convinto che ci sia un collegamento preciso e diretto fra le due cose. Perchè mi da tanto l'impressione che non sia altro che una questione di sostituzione: viene meno una cosa, che per molto tempo è stata una costante, si tenta di rimpiazzarla con qualcos'altro, creando appunto una dipendenza alternativa, in questo caso un'abitudine.

TrustNoOne
19-09-2006, 22.49.01
Come quasi tutti i mmorpg e' un gioco per chi non ha abilita' ma ha tanto tempo, che riduce le persone a delle merde (sto parlando a voi che ci giocate TUTTI i giorni ORE, anche io quindi ogni tanto asd). Ho riaperto l'account poco fa' per fare due partite qua e la', ma sto notando che e' cambiato poco e niente, infiniti tempi morti, attese inutili, insomma tempo sprecato.
Il vantaggio di questo e' che ovviamente si puo' stare rilassati ed e' richiesto molto poco impegno mentale, motivo per cui anche io ogni tanto ci faccio una partita :D

Ne parlai gia' un bel po' tempo addietro con mischa e compagni, e a quanto sto vedendo non e' cambiato molto, resta un gioco per chi non sa giocare, dai contenuti high end veramente insulsi rispetto a quelli per i low lev (che sono la parte piu' divertente imho).

Ci sono dei meccanismi perversi... Ad esempio per fare qualcosa che mi diverte nel gioco sono forzato a passare ore ed ore a fare cose assolutamente noiose e che non mi interessano. Per non parlare di certe classi che sono praticamente monotasto, i dps in particolare. La cosa assurda e' che anche io certe volte sono disposto a stare ORE a premere UN solo tasto (nb: UN TASTO, UN DITO e' tutto cio' che ho impegnato mentre gioco col mago) solo per sperare di avere l'itemino di turno. Questo in pve, il pvp non ha motivo di esistere senza poter organizzare clanwar, quello che c'e' e' aria fritta per binbiminchia nerd quindi neanche ne parlo per quanto e' ridicolo.

In definitiva perche' sto giocando a wow? Facile, non voglio giocare a cose che richiedano impegno ed abilita' vere per mancanza di costanza e a volte di tempo, quindi gioco a wow che e' un gioco accessibile quasi a chiunque (e questo puo' essere visto come un pregio).

In definitiva il gioco pve (instance etc) puo' diventare divertente e rilassante se si trova una gilda adeguata (cosa difficilissima senza contatti), quasi una specie di ritrovo sociale piu' che un gioco, con l'unico problema che per giocare attivamente 1 ora se ne devono usare almeno altre 2-3 tra tempi morti e attivita' collaterali noiose. Il PvP invece e' ridicolo, un insulto all'intelletto umano e a tutti i giocatori di giochi competitivi veri. Io NON capisco come si ostinino a non inserire il requisito MINIMO che rende sensato qualsiasi tipo di competizione tra giocatori umani: la possibilita' di organizzare match fra clan diversi. E' una cosa FOLLE che non ci sia dopo 2 anni che e' uscito il gioco. Hanno unificato i bg di tutti i realm e non hanno messo questo, e' assolutamente fuori di testa... Io non riesco a capire certe volte, veramente. E' come se un giocatore di quake potesse giocare soltanto nei server pubblici, non ha nessun senso, chiunque ha mai giocato competitivamente a qualcosa lo sa.

P.s.: sapere che c'e' tutta quella gente sopra rank 10 mi rende contento asd, in fondo capisco che un cervello ancora ce l'ho :sisi:


Scusate la confusione ma ho scritto tutto di getto, torno a livellare il priest :roll3:

Sono d'accordo col nerd qua sopra ovviamente, se uno gioca 8 ore al giorno non e' soltanto alienato, e' morto intellettualmente. E non c'e' molto da discutere su questo :sisi:

Khorne
20-09-2006, 00.04.20
A titolo informativo, trust, le "clanwar" (in qualsiasi modo esse vengano poi chiamate, pare "arene") dovrebbero essere possibili con l'espansione :D

jkl.
20-09-2006, 00.06.56
io ci giocavo assiduamente.
(oddio, mi sembra di stare ad una riunione degli alcolisti anonimi)

avevo iniziato con le prime bete (maledetto blizzardplayer :asd: ) e quando, in release, ho finito il set di molten core ho salutato tutti e ho deciso di vendere il pc per essere costretto a fermarmi.
diciamo che, passatempo o meno, un libro, un fumetto, un film, un cd, ma anche una partita a pes con un amico con cui puoi parlarci durante, è una cosa più utile.
utile perchè di tutte queste cose, seduto ad un tavolo a mangiare una pizza, ci puoi parlare, puoi sostenere un discorso con chiunque. di wow non puoi parlare, e se invece lo fai, allora inizi proprio ad estraniarti dal mondo.

Lord_Talismano
20-09-2006, 00.07.31
ma soprattutto se tu giochi usando n solo tastino mi sa che non hai capito una cippa..

destino
20-09-2006, 00.45.55
il problema della dipendenza a mio avviso cmq dipende da 2 cose in contrasto tra loro che sono poi quello che crea tensione all'interno delle gilde:

1. lo stare insieme a gente che condivide con te una passione, questo fa si che anche quando ti stanchi del gioco non ce la fai a metterlo da parte, perche ti mancherebbero gli amici con cui hai lottato, giocato, cazzeggiato per interi mesi se nn anni.
2. le istance high end: trust è na cazzata che le classi premono un solo tastino, questo avviene nelle istance per gente casual player che se gli va bene fa istance da 10 come UBRS, gia prova ad andare in istance da 20 per nn dire BWL ( MC non conta perche sul serio quella si fa col pilota automatico e 2 tasti da premere ) e vedi come la dinamica del gioco cambia di brutto. Cmq dicevo, il problema delle high end istance è che ti spingono sempre a migliorare te stesso, ad arrivare sempre pronto per la prossima sfida.
Questo comporta:
- ricerca di item sempre migliori ( e ore, giorni se nn mesi di farming per otternerli )
- farming di erbe, pozze e quant'altro per arrivare al top all'istance

questo fa si che un'istanza dove tu passi una sera, tipo bwl che la fai tutta in 4 ore, richieda per un player altrettante ore di farming per ottenere la roba che ti serve per arrivarci appunto al top, è quest'ultimo farming che aliena, ti trasforma in un bot che ogni tanto pensa di andare in bagno

TrustNoOne
20-09-2006, 00.57.35
A titolo informativo, trust, le "clanwar" (in qualsiasi modo esse vengano poi chiamate, pare "arene") dovrebbero essere possibili con l'espansione :D

lo so, ma tanto non potro' farle uguale perche' senza 10 ore al giorno non potro' essere competitivo lo stesso :asd

btw non prendermi in giro, nei giochi seri si chiamao clanwar :Prrr:

Chrean
20-09-2006, 01.36.06
3. Fondamentalmente, a livello di meccaniche di gioco, non sono divertenti. Mi piacerebbero fossero più action.

Sugli altri punti non discuto (non adesso comunque, vista l'ora), ma su questo mi sento di dirti che, se FFXI era un pacco di gioco a livello di skill richieste, WoW cambia parecchio le carte in tavola. Le abilità dei personaggi sono molte di più ed il ritmo stesso del gioco è molto più elevato. Questo comporta, naturalmente, un maggior bisogno di skill mouse/tastiera per giocare decentemente. In più c'è il PvP (Player Vs Player) che rende il gioco sicuramente meno prevedibile, e confrontarsi con avversari umani richiede l'affinamento delle proprie tattiche.
Insomma, non devi picchiare per 5 minuti aspettando di caricare TP per poi infilare una skillchain.

aries
20-09-2006, 01.37.43
intendevo proprio action-rpg. Pad, niente mouse.

Mischa
20-09-2006, 01.53.56
Tratto da una conversazione del 5 febbraio, con glor:

wow be', molti ne parleranno, me incluso, unico motivo per cui ne parlerò, sarà dire quanto sono lieto di aver freezzato. anche se un po' mi spiace, è unica cosa sensata, ora come ora.

da una conversazione del 16 febbraio:

dopo wow, non ci casco più, sono uscito dal tunnel :D mi manca un po' il mio shammy, però è bello accorgersi che esiste altro oltre ad orgrimmar. alla prox, io vado a comprarmi qualche cd poi esco.

e, infine, del 20 febbraio:

g.: ti sei perso il delirio :D

m.: yueah, ma ho trovato altro :D

Continuo a pensare che sia stata un'ottima decisione.

Alceo
20-09-2006, 02.05.47
Ora non posso postare di più le mie opinioni, sto giocando a WOW.

Tra qualche mese, forse.

MarcoLaBestia
20-09-2006, 07.58.28
questo fa si che un'istanza dove tu passi una sera, tipo bwl che la fai tutta in 4 ore, richieda per un player altrettante ore di farming per ottenere la roba che ti serve per arrivarci appunto al top, è quest'ultimo farming che aliena, ti trasforma in un bot che ogni tanto pensa di andare in bagnouguale agli eroinomani :asd:

samgamgee
20-09-2006, 09.07.40
un attimo... :D

edit: :mumble:

.HellSpawn
20-09-2006, 09.16.19
presente :D

adesso ci gioco molto meno che in passato, fino a Natale scorso mi sarei definito abbastanza dipendente, poi ho cominciato a giocare a FM2006 con gli amici e ho cambiato droga :asd:

Ho riattivato l'account a maggio da gennaio che non giocavo, ma non sono riuscito ad essere presente ai raid come prima, nonostante la mia gilda stia avendo ottimi progressi. Anzi ho sviluppato insofferenza nei confronti di chi c'è sempre e non ha un cazzo da fare lasciando sempre le briciole ai giocatori più casual...

Kracklite
20-09-2006, 09.17.06
uguale agli eroinomani :asd:

Certo,il mondo occidentale ha saputo creare più droghe astratte di quante sostanze psicotrope esistano in natura,emblematico.

AmeR
20-09-2006, 09.17.24
Prima del 60 giocavo tantissimo, nel weekend mi facevo veramente schifo. Appena avevo un momento libero andavo a fare 2 o 3 quest e finiva che ci stavo sempre più del dovuto.
Una volta raggiunto il 60 sono entrato in una gilda endgame, ora consulto il raid planner, mi iscrivo se è il caso, all ora giusta entro, passo un paio d'ore a giocare, esco. Al massimo mi fermo a dire quattro cazzate alla fine, o faccio un paio di BG perchè il PvP è divertente anche senza equip uber.
Ma non ho nessuna intenzione di smettere di giocare: mi piace.

samgamgee
20-09-2006, 09.17.34
12345

edit: HAHA! PERFETTO!

ASUTERISUKU, ora hai il tuo sondaggio :D

edit2: no, anyway.

obscure
20-09-2006, 09.29.10
gioco a wow mediamente 4 ore al giorno lun gio, 6 ore il venerdi, diciamo non stop tra sabato e domenica, il tutto con la mia ragazza. Perchè ci gioco cosi tanto? mi piace, mi fa passare il tempo in modo piacevole, e sopratutto perchè sono un malato dei videogames da quando ero bambino :)

world of warcraft penso che sia un gran gioco che ha i suoi lati negativi che però sono decisamente inferiori a quelli positivi :)

Chrean
20-09-2006, 09.38.37
Eccomi qua.
Gioco a WoW.

Quanto: fra lavoro, ragazza, amici ed allenamenti non mi resta molto tempo. Una, massimo due orette alla sera, dopo le 22.30, non tutti i giorni. Il weekend normalmente non accendo quasi neppure il pc perché vado in giro. In alcuni periodi ho giocato anche di più, anche nel weekend, ad esempio quando la mia ragazza aveva esami universitari, non potevamo vederci e non avevo voglia di uscire. In altri periodi, invece, ne sono stato lontano anche per un paio di mesi, senza sentirne la mancanza. Insomma, va a momenti come tutto nella mia vita. Adoro le grandi abbuffate e poi le astinenze. :|

Perché: mi piace svagarmi passando del tempo in un mondo virtuale, dire minchiate in Teamspeak con altra gente, vedere l'avatar che cresce.

Come: Non sono certo un pro però, per motivi di tempo ed orari (server svedese con raid che iniziavano alle 19, quando noi italiani dobbiamo ancora cenare) ho partecipato a MC 2 volte e a ZG 3... Per il resto, piccole instance, quest e un po' di PvP. Farming, in definitiva, che è l'anima di WoW.

Denaro: 10 euro al mese non mi cambiano la vita. Sono un lavoratore stipendiato e preferisco spendere 10 euro al mese per WoW che 50 per avere Sky e vedermi tutte le partite di quello sport nazionale di merda.

Vita sociale: Come già intuito da quanto scritto sopra, essa non ne risente. Wow ovviamente viene dopo tutto il resto, anche se in rarissime occasioni mi è capitato di dimenticarmi di fare qualcosa d'altro perché ero troppo preso da quello che stavo facendo in-game. :asd:

Altri hobby: Li coltivo contemporaneamente. Continuo a leggere libri, continuo ovviamente a giocare a pallacanestro a livello agonistico, a guardare film ecc. La TV è sempre spenta se non per qualche TG o qualche approfondimento di quelli che passano su Raitre in seconda-terza serata. :|

In conclusione: WoW è un piacevole svago se preso a giuste dosi, ma può diventare facilmente una droga come ogni MMORPG, se si perde il contatto con la realtà e si inizia a considerare la crescita del proprio personaggio più importante della propria (per molti è più difficile capire come contribuire alla propria crescita, più meccanico invece far crescere il personaggio). Ha dei limiti e dei difetti però: manca un sistema RvR (RealmVsRealm) che crei un certo "spirito di fazione" fra i giocatori, ad esempio. Si spera che Warhammer online corregga questi difetti e sia meno improntato sul farming esasperato (portare ad exalted una reputazione soltanto per avere un item viola è una pigna nel culo).

onigate
20-09-2006, 09.53.55
solo un paio di mesi fa ho capito che WoW stesse per "World of Warcraft" e non fosse una cosa tipo LOL o ASD o ROTFL :asd:
Non giocherei mai ad una cosa che 1) si paga 2) devi starci giorno e notte.

la notte ho altro da fare :D

Daniel_san
20-09-2006, 10.24.06
Io non so manco cosa è...

alcoolwarriors
20-09-2006, 10.34.01
ho accompagnato nat a comprarlo al saturn di brescia e mi sento abbastanza in colpa nei confronti dei suoi familiari... :asd:

vero vero mi ricordo...povero nat... :mecry:
cmq gli rpg in generale mi hanno sempre rotto abbastanza il cazzo...se poi consideri che questo va pagato ogni mese...in pratica non ci ho mai nemmeno pensato. :asd:
meglio css che se ci giochi più di 4-5 ore i tuoi riflessi si abbassano fino a scomparire, vieni arato dal primo noob che passa, ti girano i coglioni e vai a letto. :D

edit. in alternativa c'è gunbound! :look: :|

obscure
20-09-2006, 10.37.29
mah il concetto di pagare non mi sembra tanto un problema...13 euro al mese sono meno di 50 centesimi al giorno. Mediamente una persona spende molto di più di 50 centesimi al giorno quindi i 13 euro sicuramente non sono il problema :)

il problema è se piace o no un gioco :) se non ti tira 13 euro sono troppi, se non sei convinto 13 euro sono troppi, ma se ti piace da matti ci spendi anche più di a13 € al mese ^^

mVm
20-09-2006, 10.38.20
No. Perchè lo ero con D2, poi con D2LoD. E perchè WoW non mi piace.

zappeo
20-09-2006, 11.04.46
io ci ho giocato l'anno scorso per circa 4 mesi (da maggio ad agosto), dopodichè ho freezato a livello 54 per via della noia. a dicembre ho rigiocato per un mesetto con un nuovo personaggio, portandolo al 34. poi di nuovo freeze.
a fine febbraio uno dei miei migliori amici mi dice che vuole cominciare a giocare, e lì m'ha fregato :asd:
ho ricominciato per la terza volta da capo, e pure su un nuovo server, quindi senza aiuti di nessun tipo. solo che stavolta era tutta un'altra cosa, perchè giocavo assieme a qualcuno che conoscevo da secoli, con cui sparo stronzate dalla mattina alla sera. una volta capito che a quelle condizioni avrei apprezzato molto di più il gioco, l'effetto domino è stato devastante. abbiamo coinvolto altre persone, rovinandogli la vita :asd:
io considero i videogiochi una forma d'arte e wow, con le sue mille pecche, non è esente da questa considerazione. tralasciando gli sproloqui di aries (:asd: :kiss:), a me esteticamente piace il suo essere "cartoonesco". e se penso al lavoro che c'è dietro per inventarsi le storie (tantissime serie di quest hanno una trama bellissima, il problema è che i nerd non si fermano neanche a leggerle, ma saltano direttamente alla parte "uccidi 10 di questi - raccogli 20 oggetti"), alla colonna sonora, alle ambientazioni, alle piccole cazzate messe giù "tanto per fare volume", che però conferiscono al tutto un aspetto molto più solido. venendo da lineage2, il primo impatto con stormwind ricordo che fu devastante.

a parte tutto questo, non mi considero dipendente dal gioco. certo, una volta che comincio a giocare spesso e volentieri ci sto su qualche ora, ma d'altronde è il gioco stesso che richiede tempi molto lunghi per completare le missioni. quando non ci gioco non mi manca, non me lo sogno di notte. certo, spesso mi viene voglia di fare una partita, ma non più di quanto farei una partita a TFC, hl2:dm o flat out.
quello che mi dico sempre è che io sono un soggetto "a forte rischio dipendenza". nel senso che se un giorno uscisse un MMORPG fatto in prima persona, magari buttato fuori da Valve, potrei morire. immaginarmi un half-life2 studiato ad hoc come wow -gigante, con MILIONI di bot che respawnano, instance, party [co-op :metal:], boss, armi nuove e via dicendo- mi fa letteralmente sbavare. a quel punto sarei fottuto, già lo so. anche perchè, a quel punto, conterebbe molto di più la bravura del giocatore sia per il pvp che per il pve, il che renderebbe il gioco un'esperienza continua.
prego che valve non faccia mai nulla del genere (e il problema è che piano piano stanno costruendo un background che si adatterebbe di brutto al genere), altrimenti nel giro di due mesi sarei ridotto ad un vegetale :dentone:

debbbole
20-09-2006, 11.26.27
Il secondo motivo è invece ben più grave e significativo ai fini della conversazione: avevo assistito allo sfacelo causato alla mia psiche da Diablo 2, e staccato diablo 2 mi guardai bene dal gettarmi in un altro tunnel ... ricordo con orrore tutta la mia avventura a Diablo 2, con orrore perchè il tempo perso, il tempo che mi è stato portato via da quel gioco, è come svanito per sempre, non mi ha lasciato niente, non è servito a niente, è come un enorme macchia nera nella mia vita multicolore. E questo sinceramente mi da molto fastidio. Quanti libri avrei potuto leggere, quante cose avrei potuto fare... ... Ed invece i momenti passati a giocare a D2 sembravano come congelati, insignificanti...
condivido praticamente in tutto la tua analisi, e devo dire che per il 99% mi ci rivedo... però c'è un fondamentale 1% di differenza... io a WoW ci gioco... :asd:
Leggere il tuo post, ma in particolare quello chet i ho quotato, mi ha fatto uno strano effetto... e da "compagno di sfanculate" :D ho sentito il dovere di dirti la mia a riguardo. Sò che non te ne frega 'na mazza, però frega a me dirti delle cose, quindi scrivo lo stesso. :D

Secondo me, tutto sommato hai "sbagliato" (per quello che il termine "sbagliato" possa significare... è il termine più vicino all'inesprimibile concetto che vorrei scrivere) analisi e approccio.
La vita è un continuo divenire. Un giorno ti alzi che vuoi mettere le mutande nere, quello dopo ti alzi e vuoi mettere quelle azzurre con le nuvole (cit.). E così capita che anche i gusti delle persone cambino. Può capitare che Nat (e anche io :D) si mettano a pagare una retta mensile per giocare online, mentre poco più di un anno prima le stesse persone erano piuttosto pronte a darsi fuoco. Può capitare che ti droghi di Diablo 2 e decidi di smettere quando realizzi che stai esagerando. Può succedere che guardi in faccia tua moglie e non riesci a sostenerne lo sguardo perchè sai che dentro qualcosa è cambiato e non riesci a fartene una ragione. E così via.
Io ho sempre pensato però che si dovrebbe sempre fare le cose essendone fermamente convinti, così da non dovertene mai pentire. Questo messo in pratica significa che se ti va di giocare 6 ore a Diablo 2, se ti va davvero (e non se non hai altro da fare), allora stai facendo quello che ti piace, e secondo me questo è il non-plus-ultra, perchè il mio ideale di vita prevede di fare *sempre e solo* quello che si vuole fare. Immagino che questa idea banale sia facilmente condivisibile, oltre che ovviamente irrealizzabile però... E così possiamo solo tendere a questo ideale, che così come ogni ideale è solo un asintoto. Però lungo la strada che ti avvicina ci sono anche le ore spese su un videogame che ti piace e ti fa divertire.
Poi un mattino, ancora, ti alzi e ti guardi indietro: oggi ti piace di più farti una cultura e leggere libri, fanculo i videogame. Non sei cresciuto, sei cambiato. Ed è ovvio che se ripensi ai videogames oggi che ti piacciono i libri, dici: Se mi fossero piaciuti i libri! Quanto tempo buttato! MA ti piacevano i videogames: se ne eri cosciente non puoi pentirtene di aver speso quel tempo su dei giochi. :)

Vero, anche io noto la tendenza alienante dell'essere umano, e concordo sul fatto che un videogame come Diablo 2 o WoW faccia leva (volontariamente o no) su questo aspetto della psiche, però nonostante tutto credo che ognuno di noi nella vita debba godersela nei limiti delle proprie possibilità e della propria fetta di libertà: se uno trova giovamento in un gioco, qualunque esso sia (il tennis, il body-building, D2, gli scacchi...), piuttosto che mettersi a pensare se è tempo buttato che rimpiangerà, conviene che lo spenda e basta, valutando al massimo se c'è qualcosa che lo possa divertire di più. Perchè sono convinto che a un certo punto si rimpiangerà tutto il tempo speso, e quello speso non godendo sarà rimpianto ancora di più. :)

PS: non è una predica eh! Non sono in cerca di vaffanculi stamattina! :asd: E' solo la mia idea, un tentativo di mettere sotto una luce diversa le cose che al momento ti pesano. :)

TrustNoOne
20-09-2006, 12.16.57
il problema della dipendenza a mio avviso cmq dipende da 2 cose in contrasto tra loro che sono poi quello che crea tensione all'interno delle gilde:

1. lo stare insieme a gente che condivide con te una passione, questo fa si che anche quando ti stanchi del gioco non ce la fai a metterlo da parte, perche ti mancherebbero gli amici con cui hai lottato, giocato, cazzeggiato per interi mesi se nn anni.
2. le istance high end: trust è na cazzata che le classi premono un solo tastino, questo avviene nelle istance per gente casual player che se gli va bene fa istance da 10 come UBRS, gia prova ad andare in istance da 20 per nn dire BWL ( MC non conta perche sul serio quella si fa col pilota automatico e 2 tasti da premere ) e vedi come la dinamica del gioco cambia di brutto. Cmq dicevo, il problema delle high end istance è che ti spingono sempre a migliorare te stesso, ad arrivare sempre pronto per la prossima sfida.


mh forse e' perche' ho fatto solo mc di grosso, ed e' veramente una palla immonda :asd:

ma se ci vogliono mesi su mesi e una gilda che mi caghi come pretendi che faccia le instance piu' grosse? ;)

edit: per quanto riguarda il mmofps ne parlai gia' a suo tempo sempre con mischa e soci. Per quanto mi riguarda potrebbe essere IL gioco definitivo. Gioco di massa + skill. Incredibile!

Qualcuno sa che fine ha fatto huxley?

destino
20-09-2006, 12.34.26
mh forse e' perche' ho fatto solo mc di grosso, ed e' veramente una palla immonda :asd:


prova a fare zg e aq20 e gia li vedrai che gli encounter non sono + tank sul boss, aspettare che fa 5 sunder armor, go dps ;)

Asuterisuku
20-09-2006, 12.36.49
prova a fare zg e aq20 e gia li vedrai che gli encounter non sono + tank sul boss, aspettare che fa 5 sunder armor, go dps ;)

Beh, AQ20 manco tanto... ma ZG puo' far venire bei mal di testa.

TrustNoOne
20-09-2006, 12.38.40
prova a fare zg e aq20 e gia li vedrai che gli encounter non sono + tank sul boss, aspettare che fa 5 sunder armor, go dps ;)

lo so
il problema e' che la maggior parte delle gilde fa raid ad orari abbastanza improponibili, e' una settimana che mi son riaperto l'account e sto in gilda in glor e mi sono perso praticamente quasi tutti i raid... Io difficilmente finisco di mangiare prima delle 9, e se lo faccio devo prevederlo prima. Ovviamente essendo l'ultimo arrivato quando arrivo e' gia' tutto pieno. Insomma devi essere nerd e programmare la tua vita al minuto, e mi fa girare le palle, il gioco non vale la candela isi :asd:

.Orfeo.
20-09-2006, 12.40.48
prova a fare zg e aq20 e gia li vedrai che gli encounter non sono + tank sul boss, aspettare che fa 5 sunder armor, go dps ;)
http://www.suduva.com/text1/Lk_22_59_23_1.jpg

:asd:

obscure
20-09-2006, 12.42.13
da noi i raid sono gestiti come tutte le gilde organizzate: planner online, ti prenoti, alle 20.50 si gruppano i prenotati, alle 21.00 parte il raid.

Andare a fare raid senza un sistema organizzato crea raid sbilanciati e gente scazzata :)

sull'essere nerd concordo, io mangio davanti al pc di sera e risolvo il problema :asd:

^shining^
20-09-2006, 12.43.29
WoW elemento sconosciuto...ai miei riguardi..:angel2:

Chrean
20-09-2006, 12.43.49
lo so
il problema e' che la maggior parte delle gilde fa raid ad orari abbastanza improponibili, e' una settimana che mi son riaperto l'account e sto in gilda in glor e mi sono perso praticamente quasi tutti i raid... Io difficilmente finisco di mangiare prima delle 9, e se lo faccio devo prevederlo prima. Ovviamente essendo l'ultimo arrivato quando arrivo e' gia' tutto pieno. Insomma devi essere nerd e programmare la tua vita al minuto, e mi fa girare le palle, il gioco non vale la candela isi :asd:

Per raidare a orari decenti bisogna trovare una gilda italiana, purtroppo.
I problemi delle gilde italiane nella maggior parte dei casi sono l'avidità e la scarsa attitudine al sacrifico per la collettività, fin troppo radicati nella nostra società.

Fabio
20-09-2006, 13.01.36
edit: per quanto riguarda il mmofps ne parlai gia' a suo tempo sempre con mischa e soci. Per quanto mi riguarda potrebbe essere IL gioco definitivo. Gioco di massa + skill. Incredibile!

Provarono a fare qualcosa negli anni passati, ma sono stati tutti tentativi venuti male. Se dovessi riuscire a mettere in piedi una software house, potrei pensarci io, ma non prima di una decina di anni. :asd:

Asuterisuku
20-09-2006, 13.02.38
Per raidare a orari decenti bisogna trovare una gilda italiana, purtroppo.
I problemi delle gilde italiane nella maggior parte dei casi sono l'avidità e la scarsa attitudine al sacrifico per la collettività, fin troppo radicati nella nostra società.

E ti devo quotare.
Anche se molto dipende da chi dirige la gilda. Se ci si sa far rispettare, le cose vanno avanti.
Le gilde internazionali hanno orari internazionali, e so' cazzi. Soprattutto perche' solo noi ceniamo cosi' tardi, la maggior parte delle nazioni nordiche alle sei del pomeriggio hanno gia' cenato :azz:
Ma prima delle nove difficile che si sia in pull, cazzarola... e nel caso basta prenotarsi e dire che si arriva ad una certa ora, se non si tratta di due ore dopo la fine del raid di solito un raid leader un posto te lo cerca di lasciare :asd:

Fabio
20-09-2006, 13.04.10
la maggior parte delle nazioni nordiche alle sei del pomeriggio hanno gia' cenato

Loro han capito tutto dalla vita. :asd:

Asuterisuku
20-09-2006, 13.14.07
1. WoW è stilisticamente una merda. La componente principale in un mmorpg a mio avviso è l'ambientazione, l'esplorazione di un mondo, l'immedesimazione. Giocare in un mondo incapace di meravigliare, stupire e gratificare è senza senso.

Ok, a te non piace.
Io mi meraviglio, stupisco e gratifico.
E pace.
Pero' non e' una merda in assoluto, questione di gusti.


2. Dopo una lunga esperienza in Final Fantasy XI ho capito che i mmorpg sono impostati male. Sono giochi che portano ad un egoismo senza fine. Tutto è mirato esclusivamente alla crescita del proprio personaggio per avere prestigio. Col problema che tutti gli altri personaggi crescono assieme a noi e quindi la gratificazione dura qualche manciata di secondi, rispetto all'infinita mole di tempo buttato per arrivarci. Ogni cosa è finalizzata al proprio personaggio, le relazioni che si instaurano con gli altri giocatori spesso sono superficiali, si è amici ma prima di tutto viene il proprio tornaconto.

Assolutamente falso. Non e' un problema di gioco, ma di attitudine personale. Nella nostra gilda ho visto fare piu' di un sacrificio, anche in termini di ore di gioco dedicate a PALLOSISSIMO farming forzato esclusivamente per aiutare delle persone. Ovviamente c'e' anche chi se ne frega. C'e' chi si sbatte per gli altri. Come ovunque.
Solo ed esclusivamente attitudine personale.


4. Ho imparato a non soffrire le persone che giocano a questo tipo di giochi

Ma dai, non sei cosi' banale, tu :Palka:

stan
20-09-2006, 13.16.23
Concordo con quanto detto da Raphael e soci vari, secondo me si dovrebbe ragionare sul concetto di dipendenza in sè, avrei qualche cosina in più da dire ma purtroppo ora non ho tempo, magari stasera...

billygoat
20-09-2006, 13.19.58
è normale che di quello che è stato detto in molti post in questo topic io capisca solo, ma proprio solo, le congiunzioni? :mumble:

Angelo75
20-09-2006, 13.23.43
A me piacciono molto gli RPG ma WOW (come tutti i MMRPG) richiede molto tempo e pazienza ed attualmente mi mancano l'uno e l'altra! :sisi:

Di0
20-09-2006, 13.25.15
Potrei anche pensarci se non fosse per il mensile: messo così mi saprebbe troppo di "tassa" e mi sentirei "obbligato" a giocare almeno un po' ogni mese. Sarebbe frustrante.

Chrean
20-09-2006, 13.29.09
Ok, a te non piace.
Io mi meraviglio, stupisco e gratifico.
E pace.
Pero' non e' una merda in assoluto, questione di gusti.

Nooo che errore hai commesso! :asd:

Non stuzzicare Aries sulla questione del "bello" e del "gusto"! :azz:


Assolutamente falso. Non e' un problema di gioco, ma di attitudine personale. Nella nostra gilda ho visto fare piu' di un sacrificio, anche in termini di ore di gioco dedicate a PALLOSISSIMO farming forzato esclusivamente per aiutare delle persone. Ovviamente c'e' anche chi se ne frega. C'e' chi si sbatte per gli altri. Come ovunque.
Solo ed esclusivamente attitudine personale.

Stra-vero. Un MMORPG spesso rispecchia come si è nella vita reale. Oggi come oggi è l'individualismo a farla da padrone, e di conseguenza anche nei MMORPG è molto difficile trovare chi voglia sacrificarsi per qualcun altro.



Ma dai, non sei cosi' banale, tu :Palka:

Fa solo un po' il duro. ;)

Asuterisuku
20-09-2006, 13.30.13
Perchè? Io son più tossico degli altri?:asd:

No, perche' sei uno dei pochi che va oltre l'inutile "io ce l'ho, io no." :asd:
E approfondisce. Questo io avevo chiesto :)


Non sono d'accordo. L'alienazione è una ed è sempre negativa. Perchè non si parla di alienazione da fenomeni incidentali della vita (stress della quotidianita', problemi impellenti...) ma alienazione da noi stessi. Una persona che semplicemente si prendere un break non si sta alienando, si sta solo rilassando.

Sono d'accordo con te, concettualmente. Ma perche' parli di alienazione da noi stessi? Io non perdo mai la mia identita', nemmeno quando gioco a WoW. Non e' un caso che in game venga chiamata per nome, e non con il nome del mio pg.


[...]
Le cose che un uomo può fare non sono di per sè sbagliate o giuste, diventano sbagliate o giuste in relazione alla vita dell'uomo stesso: i libri, la musica, la tv, i giochi sono tutti esempi di cose che possono avere una valenza sia positiva che negativa, dipende da come le si affrontano. E questo è un paradigma che si spinge fino al suo limite estremo: alla fine anche giocare 7 ore al giorno con il computer potrebbe in linea teorica non essere una forma di alienazione... Ma si tratterebbe di un caso eccezionalissimo.
Quindi la "ricarica emotiva" è una cosa leggittimissima, che non ha nulla a che fare con l'alienazione di cui io parlo, perchè, ripeto, ciò di cui parlo non è in alcun modo riferito alla vita esteriore.

Si, parole diverse (probabilmente piu' chiare) per dire quello che in realta' intendevo. Non e' il mezzo, ma l'uso che se ne fa. Resta il fatto che lo strumento WoW abbia assunto i connotati del fenomeno di massa, e sia in effetti stato in grado di "schiavizzare" un numero davvero impressionante di persone. Mi interessa sapere perche'. Quale sia il meccanismo che ha funzionato con tanta efficienza. Su quale sintomo abbia agito, su quale predisposizione. E dato che su di me evidentemente non funziona, vorrei sentire da chi ci e' caduto perche', cosa sia effettivamente successo. Qual e' la cazzo di RADICE di questo. Perche' una radice c'e' sempre.


[...]
Per questo io credo che la "perdita dell'innocenza" sia sostanzialmente accomunata alla perdita dello stupore iniziale, e cioè all'acquisizione di una conoscenza che rende la realtà immediatamente decifrabile.
Il problema è che lo "stupore" è di per sè una sensazione estremamente piacevole per delle creature dotate di intelletto, poche cose riempiono lo spirito come lo stupore che consegue una scoperta, e credo che quasta, via via che il tempo passa, negli adulti, diventi una mancanza particolarmente importante (sono questo punto di vista lo studio della filosofia è una cosa meraviglkiosa: perchè allarga continuamente i propri orizzonti, e tiene sveglio lo spirito). Come se una parte di loro stessi fosse pian piano appassita.

Io non ho mai perduto la capacità di stupirmi. Lo stupore, esattamente come tu lo descrivi, e' una componente della mia vita senza la quale sarei perduta, immaginare la mia esistenza privata dello stupore mi fa talmente orrore da, credimi, letteralmente piegarmi all'ingiu' gli angoli della bocca, mentre ne scrivo. Nonostante questo mi appartiene anche una componente di cinismo tutt'altro che innocente, e derivante dalla perdita delle illusioni di cui sopra.
Semplicisticamente: non mi aspetto piu' niente, non mi illudo di nulla, non ci credo piu'. Pero' provo ancora stupore. Di fronte ad avvenimenti, sensazioni, emozioni, piccole e grandi cose. Tornando IT: pur sapendo che wow e' un mondo fatto di pixel colorati, essendone profondamente ed intrinsecamente consapevole, mi so stupire e commuovere se mi si para davanti un tramonto sul mare, mentre sono in volo sul grifo, inaspettato in tutti i suoi colori. E' alienazione? No, lo sarebbe se quell'immagine mi commuovesse in quanto tale, e non perche' evocatrice di tramonti reali, memorie olfattive di sale nel vento, uditive di risacca, visive di meravigliosi riflessi sull'acqua. Si tratta di stimoli.


Stesa questa analisi io non trovo improbabile che questa sia una delle possibili cause del desiderio delle persone di alienazione da loro stessi... Questi miei pensieri sono ancora acerbi, e in fase di sviluppo, ma sono quasi del tutto convinto che ci sia un collegamento preciso e diretto fra le due cose. Perchè mi da tanto l'impressione che non sia altro che una questione di sostituzione: viene meno una cosa, che per molto tempo è stata una costante, si tenta di rimpiazzarla con qualcos'altro, creando appunto una dipendenza alternativa, in questo caso un'abitudine.

Tesi interessante, e non poco. Pero'... in un processo di sostituzione, regredendo lungo gli anelli della catena, qual e' il primo elemento che abbiamo perduto?

Asuterisuku
20-09-2006, 13.32.50
ASUTERISUKU, ora hai il tuo sondaggio :D

SAMGAMGEE, grazie :D

Asuterisuku
20-09-2006, 13.37.59
Può capitare che ti droghi di Diablo 2 e decidi di smettere quando realizzi che stai esagerando. Può succedere che guardi in faccia tua moglie e non riesci a sostenerne lo sguardo perchè sai che dentro qualcosa è cambiato e non riesci a fartene una ragione.

Certo che se ti droghi di D2 (o WoW, o quel che sia) e' il minimo che tua moglie dopo un po' manco la riconosci piu'. Ma soprattutto sara' lei a non riconoscere piu' te. E sfancularti cordialmente.
(scusa scusa non ho potuto resistere, non ce l'ho fatta, mi e' scappata :D)

Non perdere tempo a dirmi che era un esempio, lo so bene. Pero' seriamente... di rapporti annati a puttane per cose del genere (orrore) ce ne stanno assai.

Gi01
20-09-2006, 14.13.11
Ho giocato a WoW dall'11/2 (preorder) dello scorso anno sino ai primi di quest'anno.

Per molto tempo ho giochicchiato, poi è esplosa la passione. Ho trovato una gilda che si dedicava al PvP (nel periodo di massimo splendore del PvP, i mitici LionS su Zenedar :metal: ).

Era una figata immensa, battere i top team, azzeccarsi come pazzi per coordinare le strategie, 10 ore di Warsong Gulch con le doppie finte, gli insulti agli shamans ( :asd: ), la gente che accusava, TAUCO da massacrare.

Poi sono venuti i limiti di WoW, che secondo me lo rendono un gioco molto, molto migliorabile in quanto a Gameplay. Ovvero: pur facendo PvP ogni fottuto attimo libero che avessi, cioè meno di un nerd, ero tra i primi 50 del server per la classifica, e arrivato al rank 10 (10 e 2/3 più precisamente) ho dovuto abbandonare per oggettiva impossibilità di migiorare.

Tutta la mia gilda si è resa conto che se avessimo impegnato lo stesso tempo a fare PvE avremmo ottenuto oggetti migliori; detto-fatto. Run di Molten Core (BWL si e no era stato lanciato), Onyxia etc...che però per loro natura necessitano di molte ore CONSECUTIVE che io non avevo (in genere spazi di 1-2 ore). E comunque ci si metteva quanto si poteva, in 1 mese arrivammo a sfiorare il kill del simpatico oggettino di fuoco, e poi ebbi un crollo verticale del mio tempo libero.
I LionS erano sempre temuti nel PvP ma sempre meno gente faceva PvP perché meno "produttivo", tutti sul PvE, noioso e ripetitivo ma con tanti epici.

Poi mi sono trasferito a Torino, addio tempo libero. WoW è rimasto installato sul mio PC per 6 mesi e poi l'ho levato, ma la scatola è ancora a portata di mano.
Per ottenere risultati ed essere "competitivo" non puoi giocare in solo, devi avere una gilda, guidarla, farmare, giocare anche 5 ore consecutive e 10 in un giorno. Ho detto basta, perché il rapporto tempo speso/divertimento era crollato, non per altro: se ancora mi fossi divertito come quando massacravamo Tauco 8 ore al giorno, avrei continuato (nei limiti di tempo), ma ormai era impossibile perché io potessi ottenere qualcosa con le mie 2 ore/giorno.

Il mio shaman è ancora nella locanda nelle Blasted Lands, ad un tiro di schioppo da MC, con appena 5 epici, e non potrà mai servire a niente visto l'evolvere del gioco. Povero Wugghu

debbbole
20-09-2006, 14.22.51
di rapporti annati a puttane per cose del genere (orrore) ce ne stanno assai.
beh volenti o nolenti c'è comunque un vincolo insormontabile: il tempo che uno ha è in quantità finita, per cui se a uno piace giocare e gioca ore e ore, non fa altre cose... certo, se uno preferisce giocare invece che stare con il/la partner, forse il problema non è il gioco... :D

mVm
20-09-2006, 14.27.05
Quale sia il meccanismo che ha funzionato con tanta efficienza. Su quale sintomo abbia agito, su quale predisposizione.

Molti, la maggior parte, dei giocatori di WoW erano giocatori di D2. La radice è quella. Assuefatti a una droga, lasciata da parte perchè assuefatti al piacere che ne ricevevano, hanno cambiato sostanza. Il pusher è lo stesso.
A questo punto si tratta di capire perchè D2, che resta l'unico vero fenomeno di dipendenza di massa in fatto di giochi, sia diventato tale. Basta sbirciare nel forum dedicato, partendo dai topic più vecchi. C'è tutto quello che serve, compreso topic come questo, in cui ci si chiedeva il perchè.

Raphael_Ravil
20-09-2006, 14.27.21
Sono d'accordo con te, concettualmente. Ma perche' parli di alienazione da noi stessi?
Perchè la frontiera definitiva della fuga non è un "posto", o un "espediente". Si tratta solamente di fenomeni accidentali, manifestazioni fisiche, la vera fuga è quella di un uomo da se stesso, l'esempio più lampante credo siano gli stupefacenti, ma anche tutte le altre forma di simile dipendenza, lasciano come dei buchi nella vita delle persone, proprio come se esse non abbiano vissuto. E non è fuggire da "qualcosa", ma piuttosto fuggire dalla costante umana della propria condizione.
Del resto basta guardarsi intorno per capire che non tutte le persone che sviluppano simili dipendenze stanno veramente tentando di alienarsi da qualcosa di esterno a loro: allora viene spontanea la domanda, quale è la costante comune a tutte le persone che sviluppano dipendenze?

Io non ho mai perduto la capacità di stupirmi. Lo stupore, esattamente come tu lo descrivi, e' una componente della mia vita senza la quale sarei perduta, immaginare la mia esistenza privata dello stupore mi fa talmente orrore da, credimi, letteralmente piegarmi all'ingiu' gli angoli della bocca, mentre ne scrivo. Nonostante questo mi appartiene anche una componente di cinismo tutt'altro che innocente, e derivante dalla perdita delle illusioni di cui sopra.

Mi sono spiegato male io: non ho detto che si perde il "senso" dello stupore, ma piuttosto che si perdano le occasioni di usarlo. Perchè i bambini in tenera età riescono (e devono) a stupirsi di ogni cosa. Mentre noi siamo stupiti solo da un centesimo, probabilmente anche meno, della vita che viviamo (a causa dell'esperienza).
E' un po' come avere la vista e tuttavia vivere in un mondo che piano piano, negli anni della nostra vita, diventi via via più scuro. Lasciandoci non necessariamente indifesi, perchè comunque è un mondo che abbiamo imparato a conoscere, ma pur sempre ciechi.

La perdita delle illusioni invece, non è necessariamente comune a tutto il genere umano. Alcuni mantengono le proprie illusioni, altri le perdono. Ma non è una costante, si tratta di un fenomeno diverso da quello della "perdita dell'innocenza".
Non è raro trovare persone che a 50 anni suonati hanno ancora il loro piccolo mondo delle favole personale (appropriatamente aggiornato alle necessità di un adulto). Per non parlare di manifestazioni come la religione e il gioco d'azzardo, che si reggono interamente sull'illusione.
Non ritengo che la disillusione sia una costante.


Tesi interessante, e non poco. Pero'... in un processo di sostituzione, regredendo lungo gli anelli della catena, qual e' il primo elemento che abbiamo perduto?
Detto così pare brutto ma il primo tassello, fondamentalmente innato, è l'ignoranza... E questa è una considerazione che non devo essere stato io il primo a fare, perchè in effetti c'è un particolare teologico molto significante a riguardo: nessuno ha notato che il famoso frutto, mangiata da Eva, che fu causa secondo la Genesi di tutto il dolore e la miseria umane (...the Fruit of that Forbidden Tree, whose mortal taste brought Death into the World, and all our woe...), stava appesa su un albero che, guarda caso, si chiamava "albero della conoscenza"? Quando, guarda un po', la conoscenza è proprio l'antitesi dell'ignoranza...

obscure
20-09-2006, 15.21.34
mah secondo me per quanto riguarda il discorso di pagare e quindi essere "obbligati" a giocare si è un pò in errore. In pratica se io compro wow so che devo pagare e se lo compro e per giocarci. Io non vedo i soldi che spendo per l'abbonamento come una tassa, lo vedo come spendere soldi per andare al cinema, o mangiare una pizza o quello che volete. Sono soldi inutili quelli come lo sono quelli per wow, ma aiutano a passare il tempo in modo piacevole.

il discorso sul "wow è una merda" è generalizzato, non esprimo pareri perchè va a gusti, se ad alcuni non piace ma a 6 milioni e passa di abbonati si io lo reputo un fenomeno di massa ottimo anzichè una merda.

coppie che scoppiano? ce ne sono, ne ho viste diverse, io ho risolto il problema alla base: ho coinvolto la mia ragazza a giocare online con me fin da diablo1 quindi praticamente siamo 2 nerd che giocano anche 18 ore consecutive in un giorno.

si potrebbe obiettare che si sono persi dei valori, delle cose importanti...Io pernso che allafine in questo periodo della mia vita non mi frega un cazzo di uscire, vedere gente, sentire le solite menate, stare buttato in un locale a spendere centinaia di euro inutilmente ecc ecc, è questione di attitudini, tempo libero, lavoro che svolgi, voglia di fare altro. L'attuale periodo della mia vita e della mia ragazza va bene cosi, con lavoro tutti i giorni e wow, ecco il bipolarismo esatto: Lavoro e wow. Non ci sentiamo alienati, non ci sentiamo malati, non ci sentiamo diversi, non ci sentiamo drogati. Giochiamo e basta pensando che se e quando uscirà qualcosa di diverso e più accattivamente cambieremo gioco e via.

un domani avremmo figli e altro ma ci sono tanti che conosco che erano fidanzati, poi sposati, poi con figli ma con una costante: l'essere nerd online :asd:

infine ho letto un riferimento a D2. Giusto, molti erano giocatori di D2/Lod, compreso io, che però eroanche giocatore di DaoC, ed ho giocato a tutti i titoli online della blizzard che reputo la miglior casa produttrice di giochi online. Ogni gioco che ha lanciato è un fenomeno di massa, anche se wow ha battuto tutti i record. Il fatto che wow ha spostato persone da giochi come d2, ma sopratutto come DAOC, che ricordo in USA ed EU avere più di 1 milione di abbonati (forse anche di più), lo rende il videogames più giocato al mondo che non è necessariamente un problema o una droga. Tantopiù che si paga per giocare quindi se pago per giocare significa che sono cosciente di quello che faccia.

quindi, perchè wow crea dipendenza? perchè è il miglior gioco in assoluto esistente attualmente che permette al casual ed al nerd di divertirsi senza smaronarsi con un numero infinito di content.

poi il fatto che piaccia o meno è irrilevante ai fini del topic :)

funker
20-09-2006, 15.24.46
la vera fuga è quella di un uomo da se stesso, l'esempio più lampante credo siano gli stupefacenti, ma anche tutte le altre forma di simile dipendenza, lasciano come dei buchi nella vita delle persone, proprio come se esse non abbiano vissuto. E non è fuggire da "qualcosa", ma piuttosto fuggire dalla costante umana della propria condizione.
Hai ragione e non hai ragione.

Hai ragione, se come esempio prendiamo chi della droga sceglie la parte oscura, cieca. Chi si nasconde dietro una siringa sperando di non esser trovato dalla propria coscienza, dal proprio Io urlante di dolore. Chi compone la propria esistenza di vuoti, di falle enormi, di sogni, di illusioni puntualmente infrante. Ogni risveglio sarà una morte, ogni morte sarà un sollievo.

Non hai ragione, se come esempio prendiamo chi degli stupefacenti prende quel poco di positivo che hanno da offrire. Non voglio fare un discorso assoluto, poiché l'argomento ha troppi risvolti per poter essere steso su un unico piano di discussione, c'è droga e droga, c'è persona e persona. C'è chi domina la droga. O meglio, c'è chi domina sé stesso, pur drogandosi. C'è chi mantiene attiva la materia celebrale, sfruttando gli additivi a proprio vantaggio, magari creando, riflettendo, elaborando. Senza perdere la propria strada, senza perdere lucidità interiore.

È molto più facile finire nel primo diagramma. Ovvio.
Questo sì è sicuro, ma non assoluto.


Del resto basta guardarsi intorno per capire che non tutte le persone che sviluppano simili dipendenze stanno veramente tentando di alienarsi da qualcosa di esterno a loro: allora viene spontanea la domanda, quale è la costante comune a tutte le persone che sviluppano dipendenze?
Non c'è una costante comune.
Quando faccio uso di stupefacenti non cerco di scappare da niente e da nessuno.
Né dal mondo che mi circonda, né da me stesso. Ho svariati motivi per ritenermi una persona fortunata, non sarà una canna a farmi pensare il contrario. Anche perché è già successo, e ne sono uscito vincitore.

Tutto questo non per smontare la tua teoria, anzi, mi trovi d'accordo in linea di massima.
Ma devo chiederti di non parlare in assoluto, ci sono cose che bisogna vivere prima di teorizzare.

MarcoLaBestia
20-09-2006, 15.33.53
Certo,il mondo occidentale ha saputo creare più droghe astratte di quante sostanze psicotrope esistano in natura,emblematico.Non lo metto in dubbio Signor Architect, anzi cercavo di avallare tesi da lei espressa.



edit: per quanto riguarda il mmofps ne parlai gia' a suo tempo sempre con mischa e soci. Per quanto mi riguarda potrebbe essere IL gioco definitivo. Gioco di massa + skill. Incredibile!farebbe la fine degli attuali gioki di sport virtuali, ossia gli skillati vincerebbero pure con le pippe. ;)


l'unico gioco di massa + skill lo si può fare nella realtà. Questo non ce lo toglieranno mai :metal:

TrustNoOne
20-09-2006, 15.38.41
farebbe la fine degli attuali gioki di sport virtuali, ossia gli skillati vincerebbero pure con le pippe. ;)


e quale sarebbe la cosa negativa di questo :doubt:

Raphael_Ravil
20-09-2006, 15.49.25
Funker e piantala di tentare spasmodicamente di giustificare la tua esistenza...:asd:
Non stiamo parlando di droghe, se non te ne fossi accorto, stai a cuccia.:asd:

zappeo
20-09-2006, 15.52.51
e quale sarebbe la cosa negativa di questo :doubt:

infatti :mumble:
voglio il gioco definitivo :mecry:

Fate
20-09-2006, 16.13.03
Non pago +
Non spendo miliardi di ore per esser competitivo +
PvP quattro spanne sopra =
________________________
Guild Wars


No , non gioco a WoW

obscure
20-09-2006, 16.15.29
e siamo arrivato alla annosa battaglia:

world of warcraft VS guild wars

:asd:

bejita
20-09-2006, 16.25.20
No , non gioco a WoW

guarda veramente il merito del governo berlusconi è quello di aver portato molte persone a giocare ai MMORPG e ancora di più la missione in iraq ha permesso l'esistenza delle varie espansioni. Ora vedrete con i comunisti al governo che non avrete più la possibilità di avere patch aggiornate nè di avere la possibilità di scambiarvi messaggi ingame

..Omega.Rav..
20-09-2006, 16.31.34
guarda veramente il merito del governo berlusconi è quello di aver portato molte persone a giocare ai MMORPG e ancora di più la missione in iraq ha permesso l'esistenza delle varie espansioni. Ora vedrete con i comunisti al governo che non avrete più la possibilità di avere patch aggiornate nè di avere la possibilità di scambiarvi messaggi ingame

:roll3:

obscure
20-09-2006, 16.32.10
guarda veramente il merito del governo berlusconi è quello di aver portato molte persone a giocare ai MMORPG e ancora di più la missione in iraq ha permesso l'esistenza delle varie espansioni. Ora vedrete con i comunisti al governo che non avrete più la possibilità di avere patch aggiornate nè di avere la possibilità di scambiarvi messaggi ingame

ma...ma...

LOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL

:asd:

funker
20-09-2006, 16.37.38
Non stiamo parlando di droghe
Che essere inutile che sei.

:)

debbbole
20-09-2006, 16.41.16
Non pago +
Non spendo miliardi di ore per esser competitivo +
PvP quattro spanne sopra =
________________________
Guild Wars


No , non gioco a WoW

:roll3:


guarda veramente il merito del governo berlusconi è quello di aver portato molte persone a giocare ai MMORPG e ancora di più la missione in iraq ha permesso l'esistenza delle varie espansioni. Ora vedrete con i comunisti al governo che non avrete più la possibilità di avere patch aggiornate nè di avere la possibilità di scambiarvi messaggi ingame

:roll3: :roll3: :roll3:

Vendor
20-09-2006, 16.42.02
Se devo essere sincero, se WoW fosse senza canone mensile ci giocherei...
Credo che comunque Guild Wars sia meglio da un punto di vista, il giocatore non deve per forza stare li ore (o addirittura giorni o mesi) a crescere e "completare" il personaggio, basta veramente poco per essere competitivo soprattutto in PvP..


P.S. con questo non voglio scatenare la solita guerra GW vs WoW, ho espresso solo una mia opinione :):birra:

Raphael_Ravil
20-09-2006, 16.54.48
Che essere inutile che sei.

:)
Già, sono un essere inutile che dovresti almeno prenderti la briga di leggere:
http://forums.multiplayer.it/showpost.php?p=4392736&postcount=26
Prima di dire cose che lui stesso ha prima anticipato.:asd:

BVZM
20-09-2006, 16.59.54
WoW?
A perte che nemmeno lo Zabov è poi così male, non me ne vogliano i puristi;
http://img90.imageshack.us/img90/4433/181ay6.gif
tuttavia ho già provato un lievissimo, quasi impercettibile, principio di alienazione con Ogame e, sinceramente quando ho cominciato a telefonare alla mia ex perché mi facesse il fleet-save se magari ero in ritardo, e qualora non me lo facesse, potevo use l'evento come inadempienza coniugale e dunque come aggravante in caso di una eventuale causa di divorzio, ho capito che cominciavo a scivolare verso la demenza da gioco.
La partita, per me, finisce quando spingo il tasto OFF. Questo è il gioco rilassante.
Non ch'io mi debba preoccupare nottetempo perché, mentre ronfo beatamente, o mentre mi accoppio con qualche amichetta accondiscendente o, se mi va male, mentre mi godo un fild di Alvaro Vitali su SETTE GOLD, in quell'universo nerdesco la vita continui a pullulare e le mie "preziose risorse" debbano essere messe in costante pericolo, da un manipolo di socio-patici occhialuti e misantropi.
A questo punto, se proprio ho un po' di tempo libero, e non ho voglia di darmi alla cultura né si trova nei paraggi alcuna delle summenzionate amichette gaudenti, passo ad una bella sessione di onanismo, che fa anche meno male e alla fine vinco sicuramente io.


Poi con lo ZABOV, mi ricarico.

flamb0yant
20-09-2006, 17.11.20
Gioco, anche se diciamo che ho fatto due enormi "partite" a WoW.
Ho iniziato su Zenedar, con due amici; ma non coglievo, né sfruttavo, la dimensione sociale del gioco. Per questo arrivato al 54 mi sono stancato. Avevo fatto pochissime istanze perché mi stufava cercare gruppo; abituato ai miei bellissimi rpg single player dei bioware, non utilizzavo mod né siti di riferimento.
Semplicemente, non avevo capito cosa andare a cercare nel gioco e cosa apprezzare.

Mi piacque molto quando conobbi dei ragazzi di Ancona, amici in RL, che sapevano gestirsi e incontrarsi sia nel gioco che fuori. Quando per dare un esame non potei giocare per una decina di giorni, al mio ritorno avevano livellato e ormai facevano cose diverse dalle mie, e questo fu un colpo ulteriore al mio divertimento.

Ho staccato un paio di mesi e poi ho provato Guild Wars. C'è che -giustamente se non a suo modo di vedere- lo considera migliore per vari aspetti, ma c'è una cosa che per me è inalienabile: il background. Ho giocato Warcrfat 2 che ero al liceo, ci giocavamo assieme io e il mio migliore amico (non in multi, attraversavamo assieme proprio la campagna, elaborando insieme le strategie, appassionandoci insieme alla storia); quando poi mi disamorai degli RTS per quel cesso di Brood War, non giocai WC3. Ma spinto dagli amici di cui sopra, volli prepararmi e conoscere il background. Pochi giochi hanno costruito trame e personaggi epici come quelli della Blizzard. Ecco perché a un certo punto la nostalgia per WoW, per il "World" è tornata. Guild Wars, in quel senso, no ha niente di un GdR.

Quando ho ripreso, è stato perché altri amici della mia compagnia giocavano, su un altro server (Defias Brotherhood), e lato Alleanza, mentre io ero stato -felicemente a dire il vero- Orda.
Ho iniziato inseguendoli, perché loro erano avanti coi livelli. Poi, studiando mentre loro lavorano, li ho sorpassati e incontrando per caso un amico di Gunbound sono entrato in quella che considero l'unica mia vera gilda: The Arathi Nation. Una gilda piccola, fatta da persone che si conoscevano davvero (alcuni erano/sono anche fratelli e sorelle) e altre entrate man mano, senza fretta. Il risultato è che mi sono fatto degli amici, e che sono andato avanti a giocare oltre quel limite che la noia avrebbe posto. Poi, le mie pause me le sono prese, sia per fare altre cose serie (l'università), sia per giocare altri titoli a cui tenevo (i due kotor, f.e.a.r...). Ché la noia prima o poi salta fuori sempre (e lì sta il problema, se ti annoi, lo sai, ma giochi lo stesso, o fai una qualsiasi altra cosa per cui vale questo ragionamento); poi abbiamo avuti dei problemi in gilda, non si capiva più molto bene quale fosse il rapporto di forza tra comunione d'intenti nel gioco e vero e proprio piacere nel giocare assieme. Alcuni mollarono, altri cambiarono gilda facendo polemica o trovandosi giudicati anche troppo duramente. Per me la scelta stava nello smettere, o nel cambiare gilda, per vedere e fare cose nuove. Ho preferito smettere, in quel momento, perché tanto avevo detto e fatto, con e per la gilda, e non sarei stato bene con me stesso ad andare in mezzo a degli estranei col solo scopo di avere gli epici.

Per me conta il fatto che sono diventato un buon curatore (alla faccia di chi dice che non c'è skill in wow), e so quello che valgo anche se ho solo un paio di epici per le quest.
Ad ogni modo, quando ho smesso di giocare, non ho smesso di postare sul forum della gilda e mi sono tenuto in contatto con le persone con cui avevo legato di più.
Quando mi è tornata voglia di giocare, sapevo che avrei potuto farlo con persone di cui mi importava. E adesso la soddisfazione nel vedere che siamo cresciuti è enorme.

Quindi, nel complesso... Un ottimo gioco, capace di stupire, sì, e interessare anche con piccole chicche (ad esempio le mille citazioni); soddisfazioni nel gioco collaborativo, e i miei amici.

E' vero che il fianco WoW lo mostra quando ti obbliga a passarci troppo tempo farmando drop, o peggio ancora farmando istanze con grandi gruppi di persone di cui in verità non ti importa nulla. Ma con la mia gilda, i miei amici, abbiamo avuto pazienza e ora spero che potremo raccogliere i nostri frutti :)

funker
20-09-2006, 17.12.40
Prima di dire cose che lui stesso ha prima anticipato.
Sei rimasto un po' sul vago, poi hai portato un esempio ed io ho chiuso la parentesi, quindi vedi di non rompermi i coglioni con le solite sentenze da du' lire.


* Per quanto riguarda me, cerco ogni giorno di giustificare la mia esistenza, lanciando massi dai cavalcavia. Talvolta scippo bigiotteria alle vecchiette, scrivo "fasci al rogo" sui muri, addirittura mi sono tatuato un mirino sull'avambraccio, per cogliere la vena in modo migliore quando mi tremano le mani. Sai, com'è. Faccio una vita di merda, mi addormento e mi sveglio coperto di vomito e sangue. Cazzo ne so io di che parlate qua dentro.

MarcoLaBestia
20-09-2006, 17.26.03
e quale sarebbe la cosa negativa di questo :doubt:ke vincono ugualmente i più nerd

Fabio
20-09-2006, 17.40.56
ke vincono ugualmente i più nerd

Se uno è più skillato deve essere per forza un nerd? Ma che cazzo stai dicendo?

BVZM
20-09-2006, 17.51.53
Se uno è più skillato deve essere per forza un nerd? Ma che cazzo stai dicendo?
No vabbe', non è matematico però ci sono alte possibilità.
Un po' come dire che gli ultras son tutti imbecilli, per carità magari ce n'è anche qualcuno di intelligente, però, insomma...



Se uno è più skillato deve essere per forza un nerd?
Se uno è più cosa, scusa?

Khorne
20-09-2006, 17.54.09
Per raidare a orari decenti bisogna trovare una gilda italiana, purtroppo.


Modo migliore per quittare il gioco :p

Gilda nordica, si raida dalle 20-20.30 fino a mezzanotte-mezzanottemmezza. per me è perfetto.

P.s.: wugghu inutile

P.p.s.: Tauco era stato bannato? Anche col cross-server non l'ho mai incontrato... sarebbe 'na goduria :asd:

hackboyz
20-09-2006, 17.55.26
Se uno è più skillato deve essere per forza un nerd? Ma che cazzo stai dicendo?
Nei MMORPG e simili, sì. Negli altri giochi non necessariamente.

Raphael_Ravil
20-09-2006, 17.56.36
Sei rimasto un po' sul vago, poi hai portato un esempio ed io ho chiuso la parentesi, quindi vedi di non rompermi i coglioni con le solite sentenze da du' lire.
Fammi indovinare: l'unica parentesi che saresti stato in grado di chiudere?:asd:

Approposito:

Le cose che un uomo può fare non sono di per sè sbagliate o giuste, diventano sbagliate o giuste in relazione alla vita dell'uomo stesso: i libri, la musica, la tv, i giochi sono tutti esempi di cose che possono avere una valenza sia positiva che negativa, dipende da come le si affrontano. E questo è un paradigma che si spinge fino al suo limite estremo: alla fine anche giocare 7 ore al giorno con il computer potrebbe in linea teorica non essere una forma di alienazione...
Non mi pare che un'afdfermazione simile abbia niente di vago. Anzi mi sembra squisitamente categorica, come piacciono a me.

Fabio
20-09-2006, 17.58.45
Nei MMORPG e simili, sì. Negli altri giochi non necessariamente.

Infatti si parlava degli altri giochi, e non dei MMORPG, visto che il mio quote era riferito al discorso cominciato da zappeo sugli MMOFPS. Qualcuno sta tentando comunque di introdurre un discorso simile anche nei MMORPG. ne avevo parlato nella tesi.


Se uno è più cosa, scusa?

Go buy dizionario di itagliacano. :D

BVZM
20-09-2006, 18.05.08
Go buy dizionario di itagliacano. :D
I will.

funker
20-09-2006, 18.14.54
Fammi indovinare: l'unica parentesi che saresti stato in grado di chiudere?
Concordando col tuo discorso c'era poco da chiudere oltre a quello.
Te l'ho anche detto, ma sei troppo pieno di te per evitare di insultare la gente.

Che noia. :sleep:


Non mi pare che un'afdfermazione simile abbia niente di vago. Anzi mi sembra squisitamente categorica, come piacciono a me.
Ti "sembra", hai detto bene. Sull'argomento droga sei sempre stato piuttosto vago, anzi, hai sempre preso posizioni più o meno radicali. Vago risulti adesso, con questo tuo ultimo ragionamento che va un po' contro alla tua indole storica, ma non importa, non mi interessano i tuoi conflitti mentali. Roba tua.

Raphael_Ravil
20-09-2006, 18.22.03
Come hai detto tu: ho sempre avuto le idee chiare a riguardo.
Come tu invece non capisci: non è cambiato niente da allora.

Ciò che ti impedisce di comprendere è la fiammata, che ti acceca, della tua coda di paglia che va a fuoco.:asd:

funker
20-09-2006, 18.29.50
Ciò che ti impedisce di comprendere è la fiammata, che ti acceca, della tua coda di paglia che va a fuoco.:asd:
Non è una coda, è una canna. E non è di paglia.
Comunque, parlare con chi gira la frittata ogni secondo non porta a nulla.
Preferisco lanciare massi dai cavalcavia in cerca del mio Io.

:asd:

Raphael_Ravil
20-09-2006, 18.31.27
Preferisco lanciare massi dai cavalcavia in cerca del mio Io.
Le leggi della fisica dicono che è impossibile che tu possa gettare un sasso da una posizione rialzata e poi ricevere la sassata in testa.
Quindi non credo che tu possa realmente trovare il tuo io.

aries
20-09-2006, 18.31.41
Asutericosa (ma che nick ti sei scelta :azz:) ho aggiunto prima quel falsissimo preambolo "prendetele solo come opinioni personali" perchè non ho voglia di flammare su una cosa così difficile (se non impossibile) da far capire a chi non ha una sviluppata sensibilità estetica e ama quel mondo che critico a tal punto da dedicarci quotidianamente ore della propria vita. E' come andare a spiegare ai nintendari che bowser fa schifo: ti insultano, non capiscono ciò che dici, quelli che si sentono superiori e democratici ti fanno una pappardella di discorso storico per giustificare le sue sembianze e, alla fine, si gioca sempre e comunque la carta del gusto personale.


E allora diciamo che A MIO MODESTISSIMO PARERE WoW è stilisticamente merda sciolta. A livello di modellazione, di atmosfera, di concept, di design, tutto. Chi non è d'accordo la consideri una soggettivissima opinione personale, tu che mi conosci sai che ho ragione, pian piano con questo pensiero guida che non condividi ma di cui ti fidi inizierai a intravedere la strada e il tuo gusto migliorerà. E' una occasione di crescita. Non quotare, ringraziami :D

:kiss:

funker
20-09-2006, 18.32.24
Quindi non credo che tu possa realmente trovare il tuo io.
Ma sei tu, il mio Io.

:asd:

Raphael_Ravil
20-09-2006, 18.34.16
Ma sei tu, il mio Io.

:asd:
Ecco, sei stato portato alla somma contraddizione... La discussione può considerarsi terminata. Gli asini volano.:asd:

aries
20-09-2006, 18.35.53
Raphael, funk sa perfettamente che sbaglia e tenta di razionalizzare un suo bisogno parlando di controllo e di dominio sulla droga.
In realtà non può sapere se ha controllo su di essa perchè essa ha gia avuto modo di influire sul suo cervello, inoltre non vedo quali benefici possa ricavare dall'utilizzo di tali sostanze. Per quanto riguarda me mi tranquillizzo, mi svago e ho fantasie anche senza l'utilizzo di sostanze chimiche.

Raphael_Ravil
20-09-2006, 18.38.52
Raphael, funk sa perfettamente che sbaglia e tenta di razionalizzare un suo bisogno parlando di controllo e di dominio sulla droga.
In realtà non può sapere se ha controllo su di essa perchè essa ha gia avuto modo di influire sul suo cervello, inoltre non vedo quali benefici possa ricavare dall'utilizzo di tali sostanze. Per quanto riguarda me mi tranquillizzo, mi svago e ho fantasie anche senza l'utilizzo di sostanze chimiche.
Questo ha qualche attinenza con ciò che dico io, oppure il mio nome lì sopra serve solo per creare pubblico?

funker
20-09-2006, 18.41.07
Puoi teorizzare quello che vuoi, ma non c'è bisogno di prendersela se ogni tanto ti faccio notare le contraddizioni che scrivi.

E bla bla bla, verso l'infinito e oltre.


:sleep:

lord_of_chaos
20-09-2006, 18.45.34
Ho votato no anche se mi piacerebbe giocarci ^^

Raphael_Ravil
20-09-2006, 18.46.13
Puoi teorizzare quello che vuoi, ma non c'è bisogno di prendersela se ogni tanto ti faccio notare le contraddizioni che scrivi.
Bhè almeno fammele notare però.:asd:

aries
20-09-2006, 18.50.19
Questo ha qualche attinenza con ciò che dico io, oppure il mio nome lì sopra serve solo per creare pubblico?

Stavate parlando l'uno con l'altro e mi sono inserito parlando di uno con l'altro. Non mi sembra ci voglia un filosofo per capirlo :asd:
Anyway accetto volentieri la tua simpatia e la tua cortesia e ti mando cortesemente a fare in mulo, byebye

Raphael_Ravil
20-09-2006, 18.57.52
Stavate parlando l'uno con l'altro e mi sono inserito parlando di uno con l'altro. Non mi sembra ci voglia un filosofo per capirlo :asd:
Anyway accetto volentieri la tua simpatia e la tua cortesia e ti mando cortesemente a fare in mulo, byebye
No, troppo semplice. Mi pare evidente che non cerchi la discussione.

Sai cosa credo (e io sono paranoico)?
Credo che quello sia stato un triste tentativo di mettermi fuori strada e farmi (realmente questa volta) contraddire.

Sorry pal, you missed it. Try again.:asd:

Asuterisuku
20-09-2006, 18.59.58
Asutericosa (ma che nick ti sei scelta :azz:)

Asterisca, per gli amici :asd:


[...]

LOLLERRIMO

:kiss:

TrustNoOne
20-09-2006, 19.01.57
ke vincono ugualmente i più nerd

mi sa che non hai mai giocato a nessun gioco in tempo reale a livello almeno medio. Tanto per farti capire, 1-2 ore al giorno sono sufficienti a mantenere l'allenamento anche per il campione del mondo, a parte quando e' sotto torneo. Se a wow giochi meno di *ognisecondoincuinonstaidormendoocagando* sei una merda, sempre e comunque. Mi sembra ben diverso.

.HellSpawn
20-09-2006, 19.06.08
mi sa che non hai mai giocato a nessun gioco in tempo reale a livello almeno medio. Tanto per farti capire, 1-2 ore al giorno sono sufficienti a mantenere l'allenamento anche per il campione del mondo, a parte quando e' sotto torneo. Se a wow giochi meno di *ognisecondoincuinonstaidormendoocagando* sei una merda, sempre e comunque. Mi sembra ben diverso.

Vero. Giocavo a MOHAA molto meno di quanto ho giocato in passato a WoW ed ho raggiunto risultati discreti col clan anche all'ILP, mentre ogni secondo che vedo gente con equip della madonna a wow mi sento una merdaccia :asd:

TrustNoOne
20-09-2006, 19.10.16
Vero. Giocavo a MOHAA molto meno di quanto ho giocato in passato a WoW ed ho raggiunto risultati discreti col clan anche all'ILP, mentre ogni secondo che vedo gente con equip della madonna a wow mi sento una merdaccia :asd:

vabeh ma e' ovvio, lo scopo di wow e' farti stare li' attaccato per prendere l'oggetino, lo scopo di fps/rts e compagnia e' decidere chi e' piu' abile con condizioni di partenza assolutamente identiche. Il teamplay di un fps ridicolizza tranquillamente le famose instance da 40 lol, non c'e' paragone :D

destino
20-09-2006, 19.10.44
mi sa che non hai mai giocato a nessun gioco in tempo reale a livello almeno medio. Tanto per farti capire, 1-2 ore al giorno sono sufficienti a mantenere l'allenamento anche per il campione del mondo, a parte quando e' sotto torneo. Se a wow giochi meno di *ognisecondoincuinonstaidormendoocagando* sei una merda, sempre e comunque. Mi sembra ben diverso.

questo è vero quando fai pvp cmq trust. E se si fa pvp selvaggio, come era su crush e come accade in molti altri server.

Per il pve TEORICAMENTE bastano le 4 ore di istanza serale da 40 per essere abbastanza equippati bene, che poi io giochi circa 8-10 ore al giorno perche in un giorno mi faccio MC,BWL e un pezzo di AQ40 altro discorso :asd:

TrustNoOne
20-09-2006, 19.12.48
questo è vero quando fai pvp cmq trust. E se si fa pvp selvaggio, come era su crush e come accade in molti altri server.

Per il pve TEORICAMENTE bastano le 4 ore di istanza serale da 40 per essere abbastanza equippati bene, che poi io giochi circa 8-10 ore al giorno perche in un giorno mi faccio MC,BWL e un pezzo di AQ40 altro discorso :asd:

dubito che esista un solo giocatore di wow che giocando esattamente 4 ore al giorno per 2-3 giorni alla settimana riesca ad essere competitivo con quelli come voi altri, questo mi basta :sisi:

Gi01
20-09-2006, 19.18.35
P.s.: wugghu inutile

:mecry:




P.p.s.: Tauco era stato bannato? Anche col cross-server non l'ho mai incontrato... sarebbe 'na goduria :asd:

Le ultime volte che abbiamo sfasciato WSG non l'ho visto, era arrivato a rank 12. Temo un suo retire (anche se dopo il ban era tornato). E' una delle cose che mi manca più di WOW: uccidere quel fottuto odiosissimo gnomo :asd:

MarcoLaBestia
20-09-2006, 19.22.17
Se uno è più skillato deve essere per forza un nerd? Ma che cazzo stai dicendo?Skillato è un termine generico, per essere bravi in qualcosa sicuramente non devi essere un nerd di quella cosa, ma per essere il migliore imho sì. ;)

Alla fine il discorso sarebbe invariato: mettiamo il caso ke il MMOFPS abbia un livello massimo raggiungibile dalle skill del personaggio: proprio come in WoW si arriverebbe ke i più nerd avrebbero il personaggio al massimo, e quindi tutti uguali. Portando il discorso nel MMOFPS, i personaggi essendo tutti al massimo avranno tutti le stesse potenzialità, proprio come negli fps attuali in cui appunto i personaggi cambiano solo esteticamente. Poi magari come in un america's army all'M4A1 puoi equipaggiarci lo scope o il treppiedi da cecchino, però vince sempre il più forte (ke è sempre un nerd)



Go buy dizionario di itagliacano. :Dvedi come piano piano lo stai imparando pure tu :metal:

TrustNoOne
20-09-2006, 19.29.16
marco dici cose senza neso, o perlomeno io non le capisco.

definisci "nerd", definisci "skill", definisci tutto per favore... Altrimenti non ha senso quel che scrivi

Khorne
20-09-2006, 19.29.59
Le ultime volte che abbiamo sfasciato WSG non l'ho visto, era arrivato a rank 12. Temo un suo retire (anche se dopo il ban era tornato). E' una delle cose che mi manca più di WOW: uccidere quel fottuto odiosissimo gnomo :asd:

Era una delle cose che più aspettavo della 1.12... cross-server, incontrare Tauco, fargli 2000 di ravagecrit come opener finendolo in tre secondi, screenshottare e mandarti lo screen. Non può aver mollato :mecry:

aries
20-09-2006, 19.33.50
Negli fps skillato è un'altra cosa, marco. Non è una caratteristica che aumenta a livelli :D
In genere contano moltissimo i riflessi fulminei, la memorizzazione perfetta della mappa e la pratica costante, l'allenamento. Tutte robe che non possiedo o non h o voglia di fare :D

MarcoLaBestia
20-09-2006, 19.36.52
marco dici cose senza neso, o perlomeno io non le capisco.

definisci "nerd", definisci "skill", definisci tutto per favore... Altrimenti non ha senso quel che scrivi
:roll3:

ci riprovo:


Abile è un termine generico, per essere bravi in qualcosa sicuramente non è necessario essere uno ke passa mattina pomeriggio e sera su quella cosa. ;)

Alla fine il discorso resterebbe invariato: nel MMOFPS le abilità di un personaggio avrebbero sicuramente un livello massimo raggiungibile, proprio come accade ora in WoW. Allo stesso modo di WoW, quindi, una volta ke il personaggio raggiungerà il livello massimo, sarà perfettamente uguale allo stesso tipo di personaggio delle altre persone ke giocano, se a loro volta avranno raggiunto il loro livello massimo. Quindi le armi saranno pari, e conterà solo l'abilità individuale.

In un'ottica di MMOFPS, quindi, una volta ke tutti avranno il loro personaggio al massimo delle abilità, non ci sarà più differenza a livello di potenziale, e conterà solo l'abilità individuale. Questo accade già, in quanto negli fps attuali i personaggi non hanno differenze nel gameplay.



Negli fps skillato è un'altra cosa, marco. Non è una caratteristica che aumenta a livelli :Dlo so, ma quì si stava ipotizzando un MMOFPS ;)

aries
20-09-2006, 19.39.24
lo so, ma quì si stava ipotizzando un MMOFPS ;)

E quindi?

Massive
Multiplayer
Online
First
Person
Shooter


dove ce le vedi le skill a livelli? :D

TrustNoOne
20-09-2006, 19.44.05
:roll3:

ci riprovo:


Abile è un termine generico, per essere bravi in qualcosa sicuramente non è necessario essere uno ke passa mattina pomeriggio e sera su quella cosa. ;)

Alla fine il discorso resterebbe invariato: nel MMOFPS le abilità di un personaggio avrebbero sicuramente un livello massimo raggiungibile, proprio come accade ora in WoW. Allo stesso modo di WoW, quindi, una volta ke il personaggio raggiungerà il livello massimo, sarà perfettamente uguale allo stesso tipo di personaggio delle altre persone ke giocano, se a loro volta avranno raggiunto il loro livello massimo. Quindi le armi saranno pari, e conterà solo l'abilità individuale.

In un'ottica di MMOFPS, quindi, una volta ke tutti avranno il loro personaggio al massimo delle abilità, non ci sarà più differenza a livello di potenziale, e conterà solo l'abilità individuale. Questo accade già, in quanto negli fps attuali i personaggi non hanno differenze nel gameplay.


lo so, ma quì si stava ipotizzando un MMOFPS ;)


non hai capito una sega.

Te lo spiego in pochi facili passaggi

1) in wow ed in ogni gioco praticamente nessuno raggiunge il "livello massimo raggiungibile", ci si avvicina solo il piu' nerd dei nerd, ma ad ogni modo ci sono sempre varianti, non esiste un "top" che ti rende migliore di qualsiasi altra cosa, bisogna fare delle scelte (per non parlare delle varie classi)
2) in base al punto 1 il resto e' una cazzata quindi hai finito :asd:

in un mmofps un nerd potrebbe colpirmi 1/10 delle volte che lo colpisco io, perche' io sono piu' abile, bilanciando il tutto in base alle abilita' individuali.

BVZM
20-09-2006, 19.47.52
A dire il vero sono un po' combattuto.
Se da un lato l'utenza maschile in giochi come Lineage, Word of Wordcraft, Dark Age of Camelot e i browser game (Ogame & co.) si srotola fra il semplice nerd ed il disadattato sociale, tutto cambia come per magia quando si passa in analisi (hops... si può dire "analisi" in questo forum?) l'utenza femminile.
L'universo muliebre in questo ambito, infatti, ancorché spesso connesso e profondamente assorbito dall'ambiente video-ludico, mantiene una più gustosa vita sociale, nonché riesce a snodare sufficienti rapporti sociali col prossimo.
Dalla casalinga all'avvocatessa, dalla studentessa alla sportiva, il campione è assai più variegato (hops, si può dire "variagato" dopo la soppressione di quel forum?) rispetto a quello maschile.

Questa supremazia qualitativa femminea, nel mondo del gioco, non sia vista solo in senso "sociologico", ma anche sotto un punto di vista meramente, ormonalmente, meschinamente, provincialmente, tamarramente estetico.
Questa mia proposizione, miei cari amici "amanti del piede", "no pelosi", "gradita foto" e "astenersi perditempo", non è frutto di una mia congettura arbitraria, o butatta lì alla Katzo (usando cioè il sistema scientifico del famoso professor Katzo -cit.-), ma di una razionale e mirata sperimentazione empirica.

A suffragio di quanto dico, vi basti, senza ch'io mi debba macchiare di cross-foruming (neologismo?), andare su google e fare una piccola ricerca dei vari forum dedicati a Ogame, ufficiali o meno che siano, e poi scartabellare, armati di fulgide funzioni "cerca", varie pagine utilizzando radici come "concorso miss" e affini.
Potresti incappare in piacevoli sorprese tipo questa:
http://i35.photobucket.com/albums/d169/blackcoffee3biscuits/zizi.jpg
...e tante altre.

MarcoLaBestia
20-09-2006, 19.50.22
Scusate, evidentemente non ho capito un cazzo di quello ke intendevate. :asd:


EDIT: io intendevo gli MMOFPRPSG (Massively Multiplayer Online First Person Role Playing Shooter Game)

il discorso di prima era un esempio banale per farvi capire ciò ke intendevo.

TrustNoOne
20-09-2006, 19.59.30
Scusate, evidentemente non ho capito un cazzo di quello ke intendevate. :asd:


EDIT: io intendevo gli MMOFPRPSG (Massively Multiplayer Online First Person Role Playing Shooter Game)

il discorso di prima era un esempio banale per farvi capire ciò ke intendevo.

secondo me dici solo cazzate :asd:

MarcoLaBestia
20-09-2006, 20.00.05
amen :asd:

TrustNoOne
20-09-2006, 20.02.08
amen :asd:

che cavolo e' l'mmogpspfaskegmaegm?? ma hai letto quello che ho scritto? io parlo di un gioco come wow solo che i combattimenti sono risolti a seconda di dove tu clicki invece che automaticamente dal gioco...

funker
20-09-2006, 20.04.51
Bhè almeno fammele notare però.
Via pm, qua abbiam fatto anche troppo casino.

MarcoLaBestia
20-09-2006, 20.05.55
che cavolo e' l'mmogpspfaskegmaegm?? ma hai letto quello che ho scritto? io parlo di un gioco come wow solo che i combattimenti sono risolti a seconda di dove tu clicki invece che automaticamente dal gioco...fps è first person shooter

parlavo di questo (http://en.wikipedia.org/wiki/MMOFPS)

Asuterisuku
20-09-2006, 20.08.19
Per il pve TEORICAMENTE bastano le 4 ore di istanza serale da 40 per essere abbastanza equippati bene, che poi io giochi circa 8-10 ore al giorno perche in un giorno mi faccio MC,BWL e un pezzo di AQ40 altro discorso :asd:

Beh, tu puoi confermare che io gioco molto meno di te. E puoi testimoniare l'equip che ho.
Ciononostante...
COME CAZZO FAI a fare giornate come quella io proprio non lo capisco.
Ah, mai dovessimo abitare a meno di duemilanovecentosettantremigliadidistanza, scordati che la sera fai Naxx invece di stare con me :asd:

Altrimenti c'e' sempre Mohammed :asd:

Pratti
20-09-2006, 20.13.58
cut
Sulla presenza femminile nei mmorpg potrei citare il caso di Lineage. Mai visto un gioco con la più altra concentrazione di donne.
Sperando di non inaugurare un angolo degenerato anche qua, ecco una GM di lineage:
[GM]seri

http://img.photobucket.com/albums/v129/Seraph686/square2.jpg
http://img.photobucket.com/albums/v129/Seraph686/serinew.jpg
http://img.photobucket.com/albums/v129/Seraph686/wee2.jpg


tratto da qua (http://forum.lineage2world.com/viewtopic.php?t=84889)

TrustNoOne
20-09-2006, 20.17.40
occhio che avra' al massimo 16 anni :asd:

Pratti
20-09-2006, 20.20.41
occhio che avra' al massimo 16 anni :asd:
18, è canadese. :dentone:
Parlato pure in ts quando ancora giocavo a l2.
Ma ti posso assicurare che ce ne sono a frotte.

MarcoLaBestia
20-09-2006, 20.21.19
non è ke siano sto gran ke :asd:


però è già notevole per delle ragazze ke fanno le gm in tali tipologie di gioco.

destino
20-09-2006, 20.38.26
Beh, tu puoi confermare che io gioco molto meno di te. E puoi testimoniare l'equip che ho.
Ciononostante...
COME CAZZO FAI a fare giornate come quella io proprio non lo capisco.
Ah, mai dovessimo abitare a meno di duemilanovecentosettantremigliadidistanza, scordati che la sera fai Naxx invece di stare con me :asd:

Altrimenti c'e' sempre Mohammed :asd:

ecco, per esempio, ludovica gioca 4-5 ore max al giorno, pero siccome è in una gilda che farma istance high end, in un mese è praticamente full viola. ( e fa + danno di parecchia gente vestita meglio di lei, trust )

amore, cmq tranquilla.

tra una sera con

http://static.curse-gaming.com/aimage/111/cthun.gif

e una con te, mai mi vedrai pensare al bagarozzo li sopra :asd:

Fabio
20-09-2006, 21.06.38
vedi come piano piano lo stai imparando pure tu :metal:

Un conto è parlare itagliacano, un conto è usare un linguaggio "nè carne nè pesce" come il tuo. :asd:

destino
21-09-2006, 00.31.09
piccolo OT

ho appena fullato il T2 godo immensamente :asd:

mVm
21-09-2006, 00.42.11
Siete abominevoli. :D
Ci sono migliaia di siti dove ci si può procurare tre/quattro foto amatoriali e spacciarle per proprie. Il fatto che ci si parli on-line non rassicura. La canadese potrebbe benissimo essere UN canadese che tira giù un cedro rosso occidentale in 20 minuti, coi denti.

.HellSpawn
21-09-2006, 01.00.59
vabeh ma e' ovvio, lo scopo di wow e' farti stare li' attaccato per prendere l'oggetino, lo scopo di fps/rts e compagnia e' decidere chi e' piu' abile con condizioni di partenza assolutamente identiche. Il teamplay di un fps ridicolizza tranquillamente le famose instance da 40 lol, non c'e' paragone :D

sob le care vecchie clanwar :mecry: :mecry:

TrustNoOne
21-09-2006, 01.16.50
sob le care vecchie clanwar :mecry: :mecry:

a parte i discorsi di skill e item e cazzi e mazzi, credo che a questi mmorpg manchi il fattore principale dei giochi in tempo reale: l'adrenalina

Helevorn
21-09-2006, 05.17.09
credo che a questi mmorpg manchi il fattore principale dei giochi in tempo reale: l'adrenalina


non c'è nulla di più adrenalinico che entrare dentro Orgrimmar con un rogue ben stuffato e massacrare velocemente e silenziosamente qualche povero cristo... senza contare le volte che ti attaccano in 2 vs 1 mentre farmi e alla fine sei tu che la spunti, o quando stai con meno di 100 hp e il tuo cast critta qualcosa di enorme salvandoti la pellaccia per un soffio...
chiaro che se stai su server PvE queste cose potresti anche non provarle mai

BVZM
21-09-2006, 09.12.45
occhio che avra' al massimo 16 anni :asd:
Se li ha compiuti non rischi nulla (a parte la faccia).
Se ne ha meno di 16 ma più di 14 (se non ricordo male) non rischi nulla a meno che tu non sia un tutor, insegnamte, genitore, genitore adottivo o non ricopra un ruolo educativo che ti metta in una posizione "istituzionale" nei suoi confronti.
Se ne ha dai 12 ai 14... boh, non ricordo, ma ci sono degli orpelli anche qui.
Se ne ha meno di 12 fili dritto nelle patrie galere.
Chiedo all'élite avvocatizia, giurisprudenziale e dirittofila di questo forum ragguagli a riguardo.

Asuterisuku
21-09-2006, 09.16.27
piccolo OT

ho appena fullato il T2 godo immensamente :asd:

E lo scrivi qui invece di dirlo a me... :cry2:

samgamgee
21-09-2006, 09.24.13
ho perso completamente il filo del discorso a pagina 2 credo :mecry:

fullato, farmato, instance high end, 40, bombe a mano e tricchetracche

magari vi state flammando e io non capisco

:mecry:

:ultimaruotadelcarro:

obscure
21-09-2006, 09.34.45
Sei rimasto un po' sul vago, poi hai portato un esempio ed io ho chiuso la parentesi, quindi vedi di non rompermi i coglioni con le solite sentenze da du' lire.

:asd: vabbè è patologico inutile dirglielo :asd:

tornando a wow, io ieri ho cominciato a farmi il genesis da buon druido feral FTW!!!!

cmq voi non avete capito il perno di tutto wow: convinci la tua ragazza a giocare a wow e avrai:

1 - un nerd in complementare alla tua classe in modo che quando sei in 2 rulli a belva e gli altri rosikano perchè si spaccano il culo da soli
2 - sei sempre con un divano o un letto nella stanza dei pc (almeno io ho la stanza dei pc da bravo nerd :asd: ) e non so se mi spiego :look:
3 - la gente che ha la ragazza o la moglie che non gli permette di giocare rosikerà all'infinito :asd:

sono questi i piccoli piaceri di wow, se ottenete questo vedrete wow sotto un'altra ottica e riuscirete a passarci anche 16 ore su come fo io :asd:

BVZM
21-09-2006, 09.35.23
Siete abominevoli. :D
...
Vabbe' questo vale anche per te, o per ognuno di noi qui.
Chi ti dice che io non sia in realtà Uma Thurman?
Oltretutto pare che nella chat degli attori di Hollywood, Uma Thurman si spacci per me, inviando foto mie, col nick BVZUT, solo per bullarsi di aver scritto "La Geografia Tuttamatta".
Pensa un po' te.

TrustNoOne
21-09-2006, 10.51.24
non c'è nulla di più adrenalinico che entrare dentro Orgrimmar con un rogue ben stuffato e massacrare velocemente e silenziosamente qualche povero cristo... senza contare le volte che ti attaccano in 2 vs 1 mentre farmi e alla fine sei tu che la spunti, o quando stai con meno di 100 hp e il tuo cast critta qualcosa di enorme salvandoti la pellaccia per un soffio...
chiaro che se stai su server PvE queste cose potresti anche non provarle mai

sto su un server pvp, ad ogni modo se ti esalti per quella roba mi sa che non hai mai giocato a giochi un pelo piu' impegnativi in termini di riflessi lol

sarai uno di quelli che ha giocato solo a d2 e simil action-rpg e pensa di essere skillato :asd:

obscure
21-09-2006, 10.55.41
a che tipo di giochi ti riferisci? counter strike? la source? unreal tournament? quake arena? questi qui? si? no perchè io li ho provati tutti e non è che mi danno tutta sta adrenalina...

forse è una questione di gusti?

:asd:

Asuterisuku
21-09-2006, 10.58.11
a che tipo di giochi ti riferisci? counter strike? la source? unreal tournament? quake arena? questi qui? si? no perchè io li ho provati tutti e non è che mi danno tutta sta adrenalina...

forse è una questione di gusti?

:asd:

Piu' che altro che ci voglia skill per quelli mi sembra un filino azzardatello... :asd:
Ma non credo si riferisse a quelli.

obscure
21-09-2006, 11.42.54
beh se non sono fps sono rts...quindi: wc2-3-tft? sc? bw?

oppure rpg alla diablo1-2-lod?

tra questi solo gli 1v1 su wc3-tft mi davano adrenalina e qualche 1v1 in lod fatto con gente capace, per il resto wow è sempre avanti millenni in pvp e pve :)

ovviamente sempre a mio parere :)

TrustNoOne
21-09-2006, 11.44.18
Piu' che altro che ci voglia skill per quelli mi sembra un filino azzardatello... :asd:
Ma non credo si riferisse a quelli.

mi riferisco esattamente a quelli (Tranne a cs).

Se qualcuno ci ha giocato a livello serio sa di cosa parlo...

Ad ogni modo quelli sono i giochi dove ci vuole skill per definizione lol, cosa credi che si spari a caso? Voi avete giocato nei tdm pubblici al massimo se dite cazzate simili :asd:

Azzardato che ci voglia skill per quake :roll3:
Ma per favore, tornate a giocare a wow :asd:

Il problema e' che in questa community, a parte me e pochi di altri, nessuno ha giocato ad un fps in maniera competitiva. La vostra idea di gioco e' "diablo 2" asd... Ci vorrebbe qualcuno che sa di cosa parlo qui per continuare la discussione, ma dubito che qualcuno abbia voglia :asd:

Io ho sperimentato sulla mia pelle sia il gioco high end di wow (per quanto arrivato solo fino a mc), sia il gioco pro di unreal, di americas army e un pochino di war3 ma non son mai stato bravo li'... So di cosa sto parlando insomma. Io dubito che qualcuno di voi abbia mai giocato in modo pseudo agonistico ad fps/rts. A dire il vero io su multiplayer.it non ho mai visto praticamente nessun pro, sono tutti su ngi (ed un motivo c'e' forse).

Azzardato che ci voglia skill per quake :roll3:

obscure
21-09-2006, 11.47.23
nono io ho giocato in team a fatto qualche cw a parte i soliti pallosissimi allenamenti settimanali. 2 anni e poi o buttavo nel cesso cs o mi sparavo...ma come cacchio si fa a giocare per anni e anni sempre le stesse mappe con le stesse robe fritte e rifritte.

cs oggi per me è un gioco dove collegarsi sporadicamente e osservare cheat, hack e merdate simili a gogo :)

tipo quello che con la glock si fragga tutti di HS :asd:

skill :asd:

gg :asd:

PS ah io ho giocato anche alla souce anche se a tempo perso, ho provato robe come UT e quake ma mi hanno fatto letteralmente cagare. Non cito proprio i vari DoD et simili che dopo 3-.4 volte sono obsoleti e noiosi :)

oh poi so gusti ripeto ... però gg :asd:

Asuterisuku
21-09-2006, 11.48.29
Se qualcuno ci ha giocato a livello serio sa di cosa parlo...


Proprio come per WoW :)


Il problema e' che in questa community, a parte me e pochi di altri, nessuno ha giocato ad un fps in maniera competitiva. La vostra idea di gioco e' "diablo 2" asd... Ci vorrebbe qualcuno che sa di cosa parlo qui per continuare la discussione, ma dubito che qualcuno abbia voglia :asd:

Beh... io lo so.
Ma dubito che ti interessi, visto che hai gia' stabilito che non so di cosa parlo :Palka:

zappeo
21-09-2006, 11.51.00
Piu' che altro che ci voglia skill per quelli mi sembra un filino azzardatello... :asd:

:doubt:

preciso 2 cose:
1) mi piace un botto wow
2) non è l'unico gioco online che faccio

ma da qui a dire che è più facile giocare a q3 o UT rispetto a wow ... beh, se permetti ho anch'io qualcosa da ridire.


nono io ho giocato in team a fatto qualche cw a parte i soliti pallosissimi allenamenti settimanali. 2 anni e poi o buttavo nel cesso cs o mi sparavo...ma come cacchio si fa a giocare per anni e anni sempre le stesse mappe con le stesse robe fritte e rifritte.

ah, perchè invece farmare sempre le stesse instance non è ripetitivo :roll3:

obscure
21-09-2006, 11.54.10
la convinzione diffusa che wow = gioco easy è roba da ridere. Dipende anche li a che livello giochi, se giochi per farti UBRS è unconto, se giochi per buttare giù ctun e farti naxxaramas è un altro livello che sicuramente non puoi capire se non lo giochi.

ci vuole skill, coordinazione, gente sveglia e non sono i team da 5 persone e gg sono raid da 40 persone da coordinare e se qualcuno canna in molti casi da boss nuovi è difficile metterci una pezza (es. Tank che crepa dai twin e nessuno sveglio = wipe).

Magari anche un fps richiede skill, certo, ma alla fine 5 persone so 5 persone e 40 persone sono 40 persone in termini di coordinamento.

per questo l'unica è capire se hai cognizione di causa di wow high end (anche in pvp eh) perchè io dei giochi di cui parli tu ce l'ho per questo penso di poter dare un parere completo per quella che è la mia esperienza. Poi ci metti il gusto per un certo tipo di videogames invece che un altro e la cosa si completa :)

TrustNoOne
21-09-2006, 11.56.06
mica ti devono piacere per forza :D

Ad ogni CS io lo aborro, mi ha sempre fatto cagare e potrei anche darti ragione :asd:

Quello che piace a te non e' in discussione. E' in discussione il modo ridicolo con cui i giocatori di wow/d2 si approcciano ad una tipologia di giochi nella quale i riflessi richiesti raggiungono qualcosa di sovraumano, neanche immaginabile dal piu' pro dei giocatori di wow asd...

Ma da asterisco una risposta cosi' ridicola veramente non me l'aspettavo... Ripeto, se volete parlare con qualsiasi giocatore che abbia giocato in maniera seria a qualsiasi gioco che non sia d2/wow dovete andare su altre community, in M.it c'e' pochissima qualita' dal punto di vista dell'agonismo (quello sano, non quello da nerd dei giocatori di mmorpg).

Detto questo mi eclisso, perche' non c'e' nessuno che possa supportare quello che dico al momento e sbattere contro un muro di diablisti non e' esattamente lo scopo della mia giornata :asd:

obscure: non ho detto che lo fanno tutti. Basta non essere stupidi. Conosco gente che fa pieta' in qualsiasi gioco (pwnati in qualsiasi cosa da me) che in wow hanno trovato il loro gioco perche' basta capire un paio di meccanismi e premere i tasti al momento giusto per fare quel che si deve. Una volta che qualcuno ha trovato come coordinare la gente, il lavoro del singolo e' ridotto ai minimi termini. Io ripeto, tu non sai di che parli se fai paragoni con gli fps, io si', isi

Mi piacerebbe che rispondesse mischa ma dubito che lo fara' :(

Asuterisuku
21-09-2006, 12.00.03
:doubt:

preciso 2 cose:
1) mi piace un botto wow
2) non è l'unico gioco online che faccio

ma da qui a dire che è più facile giocare a q3 o UT rispetto a wow ... beh, se permetti ho anch'io qualcosa da ridire.

E mica ho detto che sia piu' facile.
Non ho fatto un paragone.
Ho semplicemente detto che imho quei giochi li' non richiedono skills eccezionali.
Ma insomma, sinceramente, io a q3 e ut ci ho giocato un bel po'. E tutta 'sta skill davvero non ce l'ho messa. Ma a questo punto definitemi "skill", eh...


ah, perchè invece farmare sempre le stesse instance non è ripetitivo :roll3:

Farmare un'istanza si. E cmq dipende dall'istanza.
Farne di nuove, sempre piu' impegnative, no.

AmeR
21-09-2006, 12.00.35
cs oggi per me è un gioco dove collegarsi sporadicamente e osservare cheat, hack e merdate simili a gogo :)

tipo quello che con la glock si fragga tutti di HS :asd:

CS e soporattutto CS:S sono pieni di hacker, è vero. Ma rimane che la glock è una delle armi migliori per fare HS ( burst fire anyone? ), soprattutto nelle brevi distanze. Fine OT.

obscure
21-09-2006, 12.05.50
vabbè hai ragione tu :)

anche io concordo sul discorso che il pve è divertente fino a quando non hai capito il meccanismo giusto poi ovviamente si riduce a ripetere quei meccanismi. Ma almeno non stai in 3 metri quadrati di gioco come gli fps, hai un ambientazione, sei parte di un mondo virtuale, hai uno scopo, hai una fazione contro cui legnarti, con BC forse ci daranno anche obiettivi un pò più seri del bg, insomma wow (e i MMORPG in generale) può solo crescere gli fps sono solo statici su questo non ce dubbio.

poi a me non mi frega niente se credi o meno che io giocato per qualche anno su fps a buon livello, non da pro certo ma non cercavo roba pro su un giochino (per me quello è).

su ogni gioco ce sempre un livello pro e un livello normale. Su wow la sfida nel cercare il limite del tuo pg c'è, devi imparare ad usarlo, devi equipparlo, e non è una cosa che si riduce a 2 tasti. Se pensi cosi mi sa che non sai che sono i MMORPG. Te lo ripeto, io ho provato tutti i tipi di giochi secondo i titoli che ti ho elencato qualche post sopra, quindi mi permetto di dare un parere globale che ovviamente non è il parere supremo, è il parere di un netgamer che ha come hobby i videogiochi e quando ha 2 min liberi accende un videogames perchè la passione è passione :)

poi figurati se io posso interessarmi del giudizio di qualcuno, ognuno ha una sua visione di se stesso come netgamer che ovviamente non viene certo intaccata dal parere di 4 post su un forum :)

credi di sapere tutto? buon per te :)

PS so vedere quando uno citta o no eh :asd:

Asuterisuku
21-09-2006, 12.06.25
ci vuole skill, coordinazione, gente sveglia e non sono i team da 5 persone e gg sono raid da 40 persone da coordinare e se qualcuno canna in molti casi da boss nuovi è difficile metterci una pezza (es. Tank che crepa dai twin e nessuno sveglio = wipe).

Se non hai gente sveglia whipi pure alle Deadmines :asd:
E comunque concordo. Ma vale anche per i boss e le istanze in farming status, eh... che se fai cazzate o hai il raid non bilanciato whipi a nastro pure a zg... (ieri quasi 7 gold di repair :|)

obscure
21-09-2006, 12.08.39
sisi concordo, era per portare avanti il discorso, poi ci sono le sfaccettature date da raid un pò allegretti :asd:

TrustNoOne
21-09-2006, 12.24.55
Ma almeno non stai in 3 metri quadrati di gioco come gli fps, hai un ambientazione, sei parte di un mondo virtuale, hai uno scopo, hai una fazione contro cui legnarti, con BC forse ci daranno anche obiettivi un pò più seri del bg, insomma wow (e i MMORPG in generale) può solo crescere gli fps sono solo statici su questo non ce dubbio.


questo e' ovvio, come ti ho detto prima e' solo questione di gusti, questo non e' in discussione, se ti piace giocare solo a giochi dove c'e' ambientazione e storia vuol dire che ti piacciono un certo tipo di cose, amen, mica ti impalo per questo asd...
Io a wow ci gioco perche' e' bella l'ambientazione e tutto il resto.

Se cerchi una competizione inveec e' assolutamente necessario che le condizioni di partenza siano le stesse, che e' quella che tu chiami "staticita'", che come potrai facilmente capire non e' un attributo negativo lol, e' soltato un tipo diverso di gioco.

Fatto sta che se voglio giocare ad un gioco dove vince unicamente chi e' il piu' bravo, non gioco ad un mmorpg di certo :)

destino
21-09-2006, 12.29.38
Se cerchi una competizione inveec e' assolutamente necessario che le condizioni di partenza siano le stesse

quindi, togliendo le lan-game, questo è inattuabile.

TrustNoOne
21-09-2006, 12.34.11
quindi, togliendo le lan-game, questo è inattuabile.

:roll3:

Ho parlato di condizioni ideali, un minimo di problemi dati dal mondo reale dovran pur esserci...
Infatti per giocare ad un fps son necessari ping molto bassi, a giochi come wow giochi con 150 o 400 di ping, a quake con piu' di 50 sei falsato, questo e' ovvio... Ma dipende anche dal tipo di gioco.
E poi si', i lan party e i tornei in lan servono proprio a questo.

Stavo giusto per postare che un gioco in cui si e' tutti perfettamente alla pari e' utopico, ma si fa quel che si puo' per non sbilanciare. Ti ricordo che stiamo parlando di giochi puramente competitivi pvp, cosa wow non e'. Guild wars non l'ho ancora provato ma mi sembrava interessante.

hackboyz
21-09-2006, 12.37.06
Se ti riferisci al ping, diciamo che ormai la maggiorparte riesce a stare entro i 50-60 ... le differenze sono minime

Comunque aggiungo che la skill negli fps è un composto di più abilità/qualità personali: riflessi, concentrazione, mira vera e proprio, abilità di anticipare le mosse degli avversari, sesto senso, sapersi muovere nella mappa senza contare che giocando nei clan c'è sempre una dose di strategia anche negli fps più action, che diventa maggiore negli fps "più strategici" .

Diciamo che son i giochi che più si avvicinano ad uno sport: tra l'altro personalmente se sono stanco gioco male. E dall'altra parte riesco a dare il massimo solo per un'ora (poi anche qui dipende dall'allenamento).

PS: quello che più si avvicina ad un pro su M.it è Astros :D ci ho giocato un po' di volte contro a CSS (ma lui non lo sa :asd: ) ed è davvero impressionante (era almeno non so se giochi ancora)

obscure
21-09-2006, 12.41.36
e poichè le lan non tutti possono farle allo stesso livello e con la stessa comodità (esempio: io gioco a napoli ma la lan è a bologna e dato che lavoro gg :| ) direi che anche li ce poca roba per giocare in modo competitivo.

perchè se sei online su un fps e giochi con 60 di ping contro uno che ne ha 15 sei morto al 80% skill o non skill, perchè alla fine anche li conta: il pc che hai, la sk grafica, la ram, e sopratutto la CONNESSIONE ADSL che hai. Quindi tu puoi avere tutta la skill che vuoi ma se passa un niubbo con pc OMGTWFPWNALL e connessione tipo NERFLOWPINGER ti owna e magari ti saluta pure...ma quella non è skill secondo me, e quindi mi sa che anche sugli fps la competizione risulta tecnicamente falsata a meno di LAN.

la competizione su wow non esiste? non esiste come singolo forse, per il sistema attuale (faccio notare invece che su daoc con un sistema di rvr diverso tu miravi ad essere il primo della tua classe sul server, il primo del server, se quella non è competizione... ) ma sicuramente il gioco di squadra (che è la componente di base in un MMORPG) è competitivo. Noi come gilda siamo sempre in competizione per obiettivi pve dato che siamo su un server pve (io ho anche un pg su un pvp server ma è secondario) ed è bello riuscire a raggiungere un obiettivo prima di altri con cui sei in competizione più o meno pacifica :)

è una competizione diversa che può o meno piacere.

cmq de gustibus...

destino
21-09-2006, 12.42.43
:roll3:

Ho parlato di condizioni ideali, un minimo di problemi dati dal mondo reale dovran pur esserci...
Infatti per giocare ad un fps son necessari ping molto bassi, a giochi come wow giochi con 150 o 400 di ping, a quake con piu' di 50 sei falsato, questo e' ovvio... Ma dipende anche dal tipo di gioco.
E poi si', i lan party e i tornei in lan servono proprio a questo.


trust, scusa ma parli senza sapere.

400ms è ingiocabile WoW, men che meno se sei una classe che deve curare, telefona a nat e chiedigli come si cura con + di 100ms, tanto per curiosità.

obscure
21-09-2006, 12.44.44
trust, scusa ma parli senza sapere.

400ms è ingiocabile WoW, men che meno se sei una classe che deve curare, telefona a nat e chiedigli come si cura con + di 100ms, tanto per curiosità.

ah giusto, avevo dimenticato questo particolare....a 400 ms in istanza wippi e gg. Se non hai una connessione da 80-150 ms non riesci ad avere i cast in tempo reale e i movimenti rapidi...

io sono druido feral e ti assicuro che quando ce latenza a 400-500 in melee si prendono solo legnate e non poche...

TrustNoOne
21-09-2006, 12.44.51
trust, scusa ma parli senza sapere.

400ms è ingiocabile WoW, men che meno se sei una classe che deve curare, telefona a nat e chiedigli come si cura con + di 100ms, tanto per curiosità.

sinceramente non ho mai guardato i valori del ping.. 400 e' alto hai ragione (dovrebbe essere barra gialla)?

Ad ogni modo tra 50 e 100 non cambia niente, questo e' chiaro no?
in un fps tra 50 e 100 cambia molto ;)

Insomam capitemi, ho sparato un valore a caso, era per far capire che la differenza di valori si sente in modo molto diverso, non fate i puntigliosi :asd:

Per quanto riguarda il discorso 60 v 15: fidati che anche con quella differenza di ping se uno e' bravo non ti lascia scampo. Poi e' ovvio che se si fanno tornei seri si fanno solo in lan, ma non e' detto che uno debba fare per forza i campionati del mondo :asd:


Allora, dico una cosa semplice semplice. Qualcuno mi ha detto che facico il gioco del "chi sono io, chi sei tu". Ebbene si', lo faccio. Io ho giocato a livello piu' o meno pro ad ut, ut2003/4 e army ops. Chi di voi non l'ha fatto, NON HA IDEA di che livelli possa raggiungere la skill di una persona. C'e' gente che ti lascia a zero anche con 200 di ping. Le differenze di 30 ms di ping le andiamo a vedere solo a livelli altissimi, e a questo punto per i tornei seri ci sono le lan. E la tattica c'e', e ce n'e' molta, da quella degli fps strategici fino a quella della gestione della mappa di quelli frenetici.

Se volete fare lo stesso discorso con me, ok, non ho mai fatto bwl aq40 o naxx, pure se ho visto farle da un priest dei lucid (zenedar). Va bene, mea culpa, ritiro tutto quello che ho detto per il gioco oltre MC, ma a me il gioco fino ad MC mi sembra una buona parte del totale, nonche' quella ACCESSIBILE alle persone normali, visto che IO non riesco a farle quelle intsance li', anche a costo di nerdizzarmi, perche' non esiste gilda che mi aiuti a farle. Ok, ho eliminato il 10% del gioco, va bene, mio dio, devono essere proprio diverse quelle instance li' :sisi:

NOTA BENE: in pvp in wow della skill per emergere ci vuole. Peccato che e' assolutamente inutile se non giochi almeno 10 ore al giorno, li' si' che se arriva un rank 14 e tu sei a malapena blu puoi essere anche dio in terra ma vieni pwnato...

superboy2k
21-09-2006, 13.12.34
400ms è ingiocabile WoW, men che meno se sei una classe che deve curare, telefona a nat e chiedigli come si cura con + di 100ms, tanto per curiosità.

Libero Adsl= 400ms il mio tank in Naxx sta pur su :) (parlo da Priest ofc)

bejita
21-09-2006, 13.13.21
se giochi per farti UBRS è unconto, se giochi per buttare giù ctun e farti naxxaramas (es. Tank che crepa dai twin e nessuno sveglio = wipe).se hai cognizione di causa di wow high end (anche in pvp eh)


Se non hai gente sveglia whipi pure alle Deadmines :asd:
E comunque concordo. Ma vale anche per i boss e le istanze in farming status, eh... che se fai cazzate o hai il raid non bilanciato whipi a nastro pure a zg... (ieri quasi 7 gold di repair :|)


ah giusto, avevo dimenticato questo particolare....a 400 ms in istanza wippi e gg.
io sono druido feral e ti assicuro che quando ce latenza a 400-500 in melee si prendono solo legnate e non poche...



Se volete fare lo stesso discorso con me, ok, non ho mai fatto bwl aq40 o naxx, pure se ho visto farle da un priest dei lucid (zenedar). Va bene, mea culpa, ritiro tutto quello che ho detto per il gioco oltre MC, ma a me il gioco fino ad MC mi sembra una buona parte del totale


Libero Adsl= 400ms il mio tank in Naxx sta pur su :)

Pdor, figlio di Kmer, della tribu' di Ishtar, della terra desolata del Kifnir...Uno degli ultimi sette saggi: Bvur, Ganer, Hastaparil, Ghiivin, Ganit, Ciuciul e Palar...Pdor: colui che era, colui che e' colui che sempre sara'. Ciuccia chi e Ciuccia la'. Pdor , colui che ha sconfitto i demoni Sem, che ora vagano per il mondo e si chiedono "ma num chi semm?"

Fabio
21-09-2006, 13.16.57
Pdor[CUT]

:old: e pure poco divertente (detta da te). :asd:

Helevorn
21-09-2006, 15.54.12
sto su un server pvp, ad ogni modo se ti esalti per quella roba mi sa che non hai mai giocato a giochi un pelo piu' impegnativi in termini di riflessi lol

sarai uno di quelli che ha giocato solo a d2 e simil action-rpg e pensa di essere skillato :asd:

gioco da 15 anni su pc e console (da 4-5 anni solo pc ammetto), e ho toccato quasi tutti i giochi rts e fps (anche se mi sono soffermato molto su Q3 e in seguito DoD e CS), conseguendo anche risultati discreti a livello europeo nei primi (War3)... sarà che tu a WoW ci giochi ad un livello tanto basso che fai da spettatore mentre gli altri ti spediscono al cimitero, che ti devo dire...

eppoi, potresti anche smetterla di tirartela parlando di skill, lo sanno tutti che in un mmorpg non serve skill mentre per altri generi sì. Qui serve essere furbi, e a quanto leggo non è detto che tutti possano migliorare dopo 2000 ore :asd:

Asuterisuku
21-09-2006, 16.05.15
lo sanno tutti che in un mmorpg non serve skill

Io no :uiui:

obscure
21-09-2006, 16.05.45
NOTA BENE: in pvp in wow della skill per emergere ci vuole. Peccato che e' assolutamente inutile se non giochi almeno 10 ore al giorno, li' si' che se arriva un rank 14 e tu sei a malapena blu puoi essere anche dio in terra ma vieni pwnato...

e direi che è anche normale che io che gioco 10 ore al giorno vedo più content, ho almeno 5 tipi di equip diversi, e faccio pvp e se incontro uno in blu (che può essere uno nuovo o uno che gioca poco) lo owno in 2 secondi senza nemmeno fermarmi....

se quello che gioca 1 ora al giorno fosse uguale a quello che gioca 10 ore al giorno il gioco lo avrei buttato nel cesso da parecchio :asd:

concordo anche con helevorn (oddio ogni volta mi fa impressione leggere il nome del mio druido che posta :asd: ), basta a sbandiera sta roba della skill ... anche se reputo che anche nei MMORPG servano player skillati.

alla fine è sicuramente più facile emergere in un fps che in un MMORPG, e il discorso fin qui lo dimostra, tu non sai nemmeno di che si parla ad alti livelli di wow, che sicuramente non rappresenta il 10% del gioco ma la parte più importante del gioco. Il 10% del gioco forse sono i primi 60 livelli, il gioco vero, quello strategico, organizzato, di skill (giusto per rimanere in tema) comincia dopo, a farsi il culo in istanza, in bg e in pvp. Questo lopuoi fare solo in gilde grosse e organizzate e non tutti riescono ad entrarci e non tutti riescono a rimanerci (sai quanti noob abbiamo avuto in gilda....troppi, fortunatamente i noob non reggono i ritmi da nerd e si autoeliminano).

Se vuoi capire quanto sia difficile il gioco oltre MC (che praticamente è una merda come istanza) basta che scegli un server e vedi quante gilde hanno tirato giù neffo, quante ctun e quante fanno naxxaramas. Scoprirai che sono poche le gilde (e quindi le persone) che accedono al gioco vero, e quello è il succo di wow.

destino
21-09-2006, 16.37.34
il discorso che un gioco come WoW non richiede skill è essenzialmente una cosa falsa.

Non serve skill a lvl 60 a farmare i mob, mob che sia un pg vestito di verdini sia un full viola riesce a fare, perche si uccidono alla fine tutti allo stesso modo.
Non serve skill a far 60, perche sia che tu sia pro che tu sia noob, a poco a poco l'esperienza cmq la fai ( visto che devi uccidere dei mob che sanno killare tutti premendo 2 tasti ) e quindi a 60 ci arrivi.

E' arrivati a 60 che si vede se un pg ha skill oppure no ( si vede pure prima in alcuni casi ma lasciatemi finire il ragionamento lol ). A 60 in party da 5 o in raid da 10-20 si vede chi sa cosa fare, non solo perche ha fatto quell'istance 2000 volte, ma perche conosce il proprio pg. E' la velocità con cui si impara a padroneggiare il proprio pg che fa la differenza tra un giocatore skillato e un noob.

Quando ti si presenta un imprevisto e sai reagire con prontezza e hai accanto pg svegli come te che si vede se hai skill oppure no, la skill non è mica "premere il pulsantino in 0.1 sec", è capire cosa fare al momento giusto.

Questo si vede sia nelle istance high end che nel pvp, se si fa pvp pickup è chiaro che conta l'equip, ma se fai pvp serio organizzato sempre con le stesse persone che si coordinano su ts, allora li si vede la skill, perche nn fai la spell che fa + danno su un target a caso, fai l'azione giusta che portera il team alla vittoria nel + breve lasso di tempo.

Khorne
21-09-2006, 17.01.00
Tutto questo discorso sulla skill mi fa tornare in mente un altro discorso che sento fare spesso al difuori del mondo videoludico.

Si tratta del fatto che chiunque lavori in cantiere pensa che chi lavori in ufficio o chi studi non faccia un cazzo e non faccia fatica.
Per quanto si provi a fargli capire che "fare fatica" non è solo alzare sassi, costruire muri e battere il ferro, ma anche riflettere, trovare soluzioni a problemi, avere responsabilità e gestirle al meglio, non ci si riuscirà mai.
Il discorso finirà sempre con un "sì ma io spacco sassi tutto il giorno, tu muovi tre fogli e fai due telefonate. La fatica dov'è?".

Nel presente topic, Trust fa la figura del muratore (senza offesa eh :D) e gli altri degli impiegati.

Imho, sono semplicemente tipi di skill diversa.

Asuterisuku
21-09-2006, 17.10.14
tipi di skill diversa.

Eh, ma perche' quando io ho chiesto di definire "Skill", cosi' da metterci d'accordo su quello che vogliamo dire, nessuno mi ha risposto? :)

..Omega.Rav..
21-09-2006, 17.16.23
Eh, ma perche' quando io ho chiesto di definire "Skill", cosi' da metterci d'accordo su quello che vogliamo dire, nessuno mi ha risposto? :)


hmm... skill. La migliore che mi viene in mente è: saper sfruttare al cento per cento le possibilità offerte dalla combinazione delle abilità del personaggio e della propria capacità di saper cogliere il momento esatto in cui usarle al meglio.

In wow la skill è bassa perchè il 75% della bravura di un giocatore è determinata dai bonus dell'equip che indossa. Puoi essere il miglior giocatore del mondo ad usare un mago, ad esempio, ma se hai equip verde e il tuo avversario ha un full epico con resistenza al freddo di 250 non c'è storia, ti resiste quasi tutto e di danni non gliene fai.

TrustNoOne
21-09-2006, 17.20.17
hmm... skill. La migliore che mi viene in mente è: saper sfruttare al cento per cento le possibilità offerte dalla combinazione delle abilità del personaggio e della propria capacità di saper cogliere il momento esatto in cui usarle al meglio.

In wow la skill è bassa perchè il 75% della bravura di un giocatore è determinata dai bonus dell'equip che indossa. Puoi essere il miglior giocatore del mondo ad usare un mago, ad esempio, ma se hai equip verde e il tuo avversario ha un full epico con resistenza al freddo di 250 non c'è storia, ti resiste quasi tutto e di danni non gliene fai.

ma non e' tanto quello...
Quasi chiunque puo' accedere al gioco high end in un mmorpg, quasi nessuno puo' arrivare ad alti livelli in fps-rts. Giusto i binbiminkia un po' idioti non riescono ad imparare cosa devono fare in instance... E' molto piu' accessibile. Ci riescono tante persone = e' piu' facile, almeno dal mio punto di vista.

khorne: Lo so che sono skill diverse, ma fare una cosa e' molto piu' facile dell'altra, tutto qui. Per quanto riguarda il pvp come ha gia' detto omega le skill si vedono ma sono falsate dall'equip, quindi praticamente inutili, giocare tanto = vincere, a prescindere da quanto si sia portati, a meno di non essere completamente inetti. In qualsiasi altro gioco puoi diventare forte solo se sei capace, puoi giocare anche 10 ore al giorno ma se non sei buono non vai da nessuna parte. In poche parole: fps, rts ed altri giochi simili si possono vedere come cyber-sports, se mi passate il termine. MMORPG come social games, non competizioni.
Quando uscira' il pvp organizzabile fra gilde il discorso POTREBBE cambiare ed assumere un connotato diverso. Finche' e' random il pvp di wow e' solo una gara a chi e' piu' sfigato (= a chi ci passa piu' tempo).

destino: come ho gia' detto, la gente incapace c'e' anche in wow. Pero' basta pochissimo per imparare quei due meccanismi utili per fare le instance, e' una cosa praticamente accessibile quasi a tutti. Ed e' anche uno dei motivi per cui e' cosi' giocato. Ad un fps o sei veramente portato oppure non capisci una sega e ti annoi e vieni pwnato. A wow ti diverti COMUNQUE E questo e' un pregio, e fa fare soldi alla blizzard.

In definitiva il pve e' alla portata di quasi tutti, e il pvp e' una competizione sbilanciata in base alle condizioni di partenza diverse date dagli item dei vari personaggi.

ding
21-09-2006, 17.25.21
Sì. Causa amici, causa poco altro da fare, causa comunque un minimo di divertimento che riesce ancora a darmi, sopratutto con i low level rifacendo quest vecchie e anche dimenticate.
La voglia di smettere c'è. Di continuo, onestamente. La voglia di rimanere, di continuare, sparar stronzate eccetera rimane. è un periodo però che gioco poco, se non quel poco tempo con tali persone con quel pg o l'altro (di norma piccoli) o qualche istanza da 20 giusto se mi capita.. boh: è un periodo che mi passa la voglia. Poi però mi vedo le alternative che ho in casa e, di norma, faccio ripartire WoW e gg.

hackboyz
21-09-2006, 17.26.43
qui non si tratta di skill diversa

Il tuo discorso Khorne potrebbe andare per un confronto strategici vs fps, o gioco di scacchi vs fps dove sono richieste abilità diverse

Ora non dico che in WoW e compagnia bella non serva un minimo di abilità (quando l'ho detto nel mio primo post era per semplificare), ma è davvero ridotta ai minimi termini o quasi...

Semmai un'abilità determinante è la completa e profonda conoscenza del gioco in tutti i suoi aspetti: ma anche qui il fattore tempo è determinante. Se è vero che magari i più "bravi" imparano in tempi più brevi, alla fine, giocandoci molto, bene o male tutti imparano le meccaniche del gioco e tutti imparano a crearsi il personaggio che si avvicina molto "all'efficienza massima teorica". A alla fine ritorniamo al punto di partenza: chi gioca più ore diventa più forte.

I giocatori più esperti possono al massimo ottimizzare il tempo e fare quello che i niubbi farebbero nel doppio o triplo delle ore, ma se uno investe tantissimo tempo diventa comunque forte.

Se mi metto a giocare a Q3 mattina e sera non divento fortissimo se mi mancano certe abilità.

Asuterisuku
21-09-2006, 17.33.17
In wow la skill è bassa perchè il 75% della bravura di un giocatore è determinata dai bonus dell'equip che indossa. Puoi essere il miglior giocatore del mondo ad usare un mago, ad esempio, ma se hai equip verde e il tuo avversario ha un full epico con resistenza al freddo di 250 non c'è storia, ti resiste quasi tutto e di danni non gliene fai.

E a parita' di equip?

obscure
21-09-2006, 17.33.57
la risposta di khorne chiude il discorso.

ultimo reply anche per me: i content high end che siano pvp o pve non sono accessibili a tutti, se parli cosi vuol dire che o 1) non hai mai giocato a wow oppure 2) non hai mai avuto accesso ai content di skill o ancora 3) conosci gente che gioca high end pvp e pve e pensi che sia facile arrivarci.

le gilde uber se non sei equippato, hai un minimo di manico e un minimo di reputazione sul server manco ti cagano di striscio perchè appunto sei a zero skill.

poi oh, pensatela come volete, per me un fps resta lo stesso un giochino facile facile per tutti

TrustNoOne
21-09-2006, 17.34.21
E a parita' di equip?

e' una condizione che non esiste.
Se ci fosse un BG inter-gilda dove tutti hanno full warlord set allora sarebbe una sfida vera. Ovviamente non accade mai, perche' wow non e' un fps ed e' un gioco basato sul passarci tante ore per ottenere item. Per me l'ideale sarebbero i bg organizzabili, il discorso dell'equip e' inevitabile in quanto mmorpg, ed e' giusto che sia cosi'. Se uno vuole competizione vera, gioca ad fps/rts



poi oh, pensatela come volete, per me un fps resta lo stesso un giochino facile facile per tutti

:roll3:
Gioca a livello almeno medio/alto a qualsiasi gioco e poi ne riparliamo ;)



edit:
grazie hack, vedo che hai capito cosa intendo.

Se tu sai cosa devi fare in wow, lo fai a meno di non essere un idiota. Se non lo sai te lo spiegano e dopo che te lo ricordi lo fai.
Negli altri giochi e' come giocare a biliardo. A biliardo uno si immagina perfettamente la traiettoria della biglia, il problema e' che non ha l'abilita' per portarla in atto finche' non ci si allena costantemente, e ad un certo limite si arriva.

Asuterisuku
21-09-2006, 17.39.47
e' una condizione che non esiste.

Un MMORPG in quanto tale non e' PVP puro. Se fosse cosi' sarebbe, di fatto, un FPS. Esistono degli sbocchi che permettono cmq di fare pvp. Ci sono anche i duel. 1vs1, certo, ma pur qualcosa. In WoW. In GW il discorso cambia.
Le skill sono semplicemente spostate su altre cose, questo non significa che siano eliminate.

Asuterisuku
21-09-2006, 17.40.36
Giocare in serie A no pero' ;)

Giocare in serie A non e' accessibile a tutti in NESSUN gioco, proprio come nella vita reale.

Alceo
21-09-2006, 17.46.14
Ma siamo così pochi noi che giochiamo per divertitci in party con persone simpatiche e per passare anche un po' di tempo a cazzeggiare assieme su ts?

Personalmente mi frega poco se andare a ZG, BRD o instance d'alto livello; gioco per andare con persone che conosco e con cui bene o male (anche whippando trenta volte) riesco a divertirmi.

TrustNoOne
21-09-2006, 17.47.31
Un MMORPG in quanto tale non e' PVP puro. Se fosse cosi' sarebbe, di fatto, un FPS. Esistono degli sbocchi che permettono cmq di fare pvp. Ci sono anche i duel. 1vs1, certo, ma pur qualcosa. In WoW. In GW il discorso cambia.
Le skill sono semplicemente spostate su altre cose, questo non significa che siano eliminate.

ho mai detto che siano state eliminate? ;)

Giocare in serie A in wow e' accessibile quasi a tutti. Parlo di pve se non l'hai capito.

Vuoi fare una scommessa con me? Dimmi cosa devo fare col mio pg e io lo faccio, non c'e' niente che le mie capacita' mi impediscano di fare in wow. Anche la cosa piu' complessa che mi viene in mente non e' minimamente complessa quanto il gestire chesso' una partita seria di wc3, tanto per dirne una. L'unica cosa da raggiungere e' la coordinazione dei membri del team, ma sinceramente anche questa componente, una volta scoperta la tattica giusta, e' abbastanza ridotta...

Insomma, qualcuno di voi mi vuole dire che cavolo c'e' di cosi' difficile nel fare ste benedette instance, oltre allo scoprire la tattica giusta? Una volta che si sa cosa si deve fare?

Alceo
21-09-2006, 17.51.02
Vuoi fare una scommessa con me? Dimmi cosa devo fare col mio pg e io lo faccio, non c'e' niente che le mie capacita' mi impediscano di fare in wow. Anche la cosa piu' complessa che mi viene in mente non e' minimamente complessa quanto il gestire chesso' una partita seria di wc3, tanto per dirne una. L'unica cosa da raggiungere e' la coordinazione dei membri del team, ma sinceramente anche questa componente, una volta scoperta la tattica giusta, e' abbastanza ridotta...

Insomma, qualcuno di voi mi vuole dire che cavolo c'e' di cosi' difficile nel fare ste benedette instance, oltre allo scoprire la tattica giusta? Una volta che si sa cosa si deve fare?

Ti sfido io, Trust.

Dammi un minuto. :)

EDIT:

Sai che ho un lock come primo personaggio. Ho chiesto a gente della mia gilda su come comportarmi nel PvP (in solo) visto che troppo spesso le buscavo.

La risposta è stata questa post a forum esterno (http://www.doyourworst.it/forum/viewtopic.php?p=1435#1380) :rolleyes:

Ora, tralasciando il fatto che sin dall'inizio devi avere la prontezza di summonare il giusto pet e il fatto che ci sono delle cose su cui non sono completamente d'accordo è raro che io riesca a seguire "alla lettera" le cose da fare senza contare che bisogna sapere aprofittare degli errori degli avversari e cambiare tattica quando serve.

Qui una guida simile per il warrior che, forse perché non ho mai giocato, nei confronti di alcuni classi mi sembra ancora più complicata da gestire.

altro link a forum esterno (http://www.doyourworst.it/forum/viewtopic.php?t=201) :D


Sono d'accordo con te che non sia un gioco che richiede meno abilità di altri giochi, ma penso che tu sottovaluti decisamente i livelli di complessità a cui può arrivare.

Per quanto riguarda il gioco di squadra posso rischio di dire cazzate avendoci giocato molto poco, ma il numero di giocatori in gamba che ho incontrato (e fra cui non rientro io) sono veramente pochi (i buoni tank, per esempio, sono merce rara).

Helevorn
21-09-2006, 17.58.18
poi oh, pensatela come volete, per me un fps resta lo stesso un giochino facile facile per tutti


su questo mi tocca dissentire... negli fps e negli rts l'allenamento e la tecnica conta eccome, ma per raggiungere i livelli più alti della scala non basta comunque... su wow ad alto livello contano 3 cose essenzialmente: la furbizia (fare la cosa giusta al momento giusto per me non è skill, è pratica), lo stuff (in modo marginale, un full T1 può perfettamente battere un full T2 se la gioca bene, ma tra T0 e T2 c'è un abisso), e il fattore culo (valido soprattutto contro i DD, un mago che ti piazza un botto da 3500 e due da 500 in 3 secondi può spiazzare)
detto questo, la difficoltà delle high lvl instance sta nello stuff e nella coordinazione, io non parlerei di skill. Come sempre aiuta essere furbi

Mischa
24-09-2006, 18.46.26
Piu' che altro che ci voglia skill per quelli mi sembra un filino azzardatello... :asd: Lol. Ok, parliamo di queste skill inesistenti, prendendo UT2004 ad esempio, anche se molte cose sono valide anche in altri fps.

Movimento. Banale, vero? In fin dei conti tutti si muovono, in gioco. No. Tutti si muovono, ma solo pochi lo fanno con uno scopo, e ancor meno lo fanno bene. Muoversi non significa correre in giro, né saltellare come un allegro coniglietto, nell’illusione che ciò renda difficile spararti, effettuando costantemente doublejump invece di dodge o dodgejump, perché se l’altro ha armi hitscan e un minimo di mira, più tempo stai in aria più è facile predire dove andrai a cadere, quindi più è facile tirar fuori uno shock, o un light, o uno sniper, per fare tiro al piccione, o tirare con rocket o flak secondario al punto in cui atterrerai. Muoversi significa conoscere ogni singola possibilità di movimento, e saper combinare tali movimenti in uno spostamento continuo, continuando a dirigerti verso i tuoi obiettivi in una mappa e mirando e sparando (molti quando sparano smettono di muoversi, o iniziano stupidamente a correre nella direzione in cui stanno sparando, ad esempio, il che li rende del tutto prevedibili). Quindi, muoversi significa innanzitutto conoscere jump, doublejump, dodge, dodgejump, walljump, ovviamente, ma anche saperli usare in modo efficace, ad esempio utilizzare un walljump in camp per andare dalla passerella sopra la 50 al light e viceversa, e saperli concatenare. Se quando inizi a cercare di raggiungere la light in camp dalla passerella con il walljump scopri che a volte non ci riesci, perché canni il timing del dodge dal muro, ad esempio, allora non sai muoverti: sai muoverti meglio di altri perché a volte ci riesci, ma sbagliare ancora significa che non hai il totale controllo dei tuoi movimenti. Muoversi significa effettuare i movimenti quando servono, non inutilmente o quando controindicato. Muoversi sempre, è da prendersi alla lettera: se vuoi “fermarti” in un punto, continua a muoverti intorno e sopra a quel punto, evitando di ripetere i movimenti sempre con la stessa frequenza. Se devi andare in un altro punto, allora concateni dodge e dodgejump, etc. Come detto, muoversi sempre significa imparare a sparare in movimento. Se vuoi effettuare una combo con lo shock, puoi tirare di secondario e poi usare il primario, certo, ma in tal modo diventi un bersaglio immobile, o che corre in linea retta (e quindi immobile, se diretto verso il nemico). Dunque per prima cosa inizia a tirare col secondario, a fare un dodge lateralmente, e poi spara alla bolla col primario. In tal modo inizi ad avere una visuale migliore, non sei un bersaglio immobile, e non perdi tempo. Inoltre la tua mira migliora, man mano. E più vai avanti, più puoi permetterti di effettuare tiri più difficili. Se riesci a colpire combo in movimento, se riesci a usare light o sniper in movimento, se riesci a usare un flak secondario o un bio in movimento e a colpire il punto desiderato, se quando fai un walljump raggiungi la tua destinazione, allora sai muoverti: altrimenti no, semplicemente, perché rispetto ad altri sei già in partenza lento, impreciso, e nel complesso limitato. Nulla ti vieta, ovviamente, di pensare che muoversi significa semplicemente andare da un punto all’altro, e che quindi tu “sai” muoverti, gli altri non hanno una qualche skill nel fare tutte quelle buffe mosse da circo, che saranno acrobatiche ma non servono a un cazzo... o forse, hanno una qualche utilità?

Ovviamente, se ci si muove, lo si fa per un motivo: ecco quindi che è necessario parlare di un’altra cosa, ovvero del contesto in cui ti muovi, e quindi della mappa. La mappa contiene pickup e powerup, che devi saper sfruttare a tuo beneficio. Il tuo scopo, però, non è solo trarne vantaggio: è anche negare tale vantaggio all’avversario. Ne consegue che, per raggiungerlo, devi conoscere tutti gli item, in particolare i powerup, le loro proprietà, e sapere dove si trovano. E per sapere dove si trovano, va da sé, devi conoscere la mappa. Conoscenza di una mappa significa che in ogni istante, mentre ti muovi, sai dove ti trovi, dove stai andando, e come ci arriverai, per evitare vicoli ciechi, e sfruttare al meglio le vie di accesso e di fuga di ogni zona. Non solo: significa anche che sai quando arriverai alla tua destinazione, perché gli item e i powerup tanto agognati mica se ne stanno belli belli ad aspettarti sempre: spawnano secondo delle tempistiche precise. Dunque, tu devi conoscere tali tempistiche, in modo tale da poter decidere se è ora di andare a prendere la 100, ad esempio, oppure se è meglio tagliare per un’altra parte, visto che la 100 spawnerà tra 25 secondi, mentre l’ampli spawna di lì a 10 secondi, e tu non solo vuoi prenderlo: vuoi sottrarlo al tuo nemico, il quale sa, come te, che sta per spawnare. E questo, si chiama timing. Ora, ipotizziamo che il tuo avversario non lo tenga presente, e che tu riesca a prendere l’ampli: hai 15 secondi per andare alla 100. Da lì, poi, dovresti andare alla 50, quindi inizi a pensare al nuovo percorso. Ipotizziamo che mentre sei sulla tua strada incroci l’avversario, e lo uccidi senza subire gravi danni: lui sta respawnando (tu dovresti sapere con buona approssimazione dove, visto che sai dove si trovano i playerstart, nella mappa), e sai che: non è armato, mancano ancora 20 secondi al respawn della 50, più di 30 al respawn della 100, e quasi 50 all’ampli. Sai inoltre che non può prendere la tal arma, perché l’hai appena presa. Oh, che bello, puoi dargli la caccia, e nel mentre continuare a lasciarlo a secco. Se ti attacca è un suicida, perché tu hai armi, health e shield, oltre all’ampli, lui non ha un cazzo. Bien, a questo punto potresti perfino dire che hai ottenuto il map control, ora l’ideale è mantenerlo. In un certo senso, è come non farsi strappare il servizio a tennis. D’altra parte, sai che l’avversario se non è del tutto pirla, pur avendo compiuto un errore madornale nel lasciarti prendere l’ampli prima, adesso starà sulla difensiva, cercando di evitarti e rifornirsi, e al tempo stesso cercherà di aspettarti al varco. È in inferiorità, ma non lo sarà a lungo. Per prima cosa, probabilmente, visto che sa che i powerup non sono disponibili, cercherà di prendere armi. Ora, i vari pickup e powerup, hanno dei suoni specifici, quando vengono presi. Quindi, se tieni dritte le orecchie, potresti forse sentire cosa sta prendendo, e quindi ipotizzare dove si trova. C’è un bio, in quel corridoio, vero? Eccolo, l’ha preso. Però, in che direzione starà andando? Oh, c’è un asse che scricchiola, da una parte del corridoio. Ok, allora va di là, sai dov’è quell’asse. Non sarebbe una brutta idea, quindi, tirare una combo su quell’angolo: ci sono buone probabilità che se la prenda in faccia. E, così facendo, hai appena utilizzato un’altra di queste skill inesistenti, anche se non lo sai. E come potresti, non esistono, no?

Mischa
24-09-2006, 18.47.06
Parliamo dunque di prediction: poco fa, ne abbiamo dato un semplice esempio. Tramite conoscenza dell’ambiente, dei suoni ambientali (l’asse) caratteristici di ogni mappa, e dei suoni dei pickup (il bio), hai ottenuto indicazioni sul movimento di un avversario, sulla sua destinazione, e hai sfruttato tale informazione a tuo vantaggio per predire la sua posizione di lì a poco, e colpirlo. Ma prediction, vuol dire anche estendere tale semplice logica di causa-effetto a processi di più ampio respiro. Ad esempio, tornando al discorso del map control e della conoscenza mappa, prediction è anche prevedere il percorso del tuo avversario nell’intera mappa. In fondo, tu sai quali sono i powerup, quando spawnano, e come arrivarci, e lo sa anche il tuo avversario. Però, tu sai che lo sa. Non solo, sai anche come lo fa, dopo un po’. Ad esempio, adesso hai appena sentito il suono del pickup di una serie di health-vial in una zona specifica, e poi di un’arma, quindi conosci il percorso che sta seguendo, e sai, con ragionevole sicurezza, che il prossimo item che andrà a prendere è l’ampli, quindi tanto vale andare in quella direzione, e tirare una nuova combo verso l’uscita del corridoio, no? Perché dovrebbe sbucare lì, proprio adesso. Ma la tua combo questa volta non fa vittime. Ti volti per andare all’ampli, e mentre stai ancora girando ti pigli un headshot. Che è successo? Semplice, il tuo avversario non è pirla. Anche lui, sa cosa significa prediction. E ha ipotizzato, meglio di te, dove ti saresti trovato. In realtà, a dirla tutta, ha cercato di portarti proprio in quel punto: poteva anche fare a meno delle health-vial e dell’arma, voleva che tu lo sentissi: dalla combo che gli è scoppiata in faccia prima ha capito che ascolti i suoni, e che vai a cercare di sorprenderlo. Per te la tentazione era troppo forte, hai pensato “mo’ gliene piazzo un’altra”. Come giustamente avevi previsto, la strada che avrebbe percorso era quella, avrebbe potuto effettivamente uscire da quella porta, però pensava che tu saresti stato lì ad aspettarlo. Quindi si è fermato prima dell’angolo, ha aspettato che arrivasse la combo che puntualmente hai tirato, e dopo averti lasciato un secondo o due per pensare all’errore è uscito a centrarti. Questo perché nel primo caso tu hai usato prediction solo a fini d’attacco, mentre nel secondo lui l’ha usata anche a fine difensivo. Prediction non significa solo ipotizzare con buona sicurezza quel che farà l’avversario, significa anche sapere che a propria volta si è prevedibili, dunque evitare di esserlo troppo. È necessario quindi inserire delle variazioni nei percorsi, e tentare di prevedere le mosse dell’avversario non solo per ucciderlo, ma anche per evitare di farsi seccare. È una specie di balletto, o di partita a scacchi: il migliore è chi “sa” di più nella sequenza “tu sai che io so che tu sai”... o forse non sai, perché in fin dei conti non è possibile prevedere quel che capiterà di qui a un istante, figurarsi tra 10 secondi... Uh, forse è meglio muoversi, ne restano 9 per prendere l’ampli.

Finora abbiamo considerato semplice teoria, ma come è noto a tutti, e soprattutto a chi ritiene che non esistano skill in un fps, giocare in un fps significa soprattutto una cosa: sparare, sparare, sparare. E questa, è una cosa pratica. Vero? Sì... vero. Per farlo, in effetti, basta premere un tasto. Per farlo bene, però, forse si dovrebbe considerare qualche altra folle ipotesi, che sottintende che ci voglia skill. Ad esempio, per quanto sembri strano, sparare e colpire un bersaglio implica che il bersaglio e il proiettile si trovino nello stesso punto, nello stesso momento. Ciò può certamente avvenire per caso, ma statisticamente avviene più volte se chi spara prende la mira, mentre lo fa. Ora, mirare è una cosa decisamente semplice, basta puntare il mirino sul bersaglio. La nostra folle ipotesi, invece, è che il bersaglio non sia l’avversario, ma il punto in cui l’avversario si troverà. In altre parole, per colpire un avversario in movimento, è necessario sparare in un punto diverso, sulla traiettoria che sta seguendo. Ciò è particolarmente valido nel caso di armi con proiettili, ad esempio il rocket, o il flak secondario, o il bio, o il link primario, in quanto ognuna di queste modalità di fuoco utilizza proiettili che causano danni solo all’impatto, e hanno velocità diverse. Quindi, è necessario abituarsi alla velocità differente di fuoco delle varie modalità in questione, in modo da modificare la propria mira a seconda dell’arma in uso. Tirare un rocket, non è come usare lo shock primario. Però, è sorprendente il numero di persone che usa il rocket come se lo fosse, provocando regolarmente indicibili danni... alla parete o al suolo alle tue spalle. Ho detto shock, vero? Uhm, allora forse è meglio fare un altro chiarimento: per lo shock, le cose sono un filo diverse. Anche per il light, lo sniper, e la mini. In questo caso, infatti, parliamo di armi hitscan: dove miri, quando fai fuoco, colpiscono, immediatamente. Non emettono un proiettile solido, corrispondente a quel che vedi sullo schermo, a differenza del rocket, del bio, del flak, etc. In effetti accade piuttosto il contrario: tu spari, il computer calcola il punto di impatto, in cui istantaneamente applica l’eventuale danno, e a questo punto disegna sullo schermo la traccia del laser, del fulmine, o dell’ipotetico proiettile. Ciò avviene in un tempo talmente insignificante che, ai fini pratici, non ha senso tenerlo in considerazione. Ma ha invece un notevole senso tenere presente che le modalità di fuoco di tali armi, sono diverse da quelle delle altre, perché l’anticipo sulla traiettoria di tiro ideale per colpire il bersaglio dovrà essere inferiore, utilizzandole. Ciò implica conoscere i propri ferri del mestiere: le armi. In ogni aspetto. Dettagli come il fire rate di un light, ad esempio, sono apparentemente stupidi e superflui. Lo diventano meno se, chi lo usa, sa che il tempo tra un colpo e quello successivo è di 1.60 secondi. Non è ancora chiaro come possa tornare utile? Mettiamola così: in poco più di 1.60 secondi, uno che usa un light e ne conosce fire rate, può sparare due volte con il light, e una volta con lo shock o il rocket. Iniziamo a vedere una qualche utilità, forse, nel conoscere dettagli apparentemente stupidi come questo, che consentono “assurdità” come far fuoco con il light, switchare a rocket e sparare mentre il light ricarica, riswitchare a light e sparare ancora, incrementando quindi significativamente i danni potenziali. Ad esempio, quando il bersaglio è a media distanza, vicino a pareti o altri ostacoli: non solo è sotto il fuoco di due diversi tipi di arma (una hitscan, una con splashdamage), ma oltretutto potrebbe ricevere un colpo letale ogni 0.80 secondi circa, invece che ogni 1.60 secondi. Ciò corrisponde in pratica a raddoppiare le proprie capacità offensive, o meglio: a fare uso delle proprie capacità offensive nel modo più razionale, invece che starsene come pinguini con il light in mano ad aspettare che ricarichi. E saper switchare rapidamente si rivela utile in altri casi: ad esempio non sarebbe male avere lo shield bindato su un tasto comodo, quando si svolta un angolo e si prevede una combo, pronti a tornare all’arma precedente. Così come non lo sarebbe passare dal light al flak, se improvvisamente un avversario chiude le distanze, per poi passare al secondario shock e magari chiudere una combo quando torna a media distanza. Dunque potrebbero essere importanti mira, riflessi, conoscenza armi in ogni dettaglio, saper utilizzare ogni dato e ogni fattore a proprio vantaggio, gestire razionalmente le modalità e i tipi di fuoco in relazione a situazione, ambiente, distanza. Ma naturalmente è sempre possibile prendere la prima arma che si trova, e sparare a caso: prima o poi qualcosa si colpirà lo stesso, non ci va chissà quale abilità.

Mischa
24-09-2006, 18.47.38
Così come forse non ci vuole alcuna abilità nel relazionarsi con i compagni di team per prendere una zona di una mappa e tenerla, timerando gli item per sottrarli all’avversario, consentendo alternanza tra chi recupera le armi e gli item stessi nel team, passando armi se necessario, nel mentre seguendo gli obiettivi della specifica modalità e nella specifica mappa in cui si sta giocando. Eppure, se tieni anche minimamente in considerazione quanto detto, quando joini un server pub i bersagli sono quasi immobili perché nessuno gli ha mai spiegato che cos’è un dodge, figurarsi un dodge-jump, o altre possibilità di movimento. Ti sparano furiosamente con il secondario del link da kilometri di distanza e si stupiscono se non muori. A parte non sapere quando respawna la 100 non sanno manco in che punto della mappa si trovano, figurarsi dove sta la 100 o l’ampli. Non si aspettano una combo in faccia all’uscita di un corridoio perché non si rendono conto che prendere l’health in quella nicchia e poi passare nella pozzanghera produce suoni che ti dicono esattamente dove stanno andando e quando ci arriveranno, quindi tanto vale tirare una combo all’uscita di quel corridoio. Si stupiscono se nello stesso tempo in cui ti sparano due volte con il light tu gli spari due volte con il light e una con il rocket o lo shock giusto per gradire. E non capiscono che esiste un’intera e immensa dimensione di gioco, oltre il loro paraocchi, perché giocano da anni in quel modo, e ormai pensano di saper giocare. In realtà, sai perfettamente che non sei tu ad avere qualche skill: sono loro ad essere ciofeche, e a questo punto pure inesplicabilmente, visto che movimento, conoscenza mappa, map control, prediction, timing, conoscenza armi, binding, mira, riflessi, conoscenza modalità, non corrispondono a skill. Verissimo: in effetti, sono il minimo necessario per poter iniziare a dimostrare di averne. Perché per ora abbiamo considerato solo la base, appena sfiorato quel che serve per iniziare a giocare, mica per essere chissà che gran giocatore. Basta entrare su un server un attimo serio per prendersi infinite mazzate da gente che quanto sopra e molto altro non solo lo dà per scontato, ma lo applica a livelli estremi, con una naturalezza ed eleganza che hanno qualcosa di artistico. Ecco, quella è skill.


Mi piacerebbe che rispondesse mischa ma dubito che lo fara' :(Tié :asd:

Nota finale: ritengo che dire che non sono necessarie skill in un fps, sia un’affermazione... com’era, già? Un filino azzardatella, sì.

destino
24-09-2006, 18.57.03
e io giocando a un fps dovrei pensare a tutte ste cose?

mettersi 2 dita in culo è + piacevole :asd:

Asuterisuku
24-09-2006, 19.01.34
Tié :asd:

E tu credi davvero che io mi legga tutto 'sto papiello, lo analizzi, lo smembri, ci impieghi quel paio d'ore per poi impiegarcene un altro paio per costruirne uno equivalente per dimostrare come non sia vero, in parallelo, che non servano skill nei mmorpg?

Statt' buono :asd:

TrustNoOne
24-09-2006, 19.06.33
vabeh, mischa forse era meglio se mi davi ragione e lasciavi perdere sto branco di niubbi :asd:

Mischa
24-09-2006, 19.07.16
E tu credi davvero che io mi legga tutto 'sto papiello, lo analizzi, lo smembri, ci impieghi quel paio d'ore per poi impiegarcene un altro paio per costruirne uno equivalente per dimostrare come non sia vero, in parallelo, che non servano skill nei mmorpg?

Statt' buono :asd:Mai detto che negli mmorpg non serve skill: ho solo contestato l'affermazione che non esistano negli fps.

andrea383
24-09-2006, 19.13.55
e io giocando a un fps dovrei pensare a tutte ste cose?

mettersi 2 dita in culo è + piacevole :asd:
:asd:
Ma veramente quando giocavo a livelli medio-medio-un pò alti (niente clan, ma nelle classifiche a fine mappa molto spesso ero secondo-terzo) a call of duty per fare bene facevo tre cose: o mi cercavo un riparo e camperavo protetto dalla gente che si butta avanti con le mitragliatrici, o mi pigliavo 2-3 alleati e attaccavo alle spalle e alla gente vicina o che saltella gli lanciavo tutte le granate intorno e attaccavo corpo a corpo. Le vere difficoltà le trovavo con la gente nascosta in punti alti e col fucile col mirino, non riuscivo mai a colpirle per primo


Poi per gli altri fps meno arcade non so, probabilmente Mischa ha ragione

Khorne
24-09-2006, 19.17.12
e io giocando a un fps dovrei pensare a tutte ste cose?

mettersi 2 dita in culo è + piacevole :asd:

Il divertente sta proprio lì... entrare e flakkare tutto quel che capita diventa noioso in fretta.
Soprattutto perché, in genere, non si sega nessuno dato che non ci si riesce ad avvicinare al nemico :D

Asuterisuku
24-09-2006, 19.26.00
Mai detto che negli mmorpg non serve skill: ho solo contestato l'affermazione che non esistano negli fps.

La mia era una provocazione a provocazione. Si e' partiti dal concetto che gli fps ppl sono ubba, mentre i mmorpg ppl sono nubba.
Ancora nessuno e' stato in grado di dimostrarmi questa tesi, se non dicendo che se non ho partecipato ai mondiali di ut non posso parlare, mentre se si e' fatto mc e si e' "visto" (dal monitor di uno che giocava) bwl si e' profi di wow.
Questa, onestamente, non e' una gran base su cui fondare qualunque genere di discorso.
Ed ancora nessuno mi ha risposto alla domanda principale: cosa intendete per skill?
Finche' non mi chiarirete questo concetto io non mi pronuncero' in alcun modo.

TrustNoOne
24-09-2006, 19.30.00
:asd:
a livelli medio-medio-un pò alti (niente clan, ma nelle classifiche a fine mappa molto spesso ero secondo-terzo)

:roll3:



astericoso: nessuno ha mai detto che nei mmorpg non ci vuole nessun tipo di abilita'. Ho solo detto che e' una cosa molto piu' accessibile, che chi non e' negato riesce tranquillamente a fare tutto quel che c'e' da fare, anche e soprattutto perche' non e' pvp e quindi il limite da raggiungere non e' quello di un altro giocatore ma quello dei mob gestiti dal server. C'e' qualcuno che ha lavoro piu' grosso (main tank, raid leader), ma piu' o meno e' solo questione di sapere cosa fare e quando farlo. E' un gioco di esperienza e conoscenza, e tempo che ci si passa sopra. Se tu mi dici alla lettera tutto quel che devo fare, lo faccio. Se tu mi dici "fai headshot ad ogni colpo", io non lo faccio, anche se mi piacerebbe :asd:

Adesso, qualcuno di voi mi dice cosa c'e' di difficile nel gestire la propria classe in wow? Intendo individualmente, una volta conosciuti i boss... Son mesi che lo chiedo ma ancora nessuna risposta


edit: e basta a ripetere le stesse cose. Te l'ho gia' detto 10 volte, io mi sento in grado di fare qualsiasi cosa ci sia da fare in wow pve. fps & co invece sono sports virtuali, ci vuole allenamento e il talento esce fuori, come in qualsiasi sport ci sono alcuni che vincono la champions league e altri che lottano per la retrocessione in serie b. In WOW a meno che non si sia completamente negati chiunque puo' fare bwl... E io sto aspettando che qualcuno mi dica cosa c'e' che voi riuscite a fare e quelli meno abili (skillati) di voi no.

andrea383
24-09-2006, 19.45.06
:roll3:




mi aspettavo questa risposta:sisi:


Eppoi dai, lasciatemi le mie convinzioni:asd:

Asuterisuku
24-09-2006, 19.50.17
:roll3:

astericoso


auguri.
Quando troverai qualcuno che ti dira' esattamente cio' che vuoi sentirti dire sarai soddisfatto.
Nel frattempo, non ho tempo per il circo.

/ignore.

TrustNoOne
24-09-2006, 19.51.00
allora, ho appena chiarito un paio di cose.

Mi e' stato confermato che il gioco e' come dico io (isi) fino ad mc. Quindi se non fai bwl, aq40 o naxx, hai accesso a contenuti per niubbi.

Quindi il gioco dove serve abilita' e' concesso solo ai nerd che hanno 3000 ore per arrivarci, tanto mi basta.

Btw io non ho mai cercato di convincere nessuno ne' mai sono stato aperto a cambiare idea, voglio solo capire perche' chi gioca a sti giochi pensa di essere tanto bravo, e qui si' che sono provocatorio :asd:

Mischa vieniti a fare una partita a warsow va' :asd:

nageki
24-09-2006, 20.07.26
:roll3:
nessuno ha mai detto che nei mmorpg non ci vuole nessun tipo di abilita'

Una si, ci vuole assolutamente: la capacità di annullarsi completamente davanti allo schermo, non è da tutti.

hackboyz
24-09-2006, 20.11.18
Quindi il gioco dove serve abilita' e' concesso solo ai nerd che hanno 3000 ore per arrivarci, tanto mi basta.
Ecco io siccome non lo so voglio che qualcuno mi spieghi che tipo di abilità ci possono essere a WoW in questo caso. PvP o quel che è. Nella mia ignoranza non riesco a immaginarle. Invertiamo l'onere della prova (visto che riguardo agli fps è già stato ampiamente dimostrato ... Mischa :hail: )


Una si, ci vuole assolutamente: la capacità di annullarsi completamente davanti allo schermo, non è da tutti.
In effetti :asd:

Alborosso
24-09-2006, 22.31.31
Non gioco a WoW , principalmente perche' l'inglese non e' il mio forte e non riesco a giocare ad un gioco senza capire cosa sto facendo :asd: , poi il fatto che e' a pagamente mi frena senza contare il fatto che gia' con Diablo ho rischiato di rimetterci le palle a causa di mia moglie :sisi: .
Adesso gioco a GW e Oblivion ma Diablo mi attira sempre , la longevita' di quel gioco e' impressionante.
Penso che il gioco deve servire solo a rilassarsi non a perdersi in milioni di build per quello sono e rimango un noob anche dopo anni che gioco a Diablo :asd: .
Comunque solo quando si e' giovani si puo' dedicare tanto tempo al gioco io ormai sono vecchio, dedico la maggior parte del tempo libero alla famiglia e solo quando ne avanza un po' mi faccio qualche game :birra:

BESTIA_kPk
24-09-2006, 23.46.20
...Comunque solo quando si e' giovani si puo' dedicare tanto tempo al gioco io ormai sono vecchio, dedico la maggior parte del tempo libero alla famiglia e solo quando ne avanza un po' mi faccio qualche game :birra:

E un pensionato che ha il solo hobby di WoW non ha più tempo di un giovane studente? :book:


Strano che sia difficile capire quanto detto da Trust e Mischa.
Banalmente, chiunque può giocare a qualsiasi FPS - MMORPG.
Pochi possono raggiungere il top.

Il tempo è fondamentale in entrambi i casi, però nei MMORPG conta molto di più per potersi potenziare l'equip [che negli FPS non è da "coltivare/accumulare" ma da "imbracciare al volo, nella stessa partita e poi ciao"].

La coordinazione di occhio-orecchio-mani è portata al limite negli FPS: non basta la conoscenza del gioco e una discreta abilità a gestire fisicamente tastiera/mouse. Bisogna avere conoscenza del gioco + OTTIMA abilità + OTTIMA coordinazione + OTTIMI riflessi ecc ecc.
Si può paragonare un headshot fatto in salto, ad un altro che si muove bene, con uno spell castato quando necessario?

In un game dove l'equip conta molto, l'abilità di un giocatore conta meno che in un FPS dove non c'è equip "accumulato". O sai far rullare i razzi e i proiettili che ci sono, o sei carne morta sempre e comunque.

Ovvio che sono tutti game dove conta allenarsi e farci esperienza ^^

Non sono nel tunnel di WoW, mai provato.
Mi sarebbe piaciuto provarlo ma la connex sux, l'assenza da casa per lavoro, il costo mensile [che come concetto non apprezzo, anche se può giustificare il miglioramento/mantenimento del game], l'interesse per altre passioni e altri motivi, me ne tengono lontano.
Mi mancano sia le sedute di ore a D2 e D2-Lod sia il CARNAIO ad UT e CS...
Magnifico il poter giocare a tutti stì game in multy: si poteva sia livellare i pg sia scannarsi sia parlare semplicemente come in un pub.

Ogni ora che vi ho dedicato l'ho sempre vista come utile, avevo voglia di giocarci quindi era cosa buona e giusta.
Così come lo è ogni altra passione che coltivo o coltiverò... trovo curioso pensare che sia tempo sprecato. Se è tempo sprecato divertirsi davanti al monitor, allora lo è anche guardare la tivù o il cinema o un quadro o un porno...
Trovo anche curioso parlare di "emozioni" e di "richiamo ad emozioni", come se ci fosse un'emozione vera [lontano dal monitor] e una meno vera [in game].

L'eccesso diventa tale... hem... quando? tunnel? giocare anni a calcio o basket? camminare per ore tra boschi e montagne? stendersi al sole in spiaggia ore? andare a far shopping senza acquistare? hummmm :book:
Su cosa si può tracciare un limite tra eccesso e non eccesso? su lati positivi/negativi? sul tempo effettivo? su cosa?

destino
25-09-2006, 00.19.18
Ecco io siccome non lo so voglio che qualcuno mi spieghi che tipo di abilità ci possono essere a WoW in questo caso. PvP o quel che è. Nella mia ignoranza non riesco a immaginarle. Invertiamo l'onere della prova (visto che riguardo agli fps è già stato ampiamente dimostrato ... Mischa :hail: )



basta leggere una qualsiasi guida a aq40 o a naxxramas.

angelheart
25-09-2006, 13.05.21
soltanto :asd:


ADVISORY: i veri dipendenti NON hanno risposto a questo topic.

ding
25-09-2006, 15.49.20
ADVISORY: i veri dipendenti NON hanno risposto a questo topic.* :asd:

flamb0yant
25-09-2006, 16.00.39
Questo si vede sia nelle istance high end che nel pvp, se si fa pvp pickup è chiaro che conta l'equip, ma se fai pvp serio organizzato sempre con le stesse persone che si coordinano su ts, allora li si vede la skill, perche nn fai la spell che fa + danno su un target a caso, fai l'azione giusta che portera il team alla vittoria nel + breve lasso di tempo.

Infatti :) Molte opinioni qui sono fondate su delle premesse che, se conosceste bene WoW, lascereste perdere. WoW non è un gioco fondato sul PvP. E' inutile stare a lamentarsi per un aspetto del gioco che comunque è marginale, anche se c'è spazio per margini di eccellenza. Con i miei amici ho vinto un Arathi Basin 2000 a 20 contro il gruppo orda più spaccaossa del server, perché giocavamo in squadra e lo facevamo benissimo.

Comunque come ha fatto notare anche Obscure, al di là della tipologia di server, WoW è principalmente un gioco PvE, e in quell'ambito non mi pare che all'oggi abbia dei degni avversari. Le istanze end-game le ho iniziate da poco con la mia gilda che è medio-piccola ma molto affiatata, e vi assicuro che mettere piede a Molten Core e constatare che a parte il numero siamo coesi e in grado di avere successo in ambiti dove falliscono anche le gilde uber (ma non fondate sull'amicizia). Quando si pensa in termini di gioco collaborativo viene anche meno una certa mentalità un po' infantile del "voglioesseremgliodituttialtrimentinonmidiverto".

Tante cose potrebbero cambiare, comunque, con Warhammer: Age of Reckoning e Age of Conan (soprattutto quest'ultimo, che avrà un sistema di controllo fondato sulla collisione dei modelli 3d e diverse parti del corpo da colpire, oltre a una minore enfasi sull'equipaggiamento).

E' anche vero che pur perdendo tanto tempo con WoW (non perché WoW sia una perdita di tempo, ma perché sono io che butto via il mio in svariati modi), non mi va che diventi l'unica cosa che faccio nella vita, al solo pensiero di fare più di 2 raid a settimana mi annoio. Nella mila gilda tanta gente, la maggior parte dei 60, ha più di 30 anni o comunque lavora, cerchiamo di divertirci e avere soddisfazioni per quello che siamo e possiamo.


edit: e basta a ripetere le stesse cose. Te l'ho gia' detto 10 volte, io mi sento in grado di fare qualsiasi cosa ci sia da fare in wow pve. fps & co invece sono sports virtuali, ci vuole allenamento e il talento esce fuori, come in qualsiasi sport ci sono alcuni che vincono la champions league e altri che lottano per la retrocessione in serie b. In WOW a meno che non si sia completamente negati chiunque puo' fare bwl... E io sto aspettando che qualcuno mi dica cosa c'e' che voi riuscite a fare e quelli meno abili (skillati) di voi no.

L'hai fatta strat baron in 45 minuti per il tier 0.5?
Io sì, e ti assicuro che è stata una delle cose più difficili (e soddisfacenti) mai fatte in un videogioco. Quante run ci abbiamo messo a elaborare la tattica giusta? Quante per rosicchiare i singoli secondi? Ed eravamo equipaggiati molto, molto peggio di gente delle gilde uber già infesciata di viola e che non ci riusciva: in due, io prete e il palado, stavamo finendo il tier 0 (a me manca ancora la veste :(), il tank era equipaggiato con craft e drop di Dire Maul, lock e ladro avevano dell'equi da rank 9-10, niente di clamoroso.
Se vuoi ti dico la tattica che abbiamo usato, ma vorrei vederti, guardando il monitor del tuo pc, rifare la stessa cosa.

Comunque mi sembra ridicolo liquidare le opinioni altrui con discorsi come "non ci vuole skill, bisogna solo essere nerd". Secondo me per il solo fatto che stiamo qui, siamo _tutti_ nerd. Allenarsi per diventare bravi in un fps (massimo rispetto) non è meno nerd o più nobile di qualsiasi altra cosa fatta per divertirsi davanti al pc. Certa spocchia mi fa solo ridere :)

Khorne
25-09-2006, 17.13.22
soltanto :asd:


ADVISORY: i veri dipendenti NON hanno risposto a questo topic.

Non posso, sto giocando, sfrutto un tempo di caricamento per fare questo post :D

ding
25-09-2006, 18.01.09
L'hai fatta strat baron in 45 minuti per il tier 0.5? giusto per dirne una, ecco.. ovviamente non con gente T2 ma con gente che ha bisogno di quel pezzo per fare lo 0.5 e non per sfizio personale.
E già T2 è difficile..

@khorne! ottimizza la ram! aumenta! ti ci sta troppo a caricare se hai tempo per fare un post! :|

Magguz
25-09-2006, 19.34.44
No, only Guild Wars.

Quaro.
25-09-2006, 20.43.38
Mi risulterebbe impossibile pagare mensilmente per giocare.. Già a dargli i soldi iniziali mi farei paranoie..

Squizzo
25-09-2006, 21.57.39
Ed ancora nessuno mi ha risposto alla domanda principale: cosa intendete per skill?

Di solito è quella cosa che i vari cheater ti dicono che non hai... (salvo poi venire s§§§§§§§ti dopo qualche tempo per essere stati beccati a usare wallhack, aimbot e altre cazzatelle, per rimanere in ambito fps, o con altri metodi in altri giochi...):asd:


Un MMORPG in quanto tale non e' PVP puro. Se fosse cosi' sarebbe, di fatto, un FPS.

Ehm a parte che non bisogna confondere due generi diversi (a meno che un mmorpg non possa essere giocato in prima persona, quindi solo in quel caso si potrebbe paragonarli in qualche caso) non è vero che un mmorpg in quanto tale non e' PVP puro..magari non lo è in wow, dove il pvp fa pena, ma in altri giochi è una parte integrante e importante, se non fondamentale. Io gioco a Lineage2 (ok non su server ufficiali ma questo è un altro discorso... :asd: ) è il pvp è una delle parti più divertenti, soprattutto negli assedi, oltre che in vari pvp fra alcuni giocatori, clan/ally war etc...imparare a usare la propria classe, le varie skill a disposizione del proprio pg in modo efficente, coordinarsi e collaborare col proprio party/clan/ally (fare dei mega assedi con oltre 20 clan di 40 persone sia dalla parte dei difensori che degli attaccanti è una cosa che è da provare... :sbav: ) imparare a leggere l'evolversi della situazione in piena battaglia ed esser pronti a reagire di conseguenza è fondamentale ai fini del gioco.
Tutto dipende dal tipo di gioco che cerchiamo. Certo, è divertente anche semplicemente cazzeggiare o togliersi delle soddisfazioni facendo dei mega-raid contro i mob o eventuali boss, ma lo è altrettanto confrontarsi direttamente con gli altri giocatori, perchè lì si si vede chi ha imparato davvero a giocare... :) (e non serve essere dei nerd o passare 50 ore al giorno su un gioco, lo si può fare anche giocando normalmente, si crescerà più lentamente ma chissenefrega ;) )

Asuterisuku
25-09-2006, 23.06.55
non è vero che un mmorpg in quanto tale non e' PVP puro..magari non lo è in wow, dove il pvp fa pena, ma in altri giochi è una parte integrante e importante, se non fondamentale.

Ma non e' cmq PvP puro :birra:

Fate
25-09-2006, 23.50.33
Ma non e' cmq PvP puro :birra:


click (http://www.guildwars.com)

Squizzo
25-09-2006, 23.54.51
Ma non e' cmq PvP puro :birra:

Che secondo te sarebbe?... Esclusivamente un mmorpg senza mob ma solo con avversari umani?

Pratti
26-09-2006, 00.22.28
cut
Comunque quello che dici può forse valere per l'ufficiale, non certo per i server privati. A parte che l2 soffre di una struttura troppo semplicistica ( non c'è possibilità di variare la build del personaggio, se sei Ss piuttosto che Da le tue skill sono già predeterminate, l'equip è sostanzialmente monotono: in fin dei conti i top set sono fissi: uno spellsinger punterà al Dc set , gli arcieri al maj light e così via) per cui l'esito di un pvp singolo è già predeterminato. Si sa che lo spellsinger in 1vs1 batte praticamente tutti tranne, a volte gli arcieri. Poi i server privati di l2 soffrono di troppi problemi per poter dire che si trova un pvp decente: donazioni in primis che sbilanciano il gioco, hardware che non è all'altezza, per cui rimani a terra nei siege, o soffri di lag allucinanti.
Alla fine questi giochi, in attesa della 3° generazione dei mmorpg, e a parte l'eccezione di gw, non sono fatti per un pvp singolo o di gruppo soddisfacente.

Asuterisuku
26-09-2006, 00.49.26
click (http://www.guildwars.com)

Non e' PvP puro, GW.
Ci ho giocato fino a factions, da quando e' uscito, e lo conosco bene.
Tant'e' che ci sono gilde solo pve.

Asuterisuku
26-09-2006, 00.50.12
Che secondo te sarebbe?... Esclusivamente un mmorpg senza mob ma solo con avversari umani?

Appunto.
Non c'e'. E se ci fosse non sarebbe piu' un mmorpg, per definizione.

Squizzo
26-09-2006, 02.11.25
Comunque quello che dici può forse valere per l'ufficiale, non certo per i server privati. A parte che l2 soffre di una struttura troppo semplicistica ( non c'è possibilità di variare la build del personaggio, se sei Ss piuttosto che Da le tue skill sono già predeterminate, l'equip è sostanzialmente monotono: in fin dei conti i top set sono fissi: uno spellsinger punterà al Dc set , gli arcieri al maj light e così via) per cui l'esito di un pvp singolo è già predeterminato. Si sa che lo spellsinger in 1vs1 batte praticamente tutti tranne, a volte gli arcieri. Poi i server privati di l2 soffrono di troppi problemi per poter dire che si trova un pvp decente: donazioni in primis che sbilanciano il gioco, hardware che non è all'altezza, per cui rimani a terra nei siege, o soffri di lag allucinanti.
Alla fine questi giochi, in attesa della 3° generazione dei mmorpg, e a parte l'eccezione di gw, non sono fatti per un pvp singolo o di gruppo soddisfacente.

La differenza principale fra gli official e i privati è che (a parte i rate di exp/drop/soldi etc) è che spesso negli official si punta ancor di più al pvp, quando si comincia ad essere ben equipaggiati. Quello che dici sulle skill dei vari pg è vero, ma non vuol dire che anche un'imbecille vinca matematicamente usando una certa classe avvantaggiata rispetto a quella del suo avversario. Molto sta sempre nella bravura del giocatore stesso per decidere il vincitore, e cmq, raramente in L2 si va in 1vs1, al massimo lo si fa in arena o se trovi il solito attaccabrighe o pk di turno che scassa i maroni..quasi sempre si fa pvp di massa (o come minimo fra party) e lì la differenza si fa notare ancora di più fra chi sa giocare e chi no.
Il fatto dei set dipende anche su che server giochi..sull'ufficiale o su privati dove il regen di mp/hp è basso non sempre si privilegia il casting speed, ma si preferisce pigliarsi una robe che dia più magic attack o più regen del mana, stessa cosa per gli arcieri..c'è chi predilige nettamente la dark crystal light rispetto alla majestic. Tra l'altro, dipende anche da come sei buffato per decidere l'eventuale vincitore: con self buff il mago quasi sicuramente avrà la meglio, ma non è detto..full buffed invece un mago contro un arciere è praticamente morto.
Non so su quali server free hai giocato tu, io ho giocato su hsc, extreme e ora sto giocando su paradise. In nessuno dei tre, ognuno con pregi e difetti ho mai subito lag che mi impedissero di giocare, se non in qualche giornata, soprattutto quando ci stavano però attacchi ddos o altri piccoli problemi, paradise ad esempio, sul server dove gioco io non laggava nemmeno con oltre 4000 giocatori online nello stesso momento..è vero che le donazioni o "aiutini" dati a certe persone amiche degli admin può in parte rovinare il pvp, ma è anche vero che la soddisfazione di battere certa gente diventa così ancora più grande. E ti assicuro che ogni pvp è stato estremamente divertente e denso di emozioni, tutt'altro che deludente come affermi. Su extreme, con l'ally di cui faccio parte abbiamo tenuto due castelli, con i nostri alleati praticamente siamo riusciti ad averli tutti e 5 e abbiamo fatto siege memorabili per intensità (e senza lag, al massimo i normali rallentamenti dovuti alle centinaia di persone contemporaneamente sullo schermo), alcuni anche con la soddisfazione aggiunta di aver battuto donatori/amici dei gm/ ex compagni di clan/ally che svuotavano alcuni account etc...ti assicuro che anche se è oramai un server monco, si son fatti dei gran pvp di massa con gente veramente brava a giocare.
GW non l'ho provato, ma ho compagni di clan che l'hanno fatto, e che son rimasti molto delusi dal suo pvp, tornando quasi subito a tempo pieno su L2, quindi come al solito dipende tutto dai gusti in questo caso, tuttavia, affermare che non possano offrire pvp soddisfacente, vuol dire forse non averli provati poi molto a fondo, o non averli potuti provare con persone che meritano...

Per il futuro, personalmente attendo Warhammer online con notevoli aspettative :yumm:


Appunto.
Non c'e'. E se ci fosse non sarebbe piu' un mmorpg, per definizione.

Beh, questione di punti di vista, per me degli elementi di pve nulla tolgono al fatto che si possa fare pvp puro. In fondo è perfettamente normale che se uno crea un mondo, è impensabile che non si renda tale mondo "vivo", lasciando che sia popolato solo da pg..sarebbe un po' surreale, non trovi? Tutto sta all'interpretazione del giocatore, del suo stile di gioco, decidere come comportarsi.

flamb0yant
26-09-2006, 03.30.48
io sto aspettando di cimentarmi su uno shard di NWN2, con(tro) altri giocatori umani... chiissà se sarò abbastanza skillato :asd:

Fate
26-09-2006, 07.29.44
Non e' PvP puro, GW.
Ci ho giocato fino a factions, da quando e' uscito, e lo conosco bene.
Tant'e' che ci sono gilde solo pve.

Il fatto che ci siano gilde pve non vuol dire che il punto fondamentale di gw non sia il pvp.
C'è gente , compagni di gilda compresi , che non ha mai toccato il pve.

Asuterisuku
26-09-2006, 09.05.08
Il fatto che ci siano gilde pve non vuol dire che il punto fondamentale di gw non sia il pvp.
C'è gente , compagni di gilda compresi , che non ha mai toccato il pve.

Che equivale a:
"il fatto che ci siano gilde pvp non vuol dire che il punto fondamentale di WoW non sia il pve."

mmoRPG.
Poi ognuno sceglie di giocare come gli pare.
A me di GW per esempio il pvp non piace. E di conseguenza ne ho fatto relativamente poco. Questo non mi ha impedito di giocarci per piu' di un anno.
Ripeto: pvp puro = non rpg.
Poi ci possiamo girare intorno quanto vi pare, ma mi sembre totalmente inutile. Se io dico PvP puro, come fai a conciliarlo con il pve? Gia' dovendolo conciliare non e' piu' "puro", sempre per definizione.

Asuterisuku
26-09-2006, 09.10.56
Beh, questione di punti di vista, per me degli elementi di pve nulla tolgono al fatto che si possa fare pvp puro. In fondo è perfettamente normale che se uno crea un mondo, è impensabile che non si renda tale mondo "vivo", lasciando che sia popolato solo da pg..sarebbe un po' surreale, non trovi? Tutto sta all'interpretazione del giocatore, del suo stile di gioco, decidere come comportarsi.

Momento... una cosa e' mettere dei pg di contorno ed un background di cartone giusto per fare un po' di scenografia. Una cosa e' fare rpg.
GW, per quanto non sia certo il massimo come rpg, permette di giocare, come dicevo a fate, SOLO pve. Certo, si puo' fare pvp puro, ma come imparerai a conoscere bene la tua classe se non te la sarai expata fino all'end game? Con i pg preconfezionati?
Imho, se fai pvp cosi', hai buttato i soldi del cd key. Perche' e' meglio davvero che te ne torni su un fps, dove il pvp e' puro sul serio.
Poi ognuno fa come gli pare, ci mancherebbe.
Ma gia' il fatto che nel comparto pvp di gw si trovano giocatori che hanno scelto ed avuto la possibilita' di fare pve e crescere il proprio pg fino all'ultima skill, e ci siano giocatori che al primo giorno di gioco stanno gia' in arena con i preconfezionati dimostra che c'e' un forte inquinamento fra le categorie e che quindi, di pvp puro, non si puo' parlare.
Perche' a distanza di mesi da che non gioco piu', se entro con i miei pg "finiti" e scendo in arena rompo il culo a chiunque abbia giocato solo i pg pvp only. E non ci stanno santi. Perche' me li sono sudati, punto per punto, build per build, equip per equip, in ogni situazione, pve come pvp.

Fate
26-09-2006, 12.59.52
Che equivale a:
"il fatto che ci siano gilde pvp non vuol dire che il punto fondamentale di WoW non sia il pve."

mmoRPG.
Poi ognuno sceglie di giocare come gli pare.
A me di GW per esempio il pvp non piace. E di conseguenza ne ho fatto relativamente poco. Questo non mi ha impedito di giocarci per piu' di un anno.
Ripeto: pvp puro = non rpg.
Poi ci possiamo girare intorno quanto vi pare, ma mi sembre totalmente inutile. Se io dico PvP puro, come fai a conciliarlo con il pve? Gia' dovendolo conciliare non e' piu' "puro", sempre per definizione.


Ossantamaria -.-
Il centro di GW è il pvp.
Ci sono arene per pvp low level.
Ci sono arene 4v4
C'è il 12v12
C'è la gvg 8v8
C'è ascesa 8v8
C'è una ladder mondiale per il gvg 8v8.
Adesso dimmi , di grazia , come fa a non essere pvp essendo perfettamente possibile fare SOLO pvp senza MAI toccare un personaggio pve.
Non ho detto "un pochino di pve" ho detto MAI.
Il pve è una scelta ma si può comodamente evitare al 100% per dedicarsi full time al pvp.

Asuterisuku
26-09-2006, 13.02.02
Ossantamaria -.-
Il centro di GW è il pvp.
Ci sono arene per pvp low level.
Ci sono arene 4v4
C'è il 12v12
C'è la gvg 8v8
C'è ascesa 8v8
C'è una ladder mondiale per il gvg 8v8.
Adesso dimmi , di grazia , come fa a non essere pvp essendo perfettamente possibile fare SOLO pvp senza MAI toccare un personaggio pve.

Ossantamaria, ma io che ho detto?

Pratti
26-09-2006, 14.34.51
cut
La differenza che gli official sono aggiornati, i server privati no. Sino a quando non hanno beccato la leaked pts c4 ( ed infatti adesso stanno spuntando server full c4) tutti i server erano c1 modificati con elementi di c2/c3. Per cui anche il pve era frustrante: in pratica si finiva sempre ad al, visto che toi, catacombs e le nuove zone erano tutte buggate. Il che rende comunque frustrante e noiosa l'esperienza di gioco.
Ancora i server privati hanno le donazioni, ma questo sbilancia il pvp. Non è la stessa cosa avere un titanium set o non averlo(extreme), avere armi che gli altri giocatori non hanno, o avere la possibilità di sovraenchantare la propria tramite donations.
Equip. Quello che dici tu è vero solo in teoria. Nessun mago decente preferirebbe magic empower ad acumen come Sa nell'arma ( a meno di non avere altri bonus extra come i cloacked set, presenti in alcuni server, che ti aumentano le statistiche di +4/+5/+6), né prenderebbe il nightmare robe al posto del Dc, visto che la castspeed> tutto il resto. Così come in un dagger tutti tenderanno ad avere focus nel kris/bloodorchid non certo haste, e gli arcieri preferiscono cheapshot ad accuracy ( anche le armi son sempre le stesse: som + acumen per i maghi, bop/soul/carnage bow + cs per gli arcieri, kris/bo + focus per i dagger). Con la c1 poi la questione era ancora più desolante visto che il top b era proprio unico per classe.
Pvp. Nei server privati non si fanno pvp singoli perchè il coliseum non funziona, se non come arena più grande. Quindi alla fine ci si riduce, oltre i siege, ad andare a pkpare la gente in giro. Poi sulla bellezza dei pvp: il pvp è esaltante quando ti trovi due gruppi bilanciati, non certo quando fai zerg. Che bravura ci vuole a combattere 5 contro 2, 20 contro 10 e così via? Può essere divertente, ma non ci vuole mica bravura eh. Rimangono solo i siege , ma anche non volendo considerare le disconnessioni durante il siege ( che distruggono qualsiasi strategia visto che poi vince chi si ricollega per primo), nei server privati si respira un'aria di precarietà. Il grosso dei giocatori non è altro che uno sciame di locuste che si sposta di server in server ( quello che diventa di moda per un periodo), per cui è difficile creare all'interno di un server clan organizzati che abbiamo degli obiettivi a lungo termine, visto che il lungo termine non esiste quasi sempre per definizione nei server privati. Infatti i clan di successo sono gruppi di giocatori che rimangono compatti di server in server. Ma in genere è difficile trovarli tutti nello stesso sempre. Per cui la situazione è sempre un clan , un'alleanza che owna tutto il server, con buona pace del divertimento complessivo.

Certo se sei ancora nella fase addicted è difficile fare un discorso equilibrato.
Ah comunque sono stato un top player in hsc ai tempi d'oro. Ero l'unico italiano sopra il 70 lvl. Dopodiche quasi tutti i grossi clan si son ritrovati per breve tempo su l2w e poi su erl, adesso non so. Gli italiani ahimé hanno seguito un'altra strada.
:hello:

Abigail
26-09-2006, 18.32.03
Mi permetto di interrompere le vostre diatribe per postare IT (...) e deliziarvi con qualche prolissa e superflua considerazione, squisitamente niubba, terribilmente banale e profondamente naif. :D Se avete dieci minuti da perdere, leggete pure.

Gioco a WoW da circa due settimane, cioè da quando ho preso il pc nuovo. Ci sono caduto per caso, Oblivion era troppo per il mio Centrino Duo e mi è toccato riportarlo da EB Games, cosa che mi ha dotato di una quarantina di Euri da spendere, tre quarti dei quali sono finiti nella scatolona marrone. Da allora ci sto giocando una media di due/tre ore al giorno, sempre di sera, senza che la cosa stia impattando in maniera rilevante sulla mia vita: continuo a lavorare, suonare e avere coscienza del mondo circostante, la mia ragazza mi rivolge ancora la parola e la mia casa non è più sporca e incasinata di quanto già non lo fosse. Ecco, casomai ho un po' di sonno in più. Ma passerà.

Premessa: in fatto di mmorpg sono patologicamente ignorante, come in fatto di giochi online in generale: un po' per mancanza di tempo, un po' per i limiti hardware impostimi dal mio vecchio Toshiba non giocavo a qualcosa di "nuovo" da tempo immemorabile, e le mie uniche, serie e durature esperienze di gioco online risalgono ai tempi di Starcraft e Diablo 2, al quale ho giocato per tre anni senza mai portare nessun pg oltre il livello 62, dato che da un lato mi mette ragionevolmente al riparo da qualsiasi ipotesi di dipendenza, e dall'altro mi suggerisce che probabilmente buona parte delle mirabolanti esperienze high end delle quali parlate me le perderò. O forse no. Chissà.

Una cosa è certa: io non vi capisco. Non capisco innanzitutto quello che dite, il novanta per cento delle vostre abbreviazioni equivalgono per me ad equazioni in serbo-croato, ma soprattutto non capisco il vostro atteggiamento. Probabilmente, molto probabilmente è così perché sono niubbo, ma leggervi mi mette una tristezza infinita. Perché ho la la netta impressione che io e voialtri giocatori "attempati" di WoW si veda il gioco da due prospettive diametralmente opposte.

Io vedo un mondo intero, spaventosamente vasto, del quale in 22 livelli avrò visitato meno del 5%; vedo una moltitudine di png, una marea di cose da fare, mi diverto a curiosare sulle zone che sorvolo a cavallo di grifone chiedendomi quando sarò abbastanza grosso da poterle visitare a piedi, insomma faccio un po' il turista, e stento davvero a ricordare un altro gioco che mi abbia offerto un ambiente così enorme e variegato nel quale interagire con il mio personaggio. A sentir parlare voi, invece, sembra che WoW sia soltanto un insieme di cinque o sei instance iper-difficili, da ripetere all'infinito al solo scopo di farle "meglio" e di collezionare equipment sempre più potenti.

Probabilmente mi risponderete che fra un po', quando avrò effettivamente visitato tutta la mappa e quando mi sarò tolto dai piedi quella decina di instance "normali", sentirò anche io il bisogno di affrontare le supersfide, davanti alle quali tutto il resto sparirà. Boh, forse avete ragione. Il problema è che mi ci vedo poco. Voglio dire, è bello veder crescere il proprio personaggio, è bello scoprire dopo tre visite alle Deadmines che non sono più il niubbo che scombina il party e, anzi, sono io a redarguire i niubbi che si tirano addosso cinque goblin alla volta, è bello cominciare a girare con gruppi che sanno il fatto loro e che lavorano come meccanismi ben oliati, è bello vedere il danno salire da 20 a 200 e l'armatura diventare sempre più grossa ma...

...Boh, per me è ancora bello anche soltanto sedermi in cima a un colle a mangiare del formaggio, mentre guardo il sole tramontare dietro la torre di Moonbrook avvolta nella foschia. E' bello sparare minchiate con il tuo party mentre tiri mazzate ai mob, e magari ricontattare il giorno dopo quelle due o tre persone con le quali hai lasciato un dungeon in sospeso. Ancora, e di questo mi dovrei essere già stufato, mi stupisco davanti alla bellezza di alcuni posti, come la città di Stormwind o Duskwood, secondo me caratterizzati in maniera eccelsa. E faccio fatica a pensare che tutto questo sparirà davanti a un paio di secondi in meno in questa o quella instance di 150° livello.

Tutta questa discussione su quanto sia difficile o meno giocare a WoW semplicemente non mi riguarda. Non mi interessa. WoW è un gioco immensamente grande ed immensamente bello, e come qualcuno ha già detto diverte, punto e basta, indipendentemente da quanto sia o meno difficile prendervi parte. Cosa deve fare di più un videogame?

Boh. Mi rendo conto che tutto questo entusiasmo potrà sembrare abbastanza stupido a chi fra voi ha passato da un paio d'anni la fase di "stupore e meraviglia" che sto affrontando io da neofita del mondo di Azeroth, e forse io stesso fra qualche tempo sorriderò rileggendo queste righe. Ma per ora, sinceramente, non me la sento di pensare a quando tutto sarà finito. Sarebbe come addentare una bistecca pensando già a quando ci saranno i piatti da lavare. Io sono ancora al primo boccone, lasciatemelo gustare.

Umilmente...
:) :) :)

Alborosso
26-09-2006, 18.38.23
Mi permetto di interrompere le vostre diatribe per postare IT

....cut...

Umilmente...
:) :) :)

E' esattamente quello che intendo io come gioco, solo che tu lo hai espresso in maniera perfetta, gioco a GW da un po' di mesi e anche se a detta di tutti e' il gioco pvp per eccellenza non ho mai fatto un duel :asd: , a me piace girare, esplorare, guardare panorami sempre diversi e sempre splendidi, Wow se mai approdero' a quel gioco per me sara' cosi'...(sempre che ci sara' una location in Italiano...) :birra:

Squizzo
26-09-2006, 18.50.31
Ripeto: pvp puro = non rpg.
Poi ci possiamo girare intorno quanto vi pare, ma mi sembre totalmente inutile. Se io dico PvP puro, come fai a conciliarlo con il pve? Gia' dovendolo conciliare non e' piu' "puro", sempre per definizione.

Per me pvp "puro" equivale al poterlo fare in qualsiasi luogo, senza limitazioni o impedimenti di sorta. Non mi piace il pvp in cui ci siano delle arene e si possa farlo solo lì, il che toglie già molto all'esperienza in pvp in quanto tale e lo rende monco. Quando tu hai completa libertà di scelta su come comportarti con gli altri giocatori, io quello lo definisco pvp puro, in quanto, come detto, non sei limitato dal lanciare una sfida e dire ok, tutti in arena etc...che poi tu possa far crescere o meno il tuo pg anche con il pve è un'altra cosa, evidentemente diamo una diversa interpretazione al concetto di purezza del pvp :)

Pratti, tu secondo me fai l'errore, che fanno in molti, di basare le tue scelte si SA, armi, armature etc avendo in mente soprattutto il pvp 1vs1, ed in quel caso sì, ti do pienamente ragione nel tuo discorso, il invece scelgo basandomi su ciò che è meglio per avere delle forze equilibrate all'interno del clan. Ovvio che un mago cui piace far pvp in 1vs1 si piglierà al 99% la dark crystal, ma se tu fai un discorso di pvp di massa magari è meglio avere un regen di mana più alto e tirar giù magari un nemico in più, che farne fuori 1-2 in pochi secondi e poi rimanere senza mana...soprattutto negli official o in quelli che cercano di esserne quasi una copia perfetta (paradise ad esempio ora ha tutti i server full c4 e i bug sono veramente minimi, al limite della quasi completa assenza)

Per il pvp bilanciato ti do ragione, in effetti "zergare" non è bello, ma fa parte del gioco, puoi fare battaglie in pieno equilibrio fra le parti come puoi essere in forze diseguali, ma quasto ti può capitare sia a favore ma anche a sfavore, e la soddisfazione, come detto, di battere degli avversari in netto sovrannumero, con armi alla star wars da tanto son incantate, etc, è ancora maggiore. Per quanto mi riguarda, su extreme (staris) fino a qualche mese fa ci sono stati degli ottimi clan/ally, tutto ciò per oltre un anno, finchè molti han deciso (compreso il mio clan, di spostarsi perchè stufi della situazione ormai stagnante). Ciò non toglie che un ottimo lavoro a lungo termine, come quello fatto da noi, lo puoi fare anche su un server monco..

Ti assicuro poi che la fase addicted m'è passata da un pezzo (addicted per modo di dire poi), non gioco poi molto ora se non un po' la sera, soprattutto però per stare in ts a cazzeggiare più che per il gioco in se, quindi un discorso equilibrato lo puoi fare :P .

Ora dimmi chi eri su hsc che probabilmente ti conosco, e credo di avere il nick sulla punta della lingua... :D

PS: discorso italiani: per esperienza, posso dire che è meglio averli nel server più lontano possibile, sempre tutti pronti a far casino invece che collaborare, molto meglio allearsi con clan stranieri che sanno cooperare ed entrare nello spirito del gioco molto di più... ;)

Pratti
26-09-2006, 18.55.53
cut

toglimi solo una curiosità. In hsc eri per caso nel clan dove c'era anche luisen? o eri in quello che aveva la bandiera italiana di cui adesso mi sfugge il nome ( italian legacy forse ma boh). Comunque non ero negli alyen se stai pensando a mastah. Son stato nei dnj

djnat
27-09-2006, 04.41.07
però ho accompagnato nat a comprarlo al saturn di brescia e mi sento abbastanza in colpa nei confronti dei suoi familiari... :asd:
Ma va' a cagher, è tutta colpa tua! :asd:

Attualmente mi ritengo mediamente dipendente da WoW, sicuramente molto meno di quanto non fossi una decina di mesi fa, quando ero davvero molto preso dalle dinamiche di gioco.

Comunque la dipendenza scatta perchè la Blizzard è maledetta, e riesce a far sì che trascorrere effettivamente più tempo giocando dia al tuo personaggio maggiori opportunità di potenziarsi... anche Diablo era un gioco da nerd, e mica poco. Con la differenza che Diablo (e anche LoD) era molto meno vasto - sia come ambientazione che come itemizzazione - di WoW...

Mi mancano le mucche, però... :|


Per il discorso skill: in WoW, l'unica vera skill sta nel dirigere un gruppo e portarlo ad avere risultati partendo da zero o quasi. Ed in questo, sì, posso dire di reputarmi skillato. :)

destino
27-09-2006, 10.48.55
Ossantamaria -.-
Il centro di GW è il pvp.
Ci sono arene per pvp low level.
Ci sono arene 4v4
C'è il 12v12
C'è la gvg 8v8
C'è ascesa 8v8
C'è una ladder mondiale per il gvg 8v8.
Adesso dimmi , di grazia , come fa a non essere pvp essendo perfettamente possibile fare SOLO pvp senza MAI toccare un personaggio pve.
Non ho detto "un pochino di pve" ho detto MAI.
Il pve è una scelta ma si può comodamente evitare al 100% per dedicarsi full time al pvp.

learn to read difficile vero?

Squizzo
27-09-2006, 12.06.12
toglimi solo una curiosità. In hsc eri per caso nel clan dove c'era anche luisen? o eri in quello che aveva la bandiera italiana di cui adesso mi sfugge il nome ( italian legacy forse ma boh). Comunque non ero negli alyen se stai pensando a mastah. Son stato nei dnj
Nu, stavo (sto) nei Silentforce, nick Mezzasegolas :)

hackboyz
27-09-2006, 12.10.50
Ma va' a cagher, è tutta colpa tua! :asd:

Attualmente mi ritengo mediamente dipendente da WoW, sicuramente molto meno di quanto non fossi una decina di mesi fa, quando ero davvero molto preso dalle dinamiche di gioco.

Comunque la dipendenza scatta perchè la Blizzard è maledetta, e riesce a far sì che trascorrere effettivamente più tempo giocando dia al tuo personaggio maggiori opportunità di potenziarsi... anche Diablo era un gioco da nerd, e mica poco. Con la differenza che Diablo (e anche LoD) era molto meno vasto - sia come ambientazione che come itemizzazione - di WoW...

Mi mancano le mucche, però... :|


Per il discorso skill: in WoW, l'unica vera skill sta nel dirigere un gruppo e portarlo ad avere risultati partendo da zero o quasi. Ed in questo, sì, posso dire di reputarmi skillato. :)
E' LUI :hail:

djnat
27-09-2006, 13.17.11
:asd:

Raphael_Ravil
27-09-2006, 13.18.17
Mi mancano le mucche, però... :|
MOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!

Asuterisuku
27-09-2006, 13.30.00
E' LUI :hail:

Cosa vinco per essere riuscita a farlo riapparire su questi lidi? :asd: